2010 Cammino da Santiago de Compostela a Fisterre e Muxia

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

8 giugno santiago negreira km 22.5 ­ ore di cammino 5.15 ­ ore totali 5.50 u u altimetria usciamo presto dal seminario purtroppo piove e ci attrezziamo con poncho e ombrello però non fa freddo alcuni pellegrini di sesto fiorentino escono con noi ma tornano a casa oggi è un mese che sono fuori hanno fatto il cammino francese le strade di santiago sono deserte alle 7,30 siamo in piazza obradoiro scendiamo per rua das hortas e attraversiamo un parco di querce che non avevamo mai visto scendiamo fino ad un torrente e risaliamo tra alberi e ginestre ci giriamo per un ultimo sguardo sulla cattedrale e attraversiamo una bella zona residenziale con ville e villette 1

[close]

p. 2

raggiungiamo sempre sotto l acqua ponte maceira un bel paesino medievale siamo in diversi pellegrini finora ne abbiamo contati 12 all alto do vento facciamo colazione lasciando fuori zaini ombrellino e poncho per non allagare il bar altri pellegrini ci hanno preceduto giovanna si rivolge al barista per dirgli che non è compreso nella lista dei locali che si trovano lungo il cammino dataci dall ufficio del turismo lui sorride e allarga le braccia dicendo e la giunta di galizia che decide tutto il mondo è paese tra saliscendi tratti boscosi e tratti di asfalto si arriva a negreira che dobbiamo attraversare tutta ci fermiamo per un menu del dia a 8 euro presso la mezquita riprendiamo il cammino seguendo la strada di fronte che scende per passare sotto un arco con a destra una chiesa-fortezza e a sinistra il palazzotto signorile chiesa e potere sempre a braccetto 2

[close]

p. 3

più avanti un drammatico monumento all emigrante continuiamo in salita per altri 300 metri e siamo all albergue che dista complessivamente 800 metri dal centro cittadino ci sono due camerate quasi piene così aspettiamo l ospitalera tel 664081498 e ci facciamo dare il posto nella stanzetta a piano terra di soli quattro posti in genere tenuta come riserva ci sono molti pellegrini tedeschi un coreano che sembra dersu uzala due lituani due polacche quattro spagnoli che camminano con un francese velocemente l albergue si riempie così l ospitalera va giù all inizio del paese per mettere l avviso che l albergue è completo purtroppo nel corso del pomeriggio continuano ad arrivare pellegrini che non credono a quel cartello e devono tornare indietro perché non sono ammessi posti al suolo scendiamo in paese a prenderci un po di frutta per cena serata in piacevole compagnia degli altri pellegrini e poi a nanna alle 21,30 piove a dirotto per tutta la notte 3

[close]

p. 4

9 giugno negreira ­ olveiroa km 34 ­ ore di cammino 8 ­ ore totali 9.30 u u altimetria alle 7 siamo in marcia pioviggina e fa freddo perciò sotto al poncho teniamo anche la giacca il sentiero è bello con muretti di qua e di là in un bosco di castagni eucalipti e querce punteggiato di ginestre e digitali alle 10 ci fermiamo al bar di vilaseiro per un piatto di jamon molto buono ogni tanto la pioggerella cessa e passo dopo passo arriviamo a la marina 4

[close]

p. 5

la maggior parte dei pellegrini si ferma al primo bar che offre solo bocadillos freddi ma noi andiamo 10 metri più avanti e ci fermiamo all albergue privato che dà menu del dia caldo lì si ferma anche una pellegrina di varsavia che scopriamo chiamarsi giovanna anche lei e molto stanca cammina da sola e forse si fermerà qui da questo momento il cammino è tutto su asfalto il paesaggio è molto bello ma sembra di non arrivare mai a olveiroa 5

[close]

p. 6

finalmente siamo all albergue realizzato utilizzando un gruppo di vecchie case di pietra in mezzo al paese si riconoscono perché hanno gli infissi azzurri troviamo posto appena in tempo in una camerata altrimenti restavano solo due materassi in un horreo c è anche bruno di vicenza e insieme ceniamo alla pensione as prias che si fa d oro con i pellegrini menu del dia 12 euro e camera doppia euro 53 6

[close]

p. 7

10 giugno olveiroa ­ fisterre km 32.3 ­ ore di cammino 7.30 ­ ore totali 9.20 u u altimetria dalle 5,30 iniziano le grandi manovre dei pellegrini che muniti di pile frontali ci deliziano con fasci di luce negli occhi e fruscio di sacchetti di plastica due tedesche imperturbabili accendono la luce anche se ancora alcuni pellegrini stanno dormendo nei loro letti partiamo alle 7 e saliamo fino a hospital dove troveremo il pilastrino con il bivio per muxia camminando a mezza costa con vista su un bellissimo fiume in fondo valle 7

[close]

p. 8

a tratti piove ma con l ombrellino ci si difende bene intorno bei panorami mentre scendiamo alla ermita della madonna della neve 8

[close]

p. 9

infine lasciamo delle pietre al cruceiro marco do mont 9

[close]

p. 10

arriva il sole e la nebbia si dirada così al culmine della salita possiamo ammirare tutto il golfo di cee e il promontorio di fisterre con il suo faro ci raggiunge simon un ragazzo tedesco di 20 anni che si ferma emozionato ad ammirare l oceano e fisterre 10

[close]

p. 11

scendiamo a cee e percorriamo il lungomare abbellito da grandi piante di ortensie e incrociamo gli spagnoli e il francese partiti prima di noi in ripida salita lasciamo il mare rientriamo nel bosco e camminiamo seguendo la strada statale arrivando prima alla spiaggia di estorde e poi a quella di sardineiro dove ci fermiamo a pranzo 11

[close]

p. 12

riprendiamo il cammino e giunti alla spiaggia di langosteira da cui si vede fisterre la attraversiamo a piedi raccogliendo conchiglie sono le 17 e l albergue ormai è completo lì prendiamo la compostela di fisterre e salutiamo di nuovo gli spagnoli e il francese che hanno fatto amicizia con una giapponese sul camino da sola con i figli di 10 e 13 anni non abbiamo notizie di ezio il nostro amico pellegrino del sudafrica conosciuto nel 2004 che ci aveva avvisato che in questi giorni era per l ennesima volta a fisterre all ospitalera chiediamo se fosse venuto a cercarci ma ci dice che nessuno si è fatto vivo perciò perdiamo ogni speranza di incontrarlo ci sistemiamo in una piccola pensione accanto all albergue cabo fisterre e con 30 euro ce la caviamo per una camera semplice ma pulita 12

[close]

p. 13

11 giugno fisterre ­ muxia km 32.5 ­ ore di cammino 7.45 ­ ore totali 9.15 u u altimetria alle 7 siamo fuori il bar di fronte è aperto e dopo una breve incertezza visto che avevamo mangiato qualcosa in camera entriamo per un café con leche caldo ci sediamo a un tavolo e mentre guardiamo verso la porta incredibile ma vero appare ezio gli corriamo incontro e ci abbracciamo ci aspettava per domani e stava per mandarci un messaggio sul cellulare in effetti il nostro programma è anticipato di un giorno a causa della meridiana in ogni modo il miracolo è avvenuto e siamo insieme ci racconta che è lì per cercare di realizzare il suo vecchio sogno di creare un villaggio ecologico basato sui cerchi celtici non vorrebbe tornare in sudafrica ma finalmente stabilirsi in questo posto che gli piace tanto ci aggiorna sugli altri pellegrini del 2004 e così veniamo a sapere che helmut si è sposato con marisa e vive in australia di dario non sa niente e noi gli diciamo che lo abbiamo visto su myspace con renate si sente spesso come d altronde noi ci dà dei consigli sul percorso per muxia e a malincuore ci salutiamo dandoci appuntamento a firenze in ottobre quando verrà in italia a salutare la nonna che vive in friuli la tappa si rivela bella ma inaspettatamente stronca gambe con continui saliscendi 13

[close]

p. 14

seguiamo la strada nazionale che lasciamo a sinistra per salire a s.martino de duio con ampie vedute sulla spiaggia di langosteira e nuvolo ma non piove 14

[close]

p. 15

seguendo i consigli di ezio ci teniamo sulla sinistra e così possiamo vedere dall alto la bellissima spiaggia del rostro poco prima di risalire a padris arrivati a lires ci fermiamo al bar per farci mettere il sello che ci permetterà di essere accolti all albergue di muxia poco prima abbiamo incrociato bruno che da muxia sta andando a finisterre e ritorno così ci diamo appuntamento per domenica sera da manolo a santiago 15

[close]

Comments

no comments yet