mondorealenumero127

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero127

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 10 9 marzo 2012 n.127 un po di tempo fa avevo chiesto a campoli di fare o dire qualcosa di sinistra adesso torno a rivolgermi a lui per chiedergli ma tutta questa grinta caro sindaco dove l hai tenuta nascosta negli ultimi 5 anni spiego meglio mentre parlava di piscina come dell opera fondamentale per la crescita della città come tabù sfatato e tante altre belle cose qualcuno tra il pubblico nella sala di trapano deve aver mormorato qualcosa al suo vicino premesso che succede sempre e che il sottoscritto non ci trova nulla di male il primo cittadino lo ha gelato con una frase ad effetto il pubblico non può parlare durante il consiglio né fare smorfie se non gradisce si candidi si faccia eleggere e venga qui a rappresentare il proprio dissenso mecojoni lo posso dire con un astio che nemmeno alemanno quando gli si mostra l elenco degli assunti all atac da qui mi sono chiesto ma quando c era bisogno della grinta ospedale chiuso autovelox conti della spl dimissioni di dicembre cacciata della dondi che non viene fatta passare in consiglio il primo cittadino perché non l ha tirata fuori potere della campagna elettorale o sicurezza della ri-elezione a ic it lopehc politica sezze zarra si presenta ufficialmente l italia dei valori si spezza attualita sezze la piscina allo scalo si farà ma le polemiche non mancano attualita maenza tutti si schierano in difesa della chiesa di santa reparata priverno a circa un anno dalle elezioni destra e sinistra in alto mare sermoneta botta e risposta tra scarsella e giovannoli su cordenpharma bassiano torna il mistero sulla corsa dei maialini lorenzi lo risolve

[close]

p. 2

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 speciale la politica che ha fallito i suoi obiettivi dall ambito nazionale al locale storie di ordinario malgoverno di simone di giulio quello che dovrebbe essere il mezzo con cui i cittadini esprimono il loro pensiero e le loro linee guida sta diventando paradossalmente un ostacolo alla vita sociale del nostro paese parliamo della politica che negli ultimi tempi ha mostrato tutti i suoi limiti evidentemente frutto di una classe dirigente non all altezza delle aspettative e delle responsabilità prese davanti agli elettori l esempio in ambito nazionale è lampante l attuale governo italiano non è espressione del voto popolare ma si è reso necessario proprio perché i votati non eletti ma nominati a causa di una legge elettorale che tutti contestano e nessuno ancora si prodiga di modificare non sono stati in grado di salvaguardare i bisogni della nazione in un momento di crisi che ha costretto a rivolgersi a dei tecnici per uscire dal limbo in questo contesto si aggiungo come se non bastasse tutto il resto le magre figure cui non si sottraggono gli esponenti politici nazionali dalle diatribe interne a pd e pdl fino alle esternazioni della lega che rasenta spesso e volentieri i limiti imposti dalla decenza e dalla costituzione cui ogni cittadino dovrebbe portare più rispetto e fare riferimento scendendo a livello regionale purtroppo la situazione non migliora anzi nel lazio invece di aprirsi un epoca di crescita si assiste ad una involuzione che pare irreversibile nonostante le promesse elettorali la polverini appena insediata ha subito tagliato laddove nessuno si sarebbe immaginato sulla sanità ancora di salvataggio quando si fa propaganda elettorale agnello sacrificale ogni qual volta serva diminuire le spese mentre in consigli notturni alla pisana vengono votati e mantenuti i vitalizi post legislatura a pagare 2 come al solito i cittadini-utenti che ormai si ritrovano con servizi sanitari obsoleti anche in stati poveri figuariamoci in italia questa situazione poi da il via a faide inutili per ottenere le briciole con consiglieri regionali che pensano al proprio orticello piuttosto che difendere il territorio che rappresentano o che dovrebbero rappresentare in provincia va anche peggio con l abolizione degli enti prevista per il 2014 invece di assistere ad un riordino dei servizi per preparare al passaggio resosi necessario per evitare sprechi considerati inutili ci si continua ad impelagare in progetti e in imprese che mai verranno realizzati di contro stabilito che nel 2014 non ci saranno più si prova a scavare la pentola cercando alternative irrealizzabili come quella della provincia delle regioni proseguendo nel nostro cammino a ritroso arriviamo all ambito prettamente locale ormai condizionato da personalismi che spesso chiamano in causa la magistratura che dovrebbe pensare ad altro per essere risolti a latina da un anno non si fa che parlare della legittimità o meno del risultato elettorale con schede che spariscono ricorsi controricorsi mentre dei problemi di una città che peggiora a vista d occhio nessuno sembra preoccuparsene sapere che di giorgi ha vinto regolarmente ma che comunque dovrebbe lasciare il suo incarico di consigliere regionale è già qualcosa ma non basta a tamponare le crepe di almeno un paio di decenni di malgoverno nel capoluogo pontino parliamo di sezze di cosa vogliamo parlare della situazione profughi che sta decimando una classe politica cui evidentemente non bastava mettersi al servizio dei cittadini-elettori oppure del caso della cacciata della dondi superfialità e fretta inspiegabile e serviva la decisione del consiglio di stato di accettare le richieste della concessionaria di rovigo per capire che forse quella non era la strada giusta come al solito sarà la magistratura a deciderlo con buona pace di chi già cantava vittoria anche qui forse sarebbe il caso di cominciare a valutare l ipotesi di governi tecnici chiedetelo ai prossimi candidati 4 o 5 a quanto pare e vedrete quali saranno le loro risposte a problemi che probabilmente non sono in grado di risolvere direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 7 marzo 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 sezze arriva la piscina bagno di polemiche campoli esulta ma zarra attacca di simone di giulio un evento storico per la città che sfata l ennesimo tabù quello della realizzazione della piscina comunale a sezze e con queste parole che il sindaco andrea campoli ha aperto la discussione sul punto all ordine del giorno nel consiglio tenutosi martedì 6 marzo il penultimo della sua consiliatura un opera fortemente voluta anche se inizialmente non messa nel programma di governo realizzato nel 2007 che ha visto impegnarsi a fondo l amministrazione comunale su diversi fronti istituzionali l intervento sarà attuato su un area di 12.876 mq in prossimità della locale stazione ferroviaria il progetto prevede la realizzazione di una struttura costituita da una piscina coperta in legno lamellare di dimensioni 25 metri per 12,5 metri e profonda 1,6 metri e da una scoperta con annessi spogliatoi e locali tecnici saranno realizzati anche un bar un ristorante e un area destinata ad attività di fitness con relativo centro benessere ad elencare nel dettaglio il progetto prelimiare che adesso sarà spedito in regione e dopo 45 giorni sarà esecutivo l assessore ai lavori pubblici pietro bernabei che si è detto naturalmente soddisfatto dell opera in fase di realizzazione che costerà complessivamente 3.667.000 1,5 dei quali stanziati dall amministrazione provinciale mentre il restante sarà a carico di privati la piscina comunale ha spiegato campoli segna un punto fermo su una vicenda decennale e anche di grande impatto sull immaginario collettivo della nostra città ringrazio tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato a cominciare dalla provincia di latina e dal presidente armando cusani che hanno consentito la nuova destinazione del finanziamento realizzeremo un opera fondamentale per ubicazione e funzionalità al servizio dell intera città di sezze e di tutte le realtà circostanti l auspicio e l impegno che assumiamo è quello di procedere nel più breve tempo possibile alla realizzazione di quest opera così da consentirne quanto prima la fruizione ma tra sorrisi e strette di mano della maggioranza non sono mancate le polemiche nemmeno tanto velate a sostenere il proprio disappunto per come si sarebbe delineato questo epilogo è stato lidano zarra che poi si è astenuto dalla votazione finale per l approvazione dell opera e per la variante allo strumento urbanistico generale nel suo intervento zarra ha registrato alcuni paradossi su questa vicenda intanto sul primo progetto che prevedeva la realizzazione di un impianto polivalente nella zona della cava cesaretto poi sulle modalità di conversione di quel finanziamento già approvato dall amministrazione provinciale di latina infine riguardo la decisione dell ente comunale di affidare nuovamente il progetto all architetto pio tacconi autore di quello definitivo poi arenatosi in provincia e come se non bastasse in causa con il comune proprio per quel progetto zarra ha trovato paradossali due questioni quella legata alla conferma dell architetto e quella legata al primo progetto che se avesse avuto dei vincoli come detto da qualcuno non avrebbe dovuto essere nemmeno sviluppato il confronto tra il primo cittadino e l ex sindaco però non è avuto ma dalle premesse sembra che questo tema sarà affrontato nel corso della campagna elettorale ormai alle porte campoli dal canto suo ha tenuto a precisare che l opera si farà e che sarà solo la prima fase di un lavoro più complesso che ha portato alla realizzazione del piano regolatore generale che verrà presentato ufficialmente il prossimo 16 marzo e che rappresenterà presumibilmente un cavallo di battaglia di tutto il centrosinistra nell ambito della chiamata al voto prevista per il 6 e 7 maggio prossimi il punto è stato approvato all unanimità dei presenti 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 sezze il pdl presenta zarra bianchi e tiero lanciano la sfida definendo il centrosinistra un accozzaglia di simone di giulio il popolo della libertà è pronto a sfidare campoli nella corsa alla carica di primo cittadino della città dopo 5 anni in cui l amministrazione da lui guidata non è stata in grado di fare nulla per favorirne la crescita questo in estrema sintesi il pensiero del pdl setino che nella mattinata di sabato 3 marzo ha presentato il suo candidato lidano zarra al battesimo del candidato di un centrodestra che ha cercato non riuscendoci fino al termine di trovare la giusta sintesi tra tutte le sue anime c erano i due esponenti provinciali fabio bianchi ed enrico tiero assente claudio fazzone impegnato a bruxelles che insieme all attuale commissario locale del partito carlo enrico magagnoli a mario sagnelli e ai consiglieri antonio piccolo di sezze e augusto basile di terracina hanno confermato la loro fiducia nel progetto del popolo della libertà setino indicando in lidano zarra quale unica persona in grado di affrontare questa importante battaglia elettorale ad aprire la conferenza è stato mario sagnelli che ha elogiato il lavoro del partito soffermandosi sulle qualità di zarra e criticando aspramente le `transumanze in corso poi è stata la volta del segretario reggente carlo enrico magagnoli che ha considerato zarra come sintesi del partito e capace di ridare centralità all azione del pdl e alla coalizione che dovrà lavorare su una piattaforma programmatica tiero si è soffermato sulla coerenza politica di zarra a differenza di altri chiarissimo il riferimento a serafino di palma candidato della casa delle libertà nel 2007 e roberto reginaldi unico eletto nella lista di forza italia tiero ha parlato anche dell `accozzaglia dei partiti che stanno caratterizzando l attività del centrosinistra fabio bianchi nel suo intervento ha dato atto al partito setino di aver scelto il candidato migliore zarra ha dimostrato di avere capacità amministrative di essere stato un politico coerente e di saper tramutare le idee in fatti concreti la chiusura della conferenza stampa è stata affidata proprio a lidano zarra che si è limitato a ringraziare i presenti e i responsabili del partito per la fiducia accordatagli e si è detto disponibile anche ad un passo indietro qualora l evoluzione politica setina da qui alle elezioni porti ad una convergenza delle altre forze del centrodestra su un nome alternativo nessun accenno alle questioni legate al caso profughi con l ultima ora di nuovi eccellenti coinvolgimenti e pochissime parole su un programma ancora in itinere così come pochissime conferme sulla situazione generale del centrodestra setino ancora una volta separato a sinistra l italia dei valori perde pezzi in 16 vanno via molti tesserati e il gruppo giovanile hanno deciso di abbandonare raggiunto l accordo elettorale con il partito democratico l italia dei valori di sezze registra una netta spaccatura tra chi è stato favorevole al ricongiungimento con la squadra a sostegno di campoli e chi evidentemente non la pensava allo stesso modo in un comunicato stampa dei giovani del partito firmato dal responsabile fabrizio angeletti si legge a seguito di tre riunioni molti tesserati e il gruppo giovanile dell idv hanno deciso di abbandonare il partito la decisione sarebbe scaturita da alcune valutazioni tra le quali la poca trasparenza di alcuni dirigenti locali e provinciali dopo varie battaglie per la legalità e trasparenza amministrativa con cui l idv di sezze ha deciso di realizzare la coalizione con il pd basando il proprio accordo su questioni prettamente personali la prova di questa distorsione sarebbe contenuta nella comunicazione del 26 dicembre scorso con cui la segreteria provinciale idv ha affermato che il partito 4 di sezze si impegnava strenuamente ricambiando la sensibilità politica del primo cittadino includendo una fase progettuale e realizzativa per i giovani e per il paese mentre nei mesi precedenti gli stessi che oggi ricoprono incarichi istituzionali spiega angeletti avevano chiesto a gran voce le dimissioni di campoli accusato di immobilismo e scarsa progettualità adesso i sedici giovani tesserati sono stanchi di questa politica di scarsa qualità a sezze ci sono molte attività private che chiudono o non riescono ad andare avanti a causa della crisi economica e per la politica che sempre più spesso valorizza persone non in grado di ricoprire determinati ruoli assegnati grazie a scambi di favori elettorali questi premi nobel della politica invece di trovare soluzioni e proposte per superare questo periodo nero cercano di trovare un posto al sole per se ed i suoi amici È ora che la politica faccia un salto di qualità

[close]

p. 5

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 sezze poste e degenerazione l intervento di luigi ottaviani di simone di giulio se la privatizzazione è funzionale alla creazione del disservizio e se una lettera sezze per sezze deve impiegare 16 giorni per arrivare a destinazione da piazza de magistris a via piagge marine 155 e se gli abbonamenti a riviste varie arrivano alle calende greche allora dobbiamo ripensare a tutto parole di luigi ottaviani l ex dirigente scolastico setino in una nota interviene sui disservizi che in questi ultimi mesi stanno creando enormi disagi ai cittadini setini i disservizi si legge nella nota sono macroscopici e le scadenze non sono mai rispettate con danni evidenti solo ed esclusivamente sui consumatori eravamo convinti e lo siamo ancora adesso nonostante tutto che un servizio pubblico deve poter funzionare meglio del privato il privato dovrebbe assicurare il soddisfacimento degli interessi dei suoi clienti anche se il guadagno soprattutto mette in secondo piano dopo il servizio stesso la vicenda della dondi docet fummo contrari allora e lo siamo tutt ora anche e soprattutto in ragione dell esito del referendum accolto dalla stragrande maggioranza degli italiani per la ripubblicizzazione dell acqua un servizio pubblico come l acqua doveva e deve restare pubblico e la sua gestione intelligente e ad uso del cliente non deve essere finalizzata all arricchimento del gestore da qui l appello dell ex dirigente scolastico setino svegliamoci cari concittadini riappropriamoci del nostro diritto-dovere di partecipare alle decisioni che ci interessano basta deleghe a chi è passato sulle nostre teste a chi non rispetta i diritti degli elettori e le poste non vorremmo mai dire che era meglio quando era peggio il servizio postale deve tornare efficiente se il pareggio di bilancio significa solo licenziare gli impiegati e i porta lettere allora significa che il cattivo funzionamento ha altre origini cause diverse il male il cattivo funzionamento i disservizi dipendono quasi sempre dal manico da chi dirige il servizio ci siamo stancati di sopportare sempre vogliamo che tutti i servizi pubblici in primis funzionino come un cronometro chi non è all altezza vada fuori ma che non sia come si fa nelle municipalizzate che hanno ereditato dal pubblico il pessimo malcostume di gonfiare le assunzioni che sono solo funzionali al dissesto del bilancio solo così possiamo contemplare la concorrenza del privato se il privato assicura alle stesse condizioni del pubblico i medesimi servizi e la qualità degli stessi questa è vera concorrenza e solo allora noi clienti possiamo ritenerci soddisfatti riceviamo e pubblichiamo aggredito per rubarmi un telefonino e 10 euro di angelo caldera gentile direttore sono angelo caldera l operaio disoccupato di 56 anni che qualche giorno fa è stato vittima di una violenta aggressione a scopo di rapina a sezze in via fanfara due rumeni mi hanno selvaggiamente pestato procurandomi lesioni a naso bocca denti occhi ecchimosi e contusioni in tutto il corpo nonchè la rottura di 4 costole al fine di rubarmi un telefonino e 10 euro la situazione del mio paese è nota amministrazioni inette e stando ai risultati irresponsabili hanno consentito l occupazione del territorio da parte di stranieri come se niente fosse oggi ne paghiamo le conseguenze noi cittadini e per questo motivo che non posso tollerare che consiglieri comunali come il signor roberto reginaldi speculino su quanto mi è accaduto a soli fini propagandistici presentando interrogazioni che mi riguardano senza che io le abbia autorizzate dall amministrazione comunale di sezze e dal sindaco campoli a tutt oggi nonostante quello che mi è capitato non ho ricevuto nessun segnale di solidarietà e nemmeno me lo aspetto d altra parte che cosa mi dovrei attendere dai responsabili dell invasione di sezze oltre agli amici che mi sono stati vicini mi sento di ringraziare soltanto i carabinieri di sezze che sono immediatamente intervenuti individuando i due rumeni e catturandoli 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 sermoneta corden pharma scarsella chiede spiegazioni sulla piattaforma ecologica di simone di giulio piattaforma ecologica nel sito ex bristol antonio scarsella vuole saperne di più per questo motivo il consigliere di opposizione ha deciso di presentare un interrogazione con risposta scritta da presentare nella pubblica assise cittadina dice l ex sindaco della città lepina ancora una volta è comparso sulla stampa il rendiconto di un incontro presso il ministero dello sviluppo economico svoltosi la settimana passata in merito alla crisi corden pharma di sermoneta all incontro oltre alla direzione aziendale e alle rappresentanze rsu hanno partecipato come confermatomi personalmente anche la provincia e il comune di sermoneta sempre nello stesso incontro ­ prosegue scarsella ­ si è parlato nuovamente come uno degli obiettivi fondamentali per la direzione aziendale sia quello di realizzare una vera e propria `piattaforma ecologica per la lavorazione di reflui chimici provenienti da `terzi nonostante il silenzio ­ afferma il consigliere di minoranza ­ e le sdegnate negazioni da parte della amministrazione comunale la stessa continua ad essere bene informata e a partecipare a riunioni in cui si parla anche di questa prospettiva negando il coinvolgimento del consiglio comunale su un argomento l isola ecologica e l utilizzo degli impianti di termovalorizzazione e depurazione ex bristol per lo smaltimento di rifiuti di altre aziende e quindi non legati alla chiusura del ciclo produttivo interno sul quale non può non essere coinvolto l intero consiglio e sul quale la stessa direzione non può non chiarire pubblicamente le sue intenzioni il piano industriale le reali prospettive per i dipendenti e per il territorio da qui l intenzione di chiedere delucidazioni in merito evidenziato come la tutela e la garanzia del posto di lavoro sia bene primario così come la tutela del territorio e dei cittadini che vi abitano e che la prima non debba essere `vincolata forzosamente a trasformazioni industriali per le quali gli impianti in oggetto non erano stati mai autorizzati e che comunque ogni discussione sull argomento non possa che essere pubblico ed orientato a tutelare l interesse collettivo si chiede sapere ­ conclude antonio scarsella ­ se è stato presentato dalla corden pharma un piano industriale per il futuro del sito ex bristol le prospettive produttive e le garanzie occupazionali per il futuro si chiede inoltre relativamente alla proposta di piattaforma ecologica quali sono i termini concreti della iniziativa la posizione dell amministrazione comunale e se non si ritenga necessario portare l argomento all attenzione del consiglio l immediata risposta dell amministrazione ragioneremo su dati concreti e non sulle parole arriva immediata la risposta dell amministrazione comunale di sermoneta che per bocca del primo cittadino giuseppina giovannoli analizza le ultime notizie sul caso corden pharma nella nota il sindaco spiega ad oggi non risulta presentata al protocollo del comune e della provincia di latina alcun progetto che preveda la realizzazione di piattaforme ecologiche per trattamento di rifiuti conto terzi né tantomeno sono stata mai convocata dalla regione lazio per una conferenza dei servizi come previsto dalla normativa vigente da parte della dirigenza ci sono state solo intenzioni espresse a voce ma non progettualità concrete spiace ancora una volta prosegue il sindaco di sermoneta constatare che corden pharma ribadisca ad ogni occasione utile la necessità di questa piattaforma facendo leva sulla questione occupazionale così facendo si crea solamente allarmismo tra la popolazione residente e si provocano 6 tensioni sociali non conosciamo i termini concreti di questa iniziativa ed il comune deve essere parte attiva in questo eventuale processo se corden pharma ha le intenzioni e soprattutto ha il progetto lo presenti in comune affinché l amministrazione ed il consiglio comunale possa discuterne in questo momento abbiamo bisogno di chiarezza e non certo di confusione l amministrazione comunale tutta ha bisogno di ragionare su dati concreti su ricadute ambientali ed occupazionali deve conoscere un vero piano industriale in modo da mettere in campo un ragionamento complessivo basato sui fatti e non sulle intenzioni spesso anche le sigle sindacali conclude l intervento di giuseppina giovannoli hanno parlato a più riprese di una chiusura da parte dell amministrazione comunale di sermoneta alla piattaforma ecologica non c è mai stata alcuna chiusura perché non c è mai stata alcuna proposta reale

[close]

p. 7

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 sermoneta poste c è la navetta nuova soluzione dopo la chiusura della sede temporanea in centro di luca morazzano poste italiane ha chiuso l ufficio postale di sermoneta per inagibilità dei locali con conseguenti disagi per gli di marco martelletta utenti per provvedere in tempi celeri alla soluzione del problema l amministrazione comunale si è messa subito al lavoro per predisporre i lavori di consolidamento dei locali in questione una ex chiesa risalente alla metà del quattrocento e restituire a sermoneta un ufficio postale moderno sicuro e funzionale poste italiane si è impegnata a realizzare nuovi arredi e ad installare uno sportello bancomat a disposizione di cittadini e turisti nel frattempo la stessa amministrazione ha chiesto ed ottenuto un servizio alternativo di poste italiane attraverso una unità postale mobile che ha permesso ai cittadini di poter continuare ad usufruire del servizio fino a che sono stati trafugati dal furgone postale il computer la stampante e rovinato i cablaggi fondamentali per la connessione al server centrale di conseguenza poste italiane ha sospeso il servizio in seguito a ciò è stata messa a disposizione della cittadinanza una navetta che ogni martedì mercoledì e giovedì dalle ore 9 alle ore 12 presterà servizio dal centro storico all ufficio postale di monticchio per permettere ai residenti del centro storico di pagare le bollette o riscuotere la pensione il sindaco giovannoli ha inoltre scritto una lettera alla direzione provinciale di poste italiane chiedendo di riattivare l ufficio postale mobile per garantire un servizio fondamentale per il centro storico o in alternativa mettendo a disposizione i locali comunali loggia dei mercanti o in piazza del popolo dove approntare un ufficio postale temporaneo i lavori di ristrutturazione dell ufficio postale sono stati già svolti nella parte interna della struttura e la prossima settimana inizieranno quelli di consolidamento della volta e di rifacimento del tetto come già detto poste italiane provvederà a rinnovare gli arredi interni e ad installare uno sportello bancomat l amministrazione comunale non ha mai smesso di lavorare per restituire nel più breve tempo possibile un servizio fondamentale per la cittadinanza spiega il sindaco giuseppina giovannoli ci siamo adoperati fin da subito per venire incontro alle legittime esigenze dei residenti e siamo certi che al termine dei lavori sermoneta avrà l ufficio postale e tutti i servizi aggiuntivi che merita in primis lo sportello bancomat bassiano zappalà visita utopia l assessore regionale ospite nella sede dell associazione di luca morazzano l assessore regionale al turismo e marketing made in lazio stefano zappalà su invito dell ex consigliere comunale giuseppe mazzocchi ha visitato la comunità alloggio per minori di bassiano gestita dalla cooperativa onlus utopia 2000 una visita informale quella dell onorevole con la quale ha potuto toccare con mano la splendida realtà che la cooperativa ha realizzato nel comune lepino da anni infatti utopia opera nel campo del terzo settore vale a dire nella promozione del benessere sociale trasformando bassiano in un borgo solidale che più volte nell ultimo periodo è stato ripreso come modello di riferimento anche da altre realtà nazionali la comunità alloggio per minori ospitata nei locali dell ex caserma dei carabinieri ha colpito molto la sensibilità dell assessore «realtà come queste ­ ha dichiarato zappalà ­ andrebbero sempre sostenute dalle istituzioni presenti nei comuni dove operano per garantire una maggiore integrazione e favorire nel caso specifico il lavoro della cooperativa utopia 2000 andrebbero inoltre messi a disposizione i locali inutilizzati proprio per sostenere maggiormente i processi di integrazione» la cooperativa onlus utopia 2000 nasce nel 1999 per la gestione di servizi alla persona individuali e collettivi il suo territorio di riferimento è quello della provincia di latina ma nel corso degli anni sono state maturate diverse esperienze su tutto il territorio regionale e nazionale per celebrare le sue attività la cooperativa da qualche anno organizza le notti dell utopia un evento all interno del quale vengono svolte una serie di attività principalmente riferibili all intrattenimento estivo ma la cooperativa sta allargando il proprio ambito di interesse elaborando sempre iniziative che contribuiscono pienamente alla realizzazione e al miglioramento del borgo solidale queste attività che vanno dalla salvaguardia del territorio alla promozione enogastronomica alla ricerca sulle tradizioni popolari con precisi progetti che sono in fase di realizzazione sono state illustrate all assessore zappalà dal presidente della cooperativa massimiliano porcelli lo stesso ha ricordato che il prossimo 20 e 21 aprile la cooperativa ha organizzato un convegno dal titolo dal no profit al for benefit in cui le tematiche del terzo settore saranno discusse dai maggiori esperti nazionali 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 bassiano di nuovo i maialini dove sono una fantomatica cartellina apre il dilemma sulla loro sorte di luca morazzano vi ricordate i maialini di bassiano la scorsa estate erano diventati praticamente più famosi di babe maialino coraggioso era giusto che corressero si o no alla fine la corsa si è fatta palle d oro è arrivato primo e gli altri appresso e adesso che fine hanno fatto qualcuno dopo tutto quel casino si è posto il problema indagando su aspetti per così dire meno ideali ma di più spicciola contabilità dove attingere le notizie sul «dopo corsa» degli ansanti quadrupedi forse nella cartella della pro loco asl recante come dicitura «corsa dei maiali» lì dentro giura qualcuno ci sarebbero una serie di documenti tra cui articoli di giornali nulla osta certificati di vaccinazione non solo nella cartella ci sarebbero anche i nomi dei destinatari dei maiali acquistati dalla pro loco pare che esista a comprova anche una nota specifica sulla fattura ma procediamo con ordine presso un azienda di sezze sarebbero stati acquistati nell incombenza della «sagra del prosciutto» quattro maialini di circa 10 kg e due maiali di circa 60 kg per un prezzo totale di 1000 euro l insieme era destinato naturalmente ad alimentare la corsa dei porci della calda estate bassianese di quest anno quale era la posizione giuridica dei maialini ci sarebbe stato un detentore e alcuni destinatari in proporzione al numero dei maiali acquistati dalla pro loco quello che dovrebbe essere chiarito è a che titolo i sei maiali sono giunti nelle mani di destinatari di cui a bassiano si conoscono i nomi e cognomi furono loro che fecero correre i maiali oppure no che fine hanno fatto tutti gli altri maiali se solo uno è andato alla fine nelle mani del vincitore e vero che in casa di un cittadino bassianese ne sarebbero arrivati addirittura due e altrettanto vero che qualcuno pur non avendo fatto correre i maiali si è ritrovato lo stesso l animale in casa come regalo molto gradito e evidente che la vicenda ha molto di folkloristico ma anche qualche residuo di confusione che forse sarebbe bene chiarire per dissipare i sospetti di convenienze personali chi ha sollevato gli enigmi ritiene che lo scioglimento di tutti questi interrogativi sia di fondamentale importanza per la trasparenza della cosa pubblica ma lorenzi svela l arcano una storia strumentalizzata e anche sui documenti svelati ho i miei dubbi di luca morazzano partecipazione a garanzia della futura mattazione perché questa è la fine dei maialini con buona pace degli animalisti secondo quanto riferisce latino lorenzi il signor pietro mattocci presidente della clal di bassiano azienda di allevamento di fagiani e lepri ha smarrito la cartellina riguardante tutta la documentazione in fotocopia della manifestazione di quest estate alla luce delle accuse fatte in questi giorni qualcuno sarà entrato in possesso della cartellina e la sta utilizzando come se fosse la `mappa dell isola del tesoro invece di consegnarla alle forze dell ordine o al titolare ha pensato bene di usarla per `fini indegni il vincitore ha avuto il suo porcellino concorrente se l è portato a casa non lo ha destinato ad altre forme spettacolari ed è ancora vivo e vegeto in più ha preso il maiale grande di 60 chili che costituiva il primo premio e dunque gli spettava un altro è andato al presidente che lo aveva pagato di tasca sua e che è andato nella stalla di paolangeli gli altri tre sono andati ai legittimi corridori nelle rispettive stalle in piena regolarità come attestano le ricevute rosa dell asl conclude il presidente latino lorenzi e incredibile come una manifestazione che mira a valorizzare bassiano e il suo immenso patrimonio culturale possa essere infangata e resa oggetto di manovre politiche che offendono i cittadini di bassiano a livello di intelligenza e di sincero interesse per la cosa pubblica e evidente che solo guardandosi negli occhi si possono sostenere le proprie idee tanto più se sono oneste e leali a questione sollevata quella di che fine hanno fatto i maialini della corsa di bassiano è giunta pronta risposta a leggere le dichiarazioni rilasciate sui media locali il presidente della pro loco latino lorenzi è rimasto basito di fronte alle illazioni che anonimi hanno formulato ai danni dell associazione presupponendo atti e procedure inesistenti in relazione all edizione 2011 chi è di bassiano sa che dopo la corsa i corridori proprietari di una stalla vengono assegnati ai maiali concorrenti si tratta di un requisito richiesto dall asl come condizione per la 8

[close]

p. 9

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 pontinia nuovi casi spinosi per la commissione trasparenza convocazione di torelli per discutere di segnaletica e incarichi esterni di roberto tartaglia dopo il polverone alzato con il caso fellini torelli torna a convocare la commissione trasparenza stavolta i temi in ballo saranno la nuova segnaletica posta ai vari ingressi di pontinia e l affidamento degli incarichi tecnici e professionali esterni in merito al primo argomento torelli si dice confuso non si capisce bene ­ fa sapere il consigliere d opposizione quale sia stato il criterio con i lquale si è scelta l ubicazione [della nuova segnaletica ndr salta all occhio infatti la dicitura `inizio centro abitato in piena campagna dove ancora mancano diverse centinaia di metri al vero e reale inizio del centro cittadino richiamando in causa il codice della strada torelli insiste sul concetto di centro cittadino definito come l insieme di edifici delimitato lungo le vie di accesso dagli appositi segnali di inizio e fine per insieme di edifici si intende un raggruppamento continuo ancorché intervallato da strade piazze giardini o simili costituito da non meno di venticinque fabbricati e da aree di uso pubblico con accessi veicolari o pedonali sulla strada ma ciò che più brucia per il consigliere è la cancellazione implicita di borgo pasubio la nuova cartellonistica infatti ha eliminato quella precedente che contraddistingueva lo storico borgo di pontinia lo reputo un fatto gravissimo per la memoria storica della fondazione di pontinia ­ dice torelli da un lato il sindaco si riempie la bocca di belle parole sulla storia di pontinia dall altro in concreto però la cancella ma la commissione trasparenza come annunciato non si occuperà solo di questo il secondo tema in lista è quello relativo all affidamento degli incarichi tecnici e professionali esterni qual è il vero criterio attuato dalla giunta municipale si chiede torelli purtroppo fin ora assistiamo all affidamento sempre ai soliti professionisti e alle solite imprese questo a mio avviso non è più tollerabile da un lato perché un professionista o una ditta privata dovrebbero guadagnare prevalentemente con gli affidamenti da parte dei privati e quindi l affidamento pubblico diverrebbe una sorta di plus una tantum per far guadagnare un po tutte le professionalità presenti sul luogo la proposta di torelli dunque è quella di introdurre il criterio di rotazione degli incarichi all interno dell apposito regolamento comunale che per legge si può espletare fino a 50.000 euro parafrasando una sentenza della corte dei conti sulla rotazione dei dirigenti nella pubblica amministrazione torelli riscontra in questa azione lo scopo di evitare la cristallizzazione degli incarichi nell interesse generale del raggiungimento degli obiettivi dei pubblici uffici fanghi sull ufente tutto ok oppure no i dubbi di giorgio libralato di roberto tartaglia nel mese di maggio dello scorso anno erano state rilevate 272 tonnellate di fanghi tossici sul fiume ufente le cui acque vengono tra l altro utilizzate per l irrigazione dei campi coltivati provenienti da un azienda casearia di marcianise proprio per la gravità della situazione in seguito ci fu prima un esposto in procura promosso da legambiente poi un interrogazione parlamentare del pd in cui si chiedeva al governo di quali informazioni disponesse e quali iniziative di competenza intendesse adottare a tutela della salute dei cittadini e dell ambiente rispetto a un area che ha una forte vocazione agricola sono passati oltre sei mesi e finalmente il comune inizia a muoversi per rispondere e nella persona dell assessore valterino battisti fa sentire la propria voce sulla base dei dati raccolti ­ afferma battisti ­ risulta che le distanze tra il fiume ufente e i fanghi sono tornate nella norma come dimostrato dalla documentazione che stiamo predisponendo in sostanza si trattava solamente di un problema relativo alla distanza dei fanghi dall acqua del fiume giorgio libralato dal canto suo non nasconde amarezza in merito nessuno dice cosa contenessero quei fanghi che potevano essere secondo le cronache dell epoca tossici e si pone alcune domande cosa contenevano esattamente i fanghi come mai un ente pubblico ci mette nove mesi per rispondere ad un ente superiore non era un caso urgente come mai l unica preoccupazione è la distanza dal canale perché per lo smaltimento questi fanghi devono percorrere centinaia di chilometri non ci sono altri siti idonei nella provincia di caserta e le falde a queste dovrebbe aggiungersene un altra chi risponde 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 priverno a destra e sinistra situazioni ingarbugliate a circa un anno dalle elezioni ma la corsa a sindaco è un rebus di mario giorgi un anno o poco più tanto manca alle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di priverno e la situazione su come e con chi si presenteranno agli elettori i vari partiti non è dato sapere e tanto meno si riesce a sapere qualcosa sui programmi su come cioè si vorrebbe creare una nuova idea una nuova immagine della città dopo il decennio di gestione macci insomma elezioni 2013 che fare tanto nel centrodestra quanto nell opposto schieramento nel centrodestra ancora non si sa se il progetto politico della nuova città sarà costruito attorno all assessore provinciale ­ e per sei anni vicesindaco della città ­ fabio martellucci o se invece insisterà sulla figura istituzionalmente più elevata il consigliere regionale gina cetrone eletta nel listino della polverini nel 2010 molto presente nel dibattito politico ­ in rete e sulla stampa ­ negli ultimi tempi come non si sa chi rappresenterà l attuale maggioranza visto che umberto macci avendo assolto due mandati non potrà più ricandidarsi ma anche nel centrosinistra la situazione non è chiara anzi ed allora ecco che la domanda di federico d arcangeli sel che da tempo in verità va invitando gli eventuali alleati a sedersi attorno ad un tavolo è più attuale che mai elezioni 2013 che fare sentiamolo un anno dalle elezioni un bilancio disastroso dell esperienza di centrodestra un opinione pubblica in grandissima parte ostile al sindaco macci e il centrosinistra il centrosinistra che pure ha grossi meriti nello svelamento dell inefficienza e dell incapacità di questi amministratori non riesce ancora a trovare la strada per offrire ai cittadini una chiara e netta alternativa che si fondi su programma coalizione e candidature credibili quello che emerge con nettezza preoccupante ­ sottolinea d arcangeli è l incapacità di pensare ad un processo che tenti di superare le differenze e le reciproche diffidenze per mettersi al servizio di un disegno comune preferire veti e delegittimazione al confronto e all ascolto coltivare l illusione che pochi ma buoni sia la soluzione illudersi che tanto si vince lo stesso e sulla scia di previsioni profondamente errate e di ambizioni personali mal riposte si rischia di preparare il terreno ad una ennesima tremenda sconfitta e così il circolo di sel proprio perché da mesi impegnato in un opera di confronto e di ascolto con tutti i possibili protagonisti di una nuova stagione del centrosinistra esprime grande preoccupazione ma anche un monito deciso c è bisogno che tutti facciano un passo indietro sul terreno del confronto/scontro personale ed emerga finalmente il terreno della politica che i partiti i loro gruppi dirigenti si riapproprino della capacità di dialogare con i cittadini e di affrontare insieme a loro i problemi di questo paese di capire che la politica ormai non esprime più la totalità della rappresentanza e che la ricerca di un rapporto con associazioni organizzazioni forze economiche e sociali è un passaggio decisivo per costruire una coalizione credibile e vincente non siamo ­ conclude l esponente di sinistra ecologia e libertà e non saremo disponibili per operazioni avventurose non accettiamo esclusioni a priori né condividiamo campagne denigratorie e delegittimanti intorno ad un tavolo ognuno dovrà con chiarezza assumersi precise responsabilità sapendo che la richiesta che sale dai cittadini di questo nostro sfortunato paese e che guardano con speranza al centrosinistra è una sola unità più chiaro di così ruspe a santa chiara quando qualche giorno fa i cittadini residenti nel cuore del centro storico hanno visto in azione le ruspe a piazza s chiara per un intervento di riqualificazione del complesso hanno sperato che a seguito di un provvidenziale ravvedimento l amministrazione macci avesse deciso di rimuovere l eco-mostro ovvero la microisola ecologica che come le altre 37 situate negli angoli più suggestivi del centro storico campeggia sulla piazza deturpandone l immagine purtroppo nulla di ciò è accaduto le ruspe in realtà sono entrate in azione per un intervento di rifacimento della pavimentazione che a parere di tanti cittadini e del pd non presentava alcuna necessità di essere ristrutturata viste le buone condizioni del selciato dopo l ultimo intervento effettuato la considerazione è del consigliere comunale elvira picozza che subito dopo precisa ci si domanda come in un momento di crisi come quello attuale sia possibile sperperare risorse pubbliche per interventi che non sono di primaria necessità quando per rimanere nell ambito della riqual10 ificazione urbana basterebbe guardarsi intorno e accorgersi che vi sono aree e vie del centro storico completamente disastrate come via palestro via volpe via s giorgio via felice orsini via solferino tanto per ricordarne alcune e non parliamo ­ sottolinea picozza delle vie carrabili che in alcuni tratti presentano un fondo stradale con vere e proprie voragini come in via madonna del calle o via consolare diventata una specie di groviera che viene frettolosamente ritoccata solo in vista delle grandi occasioni per l arrivo delle delegazioni straniere stendiamo poi un velo pietoso sulle condizioni in cui versano le frazioni e le zone periferiche della città letteralmente abbandonate all incuria e al degrado queste situazioni costituiscono sicuramente un emergenza per la precarietà del loro stato che rappresenta un rischio costante per la sicurezza dei cittadini da tale quadro emerge ­ secondo l esponente pd la mancanza di una programmazione degli interventi che servirebbe ad evitare dannosi sprechi di risorse ma.gio

[close]

p. 11

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 priverno polemica sulle primarie pd la settimana di san tommaso petrole passate quasi sottotraccia di mario giorgi anche a priverno si sono svolte le primarie per scegliere il segretario regionale del partito democratico la vittoria è andata ad enrico gasbarra sostenuto dalla componente area democratica i cui di marco martelletta esponenti non hanno esitato a risultato acquisito a togliersi qualche sassolino dalla scarpa questa iniziativa quella delle primarie ndr ­ si legge in una nota al fine di favorire al massimo una massiccia partecipazione popolare avrebbe dovuto essere rappresentata con forte slancio verso la società civile con una grande informazione e diffusione per far passare detto messaggio con l umiltà anche di mettersi in discussione e rimettersi con serenità al giudizio del cittadino la giornata ­ secondo area democratica avrebbe dovuto essere una prova generale del grado di mobilitazione non dei militanti ma di quella moltitudine di cittadini che in questo scorcio di tempo sono smarriti e delusi dalla politica e sono sconfortati da un assenza di prospettiva per le giovani generazioni si sarebbero dovuti insediare seggi elettorali in più parti della nostra cittadina e nelle periferie scegliendo sedi di evidenza pubblica per favorire la presenza e la divulgazione dell impegno civile di questo grande partito riformista che è il pd la segreteria del circolo di priverno invece sottolinea il raggruppamento che fa capo a mauro petrole ha scelto la strada della chiusura non un manifesto non un iniziativa pubblica non la ricerca della coesione ha preferito avvitare il partito al suo interno e addirittura insediare un unico seggio nella sede del circolo e non fra la gente insomma è stata una grande occasione mancata gli amici che fanno riferimento ad area democratica ­ si legge ancora nella nota consapevoli della posta in gioco si sono adoperati per favorire nei limiti possibili la partecipazione di non militanti con lo scopo di contribuire ad eleggere enrico gasbarra deputato persona nota capace affidabile e di provata esperienza a cui saranno affidate politicamente e speriamo istituzionalmente le sorti future della nostra regione noi come area democratica conclude il gruppo che fa capo a petrole non sparuta rappresentanza del pd come volgarmente qualcuno ha voluto definirci con disprezzo abbiamo determinato con spirito di servizio anche a priverno la vittoria di gasbarra con il 50 dei suffragi ma sel polemizza con il sindaco macci di mario giorgi e nel vivo la settimana della cultura in onore di san tommaso d aquino che è iniziata lunedì 5 e durerà fino a domenica 11 la settimana ­ realizzata grazie anche alla collaborazione del consiglio regionale del lazio si è inaugurata con uno spettacolo teatrale la sera del 5 presso il teatro cittadino `cinque piccoli mostri a cura della compagnia quintetto d a ma con il convegno del 7 si è entrati nel vivo delle iniziative previste per l edizione 2012 `il ruolo dei laici cattolici nella nuova evangelizzazione questo il titolo del meeting che si è svolto nella sala delle cerimonie del comune e che ha visto riuniti intorno ad un tavolo come relatori alcuni esponenti della cultura della politica e del mondo religioso i giorni successivi sono dedicati alla promozione del territorio attraverso la mostra mercato che ha riunito alcuni produttori locali ed esteri che hanno esposto e fatto degustare i loro prodotti tipici una iniziativa in più che si è affianca alla tradizionale fiera in occasione dei festeggiamenti di san tommaso spostata quest anno a domenica 11 marzo a queste iniziative si sono aggiunti alcuni appuntamenti che hanno coinvolto le città di slavuta ucraina e di suhindol bulgaria quest anno per la prima volta in visita a priverno oltre agli aspetti religiosi della ricorrenza come la messa solenne in cattedrale e la processione per le strade cittadine della reliquia del santo patrono ma l importante ricorrenza e la presenza di delegazioni straniere ha fatto sì che ­ da parte dell amministrazione comunale ­ ci si attivasse per rendere accogliente la città che fu di metabo e camilla nei giorni immediatamente precedenti l arrivo degli ospiti stranieri è stata sistemata nei punti più malandati la pavimentazione a sampietrini o sanpietrini che dir si voglia e quella asfaltata e non solo tanto che il consigliere comunale di opposizione federico d arcangeli ha rilasciato la sua inevitabile dichiarazione sull impegno del sindaco umberto macci condita di forte ironia ma intrisa anche di un innegabile realismo un sindaco europeo da esportazione con uno spiccato senso dell ospitalità arrivano le delegazioni dei paesi gemellati per la festa del patrono e il sindaco ordina le pulizie straordinarie per le strade di priverno ci segnalano pulizia straordinaria anche davanti l abbazia di fossanova addirittura si rivede in azione una spazzatrice affittata per l occasione visto che la nostra è ormai rotta da qualche anno e squadre di operai sono al lavoro per mettere toppe al selciato di via consolare in alcuni tratti ormai ridotto ad un tratturo bisogna sapersi accontentare una volta la festa patronale una volta la festa medievale e in due occasioni almeno il paese viene ripulito da cima a fondo e con i nostri graditi ospiti salviamo la faccia per il resto dell anno basta chiudere gli occhi ipse dixit 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 maenza s reparata posizioni unanimi fronte comune al di là del colore politico di luca morazzano la vicenda riguardante la proprietà della chiesa di santa reparata continua a tenere banco nei discorsi dei politici e dei cittadini di maenza dopo il botta e risposta tra comune e prefettura di latina prima del prossimo passo ufficiale si attende l esito della perizia di interpretazione dell atto notarile del 1883 a riecheggiare sono però i pareri espressi dai presenti al consiglio comunale straordinario tenuto al castello che spiegano al meglio le posizioni maentine coese con gli intenti dell amministrazione di difendere gli interessi dell ente comunale nei limiti consentiti dalla legge uno dei primi a farsi sentire sulla questione anche attraverso volantini è stato l avvocato alessandro pucci segretario di rifondazione comunista la lettera pervenuta al comune di maenza dalla prefettura di latina con la quale il ministero dell interno direzione centrale per l amministrazione fondo edifici di culto proprietario della chiesa s reparata in quanto l edificio venne ceduto in semplice uso all ente civico con atto del 1883 ha urgenza di avviare la procedura di regolarizzazione dei rapporti contrattuali con l autorità ecclesiastica per la concessione in uso del tempio ha mosso una situazione importante l amministrazione in testa il sindaco il vice-sindaco e l assessore cardone si sono giustamente preoccupati e mobilitati hanno rivisto anche con esperti l atto notarile del 1883 contattato la minoranza consiliare ed extra-consiliare le associazioni culturali dalle quali hanno ricevuto appoggio incondizionato ovviamente una volta ricevuta la conferma e la garanzia che il bene venne acquistato dal comune e non ceduto in semplice uso la nota stonata che ho visto nella vicenda sono però le assenze nel consiglio comunale nelle file della maggioranza la posizione del comune viene riassunta bene dall intervento dell assessore cardone che carte alla mano invoca la proprietà della chiesa da parte di maenza visto che già nel foglio di mappa n.32 particella 226 del 1924 santa reparata risulta essere di proprietà del comune di maenza carlo pietrocini presidente della pro loco propone una sorta di scambio tra la proprietà della chiesa di sant antonio santa reparata con l ex chiesa di s.giacomo di cui la curia si è appropriata con atto pubblico sottolineando come il problema non sia esclusivamente maentino visto che a sezze la contesa con la curia interessi ben quattro chiese per daniele marchetti consigliere di minoranza la battaglia da fare è contro lo stato che ci sta togliendo qualcosa non contro la chiesa in sede di consiglio pucci ha precisato mi risultano sconosciuti i meccanismi giuridici con cui le confraternite ritengono di ritornare in proprietà di beni ma non è il primo caso di proprietà contesa per il comune mi ritorna in mente la storia di s.giacomo il procedimento seguito non è stato molto chiaro s.giacomo secondo me è di maenza perché il comune ne ha avuto un possesso ultraventennale ed ha eseguito lavori strutturali tra l altro nel concordato del 1929 e nella riforma del 1985 non risultano queste chiese l ostello della gioventù lo abbiamo espropriato per eseguire i lavori dopo tanti anni conclude non può venire qualcuno a chiederti la proprietà isidoro masi consigliere di minoranza focalizza la questione san giacomo il problema di s.giacomo è sorto perché è spuntato fuori un atto notarile non impugnato da nessuno stipulato da un rappresentante non si sa bene se con poteri di rappresentare o no di una confraternita se vogliono la chiesa possono anche prendersela ma che paghino tutto quello che è stato speso finora tra il pubblico interviene anche la segretaria del pd paola cacciotti la destinazione religiosa è stata rispettata l esercizio del culto è rimasto si chiede per quale ragione rivogliono indietro la proprietà della chiesa visto che si sono sostenute elevate spese per la ristrutturazione e la manutenzione qualche tempo fa precisa che c è stato anche un tentativo di chiudere la chiesa per mancanza di preti e vocazioni ma un gruppo di praticanti si è opposto e ne è stata mantenuta almeno la funzione settimanale questo in attesa di nuovi sviluppi legali e di nuovi interventi su una questione che sta dando vita ad un legittimo fronte comune maentino incendio a farneto colpevole ma in libertà questa la decisione del giudice laura mattioli per l imputato difeso da pucci e finito davanti al giudice laura mattioli nel processo per direttissima per l incendio appiccato nei giorni scorsi in località farneto proprio ai piedi della montagna il quarantaquattrenne di maenza dipinto forse troppo avventatamente come un piromane difeso dall avvocato alessandro pucci t.t è stato rimesso in libertà nonostante la convalida dell arresto in attesa del successivo procedimento giudiziario che si terrà l 11 luglio per quella data l avvocato pucci e il suo assistito colto in 12 fragranza di reato dopo l intervento di protezione e vigili del fuoco intenti a sedare le fragorose fiamme decideranno la linea difensiva da percorrere ma intanto c è soddisfazione per un primo provvedimento che pur riconoscendo l innegabile dolo sembrerebbe propendere per la non volontarietà di quanto accaduto da parte dell imputato ciò in contrasto con le prime posizioni assunte da media e opinione pubblica che parevano dipingere un quadro delittuoso assai più grave.

[close]

p. 13

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 cultura a tu per tu con lombardi nello staff dell animazione di hugo cabret che ha vinto l oscar di paola bernasconi migliori effetti speciali questo la statuetta tra le altre che hugo cabret si è aggiudicato nell ultima edizione degli oscar e nel team che ha collaborato affinché questo sia potuto accadere c è anche un ragazzo di sermoneta augusto lombardi premiato nella categoria comunicazione durante il premio onirika 2009 lavora attualmente presso la pixomondo in germania nonostante i suoi impegni lavorativi siamo riusciti a contattarlo via facebook ecco la breve intervista-web che siamo riusciti a preparare per i lettori nel 2009 noi di mondore@le ti abbiamo consegnato il premio onirika per la comunicazione oggi hai in mano un oscar quanto è cambiata la tua vita professionale in questi anni beh iniziamo col dire che il premio oscar non è stato consegnato a me personalmente ma che siccome ho fatto parte del team degli effetti visivi una parte di questo premio è anche mia.la mia vita professionale dal premio onirika ad ora si può dire che è stata in continua ascesa ora staremo a vedere quanti benefici porterà l avere nel curriculum un premio così prestigioso.una cosa è certa continuerò a fare questo mestiere con la stessa passione di sempre magari con un pizzico di soddisfazione in più non vivi in italia quando hai deciso che era arrivato il momento di lasciare il tuo paese perché questa è una domanda che mi fanno in molti diciamo che sono venuti a mancare i presupposti affinché io potessi restare ma questa ormai è acqua passata durante la lavorazione di hugo cabret quale stato il momento più esaltante e quale quello più avvilente che ricordi in questo mestiere specialmente quando ti trovi ad af frontare una sfida del tutto nuova a trovare una soluzione ad un problema mai visto prima le tue emozioni è come se fossero sulle montagne russe un attimo sei in cima al cielo e un attimo dopo sei di nuovo a terra ma in tutto questo si avverte un progresso giornaliero ed arrivi al momento un cui sei riuscito ad ottenere il risultato sperato il momento più emozionante di certo è stato quanto ho ricevuto i primi feedback dai supervisori e dal regista stesso erano eccitati dal livello di qualità raggiunto e mi hanno spronato ad andare avanti in quella direzione quali consigli ti senti di dare ai giovani italiani che non riescono a trovare lavoro e vivono un esistenza professionale precaria questo è di certo uno dei momenti più drammatici per l italia da quando sono nato È vero c è la crisi ed è forte ma stando all estero da un po di tempo posso dire che la crisi è ovunque e che i governi degli altri paesi non stanno facendo di certo le acrobazie per risanare la situazione al contrario di quello che si possa pensare in patria in un momento del genere mi sento di consigliare di non perdere l ottimismo anche se è davvero difficile e se proprio sentite che questo paese al momento non ha niente da offrire siate pronti a lasciarlo per un po di tempo lasciarlo fisicamente perché con il cuore non è certo possibile 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 cultura ma quante cose da fare e vedere di paola bernasconi da venerdì a domenica piana delle orme presenta la seconda edizione di la radio il suono una mostra scambio dove gli amanti del genere potranno sbizzarrirsi tra radio d epoca dischi in vinile apparati per radioamatori hi-fi valvole termoioniche libri sull argomento e mini-conferenze a tema dalle 9 alle 19 ad ingresso libero potete passeggiare all interno della struttura di borgo faiti assaporando la musica sotto un altro punto di vista se invece siete più appassionati di libri e quant altro allora segnate in agenda il quarto appuntamento con i venerdì letterari rassegna promossa dall assessorato alla cultura del comune di sezze che si tiene presso il museo archeologico di largo b buozzi nel centro storico setino si terrà infatti l incontro con paolo ciofi ed il suo libro la bancarotta del capitale e la nuova società editori riuniti se vi interessa l orario di inizio è previsto alle 18 presenteranno il pomeriggio letterario lelio grassucci carlo picozza e salvatore la penna mentre il coordinamento è affidato a fausto de angelis potete concludere la serata a priverno dove ci si avvia al termine della settimana della cultura in onore di san tommaso d aquino alle 21 è previsto uno spettacolo di musica e danza ad ingresso libero dedicato al folklore ucraino il folklore ucraino incontra la cultura mediterranea vi appassionano di più le mostre eccone una per voi sabato alle 15.30 recatevi presso palazzo m di latina e potrete passeggiare tra le opere di donne comuni riunite nel progetto 50 donne in mostra un evento benefico a cura di mad arte a pontinia invece presso la libreria isola che non c è in viale italia dalle 17 potrete osservare da vicino gli acquerelli di valerio libralato grazie all evento libri e libralato la domenica è invece solitamente all insegna della natura dell aria aperta delle gite fuori porta ecco un paio di idee se vi piace svegliarvi presto alle 10 inizia una visita guidata presso il parco naturale pantanello dei giardini di ninfa È richiesta una prenotazione quindi andate sul sito http www.fondazionecaetani.org ed iniziate ad immergervi nella natura se al contrario amate passeggiare nei paesi lepini priverno è ancora una volta quello che fa per voi con l ultimo evento in programma per tutta la giornata dalle 10 in poi è prevista infatti la tradizionale fiera per le vie del centro storico rimanendo in tema paesi lepini sezze offre l opportunità di visitare il suo centro storico e conoscere una cultura nuova alle 16 presso la sala polifunzionale delle colonne di tito si svolgerà infatti martisor a cura dell associazione bunà seara romania il martisor è appunto un piccolo amuleto che in romania bulgaria macedonia e moldavia si regala alle donne e alle bambine il primo marzo per augurare buona fortuna si tratta solitamente di piccoli oggetti decorati con un nastro rosso e bianco durante il pomeriggio si esibiranno i bambini del coro suflet romanesc se anche tra un fine settimana e l altro non volete perdere un appuntamento con la cultura ricordate che lunedì 12 presso il centro documentazione angiolo mazzoni di sabaudia mad rassegna d arte contemporanea presenta giocando con l architettura un omaggio fotografico a sabaudia a cura di milena fantinel si inizia alle 9 araba fenice porta gli autori alla feltrinelli È iniziata lunedì 5 marzo la rassegna di cinque incontri letterari ideati ed organizzati da jeph anelli e l associazione culturale no-profit araba fenice di sezze in collaborazione con la libreria la feltrinelli di latina dopo cronache dal big bang l unica gioia al mondo è cominciare di fabio pierangeli e lidia sirianni per martedì 13 è prevista la presentazione di la repubblica di caianello fotopoesie di angela maria antuono l appuntamento è per le 18 come in tutte le presentazioni e dopo i consueti saluti di massimo bartoletto direttore della libreria giancarlo mancini presidente dell associazione e del poeta jeph anelli il pomeriggio sarà presentato dal regista dino viani il terzo incontro si terrà invece lunedì 19 marzo con irene beccarini e si suoi passi presenta irene caputo mentre il coordinamento sarà affidato a salvatore la penna le letture tratte dall opera saranno tenute dalla stessa autrice lunedì 26 marzo dario petti e salvatore la penna presenteranno invece attentato al papa di imposimato ferdinando e sandro provvisionato l ultimo incontro si terrà lunedì 2 aprile un incontro diverso dal titolo alberto moravia e gli amici a cura di angelo fàvaro 14 saranno infatti presenti accanto a lui gianna cimino nipote di moravia gianni barcelloni regista e amico dello scrittore nonché di pier paolo pasolini leone d ambrosio poeta critico letterario e giornalista e daniela carfagna caposettore cultura del comune di sabaudia tutti questi appuntamenti sono ad ingresso gratuito e si svolgeranno ovviamente presso la feltrinelli in via diaz l associazione araba fenice invita anche altri autori ed autrici ad inviare presso la sede di via l van beethoven 21 sezze le proprie opere il comitato scientifico valuterà il modo migliore per inserire coerentemente queste nuovi lavori all interno delle presentazioni che verranno programmate p.b

[close]

p. 15

mondore@le numero 127 9 marzo 2012 cultura tartufo in festa a carpineto di paola bernasconi la sagra del tartufo di carpineto romano è giunta alla sua nuova edizione la mostra mercato del tartufo nero pregiato di carpineto è lì dal 1997 e anno dopo anno continua ad omaggiare il frutto di questa terra fra i più profumati d europa nelle parole del prof domenico bigioni presidente g.e.t della federazione europea tartufai si inizia la festa oggi pomeriggio alle 17.30 presso il centro sociale anziani silvio carpeto due le tematiche che saranno affrontate la tracciabilità del prodotto legato al territorio la sua certificazione e le prospettive di sviluppo e riqualificazione della tartuficultura nei monti lepini interverranno oltre alle istituzioni antonio vallesi esperto agronomo giancarlo picchiarelli presidente dell associazione nazionale città del tartufo della quale la stessa carpineto fa parte e l on renzo carella ma la festa vera e propria è attesa per domenica quando alle 10 si darà il via alla sagra in piazza regina margherita verranno aperti gli stand a cura dell associazione tartufai monti lepini ed il lepinart il mercatino dell artigianato artistico locale sempre in piazza è previsto alle 11.30 uno spettacolo folk mentre alle 15 passeranno per le strade del paese gli sbandieratori e i musici dei 7 rioni storici di carpineto romano dopo una replica dello show folk alle 16 potrete as coltare il concerto a cura della compagna popularia mentre alle 18 nella chiesa di san giovanni verranno recitate preghiere in canti gregoriani l appuntamento è anche per la mattina alle 11 durante tutta la durata della manifestazione si potranno effettuare delle prove sensoriali e degustare i piatti tipici a base di tartufo nei tanti ristoranti da il faggio a il tartufo passando per i quattro fratelli e la sbirra fino alla pizzeria feoli se volete potete anche visitare i musei presenti a carpineto aperti dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 scegliete tra il museo della città e del territorio la reggia dei volsci i cimeli di leone xiii il museo dell arte sacra simulacrum ed il museo della pastorizia e agricoltura le capanne per ulteriori informazioni visitate il sito istituzionale del comune all indirizzo http www.carpinetoromano.it teatro per tutti i gusti ampia scelta sui palchi di latina e provincia di paola bernasconi per gli amanti del teatro e non solo ecco una carrellata di tutti gli spettacoli previsti in questa settimana a latina e provincia questa sera alle 20.30 presso lo spazio corde in via dei boi 57 a latina potete vedere post partum di betta cianchini con sonia barbadora e la regia di luciano melchionna per restare nel capoluogo al teatro moderno di via sisto v va in scena parabole di un clown e dio nei cieli ride dalle 21 potrete seguire la storia di un nonno dal passato di clown e suo nipote in un viaggio a bordo di una 500 all insegna della risata della dolcezza e della spiritualità lo spettacolo è di bruno nataloni e umberto zanoletti È questo il primo dei tre spettacoli che fanno parte del cartellone i teatri del sacro che si terranno al moderno anche il 30 marzo con il ponte di pietre e la pelle di immagini e il 22 aprile con guai a voi ricchi il fellini di pontinia continua invece la sua rassegna con grido d amore edith piaf alle 21 presso il teatro di piazza indipendenza per sabato 10 marzo ore 21 e domenica 11 ore 17.30 il moderno di latina presenta invece last minute sandra milo mita medici lorenza guerrieri e laura troschel in uno spettacolo diretto da silvio giordani sempre per la serata del sabato potete scegliere ancora di vedere qualcosa di diverso con chi resiste nella palude di e con francesco lande appuntamento alle 21 con replica il giorno dopo alle 18 presso l opera prima teatro di via del cappuccini 76 sempre a latina il teatro di via ponchielli presenta invece mia moglie buonanima di margherita pezzullo lo spettacolo rientra nella stagione f.i.t.a per domenica pomeriggio alle 17.30 potete infine assistere al galà del `900 napoletano che si terrà presso il liceo classico dante alighieri di latina presentato dall associazione arte del teatro e il teatro del prado di roma sarà un viaggio alla scoperta della canzone e della poesia partenopea del `900 con testi a cura di marilena gallo per uno spettacolo infrasettimanale fate una passeggiata ad aprilia mercoledì 14 alle 21 presso il teatro europa in corso giovanni xxiii orso maria guerrini e sebastiano somma reciteranno in il giorno della civetta di sciascia 15

[close]

Comments

no comments yet