MUNNEZZA EMERGENZA Isola delle Femmine 31 26 Gennaio 2012

 

Embed or link this publication

Description

MUNNEZZA EMERGENZA Isola delle Femmine 31 26 Gennaio 2012 http://www.calameo.com/books/00025945933fedceeabf7

Popular Pages


p. 1

isola delle femmine gennaio 2012 1

[close]

p. 2

disservizio rifiuti sul femmine nella gestione territorio di e raccolta isola delle -mancata applicazione della normativa europea direttiva 2008/98/ce -mancata applicazione della normativa nazionale dlgs 152/2006 dlgs 205/2010 -mancata applicazione della legge regionale 9/2010 -mancata applicazione dell ordinanza sindacale n 34 del 23 luglio 2009 -mancata attenzione al suggerimento della corte dei conti nella relazione sul fallimento nel funzionamento degli ato delibera 101 del 2012 -mancata attuazione della raccolta differenziata articolo 181 con il decreto ronchi del 1997 e la successiva normativa del 2006 che regolano la gestione dei rifiuti solidi urbani è stato imposto alle amministrazioni locali di ridurre la quantità di rifiuti mediante il reimpiego e il riciclaggio i quali garantiscono incentivi alle aziende che utilizzano prodotti realizzati con materiale riciclato gli obblighi previsti dal d.lgs 05.02.1997 n 22 cd decreto ronchi e dalle ordinanze del ministero dell interno protezione civile riguardanti l emergenza rifiuti nella regione sicilia imponevano ai comuni della regione sicilia di attuare una percentuale minima di raccolta differenziata rispetto al totale ammontare della quantità di rifiuti prodotta tenuto poi conto che la legge n 296/2006 prevedeva percentuali di raccolta differenziata da realizzare sul territorio nazionale entro la fine degli anni dal 2006 al 2012 -totale inosservanza della carta dei servizi dell ato pa 1 di cui è contitolare il comune di isola delle femmine 2

[close]

p. 3

-mancata bonifica dei siti femmine legge 152/06 art 244 inquinati di isola delle -mancata applicazione della t.i.a dpr 158/99 -continui aumenti della t.a.r.s.u paese invaso da rifiuti a isola effettive emergenze delle femmine anno 2009 5 anno 2010 7 anno 2011 6 anno 2011 1 i disservizi connessi con la raccolta dei rifiuti non derivano soltanto dalla scelta gestionale di chi questi servizi governa dal momento che basterebbe acquisire e riprodurre i sistemi virtuosi di altre realtà italiane o europee per risolvere le questioni tecniche c è invece una precisa volontà politica come del resto più volte dichiarato dai vari rappresentanti politici istituzionali forse collegata ad interessi economici diversi che di fatto ostacola la raccolta regolare dei rifiuti impedisce lo sviluppo della differenziata e la tutela del nostro territorio isolano sistematicamente trasformato in discariche a cielo aperto dove si raccolgono rifiuti solidi speciali tossici carcasse etc il tutto senza le opportune forme di controllo che potrebbero essere realizzate anche a costi contenuti istituendo mirate zone di video sorveglianza o bonificando e riqualificando con opportune piantumazioni ed interventi le aree sistematicamente compromesse munnezza il fine mese fra la munnezza di isola delle femmine 31 gennaio 2012 la colpa dei sindaci nel fallimento degli ato caricato da isolapulita i nuovi video di oggi altro elemento di distorsione nel funzionamento delle società d ambito concerne la frequente e pressoché sistematica elusione delle regole di 3

[close]

p. 4

evidenza pubblica nella scelta delle imprese cui affidare i lavori imprese spesso prive dei necessari requisiti di professionalità caratterizzate da assunzioni clientelari che in molti casi come accertato dalla commissione hanno riguardato individui con pregiudizi penali o legati da rapporti di parentela con soggetti pregiudicati.le criticità di ordine economico finanziario degli ato hanno quindi avuto ricadute gravissime nella gestione del ciclo dei rifiuti nella regione siciliana contribuendo a determinare situazioni di altrettanto grave pregiudizio per la salubrità dell ambiente e quindi la salute dei cittadini via liberta isola delle femine fronte societa sportiva rinaldo in campo 4

[close]

p. 5

1 i comuni concorrono nell ambito delle attività svolte a livello degli ambiti territoriali ottimali di cui all articolo 200 e con le modalità ivi previste alla gestione dei rifiuti urbani ed assimilati sino all inizio delle attività del soggetto aggiudicatario della gara ad evidenza pubblica indetta dall autorità d ambito ai sensi dell articolo 202 i comuni continuano la gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento in regime di privativa nelle forme di cui all articolo 113 comma 5 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 5

[close]

p. 6

2 i comuni concorrono a disciplinare la gestione dei rifiuti urbani con appositi regolamenti che nel rispetto dei principi di trasparenza efficienza efficacia ed economicità e in coerenza con i piani d ambito adottati ai sensi dell articolo 201 comma 3 stabiliscono in particolare a le misure per assicurare la tutela igienico-sanitaria in tutte le fasi della gestione dei rifiuti urbani b le modalità del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani c le modalità del conferimento della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani ed assimilati al fine di garantire una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovere il recupero degli stessi d le norme atte a garantire una distinta ed adeguata gestione dei rifiuti urbani pericolosi e dei rifiuti da esumazione ed estumulazione di cui all articolo 184 comma 2 lettera f e le misure necessarie ad ottimizzare le forme di conferimento raccolta e trasporto dei rifiuti primari di imballaggio in sinergia con altre frazioni merceologiche fissando standard minimi da rispettare f le modalità di esecuzione della pesata dei rifiuti urbani prima di inviarli al recupero e allo smaltimento g l assimilazione per qualità e quantità dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani secondo i criteri di cui all articolo 195 comma 2 lettera e ferme restando le definizioni di cui all articolo 184 comma 2 lettere c e d inoltre l art 191 ordinanze contingibili e urgenti e poteri sostitutivi del d.l.vo 152/06 norme in materia ambientale conferisce ai sindaci il potere di emettere nell ambito delle proprie competenze ordinanze contingibili ed urgenti per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti anche in deroga alle disposizioni vigenti garantendo un elevato livello di tutela della salute e dell ambiente giusta disposizione art 13 d.l.vo 22/97 al fine di localizzare ovvero realizzare un area nell ambito del territorio comunale da adibire a sito di trasferenza temporaneo dove allocare provvisoriamente i rifiuti in giacenza 6

[close]

p. 7

via garibaldi isola delle femmine dopo la collaborazione con la italcementi si e ormai consolidata la collaborazione tra l amministrazione e la s.i.s raddoppio ferroviario questa mattina abbiamo visto all opera i mezzi e operai della s.i.s che collaboravano con l amministrazione per rimuovere i rifiuti che ormai stavano entrando nelle case 7

[close]

p. 8

arriva la notizia la raccolta rifiuti iniziata questa mattina e terminata l unico autocarro della eco burgus societa consortile a.r.l destinato al nostro comune e pieno forse domattina si riprende e sempre con un solo autocarro 8

[close]

p. 9

ecco come pensano di rimuovere 400 tonnellate di munnezza messa tutta su un unica fila oltre un kilometro di munnezza di lunghezza con una profondita di 1 metro e mezzo ed un altezza di 2 metri 9

[close]

p. 10

via garibaldi isola delle femmine di fronte alla scuola materna munnezza che arriva nelle civili abitazioni 10

[close]

p. 11

come dicevamo la raccolta e finita era solo un gasolone da riempire 11

[close]

p. 12

di fronte a questo indecoroso malsano ineducativo ed illegale spettacolo una prima reazione non può che essere di rabbia rabbia rabbia oltre che paura paura paura per la salute di noi cittadini i cittadini di isola delle femmine che continuano a pagare per un non servizio sono costretti a rischiare per la propria salute e quella dei propri figli isola delle femmine è come da abitudine ancora una volta invasa di munnezza dal centro alla periferia non vi è angolo di strada libera da sacchetti di munnezza di ogni genere non vi sono zone e luoghi sensibili ospedaletto scuole civili abitazioni supermercati palestre edicole macellerie bar posti di ristoro spiaggia alberghi anagrafe casa comunale libere da cumuli e cumuli di munnezza per le strade ormai è impossibile camminare la puzza rende l aria irrespirabile nelle montagne di munnezza si trova di tutto cibo avariato plastica vetro polistirolo mobili materassi mercanzia di ogni genere vernici detriti edili amianto ciò che rende oltretutto pericolosissimo è la loro putrefazione e la formazione di percolato con il rischio di inquinamento delle falde acquifere 12

[close]

p. 13

e una vergogna ed è pericolosissimo per la salute umana una indecenza ed un insulto per i cittadini c è da chiedersi se vi è un responsabile di questo disastro ambientale c è da chiedersi se vi sono state delle omissioni che hanno determinato questo disastro ambientale c è da chiedersi se hanno un nome e cognome questi signori che nulla hanno fatto per evitare questo disastro ambientale c è da chiedersi se mai qualcuno pagherà per i danni causati da questo disastro ambientale il codice penale e civile condanna chi si è reso responsabile del reato di disastro ambientale a quando la notizia a quando la contestazione di un avviso di reato per disastro ambientale n.b dal loro sindaco i cittadini di isola delle femmine si sarebbero aspettati quantomeno una pubblica comunicazione scusandosi ancora una volta per il disservizio e chiedendo ai cittadini una forma di collaborazione non dico tanto almeno uno straccio di manifesto cittadino certo ciò avrebbe rappresentato da parte del sindaco una doverosa forma di rispetto e di considerazione per i suoi concittadini 13

[close]

p. 14

via garibaldi isola delle femmine vicino all ospedaletto vicino al cimitero vicisno al supermercato vicino alla scuola materna vicino al campo sportivo vicino alla italcementi l aggravante addossato alle case dove vivono persone 14

[close]

p. 15

munnezza di tutti i generi 15

[close]

Comments

no comments yet