mondorealenumero141

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero141

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 24 15 giugno 2012 n.141 e bastato un aggiornamento di stato su facebook per suscitare un vespaio sulla chiusura di mondore@le se da una parte questa cosa ci rende fieri per quanto abbiamo fatto in questi quattro anni e mezzo dall altra ci preoccupano alcune congetture suscitate dalla notizia della chiusura del magazine prevista per il 27 luglio prossimo il numero 147 sarà l ultimo quindi a scanso di equivoci e in attesa di spiegare nel dettaglio ci proveremo i motivi della chiusura ci teniamo comunque a spegnere qualche piccolo focolaio che si è acceso intorno a questa notizia e qualche illazione gratuita intanto l aspetto economico non siamo in debito con nessuno non smettiamo perché abbiamo i `buffi e già mi sembra tanto soprattutto in questo pesantissimo periodo di recessione le nostre casse non sono piene ma nemmeno così vuote da giustificare la chiusura solo che non sono piene a sufficienza per assicurare una copertura economica e il giusto riconoscimento a chi in questi anni ha lavorato praticamente senza retribuzione ci teniamo a precisarlo perché nel nostro paesone un bicchiere di acqua immediatamente arriva a diventare uno tsunami e non è così politica sezze nuove regole e commissioni arrivano in consiglio comunale attualita maenza il centro commerciale che non c è continua a costare attualita sermoneta dopo un anno ripresi i lavori al nodo logistico della stazione pontinia nasce sulle ceneri di orme il movimento di onda pontina priverno la procura smonta il caso degli assenteisti `giustificati roccagorga un comitato spontaneo chiede la fine dei lavori a via fornace

[close]

p. 2

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 latina una crisi irreversibile non pare schiarirsi l orizzonte dell industria pontina di luca morazzano continuano a tirare forti i venti di crisi sulla provincia di latina a cadere sotto i colpi della recessione economica che si manifesta attraverso tagli di personale e chiusure di aziende sono state tante realtà economiche storiche della provincia pontina e tante sono appese ad un filo sottilissimo passano i giorni e il presidio delle donne della tacconi sud è diventato ormai un simbolo della resistenza operaia che va oltre i confini della provincia di latina ormai i giorni da quando tutto è cominciato sono più di cinquecentodieci e visto che gli orizzonti che si profilano non promettono soluzioni imminenti si viaggia verso la soglia dei diciotto mesi tanto è passato dall invio del telegramma da parte della direzione del gruppo sarchi di cui la tacconi sud fa parte in cui veniva annunciata la chiusura dello stabilimento che dopo una prima riconversione produceva da qualche mese tende della protezione civile il fulmine è arrivato a ciel sereno o quasi nel senso che il vento di crisi tirava ma nel dicembre scorso c èra ancora una commessa in lavorazione eppure ciò non impedì a sarchi di decidere di chiudere lo stabilimento sulla strada statale 148 per delocalizzare l azienda all estero dove i costi di produzione sono più bassi dallo stesso giorno è iniziata l occupazione permanente della fabbrica udienze in tribunali tra rinvii sit in incontri non hanno portato a soluzioni tangibili per una questione che rimane aperta e che anche a livello mediatico tra alti e bassi rimane in piedi attraverso le iniziative delle stesse componenti del presidio che intanto continua una piccola speranza per le coraggiose donne della tacconi sud si era accesa lo scorso anno nel mese di giugno quando all orizzonte si profilò la possibilità di un potenziale compratore lo stesso imprenditore contattato dalle stesse operaie aveva dimostrato interesse per il sito ma a causa dei ritardi per l approvazione del concordato fallimentare ha rinunciato situazione diversa per gli operai della corden pharma quella che era la storica bristol anche con il passaggio di proprietà non ha risolto infatti i tanti problemi economici che la assillano tramutandosi alla fine pin incubo cassa integrazione per gli operai nei giorni scorsi si é svolta presso gli uffici di confindustria l incontro tra sindacati e direzione del personale della corden pharma i problemi vengono acuiti dalle fratture all interno delle stesse sigle sindacali con cgil ­ cisl ­ uil che si sono volute muovere separatamente dalla ugl non volendo in alcun modo superare la frattura esistente tra loro a livello provinciale ma in gioco c è sempre il destino dei lavoratori che rimangono appesi ad un filo durante l incontro la ugl ha dimostrato la sua preoccupazione per l assenza della dirigenza dello stabilimento un assenza che sottolinea lo stato di incertezza sul fu2 turo dei 700 dipendenti i rappresentanti aziendali dal canto loro hanno ribadito lo sforzo che il management sta facendo per cercare di sollevare le sorti della corden pharma latina anticipando un fatturato che per loro si chiuderà con circa 80 milioni di euro con prodotti bms e 12 in carico a corden e sottolineando quindi che ex bristol è ancora una realtà a sermoneta il responsabile delle risorse umane ha commentato questi numeri ribadendo che con questo fatturato e con il previsto aumento di alcuni costi quali quelli energetici lo stabilimento si dovrà attestare su circa 500 dipendenti e non sui 700 attuali e con la mobilità in corso con un esubero di 213 lavoratori solo circa 25 unità hanno lasciato lo stabilimento la società ha inoltre ribadito che ogni loro sforzo è stato vanificato a seguito delle varie riforme che il governo continua ad emanare come la riforma sulle pensioni e gli ammortizzatori sociali se ciò non bastasse nei scorsi mesi è deflagrata anche la situazione dei pacifico frigomarket con le situazioni relative ai tanti operai impiegati sia nello storico stabilimento di tor tre ponti e sia negli altri punti vendita del capoluogo in settimana si sono susseguiti gli incontri e continueranno nella prossima ormai la chiusura dei due punti vendita di latina pare certa e rischia concretamente anche quello di tor tre ponti secondo i proprietari sarebbero in corso da alcuni mesi le trattative con un acquirente quaranta dipendenti sono già in cassa integrazione altri 34 lavoratori restano in attesa di conoscere il proprio futuro.

[close]

p. 3

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 latina una tassa per sposarsi un canone location per le unioni civili di luca morazzano non solo i matrimoni sono in diminuzione l età degli sposi è in aumento continuo crescono divorzi e separazioni di cui alcune di comodo dettate da motivi fiscali ad appassire ulteriormente lo splendere dei fiori d arancio a latina arriva pure una tassa per sposarsi a latina occorrono infatti dai 350 euro a 550 euro la tariffa stabilita dal comune varia a seconda dei giorni e dei luoghi la novità che recepisce una proposta avanzata dal pd si è trasformata in una vera e propria mazzata sui costi da mettere in preventivo per le aspiranti nuove coppie e non poteva non provocare la protesta dell opposizione a muovere l osservazione è il consigliere d opposizione giorgio de marchis e questa l ultima pensata dell amministrazione di giorgi e della maggioranza per anni ci è stato raccontato che a latina i matrimoni civili non potevano essere celebrati in luoghi diversi da via ezio e durante i weekend a causa di problemi legati alla gestione del personale davanti ad una domanda sempre maggiore dei cittadini si è deciso di aprire il ventaglio di possibilità offerte a chi volesse sposarsi sia logistiche che temporali e stata predisposta una bozza di regolamento che estende la possibilità di celebrare i matrimoni anche nell aula consiliare nel procoio di borgo sabotino nel museo cambellotti nella pinacoteca comunale nei teatri e nei locali annessi e nel giardino del palazzo comunale un bel risultato dunque tutti hanno condiviso la necessità di chiedere agli sposi un contributo economico per la copertura delle spese del personale lavoro straordinario e fuori sede e per il ripristino dei luoghi pulizia ecc la maggioranza invece ha pensato bene di lucrare sui matrimoni con la speranza di contribuire al finanziamento del bilancio comunale ed ecco spuntare l idea di una tassa sui matrimoni basterà questa tassa per frenare i promessi-novelli dei prossimi anni cittadinanza onoraria al papà dell icot di luca morazzano il consiglio comunale riunito in convocazione straordinaria ha conferito la cittadinanza onoraria al dottor emmanuel miraglia fondatore dell icot la cittadinanza onoraria è un riconoscimento onorifico e una manifestazione di gratitudine da parte della collettività locale nei riguardi di un cittadino non avente la residenza nel comune che si sia distinto particolarmente in campo artistico culturale sportivo economico sociale ed umanitario conferendo particolare lustro e prestigio alla comunità locale o che abbia svolto meritorie attività di carattere sociale assistenziale culturale filantropico a beneficio della comunità stessa o di singoli cittadini nel caso specifico ­ si legge in una nota ­ il dott emmanuel miraglia si è particolarmente distinto negli anni nel settore dell assistenza sanitaria privata operando con grande competenza elevata professionalità e profonda dedizione che gli hanno consentito di raggiungere i più alti traguardi professionali il dott emmanuel miraglia è legato alla città di latina da un particolare rapporto sin dal 1967 quando ha avviato l iter per la realizzazione dell istituto chirurgico ortopedico traumatologico i.c.o.t divenuto ben presto polo di attrazione sanitaria non solo per latina e per il lazio con oltre 10.000 pazienti che ogni anno vi si rivolgono per il ricovero,fino a diventare punto di riferimento per centinaia di studenti italiani e stranieri come centro di ricerca che ospita la sede decentrata della 1 facoltà di medicina e chirurgia dell università la sapienza di roma negli anni il dott emmanuel miraglia direttore generale e amministratore delegato dell i.c.o.t gruppo giomi fino al 2010 ed ora presidente del gruppo da oltre quarant anni rende alla collettività un servizio di enorme rilievo con grande beneficio e ritorno per l immagine della città negli anni quindi il dott miraglia ha favorito il processo di rinnovamento e sviluppo della sanità pontina creando nuove prospettive lavorative nonché di studio e ricerca considerati quindi l affetto e la fedeltà dimostrate dal dott miraglia negli anni a questo territorio nonché il prezioso contributo di conoscenza e competenza rilevanti per la comunità cittadina per l apporto dato nel campo delle scienze del lavoro e dell istruzione il consiglio comunale di latina ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria al dott emmanuel miraglia la seduta straordinaria del consiglio comunale è appositamente convocata per il 14 giugno 2012 alle ore 11,00 presso l aula consiliare del palazzo municipale 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 sezze nuove regole e nuove commissioni primi passi burocratici per il campoli bis di simone di giulio tempo di commissioni e di modifiche al regolamento all interno del consiglio comunale setino nella seduta di mercoledì mattina l assise ha posto le basi per i lavori che verranno prima di tutto si è proceduto all approvazione della modifica dello statuto comunale articolo 7 comma 1 sulla delicata questione delle quote dei partiti in commissione e sulla possibilità di presentare mozioni nonostante il numero esiguo dei componenti della minoranza solo due in assise zarra e piccolo in rappresentanza del popolo della libertà finora le commissioni consiliari permanenti erano composte da cinque elementi 3 di maggioranza 2 di opposizione ma la geografia politica che si è creata a sezze dopo il voto ha costretto ad una modifica piuttosto che inserire i due esponenti di opposizione in tutte le commissioni consiliari si è scelta un altra strada decisamente meno democratica ma che comunque sembra accontentare la minoranza le commissioni saranno formate in maniera proporzionale rispetto all assetto consiliare quindi 4 membri saranno esponenti della maggioranza uno sarà rappresentativo della minoranza proprio l esigua rappresentanza della minoranza consiliare setina ha accettato di buon grado questa soluzione fermo restando la richiesta esplicita di zarra e piccolo di rivedere nel più breve tempo possibile l articolo 26 punto 6 quello relativo alla possibilità di presentare mozioni da parte almeno di quattro consiglieri una sorta di do ut des il presidente del consiglio comunale sergio di raimo e la maggioranza si sono detti disponibili a portare il punto proposto da zarra in riunione capigruppo e in seguito nel prossimo consiglio comunale un interessante proposta è arrivata da serafino di palma che ha chiesto che consiglio comunali e commissioni si possano svolgere nel pomeriggio l udc per bocca del suo capogruppo senibaldo roscioli si è associata alla richiesta del consigliere di palma per quanto riguarda la composizione delle commissioni consiliari 4 permanenti la parola è passata ai partiti che compongono la maggioranza per quanto riguarda la commissione assetto del territorio i membri saranno rizzo di palma polidoro di pastina e zarra la commissione bilancio sarà composta da ciocca roscioli grenga di palma e zarra i settori produttivi invece saranno di competenza dei consiglieri reginaldi bernasconi lombardi grenga e piccolo mentre la commissione tematiche sociali sarà composta da uscimenti di pastina polidoro brandolini e piccolo confermate anche le composizioni della commissione capigruppo formata da giorgi partito democratico di pastina lista campoli reginaldi alleanza per l italia roscioli unione di centro brandolini italia dei valori e zarra popolo della libertà e di quella della trasparenza composta da reginaldi piccolo ciocca lombardi roscioli e brandolini non ancora ufficiale ma decisamente probabile la decisione di portare da 4 a 6 il numero delle commissioni consiliari che comunque secondo l ente non inciderà sulle spese di gestione dello stesso contestualmente si è proceduto anche alla nomina per la commissione per l albo e gli elenchi dei giudici popolari che sarà formata dal sindaco andrea campoli e dai consiglieri brandolini e piccolo nel corso del consiglio si sono stabiliti anche gli indirizzi per nomina assegnazione e revoca dei rappresentanti comunali presso enti aziende società ed istituzioni si è stabilita per la nomina e la designazione una specifica competenza tecnica e amministrativa per studi o curriculare oltre naturalmente a nessuna parentela con il primo cittadino niente di fatto invece per il punto sul collegio dei revisori dei conti l assise ha preferito prendere tempo per valutare meglio la posizione di uno dei candidati che già avrebbe ricoperto la carica per due mandati anche se non consecutivi nell attesa è circolato qualche nome ma per la nomina del collegio si dovrà attendere la prossima convocazione dell assise comunale.

[close]

p. 5

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 sezze cadario boccia il piano regolatore generale vittime di un sistema di spendaccioni di simone di giulio presentato in campagna elettorale come mezzo di rilancio della città che verrà il nuovo piano regolatore di sezze trova un acerrimo nemico nella federazione della sinistra che per bocca del suo segretario michel cadario boccia lo strumento urbanistico adottato il 16 marzo scorso in una nota cadario spiega siamo convinti che a sezze come nel resto d italia i partiti di maggioranza abbiano fallito da anni la politica non si occupa più della gente e tende a tutelari i propri interessi la partitocrazia è ormai un sistema malato un organo non più funzionante c è un deficit della democrazia in una conferenza pubblica qualcuno si è espresso nei nostri confronti affermando mi dispiace che non abbiate capito essendo un partito marxista che la politica è dettata dagli interessi economici in realtà lo abbiamo capito molto bene mantenendo per tutta la campagna elettorale la nostra posizione politica dettata dall ideologia e non dagli interessi attualmente l unico modo per i partiti di tutelare la propria sopravvivenza è mettere in circolo del denaro e dobbiamo ogni giorno sottostare a ciò che sentiamo nei telegiornali assistiamo alle proposte indecenti di costruzioni assolutamente inutili di nuove autostrade di inceneritori qui a sezze secondo un calcolo fatto in maniera totalmente errata sono state previste delle costruzioni corrispondenti ad un fabbisogno superiore a 5.000 alloggi considerando un coefficiente medio a famiglia di 2,70 persone e moltiplicando tale dato per il numero degli alloggi previsti avremo un incremento demografico al 2020 da far tremare le vene ai polsi ma non in maniera positiva come qualcuno ha tentato di farci credere tali alloggi sono previsti per un motivo molto semplice attorno all edilizia esistono dei vertici primo su tutti i partiti che usano l edilizia e la costruzione di opere per porre i propri uomini al comando al secondo posto troviamo le cooperative e le imprese che sostengono l indiscriminata apertura di cantieri perché hanno fame il rinnovamento della classe politica locale sembra un miraggio un sogno ancora molto lontano siamo vittime prosegue la nota di un sistema di spendaccioni che continuano a prosciugare le casse dello stato le casse provinciali e le casse comunali attraverso la realizzazione di opere insulse vogliamo ricordare l ecomostro che è costato intorno ai due milioni e centomila euro e dovrebbe essere ultimato con un ulteriore spesa di 800.000 euro sottolineiamo che i fondi erano destinati a lavori di ristrutturazione e che al posto della ristrutturazione vi è stata invece una demolizione e ricostruzione ricordiamo che a sezze sono state fatte importanti battaglie dal mlis che è stato promotore di far diventare l ecomostro un caso nazionale denunciando anche a striscia la notizia la nostra situazione locale la quale in realtà ha fatto un servizio di copertura qui a sezze viviamo il rischio attraverso la costruzione degli alloggi e delle strade incluse nel pucg di precipitare in uno dei più grandi cantieri che la nostra storia locale possa annoverare cantieri da tramandare ai nipoti e un piano regolatore a vantaggio della cittadinanza o a svantaggio i 5.000 appartamenti che vengono stimati nella relazione descrittiva verranno costruiti nella zona dello scalo attraverso un edilizia estensiva e semiestensiva le cosiddette zone c posizionate dietro la ferrovia ed è per questo motivo che il pucg non è altro che un alleanza di imprese che spiega il passaggio di noti esponenti della destra locale nell attuale maggioranza questa città conclude cadario ha bisogno di crescere scommettendo sull agricoltura di qualità e le sviluppo delle potenzialità turistiche per raggiungere questi obiettivi abbiamo bisogno che chi governa realizzi un pucg capace di rispondere alle reali esigenze di tutti 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 sezze arrivano la settima e l ottava farmacia copriranno le zone di collemeso e ceriara di simone di giulio la giunta ha istituito la vii e l viii sede farmaceutica ed approvato la nuova pianta organica delle farmacie comprensiva delle due nuovi sedi a dare la notizia è il neo assessore allo sviluppo locale maurizio baratta la regione lazio dando seguito alle importanti novità introdotte dall art 11 del decreto legge n 1 del 24 gennaio 2012 con una prima nota inviata nel mese di febbraio ha invitato le amministrazioni comunali a presentare entro il 30 aprile 2012 le proposte di istituzione di nuove sedi farmaceutiche l attuale pianta organica delle farmacie del comune di sezze prevede la suddivisione del territorio comunale in sei sedi tenendo conto del dato complessivo della popolazione residente nel territorio comunale alla data del 31.12.2008 e sulla base della disposizione demografica prevista dal combinato disposto dell art 1 della legge 08.04.1968 n 475 e dell art 1 della legge n 362 dell 8.11.1991 la legge 27 marzo 2012 n 27 di conversione del d.l n 1 del 24.01.2012 ha modificato il secondo e il terzo comma dell articolo 1 della legge 2 aprile 1968 n 475 prevedendo che il numero delle autorizzazioni sia stabilito in modo che vi sia una farmacia ogni 3.300 abitanti la popolazione eccedente rispetto al parametro di cui al secondo comma consente l apertura di una ulteriore farmacia qualora sia superiore al 50 del parametro stesso a seguito di tale provvedimento ­ ha spiegato l assessore baratta la regione lazio ha comunicato in una nota successiva che nella revisione della pianta organica delle farmacie deve essere preso in considerazione il dato della popolazione pubblicato dall istat al 31 dicembre 2010 considerato che a quella data la popolazione residente nel comune di sezze è di 24.790 abitanti è obbligatoria l istituzione di due sedi farmaceutiche per l individuazione della zona in cui istituire le suddetti sedi è sufficiente indicare una via e le vie adiacenti senza andare a modificare il perimetro di quelle già esistenti la vii sede farmaceutica relativa alla zona di crocemoschitto via bassiano via collemeso via casali via quarto la macchia servirà pertanto una popolazione pari a 3.400 abitanti mentre l viii ceriara ponte ferraioli via sorana via foresta si rivolgerà ad una popolazione di 1.700 abitanti acqua pubblica oggi la manifestazione alle 19 presso il centro sociale calabresi di simone di giulio ad un anno dalla straordinaria vittoria del referendum sull acqua il 13 giugno 2011 contro la privatizzazione il comitato acqua pubblica di sezze ha organizzato una manifestazione per la difesa del risultato dei referendum conseguito dal vasto sostegno delle cittadine e dei cittadini che votarono in massa il si per l acqua bene comune a parlarne è il portavoce del comitato giovanni paolo di capua la manifestazione vuole riaffermare il concetto base della democrazia ossia che la volontà del popolo sovrano deve essere sempre rispettata dalle istituzioni dell ordinamento italiano un anno fa 27milioni di italiani per mezzo dell esercizio del voto si sono espressi per la ri-pubblicizzazione per l uscita dell acqua dalle logiche di mercato per l affermazione del bene comune quale è l acqua un diritto umano universale e per la gestione pubblica e partecipata del servizio la man6 ifestazione prosegue di capua affronterà il tema della crisi idrica locale si ribadirà un no alla riduzione del flusso un no a subire le conseguenze di questo vergognoso e pericoloso contenziosi trilaterale un no ai disagi alla cittadinanza un anacronistica vertenza subita dagli incolpevoli utenti di sezze poiché sono e solo loro parte lesa il comitato acqua pubblica di sezze invita le cittadine e i cittadini le forze politiche i movimenti civici le forze sindacali e le rappresentanze istituzionali a partecipare alla manifestazione che si terrà il 15 giugno dalle 19 nel piazzale antistante l ingresso centro sociale calabresi alla manifestazione conclude la nota firmata da paolo di capua interverranno esponenti provinciali regionali e nazionali del forum dei movimenti acqua bene comune partecipate partecipate partecipate vogliono rendere inoffensivo il voto

[close]

p. 7

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 pontinia turbogas scongiurata la gdf suez rinuncia al progetto di roberto tartaglia nei giorni scorsi è arrivata la notizia ufficiale tramite lettera direttamente dall ex acea alectrabel ora gdf suez la centrale a turbogas nell area di mazzocchio non si farà più per motivi di strategia aziendale la scrivente società intende rinunciare definitivamente allo sviluppo del progetto di realizzazione della centrale elettrica dicono dal colosso francese e concludono pertanto vi chiediamo di soprassedere dal portare avanti il procedimento teso al rilascio dell autorizzazione unica relativa una vittoria di tutto il paese come ha affermato anche il sindaco tombolillo soprattutto di chi sin dal principio ha creduto che il sogno potesse realizzarsi giorgio libralato e i ragazzi della rete civica contro la turbogas in primis l aveva detto l attivissimo libralato l aveva detto subito che condurre un estenuante battaglia legale avrebbe portato al successo e così è stato il merito va sopratutto a paolo cima che ha saputo informare e convincere cittadini sindaco politici e riempire il fellini fino all inverosimile ­ afferma giorgio libralato gli altri meriti vanno a eligio tombolillo all ing corradi agli avvocati carlo bassoli luciano falcone al geologo alessandro carlomagno e a tutti coloro che ne hanno parlato raccontato alla radio nelle tv scritto sui giornali poi a tutti coloro che hanno votato in consiglio comunale che hanno contribuito in vario modo che hanno dimostrato la loro vicinanza dato consigli trasmesso documenti informazioni l elenco sarebbe lungo e non disdegna la polemica libralato rivolgendosi a quei politici ed amministratori da strapazzo che dichiaravano di legarsi ai cancelli di sdraiarsi sulla ferrovia sulla strada alla regione lazio che avrebbero difeso territorio economia agricoltura con spregio della loro vita sapevamo che erano solo teatrali folkloristici e al primo momento di difficoltà si sarebbero dileguati in effetti di polemiche e strumentalizzazioni politiche in questi anni ce ne sono state molte troppe anzi ma gli atti parlano chiaro e anche se ognuno la racconta a modo suo magari assegnandosi meriti che non ha la storia è solo una l importante è che tutto si sia concluso nel migliore dei modi a vantaggio delle attività agricole della zona e della salute collettiva nasce sulle ceneri delle orme l onda pontina di roberto tartaglia apre a pontinia il nuovo circolo territoriale dell associazione onda pontina associazione politico-culturale di carattere provinciale guidata e fondata dall assessore provinciale enrico tiero ad annunciarlo in un comunicato stampa è il consigliere d opposizione paolo torelli vicepresidente dello stesso il circolo ha già raggiunto i 250 iscritti ed ha provveduto a costituire il direttivo comunale l associazione si propone quale laboratorio politico avente come scopo principale il rinnovamento della classe politica dirigente e amministrativa del comune di pontinia si legge È prerogativa dell associazione promuovere iniziative su tutto il territorio finalizzate in particolare alla promozione turistico culturale allo sviluppo urbanistico e al sostegno e innovazione di tutte le realtà produttive di pontinia parole che ricordano le finalità del fu orme pontine l associazione che vedeva alessandro marson come presidente e proprio paolo torelli come suo vice nel comunicato poi si legge che l associazione vuole essere capace di sbarazzarsi della scuola politica fatta per anni da volti noti della città era il mese di giugno 2010 quando nasceva orme pontine e oggi a 2 anni di distanza gli esponenti del centrodestra di pontinia ci riprovano riprovano a lanciare una ventata di ottimismo e rinnovamento nella politica locale riservando spazi a volti giovani e nuovi stavolta in vista delle comunali del 2016 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 priverno assenteismo assente di mario giorgi quel mercoledì mattina ­ giorno del mercato settimanale di alcuni mesi addietro nel palazzo comunale di priverno non accadde praticamente niente nessun dipendente si allontanò dall ufficio arbitrariamente e nessun assessore cercò di coprire nessuno e quanto si legge in comunicato emesso dall ufficio staff del sindaco umberto macci a seguito di alcune decisioni che sarebbero state assunte dalla procura della repubblica di latina leggiamo allora la nota del comune archiviato dalla procura della repubblica il caso che qualche mese fa ha visto coinvolti quattro dipendenti pubblici con l accusa di truffa allo stato e l assessore all ambiente del comune di priverno bruno silvagni accusato di falso ideologico non sussistono sufficienti elementi infatti per sostenere l accusa in giudizio poi nello stesso comunicato stampa si ricorda sinteticamente quando accadde secondo quel che avrebbero registrato i carabinieri di priverno alcuni dipendenti pubblici lo scorso ottobre furono accusati di essersi allontanati senza giusta causa dal posto di lavoro non solo ma nel caso fu coinvolto anche l assessore bruno silvagni il quale aveva firmato come riconosciuto dalla procura del tutto in buonafede un registro suo personale per le entrate e le uscite dei dipendenti registro che ­ si legge sempre nella nota comunale ­ è bene precisarlo era ad esclusiva memoria dell assessore come a dire né il sindaco né gli altri assessori erano a conoscenza dell esistenza di quella sorta di brogliaccio personale del la procura di latina assolve tutti soddisfatto silvagni l assessore all ambiente provo oggi ­ ha dichiarato l assessore silvagni una grande soddisfazione che sono sicuro di poter esprimere anche a nome dei dipendenti coinvolti in questa vicenda naturalmente dispiace aver constato con quanto accanimento qualche rappresentante dei mass media locali abbia contribuito a gettare fango su una situazione che in fin dei conti come ho avuto modo di sostenere dal primo momento non aveva nulla da nascondere il permesso non era falso i dipendenti non erano degli assenteisti che si erano allontanati per fare la spesa o bere un caffè finalmente si chiude questa parentesi intorno alla quale è stata fatta una grande speculazione mediatica insomma la colpa è sempre dei giornalisti accertate le cause che spinsero anche i dipendenti ad allontanarsi cause legate al disbrigo di questioni di lavoro tra cui sopralluoghi e controlli del personale in servizio ­ precisa la nota dell ufficio stampa del comune di priverno cadono tutte le accuse ed allora tutto è bene quel che finisce bene anche se a chiusura di tutta la vicenda l assessore silvagni un sassolino dalla scarpa se lo toglie senza accusare alcun giornalista che ha dato ampio risalto al presunto caso e senza fare i nomi di nessuno quando afferma testualmente rimane solo una grande amarezza verso chi ha inviato il fascicolo in procura senza aver voluto neanche per un attimo ascoltare le ragioni di coloro che me compreso erano stati accusati l imu alimenta lo scontro politico di mario giorgi le polemiche sono ancora tante e brucianti maggioranza ed opposizione se ne dicono di tutti i colori a suon di comunicati stampa pubblicati sui diversi giornali locali insomma l imu l imposta municipale sugli immobili continua a tenere banco nello scontro politico a priverno mentre i cittadini si danno da fare in questi ultimi giorni il termine scade il 18 giugno per pagare la prima rata chi calcolando l importo al cinque per mille come ha deciso l amministrazione comunale chi fermandosi per ora al quattro per mille come stabilito dal governo sperando in qualche virtuoso ravvedimento non si sa bene di chi e così mentre anna maria bilancia coordinatore cittadino del partito democratico e rinaldo giordani vicesindaco e assessore al bilancio continuano a beccarsi su questo o su quel quotidiano provinciale o locale a noi pare doveroso informare i cittadini su come si sono svolte le cose nel consiglio comunale che ha deliberato le aliquote imu nel territorio comunale di priverno così come riportato nella deliberazione numero 11 pubblicata 8 sul sito del comune di priverno e quindi da tutti consultabile on line digitando www.comune.priverno.latina.it il 26 aprile 2012 nella sala delle adunanze della massima assise cittadina privernate erano presenti 17 consiglieri sindaco compreso dei ventuno facenti parte del consiglio comunale per la cronaca risultavano assenti due membri della maggioranza vivenzio di legge e massimiliano frasca e due della minoranza domenico antonio sulpizi e adriana fiormonti erano presenti anche i due assessori esterni che però non hanno diritto di voto angelo miccinilli e domenico graziani le aliquote imu cinque per mille sulla prima casa e 8.60 per mille sulla seconda sono state approvate con 11voti favorevoli umberto macci camillo libertini rinaldo giordani bruno silvagni roberto federico claudio giorgi francesca onorati angelo galli vincenzo de santis marco aurelio d annibale luciano palleschi e sei contrari antonietta bianchi mauro petrole elvira picozza federico d arcangeli pierantonio palluzzi fabio martellucci amen.

[close]

p. 9

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 priverno centro diurno dimenticato con lo spostamento a san martino l inizio della fine di mario giorgi quello che doveva essere non è stato anzi per sinistra ecologia e libertà i vantaggi che i frequentatori del centro diurno di priverno avrebbero dovuto avere a san martino non si sono visti anzi a detta degli esponenti sel le cose sarebbero addirittura andate peggio inizialmente il centro diurno per disabili fu sistemato nell ex scuola elementare di fossanova alle spalle della monumentale abbazia gotico-cistercencense e a ridosso del parcheggio e dell area attrezzata successivamente però ci fu uno spostamento sia pure di pochi chilometri da fossanova a san martino quello spostamento avvenuto anni fa ­ si legge in una nota di sinistra ecologia e libertà ­ fu annunciato dal sindaco macci come l inizio di un nuovo entusiasmante corso per il centro disabili e i suoi frequentatori via dal vecchio edificio di fossanova per approdare nella nuova struttura di san martino anche lì una vecchia scuola elementare ormai disattivata e ristrutturata già dalla asl una sistemazione ­ sottolineano gli esponenti sel che avrebbe dovuto garantire operatività integrazione e ogni altro vantaggio immaginabile alle decine di ragazzi e ragazze che a malincuore lasciarono la loro storica sede come le cose siano andate è storia sotto gli occhi di tutti i disabili sono di fatto confinati in spazi angusti senza possibilità di ampliamento costretti a contenere anche le attività per la mancanza di strutture ma non finisce qui perché la vecchia scuola di fossanova ristrutturata più volte con grande impiego di risorse e destinata a centro di accoglienza e informazione per turisti è rimasta per funzionalità sempre ben al di sotto degli standard che una vera politica di promozione e di accoglienza turistica oggi richiede seguendo in questo la mancanza di progettualità dell amministrazione comunale fino al punto ­ si legge ancora nella nota sel che quell edificio è stato posto tra i beni del comune da alienare per fare cassa e cercare di porre un argine al disastro finanziario poi sinistra ecologia e libertà passa alla pars costruens del suo intervento attraverso quella che viene definita una modesta proposta riportiamo il centro diurno a fossanova riportiamo quei ragazzi dove c è vita possibilità di integrazione vera e grande spazi per le loro attività e semmai per fare cassa vendiamo la struttura di san martino sarebbe un atto di grande civiltà oltre che di semplice buon senso sel dixit vedremo ora quale sarà la risposta dell amministrazione comunale e in particolare dell assessore ai servizi sociali domenico graziani differenziata sel contro giovane italia di mario giorgi mentre non solo gli organi di informazione ma anche tutti i cittadini di priverno e probabilmente la stessa amministrazione comunale sono in attesa di conoscere i primi dati della raccolta differenziata cassonetti più isole ecologiche le polemiche sulla vicenda non finiscono mai dopo le critiche dei partiti di opposizione presenti in consiglio comunale partito democratico sinistra ecologia e libertà de la destra e di giovane italia movimento giovanile del pdl su questa travagliata storia della gestione dei rifiuti nel centro collinare lepino torna simone d errico giovane di sel rispondendo proprio a giovane italia e lo fa con un comunicato dal titolo politicamente polemico per quanto voi vi crediate assolti siete pur sempre coinvolti premesso che l esponente sel si trova d accordo con giovane italia sulla critica all orario di raccolta 22,00 ­ 04,30 e sulla mancata sensibilizzazione ma anche formazione e informazione sulla partenza di un così importante servizio d errico non lesina però critiche a giovane italia in quanto nella scorsa amministrazione macci e per un pezzo dell attuale il pdl di priverno ha appoggiato il sindaco e tutte le scelte fatte in quegli anni isole ecologiche incluse ovviamente non solo ma poi d errico ricorda l ammontare della spesa circa 3 milioni di euro soldi dei contribuenti sprecati per la costruzione delle isole e i continui annunci poi smentiti dagli stessi circa la partenza della differenziata e di tutto questo secondo l esponente sel anche il pdl è responsabile anche se ora siede tra i banchi dell opposizione ma ciò non può significare l assoluzione dagli errori del passato e i cittadini di priverno questo lo sanno poi l esponente sel passa ad elencare alcuni esempi già sperimentati in moltissimi comuni autorizzazione al compostaggio domestico per il rifiuto umido riduzione degli imballaggi specie durante il mercato settimanale uso di stoviglie lavabili ed eliminazione dell acqua in bottiglie di plastica nelle mense scolastiche fornitura di buste per la spesa fatte di materiali riutilizzabili come la stoffa incentivi per l acquisto di pannolini riusabili distributori pubblici alla spina di acqua microfiltrata e di latte ecc ma ­ conclude ironizzando d errico ­ di questi pochi aspetti basilari della prevenzione né gli amministratori comunali né il pdl ne hanno ancora mai parlato 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 maenza le rate di un centro commerciale che non c è altri 7.000 euro e risultati a zero di luca morazzano maggio duemiladieci ­ giugno duemiladodici venticinque mesi più di due anni e un centro commerciale che rimane solo sulla carta e su un sito internet quanto mai statico e anacronistico continua a costare soldi questi si veri era il 2 maggio del 2010 quando un iniziativa promossa dal comune insieme alla confesercenti di latina e al patrocinio della regione lazio festeggiava la firma del protocollo che avrebbe dovuto dare vita al centro commerciale naturale maentino alla presenza del sindaco francesco mastracci degli assessori al commercio giuseppe olivieri e al turismo e cultura nino cardone e del presidente provinciale confesercenti giuseppe fiacco venne illustrato un progetto ambizioso a base di marketing territoriale sostenuto fortemente dalla regione lazio il progetto prevedeva alcuni importanti interventi dal punto di vista urbanistico con la riqualificazione di alcuni punti nevralgici del centro storico l istituzione di un mercatino dell artigianato e eventi culturali per vivere al meglio lo shopping due anni dopo tranne qualche opera urbanistica di ammodernamento tra piazza ferdinando lepri e la piazzetta antistante la loggia dei mercanti di quei proclami sono rimaste solo le parole e i conti da pagare rispetto ad allora anzi la situazione delle attività commerciali maentine è addirittura peggiorata nel centro storico è rimasta un unica attività un piccolo minimarket ha chiuso la pizzeria sotto al castello e i gestori dell ostello hanno chiesto la rescissione del contratto fuori le mura il panorama non è tanto migliore alla faccia del centro commerciale di cui apprendiamo restano però vivi i conti lo si apprende in maniera chiara ed inequivocabile dalla pubblicazione della determina di giunta numero 123 del 5 giugno 2012 nella stessa tenuto conto che il servizio commercio è assegnato all assessore giuseppe olivieri vista la deliberazione di giunta comunale n° 44/2011 con la quale si affidavano i peg ai responsabili dei servizi del comune di maenza e la deliberazione di giunta comunale n° 19/2010 di rimodulazione ed approvazione del progetto per la realizzazione del centro commerciale naturale denominato vivicentro tenuto conto che l amministrazione comunale si è avvalsa del cat della confesercenti per la parziale realizzazione del progetto e per attuazione del programma finalizzato alla istituzione del centro commerciale naturale vista la fattura n° 239/10 del 9.09.2010 di 44.500,00 presentata dal cat confesercenti latina viene determinato di liquidare la somma di 7.000,00 quale secondo acconto della fattura n° 239/2010 di uro 44.500,00 presentata dal cat confesercenti latina srl imputando la spesa sul bilancio d esercizio 2012 crtro non parliamo di cifre astronomiche capaci di cambiare l economia di un paese e neppure di spostare equilibri dinamici in caso di rimodulazione ma visto il nulla per il quale vengono impiegati possono essere ritenuti come soldi spesi male la comunità montana fa ancora gola l ha scampata per un soffio il presidente della xii comunità montana franco solli nella votazione che avrebbe potuto far arrivare la sua sfiducia infatti il presidente incarica è riuscito a mantenere la poltrona solo per un voto per altro quello di un assente per motivi di salute questo quello che trapela dai corridoi dell ente con sede a priverno che di certo non sta attraversando il suo miglior momento di forma la riduzione dei fondi a disposizione ed un equilibrio politico quanto mai poco stabile infatti hanno privato l ente di un qualsiasi slancio esecutivo e fattivo e le considerazioni generali sull utilità di enti simili a livello nazionale non giova certo ad un cammino che pare portare verso la soppressione intanto che ci sono continuano le polemiche e sulla votazione degli scorsi giorni a sollevarne un altra è da maenza l avvocato sandro pucci la comunità montana è da sopprimere,è un ente superfluo,non serve a niente tutto questo si dice da parte di vasti settori del nostro mondo politico e amministrativo ma allora mi domando in base a quali nobili mo10 tivi per l ennesima volta si sta cercando di ribaltare franco solli e sostituirlo con una eterogenea maggioranza franco solli pur essendo mio amico si difende da solo ma questo sferragliare di armigeri della politica nostrana puzza tanto di assalto a un fortino ormai espugnato certo c è tra costoro chi freme dalla voglia di avere lo scalpo di solli armate variopinte si coalizzano pur di defenestrare l assediato presidente arrivano persino a marciare uniti sotto gli stessi vessilli coloro che nei propri comuni si scontrano fino all ultimo sangue in base a queste premesse pucci pone un ipotesi quali sono gli interessi che spingono queste falangi a espugnare il fortino pur sapendo che non troveranno risorse e bottino da dividere dicono i più informati che come ai generali piace fregiarsi delle medaglie a loro interessa ricoprire le cariche ormai onorifiche della comunità montana a seguito di queste operazioni di vera e propria pirateria politica locale non ci meravigliamo se poi cresce la disaffezione alla vita politica l.m

[close]

p. 11

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 roccagorga situazione politica con troppi veleni ricci e ora di voltare pagina di luca morazzano dopo le quello delle fratture nel panorama politico rocchigiano sembra essere arrivato il tempo dei tentativi di ricucire gli strappi ci prova pure antonio ricci che tramite un comunicato di area democratica spiega e difficile imbastire un ragionamento che sintetizzi tre anni di attività del pd e di vita amministrativa dentro la comunità rocchigiana difficile perché le due cose da subito sono diventate un tutt uno con un un unico denominatore comune carla amici padrona dell amministrazione e padrona del pd proverò a spiegare partendo dagli avvenimenti più recenti l ultimo consiglio comunale convocato per consegnare delle cittadinanze onorarie si è potuto svolgere grazie alla presenza di alcuni consiglieri di minoranza i quali hanno garantito il numero legale che il malumore e il disagio non sia più solo latente è una certezza malumore non solo dentro la casa comunale ma soprattutto fuori tra i cittadini e tra i tanti iscritti e simpatizzanti del partito democratico ricorda lo stesso ricci tre anni fa anche noi dirigenti e militanti del pd siamo stati tra i protagonisti dell avvento del sindaco amici da allora con sconcerto siamo divenuti spettatori di uno spettacolo grottesco si comincia con la scelta della giunta comunale realizzata ad uso e consumo del sindaco giunta che premia i fedelissimi a dispetto del risultato delle urne che vedeva tali personaggi relegati dagli elettori nelle ultime posizioni utili tra gli eletti d altronde si scopre oggi da chi ne era protagonista che gli stessi facevano parte del piano b nel caso che amici avesse perso le primarie contro tullio ossia una lista alternativa assessori a conduzione familiare che oggi goffamente pretendono anche di decidere chi ha titolo per esprimere la propria opinione e che qualche tempo fa invitavano il pd a sciogliere le fila per confluire appassionatamente dentro il psi gli stessi che si vantano di aver stabilizzato gli lsu e di aver messo in piedi l azienda speciale la migliore operazione politica degli ultimi trenta anni che invece ha messo in essere la famosa short list che tradotto nel linguaggio della trasparenza significa prendiamo chi vogliamo continuando il sindaco è riuscito a ritirare le deleghe all allora consigliere provinciale del pd e al segretario politico del circolo di roccagorga quello che è scappato è il bene della comunità ridicolizzata e malamente rappresentata non a caso nascono comitati spontanei di protesta tra la nostra gente la conclusione di ricci è però positiva e ora di voltare pagina a cominciare dalla conduzione del partito democratico un nuovo progetto sta nascendo e il nostro impegno sarà quello di contribuire insieme ai tanti che condividono queste opinioni dentro il partito e fuori roccagorga non è terra di conquista o almeno non lo è più abbiamo le risorse umane ed intellettuali per cambiare le cose abbiamo la consapevolezza di chi a mille ragioni da vendere via fornace resta chiusa un comitato chiede la riapertura di luca morazzano eseguito il collaudo la settimana scorsa in molti si augurano che per via della fornace sia finalmente arrivato il momento della riapertura o che quantomeno sia ormai prossimo chiusa a fine 2010 per lavori di consolidamento e messa in sicurezza gli stessi interventi hanno avuto inizio nel mese di novembre 2010 ed avrebbero dovuto avere la durata di 141 giorni ovvero poco meno di cinque mesi ma da aprile 2011 soglia fissata per la fine ad oggi la strada resta ancora chiusa con conseguente disagi di automobilisti in transito e soprattutto dei residenti tanto da formarsi un comitato spontaneo della cavatella di roccagorga che ha preso forma per chiedere all amministrazione comunale interventi urgenti di messa in sicurezza e di ripristino della viabilità di via fornace in pochi giorni sono state raccolte duecento firme e a questo punto fanno sapere i promotori dell iniziativa secondo quanto previsto dalla statuto comunale proseguiranno con la nostra azione poiché è d obbligo vista la situazione e la delicatezza dell intervento favorire una discussione chiarificatrice dentro il prossimo consiglio appena iniziata la petizione continuano quelli del comitato dopo qualche giorno nella zona interessata è arrivata una pala meccanica ma non per iniziare i lavori ma bensì per evitare frane vista la situazione in cui versa il ponte che è stato iniziato e lasciato incompiuto proprio l arrivo della pala meccanica ci convince della necessità di una verifica e di una operazione di chiarezza sui modi e sui tempi in cui verranno realizzati i lavori ad oggi quello che è certo che la strada oltre ad essere chiusa rimane comunque un tratto obbligatorio da percorrere per i residenti della zona i quali affrontano giornalmente oltre a innumerevoli disagi anche pericoli il nuove ponte iniziato e lasciato a metà risulta fuori dall asse della linea stradale e quindi lo stato in cui si trova senza guard-rail e protezioni varie aumenta notevolmente i pericoli per gli automobilisti un ponte da sottolineare che presenta un altezza pari a circa quattro metri da chiarire e da affrontare oltre alla sicurezza ed al ripristino della viabilità c è fanno sapere i residenti della zona anche il tema della rete fognaria di cui la zona è attualmente sprovvista anche su questo punto i concittadini di roccagorga chiedono all amministrazione un azione più chiara ed impegni precisi poiché dopo tanta attesa ora si vuole sapere perché,nonostante un contributo di un milione d euro dalla regione lazio risalente al 2008 ancora oggi la situazione versa in stato di abbandono 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 sermoneta ripresi i lavori al nodo logistico in cantiere parcheggio e accesso alla stazione di luca morazzano tra mille notizie di cantieri fermi e lavori infiniti ne arriva una di lavori ripresi dopo uno stop durato circa un anno ha riaperto il cantiere per la realizzazione del nodo logistico di scambio presso la stazione ferroviaria di latina/sermoneta/monti lepini l opera riveste un importanza fondamentale per i cittadini di sermoneta e di tutti i monti lepini il cantiere è stato fermo per i ben noti problemi economici della regione ente finanziatore dell opera che ha saldato solo 180.000 euro del primo stato avanzamento lavori rispetto ai 700.000 euro previsti l amministrazione comunale ha anticipato i soldi ma la ditta appaltatrice aveva intenzione di trascinare la regione in contenzioso per i mesi in cui il cantiere era rimasto fermo solo grazie ad una attenta opera di mediazione portata avanti dall amministrazione comunale si è riusciti ad evitare una causa che avrebbe bloccato il cantiere ancora per anni nel frattempo comunque il comune di sermoneta ha proceduto con il secondo appalto quello del sottopasso superando i problemi tecnici sorti in sede di scavo e permettendo la conclusione dei lavori eccezion fatta per il pavimento i lavori sono finalmente ripresi ed entro la fine dell anno si potrà dare una risposta non solo ai residenti della pianura di sermoneta e di latina scalo che vedranno ridursi notevolmente il traffico veicolare ma anche ai pendolari di tutti i monti lepini che potranno usufruire di un parcheggio e dell accesso diretto alla stazione spiega il sindaco giuseppina giovannoli e l assessore ai lavori pubblici gilberto montechiarello sermoneta potrà dotarsi a breve di una stazione ferroviaria ricadente direttamente sul proprio territorio a beneficio di tutti il nodo logistico consentirà al comune di sermoneta di dotare il proprio territorio di una struttura ferroviaria con annessi parcheggi per circa 18.000 mq e 450 posti auto con spazi per la sosta dei motocicli e per il servizio di trasporto pubblico cotral linee urbane e taxi oltre che di una struttura coperta per l attesa dei treni ai quali si potrà accedere grazie al prolungamento del sottopasso ferroviario già esistente presso la stazione di latina scalo si sta realizzando inoltre la bretella dotata di rotatoria di collegamento tra la strada provinciale le pastine ed il nodo di scambio che metterà in sicurezza la viabilità di borgata carrara con la realizzazione del nodo logistico il comune di sermoneta intende dare ai cittadini certezze in ordine ad uno sviluppo armonico razionale e moderno del territorio concludono sindaco e assessore il fermo del cantiere ha provocato molte legittime lamentele da parte dei cittadini ma è bene specificare che questa amministrazione si è impegnata quotidianamente per la risoluzione del problema credendo fortemente nelle potenzialità di questa opera bassiano nuove adozioni per utopia nonostante i danni subiti continua l opera sociale della onlus di luca morazzano più forte del vandalismo e dei danni subiti l attività di utopia è già ripresa del resto i numeri dell associazione che fa del sociale il suo pane quotidiano sono numeri importanti e gli ultimi aggiornamenti lo testimoniano un affido e tre adozioni in poco più di otto mesi per la cooperativa sociale che da qualche anno opera a bassiano lt nell ambito del terzo settore gestendo anche la locale casa alloggio per minori disagiati ospitata nell ex ostello della gioventù un risultato eccezionale i quattro ragazzi al di sotto dei dodici anni rappresentano infatti il 20 del totale degli utenti che in media ospita la stessa cooperativa una percentuale altissima rispetto alle altre strutture simili che operano in italia quello raggiunto dalla nostra cooperativa ­ spiega il presidente di utopia 2000 massimiliano porcelli ­ è un bel traguardo un punto di arrivo mentre per i ragazzi deve essere un punto di partenza da cui cominciare a costruire il loro nuovo futuro l adozione si ha quando un minore privato 12 in maniera definitiva di una adeguata assistenza morale e materiale da parte dei genitori viene adottato da un altra famiglia in grado di garantirgli un esistenza serena l affidamento invece si ha con la custodia temporanea di un minore ad una famiglia capace di garantirgli quel contesto familiare idoneo che non aveva sia l affidamento che l adozione sono obbiettivi che la casa famiglia persegue il traguardo raggiunto da utopia 2000 è stato festeggiato la scorsa settimana durante una cerimonia dai toni sobri in cui la cooperativa e l amministrazione comunale hanno avuto modo di rinsaldare il loro rapporto l assessore ai servizi sociali giovan battista onori ha infatti ricordato la vicinanza dell ente alla cooperativa sostenendo con forza l idea del borgo solidale che la stessa cooperativa d accordo con l amministrazione comunale e i cittadini di bassiano hanno messo in moto rendendo il paese un centro in cui lo scambio di solidarietà sta innescando un nuovo modo di fare sviluppo.

[close]

p. 13

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno cultura snoq libere a priverno dopo la proiezione spazio al dibattito di luca morazzano ore 17 presso l aula magna dell istituto d arte antonio baboto di priverno senonoraquando comitato di priverno la proiezione-presentazione di libere film-documentario scritto da cristina comencini interpretato da isabella ragonese e lunetta savino libere è un dialogo tra una donna matura e una giovane la più grande appartiene a quella generazione che ha una storia di libertà costruita dentro il movimento delle donne la seconda è figlia invece di quella generazione che non ha conosciuto quell aggregazione energica dei moti femministi ed è dunque scettica e molto arrabbiata emozioni consapevolezze rabbie e differenze dopo la proiezione del video l attrice lunetta savino coordinerà in sala il dibattito diversamente libere generazioni di donne a confronto insieme a donatina persichetti presidente della consulta femminile delle pari opportunità della regione lazio e alessandra bocchetti rita cavallari titti di salvo valeria fedeli luisa rizzitelli loredana taddei del comitato promotore nazionale snoq priverno invita tutti al grande evento per un pomeriggio di riflessione e incontro insieme donne e uomini di generazioni differenti contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 13 giugno 2012 torna a fare informazione a sensibilizzare lo snoq di priverno e proprio il nucleo dell associazione se non ora quando a promuovere oggi pomeriggio venerdì 15 giugno alle a scuola di saltarello scadono le iscrizioni per il corso di luca morazzano sabato prossimo bassiano torna ad essere teatro dei laboratori sulle danze popolari italiane che il 23 giugno arriva al suo quarto appuntamento organizzato dall associazione mantice di latina in collaborazione con la cooperativa utopia 2000 e le associazioni angelus novus e slow food di priverno sabato 23 giugno il quarto appuntamento dei laboratori intensivi sulle danze popolari italiane il saltarello nelle marche i laboratori hanno una cadenza mensile e si tengono a bassiano lt nei locali messi a disposizione dalla cooperativa utopia 2000 stavolta tocca al saltarello una danza di coppia una famiglia di balli che si ritrova in buona parte dell italia centrale e sebbene ci siano similitudini tra i vari stili queste superano i confini della regione per cui come del resto succede nel caso di molte altre danze tradizionali non è corretto parlare di saltarello marchigiano non è infatti un ballo regionale unico nelle marche si possono riconoscere vari stili di saltarello che presentano differenze anche marcate tra loro sia nell esecuzione musicale che in quella coreutica nel laboratorio verrà trattato principalmente lo stile che si ritrova nella media vallesina a cavallo tra le province di ancona e macerata e saranno dati accenni agli stili della bassa valle del potenza macerata e della media valle dell aso fermo il corso sarà tenuto in presenza di musica dal vivo da franco pirrami dell associazione di promozione sociale per la ricerca e la diffusione della musica e delle danze popolari l albero del maggio di monte san vito ancona il programma della giornata prevede 4 ore di lezione sui balli dalle 15 alle 17 e dalle 17.30 alle 19.30 alle ore 17 è prevista una degustazione di prodotti biologici offerti dall azienda agricola ganci e milone alle ore 20,00 la cena a base di prodotti tipici dei monti lepini e a seguire canti e balli con musica dal vivo il costo promozionale del laboratorio comprensivo di cena è di 20 euro il laboratorio è a numero chiuso e per partecipare è necessario iscriversi entro il 16 giugno per informazioni e iscrizioni marco delfino 0773484955 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 cultura i quattordici anni del doolin festa in strada per il pub più longevo del capoluogo di luca morazzano quattordici anni di atmosfere piatti musica e birra rigorosamente made in ireland chi di noi non si è immerso in qualche serata negli ambienti tipici del doolin a latina e il pub irlandese del capoluogo festeggia il suo compleanno che gli conferisce il titolo di pub più longevo nella storia della città a tal proposito la titolare storica del locale elena corradini dichiara con un pizzico comprensibile di orgoglio siamo a quattordici anni se fosse un figlio sarebbe un adolescente in piena evoluzione con radici già profonde ma proiettato verso un cambiamento ed io è un po cosi lo vedo l emozione delle tante esperienze vissute il fascino delle note suonate sul nostro palco gli artisti che si sono susseguiti ognuno con il proprio speciale carisma il ricordo degli appassionanti viaggi l intimità di una serata con l autore la familiarità di ogni festa condivisa hanno fatto sì che si esprimesse compiutamente il significato vero di pub public house e come tale lo hanno percepito anche i tanti stranieri che da noi si sentono a casa tutto il percorso finora svolto è stato frutto di un lavoro di squadra nella quale ognuno ha dato il meglio e se oggi il doolin è il riferimento di una comunità così molteplice e trasversale significa che la squadra ha funzionato il mio grazie va a ferdinando parisella che lasciando il testimone della direzione artistica ci regala la capacità di implementare percorsi originali attraverso i quali condividere esperienze uniche nello specifico degli eventi in programma cominciamo con l anticipare il solstizio d estate sabato 16 giugno dalle 20,00 in poi la maglia della salute con i suoi quattro eclettici divertenti esplosivi dissacranti componenti ci regalerà la più bella festa dell anno tutti in strada a festeggiare insieme con la cucina di nunzio la simpatia di tonino e giancarlo le attenzione di tutto lo staff come sempre sarò ad accogliervi per offrirvi i tanti premi e l ormai tradizionale viaggio a monaco messo in palio da grandi birre roma rassegna su de filippo al teatro moderno di paola bernasconi arriva l estate arrivano gli spettacoli all aria aperta è il caso di de filippo al moderno 6 spettacoli sotto le stelle rassegna ideata ed organizzata da roberto becchimanzi e gianluca cassandra che si svolgerà appunto presso il teatro moderno in via sisto v a latina inaugurata martedì 12 con lo spettacolo filumena marturano a cura della compagnia luna nuova di latina il programma proseguirà fino a giovedì 19 luglio dopo aver messo in scena sei spettacoli del noto attore e drammaturgo partenopeo per mercoledì 20 è previsto non ti pago con la compagnia quelli del cactus di napoli primo vero successo d autore di de filippo questa commedia del 1940 vede il contrasto tra ferdinando sfortunato titolare di un banco lotto e bertolini suo dipendente vincitore e pretendente alla mano della figlia del primo se non ti pago non vi intriga potete aspettare martedì 26 con sogno di una notte di mezza sbornia a cura della compagnia teatro dei dioscuri di campagna in provincia di salerno poco conosciuta è un opera incentrata anch essa intorno alla fortuna e sfortuna del lotto gioco visto come unica fonte di salvezza la rassegna continua giovedì 5 luglio con le voci di dentro spettacolo portato in scena dalla compagnia teatro club di torre del greco una commedia ricca di colpi di scena in cui ci sono denunce per presunti omicidi ritrattazioni ac14 cuse vittime che ricompaiono e lo zì nicola zio del protagonista che comunica solo a suon di fuochi di artificio e di botti giovedì 12 luglio sarà la volta del celeberrimo gli esami non finiscono mai che verrà rappresentato dalla compagnia il tentativo di frattamaggiore si tratta dell ultima delle commedie di eduardo de filippo quella che vede guglielmo speranza alle prese con la sua vita dal momento della laurea fino alla morte un matrimonio infelice con gigliola un amore vero a cui dovrà rinunciare con la profumiera la vecchiaia inoperosa e il cinico disincanto con il quale il protagonista decide di vivere la sua vita a concludere de filippo al moderno 6 spettacoli sotto le stelle ci pensa la compagnia luna nuova la stessa che aveva dato il via alla rassegna questi fantasmi sarà l ultimo spettacolo che verrà rappresentato giovedì 19 luglio una conclusione che saluta gli spettatori con la commedia più amara e più tragica di eduardo pasquale lo jacono è il protagonista che si ritrova ad avere a che fare con una serie di fantasmi che abitano l appartamento dove è andato a vivere tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21 ed il costo di ogni singolo biglietto è di 13 euro se preferite potete acquistare un abbonamento al costo di 62 euro per informazioni potete visitare il sito www.modernolatina.it o telefonare ai numeri 0773471928 o 3469773339.

[close]

p. 15

mondore@le numero 141 15 giugno 2012 cultura bersaglieri feste patronali e di paola bernasconi da oggi venerdì 15 giugno a giovedì prossimo ecco gli eventi in provincia di latina ai quali partecipare per poter dire come al solito io c ero se siete a latina per il sessantesimo raduno dei bersaglieri per informazioni e programma dettagliato andate su http www.latina2012.it la sera potrete scegliere di ascoltare un po di musica live con il concerto acustico della band monocrom presso il locale bacco&venere via p.r giuliani 12 si inizia verso le 22.30 passiamo ora a sabato a sezze continuano gli eventi in programma per la seconda edizione del premio luigi di rosa ideato ed organizzato dall associazione no-profit araba fenice alle 16 presso il centro polifunzionale le colonne di tito in via roma 20 verrà proiettato il film segreti di stato di paolo benvenuti a seguire il regista nonché giornalista di canale5 sandro provvisionato ed il magistrato rosario priore ne parleranno insieme coordinati da salvatore la penna la sera potete tornare nel capoluogo pontino per un altro po di musica dal vivo stavolta al sottoscala9 ora in via isonzo on stage atterraggio alieno nell ambito della rassegna di musica in acustico tagliate i vostri fili fatevi trovare là per le 21.30 domenica nuovo appuntamento a sezze stesso luogo ma con inizio alle 21 per un altro evento organizzato dall araba fenice protagonista della serata un altro capitolo delicato della nostra storia recente il giornalista ansa paolo cucchiarelli interverrà infatti sull argomento piazza fontana un nuovo punto di vista sulla strage a coordinare l incontro ci penserà il giornalista de la nazione daniele bernardini ma se la mattina avete voglia di una camminata all aria aperta un altra associazione setina ve ne offre l opportunità noi di suso organizza difatti un escur sione in montagna dedicata a tutti coloro che desiderano vivere un esperienza unica a passeggio tra i sentieri del monte semprevisa l appuntamento è per le 7.30 presso il piazzale orsini in via chiesa nuova amanti del teatro la sera fate una passeggiata a cori presso il teatro comunale piazza s oliva 5 alle 20.30 andrà in scena lo spettacolo bambole simboli totem e vizi nei paesi dei fantocci martedì pomeriggio non sapete cosa fare una pausa infrasettimanale può essere allietata da un po di musica e l occasione ve la offre su un piatto d argento la libreria feltrinelli di latina via diaz 10 con da nord a sud ­ vento meticcio il tour promozionale dei qbeta e poi arriva giovedì ad un passo dal venerdì successivo che preannuncia il fine settimana per iniziare ad assaporare l aria libertina del weekend ecco due proposte totalmente diverse entrambe a latina alle 21 il concerto dell associazione corale san marco di latina presso la chiesa di santa maria goretti con musiche di vivaldi mozart haydn bassi e dobrogosz oppure un po di cabaret con mr phino presso il kusi beach lungomare di latina lido e tra tutte queste proposte si inizia anche con le feste all aria aperta a sonnino si sta svolgendo infatti dal 13 giugno la festa in onore di s antonio di padova tornei di calcetto giochi popolari serate di ballo processioni sfilate spettacoli comici e pirotecnici tutto nella migliore tradizione italiana se volete sapere con precisione cosa vi aspetta visitate il sito www.ilfrasso.it i festeggiamenti proseguiranno fino a domenica 24 giugno ferragosto con i marlene kuntz a terracina di luca morazzano dopo sanremo in un cammino fatto delle tappe del loro tour i marlene kuntz sbarcheranno in estate nella provincia pontina la cult band della scena musicale underground italiana sarà in concerto il 15 agosto all arena del molo di terracina l evento è presentato da the base e da music experience roma srl in collaborazione con il comune di terracina l ufficio turismo e grandi eventi e possibile acquistare i biglietti a partire da oggi lunedì 11 giugno dalle ore 12.00 sui circuiti ticketone e greenticket la band presenterà live molti dei brani del nuovo disco canzoni per un figlio che contiene due pezzi nuovi e un po di canzoni del repertorio dei marlene risuonate per l occasione senza troppa deferenza nei riguardi della versione originale dopo il successo ottenuto nell ultima edizione di sanremo ­ che si è `rinnovato grazie al loro rock alternativo ­ e il tour che li vede protagonisti in moltissime città italiane i marlene kuntz di cristiano godano luca bergia e riccardo tesio sono pronti a tornate sul palco per regalare una serata d estate indimenticabile il tutto girerà sul loro nuovo album nato proprio dal pezzo presentato a sanremo quando il pezzo per sanremo canzone per un figlio ha preso forma abbiamo avuto quasi istantaneamente l idea di un concept a essa legato ­ hanno affermato i marlene kuntz ­ posto che avevamo deciso di non fare inutili corse per un disco di nuovi brani il guizzo del concept ci ha immediatamente convinto che era la cosa giusta da fare ciascuna canzone dunque contiene a nostro sentire valori o immagini trasmissibili a un figlio immaginato intorno alla sua fase di ingresso nell adolescenza o poco dopo al nuovo lavoro hanno lavorato anche quattro musicisti di primissimo piano la pianista alessandra celletti l amico gianni maroccolo il trombettista roy paci il violinista davide rossi 15

[close]

Comments

no comments yet