mondorealenumero123

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero123

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di mario giorgi anno v numero 6 10 febbraio 2012 n.123 radiouno rai un ascoltatore telefona ad aldo forbice nel corso della trasmissione zapping racconta di essere chiuso da ore nella sua macchina intrappolata in non importa quale tratto di autostrada di non importa quale regione d italia dice di aver ascoltato tutti i notiziari radiofonici e la preoccupazione maggiore dei commentatori era che molte partite di calcio di serie a e di serie b erano state rinviate per la neve lo ascolti distrattamente pensando che tutto sommato forse è meglio che roma-inter si giochi domenica pomeriggio anziché in notturna mutatis mutandis che non significa cambiare la biancheria intima arriviamo a priverno commenti della gente mamma mia siamo proprio fortunati noi viviamo in un paradiso solo a pochi chilometri da qui tanta gente è senza luce e senza acqua da giorni le strade sono bloccate molte famiglie sono isolate sono state rinviate pure alcune partite di calcio perfino a roma eccetera eccetera eccetera anche questi commenti li ascolti distrattamente tutto però fino a domenica pomeriggio lunedì poco prima delle tredici ascolti in piazzale san marco altri commenti molti privernati infatti improvvisamente si accorgono che la neve pur non essendo caduta su priverno pur non avendo isolato la città lepina pur non avendo causato l interruzione della corrente elettrica in una città che di problemi ne ha già tanti ha colpito anche a queste latitudini neve e polemiche paralizzano l italia ma la nostra provincia resiste politica maenza inizia la corsa al successore per la poltrona di mastracci attualita priverno in consiglio comunale passa il nuovo piano casa cultura carnevale setino tra tradizione e tagli cosa resta di peppalacchio e peppa sezze vitelli attacca i camici bianchi impreparati ad amministrare sezze progetto agora lancia il marchio che attesta la setinità teatro nel weekend appuntamenti sparsi tra latina aprilia e

[close]

p. 2

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 speciale fiocca la neve e fioccano le polemiche roma imbiancata e ciociaria paralizzata di simone di giulio i tanto famigerati giorni della merla sono arrivati e con loro è arrivata un ondata di freddo e tantissima neve molte zone dell italia e molte città non si sono fatte trovare impreparate dal rapido abbassamento delle temperature basti pensare a torino con i suoi -18° ma molte altre hanno avuto problemi enormi a gestire il disagio causato dalle fredde correnti provenienti dall est europa tra queste roma dove la nevicata del millennio da una parte ha riportato alla mente le storiche nevicate del 1956 e del 1985 ma dall altra ha messo in evidenza i diecimila problemi che può avere una città abitata da oltre 6 milioni di persone e affatto abituata a fare i conti con situazioni del genere a tenere banco l ignobile scaricabarile tra il sindaco di roma gianni alemanno e franco gabrielli capo del dipartimento della protezione civile i due si sono vicendevolmente accusati una volta caduto il manto bianco sulla città il primo cittadino ha posto l accento sulle previsioni di competenza della protezione civile che a suo avviso non sarebbero state azzeccate dal canto suo gabrielli in evidente difficoltà a causa di come è stato ridotto il dipartimento che è stato chiamato a dirigere ha spiegato che quello che fa la differenza non sono le previsioni ma le pianificazioni e non ha nascosto il progressivo indebolimento del dipartimento ereditato da bertolaso il carico sulle dichiarazioni di gabrielli è arrivato dallo stesso alemanno che alla fine nonostante l emergenza non fosse ancora risolta se ne è uscito con la ormai famosa frase alla protezione civile ormai ci sono solo passacarte insomma pura diatriba politica decisamente fuori luogo anche in considerazione del fatto che mentre si litigava c erano migliaia di vetture abbandonate sul grande raccordo anulare a roma si poteva circolare solo con le catene mezzi pubblici e taxi neanche a parlarne monti e il governo sembrano aver capito la gravità della situazione e hanno già affermato che restituiranno potere e un po di dignità persa dopo il periodo bertolaso alla protezione civile nel frattempo alcune zone dell italia soprattutto l emilia romagna le marche l abruzzo e il sud del lazio la provincia di frosinone soprattutto se la sono vista davvero brutta ci sono stati quaranta morti e ancora una volta la natura ci ha messo del suo ma sono in molti a chiedersi per quale oscuro motivo in italia ogni situazione metereologica crei enormi disagi non piove c è la siccità e emergenza e si chiede lo stato di calamità piove un po più del dovuto andiamo subuto sottaacqua e si chiede lo stato di calamità fa freddo le strade si ghiacciano e si chiede lo stato di calamità arriva la neve non ne parliamo insomma fermo restando che ogni occasione è buona per lo stato di calamità non sarebbe il caso di iniziare ad applicare politiche di prevenzione direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione l 8 febbraio 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 speciale via norbana chiusa per caduta massi dura la critica del partito democratico di domiziana tosatti una frana imponente come lo fu nel 93 quando l alluvione provocò il distaccamento di alcuni massi di roccia sulla strada il 2 febbraio intorno alle 22:40 due enormi massi si sono staccati dalla costa rocciosa che fiancheggia la provinciale norbana strada di accesso principale al paese lepino piombando sulla sede stradale provinciale fato ha voluto che in quel momento nessuno transitasse sulla strada la norbana è stata immediatamente chiusa al traffico sono intervenuti il geometra reperibile della provincia di latina i carabinieri di norma ed i vigili del fuoco lunghe le procedure per la rimozione dei massi che si sono conclusi solo nella mattinata successiva la grandezza degli stessi infatti ha costretto a procedere alla loro frantumazione prima di poterli rimuovere solo intorno alle 13 del 3 febbraio dopo il sopralluogo da parte del genio civile la provincia ha emesso un ordinanza di chiusura al traffico dell intero tratto di strada non si sa ancora bene per quanto tempo l arteria rimarrà interdetta ma sembra che non sarà riaperta prima della fine dell emergenza maltempo delle prossime ore si procederà quindi quando il terreno sarà più asciutto a nuovi sopralluoghi e se ritenuta necessaria ad un azione di bonifica intanto non pochi sono i disagi per i residenti costretti ad accedere ed uscire dal paese attraverso la provinciale norma-cori decisamente a rischio di gelate vista la posizione più elevata e le temperature rigidissime un monito da parte della polizia municipale è stato rivolto anche a chi in queste ore sta violando il divieto di transito percorrendo la norbana soprattutto nelle ore notturne a parte le rovinose condizione della sede stradale e dei muretti che fungono da guard rail hanno spiegato dalla polizia municipalespesse volte i massi che hanno anche le dimensioni di una macchina restano intrappolati tra i rami e se fa buio si rimanda al giorno successivo la rimozione e estremamente pericoloso quindi attraversare la norbana fino a che ci sarà il divieto la provinciale è stata interessata sotto le amministrazioni guidate dall ex sindaco mario cassoni da tre stralci di istallazione di reti paramassi in tre dei punti ritenuti più a rischio di smottamento sulla decisione di chiudere il tratto stradale è intervenuto il circolo normiciano del partito democratico che in una nota ha attaccato il primo cittadino e la sua maggioranza scelta totalmente incomprensibile si legge nella nota che lascia per interi giorni un paese isolato e immobilizzato causando non pochi disagi per i cittadini soprattutto a coloro che non avendo mezzi propri per raggiungere il posto di lavoro o di studio si vedono costretti a restare a casa per la conseguente interruzione dei servizi di trasporto pubblico la storia ci insegna che cadute massi lungo la via che porta al paese ce ne sono sempre state ma mai è successo che questa veniva chiusa per più giorni in passato le amministrazioni di centrosinistra avevano sempre risolto il problema in poche ore trovando un accordo con l ente provinciale e poi attraverso la bonifica per mezzo degli operai comunali della zona interessata al crollo la scelta di mancini è dimostrazione di totale ignoranza e improvvisazione politica e ancor più di una preoccupante incapacità di dialogare con gli enti superiori a sezze campoli gioca d anticipo il primo cittadino chiude le scuole per tre giorni prevenire è meglio che curare deve essere stato questo probabilmente il pensiero del primo cittadino di sezze andrea campoli che l 1 febbraio con apposita ordinanza ha predisposto la chiusura dei plessi scolastici del territorio cittadino per la giornata del 2 febbraio 2012 il provvedimento si rendeva necessario a fronte delle rischiose condizioni metereologiche segnalate anche dalla prefettura di latina per le giornate dell 1 e del 2 febbraio infatti erano previste nevicate al di sopra dei 400-600 metri ed in graduale abbassamento fino ai 100-300 metri con possibilità di gelate durante le ore notturne campoli aveva invitato la cittadinanza alla massima allerta il giorno dopo però a causa del perdurare delle avverse condizioni atmosferiche campoli predisponeva con una seconda ordinanza sindacale la chiusura dei plessi scolastici del territorio cittadino anche per le giornate del 3 e 4 febbraio 2012 un provvedimento necessario per motivi cautelari e prudenziali in realtà la neve a sezze salvo una spruzzata di dieci minuti non si è vista proprio anche se qualche problema è stato creato dal ghiaccio che in alcune zone ha creato disagi agli automobilisti 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 speciale a maenza monte acuto isolata e per alcune ore senza corrente di luca morazzano chissà se un nuovo colpo di coda dell ondata di di marco martelletta freddo che ha colpito l italia costringerà ancora i sindaci a nuovi provvedimenti straordinari di chiusura scuole nel dubbio registriamo che a maenza non solo nel fine settimana ma anche nella giornata di lunedì tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti in territorio comunale sono rimaste chiuse per ordinanza del sindaco francesco mastracci che ha voluto con tale provvedimento evitare complicazioni inerenti la sicurezza di studenti e genitori e tutti coloro che sarebbero stati costretti a mettersi per strada con l apertura delle scuole il problema infatti a maenza non è stato tanto per la viabilità del centro abitato dove sono ubicate le scuole quanto semmai per le periferie montane del centro lepino se già in località vaccara la montagna adiacente al centro abitato ghiaccio e neve hanno ricoperto la vegetazione circostante e le stradine che si inerpicano sul monte ancora peggio si è registrato per la popolosa frazione di monte acuto che annovera case ad altitudini ben superiori ai 400 e passa metri di maenza centro dopo un paio di chilometri dall imbocco della via che sale verso la chiesa di san luca infatti la neve ha copiosamente ricoperto prati e sede viaria già dal week end scorso trasformandosi in ghiaccio nelle ore notturne e rendendo di fatto impossibile il transito regolare ai residenti inutile sottolineare che in caso di apertura delle scuole i bambini di monte acuto sarebbero stati impossibilitati a raggiungere il paese se non a discapito della sicurezza loro e dei propri genitori il provvedimento ha altresì evitato situazioni pericolose ai mezzi di trasporto pubblico deputati al trasporto degli studenti a riprova della situazione limite toccata dagli abitanti di monte acuto specialmente quelli della aperte alta oltre che dai residenti di via carpinetana ai confini romani del comune lepino l isolamento elettrico in cui si sono ritrovati che ha impedito il corretto funzionamento dei riscaldamenti tanto da indurre il parroco del paese ad indire una raccolta di stufette a combustibile per far fronte all emergenza a priverno salta l ufficio postale di mario giorgi ad accorgersi della neve a priverno sono soprattutto i pensionati più o meno anziani in coda all ufficio postale di piazzale san marco per ritirare il vitalizio pardon la pensione per lo più sociale infatti le poste centrali del centro collinare che di solito sono aperte al pubblico in orario continuato dalle 8 alle 18:30 o giù di lì lunedì 6 febbraio 2012 chiudono alle 13:25 e dalle 12:30 o giù di lì il dispenser non rilascia più il numeretto di prenotazione perché perché l ufficio non è in grado di garantire il turno pomeridiano a causa della neve si proprio a causa della neve non quella che non è arrivata a priverno ma quella che è caduta sulla provincia romana carpineto e sulla ciociaria pare ceccano e giuliano di roma in particolare e già perché gli operatori che avrebbero dovuto coprire il secondo turno di lavoro lunedì pomeriggio non sono arrivati a priverno a causa della neve che si è abbattuta sui loro paesi d origine e così i pensionati privernati hanno cominciato a chiedersi se l indomani sarebbero state pagate le lettere di lunedì o quelle di martedì non solo ma hanno anche incominciato ad imprecare contro la neve che pure a priverno non è arrivata ma anche contro chi non ha garantito il diritto al ritiro della pensione o al pagamento di una bolletta questa non sarà una notizia degna di finire sulle pagine dei giornali forse ha più un sapore folkloristico ma è pur sempre la verità all inizio del dodicesimo anno del terzo millennio dell era cristiana la neve caduta a decine e decine di chilometri di distanza dove peraltro purtroppo ha causato danni davvero gravi ha impedito a tanti poveri pensionati di riscuotere l assegno mensile inps all ufficio postale di piazzale san marco a priverno possibile che non si poteva garantire comunque il servizio magari costringendo allo straordinario personale dei vicini uffici postali aperti solo di mattina mistero post scriptum questa è la versione di molti pensionati che dicono di aver raccolto la giustificazione mentre si ammassavano all interno del piccolo spazio antistante gli sportelli dell ufficio postale privernate se così non fosse aspettiamo smentite pronti a pubblicarle naturalmente 4

[close]

p. 5

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 latina acqualatina si difende in una nota la società risponde alle voci su presunti privilegi di funzionari di simone di giulio nepotismo all interno di acqualatina assolutamente no e questa la risposta della società alle voci circa presunti privilegi di funzionari derivanti dalla nascita degli stessi in una città anziché in un altra nonché a pretesi nepotismi nelle assunzioni e arbitrarietà nella gestione del servizio in una nota la società ritiene indispensabile e doveroso nei confronti di tutti i cittadini-utenti chiarire la faccenda prima di ogni cosa in coerenza con la sensibilità dell argomento è doveroso ricordare che acqualatina è una società per azioni che opera attraverso procedure trasparenti e regolari rispondenti alla normativa nazionale e di settore come nel caso degli affidamenti in appalto per i quali vengono sempre esperite gare europee ad evidenza pubblica attualmente prosegue la nota nella società sono impiegati circa 350 lavoratori inseriti all interno dell organizzazione societaria in maniera del tutto trasparente e nel pieno rispetto dei singoli percorsi professionali e delle rispettive competenze acquisite l organizzazione societaria inoltre è regolata da una definita struttura funzionale e da precise deleghe che comportano per altro l assunzione di responsabilità dirette da parte dei singoli funzionari e ciò a prescindere dal loro certificato di nascita alcune dichiarazioni giornalistiche non inficiano in alcun modo il clima e l operatività dell azienda poiché l unica linea comune adottata da tutti i dipendenti è quella dell abnegazione e del senso del dovere che spinge quotidianamente tutto il personale sempre più a migliorare un servizio essenziale per tutti i cittadini-utenti la società ribadisce la propria piena disponibilità per altro più volte già affermata al confronto ed anche alla critica per quanto attiene il servizio di cui è responsabile precisando allo scopo che propri unici e veri interlocutori sono soltanto i cittadini-utenti che legittimamente hanno diritto di ricevere un servizio ottimale nonché informazioni precise chiare e veritiere in ordine allo stesso la società il presidente l intero cda e tutti i dipendenti sono fieri ed orgogliosi del lavoro che quotidianamente cercano di rendere al meglio in favore della collettività e non si lasceranno mai intimidire da scritti come quelli in argomento che non solo contengono notizie inesatte ed erronee ma hanno l unico scopo ormai dimostrato e chiaramente palesato di infangare persone e stavolta anche città diffondere dubbi e sospetti fantasiosi i verdi sulla differenziata antonietta pagani e oreste polito chiedono se il comune parteciperà ai prossimi bandi il comune di latina parteciperà ai bandi per aumentare la raccolta differenziata e ridurre la quantità di rifiuti e questa la domanda che si pongono i verdi di latina che in una nota firmata da antonietta pagani e oreste polito affermano ad oggi ancora non si hanno notizie in merito alla volontà dell amministrazione comunale di voler partecipare a due bandi pubblici in scadenza per aumentare la raccolta differenziata e ridurre la quantità di rifiuti uno quello regionale scade lunedì 13 febbraio mentre quello provinciale la settimana successiva ci auguriamo che il comune si adopererà per parteciparvi e non far perdere questa importante possibilità ai cittadini di latina il comune dovrebbe raggiungere entro la fine dell anno l obiettivo minimo di legge del 65 di rifiuti differenziati anziché l attuale 32 circa così come previsto dalla comunità europea un obiettivo auspicabile visto il danno economico per le famiglie e le aziende alle prese in questi giorni con il pagamento di salatissime e a volte incomprensibili bollette tia che sarebbero sicuramente più basse anche per il danno ambientale il disagio dei cittadini che da anni devono convivere per esempio con la discarica e il relativo inquinamento ambientale ed estetico poteva e doveva essere attenuato o eliminato già da tempo con una raccolta differenziata degna di questo nome sui danni finora compiuti ­ conclude la nota firmata da pagani e polito ­ ci penseranno gli organi competenti ci auguriamo invece che l attuale amministrazione faccia la sua parte oltre alle analisi e ai sondaggi sui rifiuti tossici interrati invitiamo il comune a partecipare ai 2 bandi pubblici per aumentare la raccolta differenziata e a ridurre la quantità dei rifiuti 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 sezze nasce il marchio alla sezzese iniziativa di progetto agora di simone di giulio sezze merita un giusto riconoscimento per la sua storia la sua cultura e i suoi prodotti tipici per questo motivo ha la necessità di proteggere quanto di buono realizzato in tanti secoli e questo il proposito di progetto agora che per bocca di lidano lucidi nei giorni scorsi ha dato il via ad una iniziativa per la realizzazione di un marchio sui prodotti setini e lo stesso lucidi a spiegare a sezze si fa sempre un gran parlare di prodotti tipici di storia e cultura tutti concetti validi in quanto sezze ben si presta ad un progetto di ampio respiro che ne vada ad esaltare la storia millenaria le tradizioni il turismo e quindi la crescita economica del paese nello scrivere questa breve introduzione si legge nella nota di progetto agora stiamo pensando alla creazione di un marchio locale che vada ad abbracciare tutta la filiera produttiva dall agricoltura alla cucina le potenzialità di sezze non sono solo i prodotti tipici locali ma anche il modo in cui vengono cucinati un buon carciofo o una buona farina non fanno un buon piatto se non li sai cucinare ecco a sezze sappiamo anche cucinare e lo sappiamo fare molto bene allora perché non farne un punto di forza l idea alla base della proposta del gruppo di progetto agora consiste nel realizzare un associazione di produttori di prodotti tipici di sezze che come scopo si propongano di ritrovare e riscoprire tutte le ricette tipiche il lavoro di ricerca prosegue lidano lucidi deve interessare tutto il paese gli anziani le scuole l associazioni i singoli cittadini insomma il cuore pulsante del nostro sistema sociale per ciascuna ricetta dovrà essere individuata una preparazione standard basata su ricerche storiche e gustative condivise da tutti gli appartenenti si potrebbe utilizzare come marchio la semplice locuzione `alla sezzese da affiancare poi successivamente alle diverse ricette riscoperte e standardizzare zuppa di pane alla sezzese crostatine di visciole alla sezzese carciofi alla sezzese ben inteso questo marchio non ha un riconoscimento europeo tipo dop denominazione di origine protetta stg specialità tradizionale garantita o igp indicazione geografica protetta ma ha sempre una valenza di marketing su cui investire risorse ed energie perché è una scommessa che i setini fanno sulla loro storia sulle tradizioni e sui prodotti locali in modo da creare un sistema di valorizzazione della nostra cucina il marchio andrebbe promosso sia in un contesto locale che su contenitori giornalistici web o associazionistici potenzialmente fruibili da appassionati di cucina locale a diffusione più ampia pensiamo a roma per esempio avendo un marchio e puntando su di esso si va a caratterizzare il paese 6 rispetto agli altri per il turismo enogastronomico i singoli esercenti associati esporrebbero il marchio elaborato al di fuori del proprio esercizio durante tutto l anno attestandosi come ristoranti tipici standardizzato il metodo di produzione si andranno a creare anche accordi con piccoli produttori che forniscano le materie prime ai ristoratori aumentando gli effetti positivi e le ricadute del progetto sull indotto comunale più verrà pubblicizzato il marchio più successo avrà la cucina `alla sezzese più materie prime serviranno e quindi aumenterà la richiesta di prodotti della nostra terra non si punta quindi alla produzione di massa ma ad una produzione di nicchia e di qualità i prodotti cotti possono poi essere venduti anche in altri paesi con il marchio `alla sezzese quindi i consumatori potranno gustare la nostra cucina anche nelle loro città È intuitivo che questa produzione potrebbe aprire nuovi sbocchi per i produttori locali

[close]

p. 7

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 sezze vitelli e i medici in politica il consigliere di movimento democratico enormi lacune in ambito amministrativo di simone di giulio si torna a parlare del complicato rapporto tra medici e politici a dire la sua sulla costante presenza di camici bianchi nell ambito amministrativo è il consigliere del movimento democratico antonio vitelli che spiega innanzitutto voglio sgombrare il ragionamento da fraintendimenti e facili allusioni facendo la classica operazione che vuole fare di tutta l erba un fascio sviando la questione centrale del rapporto tra certe professioni e la politica quando i due ambiti vengono a sovrapporsi una nota pubblica di attestazione e stima va fatta al presidente del consiglio giovanni zeppieri che da quasi 4 anni ha abbandonato la sua funzione all interno delle commissioni di invalidità in una dimostrazione di correttezza e coerenza che ahimè trova pochi raffronti a livello locale e provinciale andando nello specifico prosegue la nota di antonio vitelli trovo alquanto sgradevole sbagliato e fuorviante il ragionamento che porta ad individuare nei medici a priori le personalità giuste per svolgere ruoli istituzionali e politici seguendo questo ragionamento purtroppo ci ritroviamo a constatare come alcuni appartenenti alla categoria dimostrino la loro approssimazione e la totale estraneità da ogni concezione di merito rispetto alla macchina amministrativa di cui non conoscono nulla nella forma e nella sostanza delle questioni ma tutti i loro ragionamenti a dire il vero brevi e alquanto carenti di informazioni si fermano nella frase presuntuosa offensiva e vuota di ogni significato politico quale ho 1.000 mutuati per cui prenderò sicuramente almeno altrettante preferenze il discorso di vitelli parte proprio da questi presupposti quelli politici totalmente assenti sempre secondo il consigliere di movimento democratico in quella specifica categoria professionale questi soggetti si legge ancora nella nota che si propongono di amministrare la città dovrebbero spiegare ai cittadini il loro progetto politico ed amministrativo che ovviamente non hanno la squadra con cui intendono realizzarlo la compagine di liste partiti e personaggi su cui vogliono fare affidamento per provare almeno teoricamente a fare qualcosa di realistico e tangibile per sezze e la sua comunità quando si pongono queste domande invece si ottengono i soliti silenzi e/o le solite risposte imbarazzate che denunciano le enormi lacune politiche ed amministrative degli stessi in virtù delle quali se non indossassero il famoso camice bianco non raggiungerebbero neanche qualche decina di preferenze alle elezioni amministrative prendano esempio dal presidente del consiglio giovanni zeppieri che in una consiliatura difficile ha saputo gestire i lavori con il giusto equilibrio molte volte scontrandosi duramente anche con il sottoscritto ed elaborare proposte e critiche politiche condivisibili o meno ma che dovranno essere le sole alla base del giudizio e dell apprezzamento degli elettori indipendentemente dall uniforme che indossa per svolgere tra l altro molto bene il suo lavoro 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 priverno le due fazioni del partito democratico bilancia e picozza avversano il capogruppo `imposto petrole di mario giorgi in casa pd a priverno qualcosa non funziona lo abbiamo accennato nello scorso numero e lo approfondiamo ora le due anime emergenti non sembrano andare d accordo anzi tra le due parti non sarebbe mai scoccata la scintilla dell amore questa la tesi le due anime in questione fanno capo l una ad anna maria bilancia coordinatrice cittadina del partito e ad elvira picozza ex capogruppo pd in consiglio comunale l altra invece avrebbe come punto di riferimento dichiarato l attuale capogruppo mauro petrole in una nota di una quindicina di giorni fa petrole riportando il deliberato dell assemblea del gruppo di area democratica del pd aveva parlato di ricostruzione democratica e sociale della città lepina insistendo su dialogo sociale trasparenza partecipazione corresponsabilità e decisioni tempestive mettendo in campo le idee per la componente di area democratica ­ aveva sottolineato è il momento della coesione e non della divisione perché c è priverno nel nostro futuro c è bisogno di uno sforzo di onestà intellettuale da parte di tutti senza pregiudizi e discriminazioni senza schieramenti preconfezionati per questi motivi ­ aveva concluso riteniamo lavorare perché a priverno 8 si realizzi un governo di impegno cittadino di riscossa civica ove ci sia l adesione incondizionata del partito democratico ed a cui debbono sentirsi attratti gli elettori moderati e di centro-sinistra le forze sociali le associazioni di volontariato e tutte quelle donne ed uomini che intendono cimentarsi con l impegno civile era evidente che quel messaggio aveva diversi destinatari interni ed esterni al partito il 1° febbraio scorso è arrivato ­ sempre tramite un comunicato ­ la risposta del consiglio direttivo del circolo umberto folcarelli del partito democratico nella nota si interpretava l intervento a testa bassa del consigliere petrole contro la segretaria del circolo del pd di priverno come l ennesimo pretesto per giustificare la totale assenza dalla vita e dall attività del pd da parte di coloro che oggi si identificano con la corrente area democratica in ordine di tempo ­ sottolineava il direttivo del partito di bersani ­ l insofferenza e il disimpegno di tale gruppo si sono manifestati all indomani del congresso di circolo che circa due anni fa ha sancito la netta vittoria alla segreteria del partito di annamaria bilancia la quale con impegno e spirito di iniziativa ha guidato il circolo fin dalla sua nascita mentre il gruppo rappresentato oggi da mauro petrole non ha mai di fatto riconosciuto tale risultato sebbene il congresso si sia svolto democraticamente all insegna del rispetto dei principi e delle regole statutarie non solo ma quel mancato riconoscimento si è sostanziato in diverse occasioni prima tra tutte quella che ha visto attraverso un vero e proprio `blitz la sostituzione del capogruppo consiliare del pd elvira picozza decisione imposta pur se in virtù di una norma che la legittimava contro la volontà di tutti gli organismi interni del partito democratico ed altre considerazioni emergono dal quel documento del direttivo del pd che lasciano intendere come tra le varie componenti del partito democratico a priverno non corra buon sangue anzi c è il serio rischio che ­ ci si consenta la battuta ­ possa scorrere del sangue per la gioia di chi dall altra parte dell agone politico avrà pure i suoi problemi ma ha già incominciato a pensare a quel che sarà il dopo macci tanto nell attuale maggioranza consiliare quanto nel pdl ufficiale e il rinnovo del consiglio comunale nel centro collinare lepino è in programma tra appena un anno o poco più mesi che si annunciano infuocati.

[close]

p. 9

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 priverno arriva il piano casa d annibale spiega l approvazione di mario giorgi nel corso dell ultima seduta il consiglio comunale di priverno ha approvato il piano casa recependo il provvedimento regionale già esecutivo a presentarlo è stato il consigliere con delega all edilizia privata e presidente della commissione urbanistica marco aurelio d annibale il quale ha precisato come intorno all argomento si sia svolto un lavoro lungo e scrupoloso del quale si è parlato più volte anche in commissione urbanistica nonostante il margine di manovra del comune sia alquanto limitato poiché la legge disciplina tutte le possibilità di intervento si è comunque cercato di facilitare gli interventi di ampliamento su tutto il territorio comunale naturalmente si è tenuto conto delle limitazioni previste dalla legge ad accezione delle zone particolarmente degradate che si ritiene debbano essere oggetto di specifici piani particolareggiati tra gli obiettivi principali del piano casa ­ ha sottolineato d annibale ­ c è quello di dare una risposta all emergenza abitativa rilanciando il tessuto produttivo dell edilizia incentivando al tempo stesso anche il livello occupazionale la possibilità di effettuare piccoli ampliamenti di volumetrie rappresenta certamente un importante aiuto per molte famiglie che avranno modo di ricavare così `la famosa stanzetta in più e per andare incontro alle esigenze dei nostri cittadini il piano casa ­ ha continuato l esponente di maggioranza potrà anche essere applicato agli immobili ricadenti nelle zone agricole allorché sia già in essere per la realizzazione delle opere primarie realizzate ma soggetti all adeguamento di quelle secondarie sono inoltre previsti possibili interventi di edilizia pubblica e/o privata volti al cambio di destinazione d uso da non residenziale a residenziale con la finalità di recuperare tali volumetrie al fine residenziale all applicazione del piano casa potrà essere legato un maggiore sviluppo della nostra città e un incremento occupazionale dal momento che si verificherà una maggiore richiesta di interventi nel settore edilizio sull intero territorio l auspicio ­ ha concluso il consigliere d annibale è che il recepimento del piano non solo costituisca una valvola di sfogo per l economia basata su un attività edilizia evidentemente in difficoltà a causa della crisi economica in atto ma soprattutto ci auguriamo possano essere determinate le condizioni per ulteriori interventi da parte della regione lazio finalizzati all aumento dell offerta abitativa 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 maenza corsa al dopo mastracci prime mosse alla ricerca del successore di luca morazzano cercasi successore di mastracci il 2012 iniziato già da più di un mese condurrà maenza all anno delle nuove elezioni ed è quindi lecito pronosticare che proprio nell arco dei prossimi mesi verranno elaborate e nella migliore delle ipotesi ottimizzate le strategie politiche che condurranno poi alla campagna elettorale vera e propria aprendo così una stagione di programmazione che riguarderà tanto l attuale maggioranza quanto l opposizione sia quella attualmente in consiglio sia quella rimasta fuori senza escludere anche l inclusione di qualche nuovo interprete assente alla scorsa tornata elettorale nelle passate elezioni infatti la corsa fu solo tra due candidati vista l esclusione per irregolarità di forma nella presentazione dei documenti della terza lista quella di centrosinistra con candidata paola cacciotti nella corsa tra la lista che sosteneva francesco mastracci già sindaco uscente e quella alternativa ma sempre di centrodestra a sostegno di daniele marchetti che annoverava tra i suoi due ex assessori della precedente maggioranza la competizione fu solo sulla carta visto che i numeri parlarono in favore dell attuale sindaco in maniera quanto mai schiacciante adesso però la maggioranza deve interrogarsi su chi potrà ricoprire il ruolo di dopo mastracci visto che il sindaco è giunto al suo secondo mandato e risulta quindi non candidabile per la prossima tornata elettorale attualmente le proiezioni dicono che i due componenti giovani dell attuale giunta loreto polidoro e roberto corsi godono dei favori del pronostico rispetto alla frangia anziana della stessa maggioranza non è però da escludere che il candidato possa essere individuato anche tra qualcuno dei consiglieri dell attuale maggioranza rimasto senza assessorato ma non sono questi gli unici marasmi registrabili il neonato partito dei cristiani popolari aderente al terzo polo per bocca del suo responsabile locale aldo polidoro fa sapere che prenderà parte alla tornata elettorale con un proprio candidato sindaco che da rivelazioni precedenti è stato individuato in una figura femminile avviata a livello professionale e radicata sul territorio nel panorama di centrodestra si aggiunge poi la possibilità non remota che l attuale opposizione lontana abbastanza da non poter pensare ad una ricucitura con la maggioranza presenti nuovamente un suo candidato ponendo di fatto in essere il terzo candidato questo per quanto concerne il centrodestra ma presumibilmente le prossime elezioni segneranno anche il ritorno alla competizione elettorale del centrosinistra in questi anni l unico attivo nel cercare un opposizione anche dall esterno è stato il `solito alessandro pucci che sul piano dell impegno e delle iniziative si merita la leadership della combattività chissà se l avvocato già sindaco di maenza prima delle due legislature mastracci e di quelle targate anelli possa meditare un suo ritorno in primo piano ci sono da verificare le strategie dei due dissidenti attualmente in maggioranza noberto fanella determinato a seguire un suo progetto politico ben preciso che prescinde dal colore di appartenenza e luca guinti approdato da qualche mese nell api insieme a rosalba napoleoni ma che proprio in considerazione della promozione ad assessore di quest ultima difficilmente potrà scindersi dalle logiche di maggioranza di controaltare il pd in fatto di opposizione effettiva è apparso fermo dopo aver provato a sollevare la testa in paio di circostanze con l ex candidata sindaco paola cacciotti e con l esponente storico claudio sperduti con tentativi andati entrambi a caderesoprattutto sulla questione scuole non è difficile pensare però che il rammarico per gli errori burocratici della passata tornata sia così grande da poter indurre a ripresentare la cacciotti sindaco con a sostegno una lista rinnovata a sostegno l idv per bocca del suo segretario locale antonella fiore ha cercato invece il rimbalzo dalle altre forze di centrosinistra ma l appello lanciato non ha trovato alcuna sponda rimanendo in sospeso a testimonianza di quanto poca sia l organizzazione da quella parte non pervenute ma non sono da escludere apparizioni dell ultimo secondo movenze attribuibili a partiti come sel o udc ma già il ventaglio pare abbastanza ampio così lepini giudici di pace a rischio lo schema di decreto legislativo in tema di revisione delle circoscrizioni giudiziarie degli uffici del giudice di pace approvato dal ministero di giustizia prevede qualora approvato definitivamente la soppressione degli uffici del giudice di pace di priverno e sezze con il trasferimento a latina per mantenere gli uffici c è l opportunità che le amministrazioni forniscano almeno il supporto necessario per il loro funzionamento questa l analisi dell avvocato alessandro pucci di maenza che propone una soluzione dobbiamo cercare tutte le strade e le possibilità per mantenere nel territorio questi imprescindibili presidi di giustizia e di tutela per tutti i cittadini dei nostri comuni le amministrazioni comunali hanno il dovere di tentare ogni strada per cercare di difendere una istituzione importante per il nostro comprensorio per questi motivi la cittadella del diritto di bassiano è disponibile a promuovere le opportune iniziative per verificare la possibilità di unire o consorziare i comuni per mantenere in vita il giudice di pace da tale analisi la richiesta alle stesse amministrazioni di voler conferire ufficialmente l incarico con apposito atto deliberativo alla cittadella del diritto in persona del presidente l avv alessandro pucci per tale incombenti senza alcun onere e spesa per l ente comunale 10

[close]

p. 11

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 pontinia decreto cresci sulla trasco ancora nubi sulla raccolta differenziata di roberto tartaglia le decisioni del governo si fanno sentire e mentre il sindaco approva le nuove liberalizzazioni che lasciano ai commercianti le decisioni in merito a orari e giorni di apertura e l obbligo di renderli noti qualcos altro desta preoccupazione È il cosiddetto decreto cresci quello che detta nuove regole per la gestione delle società partecipate di questo si era parlato già nelle scorse settimane a pontinia facendo riferimento alla celeberrima tra.sco giorgio libralato aveva addirittura pensato di proporre la società per la gestione dei rifiuti nel comune di terracina vista l esigenza del comune costiero ma non era altro che un idea tutti attendevano solamente una cosa l ufficializzazione del nuovo decreto ed eccolo qua pubblicato in gazzetta ufficiale lo scorso 24 gennaio con titolo disposizioni urgenti per la concorrenza lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività l obiettivo del governo è in pratica quello di promuovere l organizzazione dei servizi pubblici locali in ambiti o bacini territoriali ottimali e omogenei individuati in riferimento a dimensioni comunque non inferiori alla dimensione del territorio provinciale in modo tale da avere un unico gestore la soglia per gli affidamenti di tali servizi a favore di società a capitale interamente pubblico scende da 900 a 200 mila euro annui quelli che attualmente superano la soglia dei 900.000 euro dovranno dunque cessare il 31 dicembre 2012 mentre le gestioni affidate direttamente a società a partecipazione mista pubblico-privata che riportano determinate caratteristiche in materia di scelta del socio termineranno il 31 marzo 2013 e ora che si fa spetta in primis al sindaco e all assessore battisti l ardua decisione le soluzioni possibili sono sostanzialmente due consorziare la tra.sco con altri comuni confinanti come sezze sabaudia priverno e la stessa terracina oppure regalare più del 30 delle quote a un privato interessato diversi tra l altro gli incentivi a comuni province e regioni da parte del governo per spingerli ad applicare le nuove regole innanzitutto l adeguamento alla nuova normativa sarà uno degli elementi di valutazione della virtuosità ai fini dell applicazione degli sconti sul patto di stabilità mica cosa da poco poi tutti i finanziamenti fatti salvi quelli relativi ai servizi pubblici locali di rilevanza economica cofinanziati con fondi europei saranno attribuiti prioritariamente ai gestori di servizio nei suddetti nuovi ambiti territoriali occorre decidere dunque e in fretta il consigliere paolo torelli però mostra le sue preoccupazioni in merito mi auguro che l opposizione non sia messa all oscuro ­ dice torelli come accade sempre in maniera sistematica ma sia coinvolta in apposite commissioni consiliari perché c è in ballo il futuro dei servizi pubblici essenziali comunali e quindi della città e cittadinanza intera ma in merito alla tra.sco non è tutto la regione lazio infatti ha stanziato 2 milioni di euro per incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti 2 milioni destinati ai comuni più volenterosi che comunichino per tempo le relative specifiche non solo ulteriori 3,7 milioni circa sono stati stanziati dalla provincia di latina in tal senso ora la speranza di battisti ma non solo è che le richieste del comune vengano prese in considerazione così da ampliare il servizio come si auspica da tempo intanto la tra.sco ha acquistato un nuovo mezzo che permetterà l estensione della differenziata alla zona sud del territorio comunale e proseguono i lavori per la realizzazione dell isola ecologica il bilancio fa litigare novelli e l assessore donnarumma di roberto tartaglia botta e risposta tra l assessore al bilancio alfonso donnarumma e l ex consigliere d opposizione sandro novelli tutto nasce da una delibera di giunta in cui il comune chiede al tesoriere cassa rurale dell agro pontino un anticipazione di oltre 2 milioni di euro che richiede un versamento di 3mila euro di interessi passivi da parte dell ente novelli si dice stupito per questa richiesta poiché il sindaco ha sempre assicurato che il comune disponeva di un tesoretto di oltre 4 milioni di euro novelli allora mette in dubbio che la situazione economica sia così rosea in effetti donnarumma stesso ha più volte evidenziato che i tagli delle rimesse da parte dello stato hanno creato non pochi problemi così come pure le misure che si intendono adottare per superarli come ad esempio l ormai famoso affaire legato alle centinaia di pratiche di condono inevase l assessore al bilancio ad ogni modo replica a novelli evidenziando che si tratta di un atto tecnico necessario a causa dell assenza di un approvazione del bilancio di previsione per il 2012 che probabilmente verrà approvato solo dopo lo studio attento di nuove iniziative in materia di imu e tarsu per donnarumma dunque non si tratta di un prestito da parte della banca e rassicura sulla solidità di cassa del comune 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 sermoneta il triste destino della mistral legate all esito di un asta le sorti dello stabilimento che sarà ad uso abitativo di domiziana tosatti il destino della mistral legato ad un asta un destino senza dubbio triste soprattutto chi lo avrebbe mai detto mezzo secolo fa emblema negli anni 60 70 dell emancipazione sociale e soprattutto femminile la ex mistral non esisterà più e l area non sarà mai più ad uso industriale né a servizi a stabilirlo è stato il nuovo piano casa adottato dal consiglio comunale che ha destinato i quasi 4 ettari di terreno a nuovo insediamento edilizio abitativo la prima asta di acquisto del terreno ha un importo di partenza pari a 4milioni e 700mila euro non si conosce come è ovvio l importo di aggiudicazione ciò che è certo è la destinazione ossia l area sarà oggetto di uno degli interventi previsti dal piano casa e dall apposita delibera consiliare di attuazione analoga trasformazione edilizia avverrà per la ex somofer sempre alle spalle di carrara a lato della linea fs in questo modo ha osservato il consigliere comunale antonio scarsella piomberanno sull area di carrara altre decine di migliaia di metri cubi centinaia di nuove abitazione in una prospettiva di ulteriore aumento della popolazione una prospettiva ha sottolineato scarsella che contraddice platealmente le premesse elettorali e programmatiche della giunta giovannoli 60mila metri cubi in più a monticchio 20mila a sermoneta scalo oltre agli altri migliaia in costruzione al bivio di doganella previsti questi nel prg e a questi si aggiungeranno quelli di carrara a cosa servono nuovi migliaia di abitanti le strutture stradali ed i servizi si è chiesto il consigliere di minoranza sono adeguati più volte antonio scarsella che oltre ad ex sindaco è stato anche presidente del consorzio per lo sviluppo industriale roma-latina ha proposto alla maggioranza consiliare di attivarsi perché anche l area ex mistral come era accaduto per quella dell ex pettinicchio fosse inserita nel piano regolatore del consorzio industriale essere trasformata in area per artigianato o per insediamenti civili quindi per servizi come scuola un centro ludico-formativo un centro espositivo ecc ed essere in questo modo assoggettata ad una normativa che prevede l esproprio per `pubblica utilità di aree destinate a servizi un alternativa quindi c eraha detto ancora scarsella ma colpevolmente non è stata perseguita come al contrario è accaduto per l ex pettinicchio anche nell ultimo consiglio mi è stato risposto che per l ex mistral non sarebbe stato possibile si tratta di nient altro che di una scusa pietosa perché il piano del consorzio prevede sia aree ad insediamenti industriali che aree per attività artigianali e a servizi e il caso che la gente rifletta sul perché l amministrazione comunale ha volutamente rinunciato a questa prospettiva per assecondare invece nuovi insediamenti edilizi che non produrranno nel futuro alcuna crescita economica campagna informativa antitruffa iniziativa congiunta tra carabinieri e comune programmando anche incontri con i centri sociali anziani il primo è avvenuto nei giorni scorsi nel centro di pontenuovo qui sono stati illustrati i fantasiosi ed a volte ingegnosi modus operandi si tratta di truffe come è stato evidenziato nel corso dell incontro che si combattono anche e soprattutto con la prevenzione l invito è stato quello di non aprire ad alcun estraneo chiamare l ente per cui il truffatore dice di essere venuto nessuno è stato spiegato manda personale a casa per il pagamento delle bollette per rimborsi o per sostituire banconote false che ha dato erroneamente alla vittima anche se non si è in casa è sempre bene lasciare una radio una tv e delle luci accese per dare l idea che l abitazione non sia vuota lodevole poi l iniziativa del comune di sermoneta che riconosce un bonus economico a chi decide di adottare un cane che è tra i modi migliori per difendersi soprattutto nel caso in cui si viva in una zona isolata si stanno distribuendo in questi giorni delle brochure con un vero e proprio decalogo di comportamenti da adottare per scongiurare truffe scippi o furti d.t l amministrazione comunale ed i carabinieri della locale stazione coordinata dal comandate antonio vicidomini stanno mettendo in campo alla luce degli ultimi fatti una campagna di prevenzione per i furti e le truffe ai danni dei più anziani oltre alla realizzazione di un opuscolo informativo ed illustrativo dei più diffusi metodi di truffa e dei più efficaci e consigliati sistemi di difesa si stanno 12

[close]

p. 13

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 sermoneta una candidatura per l oscar nomination a lombardi per hugo cabret vi ricordate quell augusto lombardi vincitore del premio onirika 2009 e il film nuovo film di martin scorsese hugo cabret tutto in 3d e candidato a 11 premi oscar lo avete visto non è un interrogatorio e le domande finiscono qui perché ora andiamo a spiegarvi la connessione tra questi quesiti tra le 11 nominations di hugo cabret c è quella per i migliori effetti visivi che sono stati curati tra gli altri proprio da augusto lombardi cittadino di sermoneta presso lo studio pixomondo in germania un anno fa ­ spiega ­ quando lavoravo a questa produzione non avrei immaginato che ci sarebbero state così tante nomination staremo a vedere per hugo cabret augusto lombardi si è occupato dello studio di effetti digitali la sfida in questo caso particolare è stata ardua perché il regista martin scorsese famoso per la cura dei dettagli ha preteso da noi artisti degli effetti speciali che anche elementi come il vapore o il fumo di un comignolo avessero forme e movimenti più vicini a quelli delle illustrazioni delle fiabe piuttosto che ai vari effetti visti fino ad ora al cinema tutto ciò nel mio caso ha comportato una ricerca di stile molto accurata da una parte e dall altra uno sviluppo di nuove tecniche per muovere elementi in fluidodinamica come non si erano mai visti come se non bastasse tutto il film è stato girato in stereoscopia con le stesse tecniche di avatar quindi la complessità dello sviluppo degli effetti si è raddoppiata in quanto questo tipo particolare di tecnica richiede molto più lavoro in tutte le fasi tipiche della lavorazione il tutto però va a beneficio del risultato finale che è di gran lunga più coinvolgente e a coronamento di un lavoro così arduo la candidatura all oscar insieme a tutto il suo team.augusto che ha già curato gli effetti speciali di planet 51 della pixar e tante campagne pubblicitarie tra cui la celeberrima particella di sodio dell acqua lete dopo una lunga esperienza a latina ha deciso di trasferirsi all estero fuori dall italia questo mestiere viene impostato con maggiore organizzazione su tutti i livelli c è meritocrazia chiarezza sin dall inizio efficienza dei pagamenti apertura alla contrattazione e budget maggiori nonostante tutto l italia dà una formazione professionale che gli altri paesi non riescono a dare in italia devi saper fare tutto ed in poco tempo abbiamo poche risorse ma tanta fantasia è la classica sfida che ci porta ad inventare spesso e volentieri soluzioni che poi gli altri copiano ma augusto che ora lavora a londra nello studio passion pictures porta sempre sermoneta nel cuore mi manca il clima soleggiato ed i sapori tipici delle nostre zone diciamo che tutto quello che non si può passare tramite internet l olio della valle dell usignolo è eccellenza lo scorso anno ha vinto il premio come miglior olio fruttato leggero e anche quest anno ha ricevuto una menzione speciale nel concorso l olio delle colline confermandosi uno dei prodotti migliori d italia e contribuendo insieme agli altri produttori sermonetani a rendere questo territorio un eccellenza a livello nazionale per il settore olivicolo l azienda agricola la valle dell usignolo da oltre un secolo si dedica con passione all olivicoltura tramandando di padre in figlio i segreti della molitura perfetta dal bisnonno titta palombo al nonno giuseppe e poi al padre anch egli titta oggi giuseppe palombo sta contribuendo a rendere sermoneta la terra per eccellenza dell olio qui le piante fanno un prodotto eccezionale grazie ad un clima mite e ad una terra che si presta a questo tipo di coltivazione spiega giuseppe si distingue a livello nazionale perché è un olio di mezzo non è spietato come quello siciliano e non è dolciastro come quello che viene prodotto al nord già i romani conoscevano la particolarità di questo territorio e non facevano a meno dell olio dei lepini a condimento dei loro piatti oggi quest olio prelibato rappresenta una delle eccellenze della mensa scolastica di sermoneta grazie al progetto di filiera corta portato avanti dall amministrazione comunale che permette di servire ai bambini i migliori prodotti espressione del territorio tra cui appunto l olio non solo ­ aggiunge palombo ­ l olio di sermoneta finisce sulle tavole di mezza europa abbiamo clienti affezionati che da anni servono a londra il nostro prodotto per essere di qualità l olio de la valle dell usignolo è curato in ogni dettaglio dalla raccolta delle olive che devono essere verdi e lucide tendenti all invaiatura fino alla molitura e l imbottigliamento dopo tanti anni a sermoneta è stato riaperto anche il frantoio dalla raccolta alla molitura direttamente sul nostro territorio per imporci sui mercati internazionali dovremo sempre fare attenzione alla qualità del prodotto le nostre potenzialità vanno sviluppate e dobbiamo essere noi i primi a crederci anche perché rivalutare l olivicoltura significa ridare impulso all agricoltura e riqualificare il nostro territorio ed abbiamo tutte le carte in regola per essere con orgoglio una eccellenza conclude giuseppe palombo 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 cultura carnevale setino come era come sarà criptico il manifesto con un insolito pulcinella di paola bernasconi quando si deve scherzare bisogna essere seri e a sezze si è seri abbastanza da tempo immemore diciamo pure dagli anni cinquanta a sezze il carnevale inizia il giovedì grasso quest anno il 16 febbraio visto che il martedì grasso è invece il 21 non stiamo lì a capire cosa accadrà visto che nel manifesto si fa riferimento ad un generico matrimonio di peppalacchio e peppa potete non crederci ma qualcuno potrebbe non sapere di cosa stiamo parlando e poi ancora spettacoli animazione da villaggio vacanze divertimento grazie siamo a carnevale sfilata in maschera idem rogo di peppalacchio vedi sopra il tutto è a cura del settore servizi culturali e attività produttive del comune in collaborazione con la ludoteca comunale orso rosso e qui si potrebbe pur dire boni tempi che per i non sezzesi si tradurrebbe in buoni tempi quelli della ludoteca comunale orso rosso sta di fatto che questo è quanto e allora non sapendo bene cosa accadrà a meno che non abbiate più o meno trent anni e vi ricordiate quindi quello che accadeva facciamo capire ai più sfortunati in cosa consiste il carnevale a sezze o più precisamente in cosa consisteva sì perché il carnevale a sezze era festa vera era festa grande lungi da me lo spirito nostalgico dei vecchi tempi ma la sfilata in costume d epoca con tanto di ghigliottina finale dei reali francesi è rimasta alla storia chi c era la ricorda chi non c era peccato poi tutto è finito la solida tradizione è diventata la solita tradizione che si trascina mesta senza più crederci tanto la colpa la colpa chi ce l ha lo sa dicevamo in cosa consiste il carnevale setino arriva il giovedì grasso e peppalacchio e peppa si vanno a sposare lei è già incinta e questo non è un particolare da poco i cittadini setini mascherati ed addobbati accompagnavano in sfilata i due sposini sul cui carro veniva posta una botte di vino da offrire durante la camminata urla sberleffi scherzi satira politica puro divertimento popolare spontaneo e carnevalesco arrivati in piazza san pietro i due sposini venivano vengono sposati dal prete e dal sindaco altre due maschere e partiva parte la festa analizzando peppalacchio sorta di spaventapasseri è la cultura contadina con tanto di saraghe appese alle braccia peppa è la madre terra sempre uno spaventapasseri ma vestito di tutto punto e già gravida in onore alla fertilità che doveva essere propiziata il culmine della festa era ovviamente martedì grasso quando nelle case setine si mangiava come fosse domenica con tanto di maccheroni fatti in casa dolci tipici gli struffoli e le frappe e parecchia carne da lì in poi sarebbe stata quaresima con tutto 14 quello che ne consegue non a caso il giovedì ed il martedì sono entrambi grassi peppalacchio e peppa venivano vengono portati di nuovo in corteo fino al rogo finale nel quale veniva viene bruciato il primo mentre la moglie ormai vedova piangeva piange lacrime amare il popolo assisteva assiste al falò cercando di ricavarne buoni auspici per la raccolta più le fiamme si sarebbero alzate e più il corpo del povero peppalacchio sarebbe bruciato velocemente più i campi avrebbero donato frutti analizzando peppalacchio è il vecchio anno quello che muore e bruciando viene purificato propiziando i raccolti peppa è la donna vedova ma che resta in vita e già incinta simbolo della fecondità che avrebbe portato buoni raccolti altri riferimenti storici chiunque può andarseli a cercare io intanto aspetto anche quest anno per vedere che ne sarà di tutto questo.

[close]

p. 15

mondore@le numero 123 10 febbraio 2012 cultura per quelli che vanno a teatro di paola bernasconi eventi concerti manifestazioni e teatro da questo venerdì a domenica dodici ecco i titoli i luoghi e tutto il resto per poter rilassarsi in poltrona e godervi uno spettacolo teatrale mentre fuori il freddo avvolge tutto col suo manto gelido scrivere nel giorno in cui si celebrano i duecento anni dalla nascita di charles dickens influenza dicevamo a latina per questa sera potreste scegliere tra due opere alle 21 al teatro cafaro va in scena momenti di trascurabile felicità una produzione città teatro scritta da francesco piccolo diretto ed interpretato da valerio aprea questo spettacolo è nato da una collaborazione di aprea e piccolo che dal 2006 hanno portato in giro allegro teatrale un reading che col tempo si è infine trasformato in questo che potrete vedere a latina una sorta di mappatura della gioia alla ricerca di tutti quei piccoli momenti di felicità che costellano le giornate l opera prima teatro propone invece sempre con inizio alle 21 il castello una performance ispirata liberamente al castello di kafka per l ideazione e la regia di francesco gigliotti con agnese d apuzzo francesco d atena maria elena lazzarotto zahira silvestri e giulia tramentozzi lo spettacolo sarà replicato anche il giorno dopo e domenica sempre presso il teatro di dei cappuccini 76 per sabato e domenica alle 16.30 il teatro moderno di via sisto v offre invece zorro da johnston mcculley l adattamento e la regia sono di simone fioravanti mentre le coreografie di morena de angelis se volete spingervi fino a formia presso il teatro remigio paone alle 21 va in scena le cinque rose di jennifer per la regia di salvatore mattiello che verrà replicato anche il giorno dopo alle 18 lo spettacolo rientra nella i edizione di formia teatro festival 2011-2012 a cura dell assessorato alla cultura di formia per informazioni sugli altri spettacoli chiamate lo 0771778607 e se volete provare qualcosa di nuovo allora fate una passeggiata a spigno saturnia e poi restate la sera alle 20.30 presso il teatro limosa verrà rappresentato napoli spiegata e spiegazzata uno spettacolo di e con enzo carro a questo seguirà memorieinvideo un excursus sugli ultimi dieci anni del teatro con tanto di degustazione di vini e della cucina povera spignese un occasione per scoprire le tradizioni del luogo domenica si torna al cafaro alle 21 con perthus scritto da jean-marie besset per la regia di giampiero ciccia È la storia di paul e jean-luis giovani abitanti di una cittadina a sud della francia il primo si scoprirà innamorato del secondo mentre le rispettive ed infelici madri faranno di tutto per evitare che questa passione distrugga la carriera dei loro figli prodigio roccalling prepara l ottava edizione e in moto la macchina organizzativa che darà vita all ottava edizione del roccalling festival la festa di musica indipendente che ormai da otto anni ha luogo a roccagorga nella zona artigianale in località prati durante l estate le date dell edizione 2012 saranno dal 13 al 15 luglio per un festival dedicato come sempre alle band emergenti con musica originale in italiano per il vincitore è previsto un premio reale di 1000 euro cash la registrazione di un video-demo sul palco un impianto da 20.000 watt con fonici esperti e backline sotto oltre all area concerti spazi espositivi di aziende e produttori locali stand gastronomico gestito dall associazione con primi piatti carne birra vino ecc ampio parco tende attrezzato libero e gratuito tutti e tre i giorni docce e bagni inclusi in più per chi vuole soggiornare per tutto il festival convenzioni con ostelli agriturismo hotel e b&b gli artisti avranno un buono pasto a cena miscela rock e orquestra in più per questa ottava edizione la domenica mattina e tutte le sereci sarà il raduno bikers a cura del motoclub pontino per ulteriori informazioni www.roccalling.org per contatti immediati la mail è info@roccalling.org documenta film fest 2012 c è il bando dal 21 al 25 agosto queste le date della quinta edizione del documenta film fest ­ festival nazionale del film documentario l associazione artistica gruppo alchimia come sempre ideatrice ed organizzatrice della manifestazione ha stilato il nuovo bando per partecipare ad un concorso divenuto ormai una tradizione dell estate a sezze l iscrizione è gratuita e per ulteriori informazioni riguardanti le modalità di accesso potete andare sul sito dell associazione all indirizzo www.documentafilmfest.tv o scrivere un email a gruppoalchimia@gmail.com il termine ultimo di presentazione della domanda è il 20 luglio dodici i film che verranno selezionati e poi giudicati da una giuria scelta dalla direzione del festival anche per questa edizione i premi saranno divisi in due categorie al miglior film documentario verrà assegnato un premio in denaro pari a tremila euro mentre il vincitore della migliore colonna sonora premio ilaria floriani porterà a casa mille euro una cinque giorni che come sempre va oltre la gara per offrire alla cittadinanza e ad i suoi ospiti un momento culturale che è anche e soprattutto valorizzazione del territorio attraverso il cinema documentario si può sostenere e promuovere l intero territorio dei lepini realizzando un circuito virtuso nel quale tutti dal cittadino alle istituzioni possano trarre vantaggio in termini di visibilità e conoscenza senza parlare del riscontro per i luoghi p.b 15

[close]

Comments

no comments yet