Maestro cuore3

 

Embed or link this publication

Description

Pensierini3

Popular Pages


p. 1

supplemento n.3 de il sabatino 2010 2011 pensierini dei miei alunni raccolti da maestro cuore giuseppe circelli volume iii scuola leonardo da vinci

[close]

p. 2

cultura pensierini scritti dai miei alunni terzo volumetto pagina introduttiva nel corso dei miei anni di insegnamento quando sul settimanale insieme curavo la rubrica «sabato mattina all italiana» e in seguito «la scuola di italiano» ho pubblicato spesso i compiti scritti dei miei alunni e se ben ricordate lo facevo nell intento di «dare il via a uno scrittore a scrivere» mi auguro proprio di averlo dato almeno a qualcuno a volte vado a rileggerli e lascio immaginare a voi i ricordi e le emozioni che si accavallano nel mio cuore quasi a soffocarmi il petto allorché si affacciano alla mia mente anche i volti di quei tanti studenti nel cui animo al pari di ogni altro insegnante ho seminato dei raggi di italianità sperando che continuino anch essi a farli risplendere in lungo e in largo durante il loro cammino in terra canadese adesso che il picai ha aperto questa simpatica rivista telematica che punta i suoi riflettori sui nostri corsi di lingua e cultura italiana del sabato mattina mi è passato per la testa di selezionarne alcuni in base agli argomenti trattati raggrupparli in vari volumetti e darveli in lettura on line nella pagina de «il sabatino» quasi certo di aver fatto qualcosa di utile buona lettura in questo terzo volumetto ho raggruppato alcuni compiti che parlano dei seguenti argomenti 1 sul cammino della mia gente 2 la nostra bandiera 3 argomenti vari 1

[close]

p. 3

sul cammino della mia gente anni fa un grande italiano che si chiamava marco polo scrisse un libro intitolato «il milione» questo libro dava informazioni ai commercianti sulle ricchezze che si potevano trovare in india e in cina cristoforo colombo cercò la strada per recarsi in india via mare e con l aiuto della spagna scoprì l america cinque anni dopo un altro grande navigatore giovanni caboto voleva andare in cina ma incontrò davanti l america del nord dopo questi fatti importanti nasce l emigrazione caboto dall inghilterra arrivò in canada e dopo di lui hanno fatto la stessa cosa molti emigranti un altro grande italiano marconi inventore della radio per trasmettere il suo primo messaggio oltre oceano lo fece partire dall inghilterra e lo fece arrivare alla torre di caboto in st john di terra nova questi grandi italiani devono essere un esempio per noi giovani a restare sul cammino della nostra gente e invogliarci a dare un messaggio nuovo della nostra italianità ma come possiamo fare tutto questo continuando il lavoro degli italiani in canada restando in contatto con l italia e facendo conoscere alle altre genti la nostra cultura e continuando a dare onore alla storia della gente emigrante c carré per me restare sul cammino della mia gente significa essere italo-canadese e cioè continuare le usanze e le tradizioni della gente italiana qui in canada devo anche conoscere la storia dell emigrazione e studiare le cose buone che si riscontrano in essa può darsi che nel futuro possiamo emigrare sugli altri pianeti con tutta la tecnologia che c è adesso molti italiani sono stati scopritori e inventori come caboto colombo galileo leonardo marconi meucci ed altri con le cose che hanno fatto loro pure l emigrazione ha avuto dei vantaggi e se vogliamo essere dei bravi italiani dobbiamo continuare pure noi a valorizzare queste cose io per esempio voglio essere disegnatore di automobili e già penso a una macchina che sia adatta per il futuro j mirabella prima gli europei dicevano che c erano tante ricchezze in india e in cina perché marco polo aveva scritto «il libro delle meraviglie del mondo» che poi fu chiamato «il milione» e in questo libro parlava di tutte le cose belle e utili che si potevano trovare in quelle terre e la gente specialmente i commercianti ci andavano per via terra ma poi pensarono pure di andarci via mare e perciò prima colombo e poi caboto si avventurarono nell oceano e basandosi sul fatto che la terra è rotonda pensarono di essere arrivati in india e in cina ma fu amerigo vespucci a capire che avevano toccato delle nuove terre che proprio da lui presero il nome di america ma una cosa è certa ed è che cristoforo colombo e giovanni caboto avevano aperta la strada dell emigrazione r colombo 2

[close]

p. 4

il mondo fino al medio evo dal 1000 al 1500 era formato soltanto dall asia dall europa e dall africa l asia era una terra ricca nel tempo non esistevano l aereo le machine e i treni per viaggiare e fare commercio ci stavano soltanto i cavalli i cammelli e i piedi per camminare in asia c erano molte cose preziose gioielli tabacco stoffe piante di ogni genere ed altro ancora e perciò quelli degli altri paesi andavano in asia la cina era al nord l india era al sud nel medio evo si navigava molto e se il mondo è rotondo le indie possono essere raggiunte anche per mare e così pure la cina nel 1492 colombo ci prova giovanni caboto ci prova anche lui ma va invece più a nord ed è così che senza saperlo colombo e caboto hanno scoperto l america questo nuovo mondo che ha migliorato le condizioni di vita dell uomo r farella l uomo ha sempre voluto vedere alla grande nei tempi del medio evo c erano le grandi repubbliche marinare e i grandi navigatori che andavano ad esplorare e scoprivano nuove terre oggi stiamo ad esplorare lo spazio con le navette spaziali ma prima potevano esplorare solo il nostro pianeta con le navi tutto questo lo facevano per curiosità perché l uomo è sempre stato curioso ma prima non avevano i mezzi sofisticati di oggi altra gente viaggiava per la necessità di trovare altre terre da coltivare altri poi si spostavano anche per prepotenza perché volevano avere assai terre l uomo è sempre insoddisfatto di quello che ha e perciò vuole sempre avere di più oggi stiamo scrutando il sistema solare ma fra 1000 anni può darsi che andremo vicino ad altri sistemi e che potremo anche superare la velocità della luce l uomo non smette mai di progredire ma prima dovevano accontentarsi di viaggiare per mare e perciò i grandi navigatori di allora sono molto importanti come gli astronauti di oggi un tempo la terra conosciuta era poca e gli esploratori sapendo che la terra era rotonda volevano navigare sopra l acqua per raggiungere l altro lato della terra ma non sapevano che in mezzo c era l america perciò quando colombo ci arrivò pensò di essere nelle indie e caboto 5 anni dopo pensò di essere in cina pure lui infatti trovò davanti l america e per essere più precisi il canada in asia ci andava tanta gente perché era una terra ricca come oggi è ricca l america c erano spezie stoffe pietre rare e tante altre cose colombo e caboto hanno un grande valore per noi perché sono i due italiani che hanno scoperto il nuovo mondo ed il nostro paese n d elia fra gli scienziati del 1600 uno dei più grandi fu galileo galilei si deve anche a lui la nascita della scienza moderna galileo nacque a pisa nel 1564 e morì nel 1642 all età di 78 anni galileo fu il primo a capire l importanza di osservare di misurare e di fare esperienze per spiegare come avviene un fenomeno lui era un astronomo e un fisico italiano ed aveva studiato medicina matematica e scienze nel 1633 gallileo galilei fu condannato come eretico perché sosteneva che la terra gira intorno al sole e questa teoria era contro la mentalità scientifica e religiosa di 3

[close]

p. 5

quei tempi gli inquisitori lo forzarono a ritrattare la sua teoria ma la storia dice che mentre firmava il documento mormorasse «eppur si muove!» oggi a distanza di tanti anni dalla sua morte anche la chiesa è convinta che la terra gira intorno al sole e lo stesso papa giovanni paolo ii ha dichiarato che il lavoro del grande scienziato italiano fu imprudentemente opposto fra le sue scoperte oltre al libro del 1632 in cui sostiene la teoria eliocentrica dobbiamo ricordare che galileo è stato lui a scoprire quattro satelliti di giove e poi ha scoperto pure il principio fisico del pendolo che è stato applicato in appresso alla fabbricazione dell omonimo orologio a gervasi dietro quasi tutte le invenzioni e scoperte c è qualche italiano ad averne gettato le basi basta pensare a leonardo e galilei per capire cosa voglio dire anche le più importanti scoperte terrestri sono state fatte da italiani colombo caboto giovanni da verrazzano ed altri intanto per le due guerre mondiali l economia italiana è scesa sotto zero a causa di questo fattore molte persone lasciarono l italia e se ne andarono un po dappertutto nel mondo perciò numerosi sono pure quelli che sono venuti in canada allora se ci domandano perché siamo italocanadesi dobbiamo rispondere che è per il fatto che anche se noi siamo nati qui i nostri antenati sono nati in italia e poi sono venuti qui in questa terra che dava lavoro e prometteva benessere venendo qui gli italiani hanno portato con loro usanze costumi capacità artigianali arte culinaria e tanta cultura a quei tempi in questa terra c era bisogno di manodopera e allora automaticamente si sono creati nuovi posti di lavoro molti italiani poi hanno aperto fabbriche e ristoranti in questo modo hanno dato lavoro a impiegati operai cuochi camerieri ecc e hanno favorito pure l economia del paese non ci dimentichiamo poi delle feste all italiana che permettono a tanti commerci di fare affari vantaggiosi questa non è terra inglese non è terra francese non è terra italiana questa è terra multietnica cioè vuol dire che viviamo in uno stato dove convivono insieme molti gruppi etnici ovviamente ognuno fa la sua parte per vivere bene ed è per questo che il canada si è sviluppato abbastanza velocemente gli italiani forse si sono impegnati più di tutti gli altri nello sviluppo della nazione allora dobbiamo sentirci fieri di essere italiani e canadesi nello stesso tempo e cioè degli italocanadesi p amodeo leonardo è nato il 15 aprile del 1452 si chiama da vinci perché nacque proprio in questo paesino della toscana vicino firenze il padre si chiamava ser piero ed era un uomo ricco la madre era una donna del popolo e si chiamava caterina leonardo fu soprattutto un grande pittore e fu discepolo del grande artista fiorentino andrea del verrocchio la gioconda l ultima cena la vergine delle rocce sono solo alcuni dei suoi quadri più famosi ma fu pure scienziato e inventore e per questo è stato un uomo importante per la cultura italiana e per il progresso nel mondo per i suoi studi e per il suo impegno la scienza ha potuto fare passi da gigante per 4

[close]

p. 6

esempio la medicina l aviazione e la botanica hanno come base alcune sue scoperte e invenzioni come la «macchina volante» come si può vedere leonardo è stato un grande uomo e quando una persona diventa rinomata anche i suoi connazionali sono orgogliosi di lui e cercano di farlo conoscere a tutti e di ricordarlo come meglio possono ecco nel quartiere di saint michel c è una strada intitolata a lui questa stessa nostra scuola porta il suo nome ma questo è stato fatto tanti anni fa adesso gli italliani di montreal lo hanno voluto onorare ancora più alla grande hanno costruito un grande centro comunitario dove ci sono tanti locali e tante comodità per venire incontro ai bisogni del nostro gruppo etnico e pure di tutta la popolazione montrealese qua dentro si possono fare riunioni spettacoli teatri si può praticare sport si possono fare incontri culturali e sociali c è pure una piazzettra e una chiesetta a scuola ognuno ha detto quello che pensava di lui e di questo centro io penso che questa è la terza grande costruzione a ricordare la nostra italianità prima venne costruita la casa d italia poi fu fatto l ospedale santa cabrini e adesso questo nuovissimo centro proprio all inizio del terzo millennio sono tutte cose che vogliono dire quanto sono stati in gamba i nostri vecchi italiani a fare queste cose qui.e quello che più importa è che queste cose resteranno a noi giovani e metteranno in buona luce pure noi di fronte alle genti che stanno qui a montreal ecco queste sono opere che noi giovani dobbiamo apprezzare e utilizzare come si deve se vogliamo continuare il lavoro dei nostri antenati saremo capaci di continuare le nostre tradizioni e di costruire monumenti ancora più grandi di questi tre edifici già esistenti a montreal aspettiamo e poi vedremo che succede per il momento «viva leonardo e il suo nuovo centro» r simoniello leonardo nasceva in un piccolo villaggetto chiamato vinci in toscana quando aveva 17 anni andava a vivere a firenze con suo padre messer piero aveva un grande talento per disegnare e allora suo padre lo aveva mandato nello studio di andrea del verrocchio un famoso artista di firenze di cui leonardo divenne assistente nel 1481 disegnava il suo primo quadro e dal 1503 al 1506 dipingeva la mona lisa meglio conosciuta come la gioconda certi esperti pensano che questo quadro può essere il suo autoritratto quando nel 1519 moriva questo quadro andava in un museo di parigi il louvre e non restava in italia nel 1492 disegnava una macchina volante oltre che pittore leonardo fu pure architetto ingegnere e scienziato essendo un grande artista e un sommo genio leonardo fa molto onore all italia e agli italiani É per questo che viene ricordato e messo in risalto un po dovunque qui a montreal c è una strada che porta il suo nome e pure la nostra scuola del sabato è intitolata a lui quest anno poi sulla strada lacordaire tra il boul robert e des galets è stato inaugurato sempre in suo onore il nuovo «centro comunitario leonardo da vinci» questo centro misura 125.000 piedi quadri ed è un centro multiculturale che è stato chiamato così in omaggio a uno dei più grandi pittori e scienziati del rinascimento italiano in esso possiamo trovare una piazza un 5

[close]

p. 7

teatro con 550 posti un bocciodromo un locale per la gioventù una cappella una sede amministrativa ed altro ancora a causa di tutte queste cose che ci sono dentro possiamo paragonarlo a un piccolo villaggetto all italiana perché dà l impressione di un piccolo paesetto il centro offrirà dei servizi non soltanto alla comunità italiana ma anche a tutto il resto della popolazione di montreal secondo me esso rappresenterà quasi come un pezzo di storia e di cultura italiana a montreal davanti al centro leonardo da vinci si può ammirare la scultura di un tuffatore che salta dalla punta del manico di una cucchiaia da muratore la cucchiaia sta a significare che gli italiani hanno contribuito a ingrandire e a sviluppare la città di montreal maggiormente nel campo della costruzione case edifici scuole università chiese ponti strade e tante altre cose ancora il tuffatore invece è il simbolo immaginario del «tuffo» che molti italiani hanno fatto con successo nei vari settori della vita sociale canadese affari commercio scienza medicina politica sport arte spettacolo giornalismo cultura e in tanti altri campi ancora questo centro resterà allora a testimoniare l impegno della gente italiana nella vita sociocomunitaria del canada e rimarrà quasi come il segno della presenza e del passaggio degli italiani in questo paese quando le altre genti lo vedranno si accorgeranno subito delle cose belle e grandi che hanno saputo fare gli italiani di montreal il centro leonardo da vinci è stato costruito nella zona di san leonardo tra il 1999 e il 2001 e sarà a beneficio delle prossime generazioni sembra quasi che i padri abbiano voluto fare un regalo ai lori figli e nipoti tra la fine di un millennio e l inizio di un altro questo centro resterà per noi giovani come un ricordo della gente anziana da custodire nei nostri cuori rappresenterà anche un luogo dove l italianità continuerà il suo cammino pure in appresso attraverso noi giovani per esempio una delle prime manifestazioni che si sono svolte nel teatro di questo centro è stata l elezione di miss italia-canada che parteciperà al concorso di miss italia nel mondo questo fatto può anche significare che nel nuovo centro italiano intitolato a leonardo la prima parola l hanno detta i giovani a cui è destinato il centro e che sono chiamati a portare avanti il lavoro e il messaggio di italianità della loro gente n rodà nell anno 1895 un italiano ha fatto una delle più grandi invenzioni del secolo guglielmo marconi un torinese ha inventato la radio un invenzione con cui si può comunicare molto più facilmente e da posti distanti una volta alla radio facevano teatro musica classica notizie ma adesso fanno maggiormente musica e trasmettono anche molto sport ci sono molte stazioni radio in ogni parte del mondo che si possono ascoltare durante il giorno uno sta a casa va in macchina sta passeggiando e può ascoltare la radio una cosa che vorrei sapere è come quest uomo ha fatto a fare un invenzione così grande e come ha avuto l idea se guglielmo marconi fosse ancora vivo lo ringrazierei tanto per questa invenzione miracolosa che ha quasi annullato le distanze che separano le genti oggi la radio ha 6

[close]

p. 8

tante forme ed ha un suono migliore di quello di ieri ma resterà sempre la stessa cosa preziosa capace di divertirci e informarci y bonato de angelis enzo ferrari è nato a modena il 18 febbraio 1898 interrotti gli studi alla morte del padre iniziò la sua attività come istruttore alla scuola tornitori nell officina dei pompieri di modena alla fine del 1918 dopo l esperienza militare della guerra trovò occupazione a torino in qualità di collaudatore di automobili passò poi a milano alla cmn costruzione meccaniche nazionali come collaudatore e pilota da corsa esordì in gara nel 1919 nella parma-berceto e nello stesso anno partecipò alla targa florio nel 1920 passò all alfa romeo iniziando una collaborazione durata 20 anni e che lo portò a ricoprire incarichi di collaudatore pilota collaboratore commerciale e infine direttore del reparto alfa corse fino al novembre del 1939 nel 1929 fondò a modena la «scuderia ferrari» società sportiva con il pricipio costitutivo di far correre i soci avviò un intensa attività agonistica ebbe una squadra ufficiale e finì per diventare una filiale tecnicoagonistica dell alfa romeo alla quale si sostituì nel 1933 alla continuazione dell attività sportiva nel 1940 la scuderia si distaccò dall alfa romeo trasformandosi in società «avio auto costruzioni ferrari» che lavorò per la compagnia nazionale aeronautica di roma la piaggio e la riv durante la seconda guerra mondiale nel 1943 l officina ferrari fu trasferita da modena a maranello dove iniziò la produzione di macchine rettificatrici oleodinamiche per cuscinetti a sfere l officina fu bombardata nel 1944 e ricostruita nel 1946 anno in cui iniziò la progettazione completa e la costruzione della prima vettura ferrari dal 1960 l azienda si è trasformata in società per azioni alla quale si è aggiunta la fiat nel 1969 in forma paritetica e poi nel 1988 maggioritaria enzo ferrari istituì nel 1963 a maranello l istituto professionale per l industria e l artigianato nel 1972 realizzò la pista di fiorano per i suoi meriti sportivi fu nominato cavaliere nel 1924 commendatore nel 1929 cavaliere del lavoro nel 1952 nel 1960 dall università di bologna ebbe la laurea honoris causa in ingegneria meccanica e nel 1988 dall università di modena la laurea sempre honoris causa in fisica nel 1962 ottenne il premio hammarkiod dell onu il premio columbus nel 1965 la medaglia d oro scuola della cultura e dell arte dal presidente della repubblica nel 1970 e il premio de gasperi nel 1987 durante il periodo della sua conduzione dal 1947 al 1988 la ferrari ha riportato in tutto il mondo oltre 5000 vittorie sportive conquistando 25 titoli mondiali enzo ferrari è morto a modena il 14 agosto del 1988 s scali m coirazza 7

[close]

p. 9

la nostra bandiera una bandiera è il simbolo di un paese ognuno ha la sua bandiera ma queste non sono tutte le stesse per esempio la bandiera italiana è verde bianca e rossa e la bandiera francese è blu bianca e rossa e non sono uguali tutte le bandiere hanno una storia e tutti i colori della bandiera rappresentano qualcosa la bandiera degli stati uniti non rappresenta solo il paese vuol dire pure che tutti quelli che vivono lì sono liberi le bandiere le vediamo sventolare nelle feste nazionali nelle manifestazioni sportive e in molte altre circostanze di interesse nazionale per i nostri padri la bandiera più cara è quella italiana ma noi figli abbiamo anche due altre bandiere che ci sono care quella nazionale del canada e quella provinciale del quebec n murro ogni paese ha la sua bandiera e ogni anno ce n è qualcuna che festeggia il suo compleanno quella italiana quest anno festeggia 200 anni di esistenza la bandiera in generale si vede quando il paese ha una festa nazionale e anche in manifestazioni sportive come le olimpiadi e i campionati mondiali di calcio la bandiera è pure il simbolo di un paese e rappresenta le cose belle di uno stato o di una nazione quando la bandiera del nostro paese si alza il alto lungo l asta noi proviamo delle emozioni perché ci ricorda la nostra terra e siamo contenti perché amiamo il nostro paese quando vediamo la nostra bandiera nel cielo il nostro cuore si commuove a gaglio della bandiera se ne parla e la si vede un po dovunque quando la vediamo ci sembra un pezzo di stoffa qualunque ma se prendiamo un po di tenpo per riflettere possiamo realizzare che una bandiera ha un grande valore sentimentale ma perché forse perché è l immagine di un paese e ci fa ricordare momenti storici e la vediamo nelle grandi feste nazionali e nelle manifestazioni sportive ma per gli emigranti che hanno nostalgia del loro paese la bandiera vale più di tutto l oro del mondo e noi che siamo figli di emigranti e siamo nati in canada abbiamo la bandiera italiana che è un tricolore e due altre a rappresentare il nostro paese allora abbiamo ben tre occasioni per provare emozioni toccanti v gallo che cos è una bandiera secondo il vocabolario è «un drappo variamente colorato e attaccato a un asta simbolo di uno stato» ma per me è più di questo quando vediamo una bandiera sventolare nell aria non è solo un pezzo di stoffa no diventa una nazione intera diventa tutto un popolo là in alto nel cielo essa guarda alla terra e vede dei cuori pieni di gioia per una vittoria sportiva per una manifestazione politica o per una festa nazionale quando un popolo vede la sua bandiera innalzarsi nel cielo è toccato da sentimenti di patria e si sente fiero del suo paese una bandiera rappresenta un territorio tutto il suo popolo ed ha una grande importanza nazionale la bandiera italiana è nata nel 1797 a somiglianza di quella 8

[close]

p. 10

francese ma qualcosa doveva cambiare perché non potevano essere proprio identiche allora doveva cambiare un colore non poteva essere il rosso a cambiare perché anche in italia bisognava ricordare il sangue dei caduti in guerra non poteva essere il bianco perché anche in italia ci sono alte montagne sempre piene di neve e sempre bianche allora si poteva cambiare solo il blu e fu cambiato con il verde per dire che l italia è piena di prati e campi ricchi di erba verde a salvo una bandiera rappresenta la terra di tutta una gente generalmente è un rettangolo di materiale variamente colorato con disegni e simboli che sono quasi come il sommario della storia di un popolo essa vuol dire tre cose responsabilità fedeltà e solidarietà e costituisce la fierezza di tutto un popolo per la sua patria noi italocanadesi abbiamo il privilegio di essere fieri di tre bandiere quella italiana quella canadese e quella quebecchese ora voglio parlarvi di quest ultima per il suo 50mo anniversario e le auguro ancora molti anni di vita in unione a tutte quelle che sventolano nei cieli del vasto canada essere «emigrante» lasciare la propria terra per andare a vivere in un altra il giglio nato in egitto ha fatto appunto questo chiamato fleur des lys era il simbolo del potere sovrano in quel paese in appresso viene adottato dai borboni e dai medici che vivevano in francia e a firenze in italia questo giglio che a firenze era di colore rosso ha fatto quasi come un viaggio verso il nord dall egitto è partito verso la francia e l italia questo simbolo di purezza e di potere appare sugli stemmi di altri casati e di alcune città italiane perciò penso che non abbiamo sbagliato a chiamarlo emigrante nato in egitto è andato a stabilirsi in altri paesi allo stesso modo che hanno fatto quelle persone che si chiamano emigranti per esempio come i nostri genitori e nonni in belgio però c è una riviera dove cresceva un fiore detto iris e la riviera si chiamava della lys per questo fatto molti pensano che sia questo il giglio in questione qualcuno pensa pure che fleur des lys significa fleur de louis con il tempo c è stato come una specie di incontro tra il giglio della francia e quello di firenze perché maria e caterina dei medici si sposarono con due principi borboni uno di questi era figlio di francesco i che regnava quando jacques cartier arrivò qui nel quebec questo successe nel 1535 che cartier venne a portare qui la bandiera francese con sopra il giglio bianco noi italiani di qui ci possiamo sentire onorati di questo perché come ho detto questo giglio è passato anche per l italia prima di arrivare in canada nell anno 507 clodoveo adottò per il suo esercito uno stendardo di colore blu e ci mise sopra il fiore detto des lys ora qui nel quebec si celebrano 50 anni della bandiera blu con sopra una croce bianca e quattro gigli questa bandiera è stata dottata da maurice duplessis ed è stata cambiata molte volte ma sopra ci è stato sempre il nostro giglio come per raccontare una storia di valore unico e dentro cui c è pure qualcosa di nostro v lento 9

[close]

p. 11

argomenti vari un partner ideale forse nella vita non esiste ma una persona che si possa amare per le sue qualità credo che ci sia allora ecco per me certe qualità che cercherò in una persona che potrò amare sinceramente questa persona dovrà essere sincera amabile simpatica e pure bella perché no dovrà avere fiducia in me dovrà essere rispettosa e rispettata dagli altri ed educata perché la buona educazione è una delle qualità che cercherò sicuramente nel mio partner ideale ma le qualità sono le qualità ed io amerò il mio ragazzo per quello che lui è veramente non contano solo le apparenze ma anche il cuore spero che non sia difficile per me incontrare tale persona ma il vostro partner o la persona ideale per voi quali qualità dovrebbe avere m fratangelo la mia partner ideale deve avere le seguenti qualità essere bella ed educata deve pure essere istruita perché voglio che lei abbia una buona professione come me e avere il senso dell umorismo perché a me piace ridere la comprensione è importante perché se qualche cosa non va lei mi può capire e cosa più importante di tutto deve essere onesta gentile generosa e rispettosa quanto al fisico a me piace che lei abbia la mia statura con dei capelli biondi e molto lunghi il colore dei suoi occhi non ha importanza quanto ai gusti le deve piacere uscire o andare in vacanza nei paesi caldi del sud io vorrei che parlasse tre lingue come me e che le piacesse cucinare s censi che argomento difficile parlare del mio futuro a dire la verità non ci penso troppo quello che capita capita degli obiettivi però ce l ho per adesso voglio mantenere una media alta a scuola inoltre voglio continuare a praticare sport e attività del genere spero di poter frequentare il cegep marianopolis ed in seguito l università mc gill ancora non so quale professione esercitare però so che legge mi interessa molto ho sempre sognato di andare in australia É un paese così lontano e straniero che sarebbe un esperienza magnifica andare a visitarlo se mio marito domani che mi sposo non vuole venire può restare qui al freddo a pulire la casa e guardare i bambini ne vorrei solo due spero che non sogno troppo sarebbe un peccato se non potessi realizzare ciò che ho esposto fino ad ora ma io penso che con un po di fortuna di lavoro e di determinazione si può veramente riuscire a fare tutto f di nolfo quando eravamo piccoli ognuno di noi sognava di divenire qualcuno indipendente nella vita dove realizzarsi al massimo il mio desiderio è quello di diventare una stilista ho sempre creduto che se hai un sogno devi fare del tuo meglio per tradurlo in realtà il mio progetto di vita sarebbe quello di ottenere il mio diploma di francese e poi andare a studiare in europa per poter lavorare come stilista chissà forse diventerò la prossima valentina o giorgia armani ma questo 10

[close]

p. 12

non è il mio obiettivo il mio scopo è di lavorare abbastanza per mettere da parte dei soldi e aprire un negozio nel quale vendere le mie creazioni vorrei tanto viaggiare un po dappertutto ma preferisco restare vicino alla mia famiglia c miceli sarà giornata di graduazione all università mc gill «a franceschini ingegnere civile» e la gente appludirà sì ingegnere civile è questo quello che voglio fare da grande perché adesso vi spiego come ho già detto sopra vorrei laurearmi all università mc gill mi è venuta l idea di diventare ingegnere da quando ero piccolo mi piace molto disegnare e ideare progetti e pianti di case e di edifici se un giorno il mio sogno realmente si avvera cercherò di realizzare un grande progetto che ho in mente costruire l edificio più alto e moderno che sia mai esistito ma questo è un sogno in ogni modo metterò su una compagnia tutta mia e mi sforzerò di portare dei miglioramenti nel campo della costruzione sarebbe a dire che io farò in modo che anche gli edifici piccoli abbiano originalità e prestigio come quelli più grandi tipo petronas tower sears tower empire state bulding ecc sono sicuro che voi tutti pensate che io sia matto a sognare di realizzare tutti questi «grandi» progetti ma tutto è possibile e quindi anche i miei sogni potrebbero realizzarsi a franceschini lo scorso 18 febbraio ho avuto l opportunità di visitare l istituto italiano di cultura quando ho visto l edificio non mi aspettavo che l istituto fosse quello pensavo che fosse una costruzione alta e con diversi locali come sale per spettacoli e grandi biblioteche e cose del genere mi sono trovato di fronte ad una abitazione come tante altre quando sono entrato però ho avuto una bella sorpresa questa casa pure se non assomiglia ad un grande edificio è piena di libri il sottosuolo è stato rinnovato e trasformato in sala per conferenze e l istituto in sé stesso è bene organizzato sempre nel sottosuolo c erano dei libri e delle cartine geografiche dell italia su ogni sedia che avevano preparate lì per noi ho trovato quest idea fanatstica mi piace molto la geografia e con quel libro in mano mi sentivo quasi in italia poi ho avuto l opportunità di vedere il film un ragazzo di calabria il sogno del ragazzo era buono e la storia fantastica un ragazzo che vuole correre e suo padre però non vuole si allena di nascosto e riesce a vincere i giochi della gioventù nel suo insieme questa visita mi è molto piaciuta e mi auguro che anche altri studenti abbiano questa stessa possibilità m d elia il 18 febbraio è stata organizzata una visita all istituto italiano di cultura lo scopo è stato quello di farci conoscere un locale dove si possono trovare informazioni e documenti sull italia per andarci abbiamo preso l autobus e quando siamo arrivati lì c erano pure studenti di altre scuole in visita all istituto il direttore ci ha dato dei documenti su roma e abbiamo preso visione di un reportage sull italia ed abbiamo visto un film che aveva come protagonista un giovane ragazzo che 11

[close]

p. 13

amava correre e che per realizzarsi in tal senso riuscì a far cambiare mentalità anche al padre che non voleva un film veramente educativo che ti lascia pensare e riflettere mi piacerebbe ritornarci perché è stata una visita veramente interessante ed istruttiva g de falcis l ecologia è la scienza che parla degli uomini degli animali delle piante e dell ambiente in cui vivono un grande problema per l ecologia è la polluzione e sulla terra ce n è molta anche a causa delle automobili e dello sviluppo del nucleare poi quando l uomo costruisce le strade taglia molti alberi e facendo questo danneggia la vita degli animali e quella sua stessa con la scienza l uomo conosce sempre più nuove cose ma non fa mai niente per migliorare la natura e l ambiente in cui viviamo la natura è stata creata così e l uomo non ha nessun diritto a distruggerla n ranellucci l uomo ha distrutto la natura e continua a distruggerla le fabbriche producono molti prodotti chimici e perciò l aria è contaminata e per questo molta gente cade ammalata ed ha molta difficoltà a respirare il fumo tossico delle automobili distrugge lo strato di ozono permettendo ai raggi del sole di essere più violenti la natura è importante gli alberi producono ossigeno e se l uomo continua a tagliarli questo viene a mancare poiché abbiamo bisogno degli alberi per il legno l uomo deve sempre piantare nuovi alberi per aiutare la natura e l ambiente dovremmo riciclare carta bottiglie di plastica e tutto quello che si può riciclare occupiamoci della nostra terra perché è importante e utile anche a noi per la nostra salute e per la nostra esistenza r vacchio per me lo sport è un modo per rilassarsi per divertirsi e allo stesso tempo è un ottimo esercizio fisico lo sport in genere si pratica in tutti i paesi e ogni quattro anni abbiamo le olimpiadi ogni paese può competere e alla fine si vede quale paese risulta migliore e quale vince più medaglie le olimpiadi le hanno inventate i greci molti anni fa e si chiamano così perché si svolgevano in una città chiamata olimpia che si trovava vicino al monte olimpo dove la gente pensava che ci fossero gli dèi tutta la gente veniva ad assistere a questi giochi e se alcuni paesi erano in guerra la guerra finiva e si pensava solo ai giochi le olimpiadi moderne sono state organizzate per la prima volta da pierre de coubertin che diceva «l importante non è vincere ma partecipare!» le olimpiadi cominciano con la cerimonia della fiaccola olimpica che parte dalla grecia arriva al paese ospitante e resta accesa per tutta la durata dei giochi da ricordare che ci sono pure i giochi per gli handicappati lo sport non sempre è bello perché ci sono atti di violenza che non ci dovrebbero essere per questo ci sono gli arbitri e delle leggi contro i tifosi che usano violenza ma lo sport in sé stesso resta sempre una buona cosa m della neve 12

[close]

p. 14

lo sport è una cosa che deve servire solo come divertimento e non bisogna usarlo a scopo di violenza o per fare soldi ogni paese ha il suo sport nazionale che pratica più di altri per esempio in italia c è il calcio e in canada c è l hockey noi facciamo lo sport per divertimento ma i professionisti lo praticano come un vero e proprio lavoro in certi sport c è anche la violenza ma lo sport non è fatto per esprimere violenza è fatto per il gioco in sé stesso in una gara sportiva ognuno vuole vincere ma la vittoria non è la cosa più importante l importante è partecipare per divertirsi e basta in campo i giocatori sono rivali ma fuori dalla competizione possono anche essere amici molti sono gli sport maggiormente praticati ovunque oltre al calcio e all hockey ciclismo nuoto sci scherma ed altri ancora ogni sport però va praticato per divertimento e non per usare violenza v de biase mi piacerebbe essere un insegnante se fossi insegnante proverei a fare delle cose interessanti con i miei alunni vorrei insegnare in quarta quinta o sesta elementare perché mi piacciono i bambini quando avevo 10 anni giocavo spesso «a scuola» con la mia sorellina più piccola la maestra ero sempre io se un giorno diventerò maestra cercherò di non essere troppo severa ma abbastanza gentile non alzerò mai la voce e cercherò sempre di restare calma se uno dei miei alunni non capisce qualcosa prenderò tutto il tempo necessario per farglielo capire bene alla consegna delle pagelle vorrei incontrare i genitori dei miei studenti per spiegare loro come si comporta in classe il figlio non parlerò solo dei voti ma anche del comportamento dei ragazzi se ascoltano con attenzione se sono bravi con gli altri bambini se fanno i loro compiti e di tante altre cose utili per conoscere il carattere dei miei studenti l maiolo la musica per me è tutto sono cresciuta con la musica ed è già da 13 anni che canto allora conosco la musica molto bene ascolto molta musica italiana e mi piacciono tanti generi di musica dal classico al pop dal rock al country ascolto sempre musica e tengo il volume della radio bassa per non disturbare nessuno spesso ascolto musica moderna per rilassarmi ascolto attentamente pure le parole perché racchiudono dei messaggi ci sono certe musiche che hanno un buon ritmo ma le parole comunicano messaggi poco educativi e che possono influenzare negativamente i ragazzi se tutti i gruppi e tutti i cantanti dessero messaggi positivi questo mondo sarebbe migliore per me la musica è tutto e senza di essa la vita non avrebbe valore j miceli per me la musica è un mezzo di comunicazione che permette al compositore di dare un messaggio e di comunicare uno stato d animo a tutti quelli che l ascoltano la musica è un mezzo di comunicazione in quanto attraverso il ritmo e con delle parole si può dare un messaggio e penso che una musica ci piace se il suo messaggio tocca il nostro cuore ma la musica può anche farci rilassare e motivarci 13

[close]

p. 15

in conseguenza del suo ritmo sono convinta anche che la musica fa parte integrante della nostra vita perché è da quando siamo piccoli che cominciamo a cantare infatti penso che è la cosa che facciamo quando apriamo la bocca quelle prime volte che cominciamo a parlare c del vasto per me la musica è un modo per rilassarmi in maniera irrealistica dimentico tutti i problemi e mi astraggo dalle realtà della vita me ne vado via lontano lontano da qui e questo mi succede soprattutto quando ascolto musica classica dopo quando ho voglia di vedere che cosa sto vivendo o che cosa mi piacerebbe vivere ascolto musica moderna come per esempio laura pausini giorgia raf É tempo di sfogarmi allora ecco che arriva il disco music questo tipo di musica mi fa uscire pazza è come se volessi liberarmi della mia vita e volessi viverne un altra questo tipo di musica l ascolto specialmente in macchina e naturalmente in discoteca intanto la musica moderna l ascolto spesso e dovunque sia in macchina che in camera da letto e altrove m fratangelo la città in cui vivo è montreal e si trova nella provincia del quebec e nella nazione del canada a montreal si praticano molti sport in inverno c è l hockey e in estate il calcio il football il baseball il nuoto ed altri durante l inverno noi giovani siamo contenti perché possiamo andare sul mont royal per sciare pattinare e slittare e pure ammirare il panorama di montreal che di sera è veramente incantevole per coloro che amano la natura c è il giardino botanico con molti fiori colorati e molte specie di piante montreal è antica e pure moderna place ville marie lo stadio olimpico place des arts sono posti moderni costruiti con cemento e vetro mentre l antichità la si può notare visitando il vecchio porto la vecchia montreal l oratorio san giuseppe e la bellissima cattedrale notre dame per gli appassionati di giochi d azzardo c è il casinò e per tutti poi c è l isola st.helen dove si trova la ronde con giochi e attrazioni dove puoi trascorrere buona parte della tua giornata in allegria t pelliccia quest anno la juve compie 100 anni perché è nata il primo novembre del 1897 a torino negli anni 30 ha vinto 5 scudetti di seguito e in tutto ne ha vinti 24 siccome è molto forte è detta la signora del calcio italiano nel calcio ci sono parecchie coppe e la juventus le ha vinte tutte quante e perciò è molto popolare anche fuori dall italia ogni quattro anni ci sono i campionati mondiali l italia li ha vinti nel 1934 1938 e 1982 nella nazionale italiana ci sono sempre stati dei giocatori juventini per esempio nel 1982 ci fu paolo rossi che fece vincere il campionato all italia qui a montreal ci sono due fan-club uno è il «gaetano scirea» e l altro è il «roberto bettega» che noi abbiamo chiamati i club «juvecenteco» perché sono come l eco della juve che compie 100 anni di vita t tamborello 14

[close]

Comments

no comments yet