Manuale di Autodifesa del Lavoratore 1

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

1-come leggere la busta paga a cura del cobas almaviva di roma a cura del cobas almaviva contact di roma cobas ­ confederazione dei comitati di base sede nazionale viale manzoni 55 00185 roma tel 0677591926 fax 0677206060 www.cobas.it e-mail cobas@cobas.it

[close]

p. 2

1-come leggere la busta paga a cura del cobas almaviva di roma www.cobasalmaviva.org info@cobasalvaviva.org cobas del lavoro privato settore comunicazioni aderente a cobas ­ confederazione dei comitati di base sede nazionale viale manzoni 55 00185 roma tel 0677591926 fax 0677206060 sito internet http www.cobas.it

[close]

p. 3

come leggere la busta paga a 4

[close]

p. 4

manuale di autodifesa del lavoratore indice premessa 7 introduzione 9 1 che cosa è la busta paga 13 2 struttura della busta paga 14 3 la retribuzione 16 elementi fissi della retribuzione 18 elementi variabili della retribuzione 19 4 contributi previdenziali 27 5 premi assicurativi 28 6 tasse 29 7 glossario 31 5

[close]

p. 5

come leggere la busta paga a 6

[close]

p. 6

manuale di autodifesa del lavoratore premessa questo lavoro è stato realizzato grazie all impegno di alcuni lavoratori che hanno deciso di operare in prima persona nell intento di aiutare i lavoratori di questa azienda a difendersi dai piccoli e grandi soprusi che quotidianamente si verificano sul posto di lavoro siamo convinti che ogni lavoratore debba essere il sindacalista di se stesso senza delegare ad altri quando possibile la difesa dei propri diritti e questo pensiamo possa avvenire soltanto attraverso una conoscenza delle fonti normative che regolano il mondo del lavoro per poter rivendicare i propri diritti bisogna conoscerli e per conoscerli bisogna dedicarci un po di tempo e fondamentale quindi avere una copia del contratto nazionale da consultare quando si hanno dei dubbi sulle risposte aziendali alle nostre richieste permessi ferie turni agevolati ecc perché l azienda cercherà di applicarlo nel modo più restrittivo possibile e qualche volta cercherà anche di non applicarlo e se voi non lo conoscete ci riuscirà benissimo questo scritto non ha la presunzione di essere esaustivo né di chiarire tutti i dubbi che possano sorgere leggendo la propria busta paga data la materia abbastanza complicata e le continue variazioni delle norme che la regolano ci riserviamo di aggiornare questo lavoro anche grazie alle segnalazioni dei lavoratori su eventuali voci non inserite siamo tutti delegati sindacali 7

[close]

p. 7

come leggere la busta paga a 8

[close]

p. 8

manuale di autodifesa del lavoratore introduzione in tanti tra economisti editorialisti rappresentanti di forze politiche e sindacali stanno evidenziando che grandi fasce di lavoratori dipendenti hanno retribuzioni eccessivamente basse e che più in generale il potere di acquisto delle retribuzioni è cresciuto sensibilmente meno del costo della vita ma se la nostra busta paga è oggi diventata così leggera la responsabilità è solo della perversa spirale inflattiva o dell introduzione dell euro oppure le cause della palese povertà di larghi strati di lavoratori sono anche altre di seguito ricordiamo brevemente alcune voci delle nostre buste paga che hanno subito radicali modifiche in peggio a seguito di leggi accordi tra governi confindustria e sindacati confederali contratti collettivi nazionali di categoria in modo che ognuno possa tirare da sé le proprie conclusioni in merito a tale questione la contingenza o scala mobile era il principale meccanismo che garantiva l adeguamento automatico delle retribuzioni al caro vita la contingenza venne istituita tramite un accordo interconfederale nell immediato secondo dopoguerra ed è stata al centro di dure battaglie sindacali che portarono a metà degli anni 70 alla definizione del punto unico di contingenza uguale per tutti i lavoratori sul territorio nazionale l adeguamento salariale veniva calcolato trimestralmente tenendo in considerazione un determinato paniere la variazione del costo dei principali beni e servizi dalla fine degli anni settanta in poi si sono succeduti innumerevoli accordi e interventi legislativi che hanno condotto nel 91 al definitivo congelamento del valore della contingenza ai livelli attuali con gli accordi del 1983 e 1984 ne è stata progressivamente rallentata la crescita nel 1986 lo scatto è divenuto semestrale e la crescita è stata ulteriormente raffreddata con l accordo sul costo del lavoro del 31/7/1992 é cessato definitivamente il sistema di indicizzazione dei salari anche conosciuto come scala mobile 9

[close]

p. 9

come leggere la busta paga a non contenti di aver decretato la morte della scala mobile governo confindustria e sindacati confederali nel luglio del 1993 si sono accordati in modo da raffreddare anche gli eventuali aumenti del minimo salariale stabilendo che le rivendicazioni economiche non potessero mai superare gli indici di inflazione programmata nel bienno successivo al rinnovo e la eventuale differenza tra inflazione programmata e inflazione reale del biennio precedente ovviamente gli aumenti effettivamente conquistati successivamente al 93 sono stati sempre abbondantemente inferiori anche a tali minime previsioni anche il meccanismo degli scatti di anzianità o scatti biennali ha subito pesanti trasformazioni tale voce è regolata dal ccnl di settore fino al 1992 nel contratto collettivo dei lavoratori della sip questo era il contratto di riferimento per il settore assieme a quello dei lavoratori di italcable il valore dello scatto era determinato automaticamente calcolando il 5 del minimo tabellare maggiorato della contingenza e ogni lavoratore maturava fino a 14 scatti grazie a tale meccanismo il valore del singolo scatto aumentava con il progredire dei minimi e della contingenza nonché veniva adeguato ad ogni passaggio inquadramentale nel ccnl del 1992 tale meccanismo fu cancellato e sostituito con una tabella di importi fissi diversificati per livello inquadramentale e il numero complessivo fu ridotto a 7 per tutti i lavoratori e le lavoratrici assunti successivamente al 1992 la cancellazione dei meccanismi automatici di adeguamento salariale è solo primo degli elementi che hanno contribuito a tenere estremamente bassi i livelli salariali nel settore delle telecomunicazioni il secondo ma non meno devastante del primo è stato il vero e proprio taglio salariale avvenuto nel rinnovo contrattuale del 2000 il regime di monopolio era terminato e alle principali azienda ex pubbliche poi fuse in telecom italia sip italcable iritel stet e altre aziende minori da queste controllate si aggiunsero onmitel-vodafone 10

[close]

p. 10

manuale di autodifesa del lavoratore wind blu infostrada tiscali e una infinità di piccoli e grandi call center tra cui atesia e cos tutte aziende in cui vigevano diverse contrattazioni collettive il ccnl ex sip rinnovato nel 1996 nel primo ccnl delle telecomunicazioni quello wind il metalmeccanico del commercio dei lavoratori atipici e in questa fase che i grandi strateghi dei sindacati di categoria slc-fistel-uilcom idearono l aberrante teoria del dumping sindacale presente nel settore delle tlc secondo tali grandi strateghi per battere la concorrenza sleale posta in essere dagli altri contratti di categoria che attraevano le nuove aziende del settore per i costi più bassi era necessario ridurre i livelli salariali del contratto delle telecomunicazioni e così fu con il rinnovo contrattuale del 2000 fu stabilito il taglio dei minimi salariali di circa il 25 abolita la 14° mensilità ridotto il numero di ferie spettante nell anno e peggiorata drasticamente tutta la normativa a seguito di tale taglio salariale un lavoratore di telecom italia 4° livello assunto prima del 2000 ha nella propria busta paga un importo medio mensile in più come sovraminimo collettivo di circa 350 euro mensili 4550 euro annui che corrispondono al taglio effettuato sui livelli salariali attualmente vigenti per tutti noi 11

[close]

p. 11

come leggere la busta paga a 12

[close]

p. 12

manuale di autodifesa del lavoratore 1 che cosa è la busta paga la busta paga è un prospetto che il datore di lavoro ha l obbligo di consegnare al dipendente legge n° 4 del 1953 e d indica la somma di denaro che ogni lavoratore deve ricevere come compenso per l opera prestata durante un determinato periodo di tempo periodo di paga che solitamente corrispondente al mese solare su tale prospetto detto anche cedolino devono essere indicati oltre alle anagrafiche del datore e del lavoratore tutte le voci che formano la retribuzione il dettaglio delle trattenute previdenziali e fiscali indicazioni sulle ferie e permessi retribuiti maturati e residui e la quota di tfr accantonata la busta paga verificata in tutte le sue voci costituisce la base per poter rivendicare differenze sull applicazione del contratto o degli accordi aziendali e/o individuali per intraprendere azioni legali poter richiedere un mutuo bancario e per l accredito dei contributi pensionistici inps pertanto la busta paga va conservata nel tempo i crediti del lavoratore per eventuali importi non corrisposti dal datore di lavoro sia presenti in busta paga che non devono essere rivendicati dal lavoratore entro cinque anni pena la prescrizione riferimenti giuridici · · · · · · · art 36 della costituzione art 2099 del c.c accordi interconfederali c.c.n.l accordi aziendali contratti integrativi territoriali legge n° 4 del 1953 13

[close]

p. 13

come leggere la busta paga a 2 struttura della busta paga i dati anagrafici la matricola l inquadramento professionale la mansione il ccnl contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento la posizione inps e inail il tipo di rapporto fulltime o part-time la data del prossimo scatto di anzianità e il periodo di paga a cui si riferisce la retribuzione sono riportati nella intestazione della busta paga oltre a questi dati la busta paga contiene · · · · la retribuzione i contributi previdenziali fap i premi assicurativi inail le tasse irpef 14

[close]

p. 14

manuale di autodifesa del lavoratore questi dati li ritroviamo in dettaglio nel corpo della nostra busta paga ovvero nella parte centrale in calce troveremo la retribuzione lorda e netta il totale della trattenute e il dettaglio delle ferie e dei permessi 15

[close]

p. 15

come leggere la busta paga a 3 la retribuzione si definisce retribuzione il compenso che il lavoratore percepisce a fronte di una prestazione la lavoro questa viene stabilita attraverso la contrattazione nazionale tra i sindacati di categoria e le associazioni di rappresentanza dei datori di lavoro la retribuzione che il lavoratore percepisce ogni mese è costituita da una parte fissa ed una variabile la parte fissa della retribuzione è costituita da quegli elementi che ritroveremo ogni mese nella nostra busta paga e che formano il trattamento economico minimo stabilito dal ccnl la parte variabile è formata invece da elementi che variano nei diversi mesi dell anno come gli importi dovuti a straordinari le maggiorazioni la tredicesima assegni familiari malattia maternità ecc la retribuzione è regolata dalle leggi dello stato e dai contratti collettivi nazionali di lavoro prima di specificare gli elementi della retribuzione va ricordato che esistono vari tipi di retribuzione come la retribuzione lorda È la somma tra la retribuzione netta le tasse e i contributi di varia natura a carico del lavoratore retribuzione netta in pratica è quella che va in tasca al lavoratore in teoria è ciò che resta una volta che sono state pagate le tasse gli oneri pensionistici e assicurativi normalmente è l ultima cifra in basso a destra retribuzione diretta È quella relativa all effettiva prestazione del lavoratore nella nostra busta paga le voci della retribuzione diretta sono precedute dalla lettera a retribuzione indiretta È quella che il lavoratore percepisce pur non prestando la sua opera ad es malattia ferie festività rol ex festività ecc 16

[close]

Comments

no comments yet