mondorealenumero135

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero135

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 18 4 maggio 2012 n.135 vogliamo parlare delle promesse vogliamo parlare delle bugie fatte passare come verità assolute o vogliamo parlare della gestione della campagna elettorale come sarà sezze nei prossimi cinque anni dove arriverà dove incontrerà ostacoli in che cosa migliorerà e in che cosa peggiorerà voi lo avete capito perché io da quando faccio questo mestiere non ho mai assistito ad una campagna elettorale così priva di contenuti eppure di elezioni ne ho vissute un bel po da quelle del 2003 quando mi affacciavo appena in questa professione passando per quelle del 2007 quando tutti volevano fare i consiglieri e quasi nessuno se la sentiva di fare il sindaco oltre alle varie nazionali regionali e provinciali di queste del 2012 ci ho capito proprio poco ma forse perché sto invecchiando l unica cosa che mi sento di dire è che comunque vada mi auguro che la prossima amministrazione cominci a stabilire con lucidità ed onestà intellettuale che le cose non vanno affatto bene e che non basta promettere e poi lamentarsi che non si può fare nulla perché c è crisi me lo auguro davvero attualita sanita un analisi statistica conferma impossibile prenotare al cup attualita maenza l ati chiede la rescissione del contratto di gestione dell ostello cultura bassiano danza popolare protagonista e guidi presenta il suo libro latina arrivano gli automezzi per il trasporto gratuito dei disabili roccagorga cammarone e norighi restituiremo la tarsu pagata priverno e arrivato il momento della sagra enogastronomica

[close]

p. 2

mondore@le numero 135 4 maggio2012 sezze adesso la parola passa agli elettori domani silenzio elettorale domenica e lunedì il voto di simone di giulio ci siamo tempo tre giorni e sapremo di che morte moriremo nei prossimi 5 anni domani il sabato dedicato al classico silenzio elettorale silenzio non credo proprio piuttosto sordina sulla tromba o silenziatore sulla pistola a qualcuno non torneranno i conti situazione molto simile alla vigilia della presentazione delle liste e cercherà la zampata finale per ottenere quei 5/10/15 voti che gli potrebbero cambiare la vita e che potrebbero dare un senso a quanto messo in campo nell ultimo mese poi domenica e lunedì l attenzione di tutti si concentrerà sui seggi con il solito andirivieni di persone che strizzano l occhietto furbo con gli ultimi barlumi di lucidità e di correttezza etica e morale che si perdono quando si avvicinano aspiranti consiglieri per dari la mano lunedì pomeriggio poi inizierà la conta numeri che verranno snocciolati come il superenalotto previsioni azzeccate buchi clamorosi famiglie spaccate perché non tornano i conti per carità cose già viste ma proprio per questo ancora più interessanti e sicuramente indicative del clima che si respirerà nel paesone sui lepini quella appena trascorsa sarà una campagna elettorale che si ricorderà negli anni per il silenzio che l ha preceduta e che l ha caratterizzata e mancato un serio e magari aggressivo confronto tra le parti chiamate in causa nell unico confronto televisivo erano presenti solo 3 candidati su 5 e nessuno è riuscito a farsi un idea chiara di dove stia andando la città per quanto riguarda i sindaci candidati ognuno ha messo in piedi una campagna elettorale sui generis campoli ha messo a sistema le cose fatte negli ultimi cinque anni restando abbastanza sul vago sulle cose da fare zarra ha posto l accento sulle contraddizioni della precedente amministrazione ma bisognerà vedere quanto sia stato capace di spiegare ai suoi elettori il motivo dell ennesima rottura all interno delle forze che compongono il centrodestra rosella è quello tra i cinque candidati che si è più nascosto anche se dalla sua parte pende in positivo il fatto di averci messo la faccia quando a sezze ancora non si parlava di elezioni per quanto riguarda ferrazzoli si può dire che ha rappresentato l elemento di curiosità in questa campagna elettorale e potrebbe riscuotere consensi proprio per questo motivo decisamente più defilata infine la berardi che ha mandato in avanscoperta i suoi fedelissimi ma forse non è riuscita a cogliere nel segno insomma parole dette e frasi troncate a metà in un paio di mesi in cui comunque vada una cosa è venuta paurosamente a galla l incapacità di questa classe politica di coinvolgere i cittadini che in queste settimane sono stati spettatori del nulla direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 2 maggio 2012 2

[close]

p. 3

mondore@le numero 135 4 maggio2012 sezze una campagna elettorale con toni bassi e senza sussulti di simone di giulio doveva e poteva essere una campagna elettorale ricca di colpi di scena di attacchi di critiche e di prese di posizione anche dure in realtà la corsa che ha portato al voto di domenica e lunedì prossimi è stata all insegna del silenzio un silenzio quasi imbarazzante pochi pochissimi sussulti praticamente zero confronti tra i cinque candidati alla carica di primo cittadino c è chi si è nascosto forse consapevole delle difficoltà cui si sottoponeva mettendoci la faccia c è chi invece è andato in giro a testa alta forse esagerando con le promesse e con le proposte diverso il discorso per i candidati alla carica di consigliere comunale molti sembravano essere stati messi in lista per un errore pochi santini elettorali comizi nemmeno a parlarne ognuno ha cercato di giocarsi la sua partita con le pochissime armi messe a disposizione dalla coalizione qualche incontro pubblico e soprattutto tato porta a porta la campagna setina bacino non indifferente di voti è stata presa di mira anche da esponenti politici che non erano mai stati visti sotto le coste così come le zone di periferia dove gli aspiranti ad un posto tra i banchi della sala consiliare intito lata ad alessandro di trapano si sono dovuti destreggiare tra chi polemizzava per il fatto di essere stato abbandonato da oltre venti anni chi faceva vedere la buca ormai secolare e chi lamentava l assenza di lampioni insomma in tempo di crisi che poi sarà stata la parola più utilizzata durante questa corsa elettorale ognuno ha cercato di dare il massimo magari guardando di traverso qualche elettore che aveva già promesso il voto ad un altro candidato qualche velata polemica è arrivata per l improvvisa sistemazione di alcuni tratti stradali e per la rimozione in certe zone dei dossi vero leit motiv della polemica di questi mesi tra le promesse più gettonate quella dei posti di lavoro anche se la situazione internazionale ed italiana non permette di sbilanciarsi troppo unici contenti i titolari delle tipografie che tra brochure illustrative manifesti a grandezza naturale e santini con slogan improponibili hanno comunque guadagnato qualcosa da queste elezioni amministrative 3 elezioni consiglio comunale di sezze

[close]

p. 4

mondore@le numero 135 4 maggio2012 sezze le elezioni comunali negli ultimi venti anni dal post-tangentopoli alla resurrezione della sinistra di simone di giulio con le elezioni ormai alle porte vogliamo tornare un po indietro negli anni anche con l intenzione di valutare le dinamiche che hanno caratterizzato la città dal punto di vista amministrativo partiamo dal 1990 anno in cui si chiude il ventennio da primo cittadino dell indimenticato alessandro di trapano per la prima volta a sezze i comunisti devono registrare il clamoroso risultato del partito socialista che pone antonio maurizi alla guida della città l idillio però dura solo 3 anni e nel 1994 il sindaco viene sostituito da fausto de angelis la situazione precipita e si è costretti al primo commissariamento della storia setina quello di anna maria perillo nell autunno del 1994 si torna a votare per la prima volta con l elezione diretta del primo cittadino sulla scia di quanto sta accandendo a livello nazionale forza italia lancia una scommessa setina forte della vittoria sul pds alle elezioni europee e candida l architetto fausto filigenzi sostenuto anche da an e lega i progressisti si presentano con giancarlo siddera pds rifondazione comunista e movimeno riformista mentre gli altri candidati sono pietro de angelis ccd e alleanza per sezze roberto proia ppi e ernesto di pastina popolari liberali ad imporsi è propri siddera che batte la concorrenza e nel 1995 fa ritornare sezze ai fasti della stalingrado dei monti lepini quattro anni più tardi nel 1998 siddera riceve di nuovo il favore della sua coalizione e tenta l assalto per il secondo mandato suoi avversari quintino carissimo sostenuto dai verdi rinaldo ceccano comunisti italiani luigi gioacchini movimento sociale fiamma tricolore lorenzo sibilio candidato con una lista civica e luigi ottaviani sostenuto da forza italia alleanza nazionale e ccd nonostante il 34 dei democratici di sinistra siddera si ferma al 48,8 dei consensi ed è costretto al ballottaggio contro luigi ottaviani che il 29 novbembre 1998 raggiunge il 22,5 al ballottaggio che si tiene il 13 dicembre siddera riesce ad imporsi con il 58,1 mentre il suo avversario si ferma al 41,9 e il primo segnale di un cedimento all interno del centrosinistra che trova il suo apice nelle elezioni del 2004 all interno dei democratici di sinistra c è un evidente rottura e a cercare di unire le varie anime della sinistra setina ci prova giovan battista giorgi gli avversari capiscono che l occasione è ghiotta il centrodestra prova la carta di giuseppe ciarlo una parte della sinistra si stacca a formare la sinistra democratica e lancia nella mischia sergio di raimo la sinistra estrema prova la carta massimo la penna ma la vera intuizione politica la trova il presidente dell amministrazione provinciale paride martella che riesce a far confluire nomi importanti all interno di sei liste civiche guidate da lidano zarra la mossa è azzeccata e al primo turno zarra si impone con il 38 mentre giorgi si ferma al 28,7 con i democratici di sinistra che perdono esattamente la metà dei consensi rispetto a cinque anni prima fermandosi al 17,8 due settimane dopo il ballottaggio che premia zarra 63,5 dei consensi contro il 36,5 raccolto da giorgi e toglie la sinistra alla guida di sezze dopo 55 anni di dominio assoluto zarra però deve fare i conti con l apparentamento e proprio due esponenti di forza italia pongono fine al suo mandato firmando la sfiducia sezze viene di nuovo commissariata stavolta da leopoldo falco nel 2007 la battaglia è serratissima la sinistra si affida alle primarie che premiano campoli su nino zeppieri ed enza berti a destra invece non si trova l unità sul candidato serafino di palma ci prova con la casa delle libertà mentre zarra si affida al simbolo dell udc e a un paio di civiche chiudono la cinquina dei candidati lidano lucidi identità setina e lanfranco coluzzi iniziativa sociale la rottura a destra permette a campoli di imporsi al primo turno raggiungendo sul filo di lana 7.871 preferenze circa seicento in meno rispetto alle sue liste pari al 50,7 e di diventare sindaco il 6 e 7 maggio prossimi una nuova storia 4

[close]

p. 5



[close]

p. 6

mondore@le numero 135 4 maggio2012 latina sanità tempi biblici per visite ed esami assotutela conferma quello che tutti avevamo sperimentato di luca morazzano la semplice equazione di chiamare il recup a telefono per prenotare un esame medico e ricevere un appuntamento in tempi consoni purtroppo non funziona più i cittadini laziali se ne sono accorti da tempo e ora a confermare questa `sensazione arriva pure una statistica si tratta dei risultati dell indagine realizzata da assotutela da cui risulta che i tempi di attesa per gli esami diagnostici strumentali effettuati tramite il re.cup regionale sono in netto peggioramento soprattutto negli ospedali romani e per alcuni esami come la risonanza magnetica le attese sono «drammatiche» ci sono tuttavia alcune eccezioni se si prova ad andare nelle strutture `secondarie o in quelle situate nelle provincie laziali a comunicare i dati dell indagine aggiornati all aprile 2012 è il segretario nazionale dell associazione per la tutela del cittadino pietro bardoscia scopriamo così che la situazione per le ecografie del capo e del collo è drammatica «pressochè impossibile una prenotazione entro i 365 giorni in molti ospedali romani tranne l asl roma b ottobre 2012 e l inrca istituto nazionale riposo e cura anziani con attese sino a novembre» ma se il cittadino prova a spostarsi in provincia le disponibilità migliorano con attese a maggio/giugno nell asl roma f padre pio bracciano a rieti magliano sabina e per luglio nell asl di latina per una ecogradia cardiaca ­ ecocardiogramma m/b occorre attendere invece sino a settembre nell asl roma h ad albano fino a dicembre presso l asl roma d e a gennaio 2013 presso l asl roma g sino a un anno circa presso l asl roma c e il san camillo forlanini per prenotare invece un esame ecocolordoppler cardiaco riposo o dopo sforzo «riscontriamo tempi di attesa oltre i 300 giorni e persino mancanza di disponibilità presso le asl roma c asl roma d asl roma e asl roma g presso le aziende ospedaliere san camillo forlanini san giovanni addolorata e san filippo neri ed i policlinici umberto i e tor vergata» anche in questo caso però se i cittadini provano a uscire fuori dall area romana le possibilità migliorano con disponibilità ad agosto nell asl di rieti presso il poliambulatorio leonessa a settembre presso l asl di frosinone a ottobre nell asl di viterbo e nei presidi secondari poliambulatori dell asl roma b come bresadola o antistio a latina e nell asl di viterbo a partire da novembre «drammatica la situazione per le risonanze magnetiche tranne alcune disponibilità presso l asl roma b nel policlinico casilino e nel policlinico di liegro nell asl roma d i cittadini hanno ben poche speranze di prenotare una risonanza magnetica a cervello e tronco encefalico occorre attendere 240 giorni a frosinone circa 300 giorni per il policlinico tor vergata non ci sono disponibilità o sono oltre i 365 giorni presso l ospedale sant andrea presso il san camillo de lellis a rieti presso il santo spirito nell asl roma e ad al6 bano nell asl roma h nell asl roma a presso il nuovo regina margherita nell asl roma c presso il sant eugenio reparti a belcolle di viterbo al san camillo di roma e al san giovanni addolorata» dice bardoscia alla luce di questa nuova indagine «non possiamo non criticare l attuale giunta polverini dal momento che ad oggi nonostante le promesse iniziali non è stata ancora in grado di includere nel re.cup le strutture private accreditate per lo meno per gli esami ritenuti critici nè hanno obbligato le strutture pubbliche ospedaliere ad ampliare le disponibilità delle proprie agende dall attuale 40-50 ad almeno il 75 vogliamo fare un appello ai cittadini per un cambio di mentalità sul fronte prenotazioni invitandoli ­ conclude bardoscia ­ a cercare anche altrove nel caso i tempi di attesa presso le strutture ospedaliere vicine alla propria residenza o quelle strutture principali siano eccessivi come abbiamo dimostrato ci sono tempi di attesa inferiori per determinati esami diagnostici strumentali in alcuni poliambulatori `secondarì romani e nelle strutture ospedaliere delle provincie del lazio».

[close]

p. 7

mondore@le numero 135 4 maggio2012 latina sicurezza degli impianti il bilancio del convegno di luca morazzano un seminario gratuito è stato organizzato da confartigianato imprese latina e bureau veritas italia presso l hotel europa con il patrocinio del comune e della di marco martelletta camera di commercio di latina e rivolto principalmente alle aziende manifatturiere società di ingegneria ditte di autotrasporto comparto edile e aziende produttrici e utilizzatrici di macchine attrezzature e impianti il tema è verifiche di legge su impianti e macchinari tutela per il datore di lavoro e garanzia di sicurezza per i lavoratori nel rispetto degli obblighi legislativi a causa del momento di crisi economica che stiamo vivendo ha sottolineato aldo mantovani presidente della confartigianato di latina ­ molte aziende sono costrette ad effettuare dei tagli in vari settori ma la sicurezza deve rimanere una priorità per la tutela dei lavoratori degli imprenditori e dell azienda stessa ecco il senso di questo incontro formativo che mette le competenze tecniche al servizio delle imprese del nostro territorio ad introdurre i lavori ivan simeone direttore provinciale della confartigianato l iniziativa prende vita dall accordo tra confartigianato e bureau veritas italia per supportare le imprese locali formazione e sicurezza restano tra gli obiettivi di confartigianato che continua a impegnarsi per accompagnare le imprese in tutte le fasi dello sviluppo in quest ottica nasce il rapporto con bureau veritas italia per cercare di intervenire con qualità approfondendo queste tematiche e dando un valore aggiunto all impegno quotidiano per garantire pari opportunità di mobilità gratuita in favore del trasporto scolastico di ragazzi disagiati persone svantaggiate e persone con difficoltà motorie ecco che arriva un importante iniziativa del comune di latina in collaborazione con l associazione di promozione sociale modavi gruppo pontino per emanuele che garantirà con i propri volontari la disponibilità totale per tutti i giorni dell anno comprese le festività nella consapevolezza di poter offrire una opportunità anche di vita sociale evitando l emarginazione l ente ha infatti aderito al progetto per promuovere ogni forma di autonomia e di integrazione e per dare la possibilità a tutti coloro che hanno dei problemi legati alla mobilità quotidiana e non riescono ad essere indipendenti e quindi bisognosi di un aiuto concreto che si realizza con la messa a disposizione di automezzi per l accompagnamento presso scuole uffici strutture sanitarie ecc una iniziativa importante e a costo zero per l utenza l amministrazione comunale intende offrire ai cittadini di latina con difficoltà sociali e di mobilità questa opportunità attraverso l accordo raggiunto con la società mlg per la messa a disposizione in comodato d uso gratuito al comune di veicoli per effettuare i trasporti che saranno finanziati mediante spazi pubblicitari affittati da operatori economici imprenditori commercianti artigiani del territorio l assessorato alle pari opportunità pubblica istruzione nell ambito delle politiche sociali e politiche giovanili ha aderito al progetto che permette di dare il giusto dispiegamento al concetto di sussidiarietà orizzontale intesa come concreta possibilità di realizzare un sistema di servizi a partire dai cittadini e dalle realtà produttive del territorio in tale ottica va inserita questa iniziativa che prevede di dare alla popolazione assistita la possibilità di poter fruire di maggiori opportunità ricorrendo all aiuto di tutti coloro che vorranno contribuire sottolineo ancora una volta la grande attenzione che questa amministrazione intende riservare ai più deboli alle persone meno fortunate ­ afferma il sindaco giovanni di giorgi ­ anche attraverso iniziative realizzate in collaborazione con realtà esterne come associazioni o enti di promozione che gravitano nel mondo del volontariato questa iniziativa con un nome estremamente indovinato liberi di essere liberi di muoversi sarà un grande valore aggiunto per la nostra comunità è sicuramente uno dei casi in cui la sinergia tra pubblico e privato realizza un progetto che produce concrete e tangibili utilità per tutti afferma l assessore alle pari opportunità marilena sovrani la consegna dei mezzi avverrà con una cerimonia ufficiale alla quale parteciperanno le famiglie e gli imprenditori che con l adesione ci permetteranno di realizzare il progetto 7 arriva il trasporto gratuito per disabili

[close]

p. 8

mondore@le numero 135 4 maggio2012 priverno palazzo zaccaleoni il reportage di sel un iter di 25 anni ancora incompiuto di mario giorgi paolo bovieri e federico d arcangeli del circolo cittadino di sinistra ecologia e libertà hanno ripercorso in un reportage tutta la storia di palazzo zaccaleoni il cui restauro era stato programmato quasi venticinque anni fa in virtù della legge 64 ­ quella per lo sviluppo del mezzogiorno per intenderci che metteva a disposizione del comune di priverno discrete disponibilità economiche dalla loro analisi si evince non solo un attacco all amministrazione comunale degli ultimi nove anni una giunta di centrodestra guidata dal sindaco umberto macci e dal suo vice fabio martellucci dal 2003 al 2009 e successivamente dallo stesso macci e dal nuovo vicesindaco rinaldo giordani e più avanti vedremo perché tutto dunque cominciò nel 1988 quando il comune lepino approvò il progetto di recupero e restauro di palazzo zaccaleoni e san giorgio due anni dopo la regione lazio ammise il progetto ai finanziamenti previsti da quella legge per un importo complessivo di quasi dodici miliardi di vecchie lire nel 1997 con un ritardo davvero considerevole nel frattempo alla guida della città si erano susseguite tre amministrazioni comunali diverse fu indetta la gara d appalto con tanto di consegna dei lavori in ogni caso pur tra una serie di vicissitudini i lavori sono andati avanti anche con la richiesta da parte della soprintendenza di una variante a seguito della scoperta di pitture murali pare di considerevole pregio ma i problemi maggiori sembrarono sorgere nella realizzazione di un parcheggio interrato tanto che nel 2007 l impresa aggiudicataria dei lavori chiese un nuovo studio geologico a conferma della realizzazione del parcheggio a seguito di responso negativo si è bloccato tutto fino ad arrivare ai giorni nostri quando il tar del lazio ­ considerato anche che un nuovo progetto di parcheggio non è stato mai approvato secondo quando affermano bovieri e d arcangeli accoglie il ricorso del proprietario del terreno come a dire se quel parcheggio non si fa più il terreno non serve e va restituito al proprietario nel frattempo era stato revocato anche l incarico ai direttori dei lavori luglio 2006 insomma palazzo zaccaleoni dopo quasi un quarto di secolo non è stato ancora recuperato e restaurato completamente e rischia di diventare una grande incompiuta ma torniamo un attimo indietro in apertura di questo pezzo abbiamo detto che il reportage di bovieri e d aarcangeli non è solo un atto d accusa verso le amministrazioni comunali degli ultimi dieci anni infatti i due esponenti di sel lanciano una proposta che ­ secondo loro ­ dovrebbe essere fatta propria da un eventuale aggregazione di centrosinistra palazzo zaccaleoni deve ospitare un vero e proprio centro culturale una sorta di luogo d incontro di persone tra loro diverse che però hanno in comune il desiderio di amare la cultura come strumento di emancipazione sociale e l elemento centrale di questo progetto dovrebbe essere la realizzazione all interno del palazzo di una biblioteca tutta nuova magari ripensando il concetto stesso di biblioteca 8

[close]

p. 9

mondore@le numero 135 4 maggio2012 priverno altre barriere architettoniche proseguono le segnalazioni-dossier di giovane italia di mario giorgi e passata qualche settimana ci sono state le vacanze pasquali ma non ci siamo dimenticati del nostro dossier sulle barriere architettoniche per la seconda volta giovane italia di priverno movimento giovanile del pdl ­ in particolare domenico candian si occupa di visionare e mostrare quanta difficoltà di movimento vi sia per coloro che sono costretti su una carrozzina o su una sedia a rotelle e così candian e i suoi colleghi del movimento politico giovanile dello schieramento di centrodestra ­ lo stesso in cui a diverso titolo si muovono peraltro molti amministratori comunali ­ hanno realizzato un altra inchiesta dopo via giacomo matteotti ecco la strada più discussa degli ultimi tempi via consolare con l ausilio delle immagini gli autori dell inchiesta evidenziano come sin dal primo tratto la strada crei difficoltà al pedone o al disabile carrozzato a causa delle auto parcheggiate e di quelle in transito raggiunto l ufficio anagrafe ben accessibile grazie alla rampa posta all ingresso candian denuncia l impossibilità a proseguire per gli altri uffici e servizi quali l informagiovani posto al piano sottostante e la biblioteca sita al piano superiore tornando sulla strada che attraversa tutta la città il giovane pdl denuncia di aver incontrato ostacoli a non finire sul lato destro i dissuasori che separano la via dall area pedonale i vasi poggiati al muro tanto da impedire il passaggio altre automobili parcheggiate che ti costringono a camminare al centro della strada ma finalmente l esperimento con la sedia a rotelle conduce in piazza giovanni xxiii dove teoricamente dovrebbe esserci una rampa d accesso ma proprio quella mattina era ostruita da un automobile parcheggiata lì innanzi in ogni caso lo scenario della piazza è devastante un luogo completamente inadeguato alle esigenze di tutti coloro che sono privi della libertà di movimento e a quel punto ­ racconta l esponente di giovane italia ci siamo chiesti come avrebbero fatto persone portatrici di handicap a salire in comune o ad entrare nella cattedrale ma ci siamo ricordati di piazza trieste ebbene ­ sottolinea candian sfido chiunque abbia visto la salita che porta a quella piazza ad andarci su una sedia a rotelle buche ovunque una ripidità della strada che non ti permette di salire e dossi c è da sottolineare che proprio a metà della salita è situato l ascensore per accedere al comune unica soluzione possibile per i portatori di handicap sul quale ­ spazioso e funzionale quando è aperto ­ non c è nulla da dire procedendo verso piazza trieste ci si accorge che per il disabile carrozzato è praticamente impossibile entrare nella chiesa dall accesso secondario insomma anche questa seconda parte dell inchiesta ­ sottolinea l autore evidenzia la poca sensibilità verso coloro che sfortunatamente non hanno i nostri stessi privilegi l utilizzo autonomo delle gambe inchiesta che si chiude con molti dubbi e con molte domande cui domenico candian e i suoi colleghi sperano di avere risposte da chi di dovere ritenendo che non sia impossibile provare e trovare delle piccole soluzioni per coloro che vivono una situazione di disagio che di certo attualmente non sono aiutati dalla società indubbiamente un iniziativa meritoria quella portata avanti da questi ragazzi che non sembra peraltro avere alcuna valenza di speciosa polemica politica ma solo di alto valore sociale la settimana alternativa della don santoro anche quest anno la scuola elementare statale don andrea santoro di priverno ha organizzato una settimana di didattica alternativa che si è svolta ­ tra la soddisfazione di insegnanti genitori e soprattutto alunni dal 23 al 27 aprile la settimana didattica alternativa ­ ha sottolineato il dirigente scolastico prof ernesto fiorini è una tradizione consolidata della nostra scuola ed è l espressione concreta di un offerta formativa che si apre al territorio e si proietta al di là del limite ristretto dell aula per abbracciare la complessità di un mondo esterno che è insieme opportunità formativa e luogo di conoscenza durante questa settimana le lezioni vengono sospese per dare spazio ad attività ed esperienze le più svariate da quelle sportive a quelle ricreative da quelle culturali a quelle musicali da segnalare in particolare le visite di istruzione e le escursioni sul territorio guidate dagli operatori del centro ambientale del museo archeologico e del laboratorio di democrazia partecipata del comune di priverno ed ancora l incontro sull educazione stradale con il comandante della stazione carabinieri di priverno il maresciallo massimo di mario e poi la visione del film di animazione alvin superstar 3 e l attivazione di laboratori di manipolazione pittura costruzione con materiale riciclato e di drammatizzazione durante la settimana di didattica alternativa si è tenuta anche la giornata dell accoglienza che ha visto protagonisti i bambini delle sezioni dei cinque anni accolti dalle classi quinte È stato un passaggio di testimone all insegna del gioco e del divertimento finalizzato alla conoscenza del nuovo ambiente scolastico e degli insegnanti delle future classi prime unica nota stonata l impossibilità di svolgere la giornata sportiva rimandata per pioggia ma nulla è perduto perché si terrà lunedì 7 maggio presso il campo sportivo san lorenzo ma.gi 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 135 4 maggio2012 maenza ostello l ati chiede la rescissione del contratto tra sei mesi tornerà in mano al comune di luca morazzano era nell aria da mesi ma con l invio di una raccomandata lo scorso lunedì la rescissione del contratto di gestione dell ostello ha preso forma inutili i tentativi di conciliazione viste le richieste rimase inevase per anni l ati che da sette anni manda avanti bene o male sta ad altri giudicare l imponente struttura ricettiva maentina ha gettato la spugna per qualcuno sicuramente costituirà motivo di gioia soprattutto per coloro che avevano più o meno velatamente espresso desiderio di subentrare nella gestione dell attività criticando in ogni aspetto la conduzione setina ma forse prendendo troppo alla leggera alcuni aspetti che caratterizzano le motivazioni espresse nella lettera indirizzata dall attuale direzione al comune rammaricandosi della stessa tale decisione è maturata per il disinteresse totale dell ente comune nei confronti della struttura da noi avuta in locazione con regolare gara di appalto e soprattutto per la mancata sistemazione del giardino come riportato nell art 2 del contratto per poter espletare sia l art 19 del medesimo sia tutte le richieste di alloggio pervenuteci in questi anni da parte di gruppi che chiedevano uno spazio verde all aperto per le loro attività inoltre tale decisione è scaturita dalla mancata sistemazione del soffitto del salone ristorante caduta di calcinacci segnalata come vizio occulto più volte da parte nostra e da voi nemmeno considerata ciò ci ha costretto a chiudere definitivamente l attività di ristorazione per gli esterni dopo un esperienza positiva purtroppo breve continuando a scorrere le righe si legge abbiamo sempre sperato che il comune di maenza accettasse la nostra richiesta e cioè la disponibilità di una piccola somma 5.000,00 come stimato dallo stesso geometra comunale michele nardacci per la risoluzione dei due maggiori problemi della struttura completamente a nostre spese in quanto la somma totale dei lavori si aggira intorno ai 25.000,00 euro sollevando il comune da qualsiasi impegno ulteriore e invece il comune ha fatto sempre orecchie da mercante eppure la nostra gestione è sempre stata improntata per il bene di maenza afflusso di turisti e maestranze del luogo credo abbiano smosso economicamente in positivo la realtà collinare del luogo ovviamente nei limiti delle possibilità in considerazione del momento economico vissuto negli ultimi anni e dalla situazione attrattiva generale del paese che non scoppia certo di salute già proprio la mancanza di capacità di attrarre turismo da parte del paese costituisce un nodo focale per la gestione `uscente ma anche epr quelle che verranno visto che comune la struttura ha dei costi elevati che tra affitto bollette e personale minimo si aggira sui 4/5 mila euro mensili solo per stare aperta sebbene non ci siano cli10 enti a tal proposito la missiva continua parlare di sinergia tra castello-ostello tanto decantata negli slogan `per il turismo ideati dall attuale amministrazione risulta quanto mai anacronistico visto che l attuale comune ha spesso e ripetutamente estromesso lo stesso ostello durante l allestimento la programmazione e lo svolgimento di tutte quelle attività in grado nel corso degli anni di generare una potenziale affluenza turistica nel museo del paesaggio non è presente materiale divulgativo ne informazioni in merito all esistenza dell ostello all interno del castello baronale e durante i tour organizzati al suo interno non sono presenti indicazioni di sorta che possano ricondurre in alcun modo dei turisti alla possibilità di soggiornare presso l ostello perfino lungo le vie di accesso al paese è impossibile imbattersi in segnaletiche indicanti la presenza dell ostello per il semplice motivo che l amministrazione non ha mai provveduto alla realizzazione ed installazione di esse e per ultimo non certo come importanza la segnaletica stradale che indica l ostello giace da anni negli uffici tecnici del comune e nemmeno dietro nostre ripetute richieste è mai stata collocata al perché di tutto questo non riusciamo a dare una risposta se non quella di un campanilismo assurdo e controproducente tra l altro a volte anche palesato sui media locali per campagne denigratorie che di certo non hanno fatto bene alla struttura campanilismo o no qualcuno dovrebbe farsi un bell esame di coscienza senza pensare che tra sei mesi lasso di tempo di preavviso comunicato per la richiesta di rescissione il dopo ati sarà così rose e fiori per chiunque decida di subentrare a frotne di spese fisse ingenti e puntuali ed entrate tutte da inventare.

[close]

p. 11

mondore@le numero 135 4 maggio2012 roccagorga antipolitica ciotti scrive a napolitano una lettera al presidente di luca morazzano crisi crisi e ancora crisi ovunque ti giri non si parla di altro alla faccia di quei governanti che fino a qualche mese fa dicevano che l avevamo alle spalle non servono scienziati per far capire agli italiani che le cose vanno male e in un simile stato di cose in cui aumentano i suicidi dettati da disperazione e lo sconforto e la sfiducia verso la politica è ai massimi storici da più parti arrivano ricett opinioni e proposte una anche da roccagorga paesino in cui lo storico giornalaio giuliano ciotti ex sindacalista iscritto al partito democratico scrive una missiva al presidente della repubblica con l intento di aprire una riflessione sulla crisi politica economica e sociale che stiamo vivendo nel comunicato si legge ho scelto di scrivere al capo dello stato spiega lo stesso poiché lo ritengo la più alta carica istituzionale morale e culturale che in questo momento opera nel nostro governo e proprio per questo ultimo baluardo contro il dilagante sentimento dell antipolitica quello dell antipolitica afferma giuliano ciotti è un fenomeno che ci seduce tutti ma se consideriamo l importanza della posta in gioco non possiamo che sentirci obbligati a reagire e dire la nostra più che economica questa crisi la ritengo culturale ed a testimoniare questa convinzione è l inesorabile perdita di valori e di valore che tutti i giorni registriamo nei comportamenti di coloro che ci rappresentano tanto sul piano nazionale quanto in quello locale quando si parla di partiti rappresentanze istituzionali siano esse parlamentari o di piccoli consigli comunali si sta parlando dell impianto della democrazia come lo conosciamo e quindi o si è in grado di immaginare un impianto più avanzato o la semplice riduzione non è altro che l indebolimento del nostro stato di diritto su questo punto partendo da questo lettera ritengo opportuno promuovere a roccagorga un incontro pubblico con tutte le forze sociali politiche associative del nostro comune alla politica non si può che chiedere il buon esempio conclude ciotti e per questo vista la complessità della fase che stiamo attraversando ritengo che si debba riprendere con coraggio a testimoniare la propria correttezza serietà disponibilità ad accettare da una parte i necessari sacrifici e dall altra a distinguerci da chi opera a tutela di privilegi personali utilizzando e piegando i partiti e le cariche istituzionali ricoperte ai propri interessi privati la tarsu restituita cammarone e norighi spiegano come di luca morazzano di marco martelletta una buona notizia per i cittadini rocchigiani il comune di roccagorga a guida carla amici restituirà in forma di rimborso una parte delle tasse comunali tarsu pagate e in tempi di morsa fiscale ai massimi storici non è poca cosa parafrasando una pubblicità un po datata di una marca di caramelle non basta ma aiuta l assessore alle politiche ambientali roberto cammarone e l assessore alle politiche di bilancio valeria norighi autori insieme al sindaco amici e alla maggioranza comunale del progetto presentato relativamente alle iniziative operanti sul fondo di sviluppo dei piccoli comuni ed approvato dalla provincia di latina affermano soddisfatti in un periodo di crisi globale è questa certo una bella notizia ci dicono l amministrazione dicono i due assessori ha espresso la ferma volontà al fine di ottenere un contributo da parte della provincia di venire incontro ai cittadini per alleggerire il peso del pagamento dei tanti tributi che sono chiamati a versare quest anno il progetto è stato rivolto alla tassa sui rifiuti ­ tarsu il contributo ricevuto è stato trasformato in rimborso per la tassa sull immondizia pagata sull abitazione principale per categorie specifiche di contribuenti i due assessori esprimono soddisfazione per l approvazione del progetto che consentirà in tempi così economicamente duri di dare una pur lieve risposta ai tanti bisogni dei cittadini di roccagorga con delibera di giunta municipale l amministrazione comunale ha determinato i criteri e le modalità per l erogazione delle somme che saranno riservate 1 ai contribuenti di nuclei familiari con almeno uno dei componenti di età pari o superiore a 65 anni alla data del 31/12/2008 2 alle attività commerciali del comune di roccagorga attive alla data del 31/12/2008 3 alle famiglie con persone a carico diversamente abili titolari di invalidità al 100 i rimborsi che interesseranno più di 500 famiglie di roccagorga avverranno mediante consegna di assegno circolare intestato all avente diritto da parte dell ufficio economato del comune gli aventi diritto saranno convocati tramite lettera ufficiale per il ritiro degli assegni sull approvazione del progetto interviene anche il sindaco amici che nel ringraziare il presidente della provincia per l attenzione che pone verso le problematiche territoriali a conferma della linea di indirizzo dell amministrazione attenta alla corretta interpretazione delle norme della legalità della trasparenza della coltivazione continua agli interessi collettivi della comunità rigettando gli interessi di privilegi e di personalismi impegnando l agire quotidiano per trovare la forza e le risorse necessarie per dare le giuste risposte ai suoi cittadini 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 135 4 maggio2012 pontinia trasco e tarsu sono due problemi la chiusura della sep ha significato un sensibile aumento dei costi di roberto tartaglia da quando la sep non è più operativa i costi di conferimento dei rifiuti sono aumentati vertiginosamente ad oggi il comune spende ben 160 euro a tonnellata per il conferimento presso la ditta fatone di latina scalo che si preoccupa di far giungere i rifiuti in uno stabilimento del nord italia conr un aumento totale di circa 80mila euro questi costi inevitabilmente hanno fatto pensare a un adeguamento della tarsu la tassa sui rifiuti solidi urbani per l anno 2012 l assessore battisti assicura che gli aumenti verranno mantenuti sui minimi stabiliti ma sempre di aumenti si tratta e il periodo storico è quello che è eppure problema del conferimento dei rifiuti sembra essere passato in secondo piano per via delle ultime vicende politco-giudiziare che hanno catturato l interesso collettivo ma il problema persiste anche perché non si vedono ancora i tanto promessi finanziamenti da parte della provincia di latina a quei comuni che si servivano della sep intanto anche l alternativa kyklos di aprilia sembra essere saltata È di pochi giorni fa infatti un interrogazione del consigliere regionale filiberto zaratti nella quale si chiede in merito al suddetto stabilimento di verificare autorizzazioni e rispetto delle norme sul trattamento dei rifiuti vegetali e di valutare una verifica urgente da parte della regione stessa sul rispetto delle norme ambientali gli unici che sembrano interessarsi davvero del problema sono i ragazzi del gap ed ecologia e territorio l associazione capitanata da giorgio libralato da un loro studio congiunto infatti si evince che solo il 23 del territorio comunale è servito dalla differenziata e alcune zone cittadine risentono ancora della presenza di rifiuti in aree dove non dovrebbero esserci e i alcuni dati sono davvero allarmanti si pensi a via verdi dove discariche a cielo aperto in pieno centro cittadino si affiancano a erba incolta e soste non consentite di autocarri o alla migliara 54 proprio nei pressi di una scuola elementare e ad altre zone limitrofe nel frattempo comunque continua il conto alla rovescia per lo scioglimento della tra.sco che ha l obbligo di adeguarsi alla normativa europea che fa riferimento alle partecipate comunali dotandosi di un bacino di utenza di almeno 30mila abitanti sembra che i tecnici del comune siano al lavoro per l individuazione di una vita d uscita una soluzione tra l altro venne fornita tempo addietro da giorgio libralato un idea creativa ma da non gettare nel dimenticatoio pensare a un ampliamento delle utenze inglobando anche il territorio comunale di qualche comune limitrofo che ha bisogno dei servizi offerti dalla tra.sco ad ogni modo questa rappresenta una priorità sia per la continuità dei servizi pubblici sia per la tutela dei lavoratori che prestano servizio presso la tanto discussa società forse è questo tutto ciò che va valutato prima di un aumento delle imposte locali a rilento i lavori alla torre idrica i lavori di restauro della torre idrica di fondazione vanno a rilento la fine dei lavori infatti inizialmente prevista per il 2010 ancora non è arrivata l assessore ai lavori pubblici pedretti asserisci che si tratta di ritardi dovuti alle ditte incaricate e assicura che i lavori vanno comunque avanti per un importo di oltre 1milione di euro nel frattempo sono stati ultimati con circa 12mila euro in meno rispetto a quanto previsto inizialmente i lavori di restauro dell edificio adiacente alla torre l edificio verrà adibito a sala po12 lifunzionale il responsabile del settore lavori pubblici natalino coccia rende noto che sono stati preventivati per i suddetti lavori ben 106mila euro finanziati dalla regione lazio e 45mila euro provenienti dal bilancio comunale di questi è stato possibile risparmiare 8.868 euro di finanziamento regionale e 3.800 euro dalle casse comunali a breve la struttura verrà dotata di tutti gli allacci necessari idrico fognario elettrico e verranno costruiti marciapiedi e recinzione per delimitare l area di proprietà del comune r.t

[close]

p. 13

mondore@le numero 135 4 maggio2012 cultura un sabato pienissimo a bassiano danza popolare e libri di paola bernasconi la danza popolare arriva a bassiano e lo fa nei locali messi a disposizione dalla cooperativa utopia 2000 sabato 5 maggio verrà infatti presentato il terzo appuntamento dei laboratori intensivi sulle danze popolari italiane ballo sul tamburo organizzato dall associazione mantice di latina in collaborazione con le associazioni angelus novus e slow food di priverno e appunto la cooperativa utopia 2000 quattro ore di lezione sui balli dalle 15 alle 17 e dalle 17.30 alle 19.30 con una pausa alle 17 ora in cui è prevista una degustazione di prodotti biologici offerti dall azienda agricola ganci alle 20 si terrà infine la cena a base di prodotti tipici dei monti lepini seguita da canti e balli con musica dal vivo ospiti della serata saranno raffaele inserra e catello gargiulo il costo promozionale del laboratorio comprensivo della cena è di 20 euro la scadenza era fissata per lunedì 30 aprile quindi se anche avete perso l opportunità per questo appuntamento potete chiedere informazioni su eventuali ulteriori corsi contattando marco delfino ai numeri 0773484955 e 3392327810 un occasione unica per conoscere ed apprendere il ballo sul tamburo antica danza presente in molte aree contadine della campania il ballo si esegue in coppia uomo-donna uomo-uomo donna-donna al centro di una rota circolare e si basa su regole grammaticali ed un vocabolario tradizionale a cui i ballatori attingono secondo il contesto e la relazione con il partner a tenere il laboratorio ci saranno gabriele d ajello caracciolo e anna perrotta dell associazione culturale l intrecciata di napoli un associazione che ripropone la danza popolare quale finestra su un mondo di valori arcaici che caratterizzano le comunità di origine alla ricerca degli spazi per una comunicazione reale nonostante l inquinamento complessivo della civiltà dei consumi curando contemporaneamente la danza che è in ciascuno di noi sempre a bassiano sempre sabato ma alle ore 17.30 presso la biblioteca aldo manuzio ci sarà la presentazione del libro di domenico guidi documenti storici dell ottocento lepino latina sky wine vino pontino in quota da sabato 12 a lunedì 14 maggio questa la tre giorni di latina sky wine che si terrà presso la torre pontina di latina una rassegna a cavallo tra enogastronomia arte e cultura promossa dall assessore alle politiche del turismo del comune di latina gianluca di cocco organizzata dall associazione culturale best events con il patrocinio della regione lazio della provincia di latina dello stesso comune e della camera di commercio di latina tante le aziende che esporranno nei loro stand il loro nettare degli dei a testimonianza di come l italia continui ad essere uno dei paesi più importanti sul piano vinicolo da cincinnato a marco carpineti passando per cantina sant andrea villa gianna casa mora e tanti altri ogni visitatore avrà a disposizione una tracolla con calice da degustazione e potrà degustare prodotti curati dal servizio catering che approvvigionerà i banchi d assaggio curato dall associazione r2 contributo per tracolla calice e guida all evento a 5 euro degustazioni libere un percorso enologico che partendo dal piano terra con la sua superficie complessiva di cinquecento metri quadri terminerà sulla terrazza dalla quale osservare a trecentosessanta gradi la pianura con l aiuto dell unione astrofili italiani che fornirà suggerimenti per l osservazione degli spazi siderali a disposizione anche un banco da degustazione di distillati con cioccolateria se questo grattacielo servisse o meno è tutta un altra storia qui intanto parliamo di eventi ma latina sky wine non si ferma al vino per attraversare la letteratura con l associazione libri da scoprire che proporrà un approfondimento letterario con testi ispirati anche alla cultura pontina e mauro maccario scrittore e critico enogastronomo che illustrerà il suo libro i vini latini e dell agro pontino dove narra le bellezze ed i prodotti di un area geografica strappata alla palude per divenire una zona di rigogliosa produttività lungo il percorso si potranno inoltre ammirare alcuni dipinti di noti artisti con principale ispirazione al territorio pontino con una mostra curata dal gruppo artistico la mimosa mentre ad accompagnare il visitatore ci saranno le note di un pianista gli appassionati di vino non potranno perdersi l arte della mescita dei sommelier fisar latina ed avere presso lo stand di approfondimento dell onav delegazione di latina informazioni su attività associative ed indicazioni per attenti percorsi degustativi la manifestazione sarà aperta tutti i giorni dalle 10.30 alle 21.30 l inaugurazione è prevista per le 10.30 di sabato 12 con uno spettacolo degli sbandieratori di cori da segnalare anche il workshop della mattina di lunedì 14 maggio che si terrà dalle 9.30 alle 14.30 riservato agli operatori di settore per contatti e confronti tra le aziende espositrici e le ditte invitate per ulteriori approfondimenti potete visitare il sito www.latinaskywine.com p.b 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 135 4 maggio2012 cultura un libro per la scuola calcio di giuseppe lestingi È possibile definire la scuola di calcio come una seconda agenzia educativa dopo la famiglia all interno della quale si possono individuare delle figure responsabili della crescita del bambino non solo dal punto di vista prettamente calcistico ma anche e soprattutto dal punto di vista pedagogico chi insegna il calcio ha una doppia funzione che si dovrebbe manifestare nell assunzione del doppio ruolo di istruttore e di educatore ciò purtroppo nell organizzazione calcistica non sempre avviene spesso il calcio non è fonte di gioia divertimento e socializzazione per i giovani e non è di per sé sano ed educativo come conseguenza tende a provocare stress e a non divertire chi lo pratica tutto ciò avviene soprattutto quando gli istruttori inseguono il risultato anche nella scuola calcio mettendo in secondo piano gli aspetti educativo ­ formativi e relegando il divertimento a componente secondaria spesso si assiste a delle gare relative ai tornei esordienti e pulcini nel corso delle quali il campo di gioco viene scambiato per un arena e dove a chi non ha talento innato non viene concessa la possibilità di giocare con conseguente parcheggio in panchina così facendo l istruttore non garantisce il diritto del bambino di divertirsi e giocare nonché il diritto di misurarsi con giovani che abbiano le sue stesse possibilità di successo anche l approccio comunicativo avviene con espressioni del tipo non sei bravo non sei proprio capace di con assimilazione del bambino da parte dell istruttore ad un adulto in miniatura potrebbe essere questo il motivo per cui circa il 70 dei bambini tra i 6 e i 12 anni abbandona il gioco del calcio dovrebbe essere un motivo questo di riflessione da parte degli adulti proprio perché primi responsabili del successo e dell insuccesso dei giovani calciatori a tal proposito questo libro vuole essere uno strumento che non vuole sostituire ma semplicemente supportare le competenze in possesso di ciascun tecnico partendo da una definizione di programmazione passando per le sue varie fasi analizzando gli aspetti psicologici cognitivi medici infine realizzando concretamente l attività nella sua forma più immediata costituita dall unità didattica i temi trattati nei sette capitoli riguardano il fondamentale ruolo dell istruttore il profilo psicologico e cognitivo del bambino la fase evolutiva del bambino l allenamento del bambino le capacità condizionali nel bambino la programmazione e l unità didattica cantagirando 2012 svelata la prima data le selezioni hanno evidenziato un ottimo livello di simone di giulio fino alla finalissima samuele crescenzi ilenia natalini elisa sellan valentina la pegna roberta mercuri francesca giuliani nicoletta scarpinella vincenzo marcoccio marco salvatori debora chinellato serafina satoro alba marchioni sara zaccarelli raffaella rocconi e antonio colangelo si sono esibiti davanti ad una giuria e fra una settimana conosceranno l esito del loro provino e potranno sperare di far parte di questa kermesse itinerante che negli ultimi anni ha visto imporsi noemi lombardi vincitrice delle edizioni 2009 e 2010 e matteo ranellucci trionfatore della rassegna dello scorso anno soddisfazione per questa anteprima di cantagirando è stata espressa dal presidente dell associazione organizzatrice clan syrio antonello pellegrini che si è detto entusiasta per il livello dei concorrenti ed ha anticipato che la manifestazione inizierà il 4 luglio in occasione della sagra della panzanella a sezze e si svilupperà su cinque serate in totale e un piccolo passo indietro rispetto alle sette della precedente edizione ma spiega pellegrini abbiamo preferito così ci sono stati piccoli inconvenienti con i comuni di sezze e pontinia sulla questione economica delle serate realizzate lo scorso anno per questo motivo abbiamo preferito ridimensionare l evento ma essere sicuri di poterlo realizzare contando esclusivamente sui nostri mezzi e sulla nostra passione si alzano i primi veli sull ottava edizione del festival canoro cantagirando c ero anch io organizzato dall associazione culturale clan syrio sabato 28 aprile si sono tenute presso il centro sociale ubaldo calabresi le selezioni per l edizione 2012 della rassegna canora ormai diventata un must dell estate pontina 15 artisti provenienti da ogni parte della provincia si sono cimentati nei loro cavalli di battaglia per assicurarsi un posto nell edizione che prenderà il via il prossimo 4 luglio e che li condurrà 14

[close]

p. 15

mondore@le numero 135 4 maggio2012 cultura festa di olio mozzarelle e di mario giorgi tutto pronto per la sagra agroalimentare che quest anno si terrà il 6 maggio a priverno nell incantevole piazza giovanni xxiii incastonata tra la cattedrale e il duecentesco palazzo comunale la pro loco del centro collinare lepino ha messo in campo smisurate dosi di passione ed entusiasmo per la manifestazione che quest anno giunge alla sua xvii edizione oltre ai primati gastronomici della zona la mozzarella di bufala e l olio extravergine di oliva delle colline locali sarà possibile degustare altri prodotti tradizionali del territorio privernate e pontino come la bazzoffia la carne di bufala i carciofini le ciambelline e il vino diversi stand con prodotti tipici e oggetti d artigianato saranno allestiti nel meraviglioso centro storico medievale della città che fu di metabo e camilla un occasione decisamente ghiotta per assaporare le eccellenze gastronomiche di questo territorio e per apprezzare l artigianato un attività in lento declino ma che tuttavia la modernità non è riuscita a cancellare ampio spazio sarà dedicato anche quest anno ad attività ricreative per grandi e piccini musica popolare teatro di strada con clown concerto di musica jazz per le grandi orchestre l iniziativa è anche un occasione per conoscere e ammirare le bellezze artistiche architettoniche e culturali che la città di priverno città d arte possiede a far da cornice alla sagra infatti come detto ci sono il medioevale palazzo comunale la cattedrale di santa maria cui si accede attraverso una meravigliosa scalinata e l ottocentesca fontana dei delfini tutti monumenti che caratterizzano e valorizzano al meglio piazza giovanni xxiii la manifestazione ­ affermano con orgoglio alla pro loco è un appuntamento per promuovere il nostro patrimonio culturale materiale ed immateriale che deve essere conservato e trasmesso alle generazioni future a priverno una mostra di ceramica e architettura rientra nel progetto artistico denominato prendi il tuo tempo architettura e ceramica la mostra privernum architettura e storia nella valle dell amaseno che è stata inaugurata sabato 28 aprile presso i portici comunali `paolo di pietro di priverno patrocinata dal comune lepino la mostra ­ illustrata dall assessore al turismo del comune di latina alla presenza degli amministratori locali ­ rientra in un progetto più ampio dal carattere itinerante l organizzazione è stata curata dagli architetti pontini roberta malossi e francesco romagnoli con l intento di promuovere attraverso l architettura e la ceramica il territorio dell agro pontino alla ricerca di antiche tradizioni dal passato quindi attraverso i disegni di architettura e gli oggetti di ceramica due forme d arte che si accostano e si mescolano con grande semplicità dando vita ad un intreccio simbiotico emergono elementi che il presente vuole recuperare per lasciare in eredità alle future generazioni l architettura e la ceramica diventano strumenti per raccontare la storia dei luoghi e con essa il trascorso della nostra gente di chi ha vissuto momenti terribili e altri più clementi rimanendo aggrappato alla sua terra la terra dell agro pontino tra l altro il territorio pontino si contraddistingue da sempre per l eterogeneità culturale e la mostra si presenta proprio come un viaggio itinerante nel tempo alla riscoperta di un passato comune che contraddistingue il nostro territorio pontino unendo pur nella diversità luoghi e paesaggi attraverso tradizioni e storia come ha sottolineato il sindaco macci nella presentazione dell evento la mostra prima della stagione estiva farà tappa in altri a sabaudia dal 20 maggio presso il centro di documentazione angiolo mazzoni e dal 29 giugno a san felice circeo presso la sala per le esposizioni l esposizione di priverno resterà aperta fino a domenica 6 maggio ma.gi 15

[close]

Comments

no comments yet