Nibiru e gli Anunnaki

 

Embed or link this publication

Description

Una analisi di otto punti principali della teoria di Zecharia Sitchin sull' origine della civiltà umana. Tra analisi scientifiche, letterarie e archeologiche per scoprire cosa c' é di vero nel 'mondo degli Anunnaki'. Si tratta della versione molto riassun

Popular Pages


p. 1

3

[close]

p. 2

4

[close]

p. 3

da ormai circa 7 anni i miei studi relativi alla teoria di zecharia sitchin mi portano a raccogliere materiale scientifico e letterario per stabilirne se non la veridicità almeno la plausibilità quando iniziai la ricerca non pensai che dal mondo scientifico potessero venire così tanti indizi come quelli che riuscivo a raccogliere mi resi conto ben presto che avrei dovuto suddividere e catalogare tutto il materiale con riferimenti ai singoli passaggi dei libri dell autore ciò però implicava un lavoro immane circa 2 anni fa mi venne in mente di riordinare le idee e il materiale sotto forma di libro o quantomeno di articoli divulgativi fu così che mi imposi di buttare giù le nozioni che avevo acquisito scrivendo una serie di articoli che postai in numerosi siti tematici e infine raccolsi nel mio sito personale da quegli articoli poi composi il mio primo esperimento letterario il libro `mille cose nascoste avevo nel mentre già iniziato a redigere quello che doveva essere il mio `capolavoro il più dettagliato e completo commentario dei vari aspetti della teoria di sitchin e la più completa analisi delle critiche mossegli il lavoro andò per le lunghe più volte fui tentato di interromperlo per le varie difficoltà che mi trovavo ad affrontare prima fra tutte il fatto che più mi avvicinavo alla fine della stesura più nozioni riuscivo ad acquisire tramite le mie ricerche online trovandomi così a dover di tanto in tanto modificare ed ampliare ciò che già avevo considerato esaurientemente trattato il successo di `mille cose nascoste inoltre mi portò ad amministrare collaborando con il fondatore federico zaffarano un gruppo dedicato a sitchin sul social network facebook mi portò inoltre a mettermi in contatto con erik parker webmaster e discepolo di sitchin e con sasha lessin un autore americano che aveva scritto un eccellente saggio intitolato `enki speaks ­ bred to slaves dedicato all analisi meticolosa del libro dell orientalista russo `the lost book of enki tutta questa serie di stimoli da un lato mi spronava da un altro lato mi bloccava inquanto mi rendevo conto che diveniva sempre più difficile ordinare le idee stabilire un efficace scheletro per il libro che stavo preparando mi trovai più volte a pensare `non finirò mai d altra parte ovunque scrivessi riguardo a sitchin ricevevo decine e decine di domande alle quali cercavo di fornire la mia risposta dettagliata ove possibile accompagnata da links o da titoli di libri che trattassero l argomento a distanza di circa 1 anno e 8 mesi dall inizio della stesura del mio libro tuttora in corso mi venne l idea di raccogliere il materiale che avevo pubblicato sul gruppo 5

[close]

p. 4

`zecharia sitchin italia in una sorta di bignami che trattasse alcuni dei punti principali della teoria nasce così questo piccolo libro che mi piace considerare come un completamento di `mille cose nascoste e un degno anticipo a quello che sarà il mio lavoro principale nel libro che mi sto affrettando a completare infatti sarà disponibile tutto il materiale compreso in questo libro più tantissime altre analisi soprattutto linguistiche letterarie e scientifiche che a mio parere cambieranno completamente il modo in cui la teoria di sitchin andrà vista sia beninteso mai e poi mai io affermo nei miei libri che tutto ciò che sitchin afferma è esatto e che le cose son andate esattamente come lui sostiene io stesso dissento da sitchin in alcuni punti minori che sitchin però abbia ragione su tantissimi punti e che questi punti trovino riscontro scientifico é mia convinzione personale che non voglio inculcare nella testa di nessuno ciò che il mio lavoro vuole ottenere è solo far capire alle persone quanti indizi letterari scientifici e linguistici sembrano supportare in toto la teoria dell autore russo in quest ottica presento al pubblico questo `nibiru e gli anunnaki ­ una analisi scientifica non si tratta di un libro completamente esaustivo ma di un manuale che permette di muovere i primi passi nel mondo della teoria e di venire a conoscenza di alcuni dei tanti indizi che da ogni campo vengono in aiuto della stessa nel contempo mi pongo l obiettivo di fornire alcune spiegazioni e di divulgare alcune nozioni che il lettore medio non ha modo di reperire nella vita di tutti i giorni e di far pensare a chi legge quanto veniamo tenuti appositamente ignoranti da un establishment che per paura di mettere in gioco le nozioni acquisite ormai tantissimi anni fa preferiscono ignorare e nascondere la conoscenza desidero ringraziare in primis sasha lessin erik parker e l amico antonello corsi pettinato per l aiuto datomi nell analisi dei testi in lingua e l amico federico zaffarano per l opportunità di amministrare assieme a lui il più numeroso gruppo italiano in supporto della teoria di sitchin `zecharia sitchin ­ italia 6

[close]

p. 5

indice zecharia sitchin la teoria di base il mistero del diluvio l aspetto genetico attendibilità dei parametri orbitali legame tra mesopotamia e mesoamerica guerre atomiche nel 2024 a.c il lato linguistico identificazione di nibiru/marduk nove obiezioni al lato astronomico della teoria bibliografia e links p.9 p.14 p.22 p.25 p.29 p.34 p.38 p.40 p.43 p.61 7

[close]

p. 6

8

[close]

p. 7

zecharia sitchin la teoria di base secondo z sitchin il nostro sistema solare avrebbe un pianeta membro che viaggia su una orbita molto ellittica con un periodo di rivoluzione intorno al sole di circa 3.600 anni questo pianeta chiamato nibiru o marduk miliardi di anni fa quando il nostro sistema solare era ancora in via di formazione sarebbe stato catturato dall attrazione gravitazionale di nettuno e deviato dal suo percorso verso l interno una volta arrivato in prossimità di giove il suo corso fu nuovamente deviato verso una orbita più interna fino a che venne a trovarsi in posizione tra marte e giove dove un suo satellite ebbe una sorta di scontro cosmico con un pianeta che si trovava in traiettoria chiamato tiamat dallo scontro il pianeta urtato venne sobbalzato assieme a un suo satellite kingu tra venere e marte dando origine al sistema terra-luna una parte di tiamat sotto forma di frammenti ricadde sul suo satellite e i residui dei satelliti del pianeta invasore furono scagliati lungo una orbita oblunga e retrograda dando origine alle comete altri pezzi rimasero li sul luogo dell impatto tra marte e giove generando la fascia principale degli asteroidi man mano che si stabilivano nuovi equilibri e si andavano a stabilizzare le orbite il sistema solare prese la forma attuale il pianeta invasore che ospitava sulla sua superficie forme di vita organica a livello macromolecolare trasferì nell urto parte di questa materia sul pianeta colpito secondo sitchin la vita sul pianeta invasore si evolvette molto più velocemente che sul nostro tanto che la civiltà che lo abitava chiamati anunnaki nei testi sumerobabilonesi 450.000 anni fa circa viaggiò fino alla terra per fondarvi una colonia intraprendendo lavori di estrazione di minerali in particolare di oro questo elemento doveva essere trasformato in fini polveri per essere rilasciato nell atmosfera di nibiru per ripararla dai danni che si aggravavano ad ogni passaggio del pianeta nel suo punto più vicino al nostro sole a causa dell eccessivo calore e dell aumento di velocità che il pianeta subiva nella parte più stretta della sua ellisse rotazionale furono fondati così i primi insediamenti nel medioriente luogo di atterraggio degli anunnaki e fu stabilita una gerarchia di comando per i lavori nel contempo venne mantenuta una stazione in orbita e successivamente fu fondata una colonia su lahmu marte da dove un gruppo di questi esseri chiamati igigi coloro che osservano dirigevano le operazioni di trasferimento in seguito a un ammutinamento di alcuni lavoratori 300mila anni fa circa uno degli scienziati venuti dal pianeta enki creò l homo sapiens lulu mescolando l ovulo di una ominide terrestre con il proprio sperma questo per creare una serie di individui che 9

[close]

p. 8

portassero avanti le operazioni di estrazione al posto degli extraterrestri successivamente attraverso operazioni di ingegneria genetica questi esemplari furono resi capaci di procreare ottenendo quello che noi chiamiamo homo sapiens il quale si diffuse sulla terra in particolar modo nell africa nel medio oriente e nella valle dell indo questi personaggi diedero inizio nel corso di vari millenni alle varie forme di civiltà la prima fu quella dei sumeri poi quella egiziana e successivamente quella esteuropeaindiana secondo sitchin le storie raccontate dalla bibbia e quindi la genesi il diluvio universale la vicenda di sodoma e gomorra ma anche alcuni racconti lasciatici dalle culture egizie e mesopotamiche non sarebbero altro che delle cronache dei tempi in cui questi esseri abitavano sul nostro pianeta in particolare lui identifica tre episodi 1 il diluvio universale fu causato dal distacco di una massa di ghiaccio dall antartide in un periodo a cavallo della fine dell ultima era glaciale approssimativamente tra l 11.000 e il 10.000 a.c ­ sitchin narra che il racconto della bibbia secondo cui `dio mandò il diluvio non è altro che un sunto della decisione di enlil di non rivelare all uomo l avvicinarsi della imminente catastrofe che era stata prevista da enki che regnava nel sudafrica 2 il racconto della torre di babele sarebbe la cronaca del tentativo di marduk e suo figlio nabu di prendere possesso di sumer dove invece regnava una altra fazione per impedire ciò e la costruzione da parte di marduk di un suo tempio la fazione regnante decise di muovere guerra e scacciare marduk e i suoi seguaci dividendoli in varie terre e ordinando ad ogni gruppo una nuova lingua sitchin data questo evento a circa il 3450 a.c 3 la distruzione di sodoma e gomorra fu un atto che fa seguito alla decisione del consiglio degli anunnaki di muovere di nuovo guerra contro marduk e nabu che ancora una volta pretendevano il dominio sulle terre di sumer e babilonia la guerra avvenne con l impiego di armi nucleari e chimiche di cui si troverebbero ancora i segni nella penisola del sinai nella piana del mar morto e nella zona di harappa ­ moenjo daro sitchin data questo evento al 2024 a.c sitchin sostiene che le religioni delle prime culture terrestri non sono altro che l eco delle vicende riguardanti questi esseri che vennero adorati dagli uomini e il cui culto si sparse in tutto il mondo ciò fu agevolato dal fatto che alcuni di questi esseri si trasferirono con dei seguaci nel continente sudamericano in quello asiatico e nel nordeuropa creando di 10

[close]

p. 9

volta in volta dei piccoli gruppi da cui sarebbero discese le popolazioni fino ad arrivare alle nascite di vere e proprie civiltà sitchin sostiene inoltre che i maggiori centri megalitici sparsi nel globo siano stati costruiti dagli anunnaki con funzione prevalentemente calendariale ed astronomica le piramidi di giza siano state costruite subito dopo il diluvio come fari che segnassero la rotta di atterraggio verso il sinai dove stava il centro di controllo missione la sfinge fu costruita per segnalare cronologicamente il momento della costruzione delle piramidi l era del leone e che il suo volte fosse in origine quello del dio che progettò le piramidi ningishzidda e che solo successivamente fu ri-scolpito per immortalare il volto di marduk/ra le civiltà meso e sudamericane discendano direttamente da quella mesopotamica e si sarebbero formate in due diverse fasi una tramite un gruppo di coloni portati nelle ande per estrarre metalli e una a causa dell esilio di una divinità espulsa dall egitto che si stabilì nel centro america e che fondò i primi centri astronomici sitchin basa le sue teorie sullo studio di tavolette di argilla mesopotamiche contenenti le cronache ed i miti locali sui miti delle popolazioni di altre zone del globo in particolare il sudamerica reperti archeologici quali sigilli monili statue incisioni e studi in ambito scientifico che sembrano confermare le sue conclusioni non ultima una rivisitazione linguistica degli scritti lasciatici da sumeri accadi babilonesi e del vecchio testamento 11

[close]

p. 10

orbita di nibiru secondo zecharia sitchin raffigurazione dell orbita di nibiru che incrocia l orbita di tiamat 12

[close]

p. 11

raffigurazione dello scontro tra nibiru e tiamat sigillo va/243 uno dei documenti fondanti della teoria di z sitchin 13

[close]

p. 12

il mistero del diluvio uno dei `misteri mitologici più controversi a livello globale è il racconto di un diluvio che spazzò via la civiltà al quale però l uomo sopravvisse per volere dello stesso dio che aveva mandato questa `punizione in alcuni racconti il diluvio è un evento locale in altri un evento a livello planetario in alcuni racconti si afferma addirittura che gli dei stessi o il dio stesso aiutarono l uomo a ricreare la civiltà dopo il diluvio quasi tutti i racconti però sono basati su alcuni concetti chiave il diluvio ha una funzione `punitiva un uomo e una donna benedetti da un dio o dagli dei riescono a salvarsi questa coppia `benedetta si salva grazie ad una imbarcazione costruita secondo indicazioni divine il diluvio segna la fine di una era o di un percorso storico e al diluvio segue una nuova fase evolutiva il mito del diluvio è registrato in più di 15 civiltà diverse ognuna ha delle varianti alcune hanno un racconto molto dettagliato altre solo qualche accenno zecharia sitchin nei suoi libri analizza in maniera approfondita il racconto del diluvio tramandatoci dalla bibbia dalle fonti mesopotamiche e da quelle mesoamericane ripercorrerò qui i punti salienti dei vari miti del diluvio giuntici da queste 3 e da altre popolazioni 1 il diluvio nella bibbia il racconto del diluvio universale presente nella bibbia presenta degli elementi estremamente controversi il particolare che più di ogni altro ha colpito e lasciato perplessi gli esegeti e studiosi è l improvvisa decisione di dio dopo aver dichiarato la volontà di eliminare il genere umano di salvare 8 persone noè la moglie e i suoi 3 figli con le rispettive mogli se l umanità era corrotta e noè era garanzia di rettitudine così non era però per la moglie per i 3 figli e le 3 nuore di noè eppure dio permette che queste persone siano i nuovi `capostipiti di tutta l umanità un altro particolare controverso è la cronologia del diluvio in alcuni passi genesi 7:17 si dice che il diluvio imperversò per 40 giorni e 40 notti in altri versi il diluvio spazzò la terra per 150 giorni genesi 7:24 come se il racconto biblico fosse un condensato di 14

[close]

p. 13

almeno 2 versioni inoltre se si dà ragione alla frase riguardante i 150 giorni c è un altro punto da chiarire in genesi 8:4 si afferma che alla fine dei 150 giorni le acque si erano ritirate e nel 17° giorno del 7° mese l arca si posò sul monte ararat ma 150 giorni sono 5 mesi non 7 mesi nonostante questo noè rimane ancora nell arca perché in genesi 8:5 si afferma che le acque continuarono a ritirarsi fino al 10° mese e il primo giorno del 10° mese le cime delle montagne divennero visibili 2 il diluvio in mesopotamia le due fonti principali del racconto del diluvio in mesopotamica sono l epica di gilgamesh e l atra hasis la vicenda del diluvio ha inizio a shuruppak in un non precisato periodo ziusudra non dà nessun riferimento temporale vi si trovarono riuniti tutti `i vecchi dei in quei giorni il mondo pullulava la gente si moltiplicava il mondo mugghiava come toro selvaggio e il grande dio venne destato dal clamore enlil udì il clamore e disse lo strepitio dell umanità non è più tollerabile e il sonno non è più possibile così gli dei si accordarono per sterminare l umanità lo fece enlil ma ea per il suo giuramento mi avvertì in sogno del tremendo piano secondo la versione mesopotamica che è stata inserita nel racconto di gilgamesh quindi il diluvio sembra un atto volontariamente causato da un dio iracondo enlil questa del racconto di gilgamesh è una versione che riassume molto l inizio della storia quella della decisione di enlil nel poema `atra hasis e il diluvio invece ci si ferma di più su questa fase iniziale raccontando che all inizio enlil pretendeva che fosse ea a porre fine al genere umano ma questi si rifiutò questo non è mio potere non è una azione per me è una azione per te enlil e tuo figlio ninurta se vuoi un diluvio dì a ninurta di aprire le porte del cielo 15

[close]

p. 14

quando ea per far si che ziusudra si salvasse gli dà le indicazioni per costruire una barca usa queste parole conduci quindi nella nave il seme di tutte le creature viventi il termine utilizzato nel poema per descrivere la barca è ma.gur.gur che significa `che può rotolare e capovolgersi dalla descrizione più che una barca o nave sembra si tratti di una specie di `sottomarino o `sommergibile la frase `il seme di tutte le creature viventi ha destato non poco imbarazzo tra i sumerologi perché è una di quelle espressioni di chiara traduzione ma con un significato che nel contesto dell epoca è assolutamente fuori luogo se è lecito pensare a un vero e proprio seme per le piante e i frutti come si dovrebbe interpretare questa espressione nel caso di animali e uomini più avanti nel testo ziusudra ricorda che poi sorsero gli dei dell abisso nergal divelse le dighe delle acque dell absu ninurta abbattè gli argini e i sette giudici gli anunnaki innalzarono le loro torce illuminando la terra con le loro livide fiamme l espressione `acque dell absu è un riferimento geografico indica che le acque si riversarono da sud l absu era la regione di dominio di nergal e sua moglie ereshkigal e precedentemente sotto dominio di enki corrispondeva grossomodo al sudafrica una conferma di questo riferimento si trova qualche riga più avanti nel testo i venti soffiarono per sei giorni e sei notti fiumana buffera e piena sopraffecero il mondo all alba del settimo giorno la tempesta del sud diminuì divenne calmo il mare dal racconto si legge che `la nave sul monte nisir si arenò lì rimase incagliata la nave il monte nisir che ricorre in alcune tavolette di re assurbanipal in cui egli scrive di aver trovato la nave di ziusudra attualmente viene generalmente identificato con il pir magrun ed è localizzato al confine tra il kurdistan iraqeno e la turchia dell est l antica 16

[close]

p. 15

anatolia approssimativamente nel tratto in cui è collocato l ararat della bibbia data la non definitiva identificazione di entrambe le montagne ci si può permettere una certa tolleranza 3 il diluvio nelle ande e nel sudamerica dalle popolazioni andine ci sono giunte poche testimonianze sul diluvio non abbiamo racconti elaborati e dettagliati come nel caso della bibbia dell atra hasis o dell epopea di gilgamesh due racconti in particolare però ci raccontano dei particolari abbastanza curiosi il mito del diluvio e dei tre figli d pacha il primo uomo creato ci dice che il diluvio fu causa della distruzione del primo popolo in seguito a un `gioco alla guerra dei tre fratelli questi volevano combattere ma non avendo avversari decisero di combattere il drago il quale ferito dalle frecce dei fratelli si difese gettando acqua dalla bocca quest acqua ricoprì le ande e l intera terra pacha il primo uomo trovò rifugio per sè i suoi figli e loro mogli sulla vetta del monte pichincha che sovrastava la città di quito giunto al sicuro costruì una capanna e vi raccolse moltissime specie di animali e una bastevole quantità di cibo e attese che la furia del diluvio si attenuasse dopo qualche tempo liberò un grande uccello l ullaguanga che tuttavia non fece ritorno perchè trovò sufficiente possibilità di nutrimento nei corpi degli animali morti sparsi nella vallata un altro uccello però liberato da pacha tornò portando nel becco delle foglie verdi e da questo segno pacha dedusse che la vita vegetale aveva ripreso a svolgersi e che quindi era ormai possibile lasciare la cima del pichincha in questo racconto si possono notare subito alcuni tratti comuni agli altri miti l acqua che ricopre un monte altissimo il pichincha è un vulcano dell equador alto 4780 metri ­ l ararat è un vulcano alto 5170 metri e tutte le terre circostanti gli uccelli che vengono mandati in avanscoperta l uccello ullaguanga a volte è identificato con i `gallinazos gli avvoltoi altre volte con i corvi un uomo saggio e la sua famiglia che si salvano la raccolta di animali per dare di nuovo inizio alla vita dopo il ritirarsi delle acque e interessante anche notare la strana conclusione del racconto insieme alla sua famiglia si stabilì in una capanna nel luogo ove sorge la città di quito per vivervi sempre ma accadde che i suoi figli si trovarono improvvisamente a parlare lingue diverse e a non essere più in grado quindi di intendersi a causa di questo misterioso evento i tre fratelli e il loro padre pacha lasciarono quel 17

[close]

Comments

no comments yet