Settembre 2008

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 1 numero 9 settembre 2008 santa maria della pietà uscire dentro entrare fuori trenta anni dalla legge 180 ad anni dieci fu orfanello poi lo chiamarono pazzerello lo portarono in un castello e dietro chiusero il cancello adesso che è libero senza anello dice pensando a quel fardello mi sono fatto vecchierello col timbro di matto sul cervello questa filastrocca è la sintesi di un racconto autobiografico di un ex ricoverato al s maria della pietà alberto p rimase orfano a dieci anni quando in italia c erano tutte le difficoltà del dopoguerra un tipo troppo timido il nostro eroe che non sapeva difendersi e che fu ricoverato nel 1948 e dimesso nel 1990 quarantadue anni di reclusione quando finalmente fu inserito in una casa-famiglia sorse il problema del reinserimento in un ambiente che non conosceva e che lo impauriva piano piano ha riacquistato la capacità di vivere all esterno di un istituzione che lo aveva privato della sua personalità delle sue radici del concetto di persona libera ora vive in una casa e scrive poesie purtroppo alberto p non è un caso isolato venivano ricoverati nei manicomi tutti coloro che con le più varie motivazioni dovevano essere allontanati dalla società perché davano fastidio o erano diversi dalla cosiddetta normalità infatti venivano ricoverati bambini down epilettici ritardati etilici persone con problemi neurologici o con esaurimento nervoso ecc di marcella speranza si poteva entrare in manicomio anche per aver reagito ripetutamente a qualche ingiustizia o perché si dava in escandescenze quasi tutti i ricoverati venivano curati con farmaci che li indebolivano e annullavano la volontà e soprattutto con ripetute serie di elettroshock in italia e in particolare a trieste alcuni medici ed infermieri cominciarono a pensare che non era giusto curare le persone come era loro imposto dalle leggi manicomiali del 1904 perciò cominciarono a lavorare per riformare quelle leggi e finalmente nel 1978 venne approvata la legge 180 meglio conosciuta come legge basaglia una legge che chiudeva i manicomi e quindi anche il s maria della pietà continua a pagina 8 ingresso di santa maria della pietà

[close]

p. 2

la nostra par rocchia di antonio picciau d opo circa un anno dall inaugurazione del luogo di culto di torresina nel corso del mese di luglio di quest anno lo stesso è diventato una parrocchia dedicata a santa faustina kowalska questo passaggio che sembrerebbe solo un fattore burocratico investe la parrocchia stessa ad esercitare tutte quelle funzioni spirituali che prima non poteva svolgere come battesimi cresime comunioni matrimoni ecc e stato nominato e scelto come parroco don walter morrin già vicario parrocchiale di santa maria della presentazione dal 1995 ad oggi il 7 settembre la s messa sarà concelebrata dal vescovo benedetto tuzia seguirà un incontro tra i parrocchiani,durante il quale si aprirà una raccolta di fondi per l acquisto di una fonte battesimale tutti sono invitati a partecipare i confini della parrocchia comprendono il territorio delimitato dalle seguenti strade via del quartaccio via dei dumas via di torresina via paolo rosi e il tratto compreso all interno del gra fino a tutta via monte del marmo ma chi era santa faustina kowalska faustina helena kowalska nasce il 25 agosto1905 a glogowiec in polonia non termina gli studi elementari e nel 1919 va a servizio presso gente conosciuta dalla famiglia per guadagnare qualcosa ed aiutare la famiglia dichiara alla mamma che vuole andare in convento ma i genitori sono contrari finalmente dopo tanti rifiuti nel 1925 è ammessa come postulante nella congregazione delle suore della beata vergine maria della misericordia a varsavia non avendo studiato sarà sempre impiegata in lavori umili cucina lavanderia portineria muore il 5 ottobre 1938 consunta dalla tubercolosi a soli trentatrè anni viene santa faustina kowalska canonizzata a roma il 30 aprile 2000 da papa giovanni paolo ii aspettando settembre a campanella della scuola suonerà per le scuole dell infanzia,elementari e medie il 15 settembre mentre per le superiori il giorno successivo le vacanze estive inizieranno invece il 12 giugno 2009 per le elementari medie e superiori e il 30 giugno per quelle dell infanzia grazie all autonomia scolastica i singoli istituti potranno modificare il calendario nel rispetto del monte ore annuale come ogni anno al rientro dalle vacanze le famiglie italiane dovranno essere pronte a sborsare cifre pazzesche per poter acquistare i libri che consentiranno ai propri figli di studiare per il prossimo anno il caro libri pesa sulle tasche degli italiani e lo scorso anno erano stati fissati dal ministero dei tetti di spesa ma a detta degli istituti scolastici il rispetto del limite è piuttosto complicato di antonella brositti l visto che la spesa in testi scolastici per l istruzione non va a beneficio dei nostri figli ma ha risvolti anche nell ambito dell intera collettività in termini di crescita culturale e sociale si potrebbe esaminare la possibilità come il noleggio dei testi evitando da parte degli editori la pubblicazione di nuove edizioni a causa dell inserimento di un capitolo in più rispetto alla vecchia edizione o di un supporto informatico che poi non viene incluso nel programma scolastico dall altro fronte i librai lanciano una raccolta firme per rendere detraibile fiscalmente la spesa per i libri di testo e il ministro dell istruzione gelmini assicura che il prezzo dei libri sarà tenuto sotto il limite di inflazione e ha chiesto all associazione italiana editori di premiare i meritevoli attraverso riconoscimenti economici buoni libro e stage formativi continua a pagina 4 2

[close]

p. 3

sommario settembre 2008 santa maria della pietà uscire dentro entrare fuori la nostra parrocchia aspettando settembre anche io ti regalerò una rosa la prima volta che ho donato il sangue dare senso alla progettazione partecipata 1 2 2 8 12 15 dove posso trovare ogni mese la mia copia de ilpicchioditorresina distribuzione davanti il centro commerciale il sabato seguente l uscita e davanti alla chiesa la prima domenica seguente l uscita tutti i negozi e gli studi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni edicola di via torrevecchia 87 e 442 studio medici associati sito in largo donaggio,4 municipio 19° di via battistini rubriche santa maria della pietà 4 5 6 7 9 10 13 14 15 e se capita lo puoi trovare anche nello spazio riservato alle riviste sul 46 nei primi 2-3 giorni dopo l uscita asl roma e in via san zaccaria papa sportello informagiovani biblioteca basaglia via federico borromeo 67 · · pedagogica mente le lettere dei nostri lettori l intervista a pillole di tecnologia e succede a torresina i viaggi del picchio voce ai giovani di torresina recensioni letti per voi l angolo della poesia uffici circoscrizionali pad 29-30-31 padiglioni 13,26 e 32 agriturismo co.br.ag.or centro anziani torrevecchia e primavalle ama di torrevecchia e ricorda dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata 3

[close]

p. 4

pedagogica-mente riflessioni sull educazione della dott.ssa sara d andretta il modello familiare e la formazione del se la famiglia è il primo luogo dove il bambino apprende regole stili modalità di comportamento e lo spazio fisico e mentale dove ogni essere umano sviluppa la propria affettività costruendo il proprio alfabeto affettivo e la propria socialità acquisendo un repertorio comportamentale che gli permette di costruire le relazioni future evoluzione storico-sociologica della famiglia dal clan alla famiglia patriarcale fino alla attuale famiglia nucleare testimonia una risposta qualitativamente diversa ai bisogni educativi del bambino la famiglia di oggi è composta dai genitori e dai figli ed è il risultato di un cambiamento sociale forte sia del rapporto uomo-donna sia del rapporto genitore-figlio nella famiglia moderna caratterizzata maggiormente da valori di democrazia di partecipazione e di libertà lo sviluppo della sfera affettiva assume rispetto alle unioni del passato maggior rilievo e considerazione lo sviluppo della persona umana è fortemente influenzato dallo sviluppo della sfera affettiva la famiglia dovrebbe essere in grado di assicurare al bambino un ambiente di vita sereno rispettoso amorevole attraverso comportamenti azioni e parole che promuovano relazioni positive al suo interno inoltre la famiglia è il luogo in cui sono promossi i primi sentimenti etici e religiosi attraverso l osservanza di norme e di regole condivise si promuove lo sviluppo dell e l ducazione morale dell uomo nell educazione del bambino particolare attenzione va posta al comportamento adottato dall adulto in termini di risposta coerenza e stabilità spesso nella relazione con i figli il genitore oscilla tra comportamenti o troppo rigidi o troppo permissivi la rigidità delle risposte non aiuta il bambino a comprendere il comportamento adulto la comunicazione emotiva viene bloccata d altra parte un atteggiamento iperprotettivo non contribuisce ad un sano sviluppo se tutto viene pianificato e fornito a richiesta senza un criterio discriminante comprensibile al bambino si crea uno stato di insicurezza e di dipendenza il bambino sviluppa un comportamento passivo non è in grado di tollerare le frustrazioni provenienti dal contatto con il mondo esterno non ha modo di fortificare la sua autostima così lasciare troppo liberi i bambini di decidere convinti di incrementare la loro autonomia risulta dannoso non avendo il bambino né il criterio di scelta né la capacità di prevedere le conseguenze future delle azioni che intraprende essendo la famiglia il luogo dove il bambino sperimenta le prime possibilità di relazione attraverso le modalità comportamentali presenti al suo interno è bene creare dei confini sicuri dove il bambino può muoversi liberamente ed essere figure stabili assumendo comportamenti coerenti disponibili al dialogo nel rispetto delle regole pedagogista continua da pagina 2 nelle aziende editoriali il comune di roma ha predisposto anche quest anno il kit scuola e buoni libro i kit scolastici a prezzo determinato di 19,90 sarà in vendita presso i supermercati e cartolerie romane che aderiscono all iniziativa presenti in tutti i municipi e pubblicati sui siti www.comune.roma.it/dipscuola www.comune.roma.it/commer cio www.congesercentiroma.it www.confcommercioroma.it i buoni libri ed il materiale didattico per le scuole medie e superiori saranno distribuiti agli alunni il cui reddito familiare misurato secondo isee non supera 10.632,94 oltre a garantire libri gratuiti ai bambini della scuola elementare i genitori non devono più anticipare i soldi ma ritirano presso le scuole i buoni per l acquisto a partire dal 1° settembre al 31 ottobre 2008 e sono spendibili fino al 31 gennaio 2009 il comodato d uso sarà uno strumento che permetterà ad alcuni studenti di sottoscrivere un vero e proprio contratto con l impegno di restituire i libri in buone condizioni alla fine dell anno scolastico o del ciclo degli studi da parte degli insegnanti ci sarà l impegno di non cambiare il libro di testo durante il triennio 4

[close]

p. 5

le lettere dei nostri lettori segnalazioni considerazioni dediche caro picchio sono molto indignata ti prego di pubblicare queste due righe torresina è un quartiere che cerca di fare la raccolta differenziata ma qualche incivile per stupidità mette i bastoni fra le ruote il giorno 6 agosto alle ore 23 circa gli operatori dell a.m.a con gli appositi camion raccoglitori sono passati a vuotare i contenitori del vetro quelli blu per intenderci giunti in viale montanelli tra il civico 20 e 40 non hanno potuto vuotare il cassonetto ricolmo di rifiuti perchè una smart color argento parcheggiata negli spazi riservati ai cassonetti impediva le necessarie manovre per la raccolta non è la prima volta che questo succede creando evidente disagio a tutti i cittadini che vorrebbero fare il proprio dovere stamattina 8 agosto la storia si è ripetuta con una renault azzurra parcheggiata presso il cassonetto bianco vorrei che queste persone capissero che per vivere in una società civile bisogna rispettare le regole che poi in questo caso significa solo parcheggiare la propria amata auto negli spazi del parcheggio che distano solo 4-5 metri stefania c invia le tue dediche i tuoi auguri i tuoi pensieri e il picchio sarà felice di pubblicarli manda un email a ilpicchioditorresina@yahoo.it ciao picchio sono una cittadina di torresina e credo che il nostro sia un quartiere privilegiato il traffico non lo avvelena l aria è pulita grazie al tanto verde non attrezzato che ci circonda abbiamo la possibilità di fare lunghe passeggiate costeggiando pascoli boschetti zone coltivate ascoltare i versi degli uccelli raccogliere asparagi more scoprire i colori della campagna al mutare delle stagioni deliziarci della bellezza dei peschi fioriti cose assolutamente negate a chi vive in città tra i nostri confinanti abbiamo la fortuna di avere un azienda agricola che coltiva prodotti biologici scrivo queste due righe a proposito della cattiva abitudine che hanno alcuni cittadini di torresina che vanno come tanti altri a fare una bella passeggiata ma con scopi non proprio ricreativi portano buste o cassette e raccolgono i prodotti specialmente pesche e olive e se li portano a casa sicuramente non è un comportamento corretto in quanto il raccolto è di proprietà di chi ha lavorato tutto l anno per produrlo e per venderlo la cosa più spiacevole è che i signori si vantano di queste ruberie spero che queste due parole servano per evitare che i raccolti illegali continuino cerchiamo di comportarci in maniera corretta nell interesse di tutti facciamoci considerare un quartiere di gente per bene grazie per l attenzione e ciao a tutti elisa p 5

[close]

p. 6

l inter vista a anna fa biani di marcella speranza nel 2005 sotto i portici di viale montanelli vedeva la luce la libreria inkiostro fotografia in basso un avvenimento importante per noi di torresina perché potevamo trovare tutto ciò che ci interessava del mondo dei libri sotto casa poco a poco la libreria è diventata anche altro sportello di mediazione sociale ascolto e aiuto a tutti coloro che debbono rapportarsi con le istituzioni laboratorio di favole con i clown sicura mente per i più piccoli fucina di decoupage e attività artistico-creative e non ultimo sede dell associazione onlus noi di torresina editrice di questo giornale.titolare della libreria è antonio di siero un giovane intelligente colto sempre disponibile e molto impegnato incontro la sig anna sua madre molto presente e attiva anima di tutte le iniziative che si susseguono costantemente d ci vuole dire perché avete scelto di aprire una libreria a torresina r i miei figli hanno acquistato casa a torresina abbiamo pensato che un attività vicina all abitazione poteva essere una cosa interessante essendo un quartiere nuovo dove c erano solo bar e pizzerie mio figlio per i suoi interessi culturali ha ritenuto utile l apertura di una libreria d quali sono le difficoltà che incontra r le difficoltà sono numerose perché non essendo torresina una zona di passaggio e non essendo considerata la cultura un genere di prima necessità una volta esaurito il giro dei clienti non abbiamo altre possibilità abbiamo un momento di vivacità all apertura delle scuole con i testi scolastici anche se la scuola di quartiere prevista dai piani di zona ,ancora è solo un pio desiderio ci siamo aperti comunque nel campo del decoupage facciamo tante iniziative artisticocreative che ci danno ottime soddisfazioni d infatti vengono organizzati vari corsi quanto e quale interesse suscitano r moltissimo interesse ed ottimi risultati abbiamo corsisti di tutte le età in prevalenza donne c è molto interesse e molta partecipazione siamo stati fortunati ad incontrare una dimostratrice stamperia eccezionale per bravura professionalità e simpatia ha un forte carisma sulle allieve e mantiene un buon rapporto con loro anche oltre il corso a questo proposito stiamo organizzando una pizzata con tutti coloro che saranno interessati ai nuovi corsi 2008-2009 invito perciò tutti a mangiare una pizza insieme e da lì si svilupperà il programma dei corsi d da questo mese dopo il meritato riposo estivo si riprende cosa c è in programma r innanzi tutto dovremo soddisfare le richieste dei testi scolastici che ci impegneranno notevolmente anche se quest anno con il collegamento internet con le case editrici dovrebbe essere tutto più facile svolgeremo al meglio il nostro compito i corsi che abbiamo previsto per quest anno verteranno su effetto shabby utilizzo di varie paste e gesso finto affresco gioielli scrap feltro per i lavori natalizi e easy painting sono a disposizione per tutte le informazioni relative ai corsi d quali speranze ha per la libreria e per il quartiere r che ambedue si aprano all esterno si lancino perché se non succede nulla torresina mi sembra una zona destinata a diventare un quartiere dormitorio e le attività a morire signora anna la ringrazio e soprattutto la invito a tirare fuori tutta la verve e l ottimismo che la contraddistinguono ciao nonna anna 6

[close]

p. 7

pillole di tecnologia e strutture informatiche a cura di luigi spagnoletti cloud computing i di l presente e il futuro delle grandi strutture informatiche si sviluppa sull idea del cloud computing ovvero risorse gestite in modo centralizzato ma delocalizzate rispetto all utente lo scopo è fornire servizi potenza di calcolo servizi su scala globale e un risparmio in termini di risorse meno datacenter in azienda ma un servizio che si utilizza solo quando serve fonte pc professionale hi-tech senza segreti servizi web ecc accessibili come l acqua di casa ciò permetterà un accessibilità ai collabora con il picchio di torresina scrivendo articoli recensioni interviste o curando una rubrica di una delle sezioni e/o argomenti del giornale un calendario delle mostre ed eventi della tua città di un museo o di altre attività espositive in italia o all estero o presentando e recensendo artisti scrittori libri studiosi e compositori gallerie e studi associazioni circoli letterari o musicali l invito è rivolto a scrittori e poeti a giornalisti e non ai compositori e musicisti ai viaggiatori insomma a tutti coloro che vogliono far sentire la propria voce e la loro opinione o semplicemente a tutti coloro che vogliono far sapere qualcosa sono gradite segnalazioni di libri di musica di film di attualità di storia di curiosità tutto ciò per tenere e tenerci informati su quello che ruota intorno a noi vicino e meno vicino manda il tuo contributo o le tue foto a ilpicchioditorresina@yahoo.it e se non hai internet lascialo tranquillamente presso la nostra sede la libreria inkiostro in viale indro montanelli n 131 ricordando di inserire nome e cognome e recapito telefonico per essere ricontattato il materiale inviato sarà visionato dalla redazione del giornale prima di venire pubblicato e non verrà restituito anche se non pubblicato non saranno presi in considerazione contributi anonimi e la collaborazione si intende a titolo gratuito saranno tenuti integri e riportati tutti i riferimenti di copyright l associazione noi di torresina sta organizzando una gita ricreativo-culturale che molto probabilmente si svolgerà in una domenica del prossimo ottobre di sicuro prevederà il pranzo al sacco la meta la data e i dettagli dell iniziativa sono in via di definizione e appena possibile tutte le informazioni saranno disponibili presso la libreria inkiostro vi invitiamo a partecipare 7

[close]

p. 8

con la legge basaglia che compie trenta anni i malati psichici hanno ritrovato la dignità la libertà e lo status non furono poche le difficoltà che seguirono a questa di cittadini che in caso di difficoltà hanno tutto il diritto di essere seguiti rispettati e curati per non dimenticalegge re quali orrori nascondeva era una cosa nuova vedeil manicomio al s.maria re i matti in giro per il della pietà si sta ristruttuquartiere qualcuno averando il museo della menva paura pochi erano te un museo fortemente preparati a questa rivoluvoluto da alcuni operatori zione epocale soprattutdell ospedale impiegati to era difficile attuare la negli anni tristi del manicolegge come era stata mio istituzionale pensata perché parte di un museo che vuole testicoloro che avrebbero moniare quanto dolore si dovuto metterla in pratinascondeva dentro quei bei ca non erano d accordo padiglioni immersi in un con la legge stessa ci parco lussureggiante che vollero molti anni prima all esterno sembrava un che venissero istituite luogo da sogno obbligatoriamente come non da sogno da incubo pr e visto le case gli oggetti esposti che parfamiglia padiglione 32 ex lavanderia lano di malattia di cura di ci pensò nel `96 l allora vivere quotidiano rendono ministro della sanità rosi bindi il manicomio di s.maria della pietà venne di più di ogni parola il senso della storia del manicomio smesso definitivamente nel 1999 primo manicomio le persone provano ad immaginare ma non riusciranno mai a capire quale è stata la vita tra queste mura chiuso in una capitale europea si può dire perciò che i pazienti uscivano dentro la troppo dolore è il commento amaro di un ex infermiecittà e i cittadini entravano fuori nell ospedale psi re dell ospedale psichiatrico per non dimenticare il museo ristrutturato sarà inaugurato i primi di ottobre chiatrico che ormai non doveva esistere più il quartiere primavalle vanta la prima comunità tera la legge 180 ha fatto del nostro paese l italia un esempio invidiato e copiato in tutto il mondo peutica di passaggio in italia fu istituita dopo una lunga lotta fatta da operatori fami il s maria della pietà dopo aver custodito tanto dolore liari dei malati cittadini del quartiere in via s igino adesso è frequentato da bambini da atleti da cittadini papa nel 1981 tre anni dopo l approvazione della leg che vogliono usufruire di un parco così bello per stare insieme per fare cultura ge continua da pagina 1 anche io ti regalerò una rosa di stefania giannetto ricordati da un vecchio successo sanremese e rappre chiesa all interno del santa maria della pietà sentati da un antonio cinquantenne innamorato e triste i malati di mente hanno finalmente conquistato quella visibilità e dignità per lungo tempo negata messi in ombra da una tradizione culturale che imponeva il contenimento fisico questi individui erano considerati così pericolosi tanto da venire nascosti in manicomi e curati con pesanti terapie non solo farmacologiche ma anche invasive grazie alla legge basaglia del 1978 conosciuta anche come legge 180 oggi molte cose sono cambiate ma soprattutto è cambiato il nostro modo di vedere questa diversità e stato raggiunto il superamento degli ospedali psichiatrici abbiamo acquistato un cambiamento culturale in positivo nel senso di un riconoscimento dei diritti del paziente a partire della loro stessa qualità della vita oggi se non nei casi estremi non si parla più di contenimento fisico si parla di protezione dei loro diritti nel senso giuridico del termine continua a pagina 9 8

[close]

p. 9

continua da pagina 8 a legalizzare il tutore del malato di mente c è la legge n 6 del 2004 che introduce l istituto dell amministrazione di sostegno finalizzata a tutelare con la minore limitazione possibile della capacità di agire le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell espletamento delle funzioni della vita quotidiana purtroppo ancora oggi c è una scarsa informazione ed attenzione sul tema del disagio psichico e le famiglie spesso sono costrette ad affrontare da sole le difficoltà legate al tema ma non si può sottovalutare il bisogno di normalità di migliaia di persone reali che vogliono riemergere nonostante tutto e tutti sono stati fatti passi da gigante nell arco degli ultimi trent anni non lasciamo cadere nel vuoto l invito a non abbandonare mai le persone costituito nel 1991 per tutelare e valorizzare il patrimonio storicoscientifico dell ex ospedale psichiatrico santa maria della pietà di roma il centro studi è sito all interno del padiglione 26 che tra l altro ospita la biblioteca scientifica alberto cencelli gli archivi ed anche un centro convegni per incontri ed attività formative 1° luglio inizia male l estate a torresina sono arrivati i vandali l edicola e la cabina dell enel sono state nottetempo obiettivo dei writers che hanno sfogato tutta la loro stupidità speriamo che almeno loro siano soddisfatti i cittadini hanno sporto denuncia 9 luglio incontro delle associazioni di quartiere con il direttore del centro commerciale i cittadini hanno esposto alcune problematiche alle quali il direttore nei limiti delle sue disponibilità ha promesso attenzione e soluzione sono state infatti subito rese meno rumorose le torri evaporative del centro esaudendo una delle richieste 10 luglio anche quest anno i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per spegnere un incendio di stoppie su via torresina chiude il negozio un mondo di coccole non sarà il solo perché la crisi economica si fa sentire fine luglio il c.d.q e alcuni cittadini hanno avuto un incontro con il gruppo consiliare alla mobilità del xix municipio per esporre i disagi provocati dal 46 durante la sosta al capolinea rumori e gas di scarico che disturbano chi abita nelle immediate adiacenze dopo aver effettuato un sopralluogo l atac e il municipio hanno deciso di arretrare il capolinea di 60-70 metri attestandolo in via barbato lo spostamento sarà attuato a settembre sperando che come proposto dal c.d.q il percorso non venga modificato e si decida il percorso definitivo comprendente via paolo rosi a tale proposito il c.d.q indirà una assemblea al più presto per discutere dell argomento con tutti i cittadini di torresina agosto alcuni cittadini di buona volontà il giorno 21 agosto succede a torresina hanno fatto una pulizia del quartiere che è proseguita il 27 con la notte sbianca una iniziativa per pulire ulteriormente e un occasione per passare qualche ora insieme ci siamo trovati in oltre venticinque armati di ramazze rastrelli e zappe ma soprattutto di tanto entusiasmo per pulire quegli spazi più trascurati come via torresina o via barbato lato capolinea che anziché spazi verdi erano discariche abbiamo raccolto oltre trenta sacchi di immondizie e stato bello vedere con quanto impegno alcuni bambini hanno lavorato un segnale che le nuove generazioni sapranno rispettare l ambiente meglio di noi sarebbe opportuno oltre a partecipare a queste iniziative che fanno bene alla convivenza che ogni cittadino avesse cura di non sporcare mettendo i sacchetti dei rifiuti nei cassonetti e non abbandonandoli dove capita che i padroni dei cani pulissero i bisogni dei loro animali e non lasciassero contenitori per cibo e acqua dovunque con il contributo dei negozianti che proseguiranno a curare gli spazi antistanti il loro esercizio torresina sarà ancora più bella i partecipanti sono stati rifocillati dalle bevande molto gradite offerte da maurizio del primo bar e da lorenzo dell alchimista sudore e stanchezza e alla fine cocomero per tutti ritornerà a settembre biola latte biologico crudo alla spina prodotti caseari e carne biologici e gli acquisti dei g.a.s gruppo di acquisto solidale di frutta e verdura biologica verranno affisse locandine informative e comunque la libreria inkiostro è a disposizione per qualunque informazione aprirà a settembre uno sportello di consulenza legale gratuita presso i locali della parrocchia tutti gli esercizi commerciali che desiderano avere visibilità sul nostro mensile possono rivolgersi a ilpicchioditorresina@yahoo.it 9

[close]

p. 10

andalucÌa tra mare e islam andalucÌa di gianni moretti regione autonoma del sud della spagna si sviluppa su un vasto territorio caratterizzato dalla presenza di mare incantevole di montagne innevate quasi tutto l anno e di bellissime città dove la cultura islamico-medievale e il divertimento notturno soddisfano interessi per tutte le fasce d età ndare in andalucìa è più semplice di quanto si possa immaginare sono infatti molte le città di questa regione dove sono operativi voli low-cost da roma ad esempio le spagnole vueling clickair e l irlandese ryanair propongono tariffe dai 20 ai 60 euro a/r nei periodi di promozione e comunque prenotando con largo anticipo oceano atlantico a diffidate però di chi propone megasconti specie durante i periodi di vacanza ne è una esempio la buffa trovata di un noto touroperator che lo scorso luglio vendeva biglietti aerei in base al peso del passeggero solo una trovata pubblicitaria giunti in una di queste città visitarne altre è facile ed economico spostandosi con la renfe ferrovia spagnola con i pullman extraurbani o meglio ancora noleggiando una macchina in aeroporto su internet si risparmia molto la moneta è l euro e la lingua il castigliano una sorta di dialetto spagnolo ma niente paura è facile capire e farsi capire non occorrono visti turistici anzi si può entrare in spagna esibendo la carta d identità attenzione la patente non è considerata documento di riconoscimento portate sempre con voi la nuova tessera sanitaria quella azzurra per le emergenze sanitarie sarete coperti in tutta europa e in molti altri stati non portare molto contante al seguito in tutto il mondo il turista rischia più di un cittadino locale di essere derubato specie sui mezzi pubblici usate tranquillamente bancomat e carte di credito le commissioni sono minime ed ora pensiamo ad un piccolo tour ià dall italia indispensabile internet per poter visitare almeno 2-3 delle città più rappresentative di questa regione che fu dall viii sec terra conquistata dagli arabi a siviglia il capoluogo potrete ammirare l imponente cattedrale la terza più grande del mondo dopo s.pietro a roma e st.paul a londra a cordova la torre dell orologio e la bellissima moschea oggi cattedrale cristiana nella quale svettavano 850 colonne rimaste però solo la metà in seguito allo scempio attuato all interno per costruirvi un altare in seguito alla conversione al cristianesimo a granada alle pendici della sierra nevada montagne innevate da settembre a giugno sorge l alhambra vedi fotografia straordinaria fortezza arabo-medievale che fu per centinaia di anni residenza estiva dei nazario oggi in lizza per diventare una delle nuove sette meraviglie del mondo a malaga è rilassante passeggiare e fare shopping nello splendido g centro storico da non perdere l alcazaba la cattedrale e il museo picasso continua a pagina 11 alhambra granada 10

[close]

p. 11

continua da pagina 10 il mare è limpido e la sera si popola di turisti che affollano i numerosi locali di divertimento merita una visita la deliziosa tarifa comune più a sud d europa all interno delle cui mura si snodano numerosi vicoli dove si susseguono negozi tipici e locali dove mangiare le tapas squisiti ed economici assaggini di pietanze tipici in spagna di fronte c è l isolotto de las palomas collegato con un ponte alla terraferma e il punto più vicino all africa circa 14km e il punto di divisione tra mar mediterraneo e oceano atlantico davvero emozionante ricco di vento è méta ambita per gli amanti degli sport con vela non lontano da qui si può entrare a gibilterra storica fortezza militare del regno unito da circa tre secoli dominò con successo tutto il traffico navale in transito nel mediterraneo e caratterizzato oltre che dalla morfologia montuosa a ridosso del mare si stretto di gibilterra vede nitidamente l africa anche per la possibilità di fare acquisti esentasse e per poter ammirare colonie di macachi simpatiche scimmie libere di girare tra i turisti essendo l estate più lunga che da noi allora che dire andalucìa arrivo lo sapevate che a cura di lucia sgriccia la rocca di gibilterra è abitata dai macachi barbary l unico primate che in europa vive allo stato brado se ne incontrano barbary ovunque scaltre e per nulla intimorite dall uomo capita anche di assistere a furti in piena regola quasi sempre la refurtiva è rappresentata da biscotti patatine noccioline caramelle ma attenzione capita anche che nel bottino finiscano macchine fotografiche e oggetti personali sarcasticamente si dice che quando le scimmie scompariranno da gibilterra se ne andranno anche gli inglesi le colonne d ercole secondo la legenda e secondo alcuni storici collocate nei pressi di gibilterra nella letteratura greca le classica stavano ad indicare il limite estremo del mondo conosciuto oltre che un concetto geografico esprimevano un concetto filosofico di limite della conoscenza confine da superare per il progresso scientifico a malaga sul lato nord delle casas de campos nacque pablo picasso 1881-1973 il cui nome completo era diego josé 1881santiago francisco de paula juan nepomuceno crispín crispiniano de los remedios cipriano de la santísima trinidad ruiz blasco y picasso lópez facile da ricordare non trovate tarifa è anche chiamata capitale del vento d europa per questo lungo le colline che circondano questa cittadina di mare potrete ammirare distese di mulini a vento i più grandi hanno pale con un diametro superiore ai 50 metri tutti i mulini a vento di questa zona sviluppano energia per 300.000 abitanti circa bel risparmio vero quien no ha visto granada no ha visto nada chi non ha visto granada non ha visto nulla recita un proverbio spagnolo recatevi al tramonto nel quartiere vecchio dell albacìn con le sue stradine tortuose che si arrampicano tra mura bianche cortili fioriti patii ombrosi e vecchie taverne gitane voltatevi ora verso l alhambra illuminata dai raggi caldi del sole che cala e capirete a siviglia la vita della città si svolge intorno al guadalquivir fiume che taglia la città in due divenne il punto di incontro per i commerci fiorenti nel periodo della scoperta dell america oggi è l unico porto fluviale della spagna i periodi migliori per visitare siviglia sono la primavera e l autunno quando il caldo si placa e la folla dei turisti scompare il caldo asfissiante che attanaglia la città soprattutto a luglio e agosto non è un semplice luogo comune in questi mesi il termometro può tranquillamente salire fino a 54 gradi 11

[close]

p. 12

la prima volta che ho donato il sangue di antonio di siero non mi chiedete perché l ho fatto non conoscevo personalmente nessuno che potesse averne bisogno non sono mai stato un samaritano la definizione di eroe è ai miei antipodi solo avevo la possibilità di farlo e l ho fatto esi fa ho inviato una mail all avis chiedendo informazione su dove come e quando poter donare il sangue dopo molti rinvii la mattina del 30 giugno 2008 senza aver fatto colazione mi sono diretto verso il policlinico gemelli al banco informazioni ho spiegato quello che volevo e mi hanno detto di seguire il percorso viola fino al piano ­1 dopo molto girovagare come tutti gli ospedali anche il gemelli è una puzzle di edifici costruiti in periodi diversi senza curarsi della precedente architettura così quello che su un ascensore è definito piano terra su un altro è quarto piano finalmente dopo aver chiesto un po in giro e aver seguito le indicazioni dietro un magazzino trovo il reparto trasfusionale chiedendo alla reception mi danno un questionario da riempire mi chiedono delle mie condizioni di salute se ho avuto esperienza con le droghe della mia vita sessuale alla fine consegnato il questionario un medico mi fa entrare in un piccolo ambulatorio mi misura la pressione e mi punge un dito con un ago prende una goccia di sangue su un bigliettino di carta per il campionamento e mette tutto in una macchina subito dopo vengo chiamato da un altro medico che mi fa altre domande sulle mie condizioni fisiche e psicologiche stampa un documento alcune etichette e mi conduce nella sala in cui vengono fatte le estrazioni e piena di poltrone meccaniche con accanto degli strani dispositivi simili a bilance con piatti che oscillano dopo un minuto mi danno un foglio con la certificazione per il datore di lavoro per dimostrare che non sono stato a fare jogging e mi fanno accomodare su una di quelle poltrone mi legano un laccio emostatico al braccio destro e qui ho un po di paura portano tre sacche tenute insieme m da dei tubicini uno dei tubicini è più lungo degli altri e termina con la madre di tutti gli aghi da iniezione un buco di circa due millimetri di diametro posso dire senza tema di smentita di non aver paura degli aghi ma quello mi impressiona davvero quando me lo cacciano nella vena scopro con sollievo che fa meno male di quanto pensassi non più di un comune ago mi nastrano il tubo il al braccio e comincia l estrazione mi caveranno circa mezzo litro di sangue forte della reiterata visione dei film di peter jackson prima che dirigesse la trilogia del signore degli anelli di dario argento e di takashi miike un dio anzi un kami del cinema horror nipponico guardo con interesse la sacca che oscilla sul piatto della strana bilancia riempirsi progressivamente del mio sangue questo processo dura circa venti minuti durante i quali un infermiera mi allenta il laccio emostatico l infermiera che ha l aria di comandare là dentro ha passato tutto il tempo a litigare con i suoi colleghi ma si dimostra molto gentile quando dopo avermi tolto l agone mi da un batuffolo d ovatta per coprire il buco e poco dopo un cerotto per coprirlo dopo altri minuti mi da una chiavetta magnetica per prendermi qualcosa da mangiare ai distributori automatici alzandomi non mi sento né debole né altro solo un po spaesato e molto affamato non mangio da più di dodici ore un caffè una brioche e un buon pranzo mi ritrasformeranno nel rompiscatole di sempre all uscita chiedo il modulo per diventare donatore abituale mi richiameranno ai primi di ottobre.se anche voi potete e volete farlo non avete niente da guadagnare e niente da perdere vi sentirete però decisamente sollevati si può donare il sangue la mattina dal lunedì al venerdì al policlinico gemelli 12

[close]

p. 13

vo ceaigiovanidi to rresina cronaca d asfalto vicenda ripetitiva esperienza sconcertante giugno 2008 l una e mezza di notte via trionfale all altezza della giustiniana due veicoli un automobile e una minicar percorrono affiancati le due corsie della strada da poco a senso unico all interno cinque ragazze e due ragazzi di ritorno da una tranquilla serata per il compleanno di una di loro la serata volge al termine ma c è ancora divertimento nell aria va da sé che si giocherelli un po alla guida quel tanto che basta perché le due macchine si sfiorino leggermente quel poco sufficiente da far perdere il controllo e ritrovarsi scaraventati ai margini della strada risultato le due vetture sono distrutte i passeggeri scossi ma integri tutti eccetto una ragazza che sedeva di fianco al guidatore nella minicar non aveva la cintura di sicurezza e nel rovesciamento è stata sbalzata fuori dal veicolo sono le otto e trenta di mattina e io mi affretto nel prepararmi per andare ai corsi di recupero estivi senza sapere che quest oggi né io né i miei compagni di classe li frequenteremo mi sto lavando i denti quando ricevo una telefonata sul cellulare ­ strano non squilla quasi mai a quest ora ­ è una mia amica la conversazione si svolge così in fretta che ci metto qualche minuto a realizzarne effettivamente il contenuto eppure ripensandoci a distanza di tempo me la ricordo così lunga e lenta che ho presente ogni singolo pensiero che mi ha percorso la mente in quei pochi attimi stanotte i nostri compagni di classe hanno avuto un incidente ­ mi dice ­ giulia non ce l ha fatta È così che è iniziata la giornata del 27 giugno per chi non la scorderà facilmente di diana taurino 27 di solito tutti coloro che perdono la vita prematuramente erano persone meravigliose tutte le descrizioni che ne sentiamo fare in televisione o sui giornali sono elenchi di virtù e pregi di persone rare senza difetti né peccati be giulia lo era veramente una ragazza meravigliosa lei li aveva i difetti ma riusciva a farli rientrare nella completezza delle sue caratteristiche rendendoli sfumature affascinanti della sua personalità le sue fattezze fisiche erano paragonabili a quelle che vengono attribuite alle fanciulle delle fiabe bionde ciocche ondulate occhi azzurri e pelle candida per non parlare del suo carattere in assoluto il carattere che avrei voluto avere io tra tutti quelli possibili quando ho raggiunto i miei compagni al pronto soccorso quella mattina nello sconvolgimento generale e lo shock unanime ho sentito dire da diverse persone È stata colpa dell ambulanza che è arrivata dopo mezz ora È successo a causa della minicar che è una macchina ridicola c hanno messo troppo tempo a portarla in ospedale e chissà quante altre verità non svelate per non ferire ulteriormente chi soffriva già molto in tutto ciò come si può non porsi quelle domande che sembrano sempre così scontate e convenzionali ma che ora diventano più che mai assillanti e lecite perché perché è dovuto succedere perché a giulia non si riesce a capacitarsene o a trovare un senso a questo sconvolgente assurdo eccezionale inverosimile incidente un momento non sono sicura che ognuno di questi ultimi aggettivi si addica alla situazione esaminiamoli un attimo sconvolgente certo indubbiamente lascia un segno incancellabile nelle persone che avevano a cuore giulia assurdo di sicuro perché è addirittura ridicolo che la distesa di possibilità per il futuro e di esperienze da vivere di una ragazza appena diciottenne debbano dissolversi nel nulla per uno stupidissimo incidente eccezionale non direi non è certo un eccezione in realtà di questi incidenti stradali dal finale tragico ne succedono tantissimi la notizia di qualcuno di questi ti arriva spesso dai giornali o da qualche conoscente te ne dispiaci un po magari ma dopo poco non ci pensi più e continui la tua giornata tranquillamente inverosimile proprio no certo in effetti sembrerebbe davvero una casuale fatalità avversa e tragica il fatto che possa morire qualcuno solamente per non aver seguito qualche regola di guida o codice della strada che probabilmente ci insegnano all autoscuola solo come formalità eppure rimango allucinata quando dopo un incidente del genere sento dire da chi ne è stato partecipe com è potuto succedere e pensare che al contrario delle altre volte non avevamo neanche bevuto a questo punto forse dovrei rimproverare i giovani di oggi al volante o la società che è sempre la prima colpevole di qualunque cosa oppure dovrei scrivere qualcosa che solleciti i giovani ad essere prudenti alla guida ma a quanto pare non servirebbe a niente perché sarebbe solo un altra delle svariate prediche prese sul serio solo da chi purtroppo ha vissuto simili tragedie quando ci decideremo ad imparare finalmente qualcosa anno 1 numero 9 settembre 2008 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 131 00168 roma ilpicchioditorresina@yahoo.it editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina via paolo rosi 79 00168 roma cell 3338029862 e 3383171087 direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza antonio picciau colarossi aurelia antonella salerno cinzia pezzola chiara peragine anna rita taurino antonio di siero daniela moretti progetto grafico editoriale luigi spagnoletti fabrizio cappabianca roberto delle case hanno collaborato a questo numero antonella brositti dott.ssa sara d andretta gianni moretti lucia sgriccia diana taurino dott alessandro mingarelli stampato presso tipografia mura s.r.l via palestro 34 tel fax 064441142 064452394 questo numero è stato chiuso in redazione il 01/09/2008 13

[close]

p. 14

di antonio di siero titolo fumetto watcmen testi alan moore disegni dave gibbons genere fantascienza editore de agostini atlas l era degli eroi è finita h ooded justice è scomparso nel nulla dollar bill è stato assassinato durante una rapina mothman dopo un lungo periodo di eccessi è finito in una clinica psichiatrica da cui non è più uscito rorschach ora assomiglia più a un serial killer che a un supereroe questo da quando lo hanno dichiarato fuorilegge insieme agli altri poi c è niteowl che è andato in pensione e ha lasciato costume e identità segreta a un altro anche lui ora in pensione ozimandas ha venduto la propria identità segreta ed è diventato un ricco imprenditore produce giocattoli basati sulla sua vecchia identità segreta il dottor manhattan ha divorziato e ha sposato la figlia di silk spectre ma sono già in rotta a differenza degli altri il dottor manhattan era un verso superuomo un vero mutante radioattivo con super poteri praticamente un dio in terra e come fai ad amare dio quando non puoi neanche permetterti di immaginare di stare adempiendo al suo volere quando dio stesso ti dice che stai sbagliando o che addirittura non gliene importa nulla di te ma è un altra storia c era poi il comico quel vecchio fascista come si fosse fatto quella cicatrice non è un segreto durante la guerra in vietnam che gli stati uniti avevano vinto grazie al dottor manhattan aveva messo incinta una donna quando lei era andata a chiedergli di assumersi le sue responsabilità lui le aveva riso in faccia lei folle di rabbia lo aveva sfregiato con un collo di bottiglia e lui le aveva sparato ma è proprio con il comico che la storia comincia qualcuno lo uccide e rorschach comincia a indagare mentre contatta uno per uno tutti i componenti della ex squadra dei crimebusters i personaggi cominciano a fare un bilancio del proprio passato ripensando all epoca d oro dei supereroi al fallimento dei crimebusters e al comico il comico che tentò di violentare silk spectre il comico unico supereroe insieme al dottor manhattan a non essere dichiarato fuorilegge il comico che viveva all ultimo piano di un grattacielo a new york qualcuno ha voluto farlo tacere per sempre cominciamo col dire che watchmen è un prodotto studiato essenzialmente per un pubblico adulto non aspettatevi scene d azione mozzafiato eroi con i muscoli d acciaio ed eroine con le cosce al vento anche il tratto è di una semplicità disarmante grande il livello di dettaglio del tratto di gibbons a parte i colori che fanno un po come gli pare disegnando personaggi completamente rossi o completamente gialli ma nessuna spettacolarizzazione come potrebbe fare un todd mc farlane or un john romita jr in watchmen quel che conta è il testo e il lettore per godere appieno il valore dell opera dovrà accettare l idea di doversi concentrare soprattutto sulle memorie degli ormai anziani protagonisti la lettura è rallentata ulteriormente dai numerosi testi privi di disegni che costellano l opera un estratto della biografia del primo niteowl l esame psichiatrico di rorschach il saggio di un fisico sul dottor manhattan tutto questo contribuisce a creare dei personaggi vivi e pulsanti che nella loro imperfezione con i loro problemi di coppia con la loro megalomania e i loro complessi finiscono per somigliarci molto più di quanto hanno mai fatto i vari clark kent superman e peter parker uomo ragno solo verso la fine col dipanarsi della trama moore e gibbons si concedono qualche scena d azione da supereroe vecchio stampo un classico del fumetto da leggere e rileggere il film-nell estate 2009 vedrà la luce la trasposizione cinematografica diretta da zack 300 snyder 14

[close]

p. 15

l angolo della poesia di rober to piumini la solitudine del nonno c è un nonno in giardino che gioca alle carte le gioca da solo nessuno lo vuole c è un nonno in giardino che beve del vino lo beve da solo nessuno lo vuole c è un nonno per strada non so dove vada cammina da solo nessuno lo vuole c è un nonno che dorme speriamo che in sogno qualcuno ci sia in sua compagnia dare senso alla progettazione par tecipata del dott alessandro mingarelli n diverse occasioni sia su questo giornale sia a livello informale nel quartiere si è parlato della progettazione partecipata illustrerò in modo sintetico cos è avvalendomi anche del regolamento del comune di roma su questo tema nel riquadro in fondo alla pagina in termini generali la progettazione partecipata riguarda il contributo della partecipazione dei cittadini alle trasformazioni del territorio l esperienza di progettazione partecipata comporta per un territorio · realizzazione di luoghi che soddisfino effettivamente i bisogni dei cittadini · miglioramento del senso di comunità e di appartenenza · processi d inclusione sociale attraverso il coinvolgimento di tutta la popolazione · trasparenza delle procedure di realizzazione delle opere i miglioramento della qualità della vita · avvicinamento dei cittadini alla politica del territorio coinvolgendoli su tematiche concrete la progettazione partecipata è quindi una fase di un processo di coinvolgimento più ampio per la realizzazione di essa è essenziale coinvolgere tutti i portatori d interesse dell opera o del servizio oggetto della partecipazione la realizzazione concreta di questa fase si attua attraverso degli incontri di laboratorio in cui si lavora sulla condivisione/negoziazione dei bisogni e delle idee dei singoli partecipanti i laboratori sono condotti da un facilitatore cioè un soggetto terzo che propone la condivisione del metodo e delle regole di lavoro ascolta attivamente le idee di tutti i partecipanti favorendone il confronto all interno del gruppo per il buon svolgimento degli incontri laboratoriali è utile che essi non siano costituiti da più di 20 persone un processo di progettazione partecipata richiede quindi solitamente la costituzione di più laboratori · psicologo della salute sintesi del regolamento estratto dal sito del xix° dipartimento del comune di roma come si partecipa i cittadini hanno la possibilità di partecipare alle decisioni attraverso quattro diverse fasi di partecipazione 1 informazione i cittadini possono trovare notizie e documentazioni capaci di illustrare le caratteristiche essenziali dei programmi e progetti sia sul sito web del comune di roma che negli uffici dei municipi e dei dipartimenti responsabili l informazione consente un coinvolgimento più consapevole durante le successive fasi 2 consultazione i cittadini interessati hanno la possibilità di inviare suggerimenti considerazioni e proposte sotto forma di contributi partecipativi in carta semplice o su appositi moduli via internet entro 30 giorni dalla notizia di avvio di un nuovo progetto possono inoltre partecipare direttamente ad un incontro pubblico che viene convocato dall assessore comunale competente o dal presidente del municipio dove ricade l intervento 3 partecipazione la progettazione partecipata è la fase in cui si sperimenta il coinvolgimento più forte degli abitanti nei processi decisionali i cittadini possono prendere parte ad un processo partecipativo che comprende diverse attività e incontri con l obiettivo di progettare insieme le trasformazioni del territorio a partire dai suoi problemi e dalle sue risorse 4 monitoraggio e verifica il monitoraggio è finalizzato a garantire ai cittadini l accesso agli atti alle procedure e ai dati riguardanti l attuazione dei progetti approvati la verifica permette il controllo dell attuazione di quanto stabilito durante le precedenti fasi della partecipazione 15

[close]

Comments

no comments yet