Il Giornale di Boves - aprile 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

ornale ornale il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli di boves beinette borgo s dalmazzo chiusa pesio peveragno e valli anno xxxvi n 4 aprile 2012 2,30 direzione amministrazione/editrice mariatv strada cascina forlenza 7 12081 beinette cn tel 0171 1890062 fax 0171 1890339 e-mail:info@ilgiornalediboves.it ideatore e fondatore luciano pellegrino direttore ad honorem costanzo martini primalpe edizioni direttore responsabile aldo baudino e-mail aldo.baudino@ilgiornalediboves.it autorizz tribunale di cuneo n 304 del 14-12-1976 pubblicita esclusiva mariatv e-mail pubblicita@ilgiornalediboves.it redazione redazione@ilgiornalediboves.it amministrazione amministrazione@ilgiornalediboves.it poste italiane s.p.a spedizione in abbonamento postale d.l 353/2003 conv in l 27.2.2004 n 46 art 1 comma 1,dcb/cn il vino traina la ripresa ritorna la festa delle leve una riforma da rivedere le tavole degli italiani si sono impoverite in quantità nel 2011 con meno carne bovina 0,1 per cento pasta 0,2 per cento carne di maiale e salumi 0,8 per cento ortofrutta 1 per cento e addirittura meno latte fresco 2,2 per cento e quanto emerge nel commentare i dati istat larmente marcata nella media dell anno della spesa per i generi alimentari 1,3 per cento ll contenimento della spesa alimentare è il risultato delle strategie di acquisto messe in atto dagli italiani di fronte alla crisi dopo anni nel 2011 si è invertita la tendenza ed è aumentato il tempo dedicato dalla maggioranza degli italiani 55 per cento a fare la spesa secondo l indagine swg ben il 61 per cento degli italiani ha confrontato con più attenzione i prezzi e il 59 per cento ha cercato le offerte cento si accerta della qualità dei prodotti e una percentuale il 57 per cento degli italiani ha peraltro ridotto lo spreco di cibo per effetto della crisi tra coloro che hanno ridotto lo spreco il 47 per cento lo ha fatto facendo la spesa in modo più oculato il 31 per cento riducendo le dosi acquistate il 24 per cento utilizzando quello che avanza per il pasto successivo e il 18 per cento guardando con più attenzione alla data di scadenza la crisi non ha invece colpito i prodotti di qualità con quasi un italiano su tre 29 per cento che ha acquistato regolarmente prodotti a denominazione di origine il 14 per cento quelli biologici e il 15 per cento direttamente dal produttore la crisi non incide sul bisogno di sicurezza alimentare dei cittadini che continuano ad esprimere un forte interesse per le produzioni ad elevato contenuto salutistico identitario e ambientale anche se esiste in realtà una polarizzazione nei comportamenti chi ha disponibilità di reddito ed è un consumatore attento alla qualità e alla tipiè spesso costretto a rinunciare infatti il 25 per cento degli italiani ha aumentato nel 2011 la frequenza dei discount mentre all opposto ben il 38 per cento ha ridotto la propria presenza nei negozi tradizionali di michelangelo pellegrino continua a pagina 4 boves ­ la situazione della sanità piemontese e del sociale alla luce dei tagli derivanti dalla congiuntura economica in corso è stato il tema dell incontro dibattito svoltosi lo scorso 21 marzo a boves alla presenza del consigliere regionale mino taricco i servizi offerti dal settore pubblico in tema di sanità e di socio assistenziale ­ ha esordito taricco ­ si sono ridotti a causa della mancanza di risorse la ventilata riforma della sanità non è stata poi ancora approvata e così come formulata difficilmente potrà essere accolta dalle parti entro il 31 marzo così come voluto dal governatore cota da decidere dove e come attuare i tagli previsti che già in questi mesi hanno determinato la cancellazione di numerosi posti di lavoro il blocco del turn-over e il mancato rinnovo dei contratti a termine abbiamo assistito per ora ­ ha proseguito l esponente del pd ­ a riduzioni del 5 su tutti gli appalti e imposizioni di risparmi alle asl questo ha determinato tagli soprattutto nell assistenza agli anziani non autosufficienti per il sostegno dei quali è venuta meno la comparte buone notizie per l economia da vinitaly il 9 aprile attese 700 persone con i nati negli anni del 2 e del 7 il consigliere regionale taricco parla di sanità come tutti gli anni il lunedì di pasquetta quest anno il 9 aprile a boves e peveragno saranno protagoniste le varie leve nel loro raduno quinquennale quest anno si troveranno i nati negli anni che terminano tra per 2 e 7 organizz la classe 1972 dei quarantenni con d epoca ormai mitiche cinquecento degli anni settanta il decennio della nascita degli organizzatori messa foto ricordo pranzo serata di danze insieme sin alle ore piccole biranno i ragazzi della scuola circense dando la possibilità ai bambini presenti di provare gli attrezzi ricordando il 25 aprile boves programma della commemorazione 25 aprile ore 9,15 ore 9.30 ore 10,00 ritrovo al sacrario sotto il municipio saluto delle autorità presenti e deposizione corone interviene la banda musicale s pellico nell auditorium borelli ­ presentazione a cura dell ist comprensivo a vassallo dell iniziativa adotta un martire con proiezione orazione ufficiale di carlo petrini 27 aprile nella chiesa parrocchiale messa in suffragio dei caduti del 27 aprile ore 10,45 ore 18,00 cipazione pubblica alle spese con danni alle famiglie e alle strutture specializzate che riducono le presenze in quanto la popolazione non è più in grado di pagare le rette molto critico poi l ìntervento di taricco nell affrontare nei dettagli il tema della riforma sanitaria annunciata come epocale ­ ha detto il relatore ­ nasconde in realtà un idea di fondo pericolosa e cioè quella di importare in piemonte il sistema lombardia con forte potenziamento delle aso aziende ospedaliere a scapito delle asl alle quali resterebbe solo la gestione della medicina territoriale in questo modo le asl dovrebbero pagare le aso per le prestazioni ottenute una suddivisione di questo tipo ­ ha proseguito il consigliere regionale ­ determinerebbe una spaccatura fra ospedale e territorio visto che il direttore generale di ciascuna aso non ha obbligo previsto invece per le asl di concertare le decisioni con i sindaci dell area di riferimento determinando ad esempio la possibilità di decidere in autonomia e senza contradditorio la chiusura di un ospedale in qualità continua a pagina 4 pagina 7 boves città viva nonostante la politica qualche settimana fa parlando con il sindaco di boves dell indagine che l asl cn1 ha svolto a boves e dalla quale sono scaturiti risultati positivi sulla qualità della vita il primo cittadino nel sottolineare con compiacimento questa notizia e sull opportunità di darne risalto mi ricordava che boves ha delle grandi positività e che solo nel consesso del consiglio comunale le parti politiche sembrano non voler cogliere dando vita a contrapun affermazione amara che offre lo spunto per una riil primo cittadino forse inconsapevolmente ha ammesso una grande verità descrivendo le due facce di questa città tanto attiva e laboriosa fuori dal palazzo comunale quanto litigiosa e rancorosa nei cosiddetti rappreboves infatti vanta un patrimonio associativo guardasettori della società si sposa perfettamente con lo spirito di intraprendenza che ha visto crescere iniziative sostenere associazioni sia in campo culturale ricreativo e sportivo che continuano a catturare l interesse dei ditoriale che ha accompagnato una crescita economiseme gettato molti anni orsono sostenuto in allora dalle amministrazioni comunali e che resiste nel tempo noimpediscono agli enti pubblici di offrire tutto il sostegno purtroppo la stessa cosa non si può dire per i nostri raplodevole impegno nel gestire la cosa pubblica lo fantradizionali con una mancanza disciplina politica che un tempo aveva la capacità di discernere fra le polemiche politiche e quelle personali dove anche le disquisidi aldo baudino continua a pagina 4 i bovesani invitati alle serate di presentazione della modalità di raccolta pagina 7 borgo s.d irpef invariata elezioni e divisioni pagina 8 beinette consiglio comunale pagina 8 dopo averci provato nella prima legislatura del sindaco riccardo pellegrino con un tenativo non andato a buon fine l amminstrazione comunale questa volta è convinta di poter far ripartire la raccolta dei rifiuti porta a porta per questo intende verificare con tutta la popolazione interessata la possibilità di avviare la raccolta nel comune di boves per le zone appartenenti per ora per motivi di costo al concentrico zona roncaia zona via peveragno zona via cuneo e zona via borgo san dalmazzo se possibile a partire dal 1° luglio 2012 l impegno profuso finora dai cittadini di boves merita di trovare maggiori riscontri positivi e in prospettiva contribuire anche ad evitare maggiori aumenti del costo del servizio specifico la miglior qualità dei rifiuti differenziati contribuirà infatti alla riduzione dei costi di smaltimento in quanto sarà effettivamente possibile immettere sul mercato con un ritorno economico materiali altrimenti destinati alle discariche o all incenerimento per questo motivo l amministrazione comunale intende illustrare a tutta la popolazione interessata come si potrebbe effettuare questo cambio del sistema di raccolta la normativa nazionale prevede il raggiungimento del 65 nel 2012 attualmente il nostro comune registra una quota di raccolta differenziata per la sola parte gestita dal cec senza tenere conto della differen ziata delle imprese e del compostaggio domestico mediamente intorno al 45 ecco che diventa importante istituire un metodo di raccolta dei rifiuti che possa far compiere importanti passi in avanti in alcuni comuni si sono raggiunte percentuali intorno al 90 nelle varie serate verranno presentate le diverse raccolte che si intenderebbero avviare come si dovrebbe effettuare la raccolta a livello domestico tutti i contenitori e sacchetti che verrebbero continua a pagina 4 chiusa pesio consiglio comunale festa s isidoro festa in biblioteca peveragno pannello elettronico croce rossa sezioni aido soggiorno anziani la scuola bovesana giovani matematici alle prove nazionali consegnate a boves città martire giunte dalla catalunya sabato pomeriggio 24 marzo è arrivato a boves gruppo catalano da barcellona guidato da jaime montanera facevano parte di associazione gli amici d austria protagonista tutti gli anni di viaggio della pace sin al santuario mariano di mariazell in austria appunto dove consegnare delle caratteristiche palme del palme del martirio la loro zona fatte crescere al buio trattate con particolare procedimento in certi casi anche intrecciate ai neocresimandi la domenica prima di pasqua quella del 2012 è la quarantesima edizione di questo viaggio e da otto anni vista l omonimia tappa fissa è diventata continua a pagina 4 sabato 17 marzo si sono svolti i giochi matematici provinciali e hanno partecipato tre alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di boves samuele marchisio riccardo pellegrino e stefano giraudo quest ultimo aveva già raggiunto le selezioni provinciali durante i precedenti due anni scolastici anche per samuele marchisio si tratta del terzo anno consecutivo inoltre lui e riccardo pellegrino si sono qualificati per la partecipazione ai campionati nazionali di giochi matematici che si terranno presso l università bocconi di milano il 19 maggio in bocca al lupo a entrambi!

[close]

p. 2

2 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli aprile 2012 notizie dalla scuola bovesana campioni di scacchi in crociera con la cassa rurale di boves cresime in parrocchia la squadra di scacchi formata da alunni dell istituto comprensivo vassallo di boves e dell istituto grandis di borgo s.dalmazzo è arrivata 2 al campionato provinciale studentesco di scacchi e si è qualificata per il campionato regionale di asti del 15 aprile la squadra risulta composta da arnaudo davide giraudo francesco giraudo nicolo dell istituto di borgo san dalmazzo parola gabriele pellegrino samuele e giordano fabrizio che per motivi personali non era presente dell istituto di boves e stata una bella esperienza e un bell esempio di collaborazione tra le due istituzioni scolastiche mercoledì 14 marzo al borelli la cassa rurale ed artigiana di boves ha presentato l iniziativa che porterà i soci ed gli amici sulla crociera magia d oriente nel mediterraneo orientale partenza sull adriatico tappe a bari puntata verso la grecia e l asia minore arrivo ad istanbul alla croata ma architettonicamente veneziana dubrovnik già ragusa di dalmazia con msc divina prevista dal 1° all 8 settembre 2012 la banca interviene a favore dei soci che si iscrivono con contributo di 100 euro di fronte a cifre che intere vanno a seconda della collocazione per cabine doppie da 1.090 a 1.324 euro l iniziativa è rivolta a soci clienti e simpatizzanti info agenzia ares events di boves 0171.388114 all atto della prenotazione è previsto acconto del 30 della cifra il saldo è previsto entro il 30 luglio domenica mattina 18 marzo alla messa delle 11 presente il vescovo di cuneo monsignor giuseppe cavallotto si è tenuta nella parrocchiale di san bartolomeo la cerimonia delle cresime per i ragazzi del concentrico e delle cappelle frazionali dipendenti sant anna san mauro roncaia e cerati mentre altre cerimonie saranno prossimamente riservate alle altre parrocchie mellana fontanelle castellar-san giacomo rivoira hanno partecipato ben una settantina di ragazzi bovesani con tanti parenti ed amici ad accompagnarli alla fine foto sia tutti insieme che gruppo per gruppo tra compagni di catechismo quaresima alla materna di boves imparare pitturando le gru della s carlo nel lontano anno scolastico 1989-90 gli allievi delle classi 3 a b e c della scuola media di boves avevano dipinto un simpatico murales nella parete ovest del teatro luogo dove da sempre si svolgevano concerti spettacoli teatrali e saggi organizzati dalla scuola erano bei tempi il tempo scuola era più elastico le attività laboratoriali erano numerose mentre le classi lo erano di meno quei tempi sono passati la scuola è invecchiata e il murales sbiadito ma la voglia di rinnovamento la ricerca di soluzioni ai problemi quando magari in classe c è poco spazio per la crescita individuale hanno portato alla scelta di coinvolgere alcuni ragazzi delle classi terze in un progetto creativo per restaurare il murales il dipinto presentava alcune sagome di studenti con strumenti musicali in mano nell atto di suonarli non v era rappresentato il volto di nessuno studente soltanto la sagoma terrosa su un fondo ocra proprio a volerli rappresentare tutti come contro luce al tramonto a settembre però la scuola è stata in parte ritinteggiata nelle parti comuni del piano terra e i colori della zona teatro non si sposavano certo con il vecchio murales si è così scelto di mantenere le sagome dipinte 22 anni prima stagliandole nere sul fondo lavanda del muro alcuni insegnanti di arte e tecnologia hanno quindi insegnato a piccoli gruppi di allievi delle classi terze a stuccare il muro a ripulirlo e a prepararlo per la tinteggiatura poi pennello alla mano si è dato il via al restauro samantha alessandro daniel mekload e altri hanno pian piano acquisito autonomia nel lavoro da svolgere hanno imparato a rispettare un bene comune fatto da studenti come loro che era sbiadito e rovinato dal tempo hanno cominciato probabilmente a sentirsi soddisfatti del proprio lavoro aumentando la propria autostima per un attività nuova pratica che sicuramente lascerà loro un buon ricordo e nuovi stimoli creativi i colori sono cambiati e dietro suggerimento di qualche allievo alcune sagome hanno modernizzato l acconciatura il restauro è a buon punto speriamo di vederlo brillare di nuove tonalità al prossimo concerto sara giraudo elena giraudo ci aggiorna sul lavoro che sta continuando con le sue classi alle scuole san carlo nell ambito della grande iniziativa di questo anno di lezioni volta a realizzare le mille gru di carta origami figure di carta piegata degli animali auspicio di fortuna nella cultura giapponese si ricorda ragazza dodicenne sadako vittima della esplosione atomica di hiroshima morta dieci anni dopo di leucemia nonostante il disperato tentativo di salvarsi piegando le mille gru gliene mancarono davvero poche siamo arrivati a quota settecentotrenta attualmente abbiamo ottenuto il patroci nio della città di cuneo per l organizzazione di un laboratorio di piegatura aperto a bambini e simpatizzanti nella giornata di martedì 24 aprile a cuneo nel parco della resistenza dalle 14,30 alle 18,30 sarà l occasione per raccogliere dei fondi da destinare in beneficenza all associazione soleterre onlus per sostenere un progetto di oncologia pediatrica È inoltre in corso di definizione un ulteriore momento pubblico nella città di boves grazie alla collaborazione della scuola di pace con modalità simili a quelle sopra descritte ad inizio giugno il progetto è raccontato on-line su un sabato 24 marzo affollata di tanti bambini è stata l annuale festa della biblioteca ­ sito www.1000grudicarta.it festa della creatività con apertura pomeridiana dalle ore 15,30 alle ore 18 letture e giochi insieme ad animatori e genitori per la quaresima di condivisione ai bambini della scuola materna monsignor calandri di boves è stata richiesta una piccola rinuncia alimentare un cucchiaino di zucchero in meno una pizzetta o un dolce di cui si sono privati con l aiuto dei genitori si sono trasformati in un kg di zucchero un pacchetto di pasta una scatola di biscotti per i bambini meno fortunati i piccoli con le loro maestre hanno consegnato l abbondante frutto della loro raccolta ai volontari del centro d ascolto parrocchiale bovesano in cambio hanno ricevuto un simpatico segnalibro edito dalla caritas ed un preziosissimo insegnamento per la vita festa della biblioteca del ricetto la crisi attualità e scenari futuri venerdì 16 marzo all auditorium borelli molta gente per assistere alla serata presentata da filippo biarese su crisi economica cause attualità e scenari futuri ivi inclusa la ricerca di modelli differenti con leonardo becchetti professore ordinario alla università tor vergata di roma presidente del comitato etico di banca etica presidente cvx italia moderatore umberto bovani nuova proposta del tavolo delle associazioni bovesane raccolto con consulte giovani e famiglie e scuola di pace nel coordinamento beni comuni e stata la seconda iniziativa dei beni comuni che si son presentati il 12 marzo nella sede bovesana di emmaus si tratta di tutte associazioni con sensibilità verso socialità ed ecologia da emmaus a qui e là bottega di commercio equo-solidale alla cooperative artimestieri bioarredamento a cvx a sentieri di pace al vas a legambiente a cuneo birding agli amici dei semplici alla associazione papa giovanni xxiii che ufficializzano e rendono più stretta la collaborazione tra di loro ed alcune emanazioni comunali e sono al lavoro per presentare iniziative future.

[close]

p. 3

aprile 2012 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 3 onilleutiode edi autunno 1951 a sorpresa mi arriva una lettera della segreteria dell istituto dove mi ero diplomato la apro pieno di curiosità il governo americano d accordo con quello italiano ha nell ambito del piano di aiuti in vigore a quel tempo deciso di offrire ad un certo numero di giovani tecnici l opportunità di trascorrere un anno negli usa allo scopo di studio e miglioramento tecnico ai partecipanti viene garantita la conservazione del posto di lavoro come per i militari penso questa è una lotteria quando mai sceglieranno me tuttavia fare domanda non costa nulla passano settimane senza avere notizie ma poi arriva una breve missiva dove si comunica che il mio nome è stato inserito nella lista dei partecipanti al corso e che perciò dovrò trovarmi a roma biglietto pagato per un certo giorno di gennaio la notizia mi lascia di sale allora non era uno scherzo si trattava veramente di lasciare tutto per un anno intero famiglia lavoro ragazza gli amici spostarsi non era così facile come ai giorni nostri e un viaggio in america era una cosa impensabile per la maggior parte della gente tanto più che occorreva un visto ufficiale difficile ad ottenersi fra il dubbioso e l eccitato mi presentai nei primi giorni di gennaio 1952 al direttore della philips facendogli vedere la lettera di ferrari aggradi allora vice-segretario con la quale si dichiarava la mia accettazione al corso e soprattutto feci notare il punto dove si diceva che le ditte erano tenute a conservare il posto di lavoro il direttore mi disse che a loro non interessava per nulla che un loro dipendente se ne andasse per un anno in america se avevano bisogno di istruirmi c era eindhoven in olanda per questo motivo mi sollecitarono a dare le dimissioni io presi tempo le avrei date quando fossi con un piede nella nave mi dispiaceva un po lasciare un posto così sicuro ma mi feci coraggio al ritorno tutte le ditte italiane avrebbero fatto a gara per assumermi così attorno a metà gennaio mi recai a roma dove mi mescolai con una cinquantina di ragazzi provenienti da tutte le parti d italia fummo ospitati in un albergo in via nazionale poi per un paio di giorni ci fecero girare per roma presentandoci ovunque come ambasciatori in tuta fummo ricevuti da pella allora ministro alle finanze e ci procurarono inoltre un udienza privata dal papa l allora pio xii l etereo pacelli che ci benedisse uno per uno un gruppetto di noi fu intervistato dalla radio per il notiziario della sera ero divertito ed euforico l indomani saremmo partiti in autobus per napoli per imbarcarci sulla nave constitution alla volta di new york ma ecco che arriva la doccia fredda per qualche motivo burocratico non ben precisato per me e per un ragazzo di varazze non era arrivato il nulla osta dagli stati uniti erano spiacenti per l inconveniente ma non dovevamo preoccuparci saremmo partiti con il secondo scaglione di lì a tre mesi me ne tornai a casa molto deluso per fortuna non avevo dato le dimissioni così il giorno dopo mi presentai in fabbrica come se nulla fosse successo dopo un po mi chiamano in direzione e vogliono sapere come mai non sono partito raccontai la mia storia allora se le richiamano fra tre mesi lei è deciso a partire certamente risposi in questo caso riteniamo concluso fin da adesso il nostro rapporto di lavoro mi resi conto allora che i sentimenti fra chi lavora e il prestatore d opera non contano nulla non mi affezionerò mai si parte per l america di giulio papi più ad un posto di lavoro considerando la mia resistenza a sottoscrivere una lettera di dimissioni mi consegnarono una loro missiva dove si diceva che avevano accettato le mie dimissioni verbali che impudenza la lealtà non sta quasi mai dalla parte del padrone tornai a boves in attesa che passassero i tre mesi ne approfittai per fare alcuni lavori in casa e per andare a sciare tutte le domeniche l unica nota positiva era che la mamma era felice di avermi lì intorno e mi diceva come sarebbe stato bello se avessi trovato un impiego un po più vicino a casa passano i tre mesi ma nessuno si fa vivo incomincio a sentirmi inquieto e la mia ansia cresce di più ogni giorno che passa finalmente alla fine di giugno mi arriva la chiamata stavolta tutto va per il verso giusto il nuovo gruppo è formato per lo più da operai a differenza del primo che era composto quasi esclusivamente da diplomati questo cambiamento alla fine mi spiega anche il motivo per il ritardo nel formare il secondo scaglione il programma lavoro e studio era stato voluto dal m.s.a mutual security agency per pura propaganda anti-sovietica lo scopo era far conoscere a più gente possibile com era bella la vita negli stati uniti per attuarlo non potevano fare a meno di tener conto della spesa che l iniziativa avrebbe comportato il modo più economico sarebbe stato quello di far arrivare dei lavoratori i quali avrebbero potuto mantenersi per tutto il periodo con il frutto del loro lavoro a quell epoca in usa c era la piena occu pazione e non mancavano le ditte che ricercavano mano d opera i sindacati americani erano stati affiancati al progetto così stava ai loro funzionari trovarci un impiego non appena fossimo giunti a destinazione il nostro governo aveva interpretato il pensiero dei promotori in tutt altro modo così aveva preferito convocare giovani con un po di istruzione perché li considerava più idonei a trarre profitto dall occasione non fu così perché i ragazzi si considerarono beffati e per lo più non vollero accettare quei lavori manuali che venivano proposti loro per evitare che il progetto fallisse il secondo gruppo venne formato con l assistenza dei sindacalisti democristiani e non più degli istituti tecnici in questa occasione mi resi conto di quanta approssimazione c era nell organizzazione americana ma la dovizia di mezzi a disposizione riusciva sempre a mandare a buon fine l opera anche se mancava la preparazione non è forse così che avevano vinto la guerra a parte le polemiche ormai ero in ballo e avrei cercato di trarre il massimo beneficio dal progetto anche se non aveva niente a che fare con le promesse iniziali questa volta a roma non fecero grandi dimostrazioni un discorsetto paterno del politico di turno poi via per napoli dove ci aspettava la nave independence gemella della constitution con la quale copriva le rotte europee dopo aver pranzato signorilmente da zi teresa con tanto di accompagnamento musicale nel pomeriggio iniziammo le operazioni di imbar co la nave sulle 30.000 tonnellate oggi di fronte ai mostri che superano le 100.000 sarebbe apparsa una barchetta la trovai immensa con i tre ponti la piscina le sale giochi il cinema ed il ginepraio di corridoi che portavano alle cabine un odore pungente di un disinfettane esotico colpiva le narici ispirando un senso di pulito e di nuovo noi viaggiavamo in classe turistica e gli alloggi erano nella pancia bassa della nave in ogni stanzetta c erano due letti a castello da due posti ciascuno l assenza di oblò faceva pensare che fossero situati sotto la linea di galleggiamento l aria condizionata fresca e secca al punto giusto rendeva confortevole l ambiente d altronde come avemmo tempo di sperimentare in cabina si andava solo per dormire o cambiarsi d abito il sole volgeva al tramonto quando lentamente la moto-nave si staccò dal porto e passando vicino a parecchie navi da guerra statunitensi si avviò verso il mare aperto sopra le nostre teste volteggiava un elicottero al mattino seguente l independence era ormeggiata nel porto di genova avevamo quasi tutto il giorno a disposizione e potevamo anche scendere a terra appena fuori dalla stazione marittima incontrai mio papà che con mia sorella e la mia ragazza erano venuti a genova per darmi un ultimo saluto riuscimmo anche ad avere un permesso per farli salire a bordo così rimanemmo insieme fino al momento della partenza della nave nel momento in cui venne l ordine i visitatori sono pregati di scendere a terra la mia gianna scoppiò in un pianto a dirotto un anno d attesa era lungo e poi poteva pensare che l america avrebbe cambiato i miei sentimenti nei suoi riguardi più tardi alcuni compagni di viaggio rimproverarono la mia durezza nei suoi confronti ma io ero troppo eccitato per dar peso a quattro lacrimucce terminate le formalità di rito la nave si staccò lentamente dalla banchina tra sventolii di fazzoletti e lanci di stelle filanti poi la folla dei parenti diventò sempre più lontana e non più distinguibile la grande avventura era cominciata non avevamo la minima idea di quello che ci sarebbe accaduto una volta sbarcati a new york nella foto mia sorella luciana io e gianna allora mia fidanzata ora mia moglie a genova davanti all independence per il partigiano e deportato bovesano natale macario natale macario bovesano classe 1923 è stato insignito con una medaglia dell onorificenza della presidenza del consiglio dei ministri in qualità di deportato nei lagher e campo di lavoro nazisti durante la seconda guerra mondiale e accaduto a cuneo il 27 gennaio scorso in occasione della giornata della memoria in sala san giovanni dove il prefetto di cuneo la dottoressa patrizia impresa ha consegnato i riconosci menti ai deportati cuneesi una cerimonia significativa ed evocativa di un percorso storico e culturale che ha segnato la vita di molte persone e quella delle generazioni future natale macario è un uomo di straordinaria vitalità e lucidità dopo l armistizio dell 8 settembre 1943 fu partigiano catturato dai fascisti nel rastrellamento del 15 agosto 1944 venne deportato insieme ad altri due bovesani luigi baudino vigi patasu e giuseppe marro pinu munatera nei campi di prigionia e lavoro in germania ed austria dai quali fortunatamente ritornò insieme agli altri due protagonisti di questa drammatica avventura oggi dei deportati bovesani è rimasto soltanto lui a ricordare quei giorni alcuni anni orsono da queste colonne riportammo a puntate il suo diario nel quale ha raccontato scrivendo di proprio pugno le emozioni e la drammaticità di quel periodo ad ogni commemorazione del 25 aprile e del 19 settembre natale è sempre presente portando con se il suo sguardo fiero il suo bagaglio di valori che hanno lo accompagnato dalla sua giovinezza sino ad oggi il riconoscimento è non solo motivo di orgoglio ma una testimonianza che si tramanda di generazione in generazione per lui i valori dell antifascismo e gli ideali di pace e di libertà non sono soltanto parole ma atti concreti sacrifici che gli hanno valso una medaglia che è quanto di più bello potrà lasciare ai suoi famigliari e simbolicamente ai bovesani per ricordare come recita quella frase sul monumento ai partigiani in piazza caduti a boves non aspiriamo gloria ma solo libertà aldo baudino video di bianco sui maestri l angolo di liliana personaggi scomparsi e ricordi rimasti di liliana pellegrino 2.a parte era una cena in piedi lei da quel divano non si alzò mai io la servivo fra gli altri aperitivi vi era al centro del tavolo un grosso catino d argento con dentro champagne e pezzettini di frutta con un mestolo che ognuno adoperava per riempire il proprio bicchiere io riempii anche quello di michi che vidi sconvolta mentre cercava di nascondere nella borsa un mezzo lumino che aveva trovato assieme ad altri colorati e ancora spenti in un cabaret su un tavolino vicino e ne aveva mangiato una metà credendolo un piccolo bignè mi disse che era desolata non le piaceva il sapore e che erano migliori quelli che facevano a cuneo aveva la bocca impastata e bevve d un fiato il cocktail champagne che le porgevo ritornai al tavolo per un secondo bicchiere e mentre attingevo con il mestolo nel brusio generale la voce di michi resa coraggiosa e forte dal bicchiere precedente sovrastò le altre per favore piuttosto brodoso tutti risero credendola una battuta era già in pensione molto bassa da un po di anni ma non riusciva a staccare la spina continuava a lavorare in una fabbrica di stampe fotografiche che la lasciava libera nei mesi invernali che lei trascorreva da me a roma e dove per non farle sentire il vuoto produttivo le avevamo trovato presso degli amici un posto da baby-sitter andava alternandosi da due coppie dall una accudiva due bambini di otto e dieci anni e dall altra un bambino di otto anni figlio di una coppia di militanti di sinistra dei quali ne aveva assorbito i discorsi a pugno chiuso nell ingresso di questi ultimi vi era appeso alla parete un quadro di karl marx con tanto di barba lei chiese al bambino se era suo nonno il bambino ben farcito e stupito da tanta ignoranza le riservò una lunga spiegazione da cui lei dedusse che quel personaggio era un po come il papa ma stava dall altra parte doveva sempre avere un margine di sicurezza che le permettesse di arrivare sul lavoro mai un minuto dopo ma sempre mezz ora prima sicurezze marginali piccole ma rassicuranti che si riservava anche quando andavamo a mangiare una pizza ordinava sempre un litro di vino e un quarto il quartino veniva in soccorso cancellando la visione triste di un litro di vino vuoto era unica se ne è andata tredici anni fa improvvisamente e come voleva lei senza dare fastidio in collaborazione con la scuola di pace lo studioso raccoglitore di memorie storiche locali giovanni bianco ha presentato martedì sera 27 marzo all auditorium borelli come sempre gremito il suo ultimo video amatoriale e di qualità maestri ­ maestre e maestri delle scuole di frazione oggi chiuse ossia immagini e testimonianze di una scuola viva per non dimenticare la funzione civile degli insegnanti alcuni dei quali con personalità davvero spiccate lo studioso ha curato articolata introduzione alla sua opera sua testimonianza e riconoscimento a persone state per anni cardine delle vita di piccole comunità sempre maggior attenzio ne estetica notiamo nella scelta e nel montaggio delle immagini soddisfatto ci .informa delle conferme avute per il possibile adeguamento a breve della apparecchiatura dell auditorium ci annuncia un prossimo video ad aprile sulla gente di montagna in inverno e l intenzione di presentarlo in frazione san giacomo al ristorante bisalta parole ed immagini scadenza termini scadono lunedì 7 maggio per gli scritti e lunedì 4 termini per far pervenire le opere poesie prose dipanti al concorso parole ed immagini alla biblioteca civica di boves cuneo o alla casella postale 11 intestata ad adriano toselli 12012 boves cn chi desiderasse ricevere bandi od informazioni è pregato di telefonare preferibilmente in orario serale al 0171.386951 al 0171.386964 o al 0171.386974 o scrivere alla casella postale o alla biblioteca o alla e-mail adriano.toselli@libero.it.

[close]

p. 4

4 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli aprile 2012 continua dalla prima pagina continua dalla prima pagina continua dalla prima pagina continua dalla prima pagina continua consegnate a boves città martire giunte dalla catalunya sanità una riforma da rivedere di marco campagna sociale ed occupazionale in questo ambito i problemi sono molteplici ­ ha esordito taricco le manovre messe in atto dal governo berlusconi nei mesi di luglio e agosto riforma calderoli spingono verso l azzeramento dei consorzi socio assistenziali gli ulteriori tagli regionali determinati sulle risorse disponibili per le politiche sociali nel 2012 90 milioni di euro a fronte dei 138 dell anno precedente con una riduzione quindi del 35 potrebbero portare al collasso di molti consorzi determinando una vera e propria emergenza sociale oltretutto i consorzi vantano grossi crediti nei confronti della regione e delle di opposizione suggeriamo di mettere da parte l idea di riforma epocale con tagli netti e poco equilibrati proponiamo una razionalizzazione del sistema attraverso la creazione di ospedali di alta specializzazione individuati in punti nevralgici della regione a cui affiancare ospedali di specializzazione in ciascuna provincia la razionalizzazione della spesa è strumento più equo e corretto per fare fronte alla situazione di dissesto economico che stiamo vivendo altro grosso problema affrontato nella serata quello riguardante il settore socio assistenziale che risulta essere fortemente penalizzato dalla crisi economica aziende sanitarie locali si tratta di cifre importanti che condizionano l attività dei consorzi stessi i dati sui tempi dei pagamenti dovuti dalla regione dicono che nel biennio 2010 ­ 2011 i pagamenti effettuati non superano il 65 di quanto liquidato per la sola provincia di cuneo il debito della regione e delle asl nei confronti dei consorzi ammonta a 36 milioni di euro per risolvere questo problema suggeriamo a cota di procedere ad una immediata erogazione delle risorse ricorrendo se necessario ad uno specifico fondo di anticipazione presso finpiemonte come già avvenuto per altri settori montanera occasione anche per alcune visite nei nostri dintorni quest anno è stata scelta anche boves per il suo essere città martire ed il suo ospitare scuola di pace la cui attività ci sembra aver impressionato molto favorevolmente i visitatori la prima cerimonia è stata in municipio con la consegna della palma al sindaco mario giuliano la seconda nella segreteria della scuola di pace con omaggio alla coordinatrice costanza lerda ai reduci partigiani giovanni janot calisto e natalino macario per aver sacrificato negli anni della guerra la loro giovinezza prima di visite alla pinacoteca filippi ed ai cicli di pitture del santuario di madonna dei boschi altro gesto di amicizia verso boves è stato disegno di uno dei catalani una grande colomba della pace su una pagina del libro dei saluti degli ospiti serate di presentazione consegnati gratuitamente alle famiglie infine si terrà un dibattito per verificare la possibilità di iniziare insieme un importante cammino per raggiungere un grande risultato tutti gli utenti residenti nelle strade e piazze sotto elencate divisi in tre gruppi più un quarto per le attività economiche artigiani commercianti industrie ecc sono invitati a partecipare alle serate che si svolgeranno presso il palazzetto polivalente di via roncaia per ragioni di capienza del locale si prega di partecipare alla serata nella quale è compresa la strada o piazza di residenza giovedi 19 aprile 2012 alle ore 20,45 corso bisalta via s carlo vicolo cordero piazza ss tgrinità chiesa vecchia via vighe pari fino al 20 dispari fino al 35 via s pietro pari fino al 4/a dispari fino al 15 via dei martiri via stazione corso trieste via gen.le allasia via vecchia s anna pari fino al 26 dispari fino al 17 via s antonio pari fino al 20 ­ dispari nessuno via castello pari fino al 14 dispari fino al 11 via cerati pari fino al 50 dispari fino al 13 via rana pari fino al 2 dispari fino al 9 via giovanni e spartaco barale via f.lli giuliano via trento via s bartolomeo via mons calandri via dei partigiani via castello di godego via della riscossa via prof don cavallera via chiesa vecchia vicolo peano via dr pacotti via s martino via santuario pari fino al 4 ­ dispari fino al 3 via borgo s dalmazzo via molino via mellana pari fino al 12 dispari fino al 5 via div cuneense pari nessuno dispari fino al 7 largo iv novembre piazza caduti giovedi 3 maggio alle ore 20,45 villaggio u.n.r.r.a via filatorio via donato dutto via re benvenuto via caduti e dispersi in russia via a vassallo via lidice via e baudino via marzabotto via cerato secondo via aurora via cuneo pari fino al 52 dispari fino a 61 via xix settembre via don g dutto via sprina via badina tutti i civici tranne i nn 50-53 via del mercato via ragogna via borella via delle alpi via peveragno pari fino al 82 dispari fino al 75 via san rocco via grugliasco via carlo calisto via bene via f ugues via xxxi dicembre via serg macario vicolo san magno piazza garibaldi via don peano largo xxv aprile via g berrini via don olivero via dr michele risso via della repubblica giovedi 10 maggio alle ore 20,45 via moschetti via ing capello via spirito riberi via s croce via statuto via g marconi piazza mottini piazza dell olmo via roma via magg g beraudo via g bernardi via tecco via cap ignazio vian via serg ferruccio ferrari piazza borelli piazza italia via dei pini vicolo roncaia pari fino al 14 dispari fino al 77 via a daniele via vimercate via fiorita via alba via notaio cavallo via barali pari fino al 50 dispari fino a 35 via rivoira pari fino al 78 dispari fino al 55 via pino giraudo via a viglione via oreste agnese via dei benedettini via primalpe viale europa unita via s francesco via m tosello piazza a.v.i.s giovedi 17 maggio alle ore 20,45 serata dedicata alle attività economiche artigiani commercianti industrie ecc boves città viva nonostante la politica zioni non erano oggetto di attacchi ad personam ma nella mia esperienza amministrativa passata ho avuto modo di constatare come una volta seduti in consiglio scattano dinamiche mentali di contrapposizione spesso ri da quel contesto potrebbero tranquillamente essere il vino traina la ripresa che rischiano un vero crack mentre tengono sostanzialmente i supermercati con un aumento record del 53 per cento però a registrare performance migliori dei discount sono solo gli acquisti diretti dal produttore dove nel 2011 hanno fatto la spesa ben 9,2 milioni di italiani che hanno tagliato le intermediazioni pur di non rinunciare alla qualita a tavola l esperienza dei mercati degli agricoltori di campagna amica dimostra che nonostante la crisi c è spazio per crescere con l innovazione in un sistema distributivo ingessato da anni ha affermato il presidente della coldiretti sergio marini nel sottolineare che la concorrenza ha creato migliaia di nuove occasioni di lavoro e interessanti opportunità di spesa per i cittadini che hanno premiato un modello che valorizza il made in italy e garantisce sicurezza qualità e rispetto dell ambiente al giusto prezzo inoltre l effetto dell aumento dell iva è già visibile su consumi vino a lanciare l allarme è la federalimentare la quadall aumento dell iva si è già sentito sui consumi di vino in calo dell 1 per cento a causa dell aumento dell imposta dal 20 per cento al 21 per cento entrato in vigore il 17 settembre e che ha colpito anche la birra le acque minerali e i succhi di frutta il previsto nuovo aumento dell aliquota colpirebbe tutti i prodotti alimentari e spingerebbe pericoitaly intanto il mondo del commercio sta facendo i conti con la deregulation degli orari di apertura previsti dal governo monti nei paesi i negozi tradizionali tendono a diminuire di anno in anno mentre i grandi gruppi tribolano a fare bilancio a subirne i disagi maggiori i gestori dei negozi nelle gallerie connesse a questi grandi gruppi orari impossibili da reggere da una sola persona negozi dove se si so per il mondo del commercio che rischia di ripercuotersi negativamente sulla vivibilità e sul clima di numerose famiglie c è davvero da augurarsi che la situazione economico si riprenda presto michelangelo pellegrino clima che mai come in quest ultimo mandato amministrativo ha portato a picchi di litigiosità e di rivendicale bacheche dei gruppi consigliari sotto i portici di via don bernardi si fa fatica a capire chi sta in maggiorangiornali addirittura con attacchi ai giornalisti quando il compito dell amministratore dovrebbe essere quello di rispondere con le decisioni prese nell interesse collettivo e non passare il tempo a scrivere e dibattere sui mai come in quest ultimo mandato elettorale si sono personale forse perché quando sul tavolo ci sono decisioni da adottare come quella sul piano regolatore da sempre oggetto di interessi molto alti è facile scivolare lo slogan di chi sale fra i banchi del consiglio sembra essere io ho sempre ragione e tu no diventato e purtroppo non da oggi frutto di una cultura che è ormai accettazione dell idea degli altri dell incapacità di volersi aprire ad un vero confronto che in questi ultimi per questi motivi l involontaria ma quanto mai pertinente considerazione del sindaco fa pensare con molta amarezza che questa città è viva ha ancora entusiasmo aldo baudino

[close]

p. 5

aprile 2012 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 5 gli incontri organizzati dalla consulta giovani tutto pronto per bolzano e prenotato piacenza alla presenza di un folto pubblico non solo soci ma anche graduati e alpini in servizio della taurinense di san rocco e torino è stato presentato in sede ana il 30 marzo il diario l epopea del 3° alpini presentato dal col.llo fabbri capogruppo di borgo s.d nonché responsabile del periodico della sezione ana con la presenza di aldo meinero una serata alpina con racconti e aneddoti sulla tragica ritirata di russia della gloriosa div.ne alpina cuneense nel frattempo come da disposizioni della sede nazionale si sta chiudendo il tesseramento 2012 da una prima analisi i numeri del gruppo sono sostanzialmente uguali a quelli dell anno precedente dice il capogruppo livio vallauri come sempre mancano i ritardatari quelli che per tradizione prendono il `bollino quando pagano per l adunata ma dai primi conteggi siamo soddisfatti ricordiamoci che non essendoci più la leva il numero di alpini nei gruppi solitamente diminuisce invece noi riusciamo anche ad aumentare sono anni che il gruppo ha come numeri una crescita di associati è un dato positivo e ci spinge ad essere ottimisti sul futuro del gruppo ed è di sprone per un impegno costante e continuo nella vita associativa ma l argomento di queste settimane in sede ana boves è l adunata mancano poche settimane per bolzano e tutto è pronto il capogruppo prosegue temevamo che data la distanza molti soci rinunciassero invece con piacere abbiamo il tutto esaurito da metà marzo i primi soci partiranno il mercoledì pomeriggio con un camion 3 furgoni e 1 minibus poi il giovedì sarà la volta di altri soci con 4 macnerdì mattina alle 6,00 partirà il bus al gran completo 56 posti tutti occupati oltre a quelli che da sempre preferi5° anniversario i giovani della consulta giovani di boves organizzano una serie di incontri dal titolo proviamo a parlare di un modo semplice e coinvolgente per parlare di argomenti chespesso non sono facili oppure semplicemente non interessano ai più il primo di questi incontri si terrà domenica 1 aprile alle ore 21,00 al teatro borelli di boves dal titolo proviamo a parlare di questioni di guida interverranno nella serata l assicuratore alessandro bonino il gruppo del csg consorzio scuole guide della provincia di cuneo -il dottor boscardini esperto in medicina legale proviamo a parlare di lettere al giornale per le vostre lettere scrivere a info@ilgiornalediboves.it st.ma graziella con un po di ritardo ti invio questa mia per ringraziarti ancora una volta di avermi dato la possibilità di potermi rendere utile al giornale di boves da te e da tua figlia diretto egregiamente anche dopo l immatura scomparsa di tuo marito luciano ideatore che con immenso soddisfazione spese tante ore di duro lavoro per renderlo sempre più ricco di idee notizie di approfondimenti senza censura alcuna come spero sarà in futuro comprendo ed apprezzo la vostra decisione in un momento in cui tecnologia responsabilità e burocrazia impediscono di svolgere con serenità lavori così delicati avrei voluto svolgere quel po di lavoro con spirito di vero volontariato ma la tua generosità ha superato e cancellato quella poca propensione che personalmente nutro verso questo tipo di prestazione ancora grazie con l augurio di una vecchiaia serena mi farò sentire quanto prima pellegrino michele ima scono il treno e partono in momenti diversi saremo come sempre oltre un centinaio siamo in contatto settimanale col sig georg responsabile della loacker che ci ospiterà nel cortile dello stabilimento si è instaurato un ottimo rapporto col questo signore e insieme abbiamo preparato un regalo gustoso che sicuramente farà piacere a tutti i soci che verranno a bolzano ci dice che è tutto pronto la città è imbandierata e tutti aspettano questo evento con impazienza e curiosità essendo la prima volta che bolzano accoglie l adunata nazionale lo scorso mese il consiglio direttivo dopo il sopralluogo effettuato a metà febbraio ha bloccato il posto a piacenza così anche per il prossimo anno il gruppo è tranquillo e sistemato è in un posto privato molto comodo in centro con ampi parcheggi sempre parlando di adunata nazionale c è curiosità nel sapere dove si svolgerà quella del 2014 da notizie e messaggi su internet sino a due mesi fa sembrava che l aquila fosse la designata poi invece sono spuntate altre due città pordenone e savona come sempre quando ci sono le candidature si susseguono le voci più disparate ci sono voci che si dicono sicure si legge sui vari siti internet di certezze si sentono notizie vere ma sino a 11° anniversario quando la sede nazionale non fare tanti discorsi o creare illusioni certo é che sono tre belle città in abruzzo siamo andati solo una volta più di 20 anni fa a pescara ma a l aquila non siamo mai stati e sarebbe una novità così come pordenone savona la conosciamo e saremmo comodissimi comunque non importa ovunque sarà noi andremo concludono al gruppo ma non di sola adunata vive il gruppo lo scorso mese si è tenuta la tradizionale serata per le donne alpine con la presenza di tante mogli di soci che hanno ricevuto mimose in gran quantità che i genitori del socio luca baia hanno portato direttamente dalla liguria a anche cambiato il box del cortile dopo 10 anni era tutto arrugginito ed iniziava ad essere pericolante dopo le nevicate degli ultimi due inverni con un container così da contenere tutto quanto si usa solo saltuariamente come l attrezzatura per l adunata le brande le panche ecc nel corso del consiglio di marzo dopo il minuto di raccoglimento in memoria dell alpino ghibaudo g.battista presidente dell ass.ne combattenti e reduci di boves deceduto lo scorso mese è stato presentato il bozzetto per il nuovo gagliardetto del gruppo in quanto gli altri due sono in uso da decenni e oramai logori sarà pronto a breve nel medesimo consiglio si è anche deciso di sostituire le bandiere che sono al monumento di c.so trieste e la totalizzazione dei periodi assicurativi la legge 22 dicembre 2011 n 214 ha introdotto nuove disposizioni in materia di trattamenti pensionistici collegati a principi di adeguamento dei requisiti di accesso alle varie speranze di vita nonché ad introdurre criteri di semplificazione ed armonizzazione delle diverse gestioni previdenziali la materia sarà oggetto di ulteriori chiarimenti sui prossimi numeri del coltivatore l argomento che tratteremo è finalizzato ad illustrare la totalizzazione dei periodi assicurativi brevemente ricordiamo che dal 2006 agli iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatoria comprese le casse dei liberi professionisti e gli iscritti alla gestione separata collaboratori ecc che non siano già titolari di trattamento pensionistico presso una delle predette gestioni è data la facoltà di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti al fine del conseguimento di un unica pensione la legge istitutiva stabiliva che la facoltà di esercitare la totalizzazione era collegata al possesso di un anzianità contributiva non coincidente della durata minima di tre anni la legge 214 citata in premessa ha soppresso questo requisito pertanto a decorrere dal 1° gennaio 2012 è data facoltà di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti anche di durata inferiore a tre anni al fine di conseguire un unica pensione in considerazione del fatto che la legge ha solo soppresso il requisito contributivo minimo per l accesso al regime di totalizzazione nulla è innovato rispetto ai requisiti richiesti per il diritto al pensionamento pertanto la totalizzazione può essere esercitata a condizione che a il soggetto interessato abbia compiuto il 65° anno di età sia uomo che donna e possa far valere un anzianità contributiva di periodi non coincidenti pari a 20 anni b ovvero indipendentemente dall età anagrafica raggiunga i 40 anni di contributi la decorrenza della pensione in totalizzazione continua ad essere collegata alle finestre previste in precedenza per i lavoratori autonomi nonché alle speranze di vita che troveranno applicazione dal 2013 chi vuol essere discepolo di gesù non deve cercare la grandezza nell esercitare un potere ma nel mettersi al servizio degli altri proporre se stesso come modello egli si vita per ridonare dignità all umanità signore donaci dei santi donaci degli uomini di dio donaci degli uomini pieni di amore per te donaci degli uomini che non si possono guardare senza vederti ascoltare senza sentirti degli uomini che strappino il mondo dal suo materialismo fa che ognuno comprenda che la santità è dono e conquista che il santo è il cristiano come il cristiano è l uomo secondo dio signore abbiamo bisogno di santi signore donaci dei santi a tutti una buona pasqua di speranza e di amore ospitate cure gli amici di a stella balnearia del mattino ricordando ancora la calda accoglienza ricevuta nel suo viaggio dell autunno scorso il monumento dedicato oltreoceano alla amicizia tra boves e balnearia il sindaco mario giuliano ha invitato tutti i concittadini disponibili ad ospitare eventuali visitatori che arrivassero dalla città argentina a segnalarglielo così da poter programmare in caso di bisogno telefono 335.5313081 dalla cassa rurale continuano a ribadire l intenzione di operare a favore della salute dei soci tra boves ed i comuni vicini quasi quattromila con nuova iniziativa sin a fine anno di prevenzione sconto di quaranta euro la metà dell onorario previsto sulle visite di cardiologia oculistica ed otorinolaringoiatria alla bovesana clinica stella maris presentando il tesserino della cassa rurale piccoli annunci lacciate con altre nuove e più grandi inoltre poiché una decina di soci essendone sprovvisti aveva espresso il desiderio di avere la maglia verde a manica lunga il gruppo le ha fatte confezionare e ora sono in distribuzione in sede nel coragnese barale rente mese per la preparazione in marchisio giacomo dutto di tutto l occorrente da portare il dolore non si vede non fa a bolzano e l organizzazione rumore ma rimane nella cara mamma della trasferta non è stata promente e nel cuore cara agnese grammata nessuna occasione il tuo sorriso ci accompagna pregheremo per te nella chiesempre sa parrocchiale di rivoira sa particolare per i soci in sede ma il gruppo non resterà ferdal cielo veglia su dinoi bato 28 aprile alle ore 18 mo in quanto una delegazione e proteggici puoi inviare le tue di soci unitamente ad amminecrologie ed i tuoi la s messa anniversaria sarà annunci a redazione nistratori bovesani si recherà celebrata nella chiesa parrocdomenica 29 a castel di goilgiornalediboves.it chiale di boves mercoledì 25 dego per le celebrazioni della info@ilgiornalediboves.it aprile alle ore 18 città gemellata con boves vendo cavallo argen 19 ­ tre camere cucinitino 1150 Ä bravo 12 anni no bagno e cantina tel 3391554198 347 7632121 vendesi casa libera su vendo cavalla palomi tre lati suddivisa in tre no molto brava per bam appartamenti soggiorno tinello camera bagno bini 2000 Ä 347 7632020 impianto centralizzato vendo 2 cuccioli boxer fabbricato di pertinenfemmine fulve con pedi za con 2700 mq di terreno rivoira boves tel gree 600 Ä 0171 384362 3470841922 affittasi magazzino vendesi radiatore autopiazza italia tel 0171 nomo fondital gazzelle gas metano potenza ter380635 mica 5 kwseminuovo tel vendesi motocoltivato 3280283664 re con fresa e lancia neve affittasi in boves man10 cv tel 0171 380635 sarda arredata con vista vendesi alloggio in cucina,bagno,due camecuneo via mons riberi re cell 3401478631 giornata della memoria con i rom spostata per maltempo a venerdì 9 marzo dalla scuola di pace e dalla sezione cittadina dell anpi all auditorium borelli nell ambito delle iniziative della giornata della memoria 2012 lo spettacolo l olocausto degli altri si è parlato di fronte a buon pubblico tra di loro il vicesindaco in buona parte non bovesana dei rom gli zingari come sono più diffusamente chiamati quelli arrivati dall india in europa oltre cinquecento anni fa radicatisi nei balcani quelli italiani ed italofoni sono i sinti

[close]

p. 6

6 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli aprile 2012 appuntamenti di adriano toselli gino baudino in antica osteria di madonna dei boschi di boves nel mese di aprile nella antica osteria a madonna dei boschi di boves esposizione del pittore bovesano gino baudino info 0171.380388 o sul sito www madonnadeiboschi.it 0171.391811 centodieci anni di silvio pellico sabato 21 aprile alle 21 nella ex confraternita santa croce di via roma la banda musicale silvio pellico di boves festeggia i suoi centodieci anni con un concerto aperto alla popolazione clarisse incontri info biblioteca civica di preghiera nella chiesa del monaste 0171.391834 e 0171.391850 ro l 11 di ogni mese alle sant isidoro a rivoira 20,30 veglie di preghiera prima festa patronale dell anno a rivoira con aprile con la consulta vari appuntamenti della sant isidoro compatibilconsulta giovani all audi mente con altri appuntatorium borelli ore 21 mer menti è fissata per il 25 coledì 11 aprile proviamo aprile dopo le funzioni rea parlare di questioni di ligiose e la processione del economia e lavoro ve mattino giro in bici del prinerdì 13 aprile presenta mo pomeriggio seguito da zione del libro immagi merenda insieme ni di vittoria di stefania belmondo in collabora i viaggi di totem e tabù zione con la casa editrice l ultimo giovedì del mese araba fenice durante la all auditorium borelli ore serata interverrà l autri 21 totem e tabù ­ club di ce info biblioteca civica liberi viaggiatori propone 0171.391834 ­ 0171.391850 immagini da ogni parte del mondo l ingresso è libero corso per amministratori info www.totemtabu.it giovedì 12 aprile all auditorium borelli alle 20,45 gli viaggi della memoria deluffici tecnici e l urbanistica la scuola di pace a cura dell architetto ales la scuola di pace di boves sandro mola responsabile organizza i viaggi della dell urbanistica e dei la memoria il primo è nella vori pubblici del comune parigi delle tante rivoludi fossano nell ambito del zioni dal 1° al 6 maggio corso per amministratori dal 30 giugno al 12 luglio comunali organizzato dal vi sarà l iniziativa estiva in movimento sindaci pre romania info 0171.391833 senterà il sindaco mario e al 0171.634819 giuliano info comune di musei aperti la prima doboves 0171.391811 menica del mese apertura dei musei dalle torneo hakuna matata hakuna matata è il tor ore 15 alle ore 17 del muneo di calcetto e pallavo seo della resistenza via lo aperto ai ragazzi delle marconi museo del fungo medie classi dal 1998 al e di scienze naturali piaz2000 nell oratorio di casa za borelli info bibliotedon bernardi il 13 20 e 27 ca civica 0171.391834 o aprile dalle 16,30 alle 21 0171.391850 squadre composte da massimo di nove ragazzi non a medjugorie con il circolo più di tre nati per ogni leva pensionati di fontanelle di cui tre ragazze il nome dall 11 al 16 giugno il cenè stato assegnato d ufficio tro incontri di fontanelle ed il calendario definito ad propone un viaggio con puliscrizioni concluse la quo lman granturismo a medjuta di 5 euro per l iscrizione gorje con visita delle città comprende assicurazione e di trieste mostar spalato dubrovnick ed altre locamaglietta lità alberghi in hotel 3 e 4 estate ragazzi con gli ac stelle compagnatori naturalistici quote di partecipazione mercoledì 18 aprile all au 440 supplemento singola ditorium borelli alle 21 125 per i non soci supplepresentazione della esta mento 5 te ragazzi a cura degli le prenotazioni si ricevono accompagnatori naturali fino ad esaurimento posti stici delle alpi occidenta entro il 10 maggio 2012 con li info comune di boves un acconto di 180 organizzata dal circolo mellanese boves invasa di uova di pasqua dei commercianti bella serata di poesie simpatica iniziativa de i commercianti della associazione la sporta hanno dedicato il pomeriggio di domenica 11 marzo a preparare ed esporre un migliaio di uova di pasqua nelle vie e piazze bovesane sin ad arrivare dagli esercizi dei loro associati fuori concentrico il carpino di piazza dell olmo ed altre piante sulle rotonde sono state trasformate in veri alberi di pasqua l iniziativa era partita anni fa da via partigiani estesasi già l anno scorso a tutta la città il 23 marzo si svolta la piccola festa della poesia a mellana organizzata dal locale circolo nel salone della comunità in margine al concorso parole ed immagine con lettura di poesie e prose e piccola esposizione saluti dell amministrazione sono stati portati dal sindaco e dal suo vice maurizio paoletti di fronte a pubblico raramente tanto numeroso sono stati ricordati due amici deceduti mario martini ex sindaco di boves presidente della provincia storico e primo presidente di giuria del concorso e giuseppe perosino delicato poeta italiano e piemontese e suo successore come presidente della giuria mellanese per varie edizioni di loro brani è stato lettore giorgio casiraghi.protagonisti della serata candida rabbia pittrice poetessa e giurata ornella giordano che ha alternato le sue parole con le immagini proiettate dal marito riccardo rovera marcello ampalla che vice presidente di piemont dev vive la scrittrice di borgo san dalmazzo maddalena forneris la poetessa fossanese ed organizzatrice del concorso dedicato a beppe manfredi ada firino accompagnato da plurivincitore del concorso il suo concittadino egidio belotti autrice di dedicata alla sua terra d origine la sardegna il poeta satirico cuneese vittore giraudo il poeta e pittore vitalissimo ultraottantenne augusto boccalatte uno dei primi partecipanti alla nuova edizione del concorso il tarantaschese pio devoti è stato protagonista della esposizione con sue foto su vari santuari mariani della zona e non solo ha accompagnato le immagini con equilibrati e sintetici scritti sul culto mariano analizzato dalle radici storiche del personaggio alle prese di posizione nei suoi confronti di movimenti religiosi agli scritti di teologi e poeti dante alighieri in testa È seguito l immancabile e semadriano cavallo driano `d pre apprezzato momento concaval scrittore in piemontese viviale l associazione il bucaneve ha invitato sabato sera 24 marzo nel salone di madonna dei boschi a cena di primavera con raccolta di fondi per padre vincenzo pellegrino missionario della consolata in colombia sul centinaio sono stati i partecipanti cui sono state illustrate le opere realizzate con i soldi offerti il 14 e 15 aprile a casa don bernardi spettacolo teatrale quegli imbroglioni tutto pronto per la prima del nuovo spettacolo teatrale della compagnia dialettale de ij sensa libret di boves che andranno in scena sabato 14 e domenica 15 aprile alle ore 21 nel teatro di casa don bernardi na màniga d ambrojon è l ennesima commedia esilarante con colpi di scena ed intrigo scritta da giancarlo chiesa ingresso libero rinnovato circolo mellanese con le votazioni di sabato 18 e domenica 19 marzo e le riunioni delle due settimane successive si è rinnovato per il prossimo quinquennio il direttivo del circolo acli di mellana hanno partecipato oltre il 60 degli aventi diritto il più votato stato flavio dalmasso confermato tesoriere seguito da giancarlo olivero che era vicepresidente poi eletto presidente visto che il predecessore giovanni dalmasso in carica da diciassette anni ha ritenuto fosse l ora di ricevere un `cambio resta vicepresidente vicario beppe castellino ha deciso di rinunciare per favorire il rinnovamento con l ingresso di due giovani ettore brignone ventisettenne nominato vicepresidente e simone dalmasso accanto al ritorno di claudio dalmasso colui che in tutti questi anni si è occupato delle attività ricreative come i tornei di bocce e carte adriano toselli è stato confermato segretario mellanesi che fecero impresa il comitato frazionale mellanese sotto il campanile con uomini e donne otto in tutto hanno lavorato l intera mattina di sabato 24 marzo per pulire i bordi della strada bovesana ottenuto il permesso dell amministrazione provinciale lungo i due chilometri circa di percorso dell arteria viaria a fianco della frazione sin tra le rive di terra sotto i tre cavalconi di monicelliana memoria impressionante è stata la quantità di rifiuti recuperata un centinaio di sacchi portati alla discarica comunale oltre a banconota da 20 euro e a copertone di grosse dimensioni.

[close]

p. 7

aprile 2012 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 7 il 25 aprile 11a edizione della corsa podistica organizzata da boves run giusy mattone tra promozione notizie da borgo s.d irpef invariata imu al 4 per mille pedona avanti pedona ­ carmagnola 1-1 un pedona combattivo riesce a raggiungere un meritato pareggio contro una delle migliori squadre del girone il carmagnola passa in vantaggio ma i borgarini non si danno per vinti ed il rigore di quaranta corona una prestazione di carattere pi di pepino e la doppietta di politano bisalta ­ boves/mdg 1-3 derby senza storia troppa la differenza fra le due squadre nonostante un bisalta volitivo che nei primi 45 minuti imbriglia i bovesani e passa in vantaggio con cozza nel secondo tempo volcan striglia i suoi e l effetto è evidente i bovesani partono fortissimo e ottengono il pareggio con macario la squadra gioca su ritmi alti e pellegrino completa la rimonta prima della rete del definitivo 3 a 1 di ahanotu elio pellegrino in grande spolvero nella 30 km piscinese r ­ pedona 0-0 la squadra di macagno ottiene un buon punto sul difficile campo della piscinese i borgarini si dimostrano solidi ed attenti in difesa non boves/mdg ­ s sebastiano 4-1 concedendo opportunità agli continua il testa a testa anavversari che se i bovesani restano a più cinque con il centallo pedona grugliasco 0-0 vittorioso sul villar i ragazzi ancora un pareggio per il di volcan non hanno difficoltà pedona che non riesce a fare a battere il san sebastiano breccia nella difesa avversa con una partita magistrale di ria quarana c ci provano politano autore della tripletin tutti i modi ma un po per ta dopo la rete di barale gli la bravura del portiere un po ospiti accorciano le distanze per errori di mira il risultato solo nel secondo tempo non si schioda pedona ­ roero 1-0 il pedona interrompe la pareggite con una bella vittoria sul coriaceo roero.dopo che nel primo tempo le due squadre falliscono un rigore ciascuna nella ripresa è pellegrino con un perentorio stacco sul primo palo a gonfiare la rete bisalta persi troppi punti bisalta-centallo 0-1 continuano i problemi per la squadra di bindi che nonostante la sconfitta lotta quasi alla pari con il centallo che cerca di tenere vivo il campionato all inseguimento del boves/mdg gli ospiti passatre valli pedona 0-5 grande vittoria nel recupe no grazie ad una rete di balro i borgarini dominano i 90 lario che condanna i padroni minuti e vanno a segno con di casa ricca macagno un autogoal genola ­ bisalta 1-2 turini e tappero il recupero infrasettimanale porta bene al bisalta che prima categoria ridà ossigeno alla classifica grazie alle reti di medugno e cozza boves kamp­ un inizio di stagione con il botto per giuseppina mattone forte atleta dell asd boves run la podista impegnata domenica 11 marzo nella settima edizione della maratonina internazionale delle due perle svoltasi fra santa margherita ligure e portofino ha centrato un brillante sesto posto prima nella categoria mf40 e premiata dal campione olimpico di atene stefano baldini con il tempo finale di 1.23.32 una condotta di gara regolare e intelligente ha permesso alla mattone di recuperare quelle atlete partite un po troppo veloci e di ottenere il prestigioso risultato a dominare la prova la nazionale italiana valeria straneo probabile portacolori azzurra alle olimpiadi di londra nella prova maschile successo per il giovane azzurro daniele meucci gruppo sportivo esercito oltre alla mattone erano presenti altri portacolori dell asd boves run ancora una volta il migliore è risultato elio pellegrino 1.19.09 seguito da stefano paoletti 1.27.10 marco campagna 1.29.46 primato personale luca viale bell esordio sulla distanza con 1.29.57 alessandro giusta 1.33.11 primato personale massimo basiglio anch egli all esordio con un convincente 1.35.37 maurizio veglia 1.41.39 sergio aime 1.46.26 e carla remistani 2.11.49 da sottolineare la tenacia di sergio e carla giunti al traguardo nonostante fastidiosi dolori fisici presente come detto anche il campione olimpico della maratona di atene 2004 stefano baldini con cui i bovesani si sono fatti immortalare in foto nelle settimane successive elio pellegrino conferma le doti di atleta forte serio e determinato centrando il 13 posto nella gara internazionale corrivalsusa 30 km susa ­ avigliana oltre al piazzamento da segnalare il bellissimo riscontro cronometrico che il top runner bovesano ha impiegato nel chiudere la sua fatica 1.51.25 boves/mdg leader a 5 boves/mdg ­ racconigi 3-3 incredibile pareggio per i bovesani che partono fortissimo e e vanno a segno con anothu i ragazzi di volcan insistono e prima della fine del primo tempo vanno ancora a segno con barale e raimondi ma la partita si complica nella ripresa con i bovesani incapaci di controllare il match ed il racconigi completa una rimonta impossibile boves/mdg ­ tarantasca 3-0 dimenticato il mezzo passo falso che accorciato a 5 punti la distanza in classifica dal centallo i bovesani ritornano a macinare gioco e punti ancora tre reti questa volta senza subirne contro il tarantasca che cade sotto i col sommariva p ­ bisalta 3-2 non è bastata la superiorità numerica per gran parte della gara per portare a casa un risultato positivo subito in svantaggio fresia pareggia con una bella punizione ma sono ancora i locali ad avere più energie portandosi sul 3 a 1 nella ripresa il bisalta ci prova ma trova il secondo goal solo allo scadere con medugno racconigi ­ bisalta 0-1 dopo la scconfitta nel derby con il boves la squadra di bindi coglie una vittoria tanto sofferta quanto preziosa il racconigi fallisce un rigore nel primo tempo servetti para tutto ed a 2 minuti dalla fine cozza regala tre punti di ossigeno claudia dutto campionessa ginnastica artistica la bovesana sul apre la pesca in valle colla l associazione pescatori della valle colla sabato 7 aprile apre maggio iii memorial cavallo domenica 20 maggio per il tesseramento annuale e pagamento delle quote integrative ricolgersi alla ditta roberto capello di eraldo delmastro in via borgo san dalmazzo 0171.380105 enoteca la botte luciano pellegrino piazza caduti 0171.380389 la e tratto giallo variano a seconda si tratti di residente o non residente a boves e delle catture concesse per residenti si va da 105 a 290 euro per i non residenti da 125 a 330 euro i buoni singoli sono da 20 e 25 euro per cinque catture rispettivamente su tratto giallo e tratto rosso boves ­ se vincere è difficile confermarsi lo è ancora di più non per la bovesana claudia dutto che impegnata nella seconda ed ultima prova della don bosco cup ­ pgs di ginnastica artistica bissa il successo ottenuto nelle settimane scorse laureandosi campionessa regionale insieme con lei nella palestra di san maurizio canavese bel risultato di squadra per l asd sportime boves che qualifica addirittura 26 tra ginnaste e ginnasti alla fase nazionale di lignano sabbiadoro in pro gramma dal 9 al 13 maggio oltre al prezioso bis della dutto categoria under 17 successo nella prova under 15 per lorenza beccaria nella somma delle due prove conquista così il quarto posto regionale fra i maschi lorenzo marchisio vince la categoria mini terzo posto nella somma delle due gare paolo baudino trionfa nella categoria propaganda medaglia d argento nel torneo subito davanti a lorenzo isoardo fra gli open daniel mandrile conquista il secondo posto finale con il punteg restano invariate le tariffe dei servizi a borgo san dalmazzo il comune manterrà l imu al 4 per mille l aliquota sulle prime case ed il 7,6 per le seconde abitazioni e capannoni le aree edificabili al 10,6 per mille anche le addizionali irpef restano invariate al 5 per mille e la tarsu boves kamp ­ giunge alla unico aumento previsto quello della mensa scolastica xi edizione la corsa podi che aumenterà del 2,4 adeguamento istat stica sulle strade del colla trofeo della resistenza organizzato mercoledì 25 aprile dalle ore 16 dall a alle elezioni amministrative di borgo san dalmazzo prosd boves run come già babilmente saranno cinque le liste ad impegno per penel 2011 la manifestazio dona con candidato sindaco beretta attuale vicesindaco ne presenta un percorso di si contrapporranno la lista dell italia dei valori con da2,5 km da ripetersi quattro vide termini quella de la destra con benito guglielvolte per un totale di 10 km mi e la lista della lega nord per borgo che candida un percorso più veloce che il consigliere provinciale leghista giordano ha suscitato mantiene tuttavia i passag perplessità la rottura fra lega e pedona libera per gi nelle piazze centrali dove la presenza dell ex sindaco marco borgogno che probaverrà dato anche il via pre bilmente correrà da sola proprio con il vecchio leone vista la partecipazione dei candidato migliori atleti della regione in una gara che nel corso degli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio impor a cura di gianluca servetti tante nel mondo del podismo e che quest anno sarà valida come ii prova del campionato provinciale di società da sottolineare poi il significato storico cultu nella sera di lunedì 6 feb mentre tutti gli altri paesi rale della gara trofeo della braio si è tenuto il primo sotto i 5.000 abitanti saranresistenza un modo per consiglio comunale del no rappresentati da uno dei rinsaldare ogni anno il lega 2012 a beinette dopo la primi cittadini della loro reme storico di boves e della consueta lettura ed appro lativa comunità montana sua gente con il movimen vazione verbali seduta pre ogni comune delega come to resistenziale lo scorso cedente ha tenuto banco grandi consiglieri al fine anno oltre trecento gli atleti l approvazione per le modi due membri di maggioranal via con il dominio del g.s fiche al regolamento edilizio za ed uno di minoranza roata chiusani con la netta comunale prende la parola non sono previsti gettoni di affermazione della coppia il geometra musso dell uf presenza per ora l ultimo luca massimino e massimo ficio tecnico del comune punto dell odg ha visto l apgalliano fra gli uomini e di fa presente la necessità di provazione della conveneufemia magro dragonero omologare nuove regole per zione con peveragno per uniformarsi con i paesi limi la governabilità associata e fra le donne marco campagna trofi beinette dispone di un coordinata delle funzioni di regolamento dal 1985 va vigilanza e pattugliamento riato nel 2001 tutt ora vigen della polizia locale codete che riguarda soprattutto sta convenzione riceve il viail centro storico in pratica tico generale essendo a pepodio regionale si modifica il piano colore veragno temporaneamente mentre per la ristruttura scoperti dopo il congedo in zione si prestano norme pensione del commissario già adottate da altri comuni giuliano campagna vista pur salvaguardandone l i la collaudata collaboraziogio ottenuto nella prima dentità tale da rievocare la ne del segretario manuela prova un infortunio non cultura e storia del luogo casales in ambedue i centri ha consentito al giovane occorre un maggior snelli si è optato a rigor di logica di prendere parte alla tap mento burocratico saranno affidare il ruolo interurbapa successiva bene nelle adottate misure più dialo no all attuale comandante giche e meno articolate tra di beinette luciano aimo classifiche dei singoli at i vari enti zonali e gli utenti che resta sempre alle ditrezzi pietro cavallo simo del settore edile ed immo pendenze di detto comune ne giordanengo emanuele biliare in periodi di crisi lui stesso presente in aula contini isaac ninotto sara persistente la razionalizza commenta che saranno gagiordano clara pellegrino zione delle spese mediante rantiti il servizio settimanae manuela marchisio tutti accorpamenti è d obbligo le con 7 agenti su un area sul podio comprensibile ne è un esempio la nuova di 8.600 abitanti e saranno la soddisfazione di flavio costituzione dell unione dei preventivamente programbruno sara dessi e andrea comuni del consorzio assi mate situazioni particolari ferrari componenti lo staff stenziale del cuneese e del onde svolgere il lavoro nel tecnico dell asd sportime la valle stura questi con migliore dei modi servizio a le ragazze e i ragazzi sono sorzi sono stati aboliti dal decorrere dal 1^marzo dumolto motivati ­ dicono gli 1^gennaio tuttavia restano rata tre anni con rinnovo su in vigore fino al 30 giugno delibera di consiglio a scaallenatori ­ e stanno lavo in vista delle elezioni di cu denza entrambi i paesi posrando intensamente per le neo e borgo san dalmazzo sono recedere in qualsiasi finali nazionali di maggio dal 1^luglio la nuova realtà momento o qualora peveradove presenteranno ele sarà presieduta in consiglio gno decidesse un assunziomenti con coefficienti di dif dal nuovo sindaco di cuneo ne del nuovo commissario ficoltà ancora superiori g.l.s suoi collaboratori saranno marco campagna i sindaci di borgo e boves trofeo della resistenza elezioni saranno 5 le liste notizie da beinette consiglio comunale

[close]

p. 8

8 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli aprile 2012 notizie da chiusa pesio a cura di fabio dutto notizie da peveragno consiglio comuale festa in biblioteca le biomasse affollato il consiglio comunale aperto convocato nella serata di mercoledì 7 marzo con un unico ordine del giorno che così recitava discussione riguardo l ipotesi progettuale per la realizzazione di una centrale a biomasse legnose nel territorio del paese ancora la centrale a biomasse la grande protagonista si tratta di una centrale a biomassa basata sulla gassificazione del legno che produce appunto un gas che serve a far funzionare un motore endotermico che produce energia elettrica e calore la potenza ipotizzata è tra i 400 e i 500 kwe e richiederebbe circa 3.500 tonnellate all anno di legname la centrale verrebbe realizzata dalla birdys di cuneo presente tutto il consiglio unico assente giustificato l assessore all ambiente ballesio la questione centrale ha tenuto banco tra i cittadini a partire dalla prima uscita pubblica del progetto la localizzazione della centrale è il vero problema la zona del nucleo abitato della pietrascritta è considerata una delle zone più affascinanti dal punto di vista ambientale e come tale un impianto del genere deturperebbe il tutto il sindaco bussi si è subito difeso chiarendo che la localizzazione non è definitiva essendo quello un progetto ipotetico a cui l amministrazione ha voluto lavorare per poter dare un futuro alla valle proprio la valle e i suoi abitanti ne gioverebbero in quanto un impianto del genere creerebbe posti di lavoro nella stessa e tutta una filiera del legno che permetterebbe di riportare in valle nuovamente i giovani che potrebbero usufruire delle risorse boschive che ogni famiglia possiede spiega bussi che il fine primario non è infatti la produzione dell acqua calda per il riscaldamento di attività pubbliche ma è la possibilità di creare un futuro e un attività redditizia per la città dalle ricerche effettuate dalla comunità montana infatti la zona di chiusa può garantire con uno sfruttamento medio l autonomia della centrale per 15 anni «la decisione di indire un consiglio comunale aperto su questo tema ­ ha detto il sindaco ­ è stata adottata per seguire quella linea di totale trasparenza che abbiamo deciso di adottare per ogni nostra iniziativa sia chiaro non faremo nulla che la gente di chiusa pesio non voglia» polemico l intervento dal pubblico del segretario della sezione della lega nord di chiusa pesio simone mauro che ha dichiarato «prendiamo atto del successo che ha riscosso la nostra iniziativa il pensiero dei cittadini prima di tutto il resto È infatti grazie alla mobilitazione della popolazione avvenuta in seguito al nostro volantinaggio che l amministrazione comunale si è trovata costretta a convocare questo consiglio» «la sezione della lega nord di chiusa pesio ­ gli ha fatto eco il capogruppo armando erbì ­ non ha espresso una contrarietà totale alla costruzione di una centrale a biomasse a chiusa pesio ma ha sollevato molti dubbi sulle modalità di costruzione e gestione dell impianto sull impatto ambientale che tale opera comporterebbe e sull ipotetica ubicazione della centrale un area agricola alle porte del paese intorno alla quale sorgono decine di abitazioni a meno di duecento metri di distanza» intervenuto il consigliere di minoranza riccardo mucciarelli ricordando come l ipotesi di un piccolo impianto che andasse a valorizzare in primo luogo il patrimonio boschivo era partita quattro anni fa dalla regione piemonte «all epoca in cui ero sindaco ­ ha detto mucciarelli ­ con i tecnici della dal pubblico nel corso del dibattito sono emersi forti dubbi anche sul possibile traffico di mezzi pesanti sulla rumorosità dell impianto per la cippatura del legno e sull inquinamento atmosferico al termine il sindaco bussi ha proposto la costituzione di una commissione composta da consiglieri comunali tecnici e rappresentanti delle varie realtà del paese per approfondire le tematiche emerse nel corso della serata ed individuare percorsi condivisi gran successo per la festa della biblioteca di chiusa di pesio che ha partecipato anche quest anno alla festa del sistema bibliotecario di sabato 24 marzo il tema di quest anno è stato il filone cibo cultura l appetito vien leggendo il motto venerdì 23 alle ore 21 versi di-vini serata gratuita di degustazione di vini guidata dalla giornalista enogastronomica paola gula in compagnia di famosi bevitori quattro i vini assaggiati tutti di ottima qualità e soprattutto acquistati in un supermercato sabato 24 nel pomeriggio apertura straordinaria con due appuntamenti nel pomeriggio in collaborazione con l associazione famiglie a colori dalle ore 15,30 let soggiorno pannello elettronico anziani con i commercianti festa di sant isidoro con la comunità montana particolarmente attesi dal pubblico dei paesi appartenenti alla comunità montana delle alpi del mare ritornano i soggiorni marini per anziani presso l hotel adler di alassio organizzati dall ente montano con sede a robilante dal 30 aprile al 14 maggio vacanza in liguria per gli abitanti di chiusa di pesio peveragno e boves e dal 28 maggio all 11 giugno per i residenti di limone vernante robilante roccavione roaschia beinette valdieri entracque e pianfei la quota di partecipazione è di 550 euro per la camera singola 370 per la camera doppia e 335 per la camera tripla per i residenti in altri paesi in abbinamento con residenti in territorio della comunità alpi del mare il prezzo sale a 460 euro partecipazione consentita anche a persone con problemi di non autosufficienza accompagnate da un familiare associazione commercianti e amministrazione comunale hanno inaugurato il totem elettronico realizzato dalla tecno world group e sistemato sotto i portici del municipio il progetto dell info gate così è chiamato il nuovo pannello elettronico è stato realizzato in collaborazione con la confcommercio e la camera di commercio di cuneo l atl la regione piemonte e il distretto del commercio cuneese la porta delle alpi per mezzo del totem digitale i cittadini potranno accedere alle informazioni relative agli eventi del territorio alle notizie al meteo locale ricercare le attività commerciali nelle località del distretto la porta delle alpi collegandosi inoltre alle webcam turistiche tura animata da far venire l acquolina in bocca a seguire una golosa merenda in collaborazione con l associazione equazione ha ristorato i molti bambini partecipanti per i genitori presenti in collaborazione con l associazione i cento passi la scrittrice cuneese monica bruna ha presentato il suo libro ho fatto una frittata edito nero su bianco il successo della manifestazione è dovuto alla bella collaborazione che si è creata tra la biblioteca e le associazioni chiusane che con il loro entusiasmo e la voglia di fare si sono da subito rese disponibili a collaborare un ottimo clima che fa si che la biblioteca torni ad essere un cuore pulsante per il paese croce rossa al servizio della comunità ancora un attività intensa al servizio della collettività ha contrassegnato il 2011 della croce rossa di peveragno nell arco dei dodici mesi sono stati effettuati dai volontari 3386 interventi pari a ben 118.986 chilometri percorsi dai cinque automezzi in dotazione al comitato locale peveragnese l opera di pronto intervento ha visto impegnati centodue volontari effettivi e trentasette giovani mentre contestualmente all interno dell ambulatorio sono state erogate quattrocentoventinove prestazioni tra misurazione della pressione test di glicemia e test del colesterolo chiunque può diventare socio della croce rossa accedendo così ai servizi ambulatoriali e beneficiando di uno sconto del cinquanta percento sui trasporti effettuati in tutta la provincia il rinnovo potrà essere effettuato direttamente in sede oppure compilando un bollettino postale nel mese di settembre del 2012 annuncia il responsabile della croce rossa di peveragno claudio tomatis sarà probabilmente avviato un nuovo corso per aspiranti volontari l inizio dell anno è stato salutato domenica 18 marzo con la tradizionale giornata del volontario cui hanno partecipato oltre agli operatori anche i simpatizzanti i familiari e gli amici numerosi gli intervenuti alla festa di s isidoro protettore degli agricoltori domenica 25 marzo per la consueta benedizione dei trattori benedizione che auspica ad una stagione in campagna positiva il cambio della guarda per i massari ha visto l entrata di pierfilippo mauro come priore e come massari pettavino mario e ramondetti piero la banda musicale ha eseguito un piccolo concerto dopo la benedizione e accompagnato il carro dei massari per le vie del paese una sfilata colorata e rumorosa di trattori guidati da giovani e orgogliosi contadini ha concluso la mattinata il pranzo al cannon d oro ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di commensali a peveragno boves e chiusa pesio conclusi i concerti accademia in valle da qualche anno si riconferma l ottimo successo dell iniziativa accademie in valle curata dall associazione musicante e diretta dal chiusano angelo vinai tre sono stati i concerti ospitati presso la sala incontri del parco del marguareis via s anna 34 il primo sabato dal titolo arpa nella libertà concerto di arpa celtica elettroacustica di francoise pernel pluripremiato musicista e compositore francese che presenterà dei brani tratti dal suo repertorio seguito dal grande concerto jazz jazz e bee bop con diego borotti jazz trio e special guest alberto mandarino per concludersi sabato 24 marzo con il quartetto eos prime parti dell orchestra di ravenna con un concerto dal titolo da bach a led zeppelin che ha permesso di ascoltare dal vivo i brani contenuti nel cd degli eos quartet in cui sono presenti versioni del tutto inedite di capolavori come smoke on the water with or without you stairway to heaven bohemian rapsody eleanor rigby e sweet child of mine si è partiti dal barocco con le musiche di bach per arrivare ,dopo un viaggio nel tempo ai led zepelin l associazione musicante è nata grazie alla volontà di alcuni musicisti di mettere a disposizione di un pubblico sempre più vasto la passione e la consolidata esperienza concertistica maturata in anni di studio e approfondimento musicale l idea di accademie in valle nasce proprio da questo principio ed è molto positivo il successo di pubblico con sempre la sala del parco stracolma nuovo direttivo l aido associazione italiana donatori organi e tessuti di peveragno boves e chiusa pesio ha dallo scorso mese di febbraio un nuovo consiglio direttivo cinzia garro confermata alla presidenza dell associazione intercomunale potrà contare sulla collaborazione di simone bessone diego bottasso marco cerato fabio dutto adriana faccia bartolo giuliano margherita revelli e claudio tomatis che compongo l organo direttivo l aido intercomunale ha sede nei locali della croce rossa di peveragno in via angelo campana 20 telefono 0171/339555 e si occupa di diffondere tra i cittadini lo spirito della donazione degli organi.

[close]

Comments

no comments yet