Il Picchio di Torresina . Mese di Febbraio 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 5 numero 47 febbraio 2012 di daniela moretti la befana ha lasciato il suo dono a primavalle presso l opera don calabria nel silenzio generale di stampa e istituzioni il 9 gennaio 2012 riapre la storica mensa sociale di via soria p areti colorate profumo di cucina rumore di stoviglie tavoli apparecchiati e soprattutto tanti sorrisi la chiusura della mensa in tempi in cui le associazioni di volontariato le parrocchie i servizi sociali del comune vedono aumentare di giorno in giorno il numero di coloro che perduto o meno il lavoro non riescono a provvedere al sostentamento loro e dei loro familiari era sembrata un assurdità per ben 24 anni passando attraverso varie crisi economiche la mensa di via soria prima di essere chiusa è stata punto di riferimento per tante persone in difficoltà dei 100 pasti giornalieri distribuiti il 60 era per per sone che risiedevano nel nostro municipio e anche oggi con la sua riapertura le persone che la frequentano sono in prevalenza cittadini del xix fratel brunelli responsabile dell opera ci dice che per mesi ha bussato alle porte dei nostri amministratori locali ma è solo grazie ai fondi del piano contro la povertà della regione lazio e del dipartimento promozione dei servizi sociali e della salute del comune di roma che si sono trovate le risorse per riaprire un servizio così importante per tutto il quadrante nord-ovest della città e infatti questa la sola mensa collocata in un quartiere popolare e periferico e non centrale come lo sono quelle di colle oppio via marsala e via dandolo la gestione della mensa è affidata all opera don calacontinua a pagina 8

[close]

p. 2

prima parte bu bu settete di giuseppina provenzano corsi prematrimoniali corsi di preparazione al parto a quando qualcosa che aiuti i genitori alla crescita psicologica dei propri bimbi apere il perché di alcuni comportamenti del bambino e capire come rispondere ai propri figli sin dai primi giorni di vita è utile divertente e contribuisce addirittura a garantire ai figli il raggiungimento di una reale autonomia da adulti sin da quando i nostri bimbi sono in fasce notiamo alcuni comportamenti comuni a tutti tirare i capelli piangere in braccio agli estranei buttare giù oggetti all infinito ecc e cerchiamo di dar loro risposte adeguate in base alle esperienze e i consigli dei nostri nonni o genitori ma a volte questo non basta per i primi 4-5 mesi i neonati tendono solo a soddisfare i propri bisogni per questo il loro repertorio comportamentale riguarda solo i riflessi il neonato non discrimina la persona e dal primo momento di vita è in fusione con la mamma come se entrambi vivessero nello stesso cerchio magico capiamo dunque come è indispensabile la disponibilità della madre in questo periodo es modo di allattare di tenere in braccio ecc superato il periodo dei riflessi iniziano alcuni comportamenti caratteristici l esplorazione del corpo e del volto della mamma tirare i capelli il naso mettere il cibo in bocca che significato hanno questi comportamenti il bimbo comincia a distinguere il proprio corpo da quello della madre e di conseguenza capisce che nel cerchio magico sono in due comincia a discriminare persone familiari e non ecco perché proprio intorno agli otto mesi inizia ad avere paura degli estranei e di quanto non familiare ad esempio una persona con la voce rauca se qualcuno nota invece curiosità e stupore verso l estraneo vuol dire che la fase simbiotica con la madre non è stata ottimale ma non colpevolizziamoci cosa fare non arrabbiamoci se tira i capelli tanto forte da far male perché nostro figlio ci sta chiedendo di aiutarlo a capire piuttosto tocchiamo anche noi i suoi capelli subito dopo dicendo il suo nome allo stesso modo quando prova a mettere del cibo nella nostra bocca questo non è un periodo molto difficile da gestire al massimo ci ritrovia s mo con qualche paio di occhiali rotto qualche difficoltà si comincia ad avere dai 9 ai 14 mesi quando il bambino si allontana facilmente dalla madre carponi o camminando e frettoloso non fa altro che cadere il narcisismo è al culmine si sente onnipotente e vorrebbe fare di tutto di più c è indifferenza verso gli urti le cadute ed altre frustrazioni il bambino si concentra nella padronanza delle proprie capacità continuamente soddisfatto per le scoperte che fa nel mondo un po più lontano dalla mamma la mamma è ancora al centro dell universo anche se la consapevolezza di essere separato aumenta per questo spesso porta sempre con sé un giochino una copertina il ciuccio questo è anche il periodo del gioco del bubùsettete che significato hanno questi comportamenti quest ultimo gioco è un modo per iniziare il bambino alle separazioni il gioco stesso mostra come il volto scompare tra le mani per qualche secondo per poi ricomparire pian piano il bimbo capisce che ciò che non si vede più non svanisce nel nulla e per sempre anche l oggetto preferito che porta sempre con sé ha un significato psicologico questo oggetto serve a fare da transazione tra il bambino e la madre serve per trattenere la madre a sé nella propria mente aiutando a sviluppare la capacità di stare solo senza provare angoscia se alcuni bimbi non hanno mai avuto preferenze per qualcosa può voler dire che la scelta di questo oggetto è ricaduta ad esempio sul papà cosa fare non bisogna essere ansiose ed avere esagerata paura delle cadute anzi cercare di alleviare le frustrazioni derivanti dal mondo esterno i contatti col padre sono di fondamentale importanza in quanto diversi da quelli della mamma ma di questo parleremo nella prossima puntata 2

[close]

p. 3

sommario febbraio 2012 1 2 11 12 14 15 le lettere dai lettori le vostre segnalazioni un ricordo per le dediche dei nostri lettori l angolo della poesia il torre si no rubriche 4 5 5 5 6 6 7 8 9 10 14 la befana ha lasciato il suo dono a primavalle bu bu settete quando l età non conta luci e ombre della partecipazione tornare in forma carnevale a torresina diventa anche tu amico del picchio d i to r re sina su facebook news dal comitato di quartiere torresina news della redazione letti per voi roma da scoprire cucinati per voi dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina anno 5 numero 47 febbraio 2012 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3396531743 e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno andrea delle case pierfederico poli antonio di siero antonella aulicino giuseppina provenzano impaginazione progetto grafico-editoriale pubblicitario gestione internet roberto delle case luigi spagnoletti hanno collaborato a questo numero fattino tedeschi ottavio di stefano michela fabbri antonio giustiniani chiara castellani alessandro mingarelli stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it tuttiine go zieglistudi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni le edicole via torrevecchia 87242-633 e di largo millesimo alcuni negozi di via pietro maffi alcuni negozi di via torrevecchia e largo arturo donaggio le edicole di via pietro maffi alcuni negozi di via andersen municipio 19° di via mattia battistini xix gruppo vvuu via f borromeo la biblioteca basaglia via federico borromeo 67 biblioteca casa del parco di via della pineta sacchetti 78 centro anziani torrevecchia monte mario primavalle ama di torrevecchia santa maria della pietà ·uffici municipali pad 29-30-31 ·padiglioni 13 26 e 32 ·centro antea atletica monte mario scuola di via andersen bar di via vittorio montiglio 21 bar di via piazza millesimo questo numero è stato chiuso in redazione il 30/01/2012 l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 3

[close]

p. 4

le lettere dai lettori la storia di ugo e dei suoi amici sono vincenza pasquali proprietaria dell edicola di torresina e volevo raccontarvi in occasione del suo terzo compleanno la storia di ugo cane maremmano da me ufficialmente adottato il 22 giugno 2010 quando fece la sua prima apparizione nel quartiere era un cucciolo di appena 5 mesi di proprietà dell ex convento di via paolo rosi del signor vittorini tutti i negozianti ed alcuni residenti si sono occupati di lui lo hanno accudito amato e hanno provveduto al suo fabbisogno giornaliero per ciò che concerneva il cibo in particolare massimo della tolettatura animali guendalina del bar alchimista maurizio gionfalo maurizio moretti e roberta del primo bar valentina di pizza 105 tonino attanasio massimo paolini marzia bisegna massimiliano ciaramitaro loredana palazzi antonio cimaglia la signora rita che accudisce i maremmani di via rosi e il dott grasso che provvedeva anche alle cure mediche successivamente come feci per i due precedenti maremmani nino e pallino inoltrai con mariangela summa la richiesta per provvedere alla sua sterilizzazione il canile non intervenne e così fui costretta a farlo sterilizzare a mie spese per il benessere e la tranquillità delle cagne padronali sottolineo che io ero la referente non la proprietaria poi accadde uno spiacevole episodio e ad ugo fu affibbiata la nomea di cane aggressivo così vista l intenzione di alcuni di sopprimerlo lo portai a casa mia anche se ero restia avendo già due gatti ugo nel tempo mi ha dato molto e ha fatto molto mi ha anche difeso una prima volta da due malintenzionati che una mattina volevano entrare nell edicola e poi da uno zingaro che un giorno entrò con un bastone capisco perfettamente che il cane essendo di taglia grande possa incutere paura ma ormai tutti lo conoscono e sanno quanto è buono è diventato la mascotte del quartiere e di tutti i bimbi che vengono sempre a salutarlo e a fargli le coccole vorrei ringraziare la redazione del picchio di torresina per avermi dato la possibilità di raccontare la storia di ugo e di tutti i suoi amici grandi e piccoli vincenza pasquali 4

[close]

p. 5

le vostre segnalazioni ed ecco cari lettori la prima delle novità che vi avevamo anticipato e noi della redazione siamo contenti di pubblicare indicazioni belle e positive potete continuare a farlo inviandole all indirizzo mail ilpicchioditorresina@yaoo.it oppure segnalarle nella bacheca della pagina del picchio di torresina su facebook e mi raccomando non dimenticate le foto caro picchio eccomi a raccontare una sorpresa che non ci aspettavamo abituati vedere che i lavori che si fanno nella nostra zona non finiscono mai nei tempi previsti pensavamo che via pietro bembo sarebbe rimasta chiusa almeno fino al prossimo anno e con grande piacere che babbo natale ha provveduto a riaprirla e renderla perciò fruibile sul cartello che allego avevo letto fine lavori novembre 2012 quindi quale piacevole sorpresa via pietro bembo è stata restituita ai cittadini prima del previsto voglio sperare che sia solo il primo passo di quest anno che si presenta difficile auguri ramella parenza all hotel pineta palace la nota pittrice carla pentrella ha esposto le sue opere in una personale dal titolo la pietra e l acqua e stata presentata dal critico d arte fattino tedeschi un ricordo per dopo un incidente stradale ci ha lasciati la signora roberta pellegrini madre di grande esempio dei valori della famiglia ai figli tiziana fabio carla e laura giungano sentite condoglianze del quartiere torresina le dediche dei nostri lettori per papa massimiliano per simone pa-pà pa-pà buon compleanno ti voglio un mondo di bene giuro di non farti prendere più alcuno spavento simone 18 febbraio buon compleanno francesco sei il nostro piccolo grande tesoro l essenza della nostra vita tutto ciò che avremmo mai potuto desiderare saremo sempre vicino a te ti accompagneremo alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie buon 1° compleanno simone la mamma e il papà 17 febbraio ­ buon compleanno marina ad un laureato eccellente un dj fantastico un figlio premuroso ed un nipote unico tantissimi auguri per i tuoi 26 anni da chi ti vuole un mondo di bene buon compleanno sorellona sei stata sempre il mio riferimento la mia amica migliore e non riuscirò mai a farti capire quanto ti voglio bene e quanto siano sempre imporcinzia nonna pasqualina e zia cinzia tanti e preziosi i momenti vissuti con te 5

[close]

p. 6

c l angolo della poesia carnevale lown su strade di coriandoli maschere di allegorie le mie pietre q uesta mia terra non è l eldorado e pur se con perizia setacciata soltanto ciottolini multiformi emergeranno dal terriccio grigio che invitano a sorridere tutto intorno sembra di stare in una festa senza fine tra satira e sogno tutto finisce le maschere tornano a casa e la tristezza dei giorni impegnati cancella quelle scanzonate emozioni e con pazienza li sto raccogliendo quei sporchi sassi che sembrano pietre con poca convinzione lo confesso per la costante del mio pessimismo comunque sceglierò quelle più belle che già tempo ci sto lavorando con l accortezza che si deve sempre al parto d un difficile soggetto e pur se con modestia le confronto con le preziose dei cesellatori perché son cosa mia e ne son fiero anche se quelle pietre sono sassi fattino tedeschi ottavio di stefano per la seconda novità che vi riguarda il picchio voleva sottoporre una domanda forse un po difficile ma che sicuramente ognuno di noi si è posto trovando sempre più spesso per le strade e sulle metropolitane bambini mendicanti indubbiamente ci si ritrova davanti ad un bivio perchè si pensa sempre allo sfruttamento del minore da parte di un adulto spregiudicato voi che pensate secondo voi è giusto oppure non è giusto dispensare l elemosina ai bambini potete inviare la vostra risposta ai seguenti indirizzi ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure rispondere direttamente sulla bacheca del picchio di torresina su facebook 6

[close]

p. 7

news dal comitato di quartiere torresina sabato 17 dicembre è stata aperta ai bambini l area giochi del parco di torresina l accesso al resto della struttura sarà possibile solo dopo che termineranno i lavori per la realizzazione della struttura in legno coperta ed il campo sportivo polivalente i lavori sono iniziati a metà gennaio e dovrebbero concludersi entro pasqua 2012 a quel punto il parco sarà intitolato a zietta liù ed aperto completamente al pubblico i cancelli sono aperti alle 9 del mattino per essere chiusi al tramonto ad occuparsene è il comitato di quartiere torresina che vigila anche sul rispetto delle regole e l integrità dell area l ingresso è vietato ai cani pressione idrica si ringraziano tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta di firme per un aumento della pressione idrica della zona torresina-quartaccio le numerose firme raccolte saranno consegnate agli organi competenti durante il mese in corso il tuo quartiere non è una discarica torna l iniziativa giunta alla sua xii edizione domenica 19 febbraio 2012 il primo appuntamento dell anno con la raccolta straordinaria gratuita dei rifiuti ingombranti e particolari dalle 8.00 alle 12.30 nei municipi dispari ed i quartieri del porta a porta ci vediamo a torresina nel parcheggio di via andrea barbato sul lato opposto al capolinea del 46 laboratorio sulla partecipazione 5° incontro ­ giovedì 23 febbraio ore 18:00-20:00 presso i locali della chiesa di torresina santa faustina kowalska il laboratorio è condotto dal dott alessandro mingarelli ed è aperto a tutti i cittadini per motivi organizzativi si invita a comunicare la propria adesione inviando una e-mail a labpartecipazionetorresina@psicosalute.com corso disostruzione pediatrica sabato 3 marzo ore 10.30 centro commerciale torresina la lezione della durata di due ore sarà tenuta da istruttori cri mdvaep facenti parte della task force guidata dal referente nazionale e internazionale per le manovre di disostruzione e rianimazione cardiopolmonare pediatrica dott marco squicciarini sono previste proiezioni delle slide ufficiali del corso filmati simulazioni rilascio di attestato di partecipazione e in dono ad ogni partecipante un dvd con filmati salva bimbi un poster e un manualetto grazie ad eventi di responsabilità sociale di questa portata combattiamo il non sapere che ancora oggi in italia provoca la perdita di un bimbo a settimana proprio perché chi gli è vicino nei primi drammatici momenti non sa cosa fare il progetto diffusione delle manovre di disostruzione pediatriche nasce dalla sentita esigenza di diffondere a tutta la popolazione civile genitori nonni familiari insegnanti maestre baby-sitter boy scout allenatori sportivi bagnini ristoratori chi generalmente è in contatto con bambini le linee guida sulla disostruzione pediatrica e sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare pediatrica ad esse collegate che purtroppo attualmente quasi nessuno conosce ogni anno in italia 50 bambini perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo il 27 dei decessi accidentali ­ dati `società italiana di pediatria la morte non avviene per il corpo estraneo ingerito accidentalmente gomme americane caramelle prosciutto crudo insalata frutta secca popcorn monete giochi e purtroppo tanti altri piccoli oggetti di uso quotidiano ma soprattutto perché chi assiste i bambini nei primi momenti non è formato e informato su queste manovre e può generare disastrose conseguenze prendere per i piedi un bambino ostruito o peggio ancora mettere le dita in bocca sono le prime due cose che vengono fatte dal soccorritore occasionale non preparato e che di solito cagionano la morte del bambino il comitato di quartiere torresina si riunisce a martedì alterni dalle ore 17.30 alle 19.30 circa presso viale indro montanelli 80 bar alchimista oppure presso la chiesa di torresina ringraziamo entrambi per la disponibilità le riunioni sono aperte a tutti potete contattarci anche attraverso il nuovo indirizzo di posta elettronica comitatotorresina@gmail.com 7

[close]

p. 8

news della redazione alla biblioteca basaglia via federico borromeo 67 questo mese verranno proiettati i seguenti film · · martedì 7 febbraio i fiori di kirkuk di kamkari fariborz sull eccidio del popolo curdo martedì 14 febbraio uomini di dio di xavier beauvois sulla tragica situazione dei cristiani in algeria con la camera di commercio di roma scadenza 29 febbraio 2012 e destinato a favorire l incontro fra ricercatori e piccole e medie imprese con la realizzazione di progetti d innovazione tecnologica che permettano la nascita di nuove imprese capaci di creare sviluppo e posti di lavoro il progetto alla terza edizione vuole contribuire all innovazione imprenditoriale e all impiego di personale altamente qualificato informazioni info@officinainnovazione.it il bando e tutti i moduli possono essere scaricati dal sito della provincia `fondo di garanzia a sostegno dei giovani imprenditori da 3milioni di euro con unicredit scadenza 9 marzo 2012 l iniziativa finanzia progetti imprenditoriali di giovani tra i 18 ed i 35 anni in settori come la ricerca e lo sviluppo l editoria il design la moda l architettura le attività artistiche l audiovisivo e l intrattenimento per ogni singola iniziativa è prevista una concessione di un prestito fino a 30.000 euro per ogni socio per un totale di 100.000 euro a impresa il prestito sarà rimborsabile in 60 mesi dal terzo anno di concessione senza tassi di interesse il bando e tutti i moduli possono essere scaricati dal sito della provincia · martedì 21 febbraio la masseria delle allodole di paolo e vittorio taviani sull olocausto del popolo armeno le proiezioni sono riservate agli iscritti alle biblioteche di roma la tessera è gratuita e può essere fatta la sera stessa in biblioteca articolo tratto dal sito della provincia di roma sviluppo economico bandi della provincia di roma per imprese e professionisti sostenere le imprese creative e incoraggiare la nascita di nuove aziende È l obiettivo della provincia di roma che lancia alcune nuove iniziative per le imprese e i professionisti ecco le informazioni `fondo per la creatività con uno stanziamento di 500mila euro con la camera di commercio di roma scadenza 29 febbraio 2012 il bando giunto alla terza edizione favorisce la creazione e l avvio di micro piccole e medie imprese ad alto contenuto creativo e innovativo architettura arte artigianato artistico disegno industriale moda pubblicità e comunicazione fotografia editoria audiovisivo sono i settori coinvolti dal progetto informazioni servizimprese@provincia.roma.it il bando e tutti i moduli possono essere scaricati dal sito della provincia `promotori tecnologici per l innovazione con uno stanziamento da 254mila euro continua da pagina 1 bria e in questi giorni le sale colorate e calde in cui è ospitata si sono riempite di suoni e voci un mondo di persone è tornato a vivere e con esso la possibilità per un intero quartiere di riscoprire al proprio interno forze e risorse per superare l ennesima crisi la mensa è un luogo piccolo caldo e accogliente in cui è piacevole ritrovarsi e incontrarsi c è un meraviglioso angolo caffè dove è possibile a fine pasto fermarsi per scambiare qualche parola questo piccolo angolo è l espressione dello spirito di accoglienza che anima la famiglia calabriana che vuole fare di questo luogo un posto dove chiunque possa trovare risposta ai bisogni primari di sussistenza di identità di appartenenza chiunque passi da qui anche solo per un momento deve sentirsi a casa e portarne con sé il calore 8

[close]

p. 9

di antonio di siero deforestazione discioglimento dei ghiacci polari inquinamento buco nell ozono sei sicuro che ti abbiano detto la verità a tokyo un fisico viene assassinato nella giungla della malesia viene costruito un generatore di cavitazione a vancouver una società acquista un mini sommergibile da utilizzare nelle acque della nuova guinea a parigi un agente segreto cerca di collegare tutto questo dire di più sulla trama di stato di paura senza spoiler sarebbe impossibile e comunque inutile inutile in quanto come in molti romanzi di crichton la cura per la trama è nettamente inferiore rispetto a quella riservata ai dettagli tecnici crichton 19422008 è infatti il padre di quella fiction didascalica che ha fatto la fortuna di dan brown il codice da vinci nonostante l intreccio articolatissimo e credibile i personaggi soffrono di una caratterizzazione fasulla buona per un telefilm della fox donne troppo belle con troppe abilità uomini troppo aitanti e con tutte le caratteristiche del maschio alpha gli unici naturalmente a potersi accoppiare con le donne di cui sopra entrambi contrapposti a viscidi burocrati e smidollati attori di hollywood che nulla sanno del mondo reale che c è al di fuori del proprio piccolo studio un cast davvero nauseante cerchiamo ora di capire perché stato di paura è una lettura imperdibile l allarme ecologico è un argomento antipatico se ne cominciò a parlare alla fine degli anni 80 con l allarme buco nell ozono vi ricordate la campagna con i cfc e da lì in poi ha smosso molte coscienze e inutile negarlo molti soldi si parte dai documentari alla al gore fino ai motori al metano quanti soldi spesi per salvare l ambiente dalle emissioni della nostra macchina diesel crichton parte da posizioni molto più decise di queste l autore infatti non nega l allarme ecologico continuate a leggere ma fornisce un intera galassia di dati che farebbero crollare tutte le teorie catastrofiste senza scende re in dettagli che oltre a non entrare nello spazio concesso a questo articolo rovinerebbero al lettore il piacere della scoperta crichton ipotizza che la caduta dell unione sovietica abbia lasciato un vuoto in termini di paura globale la paura è chiaramente uno strumento di potere e la mancanza di un tale strumento ha spinto i leader occidentali a rispolverare una ricerca commissionata dall onu alla fine stato di paura di michael crichton degli anni 70 rivedendo i ri688 pagine sultati in modo da poter ricregarzanti are lo stato di paura perduto 10,90 con la fine dell urrs la domanda che sorge spontanea è queste teorie sono attendibili ai posteri l ardua sentenza il libro si completa di una sterminata bibliografia e di un appendice che risulta elemento determinante per chiunque si sia appassionato alle teorie dell autore una delle prime cose che vengono chiarite è che crichton non è contro gli allarmi ecologici ma contro la scienza politicizzata considerando il fiume di negazioni che precede la nota siamo in presenza di una lavata di mani alla pilato per quella che è la mia esperienza posso citare il romanzo congo in cui lo stesso crichton fa un dettagliato excursus sulla storia delle tecnologie dei semiconduttori leggendo quelle pagine il sottoscritto ha rivissuto le lezioni di elettronica degli anni dell istituto tecnico industriale tale era la fedeltà ai dati reali di quella relazione in finale non è possibile stabilire qui se sia lecito o no allarmarsi per lo stato dell ambiente e stato di paura è comunque solo un racconto di finzione ma ho l impressione che la negazione dell allarme ambientale non sia presa in adeguata considerazione non quando su un tema così delicato andrebbero sentite tutte le posizioni di stato di paura si può dire solo una cosa se siete coinvolti o solo curiosi delle tematiche ecologiche è una lettura assolutamente obbligata di fattino tedeschi la passione delle parole nata in riva al mare marco vespa ed marsilio no scrittore che racconta la vita deve avere dentro di se la passione delle parole che ambientate in luoghi reali o immaginari creino la curiosità e l interesse del lettore marco vespa è forse l autore che più veste i panni del romanziere perché leggendolo fa sentire protagonisti e partecipi delle storie che racconta personaggi involontari della trama nella narrazione non esiste la staticità del pensiero nel racconto c è un collegamento ben delineato tra il presente che ricorda il passato ma cos è che fa sentire marco vespa così diverso la sua capacità creativa l intenso rapporto tra persone e cose luoghi e personaggi scrittore che mette a nudo la sua anima senza reticenze ed ipocrisie un racconto chiaro e convincente nata in riva al mare è un affresco letterario dove ogni cosa si veste d amore il mare sempre al centro dell esistenza perché al mare l uomo ha da sempre confidato tutti i suoi segreti l amore e il dolore un mare che con la sua grandezza u ci rende liberi in questa scenografia lo scrittore diventa il regista più accreditato in un mondo che sembra non ascoltare i sentimenti nel romanzo c è una storia al femminile una donna intrigante bella un intreccio di desideri sentimenti illusioni in tutte le storie che nascono la donna è quella parte dell universo difficile da decifrare l uomo è sempre attratto dal mistero femminile che crea mille occasioni di confronto nella sua complessa personalità l autore del romanzo segue il suo ritmo con naturale bellezza con uno stile garbato e armonioso riuscendo a creare brivido e sogno descrive le vicende della vita creando una finestra aperta alla libertà la vita è un avventura che non finisce mai e il mare è sempre complice nel traguardo di ogni storia 9

[close]

p. 10

di chiara castellani roma da scoprire caprarius città dell acqua capitato a tutti noi almeno una volta di rimanere incantati davanti alla bellezza di fontana di trevi girare l angolo da via del tritone e restare a bocca aperta davanti a tanta perfezione ci siamo mai chiesti però cosa si nasconde sotto la fontana quello che non vediamo può rivelarsi altrettanto affascinante l acqua che sgorga a trevi viene portata dall acquedotto vergine ultimo acquedotto romano attivo oggi possiamo ammirare l unica cisterna attestata nell e panoramica degli scavi insula vicus caprarius area archeologica sotterranea del vicus caprariuscittà dell acqua a cui possiamo accedere tramite il vicolo del puttarello al civico 25 nascosto dall edicola che troviamo proprio davanti la fontana scoperta nel 1999 durante degli scavi di ristrutturazione per la costruzione di un cinema nel 2003 la zona museale è stata finalmente aperta portando così alla luce un caseggiato di età imperiale 64-68 d c composto da una domus casa signorile e da una cisterna castellum acquae della capacità di 150.000 litri adibita allo smistamento dell acqua per tutto il rione trevi il sito è caratterizzato da elementi di epoche differenti l insula casa popolare e la cisterna entrambe del i sec d.c mentre la domus costruita sulla base dell insula stessa risale al iv sec.d.c particolare rilevanza hanno i due edifici medievali ritrovati 5 metri sopra il piano di calpestio d età imperiale l area vanta inoltre una vasta collezione di reperti ritrovati in situ facenti parte principalmente dell apparato decorativo della domus roma non è stata costruita in un giorno e ovviamente ci vuole molto di più per visitarla tutta ma perché non cominciare a farlo da posti più intimi e suggestivi 10

[close]

p. 11

di marcella speranza quando l eta non conta q uando vado a portare il nostro giornale vengo attorniata da tante persone che lo aspettano contente che mi raccontano mi informano mi suggeriscono il centro anziani di via numai a torrevecchia è un centro accogliente che ospita circa 400 iscritti del centro 97 anni ben portati auguri in una sala il bravissimo emilio tonon aiutato da alcuni volontari ha allestito un magnifico grande presepe visitato da tantissime persone anche l emittente televisiva roma 1 nella puntata andata in onda il 5 gennaio ne ha fatto un bellissimo servizio il 28 gennaio in collaborazione con la dirigenza dell ater col 18° municipio con rai 3 è stata organizzata una giornata ecologica che vede interagire gli anziani i giovani e i bambini un bel modo di dimostrare che quando c è la voglia di fare per migliorare la qualità della vita per dimostrare l appartenenza e l attenzione al territorio l età non è una discriminante il centro anziani di via numai è quello territorialmente più vicino a noi seguiremo con piacere tutte le loro iniziative il presidente bruno di giammarco aiutato da alcuni validissimi consiglieri si impegna per rendere più attivi e sereni gli iscritti organizzando corsi di ginnastica yoga balli gruppo il lunedì mercoledì e venerdì si balla con musica live in questo centro l anno scorso sono stati festeggiati tre anniversari di nozze d oro e il compleanno del quasi centenario sig elio bernardini il giovane più anziano 11

[close]

p. 12

dott alessandro mingarelli psicologo della salute luci e ombre della partecipazione mi scusi presidente se arrivo all impudenza di dire che non sento alcuna appartenenza e tranne garibaldi e altri eroi gloriosi non vedo alcun motivo per essere orgogliosi mi scusi presidente ma ho in mente il fanatismo delle camicie nere al tempo del fascismo da cui un bel giorno nacque questa democrazia che a farle i complimenti ci vuole fantasia da io non mi sento italiano di giorgio gaber 2003 sabilità abilità sociali e relazionali la partecipazione non dovrebbe essere un attività sporadica collegata a degli eventi specifici ma una prassi continua fortemente radicata nel territorio criticitÀ della partecipazione un elemento critico per una partecipazione costante dei cittadini è il loro senso di comunità per senso di comunità s intende la percezione di similarità che ogni cittadino ha con gli altri una riconosciuta interdipendenza una disponibilità a mantenere tale interdipendenza facendo per altri ciò che ci si aspetta da loro la sensazione di appartenere a una struttura pienamente stabile e affidabile un altro aspetto rilevante è che spesso partecipare non significa ottenere il consenso delle proprie idee ma è un momento di conflitto e negoziazione con gli altri il conflitto anziché essere un elemento di disturbo negativo da evitare se opportunamente elaborato può divenire una molla positiva di crescita delle relazioni le persone coinvolte in un processo partecipativo dovranno mediare tra diverse esigenze per rendere la partecipazione costruttiva cos È la partecipazione la partecipazione è un attività intenzionale iniziata da una persona o da un gruppo relativamente piccolo volta a mettere insieme i residenti di un territorio in modo strutturato affinché l azione congiunta sviluppi la qualità della vita locale la partecipazione presuppone diversi livelli di coinvolgimento e di impegno personale dal semplice prendere parte a qualcosa di già deciso da altri con un atteggiamento passivo alla partecipazione attiva e responsabile ai processi decisionali sulle questioni relative al proprio territorio la partecipazione è la modalità attraverso la quale si eperchÉ partecipare sprime la cittadinanza gli strumenti di programmazione territoriale es piano regolatore piano dei trasporti piano commerciale piano dei servizi ecc hanno una grande influenza nel rei requisiti della partecipazione per rendere possibile la partecipazione devono essere golare la vita quotidiana dei cittadini dalle loro relazioni soddisfatti dei requisiti fondamentali personali e sociali al loro ben-essere la opportunità di partecipazione preprogrammazione territoriale dà senti nel territorio attraverso volto a una specifica comuniluoghi e canali informativi fortà e interagisce in modo commali e informali plesso con le mentalità degli motivazione e impegno dei abitanti e con i loro comporsingoli e dei gruppi derivanti tamenti se le azioni di prodai loro bisogni e dalle pergrammazione territoriale socezioni che il processo partecino decise dalle istituzioni senza pativo possa produrre un il coinvolgimento attivo e parteimpatto concreto sul territocipato dei cittadini è improbario bile che soddisfino i bisogni capacità di partecipazione reali di una comunità produderivanti dalle conoscenze cendo un diffuso senso di disopossedute dalle competenze rientamento di riflessione e analisi critica della realtà senso di responcadenza mensile con l intento di analizzare l attuale silaboratorio della partecipazione tuazione e sviluppare delle modalità per interloquire con del quartiere torresina lo scorso anno si è avviato un laboratorio con l obiettivo un maggior numero di abitanti di migliorare la partecipazione la partecipazione al laboratodei cittadini di torresina alle rio è stata aperta a tutti i cittainiziative del territorio dini.presenterò sinteticamente nonostante il comitato di le principali tematiche trattate quartiere torresina sia già in questi primi incontri attivo con numerose iniziative tra i primi aspetti affrontati c è sul territorio il direttivo del stato quello di approfondire in comitato ha da tempo sottolibase alle diverse esperienze quali siano gli aspetti positivi neato come sia un aspetto rilevante migliorare il coinvolgiche favoriscono la partecipamento dei cittadini zione e quelli negativi che la si è quindi avviato questo laboostacolano ratorio da me condotto con segue a pag successiva 12

[close]

p. 13

segue da pag precedente aspetti positivi · rendersi conto dei problemi del quartiere in prima persona · far c o inv o lge re tu tti i cittadin i anche chi abitualmente non parla · conoscere persone nuove e rapportarsi con loro · migliorare la qualità della vita del territorio e creare cose positive · assimilare l entusiasmo degli altri · riconoscere l altruismo degli altri per la comunità · partecipando si è più sé stessi · scambio di idee · libertà di espressione le parole evidenziate in grassetto sono quelle più dense emotivamente che orientano gli atteggiamenti e i comportamenti dei cittadini del quartiere rispetto alla partecipazione sul versante positivo troviamo entusiasmo e coinvolgimento per essere attivi nel quartiere mentre su quello negativo una serie di frustrazioni per quello che non si riesce a ottenere e delle difficoltà legate principalmente al mettersi in relazione con gli altri probabilmente per migliorare la partecipazione occorrerà gestire in modo differente le frustrazioni e sviluppare delle competenze negli ambiti che ora sono indicati come difficoltà sfruttando i punti di forza emersi dagli aspetti positivi il gruppo di lavoro successivamente ha definito delle priorità per passare dallo scopo generale migliorare la partecipazione a degli obiettivi più specifici aspetti negativi · togliere tempo ad altre cose · frustrazione e impotenza per quello che non si risolve · frustrazione quando c è poca partecipazione · difficoltà a confrontarsi con le rigidità altrui · difficoltà nel sapere ascoltare · difficoltà nel rispettare l altro · difficoltà a sapere sfruttare gli insuccessi per migliorarsi · peso delle responsabilità · insoddisfazione degli altri per quello che si fà · assenza di finanziamenti · indifferenza per gli altri · mancanza di fiducia · difficoltà a prendere la decisione migliore · mancanza del rispetto altrui e pregiudizi 1 migliorare la comunicazione nel territorio 2 migliorare la capacità di progettazione e di lavoro sugli obiettivi 3 migliorare la capacità di ascolto 4 liberare le energie del territorio 5 riproporre i gruppi di lavoro 6 coinvolgere il dipartimento focalizzandoci sull obiettivo individuato come maggiormente prioritario del migliorare la comunicazione nel territorio il gruppo si è interrogato su come viene vissuto il comitato di quartiere torresina poiché la comunicazione si caratterizza prima che dal contenuto che si comunica dalle caratteristiche del soggetto comunicante si sono associate all idea del comitato di quartiere una serie di metafore e ci si è chiesti quale caratteristiche potessero far venire in mente metafore del comitato di quartiere e relative caratteristiche la torre di babele confusione ci si perde in chiacchiere famiglia amicizia coesione isola rifugio certezza solidità delusione sovrasta contraddittoria ufficio reclami caos chiede senza impegnarsi speranza di risolvere i problemi scaricare la responsabilità parafulmine assorbe le energie negative protegge gruviera solida e fragile ci si cade dentro creatività differenza humus qualità vita forza movimento origine il comitato nelle sue diverse sfaccettature e persone che lo compongono viene vissuto in modi molto diversi e quindi comunica nel territorio in modo diverso se ad esempio in un determinato momento è più famiglia o più torre di babele pianificando delle azioni concrete per modificare alcune di queste caratteristiche probabilmente dovrebbe cambiare anche il modo di comunicare nel territorio il prossimo incontro del laboratorio sulla partecipazione si terrà giovedì 23 febbraio 2012 ore 18:00-20:00 presso i locali della parrocchia di torresina santa faustina kowalska 13

[close]

p. 14

tornare in forma l epifania tutte le feste si porta via e cosi è dopo il 6 gennaio si dice definitivamente addio alle feste spente le lucine di natale l albero e le caprette del presepe riposte in cantina insomma tutto archiviato tranne i chili in più che puntualmente ogni anno si ripresentano durante queste sante festività pranzi e cene luculliane brindisi dolci di cioccolato e non portano indubbiamente a vizi e stravizi che poi si depositano tutti su fianchi e vita ora però le feste sono finite e bisogna rimettersi in forma in attesa della pasqua ma come fare dimentichiamoci estreme diete a base di acqua e pane azzimo una dieta varia e anche gustosa non guasta iniziamo con la colazione caffè orzo o un bicchiere di latte scremato vanno più che bene accompagnati da un frutto o un paio di biscotti secchi o fette biscottate a pranzo un caldo passato di verdure nelle giornate più fredde o un piatto non abbondante di pasta condito con un po di pomodoro fresco o di verdura zucchine lesse asparagi funghi e un goccio di olio a crudo a fine cottura accompagnato da una bella e gustosa insalata mista o con pomodorini rughetta e scaglie di parmigiano può bastare per la cena possiamo spaziare tranquillamente su tutte le pietanze di nostro gradimento dal petto di pollo ai calamari alla griglia passando per uova e formaggi possibilmente magri l importante è non utilizzare condimenti grassi di origine animale come ad esempio il burro e aggiungere sempre l olio a fine cottura evitando fritti e soffritti anche per cena abbondare con le verdure utili per il di michela fabbri loro effetto saziante e per le grandi capacità depurative gli spuntini sono indispensabili per tenere sempre il metabolismo attivo e quindi stimolare il nostro corpo a bruciare un pochino di calorie in più consiglio mele o pere cotte con un filo di zucchero a velo oppure frullati di frutta o di verdura ad esempio di carota sedano e poche gocce di limone oppure uno yogurt magro con l aggiunta di qualche pezzetto di frutta a piacere moderare l utilizzo di banane loti e uva ed evitare di utilizzare nello stesso pasto pane e pasta o uno o l altro per non avere rimorsi di coscienza e non dimentichiamo l acqua almeno un litro e mezzo fuori dai pasti cercando di bere due litri di acqua al giorno in maniera tale da pulire fegato reni arterie cercate anche di fare un po di movimento magari qualche bella passeggiata a piedi in poco tempo quei centimetri di girovita aumentati nel periodo natalizio verranno smaltiti e chissà se sarete particolarmente bravi a carnevale uno strappo alla regola potrete permettervelo senza troppi dubbi buona ri messa in forma a tutti plum cake colorato salato di marcella speranza ingredienti farina gr.200 ­ burro gr.25 ­ parmigiano o altro formaggio a piacere gr.100 ­ 1 zucchina ­ 1 carota ­ 1 falda di peperone giallo ­ 4 pomodorini secchi ­ mezza cipolla ­ qualche oliva verde e nera latte gr.100 ­ olio di semi gr.100 ­ 3 uova ­ 1 bustina di lievito per torte salate ­ sale pepe q.b per decorare semi di coriandolo o di sesamo e qualche piccolissima striscia di peperone preparazione tagliare finemente la cipolla grattugiare la zucchina e la carota affettare finemente il peperone fare sciogliere il burro in una padella e far imbiondire senza bruciare la cipolla aggiungere le verdure e farle cuocere a fuoco dolce per 10 minuti per asciugare il liquido che perdono mescolare frequentemente per evitare che si attacchino quindi metterle su un piatto a raffreddare aggiungere i pomodori secchi e le olive tagliati sottili accendere il forno a 180° mettere in una capace ciotola o nel robot da cucina le uova il sale il pepe e mescolare aggiungere la farina con lievito il formaggio grattugiato grossolanamente l olio il latte e mescolare a lungo per far incorporare aria all impasto aggiungere le verdure e mescolare stavolta con un cucchiaio di legno o una spatola foderare uno stampo da plum-cake con la carta da formo leggermente inumidita per farla aderire meglio allo stampo versarci l impasto e livellarlo spargere sulla superficie i semi e qualche strisciolina di peperone infornare per circa 50 minuti 14

[close]

p. 15

s.r.l assistenza e manutenzione caldaie e climatizzatori bollino blu caldaie basso consumo incentivi statali 55 preventivi gratuiti montaggio climatizzatori tel 06.5565283 tel fax 06.5570382 abiterm@gmail.com consigli e non solo a cura di pina l la redazione saluta e ringrazia la nostra carissima zia pina per le sue preziose perle al momento zia pina non ha la possibilità di collaborare con il picchio ma noi insieme con i suoi lettori la aspettiamo sempre con tanto affetto i giovani da 0 a 100 anni sono invitati a partecipare tutti in maschera adulti e bambini per giocare e fare festa insieme tra un turbinio di coriandoli girotondi dolcetti trucchi ed allegria festeggeremo il carnevale a torresina ci divertiremo e se vorremo riusciremo a fare anche beneficenza sorprese sorrisi e spensieratezza sono garantiti vi aspettiamo numerosi 15

[close]

Comments

no comments yet