Febbraio 2008

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 1 numero 3 febbraio 2008 il boomerang del parco dal comitato di quartiere di torresina c ari amici di torresina siamo arrivati a febbraio 2008 e del parco promesso dal sindaco non v è traccia proviamo a ricostruire la storia che ci ha portato a questa situazione tempo fa gennaio 2006 una nostra piccola concittadina stufa di giocare in mezzo alle macchine ha scritto niente meno che al nostro sindaco chiedendo a gran voce che la zona in cui abita fosse dotata di un parco a misura di bambini visto che la zona è ricca di suoi coetanei il sindaco sensibile alla richiesta della bambina costretta a chiedere ciò che è suo diritto si è impegnato in prima persona per far realizzare il parco secondo i suoi desideri chiedendo la partecipazione anche degli altri bambini del quartiere dovendo promettere meglio abbondare passa il tempo la bimba cresce il parco rimane ancora lontano dal trovare una realizzazione a dire il vero anche la progettazione langue negli uffici del comune il comitato viene reso partecipe della progettazione e fa partire la ricerca di persone del quartiere in grado di dare un contributo giugno 2007 ma ecco che nell agosto 2007 arriva un improvvisa accelerazione i fondi continua a pagina 14

[close]

p. 2

collabora con il picchio di torresina scrivendo articoli recensioni interviste o curando una rubrica di una delle sezioni e/o argomenti del giornale un calendario delle mostre ed eventi della tua città di un museo o di altre attività espositive in italia o all estero o presentando e recensendo artisti scrittori libri studiosi e compositori gallerie e studi associazioni circoli letterari o musicali l invito è rivolto a scrittori e poeti a giornalisti e non ai compositori e musicisti ai viaggiatori insomma a tutti coloro che vogliono far sentire la propria voce e la loro opinione o semplicemente a tutti coloro che vogliono far sapere qualcosa sono gradite segnalazioni di libri di musica di film di attualità di storia di curiosità tutto ciò per tenere e tenerci informati su quello che ruota intorno a noi vicino e meno vicino manda il tuo contributo o le tue foto a ilpicchioditorresina@yahoo.it e se non hai internet lascialo tranquillamente presso la nostra sede la libreria inkiostro in viale indro montanelli n 131 ricordando di inserire nome e cognome e recapito telefonico per essere ricontattato il materiale inviato sarà visionato dalla redazione del giornale prima di venire pubblicato e non verrà restituito anche se non pubblicato non saranno presi in considerazione contributi anonimi e la collaborazione si intende a titolo gratuito saranno tenuti integri e riportati tutti i riferimenti di copyright notizie dal municipio xix dal presidente del municipio xix fabio lazzara archeoparco a quartaccio ccade sempre più spesso nel nostro territorio che durante i lavori per la realizzazione di nuovi quartieri si ritrovino tracce dei nostri predecessori e che questo costringa a stop dei lavori e riprogettazioni delle stesse la zona compresa tra quartaccio e torresina in questi ultimi anni ci ha riservato molte sorprese alcune di notevole interesse e ha risvegliato in cittadini ed istituzioni l interesse per la nostra storia e per la tutela dei reperti venuti alla luce emblematica è in questo senso la storia dei reperti venuti alla luce durante i lavori del piano di di zona b/33 quartaccio ii che ha visto coinvolte le istituzioni e l amministrazione comunale in primis nella riprogettazione dell intero piano di zona e progettazione di un intervento non previsto per tipologia e costi che tutelando i beni ritrovati li rendesse fruibili ai cittadini rispettando la destinazione originaria dell area a verde pubblico passando in questi giorni in via valle dei fontanili via del podere fiume è possibile finalmente intravedere in modo chiaro il risultato finale di tale lavoro un parco pubblico attrezzato che ospita ben inseriti e tutelati i resti di una vasca per il lavaggio delle anfore ed un pozzo per l acqua che facevano parte di un antica fabbrica di vasellame di epoca romana sarà possibile così mentre i bambini giocano godere la vista di resti dell antica roma e acquisire informazioni nel gazebo appositamente predisposto gli archeologi e gli storici hanno ricostruito che molto probabilmente a quell insediamento di epoca romana è da attribuire la funzione di a centro di raccolta e distribuzione di derrate agricole provenienti dagli appezzamenti circostanti di una zona che arrivava fino alla vecchia via boccea che oltre a contribuire all approvvigionamento agricolo era una delle fonti di combustibile derivante dal legname delle selve presenti nella zona oltre che descrivervi quello che a breve potrete osservare e godere credo sia importante sottolineare il lavoro lento silenzioso ed altamente professionale svolto da tanti anonimi tecnici comunali nel progettare e realizzare superando imprevisti continui un piccolo gioiello per una zona di periferia descritta spesso solo come sede di degrado tutelare e salvaguardare le ricchezze archeologiche presenti in questo quadrante è uno degli obiettivi della maggioranza che governa il municipio roma 19 certo sono altre le istituzioni deputate in primis alla tutela dei beni archeologici ma è compito di ogni buon amministratore locale intrattenere rapporti con le suddette istituzioni in modo da sostenerne l attività per quanto di competenza come è stato in questo caso che crediamo possa essere considerato come l avvio di una collaborazione costante tra istituzioni e cittadini per la tutela dell ambiente in cui viviamo e per garantire una buona qualità di vita nei nostri quartieri pensiamo quindi che la riqualificazione delle periferie passi oltre che dalla realizzazione delle infrastrutture anche attraverso la tutela del patrimonio culturale che rafforza l identità dei luoghi e il senso di appartenenza ad una comunità dei cittadini elettrix di sopranzi massimo elettricista abilitato 46/90 via dacia 24 tel 0670454366 cell 3477670986 e-mail massisop@tiscalinet.it specializzato in impianti elettrici-centralizzati tv citofonici-allarmicentralini telefonici 2

[close]

p. 3

sommario febbraio 2008 il boomerang del parco archeoparco a quartaccio il picchio della solidarietà correre per non rimanere indietro un quartiere di sportivi dal diritto di superficie al diritto di proprietà progetto mediazione sociale un viaggio a vinadio annunci a torresina 8 12 13 13 4 6 1 2 3 il picchio della solidarietà un progetto ambizioso di cinzia pezzola u rubriche voce ai giovani di torresina l angolo delle golosità angolo delle curiosità storia e storie del nostro quartiere le lettere dei nostri lettori pillole di tecnologia e intervista a l angolo della poesia 7 10 10 11 11 5 5 6 la riscoperta delle tradizioni e dei giochi il professionista risponde notizie utili 12 15 15 na mattina mentre toglievo le illuminazioni natalizie sul mio terrazzo con quel pizzico di nostalgia per la fine di un periodo di gioia e festeggiamenti che ci uniscono tutti in calorosi auguri mi arriva con un sms una preoccupante richiesta di aiuto per un bambino di pochi mesi di vita che rischiava di morire coinvolta dalle emozioni immediatamente giro il messaggio ma chi era nella possibilità di verificare mi avvisa che si trattava di una truffa o peggio di una bufala mi sono sentita semplicemente presa in giro e come risposta istintiva mi sono ripromessa visto l immenso disagio in cui mi trovavo di non rispondere più a tali richieste che potevano coinvolgere anche i miei amici e colpirci tutti nella nostra buona fede reazione più che comprensibile credo ma a mente fredda ho capito quanto grave fosse tutto ciò quello che ho sempre pensato infatti è che ci sentiamo così tranquilli tra le quattro mura domestiche gli affanni e le difficoltà di tutti i giorni ci coinvolgono e c impegnano e tutti finiamo per commettere l errore di sentirci forti ed immortali ma chi ha sperimentato la disperazione sa perfettamente che la solidarietà può essere determinante fosse anche una parola è la parola che manca nel nostro piccolo uno tra i più pretenziosi fini che ci prefiggiamo con il picchio è quello di essere un punto di riferimento per chi è in difficoltà dando risposte soluzioni o creando solidarietà facendo eco alle varie problematiche ben consapevoli che truffe e bufale creano rabbia confusione ci tolgono ogni voglia di essere coinvolti e rischiano di impoverirci sempre di più aumentando un aspra diffidenza per il prossimo nel nostro giornale abbiamo deciso di dedicare ogni mese uno spazio a grandi ed affermate associazioni di volontariato che da anni s impegnano nelle loro importantissime missioni torresina ha già risposto ad un appello il 5 aprile del 2004 in occasione di una festa di quartiere la gara di dolci la protezione civile vendendo uova di pasqua raccolse come in altre zone di roma i fondi necessari all acquisto della seconda ambulanza e a torresina il contributo non è stato da meno rispetto ad altre piazze anche più famose 3

[close]

p. 4

sport e salute correre per non rimanere indietro di fabrizio cappabianca praticare lo sport è importante per mantenere l abitudine al movimento che la società moderna e lo sviluppo tecnologico tendono a sostituire con la sedentarietà pigrizia e mancanza di tempo ome per tutti gli sport anche per rilasciare il certificato di buona salute razione e della frequenza cardiaca la corsa nasce l esigenza per utilizzato per l attività non agonistica possiamo iniziare a correre anche in l atleta di seguire piccoli suggeri la visita che è a pagamento ma il cui maniera più impegnativa durante la menti e pratici consigli rivolti alla cor prezzo è ridicolo in confronto al valo corsa cerchiamo di mantenere una retta esecuzione dei movimenti al re che rappresenta circa 35 com posizione abbastanza eretta il collo miglioramento del gesto tecnico ma prende oltre ai controlli di routine di rilassato e lo sguardo rivolto davanti a soprattutto per renderlo avvincente e misurazione dell altezza del peso e noi a circa 20/30 metri e non verso per niente noioso vi è mai capitato di della pressione anche l elettrocar terra le spalle rilassate e i gomiti pieiscrivervi in una palestra affrontare diogramma a riposo e sotto sforzo il gati a 90° circa le braccia devono faticose discipline aerobiche o più test della spirometria e le analisi del muoversi avanti e indietro armonicasemplicemente utilizzare le attrezza le urine abbinata alla visita consi mente per controbilanciare gli spoture a disposizione se si vi sarete glio di fare almeno una volta l anno le stamenti del corpo dovuti al moviaccorti quanto fossero necessari i analisi del sangue complete per chi mento e non devono essere troppo consigli del personale tecnico specia si allena più di tre volte a settimana distanti dal tronco le mani devono lizzato per eseguialternan essere rilassate e le dita chiuse a pure il corretto mo ricordiamoci che correre è do alle gno a leggero contatto con il palmo vimento per solle pur sempre divertimento namenti della mano non stringete troppo vare un peso oblandi cercate di fare falcate corte e veloci per completare una sequenza di passi con altri più intensi è consigliato ogni per quanto possibile mettete bene di aerobica sei mesi superata la visita medica la pianta del piede a terra durante la la corsa al contrario di altri sport che indossiamo la maglietta e i calzoncini fase di atterraggio e spingete bene apparentemente sembrano ben più d inverno cerchiamo di ripararci di con le dita durante la fase di distacco complicati e per i quali è necessaria più con felpe o maglie di materiale dal suolo un ultimo suggerimento l iscrizione a corsi specifici ad esem tecnico più pesante cappelli guanti e pianificate i vostri allenamenti cerpio il tennis o il nuoto appare come fasce protettive per il collo che si pos cando di iniziare dapprima correndo l attività fisica più semplice anche sono acquistare in qualsiasi negozio per pochi minuti per poi aumentare il perché rappresenta in fondo il movi di articoli sportivi calziamo le scar tempo nelle volte successive oppure mento più connaturale all uomo la pe e dedichiamo almeno qualche come molti esperti suggeriscono conseguente evoluzione del cammi minuto alla fase di riscaldamento pri vedi orlando pizzolato e roberto nare tuttavia non per questo motivo ma di cominciare ad allungare il pas albanesi alternando momenti di cordeve essere affrontata in maniera su so in funzione di alcuni fattori quali la sa con momenti meno intensi di camperficiale questo consiglio deve va preparazione atletica del soggetto la minata ad esempio 2 min di cammilere per l atleta amatoriale che vuole temperatura esterna e la tipologia di nata e 1 di corsa ripetendo la seottenere dalla corsa qualcosa di più attività da svolgere è necessario una quenza per 8/10 volte o anche pratidel semplice miglioramento fisico fase più o meno prolungata e mirata cando del fitwalking argomento che ma anche per tutti coloro che lo prati di riscaldamento inizialmente ci pos mi prometto di trattare in seguito cano con il solo ma per niente bana siamo limitare a eseguire esercizi di questo graduale avvicinamento è le obiettivo di ritrovare il peso for mobilità articolare circonduzioni del consigliabile soprattutto a chi non ha ma fortunatamente esistono molti le anche rotazioni del busto piega mai svolto attività sportiva a chi si è addetti del settore ex-atleti tecnici menti laterali del tronco a gambe di allontanato dal proprio peso forma o federali medici sportivi giornalisti varic at e edial lun g am ento ricomincia a correre dopo un lungo sportivi che oltre che un mestiere di stretching dei distretti muscolari periodo di inattività per il resto buon questo sport ne fanno una passione e interessati durante lo stretching non divertimento e alla prossima occasiofarciscono di consigli le pagine di si deve mai raggiungere la soglia del ne per parlare di uno sport che non riviste libri e anche gli spazi di siti dolore e la tensione del muscolo inte può far altro che aiutarci a vivere meweb specializzati e proprio di alcuni ressato va mantenuta per almeno glio di questi consigli vorrei parlare in trenta secondi prima del graduale questo contesto il primo il più im rilascio successivamente portante la regola aurea per affronta iniziamo a camminare o a re qualsiasi tipo di sport in particolar correre in maniera molto modo quelli di tipo aerobico in cui blanda abbinando alcuni risulta più sollecitato l apparato car movimenti che coinvolgodio-circolatorio è la visita medica no gli arti superiori del sportiva per il rilascio del certificato tipo circonduzioni delle di idoneità agonistica qualcuno po braccia slanci delle bractrebbe obiettare che non è necessario cia per i più allenati è posquesto tipo di certificato se non si ha sibile proseguire con salintenzione di partecipare ad attività telli con spinte e balzi a agonistiche ma di sicuro non ha con rana partendo da terra e troindicazioni e diventa necessario con l esecuzione di diversi per chi vuole partecipare alle sempre tipi di andatura skip corpiù numerose gare podistiche che si sa calciata corsa balzata svolgono durante l anno le strutture passo stacco corsa saltata che possono rilasciare tale certificato laterale raggiunta una disegni presi dal sito www.cogoletoinfo.it raffiguranti sono le asl e i centri medico-sportivi buona fase di riscaldamenalcuni degli esercizi di stretching da eseguire prima e privati convenzionati e accreditati to che di solito coincide dopo l allenamento mentre il medico di base può soltanto con l aumento della sudo c 4

[close]

p. 5

voce ai giovani di torresina quest anno mi travesto da bullo di kiara l bullismo è un atteggiamento sempre più frequente tra i ragazzi i quali vengono prima attratti e poi irrevocabilmente contagiati da esso soprattutto nella fase adolescenziale quando la propria formazione non è completa e tutto appare più bello e più semplice ma chi è il bullo spesso si definisce bullo un giovane prepotente un vero e proprio teppistello egli infatti non è altro che questo un ragazzo spavaldo e prepotente che fa di tutto solo per mettersi in mostra con sfrontatezza se prendiamo in considerazione un gruppo di ragazzi ognuno con le caratteristiche comportamentali del bullo vedremo che ciascuno di loro tende a far di più dei propri compagni per dimostrare loro il suo predominio ed il suo coraggio nello sfidare gli atri e soprattutto se stesso il problema principale è che per i giovani questo fenomeno non risulta più tanto estraneo e inusuale anzi è entrato così violentemente nella quotidianità che anche camminando per strada si ha la sensazione che sia emersa una nuova moda ma io mi chiedo cosa sia peggio se essere un bullo o fare finta di esserlo molti ragazzi non crescono con l indole violenta dentro di loro ma poi si comportano come tali solo per essere accettati e magari temuti nell immenso branco che noi chiamiamo mondo come se per loro comportarsi male e fare bravate sia sinonimo di rispetto e di ammirazione da parte degli altri la cosa che a me preoccupa di più è il fatto che per i bulli il compiere tali azioni è un vero e proprio divertimento riuscendo sempre e comunque a venirne fuori illesi o quanto meno senza una punizione adeguata ed esemplare mi rivolgo a voi ragazzi invitandovi ad aprire gli occhi perché si può sempre pensare di essere il pesce più grande e più forte nel proprio stagno ma quando poi si è nell oceano sappiate che c è sempre un pesce più grosso e più forte per il quale si è cibo quotidiano e non c è più nessuno ad aiutarvi e sarà allora che vi sentirete soli proprio così la parola chiave è proprio questa solitudine se infatti ci fermassimo un momento a riflettere vedremmo che ciò che trasforma in bullo un ragazzo è proprio la paura di sentirsi solo o peggio emarginato dal resto del gruppo l angolo delle golosità a cura di antonella salerno i penne alla zozzona ingredienti 400 g di penne 200 g di salsiccia di norcia macinata 200 g di mascarpone 50 g di parmigiano grattugiato sale e pepe appena macinato q.b preparazione mentre si fa lessare al dente la pasta soffriggere la salsiccia in una padella e quando è bella croccante scolare tutto il grasso che si è formato mettere in una insalatiera il parmigiano ed il mascarpone mescolarli e se occorre aggiungere un po d acqua di cottura della pasta per farli diventare una crema scolare la pasta e versarla velocemente nell insalatiera versare sulla pasta la salsiccia scolata aggiungere un po di pepe mescolare tutto e servire immediatamente vini di accompagnamento etna rosso doc parrina rosso doc roero doc 5

[close]

p. 6

di lorena lucaroni s arà capitato a tutti di vedere nel nostro quartiere quante persone praticano la corsa su strada questo per me è motivo di orgoglio in quanto è piacevole correre in una zona immersa nel verde come la nostra quando venni a vedere torresina prima di prenotare il tanto desiderato appartamento uno dei motivi per i quali scelsi di venire a vivere qui fu proprio il verde la natura così presente all interno di un area urbana di roma roba di un altro mondo e questo che fa di torresina un quartiere speciale dove le passeggiate le attività all aria aperta il footing sono possibili più che in altri quartieri questo mi dà la possibilità di introdurre l argomento per me molto importante per la nostra salute e soprattutto per lo sviluppo e la crescita dei nostri figli infatti non c è cosa migliore per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e soprattutto per la salute del nostro cervello dello sport care mamme e papà i nostri figli hanno bisogno sin dai primi anni della loro vita di praticare attività sportiva lo diciamo sempre lo sport fa bene al corpo e alla mente ma è proprio così dipende da noi quindi indirizzarli ed accompagnarli a fare sport un quartiere di sportivi a prescindere dal fatto che un domani possano o meno diventare dei campioni è importante che i bambini soprattutto tra i 5 e i 12 anni pratichino lo sport per lo sviluppo complessivo dell organismo elasticità del tono muscolare miglioramento funzioni dell apparato cardiocircolatorio sviluppo e controllo della fame oltre all autoregolazione del peso corporeo durante l attività sportiva si debbono comprendere le regole del gioco la loro applicazione l educazione al movimento ed il rispetto dell avversario il bambino ha voglia di divertirsi e con lo sport soprattutto con il gioco di squadra può mettere in pratica la socializzazione e soprattutto partecipare ad un obiettivo non solo personale ma di un gruppo tra gli eventi torresiniani del futuro si potrebbe organizzare una maratona aperta a tutti con una bella festa finale e magari con qualche campione dello sport chissà spero di aver trasmesso qualcosa di bello a tutte le persone che come me amano lo sport quello vero fatto di sacrifici di sudore di muscoli e strategie di tifo di fair play w lo sport ,w i bambini di torresina l angolo delle una profumeria di 4.000 anni fa di marcella speranza non molto tempo fa a pyrgos nell isola di cipro sono stati ritrovati i resti di un impianto industriale risalente a più di 4.000 anni fa la missione archeologica dell itabc ­ cnr infatti ha portato alla luce la più antica fabbrica di profumi fino ad oggi conosciuta della preistoria mediterranea da questa campagna di scavi iniziata nel 1998 dagli archeologi italiani sono emersi i resti di un impianto industriale costituito da un vasto edificio di almeno 4.000 metri quadri che risale all inizio del ii millennio a.c e più di cento reperti tra anfore imbuti brocche incensieri pissidi mortai e altre attrezzature a rivedere la luce non sono stati solo gli splendidi reperti ma grazie alle moderne tecnologie hanno preso vita anche le fragranze di quattro dei profumi preistorici rinvenuti in bottigliette ritrovate fortunatamente intatte tali fragranze sono state ricreate sulla base di prove di archeologia sperimentale utilizzando le stesse essenze di erbe aromatiche quelle che di solito oggi usiamo in cucina come ad esempio il rosmarino l origano l alloro il prezzemolo la cannella il finocchio e l anice e grazie a questa iniziativa è stato dimostrato per la prima volta che nell estremo bacino orientale del mediterraneo l olio d oliva e le erbe aromatiche non venivano prodotti e utilizzati per soli scopi alimentari ma anche come base per la produzione di antichi profumi la storia di pyrgos in luce solo in parte grazie a questa complessa ricostruzione archeologica ricorda molto le vicende di pompei quando nel ii secolo a.c un violento terremoto ne spense la scintilla vitale infatti proprio come vissuto da pompei un terremoto causò non solo il crollo delle mura ma innescò un tremendo incendio alimentato dalla rottura delle giare di olio presenti nel laboratorio che ricoprì il tutto di una coltre di polveri e detriti agli archeologi è bastato scavare sotto un sottile strato di terra per trovare un polo industriale preistorico con tutto l arredo e le suppellettili al loro posto dando così prova certa della millenaria saggezza degli antichi 6

[close]

p. 7

Ä exzÇÉ wxÄÄt ytÇàtá|t abbigliamento ed intimo bambini e neonatile viale indro montanelli 133 00168 roma zona torresina tel 066276667 storia e storie del nostro quartiere indro montanelli indro montanelli era nato in toscana a fucecchio fi il 22/4/1909 studiò legge e scienze politiche all università di firenze iniziò la sua carriera giornalistica come reporter freelance per paris soir e per l agenzia united press inizialmente favorevole a mussolini si iscrisse al partito nazionale fascista e combattè nella campagna italiana in abissinia dal fascismo si discostò nel 1937 dopo la pubblicazione di alcuni articoli non graditi fu espulso dal partito e dall ordine dei giornalisti costretto all esilio ritornò in italia nel 1939 sotto la protezione di bottai e aldo borelli direttore del corriere della sera cominciò a lavorare per questa importante testata nella seconda guerra mondiale furono molte le sue corrispondenze dalla finlandia e dalla norvegia seguite anche dalla brutta avventura in grecia nel 1943 fu arrestato dai nazisti e condannato a morte per un articolo su mussolini riuscì a sfuggire alla morte dopo dieci mesi di carcere fuggendo in svizzera finita la guerra montanelli ritornò al corriere della sera e divenne uno tra i più rispettati giornalisti italiani famose sono le sue corrispondenze da budapest durante la di antonio picciau repressione nel 1956 lavorò al corriere sino al 1973 quando osteggiando piero ottone perché dava spazio nel prestigioso foglio ad elementi di sinistra maturò la decisione di dare vita ad un nuovo quotidiano il giornale il 2/7/1977 montanelli mentre si stava recando al lavoro fu raggiunto da quattro colpi d arma da fuoco esplosi da elementi delle br salvatosi montanelli ritornò al lavoro lasciò il giornale in seguito ad una polemica e nel 1994 lanciò un nuovo quotidiano la voce sono stato costretto a fondare un nuovo giornale quando è diventata incolmabile l incompatibilità tra la mia indipendenza e quello che voleva l editore dopo il suo ingresso in politica l esperienza de la voce durò poco appena un anno a causa di difficoltà finanziarie ritornò al corriere della sera curando fino all ultimo la stanza di montanelli in cui venivano commentate le lettere dei lettori con il suo inconfondibile stile piccante spregiudicato e senza peli sulla lingua morì a milano il 22/7/2001 fonte http www.wikipedia.it dettia babbo morto vuol dire che il pagamento del dovuto avverrà solo alla morte del padre cioè al ricevimento dell eredità annacce co li piedi de piombo prima di decidere una cosa s invita a pensarci bene romani ariconsolate con l ajetto si dice ad una persona che ha avuto una delusione amara e che cerca di consolarsi con cosa di poco conto 7

[close]

p. 8

dal diritto di superficie al diritto di proprietà di annarita taurino orresina è uno di quei piani di zona approvati in attuazione della legge 167/62 su aree concesse dal comune in diritto di superficie chiunque abbia acquistato un immobile in zona ne è a conoscenza e probabilmente ha sentito anche vociferare qualcosa a proposito dell intenzione del comune di vendere ai singoli proprietari la relativa superficie questa iniziativa è stata resa possibile dalla legge 448/98 art 31 commi dal 45 al 50 in seguito alla quale il consiglio comunale di roma ha emesso una delibera n 54 del 31 marzo 2003 in cui viene autorizzata la cessione in proprietà delle aree già concesse in diritto di superficie i piani di zona interessati a questo processo di cessione sono laurentino torresina torraccia acilia dragoncello casal boccone balocco nella delibera vengono anche stabiliti i valori di stima per calcolare l importo da corrispondere per l acquisto dell area a cui va sottratto quanto già versato alla stipulazione della convenzione d assegnazione per il diritto di superficie vi riporto alcune stime determinate dall ufficio competente del comune di roma piano di zona stima c1 ­ torraccia /mc 25,18 b32 ­ torresina /mc 28,09 38 ­ laurentino /mc 29,05 io personalmente ho avuto modo di scambiare opinioni con alcune persone a questo proposito e le nostre reazioni sono state simili in pratica un rifiuto ad affrontare il problema o per meglio dire -un rinvio visto che la concessione dura 99 anni poi si vedrà magari si rinnova tacitamente per altri 99 e poi ci penseranno i nostri posteri insomma c è tempo per affrontarlo non credo si tratti di una reazione di strafottenza ma piuttosto di una sorta di autodifesa per evitare di dover aggiungere problemi alle situazioni gravose che già sosteniamo basti pensare al salasso per l aumento delle rate dei mutui che incide pesantemente su una zona di così recente costruzione dove è facile immaginare che la maggior parte degli abitanti ne stia pagando le conseguenze per cui la semplice idea di prendere in considerazione un ulteriore impegno economico fa venire l orticaria certo l operazione di per sé porterebbe ai singoli proprietari dei vantaggi primo fra tutti la stabilizzazione del valore delle abitazioni sui prezzi di mercato anziché il rischio di vederne diminuire il valore con il passare degli anni forse prima di scartare la possibilità di prendere in t considerazione l offerta vale la pena dedicargli un po di attenzione il 26 giugno 2002 è stato firmato un protocollo d intesa tra l anci associazione nazionale comuni italiani e l apu nazionale associazione proprietari utenti in cui vengono concordate alcune linee guida al fine di incoraggiare ed orientare accordi locali tra comuni ed organizzazioni di rappresentanza dell utenza per agevolare l applicazione operativa della normativa di cui sopra nei suoi contenuti viene indicato di garantire la corretta informazione all utenza di segnalare la non obbligatorietà dell acquisto ma soprattutto viene suggerito di concordare tempi modi e procedure attuative del processo di cessione/acquisto individuando misure incentivanti e di sostegno quali sconti sul prezzo possibilità di rateizzo contratti unici all interno di un condominio con l assistenza dei segretari comunali ed altro imbattermi in questo protocollo d intesa navigando in internet ha destato il mio interesse ma ancor più interessante è risultato curiosare nel sito del comitato di quartiere di torraccia quello che emerge da alcuni post pubblicati ringrazio federico autore dei post per l utilità delle informazioni riportate è che il c.d.q torraccia ha affrontato questo tema avviando trattative e proposte con l assessore di riferimento giancarlo d alessandro l ultimo post datato 17 ottobre u.s riporta l iter è concluso non ci saranno successivi esborsi l importo da corrispondere per l acquisto dell area corrisponde a quanto già corrisposto alla stipulazione della convenzione di assegnazione aree per l acquisizione del diritto di superficie sarà possibile stipulare gli atti verosimilmente già tra gennaio/febbraio 2008 l assessore ha accolto altre torresina tra sì l invito formulato da questo c.d.q diritti e doveri concedendo la disponibilità che personale dell amministrazione e della società gemma s.p.a si rechi presso la sede del c.d.q per stipulare ­ con i residenti ­ gli atti del passaggio di proprietà direttamente sul territorio sembra proprio che torraccia abbia fatto tesoro del protocollo d intesa tra anci e apu be che dite non sarebbe il caso di provare a muoverci anche noi di torresina 8

[close]

p. 9

chi può donare l avis ­ associazione volontari italiani sangue ­ fondata a milano nel 1927 è presente in 3200 comuni d italia conta 1.200.000 iscritti con 1.800.000 donazioni all anno e la più grande associazione di donatori di sangue in italia riteniamo utile illustrare in questo contesto alcune importanti notizie per poter divenire donatori di sangue la donazione del sangue è un atto medico e sociale di grande rilevanza e regolata dalla legge sulla base di precisi presupposti scientifici che in questi anni sono stati oggetto di tali e tanti approfondimenti da consentirci oggi di affermare tranquillamente che donare il sangue è una pratica senza rischi per il donatopochi mesi o di pochi giorni per fare qualche esempio l alcolismo cronico che non significa bere qualche volta e moderatamente bevande alcoliche è l assunzione eccessiva di tali bevande che prevede l esclusione permanente dalla donazione nel caso d assunzione di droghe la legge è categorica nell escluderla in qualsiasi caso l inidoneità temporanea si ha invece dopo interventi chirurgici sei mesi o dopo viaggi in zone tropicali sei mesi o dopo la somministrazione di vaccini inattivati 48 ore per la pulizia dei denti 48 ore per l estrazione e devitalizzazione 15 giorni per fare solo qualche esempio per i farmaci il giudizio è vario e legato alla loro azione risangue per raggiungere l autosufficienza nazionale sono ancora carenti le regioni del centro meridione e isole mentre dipendiamo dall estero per circa il 60 per il plasma gli incidenti stradali i grandi interventi chirurgici i trapianti che richiedono forti quantitativi di sangue plasma e piastrine le necessità dei talassemici ai quali per vivere occorre una trasfusione ogni 20 giorni ci dovrebbero convincere che donare sangue è cosa buona e giusta ci farà sentire orgogliosi di aver compiuto un piccolo grande gesto d altruismo e civiltà e nello stesso tempo ci avrà permesso di fare prevenzione infatti a fronte di ogni donazione il donatore verrà sottoposto a visita medica e re e molto sicura per il ricevente i requisiti fisici sono età compresa tra i 18 e i 60 anni peso non inferiore ai 50 kg pressione arteriosa sistolica tra i 110 e i 180 mm di mercurio e pressione arteriosa diastolica tra i 60 e i 100 polso ritmico e regolare con pulsazioni comprese tra 60 e 100 al minuto emoglobina non inferiore a 12,5 nella donna e 13,5 nell uomo in generale per donare il sangue è necessario essere in buona salute osservare uno stile di vita regolare ed una corretta alimentazione naturalmente la selezione è molto rigorosa e la legge italiana in materia prende in considerazione ogni singola situazione sia rispetto alle malattie sia rispetto ai comportamenti sessuali alimentari e di vita in generale per ogni singolo caso è prevista l inidoneità permanente o temporanea quest ultima può essere di anni di spetto alle malattie acute o croniche la severità della selezione è sicuramente a tutela del donatore e del ricevente ed è efficace sino in fondo se il donatore sceglie di donare periodicamente l uomo può donare sino a quattro volte l anno mentre la donna in età fertile solo due il nostro paese dispone di un sistema sangue tra i più sicuri d europa anche se non è completamente autosufficiente la sicurezza e la qualità del sangue italiano si fondano sulla presenza di un volontariato molto organizzato che garantisce quasi tutte le necessità dei nostri ospedali raccomandiamo quindi di diventare donatori con coscienza e non soltanto di fronte ad una emergenza se il caso è veramente grave in mancanza di sangue potremmo mettere a rischio la vita di altri e la nostra in italia mancano circa 400.000 unità di riceverà gratuitamente dopo qualche giorno una completa analisi del sangue raccomandiamo al futuro donatore di non assumere farmaci cinque giorni prima anche aulin o aspirina ­ è permessa la pillola e di ricordare che prima della donazione si può assumere solo the caffè o succo di frutta il donatore godrà anche di una giornata di riposo a carico dell inps con tre foto formato tessera il donatore potrà ricevere il tesserino avis dove comparirà il proprio gruppo sanguigno tutte le donazioni che ha fatto e farà nella vita oltre al tesserino avis tempo libero che da diritto a notevoli facilitazioni in molti esercizi commerciali della città per ogni informazione avis roma 06 44230134 ­ www.avisroma.it info@avisroma.it 9

[close]

p. 10

pillole di tecnologia e ambiente a cura di luigi spagnoletti informatica telecomunicazioni ed inquinamento secondo una ricerca di gartner informatica e telecomunicazioni sono responsabili del 2 per cento di tutta l anidride carbonica immessa nell atmosfera una quantità enorme paragonabile a quella prodotta dall intera industria dei trasporti aerei per arrivare al calcolo gartner ha considerato l anidride carbonica uno dei maggiori responsabili del riscaldamento globale rilasciata durante la produzione e l uso di pc server telefonini ed infrastrutture di rete fonte week.it ­ l informazione hitech per l impresa il piombo è un materiale inquinante ma da decenni lo si utilizza in campo elettronico per le sue proprietà intel ha annunciato che la futura famiglia di cpu penryn a 45 nm sarà del tutto priva di piombo nel 2008 l azienda introdurrà una tecnologia totalmente senza piombo anche nella produzione dei chipset a 65 nm fonte pc professionale ­ la guida indipendente alla tecnologia le lettere dei nostri lettori indirizzo mail ilpicchioditorresina@yahoo.it rif lettere dei nostri lettori spett.le redazione colgo l occasione tramite questo nostro nuovo mezzo di comunicazione che è per l appunto il picchio per rivolgermi agli abitanti di torresina e parlare di un problema che ci riguarda tutti da vicino volevo spostare infatti la vostra attenzione sugli incidenti stradali ormai troppo frequenti che si verificano nei nostri incroci proprio sotto le nostre abitazioni specialmente tra via r.orlando e v.le i montanelli anche in via della valle dei fontanili poche settimane fa un incidente fra motorini è costata la vita a uno dei due sarebbe opportuno rimanendo sempre in tema di sicurezza e fra i tanti progetti per migliorare il nostro quartiere illuminare meglio via di torresina specialmente dove c e la fermata dell autobus che essendo collocata in un posto molto buio non offre certamente un buon servizio al cittadino spero che queste mie poche righe vengano recepite anche da chi ha voce in capitolo riguardo l argomento salvaguardando così la sicurezza di ogni singolo individuo per fare in modo che non ci siano più vite umane trasformate in sagome di gesso sull asfalto tanya saltari 10

[close]

p. 11

l intervistaa vi ncenzapasquali vediamoci all edicola un modo di dire ma a torresina un bel modo di darsi appuntamento su viale montanelli la signora vincenza pasquali ha aperto un edicola nel 2005 un grosso successo per la collettività che poteva avere il quotidiano sotto casa e un posto per darsi appuntamento all inizio era una piccola edicola molto ben fornita e con una giornalaia gioviale e aperta d estate un ombrellone e qualche sedia sempre a disposizione dall anno scorso dopo brevi lavori una bellissima edicola moderna ha soppiantato il precedente manufatto la signora vincenza la chiamano tutti per nome ormai ha recintato pulito e piantumato due piccole aree adiacenti ha sistemato due panchine e le ha messe a disposizione di chi vuole fermarsi un po è una signora generosa ed energica a prima vista d vedo all interno della sua edicola numerose coppe e targhe che cosa rappresentano r sono solo una piccola parte della mia collezione ne ho vinte più di cento e sono il risultato della mia attività agonistica il tennis sono stata tennista a livello di prima categoria negli anni 80 sono stata quindicesima in italia nell 82 ho di marcella speranza e fatto parte della federation cup federazione giovanile nazionale ho fatto parte della federazione italiana tennis per i campionati mondiali over 40 per sette anni l ultimo come capitana ho girato il mondo dall età di quattordici anni per questa attività che mi ha dato molte soddisfazioni sono insegnante di educazione fisica e maestra di tennis ho insegnato al tennis club parioli poi a causa di una malattia ho dovuto interrompere questa attività che mi impegnava totalmente d come ha superato la cosa r mi è stata offerta l opportunità di intraprendere l attività di edicolante e anche se è stato difficile iniziare perchè per me era tutto nuovo e sconosciuto ho accettato con entusiasmo lo stesso che metto in ogni cosa che faccio mi sono trovata bene a contatto con il pubblico e visto il mio carattere aperto e allegro mi sono sentita subito parte di questo quartiere d oggi quali sono i suoi sogni i suoi hobbyes i suoi amori r i miei amori sono gli amori di sempre la natura i bambini e tutti gli animali attualmente sono particolarmente affezionata a pallino e a nino i due marem mani del quartiere ed a casa ho un gatto naturalmente tra i miei hobbyes c è il tennis poi il calcio il teatro la musica e il cinema mi piace viaggiare i miei desideri desidero che il mio lavoro migliori sempre e vorrei sempre avere quest ottimo rapporto con gli altri sono molto grata a barbara la mia collaboratrice che svolge il lavoro in edicola con precisione attenzione e cortesia finalmente dopo le delusioni iniziali mi posso fidare assolutamente di lei poi è sempre sorridente e non è cosa da poco mi sento appagata perchè dalla vita ho avuto tanto d come si trova a torresi na adesso che è venuta anche ad abitare qui r a torresina mi sono subito ambientata ho trovato una casa che rispondeva ai miei desideri vicino al lavoro perciò sono soddisfatta d cosa vorrebbe migliorare nel quartiere r vorrei più pulizia più verde e possibilmente più differenziazione merceologica dei negozi signora vincenza la ringraziamo per l impegno che si è assunta di distribuire il picchio di torresina con i giornali ed i quotidiani che vende la ringrazio per il tempo che mi ha concesso e arrivederci all edicola l angolo della poesia er poeta edita da lampi editore so poeta sì l ammetto e la rima assai me piace posso scrive pe dispetto e poss esse anche procace se simpatico me sei te dipingo come `n santo te pennello tutto quanto nell olimpo colli dei si però tu sei `n potente c approfitta e che reprime te ritroverai pezzente tra le strofe e nelle rime er poeta e così fatto nun lo poi classificà sembra a vorte forse matto ma te dice verità pio favia 11

[close]

p. 12

sportello mediazione sociale a torresina www.mediazionesociale.org concluso il primo ciclo del laboratorio di favole c era una volta a torresina poco tempo fa il posto delle favole sono passati già tre mesi dall avvio del laboratorio quando il 7 novembre 2007 i clown sicura&mente hanno raccontato la prima storia sulla sicurezza in casa ed ora è già finito un primo ciclo del laboratorio infatti martedì 29 ultimo martedì di gennaio 2008 si conclude il laboratorio questa esperienza è stata molto positiva anche se purtroppo non vi hanno partecipato molti bimbi al contrario di quanto si sarebbe potuto immaginare il giorno dell inaugurazione in quell occasione infatti c è stata una grossa partecipazione da parte di bambini di tutte le età e di tanti adulti in seguito tutti i martedì alle ore 17.00 presso la libreria inkiostro mariangela e annarita insieme ad anna e antonio sbaraccavano tutto e la libreria diveniva il posto delle favole spostamento degli stand con i libri tappeti e cuscini in terra dolcetti e bevande colori e fogli e piccole sedie e poi pian piano arrivavano i bambini accompagnati dalle mamme che a volte si alternavano con i papà ma anche con i nonni e le nonne che talvolta hanno ascoltano interessati le fiabe o scattato foto al primo laboratorio hanno partecipato circa 18 bambini di età tra i tre e gli 8 anni ma in seguito il numero si è ridotto sempre più ed hanno continuato a venire solo bimbi di età compresa tra 3 e 4 anni probabilmente ha influito la presenza più consistente di bambini di quest ultima fascia d età ed il coinvolgimento dei più grandi in altre attività dopo la scuola quali sport piscina corsi etc considerando l età dei bimbi e la stanchezza evidentemente accumulata a scuola riteniamo che coloro che hanno continuato a venire fossero molto motivati purtroppo anche la stagione invernale non ha aiutato infatti c è stato un momento di influenze a catena e bimbi a casa buono è stato il rapporto e il confronto con le mamme che hanno accompagnato i piccoli e con i nonni le operatrici hanno cercato di ascoltare i bambini cogliendo il loro desiderio di ascoltare un racconto misurato rispetto ai propri bisogni affrontando le paure i desideri narrando favole di lupi tradizionali e moderni ma anche la loro voglia di raccontarsi attraverso la favola infatti seppur piccoli i bambini attraverso il racconto e la successiva riflessione che ne scaturiva hanno portato alla luce esperienze di vita o problematiche del vivere quotidiano raccontando a loro volta delle favole o spiegando i loro disegni che inevitabilmente volevano realizzare dopo la narrazione delle fiabe ci auspichiamo per il futuro la possibilità di riprendere il laboratorio cercando di coinvolgere nell esperienza anche i più grandi magari con altri laboratori creativi o ancora di favole con modalità e tempi diversi ci piacerebbe raccontarvi alcune piccole favole raccontate dai bambini e farvi vedere le loro foto ma per tempi di spazio e di privacy per ora non è possibile pensiamo però che in primavera potremmo allestire una mostra per questo comunque gli operatori saranno lieti di incontrarvi tutti i giovedi dalle ore 16.30 alle ore 18.00 presso la libreria inkiostro in questo orario è anche attivo uno sportello informativo capace di rispondere ad innumerevoli questioni e orientare ai servizi territoriali e su appuntamento anche consulenza legale gratuita potete mettervi in contatto con noi e/o ricevere informazioni anche telefonando al centro penelope allo 06.39745600 lun-merc-ven 9.30/12.30 lieti eventi ai neo-genitori anna e raffaele ed ai gemellini davide e valerio nati il 20 dicembre 2007 i nostri più belli e sinceri auguri affinché la vita vi sorrida sempre la riscoperta delle tradizioni e dei giochi di valentina policastro uno dei giochi che ha caratterizzato la mia infanzia è i quattro cantoni che spesso sostituivamo con il più moderno cambio casa il concetto di questi giochi è il medesimo si procede nel fare la conta per decretare colui il quale prenderà la posizione di mezzo ed avrà il compito di rubare il posto ad uno degli altri ne i quattro cantoni i giocatori si sistemano agli angoli del territorio appunto nei 4 cantoni ed al via si scambiano di posto prestando attenzione ad occupare velocemente un altro cantone chi resta fuori è colui che dovrà stare in mezzo in cambio casa invece le postazionile case appunto vengono create con un cerchio di gesso intorno ad una posizione centrale che verrà occupata da colui il quale dopo la conta risulterà essere il designato ad insediare le postazioni la persona collocata nel mezzo dirà cambio casa e tutti dovranno cambiare cerchio e il giocatore che resta senza casa sarà quello che dovrà occupare la posizione centrale 12

[close]

p. 13

un viaggio a vinadio una fortezza tra i monti di mario celami il forte albertino infatti è uno dei posti più suggestivi dell intero arco alpino scopriamo insieme qualche notizia sono stato invitato a raccontare il mio girovagare sul vostro giornale e per me un piacere e lo faccio con molta modestia anche perché è la prima volta che mi capita farlo fra i miei amici sono soprannominato scherzosamente ulisse per la mia voglia di girovagare con tutti i mezzi che mi permettano di raggiungere la meta mezzi che vanno dai piedi alla bicicletta al camper e alla barca ovvero tutto ciò che è in mio possesso voglio raccontarvi ora una delle mie ultime scorribande organizzata per visitare il forte albertino meglio conosciuto con il nome di fortezza di vinadio la fortezza è situata sulla strada che da cuneo porta al blema della sicurezza con la francia in modo definitivo gli imponenti lavori iniziati 1834 dopo varie modifiche videro la fine nel 1847 ma solo per quel che riguarda i manufatti edili la fortificazione vero capolavoro dell ingegneria e della tecnica militare si estende dal torrente stura con tre grandi bastioni fin sull adiacente collina tuttavia il forte di vinadio costato al regno sabaudo una somma eccessiva non servì a nulla anzi cambiate le situazioni politiche fra la francia e i savoia prima belligeranti poi alleati del forte non se ne fece più nulla tant è che non fu nemmeno dotato di armamenti fu usato per tenere segregati i garibaldini fermati sull aspromonte nel settembre del 1862 fu usato come magazzino durante il secondo conflitto mondiale ma non è stato mai utilizzato per gli scopi per cui era stato costruito oggi rimane in buono stato gran parte del forte ed è visitabile grazie al contributo della regione piemonte che si è impegnata con le associazioni locali e ne ha fatto sede di un museo multimediale che ripercorre tutta la storia dalla preistoria ai giorni nostri della valle stura e zone limitrofe compresi usi costumi e tradizioni se vi trovate a passare per il passo della maddalena vi consiglio una sosta ne vale la pena alla prossima valico della maddalena verso il confine francese posta a circa 1996 msl questa valle che ha ritrovamenti risalenti fin dalla preistoria è sempre stata un passaggio verso le altre valli francesi e lo conferma il fatto che le dominazioni da un paese all altro erano abbastanza frequenti grazie a questo passaggio naturale tutto ciò fino quando i savoia non iniziarono a consolidare su questa parte di territorio il loro potere infatti nel 1830 carlo alberto di savoia decise di fortificare il suo regno costruendo vari castelli e proprio a vinadio ne costruì uno che a parer suo doveva risolvere il pro offerte vendo appartamento a viale indro montanelli 4° piano panoramico soggiorno camera cameretta cucina bagno loggia e balcone posto auto coperto e cantina 331.2940619 no agenzie vendo box viale indro montanelli 40 con soppalco o permuto con posto auto prezzo da concordare per informazioni telefonare al numero 3478926194 fino alle ore 20.00 13

[close]

p. 14

continua da pagina 1 nicipio non decolla la bimba cresce ed il parco non è ancora nemmeno su carta arriva dicembre 2007 il mudestinati alla realizzazione del parco passano in gestione nicipio ci avverte che i tecnici non possono avviare la progettazione in agli uffici del municipio quanto oberati xix con lo scopo di dai lavori dell asemplificarne e velocizsilo e della piazzarne la realizzazione il za arriva gencomitato esulta visti naio ed il parco anche gli sforzi messi in è ancora quello atto i soldi si avvicinache potete amno sarà più facile temirare nerli destinati alla readi questa storia lizzazione del parco molte cose non nel settembre 2007 ci sono piaciute parte la progettazione ma quella più partecipata che ha il importante è acsuo momento saliente il corgersi che c è 23.09.2007 quando alla gente che scherpresenza del presidenza con i sogni te del municipio viene presentata l ipotesi di parco seguono incontri ma la dei bambini progettazione vera e propria da parte dei tecnici del mu anno 1 numero 3 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 febbraio 2008 sede viale indro montanelli 131 00168 roma ilpicchioditorresina@yahoo.it editore associazione culturale noi di torresina viale indro montanelli 131 00168 roma cell 3312940619 e 3383171087 direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza antonio picciau colarossi aurelia biagio francesco peragine antonella salerno cinzia pezzola chiara peragine annarita taurino antonio di siero progetto grafico editoriale luigi spagnoletti fabrizio cappabianca maurizio moretti hanno collaborato a questo numero pio favia mario celami valentina policastro lorena lucaroni fabio lazzara il direttivo del comitato di quartiere torresina mediazione sociale stampato presso tipografia mura s.r.l via palestro 34 tel fax 064441142 064452394 questo numero è stato chiuso in redazione il 28/01/2008 14

[close]

p. 15

il professionista risponde voce al notaio a domanda cura dell avv alberto vladimiro capasso notaio normalmente meno abituati alla interpretazione e apperché debbo andare dal notaio prezzamento delle sottigliezze della varie norme da risposta applicare la domanda non è nuova il notaio esercita giurisdizione preventiva e controllo di a sostegno delle affermazioni sull inutilità/superfluità legalità sulle transazioni garantendo l affidabilità dei fungibilità della figura del notaio il costo eccessivo o sistemi di pubblicità immobiliare e societaria garanteningiustificato e/o l esperienza apparentemente miglio do gli interessi delle persone e dello stato re del resto del mondo stati uniti in testa ecco però in poche parole le principali motivazioni che giustificano domanda l esistenza del notaio nel nostro sistema giuridico e in sarà vero ma siete cari tutti i paesi di diritto civile la maggior parte dell euro risposta pa anche orientale l america latina parte del canada troppo spesso si confonde il costo con le somme versate la cina ed altri che rappresentano oltre il 65 del pil al notaio il notaio riscuote dalle parti per conto dello mondiale a differenza dei paesi di common law gran stato le imposte dovute sugli atti e le versa all erario bretagna usa ecc il notaio italiano quale professioni solo una parte a volte minima rappresenta la sua parsta-pubblico ufficiale appositamente istituito e prepa cella in italia notaio unico professionista imparziale rato dallo stato fornisce nell ambito dei trasferimenti e responsabile il costo notarile di una transazione imimmobiliari dei contratti delle società dei finanziamen mobiliare è inferiore rispetto ad altri paesi es stati ti del diritto della famiglia una serie di garanzie di lega uniti dove intervengono più professionisti uno per lità che favoriscono il traffico giuridico dando certez parte e la garanzia è data da un assicurazione a spese za ai rapporti a tutti gli operatori sia professionali del cliente che garantisce l identità delle persone e la quindi presumibilmente in grado di apprezzare l even titolarità del bene fine prima parte prosegue nei prossimi numeri tuale rischio sia ai normali cittadini/consumatori notizie utili e di nuovo attiva nel nostro municipio la banca del tempo curata dall a.ge romana il servizio è stato organizzato in tre sedi diverse per raggiungere un numero più vasto di cittadini e di fasce d età le sede e gli orari dello sportello sono · centro anziani di primavalle via jacobini 7 tel/fax 06.6127.0230 lunedì 9.00 11.45 e mercoledì 16.00 18.45 · s maria della pietà pad 29 stanza 39 tel 06.6961.9417;mercoledì 9.30 13.00 · informagiovani via assarotti 9/b tel 347.9392982;venerdì 15.00 18.00 15

[close]

Comments

no comments yet