mondorealenumero128

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero128

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 11 16 marzo 2012 n.128 ma quanto era bello stare nella lista personale di un candidato sindaco fino ad oggi era il sogno di ogni candidato alla carica di consigliere comunale adesso non più almeno da quanto emerge nel centrosinistra schierato a sostegno di campoli dalla guerra contro un fantasma scomodo senza fare nomi solo simboli udc si è passati a quella che potrebbe diventare una guerra civile a tutti gli effetti nella coalizione infatti non troverà spazio il movimento democratico e questo ha generato una rincorsa per trovare un posto all interno della lista del sindaco considerato anche che quella del partito democratico sembra già piena i nomi che si fanno sono quelli di serafino di palma antonio vitelli luciana lombardi lino cerrone salvatore leggeri carlo ernesto di pastina tutti pezzi da novanta che saranno impegnati in una battaglia all ultima scheda che dovrebbe portarne 2 3 al massimo sui banchi del prossimo consiglio comunale insomma in men che non si dica si è passati da una vittoria in scioltezza a un affermazione che poi rischia di avere conseguenze pesanti l ultima parola sarà come sempre degli elettori ma i mal di pancia non mancano setia che sarà oggi alle 16 al mario costa si alzano i veli del nuovo strumento urbanistico attualita latina terremoti ancora piccole scosse e inizia la paura politica sezze mlis accende il dibattito sulle liste elettorali per gli stranieri cultura musica omaggio a de andrè a sezze de scalzi è il suonatore jones priverno e tempo di differenziata i dubbi di elvira picozza norma anche su facebook contrasti accesi tra pd e manciniani appuntamenti a piana delle orme torna dalla zuppa alla zappa

[close]

p. 2

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 sezze nuovo piano regolatore un attesa lunga 40 anni oggi sarà presentato il nuovo strumento urbanistico di simone di giulio un attesa durata 40 anni risale infatti al 27 luglio 1972 l adozione dell ultimo piano regolatore generale della città a firma dell architetto melotti 40 anni in cui sezze è cambiata radicalmente tanto da ricorrere alla necessità di dotarsi di un nuovo strumento urbanistico da tanti promesso in campagna elettorale ma finora mai realizzato oggi alle 16 presso l auditorium mario costa si riunirà il consiglio comunale con all ordine del giorno l adozione della delibera della variante generale al piano regolatore l assessore all urbanistica antonio maurizi ha sottolineato come tale avvenimento sia un evento storico per l intera città di sezze considerando che la redazione della variante al prg è iniziata nel 1997 dall allora giunta siddera con l incarico conferito all architetto massimiliano fuksas e che l attuale piano regolatore è stato adottato dall amministrazione nel lontano 1972 la bozza definitiva dei contenuti del futuro prg è stata presentata in via preliminare dai progettisti l architetto di gregorio e l architetto barkas dello studio fuksas nella seduta del 18 gennaio del consiglio comunale e informalmente nella commissione capigruppo di mercoledì scorso tale lavoro è il risultato della delibera di indirizzo votata dal consiglio comunale circa un anno fa dei vari studi eseguiti sul territorio per verificare la compatibilità delle scelte effettuate con i vincoli esistenti e delle numerosissime proposte pervenute da parte dei cittadini si concretizza il lungo e complesso iter tecnico e amministrativo che porterà all adozione del nuovo strumento urbanistico che nella migliore delle ipotesi dopo le norme di salvaguardia le osservazioni dei cittadini e il visto della regione lazio nascerà ufficialmente tra un anno negli anni diverse sono state le azioni messe in atto dall amministrazione comunale finalizzate alla stesura di una variante al prg partecipata e condivisa dall intera collettività nel febbraio 2010 dopo il vaglio della competente commissione assetto del territorio fu organizzata un assemblea pubblica in cui venne presentata la delibera di consiglio comunale d indirizzo per la variante generale al prg di sezze adottata il 9 marzo 2010 oltre ad illustrare il lavoro propedeutico per la redazione del documento finale in quella circostanza si aprì un dibattito volto al confronto con tutte le parti interessate per ampliare ed arricchire il complesso di contributi e riflessioni alla base di questo fondamentale atto successivamente l amministrazione ha indetto bandi pubblici per l individuazione di aree p.e.e.p accordi di programma fino ad arrivare all adozione di un nuovo piano urbano parcheggi quest ultimo nei giorni scorsi è stato trasmesso alla regione lazio con la richiesta dei relativi pareri l adozione della delibera della variante generale al piano regolatore ­ ha dichiarato il sindaco andrea campoli credo rappresenti un evento davvero eccezionale per la nostra comunità questo importante strumento urbanistico è il frutto di un lavoro sinergico di tutte le forze politiche con il coinvolgimento dei cittadini dei tecnici e delle associazioni l iter procedurale che ci ha portato all adozione del nuovo piano si è svolto sempre nella massima trasparenza e partecipazione il nuovo piano regolatore generale ha concluso il primo cittadino di sezze consentirà di riqualificare le componenti urbanistiche ed ambientali del nostro territorio ponendo le basi per uno sviluppo economico e sociale volto a migliorare la qualità della vita dell intera collettività direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione il 14 marzo 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 sezze ecco come cambiano centro scalo e suso la soddisfazione dell assessore maurizi di simone di giulio e decisamente soddisfatto l assessore antonio maurizi che nel corso della presentazione ai capigruppo consiliari analizza il nuovo strumento che verrà presentato oggi pomeriggio ai cittadini setini abbiamo cercato di lavorare su fronti ben distinti spiega maurizi cercando di valutare innanzitutto i cambiamenti che ci sono stati a sezze negli ultimi quaranta anni il nuovo piano è stato redatto tenendo conto di quattro realtà ben distinte il centro storico l hinterland cittadino la conca di suso e la zona dello scalo per il centro storico si è badato a raggiungere un equilibrio tenendo in considerazione due necessità impellenti quella della riqualificazione e quella del recupero in questa ottica credo diventi fondamentale l apporto dei privati con i quali da tempo si è iniziato a ragionare differente il discorso per l hiterland setino che ha visto mettere in atto dai progettisti del nuovo piano regolatore generale un azione di completamento e di inserimento di aree di servizi nelle zone edificate di recente più complesso e strutturato il discorso legato alla nuovas progettazione della vasta conca di suso che ha richiesto un analisi dettagliata dell attuale situazione anche alla luce di vecchi abusi poi condonati dalle leggi dello stato in questo caso spiega ancora maurizi il progetto ha dovuto necessariamente tenere conto di come siano cambiati interi quartieri e in qualche modo ci siamo dovuti regolare di conseguenza a beneficiare almeno da una prima sommaria impressione del nuovo strumento urbanistico di sezze sarà la zona dello scalo facendo leva sulla crescita del quartiere ormai diventato una seconda città si è cercato di sfruttare al meglio il territorio anche oltre il cavalcavia della stazione ferroviaria sarà riqualificata l area artigianale e si è programmato un radicale recupero della zona della ex cirio che dovrebbe diventare una sorta di crocevia della città intercettando commercialmente chi transita sul nuovo tratto della 156 dei monti lepini i pareri favorevoli di zeppieri e reginaldi di simone di giulio come consiglio abbiamo fatto e stiamo facendo moltissimo credo che nessuno possa sostenere che c è stato immobilismo basti pensare che venerdì andremo ad adottare la delibera della variante generale del piano regolatore di cui si parla da decenni ma che nessuno ha mai portato a termine ciò rappresenta sicuramente un vanto per questa amministrazione e per l intero consiglio parole del presidente del consiglio comunale giovanni zeppieri che prosegue i risultati che saranno prodotti da questo strumento urbanistico probabilmente non saranno subito visibili ma sicuramente si porranno le basi per lo sviluppo del nostro paese purtroppo però devo sottolineare che in questa ultima fase è mancata la presenza delle minoranze nelle diverse sedi di discussioni quali le commissioni consiliari e la stessa assise cittadina da parte dell amministrazione c è stata piena disponibilità ed apertura nel raccogliere quante più osservazioni possibile da parte di tutte le forze politiche sia nella commissione capigruppo che in consiglio comu nale poiché questo nuovo prg deve essere non il prg della maggioranza ma di tutti i cittadini parole di ringraziamento anche all assessore all urbanistica antonio maurizi che con grande tenacia e caparbietà ha fatto un lavoro egregio estremamente soddisfatto anche roberto reginaldi vicepresidente della commissione capigruppo che ha spiegato dopo quaranta anni questo nuovo piano da finalmente una svolta che solo questa attuale maggioranza ha saputo dare come risposta alla cittadinanza tutta e alle necessità entriamo ha concluso l esponente di alleanza per l italia in un epoca di rinascita una sorta di rivoluzione che può dare un futuro pieno di lavoro per tutti sezze finalmente e dopo tante promesse elettorali andate a vuoto può tornare ad essere ufficialmente la città capofila di tutta la zona dei monti lepini 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 sezze pdl perplesso sulla piscina l intervento del segretario magagnoli di simone di giulio e stata corretta la procedura che porterà alla realizzazione della piscina comunale a sezze scalo al popolo della libertà setino qualcosa non torna e in una nota firmata da carlo enrico magagnoli si esprimono alcune perplessità il progetto del parco sportivo venne elaborato dall architetto pio tacconi con progetto definitivo ed esecutivo e non cantierabile come dichiarato dall assessore bernabei pur avendo l amministrazione campoli liquidato il progettista dopo una sentenza del tar di latina per un importo di circa 73.000 euro alcuni interrogativi spiega magagnoli allora sorgono spontanei se non era cantierabile perché campoli liquida la parcella all architetto tacconi quali le motivazioni di non cantierabilità esistono responsabilità progettuali e se sì quali sono se liquidato l architetto tacconi si desume che invece il progetto sia cantierabile quali allora i motivi della mancata realizzazione dell opera si è quindi determinato un danno erariale se realmente non cantierabile per responsabilità progettuali o per sottovalutazione o non presa in considerazione di ipotetici vincoli che insistevano sull area da parte dell architetto pio tacconi come mai campoli riaffida il progetto allo stesso il progetto è stato liquidato ma chi lo ha validato l ufficio tecnico del comune di sezze capiamo prosegue nella sua nota il segretario comunale del popolo della libertà l imbarazzo di andrea campoli in quanto pio tacconi oggi è anche il segretario locale dell udc e sostenitore della sua ricandidatura ma occorre ricordare all attuale sindaco che il mancato o disinvolto utilizzo di fondi stanziati per realizzare opere e servizi a favore dei cittadini è politicamente e moralmente recriminabile l analisi di magagnoli poi si allarga alle altre iniziative messe in atto dalla maggioranza in questi 5 anni di governo la città vive momenti difficili sia dal punto di vista economico che sociale il ruolo della politica è quello di governo e il fatto che la qualità totale della vita nella città sia negli ultimi cinque anni notevolmente peggiorata ha in chi l ha governata il principale responsabile campoli ha mal governato sezze e le sue scelte pesano oggi sui suoi cittadini e saranno un macigno nel prossimo futuro se l assunzione di responsabilità da parte di chi gestisce la cosa pubblica in merito ai risultati ottenuti con le risorse della collettività è il principale parametro di valutazione del cittadino-elettore andrea campoli dovrebbe ad oggi rassegnare le proprie dimissioni il fallimento del suo governo è sotto gli occhi di tutti dal libro dei sogni della precedente campagna elettorale non un opera è stata realizzata o un intervento completato dal depuratore all rsa dalla rescissione del contratto con la dondi all area industriale riceviamo e pubblichiamo becera polemica politica solidarietà al cittadino di roberto reginaldi in merito all aggressione avvenuta da parte di due cittadini stranieri in stato di ebbrezza ai danni di un cittadino setino il consigliere comunale roberto reginaldi chiamato inspiegabilmente in causa chiarisce la sua posizione dispiace dover constatare un atteggiamento che si commenta da solo da parte dei soliti sciacalli pronti a speculare veramente sulle disgrazie altrui e fare demagogia come consigliere comunale la sicurezza dei cittadini di sezze ha rappresentato sicuramente il mio maggiore impegno politico che mi ha distinto e che forse mi ha portato ad avere posizioni un po troppo eccessive nella 4 forma ma giustissime nella sostanza purtroppo lo stato di ebbrezza molesta non ha passaporti per cui ogni questione demagogica e populista chiaramente di stampo xenofobo non mi appartiene confermo la mia solidarietà al cittadino vittima dell aggressione al pari di tutte le altre vittime di aggressioni e violenze simili nelle modalità e obbiettivo mi sarei aspettato per lo meno di essere escluso da questa becera polemica politica fatta per interposta persona essendo stato comunque l unico consigliere comunale ad esprimere immediatamente solidarietà al cittadino aggredito

[close]

p. 5

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 sezze la moltiplicazione delle liste per gli stranieri gioacchini del mlis lancia l allarme e chiede controlli di luca morazzano mentre l amministrazione campoli ad un mese e poco più dalle elezioni che potrebbero confermarla alla guida di sezze si prodiga nel completare progetti in cantiere e ad esporne di nuovi anche a scopo elettorale c è chi fuori dal consiglio comunale prova a fare una disamina della situazione setina non per forza con fine politico visto che il movimento civico cui fa riferimento ancora non ha ufficializzato la propria partecipazione alla corsa elettorale e il caso di luigi gioacchini esponente del movimento libero di iniziativa sociale che interviene in merito ad uno degli argomenti caldi della politica setina ovvero il voto dei tantissimi stranieri presenti sul territorio gli stranieri tutti coloro che non hanno cittadinanza italiana non dovrebbero andare a decidere le sorti di un paese del quale non sanno niente rispetto al quale sono assolutamente estranei è questa la posizione di movimento libero iniziativa sociale sulla questione del voto agli immigrati precisa gioacchini lo stesso pensiamo degli italiani che risiedono all estero non è giusto che persone del tutto avulse rispetto al tessuto sociale alla storia alle tradizioni alla cultura della realtà che li ospita possano andare ad incidere profondamente sulle istituzioni locali a sezze in vista delle amministrative si stanno semplicemente facendo dei calcoli elettorali e partita una sorta di corsa ad iscrivere quanti più stranieri possibili nelle liste al fine di dare loro la possibilità del voto attivo e passivo non c è niente di tollerante e democratico in questo anzi il raffronto esemplificativo che conduce lo stesso gioacchini è chiaro siamo passati dal business dei rifugiati al business del voto gli stranieri per politici irresponsabili e senza scrupoli stanno rappresentando solo dei numeri lo dimostra ampiamente l assoluta mancanza di una politica per l immigrazione sono anni che la città più popolosa ed importante dei monti lepini si trova al centro di un flusso immigratorio di proporzioni non sostenibili la percentuale degli stranieri è ormai elevatissima rispetto a quella della popolazione autoctona tanto che riferendosi ad essa si potrebbe parlare di una vera e propria invasione alla portata di questo flusso non è corrisposta un oculata azione amministrativa tendente a controllarlo a facilitare l inserimento e ad arginarne gli eccessi che nel tempo si sono verificati e continuano a verificarsi così si arriva al paradosso di un sindaco andrea campoli pd che non ha portato alcuna solidarietà al suo concittadino selvaggiamente pestato a scopo di rapina da due stranieri ma che non ha mancato di presenziare insieme ad altri amministratori ad una manifestazione tenuta qualche giorno dopo dalla comunità rumena di sezze come d altra parte non ha speso una parola per la violenta rissa sviluppatasi in pieno giorno nelle zone centrali della città fra gruppi opposti di stranieri che ha visto spettatori increduli e preoccupati tanti sezzesi tutto ciò non è avvenuto e non avviene per caso si sono provocate si tollerano e si incentivano certe situazioni ben sapendo che si tratta di persone in stato di precarietà e quindi facilmente condizionabili si passa quindi da una economia in nero quella che va dagli affitti fino al lavoro irregolare per arrivare al ricatto elettorale la considerazione finale è amara partendo dal presupposto che la legge elettorale vigente è una vera e propria vergogna che non tiene assolutamente conto dell autodeterminazione di un popolo il tutto sta avvenendo nella piena legalità l iscrizione di questi stranieri nelle liste elettorali aggiuntive sembra che se ne stiano contando a centinaia è veramente trasparente e cristallina sono stati azionati i dispositivi di controllo qualcuno sta pensando anche ai sezzesi movimento libero iniziativa sociale si attiverà per delle verifiche i furti di carciofi finiscono al tg5 di luca morazzano ci mancavano solo i furti dei carciofi a colpire un comparto agricolo setino già in apnea ha fatto senza dubbio scalpore l apparizione al tg5 di vittorio del duca presidente della sezione locale della coldiretti per denunciare quanto sta avvenendo nell ultimo periodo ma senza dubbio riflette una situazione grave se lo stesso del duca è arrivato a tanto di note infatti nei campi il fenomeno di gruppi di persone che vanno a saccheggiare le coltivazioni di carciofi comincia ad essere consistente ed oltre all ammanco dei carciofi sottratti non certo pochi gli agricoltori devono subire anche i danni lasciati da persone che badano solo ad arraffare il più possibile nel minor lasso di tempo incuranti dei danneggiamenti che lasciano alle coltivazioni il tutto dopo una stagione invernale non certo mite in cui già neve e gelo avevano fatto la propria parte nel compromettere i raccolti e ciò in un contesto in cui da anni gli agricoltori denunciano le sperequazioni sui prezzi degli stessi frutti delle terra sottopagati a loro ma che sui banchi dei mercati costano come l oro per questo sono state attivate una sorta di ronde per vigilare sui raccolti anche perché ad aprile c è la sagra e farla con carciofi che vengono da altri campi non sarebbe bello anzi no visto che già accade 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 latina i terremoti adesso iniziano a fare paura si pensa al monitoraggio della zona di tor tre ponti di simone di giulio terremoti adesso è allarme lo sciame sismico che ha interessato negli ultimi mesi l area di tor tre ponti ha messo in allerta chi di dovere che ha deciso di indagare sugli eventi naturali che stanno spaventando i pontini per questo motivo si è deciso di realizzare uno studio specifico a cura dell assessorato alla protezione civile si è svolta un apposita riunione presso gli uffici comunali sul tema delle azioni da mettere in atto in caso di calamità naturali e in particolare di eventi sismici alla riunione erano presenti l assessore comunale alla protezione civile gianluca di cocco l ingegnere umberto martone del servizio protezione civile del comune il geologo carlo perotto dell amministrazione provinciale il geologo massimo amodio incaricato dall ufficio ambiente del comune di procedere alla zonizzazione sismica del territorio comunale e l ingegnere francesco romagnoli esperto di eventi sismici ed inviato dall ordine degli ingeneri di latina a l aquila in occasione del terremoto oltre a rappresentanti delle associazioni e gruppi di protezione civile che operano a latina i geologi presenti hanno illustrato le caratteristiche del territorio di latina sottolineando come la zona sia a basso rischio sismico classificata 3a ma occorre che il fenomeno venga monitorato con la dovuta attenzione amodio proseguirà nel suo lavoro di zonizzazione mentre è stato chiesto ufficialmente all istituto di geofisica e vulcanologia di effettuare una indagine approfondita sui fenomeni sismici in atto dobbiamo procedere ad un attento monitoraggio ­ ha affermato l assessore di cocco ­ ma sono stati escluse possibilità di rischio per persone o cose legate allo sciame sismico in atto a latina stiamo lavorando per una collaborazione per quel che riguarda le procedure d emergenza territoriali per le scuole le aziende le abitazioni in genere con tutti gli attori che ruotano attorno alle emergenze dai geologi alla protezione civile del comune di latina ai vigili del fuoco alla croce rossa italiana alle forze dell ordine per studiare tutte quelle procedure d emergenza territoriale che possono essere suddivise in eventi straordinari non prevedibili o programmati stiamo già producendo un opuscolo informativo sui rischi sismici e le conseguenze che diffonderemo presto nel corso della riunione sono state anche affrontate le problematiche relative ai rischi idrogeologici legati anche agli insediamenti industriali della nostra zona e stato deciso di provvedere ad aggiornare il piano di protezione civile del comune ed i relativi piani operativi connessi protocollo di intesa per le adozioni fanti unico comune pontino ad aver aderito il comune di latina ha aderito al protocollo per la collaborazione tra servizi territoriali ed enti autorizzati in materia di adozione nazionale e internazionale con la partecipazione delle associazioni familiari approvato con deliberazione della giunta regionale del lazio e già stipulato con il tribunale per i minorenni di roma il nostro è l unico comune della provincia ad aver aderito al protocollo ancora una volta quindi il capoluogo ­ ha spiegato l assessore ai servizi sociali patrizia fanti ­ si pone come punto di riferimento sul territorio nel caso specifico istituendo le basi per l esercizio della genitorialità quello dell adozione è un atto di generosità che prescinde dalla presenza o meno di figli all interno della coppia la famiglia è e resta una grande struttura sulla quale devono basarsi i valori della società in cui viviamo e tutti siamo chiamati a tutelarla nel corso del 2011 sono state 24 le domande di adozione pervenute al segretariato sociale del co6 mune di latina coinvolto nella definizione delle pratiche 9 i bambini affidati alle coppie minori stranieri provenienti dal brasile dalla colombia dalla bielorussia dal congo e dalla russia nel 2010 invece sono stati 7 i bambini affidati alle coppie costante la presenza delle istituzioni in tutte le fasi del percorso tutti i mesi infatti in collaborazione con la asl sono previsti degli incontri di informazione e approfondimento sulle tematiche specifiche per le coppie interessate all argomento attivo anche un call center 07736553055 da aprile infine saranno attivati dei gruppi post adozioni che nell arco di quattro incontri e con il supporto degli assistenti sociali e degli psicologi daranno la possibilità alle coppie di capire come rapportarsi con il bambino adottato come raccontargli la verità al termine del ciclo di incontri verrà rilasciato un attestato di partecipazione che potrà essere consegnato direttamente al tribunale di competenza.

[close]

p. 7

mondore@le numero 28 16 marzo 2012 latina centrale nucleare i dubbi di fioravante di simone di giulio di simone di giulio dopo la visita dello scorso 27 febbraio presso il sito di borgo sabotino il consigliere comunale marco fioravante esprime alcune considerazioni in merito e di marco martelletta giusto apprezzare lo spirito della sogin di aprire i cancelli alla città attraverso i suoi rappresentanti di mostrare quale sia lo stato dell arte e come si procederà ma ben sapendo che la partita è più grande e si gioca su altri tavoli è giusto esternare i propri dubbi e stato riferito che si costruirà un nuovo deposito definito `temporaneo nell attesa della nascita del deposito unico nazionale questo deposito dovrebbe ospitare solo i residui dello smantellamento e teoricamente le scorie di minore pericolosità il problema però prosegue fioravante è l assenza completa del progetto di un deposito definitivo in italia spesso succede che ciò che è provvisorio diventi più stabile e duraturo di ciò che viene definito definitivo nel corso della visita è stato riferito che questo deposito provvisorio avrà delle dimensioni di 25,000mc e sarà occupato per non più del 10 quindi pare ragionevole pensare che rimarrà ancora molto spazio al suo interno per ospitare `temporaneamente altro si pensa a male forse ma meglio essere smentiti con fatti che prendere per oro colato ogni cosa inoltre tutte le operazioni di smantellamento sono seguite con costanza dall organismo di vigilanza che è l istituto di superiore per la protezione e la ricerca ambientale con visite pressoché mensili presso il sito a tal proposito meritano riflessione le dichiarazioni del dott la porta dell ispra con le quali afferma maniera inderogabile nei prossimi anni rientrerà da francia ed inghilterra il combustibile riprocessato e dall altra ricorda il buio più totale circa l ubicazione del deposito nazionale e quindi c è da non rimaner tranquilli fioravante quindi si chiede quanto tornerà l uranio dall estero e dove sarà stoccato la porta continua affermando tra i precedenti siti anche borgo sabotino in alcuni casi non hanno le caratteristiche minime per ospitare i depositi di rifiuti nucleari altra domanda lecita latina fa parte degli alcuni o meno su questo aspetto diventa fondamentale ed ineludibile fare chiarezza non c è ristoro economico che tenga nessuno può pensare di mercanteggiare sul futuro del nostro comprensorio il nostro territorio ha già abbondantemente dato in termine di servitù basta altre servitù materiale radioattivo non ne vogliamo più la nota si chiude con l invito al presidente del consiglio comunale nicola calandrini ad attivarsi per concordare non un nuovo incontro con i dirigenti della sogin ma con l ispra che potrebbe squarciare ombre e fornire una visione importante per le attività di decommisioning che a distanza di oltre 25 anni dalla chiusura sono ancora in una fase embrionale la cassazione ribadisce che l iva sulla tia non va pagata soddisfatto il pd con la sentenza 3756 del 9 marzo scorso i giudici hanno ribadito che la tia non deve essere assoggettata all iva purtroppo ­ commenta il capogruppo del pd giorgio de marchis ­ l importante decisione della cassazione arriva dopo che le commissioni tributarie del capoluogo facendo leva sulla circolare delle finanze avevano rinviato per incompetenza molte istanze presentate dai cittadini di latina grazie alla campagna del pd però le fatture degli anni 20102011 stanno arrivando al netto dell iva che può ancora essere recuperata sulle fatture per le annualità comprese tra il 2006 al 2009 sulla stessa linea di pensiero alessandro cozzolino che spiega questo fatto rappresenta una novità della quale bisogna tenere conto nella formulazione del pef e nella determinazione della tia 2 per il 2012 in quanto l iva non deve essere conteggiata nemmeno per la tia 2 diversamente da quanto si sta facendo nel comune di latina si parla di una cifra ragguardevole considerato che ai 18.833.438 del pef 2012 andrebbe aggiunta l iva e questo farebbe crescere di molto le bollette dei cittadini la questione verrà posta ufficialmente all attenzione della commissione bilancio e ambiente ­ aggiunge fabrizio mattioli ­ per conoscere anticipatamente come il comune intenda comportarsi per affrontare e risolvere il problema senza mettere i cittadini davanti ai problemi legati alla presentazione dei ricorsi il gruppo consiliare del partito democratico presenterà una mozione consiliare chiedendo all amministrazione di adire la magistratura ordinaria per dichiarare l illegittimità costituzionale dell art 14 del dl 78/2010 che ha dichiarato la tia 2 entrata patrimoniale assoggettabile all iva con la nostra azione conclude la nota firmata da de marchis cozzolino e mattioli ­ intendiamo continuare a tutelare i contribuenti pontini per troppi anni vessati dalla latina ambiente e dalle scelte sbagliate delle maggioranze di centrodestra tra l altro la sentenza legittima di nuovo il percorso dei ricorsi per il rimborso dell iva che ci auguriamo venga restituita al più presto ai cittadini di latina 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 priverno differenziata scatta l ora x ma la picozza presenta un interrogazione di mario giorgi forse sta per scattare l ora ics della raccolta differenziata a priverno con conferimento dei rifiuti nei cosiddetti carrelli antichizzati e nei punti ecologici interrati dopo anni di attesa e un infinità di polemiche la voce circola da qualche settimana in città e da qualche giorno si son visti anche dei depliants illustrativi proprio alla luce di questa ufficializzazione il consigliere di opposizione elvira picozza pd ha rivolto un interrogazione al presidente del consiglio comunale vivenzio di legge la circolazione in questi giorni di un depliant pieghevole sulla raccolta differenziata dei rifiuti a firma del comune di priverno e della ditta de vizia appaltatrice del servizio scrive picozza sembra voler annunciare l avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti e chiaro che il successo dell intera operazione che introduce modalità di conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini molto diverse da quelle finora adottate sarà maggiore quanto più alto sarà il livello di informazione e sensibilizzazione della popolazione coinvolta ma ­ sottolinea il consigliere pd a giudicare dal contenuto alquanto scarno e poco chiaro del pieghevole riteniamo che esso sia ben altra cosa rispetto alla campagna di sensibilizzazione descritta nel progetto esecutivo approvato dalla giunta macci con la deliberazione n 308 del 14 aprile 2008 in quel progetto infatti si prevedevano diverse cose per una spesa complessiva di 41.667 euro eccole redazione del progetto 5.420 euro realizzazione grafica stampa e distribuzione alle famiglie a mezzo posta dei depliants illustrativi 6.637 euro realizzazione grafica e stampa manifesti 5.000 euro realizzazione e stampa 600 opuscoli per le scuole elementari 4.306 euro realizzazione e stampa 500 opuscoli per le scuole medie 5.650 euro realizzazione e stampa 1000 opuscoli per le scuole superiori 7.000 euro seminari 7.600 euro considerato che di tutto ciò non si è vista traccia né presso le istituzioni scolastiche né presso le famiglie ­ si legge nell interrogazione di elvira picozza abbiamo effettuato una rapida indagine negli uffici di competenza per raccogliere informazioni in merito la documentazione acquisita sullo stato di avanzamento lavori n 4 a tutto il 29 dicembre 2008 conferma che sono stati effettivamente realizzati 450 manifesti 2100 opuscoli per i vari ordini di scuola e depliants illustrativi per una spesa complessiva di circa 35.000 euro regolarmente liquidata alla ditta appaltatrice peccato ­ ironizza l esponente pd che tali materiali informativi non siano mai pervenuti ai destinatari individuati scuole famiglie cittadinanza vanificando un passaggio importante per la buona riuscita dell intero sistema oltre a configurarsi qualora il materiale non dovesse essere rinvenuto come un vero e proprio danno all erario di qui una serie di domande al presidente del consiglio comunale alle quali picozza 8 chiede sia data risposta scritta dove è depositato attualmente il materiale informativo realizzato per la campagna di sensibilizzazione per quali motivi esso non è stato distribuito e recapitato ai destinatari quali provvedimenti si intende adottare per informare e sensibilizzare la popolazione sul nuovo sistema di raccolta dei rifiuti vista la sua imminente attivazione la risposta oltre che al consigliere picozza va data ­ pare ovvio soprattutto ai cittadini per correttezza d informazione va detto che nel pieghevole realizzato dal comune e dalla ditta appaltatrice del servizio si precisa che in alcune zone periferiche ss 156 incrocio anime sante via vado cusano via torretta rocchigiana e via s angelo è previsto il servizio di raccolta porta a porta con carrellati.

[close]

p. 9

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 priverno sanità tolta pure neuropsichiatria continua la diminuzione dei servizi stavolta tocca ai bambini di mario giorgi altro che libro bianco i problemi della sanità a priverno potrebbero occupare interi volumi più volte abbiamo affrontato la continua diminutio dei servizi al cittadino su queste colonne e tornarci potrebbe significare soltanto rivoltare il coltello nella piaga tanto da chi di dovere ­ dal presidente della regione agli amministratori provinciali e a quelli locali ­ non giungono non solo risultati apprezzabili ma nemmeno interventi rassicuranti lasciamo perdere la chiusura dell ospedale ancora non metabolizzata dai cittadini dell intero comprensorio e soffermiamoci un attimo esclusivamente sui servizi lasciati ancora parzialmente attivi sul territorio il pronto soccorso trasformato in punto di primo intervento il laboratorio analisi divenuto punto prelievi per cinque giorni la settimana l ambulatorio di ginecologia ridotto ai minimi termini il servizio di broncopneumologia scomparso eccetera eccetera eccetera ora emerge in tutta la sua gravità il problema della neuropsichiatria infantile fino a qualche tempo fa le madri potevano portare i loro bambini tre volte la settimana nel centro di via madonna delle grazie ora invece il servizio funziona in regime di day hospital una sola volta la settimana e per appena quattro ore al giorno la causa sarebbe riconducibile alla scomparsa delle terapiste che fino a qualche mese fa garantivano uno sviluppo armonico dell infanzia in stato di disagio inutile finora la protesta delle mamme interessate che pure affermano di aver segnalato il problema a diversi livelli istituzionali sulla vicenda della riduzione del servizio al centro di neuropsichiatria infantile ha fatto sentire la sua voce anche il consigliere comunale di opposizione federico d arcangeli sel che ha ricondotto la questione nell ambito di tutte le penalizzazioni subite dalla sanità privernate e non solo negli ultimi tempi senza che esponenti politici pure autorevoli di questa città abbiano fatto pesare il loro ruolo negli ambienti che contano ogni volta che qualche altro tassello viene tolto dal quadro dei servizi sanitari di priverno tornano sempre forti le parole del governatore del lazio renata polverini che giusto un paio d anni fa in un comizio nel cinema teatro comunale del centro collinare lepino quando era soltanto candidata alla presidenza della giunta regionale sollecitata sulla questione affermò tassativamente vi restituirò ciò che vi hanno tolto non solo ­ ci si lamenta in città ­ non ci è stato restituito nulla ma i servizi si sono sempre più assottigliati e i lavori per la cittadella sanitaria non sono ancora ripresi giudice di pace addio ma c è una soluzione di mario giorgi nessuno può negare evidentemente l importanza del ruolo svolto negli ultimi anni dagli uffici del giudice di pace nei comuni privi di altre strutture giudiziarie e gli uffici di sezze e priverno ne sono la conferma i cittadini di buona parte del comprensorio lepino-ausono ne hanno tratto sicuro giovamento e per i tempi di attesa e indubbiamente anche per le spese da sostenere per recarsi a latina ora si sa c è il serio rischio che ­ a seguito delle decisioni assunte a suo tempo dal governo centrale nell ambito dei cosiddetti tagli alle strutture pubbliche ­ gli uffici del giudice di pace tanto di sezze quanto di priverno vengano soppressi se ne parla già da qualche tempo eppure non è che le amministrazioni locali si siano strappate le vesti per scongiurare un ipotesi del genere da tempo a farsi carico dell emergenza è stato l avvocato alessandro pucci di maenza nella sua qualità di presidente della cittadella del diritto che ha sede a bassiano come presidente della cittadella del diritto ha preso carta e penna ed ha invitato attorno ad un tavolo proprio presso l aula delle udienze dell ufficio del giudice di pace di priverno in via della stazione gli amministratori locali interessati alla non improbabile soppressione degli uffici di sezze e priverno all appello hanno risposto gli amministratori di sezze maenza priverno sonnino e il presidente della xiii comunità montana dei monti lepini e ausoni franco solli un primo risultato si è già avuto anche se si tratta per ora soltanto di una manifestazione di intenti infatti da questo momento ­ nelle prossime settimane è prevista un altra riunione con carattere più spiccatamente operativo ­ bisognerà prendere delle decisioni pesanti vista la sempre bassa consistenza delle casse degli enti locali in poche parole per evitare la soppressione degli uffici di sezze e di priverno occorre che le amministrazioni locali sezze e bassiano da una parte e priverno sonnino roccagorga maenza prossedi e roccasecca dei volsci dall altra o tutte insieme ­ si facciano carico dei costi della sede e del personale una prima ipotesi sembrerebbe essere emersa naturalmente tutta da verificare e in tutti i suoi aspetti vale a dire che la sede ­ o forse una sede ­ potrebbe già esserci la xiii comunità montana dei monti lepini e ausoni infatti potrebbe mettere a disposizione una propria struttura ubicata nel territorio del comune di roccagorga su questa ipotesi c è dunque da lavorare o su altre che dovranno emergere nella prossima riunione convocata dal presidente della cittadella del diritto poi ci sarebbero i costi del personale e anche qui bisognerà mettersi a tavolino armati di tanta buona volontà e di una funzionante calcolatrice con questi chiari di luna bisognerà davvero fare i conti con le misere casse dei singoli comuni se ne saprà di più nelle prossime settimane 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 maenza eternit chi lo toglie alle porte del paese e nel centro presenti quantità del materiale tossico di luca morazzano la bonifica è stata richiesta ma la vasta copertura in eternit alle porte di maenza è ancora lì senza interventi di rilievo e ancora più abbandonata a se stessa dopo lo spostamento delle attività che vi si svolgevano e le garanzie per la salute dove sono da nessuna parte o meglio sulle scrivanie dei burocrati dove sono ferme le pratiche per la messa in sicurezza o ancora meglio per la rimozione di tutto quell eternit che di certo non fa bene e le cui esalazioni di polveri sottili potrebbero tranquillamente continuare ad fuori uscire giorno dopo giorno non è l unico presente a maenza visto che anche nel centro storico sono presenti piccole tettoie ricoperte con eternit la famigerata sostanza a base di amianto con ormai comprovato legame con l insorgenza di casi tumorali e i cittadini continuano a chiedersi quanto tempo dovrà ancora passare prima di sentirsi sicuri perché i casi di tumori e leucemie continuano e giustamente i dubbi permangono con questo nessuno vuole collegare tutti i casi di malattie alla presenza di tali materiali non vi è uno studio in merito così come manca uno studio demografico su quanto incidono le suddette malattie nei tassi di mortalità nell habitat maentino ma di certo i malumori non mancano e una presa di posizione se serve eclatante da parte dell amministrazione qualcuno inizia ad aspettarsela soprattutto dopo recenti notizie in merito di eternit che hanno risuonato sui media nazionali ponendo di nuovo l attenzione su una piaga mai chiusa l amianto materiale molto comune in natura e utilizzato negli anni scorsi per edifici tetti navi treni come materiale per l edilizia tegole pavimenti tubazioni vernici si è infatti scientificamente rilevato dannoso respirarne le polveri può provocare il mesotelioma pleurico e dei bronchi il carcinoma polmonare e condurre ad una morte lenta per soffocamento i casi di casale monferrato sede dell eternit in provincia di alessandria una città di poco più di 30 mila abitanti di cui 1.200 sono morti e altri si teme ne moriranno per aver inalato le particelle di questo maledetto minerale che si conficca come un ago nelle vie respiratorie ne sono un esempio jean louis de cartier e stephan schmidheiny proprietari della eternit sono stati condannati a 16 anni di reclusione per disastro doloso permanente e omissione dolosa di misure antinfortunistiche la condanna pronunciata dal presidente casalbore si riferisce ai reati commessi a cavagnolo e casale monferrato prescritte invece le condotte relative agli stabilimenti di rubiera reggio emilia e bagnoli napoli maenza non è assolutamente in condizioni similari ma sapere che quelle tettoie gigantesche alle porte del pese sono messe in sicurezza e bonificate ancor meglio rimosse così come tutte le piccole tettoie nel centro storico aiuterebbe a tirare un bel respiro di sollievo di aria sicuramente sana rifondazione lancia tesseramento e volata elettorale di luca morazzano e partita la stagione dei tesseramenti e dopo l italia dei valori che è stata con i tavolini aperti nell ultimo week end di febbraio la segretaria locale antonella fiore è però reperibile a tutt oggi per coloro che decideranno di sottoscrivere la tessera con il partito che a carattere nazionale fa riferimento ad antonio di pietro è il turno di rifondazione comunista giornata clou è quella di questo venerdì 16 marzo in cui il segretario alessandro pucci sceglie di legare la campagna tesseramento al via anche della campagna elettorale in vista delle elezioni del prossimo anno maenza nel 2013 sceglie il suo sindaco e in vista della tornata che eleggerà il successore di mastracci ineleggibile dopo due vittorie consecutive e quindi la volata comincia da lontano dai volantini propagandistici affissi il clima pre elettorale è evidente tanto che pucci si proietta già nel sistema elettorale promuovendo anche il soggetto civico che difenderà i colori della sinistra maentina in considerazione che sulle schede elettorali dei comuni al di sotto dei 5000 abitanti non sono ammessi i simboli dei partiti nazionali il nuovo soggetto proposto si chiamerà a sinistra per maenza e 10 in maniera sintetica viene proposto anche una sorta di programma in quattro punti che sono valorizzazione del centro storico attraverso il recupero delle abitazioni presenti da preferire ad ulteriori cementificazioni la soluzione del dilemma legato all acqua inteso come potabilità e approvvigionamento senza carenze oltre che recepimento delle indicazioni di acqua pubblica provenienti dal referendum nazionale dello scorso anno ma ancora non recepite il terzo punto è legato alla promozione di una cultura permanente e per tutti legata ad un concetto strettamente legato di promozione turistica in questo contesto le iniziative della teatralizzazione di opere letterarie come fatti e misfatti o il processo ai borgia e altre ancora a metà tra storia e folklore da affiancare alle manifestazioni già presenti che vanno potenziate per attrarre turismostanziale rappresentano un indicazione chiara ed inconfutabile ultimo punto presente è quello che richiama una raccolta differenziata dei rifiuti a pieno regime in tutte le zone del paese che possa in maniera funzionale sopperire alle carenze di orario e di personale facendo diminuire le tariffe.

[close]

p. 11

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 sermoneta un ordinanza abroga i vincoli di orari e giorni di luca morazzano orari e giorni di apertura liberalizzati per le attività produttive presenti sul territorio comunali e questo in estrema sintesi quello che prevede l ordinanza numero 6 dell 8 marzo promulgata dal sindaco di sermoneta giuseppina giovannoli che proiettadi fatto sermoneta in una dimensione ricettiva totale in poche parole i commercianti della città che fu dei caetani in seguito a questo provvedimento e con effetto immediato,hanno la facoltà di gestire le proprie attività dal punto di vista delle parture nella maniera più libera possibile restando aperti a seconda dei flussi turistici e non delle festività che spesso sono proprio i giorni di maggior movimento in fatto di presenze di turisti ispirandosi alla regolamentazione introdotta dalla riforma bersani del 1998 e tradotta in legge nel luglio 2011 che prevede delle deroghe in via sperimentale sul rispetto degli orari di apertura e di chiusura sull obbligo di chiusura domenicale e festiva nonché sull obbligo di chiusura di mezza giornata infrasettimanale per gli esercizi dei comuni inclusi negli elenchi regionali delle località turistiche e delle città d arte ciò considerato il sindaco ha ritenuto quindi opportuno abrogare gli obblighi di rispetto degli orari di apertura e chiusura gli obblighi di giorni di chiusura sia infrasettimanale che nei giorni festivi la decisione nel particolare come esplicato nella stessa ordinanza riguarda le attività di commercio al dettaglio quelle di somministrazione alimenti e bevande le attività di vendita quotidiani e periodici ed infine i distributori di carburante al fine di garantire parità di trattamento e uniformità di disciplina viene però disposta anche l abrogazione dei vincoli che limitano gli orari di attività di estetisti acconciatori piercing e tatuaggi e altre attività di servizi alla persona tutti i precedenti provvedimenti eventualmente in contrasto con tale nuova normativa devono intendersi annullati in poche parole sermoneta per migliorare la sua attrattività turistica è aperta 24 ore al giorno 365 giorni all anno adesso starà agli esercenti sfruttare al massimo le possibilità impegnadosi per aumentare l offerta norma confronto dialettico e di contenuti di luca morazzano la situazione di emergenza derivante dalla chiusura della via norbana ha evidentemente esasperato gli animi portando fermento nel panorama politico normiciano lista civica per norma il movimento politico che ha portato alla rielezione del sindaco mancini e il partito democratico che non lesinano critiche vicendevoli gli attacchi riguardano le rispettive condotte di fronte ai problemi del paese in una sorta di attribuzione delle responsabilità da una parte all altra in particolare la sede locale del pd pare aver intrapreso un modo nuovo di diffondere la propria opinione attraverso la distribuzione di volantini più o meno severi nei confronti della parte politica che amministra il paese il dibattito impazza anche su internet dove le bacheche dei protagonisti della vita politica normiciana si ritrovano ad ospitare i botta e risposta delle due parti ci sono anche dei profili che non fanno riferimento a persone ad alimentare la polemica la civica per norma proprio attraverso una critica pubblicata sui social network stigmatizza i volantini del pd la sezione pd di norma ha partorito l ennesimo foglietto non tolleriamo più questi continui e gratuiti attacchi all amministrazione mancini da chi usurpa le tasche dei cittadini in cambio di prestazioni sanitarie e da chi le ha usurpate in passato per 15 anni da quel che vediamo sergio mancini sa far navigare questo meraviglioso paese verso la vera democrazia sa abbattere le diversità sa dare la tranquillità sta facendo tanto per il paese e in silenzio poi c è sempre qualcuno che vorrebbe il paradiso sotto casa ma la sezione pd di norma lo sa che ha un iscritto che è consigliere provinciale e che costui non sta facendo nulla per il paese siate più obiettivi il pd a sua volta stigmatizza gli atteggiamenti stizziti della lista civica mentre il partito democratico di norma insieme ai suoi consiglieri comunali ed al consigliere provinciale si mette a disposizione del sindaco chiedendo collaborazione per risolvere un problema che è di tutti quindi ne di destra ne di sinistra lui essendo incapace di gestire tutto ciò che è successo dimostrando tutta la sua insufficienza amministrativa scrive una lettera ai cittadini in cui tenta di distogliere vigliaccamente l attenzione da ciò che è successo incolpando come sempre il nostro partito con accuse vecchie e che in questo momento di forte disagio per la popolazione non interessano davvero a nessuno neanche a chi lo ha votato una lettera davvero fuori luogo che ha lasciato noi del pd davvero imbarazzati e stupefatti invece di tentare insieme di risolvere il problema il sindaco politicizza la situazione drammatica in cui ci troviamo senza avere la minima intenzione di collaborare 11 aperture liberalizzate lista civica vs pd

[close]

p. 12

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 pontinia tombolillo senza pace di roberto tartaglia qualche giorno fa di prima mattina su ordine del sindaco tombolillo alcune ruspe avevano iniziato a sradicare la recinzione e le aiuole del bar ristorante nané sito in via leonardo da vinci gli ingombri a detta dell ordinanza sindacale minacciavano l incolumità dei cittadini ma intralciavano anche i lavori in corso su via da vinci questioni di pubblica utilità insomma mentre i lavori erano già a buon punto però arrivava la sospensiva del tar che li vietava sospensiva emessa per tempo ma notificata al comune in ritardo rabbia minacce di morte al sindaco e ricorsi legali avevano fatto da cornice a tutto ciò ma non era finita certo lì lo sapevano tutti lo scorso 9 marzo infatti alcuni agenti della guardia forestale hanno fatto irruzione negli uffici del settore lavori pubblici del comune così la procura su disposizione del sostituto procuratore giuseppe miliano ha dato via libera agli uomini del nipaf nuclei investigativi provinciali di polizia ambientale e forestale per l acquisizione della documentazione inerente quel piccolo pezzo di terreno tanto conteso per ora le indagini sembrano concentrarsi su una concessione che proprio il comune rilasciò nel 1989 per quello spazio e che pare potrebbe risultare illegittima ma tutto è ancora da decidere compresa la denuncia che tombolillo ha sporto in seguito alle minacce di morte.staremo a vedere come evolverà la situazione demolizioni minacce e pure il nipaf folgorato all ex hilme di roberto tartaglia sabato 10 marzo 2012 alcune famiglie di pontinia per alcuni minuti sono state vittime di un black-out elettrico che ha coinvolto parte del paese poco dopo le stesse famiglie hanno sentito urlare le sirene spiegate dell ambulanza che parevano voler precisare che non si trattava di un normale guasto elettrico o di un interruzione senza preavviso dietro il fatto in realtà si celava una vera a propria tragedia marco evangelista 31 anni sembra per puro spasso verso le 13:30 si era introdotto nell ex stabilimento hilme insieme a un amico non si sa ancora bene il perché ma marco aveva deciso di avvicinarsi a una cabina enel con 20mila volt di potenza come fa sapere il gestore del servizio in una nota la cabina era chiusa protetta e contrassegnata con la cartellonistica di pericolo e infatti i primi sopralluoghi hanno riscontrato una manomissione della porta di accesso e dei sistemi di sicurezza È opera di marco e di chi era con lui o di qualcun altro il giovane ad ogni modo ha osato troppo e l indomabile forza dell energia elettrica non gli ha lasciato scampo scaraventandolo via e uccidendolo all istante chi si trovava con lui ha subito avvertito i soccorsi che seppure celeri si sono rivelati inutili sul posto sono accorsi subito il sindaco tombolillo e l assessore pedretti per aprire i cancelli del lotto di terreno di proprietà comunale e permettere ai carabinieri e agli agenti della polizia scientifica di accedere all altro pezzo di terreno quello in cui ha avuto luogo la tragedia ancora sotto la tutela del tribunale marco purtroppo lascia da soli anche una compagna e un figlio di appena un anno ma che ci faceva lì dentro di sabato pomeriggio qualcuno ha avanzato l ipotesi del furto di rame ma i primi sopralluoghi non hanno rilevato traccia di arnesi utili a tale scopo forse non era quello l`intento 12 forse si trovava lì per nascondere qualcosa o per prelevare qualcosa che solo lui sapeva di poter trovare lì o forse è stato davvero solo un assurdo gioco di morte le domande sono molte ma solo le indagini ufficiali potranno dar loro una risposta certa a noi non resta che attendere forse anche fare supposizioni di sicuro partecipare al dolore di una famiglia.

[close]

p. 13

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 cultura omaggio a de andrè de scalzi al costa con il suonatore jones di paola bernasconi il suonatore jones un omaggio a fabrizio de andré vittorio de scalzi voce chitarre e piano salirà domenica alle 18 sul palco dell auditorium mario costa di sezze località anfiteatro accompagnato da andrea maddalone alle chitarre e francesco bellia al basso ad organizzare questo pomeriggio dedicato alla musica le associazioni leonardo sezze setina civitas anjuman e la comunità di sant egidio di sezze con il patrocinio del comune di sezze e della provincia di latina ancora una volta scopo della manifestazione è la beneficenza il ricavato al netto delle spese sarà infatti donato alla comunità san benedetto al porto di genova fondata da don andrea gallo per aiutare la ricostruzione in seguito all alluvione del novembre 2011 tale somma si sommerà a ciò che è stato incassato durante la 10° edizione del tributo a fabrizio de andré tenutosi sempre a sezze il 14 gennaio scorso l evento del 18 marzo segue un incontro avvenuto il 5 febbraio tra una delegazione dell associazione leonardo e lo stesso don andrea gallo insignito del titolo di socio onorario dell associazione alla comunità genovese è stato invece consegnato il gagliardetto ufficiale del comune di sezze il prezzo del biglietto d ingresso è di 15 e può essere acquistato presso due punti vendita a sezze cartolibreria pitti in via roma alimentari cesare iozzi in via ss sebastiano e rocco oppure rivolgendosi direttamente ai rappresentanti delle diverse associazioni setine che stanno orga nizzando il concerto protagonista vittorio de scalzi fondatore dei new trolls autore di brani storici per cantanti del calibro di mina ornella vanoni e anna oxa nonché co-autore insieme a fabrizio de andré nel primo concept album italiano senza orario senza bandiera così l agenzia zerodiecieventi di genova che organizza i tour sia per de scalzi che per i new trolls per edgar lee masters autore dell antologia di spoon river è il violinista jones che fabrizio trasformò in suonatore di flauto ma il filo che li unisce è il medesimo una vita trascorsa con la propria musica a rallegrare consolare commuovere sentimenti che vittorio che collaborò alla realizzazione del disco ricrea in questo spettacolo novello jones accantonata momentaneamente la band rock racconta e si racconta dando vita ad una performance dal carattere acustico in un viaggio lungo più di trent anni dagli esordi con i new trolls in piena epoca beat al periodo di senza orario senza bandiera composto con de andré alla produzione per grandi artisti della scena italiana e per concludere in una sorta di anima genovese che ha sempre legato fabrizio e vittorio ecco trovare spazio alcune particolari versioni delle più significative canzoni del cantautore ligure da bocca di rosa a creuza de ma una domenica al map l appuntamento è per l ora di colazione di paola bernasconi tre domenica diverse da trascorrere al map ­ museo dell agro pontino a pontinia dopo il primo appuntamento dell 11 marzo si continua questa domenica e la prossima con colazione al museo un iniziativa organizzata da visualtrack associazione culturale no-profit che promuove la ricerca artistica contemporanea nella provincia di latina forti della collaborazione con le aziende locali la prima domenica si è svolta grazie alla partecipazione dell azienda apistica non solo miele di mara piovesan la colazione che si terrà questa domenica sarà invece curata dall erboristeria madre natura di lucia ciotoli mentre la terza ed ultima sarà sponsorizzata dall azienda autoservizi frattarelli di t frattarelli dalle 10.30 alle 12.30 una colazione golosa sarà appunto allestita presso il map per iniziare in maniera originale la domenica grandi protagonisti saranno i bambini dai tre ai dieci anni a loro si rivolgono infatti i laboratori didattico-creativi che puntano a far acquisire nuove conoscenze e abilità in modo divertente oltre a stimolare la collaborazione tra i partecipanti un occasione però da non perdere anche per gli adulti quella di visitare questo museo inaugurato il 18 dicembre del 2011 con lo scopo di raccontare e quindi promuovere la storia dell agro pontino al centro di queste tre domeniche la gastronomia locale spesso sconosciuta anche a chi abita in zona se volete maggiori informazioni potete contattare il museo al numero 07738411 inviare un email all indirizzo info.visualtrack@gmail.com oppure seguire le attività sulla pagina facebook 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 cultura un buon film in 3d john carter di paola bernasconi un lunedì sera come tanti senonché si decide all ultimo minuto di andare al cinema a vedere john carter non sono un appassionata di film di fantascienze ma questo mi incuriosisce e soprattutto incuriosisce il curatore delle pagine di musica di questo settimanale che ha già molte informazioni a riguardo si parte e l unico neo è la visione 3d scopriremo dopo che l effetto è gradevole e ben congeniato con macchinari volanti che sembrano saltarti addosso neanche tu stia pensando di attaccarli ma la scomodità degli occhialini necessari è piuttosto fastidiosa tant è si inizia pianeta sconosciuto popolazioni in lotta tra di loro per la supremazia astronavi volanti armi blu che ammazzano stritolano avvolgono e quant altro gente dai tratti somatici sui generis tutto nella norma poi arriva lui john carter soldato sudista della virginia che alla ricerca dell oro s imbatte per caso in un tizio dalla pelle bluastra che in qualche modo lo teletrasporta proprio nel suddetto pianeta segue incontro con umanoidi dal colore verde un classico alti con quattro braccia e due dentoni tipo mammut che parlano una lingua sconosciuta siamo nel regno del già visto più o meno con una nota sulla perfezione degli effetti visivi i tizi verdi sono veramente ben fatti e sembrano reali pensate che uno di loro è willem dafoe e credetemi lo riconoscerete tutto già noto ma poi si insinua qualcosa nel cervello martellato dagli effetti speciali questa storia è stata scritta nei primi anni del 1900 prima di stargate prima de il pianeta delle scimmie prima di guerre stellari quello che ho già visto è arrivato dopo sì perché john carter è tratto dalla saga del ciclo di marte ben undici romanzi scritti da edgar rice burroughs lo stesso al quale dobbiamo anche tarzan una serie di storie sul genere avventura fantascientifica incentrate su john e la sua vita tra terra e barsoom alias marte e allora tutto quello che passa sullo schermo assume contorni differenti ci sono tutti gli stereotipi alieni battaglie eroe principessa da salvare ma vanno riletti sotto un altra chiave considerando che mister burroughs li aveva pensati prima di molti e allora guardate john carter come se non aveste mai visto altro film di fantascienza stupendovi anche dei thark così si chiamano i tizi verdi dei panorami maestosi di marte e dei suoi palazzi reali e della storia d amore che inevitabilmente nasce tra il protagonista muscoloso e di bell aspetto e dejah la figlia del re di helium anche lei bellissima intelligentissima e tostissima non avrete visto niente di particolarmente nuovo ma almeno è ben fatto la tecnica del motion picture così si chiama quello che dà vita ai personaggi alieni è ad altissimi livelli i paesaggi sono affascinanti e la mitologia creata tutto intorno è perfettamente credibile e a proposito di mitologia qui tutto proviene da un uno che stavolta chissà perché e chissà come data l età anagrafica dei romanzi è una lei e alle donne è anche affidata parte della sicurezza della principessa chi comanda è però un uomo o meglio alcuni uomini chiamati thern dei quali però forse avremmo voluto sapere di più niente di nuovo sul fronte cinematografico va bene ma pensate a questo scrittore che vedeva già guerre interstellari ai primi del secolo scorso chapeaux cresce l attesa per il contest targato ocse competizione aperta ai video di giovani tra i 18 e i 25 anni di paola bernasconi global youth video competition questo il nome del contest organizzato dal segretariato ocse l organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico una seconda edizione per questo concorso a premi dedicato ai giovani dai 18 ai 25 ai quali viene richiesto di realizzare e presentare un breve video originale la tematica richiesta è quella che verrà trattata nel forum ocse previsto a parigi dal 22 al 24 maggio education and skills cosa pensano i giovani delle questioni in materia di istruzione oggi quali sono le competenze necessarie per trovare un lavoro È importante colmare il divario digitale tra chi ha accesso alla formazione e chi no È necessaria la creatività queste e altre le ques14 tioni sulle quali riflettere per dire cosa si pensa in un video di massimo tre minuti da inviare entro il 31 marzo non dovrete fare altro che compilare il modulo di registrazione completo del link su youtube al vostro video tramite l apposita pagina web che potrete trovare nella sezione news del sito www.istruzione.it la giuria deciderà i tre vincitori in base a creatività originalità contenuto del messaggio e presentazione generale in termini di suono e qualità dell immagine la classifica verrà comunicata il 16 aprile e notificata via email il premio la possibilità di partecipare al forum ocse di maggio potete seguire gli sviluppi del progetto sulla pagina facebook sul canale youtube o sul twitter.

[close]

p. 15

mondore@le numero 128 16 marzo 2012 musica un circo fatto di note di marco fanella e buona giornata a tutti signore e signori presenti ed assenti paganti e non paganti eccoci al circo della musica per un nuovo imperdibile spettacolo fatto di canzoni e numeri da capogiro il capannone è pieno si possiamo anche iniziare ecco a voi direttamente da mosca la grandissima trapezista petruska zompettova inventrice del quadruplo salto mortale con avvitamento e doppia piroetta senza rete e con vasca piena di piranha per prepararsi la famosa circense ci ha confessato di ascoltare sempre aerials dei system of a down prima di ogni spettacolo ma soprattutto di usare costantemente ten thousand fists dei disturbed e awaken the dreamers degli all shall perish come colonna sonora per le sue pindariche performance a seguire il numero delle due scimmiette gina e pina che in costume da hostess volano su degli aeroplanini appesi e poi saltano giù in una piscina per uscirne in costume da bagno stile baywatch il numero è reso ancor più emozionante dalla musica che esce dagli speakers prima teddy picker degli arctic monkeys poi apply some pressure dei maximo park e per finire iron head de poderosi e groovosi helmet per il numero del mangiatore di spade alvin golalunga direttamente da bassano del grappa ma nativo dell india solo musica di un certo spessore sinfonia fantastica di berlioz e time dei pink floyd rivisitata e gangiata dagli easy stars all stars avanti col prossimo numero allora direttamente dalla cina il grande domatore di leoni le on chin ci stupirà col suo incredibile coraggio e la sua determinazione ha girato tutto il mondo col suo spettacolo ma ha sempre utilizzato the reflex dei duran duran e need you tonight degli inxs per allenarsi con i suoi felini i quali sembrano gradire molto la musica dopo l emozione dei leoni è l ora del lanciatore di coltelli ezio miragiusto trasteverino puro e della sua compagna e cavia salva perunpelo direttamente dalla romania la coppia è famosa per l alto tasso adrenalinico dei suoi numeri e per la chirurgica precisione di ezio nonché per le stupende musiche che fanno da cornice sonora allo show infatti i due ci propongono hard to say i m sorry dei chicago the logical song dei supertramp e riverside degli america ah certo che se la musica fosse sempre così dovremmo andare più spesso al circo è bellissimo ascoltare i chicago mentre un coltello si pianta a mezzo millimetro dall orecchio di salva oppure i duran duran mentre le on chin bacia in bocca un leone che emozioni ragazzi viva il circo atenti ai ricordini lasciati dagli animali e come sempre buona musica appuntamenti nuovo weekend e nuovi eventi nuovo weekend nuovi eventi nuove cose da fare e vedere andiamo con ordine partendo da oggi perché oggi è venerdì e finalmente il fine settimana è lì che si apre davanti a tutti noi a sezze continuano gli appuntamenti con i venerdì letterari al museo archeologico se vi interessa si inizia alle 18 con 150 anni dell unità d italia in roma e lazio di lunario romano nel capoluogo la sera potete invece scegliere tra lo spettacolo notturno con voce allo spazio corde di via dei boi ore 20.30 o la bon jovi tribute band wild roses al the rockin ore 22 il sabato può continuare a sezze con la seconda giornata di le parole per dirlo il festival della poesia al femminile che si svolgerà anche mercoledì 21 ci si vede al museo archeologico alle 16.30 mentre il terzo appuntamento si svolgerà dalle 17 presso la sala polifunzionale delle colonne di tito in via roma se invece siete appassionati di enogastronomia non perdetevi la due giorni di piana delle orme con dalla zuppa alla zappa tutta dedicata ai prodotti tipici locali sabato dalle 12 alle 19 e domenica dalle 10 alle 19 potrete degustare le prelibatezze della provincia pontina per un po di musica live a latina potete scegliere tra the showers al the rockin roberto casalino al jacarè pub e la stringray band al sale pepe la domenica pomeriggio è perfetta invece da trascorrere in teatro e allora perché non scegliere il più piccolo teatro d italia al mat di via san carlo nel centro storico setino va in scena un uomo piccolo piccolo dal teatro delle molliche di bari dalle 17.30 potrete assistere ad una rielaborazione del classico dei classici il piccolo principe prenotazione consigliata al 3271657348 preferendo il balletto c è sempre serata 900 con musiche di stravinsky de falla e satie al teatro d annunzio di latina i solisti del teatro dell opera di roma daranno inizio alle danze alle 17.30 p.b 15

[close]

Comments

no comments yet