mondorealenumero126

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero126

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 9 2 marzo 2012 n.126 ogni cinque anni puntuali come le tasse e come un orologio svizzero arrivano gli scienziati della politica gente che è stata un lustro intero in naftalina per poi `ricicciare proprio quando di loro ce ne sarebbe davvero poco bisogno e caso clamoroso stanno tutti nel centrodestra cinque anni fa ce n erano un paio e tutti lì a sentirli quando aprivano bocca per disquisire sulla strategia da utilizzare per battere campoli e tutta la vecchia sinistra per le elezioni 2012 ce ne sono un bel po di cui non farò i nomi per rispetto agli statisti veri uno è riconducibile al gruppo dei cirilliani che non sapendo cosa fare ha deciso invece di andare a fare shopping di candidare il dottor casillo almeno un altro paio di contro stanno in quel che resta del popolo della libertà che adesso si trova tutto rinvigorito perché i vertici provinciali regionali nazionali europei e interplanetari hanno dato il via libera allo `zarra tris qualcuno è riconducibile a nuovo polo e varie ed eventuali il risultato nell anno che avrebbe dovuto sancire l affermazione del centrodestra forte di migliaia e migliaia di voti sempre secondo gli scienziati i candidati saranno tre che si divideranno le briciole attualita latina di giorgi resta sindaco ma si apre la questione dimissioni attualita sermoneta nuovo incontro sul problema della diabrotica del mais cultura oscar trionfa the artist ma hugo regala un premio a lombardi priverno sanità l osservatorio rimarca l assenza delle istituzioni maenza alla s.reparata il comune rischia di perdere la chiesa sezze sagra del carciofo 2012 data e bando di concorso

[close]

p. 2

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 sezze il pdl va da solo e candida zarra clamoroso colpo di scena in vista delle elezioni di simone di giulio il colpo di coda del popolo della libertà dopo mesi e mesi di silenzio assordante e di proposte e prese di posizione a volte imbarazzanti considerato il delicato momento vissuto dal partito anche in ambito giudiziario arriva a sole 10 settimane dal voto per eleggere il sindaco il partito ha deciso sarà lidano zarra lo sfidante dell attuale primo cittadino andrea campoli a sua volta confermato dal partito democratico la notizia è arrivata come una doccia fredda nell ambito di tutto il centrodestra setino la prima gettata di acqua gelida era arrivata qualche settimana prima con la decisione del gruppo de l altra faccia della politica di candidare il medico setino pier paolo casillo la decisione non era stata accolta nel migliore dei modi da chi in questi mesi stava cercando di mettere in piedi una coalizione solida e soprattutto unita per sfidare lo strapotere sempre sulla carta del centrosinistra poi era arrivata l ufficialità dell accordo tra partito democratico e udc altra sconfitta del centrodestra che nonostante incontri su incontri non era riuscita a mettere all interno della coalizione il partito di cesa e casini a dieci settimane dal voto è arrivata la notizia shock e la terza candidatura consecutiva di lidano zarra alla poltrona di sindaco a mancare è solo l ufficialità prevista per mercoledì scorso ma rimandata a causa dell assenza causa impegni improrogabili del segretario provinciale del popolo della libertà claudio fazzone ufficialità o meno quella della candidatura di lidano zarra è stata confermata da più fonti e non sono mancati i dissapori all interno del centrodestra setino in un primo momento il pdl sembrava non intenzionato a candidare un proprio elemento e addirittura si parlò di una concessione all unione di centro pur di avere con sé il partito di tacconi polidoro e casalini forse proprio la decisione dei centristi di accordarsi con campoli è stato il motivo scatenante della scelta del direttivo del pdl guidato da carlo enrico magagnoli ma già qualcuno dopo questa decisione improvvisa e sicuramente non presa in condivisione con le altre forze politiche impegnate nel tentativo di ricucire gli strappi storici che attanagliano il centrodestra setino ha deciso di abbandonare il tavolo delle trattative pre-elettorali a questo punto scatterà la conferma della candidatura di pier paolo casillo che si era detto disponibile a fare eventualmente un passo indietro qualora si fosse trovata unità di intenti su un candidato gradito a tutti oltre a quella che metterà in campo l asse nuovo polo-movimento di alleanza per sezze che presumibilmente darà il via come confermato da alcune voci di corridoio alla candidatura dell avvocato giovanni rosella insomma da un unico candidato si è passati in men che non si dica a tre tutti nel centrodestra con buonapace di chi ha cercato di unire e con sommo gaudio del centrosinistra setino direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione il 29 febbraio 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 sezze un uomo per tutte le stagioni 3 volte candidato sindaco 2 volte per un banco in via costa la carriera politica di lidano zarra di simone di giulio dopo un trascorso tra le fila del partito socialista fu uno dei firmatari della convenzione con la dondi spa nel lontano 1993 lidano zarra medico setino classe 1949 torna alla vita politica alla vigilia delle elezioni del 2003 forte del sostegno di un massiccio gruppo di liste civiche e sponsorizzato tra gli altri dall ex presidente dell amministrazione provinciale di latina paride martella lo schieramento si pone agli antipodi del modo di fare politica del partito dei democratici di sinistra e la città reduce da dieci anni di gestione siddera lo premia premettendogli al ballottaggio di imporsi su giovanbattista giorgi candidato dell allora unione ma la necessità di apparentarsi con il centrodestra che in quella occasione aveva candidato pino ciarlo mette zarra in una condizione precaria già alcuni mesi dopo la sua elezione in parziale aiuto del sindaco arriva la tornata elettorale per le provinciali del 2004 in cui riesce a strappare un seggio candidandosi con l udc ma a sezze i problemi non si risolvono e nel mese di maggio 2006 arriva la sfiducia fondamentali paradosso dei nostri giorni le firme dei due esponenti di forza italia del duca e cerilli dopo il commissariamento zarra ci riprova nel 2007 candidandosi con l udc e con altre liste civiche ma si ferma solo al 25 permettendo a campoli di vincere al primo turno nel 2009 un altro tentativo stavolta fallimentare si fermò a sole 1873 preferenze per la corsa ai banchi di via costa stavolta con il popolo della libertà di cui peraltro era diventato il capogruppo all interno del consiglio comunale di sezze in questi 5 anni di amministrazione gli sono piovute addosso alcune critiche tra le quali quelle di essersi in qualche maniera defilato quando in consiglio venivano trattati argomenti di cui poteva essere ritenuto responsabile durante il suo precedente mandato a sinistra resta da chiarire la posizione dell udc i dissidenti non ci stanno campoli dovrà scegliere di simone di giulio come al solito se atene piange sparta non ride o almeno non ride come dovrebbe i disastri messi in atto dal centrodestra in questa campagna elettorale ormai alle porte sono sotto gli occhi di tutti ma questo non basta a far sorridere il centrosinistra setino che da un lato gongola in attesa di affrontare una competizione con un nemico che è rimasto unico solo nelle intenzioni ma dall altro si trova con un pesante fardello rappresentato dalla sua decisione di inserire nella coalizione che sosterrà andrea campoli l udc non basta e non è sufficiente per il centrosinistra sapere che a destra continueranno a togliersi reciprocamente preferenze il problema piuttosto è rappresentato dal `troppo che stroppia al gruppo dei responsabili formato da di palma vitelli e reginaldi si è aggiunto un altro importante pezzo della maggioranza qualche esponente del partito democratico e qualche indipendente che evidentemente vede minata la propria rilevanza ed il proprio `peso all interno della coalizione dal partito di polidoro e casalini un bel dilemma amletico per il primo cittadino e per il suo partito una volta assodato che la vittoria sembra scontata restare coerenti e compatti magari ricucendo con la sinistra radicale ed evitando mal di pancia di sorta facendo a meno dell udc oppure vincere in maniera bulgara e creare una maggioranza schiacciante per non correre rischi durante la legislatura difficile dire quale sarà la posizione del partito democratico e quale la decisione di campoli che alla fine potrebbe optare per la soluzione pilatesca e far `scornare i contendenti in separata sede oppure decidere di mantenere i nervi saldi e premiare chi in questo ultimo anno e mezzo non gli ha fatto mai mancare il proprio appoggio e sostegno tra i banchi dell aula consiliare ai mal di pancia campoli è abituato basti pensare all ala degli ex la margherita durante il suo mandato e proprio per questo motivo potrebbe rinunciare all udc per la sua corsa alla riconferma salvo poi farli rientrare dalla porta di servizio qualora volessero di nuovo far parte a determinate condizioni della nuova maggioranza 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 sezze ass.i viaggia a banda larga sottoscritto un accordo con il gruppo dmw arriva internet satellitare per le imprese che fanno parte dell associazione ass.i che nei giorni scorsi ha di marco martelletta firmato una partnership con il gruppo dmv il servizio magellano sat che sfrutta le tecnologie messe a disposizione da eutelsat sarà a disposizione delle imprese setine la caratteristica di non essere legato ad infrastrutture terrestri e quindi la possibilità di essere fruibile in qualsiasi zona del paese senza il bisogno di una linea telefonica fissa o di ripetitori wi-fi rende questo tipo di tecnologia unica nel suo genere le prestazioni di questo tipo di apparati permettono di avere una linea sempre veloce ed efficiente senza dover fare i conti con l assenza di infrastrutture all altezza nelle parole dei responsabili di ass.i la soddisfazione per l iniziativa questo accordo ci permette di intervenire su un aspetto fondamentale per le aziende di oggi la copertura della banda larga partiamo dal progetto di magellano sat in quanto prima ed immediata esigenza ma abbiamo già firmato un accordo per la fornitura di altri servizi legati all information technology il responsabile dell area tecnica gianni antonucci prosegue oggi ogni azienda per svolgere anche le pratiche burocratiche minime ha bisogno di una connessione internet con questo accordo siamo intervenuti su uno dei nodi fondamentali per una crescita che guardi al futuro alcune zone di sezze sono totalmente sprovviste di qualsiasi tipo di collegamento web non si può certo spostare un azienda per avere una linea efficiente altrettanto soddisfatto è l amministratore delegato del gruppo dmv cristian calvano fin dai primi approcci con il gruppo di imprenditori di ass.i ci siamo resi conto di avere a che fare con un gruppo di persone che si preoccupa in maniera seria e costruttiva dei problemi delle aziende che rappresenta con magellano sat ha proseguito calvano ci siamo prefissi fin dal primo momento di intervenire sul digital divide lavorando in questo ambito da più di quindici anni sappiamo quale importanza ricopra avere a disposizione una linea internet che sia veramente efficiente progetto comenius setini vincitori un premio alla delegazione della caio titinio e de magistris nella settimana dal 6 al 10 febbraio si è svolto ad aguadulce in spagna il secondo incontro del progetto comenius my green dream school durante la settimana si è fatto il punto della situazione sui lavori svolti e si sono programmati i prossimi impegni prima del terzo meeting che si svolgerà in svezia nel mese di maggio poesie murales lip dub e ricette saranno gli argomenti su cui verteranno i lavori degli alunni delle scuole europee coinvolte nel progetto tutti i suddetti lavori saranno eseguiti rigorosamente in lingua inglese lingua veicolare del progetto per sviluppare le abilità linguistiche degli alunni e prepararli a renderli competitivi nel mondo del lavoro in europa particolarmente interessante è stata la gara dei loghi cui sono stati chiamati gli studenti che ha visto vincitore quello realizzato da marco luccone della iii a corso a indirizzo musicale che è risultato il migliore tra tutti quelli presentati il logo è già stato inserito nel sito ufficiale del progetto http mygreendreamschool.weebly.com insieme a una breve biografia dell alunno orgogliosi per l impegno profuso da tutti gli alunni dell istituto scolastico `caio titinio de magistris i docenti e la dirigente scolastica che hannoi voluto rivolgere i migliori complimenti a marco luccone ed hanno voluto mandare un invito a tutti gli alunni a continuare nel tener alto il buon nome della scuola setina in europa 4

[close]

p. 5

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 speciale cetrone-aielli continua il duello sulla sanità è ancora scontro aperto di simone di giulio al di là delle parole in libertà proferite dal duo aielli-reginaldi vorrei portare a conoscenza dei cittadini una serie di interrogativi che mi sono stati posti da diversi ammalati di reni e dai loro parenti nei giorni che approfondivo il problema a noi non importa ­ mi riferivano avere uno ospedale sotto casa se la struttura rischia di caderci in testa mentre facciamo la dialisi oppure ci tagliano i turni perché manca il personale infermieristico specializzato a noi interessa avere un servizio puntuale professionale per rendere meno amara la sfortuna di essere ammalati di una patologia cronica queste le inquietudini che hanno ispirato il mio intervento certamente confliggente con gli interessi della mia rappresentanza politica in regione lazio ma con certe storie come quella che vede coinvolti i dializzati di sezze priverno e terracina bisogna aver il coraggio prima umano poi civile e infine politico di dire come stanno le cose e provare a cambiarle o a far sì che dal tema sul tappeto della discussione se ne esca con il minore danno possibile per chi ne è coinvolto e facile estrapolare come ha fatto la strana coppia di alleanza per l italia setina poche frasi da un ragionamento serio per attaccarci sopra l etichetta di becera e scandalosa manovra politica che mira a favorire alcuni comuni a discapito di altri oppure ­ prosegue gina cetrone ­ ricorrere in vista delle imminenti elezioni amministrative al qualunquismo più retrivo e di memoria `frattocchiana dopo aver dormito il sonno dei giusti per quattro cinque anni svegliandosi di colpo e riscoprendo tutti i valori delle buone cause da combattere compresa la sagra del carciofone per questo sono sicura che i cittadini-lettori hanno compreso appieno la pochezza politica di alessandro aielli e roberto reginaldi capaci solo di sfruttare il disagio di persone che soffrono pur di ottenere qui sì 2 becere righe in cronaca la cetrone poi torna al problema focale quello della sanità provinciale la soluzione che ho proposto è quella del trasferimento degli ammalati dei dottori e del personale paramedico in quel di priverno che permette di ottimizzare in un sol colpo il servizio che viene offerto anche per terracina mi si permetta anche di dire che questa idea non è soltanto di chi scrive ma è condivisa con chi oggi lavora con impegno nello specifico settore e nessuno ha mai detto che possa essere l unica praticabile una parte del discorso del consigliere regionale si sofferma infine sulle posizioni politiche sostenute negli anni da alessandro aielli e roberto reginaldi arrivando a considerarli come due individui che hanno fatto il giro delle sette chiese la replica di aielli alle parole della cetrone non si sono fatte attendere in una nota l esponente di alleanza per l italia torna sulla questione e in evidente difficoltà gina cetrone sul tema delle politiche sanitarie della regione lazio messe in atto dalla governatrice polverini politiche che stanno determinando gravi difficoltà e disservizi in tutta la provincia di latina prima la chiusura dell ospedale di sezze una volta fiore all occhiello della sanità pontina e laziale e di gaeta e ora la paventata chiusura anche dei centri dialisi presenti a sezze priverno e terracina a partire proprio da quello di sezze come proposto dalla stessa cetrone e una situazione esplosiva quella degli ospedali pontini e di tutta la regione che rischia di degenerare in mancanza ­ spiega ancora aielli ­ di argomenti politici scade sul terreno che le è più congeniale la cetrone quello del pettegolezzo insulso dell attacco personale fasullo e lo fa udite udite acquistando per le sue bislacche teorie impresentabili nella cronaca uno `spazio redazionale servizio a pagamento e cosa ancor più grave utilizzando il simbolo istituzionale della regione lazio per una polemica di stampo tutto personale e questa la conferma di un uso improprio e blasfemo delle istituzioni per fini personali e non generali a nostro avviso di rilievo anche giudiziario rispetto al quale chiederemo di accertare con quali soldi è stato pagato lo spazio il suo intervento si incentra esclusivamente su questioni e attacchi di tipo personale rivolti agli antagonisti politici rappresentati dal sottoscritto e da roberto reginaldi quando l arroganza si mischia all ignoranza ­ conclude aielli ­ ne consegue un cocktail dagli effetti sbalorditivi e riprovevoli la cetrone parla a vanvera mischia tutto non sa evidentemente quello che dice quando attacca noi siamo pronti a difendere ad oltranza il centro dialisi di sezze e in generale i servizi sanitari 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 latina il tar rigetta il ricorso ma il pd insiste con visari ora le dimissioni in regione di simone di giulio il tribunale amministrativo regionale del lazio ha dichiarato infondato il ricorso presentato dal candidato sindaco del partito democratico claudio moscardelli in merito alle elezioni amministrative del maggio scorso le prime parole dopo la sentenza sono state proprio del primo cittadino giovanni di giorgi che ha spiegato il pronunciamento del tar rappresenta l esito scontato e previsto di un ricorso inconsistente montato dall opposizione con l unico obiettivo di creare confusione per tentare di giustificare una evidente sconfitta elettorale io il mio partito e l intera coalizione siamo stati infangati accusati dall opposizione di brogli e di aver ordito chissà quali strategie elettorali affermazioni infamanti e prive di contenuto si tratta dell ennesimo caso ­ ha proseguito il primo cittadino di latina ­ in cui il pd invece di pensare ai reali problemi della città si perde in iniziative vuote finalizzate soltanto ad ottenere visibilità immediata per gettare fumo negli occhi dei cittadini evidenziando ancora una volta la grande distanza della sinistra dai problemi reali della collettività a fronte del ricorso presentato di giorgi non si era dimesso da consigliere regionale considerando sub-judice la sua elezione e rimandando la decisione sull argomento è il intervenuto anche il segretario comunale del partito democratico giorgio visari che ha affermato abbiamo appreso con stupore la decisione di rigettare il ricorso vedremo le motivazioni in sentenza e poi si farà una valutazione se ricorrere o meno al consiglio di stato la risposta di di giorgi è sgradevole oltre che fuori luogo moscardelli e il pd non hanno mai fatto discendere dal ricorso al tar nessuna delegittimazione del ruolo del sindaco e si è sempre tenuto un basso profilo per senso di responsabilità istituzionale sul tema dell incompatibilità abbiamo invece prodotto diverse iniziative e abbiamo rilevato con forza l assurda ostinazione nel voler essere sindaco e consigliere regionale come di giorgi è tutt ora nonostante la legge non lo consenta parlare di fango gettato dal pd è pura propaganda come l invito ad occuparsi dei problemi dei cittadini speriamo che il sindaco trovi tempo di occuparsi dei cittadini e della città se iniziasse a farlo sarebbe una notizia l attacco di mauro visari prosegue su temi delicatissimi che la regione sta affrontando a discapito sempre secondo l esponente del partito democratico della città di latina rileviamo che per quanto riguarda la regione sia in assestamento di bilancio che nel bilancio approvato per il 2011 e per il 2012 non un solo euro è stato destinato a latina a differenza di altre realtà alla faccia della filiera di governo con la polverini che in compenso a declassato l ospedale santa maria goretti di latina che non è più dea di ii livello e ha de-finanziato la legge sul kiwi solo per rimanere alla città utilità della doppia carica nessuna come sindaco facciamo rilevare che sono passati quasi 10 mesi dalla sua elezione e non è dato rintracciare interventi significativi in questo periodo sono state varate 2 giunte una dopo l altra sono rimasti al palo i problemi aggravati dalla crisi economica di giorgi ha applaudito la polverini per la proficua collaborazione e ha assistito inerme allo scontro tra regione e provincia senza assumere iniziative di dialogo e di confronto come pure sollecitato da moscardelli per mettere a punto misure anticrisi da confrontare e condividere con le organizzazioni di categoria la maggioranza si è prodotta nella difesa di latina ambiente in totale continuità con zaccheo e passato quasi un anno e delle aree per l edilizia residenziale pubblica non vi è traccia 6

[close]

p. 7

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 sermoneta diabrotica del mais nuovo incontro il coleottero è arrivato dagli stati uniti nel 1992 di domiziana tosatti l emergenza della `diabrotica del mais il coleottero arrivato dagli usa che sta distruggendo le piantagioni di granoturco non è terminata e l amministrazione comunale guidata dal sindaco giuseppina giovannoli ha nuovamente voluto incontrare i tecnici regionali del settore fitosanitario e gli agricoltori per un aggiornamento sulle modalità d azione e per ribadire i limiti della zona identificata quale `focolaio parte del territorio di sermoneta infatti è stata inserita nella cosiddetta `zona focolaio e le misure fitosanitarie richieste dalla regione sono l attuazione di una rotazione delle colture per un triennio mentre nella zona tampone la rotazione biennale delle coltivazioni di mais l incontro è stato finalizzato all individuazione di soluzioni condivise per superare l attuale momento di emergenza in sostanza ­ ha spiegato il sindaco di sermoneta ­ si tratta di bloccare sul nascere l espandersi della diabrotica attraverso accorgimenti fondamentali da rispettare e stato importante che i tecnici regionali siano tornati a sermoneta per incontrare i nostri agricoltori l economia del nostro territorio infatti si basa in gran parte ancora sull agricoltura e questa nuova emergenza si aggiunge alle altre problematiche che vive il comparto a livello nazionale per questo ­ ha osservato giuseppina giovannoli ­ si rivela fondamentale creare una sinergia tra le istituzioni e tra gli stessi agricoltori dal canto suo l amministrazione comunale si è resa disponibile ad `offrire ogni forma di supporto necessario e grazie alla mediazione della regione lazio si sono `ottenuti importanti risultati per salvare le coltivazioni già in essere l invito del sindaco è al dialogo e alla collaborazione la reciproca solidarietà tra gli operatori del settore ci aiuterà ad evitare che la diabrotica possa diventare una piaga non più debellabile sul sito internet del comune di sermoneta www.comunedisermoneta.it è stata predisposta una sezione dedicata alla diabrotica con tutte le informazioni utili il coleottero è arrivato dagli usa attraverso i cargo che portavano gli aiuti umanitari nella ex jugoslavia durante la guerra del 1992 da quel momento si è diffuso fino ad arrivare nel 2004 in italia e nel 2008 a roma nel luglio scorso durante l attività di monitoraggio il servizio fitosanitario ha scoperto la presenza del coleottero ed ha lanciato l allarme la cosiddetta zona focolaio prende parte dei comuni di sermoneta latina e cisterna mentre la zona tampone comprende parte dei comuni di sermoneta cisterna latina cori e sezze ufficio postale in centro chiuso la sinistra chiede spiegazioni cacciotti e vetica enormi disagi per i cittadini di domiziana tosatti da oltre due mesi l ufficio postale del centro storico è chiuso per i lavori di ristrutturazione dell edificio al suo posto al fine di garantire comunque il servizio per i residenti è stato istituito un ufficio mobile situato nella piazza principale lasciato incustodito tale ufficio è stato chiuso dopo aver subito un furto circa due settimane fa oggi i residenti del centro devono recarsi negli uffici postali di monticchio o latina scalo alla luce del pagamento delle pensioni partito l 1 marzo il coordinatore comunale del partito democratico claudio cacciotti ed il rappresentante della federazione della sinistra davide vetica hanno sollecitato la riapertura dell ufficio il partito democratico e la federazione della sinistra ­ si legge in una nota congiunta ­ fanno propri la protesta e lo sconcerto di centinaia di anziani e pensionati che risiedono nel centro storico e che usufruiscono dell ufficio postale e che rischiano di non poter riscuotere la pensione in pagamento dall 1 marzo questi dovrebbero infatti recarsi negli uffici di monticchio o latina scalo dove ci sono già file lunghissime molti di loro sono in condizioni fisiche precarie o non hanno famigliari disponibili ad accompagnarli i lavori per la ristrutturazione dell edificio naturale ­ hanno fatto notare cacciotti e vetica ­ sono stati avviati e subito dopo fermati non è possibile attendere ancora è ora che l amministrazione comunale e la direzione provinciale di poste assumano provvedimenti di urgenza per garantire il servizio intanto l amministrazione comunale potrebbe mettere a disposizione i propri locali al fine di assicurare comunque un servizio essenziale 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 norma norbana riaperta a tempo per ora solo nelle fasce orarie durante i lavori di domiziana tosatti finalmente la strada provinciale norbana è stata riaperta al traffico l arteria che conduce a norma dal versante lepino era stata chiusa con ordinanza della provincia di latina dallo scorso 3 febbraio a seguito di una frana dei massi rocciosi che costeggiano la carreggiata l a riapertura al traffico veicolare sarà però per fasce orarie durante i lavori di ripristino che ancora proseguono sarà infatti possibile transitare sulla norbana ma solo dalle ore 6 alle ore 18 negli orari cioè in cui si svolgeranno i lavori per l installazione della rete paramassi nell area della frana sarà infatti proprio la presenza degli operai a garantire la sicurezza e a monitorare la roccia consentendo un passaggio `al sicuro categorica in precedenza era stata la posizione della provincia ente cui la strada appartiene che si era rifiutata di riaprire l arteria al traffico veicolare fatta eccezione per i mezzi di trasporto pubblico e per quelli pronto soccorso ma solo se adeguatamente scortati da `personale qualificato fino a che il comune non avesse dato il via `per somma ur genza ai lavori di istallazione delle reti paramassi questi verranno in parte realizzati grazie all utilizzo delle risorse derivanti dal ribasso d asta dell ultimo stralcio di paramassi di qualche nano fa e indubbio che l amministrazione comunale competente della costa dovrà impegnarsi nel reperimento di fondi che consentano la protezione con la rete dell intera fascia rocciosa o ameno di buona parte delle aree ritenute maggiormente a rischio intanto nelle settimane di chiusura del principale accesso al paese è più volte tornato a galla uno dei punti di forza dei programmi elettorali della maggioranza che oggi guida il comune ossia la realizzazione della terza via d accesso per la quale la giunta guidata da sergio mancini ha dichiarato di volersi impegnare parte la sperimentazione del servizio pre-scuola un servizio sperimentale `prescuola rivolto alle famiglie che hanno difficoltà al mattino ad accompagnare i proprio figli a scuola a volerlo avviare è l amministrazione comunale guidata da sergio mancini in collaborazione con l ufficio comunale alle politiche sociali e gli affari generali e con l assessore alle pari opportunità nadia dell omo il servizio di cui si è dato avviso a tutte le famiglie si realizzerebbe in orario prescolastico dalle 7.30 alle 8 del mattino presso la struttura pubblica della scuola primaria don mauro cassoni a cura di personale qualificato i genitori quindi potrebbero accompagnare i propri figli a scuola già alle 7.30 ed i ragazzi sarebbero controllati il servizio è rivolto alle famiglie in cui lavorino entrambe i genitori ai bambini che hanno un solo genitore ed alle famiglie in cui pur non lavorando uno dei genitori c è l esigenza di dover accompagnare i proprio figli in diversi plessi scolastici nella medesima ora di ingresso le famiglie interessate possono ritirare i moduli di iscrizione presso l ufficio comunale dei servizi sociali negli orari di ricevimento al pubblico o presso lo stesso istituto scolastico le domande dovranno essere riconsegnate entro le ore 12 del 15 marzo all ufficio protocollo dell ente il servizio sarà attivato solo al conseguimento di almeno dieci iscritti e in caso di un numero elevato di adesioni potrà essere valutata la possibilità di richiedere un minimo contributo da parte delle famiglie al museo arrivano le nuove audioguide si potenzia sempre più l offerta del museo civico archeologico padre annibale gabriele saggi che mette a disposizione gratuita dei visitatori delle audio guide che li accompagneranno durante il viaggio virtuale nella storia dell antica città di norba le audio guide multimediali sono previste su richiesta all interno dei pacchetti visita `museo civico archeologico sito archeologico antica norba si è voluto realizzare hanno spiegato dalla direzione scientifica del museo un prodotto dall utilizzo facile ed intuitivo e dai contenuti semplici e chiari acces8 sibili a tutti dal menù di navigazione del lettore multimediale si potrà accedere alla sezione `video all interno della quale l utente potrà visualizzare e scorrere sullo schermo touch screen le immagini ed ascoltare le informazioni degli argomenti trattati tra cui la storia di norba l impianto urbanistico le mura e le porte continua l impegno ha osservato l assessore comunale alla cultura marcello guarnacci per garantire ed ampliare l offerta dei servizi culturali a coloro che intendono conoscere le immense bellezze storico-archeologiche di norba d.t

[close]

p. 9

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 sermoneta presenza alla bit un successo torelli protagonisti nello stand della regione di domiziana tosatti e stata al centro delle attenzioni internazionali l italia alla borsa internazionale del turismo cui ha partecipato anche il comune di sermoneta con il delegato al turismo e presidente del consiglio comunale luigi torelli quest ultimo si è dichiarato soddisfatto per l interesse e l attenzione dimostrati dalle agenzie di viaggio e dai tour operators che hanno visitato lo stand della regione lazio presente alla bit con 150 metri quadri in cui sono stati sponsorizzati luoghi sapori e percorsi che vanno dal turismo legato alla capitale a quello della costa fino a quello collinare e dell entroterra la gigantografia raffigurante la splendida panoramica di sermoneta ha dichiarato il delegato luigi torelli ha registrato favorevoli apprezzamenti così come il materiale illustrativo se l interesse e l attenzione che abbiamo registrato in borsa saranno pari alla domanda effettiva allora ci dovremo organizzare al meglio per fornire risposte adeguate di certo la bit dà il polso delle tendenze delle richieste del visitatore che adesso ha spiegato ancora cerca vacanze con esperienze originali e diverse che arricchiscano e lascino in ogni caso la voglia di tornare la borsa internazionale del turismo ha dato l occasione per far conoscere sermoneta sotto gli innumerevoli profili che la rendono appetibile dal punto di vita turistico si trattaha spiegato torelli di aspetti legati all arte alla storia ed alla cultura che fanno della cittadina caetana uno dei borghi meglio conservati d italia tanto da fregiarsi del riconoscimento della bandiera arancione dato dal touring club partendo dai risultati fin qui conseguiti e prendendo atto dei successi registrati intorno alla rievocazione della battaglia di lepanto ed altre manifestazioni storico-culturali come il maggio sermonetano o il festival internazionale di musica da camera ha dichiarato torelli continueremo a puntare sulla qualità tenendo conto delle esperienze passate nella convinzione che sermoneta debba imporsi nello scenario regionale un tipo di turismo ha concluso che ha bisogno di una revisione e di una messa a punto dando al visitatore un immagine decorosa e pulsante della città in un sistema turistico in grado di coinvolgere gli operatori di settore una lezione sul bilancio preventivo giornata di studi all università di agraria umberto i di domiziana tosatti si è svolta nei giorni scorsi la prima giornata di studi presso la sede dell università agraria di sermoneta l iniziativa è promossa in collaborazione con il comune di sermoneta e consiste in una serie di giornate di autoformazione incentrate sulla prassi contabile a partecipare saranno 12 comuni della provincia di cui dirigenti e responsabili degli uffici finanziari discuteranno ed analizzeranno il `bilancio di previsione 2012 prassi normativa e contabile affrontando i temi del patto di stabilità della nuova imu ed i tagli ai trasferimenti statali e stata l esigenza diffusa dei comuni di confrontarsi sui cambiamenti normativi e giuridici intervenuti nell ultimo anno così come ha spiegato l assessore comunale al bilancio antonio di lenola a far nascere l idea delle giornate di studio il fine è l avvio di un modus operandi che possa essere condiviso dal punto di vista operativo sermoneta ed altri 11 comuni ha spiegato di lenolahanno deciso di mettersi in rete e stabilire una linea d azione comune dal momento che sono tanti i cambiamenti che dovranno essere considerazione al momento dell elaborazione del documento finanziario di previsione per il 2012 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 priverno sanità gli amministratori cosa fanno l osservatorio rileva l assenza di comune e regione di mario giorgi il problema della sanità ­ o meglio di quel che resta della sanità ­ a priverno l abbiamo più volte affrontato ci pare opportuno tornare sull argomento per le ultime considerazioni sulla vicenda che vengono dall osservatorio sulla sanità formato da esponenti del partito democratico di sinistra ecologia e libertà dell italia dei valori e da tanti comuni cittadini in particolare ci è sembrato giusto raccogliere una proposta ­ che non sembrerebbe solo una sorta di provocazione ­ di federico d arcangeli in poche parole il consigliere comunale di opposizione dopo essersi chiesto cosa facciano in proposito gli amministratori comunali il sindaco e tutti quelli che con lui condividono ad ogni livello la politica del centrodestra e che ogni giorno ­ come tutti ­ hanno sotto gli occhi la drammatica situazione sanitaria privernate ha proposto ad umberto macci sindaco di priverno a fabio martellucci assessore provinciale e vicesindaco fino al 2009 a gina cetrone consigliere regionale di maggioranza e a gianfranco sciscione presidente dell ater latina e responsabile della lista polverini in provincia di organizzare un incontro con i cittadini invitando il governatore del lazio renata polverini a priverno incontro che si potrebbe svolgere proprio in quel cinema teatro comunale in cui nel corso della campagna elettorale per le regionali del 2010 proprio la polverini lanciò la sua solenne promessa io vi restituirò quel che vi è stato tolto così in quella circostanza si potrebbe parlare dei lavori a madonna delle grazie che ancora non riprendono del consultorio familiare praticamente chiuso resiste stoicamente sottolinea d arcangeli l ostetrica ma non si sa fino a quando della dialisi che nelle prossime settimane rischia un brusco ridimensionamento del day hospital del centro di neuropsichiatria che è senza personale degli ambulatori specialistici che sono stati ridimensionati ostetricia o vanno avanti sotto la spada di damocle di personale che andrà in pensione e che non sarà sostituito della diagnostica che si barcamena tra quotidiane emergenze di personale e via di questo passo l osservatorio sulla sanità privernate alle sue già numerose denunce ne aggiunge un altra l ennesima ed oltre a quanto già detto sottolinea come il processo di riconversione dell ex ospedale regina elena in un presidio territoriale di prossimità invece di essere attuato così come previsto subisce continui tagli e limitazioni e sembra dover ancora peggiorare quando l osservatorio lamentava che il prelevamento continuo di personale dall ex ospedale di priverno a favore di altre strutture ­ si legge in una nota avrebbe inevitabilmente impedito la realizzazione delle attività sanitarie del ptp privernate aveva ragione da vendere perché è quello che è 10 accaduto e che continua ad accadere la riduzione costante inferta agli organici impiegati presso l ex nosocomio di piazzale san marco ha determinato una situazione di estrema carenza delle risorse professionali tale che tanti ambulatori funzionano poco e male nonostante l impegno dei pochi operatori rimasti e alcuni rischiano la chiusura definitiva come ­ già evidenziato il centro dialisi sulle vicende segnalate c è ormai poco da dire ma l idea di invitare il governatore del lazio su quel palcoscenico che la vide protagonista circa due anni fa pare davvero interessante perché davanti ad amministratori locali provinciali e regionali e soprattutto davanti a tanti cittadini ­ molti dei quali sicuramente l hanno votata ­ renata polverini potrà finalmente dire come stanno ­ e soprattutto come staranno in seguito ­ le cose troncando polemiche e speculazioni di qualsivoglia natura.

[close]

p. 11

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 priverno il maresciallo torna a scuola di mario giorgi a scuola con il maresciallo con questa frase che potrebbe essere comparata ad uno spot può riassumersi l esperienza che le classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado dell istituto comprensivo san tommaso d aquino di priverno hanno acquisito con una serie di incontri avuti con il comandante della stazione carabinieri del centro collinare lepino maresciallo massimo di mario un intera settimana dedicata al progetto legalità con appendici che si protrarranno ancora per le classi quinte della scuola primaria di madonna del calle e di ceriara nell arco dei prossimi giorni e saranno proprio le scuole elementari di questo istituto a cui spetta l organizzazione della manifestazione del concorso letterario annuale a doversi cimentare anche in un elaborato scritto frutto di questa collaborazione un esperienza altamente formativa che ha saputo non solo generare entusiasmo nei ragazzi ma anche produrre un enciclopedia di informazioni che gli alunni dell istituto hanno racchiuso nel bagaglio delle loro conoscenze il tema le dipendenze è stato snocciolato in tutti i suoi aspetti dal comandante di mario sottolineando l erroneo concetto che il dipendente è solo colui che è cocainomane o drogato nell accezione più stretta del termine il dipendente ha spiegato il maresciallo privernate è una persona che affida la sua vita ad una qualsiasi sostanza che ne inibisce le capacità decisionali con queste parole semplici ma efficaci il comandante di mario ha saputo richiamare i ragazzi ad una maggiore responsabilizzazione e rispetto della loro vita bene prezioso che deve essere preservato e tutelato dall ingerenza negativa di alcuni messaggi veicolati dalla società sirene di benessere ma purtroppo preludio di distruzione la capacità empatica del maresciallo di mario ha sollecitato nella platea composta di ragazzi della san tommaso d aquino numerose domande sulle diverse argomentazioni fumo alcool droghe e non ultimi atteggiamenti devianti spesso frutto di semplici bravate puntuale e sempre pertinente la risposta del comandante di mario quando scuola e forze dell ordine trovano sinergia di collaborazione tutti i loro dubbi trovano alleati pronti per essere accolti e possibilmente risolti festa in maschera per i giovani del centro disabili una giornata di solidarietà a favore dell associazione diversamente abili gianni di stefano onlus di priverno presieduta da domenico caradonna la festa organizzata presso il ristorante da marino messo a disposizione dai proprietari dalla protezione civile centro operativo circe coordinata da massimiliano di legge e dall unione italiana lotta alla distrofia muscolare sezione laziale diretta da lucio pucci e dall associazione città aperta di priverno presieduta da mauro petrole è stata un successo i protagonisti dello spettacolo sono stati il cantautore peppe de marchis e l animatore luigi magliocca oltre alle tante altre persone che hanno allietato la manifestazione ma ­ è giusto sottolinearlo ­ i veri protagonisti sono stati loro i ragazzi diversamente abili che si sono impegnati in simpatici canti balli e scenette il presidente dell associazione diversamente abili gianni di stefano domenico caradonna ha voluto ringraziare tutti perché ­ ha sottolineato quando si fanno opere di beneficenza è sempre una cosa bella e buona ed ha comunicato nella circostanza che anche l associazione gianni di stefano che pure ha i suoi problemi ha voluto impegnarsi in un opera di beneficenza essa stessa l associazione ha infatti adottato a distanza tramite act!onaid italia un bambino della tanzania e la cosa va avanti ormai da oltre cinque anni ma.gio a maenza quanto resisterà la madonna del carrettiere un pezzo di storia e di cultura rischia di scomparire la fretta dei tempi che viviamo inghiotte tutto per primi i particolari della tradizione a volte anche della religiosità che fu succede ovunque e a maenza succede anche sulla via carpinetana alla madonna dei carrettieri in suo favor e si alza in poesia l appello di antonio coia la madonna del carrettiere o del viaggiante come meglio chiamarla oggi sono un viaggiante che passa spesso sulla strada la così detta carpinetana in contrada cannutto c è la madonna ieri i carrettieri con i loro passi lenti pur pellegrinando avanti e indietro si toglievano tanto di cappello per salutar e ringraziare chi proteggeva il loro rientrare a casa oggi i carrettieri non ci sono più e i viaggianti passano tutti di corsa tutti neanche la notano ma la madonna è la e osserva tutti qualcuno la saluta con il pensiero altri con la mano ma la madonna è la agonizzante pronta a morire la sua struttura è fatiscente pronta a crollare ma la madonna è la aspettando il buon samaritano che da una mano vorrei dire a chi di competenza fate presto sennò la madonna muore 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 maenza la contesa di s reparata a rischio la proprietà della chiesa di luca morazzano c è un problema legato alla chiesa di santa reparata tanto che il sindaco ha ritenuto opportuno discuterne in un consiglio straordinario che si è svolto presso i locali del castello baronale il di marco martelletta campanello d allarme è stato acceso da alcune lettere recapitate al comune inviate dalla prefettura di latina la prima delle lettere in questione risale al 09.06.2011 e riporta di accertamenti sulla situazione giuridica di titolarità della chiesa e spiegava come il ministero dell interno ­ direzione centrale per l amministrazione fondo edifici di culto avesse necessità di accertare la proprietà della chiesa posto che agli atti del dicastero era stata rinvenuta soltanto una minuta del verbale di cessione al comune di maenza del convento chiesa e fondo annesso ai sensi dell art 20 l 3036/1866 e chiedeva copia del rogito notarile del 23.06.1883 a questa spiega il sindaco mastracci il comune ha risposto dando copia dell atto una seconda lettera è arrivata in data 20.01.2012 della stessa prefettura e in questa si riportava che il ministero dell interno direzione centrale per l amministrazione fondo edifici di culto proprietario della chiesa s reparata in quanto l edificio venne ceduto in semplice uso all ente civico con atto del 1883 aveva urgenza di avviare un procedimento di regolarizzazione dei rapporti contrattuali con l autorità ecclesiastica per la concessione in uso del tempio si prevedeva nella nota un sopralluogo per verifica per il giorno 07.02.2012 a questo punto lo stesso primo cittadino dichiara di aver chiamato telefonicamente la prefettura nella persona della dott.ssa maglione vice prefetto alla quale ha spiegato che dopo circa centotrentanni di possesso a titolo di proprietario il comune di maenza non poteva in pochi giorni consegnare la chiesa all amministrazione fondo edifici di culto,per poi essere consegnata alla curia a risposta della maglione che il controllo riguardava diversi comuni il sindaco ha sottolineato che l atto di cessione non è relativo ai diritti d uso bensì alla cessione della proprietà in più il comune a questo punto ha deciso di affidare l interpretazione dell atto del 1883 ad un docente universitario di diritto ecclesiastico presso l università di napoli il quale farà pervenire prossimamente le proprie deduzioni comunque di frotne a costrizione di riconsegnare la chiesa non cederà la proprietà ma impugnerebbe l atto presso le autorità competenti in quanto i vari finanziamenti ricevuti negli anni sono stati concessi sul presupposto della proprietà della chiesa e della scuola incassati i consensi dei presenti come risulta dagli interventi a verbale anche di esterni al consiglio unanimemente i presenti spiccavano le assenze dei consiglieri antonio di girolamo dante corsi giuseppe maselli per la maggioranza fabio d onofrio e sergio fauttilli per l opposizione e soprattutto dell assessore giuseppe olivieri deliberano l indirizzo di conservare al comune di maenza la proprietà della chiesa s reparata in virtù del possesso di buona fede esercitato per centotrentanni circa sulla struttura anche attraverso cospicui interventi di ristrutturazione e manutenzione circa 470.000 euro e di dare atto che la relazione interpretativa dell atto di cessione stipulato nel 1883 venga discussa ed eventualmente approvata in un successivo consiglio comunale e trasmessa alle autorità competenti i patemi dell avis non è tutto oro quello che luccica il caso specifico è quello della sezione avis di maenza che nell operato profuso nel corso dello scorso anno e anche negli anni addietro è stata inappuntabile per impegno con continue campagne di sensibilizzazione verso la donazione del sangue ma anche segnata in negativo da oggettive difficoltà logistiche cui il presidente eleuterio polidoro e tutto il suo entourage sono stati esposti a partire da una sede ai limiti della fatiscenza il problema sta proprio nel fatto che a fronte di un operato assai positivo le difficoltà affrontate sono state assai forse troppo probanti arrivati all ultimo anno del mandato dell attuale presidenza a tirare le somme è lo stesso presidente polidoro purtroppo arrivati all ultimo anno di mandato riconosciamo che gli obiettivi che ci eravamo prefissati sono ancora lontani ciò che ci rammarica è che questo non è dipeso dalla nostra volontà o dal nostro impegno in dodici mesi abbiamo raccolto solo 129 sacche di sangue nonostante gli sforzi profusi coinvolgere i giovani rimane assai difficile e i nuovi donatori non ci sono in quest ottica ripristinare i contatti con le scuole è fondamentale grazie al contributo di altre associazioni siamo riusciti ad acquistare una nuova bolancia e l elettrocardiografo che miglioreranno l opera di raccolta e di prevenzione continua però a mancarci la struttura dove operare della nuova sede non c è traccia c era stata paventata l ex biblioteca nelle sale del comune vecchio che però abbisognavano di migliorie ci siamo adoperati per effettuarle e per avviare le pratiche di omologazione con il dottor euitani responsabile del simt ma ad un certo punto le direttive in merito sono cambiate e siamo ancora in attesa di notizie proprio simt e avis provinciale nel 2012 eseguono controlli sui centri fissi delle sezioni comunali di raccolta del sangue e il nostro situato nel poliambulatorio non avendo i requisiti verrà chiuso abbiamo provato a stimolare gli amministratori in merito ma senza ricevere risposta considerati i risultati già registrati nella raccolta e nella visibilità ci converrebbe effettuare le raccolte con l autoemoteca e proprio per questo abbiamo rinunciato ad una parte dei rimborsi e dei premi per favorire l acquisto di un ulteriore unità di autoemoteca in più posso annunciare che le raccolte di sangue nel corso del 2012 rimarranno sette tra prefissate e straordinarie lu.mor 12

[close]

p. 13

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 pontinia sep sospensiva dalla provincia il centro compostaggio di mazzocchio resta chiuso di roberto tartaglia la sep centro di compostaggio di mazzocchio e punto di riferimento fino a pochi mesi fa per la raccolta differenziata di pontinia resta chiusa È dal mese di ottobre 2011 infatti che l azienda è inattiva a causa del superamento dei parametri di inquinamento e dell emissione di miasmi insopportabili ora la decisione viene confermata da una sospensiva emessa della provincia di latina dove si ordina di provvedere subito a ricoprire i cumuli di rifiuti ed il materiale avente caratteristiche di compost di qualità presenti sui piazzali esterni l insediamento nonché alla manutenzione e ripristino della funzionalità del biofiltro il quale deve essere adeguato e restare sempre attivo ma la sep non stava già lavorando su questo negli ultimi mesi del 2011 l azienda inviò una lettera agli abitanti di mazzocchio in cui rassi curava di star già lavorando sui problemi che ne avevano causato la chiusura asserendo che era in corso una complessa e radicale operazione di verifica e d intervento sulle parti del processo che presentano maggiori criticità in ordine alla possibile diffusione di emissioni maleodoranti e che le misure adottate saranno idonee a garantire con una migliore funzionalità dell impianto la radicale risoluzione di ogni residuo problema d impatto odorigeno comunque sia l attività di compostaggio a pontinia resta ancora nelle mani della fatone al costo di 160 euro a tonnellata comprendente il prezzo di smaltimento gli oneri per le operazioni di stoccaggio e gli oneri per il trasporto presso l impianto di compostaggio o altro impianto autorizzato allo smaltimento una spesa non da poco in questo periodo la triste moda degli incendi dolosi tentativi di furto finiscono con le fiamme di roberto tartaglia sembra essere diventata una moda una triste moda di stampo criminale quella che da qualche tempo sta interessando le aziende agricole di pontinia quasi venti giorni fa in località cotarda un presunto tentativo di furto andato male ha portato i delinquenti ad appiccare il fuoco non appena vistisi scoperti stavolta invece è toccato alla famiglia renzi subire ingenti danni sempre la solita routine i guardiani si rendono conto che qualcosa non va avvertono i titolari e poi si alzano le fiamme il tutto è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato e l origine dolosa è già stata confermata i delinquenti hanno preso di mira prima l azienda agricola della famiglia che si trova sulla migliara 54 nel comune di sabaudia per poi passare a incendiare i capannoni insistenti sul retro dell abitazione dei renzi a pochi chilometri di distanza nel comune di pontinia non appena ricevuto l allarme dai guardiani i renzi si sono precipitati nell azienda agricola per verificare la situazione ed hanno avvertito i carabinieri del comando di pontinia nel frattempo però i balordi non soddisfatti del colpo andato male e del fallito tentativo incendiario hanno deciso di farla comunque pagare ai malcapitati appiccando il fuoco ai capannoni nel retro della loro abitazione una dinamica che fa pensare a un piano poco ben studiato ma comunque a persone ben informate sulle abitudini e le proprietà della famiglia oppure a un importante gesto intimidatorio forse lo scopo era quello di attirare l attenzione sull azienda di migliara 54 per far allontanare la famiglia da casa e poter indisturbati bruciare il loro vero obiettivo i capannoni infatti il secondo tentativo di incendio ha avuto il suo triste successo le fiamme hanno mangiato le due auto di famiglia uno scooter due serre due trattori due motocoltivatori e un capannone con dentro tutto il materiale da lavoro l intervento dei vigili del fuoco di latina e terracina nulla ha potuto sinora pare che il danno sia da stimare su diverse decine di migliaia di euro a causa della distruzione di circa 800 metri quadri di terreno anche in questo caso come nel precedente la famiglia ha dichiarato di non aver ricevuto minacce o avvertimenti di alcun tipo paura o verità ancora tutto da appurare e le indagini sono appena iniziate un colpo durissimo per chi con l agricoltura ci lavora e ci vive un colpo dal quale ci si può riprendere soltanto trovando faticosamente la forza di guardare avanti 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 cultura oscar trionfa the artist di paola bernasconi ottantaquattro edizioni e non sentirle alla faccia del morandi nostrano rigido e impacciato in un festival che si nutre solo di se stesso la notte degli oscar continua a fare faville ad aprire la serata nel maestoso kodak theatre di los angeles c è morgan freeman che passa subito la parola a billy crystal la nona volta alla presentazione degli academy awards in tipico stila made in usa un minifilm introduce le varie pellicole in gara s inizia ad intuire qualcosa un certo film muto che ha fatto scalpore con la sua originalità ma questo lo vedremo dopo la frase più indovinata di questi primi minuti la dice crystal niente ci può distrarre dalla crisi economica più che guardare dei milionari che si scambiano statuette d oro vero iniziamo a sognare vi risparmio le categorie un po meno conosciute le saltiamo e le vediamo in una carrellata finale partiamo con tom hanks che consegna i premi per la migliore fotografia e la miglior scenografia entrambi vinti da hugo cabret e subito l italia sale sul palco con la coppia di scenografi formata da dante ferretti e francesca lo schiavo coppia anche nella vita già proprietari di due statuette per the aviator e sweeney todd dice lei alzando l omino d oro this is for martin scorsese and for italy almeno questo per il miglior film in lingua straniera c è sandra bullock vince l iran con a separation È la prima pellicola iraniana ad aggiudicarsi un oscar il regista asghar farhadi lo dedica al suo popolo che finalmente viene citato per la cultura e non per qualche conflitto sale sul palco christian bale ed è la volta dell oscar alla migliore attrice non protagonista tutte le donne in nomination lo sono per la prima volta e a portare a casa la statuetta e la prima standing ovation della serata è octavia spencer per the help sul red carpet aveva detto di non aver preparato nessun discorso in caso di vittoria ed è vero è realmente commossa trema si guarda intorno come a divorare tutto ciò che la circonda perché quello è uno dei mo14 menti più importanti della sua carriera complimenti a vincere nella sezione miglior film d animazione è invece rango di gore verbinski con johnny deep anche qui nelle vesti di un eroe sui generis come solo a lui piace sale sul palco melissa leo è la volta del migliore attore non protagonista e della seconda standing ovation della cerimonia vince christopher plummer che segna un record quello dell attore più anziano ad aver portato a casa una statuetta con i suoi ottantadue anni hai soltanto due anni più di me caro ­ dice plummer a oscar ­ dove sei stato tutta la mia vita complimenti anche a lui entrano penelope cruz in un abito magnifico color grigio polvere del nostrano armani meno interessante l acconciatura e il simpatico owen wilson il premio come migliore colonna sonora va a the artist la migliore canzone originale se l aggiudica invece bret mckenzie per il film the muppets a consegnargli il premio will ferrel e zack galifianakis in un duetto comico spassoso quando dal backstage entra in sala angelina jolie lo sguardo è catapultato verso la sua gamba scoperta nessuna farfallina nessuna belen solo la grazia la sensualità e l eleganza di una donna che sa portare senza volgarità un abito nero atelier versace dallo spacco vertiginoso questa è classe il resto solo chiacchiere sanremesi due i premi che consegna miglior sceneggiatura a paradiso amaro e miglior sceneggiatura originale a midnight in paris di woody allen che non c è non ama lo star system e non ne ha mai fatto mistero unico neo alla jolie anche lei come la cruz una pettinatura noiosa ma perché alla faccia degli anni che passano sale on stage un michael douglas stranamente più giovane di qualche tempo fa l oscar come miglior regista va a michel haznavicius per ancora una volta the artist e questo film in bianco e nero e quasi completamente muto trionfa anche nella categoria miglior attore protagonista per jean du jardin già vincitore a cannes e ai golden globes a consegnargli il premio una natalie portman elegante ma dalla pettinatura ancora una volta anonima che fine avranno fatto i parrucchieri delle star migliore attrice protagonista è la brillante meryl streep che incomincia il suo ironico e profondo discorso con un oh my god oh come on è la terza volta per lei e in sala il pubblico si alza in piedi per osannare una delle star più normali che hollywood abbia visto tre oscar diciassette nomination un marito da oltre trent anni quattro figli un inchino alla iron lady del grande schermo e il miglior film proprio the artist annunciato dai premi già vinti e dalla sua originalità hugo cabret fa vincere lombardi ed ecco i vincitori degli altri oscar the artist porta a casa anche il premio come migliori costumi mentre hugo cabret vince per miglior montaggio sonoro miglior mixaggio sonoro e migliori effetti speciali e proprio tra tutti coloro che hanno collaborato agli effetti speciali di questo nuovo film di martin scorsese c è anche qualcuno che mondore@le conosce già il sermonetano augusto lombardi dello staff pixomondo in germania a lui consegnammo il premio onirika nel 2009 complimenti a the iron lady va quello come miglior trucco la streep nei suoi ringraziamenti ha osannato infatti il suo truccatore con il quale lavora da una vita in un connubio perfetto il miglior montaggio va infine a millennium uomini che odiano le donne per la categoria cortometraggio vince the shore mentre tra i documentari porta l oscar a casa undefeated il miglior documentario cortometraggio è di saving face mentre il miglior cortometraggio d animazione va a the fantastic flying books of mr morris lessmore

[close]

p. 15

mondore@le numero 126 2 marzo 2012 cultura a sezze la poesia è donna di paola bernasconi 8 17 e 21 marzo queste le tre giornate di le parole per dirlo festival della poesia al femminile che si svolgerà a sezze nell ambito della giornata internazionale della poesia una manifestazione che ha ricevuto il patrocinio della commissione nazionale italiana per l unesco in considerazione dell alto valore dell iniziativa volta alla tutela della poesia femminile e alla coincidenza della chiusura dei lavori con la giornata internazionale unesco della poesia per presentare l evento si terrà una conferenza stampa sabato 3 marzo alle 11.30 presso il museo archeologico di sezze in largo b buozzi all incontro interverranno il sindaco andrea campoli l assessore alla cultura remo grenga il presidente della commissione nazionale italiana per l unesco prof giovanni puglisi il preside della facoltà di lettere e filosofia dell università di roma tor vergata prof rino caputo la presidente dell ass.ne nazionale le melegrane fortuna della porta la responsabile dell archivio storico sindacato nazionale scrittori tiziana colusso il dirigente scolastico dell i.s.i.s.s pacifici e de magistris di sezze prof.ssa anna giorgi il dirigente dei servizi culturali comunali dott piero formicuccia e il coordinatore del festival giuseppe anelli presenti anche le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del festival araba fenice il grillo circolo culturale setina civitas associazione minerva formazione orientamento e ricerca le colonne matutateatro e anjuman l appuntamento per la prima giornata dell 8 marzo è previsto alle 16.30 presso il museo archeologico quindici le poetesse partecipanti il 17 sarà la volta di altre ventidue poetesse stessa ora stesso luogo ma ad aprire il pomeriggio ci sarà una conferenza tenuta dal prof rino caputo su la poesia al femminile la terza ed ultima giornata si terrà invece alle 17 presso le colonne di tito in via roma la nuova sala polifunzionale inaugurata a dicembre diciotto le poetesse che prenderanno la parola sagra del carciofo ci sono data e concorso domenica 22 aprile questa la data della 43° sagra del carciofo appena decisa dalla commissione settori produttivi del comune di sezze la commissione ha inoltre deliberato che che vengano attivate ogni azione affinché non vi sia la presenza di venditori ambulanti in tutto il territorio del comune di sezze con l intenzione della vendita di carciofi di altra provenienza su ciò vigilerà la polizia locale ed i carabinieri una giusta e necessaria osservazione per evitare che un prodotto tipico possa essere sminuito o soppiantato da altro sempre nell ambito della sagra del carciofo è stato emesso anche il nuovo bando del premio di poesia sezze in dialetto c è tempo fino al 5 aprile per inviare i proprio lavori che dovranno avere le seguenti caratteristiche cinque poesie in dialetto setino non eccedenti complessivamente i centoventi versi totali completamente inedite fino al giorno della premiazione il plico composto secondo le regole del bando dovrà essere consegnato a mano presso il protocollo in via diaz o spedito a mezzo posta la giuria sarà composta da antonio campoli in qualità di presidente luigi ottaviani luigi zaccheo sandra borgioni loredina macera anna rita pernasili e maria manzoni saranno premiati i primi tre con un attestato ognuno ed una ricompensa in denaro così ripartita al primo 150 al secondo 100 e al terzo classificato 50 per avere maggiori informazioni riguardanti il bando potete consultarlo sul sito del comune di sezze o contattare la segreteria del premio presso il museo archeologico telefono 077388179 email archeologico@comune.sezze.lt.it p.b il made in latina trionfa ad agrigento agrigento secundum naturam e territori in tour È qui che il made in latina ha trionfato in una tre giorni dedicata a degustazioni enogastronomiche in rappresentanza del gusto pontino erano presenti la cantina sant andrea di borgo vodice il frantoio e azienda agricola biologica paola orsini di priverno i salumi scherzerino di itri e di ciaccio pasticceri artigiani dal 1928 di gaeta una lode alla biodiversità alla territorialità e alla naturalezza dei prodotti in un ottica agricola ed aziendale che ritorna al passato alle sue tradizioni e ai suoi valori si è trattato di una manifestazione attenta all eco-sostenibilità patrocinata da una sfilza di enti di tutta italia dal nord al sud dello stivale si è cercato di ragionare in questa prima edizione sul ruolo che ognuno ha su questa terra partendo da un convincimento inoppugnabile per cui se l uomo è migrante del pianeta dunque passa e lascia il pianeta terra con le sue risorse rimane ed accoglie le generazioni che si susseguono p.b 15

[close]

Comments

no comments yet