BoySport CSEN - CSEN SALUTA IL 2012

 

Embed or link this publication

Description

PERIODICO TRIMESTRALE DEL CENTRO SPORTIVO EDUCATIVO NAZIONALE ANNO XIII - (NUOVA SERIE) / POSTE ITALIANE SPA - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27-02-2004) • ART. 1 COMMA 2 DCB - ROMA / REDAZIONE VIA L.BODIO, 57 - 00191 ROMA 1 1 4 1 1 5

Popular Pages


p. 1

114 115 anno xiii nuova serie poste italiane spa sped in abb post d.l 353/2003 conv in l 27-02-2004 · art 1 comma 2 dcb roma redazione via l.bodio 57 00191 roma periodico trimestrale del centro sportivo educativo nazionale saluta il csen 2012 campionato nazionale karate lignano sabbiadoro volley e calcio giovanile rossano calabro fisas scherma antica e storica discipline emergenti spazio comitati ripa 30° trofeo f coppi boy_sport_114-115.indd 1 13/12/11 15:40

[close]

p. 2

sommario 03 editoriale 3 strimgiamoci a coorte siam pronti ai tagli di francesco proietti trimestrale di sport e tempo libero spedito in abbonamento ai soci del csen anno xiii· numero 114/115 · luglio-dicembre 2011 direttore francesco proietti direttore responsabile david ciaralli capo redazione tommaso d aprile direzione e redazione sede centrale c.s.e.n via l bodio 57 00191 roma tel 06.3294807 06.3294702 · fax 06.3292397 e-mail info@csen.it · www.csen.it ente di promozione sportiva riconosciuta dal c.o.n.i art 31 d.p.r 2-8-1974 n 530 ente di nazionale con finalitÀ assistenziali riconosciuta dal ministero dell interno d m 31/c 3206.12000.a del 29-2-1992 associazione di promozione sociale iscr n 77 reg naz ministero del lavoro e delle politiche sociali l 7-12-2000 n 383 progetto grafico realizzazione e impaginazione diego dotari e francesca ungaro stampa edigraf editoriale grafica via goffredo mameli 28 00153 roma tel 06.5814154 e-mail info@edigrafsrl.it registrazione al tribunale di roma n.198 del 29-4-1996 finito di stampare dicembre 2011 in caso di mancato recapito inviare a ufficio ptdi roma romanina per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la tariffa per le stampe di ritorno 04 manifestazioni nazionali 4 bari xv premio csen indimenticabile di redazione 15 6 rossano calabro csen in volley 10e lode in mille insieme in calabria di alessandro abbate 12 san benedetto del tronto un canestro under 17 per un campionato davvero wonder di redazione 13 cervia il calcio csen gioca ad una porta sola di redazione 14 rossano calabro c è un grande prato verde di amabile buonafede 16 alcamo la palla è rotonda e femmina di vincenzo barresi 18 tropea 1000 sportivi tra pallanuoto danza e karate di redazione 20 lignano sabbiadoro karate da record di redazione 23 norcia judo e affini tutti a scuola di laura romagnoli 24 genova combatte il kickboxing csen al centro del gran prix di redazione 25 gorizia iv cavalli in città 46 09 notizie della sede centrale 9 la cinofilia csen riparte con nuovi obiettivi di redazione 9 sport days 2011 un punto di forza per la crescita dello sport di redazione 10 presentato il libro lo spirito del taekwon-do di antonio atseni di redazione 10 il nordic walking italia diffidate dalle imitazioni di redazione 11 la terra è troppo piccola per voltarsi dall altra parte di david ciaralli 26 contributo culturale 26 posturologia sport e algo-disfunzioni di fabio e david calabrò 27 corsi e ricorsi 27 scoliosi e nuoto quale relazione di redazione questo periodico è associato all unione stampa periodica italiana 4 28 discipline emergenti 28 scherma tradizionale un eredità del passato di redazione 30 spazio comitati 2 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 2 13/12/11 15:40

[close]

p. 3

editoriale 114 115 strimgiamoci a coorte a grave crisi finanziaria che ha travolto il governo si ripercuoterà indirettamente anche sullo sport e non solo lo sport ma tutto il mondo del no-profit ne trarrà le debite considerazioni l intero associazionismo di fronte a questo scenario è fermo paralizzato ed impotente quasi a dimostrazione che in tanti anni di relativa tranquillità economica ognuno ha ottenuto quanto di più si poteva senza preoccuparsi di guardare oltre certi limiti di decenza non ci si è mai posti il problema di una riorganizzazione strutturale capace di rendere autonoma ogni manovra di far guardare al di là del contingente al futuro ad una società responsabile ad un associazionismo libero da appartenenze politiche da lacci e lacciuoli che hanno incardinato negativamente la vita dei nostri sodalizi per lo sport la decurtazione economica prevista dal coni è pesante come pesanti saranno le ripercussioni verso le strutture dipendenti i comitati provinciali le federazioni sportive nazionali e gli enti di promozione sportiva nel documento programmatico lo sport italiano verso il 2020 il foro italico pone in essere la sua piattaforma che lo vede impegnato in un riordino della propria organizzazione territoriale con un risanamento che passa dagli obiettivi di `governance alla valorizzazione dello sport per tutti e all autoriforma per finire con l ottimizzazione dei costi e dei ricavi insomma un quadro programmatico non roseo che ci vedrà seriamente impegnati in rigidi tagli delle spese superflue limitando gli aiuti alle realtà di base che risentiranno maggiormente della grave crisi economica generale il csen l ente cresciuto di più in questi anni rispetto ad altri ha da parte sua la garanzia di quote sociali appropriate che consentono di guardare con serenità un percorso lastricato di incertezze buche e trabocchetti una serenità siam pronti ai tagli l di francesco proietti ovviamente limitata se consideriamo il contesto in cui ci muoviamo e ciò senz altro lo si deve alla forte capacità manageriale dei nostri dirigenti centrali e periferici i quali hanno avuto le giuste intuizioni in tempi non sospetti ed hanno così saputo capitalizzare con largo anticipo le risorse umane insite sul territorio con tali amministratori abbiamo raggiunto traguardi impensabili ed abbiamo saputo imporci con attività qualitativamente valide restando sul mercato del terzo settore e offrendo un contributo al progetto educativo e sociale dello sport ricreativo ed amatoriale nel suo complesso luglio dicembre 2011 3 13/12/11 15:41 boy_sport_114-115.indd 3

[close]

p. 4

manifestazioni nazionali bari xv premio csen inno di mameli ha aperto la 15° edizione del premio csen di bari un omaggio dovuto al 150° anniversario dell unità d italia il modo più suggestivo per approcciarsi all evento organizzato con la consueta passione da domenico marzullo vicepresidente nazionale csen e da massimo marzullo presidente della sezione barese del nostro ente di promozione sportiva in 15 anni di vita la manifestazione è cresciuta a vista d occhio non a caso è considerata uno degli appuntamenti più attesi nel capoluogo pugliese forse per questo non finisce di sorprendere di regalare forti sensazioni sull onda che soltanto i veri cultori indimenticabile te nelle sue svariate iniziative tutti stretti in un ideale abbraccio lungo una stagione perché soltanto lo sport sa unire esaltare commuovere al cospetto dell ing elio sannicandro presidente regionale del coni nonché assessore allo sport del comune di bari di dirigenti ed atleti di ogni età ha ottenuto ampi consensi il discorso del presidente nazionale il prof francesco proietti sempre più coinvolto dalle vicende della `famiglia csen che con il passare degli anni diventa sempre più numerosa domenico marzullo ideatore storico della rassegna si è legittimamente inorgoglito della bontà del lavoro svolto e dai numeri che consentono non solo al comitato barese ma a tutti i comitati provinciali estesi sul territorio pugliese di assestarsi ormai ai vertici delle classifiche di settore per l entità delle società affiliate e dei tesserati il segreto la qualità dei servizi la presenza quotidiana accanto alle associazioni e agli atleti un cuore che batte sempre più forte un curatissimo filmato sui momenti più salienti di questa lunga annata ha introdotto un omaggio alla memoria del barese pietro lombardi oro di lotta greco romana alle olimpiadi di londra del 1948 recentemente scomparso non solo una sfilata di premi doverosi riconoscimenti per le società e per gli atleti csen molti di loro si sono distinti a livello nazionale ma una passerella importante per chi contribuisce l dello sport riescono a disegnare nella sala europa la più capiente dell hotel romanazzi carducci non c era più spazio nemmeno tra i corridoi erano tantissimi più che mai ad onorare con la loro presenza la cerimonia che chiude festosamente l anno delle nostre molteplici attività una cerimonia di classe studiata in ogni minimo dettaglio spontanei e calorosi gli applausi a scena aperta che hanno scandito le due ore passate insieme accompagnando l intervento di tutti i premiati notissimi personaggi dello sport ma anche uomini della strada che gareggiano corrono lottano solo per la voglia di partecipare quelli che il csen raduna pazientemen 4 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 4 13/12/11 15:41

[close]

p. 5

da sempre alla crescita dei giovani una cinquina di nomi su tutti franco quarto figura storica dello judo pugliese premiato accanto ad uno dei suoi allievi e pupillo il campione italiano di lotta emanuele sedicina louis bucci tecnico dell asd athlon judo corato giacomo sassanelli presidente sezione aia di bari giovanni barbone e saverio patscot rispettivamente consigliere nazionale e presidente regionale fijlkam puglia a loro come ad altri dodici personaggi è stato assegnato un premio speciale un riconoscimento che ha visto salire sul palco l allenatore del taranto calcio davide dionigi e i dirigenti sportivi tommaso germano e tommaso de palma bellissime storie intrise di fatica sudore e sport le stesse che hanno cadenzato le parole di francesco attolico glorioso portiere della nazionale di pallanuoto che continua a collezionare successi e medaglie d oro anche da team manager del settebello azzurro mai come quest anno `mimmo e massimo marzullo hanno voluto concentrare le luci dei riflettori anche sugli eroi di discipline sportive che non sempre sono corredate dalla necessaria dose di informazione basti pensare ai ragazzi dell andria sport società campione d italia csen di beach soccer o ai piccoli grandi protagonisti dell asd accademia del calcio bari altra nostra realtà scudettata nella categoria pulcini fra i premi speciali suggestivo e commovente il momento riservato a gianni antonucci il giornalista che ha dedicato una vita e numerose pubblicazioni alla squadra di calcio del bari il passato non si dimentica lo ha sottolineato anche antonio di gennaro artefice del miracolo verona con osvaldo bagnoli in panchina nella nazionale di bearzot in messico nel 1986 e poi dal 1988 alla corte di gaetano salvemini ora apprezzatissimo opinionista sky 114 115 applausi scroscianti per i giganti del basket della liomatic group ­ cus bari premiati dall assessore sannicandro nella serata hanno ricevuto i giusti onori anche due maestri di calcio leonardo generoso per vent anni responsabile del settore giovanile del bari e giovanni caffaro responsabile asd new green park con i personaggi più famosi uomini e donne confusi in un popolo sempre più consistente che crede nei valori sani dello sport come i componenti delle squadre partecipanti al tradizionale memorial gian luca guido giovane e valente giornalista tragicamente scomparso dieci anni fa il premio è stato vinto dal gruppo sportivo varvamingo come i ragazzi che si sono imposti nel campionato csen di atletica leggera emodializzati tutti insieme in un appuntamento indimenticabile intriso di storie e profondi significati luglio dicembre 2011 5 13/12/11 15:41 boy_sport_114-115.indd 5

[close]

p. 6

manifestazioni nazionali rossano calabro csen in volley 10 in mille insieme in calabria di alessandro abbate capita la dignità dello sconfitto le categorie sono state molteplici under 13 under 14 under 16 under 18 maschile e femminile open femminile e maschile e amatori misto uomini e donne ragazzi e ragazze per i quali la pallavolo non è solo un momento di ricreazione bensì un vero e proprio modus vivendi un mezzo di espressione e d incontro tutto in linea con l etica del volley disciplina di squadra che sa allenare corpo e mente rafforzando lo spirito di gruppo nell assoluta integrità psico-fisica della singola persona un concetto che è diventato un `must in regola con la matrice educativa del csen l ente di promozione sportiva leader in italia svago ed agonismo un approccio che ha trionfato durante tutte le fasi del campionato dove tutte le gare sono state combattute e spettacolari in ognuna delle loro fasi di gioco nel discorso di ringraziamento i vice presidenti nazionali il prof mario pappagallo e il cav domenico marzullo ­ hanno dato entrambi grande merito allo staff organizzativo ­ composto da giuseppe campana francesco giorgio cristina paniccia filippo leonardi angelo gullotta valerio di lorenzo dallo stesso turino e dal sottoscritto alessandro abbate capace tra l altro di gestire la kermesse nei minimi particolari partita e lode rionfo di pubblico e di consensi per le finali nazionali csen in volley 2011 il centro sportivo educativo nazionale ha messo a segno l ennesimo successo con l anniversario della decima edizione che si è tenuta a rossano e corigliano calabro più di mille i partecipanti da tutta italia 150 gare e 7 palazzetti dove si sono svolti i match t numeri importanti che confermano quanto il volley sia uno degli sport più seguiti amati e quanto il movimento sia cresciuto all interno dell ente stesso grande la soddisfazione per gli organizzatori per i quali questa edizione è stata particolarmente significativa poter festeggiare un decennio di pallavolo insieme infatti non è cosa da poco tutto grazie all attività del presidente nazionale il prof francesco proietti che ha reso possibile la crescita anno dopo anno di questa rassegna divenuta ormai un appuntamento cruciale per l universo sotto rete di casa nostra la manifestazione ha avuto inizio con il saluto di benvenuto del responsabile nazionale volley a tutti coloro che hanno reso possibile dopo una stagione di duro lavoro la realizzazione delle finali nazionali emanuele turino ha posto in particolare l accento sulla capacità dello sport di insegnare alle nuove generazioni il valore del rispetto dell avversario contro il quale si compete non si combatte lo sport inteso come percorso personale attraverso cui migliorare se stessi confrontandosi con gli altri l invito insomma è stato al fair play principio indispensabile per giocare e divertirsi perché importante è vincere ma lo è ancor di più lo stile del vincitore o quando 6 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 6 13/12/11 15:41

[close]

p. 7

114 115 dopo partita trasformandosi in un punto di riferimento costante per tutti gli iscritti e riuscendo a ricreare quello spirito sano di reciproco confronto i massimi dirigenti csen hanno salutato poi con grande enfasi tutte le associazioni che intervenendo si sono fatte veicolo di socializzazione tra le diverse compagini sempre con grande lealtà nell osservanza delle regole di gioco nel rispetto dei giocatori rivali degli arbitri e soprattutto del verdetto del campo tutto ciò è stato reso possibile grazie alla professionalità degli allenatori e alla loro filosofia dominante in quanto educativa contrariamente va detto al passato quando la corrente di pensiero prevalente sulla qualità del coach era purtroppo quella che affermava il primato dei risultati sulle esigenze della squadra e degli allievi avere a cuore il destino dei propri ragazzi è la preoccupazione di ogni genitore di ogni educatore È questa l unica vera missione nell insegnamento sportivo offrire ai nostri figli la possibilità di migliorarsi di vivere la vita con un senso una dignità e una passione bisogna allenare i giovani al sacrificio insegnando loro che non esistono ostacoli insormontabili sbagliare rialzarsi e riprendere la corsa l errore non deve essere visto come qualcosa di negativo ma come esperienza acquisita l errore è la spina dorsale di ogni progresso e di ogni miglioramento la vita come la competizione procede per problemi e soluzioni allenare gli atleti ad affrontare l opposizione di altri atleti significa irrobustirli interiormente affinché siano in grado un giorno di superare tutte le situazioni anche quelle del loro quotidiano ciò è più che sufficiente insomma per rimettere in moto l ormai testata equipe tecnica dello csen in volley dando appuntamento all anno venturo per una nuova fantastica avventura luglio dicembre 2011 7 13/12/11 15:41 boy_sport_114-115.indd 7

[close]

p. 8

manifestazioni nazionali le classifische finali femminile under 13 1 diamond 2 karisma 3 trinacria 4 icq rossano under 14 1.tretum 2 icq rossano 3 avolio volley 4 virtus ravanusa under 16 1 seacilia v 2 vico 3 avolio v 4 valsugana 4 trinacria 4 sigillo 4 corigliano 4 diamond 4 perotti 4 montelibretti under 18 1 diamond 2 tretum 3 icq rossano 4 adp palo bari 4 gualdo tadino 4 azzurra 4 aurelio volley open 1 aphesis 2 vico 3 sempione 4 stella del tirreno 4 salemi volley 4 don bosco 4 dream italvolley 4 stella del tirreno 4 valsugana 4 free volley 4 sport 1 4 libertas maschile under 18 1 icq rossano 2 montmartre open 1 pall monti 2 valsugana 3 icq rossano 4 carsoli 4 montmartre 4 dream italvolley misto amatori 1 diamond 2 ortona 3 perotti 4 gregory 4 dream italvolley 4 stella del tirreno 4 sport 1 4 pallavolo aurelio 4 salemi volley 4 scuola sportiva 2 4 skywalker 4 valsugana 4 com p.le napoli 4 aurelio volley 4 icq rossano 4 seacilia volley 4 appio roma 4 ciociara 4 montelibretti 4 asv aemme servizi 8 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 8 13/12/11 15:41

[close]

p. 9

notizie dalla sede centrale 114 115 presso la sede centrale dell ente alla ripresa dell attività autunnale ha avuto luogo sotto la presidenza di massimo perla la riunione tecnica dei responsabili delle macro aree in cui è suddivisa la penisola presenti fra gli altri alessio pernazza grosseto matteo rino pittavino milano e pasquale caramia bari si è diffusamente approfondita la tematica inerente il riconoscimento delle associazioni sportive dilettantistiche di settore dei centri di addestramento riconosciuti e dei centri di formazione tecnica abilitati ad organizzare corsi per operatori educatori ed istruttori le linee la cinofilia csen riparte con nuovi obiettivi guida tracciate ­ che seguivano gli indirizzi programmatici emersi nel corso dell assemblea organizzativa del 2 agosto svoltasi all hotel colony di roma ­ prevedono un armonizzazione delle attività sulla base di precisi requisiti stabiliti da un regolamento nazionale in uno standard di alta qualità si è quindi parlato del wao world agility open championship 2012 e dei criteri di selezione per la partecipazione alla selezione italiana il presidente proietti si è detto soddisfatto di tali premesse che consentono oggi alla cinofilia csen di mantenere il primato organizzativo e di guardare con maggiore serenità allo sviluppo di nuovi progetti formativi sportsdays 2011 un punto di forza da tempo si dibatte su come fare sport come allargare questo diritto ai cittadini come coinvolgerli e con quali risorse economiche su tali punti essenziali si è sviluppata presso la fiera di rimini una importante rassegna promossa dalla coni servizi spa che ha contato per la crescita dello sport sulla partecipazione delle più rilevanti realtà associative dello sport agonistico ed amatoriale del nostro paese presenti le federazioni nazionali gli enti di promozione le associazioni benemerite e le principali aziende di abbigliamento tecnico di attrezzistica turismo editoria medicina e alimentazione sportiva insomma un vastissimo assortimento di progettualità per lo sport nel corso della tre giorni numerosissimi eventi fra manifestazioni e convegni ai quali hanno preso personaggi del calibro del presidente del comitato olimpico italiano giovanni petrucci e dell ex sottosegretario rocco crimi il csen era in prima linea con un proprio stand e un padiglione allestito in cui si sono svolte dimostrazioni di cinofilia beach golf aikido tiro delle freccette kangoo fikbms nordic walking fitness e catamarano il nostro sodalizio ha dato così prova di essere uno dei più efficienti sotto ogni profilo tecnico e logistico oltre al referente csen cristian 9 13/12/11 15:41 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 9

[close]

p. 10

notizie dalla sede centrale cacace sono intervenuti fra gli altri il presidente nazionale prof francesco proietti i suoi vice ugo salines mario pappagallo e domenico marzullo e la responsabile della comunicazione la prof.ssa maria francesca baldi presentato il libro lo spirito del taekwon-do di antonio atzeni nella sede centrale di via bodio 57 a roma al cospetto di un qualificato numero di osservatori dello sport sociale ha avuto luogo l attesa presentazione de lo spirito del taekwon-do opera di don antonio atzeni cappellano capo del v nucleo atleti fiamme gialle della scuola alpina della guardia di finanza l iniziativa letteraria promossa da maurizio d oriano e dal settore nazionale taekwondo ha contato sulla piena collaborazione della presidenza csen che si è adoperata anche per favorire la distribuzione del volume nella sua prolusione l autore ha tenuto ha sottolineare come dopo lunghi anni di elaborazione sia riuscito con grande soddisfazione a presentare la prima edizione di un libro appassionante sulle arti marziali coreane un arte nata per la guerra ma perfezionata per la pace un tentativo condensato in ben 600 pagine che porta a riflessioni profonde e fruttuose sulla storia e la vita del suo fondatore la filosofia gli aspetti pedagogici e tecnici l attenzione ai disabili l etica e la spiritualità una riflessione attenta in un ottica cristiana in un ottica occidentale ma nel rispetto dei valori originali poiché l arte marziale non è solo disciplina fisica ma attenzione alla spiritualità amore allo studio e alla cultura il presidente francesco proietti nelle sue conclusioni ha evidenziato l alta valenza del libro di atzeni ricordando che ogni uomo di sport dovrebbe sempre ispirarsi a tre principi basilari cultura spiritualità ed educazione che guarda caso sono i pilastri del centro sportivo educativo nazionale viene aggiunto l utilizzo attivo di un paio di bastoncini ne abbiamo parlato nel numero 108/110 di boy sport nella rubrica discipline emergenti pag 24-25 ebbene il csen all interno del proprio movimento non poteva non dare spazio all associazione nordic walking italia anwi fondata nel 2005 per volontà di due tecnici tina arrankoski e tuomo kettunen al fine di proseguire il cammino del nordic walking finlandese il grande successo e lo sviluppo di questa pratica dal trentino e dal triveneto si è rapidamente estesa fino al sud italia hanno obbligato anwi ad una ristrutturazione organizzativa iniziata nel 2009 quando a kettunen è succeduto alla presidenza il perugino claudio bellucci l anwi a sua volta è la referente italiana dell international nordic walking association oggi federation unico organismo ­ riconosciuto dal cio ­ che rappresenti e diffonda la filosofia della camminata nordica in più di 40 nazioni in tutto il mondo il nordic walking italia diffidate dalle imitazioni ricordate il nordic walking quella forma di attività fisica in cui alla normale camminata proprio a venezia nel prossimo settembre si terrà il meeting internazionale 2012 chiaro che l obiettivo considerata la 10 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 10 13/12/11 15:41

[close]

p. 11

114 115 crescita costante d interesse nel nostro paese e il ruolo centrale che ci attende sia quello di riuscire a proporre in breve tempo grazie al consolidamento del rapporto con il csen una nuova figura professionale sul mercato del lavoro nazionale ed estero attraverso nuovi percorsi formativi la terra È troppo piccola per voltarsi dall altra parte in occasione della 43ª edizione dei campionati del mondo di ginnastica artistica ho avuto modo di passare 18 giorni a tokyo la capitale del giappone e dopo un iniziale timore per gli effetti dell incidente nucleare del marzo scorso a fukushima mi sono subito lasciato conquistare dalla serenità e dalla filosofia di vita del popolo nipponico non posso descrivervi infatti la gioia e la gratitudine con la quale la gente del luogo ha accolto le delegazioni straniere al di là delle rassicurazioni degli organismi internazionali sulla radioattività nella norma e l assenza di pericolo il sorriso riconoscente delle prime persone che ho incontrato ha spazzato via in un baleno tutte le mie preoccupazioni mi ha ricordato che in fondo viviamo su un pianeta talmente piccolo da non lasciarci vie di fuga dalle nostre coscienze uno tsunami visto alla televisione rischia di somigliare ad un disaster movie hollywoodiano e invece è una realtà che in un modo o nell altro ci riguarda perché riguarda l umanità stessa quella ferita e quella che portiamo nel cuore non potremo mai dirci salvi mentre altri come noi soffrono chissà dove chissà quanto e allora me ne frego se sono diventato radioattivo tornerei in giappone mille volte come mi piacerebbe andare a curare i lebbrosi in africa a scavare tra le macerie dei terremotati turchi o a sventolare una bandiera bianca in siria lo sport ogni tanto ci aiuta ci richiama dalla nostra distrazione quotidiana le olimpiadi di pechino ad esempio che n è stato delle polemiche sui diritti umani le campagne contro l oppressione del tibet speculazioni giornalistiche del momento e basta ora tutto tace ma lì c è un miliardo e mezzo di individui con gli occhi a mandorla pronti a sorriderci se solo avessimo il coraggio di occuparci dei loro problemi che poi sono anche i nostri siamo o no un ente di promozione sportiva e sociale quindi mi raccomando niente armiamoci e partite il direttore di boy sport david ciaralli luglio dicembre 2011 11 13/12/11 15:41 boy_sport_114-115.indd 11

[close]

p. 12

manifestazioni nazionali san benedetto del tronto un canestro under 17 per un campionato davvero wonder n ella splendida cornice di grottammare e di san benedetto del tronto è stato organizzato il 2° campionato di pallacanestro maschile under 17 con qualche sacrificio e tanta buona volontà il responsabile nazionale renato esposito grazie alla disponibilità delle amministrazioni locali che hanno messo a disposizione le strutture sportive è riuscito a pianificare una gran bella finale con la partecipazione di otto squadre provenienti da diverse regioni la rassegna nata in collaborazione con la fip di ascoli piceno ha visto in campo le varie formazioni divise in due gironi accogliente la struttura del residence le terrazze di grottammare dove hanno preso posto gli atleti e i familiari delle associazioni sportive dilettantistiche partecipanti presenti alla finalissima diverse autorità tra cui il presidente del coni ascolano il dr aldo sabatucci l assessore allo sport sanbenedettese il dr eldo fanini il presidente regionale csen prof francesco ferretti e quello provinciale francesco piccinini il presidente nazionale il prof francesco proietti in persona dopo essersi apertamente complimentato con gli atleti e le società intervenute nonché con il responsabile csen del basket per l organizzazione dell evento ha proceduto ad assegnare il titolo 2011 all asd pallacanestro antoniana 1966 di pescara che dopo una partita avvincente e tecnicamente perfetta ha avuto la meglio sull asd basket martina franca ta con il punteggio di 78 a 63 a seguire si sono classificati nell ordine pallacanestro roma nuova fortitudo viterbo basket san benedetto del tronto polisportiva virtus 04 caserta e basket villa pigna folignano ap lo staff tecnico ha inteso premiare anche il miglior giocatore del torneo magrini f antoniana 1966 pescara il miglior realizzatore di bello p basket martina franca il giocatore allenatore r porretti antoniana 1966 pescara un ringraziamento particolare va al presidente della fip di ascoli piceno il dr giuseppe fusco che ha affiancato l organizzazione con la designazione degli arbitri federali e all allenatrice erika ricamato del basket san benedetto del tronto che ha coadiuvato renato esposito per la perfetta riuscita dell iniziativa 12 luglio dicembre 2011 boy_sport_114-115.indd 12 13/12/11 15:41

[close]

p. 13

114 115 cervia il calcio csen gioca ad una porta sola indirizzo nella politica sportiva dell ente ma c è ancora molto da lavorare dalla logistica all educazione del rispetto delle tempistiche fino alle già citate norme e in questo senso alcune zone faticano a recepire una condotta comune anche se va detto che molte altre si stanno adeguando allo spirito e alle direttive centrali remare tutti nella stessa direzione ecco il manifesto programmatico del coordinamento nazionale guidato da giampaolo bertoli il settore calcio csen d altra parte è sotto la lente d ingrandimento di roma lo dimostra la contemporanea presenza a cervia del presidente francesco proietti e dei suoi tre vice domenico marzullo mario pappagallo e ugo salines chiaro il discorso del prof proietti che ha ribadito più volte la volontà di far crescere il nostro movimento attraverso atteggiamenti positivi privilegiando fair play correttezza e gesti virtuosi il numero uno del csen ha ribadito inoltre che l indirizzo dell ente è quello di perseguire una strada che porti nelle regioni la consapevolezza di lavorare insieme nell interesse comune l calcio amatoriale csen sta crescendo lo dimostrano i numeri evidenziati dalla 3ª edizione dei campionati nazionali di calcio a 5 7 e 11 disputati dall 8 all 11 settembre alla manifestazione disputata nello splendido impianto sportivo di martorano cesena hanno preso parte 24 squadre in rappresentanza di 9 regioni una quattro giorni intensa giocata sotto un gran caldo ma vissuta con intensità e sportività dalle varie formazioni scese in campo grinta cuore e carattere alla fine è stato un tripudio friulano con venfri varmo e ibligine udine che si laureano campioni nazionali rispettivamente nel calcetto e a 11 il torneo da 7 invece vola in toscana con i livornesi de la squadra di sergio giunti imbattuti ottima anche le prestazione della rappresentativa lombarda in finale con due squadre varesine il cittadella nel calcio a 5 e il greov in quello a 7 la puglia si consola con l affermazione personale di salvatore consalvo gold bar foggia capocannoniere sul campo medio con 5 reti da segnalare anche le formidabili prestazioni sotto i porta di francesco piu venfri varmo ud leader nel campo piccolo con 12 reti e dei picici cristian devetak ziracco udine ed emanuele martorello ibligine udine in quello grande bravi entrambi ad esultare per ben 5 occasioni ineccepibile la conduzione arbitrale i direttori di gara delle sezioni di ancona bari empoli foggia milano spezia ragusa roma e udine dopo una prima difficoltà iniziale nell applicazione di alcune norme che nei loro territori non sono previste ad esempio l innovativo cartellino verde hanno preso confidenza con il nuovo regolamento proposto dal coordinamento nazionale fischiando con grande sicurezza e tranquillità se il campo ha emesso i suoi verdetti continua a livello istituzionale il lavoro per far crescere il settore nel csen infatti questa disciplina è diversa e articolata pur essendo molto diffusa non c è un attività omogenea lo scopo finale è quello di raggiungere l uniformità nazionale attraverso una condivisione di intenti cercando nel contempo la creazione di una struttura forte che possa essere di luglio dicembre 2011 13 13/12/11 15:41 boy_sport_114-115.indd 13

[close]

p. 14

manifestazioni nazionali rossano calabro c È un grande prato verde di amabile bonafede sorrisi agonismo voglia di vincere di divertire divertendosi il 2° campionato nazionale di calcio giovanile è stato un successo una fotografia da incorniciare da ricordare da prendere come esempio addirittura un trionfo figlio di una degna organizzazione targata rizzo-bonafede e ottenuto in un clima sportivo autentico goliardico accattivante semplicemente bello e cosi dal 28 maggio al 2 giugno sono giunte a rossano calabro cs ben 82 squadre di calciatori in erba provenienti da ogni parte d italia numeri impressionanti in appena quattro giorni sono scesi in campo 1.200 atleti seguiti da 600 accompagnatori tra tecnici dirigenti e familiari le squadre erano ospiti del bellissimo villaggio quattro stelle nausicaa mentre le gare si sono disputate nei moderni e funzionali impianti comunali rossanesi il torneo ha premiato cinque squadre vincitrici nelle rispettive categorie sotto lo sguardo attento ed interessato di salvatore rizzo presidente del comitato regionale sicilia ma sopratutto responsabile del calcio giovanile csen e del sottoscritto tante gare tanti successi e altrettante sconfitte 14 luglio dicembre 2011 gioia tra i vincitori e serenità tra i perdenti perché lo scontro non è mai andato al di là della lealtà e di quella sana complicità nata spontaneamente tra i tanti ragazzi coinvolti in questa indimenticabile avventura nella categoria piccoli amici si è imposto il team della futura raffadali che ha avuto la meglio ma solo ai calci di rigore sul new football akademy di bari mentre la vera rivelazione è stata la squadra sarda dell ozierese sassari che si è arresa in semifinale ancora dagli undici metri ottenendo un terzo posto di assoluto prestigio con ben tre ragazze nel quintetto base il premio fair play è andato alla gigi meroni di altomonte la ludos di alcamo è stata invece assoluta protagonista della categoria pulcini prevalendo sui calabresi della schiavonea forza ragazzi di rino gattuso medaglia di bronzo per la scuola calcio castelterminese autentica outsider i più corretti infine sono stati i ragazzi di lercara friddi l hatena di agrigento ha brillato tra gli esordienti la rappresentativa allenata dall ex giocatore del parma giovanni sorce si aggiudica lo scudetto con la squadra a mentre la selezione b finisce ai piedi del podio piazza d onore al contrario per la ludos brava a tenersi dietro l invicta amagione riconoscimento per la disciplina alla pan saggitarius di grotte combattuta la categoria giovanissimi che ha visto assegnare il titolo dal dischetto la temuta lotteria esalta alla fine l atletico avola nulla da fare dunque per le inseguitrici nell ordine futura raffadali e geos sporting di trebisacce la coppa fair play è andata all euromediterraneo il calimera di lecce ha sbaragliato la concorrenza tra i pari età degli allievi con l agrigentina real ribera d argento lo schiavonea di bronzo e il real foggia costretto alla medaglia di legno corretti e da applauso i giocatori dell arsenal di trebisacce premi speciali poi sono andati a cecilia giulia e daniela bartoli valeria usai annalisa ribaudo e miriam d amico le uniche del gentil sesso in campo mentre il piccolo michele sclafani si è portato a casa il riconoscimento del baby player È stata una scommessa ha raccontato salvatore rizzo a margine delle finali e l abbiamo senz altro vinta pur non credendo alla vigilia di richiamare tanti giovanotti una boy_sport_114-115.indd 14 13/12/11 15:41

[close]

p. 15

114 115 scommessa anche sociale per il coinvolgimento dei parenti i quali hanno avuto modo d incontrarsi fuori dal rettangolo di gioco e di fare amicizia nel mio intervento invece mi sono voluto soffermare sull importanza della famiglia congratulandomi con i numerosi genitori che hanno seguito i propri figli senza scendere mai nella retorica del risultato sembrava quasi un olimpiade dove i toni del confronto sono sempre smorzati dai valori decoubertiani alla premiazione c erano due vice presidenti mario pappagalo e mimmo marzullo che hanno consegnato agli atleti coppe targhe e medaglie mentre le squadre vincitrici ricevevano in dono una tenuta con lo scudetto csen 2011 il settore arbitrale come sempre impeccabile è stato curato da stefano mucciarone con pino campana che si occupava degli aspetti logistici appuntamento alla prossima rassegna sul grande prato verde tra la sila e la costa ionica dove crescono speranze che si chiamano calciatori luglio dicembre 2011 15 13/12/11 15:41 boy_sport_114-115.indd 15

[close]

Comments

no comments yet