Maggio 2010

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita di comitato nuovo quartaccio giornale di quartiere anno 3 numero 28 maggio 2010 di aurelia colarossi e daniela moretti vivendo il parco festa d inizio estate in un nuovo quartaccio dalle ore 10,00 alle 20,00 archeoparco via del podere fiume nche quest anno il comitato di quartiere nuovo quartaccio in collaborazione con legambiente ­ circolo ecoidea e con il fattivo apporto delle insegnanti e degli insegnati della scuola andersen organizzerà una festa popolare vivendo il parco festa d inizio estate in un quartaccio nuovo per sensibilizzare i cittadini sui temi della riqualificazione delle periferie e per porre l accento sulla necessità di migliorare e curare le aree verdi la festa che si terrà il 2 giugno a partire dalle ore 10,00 e fino alle 20,00 sarà rivolta innanzitutto ai bambini con un programma molto ricco infatti si partirà con i giochi di strada corsa con i sacchi tiro alla fune ecc con un laboratorio per la costruzione di aquiloni ed una gara di disegno contemporaneamente nella mattina ci saranno tornei di minicalcio basket e pallavolo e la possibilità di utilizzare gratuitamente le biciclette messe a disposizione continua a pag 8 f esta di santa fa ustina kowa lska della misericordia orresina 11 aprile 2010 strani suoni svegliano il quartiere ancora un po addormentato incredibile in questo fazzoletto di periferia romana tra il traffico della via torrevecchia e il silenzio del parco agricolo casal del marmo una silenziosa comunità sente e vede nelle sue strade larghe nuove semideserte una banda camminare e comunicare a tutti che questa sarà una domenica diversa e la prima domenica dopo pasqua quella che giovanni paolo ii ha voluto fosse la giornata della festa della divina misericordia la giornata in cui a tutti si ricorda che la fede senza le opere di pietà che portano l uomo ad applicare e vivere il grande comandamento dell amore non ha alcun valore suoni festosi e allegri che attraggono grandi e piccini invitano tutti a partecipare alla grande festa in onore di s faustina kowalska a cui la parrocchia di torresina è intitolata e a festeggiare con lei il giorno della divina misericordia al termine di una celebrazione all aperto animata continua a pag 8 t a

[close]

p. 2

sommario maggio 2010 vivendo il parco santa faustina kowalska della misericordia genitori o amici dei propri figli stress della vita quotidiana io amo torresina il tuo quartiere non è una discarica la salute è un diritto fondamentale dell individuo e interesse della collettività cuba tra incanto e regime bentornato a urban blog torresina.net i fiori in tavola 1 1 3 4 5 5 7 10 12 14 rubriche le lettere dai lettori domande e risposta le dediche dei nostri lettori la curiosità del mese programma gite maggio 2010 letti per voi intervista al cucinati per voi le perle di zia pina 6 6 7 9 9 12 13 15 15 dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina tutti i negozi e gli studi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni le edicole via torrevecchia 87 e 442 i negozi di via pietro maffi le edicole di via pietro maffi alcuni negozi di via andersen municipio 19° di via mattia battistini xix gruppo vvuu via f borromeo la biblioteca basaglia via federico borromeo 67 biblioteca casa del parco e going informagiovani di via della pineta sacchetti 78 centro anziani torrevecchia -monte mario-primavalle ama di torrevecchia santa maria della pietà ·uffici circoscrizionali pad 29-30-31 ·padiglioni 13 26 e 32 ·centro antea atletica monte mario scuola di via andersen gruppo volontari protezione civile 19 via gianbattista soria anno 3 numero 28 maggio 2010 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma ilpicchioditorresina@yahoo.it editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3383171087 e 3396531743 direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza emanuela monego daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno pierfederico poli progetto grafico redazionale luigi spagnoletti roberto delle case gloria bucchèri giampaolo bucchèri hanno collaborato a questo numero pina ladogana gian tonino ianitusi alessandro mingarelli comitato torresina comitato quartaccio nuovo rosaria majani ileana argentin gianni moretti stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio questo numero è stato chiuso in redazione il 30/04/2010 2

[close]

p. 3

centro famiglie il giardino blu via giulio salvadori 35 00135 roma tel 06.30683559 il magicomondo del giardino blu dott.ssa rosaria majani genitori o amici dei propri figli epoca in cui viviamo chiama tutti noi adulti a gestire una grande complessità nel mondo del lavoro delle relazioni e anche della famiglia la famiglia stessa oggi non è più rappresentabile dal prototipo che ancora ci viene proposto madre padre figli le nostre sono sempre più spesso famiglie con un genitore unico o ricomposte o isolate socialmente o allargate o molte di queste cose insieme la tecnologia poi ha permesso a tutti ormai di possedere mezzi di comunicazione che offrono stimoli opzioni possibilità inimmaginabili fino a pochi anni fa che pongono problemi di tipo educativo assolutamente nuovi le cui risoluzioni non hanno esiti certi c è da dire che la spinta culturale attuale verso il permanere ad un età giovanile quanto più possibile sia come immagine esterna sia come stile di vita porta con sé la negazione del tempo che passa e che con il passare del tempo cambiano anche i ruoli sociali e le responsabilità che ne derivano e così si finisce per vedere in giro madri/padri con figli adolescenti che vestono allo stesso modo usano lo stesso gergo si sentono amici dei propri figli nell illusione che tale vicinanza significhi capirli di più mentre di fatto è un abbandono del proprio ruolo genitoriale delle proprie responsabilità del dovere di educare perché su un punto è importante intendersi educare presuppone il collocarsi su un piano diverso da quello dell altro che deve essere educato l educazione ruolo fondamentale di un genitore accanto a quello affettivo e di cura presuppone una relazione che non è paritaria e dove i ruoli non sono intercambiabili essere amici dei figli significa sottrarsi alla responsabilità di prendere a volte decisioni difficili contestate dai figli stessi ma nel loro esclusivo interesse significa sottrarre ai figli la possibilità di avere dei genitori veri che sanno ascoltare capire ma anche contenere indirizzare e mettere regole porsi come una base sicura a cui fare fare il genitore oggi è il mestiere più difficile abbiamo chiesto alla dott.ssa rosaria majani del giardino blu che si occupa del sostegno ai genitori di aiutarci a riflettere su questo tema l riferimento e da cui distaccarsi pian piano crescendo forti per poter affrontare il mondo come tutti sappiamo non c è una scuola che ci insegna a fare i genitori madre e padre sono ruoli sociali biologici ma l essere genitori è qualcosa di diverso è un acquisizione di competenze progressiva che non può avvenire se non contestualmente alla nascita e alla crescita dei figli va di pari passo non può precedere come apprendimento teorico ma sicuramente ciò che dovrebbe precedere l esperienza di diventare genitori è una maturità personale una capacità di assumersi responsabilità un passaggio dal ruolo di figlio a ruolo adulto uno svincolo autentico dalla propria famiglia di origine nella direzione dell autonomia personale non sempre ciò accade l ambizione del nostro centro rispetto ad una richiesta di genitori in difficoltà è essenzialmente quella di aiutarli a recuperare il proprio ruolo e a ricollocarsi sul giusto piano rispetto agli altri familiari a volte per far questo è necessario ripercorrere insieme il loro percorso di vita la loro esperienza da figli nel rapporto con i propri genitori riflettere insieme sui punti di forza e di debolezza che nell educare sentono di avere al fine di ritrovare le capacità di far fronte autonomamente alle difficoltà e poi fondamentale è non sentirsi soli ad affrontare un compito così difficile come quello di crescere i propri figli ciascun genitore in difficoltà ha la percezione di essere il solo ad avere quel problema o di sentirsi solo e quindi non in grado di risolverlo oppure decide di non vederlo ed attribuisce all esterno amici ambiente familiari ecc la responsabilità di ciò che sta accadendo e allora lo sforzo è quello di non lasciare soli i genitori ma condividere per un piccolo pezzo di strada la loro esperienza star loro accanto accompagnare verso la scoperta delle proprie capacità 3

[close]

p. 4

l ostressdella vi taquotidiana cadono a una persona al valutare come la persona percepisca gli eventi in generale se ripensiamo agli eventi che venivano considerati negativi appare evidente che un lutto un divorzio o una malattia possono essere vissuti in modo molto diverso da persona a persona questa differente percezione per gli eventi ad alto contenuto emotivo si realizza anche nella percezione di ogni ell uso comune il termine stress viene associato so esperienza quotidiana a partire da come organizziamo le prattutto negli ultimi decenni a una vita piena di informazioni che ci arrivano dai nostri organi di senso impegni condotta in modo frenetico ed ha sostituito nel un esempio di come ogni individuo possa organizzare l immaginario sociale un altro termine caduto in disuso percettivamente la propria realtà ci viene dalla visione delle figure ambigue che in momenti differenti possono quello di esaurimento nervoso in entrambi i casi sembra che ogni persona abbia una evocare immagini diverse assecondo di come viene or carica che le permette di fare un numero definito di ganizzata mentalmente l esperienza sensoriale se una situazione viene percepita come attività oltre le quali si presenterebbe un eccedente le risorse mentali e sociali di esaurimento vitale cui la persona dispone aumenta l attivadifatti il consiglio più diffuso tra amici e zione mentale e fisica che se cronica alcune volte anche tra operatori sanitari può essere un fattore d insorgenza e/o è sei stressato vatti a fare una vacanza mantenimento di numerosi disturbi sia certamente una vacanza potrebbe fare psichici che fisici bene ma ogni vacanza finisce e siamo al nell organismo gli effetti del distress punto di partenza possono coinvolgere diversi sistemi nercosa si può fare allora e come stanno le voso muscolo scheletrico respiratorio cose effettivamente cardiovascolare endocrino gastrointelo stress riguarda il livello di attivazione stinale riproduttivo immunitario mentale e fisica di un individuo gli individui possono mettere in atto dipossiamo considerare questa attivazione verse strategie per affrontare il distress come la tensione della corda di un violicercare di risolvere il problema continno se la corda non è per niente tesa non gente trovando differenti soluzioni avesarà possibile suonare al contrario se è re una reazione principalmente emotiva troppo tesa si udiranno suoni sgradevoli diventando magari ansiosi o turbati uscendo fuori dalla metafora del violino cosa vedo nel disegno evitare il problema andando per esempotremmo dire che un certo grado di attiuna giovane donna oppure pio a fare shopping vazione quindi di stress è essenziale per un anziana signora non esiste una strategia migliore o pegvivere ma se l attivazione supera una giore delle altre dipende dal problema che ci si trova ad certa soglia questa può essere negativa quindi lo stress non è per sua natura negativo un certo affrontare e da quanto si possiede la capacità di valutare livello di stress è essenziale per la vita e viene chiamato la situazione e scegliere la strategia più adeguata eustress stress positivo oltre una certa soglia invece si se siamo imbottigliati in mezzo al traffico probabilmente la strategia più adeguata è quella di distrarci aparla di distress stress negativo ma qual è la soglia oltre la quale lo stress da positivo di scoltando la radio e all occasione prendere strade alternative se dobbiamo preparare un esame lungo e difficile venta negativo non è possibile definirla a priori poiché varia notevol la strategia migliore potrebbe essere quella di pianificare meticolosamente come organizzarci con i ritmi di stumente in base alle caratteristiche di personalità ci sono ad esempio persone che vivono bene solamente dio infine se un nostro parente non sente alcune nostre se hanno una giornata piena di nuovi stimoli e situazioni ragioni un certo tipo di reazione emotiva potrebbe essementre per altre è essenziale fare tendenzialmente sem re la soluzione più efficace pre le stesse cose fino agli anni `60 dello scorso secolo anche la preferenza nello scegliere una modalità o un alsi considerava lo stress negativo in funzione degli eventi tra per affrontare le situazioni dipenderà dalle attitudini negativi accaduti a una persona gli eventi considerati di ognuno e da quanto si è in grado di avere un approcpiù negativi erano ad esempio la morte del coniuge il cio flessibile ai problemi divorzio la carcerazione un incidente una malattia ecc ai fini della salute l efficacia della strategia adottata sertra gli eventi meno gravi ma comunque considerati virà soprattutto per ridurre i livelli di attivazione portatori di distress c erano la violazione della legge il allentando la corda di violino tesa e permettendo una cambiamento nelle abitudini alimentari il cambiamento vita più serena nelle abitudini del sonno ecc questa concezione da 40 anni è del tutto superata poiché dott alessandro mingarelli è ormai evidente che l impatto di un evento negativo di psicologo della salute ­ docente presso sapienza università di roma eventuali commenti possono essere inviati ll indirizzo penda da come la persona lo percepisce si è quindi pase-mail dell autore alessandro.mingarelli@psicosalute.com sati dal considerare il numero di eventi negativi che acsulle strade al mattino il troppo traffico mi sfianca mi innervosiscono i semafori e gli stop e la sera ritorno con malesseri speciali non servono tranquillanti o terapie ci vuole un altra vita da un altra vita di franco battiato 1983 n 4

[close]

p. 5

io amo torresina sergio coresi alessandro amadei antonio di noia antonio giustiniani antonio picciau omenica 30 maggio il comitato di quartiere torresina rinnoverà le sue cariche i soci saranno chiamati ad eleggere la squadra che lavorerà in collaborazione con le istituzioni al completamento del piano di zona torresina 1 con uno sguardo rivolto alla nascente torresina 2 obiettivo primario sarà quello di migliorare la qualità della vita in zona con lo sviluppo dell economia locale resta ferma la proposta di un totem pubblicitario che valorizzi le attività commerciali del quartiere l aumento dei servizi scuole farmacia e presidio di sicurezza la realizzazione di zone d ombra nel quartiere verde pubblico finalmente sistemato e luoghi di socializzazione con una particolare attenzione alle esigenze di bambini giovani ed anziani cercando inoltre d individuare delle aree verdi per i nostri amici a quattro zampe in particolare seguiremo il completamento di piazza gino pallotta del parco giochi oltre che la struttura polifunzionale al suo interno la scuola materna opere già finanziate quasi per intero ad esse si affiancherà la richiesta di nuovi finanziamenti per le scuole elementare e media ed il grande parco della vallata che unisce torresina lavoreremo affinché viale monta d nelli abbia un bel viale alberato e sia realizzato un sentiero pedonale illuminato tra via rosi e via orlando le vie di accesso al resto del territorio avranno la nostra massima attenzione a cominciare dalla risoluzione dei problemi che hanno portato alla realizzazione del muro alla fine di via andrea barbato per un suo abbattimento seguiremo il finanziamento del collegamento di torresina al gra ed i lavori per la realizzazione della torrevecchia bis in tutto il suo tragitto da monte mario a boccea passando per il progetto della cittadella dello sport lavoreremo affinché il servizio di trasporto pubblico ci colleghi alle stazioni ferroviarie dell fm3 e seguiremo con la massima attenzione l arrivo della linea a della metropolitana fino a bembo-torrevecchia per fare tutto questo e molte altre cose legate alla pulizia ed al decoro del quartiere oltreché per l organizzazione di giornate di festa sport e cultura abbiamo bisogno della partecipazione il sostegno costante del nostro quartiere a partire dai soci del comitato ai quali diamo appuntamento al voto nell ultima domenica di maggio un gesto d amore per torresina comitato torresina aurelia colarossi cinzia pezzola giacomo trillini maria teresa borzi vincenza pasquali di antonio picciau chiederne uno da sistemare nel aprile quartiere raccolta straordinaria gravista la bella giornata di sole la tuita dei rifiuti ingombranti e partiraccolta è stata anche il pretesto colari anche questa volta a torresina sono per fare conoscenza per parlare dei stati raccolti tantissimi materiali con progetti e dei problemi del quartiegrande soddisfazione del responsabire qualcuno si rammaricava perché le ama di zona che ha ringraziato il venivano buttati oggetti in buonissicomitato di quartiere torresina per la mo stato interi arredamenti giocatcollaborazione prestata toli lampade portaoggetti di tutte queste raccolte domenicali stanno le fogge anche in ferro battuto che diventando un evento tanto atteso dai magari potevano essere utili a qualcittadini che arrivano al nostro punto cun altro di raccolta da ottavia palmarola boccea sarà forse il caso di ripensare ad una sorta di baratto vorrei segnalare una piccola pecca mancava il raccogli proprio per non cadere nelle spire dello spreco tore per i medicinali scaduti è l occasione buona per si replica domenica 6 giugno 18 5

[close]

p. 6

i le lettere dai lettori di proprietà privata tali quantità di rifiuti la risposta l ho avuta da un signore che poco prima dell uscita su via casal del marmo passeggiava con il suo cane purtroppo mi ha spiegato molto spesso il cancello bianco che chiude l imbocco della strada attraverso il parco da via casal del marmo lascia passare veicoli che dopo aver ottenuto con l inganno l apertura del cancello dal vicino istituto di suore vanno a gettare il loro carico in mezzo ai prati vorrei chiedere allora alle autorità vigili urbani circoscrizione o altro competenti che cosa può fare un cittadino qualunque che assista casualmente a simili azioni per far sì che chi abitualmente le compie incorra almeno nelle sanzioni sicuramente previste dalla legge spero che tramite il picchio possa pervenirmi una risposta lettera firmata nvio questa lettera dopo una passeggiata nel parco di casal del marmo lungo la strada che si snoda da via paolo rosi a via casal del marmo più precisamente all incrocio con via a vaccari fra alberi in fiore prati costellati dai primi papaveri e rami coperti di gemme dai colori più teneri non si può fare a meno di notare i cumuli di detriti ed immondizia di ogni genere che ben poco hanno a che fare con la conduzione delle attività agricole sul territorio montagne di calcinacci frigoriferi sfasciati pezzi sanitari smantellati divani sfondati armature esterne di lavatrici insomma tutto ciò che avremmo la possibilità di eliminare con un po di pazienza attraverso il servizio ama dal momento che né le pecore né le mucche hanno cantine da svuotare viene spontaneo chiedersi come sia possibile scaricare all interno del parco su terreni domande e risposta i nostri lettori hanno inviato queste tre lettere che abbiamo girato ai nostri amministratori municipali ono un assiduo lettore che ha creduto che dopo tanto tempo il parco giochi di torresina finalmente si sarebbe fatto c ero quando rappresentanti del comune e del 19° municipio hanno spiegato le difficoltà che avevano superato e hanno promesso lavori ben fatti e veloci sono passati sei mesi e ben di rado vedo lavorare qualcuno cosa è successo quanto ancora dobbiamo aspettare a c s s i stanno per consegnare gli appartamenti di via del podere fiume crescerà quindi il traffico da e per torrevecchia già caotico ho sentito che la torrevecchia bis sta per decollare ma i piccoli aggiustamenti che potrebbero in parte alleggerire la viabilità vedi via tebaldi a quando chi può rispondermi gianni p c aro picchio ho scritto alcuni mesi fa per segnalare il pericolo del muro di cinta della clinica s lucia poco dopo il muro è stato transennato la fermata del bus spostata ed ho immaginato che sarebbero stati fatti i lavori di consolidamento nulla come nulla si fa oltre a mettere le transenne per le buche di via rosi oltre ai camion dei costruttori di torresina 2 adesso ci passa anche il 46 quando sistemeranno le cose f d n.d.r nel frattempo le buche di via paolo rosi sono state sistemate risponde il consigliere municipale fulvio accorinti n merito alla prima domanda nel confermare che vi sono stati rallentamenti nel crono-programma dei lavori per il parco di torresina voglio far presente che oltre ad essere stato effettuato tutto lo sbancamento segno che si intende realizzare al più presto l opera senza problemi in una stagione inoltre che è stata piovosa fino al mese di marzo sono stati impegnati i fondi con la relativa autorizzazione chiesta all acea per l impianto di irrigazione si è cominciato a gettare le basi per l istallazione della recinzione è stata pianificata l istallazione dei pali di illuminazione pubblica ci vuole del tempo per terminare i lavori non si può certo pensare di fare tutto in pochi giorni certamente ho fatto pressione per accelerare l opera senza altre perdite di tempo i sul muro della clinica l intervento di riparazione deve essere effettuato dalla stessa struttura che sicuramente avrà ricevuto indicazioni e sollecito dalla polizia municipale vedrò di capire a che punto stanno su via tebaldi mi è stato detto indirettamente che vi sarebbe stato un incontro non comunicato evidentemente a noi consiglieri di maggioranza e minoranza con il presidente del municipio milioni presso l assessorato comunale alle oo.pp pertanto provate a rivolgere a lui la domanda faccio presente che lunedì 12 aprile sono stati richiesti dal sottoscritto alla polizia municipale tutti gli atti per il rifacimento della segnaletica orizzontale nelle strade principali e dove necessario di torresina attendiamo e vigiliamo che quanto prima venga effettuato l intervento da me indicato e caldeggiato 6

[close]

p. 7

le dediche dei nostri lettori il 9 maggio siamo troppo simili e tanto diverse ciò che per me è bianco per te è nero e per entrambi non esiste mai una via di mezzo a volte è una guerra continua ma c è indiscutibilmente amore e affetto e un indissolubile legame tanti auguri per maria ­ 6 maggio 2010 per come hai superato magnificamente un difficile la tua festa mamma tanti auguri per un 2009 meriteresti un monumento tanti auguri per giorno che dovrebbe essere ricordato ogni giorno ti voglio bene stefania il tuo 62° compleanno luigi e antonella j personale del bar l alchimista e tutti gli l alchimista abitanti nel condominio ringraziano la bonsaidea per averci donato e piantumato l albero che mancava su viale indro montanelli perché si era seccato grazie 9 maggio festa della mamma è proprio a loro a tutte le mamme che il picchio di torresina vuole fare i piu belli i più cari e i più spumeggianti auguri la salute È un diritto fondamentale dell individuo e interesse della collettivitÀ di ileana argentin seguito delle indicazioni giunte al commissario per l emergenza sanità nel lazio elio guzzanti dal tavolo nazionale formato dai ministeri della salute e dell economia con il decreto n.95 del 29-122009 è nato il ticket sulla disabilità dal primo aprile le persone con disabilità che usufruiscono di trattamenti riabilitativi in regime residenziale e semiresidenziale sono tenuti ad una compartecipazione alla spesa pari al 30 della retta quotidiana minori compresi sui trattamenti di riabilitazione e mantenimento a loro indispensabili per le attività riabilitative in regime residenziale cioè con il ricovero in strutture sanitarie il ticket da versare è di 35,64 euro per la riabilitazione che richiede un impegno definito elevato e di 29,44 euro per le prestazioni ritenute di impegno medio per gli interventi in regime semiresidenziale il ticket sarà di 18,73 euro per un impegno elevato di 14,98 euro per un impegno medio e di 13,11 euro per un impegno lieve pesanti critiche bipartisan sono arrivate dal mondo politico laziale che ha chiesto con insistenza al commissario la revoca del decreto che impone un ulteriore inaccettabile balzello a famiglie già duramente provate dal carico assistenziale e dai pesanti oneri che la presenza di un disabile comporta a tale provvedimento di per sé è inaccettabile perché colpisce tutte le persone disabili andando di fatto a ledere il loro diritto alla salute privandoli dell assistenza necessaria a condurre una vita più dignitosa è ancora più vergognoso perché di fatto per risanare i conti della sanità del lazio si colpiscono pesantemente le categorie più deboli ossia le famiglie con figli portatori di handicap che ogni giorno si trovano ad affrontare mille difficoltà compresi i tagli per gli insegnanti di sostegno e ancora chi non può far fronte a tale spesa ha davanti a sè due soluzioni ridurre il livello di cure destinate al proprio familiare o chiedere l intervento dei servizi sociali per avere come nel caso degli anziani ospitati nelle residenze sanitarie assistite rsa un contributo economico per il pagamento di quanto dovuto da una parte si riduce il debito e dall altra lo si aumenta salta evidente agli occhi che non può essere questa la strada per ripianare il bilancio della sanità laziale e per questo lo scorso 14 aprile insieme all on livia turco ho presentato un interrogazione al ministro per sostenere la revoca del decreto e l adozione di misure alternative con questo provvedimento ingiusto viene eluso il dovere dello stato di occuparsi dei soggetti che vivono nelle condizioni piÙ svantaggiate 7

[close]

p. 8

continua da pag 1vivendo il parco dopo aver pranzato tutti insieme nel parco si proseguirà con l animazione con un trampoliere giochi di gruppo e spettacoli per i bambini fino alle ore 20,00 per i più grandi ci sarà dalle ore 18,00 musica dal vivo la festa non sarà solo piena di momenti di divertimento ma sarà anche un occasione per confrontarci con i nostri amministratori sui temi della riqualificazione sociale ed continua da pag.1 festa di santa fautina kowalska della divina misericordia urbana e sulla pianificazione urbanistica per questo alle ore 11,00 è previsto un dibattito che vedrà coinvolte le realtà associative del territorio e i rappresentanti delle istituzioni e dei partiti quest anno la festa acquista un valore ancora maggiore poiché finalmente si sta per giungere alla conclusione dei lavori per la realizzazione dell archeoparco di quartaccio e la sua consegna definitiva al comune di roma questo obiettivo è stato perseguito con forza dal comitato nuovo quartaccio ma è solo l inizio affinché il parco sia realmente fruibile ed apprezzabile da tutti i cittadini della zona divenuta via via più forte bagnati ma felici abbiamo assistito ad un meraviglioso esplodere di colori nell aria che ha illuminato la notte di torresina e ha ricordato a tutti che la misericordia è calore e colore è vita al prossimo anno quando la festa della divina misericordia coinciderà il primo maggio con la pagana festa del lavoro e al panino con la salsiccia potremo unire fava e pecorino ringraziamenti il comitato feste della parrocchia di santa faustina kowalska di torresina ringrazia tutti coloro che con la loro offerta hanno reso possibile organizzare l 11 aprile una bella giornata di festa in onore di santa faustina e la divina misericordia un grazie speciale va all iperstore gs alla banca del credito cooperativo di roma e guidoncarni sempre presenti e generosi nei confronti del quartiere con impegno e gioia dai bambini del catechismo dalle catechiste e dal neonato coro parrocchiale le strade del quartiere sono state percorse da una processione che ha portato nel cuore di tutti gioia e serenità ma non è finita qui il pomeriggio alle 15 la piazza di fronte alla chiesa si è animata di bambini ragazzi e adulti bancarelle con giochi antichi come il tiro al barattolo prodotti tipici e di produzione biologica come il latte crudo di biolà e i formaggi tipici laziali giochi per bambini e karaoke per tutti hanno dato ai tanti abitanti un altra occasione per incontrarsi e vivere il quartiere in armonia la sera è arrivato il momento dell agape comunitaria tutti intorno ai grandi bracieri accesi dagli animatori della festa un gran profumo di carne alla brace che si diffondeva per l aria e per tutti c è stato un panino un bicchiere di vino o di bibita e un dolcetto su tanta allegria e su una giornata trascorsa con il sole si comincia però ad addensare la nube di fantozziana memoria e così al cadere delle prime sparute goccioline si decide di dare il via anche se in anticipo sui tempi,all evento finale da tutti atteso i fuochi di artificio tutti col naso all insù sotto una pioggia invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 8

[close]

p. 9

di emanuela monego come una tempesta di maggio i l paragone appartiene al mondo dei nostri nonni quando le stagioni erano ben definite e diversificate fra loro un carattere irruento una reazione eccessiva una scenata incontenibile un azione troppo impulsiva o un imprevisto fulmineo quanto disastroso venivano paragonati ad un temporale nel pieno della primavera un temporale violento e devastante visto che a maggio nelle campagne la fioritura si era ormai conclusa e pioggia e grandine avrebbero devastato i frutti ora come ora quando ormai le piogge primaverili più o meno intense ci accompagnano fino all esplodere della calura estiva la tempesta di maggio non fa più paura a nessuno anche perché ad integrare le nostre albicocche o ciliegie rovinate dalla grandinata subentrano prontamente quelle made in ue e alle piazzate più o meno coreografiche di persone note e non note entrate nel nostro quotidiano dalle riunioni di condominio ai reality televisivi siamo tutti talmente abituati che non fanno neanche più storia via a.fava 56-00135 roma ­ tel.06.3081.0889 fax 0683514927 codice fiscale 97167450580 partita iva 07725481001 ecoideamm56@yahoo.it www.ecoideamm.beepworld.it programma gite maggio 2010 sabato 8 maggio cielo e stelle con gli astrofili nella valle del sorbo cena al sacco domenica 23 maggio da civitella cesi a san giovenale tra tombe tagliate,dirupi in un contesto etrusco alla scoperta di nuovi itinerari facile h3,30 di percorso ad anello 6 km domenica 16 maggio domenica 30 maggio riserva naturale canale monterano dopo la visita alla città morta si prosegue lungo il fiume sentiero dei briganti percorreremo una parte di questo mignone sentiero lungo 100 km dove i briganti del 1800 rapinava5 km facile per tutti no i viandanti 7 km facile per tutti per info:paolo e franca ore serali 06.3550.4090 339.7132.645 9

[close]

p. 10

cuba tra incanto e regime di gianni moretti tterriamo all avana in un caldo pomeriggio di metà ottobre il volo è stato puntuale e piacevole ma siamo stanchi lo scalo di 4 ore a madrid ci ha snervato il volo diretto da roma sarebbe costato il doppio l aeroporto è piccolo completamente nuovo il terminal intercontinentali è stato costruito una decina d anni fa in occasione della storica visita di papa giovanni paolo ii ad attenderci troviamo la ex moglie di un nostro amico cubano che ha fatto fortuna a roma insegnando salsa dobbiamo portargli del contante da parte del marito in cambio lui ci ha dato qualche dritta ma si riveleranno inutili fuori ci sono anche il cugino di lei ed un taxi ci portano nella casa particular che abbiamo affittato nella periferia della capitale gia percorrendo i 30km che collegano l aeroporto alla capitale capiamo che il comunismo ha segnato e continua a scandire la vita degli abitanti di questa gigantesca isola caraibica le strade sono un disastro di buche la segnaletica è vecchia e carente ovunque caseggiati identici massimo 2-3 piani lunghi anche qualche centinaio di metri questo è l hinterland dell avana cambiano i nomi sui cartelli prima di entrare in un paese ma quando ci sei dentro sembra identico a quello precedente dopo alcuni giorni ci rincuoreremo scoprendo le meraviglie del centro storico con belle palazzine coloniali chiese che ricordano spagna e messico e il fascino dei piccoli paesini più lontani arrivati il tassista scarica le valigie e ci porge uno scontrino che ha stampato dal tassametro 45 dollari americani un autentico furto per il basso costo della vita locale ma ci spiega che sono compresi andata e ritorno della moglie del maestro di salsa e per fortuna che gli abbiamo fatto risparmiare parecchie centinaia di dollari visto il contante che gli abbiamo portato a casa ci aspetta la proprietaria vive in una graziosa villetta di periferia con l anziana madre e una porzione di casa la affitta ai turisti lei si ritiene fortunata si è potuta comprare quella casa grazie all introduzione della proprietà privata e al figlio emigrato a lavorare in spagna gli stipendi medi sono sotto i 20 dollari mensili e per lei comprarla sarebbe stato impossibile c è anche la sorella a ad aspettarci ci offrono da bere e dei biscotti fatti in casa dato il fuso orario e il lungo viaggio siamo stremati ci facciamo una doccia poi andiamo in cerca di dove mangiare e sulla strada principale troviamo una tenda una sorta di piccolo supermercato con annesso fast-food tipo americano aperto fino a notte fonda e carino facciamo un po di spesa mangiamo male e spendiamo poco non ci resta che andare a dormire nel giardino di casa ci aspetta un signore sulla cinquantina la proprietaria ci spiega di stare tranquilli nessuno comunque ci avrebbe toccato ma lei preferisce avere un guardiano per tutta la notte quando ha turisti in casa gli costa solo 2-3 dollari la mattina ci svegliamo di buon ora la proprietaria si offre di portarci con lei in centro arriviamo alla fermata della gua-gua vecchi ma dignitosi bus locali c è molta gente lei chiede chi è l ultimo e ci mettiamo in fila mentre ci spiega come tornare a casa da soli arriva il bus per fortuna accalcandoci ci entriamo tutti la fila in attesa serviva appunto per lasciar fuori eventualmente gli ultimi il biglietto ce lo paga lei in pesos cubani di cui ignoravamo pure l esistenza l equivalente di pochi centesimi di euro scendiamo di fronte alla casa blanca una sorta di copia della casa bianca di washington costruita prima dell embargo forse per idealizzare la vicina america ospita uffici governativi ma non l idolo fidel ci dicono che lui si trova sempre in località segreta l avana è un po sporca disordinata e trafficata nonostante le auto non siano molte ma ha un fascino particolare fatto di colori odori tipici e unici come le vecchie cadillac che si incontrano ovunque l atmosfera è calorosa di una vita pacifica e felice nonostante povertà e privazioni alla gente qui sembra non mancare nulla scopriamo infatti che oltre a quei pochi generi che passa mensilmente il governo alle famiglie e oltre ai pochi dollari di salario mensile comunque ci si arrangia in ogni modo alcuni fanno il secondo lavoro di ogni genere e fantasia quasi tutti poi hanno un familiare che è riuscito ad andare a lavorare all estero molti nella vicinissima america al di là del mare e mandano a casa quei 50-100 continua a pag successiva 10

[close]

p. 11

dollari che permettono una vita dignitosa senza strafare ci si stringe il cuore a pensare che consumismo tecnologia e benessere ci stanno opprimendo solo venendo qui si comprende perché qualcuno scappa da tutto e da tutti per aprirsi un bar o un ristorantino su una spiaggia caraibica per le strade si sente continuamente musica divertimento gente che ride la vita è serena si balla la salsa chiamata così negli anni 70 è un miscuglio di diversi ritmi importati centinaia di anni fa e suonati con qualunque strumento spesso con le sole mani impariamo una musica ed un ballo nuovo il reggaetton dopo un paio di mesi dal nostro rientro in italia tutti impazziranno per la gasolina noi sapevamo già cos era il giorno dopo ci allontaniamo di 100 km dalla capitale per visitare la famosissima varadero null altro che una sharm el sheik oltreoceano ma il mare è 10 volte più bello durante il viaggio è obbligatoria una sosta per tuffarci nelle gelide acque della cuevas de bellamar una profonda grotta molto visitata insomma qui è tutto commerciale molto turistico la vita ruota intorno al business turistico e alla sabbia bianca su un mare incantevole grazie ad un amico italiano ci infiliamo in una spiaggia privata basta lasciare una mancia al bagnino e al portiere dell albergo il motto è questo al turista tutto è concesso un paio di giorni a seguire ci facciamo parecchie ore di macchina percorrendo un assurda autostrada una lingua di vecchio asfalto senza segnali e con poche regole non è raro incontrare carretti nella corsia di sorpasso visitiamo la baia dei porci un po fuori dai circuiti turistici e decisamente più incontaminata questa è la spiaggia dove 50 anni fa i cubani si difesero dall offensiva americana intenta a reprimere il governo di fidel castro proclamatosi dittatore in seguito alla rivoluzione degli anni 50 questa condotta dallo stesso fidel il fratello raul e il leggendario che guevara aveva ed ha tutt oggi lo scopo di assottigliare le differenze di classe principio marxista e ribaltare il corrotto governo di batista i motti inneggianti alla rivoluzione ed alla libertà sono scritti ovunque anche sui manifesti stradali il top lo si ammira nella gigantesca plaza de la revolution l effige del che sulla facciata di una palazzina e il monumento jose marti sono storia e presente a nord de l havana visitiamo la terra del tabacco solo piantagioni e foreste paesi fatti di casupole di capanne e strade polverose insomma la vera cuba spettacolari paesaggi cascate naturali per rinfrescarci contadini che ci offrono formaggio frutta sigari e bottiglie di introvabile rum le giornate trascorrono così tra mare e storia la sera una cena a base d aragosta una passeggiata sul malecon il lungomare da cui si intravedono lontane le luci di miami sogno proibito per molti e poi si balla ovunque nei bar in discoteche in strada cuba è tutto questo paesaggi equatoriali di un verde intenso mare celeste sabbia bianca gente vitale e sorridente un miscuglio di razze abitata millenni fa dagli amerindi colonizzata 500 anni fa dagli spagnoli speriamo di ritrovarla così anche quando l amato fidel non ci sarà più 11

[close]

p. 12

bentornato a urban blog torresina.net di gian tonino ianitusi prile dolce dormire non la pensano così alcuni blogger che stanno ridando nuova vita al sito torresina.net che meraviglia dopo diversi mesi di immutata situazione il sito con un aspetto nuovo e migliorato ha ripreso a funzionare regolarmente ogni giorno si può notare una piccola novità che non è sfuggita ai navigatori abituali del web il tam tam il passaparola ha riportato diverse persone ad andare a leggere regolarmente le pagine del famoso si fa per dire urban blog di torresina e dintorni www.torresina.net aveva cessato gli aggiornamenti quasi un anno fa con un malinconico comunicato di administrator che si dichiarava stanco della gestione solitaria ed impegnato su altre questioni personali che non gli davano più modo di occuparsi del sito difficile dargli torto visto che pubblicava ininterrottamente e quasi tutti i giorni dal lontano luglio del 2004 il sito andava alla grande ogni giorno nuovi visitatori ma mentre aumentava il numero dei visitatori proporzionalmente aumentavano gli attacchi degli hacker l epilogo avvenne in un triste giorno di febbraio 2008 quando il sito venne reso inaccessibile per l ennesima volta ripartì qualche mese dopo con un prodotto più protetto dagli attacchi si diceva ma al quale non si è mai affezionato più di tanto e lo dichiarò pubblicamente fino al doloroso addio del settembre 2009 del suo di antonio di siero a amministratore che non se la sentì più di continuare da solo la partita chissà cosa dirà ora che si riparte magari ne sarà felice visto che ha sempre sperato nel blog come mezzo meraviglioso per informare e condividere le informazioni locali grazie a questi blogger e a coloro che hanno accolto la sfida del vecchio e stanco administrator che oggi possiamo leggere di sul sito il nostro impegno è quello di fornire un servizio sempre aggiornato ed apprezzato non mancate di tornare a leggere le nostre pagine di certo saranno degli informatici magari con una passione per il posto dove vivono e la voglia di condividere le loro esperienze e ciò che si verifica a torresina e dintorni al momento sono apparsi un sotto lo pseudonimo di webmanager e webmaster ma ne sapremo di più nei prossimi mesi le premesse per un ritorno in grande stile del vecchio blog urbano di quartiere ci sono tutte una grafica piacevole finalmente una piattaforma affidabile wordpress la voglia di sperimentare soluzioni innovative finalmente un blog 2.0 con rss facebook twitter fring a friend youtube picasa etc la capacità d intercettare le informazioni di zona ed una straordinaria fame di notizie locali da parte dei cittadini di zona bentornato torresina.net blog urbano di torresina e dintorni testi alan moore disegni eddie campbell pubblicato da magic press 576 pagine formato 17x26cm brossurato con segnalibri b/n 35 da questa graphic novel è stato tratto il film from hell-la vera storia di jack lo squartatore di albert huges con johnny depp 88 la relazione de ll in s tab i le principe edward figlio della regina vittoria con una prostituta sta diventando un serio imbarazzo per la corte di buckingam palace il medico di corte william gull storico 1816-1890 fervente massone con forti disturbi psichici di cui la corte e la società sono all oscuro è incaricato di risolvere il problema dopo che l amante del principe è stata sequestrata e rinchiusa in una casa di cura gull comincia a eliminare le amiche della donna che minacciano il buon nome della corte d inghilterra con l aiuto del cocchiere netley documentato ma storicamente dubbio gull comincia la sua opera di insabbiamento sventrando le prostitute del quartiere di white chapel l ispettore abberline anch egli realmente esistito 1843-1929 dopo una lunga e nient affatto rimpianta gavetta nell area di white chapel viene richiamato per indagare sulle prostitute trucidate si scontrerà contro un muro di complotti e ipocrisia che in molti modi anticipano molti casi dei giorni nostri il tutto mentre il delirio di gull raggiunge l apice e un giornalista alla disperata ricerca di uno scoop invia una lettera falsa a scotland yard firmandosi jack lo squartatore cominciamo con una nota antipatica il prodotto è indirizzato esclusivamente a un pubblico adulto la narrazione è quanto di più nero si sia mai visto negli ultimi vent anni e le scene di sesso sono estremamente esplicite i disegni di campbell sono altalenanti in effetti il disegnatore sembra concentrarsi più sugli scenari curati fino all ossessione che sui personaggi talvolta appena 18 from hell abbozzati le vignette sono generalmente piccole in modo da rendere la claustrofobia di una londra più prigione che città per quanto riguarda la storia alan moore non ci ha mai viziato con favolette per l infanzia dall inquietante fascismo britannico di v per vendetta fino ai supereroi delusi del capolavoro watchmen non si smentisce neanche qui la storia è nerissima la degradata strada di whitechapel è presentata come un mondo a parte un mondo perduto nel pieno della rivoluzione industriale un luogo dove il più forte mangia il più debole dove non c è pietà per i deboli e un gesto di compassione è un suicidio la trama non si accontenta di essere un semplice thriller a sfondo storico ma come tradizione nelle storie di moore si espande nell ambito della filosofia e della metafisica a tratti si avrà perfino l impressione di avere tra le mani il prototipo originale dei romanzi di dan brown la lunga digressione sui monumenti massonici a londra i singoli capitoli portano come epigrafi diversi scritti dalle lettere ritenute false dagli esperti dello squartatore fino agli scritti dello stesso abberline completa il tutto un indispensabile e curatissimo glossario completo di ogni dettagliatissime spiegazioni storiche e bibliografiche che ci permettono di scremare la storia dalla fantasia degli autori un volume assolutamente prezioso per ogni amante del fumetto d autore 12

[close]

p. 13

inter vista al sig.franco del signore direttore dell agenzia 169 della bcc di roma l 15 febbraio 2010 a torresina ha aperto l agenzia 169 della banca di credito cooperativo di roma un servizio chiesto da tutti i cittadini che hanno a cuore lo sviluppo del proprio quartiere sono andata a parlare con il direttore dell agenzia un giovane cordiale che offre la propria disponibilità a quanti vorranno saperne di più i la banca di credito cooperativo di roma è un istituto di credito locale che opera a roma nel lazio e nella provincia dell aquila una banca molto radicata nel territorio che lavora a stretto contatto con cittadini imprese e istituzioni locali interagendo per lo sviluppo economico e sociale in coerenza alle finalità cooperative e nata nel 1954 nella periferia di roma per volontà della gente comune agricoltori artigiani e commercianti negli anni è cresciuta molto ma gli interlocutori sono quelli di sempre a conferma del nostro impegno in una fase tanto delicata e difficile come l attuale crisi contrariamente alle banche ordinarie ed a quelle di maggiori dimensioni non abbiamo chiuso i rubinetti del credito d il vostro motto è la mia banca è differente perché r perché è la banca che lavora sul territorio sta a contatto con il cittadino è interessata alla comunità i nostri migliori clienti sono le famiglie i piccoli imprenditori i commercianti che possono riscontrare in noi un rapporto tra persone che si confrontano che non si sentono considerati soltanto un numero di conto corrente perché è una banca trasparente che offre tutto il tempo e la disponibilità necessaria per venire incontro alle persone perché è nata e si diffonde sul territorio al quale appartiene sostenendo anche con piccole donazioni lo sviluppo e il miglioramento della qualità della vita della zona perché noi della bcc di roma dialoghiamo con le di marcella speranza persone per l interesse comune d perché è stata aperta un agenzia proprio a torresina come potete aiutare questo quartiere a crescere r e stato scelto questo quartiere perché c era la necessità oggettiva di un istituto di credito in zona torresina potrà scoprire i servizi e la disponibilità di questa banca che è al servizio della comunità aiutare un quartiere a crescere significa ascoltare le esigenze del territorio e venire incontro ai cittadini premetto che questo è l obiettivo di tutte le banche noi abbiamo modi e atteggiamenti diversi ma siamo comunque un istituto di credito disponibile alla collaborazione per trovare una soluzione dei problemi proposti cerchiamo di soddisfare le esigenze di tutti non solo dei clienti maggiori le persone le famiglie le piccole imprese sono i nostri obiettivi principali d visto che quasi tutti i residenti hanno da pagare un mutuo cosa potete fare r la legge bersani ha agevolato notevolmente con la portabilità la gestione dei mutui non abbiamo una convenzione ad hoc per torresina abbiamo delle proposte su misura per ciascuno un abito su misura cade meglio di un vestito fatto in serie così un servizio bancario d ci parla dei servizi agevolati r anche qui abbiamo servizi fatti su misura a seconda delle esigenze delle persone possiamo offrire dei pacchetti a prezzi molto competitivi importante è parlare con noi esporre le proprie esigenze confrontare con le nostre proposte poi se va bene diventare nostri clienti ma solo dopo averci conosciuto noi siamo a disposizione abbiamo dei pacchetti particolari per i professionisti per gli artigiani per le società per i condomini per i tassisti abbiamo un ottima convenzione ci sono tante altre opportunità io sono qui entrate e parliamone 13

[close]

p. 14

i fioriin tavo l a d ue amiche in giardino devo raccogliere dei fiori perché a cena voglio fare bella figura prepari un bel centro tavola fiorito no un risotto alle rose una frittata ai garofani un insalata alle viole e per finire un gelato al glicine bhoooo potrebbe sembrare una chiacchierata un po surreale ma non ci dovremmo stupire tutti noi mangiamo i fiori magari senza pensarci il cavolfiore i carciofi i capperi o i chiodi di garofano che tutti normalmente usiamo non sono altro che il bocciolo o il seme delle piante alle quali appartengono perché allora il garofano la rosa o il glicine no e non è nouvelle cousine sembrerà strano ma i fiori sono citati nella bibbia e nel corano come alimenti i cinesi mangiano fiori da sempre i romani li usavano per migliorare il sapore dei loro cibi carlo magno aromatizzava il vino con i garofani le violette candite non piacevano solo alla regina vittoria e noi mangiamo tranquillamente i fiori di zucca niente di strano insomma forse non siamo abituati a spogliare le nostre piantine per mangiarle ma usare i fiori in cucina aiuta a migliorare i sapori ad aromatizzare ed ingentilire quei piatti sempre troppo uguali possiamo friggerli caramellarli farne salse gelati e sciroppi naturalmente non dobbiamo pensare di servire un insalata fatta solo di fiori o un ragù di garofani dobbiamo usarli con moderazione e usando alcune accortezze i fiori vanno raccolti ancora in boccio la mattina dopo che si è asciugata la rugiada ed il sole li ha appena baciati debbono essere raccolti in zone non inquinate vanno bene quelli del nostro giardino o terrazzo purché le piante non siano state trattate con fertilizzanti chimici con anticrittogamici o antiparassitari oppure si possono acquistare freschi prodotti in serre specializzate in fiori edibili ormai reperibili facilmente nei mercati ortofrutticoli debbono essere lavati accuratamente e si possono mantenere in frigo come una normale insalata ma attenzione non tutti i fiori si possono mangiare è im di marcella speranza portante prestare attenzione ad alcune varietà che non sono commestibili ma anzi sono tossiche l azalea il colchico autunnale la dicendra l edera la digitale l iris la lantana l aconito l oleandro e il mughetto queste specie debbono stare lontane dalla cucina i fiori oltre ad avere sapore e gusto hanno anche vitamine e minerali in alcuni casi proteine ed amidi come ad esempio le rose e in generale i fiori a petalo rosso e sono privi di grassi ma che gusto hanno i fiori il girasole ha un sentore di carciofo i garofani hanno sapore di pepe i fiori di lavanda sono delicatamente dolci la rosa ha sapore di mela i fiori di borragine hanno sapore di cetriolo le viole del pensiero hanno sapore di erba fresca,il geranio è acidulo e ricorda il limone provare per credere possiamo provare a fare un insalatina con patate fagiolini e glicini un insalata di gamberetti e rose frittatine con ricotta e camomilla polpettine di formaggio fresco e papavero oppure buonissime frittelle tuffando i fiori di robinia o di sambuco in una leggera pastella friggendoli e spolverandoli di zucchero vogliamo preparare uno snack veloce e originale occorrono 200 grammi di ricotta 200 grammi di caprino una manciata di nocciole tritate fiori di rosmarino o di salvia o di origano sale e pepe mescolate i due formaggi il sale e il pepe fatene delle palline che rotolerete nelle nocciole tritate mettetele su un piatto e decoratele con un fiorellino su ogni pallina lasciate in frigo fino al momento di servire possiamo preparare un insalata fresca e facile che può diventare piatto unico un mazzetto di margheritine un mazzetto di foglie e fiori di tarassaco dente di leone qualche foglia di rucola due rose gialle o rosa una manciata di cubetti di formaggio groviera due uova sode due o tre cucchiai di maionese olio sale pepe e succo di limone mescolare tutto e buon appetito di marcella speranza una ricetta facile stuzzicante e di bella presenza se volete fare colpo sul vostro lui niente di meglio che servire riso e rose risotto alle rose ingredienti x 2 persone rose 2 intere e 2 cucchiai di petali meglio se rosse riso carnaroli 200 grammi cipolla mezza vino bianco secco mezzo bicchiere burro una noce brodo anche di dado olio sale e parmigiano quanto basta continua a pag successiva 14

[close]

p. 15

preparazione s ciacquate in acqua fresca le rose e i petali in mezza tazza di acqua calda mettete in infusione i petali circa 15 minuti in una casseruola mettete la cipolla tritata sottilissima con due cucchiai di olio extravergine fatela imbiondire quindi aggiungete il riso e lasciatelo insaporire mescolando con un cucchiaio di legno versate il vino e fatelo evaporare a questo punto sempre mescolando il riso per non farlo attaccare aggiungete poco per volta l acqua nella quale avevate messo in infusione i petali e quando questa è stata assorbita tutta il brodo quando il riso è quasi cotto aggiungete due terzi dei petali conservando gli altri per guarnire quando il riso sarà cotto al dente aggiustate di sale spegnete il fuoco aggiungete il burro e il parmigiano mescolate poi versate in un piatto di portata guarnendo con i rimanenti petali e le 2 rose intere consigli e non solo a cura di pina l aprile ci ha portato il risveglio della natura ed i nostri balconi e terrazzi si cominciano a riempire di fiori dai mille colori un ottimo fertilizzante ecologico economico e veramente efficace è l acqua in cui cuocete le verdure basta lasciarla raffreddare e poi usarla normalmente per innaffiare fiori e piante passo così alla e-mail alla mia affezionata lettrice angela si comincia in questo periodo ad avere il piacere di intrattenerci la sera dopo cena con amici e consumare un bel bicchiere di spumeggiante birra fresca cosa fare di quel po di birra che avanza nelle bottiglie o nei bicchieri non gettiamola via ma passata delicatamente con una spugnetta pulita imbevuta di essa sulle foglie delle nostre piante precedentemente ben spolverate le avremo lucide e sane con i primi caldi si riaffacciano anche le fastidiose formiche non preoccupiamoci più di tanto perché per dirottarle altrove basterà porre sul loro cammino da dove provengono o intorno alla base dei vasi delle nostre piante alcune manciate di sale grosso o degli avanzi di limoni già spremuti il mio caro amico franco fiorista di comprovata esperienza mi suggerisce il più semplice dei consigli per ben conservare garofani e rose recisi i garofani vanno sempre tagliati tra un nodo e l altro perché se vengono spezzati dove c è un nodo non assorbiranno più bene l acqua e appassiranno le rose invece non vanno assolutamente mai private delle spine provate a mettere in pratica questi consigli e fatemi sapere i vostri pareri inviandomeli a leperlediziapina@libero.it ai quali risponderò sempre con grande piacere un caloroso abbraccio dalla vostra zia pina c arissimi è passato così il freddo aprile di quest anno cominciano i primi tepori di maggio ma sapete voi da dove deriva questo nome secondo ovidio publio ovidio nasone celebre poeta romano nato a sulmona nel 43 a.c questo era il mese dedicato ai majores i maggiori cioè agli adulti ai vecchi e agli anziani come iunius giugno sarebbe stato dedicato ai juniores =giovani mentre altri vorrebbero l origine da maia madre di mercurio simboleggiante la grande madre terra chiudiamo il siparietto culturale per dedicarci ai consigli di questo mese con maggio inizia il cambio di stagione incominciamo ad alleggerirci e pian piano a fare le prime sudate come rimediare al fastidioso problema delle ascelle bagnate la mattina prima di lavarsi provate a passarvi una salvietta imbevuta d aceto bianco e per sudare di meno bevete a digiuno un bicchiere di infuso di salvia nelle nostre puntatine al mercato in questi giorni troviamo sui banchi ortofrutticoli abbondanza di carciofi ah quanto sono buoni preparati nelle diverse maniere ma non buttate via le foglie esterne ed i gambi perché forse non sapete ben lavati e bolliti con del buon vino bianco e poi filtrati ci danno un toccasana per reumatismi ed artriti bevendone un bicchiere scarso prima di andare a nanna in questo mese che inizia il caldo sorge il problema di conservare freschi e fragranti cipolle aglio aromi vari come rosmarino alloro e salvia per qualche mese quindi recuperiamo una scatola di polistirolo del tipo contenitore per torte gelato riempitela e ponetela nella parte bassa del vostro frigorifero per avere così un orto in casa zia pina 15

[close]

Comments

no comments yet