mondorealenumero130

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero130

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio e luca morazzano anno v numero 13 30 marzo 2012 n.130 solitamente queste colonne e questo spazio in particolare vengono utilizzate per fare opinione almeno nelle nostre migliori intenzioni stavolta però vogliamo metterlo a disposizione per rendere manifeste alcune perplessità e dei dubbi che da tempo noi e un discreto numero di cittadini setini ci stiamo ponendo e vorremmo contestualmente chiedere anche che qualcuno riuscisse a darci delle risposte magari anche convincenti perché le cose non suonano come dovrebbero andiamo con ordine intanto la questione scatenante perché gli utenti che pagano regolarmente un servizio i cittadini naturalmente si devono ritrovare con lo stesso servizio monco ridotto per cause non strettamente dipendenti da loro perché la dondi nonostante incassi regolarmente da oltre 18 anni il pagamento delle bollette dagli utenti non ha pagato il milione di euro dovuti ad acqualatina per acquistare l acqua che a questo punto gli utenti hanno già pagato conguagli vari più nello specifico che valore ha oggi 30 marzo 2012 la delibera n°42 del 26 settembre scorso continua a pagina 3 politica sezze rosella è il quinto candidato le grandi manovre continuano attualita maenza pucci e l ati dell ostello due modi per dire la stessa cosa attualita latina anche il consiglio comunale si interroga sui terremoti cori prosegue la corsa elettorale del centrodestra con la ricci priverno disabili dossier di candian e ulteriore problema dissuasori pontinia bottoni e medici le novità sulla situazione urbanistica

[close]

p. 2

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 sezze la dondi non paga rubinetti a secco acqualatina ha deciso di ridurre il flusso di simone di giulio si apre un altro clamoroso capitolo nella lunghissima saga tra la città di sezze e la concessionaria del servizio idrico integrato costruzioni dondi spa stavolta però il nodo non riguarda i lavori svolti e non riconosciuti i dissidi tra ente e società il lodo le penali non riscosse la commissione di vigilanza mai convocata la rescissione della convenzione del 1994 o le decisioni di tribunale amministrativo regionale e consiglio di stato stavolta il nodo coinvolge la società mista a prevalente capitale pubblico che gestisce il servizio idrico integrato nell ambito territoriale ottimale n.4 ­ lazio meridionale acqualatina che in una nota ha affermato l intenzione di procedere alla riduzione del flusso idrico nel comune di sezze a causa del grave e perdurante debito maturato dalla costruzioni dondi nella missiva di acqualatina si legge in riferimento alla nota pubblicata in data 15 marzo scorso in merito alla situazione di grave e perdurante morosità della dondi per il servizio di distribuzione idrica all ingrosso ad essa fornito si rende noto che acqualatina si vede costretta suo malgrado ad effettuare una riduzione del flusso idrico che avrà un impatto sull intera popolazione del comune di sezze tutti gli sforzi effettuati da acqualatina ­ prosegue la nota ­ tesi ad un ipotesi di soluzione del problema con azioni dapprima bonarie poi giudiziarie allo stato attuale non hanno prodotto alcun effetto acqualatina si rammarica di dover attuare una soluzione di questo genere che andrà a causare un disagio all incolpevole cittadinanza di sezze ma la situazione creditoria è estremamente preoccupante preme ricordare che la società sostiene dei costi elevatissimi per rendere disponibile il servizio a tutto il comune di sezze e si tratta di costi vivi il cui pagamento non è certo procrastinabile e la morosità della dondi si parla di una cifra che supera il milione di euro ndr sta causando dei forti disequilibri finanziari È inoltre dovere di acqualatina garantire in qualità di gestore unico di un pubblico servizio l equità nei confronti dei cittadini del territorio gestito e in quest ottica non ci si può esimere dal mettere in atto tutto quanto possibile per porre rimedio ad una situazione di grave inadempimento finanziario anche per rispetto ai cittadini degli altri comuni la riduzione del flusso inizierà il prossimo giovedì 29 marzo e proseguirà fintanto che non si troverà una soluzione ­ conclude la nota di acqualatina ­ garantirà comunque il livello dei volumi d acqua previsti per il comune di sezze dal piano rego latore generale acquedotti un autentica mazzata soprattutto per i cittadini ancora una volta l ennesima ma ormai è una sorta di consuetudine vittime di un sistema che forse anche in considerazione dei risultati del referendum dello scorso anno andrebbe modificato il paradosso è che uno dei temi del referendum riguardava la possibilità di guadagnare sull acqua casus belli di questa ultima sicuramente evitabile involuzione della situazione direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione il 28 marzo 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 sezze il circo barnum ha riaperto i tendoni l intervento del movimento libero iniziativa sociale di simone di giulio l ultima notizia sul fronte acqua non ha lasciato insensibili i responsabili del movimento libero iniziativa sociale che in una nota hanno espresso tutte le proprie perplessità sul nuovo caso che coinvolge la società che gestisce il servizio idrico integrato dal 1994 nella nota si legge il circo barnum ha riaperto i tendoni risate a non finire sulla questione dondi sono nuovamente iniziate le comiche dentro la dondi fuori la dondi dentro acqualatina fuori acqualatina e da parte dei politici di sezze fregnacce a non finire chi ha consegnato l acquedotto comunale alla dondi da quasi 20 anni chi l ha tutelata ed utilizzata in tutto questo tempo adesso vorrebbe far credere agli allocchi sempre pronti ad abboccare che non la vorrebbe più per quelle stesse motivazioni che da sempre ci hanno impegnati a contestare la gestione idrica e fognaria locale scontrandoci duramente contro il muro di gomma di queste stesse facce di tolla campioni di giravolte ma attenzione attenzione acqualatina è alle porte non vi fischiano le orecchie comunque stiano le cose e le cose non sono mai come si cerca di farle apparire noi che dissetiamo tutto il pontino noi cittadini di un territorio comunale ricchissimo di fonti ci troviamo nell assurda condizione creata dalla classe politica che ci ha amministrato e continua ad amministrarci di vessati da tariffe idriche spropositate e di espropriati dei propri beni naturali noi che avremmo potuto arricchirci con una gestione oculata del nostro acquedotto lo abbiamo visto consegnare in mani private per arrivare all assurdo di una erogazione centellinata con buona pace di referendum vari a tal proposito prosegue la nota firmata dai responsabili del mlis non abbiamo dimenticato che il campione di questa politica titta giorgi negò anni fa la richiesta di un referendum consultivo popolare sulla gestione dondi presentata e protocollata in comune da centinaia di sezzesi come non abbiamo dimenticato i nomi di tutti coloro che hanno condotto sezze nel vicolo cieco di questa gestione personaggi che insieme alla faccia di tolla hanno anche quella tosta di continuare a chiedere il voto candidandosi addirittura alla carica di sindaco e ci riferiamo a zarra lidano i ludi cartacei conclude la nota del movimento libero iniziativa sociale sono alle porte è tempo di spararle grosse viene proprio la voglia di chiamarsi fuori per farli cuocere nel loro brodo ci vadano loro a prendere acqua con il manicuto dalla prima pagina per i meno attenti si ricorda che quel giorno il consiglio votò lo scioglimento immediato della convenzione del 1994 e la riconsegna degli impianti al comune utilizzando anche i toni trionfalistici tipici dell evento che cambiava la storia della città il tar non è entrato nel merito il consiglio di stato invece ha accettato la sospensiva richiesta dalla dondi quindi quella delibera si può usare come un kleenex o ha ancora valore fino a prova contraria e la dondi in tutto ciò ha ancora la gestione del servizio idrico può chiedere le bollette può decidere di non pagare acqualatina e lasciare a secco i rubinetti degli utenti sempre quelli che l acqua l hanno già pagata e ancora più nel dettaglio dell aumento arrivato sulle nuove bollette il comune era a conoscenza perché non lo ha comunicato ai cittadini che mediamente si sono visti lievitare il costo di circa il 10 proprio le nuove bollette inviate di recente dalla società di rovigo aprono un ulteriore dilemma che cos è la d.g holding srl perché dopo diciassette anni il bollettino di pagamento non è più intestato alla dondi ma è intestato a questa società perché cercando risposte su internet questa società risulta avere sede a rovigo in via delle industrie 13a guarda caso stessa sede della costruzioni dondi spa perché c è addirittura lo stesso numero di telefono ha cambiato nome la dondi il comune lo sapeva i cittadini avrebbero dovuto esserne informati perché i soldi di queste bollette devono finire alla d.g holding srl sta scritto sulla convenzione o sull atto aggiuntivo del 1997 senza volere creare allarmismi chi ci assicura che la d.g holding srl non sia la stessa società una bad company con sede negli stati uniti nel delaware per la precisione che nel 2008 aveva rilevato gran parte delle società decotte del cosiddetto gruppo rubeo poi fallito incorporandole a sé qualcuno ha qualche dubbio e lecito per i cittadini in mancanza di conferme o smentite sospendere i pagamenti delle bollette in attesa di saperne di più e lecito farsi queste domande e avere la pretesa con le dovute proporzioni di ricevere risposte esaustive da chi di competenza o anche questo è eccessivo e punibile in un aula di tribunale 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 sezze e 5 anche rosella lancia la sua sfida candidato con nuovo polo mas e cristiano-popolari di simone di giulio a sei settimane dal voto a dieci giorni scarsi dalla consegna delle liste elettorali si infiamma l agora setina con la quinta candidatura alla carica di primo cittadino si tratta dell avvocato gian battista rosella che è stato presentato domenica mattina presso il central café la candidatura dell avvocato classe 1956 era nell aria da parecchi mesi ma la sua coalizione ha preferito attendere per permettere alle altre forze che si riconoscono nel centrodestra di analizzare tutte le dinamiche che porteranno al voto del 6 e 7 maggio a sostenere rosella tre liste il movimento di alleanza setina il nuovo polo e i cristiano-popolari mentre ha dato la propria adesione anche se non presenterà una sua lista il partito delle aziende nel suo intervento l ex presidente della spl sezze ha posto l accento sull immobilismo amministrativo che ha caratterizzato i cinque anni appena trascorsi con campoli alla guida della città mettendo in risalto alcuni temi importanti sui quali concentrerà la sua campagna elettorale la sicurezza la viabilità e le modifiche apportate alla variante del piano regolatore generale da un punto di vista politico la sua candidatura si è resa necessaria per creare un alternativa di governo rosella ha confessato di aver voluto renderla pubblica solo a poche settimane dal voto per lavorare ad una sinergia con le altre forze politiche che si ritrovano negli ideali del centrodestra ottime le intenzioni pessimo evidentemente il risultato con la conseguenza che ci saranno tre contendenti nella stessa area politica di riferimento zarra per il popolo della libertà casillo per l altra faccia della politica e rosella appunto per nuovo polo mas e cristiano-popolari lo stesso rosella comunque ha precisato che fino alla presentazione delle liste prevista per il 3 aprile può succedere ancora di tutto ma qualcuno dovrò necessariamente fare dei passi indietro proprio in questa ottica l ultima settimana è stata incentrata sul dubbio amletico riguardo la candidatura dello stesso casillo che voci di popolo avrebbe serie difficoltà a mettere insieme i candidati per la sua lista discorso diverso per il popolo della libertà che sostiene la candidatura di lidano zarra i responsabili locali del partito hanno fatto sapere in via ufficiosa che la lista sarebbe pronta chiudendo le porte ad eventuali ripensamenti la settimana appena trascorsa è stata caratterizzata anche dalle mosse di alleanza per l italia il partito di rutelli grazie all opera del suo coordinatore provinciale alessandro aielli ha messo a segno due colpi importanti dopo reginaldi è entrato nel partito l assessore pietro bernabei qualche settimana dopo la sua uscita rocambolesca dall unione di centro il partito di pio tacconi dal canto suo ancora nell incertezza dell accordo con il pd anche se sembra ormai arrivato ad essere realizzato perde altri pezzi importanti ad inizio settimana sono arrivate le dimissioni irrevocabili di pasquale casalini deluso dall atteggiamento del direttivo nei confronti delle sue proposte anche casalini come bernabei qualche settimana prima potrebbe essere tentato dall ingresso nell api andando a rinforzare un gruppo che conterebbe su numeri importanti per la conferma bisognerà attendere fino a martedì alle 12 termine ultimo per la presentazione delle liste solo allora potrà partire davvero la campagna elettorale 2012 4

[close]

p. 5

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 latina in consiglio si tratta l emergenza terremoti di simone di giulio il consiglio comunale di latina si è riunito la mattina di martedì 27 marzo in seduta straordinaria su convocazione per una sessione tecnico-scientifica sulle scosse di terremoto che si sono registrate negli ultimi mesi i geologi della regione lazio antonio colombi e fabio meloni responsabili dell ufficio geologico e sismico della regione hanno illustrato la situazione in merito agli eventi sismici alla presenza tra gli altri del prefetto antonio d acunto che ha sottolineato come la prefettura abbia già convocato un apposita riunione tecnica di coordinamento sul tema cerchiamo ­ ha esordito il presidente del consiglio comunale nicola calandrini ­ di dare corso ad una idea di `servizio di questa assemblea la presenza di tecnici altamente qualificati serve non a rassicurare non ad allarmare ma ad informare in modo scientifico la comunità di cosa sta accadendo nel territorio ringrazio in particolare i tecnici della regione per il lavoro che stanno svolgendo e per questo momento di informazione di conoscenza e i spiegazioni delle azioni che saranno messe in campo per verificare gli sviluppi del fenomeno calandrini ha annunciato che il direttore nazionale del centro terremoti dott giulio selvaggi coordinerà un apposito monitoraggio attraverso la escavazione di un pozzo nella zona interessata questo consiglio ­ ha affermato il sindaco giovanni di giorgi ­ rappresenta un importante momento di approfondimento tecnico-scientifico per chiarire e specificare gli aspetti di questa vicenda stiamo rafforzando l ufficio di protezione civile che sarà una struttura autonoma nel 1° settore di staff dotata di tutti i mezzi necessari ringrazio il prefetto per la sua sensibilità e per l azione di coordinamento in questa attività di prevenzione e il presidente calandrini per aver convocato questo consiglio l assessore comunale alla protezione civile gianluca di cocco ha invece illustrato le azioni poste in essere dal suo assessorato relativamente alla vicenda delle scosse di terremoto roma-latina i radicali vogliono saperne di più chiesta l istituzione di una commissione roma-latina i radicali vogliono saperne di più e subito per questo motivo anche alla camera dei deputati i parlamentari radicali hanno depositato la richiesta di istituzione di una commissione d inchiesta sulla roma-latina come già fatto in consiglio regionale affinché sia fatta luce su una vicenda che da anni vede contenziosi legali con ingenti oneri a carico dei cittadini laziali e praticamente nulla della grande opera autostradale ad entrare nel merito della spinosa questione i consiglieri regionali giuseppe rossodivita e rocco berardo della lista bonino pannella federalisti europei che in una nota hanno spiegato È necessario che vengano appurate le responsabilità politiche e amministrative e gli effettivi oneri in parte sostenuti in parte a rischio di accertamento relativamente ad una grande opera che nel tempo è stata sempre definita dai diversi governatori una grande opportunità per la regione ma che ancora di fatto non è partita questa commissione di inchiesta che potrà procedere alle indagini e agli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell autorità giudiziaria dovrà procedere ­ continuano i due espo nenti della pisana ­ al recupero di tutta la documentazione esistente in relazione alla costituzione della arcea lazio spa e della autostrade del lazio spa alla scelta dei soci privati alla documentazione relativa alla progettazione dell opera ivi compresi i dati relativi agli oneri sostenuti nonché ai ricorsi pendenti la commissione potrà richiedere l audizione di componenti della giunta regionale e convocare i soci gli amministratori i componenti degli organi di revisione contabile nonché i dirigenti e funzionari delle società siano essi in carica o cessati dal mandato alla data di entrata in vigore della legge di istituzione della commissione stessa nonché consultare ed acquisire ogni utile informazione anche da parte di privati cittadini 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 priverno un dossier contro le barriere architettoniche l allarme lanciato da domenico candian della giovane italia di mario giorgi la denuncia viene dai ragazzi della giovane italia che hanno deciso di aprire una sorta di dossier per gettare un fascio di luce su tutti quei luoghi e quelle strade di priverno inaccessibili ai più svantaggiati e in particolare ai portatori di handicap costretti su una sedia a rotelle a parlarne è domenico candian del movimento politico giovanile privernate che racconta un esperienza fatta in prima persona vi assicuro ­ ha dichiarato che trasportare la sedia a rotelle per la strada è stata un impresa difficoltosa e la cosa assurda è che ero io a spingerla e la sedia a rotelle era vuota eppure continua l esponente di giovane italia sono riuscito solo ad immaginare le difficoltà di coloro che sono costretti a viverci una vita intera su quella sedia e l impedimento che trovano nel fare una semplice `passeggiata per il paese ma che cos è una barriera architettonica candian lo spiega a chi probabilmente della questione non si preoccupa più di tanto con il termine ­ sottolinea si intende un elemento costruttivo che limita spostamenti e quindi contraddice il diritto di libertà di movimento perciò la barriera architettonica varia da persona a persona quello che potrebbe non essere per me un impedimento al mio muovermi liberamente potrebbe esserlo per gli altri fatta questa precisazione candian torna a priverno e più specificatamente alla frequentatissima via giacomo matteotti quanti di noi ­ si chiede l esponente di giovane italia hanno visto mamme con passeggini camminare lungo quella strada immaginando per un attimo che quei passeggini siano delle sedie a rotelle si capisce perfettamente che la situazione di quella strada è molto più preoccupante di quanto si pensi in primo luogo ­ è sempre domenico candian a parlare il marciapiede stesso che dovrebbe essere abbastanza ampio da poter passare con carrozzine risulta essere inadatto anche per una semplice passeggiata in coppia alla premessa segue una disamina più attenta per capire meglio di che si tratta pali dell illuminazione ai lati alberi al centro buche create dall usura dalle radici e dalla poca manutenzione come si può immaginare ­ insiste candian una persona in sedia a rotelle è impossibilitata 6 a camminarci sopra ma si potrebbe obiettare c è pur sempre l altro lato della strada quello dove sono situati i locali a scopo commerciale ma che un altro disastro secondo l esponente di giovane italia di là non esiste un vero e proprio marciapiede per lo più cemento in pendenza che serve a rialzare di poco il camminamento dal livello stradale a tratti totalmente assente pieno di scalini buche e purtroppo a causa anche dell inciviltà delle persone che la utilizzano come posto auto quella parte della strada è intransitabile per un disagiato carrozzato eppure il giovane privernate non crede che occorra molto per risolvere il problema forse solo un pò di buon senso da parte delle istituzioni e di civiltà da parte dei cittadini e si potrebbe avere un marciapiede adatto e abbastanza ampio da poter permettere ai portatori di handicap accompagnati una semplice passeggiata senza divincolarsi nel traffico e senza preoccuparsi delle automobili che camminano su quella strada la conclusione di domenico candian è semplice siamo nel 2012 è questa la nostra civiltà non hanno forse anche le persone svantaggiate il diritto ad essere libere di uscire non stanno forse già soffrendo abbastanza per il loro stato dobbiamo essere causa di maggiori difficoltà la risposta a queste domande candian la lascia a chi di competenza ricordando però che intanto tutti coloro che viaggiano con passeggini o sedie a rotelle sono costretti a subire in silenzio ovviamente non avendo nessuno che gli dia voce ma questo interevento dei ragazzi di giovane italia è già una denuncia cui qualcuno dovrà pur dare una risposta.

[close]

p. 7

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 priverno e ci si mettono pure i nuovi dissuasori triste episodio di un ragazzo in carrozzella costretto a scendere dall auto di mario giorgi che i nuovi dissuasori avrebbero provocato dei mogugni lo avevano messo in preventivo in molti non tutti però avevano fatto i conti con alcuni disagi che rischiano di rivelarsi spiacevoli e paradossali veniamo al dunque non tutti a priverno frequentano la piazza principale del paese e soprattutto nel primo pomeriggio del sabato quando si alzano automaticamente i dissuasori a scomparsa posti dall amministrazione comunale in tre punti porta romana san nicola e piazza giovanni xxiii appunto e così pochi sono stati i testimoni di una vicenda verificatasi nel pomeriggio di sabato 24 marzo che ha visto protagonista il dissuasore di piazza e in qualche modo vittima un disabile dell episodio è stato testimone il presidente dell associazione di volontariato lepino contro la sclerosi multipla ester nando andreoli che lo ha raccontato al coordinatore del circolo cittadino del partito democratico anna maria bilancia che lo ha segnalato agli organi di informazione pare che la diffusione della notizia sia stata richiesta dallo stesso andreoli in difficoltà con la posta elettronica l episodio ­ che bilancia definisce gravissimo e che ha visto coinvolto un disabile ­ si sarebbe verificato tra le 16 e le 16:30 di sabato scorso un automobile che proveniva da via domenico marzi trovando sollevato il dissuasore della barriera che separa la piazza del comune dall ultimo tratto di via consolare non ha potuto procedere in quella direzione e l autista avendo cercato invano il modo di far abbassare il dissuasore ha dovuto bloccare la macchina dall auto il conducente ha dovuto far scendere un disabile che è stato poi messo su una sedia a rotelle per poter proseguire verso via consolare con il disagio e l umiliazione che questo ha comportato il punto dolente naturalmente secondo anna maria bilancia è come mal si coniuga il nuovo sistema di interdizione al traffico con le varie e particolari situazioni che possono presentarsi la condizione dei disabili è una di queste e non può non essere presa in considerazione con il rischio che accadano episodi come quello di sabato scorso vorremmo sapere ­ sottolinea la coordinatrice pd come il comune ha pensato se lo ha pensato di prevenire e risolvere il problema della circolazione dei disabili o di quelle persone che hanno bisogno dell automobile e che con i dissuasori alzati non possono utilizzarla bilancia infine definisce straordinariamente superficiale e disorientante per tutti noi il modo con cui questi amministratori decidono modificano sperimentano eliminano o introducono iniziative usi e norme senza mai in nessun contesto dare le giuste informazioni sensibilizzare i cittadini coinvolgerli in qualche modo fanno quello che si suol dire il bello e il cattivo tempo anche se mi pare che ormai da noi il tempo sia spesso cattivo 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 priverno la salita per le tasse gli uffici tre esse sono un martirio in più di mario giorgi fino a qualche giorno fa era possibile avere ogni tipo di informazione sui tributi comunali recandosi direttamente in un ufficio del palazzo fornito di una sala d aspetto certamente piccola ma al coperto e dotata di qualche sedia per le attese più lunghe da qualche giorno invece espletata la gara regolare il servizio è stato affidato ad una società esterna che ha fissato la propria sede operativa in un piccolo locale di via umberto 1° la salita che porta al cinema teatro comunale nel quale non c è ombra di una pur piccola sala d aspetto con gruppi di cittadini è esperienza di questi primi giorni costretti ad attendere fuori in strada al sole per ora al freddo e alla pioggia in altra stagione e possibile che nel capitolato non ci fosse anche la clausola di una sede idonea all espletamento di questo servizio nel modo migliore rispettoso soprattutto dei cittadini e della loro dignità e possibile che si debba fare anche penitenza per pagare tributi che in definitiva tengono in piedi tutta la macchina comunale la considerazione e le domande finali sono del consigliere comunale di opposizione federico d arcangeli sel ma contemporaneamente ci è giunta la segnalazione di un altra persona un pensionato che ha sperimentato sulla sua pelle la partenza impropria del servizio della società che dovrà riscuotere i tributi del comune dunque il cittadino in questione la settimana scorsa non sapendo quando la nuova società sarebbe diventata operativa si è recato al vecchio ufficio tributi ma si è sentito rispondere dagli impiegati comunali che proprio da quel giorno mercoledì 21 marzo ­ non potevano procedere all operazione richiesta uno sgravio ndr in quanto tutto era passato nelle mani della società tre esse italia srl di supino frosinone il povero pensionato ha attraversato la piazza principale del paese ed ha raggiunto il civico 15 di via umberto 1° 1à dove ha trovato letteralmente in mezzo alla strada che peraltro è a doppio senso di circolazione per le automobili cinque o sei persone che erano in attesa di essere ricevute da un solo impiegato fatta la fila avuto l accesso al colloquio con il dipendente della società si è sentito rispondere di passare tra una settimana perché l ufficio non era ancora in possesso di alcun dato una sola nota a margine non si poteva aspettare prima di togliere l incarico all ormai ex ufficio tributi che l ufficio della tre esse italia caricasse tutti i dati sui suoi computer mah giovani versus macci domani il confronto nella sala cerimonie di mario giorgi campo anziché al presidente della provincia al sindaco della propria città il meeting sarà moderato dal presidente del consiglio dei giovani alessandro miccinilli un momento di puro confronto dice miccinilli per confrontarsi con il vero mondo politico la politica aggiunge non è un qualcosa di astratto la politica è tutto ciò che ci circonda ogni tipo di scelta ogni ragionamento che si può affrontare ruotano intorno alla politica noi giovani siamo chiamati ad interessarci della politica proprio perché è con essa che possiamo costruire il nostro futuro questo appuntamento precisa miccinilli venne proposto al termine del 2011 dall associazione 3l ma il consiglio espresse parere sfavorevole data la concomitanza di un altro evento e del poco tempo a disposizione per poterlo organizzare non certo perché contrario alla realizzazione dello stesso come si può facilmente evincere dal fatto che lo si è organizzato subito dopo in base al calendario del sindaco l organizzazione è stata curata dalla commissione associazionismo ed aggregazione giovanile in particolar modo dalla presidente sara d annibale e da gabriele politano assieme ai ragazzi dell associazione 3l naturalmente l evento è aperto a tutti i cittadini che vorranno partecipare si terrà sabato 31 marzo alle ore 17.30 presso la sala delle cerimonie del comune di priverno l incontro tra i giovani e il sindaco di priverno denominato giovani versus macci organizzato dal consiglio dei giovani di priverno e dall associazione 3l l incontro è un confronto tra i rappresentanti giovanili delle forze politiche di priverno ed il sindaco e si svolgerà sulla falsariga del giovani vs cusani organizzato il 15 luglio dello scorso anno anche questa volta i ragazzi impegnati nell attività politica potranno avere la possibilità di porre domande a tutto 8

[close]

p. 9

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 maenza due voci per una stessa campana ostello e pucci si beccano ma la ragione è comune niente turismo di luca morazzano uno screzio spiacevole e per certi versi e certi toni adoperati anche poco elegante quello che si è consumato la scorsa settimana su queste colonne e che ha visto coinvolti da una parte l avvocato alessandro pucci in qualità di segretario comunale di rifondazione comunista e dall altra la direzione dell ati che da anni gestisce l ostello san tommaso d aquino a maenza soprattutto per due motivi non trascurabili ovvero che la casa di alessandro pucci e l ostello sono confinanti e che alla fine la tesi di fondo che muove le lamentele di entrambi è comune l intervento a mezzo stampa di pucci infatti interrogando sui perché delle chiusure dell ostello voleva porre l accento sui motivi per i quali una struttura ricettiva rimanga priva di visitatori ritrovandosi costretta a momenti morti dal punto di vista della clientela a sua volta la risposta della direzione della struttura poneva le motivazioni della riduzione del personale e i momenti di vuoto alla mancanza di clienti portati da un flusso turistico pari allo zero se non per brevissimi periodi nel corso dell anno e il problema risiede proprio in questa considerazione e ovvio infatti che chi investe denaro nella gestione dell ostello una struttura anche se resta chiusa costa circa 2000 euro al mese tra affitto e canoni ha tutto l interesse affinché ci fosse un flusso di clienti tale da pagare le spese pagare gli stipendi al personale e magari da trarci pure un guadagno ma a conti fatti il flusso turistico di maenza costituisce il nocciolo della questione un problema vecchio anni e che di anno in anno si è aggravato anche per effetto della crisi economica che attanaglia l italia e tutti gli operatori del settore ricettivo visitatori stanziali per tali si intendono turisti che passano nel paese più di un giorno rimanendo quindi a pernottare non se ne vedono più e come dargli orto l offerta attrattiva maentina è piatta si concentra in pochissimi giorni l anno il venerdì santo la sagra delle ciliegie quella delle crespelle e la festa di san rocco lasciando buchi immensi per tutto il calendario se non per appuntamenti che si consumano nel giro di poche ore senza però chiamare al pernottamento in ciò una struttura ricettiva cosa può farci essa è deputata appunto a ricevere turismo non a muoverlo se non ci credete potete documentarvi della situazione anche dai gestori dei b&b presenti sul territorio a portare visitatori ci dovrebbero pensare le attrazioni turistiche ma proprio queste dove sono le bellezze architettoniche e naturalistiche del territorio non sono adeguatamente valorizzate e nemmeno il castello da una mano visto che il flusso che registra anche dopo l installazione del museo del paesaggio non è che cambi le carte in tavola il problema anzi resta e graverà sul groppone anche della prossima amministrazione visto che l attuale ha addirittura un contenzioso giuridico aperto con la direzione dell ostello la polemica di san tommaso lepinia critica il modus operandi nemmeno la rievocazione di san tommaso mette tutti d accordo lo strascico lasciato è fatto di polemiche legate ad un passato non troppo lontano a tirare fuori il cosiddetto scheletro dall armadio è la presidentessa dell associazione lepinia antonella fiore già in contrasto con l amministrazione nei mesi scorsi riguardo la concessione di utilizzo del castello che ci sia stata una rievocazione dell ultimo viaggio di san tommaso è positivo ma che adesso si cerchi di arrogarsi la paternità esclusiva dell intuizione non va assolutamente bene l associazione lepinia già nel 2005 si rese autrice della rievocazione del miracolo delle arringhe di san tommaso d aquino a maenza nell abito dell iniziative denominate `i castelli ci parlano patrocinate dalla compagnia dei lepini a maenza venne allestito il capitolo `sulle orme di san tommaso d aquino mettemmo in scena una rievocazione in costume con tanto di corteo storico che passò per le vie del centro fino ad arrivare al castello il tutto fu possibile grazie alla collaborazione di un associazione specializzata in rievocazioni medievali l evento durò più giorni corredato da convegni laboratori didattici e giornate di studio nonostante la riuscita dell evento la cosa non ebbe però seguito e le motivazioni non risiedono solo nel naufragio del progetto stile e ancora la fiore a spiegare le dinamiche che precedettero e seguirono la questione purtroppo già in quell occasione trovai delle difficoltà a coinvolgere le associazioni le istituzioni e le attività locali provai in fase di programmazione a tirare dentro tutte le componenti senza però giungere a risultati in particolare ho avuto problemi con l associazione della sacra rappresentazione del venerdì santo nella figura del suo presidente ricordo che non fu possibile affittare gli abiti da loro per via del prezzo troppo elevato rispetto al budget a disposizione ma soprattutto ricordo le anche alcune conversazioni telefoniche scelgo di ometterle per evitare possibili complicazioni giuridiche ndr che risultarono decisamente di cattivo gusto per non dire altro adesso mi fa piacere che si sia tornati a fare qualcosa per rinsaldare il rapporto tra maenza e san tommaso che può essere un veicolo di attrazione turistica per il paese ma rimarco che l atteggiamento a rifiutare e combattere le sinergie con altri interpreti è controproducente la manifestazione che in pratica mi è stata negata di realizzare non era altro che una riproposizione di quella del 2005 sempre legata a san tommaso ora che ho visto il cartellone dell assessorato alla cultura ne capisco i motivi lu.mor 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 sermoneta lotta senza tregua all abusivismo i risultati della polizia locale di simone di giulio linea dura del comune di sermoneta contro il fenomeno dell abusivismo edilizio dopo l indirizzo dato dall amministrazione e dalla commissione urbanistica di costituire una task force comunale con controlli periodici congiunti tra polizia locale e ufficio tecnico questo monitoraggio del territorio sta dando importanti risultati grazie all impegno dei vigili urbani di sermoneta comandati dal cap pietro bongo che hanno avviato l attività di controllo sulla base di iniziativa d ufficio e segnalazioni/esposti pervenuti presso il comune nel periodo compreso tra il 16 gennaio ed il 10 marzo sono stati posti in essere 35 accertamenti da cui sono stati riscontrati ben 21 illeciti di cui 10 illeciti amministrativi afferenti il cambio di destinazione d uso senza realizzazione di opere edili 3 casi di inottemperanza ad ordinanze di demolizione 2 casi di acquisizione sine justo titulo del possesso di fondo rurale afferente il comune di sermoneta 5 notizie di reato per realizzazione di opere edili senza giusto titolo art 44 dpr 380/2001 ed una notizia di reato per lavori senza permesso a costruire con relativo sequestro preventivo il monitoraggio viene posto in essere a scacchiera ossia variando le zone interessate dal controllo stesso per evitare il fumus persecutionis l attività di sopralluogo si completa con il perfezionamento della verifica degli atti costituenti il cosiddetto giusto titolo attraverso la tecnica incrociata in sostanza vengono comparati gli atti del soggetto titolare dell immobile o esecutore degli interventi edilizi e quelli in possesso dell ufficio tecnico comunale contestualmente il comando di polizia locale provvederà ad inoltrare specifica annotazione all agenzia delle entrate e alla guardia di finanza per ipotesi di violazione degli oneri fiscali e tributari determinati dal combinato violatorio della normativa edilizia questo controllo capillare del territorio proseguirà senza interruzione il fenomeno dell abusivismo fa sapere la polizia locale porta ad una alterazione del tessuto urbano dell intero territorio nonché un danno di tipo paesaggistico e ambientale oltre a danneggiare l erario e quindi l intera collettività lo scopo del monitoraggio è di evidenziare sul nascere nuove strutture abusive o cambi di destinazione d uso non autorizzati e attivare un deterrente a tale pratica bassiano oggi si inaugura la biblioteca manuzio e intitolata ad aldo manuzio umanista editore e tipografo nato a bassiano nel 1449 la biblioteca che si inaugura questa mattina nel centro lepino per la conversione dello stabile in biblioteca sono stati eseguiti una serie di lavori al fine di adattare la distribuzione al nuovo uso e rendere l edificio accessibile in ogni sua parte le scelte progettuali sono state determinate dalla presenza del bastione e di un piccolo tratto di mura l antica torre elemento architettonico di rilievo per forma e storia ha chiesto con la propria presenza di essere enfatizzata e di entrare a far parte dei percorsi interni l ingresso principale alla biblioteca dotato di sistema antitaccheggio e di telecamere a circuito chiuso si ha dal cortile interno nel primo ambiente si trova il bancone dell accoglienza e della consultazione dove sono allestite tre postazioni multimediali dietro le quali si snoda la scala di collegamento ai piani superiori la 10 parete opposta ospita gli armadietti per gli utenti nella seconda sala è stato demolito il solaio che su di un lato poggiava sulla muratura antica del bastione e delle mura mentre sugli altri tre lati è stata realizzata la libreria a tutta altezza con ballatoio alla quale si accede dalla sala adiacente al secondo piano trovano posto l ingresso al ballatoio della grande libreria nella sala del bastione e un altra sala di lettura mentre al terzo si collocano una sala di lettura con archivio di libri protetti e riposti sottochiave e i servizi igienici per rendere accessibile la biblioteca in ogni sua parte si è resa necessaria l adozione di un impianto elevatore meccanico l impianto di riscaldamento è a pavimento e non richiede temperature elevate di esercizio per questo sono stati installati pannelli solari per la produzione di acqua calda che lo alimentano insieme a una pompa di calore a basso consumo energetico.

[close]

p. 11

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 cori ricci il mio governo sarà lontano da cricche e ideologie prosegue la campagna elettorale della candidata del centrodestra di simone di giulio prosegue senza sosta la campagna elettorale di cristina ricci candidata alla carica di sindaco di cori in una coalizione di centrodestra i comizi che si sono svolti in questo fine settimana d inizio primavera sono stati caratterizzati dalla dichiarazione dei partiti dell unità politica nel nome del bene comune e dall intervento di cristina ricci che ha premuto molto sulla necessità di ripartire da una progettualità per i giovani e da realizzare con i giovani e da politiche di sostegno alla famiglia a cominciare dalla sicurezza nelle strade e nelle scuole fino a sostenere la necessità per qualsiasi istituzione comune in primis di impegnarsi sul fronte del problema lavoro dopo la presentazione della candidata da parte dei coordinatori locali di popolo della libertà futuro e libertà e unione di centro cristina ricci ha parlato del sogno che ha per il suo paese un sogno che sta coltivando insieme ai cittadini con cui quotidianamente dialoga per scrivere il suo programma perché la lista di cristina ricci fanno sapere dal suo entourage è sì sostenuta dai partiti ma è innanzitutto una lista civica pronta ad accogliere chiunque voglia dare il proprio contributo per dare un volto nuovo a cori durante il suo intervento d esordio che ha catalizzato l attenzione di tantissimi cittadini come non succedeva da tempo segno che la città ha voglia di ascoltare una voce e una sensibilità nuova la candidata che sfiderà tommaso conti alle elezioni del maggio prossimo ha premuto molto sul fatto che per governare bene bisogna mettere lontano le ideologie e accettare tutte le proposte valide per rinnovare cori nella mia amministrazione ha detto cristina ricci non ci sarà spazio per le ideologie e neanche per le cricche specialmente per quanto riguarda gli appalti per i quali pretendo la trasparenza assoluta e che siano aperti a tutti e non solo a gruppi ristretti cori deve respirare aria pulita deve tornare ad essere sicura e a misura di famiglia rifiuti in strada parte la videosorveglianza in dotazione al comando del corpo forestale dello stato e a quello della polizia locale di simone di giulio l amministrazione comunale ha dotato di sistemi di videosorveglianza il comando del corpo forestale dello stato di cori e quello della polizia locale l obiettivo è quello di potenziare il controllo per la salvaguardia dell ambiente e del territorio ­ ha spiegato il sindaco tommaso conti ­ in particolare per combattere l abbandono di rifiuti per strada e prevenire la formazione di micro discariche abusive il monitoraggio riguarderà alcune zone a rischio già individuate tra cori e giulianello e andrà a costituire un valido supporto a quella che è la normale attività investigativa e di pattugliamento svolta dai soggetti preposti e che ogni anno si conclude con l applicazione di una quindicina di sanzioni amministrative ai trasgressori cui si riesce a risalire un dato significativo ­ hanno commentato i rappresentanti del corpo forestale dello stato che oltre a dimostrare la bontà dell azione di controllo locale delle forze dell ordine conferma che a livello provinciale il comune di cori è uno dei meno interessati da questa problematica anche a seguito dell introduzione della raccolta differenziata porta a porta per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti legno inerti e materiale elettrico ed elettronico l amministrazione comunale ha creato il centro di raccolta in via degli artigiani dove tutti i cittadini possono conferire gratuitamente questi rifiuti anziché abbandonarli per strada limitare al massimo l abbandono di rifiuti per strada è innanzitutto una testimonianza di civiltà e di amore per l ambiente ­ ha concluso il primo cittadino tommaso conti a margine della consegna delle strumentazioni ­ ma significa anche sgravare il comune di un onere di spesa aggiuntivo dato che gli interventi di bonifica delle micro discariche hanno un costo 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 pontinia riunione per l urbanistica bottoni e medici presentano la proposta di roberto tartaglia su proposta dei due ingegneri e consiglieri carlo medici e giovanni bottoni nei giorni scorsi è stata indetta una riunione che ha visto partecipi 15 tecnici del comune lo scopo è stato quello di studiare un regolamento edilizio in grado di far fronte al nuovo volto urbanistico di pontinia e semplificare i procedimenti amministrativi che come spesso accade in questi casi si sono rivelati troppe volte complicati e tortuosi i tecnici inoltre hanno discusso del nuovo piano casa in merito al quale il consiglio è stato chiamato ad adottare una deliberazione particolare per il centro urbano nei primi giorni di aprile in tal senso dovrebbe essere emanata dalla regione lazio una nuova circolare che andrà a interessare la parte più ampia del territorio comunale di pontinia quella periferica intanto proprio il centro urbano da qualche mese sembra essere diventato un enorme cantiere edile senza interruzioni molti sono infatti gli abbattimenti di vecchie strutture e la costruzione di nuove palazzine cantieri che come ha dichiarato lo stesso medici altro non sarebbero che un ammodernamento della città previsto nel piano triennale delle opere pubbliche dopotutto la maggioranza specie l udc ha mantenuto la parola data in campagna elettorale il consigliere carlo medici in merito al piano particolareggiato del comune ha dichiarato che grazie ad esso l amministrazione comunale ha dato il via all ammodernamento della zona b quella adiacente al centro storico per capirci così ­ prosegue medici i proprietari di piccoli appartamenti vecchi di decine di anni hanno la possibilità di trasformare la loro abitazione in una palazzina e ulteriori sviluppi sono previsti anche per la zona di borgo pasubio e per i terreni tra la migliara 47 e strada della striscia poi finalmente nella riunione è stato preso in esame anche il problema della forte presenza di amianto che ancora si può riscontrare in alcune costruzioni di campagna specialmente magazzini capannoni stalle e fienili il sindaco tombolillo e l assessore all ambiente valterino battisti si sono rivolti alla regione lazio per far fronte a tale problema chiedendo un intervento con propri contributi così da coprire le spese necessarie alla rimozione dell ormai universalmente riconosciuto composto killer continuano gli incendi sospetti ultimo caso un magazzino sulla migliara 52 di roberto tartaglia nella campagna del comune di pontinia c è qualcosa che non va e non bisogna essere sherlock holmes per intuirlo lo scorso 26 marzo intorno alle ore 12:00 infatti è scoppiato il terzo incendio dell ultimo mese questa volta a farne le spese è stato un magazzino situato in una traversa della migliara 52 i vigili del fuoco sono accorsi immediatamente anche perché la situazione era davvero preoccupante nel magazzino insieme a frigoriferi e strutture in legno tipiche di un chiosco facilmente infiammabili erano presenti anche bombole di gpl che avrebbero potuto provocare un esplosione pericolosissima il magazzino in realtà una baracca in lamiere è anche circondato da canneti secchi che hanno alimentato l incendio tanto da distruggere anche ciò che c era intorno come i cavi di telefonia che bruciando hanno interrotto il servizio all intera strada i vigili del fuoco sono stati costretti a intervenire con due autopompe e l intervento è stato tutt altro che semplice mentre nei due casi precedenti era stata subito comprovata la natura dolosa dell incendio in questo caso ci sono molte riserve in merito a un primo sguardo sembra che il materiale contenuto nel capannone fosse di uno dei tanti stabilimenti balneari che affollano il lungo12 mare di sabaudia nei mesi estivi e qualora anche in questo caso venisse accertata la natura dolosa del fatto le ipotesi in merito potrebbero essere diverse e con molte sfaccettature sì perché anche nei casi precedenti oggetto del danno sono state attività commerciali circa un mese fa infatti in località cotarda un presunto tentativo di furto andato male ha portato i delinquenti ad appiccare il fuoco non appena vistisi scoperti e qualche settimana dopo è toccato alla famiglia renzi subire ingenti danni il modus operandi è stato sempre lo stesso i guardiani si rendono conto che qualcosa non va avvertono i titolari e poi si alzano le fiamme nel secondo caso in aggiunta i delinquenti hanno preso di mira prima l azienda agricola della famiglia che si trova sulla migliara 54 nel comune di sabaudia per poi passare a incendiare i capannoni insistenti sul retro dell abitazione dei renzi a pochi chilometri di distanza nel comune di pontinia i carabinieri stanno indagando ma intanto la paura inizia a serpeggiare nella periferia del paese.

[close]

p. 13

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 cultura a sermoneta tornano i templari i segni in mostra al chiostro dell abbazia di valvisciolo di luca morazzano i cavalieri templari e i monti lepini un legame provato dalla storia e confermato da segni ineluttabili uno dei centri dove è maggiormente evidente la presenza in epoca medievale e rinascimentale dei templari i famosi monaci-soldati vissuti tra il 1100 e il 1300 nel bacino del mediterraneo nella penisola iberica in francia inghilterra europa centrale è proprio sermoneta quest anno è il chiostro dell abbazia di valvisciolo che farà da cornice alla seconda edizione della mostra simbologia templare medioevale rinascimentale a sermoneta curata dall archeoclub di sermoneta con il patrocinio dell amministrazione comunale che vuole far conoscere attraverso le immagini fotografiche e la ricerca storica ad esse correlate le diverse tipologie di simboli presenti nel nostro territorio l obiettivo è quello di creare un percorso che come afferma la storica sonia testa si snoda tra i vicoli di sermoneta e nella pianura atto alla scoperta di antichi simboli custodi forse di segreti ancora da decifrare che a volte celano valenze apotropaiche o religiose o che spesso corrispondono ad un intento moraleggiante immagini che vanno al di là della loro apparenza numerosi sono i simboli presenti soprattutto nell abbazia di valvisciolo in particolare nel chiostro come l agnello portacroce uccelli lucertole fiori tutti con un chiaro riferimento alla religione cristiana e in particolare alla risurrezione spiega dante ceccarini presidente dell archoeclub di sermoneta stiamo parlando di tutta una serie di segni e di testimonianze scolpite nelle pietre stesse di sermoneta scalini infissi portali di chiese case private vicoli vie davanti ai quali tutti i giorni passiamo o che addirittura calpestiamo senza rendercene conto o comunque senza apprezzare a pieno la loro simbologia la loro storia e il loro significato alcuni di questi sono segni che la tradizione collega ai templari e sono le famose croci patenti le triplici cinte o labirinti gli omphalos i fiori della vita i nodi di salomone o ancora il famoso sator a forma circolare dell abbazia di valvisciolo l unico in italia a forma radiale oltre a questi segni ne esistono a sermoneta altri di natura devozionale e religiosa come il segno ihs sormontato da una croce da collegarsi alla confraternita del nome del gesù istituita nel 1580 da beatrice caetani ma anche simboli curiosi come la scimmia in pietra presso la porta annibaldi a sermoneta che sta ad indicare l antico monte dei pegni gestito dagli ebrei e di cui è diffuso il motto mò riscùgli aglio bbanco della scìgnnia adesso riscuoti al banco della scimmia la mostra sarà visitabile dal 31 marzo 2012 con la paqua arriva la ricetta con le uova di paola bernasconi una rubrica di cucina no grazie ma pasqua sta arrivando e a me è venuta in mente una ricetta facile facile preparata qualche tempo fa proprio in occasione delle festività pasquali e visto che sono una generosa eccola a voi provatela mangiatela e poi fate sapere a mondore@le se l avete gradita potete preparare questo piatto per un antipasto bello sostanzioso in fondo è pasqua e i peccati di gola sono giustificati o anche come un secondo barra contorno fate come volete magari non preparatelo per ogni commensale ma lasciatene solo qualche assaggino sulla tavola in qualsiasi modo decidiate di cucinarlo e mangiarlo fatelo vale la pena si tratta di uova sode condite è pasqua e le uova sono obbligatorie in tutte le forme su letto di insalata queste dosi sono per quattro persone poi regolatevi da soli preparate prima di tutto quattro uova sode fate così portate ad ebollizione l acqua in un pentolino e adagiatevi le uova aspettate otto minuti e toglietele da lì non aspettate oltre altrimenti il tuorlo assumerà un colore verdastro e la consistenza non sarà morbida passatele sotto il getto dell acqua fredda eliminate con delicatezza il guscio e tagliatele a metà svuotatele dei tuorli e metteteli in una ciotola capiente lavorandoli con un cucchiaio di legno a parte preparate un trito sminuzzando tre o quattro capperi e tre alici aggiungete poi un cucchiaio di olio un pizzico di paprika dolce e un cucchiaio di maionese mescolate bene il tutto incorporate ora il composto ai tuorli precedentemente lavorati e mescolate bene dovrete avere una farcia soffice e piuttosto liscia nel caso in cui i tuorli abbiano asciutto troppo il composto aumentate l olio o la maionese prendete ora le metà delle uova sode e riempitele con questa crema intanto lavate 200 gr di songino o valeriana asciugatelo bene e condite con olio extravergine d oliva e sale lavate anche quattro ravanelli e tagliateli in quattro parti preparate ogni piatto adagiando l insalata condita come base sulla quale poserete due metà delle uova sode farcite ed un ravanello a testa se volete abbellire un po spolverate il piatto con della paprika che oltre a dare colore mostra la spezia che avete usato per insaporire il ripieno il tempo di preparazione quindici minuti al massimo potete anche provare una variante alla ricetta ancora più semplice e veloce della prima dopo aver preparato le uova sode mescolatene i tuorli con del tonno al naturale e della maionese in due minuti avrete la farcia con la quale riempirle 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 cultura `il sacro nel contemporaneo in mostra a sezze di paola bernasconi È stata inaugurata sabato scorso a sezze la mostra il sacro nel contemporaneo che sarà visibile fino al 14 aprile presso il museo archeologico in largo b buozzi l evento è patrocinato dal comune di sezze dall associazione della passione di cristo e raccoglie le opere di tutti quegli artisti che hanno voluto partecipare esprimendo una propria visione del sacro anche alla luce delle trasformazioni della nostra cultura nell atrio del museo del centro storico setino il visitatore è accolto da un installazione di cecilia bossi sul tema della croce da lì in poi la mostra si snoda tra una quarantina di opere provenienti da altrettanti artisti tutti differenti tra loro per la pittura più rappresentativa potrete vedere le opere di giovanna corsaro maria ceccarelli in arte mac vincenza costantini paul de haan lidia losurdo egidio scardamaglia selly anna maria tessaro tommaso brusca giuseppe de angelis silvio sangiorgi e romano de romanis si prosegue poi con una crocifissione in ceramica raku di gaetano barbone una formella in terracotta di riccardo paolucci sulla xiii stazione della via crucis e un bassorilievo sempre sul tema di gesù crocifisso di giovanni colorito sempre nell area dell arte figurativa troviamo anche mauro marchini lucia pomilio marina assenza maria rosaria ciripompa antonella pennarella angela scappaticci rosita sfischio giovanna gallo anna salvati daniela panebianco franco notarfonso bruno pasqualucci e lorenzo toti in questa sezione anche quattro giovani artisti promettenti come alexander ozerski mauro kronstadiano fiore marco sciarpa e davide iacovella allontanandoci dalla rappresentazione più pura per arrivare ad opere dall espressione più particolare possiamo vedere francesca cassoni felixandro cristina messora stefano sorrentino gianna zanafredi e romano pasqualucci per le opere su carta ci sono maestri come remo brindisi primo conti umberto mastroianni luciano minguzzi e sante monachesi a cui si aggiungono altri apprezzati artisti italiani come roberto venturoni e igina colabucci balla un ulteriore opera che va ad arricchire la mostra è il san gerolamo o le tre età una riproduzione su carta di renato guttuso firmata dall artista all interno della stessa sezione troviamo anche golgota un incisione densa di particolari narrativi di maurilio cucinotta e l angelo dell annunciazione una ceramica raku di maria felice petyx fanno infine parte della collezione permanente del museo archeologico due opere sul tema del cristo crocifisso di gabriele iagnocco e di luigi centra potete visitare la mostra il martedì il mercoledì e la domenica dalle 9 alle 13 il giovedì venerdì e sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 musica mostre e teatri tanti eventi pre pasquali di paola bernasconi forza un altro fine settimana e siamo a pasqua va bene pasqua non è natale le vacanze passano in un soffio e sembra tutta una gran fregatura è vero lo è ma almeno qualche ora di riposo possiamo pure godercela quindi coraggio intanto ecco quello che c è da fare in questo fine settimana partiamo come sempre da latina per la serata la città si propone a voi con uno spettacolo teatrale allo spazio corde di via dei boi 57 trash tv trance alessandra novaga alla chitarra elettrica dalle 20.30 gli amanti della musica live possono invece scegliere il circolo hemingway in piazza moro dove si esibirà la band dei misantropus appuntamento intorno alle 22 passiamo al sabato sempre nel capoluogo altri eventi teatrali e musicali alla casa del combattente di piazza san marco alle 21 raabe teatro con il patrocinio e la collaborazione dell istituto alcide cervi presentano lo spettacolo una famiglia italiana storia dei cervi di campegine un documentario teatrale di stefania di nuzzo ed emanuela garimberti che verrà replicato anche domenica alle 18 il teatro moderno offre invece alle 21 il ponte di pietre e la pelle di immagini uno spettacolo di daniel danis che rientra nella rassegna de i teatri del sacro la regia è di amandio pinheiro mentre gli interpreti sono laura nardi e lino musella per tornare indietro sulle musiche dei nomadi la tribute band anime si esibisce al conny s cafè mentre al the rockin on stage c è la band red summer tape alla cantinaccia 14 guinness pub di giulianello di cori si balla invece al ritmo della voce graffiante di rino gaetano con e io ci sto una cover band che vi farà tornare alle atmosfere di qualche decennio fa per domenica 1 aprile e non è uno scherzo l associazione anima latina in collaborazione con la cantina casale del giglio presentano satricum le ferriere conca terra madre l aurora dell anima latina alle 10.30 si parte dal piazzale antistante la casa di santa maria goretti a borgo le ferriere latina per una serie di visite seguendo il fil rouge della femminilità e del ruolo della donna dall antichità ad oggi i culti pagani la martire cattolica santa maria goretti la terra madre ed i suoi frutti e ancora storia arte e cultura attraverso le suggestioni dell area archeologica di satricum dell antica industria di le ferriere e della piccola ma sorprendente altura di conca si visiterà anche il tempio di mater matuta e dopo un paio di ore verrà offerto un buffet presso le cantine di casale del giglio si potranno degustare i prodotti della strada del vino olio e sapori della provincia di latina per informazioni e prenotazioni potete contattare il numero 3356063348 arriviamo a mercoledì con pontinia che offre al teatro fellini lo spettacolo dal titolo buenos aires cafè quintet che fa parte della stagione concertistica e teatrale si inizia alle 20.30 il giovedì sera la musica live è invece quella dell irish pub doolin di latina dalle 22 in poi si esibirà la blues island band.

[close]

p. 15

mondore@le numero 130 30 marzo 2012 musica storie di ascolti strambi le epopee di callisto e clorario di marco fanella bentornati a tutti fruitori di canzoni eccoci di nuovo al nostro appuntamento coi consigli per gli ascolti dalle frequenze di mondore@le il paese è piccolo la gente mormora di storie ce ne sono in quantità quindi cominciamo la prima storia che vi voglio raccontare è quella di callisto un omone tutto d un pezzo che fa il carpentiere e non parla mai lasciando alle mani il compito di dirimere qualsiasi tipo di controversia nessuno ha il coraggio di girargli attorno insomma un personaggio da evitare eppure dovevate vederlo nel suo garage che faceva le coccole al suo cagnolino scipione mentre ascoltava somebody tha i used to know di gotye oppure mentre dava da mangiare al suo gatto pasqualino e alla radio mandavano con sua enorme soddisfazione all by myself non quella di cèline dion ma quella di ella fitzgerald mi raccomando se lo incontrate non ditegli quello che vi ho raccontato valerio invece ragazzo serio e svelto vuole fare colpo su teodolinda la nuova arrivata in classe per riuscire nel suo intento ha masterizzato una compilation da acchiappo nella quale trovano spazio i cranberries con zombie i guano apes con you can t stop me l via l viaquez dei mars volta ed altri pezzi grossi del rock il poveretto però non sa che alla sua amata piacciono solo david guetta e bob sinclar in particolare turn me on del primo e love generation del secondo diversa situazione quella di clotario discendente di una antica famiglia nobiliare romana e da poco trasferitosi in campagna bene il principino ama molto le atmosfere lugubri e si narra non esca mai alla luce del giorno preferendo di gran lunga il calar delle tenebre per le sue passeggiate nei boschi i suoi ascolti preferiti mentre cura i suoi bonsai sono senza dubbio i black sabbath con electric funeral e war pigs oppure welcome to hell dei venom o ancora i cirith ungol con black machine e quando è in vena di musica classica alban berg lo rallegra con la sua sonata op.1 per finire parliamo un po di anacleto che ha una diatriba continua col vicino di casa gianvincenzo per via dei confini dei rispettivi giardini territory dei sepultura è la sua marcia di guerra mentre dall altra parte gianvincenzo gli risponde con imagine di john lennon accidenti che scontro meglio fare da pacieri e dedicare ai due litiganti happy pills di norah jones e vedrete che si daranno una calmata soulcheck conquista la luna opera prima in note per ivan giorgi È uscito ufficialmente lo scorso 22 marzo sulla piattaforma direct-2-fan globale vibedeck.com il primo album del designer privernate ivan giorgi nome d arte soulcheck per l etichetta madeofstars net label e agenzia di sound design in via di definizione societaria creata dallo stesso artista moon questo il nome dell uscita discografica è un concept album a binario da una parte l epopea tutta americana della conquista della luna sognata dal presidente kennedy nei primi anni sessanta e divenuta realtà grazie agli storici passi degli astronauti dell apollo 11 neil armstrong e buzz aldrin sul satellite della terra in quell indimenticabile 20 luglio 1969 dall altra lily incarnazione femminile della luna che scruta il cielo sognando amori ultraterreni il lavoro discografico dunque esplora i temi dello spazio e dell amore attraverso dieci composizioni elettroniche quasi tutte strumentali che in poco più di 25 minuti regalano suggestioni cosmiche e romantiche all ascoltatore tra le varie citazioni storiche e culturali disseminate qua e là nell album di soulcheck ciò che indubbiamente richiama l attenzione è la presenza di campionamenti delle voci originali degli astronauti dell apollo 11 first steps del l apollo 13 13 e saturn v rocket di neil armstrong interprete di un suggestivo countdown saturn v rocket della base spaziale houston beautiful from here e persino dello stesso john fitzgerald kennedy back in the sun oltre alla distribuzione digitale disponibile per l ascolto gratuito e allo stesso tempo acquistabile tramite download all indirizzo http vibedeck.com/soulcheck moon verrà rilasciato nelle prossime settimane anche in un edizione speciale limitata a duecento copie su supporto in vinile il vecchio disco a 33 giri sempre più in voga tra gli artisti della scena indie attuale accompagnato da 11 mini-stampe facenti parte dell artwork a proposito dell artwork questo nasce da una collaborazione tra l artista e la creativa statunitense lindsey dewitt di stanza a los angeles california che ha prestato anche la sua immagine al progetto suo è lo sguardo intenso che troviamo in copertina 15

[close]

Comments

no comments yet