mondorealenumero143

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero143

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di luca morazzano anno v numero 26 29 giugno 2012 n.143 sbaglio o durante l ultima campagna elettorale lo sciorinamento di numeri relativi alle iniziative culturali sono state un cavallo di battaglia del partito di maggioranza suona solo nelle mie orecchie lo slogan di un evento ogni due giorni e ora che mi tocca vedere il documenta chiude i battenti e prova a dare un arrivederci a chissà quando per mancanza di fondi quest anno per loro è previsto budget zero quelli di alchimia si sono ritrovati da corteggiati quando migrarono a bassiano a decantati sulle brochure elettorali ad abbandonati in un certo senso è andata meglio a noi di onirika che non siamo mai stati `abituati bene e che ora non facciamo feste per l imminente chiusura di mondore@le il nostro numero 0 è datato dicembre 2007 e da allora prima quindicinale e poi settimanale abbiamo dato vita a 144 numeri più di 3.500 pagine di informazione più o meno interessante a seconda dei gusti anche quando dopo 3 edizioni sparì il premio onirika nessuno ci chiese perché e per come colpa della crisi e colpa dei tagli anche quello così come il countdown che ci accompagna ora non è colpa nostra se senza soldi non si canta messa e di questi tempi nemmeno le istituzioni ne hanno per finanziare la cultura almeno non tutta sagre e altri eventi bei soldini continuano a prenderli evidentemente sono migliori e valgono di più a giudizio degli eletti dalla maggioranza portano più lustro per il paese quindi sezze piano regolatore legambiente sbotta eccede di 2 milioni di mc di cemento attualita maenza concorso vigili urbani alla fine tanto rumore per nulla politica comunita montana sfiduciato franco solli nuovo presidente è ugo marcocci crisi idrica tutti a lamentarsi ma alla resa dei conti nessuno fa nulla priverno sul caso stazione arriva un altro attacco alla maggioranza pontinia la spaccatura dell udc rischia di mettere nei guai tombolillo

[close]

p. 2

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 speciale latina provincia di frosinone rischio accorpamento con gli `odiati cugini di simone di giulio provincie addio almeno qualcuna di esse il progetto governativo di ridurre le province italiane ha sollevato un vespaio di reazioni e convinto tutti sulla necessità e sull urgenza di un intervento delle regioni presso il governo presieduto da mario monti la notizia circolava già da parecchi mesi da quanto il professor monti aveva preso in mano le redini del paese in uno stato pieno di debiti quello delle province era stato uno dei primi temi affrontati e il premier laureato alla bocconi aveva ipotizzato la loro chiusura totale salvo poi ridimensionare il tiro evidentemente tirato per la giacca dai partiti che lo sostengono e aveva virato verso la decisione più politically correct dell accorpamento da qui si è reso necessario trovare una sorta di disciplinare per stabilire quale provincia dovessere essere accorpata e quale diventare `capofila tre semplicissimi i principi stabiliti dal ministro patroni griffi incaricato dal premier mario monti di ridisegnare l italia delle province popolazione superiore ai 350mila abitanti estensione territoriale maggiore a 3mila chilometri quadrati e numero di comuni superiore a 50 calcolatrice alla mano quindi quella di latina sarebbe spacciata fatto salvo il requisito legato alla popolazione pienamente soddisfatto in ragione delle oltre 544mila anime che la vivono fatali saranno per la provincia pontina gli altri due paletti imposti dal governo la superficie il territorio pontino si estende per un totale di 2.250 chilometri quadrati contro i 3mila chiesti dall esecutivo per la sopravvivenza e il numero dei comuni 33 sono quelli pontini 50 quelli imposti dal decreto legge del ministro patroni griffi il decreto non stabilisce ancora gli `abbinamenti per quelle province che si vedranno chiudere a doppia mandata porte e finestre da qui a qualche anno ma è chiaro che per logica sarà impossibile che alla provincia di latina tocchi in sorte l abbinamento con la provincia di rieti anche lei destinata alla scomparsa o a quella di viterbo che invece per un soffia rientra nei parametri imposti dal governo nazionale ancor meno e in questo caso sarebbe stata davvero una beffa a quella di roma sempre più destinata ad un futuro da città metropolitana insomma si va incontro ad una `latina ciociara idea nemmeno giunta nelle peggiori notti insonni ai locali esponenti politici andrà peggio alla toscana che seguendo i dettami del ministro patroni griffi rischia addirittura di vedersi cancellate tutte le provincie tranne quella di firenze tante le critiche alla proposta che presumibilmente non avrà seguito vista la capacità bipartisan solo ed esclusivamente in occasioni come questa di fare fronte comune quando a rischio è la poltrona ma il segnale è stato mandato e se per una serie di circostanze la cosa dovesse andare in porto magari ce lo chiederà la comunità europea latina finirà nel panorama del territorio ciociaro almeno amministrativamente parlando direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione il 27 giugno 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 speciale la proposta fa tremare i polsi al mondo politico moscardelli e di giorgi pronti ad opporsi di simone di giulio nemmeno il terremoto e le conseguenti decisioni da prendere con una certa urgenza avrebbero potuto far trovare una così grande unità di intenti ai due sfidanti alla carica di primo cittadino di latina appena un anno fa giocanni di giorgi e claudio moscardelli che improvvisamente mettono da parte le loro differenze politiche e scendono in campo appena la notizia del probabile accorpamento tra l amministrazione provinciale di latina e quella di frosinone appare sui giornali locali l attuale primo cittadino del capoluogo in rappresentanza del popolo della libertà si erge a paladino dei diritti della provincia pontina mi farò promotore presso tutti i parlamentari nazionali e regionali della provincia di latina di un azione forte per salvaguardare le prerogative del nostro territorio la proposta presentata dal ministro patroni griffi circa il riordino delle province prevede l adozione di tre criteri di razionalizzazione in base ai quali la provincia di latina andrebbe a perdere la sua identità territoriale per essere accorpata alla provincia di frosinone in base a tali criteri individuati dal governo per il tramite del ministro solo le attuali province che possiedono tali numeri conserverebbero la loro identità mentre le altre sarebbero destinate a scomparire o ad essere accorpate ad altre nel caso della provincia di latina ­ continua di giorgi ­ risulta soddisfatto solo il primo criterio ma è di tutta evidenza che gli elementi discrezionali proposti dal governo risultano non condivisibili e paradossali portando alla scomparsa di province come latina che nel lazio è la seconda dopo roma per numero di abitanti l unico criterio valido in sostanza in grado di evitare conseguenze dannose e paradossali sull intero sistema delle province è quello della popolazione su questo chiederò anche la convergenza di tutti i sindaci pontini per un azione comune che non può che partire dal capoluogo la nostra realtà territoriale ha una sua precisa identità e soprattutto rappresenta un nucleo economico-sociale di alto livello in grado di raccogliere e soddisfare le esigenze di oltre 500mila abitanti per questo ritengo importante una convergenza di tutte le forze politiche e istituzionali della provincia per evitare un provvedimento dalla conseguenze disastrose a farli eco sono le dichiarazioni di claudio moscardelli esponente alla pisana del partito democratico che spiega la possibilità che possa essere emesso un provvedimento di riduzione delle province utilizzando i tre parametri prospettati rischia di produrre risultati assurdi come la sparizione delle province in toscana e in emilia e evidente che i parametri utilizzati ottengono risultati paradossali e noto a tutti che la maggior parte dei comuni italiani sono sotto i 5.000 abitanti e che questo criterio è completamente inutilizzabile l unico parametro oggettivo è quello della popolazione complessiva non è dunque accettabile che nel lazio i parametri ipotizzati producano la sparizione della provincia più piccola quella di rieti e della provincia più grande latina dopo quella di roma le province sono un articolazione dello stato e un provvedimento del governo non può cancellare questo principio con un processo di riduzione

[close]

p. 4

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 latina arriva la carta dei servizi sociali fanti frutto di una meticolosa preparazione di simone di giulio e pronta la carta dei servizi sociali del comune di latina l assessore comunale patrizia fanti ha presentato al presidente della commissione consiliare servizi sociali luca bracchi la richiesta di inserimento della proposta di progetto all esame di una delle prossime sedute della commissione offrirà un ampia panoramica dei principali servizi socio-assistenziali a disposizione delle persone e delle famiglie che nel corso della loro vita a parità di esigenze senza distinzioni di genere età origine etnica o nazionalità lingua religione convinzioni opinioni politiche e differenti abilità si trovino in situazioni di bisogno di disagio di difficoltà e divisa in tre settori anziani disabili e minori È con grande soddisfazione ­ ha dichiarato patrizia fanti che presenterò ai cittadini di latina e dei comuni che fanno parte del piano di zona di latina la carta dei servizi sociali frutto di una meticolosa preparazione elaborata nel rispetto di alcuni principi strategici ritenuti fondamentali nell ottica della centralità della persona perché ogni utente ha diritto a servizi erogati in funzione dei propri bisogni in rapporto alle proprie potenzialità ed eventuali fragilità.il percorso è iniziato quasi in concomitanza con la mia nomina ad assessore ai servizi sociali per me è stata una formidabile occasione di conoscenza e valutazione dell agire sociale delle persone che lavorano nel mio assessorato e stato un percorso che ha richiesto ripensamenti e assestamenti e ci ha dato anche la possibilità di riorganizzare i servizi al fine di veicolare ai cittadini uno strumento facilmente accessibile e di pronta consultazione per la conoscenza dei servizi che l amministrazione comunale di latina e il piano di zona erogano nel documento sono descritte le finalità le prestazioni e le modalità di attivazione per ogni servizio vengono fornite sintetiche descrizioni dell organizzazione e dei principali servizi gestiti dall ufficio di piano tutti i servizi sono stati raggruppati sia per area di intervento che per tipologia residenti di montello il comune rimborsa la tia le somme sono state inserite nel bilancio il comune di latina verserà un contributo ai cittadini residenti nella cosiddetta zona verde quella individuata fino a 2.000 metri dalla discarica di borgo montello per le annualità che vanno dal 2006 al 2008 e questa la strada che ha deciso di percorrere la maggioranza in consiglio comunale e illustrata in aula dall assessore al bilancio pasquale maietta dopo un iter avviato dalla maggioranza già dallo scorso ottobre la precedente amministrazione infatti aveva deliberato di accordare l esenzione della tia ai residenti intorno alla discarica ritenuti quindi danneggiati volontà a cui non era stato dato seguito verificata la legittimità delle bollette inviate dalla latina ambiente che dunque non possono essere annullate la strada individuata dalla maggioranza che sostiene il sindaco giovanni di giorgi si è posta due obiettivi da una parte dare ristoro agli utenti della zona a ridosso della discarica dall altra percorrere una procedura conforme alle norme per evitare problemi alle casse comunali e ai cittadini la soluzione individuata tiene conto del fatto che il comune non può anticipare le somme per pagare direttamente le bollette dei cittadini ma procedere ai rimborsi la maggioranza ha provveduto a mettere le somme per i rimborsi nel bilancio che sarà approvato entro il 30 giugno nei giorni successivi gli utenti aventi diritto riceveranno apposita comunicazione a domicilio da parte del comune in cui saranno informati circa tempi e modalità di ricevimento di un contributo economico da parte dell amministrazione comunale contributo che sarà erogato entro il prossimo 30 settembre 4

[close]

p. 5

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 latina imu pesante interviene la uilp scarsa attenzione alle fasce più deboli della società di simone di giulio l imu è alle stelle e i sindacati che rappresentano i pensionati non ci stanno le politiche sociali non si misurano tanto o solo attraverso l erogazione dei servizi peraltro abbastanza modesti per il comune capoluogo non certo al passo con le `performance delle città del centro nord le politiche sociali si misurano anche e soprattutto attraverso una maggiore equità in termini di imposizione fiscale e il comune di latina attraverso la bozza di regolamento e di applicazione delle aliquote dell imu dimostra come vi sia scarsa attenzione alle fasce più deboli della società pensionati e disabili e questa la denuncia di francesca salvatore ­ segretario generale della uil pensionati di latina che in una nota prosegue il comune di latina aveva la possibilità di correggere le molte incongruenze che si nascondono dietro la nuova imposta cercando di rendere socialmente accettabile l imu come uilp avevamo chiesto 4 cose di prevedere una maggiore detrazione oltre i 200 euro previsti dalla legge per i pensionati che non hanno figli minori di 26 anni nel loro nucleo familiare un aliquota ridotta per gli anziani con pensioni sociali o integrate al minimo maggiori detrazioni per quelle famiglie con disabili maggiori di 26 anni l equiparazione a prima casa dell immobile posseduto da un anziano o disabile ricoverato in strutture di lungodegenza nessuna di queste è presente nella bozza in discussione in questi giorni al consiglio comunale il che dimostra che di anziani e disabili si parla tanto ma soltanto quando si deve fare `propaganda dimenticandosene invece quando si tratta di prendere decisioni amministrative anzi prosegue la nota il comune ha scelto la strada peggiore e a pagare il prezzo più alto saranno i pensionati ai quali nonostante il comune non abbia aumentato l aliquota di base lasciandola al 4 per mille la stangata imu peserà mediamente 254 euro a fronte dei 154 di una famiglia con due figli minori contestualmente si premiano gli `immobiliaristi con aliquote del 9,1 per mille sugli immobili invenduti la uilp di latina fa un appello a tutte le forze politiche sedute in consiglio affinchè venga modificato il regolamento con maggiori detrazioni che premino i pensionati e disabili le risorse si prendano da chi ad oggi ha pagato meno gli effetti della crisi ad iniziare da evasori e grandi patrimoni al contrario se non riceveremo adeguate risposte non esiteremmo un minuto ad esercitare ogni forma di pressione per cercare di disegnare un fisco locale più equo isola pedonale il pd ne chiede la chiusura il consigliere porcari non si tratta solo di quattro transenne di simone di giulio chiediamo che cessi subito questa sperimentazione di isola pedonale dannosa per la città la richiesta arriva da fabrizio porcari consigliere comunale del partito democratico che torna sulla prova di chiusura del centro storico voluta dall amministrazione comunale in una nota porcari spiega ben tre assessorati turismo commercio e viabilità sono stati coinvolti per mettere in piedi questa isola pedonale e visti i pessimi risultati adesso giocano allo scaricabarile rispetto alle responsabilità un isola pedonale è una cosa seria è un patrimonio per tutta la città non si tratta solo di quattro transenne l opposizione in consiglio sostiene invece che l obiettivo dell amministrazione dovrebbe essere la chiusura del centro storico 24 ore su 24 per sette giorni a settimana l isola pedonale deve essere il risultato finale di uno studio puntuale e preciso che riguardi l organizzazione del traffico questa amministrazione deve dotarsi ed è un obbligo previsto dalla legge alla quale il comune di latina ancora non si è adeguato del piano generale del traffico urbano pgtu questa amministrazione aggiunge il consigliere comunale deve cominciare a pensare al traffico al trasporto pubblico urbano e al piano sosta in modo serio il momento è anche ottimale il trasporto pubblico e il piano sosta devono andare a gara entro quest anno quindi i tempi per migliorare i settori ci sono l isola pedonale è lo specchio del fallimento di un settore importantissimo come la viabilità la chiusura di un pezzo di città al traffico è un modo per costruire e vivere la comunità perché l isola pedonale è un punto di incontro e di aggregazione va quindi studiata e non improvvisata il centro va curato con l arredo urbano adeguato con questa sperimentazione si rischia di far fallire un progetto che nel suo intento è meritevole nella prossima commissione viabilità conclude porcari chiederemo una relazione su come si sta muovendo l amministrazione rispetto all isola pedonale e chiederemo la sospensione immediata di questa sperimentazione fallimentare 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 sezze troppo cemento nel prg legambiente non ci sta ingiustificato consumo di suolo peraltro agricolo di simone di giulio troppo cemento grigio un fabbisogno totale previsto di circa 2milioni di mc di nuova edilizia residenziale per circa 5.500 nuovi alloggi una superficie che coprirebbe circa 340 nuovi campi di calcio prima dediti all agricoltura di qualità e questa la drammatica analisi di marco omizzolo presidente del circolo larus legambiente di sabaudia e coordinatore provinciale che nei giorni scorsi ha presentato al comune di sezze entro i termini prestabiliti le sue osservazioni al nuovo piano regolatore proposto dall amministrazione comunale nei mesi scorsi l analisi compiuta della proposta urbanistica del comune lepino ha visto la partecipazione di esperti che hanno convenuto sull insostenibilità della proposta avanzata sia dal punto di vista ambientale che urbanistico il piano si legge nella nota del responsabile di legambiente indirizzata al sindaco di sezze e all assessore all urbanistica maurizio baratta si fonda su una metodologia statistica che suscita forti perplessità ed errori grossolani tutti peraltro orientati in favore di aumenti di cubatura sproporzionati legati a necessità abitative non giustificabili si tratta ancora una volta di un ingiustificato consumo di suolo peraltro agricolo che deve essere fermato una critica pesantissima per un progetto fortemente voluto dalla scorsa amministrazione campoli e realizzato di concerto con l allora assessore antonio maurizi proprio campoli nel mese di marzo alla vigilia della tornata elettorale che poi lo ha confermato primo cittadino di sezze aveva elogiato il nuovo piano arrivandolo a definire `atto storico e portandolo come cavallo di battaglia per convincere gli elettori a dargli ulteriore fiducia per un altro quinquennio nella nota di omizzolo si legge ancora le osservazioni riguardano le aree previste dal nuovo piano per la realizzazione di nuovi impianti residenziali e produttivi l area interessata si colloca nella zona di sezze scalo lt compresa tra la ferrovia la strada provinciale setina degli archi di san lidano e la s.s monti lepini l attuale destinazione dell area interessata è ad uso agricolo e risulta caratterizzata da produzione agricola diffusa di ortaggi e varie altre produzioni di elevata qualità tanto da risultare produzione tipica e caratterizzante l area dei lepini essa costituisce un eccellenza produttiva da preservare e valorizzare stante le peculiarità dell area rurale anche quale risorsa occupazionale importante l area risulta attualmente classificata secondo il ptpr adottato nell ambito del sistema del paesaggio naturale come area di paesaggio naturale agrario sul quale la proposta in oggetto avanzata dall amministrazione prevede un inter6 vento di trasformazione urbanistica con cambio di destinazione d uso da agricolo a nuovi impianti di edilizia residenziale semi-intensiva e estensiva l opera in esame risulta già dalle dimensioni della sua estensione particolarmente rilevante e senza dubbio impattante comportando un evidente improprio e dannoso consumo di suolo peraltro agricolo e altamente produttivo necessariamente da evitare restiamo convinti che i centri urbani soprattutto storici come quello del comune setino analizzati secondo una prospettiva moderna includendo in essa anche le realtà periurbane e rurali dovrebbero saper programmare uno sviluppo urbano coerente con l ecosistema circostante e la relativa storia sapendo coniugare necessità e sviluppo residenziale con le peculiarità dell area peri-urbana e rurale evitando colate di cemento che sottrarrebbero valore e terreno alla città sempre secondo legambiente nella proposta avanzata al punto 4 dimensionamento del piano della relazione descrittiva ove si analizza l andamento demografico della popolazione di sezze calcolata su base decennale dal 1981 al 2010 e su base annuale dal 2001 al 2010 si rilevano alcune anomalie statistiche che conducono ad una crescita sovrastimata della popolazione che non risulta fondata metodologicamente e dunque non corretta statisticamente si afferma che l incremento della popolazione nel prossimo decennio basato sul confronto dell incremento reale della popolazione nei periodi 1981/2001 dati istat pari a 0,81 su base annua 2001/2010 dati comunali pari a 1,27 su base annua ed abbiamo considerato rilevante il dato medio 2006/2010 pari al 1,42 che determina al 2020 un aumento di popolazione pari a 3395 abitanti con un incremento ponderato medio annuo pari allo 1.30 e nel decennio pari al 13.83 in questa analisi risulta non corretto il dato considerato in primis perché è consuetudine nei dati statistici in esame per questo genere di rilevamento considerare i dati istat prevalenti su quelli comunali in ragione della maggiore fondatezza scientifica e quindi statistica dei primi rispetto ai secondi secondo poi risulta ancora metodologicamente non corretto e peraltro non giustificato nell elaborato preso in considerazione adottare come rilevante e fondante il calcolo statistico di prospettiva il dato medio 2006/2010 pari al 1,42 si tratta di un dato di comodità e convenienza funzionale al progetto quando invece il dimensionamento dovrebbe seguire il reale e corretto andamento demografico e la sua elaborazione in prospettiva e su questa base dimensionare l intervento infrastrutturale

[close]

p. 7

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 sezze rubinetti a secco ma nessuno si muove cittadini ormai rassegnati a restare senza acqua di simone di giulio quello che fa male non è il caldo non è scipione o caronte che arriverà nelle prossime settimane quello che fa male non è essersi trovati in una situazione tipica del cane che si morde la coda una sorta di circolo vizioso in cui il paradosso è che la nostra acqua quella delle fonti che insistono sul territorio setino per intenderci arriva a rifocillare mezza provincia mentre noi siamo a secco quello che fa male non è sapere che quell acqua è già stata pagata nelle bollette mentre adesso si torna a casa ci si vorrebbe fare una doccia si vorrebbe cucinare fare una lavatrice dare un sorso rinfrescante alle nostre piante e i rubinetti piangono non fa male sapere che la dondi non ha pagato la fornitura ad acqualatina che quindi ha deciso di ridurre il flusso idrico salvo poi tornare sui suoi passi spinta da un ordinanza del sindaco che però ha solo tamponato la falla non fa nemmeno male sapere di essere ancora dipendenti da una società privata alla faccia dell esito del referendum farsa e beffa dello scorso giugno quando invece la stessa società è stata `cacciata da quasi un anno non fa male sapere che ad ottobre il tribunale amministrativo del lazio dovrà entrare nel merito della vicenda e si rischia di non vederla finire più questa storia già ventennale fanno male altre cose nella vicenda che per l ennesima volta vede protagonista la città di sezze sulla questione acqua fa male andare sui social network facebook e twitter oltre a vari forum e blog e leggere tutte le lamentele dei cittadini che non vedono uscire acqua dai rubinetti chi da qualche giorno chi da settimane chi addirittura dai primi caldi di maggio non fa male sentire qualcuno che si lamenta di non poter nemmeno lavare i piatti o fare una doccia o di chi da qualche giorno va in giro con gli stessi vestiti perché non può infilarli in una lavatrice sia ben chiaro fa male che alla luce dei fatti da discreto giornalista quale mi reputo di essere mi sono mobilitato per capire quali forme di tutela abbiano adottato i miei concittadini che si trovano in questa condizione ho cercato di scoprire alcuni canali istituzionali ai quali questi poverini si sarebbero potuti rivolgere e sapete qual è stato il risultato niente niente nessuna denuncia nessun esposto nessuna manifestazione ufficiale niente di niente non sono un giurista e da quello che scrivo si evince spesso che me ne pure guardo dall esserlo ma credo che ogni giorno venga commesso uno o più reati innanzitutto quello di interruzione di pubblico servizio e allora già immaginavo di dover scrivere di denunce di esposti alla procura della repubblica di suggerimenti su chi denunciare se il comune di sezze in quanto proprietaria della rete idrica se la dondi in quanto concessionaria del servizio se acqualatina come gestore dell ato4 e delle fonti delle sardellane e invece niente solo chiacchiere da bar polemiche sterili minacce velate e un senso di scoramento e rassegnazione da parte di chi addirittura è quasi `abituato a non avere acqua durante i mesi estivi e ormai `c ha fatto il callo e allora torno a vergognarmi di essere sezzese non setino i setini erano un altra cosa o almeno pensavo fosse così e torno a ribadire un concetto che mi è addirittura costato una querela quello famoso del genio che vende escrementi mi tengo basso e dello stupido mi tengo ancora più basso che li acquista e torno sull amarissima considerazione che ho scritto anche sui kleenex al sezzese medio piace lamentarsi non solo a lui sia chiaro ma lui sta una spanna sopra gli altri si può quasi considerare un maestro perché ha delle piazze e dei bar che sembrano servire proprio a questo poi nei fatti è tutta un altra cosa 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 priverno rischio chiusura pure per la `società l allarme del presidente mario belli di mario giorgi mario belli presidente della società operaia artigiana principe borghese di priverno lancia l allarme il glorioso sodalizio di piazza giovanni xxiii rischia di chiudere e delle condizioni in cui versa quella che da tutti i privernati è conosciuta come la società ha voluto informare le autorità cittadine e così ha preso carta e penna ed ha scritto al sindaco umberto macci al presidente del consiglio comunale vivenzio di legge e a tutti i consiglieri comunali di maggioranza e di minoranza perché tutti debbono sentirsi coinvolti e collaborare a trovare una soluzione che impedisca la morte della società la società operaia artigiana principe borghese un istituzione nella storia della nostra città la quale oltre che luogo ludico e di intrattenimento ed incontro per gli iscritti che si sono succeduti e le loro famiglie ­ si legge nella lettera di belli è stata centro e motore di tante iniziative culturali e sociali ci permettiamo di ricordare solo il ruolo del mutuo soccorso svolto quando non esistevano altri modelli di welfare sta morendo la nostra ­ continua il presidente non è e non vuole essere una drammatizzazione della situazione ma sta di fatto che l esiguo numero di iscritti e l indispensabilità di tutta una serie di interventi strutturali minano la possibilità della sopravvivenza del nostro sodalizio ci rivolgiamo a lei ­ ed a tutto il consiglio comunale ­ memori della sua sensibilità ed attaccamento verso una istituzione nei confronti della quale era stata già avanzata dall amministrazione una proposta di aiuto di cui però sottolinea mario belli non è stato ben colto il senso da parte dell attuale consiglio direttivo e crediamo di tutti gli iscritti ­ continua la missiva del presidente c è la disponibilità ad incontrare oltre al sindaco anche una specifica commissione consiliare all interno della quale verificare le possibilità di intervento a tutela e salvaguardia della società siamo convinti ­ conclude mario belli che possano e debbano essere verificate tutte le possibilità giuridiche ed economiche per consentire che un importante pezzo di storia della nostra città continui non solo ad esistere ma che in un momento di grande difficoltà economica e culturale possa tornare a svolgere quel ruolo che ne ha fatto un istituzione ed un punto di riferimento nel tessuto sociale della nostra città in relazione a quanto palesato da belli ­ precisa una nota del comune su richiesta di vivenzio di legge presidente del consiglio comunale tutti i consiglieri sono già stati invitati a presentare delle proposte e dei suggerimenti che potranno poi essere vagliati nell ambito di una prossima riunione dei capigruppo nella quale si affronterà direttamente il problema nel tentativo di trovare una soluzione ed evitare in questo modo ciò che al momento appare inevitabile l auspicio è che con il concorso di tutti si possa evitare la morte di un altro pezzo di storia stazione una protesta senza fine di mario giorgi problema stazione una questione ormai datata ma che resta senza soluzione la maggioranza continua a tacere l opposizione ad attaccare e così dopo elvira picozza del partito democratico che riferendo della sentenza del tribunale amministrativo regionale sezione di latina con la quale si annullava la gara di appalto dei lavori aveva parlato per il futuro di ulteriori ritardi e spreco di risorse è ora la volta del consigliere comunale di sinistra ecologia e libertà federico d arcangeli che ha affidato il suo pensiero ad una nota diffusa sulla rete dal titolo decisamente ironico chi ride ora quando molti mesi fa ­ scrive d arcangeli demmo notizia dell ennesima goffa brutta disavventura della giunta macci sull unica opera pubblica rimasta ancora nel campo delle cose possibili da realizzare raccogliemmo come sempre la reazione un pò divertita di un assessore graniticamente convinto che il ricorso dell impresa cui era stata tolta la 8 gara fosse del tutto privo di motivazioni e che la vicenda si sarebbe risolta da lì a poco vale la pena ricordare ­ sottolinea ancora d arcangeli che parliamo di un opera che centinaia e centinaia di pendolari attendono ormai da venti anni per la quale sono stati fatti e disfatti tre o quattro progetti uno sicuramente scellerato avendo perso per strada anche parte del finanziamento iniziale l ultima notizia è che il tar del lazio ha dato dunque ragione alla ditta ricorrente e quindi tutto è da rifare la conclusione del consigliere comunale sel è ovviamente in linea con il titolo della sua nota aspettiamo di conoscere il pensiero del solito assessore chissà se è ancora divertito ci sia consentita una sola breve considerazione nessuno può impedire a nessuno di fare commenti di qualsivoglia natura su qualsivoglia argomento né ad un semplice cittadino né ad un politico e tanto meno ad un amministratore.

[close]

p. 9

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 priverno un comitato per colle menardo residenti uniti per far sentire le proprie proteste di mario giorgi i cittadini privernati residenti nella zona di colle menardo lato sinistro della provinciale madonna delle grazie sono stanchi di aspettare che dalla stanza dei bottoni qualcuno si accorga dei loro problemi e così hanno deciso di mettere nero su bianco l analisi delle condizioni in cui versa quell ormai popolosa periferia scaturita dalla riunione del comitato di zona della settimana scorsa e di affidarla alla stampa sei in particolare sono le problematiche sollevate dal comitato di zona la prima è legata alla stagione estiva la presenza di alberi ­ si legge in una nota ­ tra colle pagano e fosso di colandrea cresciuti oltre misura può avere serie conseguenze in caso di incendio ­ come peraltro è già avvenuto in passato ­ non solo per le abitazioni vicine ma anche per l interruzione di servizi essenziali come telefono ed energia elettrica per la probabile fusione dei fili che si trovano proprio tra i rami di quegli alberi inoltre in quella zona ­ sottolinea il comitato di colle menardo ­ ci sono terreni incolti e addirittura abbandonati che dovrebbero essere bonificati o comunque ripuliti dalle tante erbacce perché in questo periodo estivo come già accaduto diventano ideale volano di incendi pericolosi poi la crescita del processo di urbanizzazione della zona con l aumento della popolazione residente ripropone il problema igienico e nello stesso tempo ecologico strettamente legato alla mancanza della rete fognante ed ancora il letto del fosso è invaso sempre più da cespugli rami di alberi e rifiuti che possono ostacolare in caso di forti piogge il regolare deflusso delle acque provocando lo straripamento con conseguenti disagi ma anche pericoli per gli abitanti della zona e di straripamenti delle acque se ne sono già verificati anche in tempi recenti il comitato di zona segnala poi il problema della sicurezza scindendolo in due parti la prima legata al ponticello che si trova tra colle pagano e fosso di colandrea che non presenta alcun elemento di sicurezza soprattutto per i bambini che vivono in quella zona e la seconda alla sicurezza delle abitazioni problema questo peraltro già segnalato in passato a seguito di qualche furto messo a segno ai danni di alcune abitazioni un primo passo ­ secondo il comitato di zona potrebbe essere l installazione di qualche punto luce e forse ­ conclude ironicamente la nota del comitato di zona di colle menardo ­ chissà che dopo aver pagato l imu qualche primo piccolo intervento non si possa incominciare a vedere comunità montana sfiduciato solli i dissidenti scelgono ugo marcocci come nuovo presidente di mario giorgi la xiii comunità montana dei monti lepini e ausoni con sede in priverno ha un nuovo presidente nell assemblea generale ­ autoconvocata della settimana scorsa è stato infatti sfiduciato il presidente/commissario franco solli già sindaco di prossedi diciannove consiglieri ­ vale a dire la metà più uno come da regolamento ­ hanno presentato e votato una cosiddetta mozione di sfiducia costruttiva per cui il presidente solli che però ritiene di essere il commissario dell ente e quindi non sfiduciabile è stato sostituito da ugo marcocci consigliere della lista uniti per sermoneta di area pd contestualmente è stata eletta anche la giunta comunitaria costituita da quattro elementi ovviamente tutti dello schieramento di centrosinistra si tratta di domenico sulpizi bassiano giampiero nardacci roccagorga norberto fanella maenza e franca petroni roccasecca dei volsci all atto della votazione della mozione di sfiducia franco solli e sei consiglieri di centrodestra presenti in aula hanno abbandonato la seduta da indiscrezioni sembra però che lo stesso solli nella sua qualità di commissario regionale intenda impugnare la delibera davanti al tar per la cronaca la xiii comunità montana che come tutti gli altri enti montani italiani è a rischio scioglimento è formata da dodici comuni tutti della provincia di latina bassiano cori norma sermoneta rocca massima sezze roccagorga maenza prossedi priverno roccasecca dei volsci e sonnino i consiglieri sono trentasei tre per ogni comune membro e la maggioranza è di 19 membri attualmente un paio di comuni andati al voto nell ultima tornata elettorale non hanno ancora nominato i propri rappresentanti al di là dell eventuale ricorso di solli sulla nomina del nuovo presidente e del nuovo esecutivo come detto la comunità montana è tra gli enti che dovrebbero essere soppressi per il taglio ai costi della politica 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 maenza concorso vigili 4 idonei dopo i colloqui svaniscono tutte le ombre di luca morazzano salvo ricorsi si è concluso il concorso per stilare la graduatoria per l assunzione a tempo determinato e part time di due agenti di polizia locale dei venti richiedenti a partecipare che avevano inviato la documentazione e si erano visti attribuire un primo punteggio in base ai titoli e ai certificati di servizio precedenti solo in dieci sono stati quelli che si sono presentati davanti alla commissione per sostenere il colloquio orale così la triade presieduta dalla segretaria comunale franca sparagna nella mattinata del 21 giugno ha effettuato i dieci colloqui che potevano attribuire fino a dieci punti con soglia minima per il raggiungimento dell idoneità a 7/10 in base a tale soglia dei dieci esaminandi alla fine solo quattro sono stati quelli ritenuti idonei fabio baratta già primo per titoli con un punteggio totale di 7,50 generato da 4,50 punti di titoli di servizio e 3 per titoli di studio ha ricevuto una votazione del colloquio di 9/10 per un totale di 16.50 che lo mette abbondantemente al primo posto alle sue spalle nel colloquio si sono posizionati in due con un punteggio di 8/10 marianna savelli che di punti ne aveva già 6 2 di titoli di servizio 4 di titoli di studio e fabio moneschalchi che però di punti da titoli ne portava solo due e si posizionano seconda a quattordici e quarto a dieci in mezzo a loro c è alfieri cibelli con già 5,50 punti di titoli cui aggiunge i 7 del colloquio per un totale di 12,5 che gli valgono il terzo posto tutti gli altri sono risultati non idonei e quindi non andranno a fare classifica per la precisione infatti hanna kudelevych marianna montellanico e patrizia ventimiglia hanno concluso la prova riportando un punteggio di 5/10 e secondina mattarelli di 4/10 gli ultimi due amelia realacci e vincenzo saralli pur presenti come si legge dall estratto del verbale di commissione si sono rifiutati di partecipare alla prova colloquio con buona pace dei dieci che hanno deciso di non presentarsi proprio nonostante in due di loro mansi e pirri di punti ne avessero già 4 di titoli staremo adesso a vedere come e se il comune deciderà di servirsi di questa graduatoria per attingere i vigili già durante l estate intanto questo si può affermare tutte le polemiche relative a voci di raccomandazioni e combine sono state sedate dagli esiti stessi di un concorso avevamo cominciato a parlare di questa vicenda con un proverbio latino chiudiamo con una citazione teatrale tanto rumore per nulla sono oltre 90 i bambini iscritti alle colonie corsi tra loro anche alcuni della casa famiglia ipab di priverno di luca morazzano e andata gran bene l iniziativa del ludobus di giugno e le partecipazioni dei tanti bambini lo hanno testimoniato e per la gioia degli stessi bambini in un certo senso il 7 luglio si replica con l arrivo in piazza lepri dei clown che allieteranno i presenti con giochi siparietti smini spettacolo e tanta allegria grazie all organizzazione dell assessorato ai servizi sociali stavolta in collaborazione con l associazione valentina onlus e del punto baby un ennesimo centro per l assessore roberto corsi molto attivo nel prodigarsi in attività sociali e ricreative nella sua agenda operativa che aspetta però ancora il completamento e l inaugurazione della biblioteca nei locali dell ex scuola in piazza santa reparata e quella della copertura wifi della stessa piazza non mancano le note positive prima su tutte l adesione riscontrata nelle iscrizioni alle colonie marine per questa estate un boom di adesioni oltre le previsioni che porterà circa novanta bambini ad usufruire delle tre settimane di mare organizzate dal comune lo stesso corsi sciorina con motivata 10 assessorato servizi sociali soddisfazione numeri e motivi sono contento per tanti motivi a cominciare dalla riuscita della manifestazione che si è tenuta il 16 giugno con il ludobus e la recita della ludoteca in quell occasione ho visto tanta collaborazione a partire dai genitori e ho apprezzato il frutto dell impegno dei bambini durante l anno nella preparazione dello spettacolo finale la ludoteca riaprirà per la metà di ottobre con la speranza di avere sempre un maggior numero di partecipanti intanto ringrazio le due operatrici coco monia ed emanuela ranellucci la coop altri colori e la collaborazione di riccardo loccia passa poi alle colonie più di 90 iscritti rappresentano un bel successo in fato di adesioni sintomo di apprezzamento di un iniziativa ch replica e amplifica quella dello scorso anno in più mi rende fiero il fatto che tra i novanta ci saranno alcuni bambini dell istituto ipab `e.baratta casa famiglia di priverno sintomo anche questo che il buon lavoro fatto negli anni precedenti è stato apprezzato l augurio è quello di un buon divertimento a tutti i bambini

[close]

p. 11

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 pontinia presidi sull appia si spacca l udc la maggioranza trema in difesa dell agricoltura di roberto tartaglia di roberto tartaglia s era detto sin dall inizio che una maggioranza composta da pd e udc avrebbe avuto non pochi problemi a pontinia ma pochi avrebbero scommesso su ciò che è accaduto nei giorni scorsi le lotte intestine all udc infatti stanno tenendo banco sulla scena politica locale tutto è iniziato da dichiarazioni al vetriolo rilasciate dai consiglieri cengia e ramati ora autosospesi dal partito dure le repliche del segretario udc enrico emiliozzi che senza mezze misure ha definito puerile il loro comportamento emiliozzi accusa cengia e ramati di avere poche idee e di essere incapaci di un confronto con gli altri membri del partito il pd intanto sta alla finestra e non interviene i panni sporchi si lavano in casa si sa e poi non è escluso un ritorno sui propri passi dei due esponenti di maggioranza tra poco occorrerà votare per il bilancio 2012 e lasciare solo soletto il compagno di partito l assessore al bilancio alfonso donnarumma non sarebbe certo una mossa politicamente intelligente e conveniente i due ribelli nella lettera di dimissioni dal partito indirizzata al segretario emiliozzi si sono detti delusi e scontenti di alcuni comportamenti della maggioranza comunale che l udc forte del risultato ottenuto alle comunali 4 eletti su 4 candidati sperasse in qualcosa in più dell assessorato al bilancio era chiaro a tutti ma a una simile soluzione si giunge solo se si vuole dare un chiaro messaggio del proprio peso nell amministrazione comunale oppure se si è arrivati davvero al capolinea e tutti i precedenti tentativi di mediazione sono falliti e neppure il passo indietro di cengia già segretario del partito a favore dell elezione di emiliozzi come nuovo segretario ha prodotto risultati ok niente carica di vicesindaco a donnarumma e niente delega all urbanistica a bottoni ma c è solo questo in ballo le uniche dichiarazioni rilasciate dalla fazione cengia-ramati sembrano lasciare aperte molte porte non vogliamo cambiare partito una spinosa questione giudiziaria ha portato nei giorni scorsi un esercito di trattori e gli esponenti del cra e del movimento dignità sociale sull appia nei pressi dell ex mira lanza la questione vede come protagonista un azienda agricola di circa 70 ettari e una famiglia di agricoltori che vi lavora e vive divisa tra un acquisto all asta del 2008 e le ragioni che spingono i manifestanti ad impedire al custode giudiziario di accedere alla proprietà ragioni supportate dal fatto che come afferma il presidente del cra nella vicenda non è stato considerato il diritto agrario a tutela degli affittuari residenti il presidio ha avuto il suo effetto seppur temporaneo ma la simbologia che dà valore al gesto è ben più forte del gesto stesso si tratta di difendere a spada tratta quello che una volta era il fiore all occhiello della pianura pontina e che ora colpa la crisi ma anche la scarsa attenzione da parte degli organi istituzionali si sta trasformando in nient altro che un fievole ricordo l agricoltura a processo i 5 indiani accusati di omicidio di roberto tartaglia lo scorso 27 febbraio un negoziante indiano di 35 anni residente a pontinia venne malmenato con bastoni e spranghe di ferro nonché derubato in via del murillo da alcuni connazionali dopo essere stato avvicinato con la scusa di motivi legati al lavoro nei giorni scorsi si è tenuta l udienza al cospetto del giudice pierfrancesco de angelis per il giudizio immediato a carico dei 5 indiani accusati di tentato omicidio il tribunale ha aggiornato la seduta al prossimo 10 ottobre per l esame dei testi la parte lesa ancora convalescente dalle ferite riportate è l unica ad essersi costituita nel corso dell udienza gli imputati invece sottoposti agli obblighi di polizia giudiziaria non erano presenti in aula la vittima a seguito della feroce aggressione riportò la frattura della tibia e del perone sinistri della tibia e della rotula destri e una serie di contusioni ed escoriazioni il tutto per circa mille euro che la vittima teneva in tasca e una catenina d oro fortunatamente testimoni oculari permisero il celere intervento delle forze dell ordine ed evitarono il peggio 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 cultura 8° roccalling al via appuntamento dal 13 al 15 luglio di alessia saputo torna ancora una volta una nuova edizione del roccalling festival per l ottavo anno consecutivo dal 13 al 15 luglio nella zona artigianale di roccagorga in località prati organizzato dall ass culturale roccalling zona-festival assieme al patrocinio del comune di roccagorga all assessorato alla cultura della provincia di latina e della regione lazio il concorso è rivolto a tutti gli artisti o band emergenti privi di un contratto discografico che attraverso i loro brani musicali in lingua italiana o in dialetto hanno volontà di esprimere e condividere l amore e la passione che le note possono trasmettere ogni esecutore potrà presentare tre brani che verranno giudicati e votati da una giuria composta da esperti nel settore musicale da componenti dell organizzazione e da musicisti non dovranno contenere messaggi pubblicitari in favore di persone prodotti o servizi il premio che verrà consegnato al primo classificato sarà un premio in denaro accompagnato dalla realizzazione di un video-demo per la canzone vincitrice l intero evento verrà affiancato dalle prelibatezze della gastronomia nostrana grazie alla presenza dello stand dell associazione quest ultima ha da tempo instaurato un forte rapporto di gemellaggio con festival fratelli festival di ghedi festival delle periferie miscela rock e orquestra al punto tale di condividere insieme la partecipazione a numerosi incontri musicali la nuova edizione del roccalling verrà battezzata dall apertura alle ore 17 di venerdì 13 dello stand gastronomico seguita dal motoraduno alle ore 20,30 si entrerà nel vivo della musica con le band partecipanti e con la presenza degli acusticando in concerto per chiudere la serata la giornata seguente sarà ricca di incontri che inizieranno la mattina con la presenza dell avis di roccagorga e continueranno nel pomeriggio con super mini-volley motoraduno l esibizione delle band in gara e della band ospite fancaz l evento si concluderà domenica con roccagorga in mountain bike esposizione d auto d epoca motoraduno sfida tra le migliori quattro band rimaste in gara e il concerto dei madelaine con cristiano turato per ogni eventuale informazione è possibile visitare il sito ufficiale dell associazione www.roccalling.org a maenza inizia il memorial stefano suprano di luca morazzano dal 2 al 6 luglio presso l area dei campetti sono queste le coordinate spazio temporali del memorial stefano suprano che per l edizione 2012 avrà la forma di un torneo di calcio tennis tre contro tre questo l escamotage scelto dall organizzazione per tenere in vita un torneo molto sentito a maenza tanto quanto il ricordo dell indimenticato stefano cui è dedicato a sfidarsi saranno sedici coppie posizionate da subito in un tabellone ad eliminazione diretta già al primo turno dalle prime otto gare in programma quattro per sera il 2 e il 3 usciranno le otto sorelle che il 4 si giocheranno i quarti di finale semifinali il 5 e gran finale il 6 luglio accompagnata da spettacoli di intrattenimento con fuochi d artificio e dj set oltre ad ampie premiazioni con in palio cene prosciutti coppe e medaglie il tabellone è quasi completo e agguerrito ma ancora c è qualche posto disponibile per gli aspiranti successori al duo campione lo scorso anno quando ad imporsi nel torneo di calcio tennis fu la coppia formata dai due terribili `anzianetti adalberto marchetti e giuseppe consoli ciliegia maentina protagonista a napoli sta tornando la ciliegia tipica di maenza non solo come sagra in cui per ora è necessario ricorrere a frutti importati ma come cammino verso un ripristino di una coltura/cultura che rischiava di scomparire un importante riconoscimento per la ciliegia tipico e antico prodotto del mondo agricolo maentino è arrivato domenica scorsa a napoli l azienda agricola nicola centra ha infatti partecipato al 15° concorso nazionale ciliegie d italia l evento organizzato dall associazione 12 nazionale amici delle ciliegie e dall associazione nazionale dei mercati ha infatti conferito a nicola centra un importante riconoscimento da oltre dieci anni centra si è impegnato nel rilancio del prodotto impiantando diverse qualità di ciliegie nei suoi terreni in località sant angelo ai confini di maenza con carpineto romano e indubbiamente un buon segnale per l agricoltura locale e un rilancio per un tipico prodotto vanto e orgoglio del popolo maentino l.m

[close]

p. 13

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 cultura a bassiano continuano le notti dell utopia di paola bernasconi iniziata il 21 giugno con una festa dedicata alla sport le notti dell utopia l estate organizzata dalla società cooperativa sociale onlus utopia 2000 continua sabato 30 con il respiro della musica concerto di beneficenza in memoria di michela palombo scomparsa prematuramente sei mesi fa all età di vent anni e di tutte quelle persone che hanno perso la vita a causa della fibrosi cistica una malattia genetica ereditaria cronica che colpisce alcuni organi dell apparato respiratorio voluto dalla famiglia in collaborazione con l o.f.fi.ci.um organizzazione famiglie contro la fibrosi cistica a carattere umanitario e con il patrocinio del comune di bassiano l evento si svolgerà presso il parco comunale achille salvagni di bassiano a partire dalle 16 con delle prove di arrampicata e teleferica in collaborazione con l associazione mountain freedom si terrà inoltre un torneo di pallavolo e si potrà usufruire della piscina turistica dalle 17 in poi si darà il via alle esibizioni artistiche e musicali che vedranno alternarsi sul palco molti gruppi e compagnie dulcamara compagnia teatrale di roma zimara band cover band pop rock artisti femminili ore undici cover band di ligabue cromosoma 4 cover band pop rock artisti vari scincios gruppo di musica blues in dialetto full tone blues band gruppo musicale blues degrecover cover band di francesco de gregori aboritmika performance musicale con didgeridoo e spettacoli di fuoco esibiti da valerio e azzurra mantice gruppo di musica popolare sarà attivo un servizio di ristoro durante tutta la giornata mentre il biglietto di ingresso è di 5 euro l incasso al netto delle spese sarà devoluto all o.f.fi.ci.um l intento è difatti quello di unire la spensieratezza della musica al bisogno vitale del respiro da cui il titolo oltre a quello di sensibilizzare gli animi delle persone verso questa realtà che i malati di fibrosi vivono quotidianamente ma le notti dell utopia non finiscono qui gli eventi continueranno infatti per tutta l estate fino al primo settembre questa manifestazione ­ spiega massimiliano porcelli presidente della cooperativa ­ dimostra che l espressione `terzo settore può assumere una pluralità di significati non limitato alla solita elencazione dei requisiti giuridici per entrarne a far parte ma esteso anche a quei principi organizzativi a quei presupposti etici e solidali che ne costituiscono il potenziale attrattivo gli ospiti della piccola comunità perfettamente integrati nel sistema sociale scuola piazza lavoro della comunità di bassiano stanno lavorando a diversi progetti per sfruttare al meglio le potenzialità turistiche e culturali della città e sperimentare un approccio al concetto di integrazione­inclusione perfettamente opposto a quelli classicamente conosciuti e applicati finora il goodbye `festoso del documenta film fest di paola bernasconi una serata intima quasi improvvisata ecco quello che è stato goodbye documenta la serata durante la quale l associazione artistica gruppo alchimia ha detto arrivederci al suo documenta film fest giunto alla quinta edizione il festival nazionale del film documentario organizzato dall associazione setina si è visto infatti costretto ad una sospensione a causa di una mancanza di fondi non prevista grazie al budget zero alla cultura promesso dal sindaco andrea campoli così nella loro nota e allora per una sera la passeggiata del guglietto tornata in vita da qualche tempo è stata la location ideale e suggestiva per una festa che ha voluto spiegare e raccontare più nel particolare quel che è stato e quel che sarà ma che soprattutto ha desiderato ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e contribuito al documenta film fest tutti i registi che hanno partecipato nelle quattro edizioni precedenti e quelli che già si erano iscritti alle selezioni della quinta i collaboratori gli artisti che si sono susseguiti da gabriella compagnone a marco messina antonio veneziani passando per emanuele galoni i distorsonic i lisergia gli shirley said l accademia delle belle arti di roma e ancora le persone come le ragazze dell atelier modum remo grenga e tutti coloro che hanno fattivamente sostenuto il festival attraverso produzioni dal basso tra musica immagini e parole un piccolo angolo di sezze si è risvegliato e per una notte ha espresso la volontà di continuare e credere che un festival come il documenta possa tornare per promuovere l arte e allo stesso tempo il paese che lo ha ospitato negli ultimi quattro anni 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 cultura partite di beneficenza festival e quanto altro a pontinia la salsiccia dei record di paola bernasconi senza troppi preamboli ecco gli eventi della settimana a partire da oggi venerdì 29 giugno se a cori continua il palio del soccorso con la festa di porta romana che prosegue fino a domenica nel capoluogo potete ascoltare musica al sottoscala9 via isonzo con il concerto di rigolò mentre in via carturan si svolge la notte stellata di via carturan dalle 19 a mezzanotte la strada latinense si animerò tra musica e spettacoli in questa prima edizione di un evento che vuole riqualificare alcuni angoli della città se invece avete voglia di una giornata all insegna dell enogastronomia allora fondi è il posto che fa per voi oggi sabato e domenica si terrà infatti lazio terra di sapori una manifestazione che vuole promuovere i prodotti tipici laziali nell incantevole cornice di palazzo caetani lo chef massimiliano sepe proporrà tre degustazioni una per ogni giorno nelle quali farà risaltare i sapori dei prodotti nostrani ogni degustazione ha un costo di sette euro comprensivi anche di un calice in vetro e un porta calice per avere maggiori informazioni o prenotare potete contattare il numero 0771523671 o visitare il gruppo facebook lazionterradisapori un venerdì sera può essere però anche dedicato allo sport e alla beneficenza è il caso della partita dei sogni organizzata dall inter club sezze con il patrocinio del comune giunta alla sua terza edizione l iniziativa si propone di raccogliere fondi da devolvere a chi ha bisogno di aiuti concreti in questo caso l associazione il giardino dei sogni l evento sportivo che vedrà in campo l inter club sezze contro un all star delle associazioni setine si terrà presso lo stadio comunale setino augusto tasciotti a partire dalle 20 per sabato sera latina continua invece ad offrire appuntamenti di musica live con la band roisin dubh presso la rosa del deserto e con sonic factory 2012 contest musicale dedicato a cantanti e band emergenti al rockin di via maira questo sabato prende il via anche l estate a pontinia 2012 e ad inaugurare questa catena di eventi che si terranno in piazza indipendenza sarà la notte bianca insieme alla quarta edizione della salsiccia da guinnes l amministrazione comunale in collaborazione con la nemesis onlus e la macelleria grigolo hanno organizzato questa manifestazione che si terrà in viale italia a partire dalle 18.30 premio di rosa finale in grande stile di paola bernasconi È terminata domenica scorsa la seconda edizione del premio nazionale luigi di rosa organizzato dall associazione non profit araba fenice di sezze con il patrocinio e la consulenza scientifica della facoltà di lettere e filosofia dell università degli studi di roma tor vergata dopo una serie di incontri durante i quali si è analizzato il periodo storico che ha caratterizzato l italia dal 1968 al 1980 il 24 giugno sono stati infine assegnati i premi che hanno voluto incentivare il valore della memoria e della ricerca storica nella sezione tesi di laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento ha portato a casa il premio chiara zampieri con una tesi dal titolo il partito socialista italiano e il terrorismo i rapporti con autonomia operaia organizzata 1978-1982 università degli studi di padova facoltà di lettere e filosofia corso di laurea magistrale in scienze storiche relatore prof carlo fumian anno accademico 2010-2011 mentre nella sezione tesi di dottorato di ricerca la vincitrice è stata stefania voli con una tesi dal titolo soggettività 14 dissonanti movimenti extraparlamentari nell italia degli anni settanta percorsi biografici tra storia e memoria il caso di lotta continua a torino università degli studi di napoli l orientale dottorato di ricerca in storia delle donne e dell identità di genere in età moderna e contemporanea vi ciclo nuova serie relatore prof.ssa gabriella gribandi per la sezione libri è stato invece premiato il memoriale della repubblica gli scritti di aldo moro dalla prigionia e l anatomia del potere italiano einaudi di miguel gotor nella sezione audiovisivi documentari video film short film è stato invece premiato enzo de camillis con uno studente di nome alessandro con valentina carnelluti e giuseppe maggio un premio è stato infine dedicato anche agli studenti delle scuole della provincia di latina la classe vincitrice è la v c del liceo statale alessandro manzoni di latina la tesi vincitrice dal titolo tra storia nazionale e storia locale patologie del ricordo è stata redatta sotto il coordinamento di della prof.ssa maria forte.

[close]

p. 15

mondore@le numero 143 29 giugno 2012 cultura dopo gli europei in maxi schermo lo yam festival di luca morazzano si prepara a prendere il via la seconda edizione dello y.a.m festival la festa di giovani artisti e musicisti organizzata dall associazione intervo venti il gruppo si prepone come obiettivi principali di dare spazio all arte in genere nonché la possibilità di esporre al pubblico opere artistiche compiute dai giovani ragazzi del nostro paese e la rivalutazione del centro storico e delle piazze del nostro paese sempre più denso demograficamente ma ormai svuotato nel suo antico centro abitato infatti il nostro primo obiettivo è dare spazio a forme di arte che non sono così sempre in vista e magari necessitano di maggiori spazi e di maggiori attenzioni si tratta soprattutto di offrire la possibilità ai giovani artisti del panorama setino di poter esporre le proprie opere di genere certamente eterogeneo si darà spazio a esposizioni di pittura di fotografia bricolage tatoo e altro ancora le giornate saranno animate da gruppi musicali che rappresenteranno il nostro punto di forza per la pubblicizzazione e la riuscita dell evento si proverà quest anno anche a proporre una nuova forma d arte la recitazione in contatto diretto con gli artisti attendiamo semplicemente la loro conferma quasi certamente sicura per la rappresentazione di una commedia leggere e divertente alla quale sarà possibile assistere gratuitamente quest anno in occasione del torneo degli europei di calcio in ucraina e polonia l associazione sta provvedendo e continuerà a farlo pure per la finale a montare un maxi schermo per la proiezione di tutte le fasi finali della manifestazione sportiva spiega il presidente jacopo titi sentiamo la necessità di proporre eventi di questo tipo in una location suggestiva quale quella di piazza iv novembre in quanto riteniamo sia la più nota del nostro paese e certamente la più indicata per essere modello di una riqualificazione e rinvigorimento del centro storico di sezze lasciato colpevolmente troppo a se stesso dalle varie amministrazioni comunali fin qui avute sentiamo inoltre la necessità di aggregazione giovanile in un contesto di sviluppo delle piazze reali in contrapposizione alla sempre più statica e schermata vita degli adolescenti e degli studenti e dei giovani lavoratori intrinseca risulta essere la possibilità di maggiore portata lavorativa per le attività commerciali durante le attività associative verranno perciò coinvolti i commercianti tutti nell organizzazione diretta un modo questo per combattere la sempre più sentita crisi economica che tutta l italia e europa stanno attraversando edizione numero due per natura e musica in pentola per il secondo anno consecutivo l azienda agricola ganci e l associazione di musica e cultura popolare mantice organizzano natura musica in pentola a latina la manifestazione si propone con eventi annuali di promuovere nell incantevole scenario della prima cantina nata nell agro pontino la cantina ganci appuntamenti gastronomico musicali che presentino oltre che la convivialità il connubio tra la tradizione musicale e gastronomica sia dell agro pontino sia di altri territori la cantina ganci sorge in un sito di particolare bellezza colle parito alle porte della città di latina a due passi dal lago e dal giardino di villa fogliano nel parco nazionale del circeo circondato dai colori dagli odori e dai suoni della campagna natura musica in pentola quest anno propone una serata all insegna della tradizione culinaria e musicale siciliana la cena a tema prevede un menù con specialità tipiche dell isola e a seguire un intrattenimento musicale a cura degli unavantaluna una delle più importanti formazioni di riproposta delle tradizioni popolari siciliane composta da pietro cernuto fiscaletto zampogna a paro marranzano voce carmelo cacciola liuto voce francesco salvadore tamburi a cornice voce e luca centamore chitarra per dare l opportunità di partecipare ad un numero più ampio di persone sono previste due serate con lo stesso programma venerdì 29 e sabato 30 giugno per informazioni e prenotazioni cantina ganci 0773 208219 ­ 3289489628 o marco delfino 0773 484955 3392327810 l.m 15

[close]

Comments

no comments yet