Novembre 2009

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 2 numero 22 novembre 2009 di marcella speranza avanti la chiesa di torresina la mattina del 25 ottobre il consigliere comunale federico guidi e i consiglierei municipali benito peri e fulvio accorinti hanno incontrato gli abitanti del quartiere per dare loro la buona notizia il 3 novembre 2009 verrà firmato il verbale di consegna del cantiere per l esecuzione dei lavori del parco-giochi tanto agognato il consigliere guidi ha raccontato la storia lunga e travagliata di questo progetto iniziato nel 2006 dall allora sindaco veltroni che dopo aver ricevuto la lettera di una bambina si era subito mobilitato stanziando anche i fondi necessari vicissitudini burocratiche e tecniche hanno ritardato l approvazione del progetto e di fatto la realizzazione del parco un bisogno primario questo per la nostra zona che ha un numero considerevole di bambini e di giovani mamme in attesa finalmente se son rose fioriranno d il parco­giochi doveva essere un esempio di progetto partecipato perché ai cittadini era stata data la possibilità di suggerire come lo avrebbero voluto adesso è anche un progetto condiviso le due amministrazioni che si sono succedute hanno fatto ognuna per la propria parte quanto di meglio potevano i fondi stanziati nel 2007 non più sufficienti sono stati integrati con fondi reperiti nel bilancio 2009 il consigliere accorinti che in prima persona ha seguito l iter e seguiterà a controllare perché tutto proceda per il meglio all interno potrete leggere una sua intervista ha illustrato il progetto che prevede oltre allo sterro per livellare e mettere in sicurezza l area la recinzione esterna l illuminazione l irrigazione la creazione di una zona riservata ai giochi dei bambini con i relativi giochi e adeguata recinzione un campo polivalente aree con panchine camminamenti e piantumazione di alberi.

[close]

p. 2

2

[close]

p. 3

sommario novembre 2009 finalmente se son rose fioriranno la giornata della libertà rubriche le lettere dai lettori la risposta di la redazione del picchio ringrazia annunci e non solo le dediche dei nostri lettori news dal comitato di quartiere torresina l intervista a cucinati per voi le perle di zia pina 4 4 4 5 5 5 10 11 16 promozione della lettura alberi e maltempo un anno fa l uomo investito a valle dei fontanili alla ricerca dei libri di testo i regali dell autunno noci nocciole castagne remake perché fare quando puoi rifare ciao gianni voce storica delle radio romane tassa rifiuti chiedete il rimborso dell iva dove vanno a finire i viaggi di gulliver sicurezza regole e controllo o dialogo e integrazione queste due linee possono convivere 15 1 6 7 8 8 9 11 12 13 13 14 dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata santa maria della pietà ·uffici circoscrizionali pad 29-30-31 ·padiglioni 13 26 e 32 ·centro antea atletica monte mario ama di torrevecchia scuola di via andersen gruppo volontari protezione civile 19 via gian battista soria dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina tutti i negozi e gli studi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni le edicole via torrevecchia 87 e 442 i negozi di via pietro maffi le edicole di via pietro maffi alcuni negozi di via andersen municipio 19° di via mattia battistini xix gruppo vvuu via f borromeo la biblioteca basaglia via federico borromeo 67 biblioteca casa del parco e going informagiovani di via della pineta sacchetti 78 centro anziani torrevecchia -monte mario-primavalle anno 2 numero 22 novembre 2009 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede via paolo rosi 79 00168 roma ilpicchioditorresina@yahoo.it editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina via paolo rosi 79 00168 roma cellulari 3338029862 e 3396531743 direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza emanuela monego daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno orsola russo progetto grafico editoriale luigi spagnoletti roberto delle case gloria bucchèri hanno collaborato a questo numero gian tonino ianitusi c di q torresina pina ladogana raffaella farina antonio di siero stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it questo numero è stato chiuso in redazione il 01/11/2009 3

[close]

p. 4

le lettere dai lettori ari amici del picchio approfitto di questo spazio e della vostra disponibilità per chiedere informazioni sul 46 abito in via paolo rosi e vi assicuro che sia la mattina che la sera cioè quando vado e ritorno dall ufficio percorrere quel tratto di strada quasi un km che mi separa dalla fermata non è per nulla piacevole specie nelle piovose giornate invernali ogni tanto nel quartiere circolano voci su eventuali allungamenti di percorso fino a paolo rosi ma di fatto non è stato fatto ancora nulla in mancanza di informazioni certe sulla definizione sul percorso ho cercato informazioni su internet ma ci sono tantissime notizie alcune prevedono l allungamento del percorso altre l inserimento di un altra linea purtroppo sono sempre notizie tanto confuse e soprattutto sono sempre informazioni sen c za un reale seguito la situazione non è facile da vivere soprattutto quando si ritorna la sera a battistini mi è capitato più volte di aspettare il mezzo per oltra un ora e di rinunciare a salire tanto era pieno di gente capisco che la realizzazione di piazza pallotta è determinante ma non si può temporaneamente pensare ad una soluzione per evitare ulteriori disagi io non pretendo un servizio pubblico a mia completa disposizione ma credo fermamente che migliorare quello attuale possa contribuire a diminuire il traffico da torresina verso battistini e soprattutto possa contribuire anche alle casse dell atac perchè attualmente mi rifiuto e come me tantissime alatre persone di pagare un servizio da carro bestiame grazie per l attenzione g.g la risposta di bbiamo pubblicato nel numero scorso la lettera di una cittadina che si lamentava per le difficoltà del traffico da e per torresina il presidente del consiglio del municipio xix° massimiliano pirandola ha così risposto a l dell assessore alla mobilità marchi è quella di realizzare l urbanizzazione primaria con le necessarie opere e solo in seguito la costruzione di abitazioni la risposta sarà a medio termine per quelle nuove realizzazioni stradali che si renderanno necessarie e a breve termine per quelle piccole modifiche viarie concordate con i cittadini invito tutti coloro che desiderano proporre nuove idee nell ambito della prossima approvazione del piano strategico della mobilità di partecipare alle riunioni della commissione competente o di venire direttamente presso il municipio in via battistini 464 la trasparenza e la partecipazione sono i due binari ove viaggia la motrice della politica del fare roma è vissuta di inerzia su molte tematiche per decenni oggi il cittadino si aspetta il cambiamento noi vogliamo governare per la gente insieme alla gente a lettrice ha perfettamente ragione nel lamentarsi tutti viviamo in una situazione legata al traffico asfittico frutto di scelte politiche imprenditoriali del passato slegate dalle reali esigenze sociali dei cittadini il primo atto politico forte che ha cercato questa amministrazione è quello di aver ri-trovato le risorse necessarie per la realizzazione della torrevecchia-bis con lo stesso zelo si sta lavorando sul nuovo piano particolareggiato del traffico che studia e analizza le criticità dell assetto viario sul nostro territorio la scelta che ci orienta in linea con gli indirizzi del sindaco alemanno e massimiliano pirandola la redazione del picchio ringrazia i l 21 settembre scorso il sito del nostro quartiere www.torresina.net ci ha avvisato che il suo amministratore antonio giustiniani ha deciso di sospendere a tempo indeterminato l esperienza di torresina.net che lo teneva impegnato per circa due ore al giorno dalla data di creazione del sito cioè dal 2004 ad oggi ora la gestione del sito è passata al comitato di quartiere torresina per merito di poche persone che dedicano tanto del loro tempo alle problematiche inerenti la vita della comunità si riesce ad ottenere un quartiere più vivibile per tutti la redazione desidera ringraziare antonio giustiniani crediamo a nome di tutto il quartiere per tutto ciò che ha fatto anche e non solo tramite il sito di torresina per favorire la crescita del nostro quartiere otiamo con piacere che le segnalazioni fatte dal nostro giornale vengono prese in considerazione da chi di dovere grazie a chi ha transennato per metterlo in sicurezza il muro di via torresina segnalato come pericoloso di crollo da un nostro lettore ora aspettiamo che vengano sollecitamente fatti i lavori di consolidamento n 4

[close]

p. 5

annunci e non solo sportello legale si informa che è nuovamente attivo il ser vizio di consulenza legale gratuita l avv monica consalvi riceve ogni venerdì dalle ore 17,00 alle ore 19,00 presso i locali della parrocchia di santa faustina kowalska in via r orlando n° 1 per infor mazioni tel al n.377.3135277 studente universitario offre ripetizioni a bambini di elementari e medie per info contattare il n° 3497197356 simone le dediche dei nostri lettori udite udite a chi mi conosce novembre è un mese fantastico i perchè il 2 novenbre sono nata io ii perchè il 13 mi sono sposata con pino e iii il 28 è nato mio figlio valerio valerio perciò tanti auguri a tutti noi olga per simone e tre w gli sposi a raffaella e alessandro le felicitazioni e gli auguri più alessandro cari e che la loro vita matrimoniale sia sempre radiosa aurelia ogni giorno è un giorno in più per amare un giorno in più per sognare un giorno in più per vivere tutto questo fa parte di noi del nostro anniversario del 24 10 2009 ma anche del tuo compleanno del 7 11 2009 tanti auguri claudio da maria come cresce il nostro nipotino il 25 novembre compie 3 anni i nonni felici augurano a quel piccolo mica tanto terremoto un buon compleanno hip hip hip hurrà nonno toni nonno gianni nonna elia e nonna marcella news dal comitato di quartiere torresina parco venerdì 23 ottobre si è concluso l iter per l assegnazione del terreno del parco dal ix dipartimento al xix municipio possono così prendere il via finalmente i tanto attesi lavori per la realizzazione del primo parco pubblico attrezzato del quartiere il comitato ringrazia tutti i cittadini che si sono mobilitati per raggiungere questo importante traguardo ed il delegato all ambiente del municipio fulvio accorinti per il continuo interessamento a cura del comitato di quartiere torresina dei rifiuti ingombranti e speciali nel parcheggio davanti al capolinea del 46 barrato a torresina è stato raccolto tanto di quel materiale che sono stati necessari quasi una ventina di viaggi per poterlo smaltire il comitato di quartiere ringrazia tutti i cittadini della zona che hanno partecipato alla raccolta e l ama per aver organizzato l iniziativa pedonale che non ha targa potremo così e finalmente disporre di tutti i servizi bancari ormai irrinunciabili sia per le imprese che per le famiglie farmacia gli enti preposti hanno iniziato l iter per inserire la zona di torresina tra le aree dove è possibile aprire una nuova farmacia a quel punto i farmacisti che lo vorranno saranno autorizzati ad aprire nel nostro quartiere dopo l ufficio postale e la banca in zona il comitato di quartiere sta portando a termine un altro impegno che si era assunto banca e prevista per prima di natale l apertura a torresina dell agenzia nr.169 domenica 18 ottobre 2009:il tuo della banca di credito cooperativo quartiere non è una discarica la banca aprirà in viale montanelli grande successo dell iniziativa di tra i civici 109 e 115 all angolo tra il ama-tg3 lazio dedicata alla raccolta viale e via mario ferretti la strada babbo natale tornerà tra noi grazie all associazione noi di torresina tutti i genitori interessati per informazioni possono rivolgersi a tiziana la parrucchiera di acconciature da sogno viale indro montenelli 140 o telefonare a cinzia al 3396531743 oppure a marcella al 3338029862 babbo natale premierà anche quest anno l allestimento luminoso più bello tra tutti i balconi del nostro quartiere 5

[close]

p. 6

la giornata della liberta di daniela moretti il parlamento italiano con la legge n 61 del 15 aprile 2005 ha dichiarato il 9 novembre giorno della libertà quale ricorrenza dell abbattimento del muro di berlino evento simbolo per la liberazione di paesi oppressi e auspicio di democrazia per le popolazioni tuttora soggette al totalitarismo 9 novembre 1989 cade il muro di berlino il muro che rappresentava al mondo la fine della seconda guerra mondiale,la germania fu divisa in quattro regioni ognuna delle quali amministrata da una delle quattro potenze vincitrici della guerra francia gran bretagna stati uniti e unione sovietica e la stessa sorte toccò alla città simbolo della germania berlino quando gli alleati decisero di unificare i loro settori la parte di berlino sotto il controllo degli alleati diventò un enclave in territorio sovietico che andava isolata e controllata la seconda guerra mondiale è finita la germania nazista ha perso e le potenza dell ovest e dell est del mondo che per anni hanno finto di non vedere il mostro nazista che invadeva l europa e hanno reagito solo quando hanno sentito in pericolo se stesse si dividono il controllo del territorio per anni la germania divisa rappresenterà al mondo il confronto costante tra le due ideologie politico-economiche del capitalismo e del comunismo la caduta del muro di berlino aprì la strada per la riunificazione tedesca che fu formalmente conclusa il 3 ottobre 1990 e diede impulso allo sviluppo dell unione europea il crollo del muro di berlino è stato presentato come la sconfitta dell ideologia comunista e l inizio della fine del gigante rosso in realtà dopo il crollo del muro il mondo intero ha perso l orientamento e aperto le porte alla globalizzazione quest anno alla porta di brandeburgo centinaia di ragazzi riproporranno al mondo la caduta del muro lungo il percorso del muro di allora verranno disposte tessere domino di enormi dimensioni realizzate dagli studenti di berlino che le faranno cadere assieme ad artisti famosi operatori culturali e politici la caduta delle ultime tessere darà il via ad uno spettacolo pirotecnico seguito da un grande concerto tanti sono i muri invisibili che oggi attraversano la nostra epoca e la nostra società post muro e il motivo per cui è importante ricordare un simile evento è proprio la battaglia che deve continuare per l abbattimento di tutti quei muri che rendono un uomo diverso da un altro uomo e da cui nascono totalitarismi e integralismi il muro rappresentava la contrapposizione lo stai con me o contro di me che ha caratterizzato anni bui anche della nostra storia e che non vorremmo mai più rivedere franz è il mio nome ranz è il mio nome e vendo la libertà a chi vuol passare dall altra parte della città compra il biglietto e non ti pentirai per quello che ti do non costa assai domani è il giorno domani si partirà con una carrozza per l altra parte della città e come pinocchio non crederai ai tuoi occhi quando vedrai il paese dei balocchi west berlino splendente ti apparirà e nella notte la luce ti abbaglierà e nelle vetrine aperte ai desideri i sogni tuoi proibiti fino a ieri senti che suoni c è musica dall altra parte e nelle strade la gente che si diverte è sempre festa l altra città ti aspetta non perder tempo compra il biglietto in fretta lì tutto è permesso lì tutto si può comprare e ti conviene spendere senza pensare e se non avrai più i soldi una mattina ti troverai dall altra parte della vetrina È come un gioco e ognuno ha la sua parte e quando alla fine avrai giocato tutte le tue carte non ci pensare no non aver paura che nella vetrina farai la tua figura franz è il mio nome e vendo la libertà a chi vuol passare dall altra parte della città compra il biglietto e non ti pentirai per quello che ti do non costa assai f di edoardo bennato 6

[close]

p. 7

di orsola russo il consiglio dei ministri ha stabilito che la giornata nazionale per la promozione della lettura si terrà il 24 marzo di ogni anno in questa giornata le amministrazioni pubbliche in coordinamento con tutte le associazioni che operano nel settore favoriscono iniziative volte a promuovere la lettura in tutte le sue forme tra le iniziative previste nella prima giornata per la promozione della lettura rientrano la premiazione dei ragazzi vincitori di un concorso di idee indetto nelle scuole elementari e medie per la creazione di una campagna che avvicini i giovani alla lettura la premiazione del migliore giornalino nelle scuole elementari e medie con la richiesta ai giornali di distribuirlo in edicola una serie di manifestazioni in biblioteche nazionali organizzate dal ministero per i beni e le attività culturali per illustrare la nascita del libro e la storia della stampa periodica ra i prezzi delle attuali edizioni superecomiche sono pari ai vecchi prezzi standard per un libro a copertina morbida internet però oltre ad esser causa di alcuni tra i peggiori mali moderni in questo caso può anche diventare rimedio esistono moltissimi siti per aspiranti scrittori laboratori di scrittura creativa o semplici comunità nelle quali grafomani di i giovani con una significativa presenza delle donne rispetto gli uomini oltre ad essere abili internauti appassionati di telefonia cellulare a sorpresa sono anche attenti lettori come fotografati dal settimo rapporto sulla comunicazione censis/ucsi promosso da h3g mediaset monda dori rai e telecom italia si confermano grandi consumatori di prodotti informatici e si rivelano pubblico interessato a libri e quotidiani l abitudine alla lettura dei più giovani deriva anche dall atteggiamento della famiglia nei confronti dei libri e della cultura in genere influenzano in modo significativo i comportamenti di lettura dei figli il titolo di studio posseduto dai genitori e il numero di libri e di enciclopedie presenti in casa il fatto di vivere con genitori che leggono libri influenza positivamente la lettura quindi e stata rivalutata chi legge non viene più preso in giro ma guardato con una sorta di rispetto misto c e da dirlo a incredulità bisogna anche dire che purtroppo le case editrici non fanno molto per invogliare i giovani alla lettu tutte le età si riuniscono per scambiarsi opinioni e non e richiesto nulla in particolare si impara insieme strada facendo copiando all inizio per poi passare all emulazione e infine acquisire un proprio stile i giovani amano le storie che parlano di loro storie in cui possono riconoscersi ma anche storie che li aiutano a scoprire qualcosa del mondo che li circonda perché le domande che si pongono sono infinite e spesso non sanno dove andare a prendere le risposte può una lettura suggerire queste risposte un libro dedomande ve far nascere domande più che dare risposte il libro non è un conforto né un rifugio oggi l essere sociale pervade tutto anche la lettura tanto che spesso anche giocare ai videogiochi diventa un momento di condivisione più o meno superficiale il libro non è una via di fuga dalla realtà ma semmai un modo di guarscoprirla darla conoscerla e scoprirla a questo punto ben vengano tutte le iniziative volte a far nascere l amore della lettura 7

[close]

p. 8

continua da pagina 1 con parte della terra movimentata si livellerà la mezzaluna sul tratto finale di viale montanelli adiacente il parco l onorevole guidi ha trovato un ulteriore stanziamento di 100.000 euro per dotare l area di una struttura coperta in legno per le attività sociali e di quartiere i lavori dovrebbero iniziare subito dopo il 3 novembre e terminare dopo 3 -4 mesi quindi in primavera al tempo delle rose il parco dovrebbe essere fruibile finalmente dopo tanta attesa si potrà dire che finalmente il quartiere di torresina avrà il suo parco dove poter far giocare i bambini se son rose alberi e maltempo forte temporale si è accanito su roma il 12 ottobre scorso pioggia e forte vento inconsueto per la violenza delle raffiche anche in una zona ventosa come la nostra hanno prodotto danni in tutta la città alberi abbattuti coperture divelte e addirittura una vittima schiacciata nella sua auto dalla caduta di un pino anche a via andersen lato via valle dei fontanili verso le 17 un grosso pino ha ceduto alla violenza del vento cadendo ed occupando tutta la carreggiata che per fortuna il quel momento era libera da pedoni o mezzi facendo presagire ingorghi infernali invece no in brevissimo tempo la polizia municipale e i volontari della protezione civile sono intervenuti operando nel migliore dei modi mentre la protezione civile tagliava l albero per sgombrare la strada i vigili dirottavano il traffico su via del podere fiume evitando ingorghi e di m speranza un blocco della circolazione ognuno si dava a fare per fare in fretta che bello direte voi certo in questo caso è andato tutto bene e ringrazio chi si è così alacremente impegnato ma l albero caduto è immediatamente adiacente all archeoparco all interno del quale due pini sono da mettere in sicurezza da un bel po di tempo avendo dei rami quasi totalmente staccati dal tronco che incombono su quei pochi cittadini che si azzardano sprezzanti del pericolo ad usufruire di uno spazio che dovrebbe essere a disposizione della collettività ma che di fatto è quasi inaccessibile cosa aspettiamo per togliere quei rami pericolanti un altra tromba d aria l inverno è alle porte e temporali e vento saranno più frequenti sarebbe perciò opportuno intervenire con celerità per evitare che altri alberi o parte di essi cadano compromettendo l incolumità dei cittadini e la normale viabilità che è già tanto penalizzata un anno fa l uomo investito a valle dei fontanili a cronaca ci ha raccontato che alle 6.00 del mattino di giovedì 16 ottobre 2008 un uomo di circa 70 anni è morto dopo essere stato investito da un automobile in via della valle dei fontanili all angolo di via giuseppe guicciardi mentre attraversava per andare a prendere l autobus secondo i primi accertamenti dei vigili urbani l investitore subito fermato a prestare soccorso non avrebbe visto l uomo attraversare la strada a causa della scarsa illuminazione della zona la vittima non poteva attraversare sulle strisce perché in quel tratto erano state cancellate dall abbondante traffico e dalla strada dissestata già causa di altri numerosi incidenti grazie ai finanziamenti che erano già stati stanziati per l intervento la strada fu riasfaltata dopo un paio di mesi siccome il lavoro non è stato fatto ad opera d arte ci rimisero le mani anche successivamente le strisce furono rifatte alcuni giorni dopo ma dei lampioni non se ne è avuta più notizia di gian tonino ianitusi l e paradossale dirlo ma avere asfaltato la strada senza illuminarla ha aumentato il rischio di essere investiti per i pedoni poiché è aumentata la velocità di percorrenza delle automobili e dei veicoli a due ruote in quel tratto il presidente milioni ha assicurato quasi un anno fa che la richiesta di lampioni per quel piccolo tratto di via della valle dei fontanili è stata inserita dall assessore ai lavori pubblici fabrizio ghera comune di roma nella lista delle priorità nel frattempo sono stati sistemati gli alberi lungo la strada che oscuravano la poca luce proveniente dai lampioni presenti ed avevano dei rami pericolanti che più di una volta sono caduti mettendo a rischio l incolumità dei passanti aspettano ancora un intervento un paio di pini nella vicina via dei fratelli grimm in attesa che la lentissima macchina capitolina illumini quel piccolo tratto di strada sono tornati i fiori intorno all albero più vicino al luogo dell investimento per salutare chi ci ha lasciato più di un anno fa e ricordare a chi ci amministra di illuminare la speranza di poter attraversare la strada senza essere investiti 8

[close]

p. 9

alla ricerca dei libri di testo alla prima media in poi la spesa dei libri scolastici è totalmente a carico degli studenti o meglio delle loro famiglie le spese maggiori si affrontano per il primo anno di ogni ciclo di studi mentre negli anni intermedi sono leggermente inferiori e relative ai soli testi divisi in più volumi quest anno in molte scuole specialmente superiori sono stati cambiati quasi tutti i libri forse per poggiare su più solide basi i prossimi cinque anni di studio durante i quali non dovranno o più realisticamente non dovrebbero essere cambiati chi poteva vendere i propri libri ai compagni più giovani è rimasto così a bocca asciutta pazienza brutta sorpresa a sorpresa anche il reperimento delle liste dei libri nuovi spesso disponibili solo su internet niente pc niente lista e allora connettiamoci e comparirà una lista talvolta poco chiara o incompleta ma comunque pronta immaginiamoci a questo punto uno studente premuroso che si affretta a recarsi in lungotevere guglielmo oberdan cioè al tradizionale mercato dei libri di testo usati allestito già dalla metà di agosto con in mano il suo blocchetto di fogli spillati e sulla spalla un borsone con i libri usati che vuole vendere siamo nei giorni del pienone appena si avvicina ai camion-negozio viene contattato dai ragazzi dei furgoni ti servono libri hai libri da vendere vieni con me mani rapide gli prendono la preziosa lista e la infilano sotto un mucchietto di liste preesistenti che non immaginavamo così il nostro studente perderà anche mezz ora di attesa per reperire magari due libri su quindici la vendita dei suoi libri sarà invece molto rapida saranno valutati il minimo anche se in ottimo stato e i velocissimi calcoli dei librai gli daranno dai 5 ai 10 euro per libro detratti ovviamente dal prezzo di quelli che acquisterà per l usato che si compra il 50 di sconto è l ipotesi migliore sempre più spesso infatti sono in vendita soprattutto fra i testi della scuola media libri scontati solo del 20 sono nuovi ti dicono dati in visione gratuita ai professori a maggio e poi rimessi sul mercato consigliamo vivamente il nostro studente di controllare cd tavole fuori testo ed allegati vari non è raro che manchino infatti e se protesti ti verrà risposto che il libraio li ha comprati così e non può farci niente le buste di plastica abbandonate per strada o accanto ai cassonetti dell immondizia con i libri di chi non è riuscito a vendere ed il tonfo delle pile di libri gettate a terra direttamente dai camion danno l esatta misura del valore odierno del testo scolastico nullo come se comprandolo sapessimo già che lo butteremo pre di emanuela monego d sto ad ogni modo il nostro studente premuroso anche se dovrà tornare lì qualche altra volta per l inizio della scuola si sarà procurato a costi dimezzati tutto ciò che gli occorre sulla carta a scuola cominciata infatti scoprirà che dalla lista mancava qualche titolo che l edizione acquistata non è quella richiesta o riceverà una lettera circolare come quella distribuita all inizio di quest anno scolastico agli studenti del liceo pasteur per informarli che i molti nuovi professori potrebbero non accettare i testi scelti dai loro predecessori e quindi adottarne altri fortunate le classi dove la maggioranza degli studenti ha comprato già i libri indicati sulla lista dell istituto e potrà quindi imporre al nuovo insegnante di adattarsi alla loro situazione negli altri casi pazienza lo studente premuroso sarà stato punito dalle circostanze membro di una minoranza non tutelata immaginiamoci ora un altro studente non pigro ma realista che prima di comprare i libri attenda le indicazioni dal vivo dei professori ormai in ritardo per il mercato dell usato andrà in libreria con il portafogli debitamente pieno per acquistare i libri nuovi anche qui però le regole sono cambiate vi ricordate quando le nostre mamme nei primissimi giorni di scuola trionfanti anche se distrutte dopo ore di ressa ci portavano a casa le buste con tutti i libri nuovi roba passata ora i testi si possono solo ordinare qualcuno vuole pure l acconto fino al 50 del prezzo vedere per credere e l attesa può durare settimane perché le case editrici producono in base alla richiesta e non accettano più il reso cioè la restituzione dei testi rimasti in eccedenza al negozio questo succede perchè nessuno punta più sul libro come investimento ci spiega la proprietaria di una cartolibreria ma no cosa dice non ce ne eravamo mica accorti difficilissimo poi disdire l ordinazione senza screzi e figuracce e mentre il tempo passa si spende denaro in fotocopie provate ora ad immaginare un punto di riferimento nostro in zona fatto da noi per noi un po come le giornate del baratto a torresina e basato su valutazioni oneste del libro usato o per lo meno sulla contrattazione fra studenti o genitori perché non progettarlo perché non produrre qualche buona idea da attuare alla fine della prossima estate pensiamoci insieme anche questo è collabora con noi magari viene fuori davvero qualcosa di utile di buono per noi tutti e quello che non va si puo cambiare partendo proprio dalle piccole cose tutti gli esercizi commerciali che desiderano avere visibilità sul nostro mensile possono rivolgersi a ilpicchioditorresina@yahoo.it 9

[close]

p. 10

di marcella speranza l intervista a fulvio accorinti consigliere del xix° municipio oi a torresina abbiamo un sogno la realizzazione del parco giochi tanto sospirato dai bambini e soprattutto dalle mamme che non sanno dove far giocare i propri figli sappiamo tutti la storia una bambina scrisse al sindaco veltroni chiedendo la realizzazione del parco l istanza fu accolta con premura i lavori furono finanziati e trasferiti dal ix dipartimento al 19° municipio per accelerare l iter ma purtroppo non tutto andò come si sperava il comitato di quartiere non si è mai arreso e tra i nuovi amministratori del municipio ha avuto l assistenza di fulvio accorinti un giovane consigliere determinato e preciso che ha seguito puntualmente le ultime vicende relative al parco e che senza mai illuderci ha difeso questo nostro diritto proprio per questo ho chiesto ad accorinti di rispondere a quattro domandine e lui ha prontamente accettato d la realizzazione di uno dei progetti più attesi a torresina è quella del parco giochi finanziato già dal 2007 cosa ci può dire in proposito r in merito al parco giochi ormai siamo ad una svolta si stanno completando le ultime procedure per poter partire con i lavori effettivi la gara d appalto si è conclusa sono pervenuti gli ultimi documenti necessari e l area verrà consegnata dal dipartimento ix urbanistica per avviare il cantiere sto personalmente verificando che non ci siano ulteriori intoppi non voglio sbilanciarmi sui tempi o promettere cose che possano essere smentite ma sono fiducioso sulla rapida apertura dell opera voglio ricordare che insieme al consigliere comunale federico guidi abbiamo stanziato ulteriori fondi del bilancio 2009 ed altri in occasione dell assestamento per completare il parco in alcuni suoi elementi importanti essendo risultati insufficienti i fondi stanziati nel 2007 e chiaro che verificheremo l iter anche di queste opere finanziate in modo non solo da realizzare il parco ma anche di completarlo d piazza pallotta incompiuta la scuola materna la scuola elementare a che punto sono n questi progetti quando si realizzeranno r su piazza pallotta mi sto attivando per cercare i fondi necessari al suo completamento ritengo che sia stato un atto scellerato lasciare il pdz torresina in diverse sue opere incompiuto e senza gli opportuni fondi questo ci vedrà impegnati a colmare questa grave lacuna anche per quanto riguarda la manutenzione dei restanti 8 ettari di verde previsti nel piano stesso ma dei quali perfino il dipartimento x ambiente non risulta essere stato mai informato o coinvolto sono in contatto con il dipartimento xii opere pubbliche che sta definendo la progettazione dell asilo nei prossimi giorno abbiamo concordato una nuova verifica dello stato delle relative procedure come potete vedere vigiliamo sul rispetto degli impegni del comune di roma d come tutti sappiamo il traffico è la spina nel fianco di questo municipio ci può dire qualcosa sulla torrevecchia-bis r anche per la torrevecchia-bis abbiamo ricontattato l ufficio preposto e la sua responsabile la dottoressa barbato in questi giorni fisseremo un incontro per seguire le ultime procedure ed assicurare l apertura dei cantieri nel più breve tempo possibile alla domanda che fine faranno i progetti di recupero dei casali di torrevecchia nei quali erano previsti centri culturali ora che andrà in vigore il p.r.i.a programma di riqualificazione degli immobili agricoli dismessi o sottoutilizzati il consigliere ha preferito non rispondere perché finora non ha avuto occasione di interessarsi di questo problema e coerentemente non si sbilancia su ciò che non conosce a fondo ci invita ad occuparcene insieme prossimamente ringraziamo per l attenzione e per la sensibilità ai problemi e ai cittadini di torresina buon lavoro fulvio accorinti consigliere municipio roma19-monte mario presidente commissione cultura e delegato all ambiente 10

[close]

p. 11

i regali dell autunno noci nocciole castagne er qualcuno l autunno è una stagione morta niente di più sbagliato basta andare in un bosco e guardare annusare toccare i diversi colori delle foglie sugli alberi quelle cadute a terra scricchiolano sotto i nostri piedi i diversi marroni delle nocciole le castagne che occhieggiano nel sottobosco quasi splendenti e il rosso delle bacche di rosa canina il giallo degli ovoli e dei galletti il viola dei frutti del prugnolo e odori di muschio di terra e di foglie bagnate di funghi di nebbia assaggiamo nocciole castagne noci tre frutti autunnali con caratteristiche diverse tanto buoni tanto nutrienti che ci accompagneranno anche durante l inverno la nocciola è il frutto del nocciolo pianta coltivata dall uomo fin dall antichità è ricca di vitamina e e fonte di fitosteroli una sostanza utile per la prevenzione delle malattie cardiovascolari questo frutto comunemente annoverato fra la frutta secca è abbondantemente coltivato nel bacino mediterraneo la nocciola oltre ad essere consumata al naturale viene utilizzata nelle produzioni dolciarie in quanto è il frutto che meglio si sposa con il cioccolato e con il miele per preparare torroni nell antica roma la pianta del nocciolo veniva regalata per augurare felicità e in francia si donava agli sposi come simbolo di fecondità la bacchetta magica di fate e streghe era fatta di legno di nocciolo la noce pan e nos l è un mangià de spos anche la noce frutto del noce una pianta originaria delle pendici dell himalaya è stata introdotta in europa in tempi antichissimi e formata da un seme detto gheriglio ricoperto da una pellicina e chiuso da due semigusci legnosi di colore marrone chiamati endocarpo avvolti da un involucro verde detto mallo che a maturazione avvenuta si apre in italia il noce viene coltivato soprattutto in campania la noce è ricca di sali minerali e di acidi grassi utili per di marcella speranza p combattere il colesterolo ed è un alimento molto calorico le noci oltre che essere consumate al naturale fresche o secche sono molto utilizzate in gastronomia nella preparazione di dolci,usate nei ripieni di pasta fresca nelle insalate nei formaggi nelle salse e nei condimenti dalla noce si estrae un olio usato nell industria cosmetica e farmaceutica che nel passato veniva utilizzato per l illuminazione e che nei periodi di guerra o di carestia quando non era possibile usare olio di oliva veniva adoperato come condimento la castagna raccolta all interno del suo riccio può essere considerata il frutto biologico per eccellenza poiché è protetta da ogni inquinamento o trattamento chimico e mantiene le stesse caratteristiche che per millenni l hanno resa popolarissima.il castagno è una pianta di origini preistoriche i suoi fossili infatti risalgono al cenozoico periodo in cui ebbe inizio la distribuzione delle latifoglie sulla terra lo storico greco senofonte vissuto tra il 430 e il 355 a.c definiva il castagno l albero del pane per millenni questo frutto ha assunto il ruolo di un vero cibo provvidenziale in quanto fino al 1500 c.a periodo in cui venne introdotta nel vecchio mondo la patata era l alimento principale particolarmente per i paesi di montagna veniva usato al posto del pane ed anche della carne per il suo alto valore energetico ogni 100 grammi di frutto forniscono 250 calorie la tradizione gastronomica vanta numerose ricette per gustosi piatti sia dolci che salati chi non conosce le caldarroste o le ballotte castagne bollite in acqua salata chi non ha mai mangiato il castagnaccio fatto con la farina di castagne e che dire dell arrosto di maiale o del risotto con le castagne o del monblanc senza dimenticare i marron-glacee in autunno particolarmente a novembre se vogliamo fare una passeggiata in un castagneto avremo l opportunità di una soddisfacente raccolta di castagne poiché ormai si è persa l abitudine di andar a castagne e quindi non c è affollamento di passare una splendida giornata nel silenzio della natura e nella bellezza del bosco che si prepara per l autunno a contatto con le forze della vita riso d autunno ingredienti per 4 persone 300 g riso ribe 400 g castagne 70 g pancetta in una sola fetta 1/2 bicchiere vino bianco secco 70 g provolone grattugiato di stefania giannetto 20 g burro 1 cipolla bianca 3 cucchiai olio extravergine di oliva sale quanto basta pepe nero quanto basta p r e pa razione sciacquate velocemente le castagne incidete la buccia con un taglio orizzontale e tuffatele in acqua bollente salata per qualche minuto grazie a questa operazione potrete sbucciarle più facilmente eliminate anche la pellicina interna sbucciate e tritate la cipolla e tagliate a dadini la pancetta mettetele in una casseruola con l olio e fatele appassire unite le castagne intere e dopo 4 minuti versate il vino e lasciate lo evaporare.portate a cottura le castagne aggiungendo un po alla volta acqua calda leggermente salata come se si trattasse di un risotto occorrerà circa un ora nel frattempo cuocete il riso al dente in acqua salata scolatelo mettetelo in una terrina e conditelo con il burro e il provolone insaporite con pepe nero macinato al momento unite al riso il ragù di castagne e mescolate con cura suddividete la preparazione nei piatti individuali e servite in tavola 11

[close]

p. 12

di antonio di siero remake perche fare quando puoi rifare rifare l a cosa sta diventando patologica prima era solo occasionale ora sta assumendo la connotazione di un brutto sottogenere del b-movie parliamo della febbre hollywoodiana del remake se vogliamo risalire all origine possiamo ricordarci i magnifici 7 di john sturges versione in chiave western de i sette samurai di akira kurosawa più di vent anni dopo troviamo la cosa splendido remake di john carpenter del film la cosa di un altro mondo di christian nyby ancora più avanti troviamo un autentica profanazione psycho remake del classico di hitchkock risalente al 1998 diretto da gus van sant talmente uguale all originale da dimostrarsi insignificante da segnalare inoltre il remake dei nostri profumo di donna originale dino risi remake martin brest ma è nel 2002 che si scatena la febbre grazie al valido remake targato gore verbinsky di ring di hideo nakata seguirà un altro grandissimo cult del cinema horror nipponico ju-on-the grudge che nelle mani di un regista di un ex regista di culto come sam raimi diventa semplicemente the grudge oltre agli immancabili sequel tanto validi gli originali giapponesi quanto sconclusionate le controparti americane la serie si arricchisce con chiamata senza risposta di eric valette remake dell unico film davvero brutto di takashi miike il regista di ichi the killer e di audition segue pulse la versione di jim sonzero del cult omonimo di kyoshi kurosawa l autorevole sito web www.splattercontainer.com bolla il remake come uno degli horror peggiori di sempre ma in fondo tutto è partito da un romanzo di koji suzuki ring appunto quindi visto che i colleghi nipponici l hanno già rispolverato con dark water sempre h nakata perchè non rifarlo anche a hollywood così ecco un altro dark water diretto stavolta da walter selles non parliamo poi dell orri bili godzilla diretto da ronald eymerich sul soggetto di un classico di hishiro honda forse vi state chiedendo ma hollywood rifà solo film giapponesi la rispostà è no rifà anche film tailandesi come l ottimo the shutter di banjoong pisantankun che in mano a masayuki ochiai regista nipponico naturalizzato americano diventa ombre dal passato rifacimento giungono anche da hong kong il non eccellente the eye dei fratelli pang viene infatti ricreato da moreau e david palud e voi vi chiederete ma perché diavolo non si rifanno la roba loro ogni vostro desiderio è un ordine il bistrattato classico di wes craven le colline hanno gli occhi viene rifatto da alexander aja sempre da un soggetto di craven è di recente uscita l ultima casa a sinistra di dennis iliadis incredibilmente valido è il remake di halloween di john carpenter diretto dalla nuova stella dell horror rob zombie e tutto sembra incredibile ma c è dell altro l hitchcock dei poveri william castle ha goduto di ben due remake il mistero della casa sulla collina di william malone originale la casa dei fantasmi e 13 spettri di steve beck originale 12 fantasmi il caso limite è comunque rappresentato dal remake dell ottimo rec degli spagnoli jaume balaguerò e paco plaza il film fu infatto acquistato dalla miramax nel corso della lavorazione il tutto per realizzare il clone quarantena lascio a voi ulteriori commenti anche perché lo spazio è finito vorrei solo rivolgere un pensiero ai produttori di hollywood che si nascondono dietro alle paure del post 11 settembre 2001 per giustificare la paura di vendere prodotti che non siano già stati venduti da qualcun altro n v areggo cchiu 12

[close]

p. 13

ciao gianni voce storica delle radio romane gianni ifoso di fede bianco-celeste appassionato di calcio voce storica delle radio romane attore morto a roma il 5 ottobre all età di 69 anni era malato da tempo ha lavorato fino all ultimo giorno con la sua solita dedizione innamorato della vita in tutte le sue espressioni generoso impegnato nel sociale e in tante attività benefiche aveva fondato e finanziato una scuola per bambini in paraguay giovanni guido elsener meglio conosciuto come gianni elsener attore ma soprattutto conduttore radiofonico nel 1965 da merano dove è nato si trasferisce a roma per frequentare l accademia d arte drammatica silvio d amico da cui viene espulso di antonio picciau t per aver partecipato senza autorizzazione ad un telefilm della serie maigret con gino cervi prende parte a diversi film ma la grande svolta avviene con l emittente radiofonica radio luna negli ultimi anni trasmetteva da radiosei 98.1 mhz con la rubrica te lo faccio vedere chi sono io venne eletto alla camera dei deputati nella lista marco pannella da cui subito si dissociò per divergenze nell utilizzo del rimborso elettorale una delle voci più amate della radiofonia si è spenta dopo una lunga e penosa malattia questo vuole essere un pensiero per una persona dolce umana e sensibile che molti romani ricorderanno con amore ciao gianni un saluto da un romanista che ti ascoltava sempre tassa rifiuti chiedete il rimborso dell iva tratto dal sito di raffaella farina vete pagato l iva sulla tassa rifiuti potete chiedere il rimborso grazie alla corte costituzionale che ha stabilito che sia la tarsu tassa di smaltimento rifiuti solidi urbani sia la tia tariffa igiene ambientale sono imposte e come tali l iva non deve essere applicata per ottenere il rimborso limitato alle fatture degli ultimi 10 anni da chi vi ha fatturato la tia potete usare un modulo da scaricare dal sito sdi altro consumo all indirizzo http www.altroconsumo.it/imposte-e-tasse/tassa-rifiuti-chiedete-il-rimborso-dell-iva-s253463.htm prima di compilarlo verificate sulle fatture degli ultimi 10 anni se l iva è stata applicata se l avete versata allegate al modulo le copie delle fatture ed elencate gli importi nella tabellina riepilogativa che trovate nel modulo stesso glio 2011 ovviamente più aspettate più slittano i termini di prescrizione in pratica entro il 2009 potete chiedere il ·se non avete nulla che provi il versamento dell iva per rimborso fino al 1999 dal 2010 potete risalire al 2000 e ché avete solo i bollettini usateli comunque senza indi così via care gli importi dell iva versata a a cosa fare attenzione ·se negli ultimi 10 anni è cambiato il gestore del servizio cosa fare se negano il rimborso ad esempio siete passati dal versamento al comune a se l ente non riconosce la sentenza della corte costituquello all ente municipalizzato inviate due richieste se zionale e vi nega il rimborso o non risponde potete preparate per i rispettivi periodi di competenza sentare un ricorso alla commissione tributaria provincia·la prescrizione per la richiesta di rimborso dell iva è di le potete farlo come singolo contribuente se il valore 10 anni ma potete bloccare questo termine inviando il della causa risulti inferiore a 2.582,28 euro al di sopra di modulo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno questa cifra è necessario farsi assistere da un avvocato · gli enti a cui avete pagato la tarsu hanno 90 giorni per per fare ricorso alla commissione avete 60 giorni di temrispondere alla vostra richiesta di rimborso se non ri po dal momento in cui ricevete la risposta negativa dell ente o dal termine dei 90 giorni dalla presentazione delspondono vale il principio del silenzio diniego ·potete presentare la richiesta di rimborso fino al 24 lu la richiesta di rimborso 13

[close]

p. 14

di emanuela monego dove vanno a finire i viaggi di gulliver molte famiglie della periferia nordoccidentale di roma il centro commerciale gulliver ha offerto ed offre la possibilità di trascorrere pomeriggi e serate fra cinema multisala negozi pizzerie e supermercato in modo vario e piacevole anche durante la stagione invernale già dallo scorso anno però il numero dei negozi è andato diminuendo con chiusure sempre più frequenti non rimpiazzate da nuove aperture la chiusura più clamorosa è stata sicuramente quella del cineplex a fine estate diversi quotidiani ne hanno dato notizia nella cronaca locale motivandola con l insolvenza prolungata dell affitto ed il conseguente sfratto dei gestori fortunatamente è già subentrata una nuova gestione ed il multisala davvero molto comodo per gli abitanti dei quartieri allineati lungo trionfale e cassia ha riaperto nei giorni scorsi con il nome di starplex ed un ottima programmazione già predisposta fino a natale ha invece chiuso definitivamente da pochi giorni l habana cafè al primo piano dell ala più nuova del complesso commerciale renato balluzzo che l aveva in gestione da meno di un anno ci racconta che nonostante l uscita esterna indipendente del locale la ristrutturazione fatta a sue spese l organizzazione di serate di ballo ed intrattenimenti vari non è riuscito a far fronte all affitto di 6000 euro mensili più iva e più un condominio ugualmente mensile di circa 600 euro ed è stato costretto a rinunciare ai suoi progetti comprensibilmente amareggiato si lamenta anche per gli orari ridotti del gulliver in confronto agli altri centri commerciali dalle 10 alle 20 con molta autonomia da parte dei negozianti specie nei giorni festivi per i servizi igienici impraticabili e gli ascensori mal funzionanti nonché per la cattiva organizzazione della pubblicità a livello di consorzio gli affitti ormai esorbitanti rispetto agli introiti effettivi stanno dando il colpo di grazia a molti esercizi ci racconta e molti prolungamenti anomali dei saldi estivi corrispondono in realtà allo svuotamento dei locali previo alla chiusura in effetti percorrendo il primo piano del centro commerciale è impossibile non accorgersi delle saracinesche chiuse in successione quasi ininterrotta nelle zone a più larghe dell area lungo i corridoi invece il passeggio della gente è continuo i tavolini della pizzeria affollati e tutto sembra uguale a prima al pianterreno notiamo delle novità cambi di locale il parrucchiere cambi di gestione oviesse ha rilevato melablù l apertura annunciata di una nuova lavanderia mentre come al solito è affollatissimo il supermercato con benefici effetti anche per i negozi vicini se ci sono e non mancano neanche qui saracinesche abbassate con l immancabile cartello affittasi queste si concentrano ancora una volta nelle aree periferiche dove il transito è minore insomma è evidente che anche il gulliver avverte gli effetti della crisi ma non ovunque e non nello stesso modo anzitutto i commercianti hanno situazioni diverse il 30 di loro possiede l immobile-negozio e deve pagare soltanto il condominio con una spesa mensile che per un negozio tipo di 35-40 metri quadri varia dai 100 ai 150 euro chi invece è affittuario deve compensare un costo mensile che va dai 1200 ai 1600 talvolta 1800 euro più iva e condominio fino ad arrivare alla cifra astronomica di 13.000 euro mensili chiesta dagli immobiliari per i vani dell ex giacomelli o dell ex giotto un costo di fronte al quale persino la ditta euronics si è tirata indietro e i costi di vendita dei locali sfitti un vano tipo al di sotto dei 40-45 metri quadri può costare dai 250.000 ai 300.000 euro ma si badi bene possono essere trattabili quale sarà il futuro del centro commerciale di ottavia-lucchina l abitato circostante continua a crescere sono pronti altri condomini nuovi nuovi di villini a schiera quindi il bacino di utenza andrebbe allargandosi nel tempo ed il grande parco giochi di fronte all ingresso principale continua a lavorare a pieni giri resteranno pochi negozi a sopravvivere languendo accanto al pewex oppure il numero degli esercizi tornerà a crescere magari agevolato da un più realistico ed auspicabile e purtroppo improbabile mercato degli affitti allo stato attuale delle cose nessuna ipotesi sembra godere di attendibilità maggiore rispetto alle diverse altre previsioni ottimiste o pessimiste che siano 14

[close]

p. 15

s icurezza regole e controllo o dialogo e integrazione queste due linee possono convivere di daniela moretti derne a far aumentare l insicurezza una sola via per uscire dal quartiere,un solo autobus per uscire direzione metro nessun mezzo pubblico direzione monte mario un parco che non arriva una scuola materna ancora da costruire e le altre ancora da progettare i bambini che crescono e diventano adolescenti che non sanno dove incontrarsi una parrocchia troppo piccola per ricordo la paura degli adulti e la comparsa dei ospitare spazi per i giovani via valle dei fontacancelli e quel dialogo spezzato nili buia nuove case in costruzione e nuovi abitanti in arrivo i nostri ammicerto nei nostri quartieri servono illunistratori territoriali,presidente minazione pulizia trasporti e forze giunta e consiglio municipale che dell ordine una volante per tutto il non danno risposte che sanno solo territorio del municipio è davvero illustrare difficoltà e problemi troppo poco ma abbiamo anche bisogno di gente per le strade di piazze e lo spacciatore il ladro lo stupratogiardini pieni di bambini che giocano di re non hanno paura della polizia hangiovani che fanno caciara di anziani che no paura della gente borbottano di gente che si confronta e dialoga vive il proprio territorio la sicurezza è una sensazione che viene dal vivere in un luogo che ci dà gioia a quartaccio dopo il fattacin cui ci sentiamo al posto giucio cosa è cambiasto che ci assomiglia e questo to pensiamo davvero che un non ce lo può dare nessuno ce capolinea illuminato qualche lo dobbiamo costruire telecamera e una centralina noi con il babbo natale il sos possano dare sicurezza carnevale torresina.net il quando pochi metri più in là le picchio e le altre mille piccole fermate dell autobus cono al iniziative e momenti di condivibuio basta farsi furbi e ses ionedellospazio guire chi scende prima e la conoscere il luogo dove si è e le solitudine e il silenzio che c è persone che lo abitano fa sentinelle nostre rumorose città more sicuri icordo una parrocchia senza cancelli un mare di giovani che dialogano cercano rispostre e nell italia degli anni di piombo degli opposti estremismi giovani di opposte appartenenze che si incontrano e provano a confrontarsi con le parole anziché con i pugni r 15

[close]

Comments

no comments yet