Il Giornale di Boves - Febbraio 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

di boves beinette borgo s dalmazzo chiusa pesio peveragno e valli anno xxxvi n 2 febbraio 2012 2,30 ornale ornale il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli direzione amministrazione/editrice mariatv strada cascina forlenza 7 12081 beinette cn tel 0171 1890062 fax 0171 1890339 e-mail:info@ilgiornalediboves.it ideatore e fondatore luciano pellegrino direttore ad honorem costanzo martini primalpe edizioni direttore responsabile aldo baudino e-mail aldo.baudino@ilgiornalediboves.it autorizz tribunale di cuneo n 304 del 14-12-1976 pubblicita esclusiva mariatv e-mail pubblicita@ilgiornalediboves.it redazione redazione@ilgiornalediboves.it amministrazione amministrazione@ilgiornalediboves.it poste italiane s.p.a spedizione in abbonamento postale d.l 353/2003 conv in l 27.2.2004 n 46 art 1 comma 1,dcb/cn dalle ceneri dell europa economica serve una l amministrazione comunale soddisfatta per la decisione dell azienda europa dei cittadini la scorsa settimana un noto quotidiano nazionale apriva con un intervista alla cancelliera tedesca angela merkel la quale affermava testualmente nel futuro vedo l unione politica europea in molti si saranno chiesti che cosa possa rappresentare un affermazione in questi anni di crisi identitaria dell unione europea la nostra lettura è quella di un ammissione di colpevolezza da parte del sistema politico europeo sinora l europa è stata tenuta insieme non dalla politica ma dagli interessi stema viene messo a dura prova e i nodi vengono al pettine l essere stati per anni un continente che ha vissuto all ombra dell america tanto da dover assistere al crollo economico attuale per gli stessi errori pone forti interrogativi sulle fondamenta che hanno generato i due continenti l aver confuso i ruoli della politica con quelli dell economia e l aver permesso che i grandi gruppi economici e te politiche è stato un errore che oggi paghiamo tutti dai semplici cittadini e dalle imprese la fuga dei cervelli lo sviluppo di realtà economiche che hanno speculato sul lavoro generando anche delocalizzazioni l aver vissuto per anni facendo i bilanci sulla base dei soli rendimenti azionari ha generato un economia di carta l aver utilizzato la scienza e la tecnica per inquinare l ambiente e produrre una falsa ricchezza ancorata alla ricerca dei consumi sono tutti elementi che oggi stanno facendo fare veloci retromarce anche a quei paesi che sinora hanno rappresentato un punto di riferimento in europa come nel caso della germania se poi mettiamo insieme che la scorsa settimana in occasione dell inaugurazione dell anno accademico dell università di scienze gastronomiche di pollenzo il commissario europeo dacian ciolos politico rumeno ha affermato che l europa deve svolgere attività di coordinamento ed evitare formule dirette di gestione dei propri interventi sull economia pensiamo che tutto sommato questa crisi mondiale consente alle istituzioni di essere governate da una classe politica che vuole disgiungere i due momenti la politica da una parte e l economia dall altra una cosa è certa qualche provvedimento va preso per evidi michelangelo pellegrino continua a pagina 2 l ecoram rinuncia l amministrazione comunale esprime il suo apprezzamento per la decisione della ditta ecoram di ritirare la richiesta di inserimento di codici pericolosi riportando quindi il procedimento all interno del semplice rinnovo autorizzativo e di concentrare nell immediato futuro le misurate risorse tecniche ed economiche sul tema prevalente della riduzione degli impatti esterni delle emissioni in atmosfera questo paletto era stato richiesto come condizione indispensabile dall amministrazione la ecoram prevede inoltre la chiusura della zona di scarico con l installazione di un capannone in depressione la copertura della vasca di denitrificazione e dell ispessitore ponendoli in depressione e collegandoli al sistema di aspirazione ed abbattimento emissioni già esistente verranno approfondite prima della prossima conferenza dei servizi le proposte di intervento tese all eliminazione delle emissioni odorose tutte le decisioni sono nella direzione indicata dall amministrazione che aveva messo nell ordine la sicurezza dei cittadini la vivibilità della zona gli interessi dell impresa a.tos concorso per il centocinquantenario rivoirese vincitrice il 28 dicembre scorso in prefettura è avvenuta la premiazione del concorso per le celebrazioni dei 150 anni dell unità d italia documenti fatti personaggi nazionali e della provincia di cuneo in collaborazione con la camera di commercio cuneese vincitrice è risultata una giovane rivoirese cassandra maccario studentessa bovesana del liceo classico silvio pellico di cuneo notizie da peveragno legambiente premia nuovo fuoristrada presepe scuole s lorenzo pagina 5 e arrivata la neve chiusa pesio associazione centopassi carnevale mostra vigne accademie in valle pagina 8 beinette ricordata la shoa materna che fa discutere copertoni nella boscaglia fotovoltaico e polo culturale pagina 8 borgo s.d le distanze del vicesindaco lavori nuovo municipio pagina 8 nella foto di michele siciliano la neve ha imbiancato il santuario di madonna dei boschi la paura per un inverno caldo e senza precipitazioni è scongiurata la natura ha fatto il suo corso ultimo incontro con i cittadini e l amministrazione dibattito sul piano invaso dismissioni boves piange e polemiche relazione scuola di pace il consiglio comunale del 24 gennaio si è aperto con la relazione annuale della coordinatrice della scuola di pace costanza lerda sulle attività dell istituzione sono state citate le iniziative in collaborazione con enzo princivalle e giovanni bianco con l acat con silvio galvagno con vari relatori che le solite sparute voci stonate bovesane non capendo lo spirito locale facendo obsoleti appelli alla laicità accusano di comprendere numero eccessivo di religiosi non comprendendo forse che proprio da questi ultimi arrivano gli ultimi brandelli di atteggiamento laico di questi tempi ha ricordato la proiezione del film dal valore soprattutto ideale miracolo a sant anna ha accennato alla collaborazione con le scuole san carlo per il discorso gru di pace al progetto con le scuole per concerto a mellana al prossimo estivo campo acmos al palazzetto ha ricordato la partecipazione alla marcia ad assisi al sinodo valdese la collaborazione col tavole delle associazioni bovesane e con la consulta giovani il direttivo si è riunito una ventina di volte col cambio di maggioranza ha ribadito l aver notato certo mutare di atmosfera ma quello degli ultimi mesi pare momento decisamente rilassato e tranquillo magari non amichevole ma di dialogo al prossimo direttivo toccherà gestire momenti importanti nel 2013 come il trentennale della suola ed il settantennale della rappresaglia tedesca su boves il sindaco ha ringraziato per il lavoro svolto ed ha accolto gli appelli a denuclearizzazione e demilitarizzazion particolarmente numeroso il pubblico tra cui numerosi giovani della consulta sem consiglio comunale tanti argomenti gastinelli e paoletti incrociano le armi la morte del giovane studente universitario apprezzato per serietà simpatia ed educazione ha sconvolto i bovesani paolo zito boves ­ un tragico incidente ha sconvolto la comunità bovesana nelle prime ore di giovedì 19 gennaio è infatti morto a torino il giovane paolo zito studente ventunenne la notizia giunta in tarda mattinata ha destato commozione e cordoglio sul territorio dove la famiglia zito è molto conosciuta e apprezzata per la decennale gestione del ristorante pizzeria nazionale di piazza italia ancora avvolte da ombre le circostanze dell incidente che è costato la vita al giovane trovato morto dei binari della linea torino ­ bardonecchia dal macchinista di un treno proveniente da porta nuova al vaglio degli inquirenti molte ipotesi la più accreditata porta a pensare che paolo zito si sia smarrito o sia stato colto da malore al termine di una serata passata in una birreria del centro di torino il giovane studente iscritto al secondo anno di mercoledì 1° febbraio all auditorium borelli vi è stato incontro finale del ciclo di appuntamenti dell amministrazione comunale con la popolazione che si sono succeduti in tutte le frazioni stavolta era rivolto agli abitanti del concentrico nonostante il maltempo il pubblico è risultato numeroso ma formato in massima parte da addetti ai lavori dopo l intervento del maresciallo dei carabinieri consigli per evitare truffe e furti il sindaco ha trattato l argomento rifiuti ennesimo appello alla raccolta differenziata e l assessore matteo ravera che ha affrontato il tema che terrà banco nei prossimi mesi il piano regolatore il tecnico comunale sergio maccario ha spiegato le linee guida conciliare gli interessi privati e pubblici utilizzando le cessioni spostando le cubature le differenze tecniche e politiche di impostazioni rispetto al precedente del 1993 e fatta panoramica sui lotti di edificazione da madonna dei boschi con prosecuzione di viale europa unita alla zona dell ex ansaldi alla ex fornace reggia tagli rispetto a quanto previsto dai primi abbozzi fatti nel mandato comunale precedente oltre all annuncio della rinuncia a richiesta fatta da parente del sindaco non hanno evitato contestazioni nei numerosi interventi finali di spettatori appartenenti ad ambienti di particolare sensibilità ecologica e al gruppo liberi insieme che chiedono una crescita zero altro argomento che pare il prossimo obiettivo dell amministrazione è stato quello della raccolta porta a porta allo studio per il concentrico e forse anche per le due frazioni maggiori adriano toselli lungo la ferrovia all altezza di largo tirreno quartiere santa rita a oltre 4 km dal luogo di partenza l autopsia ha stabilito che paolo era già privo di vita al passaggio del convoglio che gli ha amputato il braccio sconvolta dalla notizia della morte di paolo zito la comunità bovesana si è stretta attorno alla famiglia ai genitori mimmo già presidente dell a.c boves e maura titolari del nazionale e al fratello maggiore francesco ex calciatore del settore giovapista della bre banca lannutti cuneo di carattere gioviale paolo zito era molto conosciuto e apprezzato per essere ottimo studente ragazzo serio educato e dotato di una grande simpatia a settembre 2011 aveva partecipato ad un campus per universitari promosso dalla fondazione crt e riservato ai migliori studenti di alcune facoltà in regola con gli esami e con i voti migliori in forza di questa partecipazione paolo avrebbe iniziato segnamento e la promozione della matematica nelle scuole medie quando gli impegni di studio glielo consentivano collaborava alla storica attività della famiglia dimostrando non così diffusi fra i pari età impegno e capacità di met e naturali ha trascorso infatti la serata di mercoledì in compagnia degli amici in un locale del capoluogo congedatosi dai compagni verso le adriano toselli ettore ramero 3 zito si sarebbe diretto verso continua a pagina 2 l alloggio di via tiziano dove risiedeva insieme con altri per l abbonamento 2012 giovani ultima testimonianza in vita di paolo le riprese delle telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso il vaglia postale intestato a maria tv giovane in via nizza ancora strada di cascina forlenza 7 12081 beinette da chiarire cosa sia successo italia 9 numeri 22 euro nell arco di tempo fra questa fase e il rinvenimento del corestero 9 numeri 37 euro po trovato in posizione supina il giornale di boves tersi al servizio degli altri che molti avevano potuto apprezzare anche nel passato quando l allora adolescente paolo zito si distingueva fra i ragazzi più volenterosi nell adempiere agli incarichi assegnati nei campeggi estivi a saretto amante dello sport tifoso della juventus capitava di incontrarlo spesso in estate mentre praticava jogging sul volto di paolo anche nella fatica dello sport non mancava mai il sorriso un sorriso che donava ai suoi interlocutori accompagnandolo con qualche battuta di spirito a volte autoironica un ragazzo vecchia maniera che seguendo le orme della famiglia sapeva grazie alla semplicità e alla buona educazione entrare nel cuore delle persone che lo conoscevano e nel cuore dei bovesani resterà il ricordo di questo ragazzo d oro perché come diceva il poeta inglese john donne quando un uomo muore non viene strappato un capitolo dal libro ma viene tradotto in una lingua migliore marco campagna

[close]

p. 2

2 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli febbraio 2012 inaugurato sa.ben salute e benessere a boves invaso dismissioni polemiche europa dei cittadini consiglio comunale boves kamp ­ realizzato in tempi record è stato inaugurato giovedì 26 gennaio il centro benessere sa.ben di boves struttura che intende offrire attività e iniziative al servizio di chi vuole scoprire i benefici del movimento in acqua ed in palestra la struttura collocata in via santuario fra via s martino e lo stabilimento photorec nei locali che ospitarono la produzione dolciaria oliva si basa su oltre 1100 mq coperti interamente dedicati a tutti coloro che interessati a migliorare la qualità della vita attraverso un attività fisica dolce potranno trovare professionisti e consulenti disponibili a guidarli in un percorso finalizzato al proprio benessere e miglioramento psicofisico all interno del centro sono state realizzate due vasche la prima dedicata alle attività di acqua fitness la seconda volta ad ospitare le attività finalizzate al rilassamento completo per l adulto e al benessere totale del bebè con la novità della lama d acqua per doccia cervicale e impre assente nell indifferenza generale la rappresentante dell altra opposizione silvana dutto di voltar pagina interpellanze maria peano ha chiesto lumi sulle prospettive dei trasporti pubblici dopo i tagli annunciati da provincia e regione il sindaco ha confermato la riduzione di corse nella domenica e verso la michelin facendo notare lo scarso utilizzo ma ha affermato di aver chiesto incontro con la provincia per discutere il problema entrambi i gruppi hanno avanzato riserve sulla alienazione dei beni comunali annunciate molte sono state le polemiche in queste settimane soprattutto sul terreno che doveva essere utilizzato a beneficio della casa di riposo il sindaco ha parlato di delibera programmatica per garantire il rispetto del patto di stabilità vista la previsione di urgente necessità di soldi 800.000 euro ma ha fatto notare che al momento non è ancora stato fatto nulla disponibile a condividere proposte ragionevoli e sostenibili ha puntualizzato che l imu non porterà soldi in più maria peano ha espresso le perplessità del direttivo della casa di riposo con cui l amministrazione non ha ancora condiviso riunioni il sindaco ha ribadito che il comune che se non vi sarà esigenza di fondi non si venderà luigi soffietti ha affermato che è difficile individuale quali immobili comunali possano essere definiti di valore strategico confermando il trasferimento degli uffici della polizia locale maria peano ha ribadito ancora una volta l importanza di decisioni condivise accusando la giunta di fare un progetto esecutivo più che programmare guido olivero di liberi insieme ha chiesto chiarimenti riguardo alle decisioni di alienazione prese in assenza del primo cittadino mario giuliano ha confermato di condividerle appieno ed essere disposto ad valutare proposte alternative sul terreno dalla casa di riposo ha fatto notare che si trattava di area destinata a servizi di proprietà comunale il vicesindaco ha fatto vera arringa ha fatto presente che la stessa casa di riposo sta vendendo terreni adiacenti ha ricordato l integrazione alle rette offerta dal comune i servizi da garantire tipo lo scuolabus a sandro gastinelli che faceva notare come quel terreno fosse frutto di lascito di due religiosi ha fatto invito a leggere gli atti pur ammettendo che vi deve essere condivisione con le opposizioni l ex vicesindaco ha chiesto se fosse stata valutata la possibilità di dismettere altri beni citando quello a nord del campo da baseball o lo stabile della caserma dei carabinieri maria peano auspica che l attuale sede dei civici possa essere iassegnata alle associazioni liberi insieme ha affondato i colpi sull invaso di tetto molettino con perplessità sulla collocazione e sulla realizzazione come viene presentata i dubbi vengono dall incontro di rivoira dello scorso 21 dicembre dal quale sono nate domande presentate in consiglio da sandro gastinelli del tipo se è stata fatta domanda di pubblica utilità se i proprietari sono al corrente degli espropri se son stati fatti sondaggi sulla falda acquifera il sindaco ha ricordato le approvazioni arrivate nel 2009 e 2010 sempre all unanimità di questo progetto sia dal suo primo gruppo che dall intero consiglio il tutto è gestito dal consorzio di secondo grado competente in materia di espropri e rapporti coi proprietari oltre alla progettazione affidata allo studio ferrari mario giuliano ha sottolineato che sono stati fatti i sondaggi chiedendo adesione formale e scritta dagli interessati ad usufruire del servizio con buona adesione che è stato fatto rapidamente il progetto preliminare non vincolante e si è ottenuto il finanziamento per impianto a goccia gastinelli ha ricordato che in un primo tempo si era valutata la possibilità di realizzare piccoli bacini privati poi si è deciso di cogliere bando regionale uscito ha fatto notare che delle centosessanta circa firme raccolte il 20 richiede l impianto a goccia l 80 a scorrimento che la questione falda non è secondaria e che non è ancora chiara la profondità reale mario giuliano ha ribadito che se non vi è l adesione degli interessati il progetto non andrà avanti maurizio paoletti ha accusato sandro gastinelli di soffrire di quella che chiama sindrome di maria peano il dimenticarsi di tutto quanto fatto quando si è stati in maggioranza ha ricordato che il suo gruppo a suo tempo era favorevole alla collocazione da tetto sablè poi di fronte al bando ed al mutamento di collocazione ha approvato come tutti le formazioni anche essendo decisione tecnica per la quale non avevano competenza a giudicare sandro gastinelli ha contestato come gli vengano messe in bocca parole mai dette che non è un geologo ma riporta argomenti sentiti a rivoira statuto consulta giovani approvato definitivamente lo statuto della consulta giovani per quanto riguarda una sede il sindaco ha annunciato che dopo non essere stata esaudita la richiesta alla fondazione crc si riprova quest anno con tre fondazioni e che il comune ha stanziato 10.000 euro ma per locali che saranno utilizzati da più associazioni unione comuni per i servizi socio assistenziani si è esaminato lo statuto dell unione del cuneese e della valle stura per la gestione dei servizi socio assistenziali una forma di aggregazione che può diventare davvero importante nei prossimi anni viste le ristrettezze economiche del momento le incertezze sul futuro di vari enti a partire da quello delle comunità montane l assessore enrica marianna di ielsi ha sottolineato il ruolo importante riconosciuto a boves nell unione tre consiglieri di cui uno di minoranza appena inferiore a quello di cuneo con certa sorpresa della minoranza visto che in passato vi erano state divisioni su simili questioni la maggioranza ha votato compatta l approvazione all unanimità maurizio paoletti ha rivelato di essere riuscito a far inserire nello statuto la facoltà di uscire nuovo revisore dei conti per il trienni 2012-2014 unico candidato locale giuseppe giuspi pellegrino nominato all unanimità il compenso resta di 4.672,80 euro annui l acquisizione di terreno in via tetto toscano a san mauro per esigenze di viabilità i proprietari graziella e mauro bertaina hanno ceduto a titolo non oneroso per il comune centoquarantotto metri quadrati ha sollevato perplessità di sandro gastinelli gli ha risposto maurizio paoletti ricordando che si tratta di vecchia convenzione continua dalla prima pagina continua dalla prima pagina continua tare di essere colonizzati dai paesi asiatici il fatto stesso che alcuni stati come il brasile abbiano in questi giorni comprato una parte dei debiti di alcuni paesi europei come la grecia e che il sud africa stia investendo in attività ecoancora delle potenzialità reali di crescita e di sviluppo il problema è quello di saperle cogliere in italia abbiamo appena assistito al varo di un altra manovra economica le pesanti implicazioni che questa avrà sulla redditività delle imprese sugli aumenti dei costi del lavoro e sulla capacità di generare nuova occupazione non compensano la sburocratizzazione seppure questa sia ben accetta scaricare le responsabilità addosso alle istituzioni come nel caso dell imu il governo scarica sui comuni concedendo possibilità di sgravio che generano tensione tra amministratori e amministrati le regioni nel tentativo di salvare la faccia e soprattutto il consenso politico avanzano proposte il cui iter prima che si giunga ad una possibile applicazione è molto lungo giochini ai quali siamo stati abituati dalla nostra classe dirigente negli ultimi anni sull imu per esempio molte categorie di lavoratori autonomi avrebbero potuto scendere in piazza ha prevalso il senso di responsabilità e la volontà di giungere all individuazione di soluzioni il meno gravose possibili insomma ci si auspica che il governo tenga in maggior considerazione le istanze dei cittadini evitando che gli stessi siano considerati dall europa e dal resto del mondo un branco di fannulloni e di evasori ridare dignità e valore umano e sociale a cittadini e alle imprese rappresentano la base per risalire la china in italia e per costruire l europa dei popoli e dei cittadini domani michelangelo pellegrino pianto per idromassaggio al piano superiore è stata realizzata una palestra volta ad ospitare corsi di aerobica pilates ginnastica dolce e molte altre l offerta sarà completata da un area beauty relax con cabine massaggio spa su due piani saune hammam idromassaggio sala cromoterapica sala relax e tisaneria soddisfazione ed entusiasmo per un sogno divenuto realtà da parte del titolare della struttura vincenzo maldari e dalla sua famiglia alla presenza delle autorità civili e militari maldari ha ricordato come la struttura realizzata sia il coronamento di un sogno inseguito tutta la vita con la passione per gli sport acquatici un sogno ­ ha proseguito il titolare ­ realizzato in soli sette mesi grazie al sostegno della cassa rurale ed artigiana di boves ed alla capacità e professionalità delle imprese che hanno lavorato per noi in un dialogo molto informale svoltosi a bordo piscina l assessore lauria ha lodato i promotori dell iniziativa sottolineando come la struttura sia all avanguardia anche per le esigenze dei disabili addio cipressi al cimitero consulta giovani recita in maniera strana il titolo ma è così dal 2004 anno di nascita ufficiale della consulta fino al 24 gennaio non era stata mai ufficializzata la posizione della stessa ufficialità che è arrivata con la deliberazione in consiglio dello statuto della stessa statuto che presto si potrà leggere sul sito della consulta www.consultagiovaniboves it lo statuto non cambia dalla consuetudine con cui fino ad ora la consulta era stata abituata ma pone alcune regole fisse che con il passare degli anni sono finalmente stabilite cambia la durata dell incarico del direttivo da tre a due anni giudicati così come dice l ex-presidente gabriele giordano e gli fa eco l attuale più che sufficienti per lavorare bene e in armonia per attuare dei progetti e poter dare un maggior ricambio alla stessa troppe volte si è accusati di essere troppo sempre gli stessi maggior ricambio che però garantisce una continuità attraverso la clausola giudicata dal direttivo e dall assemblea assolutamente necessaria di rendere eleggibili soltanto coloro i quali hanno partecipato attivamente alle attività della consulta per almeno sei mesi questo vincolo è stato messo per evitare il rischio di vedere all opera persone che solo per mire pubbliche abbiano intenzione di occupare una carica senza saperne nulla di ciò che è stato prima le votazioni saranno così divise il più votato tra i candidati sarà il presidente il secondo arrivato il vicepresidente in questo modo si pensa di garantire un maggior pluralismo il segretario sarà votato a parte dall assemblea tra i candidati interessati le elezioni del nuovo direttivo il presidente ha già annunciato di non essere intenzionato a ricandidarsi credendo che sia il momento di lasciare spazio a nuove persone avverranno a metà ottobre il direttivo eleggibile per un massimo di due volte sono cominciati per chi interessa i lavori per i progetti estivi e invernali primi fra tutti i tornei beachvolley e hakuna matata il bisalta music fest e boves letteraria sarà riproposto il concorso di danza a s bartolomeo chi è intenzionato a partecipare alle attività può contattarci su facebook tramite mail o al n 3471802095 nei primi giorni di gennaio senza suscitare ombra di protesta è arrivata la decisione della giunta subito messa in atto di tagliare i grandi cipressi all ingresso del cimitero in prospettiva vi è loro sostituzione con giovani alberelli si è rinunciato alla indubbia suggestione del luogo per avere maggiore sicurezza durante le nevicate e per scongiurare danni alle tombe arrecati dalle grandi radici utilizza il tuo pc o telefonino smartphone per vedere il consiglio comunale sul nostro sito utilizzando questo qr-code collegati al sito http www.ilgiornalediboves.it/consigliocomunale.html pullman della neve il 26 febbraio per sciare al vars dopo la giornata del 5 febbraio a la thuile-la rosière il 26 febbraio vi sarà il ritorno al vars con i suoi centottanta chilometri di piste centootto i millecento metri di dislivello i quarantasette impianti di risalita la forèt blanche corridoio sciistico tra vars e risoul è uno dei presidi più belli delle alpes du sud l altitudine notevole e l esposizione ottimale ne fanno una delle stazioni col miglior innevamento vi è la possibilità di poter utilizzare una gran varietà di piste per ogni livello distribuite sull insieme del presidio sciistico il costo è di 38 euro comprensivi di viaggio in pullman skipass e assicurazione obbligatoria solo pullman 15 euro condizioni di viaggio valide per almeno trentacinque persone il ritrovo è in piazza italia alle ore 6,45 la partenza alle ore adriano toselli 7 il ritorno in serata le iscrizioni devono pervenire entro ettore ramero il 19 febbraio per informazioni e prenotazioni telefonare al 347.1802095 o al 340.1064465

[close]

p. 3

febbraio 2012 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 3 successo sempre crescente arriva ogni anno per l ormai tradizionale esposizione dei presepi in santa croce che si ripete da ormai oltre un lustro curata della associazione il bucaneve in collaborazione con parrocchia cassa rurale comune vari gruppi tanti sponsor inaugurata nel pomeriggio di domenica 18 dicembre è rimasta aperta sin all 8 gennaio sempre visitatissima ogni giorno la premiazione presenti sindaco parroco e michele baudino in rappresentanza della cassa rurale è stata nel pomeriggio del 6 gennaio con premi a tutti e vincitori scelti tra le oltre centotrenta opere partecipanti vera fantasmagoria di creatività espressa con ogni genere di materiale esposte senza nome dell autore,cui si è arrivati con voto popolare e giuria di esperti premio di qualità è andato alla scuola primaria di peveragno per opera che ha saputo coinvolgere i bambini coralmente rendere omaggio ai centocinquanta anni di unità nazionale con richiamo al vessillo tricolore utilizzare materiale riciclabile come tappi di plastica scegliere un gesù bambino di colore come premio è andata riproduzione fotografica su tela opera di gian cerato di dipinto presente in parrocchiale in cornice di diale come presepe artistico che ha ricevuto oggetti in cristallo offerti dalla cassa rurale è stata scelta altra opera corale della famiglia dutto-giordano anche preferita dalla giuria popolare certosina realizzata con quantità e varietà di sementi da segnalare anche il lavoro della scuola di san lorenzo o l opera realizzata in mattoncini lego l incisore luigi taffuti ha offerto sua opera di rame in cornice offerta dalla vetraria giuliano alla scuola materna di fontanelle il sindaco pur non nascondendo le preoccupazioni per le difficili prospettive del momento ha definito il momento degna conclusione dei festeggiamenti ulteriore dimostrazione della voglia di fare e capacità di fare dei bovesani chi non avesse ancora ritirato il proprio presepe potrà farlo ancora in biblioteca la città dei presepi notizie dalla scuola bovesana anche la scuola di giovani matematici boves è in chiaro si mettono il ministro dell istruzione dell università e della ricerca prof profumo ha varato il progetto la scuola in chiaro che attraverso il sito del miur www miur.it si pone l obiettivo di garantire una maggiore trasparenza sugli istituti scolastici italiani più informazioni per le famiglie che stanno per iscrivere i figli a scuola e semplificazione del lavoro delle segreterie scolastiche anche l istituto comprensivo di boves ha provveduto ad inserire online i moduli per l iscrizione alla scuola primaria e alla scuola secondaria certi di fornire un servizio utile alle famiglie si sta provvedendo inoltre a inserire il maggior numero di informazioni per presentare nel modo più completo l istituto al pubblico rimane comunque possibile effettuare l iscrizione nel modo tradizionale recandosi personalmente presso la scuola si ricorda che le iscrizioni scadranno il 20 febbraio e sono previsti due incontri con le famiglie per i genitori dei futuri iscritti alla scuola secondaria di i grado giovedì 9 febbraio alle 17.30 per quelli della scuola primaria venerdì 10 febbraio alle 18 presso la sala riunioni della scuola media in gioco si è disputata la prima selezione dei giochi matematici d autunno presso la scuola secondaria di primo grado dell istituto comprensivo di boves i vincitori sono stati paolo baudino ii e fabrizio giordano ii a stefano pellegrino tecco ii e samuele marchisio iii b stefano giraudo iii a riccardo pellegrino iii a ed ora li attendono i campionati internazionali dei giochi matematici con il sostegno di tutto l istituto che fa il tifo per loro volley a scuola con i campioni della bre banca lannutti io a scuola gioco a pallavolo è approdata anche a boves il progetto promosso da piemonte volley ha fatto tappa alla scuola media di boves i ragazzi hanno incontrato josè miguel caceres e toon van lankvelt nelle due mattinate dedicate al volley scambiando anche alcune azioni di gioco grande entusiasmo tra gli studenti che hanno fatto incetta di autografi dei titolati campioni rinnovo direttivo circolo acli di mellana dal circolo acli di mellana ci ricordano che è iniziato il tesseramento per continuare l impegno di essere punto di aggregazione della frazione pregano quindi tutti i soci di rinnovare l iscrizione e di suggerirla ad altri che siano interessati alle iniziative l invito è per sabato 18 febbraio alle 20 nella sede del circolo per un momento conviviale cena sociale di carnevale primavera in cui festeggiare insieme per ragioni organizzative si richiede prenotazione entro domenica 12 febbraio telefonando allo 0171.386964 o al 0171.386974 la partecipazione sarà anche momento di adesione bilancio e abbozzo di progetti futuri chiosano gradiremo ogni il contributo sia a livello di idee e suggerimenti che di impegno diretto nella circostanza procederemo invitando tutti alla candidatura sempre segnalando i nominativi entro il 12 agli stessi numeri telefonici a rinnovo del direttivo di soci con `seggi aperti dalle 18 alle 21 il mattino seguente domenica 19 dalle 11 alle 12,30 ma quali sono le prospettive future che progetti si stanno elaborando non si sbilanciano troppo nel direttivo uscente bisognerà vedere chi viene eletto chi ci subentrerà di qualcosa abbiamo cominciato a parlare per la festa estiva visto che la preparazione è lunga e laboriosa specie in questi anni con tante pratiche da seguire ma la definizione del programma ci sembra giusto lasciarlo ai nostri successori certo dovremo tagliare ridurre molto la parte culturale ed espositiva cui abbiamo dedicato tanta attenzione negli anni passati in questi tempi difficili ci siamo resi conto di non poterne più sostenere i costi poi ci sembra evidente che i giovani si interessano alla parte `ricreativa in maniera ben più esclusiva di quanto facevamo noi una ventina di anni fa e loro sono il futuro parissia il ritorno di speesy la spesa mette le ruote da settimane in vari negozi bovesani lasciando caparra di 10 euro si riesce ad ottenere il nuovo carrellino della spesa speesy iniziativa vanto della cittadina associazione commercianti la sporta che non manca di attirare attenzione nonostante questo e l impegno degli esercenti nel pubblicizzare l articolo non ancora del tutto soddisfatto pare il presidente del gruppo sinceramente speravamo in più adesione vista l utilità e la comodità della nostra proposta permette di risparmiare anche due-tre borse alla volta col relativo ritorno ecologico di portare quanto acquistato sin a casa banda musicale verso il 110° compleanno scomunica vera e propria dal parroco con accusa di crudeltà alcuni anni or sono aveva interrotto una consolidata tradizione bovesana quella dei bièt `d parissia cartelloni appesi la notte precedente l epifania sotto i portici di piazza dell olmo ci spiegano che parissia era personaggio leggendario che gettava per strada biglietti con il nome di celibi e nubili che riteneva sarebbero stati adatti a convolare in giuste nozze sorta di agenzia matrimoniale ante litteram tutto fa pensare ad una continuità storica di gruppo di bontemponi con qualche ricambio di anno in anno che abbi nano divertimento convivio rigide regole di estrazione a sorte attenta analisi di candidati scelti tra personaggi noti e non in coppia della comunità religiosi separati e divorziati inclusi conviventi risparmiati tutto nelle regole di certo adeguamento allo spirito dei tempi forse una delle cause dei mugugni l edizione 2012 è figlia dei tempi con il richiamo alla crisi con introduttivo essere single costa con finali versi in rima con la crisi non ci rimangono che i sorrisi ritorna parissia dal lungo esilio con speranza e consiglio lasciate al caso se non basta il naso l amore non fa mai male come gioco di natale al più probabilmente dopo gli episodi del passato si nota una timida paura di offendere un mettere le mani avanti col richiamo al carnevale non al punto da rinunciare a inusuale satira politica indicando la coppia dell anno scorso formata non da due persone ma dai gruppi consigliari boves mia in rosa uniti per boves in azzurro messisi insieme l anno scorso una novità che ci viene fatta notare da alcuni dei passanti soffermatisi a leggere nei giorni successivi è la presenza di persone decisamente giovani atos utilizza il tuo pc o telefonino smartphone per collegarti sul nostro sito utilizzando questo qr-code collegati al sito http www.ilgiornalediboves.it dopo un 2011 alquanto vivace con polemiche e dimissioni del direttore mattia pastore in carica da un decennio come lui mai nessuno così a lungo in tal ruolo ora impegnato in nuovo progetto musicale-artistico-culturale nella vicina borgo san dalmazzo alla banda musicale si stanno succedendo mesi di prove la silvio pellico ha trovato un nuovo maestro pietro numico che ha dimostrato una grande preparazione musicale il cui tocco si è già sentito in questi mesi gli ha affiancato un altrettanto preparato vice filippo ansaldi i cui avi figurano tra i fondatori del sodalizio ad inizio secolo scorso il direttivo parzialmente rinnovato a fine novembre scorso ci sembra giovane ma con idee abbastanza legate alla tradizione alle radici bandistiche meno portato a salti nel vuoto ad avventure accanto al presidente paolo pellegrino troviamo il vice ivo enrici a fungere da segretario è stato nominato il suo predecessore franco cavallera tra i consiglieri elena galliano rappresentante della ricca componente di bandisti provenienti dalle valli l ex vice-maestro elisa bonifacino e cristina pellegrino che ha diretto durante l esibizione natalizia nelle vie cittadine il sabato della festa natalizia in via partigiani ci raccontano che sono impegnati a rinnovare il repertorio stanno pensando alla celebrazione dei centodieci anni dalla fondazione

[close]

p. 4

4 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli febbraio 2012 la testimonianza di un deportato a mauthausen rené mattalia alle scuole san carlo per grandi capacità atletiche viene in seguito inviato a roma per frequentare un corso da allenatore poco più che ventenne rivestirà tale incarico proprio a cuneo annoverando tra i suoi allievi anche nuto revelli durante la guerra nell aprile del 1942 è inviato in russia con la divisione ravenna rientrando però dopo alcuni mesi per motivi di salute dopo l armistizio dell 8 settembre rené mattalia collabora con le prime forme di resistenza che si stavano organizzando in valle maira arrestato dai tedeschi nel dicembre del 1943 è dapprima deportato nel campo di raccolta di fossoli quindi nell agosto del 1944 destinato al lager di mauthausen in austria dove rimane fino alla liberazione da parte accompagnavano fino al mio alloggio lasciando dentro di me un sentimento di grande malinconia mezzanotte era passata da un pezzo e l indomani alle sette avrei dovuto essere al lavoro la consueta routine riprendeva in giro si vedono le prime vespe nate dalla conversione della produzione della piaggio da bellica a civile il modello ha molto successo così la innocenti copia l idea uscendo con un modello leggermente diverso nel tipo base senza carenatura ed anche più economico la lambretta per i più esigenti si possono comprare a prezzi ragionevoli i residuati bellici raccolti nei magazzini arar la moto che a me sarebbe piaciuta era la zundap con le forcelle telescopiche ma bisognava recarsi sul posto e il prodotto non offriva nessuna garanzia oggi non ricordo bene il motivo ma di fatto all epoca non avevo ancora un conto in banca È vero che dovevo rifarmi il guardaroba che era veramente misero mi feci fare un paio di vestiti e mi comprai quelle scarpe che avevo tanto desiderato poi c erano i viaggi da e per boves la pensione lo sci d inverno qualche cinema ma non mi pareva di fare delle spese esagerate qualche soldo lo dovevo dare anche in famiglia ma nella primavera di quell anno stavo per realizzare il mio sogno ero riuscito a mettere da parte le delle truppe americane nel maggio del 1945 l incontro con rené mattalia è stata una eccezionale opportunità per gli allievi che si sono confrontati direttamente con un protagonista della deportazione e dell orrore nazista il monito a non dimenticare spesso richiamato da primo levi ci incoraggia a diventare consapevoli di una tragedia storicamente ancora vicina affinché simili orrori non abbiano a ripetersi il 27 gennaio anniversario della liberazione del campo di sterminio di auschwitz un gruppo di allievi delle scuole san carlo hanno partecipazto all edizione 2012 del treno della memoria viaggio che li ha condotti in polonia dal 18 al 24 gennaio oltre i cancelli di auschwitz 120.000 lire necessarie per prenotarmi una lambretta 125 modello economico la andai a ritirare dal concessionario in una dolce serata di aprile mi feci accompagnare da un amico dopo aver lasciato il lavoro sono sensazioni irripetibili nella vita oggi neanche l acquisto di una ferrari mi renderebbe così felice preso possesso del mezzo pur senza nessuna esperienza di guida mi lanciai per la strada semi-deserta come allora erano le strade il vento tra i capelli e tanta gioia nel cuore possedevo un tappeto volante mi sentivo padrone del mondo quell estate non ebbi più a preoccuparmi delle coincidenze a boves ci andavo con il mio scooter per lo meno finché il tempo me lo permetteva in autunno mi imbottivo di giornali per ripararmi dall aria fresca il viaggio durava mediamente un paio d ore nei fine settimana facevo brevi passeggiate con la mia ragazza su per le belli valli del cuneese quel giocattolo meraviglioso saliva dappertutto ricordo una gita al santuario di castelmagno non c era anima viva e davanti alla chiesa si stendeva un tappeto di fiori così naturale e incontaminato pura gioia per gli occhi cosa potevo chiedere ancora al signore non era forse quella la felicità ricordo di mario gastaldi caro mario ogni anno tra gennaio e febbraio quando il mestiere di piastrellista ti concedeva una tregua partivi in viaggio con tua moglie rosy verso terre lontane dal clima inconsueto per chi abita i nostri luoghi eri solito preparare meticolosamente i vostri itinerari rintracciando tutte le informazioni possibili che poi giunto sul posto traducevi in altrettante immagini diapositive e ogni volta al tuo ritorno i compagni del circolo foserata di proiezione nella sala rossa delle ex scuole elementari di piazza borelli tu conducevi con sicurezza documentatissimo preciso in ogni dettaglio la tua narravelando una prerogativa tanto innata quanto rara infatti nel soddisfare la tua curiosità di turista impegnato riuscivi a catturare stuzzicare ed appagare la curiosità di coloro che guardavano le tue immagini quante usanze e costumi di gente nel mondo ho scoperto grazie a te frugando a caso tra i ricordi provo a citarne alcuni l oasi di antoudì a cinquanta chilometri da marrakech l arrivo dell automezzo che ha attraversato il deserto uno sguardo alle spalle sul giovedì 19 gennaio alle 9,30 la sede di cuneo delle scuole san carlo ha avuto l onore di ospitare rené mattalia ex deportato del lager austriaco di mauthausen la storia di questo celebre cittadi la lambretta di giulio papi no cuneese classe 1916 ha inizio a la condamine figlio di emigrati italiani rené trascorre infanzia e adolescenza nel sud della francia dove i genitori gestiscono prima a bèaulieu poi a beausoleil nei pressi di monaco una panetteria alla fine degli anni `30 la sua famiglia rientra in italia a dronero rené dapprima impiegato all ufficio contributi di cuneo segnalatosi chu o il lungo viale alberato che introduceva al palazzo imperiale di mogadiscio caratteristico per la singolare struttura dei tronchi e dei rami modellati da fasci di radici intrecciate e i tavoli dei ristoranti cubani perennemente apparecchiati con enormi vassoi di frutta tropicale una fantasmagoria esotica di forme e colori solo a guardarla così esposta in primo piano mi veniva l acquolina in bocca focalizzando meglio rivedo le piramidi del sole e della lunaa teotihuacan con centinaia di gradini da scalare faticosamente per assicurarsi il vanto di una meritata istantanea sulla loro sommità a proposito non fu in quella circostanza dedicata al messico che ci invitasti a brindare con due bottiglie di autentica tequila quando tornasti dall argentina la sala rossa era gremita a tal punto che fummo costretti a replicare la serata tu mario sei stato il primo 1950 l italia ha scelto la repubblica e con l aiuto dell america e del piano marshall cerca di risollevarsi a poco a poco dal disastro causato dalla guerra ma il benessere è ancora lontano a venire la guerra fredda tra la russia e gli stati uniti coinvolge marginalmente anche noi che abbiamo uno dei partiti comunisti più forti di europa per tirarci dalla loro parte ci arrivano aiuti finanziari da entrambe le parti in lotta per ora vince la democrazia ma i simpatizzanti comunisti premono per raggiungere il potere con tutti i loro mezzi nelle piazze si formano capannelli dove fervono le discussioni pro e contro i due sistemi politici a me piace moltissimo intervenire in queste polemiche per il solo gusto della dialettica e prendo le parti ora dell uno e ora dell altro a seconda dell avversario che devo fronteggiare in verità mi sento fuori dalla lotta contento di avere uno stipendio sicuro a fine mese il lavoro non mi soddisfa troppo fare il sorvegliante non è il massimo delle mie aspirazioni ma per ora mi accontento nel natale del 47 come regalo gesù bambino mi ha fatto incontrare una diciottenne tutta curve e pelle vellutata sembrava un frutto maturo pronto per essere colto quando si dice il destino son passati 64 anni da quel giorno e ancora ci vogliamo bene ci vedevamo solo alla domenica quando venivo a passare il fine settimana a boves a casa dei miei d inverno io non volevo rinunciare allo sci così la mia povera ragazza fu costretta a improvvisarsi sciatrice lei che l unico sport praticato fino ad allora era stata la passeggiata per via roma e cuneo per la bella stagione il mio sogno era di avere un mezzo per spostarmi che non fosse la solita bicicletta con la quale spesse volte la portavo in canna fino a cuneo in tempo perché io potessi prendere il treno della domenica sera che mi riportava ad alpignano di solito era l ultimo e all arrivo a torino avevo una coincidenza risicata con il treno di susa non dimenticherò mai l ansia che mi prendeva quando verso trofarello mi rendevo conto che il mio convoglio era in ritardo e che probabilmente non avrei fatto in tempo a salire sull altro treno a volte mi capitava di incrociarlo proprio in stazione quando già era in movimento roba da cardiopalma in quei casi prendevo un tram per piazza statuto dove faceva capolinea il trenino per rivoli l ultima corsa era molto tardi però quando giungevo in quella cittadina mi restavano ancora 4/5 chilometri da fare a piedi quando arrivavo ad alpignano stanco ed avvilito passando sotto l unico locale del paese dove si ballava sentivo ancora gli ultimi ritmi della serata che mi bovesano l otturatore che è venuto a mancare e sono convinto che lui lassù non ti ha destinato a posare quadrelli e losanghe di nuvole e stelle nei grandi saloni del paradiso avrai certamente un incarico da reporter e documentarista tipo inviato speciale su altri pianeti abitati appena percorsa le piatte dell universo così come immagino non usi più pellicola di cammellieri in attesa dei diapositiva ma possiedi le più turisti una breve salitella poi il bivio a sinistra per rag a noi viventi ancora sconogiungere il vecchio fortino a sciute meglio del digitale destra verso l omonima sor oh mi raccomando tieni gente meta dell escursione in ordine l archivio l inecon otto immagini ci avevi luttabile corso del destino raccontato tutto in modo sempre in anticipo rispetto al tempo stimato non mancherà per ipotesi venissi paracadutato in quell osasi anche nitiva per assistere di nuovo a distanza di ann1 io saprei alle tue proiezioni orientarmi senza bisogno di arrivederci amico una guida e come potrei dimenticare le da un vecchio compagno del spettacolari vestigia di una circolo l otturatore antica civiltà a machu piceligio baudino

[close]

p. 5

febbraio 2012 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 5 fra le crescenti difficoltà economiche delle famiglie nell attuale contesto sociale sempre più critico a boves il centro di ascolto offre aiuto concreto nato per opera dell associazione l.a c.a.s.a ben diciannove anni fa aveva come sede un locale di proprietà del comune in piazza borelli all inizio i volontari erano molti e gli utenti pochi più che altro italiani con problemi di emarginazione che avevano bisogno di essere ascoltati e di dialogare poi incominciarono ad arrivare i primi immigrati albanesi e marocchini con difficoltà di lingue e bisognosi di aiuto nella ricerca del lavoro e della casa successivamente si unirono le forze con il nascente gruppo caritas della parrocchia san bartolomeo ed il centro di ascolto si trasferì in casa don bernardi con la crescente richiesta di vestiario e generi alimentari il centro di ascolto lavorando sulla sensibilizzazione dei cittadini si è affidato oltre alla generosità dei bovesani alla cee ed al banco alimentare con specifiche rischieste di forniture il resto è storia dei nostri giorni da ottobre dello scorso anno attraverso un accordo fatto con la caritas diocesana ed il banco alimentare il centro di ascolto bovesano nel quale operano ventidue volontari due volte la settimana ritira dal maxisconto di boves i prodotti freschi prossimi alla scadenza o quelli il cui imballaggio non è più integro e quindi rifiutato dal cliente purtroppo boves non è quell isola felice nella quale le famiglie vivono nonostante la crisi in un mondo ancora ricco basti pensare che nel corso del 2011 sono stati ben 110 i nuclei notizie da peveragno il centro di ascolto di boves aiuta gli indigenti peveragno prima fuoristrada per la domanda alla diocesi di poter usufruire di un aiuto dall 8 per mille ricevendo 2.000 euro fra i sostegni economici del centro viè anche il fondo di solidarietà parrocchiale istituito nel 1997 da un gruppo di famiglie bovesane proprio per far fronte alle maggiori necessità economiche delle persone in difficoltà sul territorio di boves il capitale del fondo continua ad essere di proprietà dei sottoscrittori ma ogni anno nel corso dell assemblea gli interessi che ammontano a circa 900 Ð vengono donati al centro di ascolto i volontari del centro di ascolto ogni mese si riuniscono insieme al parroco per vagliare le richieste pervenute decidendo in base al budget mensile disponibile quali sono le urgenze sulle quali intervenire pur convinti che l aiuto economico è un mezzo da utilizzare con estrema ponderatezza in alcune contingenze si rende necessario tanto che nel corso del 2011 sono stati spesi 8.500 euro per pagare bollette luce gas acqua rifiuti affitti spese condominiali mensa scolastica spese mediche ecc e sono state distribuite cinquecentotrenta borse di viveri il funzionamento del centro di ascolto si basa sull attivazione di sinergie con altre istituzioni pertanto il lavoro viene svolto in accordo con le assistenti sociali del consorzio socio-assistenziale con il centro di ascolto diocesano della caritas di cuneo con i volontari della san vincenzo di boves e con la scuola materna monsignor calandri assicurando un utilizzo positivo per il bene comune e dei singoli a.b grazie al contributo di regione e cassa rurale di boves di legambiente peveragno al primo posto di una classifica di comuni virtuosi stilata dal dipartimento di protezione civile e da legambiente in seguito al monitoraggio sulle attività delle amministrazioni comunali per la mitigazione del rischio idrogeologico l indagine condotta su un numero di circa 1500 amministrazioni municipali italiani a rischio idrogeologico potenziale più elevato ha tenuto degli indicatori più disparati la pianificazione comunale d emergenza l urbanizzazione della aree a pericolo di frane ed alluvioni il numero dei cittadini presenti in aree a rischio l attività di informazione l operosità per la prevenzione di frane ed alluvioni il lavoro di mitigazione del rischio idrogeologico le esercitazioni e l allertamento subito dietro a peveragno che ha raggiunto il punteggio di 8,5 figurano realtà come endine gaiano in provincia di bergamo e senigallia in provincia di ancona più staccate le grandi città il comunicato ufficiale ripreso dai principali telegiornali nazionali è stato salutato con soddisfazione a peveragno che ha dovuto far fronte nel recente passato a eventi alluvionali di notevole portata legambiente evidenzia come il riconoscimento sia frutto di una mirata politica ambientale che l amministrazione peveragnese ha messo in cantiere per quanto attiene la cura delle fragilità idrogeologiche del territorio la pianificazione urbanistica ed il recepimento delle perimetrazioni del piano per l assetto idrogeologico la redazione dei piani di emergenza l organizzazione locale di protezione civile e antincendi boschivi le iniziative di informazione alla popolazione la certificazione ambientale iso 14001 e il lavoro dei forestali della regione piemonte protezione civile familiari per un totale di 230 persone provenienti da tutte le parrocchie della zona pastorale dalla valle colla a san bartolomeo dalla rivoira a fontanelle da mellana a castellar ad essersi avvalsi dei contributi aliementari e di vestiario del centro di ascolto di queste una trentina sono famiglie italiane ed un ottantina le straniere provenienti da romania marocco albania macedonia costa d avorio congo tunisia e altri paesi con la crisi economica che ha colpito tutti ma in modo particolare chi aveva già difficoltà ad arrivare a fine mese si è anche presentata la necessità di far fronte al pagamento di alcune spese sono purtroppo molti coloro che hanno perso il lavoro e non riescono più a pagare le bollette ed altre utenze e sono anche aumentate le necessità di famiglie italiane soprattutto pensionati che con la pensione sociale o di reversibilità non riescono più ad essere autosufficienti per cercare di sostenere queste situazioni per un po di tempo si sono utilizzate le offerte di beneficenza della parrocchia risultate insufficienti a far fronte a tutte le richieste si è allora richiesto un contributo alla cassa rurale artigiana di boves che ha donato 3.000 euro insieme a questo fondo i responsabili del centro hanno fatto a.b un regalo nel giorno della vigilia di natale per la protezione civile di peveragno a cui sono state consegnate direttamente dal sindaco carlo toselli le chiavi di un nuovo mezzo attrezzato per le emergenze di pronto intervento si tratta di un land rover defender acquistato grazie al contributo della regione piemonte e della cassa rurale ed artigiana di boves che va ad incrementare il parco macchine in dotazione ai volontari alla cerimonia che si è tenuta in piazza toselli ha preso parte anche il consigliere regionale mino taricco al.ba si intitolava semi fiori frutti e sabbia di terre vicine e lontane accompagnano i passi di chi cammina verso la grotta il presepe che i giovanissimi alunni della scuola primaria di san lorenzo di peveragno hanno esposto nella chiesa di santa croce a boves nell ambito della mostra organizzata dall associazione il bucaneve i piccoli artisti che con passione ed entusiasmo hanno messo a frutto la loro abilia e b del plesso centrale tà creativa sono stati pre più votato dai visitatori miati con il primo premio altre due classi peveragne con il presepe buon natale nella categoria presepe si questa volta le quarte italia realizzato utilizzando tai chi dai pensionati di fontanelle sono ripartite al centro incontri ­ circolo pensionati di fontanelle il corso di tai chi antica disciplina cinese nata come arte marziale diventata soprattutto in occidente ginnastica e terapia curativa info al 329.4394288 o al 338.7195385 musei aperti domenica 4 marzo il comune di boves assessorato alla cultura invita alla mensile giornata di apertura dei musei dalle ore 15 alle ore 17 museo della resistenza e il museo del fungo e di scienze naturali il museo della castagna alla cascina marquet riapre in primavera visitabile però ogni giovedì dalle 15 alle 18 info biblioteca civica 0171.391834 o 0171.391850 presepi premiata la scuola di san lorenzo materiale riciclabile hanno ottenuto il riconoscimento di qualità dalla giuria il premio si legge nel responso è stato assegnato per l evidente coinvolgimento degli alunni nel lavoro da cui si intravede un percorso educativo e per l attualità del messaggio sia nel contesto dei 150 anni dell unità d italia sia per lo spirito di apertura universale ben rappresentata dal gesù bambino di colore due inaspettati motivi di soddisfazione per gli alunni gli insegnanti e per il dirigente ezio giorgis bio montomoli chitarra la giunta ha assegnato le competenze relative all ecologia all area vigilanza a decorrere dal 1° marzo 2012 fa notare il vicesindaco che il 2012 sarà un anno delicatissimo per il rispetto del patto di stabilità ed è necessario potenziare al massimo l area lavori pubblici l ecologia è un altro importante e delicato settore l area vigilanza si occupava 9° anniversario ecologia ora è competenza dei vigili in attesa della raccolta controllo ed ora avrà porta porta a anche la gestiogià del ne diretta nel 2012 con probabilità a partire dall estate inoltrata l amministrazione pensa per cui si ritiene che il coordinamento del servizio gestito dal cec e del controllo in capo appuntamenti bovesani di adriano toselli ditorium borelli alle 20,45 presentazione del libro di roberto cavallo edito a cura della cooperativa erica meno 100 chili sulle strategie per il gran ballo di carnevale a partire dalle ore 16 ballo liscio per tutti ed animazione per i più piccini dalle 21 danze occitane coi lou janavel ingresso gratuito inmazioni comune di boves formazioni biblioteca civica 0171.391811 0171.391834 0171.391850 festa di carnevale in piazza la pro-loco e assessorato alle manifestazioni invitano il 21 febbraio alla festa di carnevale in piazza nel pomeriggio di martedì grasso animazione e giochi distribuzione di caramelle vin brulé the e bevande varie in caso di tempo bello info biblioteca civica 0171.39183 e 0171.391850 continuano i sabati di musica musica i sabati di musica musica 2011-2012 a boves all auditorium borelli proseguono sabato 25 febbraio con cancao do amor ­ colori passioni e nostalgia nella musica latinoamericana protagonisti giovanni lanzini clarinetto e fa avis assemblea e pranzo il 26 febbraio per il 2012 le donazioni collettive dell avis di boves sono marzo 23 giugno 22 settembre 22 dicembre l assemblea sociale è prevista alle 11 di sabato 26 febbraio al circolo pensionati renato giraudo di piazza borelli seguita alle 13 da pranzo sociale al ristorante la ruota di pianfei appello ci giunge ad invitare tutti i possibili donatori ad iscriversi a dar il loro contributo partecipando alla intensa vita sociale il centro trasfusionale dall ospedale di cuneo è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 11 e le seconde domeniche del mese viaggi di totem e tabù continuano l ultimo giovedì del mese all auditorium borelli gli appuntamenti alle 21 del totem e tabù ­ club di liberi viaggiatori con immagini da ogni parte del mondo informazioni si possono trovare sul sito www.totemtabu.it a.tos puoi inviare le tue necrologie ed i tuoi annunci a redazione@ilgiornalediboves.it e info@ilgiornalediboves.it piccoli annunci vendo cavallo argen vendesi alloggio in tino 1150 Ä bravo 12 anni cuneo via mons riberi 19 ­ tre camere cucini347 7632121 no bagno e cantina tel vendo cavalla palomi 3391554198 no molto brava per bam vendesi casa libera su tre lati suddivisa in tre bini 2000 Ä 347 7632020 appartamenti soggiorno vendo 2 cuccioli boxer tinello camera bagno centralizzato femmine fulve con pedi impianto fabbricato di pertinengree 600 Ä 0171 384362 za con 2700 mq di teraffittasi magazzino reno rivoira boves tel piazza italia tel 0171 3470841922 vendesi radiatore auto380635 nomo fondital gazzelle vendesi motocoltivato gas metano potenza terre con fresa e lancia neve mica 5 kwseminuovo tel 3280283664 10 cv tel 0171 380635 michele castellino michel i familiari lo ricordano con affetto e rimpianto la s messa anniversaria sarà celebrata a chiesa vecchia di boves domenica 12 febbraio alle ore 10 gli indignati da erla la merla giovedì 16 febbraio alle 19 enzo princivalle ripresenterà al ristorante l erla la merla lo spettacolo tratto dall opera pubblicata in volume da primalpe su sette grandi personaggi da san francesco a don milani si esibiranno valeria arpino antonio delogu e eugenia ruggeri ad ogni personaggio il ristorante abbinerà un piatto adeguato prenotazioni entro il 12 febbraio tel 334.3589107 erlalamerincontri di preghiera nella chiesa del monastero la@libero.it delle clarisse incontri di preghiera l 11 di ogni mese a il gran ballo di carnevale sabato 18 febbraio all audifebbraio il 14 alle 20,30 torium borelli la proloco in collaborazione con la locale mercoledì 15 febbraio all au consulta giovani organizza

[close]

p. 6

6 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli febbraio 2012 lettere per le vostre lettere scrivere a info@ilgiornalediboves.it 85° adunata nazionale a bolzano 11-12-13 maggio nel consiglio direttivo del 6 febbraio sono stati definiti e fissati i punti salienti dell 85° adunata nazionale alpini che si terrà a bolzano come sempre nel secondo fine settimana di maggio quest anno dall 11 al 13 il programma ricalcherà quello oramai classico e collaudato dice il capogruppo livio vallauri il bus riservato al gruppo partirà venerdì 11 alle ore 6 con salita ai `soliti posti fontanelle rivoira piazza italia sant anna ecc poiché il viaggio è lungo ci sarà una fermata ad un autogrill per il pranzo al sacco a cura dei singoli soci e quindi si proseguirà per bolzano il cui arrivo è previsto nel primo pomeriggio come sempre alcuni soci partiranno già il mercoledì o giovedì per essere a bolzano in tempo per montare e preparare l accampamento tendone cucina doccia gabinetto ecc si resterà a bolzano sino a domenica dopo il pranzo quando il bus si rimetterà in moto e partirà per il ritorno con sosta in autogrill per la cena curata dal gruppo a base di affettati formaggi e frutta in pratica il gruppo curerà i pasti dalla cena di venerdì al pranzo della domenica sotto il tendone oltre alla cena sulla via del ritorno per chi è sul bus per tutti ci sarà il posto branda la tessera dell adunata per la libera circolazione sui mezzi pubblici e l ingresso ai musei l assicurazione e la medaglia ricordo pur essendoci il bus a disposizione del gruppo già sappiamo che per tradizione vi saranno soci che raggiungeranno bolzano con altri mezzi camper treno auto ecc il posto che abbiamo scelto è comodo al centro dietro la stazione ferroviaria un cortile recintato ci sarà solo il nostro gruppo di un azienda privata che ci fornirà acqua e luce speriamo nel bel tempo per tutto il resto pensiamo di essere oramai attrezzati come sempre il prezzo è stato fatto all insegna del più siamo e meno spendiamo conclude il capogruppo le prenotazioni con acconto si ricevono in sede sino al 31 marzo la conferma ed il saldo dovrà avvenire entro il 30 aprile ricordiamo sempre dico il rapporto con dio è fondato sulla personale convinzione buongiorno gentile redazione sono una abbonata di boves volevo ringraziare la signora certezza è il fondamento del rapporto tra dio e l uomo pellegrino per aver gestito per tutti questi anni specialmente dopo la morte del caro marito questo giornale unisignore amare costa a volte cedere ca voce interna della città costa dire hai ragione costa dir sempre faccio gli auguri a questa costa dire perdonami e colpa mia nuova proprietà che sincee anche dire ramente non conosco ma ti perdono costa che spero sappia operare al costa sopportare i difetti meglio e con amore per gli costa la pazienza costa cancellare le piccole interesse dei bovesani sono costa fare una cosa contenta di vedere aldo nuoombre vo direttore responsabile del che non hai voglia di fare costa condividere i dolori giornale e gli faccio i migliori ma che lui vuole costa la lontananza auguri per la nuova carica costa cercare di capire e costano i distacchi costa tenere il silenzio costano le nubi passeggere non ho capito cosa c entrano la fedeltà costa costa avere opinioni differenti le dirette televisive del consiglio del sindaco giuliano che e sorridere al suo cattivo umore costa sempre dire di si non ho mai visto con il giore trattenere le lacrime eppure a questo prezzo nale dovrò chiedere a mio fiche lo fanno soffrire si genera l amore glio che mi insegni come devo a volte costa impuntarsi fare ancora auguri giovanna p il costo dell amore facili e posso comprendere le difficoltà incontrate anche per il fatto di dover affrontare la direzione senza il tuo prezioso luciano resterò un lettore per mantenere l attenzione sui fatti di boves e spero che non venga cambiato il modo di fare informazione su questo consentimi nostro giornale michelina a volevo ringraziare la direzione del giornale per aver messo in onda tv le partite di rugby mi sono visto parte di alessandria-parabiago volevo chiedere una informazione la diretta sull i-phone mentre le differite no e devo vederle sul pc cosa posso fare devo scaricarmi un programma un giocatore del pedona rugby alberto a no caro amico è un problema tecnico per ora irrisolvibile le dirette tv le vedi dappertutto con qualunque pc o telefono mentre le differite sono lanciate diversamente e sono visibili solo sul pc no che chi prenota e poi non può venire riavrà indietro la caparra nel gruppo c è molta euforia quando si organizza un adunata a fine dello scorso mese è anche giunta la notizia che nel 2014 l adunata dovrebbe il condizionale è d obbligo non essendoci ancora l ufficialità essere a l aquila e anche questa notizia è stato accolta con favore dai soci bovesani il gruppo di boves alcuni giorni dopo il terremoto aveva inviato lettera alla sezione di cuneo chiedendo che si facesse promotore di un interpellanza alla sede nazionale ana affinché candidasse l aquila a sede di adunata nazionale l aquila è una bella città ed è da sempre un presidio alpino sul territorio abruzzese vi sono ancora molte caserme ma prima dell aquila pensiamo a bolzano e poi a piacenza il prossimo anno lo scorso mese molti soci hanno presenziato alle celebrazioni a ricordo della cuneense domenica 15 a ceva e domenica 22 a cuneo per uqnato riguarda cuneo è un momento sempre toccante che ha visto come tutti gli anni radunarsi nel capoluogo cuneese migliaia di soci provenienti anche dalla liguria e dalla prov di torino che hanno sfilato per le vie di cuneo dal monumento di c.so monviso al via roma e poi sono andati al duomo per la santa messa a ricordo delle migliaia di giovani alpini partiti per la russia e non tornati per il corrente mese non è previsto nessun appuntamento del gruppo poiché tanti soci sono impegnati nelle iniziative e alle manifestazioni legate al carnevale che si terranno a boves e nei paesi limitrofi legge 214 del 22 dicembre 2011 articolo 24 comma 25 caro amico questo mensile grazie a gianluca utilizzerà un sacco di novità tecnologiche che porteranno il giornale ad essere anche una tv su internet rivalutazione pensioni e norme di salvaguardia della presso il sistema bancario o postale per la corresponsione nanziaria la rivalutazione di stipendi pensioni e comautomatica dei trattamenti pensi di importo superiore a pensionistici secondo il mec mille euro limite che potrà canismo stabilito dall articolo 34 comma 1 della legge 23 con decreto del ministero dicembre 1998 n 448 per il dell economia e delle finanbiennio 2012 e 2013 e ri ze conosciuta esclusivamente l inps con il comunicato ai trattamenti pensionistici di stampa del 2 gennaio 2012 ha informato i cittadini di aver due volte il trattamento mi provveduto ad inviare circa nimo inps nella misura del 450 mila comunicazioni ai 100 per cento l articolo 18 pensionati che percepiscono comma 3 del decreto-legge 6 pensioni mensili di importo luglio 2011 n.98 convertito complessivamente superiore a con legge 15 luglio 2011 n mille euro pagate in contanti per invitarli a comunicare ni e integrazioni e soppresso all istituto entro il mese di per le pensioni di importo su febbraio 2012 modalità alterperiore a due volte trattamen native di riscossione to minimo inps e inferiore a l adeguamento alle nuove tale limite incrementato della modalità di pagamento doquota di rivalutazione auto vrà avvenire entro il 6 marzo matica spettante ai sensi del 2012 presente comma l aumento di l inps quindi non potrà efrivalutazione e comunque at fettuare pagamenti in contanti di importo superiore a mille euro a partire dal 7 marzo predetto limite maggiorato 2012 pertanto i pensionati pensioni oltre i mille che stanno ricevendo la lettera dell istituto potranno comunieuro nuove modalità care entro il mese di febbradi riscossione io 2012 le nuove modalità di riscossione scegliendo tra l articolo 12 della legge n l accredito in conto corrente 214 del 22 dicembre 2011 su libretto postale o su carta ha stabilito che le pubbliche ricaricabile amministrazioni devono il patronato epaca della utilizzare strumenti di paga coldiretti è a disposizione per mento elettronici disponibili i chiarimenti in merito in considerazione 8 5° adunatanazionalebo lzan o 1 1 ­ 1 2 ­ 1 3 mag g i o programmaufficiale partenza da boves venerdi 11 maggio ore 6,00 ritorno a boves domenica 13 maggio ore 23,45 viaggio a/r bus riservato carico/scarico ai `soliti posti tutti i pasti dalla cena di venerdì al pranzo della domenica la medaglia ricordo dell 85° adunata la tessera dell adunata per mezzi pubblici musei l assicurazione la branda o il materassino per il pernottamento prenotazioni entro il 31 marzo con versamento acconto saldo entro 30 aprile ho saputo dal giornalaio che sono aperte la raccolta delle lettere al giornale non sapevo che la corall avesse ceduto me ne dispiace è un pezzo di boves che lascia e mi dispiace mi dispiace perche ero abituato a pensare che di boves ne può parlare gente di boves ma in edicola mi hanno spiegato che non è cambiato niente anzi hanno messo aldo baudino che mi ricordo quando era nel calcio boves e quindi nulla è cambiato e cambierà spero faccio gli auguri alla nuova proprietà sperando possa privilegiare gli interessi dei bovesani e che questo mensile tenga a raccolta e descriva ad ogni sua uscita quanto di meglio nel mese è stato fatto a boves e nei comuni limitrofi ho saputo che il direttore della societa che ha rilavato il giornale è wilma franchino se non sbaglio ero un suo ammiratore quando presentava il cavalier della repubblica maria piovano in un programma musicale in televisione qualche anno fa spero sia lei e non un omonima giovanni battista g caro giovanni ti ringrazio sono passati anche quei tempi dalla radio per 15 anni 1986/2001 alla tv dal 2001 al 2005 sono stati bei momenti ma ogni cosa ha il suo tempo wilma buongiorno mi hanno detto che posso scrivere perché aprirete una rubrica per i lettori grazie l aspettavo è una cosa che permette a noi lettori di giudicare fatti esprimere opinioni partecipare alla vita della nostra città io sono di peveragno e seguo il giornale perché mia moglie è di boves e volevo chiedere alla direzione se potete ampliare l interesse su peveragno inserendo una pagina dedicata alla mia città aldo bonomo sara nostra cura attivare il suo prezioso consiglio ci vorrà il suo tempo ma cercheremo di farlo buongiorno come faccio ad avere la copia della partita valvermenagna-caraglio 1-5 di sabato 21 quella giocata come penultima ho cercato di vederla sul sito del vostro giornale ma non l ho vista e non riesco a scaricarla vedo sempre tutte le altre partite ma mai la mia eppure miei amici l hanno già vista caro amico come ti ho risposto nella mail ti rispondo anche qui sul giornale cosi lo si pubblica anche per gli altri non si possono registrare le partite ma visto che non ci sono diritti siae da pagare si possono avere gratuitamente delle copie delle nostre registrazioni in mpeg4 facendone richiesta alla nostra posta info@ilgiornalediboves.it ti verranno spedite via mail in jumbomail gianluca cara graziella da oltre 15 anni seguo il tuo giornale e mi è dispiaciuto quando ho saputo che hai lasciato la direzione del giornale i tempi non sono addio ai volontari del servizio civile nelle settimane scorso hanno salutato terminata la loro ferma i volontari del servizio civile attivi nell ultimo anno come per i loro predecessori positivo è il bilancio umano della attività condotta in biblioteca del ricetto da marta pellegrino ancora in servizio per qualche settimana prolunga con contrattino a termine e fabio dutto alla casa di riposo monsignor calandri da shamira giordano e rocco martinello come per tutti i giovani e non solo molte sono le incertezze in tempi difficili per il loro futuro il successivo impiego per il quale solo qualcuno ha prospettive abbastanza chiare pur se non prive di incognite mentre altri volontari arriveranno in casa di riposo in primavera non saranno sostituiti in biblioteca dove neppure è risultato possibile rinforzare l organico con altro personale comunale gli orari di apertura ben poco collimano con quelli generali di lavoro municipali pare uno dei primi risultati è stato dover rinunciare alla chiusura ritardata alle 19 il lunedì si è tornati alle tradizionali 18,15

[close]

p. 7

febbraio 2012 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 7 o boves si all invaso fra dubbi ed osservazioni palazzetto gremito per il torneo che terminerà il 26 febbraio i giovani campioni oci ceella 5 a curda msto arese enti alla nno neo .so poi per elpini non nè taché nati nineves o po ica to dal municipio ci arriva comunicato È stata affidata la progettazione definitiva ed esecutiva del lavoro di via tetti molettino per l irrigazione a goccia della zona agricola di rivoira È in corso l individuazione delle proprietà che potrebbero essere interessate all operazione la partecipazione al futuro consorzio può essere considerata come un investimento che dovrebbe permettere una rivalutazione del valore dei terreni beneficiati oltre a rafforzare la vocazione agricola della zona ed essere quindi nell interesse di tutti i proprietari la domanda deve doveva ndr essere depositata entro lunedì 30 gennaio all ufficio agricoltura del comune di boves i partecipanti all operazione saranno presenti all incontro che si è tenuto martedì 7 febbraio data nella quale il giornale va in stampa nel salone della scuola materna della frazione rivoira per la nomina di un fiduciario e dei promotori del consorzio il tavolo delle associazioni bovesane tab forse tardi ma meglio che mai ha organizzato serata di approfondimento all auditorium borelli mercoledì 25 gennaio scorso il giorno dopo il consiglio comunale ed in contemporanea con l incontro dell amministrazione con la popolazione di san mauro sulle prospettive dell opera veniva annunciato dibattito tra due persone di indubbia competenza nel proprio settore l agronomo michele baudino ad illustrarne l utilità e del geologo giorgio martinotti perplesso sin dall inizio specialmente dallo spostamento del progetto dalla originaria sede concepita nel precedente mandato seconda giunta di riccardo pellegrino a tetto sablè lungo il colla moderava l architetto carlo martini di questa e di altre vicende notiamo che l attenzione viene oltre che dagli addetti ai lavori della politica e della cronaca locale solo da coloro che ne son direttamente coinvolti da una parte gli agricoltori rivoiresi cronicamente con problemi estivi di carenza d acqua dall altre gli abitanti della zona di tetto molettino non proprio entusiasti di dover rinunciare ai terreni e di trovarsi vicino casa laghetto più curato dal punto di vista funzionale che estetico di 41.000 metri cubi d acqua col timore che attiri abbondante popolazione di insetti molesti tematiche emerse anche nell incontro pre-natalizio nell incontro che si è tenuto nella scuola materna di rivoira neppure ci par chiaro per tutti i potenziali componenti del consorzio che l acqua bisognerà pagarla il locale era gremito presenti attivisti ed esponenti dell associazionismo bovesano quelli di notoria sensibilità ecologica soprattutto oltre a nutrita delegazione rivoirese invitata all ultimo falcidiata dai morbi e dalle assemblee varie in comunità montana di condomino con la popolazione a san mauro brillava per la sua assenza l intera maggioranza presenti le opposizioni faceva le sue veci stefano ferrari il progettista dell opera ben attento a presentarsi come tecnico senza affrontare tematiche politiche disposto ad ascoltare consigli per delle migliorie nelle oltre tre ore di dibattito i toni sono sempre stati per fortuna pacati e civili come non sempre capita a boves ma la divaricazione delle posizioni pur mai portata all estremo è sempre stata chiara se da una parte pur ammettendo l importanza di risolvere i problemi di siccità estiva nella zona ai piedi della valle colla si sollevavano riserve sul progetto del bacino sia dal punto di vista della funzionalità che dell impatto visivo dall altro si insisteva sull esigenza di sfruttare l occasione col finanziamento ottenuto a dar man forte a questa posizione sono arrivati gli interventi del vicepresidente della comunità montana il peveragnese stefano dho che ha citato opera tra villanova e pianfei del rappresentante del sindacato agricolo coltivatori diretti secondo arneodo dell ex assessore aldo pellegrino rivoirese aveva introdotto michele pellegrino illustrando i nuovi tipi di colti vazione e le caratteristiche dell irrigazione a goccia quella per cui è erogato il finanziamento martinotti ha fatto relazione magistrale con video esponendo con efficacia ironia e toni pacati le sue molte obiezioni un opera su una falda molto più alta del previsto studiata senza tutte le analisi e gli approfondimenti auspicabili che finisce per costare almeno oltre 1.100.000 euro grande tre volte l attuale invaso del meniòt da 12.500 a 41.000 metri cubici di capacità ed altrettanto brutta una curiosa pendenza in ascesa del tunnel di carico da circa 671 metri sul livello del mare a 673 facendo proposte alternative tipo maggior utilizzo dei pozzi o invasi sulle colline rivoiresi incolte verso peveragno sfruttando gli scavi di dismesse cave alla fine ha comunque dovuto ammettere l indispensabilità per parte del terreno in questione a monte di rivoira di un invaso in valle colla anche se non necessariamente in quella collocazione luca giraudo del tavolo delle associazioni ha ribadito l importanza di organizzare un simile momento e contristandosi per la completa assenza degli esponenti della attuale maggioranza dopo l incontro stefano dho ci ha ribadita la chiara intenzione di procedere sul progetto atos raudo di boves il sesto torneo giovani campioni organizzato dalla associazione sportiva dilettantistica boves ­ madonna delle grazie con patrocinio comunale e della cassa rurale la manifestazione è intitolata a claudio tregambi già dirigente della società bovesana scomparso alcuni anni fa una delle anime dell iniziativa le gare coinvolgono sessantacinque squadre in rappresentanza di diciotto società della provincia una eccellente manifestazione resa possibile anche grazie agli sponsor oltre alla cassa rurale che offre i trofei numerosi sponsor da agorà a berardo e lerda carrozzeria a c.s.s automobili a bogi carrozzeria a bertone arredamento beppe bottasso ha prestato opera gratuita per sistemare apparecchiature ed impianti elettrici to bovesano applaudendo le promesse del calcio del futuro per la catetoria esordienti nati nel 1999 si stanno confrontando nel girone a il boves/mdg blu il cuneo calcio femminile pedona e pro dronero nel girone b l altra squadra del boves/mdg rosso il valvermenagna il caraglio ed il bisalta il giorno successivo domenica 19 a partire dalle ore 8,30 nella categoria esordienti nati nel 2000 sono tre i gironi nel girone a il boves/mdg rosso il cuneo calcio femminile l auxilium saluzzo e il busca calcio 2001 nel girone b la pro dronero il tarantasca pedona e olmo nel girone c l altra squadra bovesana blu bisalta niellese e cendieci squadre anche nella categoria riservata ai pulcini nati nel 2001 nel girone a si confrontano il boves/mdg tarantasca pro dronero tre valli e caraglio nel girone b bisalta valvermenagna busca fossano ed olmo 10,50 per la categoria pulcini nati nel 2002 altre dieci formazioni boves/mdg blu auxilium cuneo busca caraglio e tre valli nel girone a nell altro girone l altra formazione della società organizzatrice boves/mdg rosso bisalta pro dronero san paolo e virtus mondovì il 26 febbraio a partire dalle ore 9 ed oltre a queste categoria particolare interesse lo stanno suscitando i piccoli amici giocatori in erba nati nel 2004 con ben dieci le squadre e nel 2005 sei formazioni domenica 26 febbraio a partire dalle ore 14,30 il successo della manifestazione trova riscontro anche nei contatti web infatti da quest anno grazie alla collaborazione del giornale di boves le partite sono visibili collegandosi con pc mac ed in via eccezionale anche con i-phone i-pad smarth-phone android basta cliccare sul collegamento ed ogni sabato si può godere dello spettacolo delle giovani promesse durante la prima giornata messa in onda in diretta streaming il 21 gennaio si sono registrati oltre 600 contatti unici mentre il 28 con solo 3 partite in programma ben 445 la continua differita che passa in loop ha ottenuto circa 800 contatti unici aldo baudino utilizza il tuo pc o telefonino smartphone per vedere lo sport sul nostro sito utilizzando questo qr-code collegati al sito http www.ilgiornalediboves it/sport.html e goditi gli avvenimenti inizia con il botto il 2012 di sportime boves boves kamp ­ due giorni di sport ad alto livello per le ginnaste della sportime boves impegnate lo scorso 21 e 22 gennaio a novi ligure nel programma b under 17 claudia dutto conferma la corona di campionessa regionale pgs con una gara priva di sbavature al corpo libero trave e volteggio con il punteggio di 39,950 distanziando di oltre un punto la più diretta inseguitrice dopo il bronzo nella prova nazionale una nuova soddisfazione per la campionessa bovesana nella stessa prova ottimo risultato di manuela marchisio che con il punteggio di 37,600 ha centrato il sesto posto a soli 5/10 di punto dal gradino più basso del podio a completare il buon risultato di squadra le belle esibizioni di martina giuliano alla trave e al corpo libero nella categoria under 15 invece lorenza beccaria con 39,200 ottiene un ottimo quarto posto mentre francesca giuliano ottiene il nono piazzamento stesso risultato nella categoria mini per mafaldà collidà che precede castellino malabocchia einaudi bisotto e pellegrino nel programma c invece gradino del podio centrato da sara giordano con il terzo posto ottenuto con il punteggio di 36,500 immediatamente alle spalle della giovane giorgia bertaina completano il buon risultato l ottavo posto di elena bruna e nella categoria under 15 il nono di enrica bellone qualche leggera imprecisione costa alcune posizioni in classifica per le altre ginnaste monnicchi picciolini pellegrino ninotto tagliavia blangetti osenda pisu mandrile e ridolino soddisfazione per gli istruttori flavio bruno sara dessi e andrea ferrari impegnati senza sosta nel seguire le 25 ginnaste dell asd sportime boves prossimi impegni per la squadra bovesana la seconda prova della competizione valida per le qualificazioni alla fase nazionale in programma a lignano sabbiadoro il 2012 di boves run boves kamp ­ confermate anche per il 2012 le sette manifestazioni podistiche promosse dall associazione sportiva dilettantistica boves run il sodalizio del presidente beccaria apre l organizzazione di gare sul territorio con l xi edizione di sulle strade del colla trofeo della resistenza 10 km che torna quest anno il 25 aprile nel 2011 la gara venne anticipata ad inizio mese per evitare lemanifestazioni nel giorno di pasquetta il 1 di luglio dopo il positivo esperimento dello scorso anno torna la competitiva di montagna su e giù per le colline con partenza e arrivo ai cerati e ascesa sino al pilone della battaglia per un totale di 8 km per quel che concerne le non competitive confermata nel mese di giugno il 6 il giro della mellana memorial marina grosso ad agosto invece tornerà la tre piloni di san mauro il 9 doppio appuntamento a settembre con l xi edizione della storica di corsa con gli alpini a tavola il 5 e la gara di san foca a spinetta il 24 ultima gara come tradizione sarà la manifestazione benefica natale di solidarietà in programma domenica 16 dicembre.

[close]

p. 8

8 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli febbraio 2012 notizie da beinette filmati mostre e dibattiti nella biblioteca beinettese ricordando la shoa luzione dei problemi della germania dell epoca leggi rese normali da cittadini civili un monito che deve suonare ancora oggi in una europa teatro di questi avvenimenti dove oggi più che ieri c è bisogno di dialogo confronto con culture diverse dalla nostra facendo tesoro della ricchezza che può derivare dall integrazione di varie diversità la nostra cultura democratica nasce proprio sulle ceneri della seconda guerra mondiale non solo la germania di hitler ha attuato crimini senza precedenti altri non meno gravi consumati in altri brandelli del continente vergognosamente insabbiati dalla diplomazia i risultati si sono visti nei decenni a seguire ma il silenzio é d obbligo perché tutti sanno che nelle guerre ci sono sempre i buoni contro i cattivi pochi hanno avuto il coraggio di opporsi alla tirannia un esempio tra i più fulgidi ci é dato dallo psichiatra e pedagogo ebreopolacco janusz korczak le cui opere sono il filo tessitore della mostra nato nel 1878 laureatosi in medicina e specializzandosi nelle capitali del settore come berlino parigi e e londra il luminare é all ospedale di varsavia che si occupa del mondo dell infanzia ebraica istituisce questi bambini copertoni nella boscaglia il tratto di strada che collega via chiusa pesio con via s maria rocca costruito una decina di anni con l obiettivo di farlo diventare un itinerario per le passeggiate sta rischiando di diventare un discarica verso fine ottobre fra le piante ed il brobbiosi sono notate centinaia di pneumatici regalando uno spettacolo tanto indecente informate le autorità del luogo la polizia municipale in collaborazione con organismi esterni hanno dato avvio ad indagini le gomme dopo qualche giorno sono state stipate in un angolo asciutto del depuratore ma la forza della corrente come prevedibile ha trascinato a valle lungo la canna del torrente diversi copertoni alcuni hanno raggiunto perfino il ponte in prossimità del cimitero dopo un mese la situazione è immuta tanto da spingere un cittadino che si credeva gl.s l associazione culturale attivamente di beinette in questi giorni ha allestito nella biblioteca civica casa gauberti una mostra in memoria della shoa inaugurata il 21 gennaio che resterà aperta fino al 18 febbraio al mercoledì sera venerdì pomeriggio e sabato mattina si tratta di una serie di cartelloni con foto e narrazioni raffiguranti lo sterminio nazista che si é concentrato sul tema dell infanzia rubata del periodo di circa 6 milioni di ebrei e non solo internati nei campi di sterminio da statistiche 1 milione e mezzo erano bambini nati con la sola colpa di non avere sangue ariano bambini che hanno imparato a morire prima ancora di imparare a vivere vien da chiedersi perché parlare di questi bambini ebrei e non di altri la risposta per quanto sconvolgente sta proprio nel fatto che erano ebrei perché loro rappresentavano nel periodo dal 1933 al 1945 il futuro di quell etnia che il bieco antisemitismo nazista voleva cancellare per sempre troppi sono complici di questo scempio iniziato in sordina con la propaganda di apparire l unica so in colonie estive nel 1912 fonda un orfanotrofio ed é medico russo nella prima guerra mondiale distintosi per la promozione di movimenti sionisti scrive saggi su bambini ebrei e sulla storia israelita nel 1942 viene rinchiuso nel ghetto di varsavia dove tiene un diario successivamente é deportato a treblinka dove viene ucciso insieme a 192 bambini dell orfanotrofio da lui fondato grande con i grandi e piccolo con i piccoli spese la sua vita con amore verso i più deboli lasciando un esempio di come si vince con le armi della cultura da trasmettere alle generazioni future pagando anche col prezzo della propria vita la sera di giovedì 26 gennaio sempre nella biblioteca gauberti c è stata la proiezione del film a forza di essere vento riguardo lo sterminio nazista degli zingari ha attirato molti partecipanti che hanno arricchito il dibattito col professor gigi garelli dell istituto storico della resistenza di cuneo una serie di sceneggiati che hanno messo in luce le atrocità a cui furono sottoposte queste persone insieme ai disabili ritenute vite non degne di essere vissute fosse un testimone del misfatto ipotesi poi smentita dalle prove ad attivarsi per ripulire da solo la zona in un raggio di meno di cento metri che va dal ponte alla confluenza del brobbio-josina ha raccolto ben quindici gomme temporaneamente accatastate con le altre lecito il dubbio se lungo il torrente non ci siano altre sorprese magari dove l acqua accumula del litoide in sacche profonde la gomma è una forte inquinatrice dell acqua nonché del terreno vien da chiedersi cosa abbiano pensato questi furbacchioni ribaltando dei rimorchi interi di copertoni nel torrente purtroppo un mese dopo sullo stesso posto altri scarichi vergognosi questa volta calcinacci e scarti di carton-gesso e dire che ad un chilometro di distanza c é un impianto che produce rilevati macinando calcinacci sarebbe auspicabile che le autorità cittadine attivino un servizio di vigilanza magari con l ausilio di volontari onde limitare almeno in parte il ripetersi di episodi simili e provvedimenti disciplinari per i trasgressori gl.s l incredibile affaire della futura scuola materna gl.s oltre dieci anni fa nella centralissima via giovanni xxiii a beinette sono sorte parecchie nuove abitazioni frattanto si é trovata occasione di collegare le parallele via vittorio veneto con via vecchia cuneo quadrilatero che comprende anche le scuole elementari materna e le medie restavano da edificare almeno altri settemila metri quadri a distanza di un decennio l amministrazione comunale escogita un piano per realizzare il nuovo asilo in piazza salvo d acquisto nell area adibita ai giochi per bambini una decisione che lascia la gente attonita tanto più che nell albo pretorio si comunica che un architetto ha già redatto un progetto preliminare lavoro che dovrebbe fungere da passepartout per ottenere finanziamenti di due milioni e mezzo di euro tanto in questi periodi si sa tutti hanno soldi da gettare alle ortiche e dire che vent anni fa campeggiava in sala consiliare un plastico della nuova materna perché già allora se ne constatava l insufficienza dell attuale in vista dello sviluppo demografico del paese plastico che venne presto rimosso e si iniziò a costruire ville residenziali a tutto spiano negli ultimi dieci anni la determinazione famelica ad erigere nuove case crebbe fino al parossismo modificando il carente piano regolatore per densificare l abitato mattone su mattone non era forse più sensato sfruttare una di queste aree per il nuovo asilo macché guai sacrificare un solo metro quadro col timore di scialare il patrimonio di famiglia inutile dire che l inadeguatezza della struttura si aggravava ma gli amministratori dichiararono che se ne sarebbero presi a cuore la vicenda così si é pensato un riutilizzo della vecchia bocciofila ora dismessa prossimamente adibita per un polo culturale oppure il parcheggio dei camion sulla provinciale 42 per chiusa pesio beinette vent anni fa ha conosciuto un nuovo dinamismo complice la crisi che mise a dura prova le fabbriche ma è mancata la valorizzazione del territorio scelte che hanno creato un danno enorme perché un plesso scolastico tipo quello in via giovanni xxiii° rap notizie da chiusa pesio e borgo s.d l attivissima associazione pone al centro delle sue iniziative la cultura ritorna la grande rassegna concertistica diretta da angelo vinai a chiusa pesio presentava un esempio di funzionalità e meritava ben altro trattamento ma nella zona ora manca lo spazio dicono rammaricati ma allora perché non andare all annunziata accademie in valle fotovoltaico fontana e sulle scuole nei mesi scorsi si é provvisto a posizionare sul tetto del distributore di acqua potabile fontana dei goret una quindicina di mq di pannelli fotovoltaici al fine di ottenere energia per attivarne i sofisticati meccanismi atti al funzionamento l amministrazione comunale incaricherà dei tecnici per installare sul tetto della vicina scuola media un impianto sempre fotovoltaico oltre all autonomia di energia elettrica necessaria per il complesso l impianto stesso integrato con 20 kw h fornirà anche elettricità il tutto comporta una spesa di 69mila euro i cento passi f.d attiva nel mondo culturale chiusano l associazione i cento passi che ha organizzato serate molto partecipate nella biblioteca civica la prima con il racconto fotografico sulle avventure di montagna di gianfranco bertolotto seguite dalla musica classica e la lettura di poesie in collaborazione con l associazione gli artisti del giorno interessante e a tratti commovente è stata la serata dedicata ad alessandro biarese giovane con molto da insegnare soprattutto a coloro che tendono ad arrendersi ultima in ordine di tempo è la presentazione del libro apprendista samaritano di don meo bergese il cui ricavato andrà in beneficienza la collaborazione con la biblioteca rende possibile l apertura della stessa anche il lunedì sera dalle 20,30 alle 22,30 servizio molto apprezzato soprattutto dall utenza che lavorando non può frequentare la biblioteca in altri orari sono in fase di ultimazione i lavori della sede presso i locali di via eula ex sala della banda dove con l arrivo di finanziamenti del gal sarà possibile attivare una vera e propria sala attrezzata per corsi e serate culturali avendo partecipato al bando del gal mis 321 az.2 op.2b presto sarà attivato un corso di giornalismo aperto a tutti gli interessati residenti in uno dei paesi aderenti al gal vermenagna pesio e gesso torna a chiusa di pesio la rassegna concertistica accademie in valle curata dall associazione musicante e diretta dal chiusano angelo vinai tre sono i concerti ospitati presso la sala incontri del parco del marguareis via s anna 34 il primo sabato 28 gennaio alle ore 21,00 dal titolo arpa nella libertà concerto di arpa celtica elettroacustica di francoise pernel pluripremiato musicista e compositore francese che presenterà dei brani tratti dal suo repertorio secondo appuntamento sabato 25 febbraio sempre alle 21,00 concerto jazz jazz e bee bop con diego borotti jazz trio e special guest alberto mandarino chiude la rassegna sabato 24 marzo con il quartetto eos prime parti dell orchestra di ravenna con un concerto dal titolo da bach a led zeppelin l associazione musicante è nata grazie alla volontà di alcuni musicisti di mettere a disposizione di un pubblico sempre più vasto la passione e la consolidata esperienza concertistica maturata in anni di studio e approfondimento musicale l idea di accademie in valle nasce proprio da questo principio fabio dutto il vicesindaco lavori per di borgo s.d il nuovo e la delibera municipio di sulla distanza borgo s.d il vicesindaco di borgo san dalmazzo giampaolo beretta fra i possibili candidati a sindaco alle amministrative di primavera per il centrosinistra in qualità di titolare della ditta beretta ha fatto richiesta di una deroga alle distanze previste per la costruzione di un fabbricato costruito negli anni settanta che confina con la proprietà comunale di via matteotti il 13 gennaio scorso la giunta assente il vicensindaco ha deliberato una autorizzazione al mantenimento di un piccolo fabbricato a minor distanza dal confine con la proprietà comunale un atto a tutti gli effetti legittimo ma che ha lasciato perplessi più di un borgarino in quanto la richiesta della azienda è giunta proprio il giorno precedente la riunione di giunta il 12 gennaio sono stati in molti a domandarsi il perché a distanza di quasi quarant anni il vicesindaco oggi titolare dell azienda si è affrettato a chiedere la deroga numerosa partecipazione a chiusa pesio apprezzata mostra di claudio vigna f.d soddisfazione da parte degli organizzatori e dell artista stesso per la mostra personale del borgarino claudio vigna ospitata presso i locali del comune fino al 15 di gennaio dal titolo barra dritto nostromo mostra di altissimo livello qualitativo acquerelli su carta con soggetti vari avvicinatosi alla pittura negli anni 70 vigna fu allievo del cuneese botto ospitato dal comune dimostra un ottimo lavoro organizzativo dell ufficio turistico e dei collaboratori l architetto bonfardini di peveragno ha prodotto il progetto esecutivo per la riconversione a polo culturale della vecchia bocciofila di beinette ivi compresi i quattro giochi da bocce antistanti adesso dismessi in epoca in cui l adiacente casa gauberti era una delle maggiori cascine del paese il predetto fabbricato era un porticato adibito al reclutamento del fieno nonché per alloggiare gli attrezzi agricoli tutta la facciata verso sud era aperta e fu chiusa nel 1976 trasformando la costruzione a prima bocciofila al coperto di beinette da circa vent anni sorge un bocciodromo più grande e moderno così il vecchio padiglione aveva la funzione rimaneggiata di ospitare pranzi e cene agresti in attesa di ricevere un altra funzionalità mediante la succitata riconversione diverrà un sito per manifestazioni sportive al coperto teatri o convegni culturali di vario genere il fabbricato una volta rimesso a punto sarà in grado di accogliere molta gente o piccoli gruppi loggiati e riscaldati secondo le necessità il costo previsto si aggira sui 300mila euro di cui 90mila finanziati dalla fondazione cassa di risparmio di cuneo altri 11mila dall omologa fondazione di torino altri 74 mila da cassa depositi e prestiti e restanti 125mila con fondi propri del comune tra poche settimane si procederà alla gara d appalto gianluca servetti invito al carnevale di chiusa pesio f.d l associazione famiglie a colori e l oratorio invitano tutti a partecipare al carnevale in collaborazione con la scuola sono aperti i laboratori del 4 e 11 febbraio il 4 per prima e seconda elementare l undici terza quarta e quinta per creare la maschera ogni classe ha scelto un tema sarà premiati durante la sfilata del 18 febbraio alle ore 14,30 per le vie del centro il gruppo più allegro colorato e divertente la sfilata si ripeterà martedì grasso a vigne dopo i lavori di demolizione della porzione di edificio comunale resa inagibile dal cedimento di una porzione di muro lo scorso 7 aprile intervento costato 51.000 euro oltre l iva riprendono i lavori per il nuovo municipio con le somme ricevute dal risarcimento dei danni in seguito al crollo sono state ristrutturati gli uffici che si affacciano su piazza della liberazione che anticipano i lavori del secondo lotto previsto per l anno 2013 la ricostruzione del fabbricato danneggiato e demolito costerà 400.000 euro e sarà eseguita dalla ditta d agostino.

[close]

Comments

no comments yet