Il Granata Acerra 2.5

 

Embed or link this publication

Description

Il Granata - periodico sportivo locale - Anno 2 n.5 edizione Gennaio 2012

Popular Pages


p. 1

il granata acerra la passione non ha compromessi free press edizione gennaio 2012 periodico sportivo locale anno ii numero 5 www.exactitalia.it trofeo della befana l editoriale un toro smanioso reclama la giusta platea di angelo milione nel ricordo di giovanni emozione per i 1464 in gara pag 10 il derby al basket acerra leoni gara avvincente e corretta con gran pubblico inesperti e nervosi il big match al marcianise presentazione acerrana c7 inizio col botto 8 pag il granata vince il campionato ma perde la finale champions15 pag saturday akery eventi le solite distrazioni rallentano mr.leone acerrana c5 pag 10 napoli odi et amo il caso de sanctis acerrana da sballo sei vittorie consecutive primato solitario a +5 punti dalla seconda eccellenza ad un passo ma quel passo non possono farlo solo società e giocatori quel passo va fatto tutti insieme i tifosi sono da sempre considerati il dodicesimo uomo in campo coloro che danno la spinta coloro per i quali si zuppa la maglietta di sudore l editoriale di questo mese è un invito ai nostri concittadini ai pag 3 giovani agli storici appassionati a seguire l acerrana dal vivo sugli spalti del comunale ma anche nelle emozionanti trasferte di questo girone che ci vede protagonisti assoluti il comunale di via manzoni capienza di 5000 posti vede incredibilmente le tribune occupate per un massimo di 300 posti ogni partita con l acerrana capolista questo non è ammissibile questi ragazzi hanno bisogno di maggiore sostegno lo strameritano riteniamo opportuno pubblicare in merito a questa strana situazione il significativo messaggio lasciato sulla bacheca facebook de il granata da un tifoso storico che segue costantemente le gesta della squadra in casa ed in trasferta al sole o sotto il diluvio che ha il toro marchiato a fuoco sulla pelle con l auspicio che queste parole possano scuotere la passione granata che vive in ogni acerrano io proprio non capisco cosa stia accadendo ai tifosi del toro s è innescato uno strano processo e da pag 5 sta cancellando tutte le dinamiche del calcio del tifo dell amore per la propria squadra del cuore una squadra raggiunge il vertice anzi consolida il primato infila un filotto di vittorie e cosa accade accade che lo stadio si svuota sempre più una strana proporzionalità inversa più sali in alto meno tifosi vengono allo stadio eppure il toro i tifosi li ha li ha sempre avuti spero ne avrà sempre il problema è farli tornare allo stadio per cantare trepidare e sognare tutti insieme in un sol blocco come avveniva poco tempo fa quando il granata ed il toro rappresentavano un paese connotavano un popolo fiero unito orgoglioso di vincere anche se si gioca su campi polverosi spelacchiati ma pur sempre rettangoli di gioco l importante è dare un segnale essere etichettati ccme vincenti certo in un momento storico così incerto e controverso dove la pag 14 crisi attanaglia sempre più tutti i ceti medi potrebbe sembrare naturale questo scollamento tra la squadra e la città questo allontanamento dal calcio cosiddetto amatoriale ed io invece dico no anzi ora più che mai bisogna tornare allo stadio sentire il contatto fisico l appartenenza ad una comunità l orgoglio di poter dire noi siamo acerrani noi siamo l acerrana noi esistiamo da 86 anni pag 11 il calcio dilettantistico ha subito un appiattimento uno schiacciamento sproporzionale con l avvento della tv satellitare la maggior parte degli appassionati preferiscono poltrire sul divano di casa con un semplice click del telecomando possono guardare le gesta di barcellona real madrid manchester bello bellissimo ma cosa continua a pag 15 pag 13 resta dentro?

[close]

p. 2

sor ano dal 1955 ingrosso e dettaglio associato consorzio di.al s.r.l via volturno 68 via bormida acerra tel e fax 081.885.73.08 servizio a domicilio acque birre vini bevande alimentari liquori

[close]

p. 3

trofeo della befana il primo senza giovanni tra successo e commozione ome ogni anno dal 1988 si è rinnovata ad acerra la consueta corsa della befana organizzata dalla società sportiva libertas atletica 88 acerra nella persona del nuovo presidente antonio zito ancora un volta per le vie della nostra città nastro di partenza ed arrivo in via dei mille hanno gareggiato una moltitudine di podisti di tutte le età provenienti sia dalla campania che da altre zone d italia alla stracittadina di quest anno hanno preso parte ben 1464 atleti dando vita ad una magnifica giornata di sport il vincitore assoluto della gara maschile è stato il plurimedagliato delle fiamme azzurre angelo iannelli che ha percorso in 36 47 i 12 km previsti alla strepitosa media di 3 04 al km secondo posto per pasquale scala della enterprise sport service e terzo per giuseppe angelillo della nikaios gragnano a prima donna a tagliare il traguardo è stata annamaria vanacore dell atletica scafati con il tempo di 45 49 bellissimo il gesto della vincitrice di regalare la coppa conquistata alla signora maria zito sugli altri due gradini del podio alessandra insogna dell asd amici del podismo maddaloni e loredana vento del team poligolfo formia si è aggiudicato il trofeo quale migliore società sportiva partecipante l asd napoli nord marathon presente con ben 78 atleti totalizzati 36008 punti proprio iannelli antonio presidente della napoli nord marathon ha dichiarato soddisfatto sono felice per il rendimento dei miei atleti soprattutto quest anno che ci tenevamo a far bene per ricordare ed onorare il grande impegno profuso dall ex presidente giovanni zito che da 23 anni proponeva una gara podistica diventata sempre più importante riuscendo a riunire più di trentacinquemila atleti nel corso degli anno ii numero 5 26 gennaio 2012 23°trofeo della befana 1464 al via c il granata acerra periodico sportivo locale chiuso in stampa il 26.01.2012 la passione non ha compromessi © premiazione con la gigantografia di giovanni zito anni ora non ci resta che dare una mano al neo presidente antonio zito per la riuscita dei prossimi eventi in questa bellissima giornata come anticipato non sono mancati imomentidicommozione i n particolare toccante è stata la scena ad inizio manifestazione quando è stata posta sulla griglia di partenza una gigantografia dell ex presidente giovanni zito e poi in chiusura durante le premiazioni virginia e antonio hanno ricordato il papà scomparso pochi mesi fa per il neopresidente e stata dura ma alla fine ce l ho fatta la 23° edizione del trofeo della befana è stato un successo un grazie a mio padre giovanni che nonostante l assenza è stato sempre presente al mio fianco nel corso dei mesi che mi hanno visto impegnato nell organizzare l evento virginia zito nonostante non abiti più ad acerra è stata una figura indispensabile per la riuscita della manifestazione e stata una giornata frenetica ma molto bella ed intensa sono contenta per la riuscita della manifestazione anche se non è equiparabile a quelle organizzate dal nostro vulcanico presidente che ci ha lasciato ma resta sempre nei nostri cuori g.belaeff registrazione tribunale di nola n.1/2011 del 15/02/2011 direttore responsabile gioacchino di capua direttore editoriale enzo bruno redazione angelo milione gianluca belaeff davide bova andrea luigi mennitto vincenzo tanzillo marco tanzillo francesco mennitto mariano toscano alfredo giaccio giuseppe cammisa michele tortora web master giuseppe alessio nuzzo photo g belaeff maria messina impaginaz e grafica e.bruno isidoro izzo tiratura 2500 copie stampa lithogar cercola il granata è un periodico sportivo gratuito distribuito nella città di acerra il granata via regina sibilia 65 acerra na redazioneilgranata@gmail.com www.ilgranata.it l comunicato stampa libertas atletica 88 cari atleti cara popolazione di acerra vi ringraziamo per essere stati presenti alla manifestazione del 6 gennaio 2012 come ben sapete alcuni mesi fa abbiamo subito una dura perdita quella di nostro padre giovanni il vulcanico presidente che voi tutti avete avuto il piacere e la fortuna di conoscere ci siamo sforzati in sua assenza di rendere questa manifestazione simile a quelle organizzate da lui ma sappiamo bene che abbiamo ancora molta strada da fare seguendo le sue orme lo faremo mettendo in quest avventura tutto il nostro entusiasmo e il nostro impegno ultimi ma doverosi ringraziamenti li dobbiamo fare alla segreteria della società che ha svolto un lavoro eccelso nel raccogliere le iscrizioni alle protezioni civili ai vigili del comune di acerra alle forze dell ordine intervenute nella manifestazione e alla stampa locale sempre pronta a trasmettere le informazioni riguardanti la società virgina e antonio zito per la pubblicità su questo giornale 320.60.77.335 329.14.85.139 la collaborazione a questa testata è da ritenersi completamente gratuita le foto e gli articoli inviati non si restituiscono gli articoli pubblicati riflettono il pensiero dei singoli autori i quali se ne assumono la responsabilità civile e penale sii un nome ed un cognome sii sii carne e sangue cuore e voce a di buono

[close]

p. 4



[close]

p. 5

acerra 5 anno ii numero 5 26 gennaio 2012 acerrana del l simonetti e l ariano spingonovecchio «ad acerra acerrana a +5 i granata allungano sull intercasertana decisivoper fare risultato» il big-match del 26 febbraio iornata forse decisiva per la svolta del campionato di promozione le due partite clou di giornata terminano con lo stesso punteggio 1-0 per la gioia dei tifosi granata infatti se gli uomini di castaldo ancora squalificato in panchina frezza regolano come da pronostico un volenteroso s.felice arriva invece inaspettato lo stop dell intercasertana che nel pome ri ggiodomenicale cade nella tana di un vis ariano rinforzato nel mercato invernale contro i cugini del real san felice a cancello è assente noviello non rischiato per precauzione a causa di un lieve problema muscolare ma rientra dalla squalifica izzo gli acerrani si schierano con l ormai consueto ed affidabile 4-4-2 davanti a sannino solita difesa a quattro con cuomo e curcio centrali ed ai loro lati casolaro e m aion e centrocampo imperniato sul duo izzoildebrante con il giovane sais a sinistra e simonetti a destra in attacco conferma per la coppia guerra-milvatti ospiti con modulo speculare ma ovviamente con vocazione difensiva l intento è di portare a casa almeno un punto per rimpinguare una scarna classifica pallino del gioco nei piedi dei granata sin dalle prime battute all 8 occasione per milvatti che su cross di sais impatta bene il pallone ma sulla linea salva in angolo un difensore ospite gara piacevole per g merito dei padroni di casa sais e simonetti riescono a saltare gli avversari con una certa facilità e sfornano cross interessanti che non vengono sfruttati a dovere dagli attaccanti il gol è nell aria ed arriva al 21 quando su spizzata di milvatti ,guerra si invola sulla destra e viene anticipato dal suo compagno simonetti che fulmina grillo 1-0 strameritato e gara in discesa doppia occasione per milvatti nel giro di due minuti prima tira alto dai 25metri e poi sull esterno della rete dopo un bel cross di sais ospiti volenterosi ma non pervenuti in attacco ripresa che inizia con gli stessi effettivi per i due allenatori al 47 occasione d oro per milvatti il quale dopo aver stoppato nel cuore dell area un cross di guerra centra in pieno volto con un tiro a botta sicura l ultimo avversario rimasto a difesa della propria porta il portiere era a terra errore clamoroso ma prestazione generale ancora una volta molto positiva del nuovo attaccante granata su questa occasione si spegne la squad ra locale gioca improvvisamente sotto ritmo quasi in maniera irritante l unico neo della capolista è quello di non riuscire a chiudere anticipatamente le par tite contro avversari modesti che prima o poi nell arco dei 90 un occasione pericolosa riescono a costruirla e proprio il san felice a pochi istanti dalla fine del match va vicinissimo al pareggio errore di piscopo subentrato a simonetti e ventrone si invola in area grandissima respinta di sannino sul risultati 18^giornata bolide del n°9 ospite serino 1928 ­ f.scandone 0-1 che salva di fatto il acerrana ­ s.felice a c 1-0 risultato dopo due h.casagiove ­ lioni calcio 2-1 minuti di recupero s.m.v.caudina ­ rione mazzini 3-0 l a rbi t ro fi sch ia l a vis ariano ­ intercasertana 1-0 fine.tripudio sugli spalti real suessola ­ venticano 4-1 per i granata applauditi maddaloni atletico benevento 0-3 da un pubblico non s.marco trotti ­ real forino 0-1 ancora presente in massa come si dovrebbe prossimo turno per la capolista intercasertana-hermes casagiove ma il bello deve ancora rione mazzini-serino 1928 venire nel pomeriggio si venticano-san marco trotti apprende della caduta real forino-vis ariano dell intercasertana ad ariano +5 in classifica san felice a canc real suessola in favore dei granata ma f.scandone-maddaloni il cammino è ancora atl.benevento-acerrana difficile e impervio lioni calcio-s.m.valle caudina acerra sportiva sogna promozione playoff playout g di capua promozione girone c classifica acerrana 45 intercasertana 40 s.marco trotti 32 hermes casagiove 30 felice scandone 30 vis ariano 29 real suessola 28 lioni calcio 26 rione mazzini 24 real forino 20 s.m.valle caudina19 atl.benevento18 serino17 s.felice a cancello16 venticano14 s.maddaloni10 retrocessione

[close]

p. 6

anno ii numero 5 26 gennaio 2012 acerra 6 acerrana le pagelle di cinque sfide segneranno il cammino granata acerrana-real san felice di andrea luigi mennitto febbraio di fuoco sannino 8 tanto sannino nei tre punti conquistati dalla squadra strepitosa la partita dell estremo difensore granata nei minuti finali della partita quando abbassa la saracinesca rendendo vano il sogno del pareggio degli ospiti la prontezza di riflessi vale i due punti portati a casa casolaro 6 prova modesta bravo a non farsi sopraffare dagli attaccanti ospiti giovanediprospettiva maione 6.5 non la migliore prestazione da quando veste granata il cigno riesce sempre a prevalere sulla sua fascia di competenza spinge poco nelcomplessoprestazionesopralasufficien za ildebrante 7 nelle ultime gare è risultato davvero prezioso nel nuovo ruolo affidatogli dal mister è diventato veramente insostituibile per la squadra e p er lege om et rie i mp oste d a casta l d o b en e c os ì cuomo 5.5 gioca come sempre una grande partita suo il lancio spizzato da milvatti dalla quale è nato il gol di simonetti troppo nervoso in campo nei minuti finali un suo errore per poco non fa pareggiare i casertani curcio 7 grande partita del capitano granata che è riuscito a guidare la retroguardia e a blindare la porta di sannino grande grinta per tutta la partita nell imbattibilità dell estremo acerrano ha molteplici meriti izzo 6 partita altalenante de il gladiatore senza noviello si preoccupa della rottura e delle ripartenze con tanta grinta e cuore in una gara sterile servivanolesueprezioseincursioni sais 6.5 molto attivo il giovanissimo talento granata che con tecnica ha penetrato diverse volte la difesa sanfeliciana leggermente sotto-tono come delrestolasquadra milvatti 6 prestazione sottotono per il bomber granata che gioca molto per la squadra micidiale nel primo tempo con i suoi movimenti nella ripresa non trova spazio tra le maglie della difesa avversaria simonetti 6.5 sigla freddamente il gol partita che vale la vittoria e l allungo sull intercasertana nel complesso gioca una buona partita considerando che ritornava dopo un breve stop dovuto a problemi fisici potrebbe essere l arma in più della squadra nel girone di ritorno guerra 6.5 ancora a secco di gol in questo inizio di 2012 ma firma un assist perfetto per il gol di simonetti qualcuno dice che è egoista sotto porta ma a vincere su di lui è il suo istinto da attaccante frezza castaldo squalificato 7 tiene alta la concentrazione in campo impartendo le consegne del collega squalificato e parte integrante di un progetto tanti i giovani lanciati in prima squadra vedi sais piscopo angeli già quattro gare in panchina quest anno più tre dell anno scorso da sostituto di di pasquale ed ha sempre vinto sarà proprio lui l amuleto magico michele maione e alfonso aprile in azione eglio di così non si poteva fare sicuramente lo sforzo profuso dalla compagine di mister castaldo negli ultimi due mesi è stato massimo e ben ripagato dicembre e gennaio sono stati caratterizzati da ben sei vittorie consecutive frutto di grande determinazione e di una difesa invalicabile per gli amanti di statistiche ed almanacchi si tratta di sei partite terminate tutte con il medesimo risultato 1 a 0 in favore degli acerrani neanche la sosta natalizia ha fermato l uragano granata l intercasertana che sembrava irraggiungibile avendo anche strappato un punto nello scontro diretto al comunale di acerra ha fatto finalmente qualche passo falso l acerrana è stata perfetta non solo nel non lasciar scappare i casertani ma con carattere e cinicità si è presa la vetta ed ha messo un solco di ben 5 punti tra lei e la seconda il cammino è in discesa ma manca ancora molto per giungere all agognato obiettivo ancora dodici finali ed un mese di febbraio davvero di fuoco con molti big-match da disputare la partita fuori casa contro l atletico benevento terz ultimo in graduatoria è sicuramente alla portata ma comunque ricca d insidie visto che i giallo-rossi hanno bisogno indispensabile di punti-salvezza soprattutto fra le mura amiche la settimana seguente invece sarà di scena al comunale la felice scandone montella ottima squadra autrice fin qui di un campionato gagliardo in considerazione della precedente sfida disputata terminata 1-1 sarà un altra vera e propria battaglia nel girone di andata contro rione mazzini e lioni i granata si sono comportati alla grande vincendo nettamente tre reti rifilate agli avversari in entrambi i casi ma le due squadre avellinesi sono in grado di dare filo da torcere a chiunque e puntano spedite ai play-off rovente sarà soprattutto la trasferta con il rione mazzini che gode di una delle tifoserie più calorose di tutta la categoria il 26 febbraio o 25 in caso di anticipo al sabato sfida al cardiopalma a santa maria a vico contro la rivale principale l unica in grado di scalzare l acerrana dal trono l intercasertana di mister sannazaro il match di fine ottobre fu giocato come una partita a scacchi decisiva risultò l espulsione di simonetti ma comunque le occasioni più nitide furono costruite dai granata seppur con un uomo in meno tutt altra sfida si attende al ritorno con la speranza di essere riusciti a lasciare invariato l attuale gap o magari averlo incrementato sarà la squadra di casa a dover far la partita già si contano i giorni che mancano ai 90 dell anno tre gare in trasferte e due casalinghe oltremodo difficili la strada che porta all eccellenza è ancora lunga ma il prossimo mese con tutta probabilità sarà decisivo toro è arrivato il momento di caricare a testa bassa di iniziare a scalciare angelo milione m antonio frezza leggere e scrivere via vittorio veneto 71 di santoro carmine eni cafè di paolo ruotolo edicola-cartoleria prodotti per l ufficio ricariche online-servizio fax corso italia n°122 acerra car wash riviste ricariche online lubrificanti batterie accessori giornali

[close]

p. 7

acerra 7 acerrana/eventi anno ii numero 5 26 gennaio 2012 lo stadio di casalnuovo ecco il restyling manto in erba sintetica di ultima generazione ammodernato con fondi europei i giovani ed il calcio con l asd acerrana i inizia fin da giovanissimi a rincorrere un pallone quella pratica che spesso strappa i ragazzi alla strada facendoli inseguire un sogno quello di diventare famosi praticando uno sport che per molti è vita per altri è divertimento quest estate il club napoli con la fusione con la pro akery ha dato vita all asd acerrana società calcistica che da settembre si è impegnata a praticare scuola calcio per i più piccoli e per i giovani in collaborazione proprio con l acerrana che tanto bene sta facendo nel campionato di promozione tra novembre e dicembre i raduni con le società di catania e livorno teatro di questa kermesse il comunale di acerra luogo di incontro con le giovanili di arzanese e savoia i prossimi impegni in calendario spiega enzo d inverno responsabile del settore giovanile della asd acerrana sono il 20 febbraio quando all arcoleo di via metauro ci sarà il raduno con la fc juventus marzo con il napoli invece sempre all impianto sito nei pressi della provinciale che porta a caivano prima di un importante manifestazione del calcio giovanile che vedrà luce il prossimo maggio l obiettivo è quello di fare aggregazione avvicinando i giovani ad uno sport sano e costruttivo afferma d inverno ­ stiamo lavorando bene per scoprire giovani interessanti da girare a società di fama nazionale tra i professionisti contestualmente a fare da serbatoio alla squadra della città già quest anno molti ragazzi degli allievi sono stati girati nella juniores ed in prima squadra così come i più talentuosi sono stati chiesti da società professionistiche l emblema di un settore giovanile che va e che per tanti anni è mancato ad una città che ha una lunga tradizione calcistica e ben un bacino di utenza di 60.000 è vincenzo sais eroe di serino e di maddaloni giovane classe 95 pescato proprio in quegli allievi che continuamente stanno fornendo i classe 95 e 96 all acerrana che verrà l ultimo approdo ha visto i gemelli piscitelli classe 96 spalancarsi le porte della juniores allenata da frezza la prima tappa per varcare il mondo dell agonismo calcistico s anca ancora l omologazione della federazione ma il ritorno dell atletico casalnuovo sul proprio campo è questione di qualche settimana domenica grande festa in città per l inaugurazione del nuovo campo di calcio intitolato a domenico iorio chiuso lo scorso giugno l impianto di viale dei ligustri è stato dotato di manto sintetico di ultima generazione nonché della riverniciatura dell imponente tribuna da circa 2000 posti all evento organizzato dal comune insieme all atletico casalnuovo l associazione pasquale orefice e l associazione uniti per casalnuovo hanno preso parte diverse personalità tra cui luciano schifone delegato regionale allo sport il consigliere regionale carmine m sommese il prof antonino chieffo presidente vicario del coni provinciale il senatore vincenzo nespoli e l ex calciatore del napoli gianni improta alla sfilata della banda musicale dei vigili del fuoco è seguita la benedizione al centro del campo di don peppino ravo e il messaggio di auguri delle varie personalità a chiudere un mini torneo tra vecchie glorie che in passato hanno indossato la casacca casalnuovese l impianto potrà essere utilizzato da tutte le società calcistiche giovanili di casalnuovo oltre che dalla prima squadra cittadina ­ commenta l assessore allo sport al comune salvatore errichiello ­ un luogo dove i giovani potranno socializzare e divertirsi con la speranza che da qui nasca qualche futuro campione positivo anche il riscontro del delegato regionale allo sport luciano schifone i giovani hanno bisogno di questo tipo di spazi per poter esprimere le proprie capacità bisogna fare comunità intorno alla prima squadra di casalnuovo che quest anno sta ottenendog ra ndisuccessiin promozione infine l omaggio di gianni improta nel giorno del suo compleanno su questo campo ho giocato più di 50 anni fa quando era ancora polveroso l erba sintetica di oggi vuol dire sport anche se la parola sport negli ultimi tempi viene un po accantonata per episodi poco piacevoli questo è un punto di partenza per la casalnuovo sportiva per i suoi ragazzi che resteranno così lontano dai pericoli a.izzo gli allievi dell acerrana hai bisogno di un elettricista impianti elettrici civili e industriali impianti antenne automazione cancelli 500 &500 di vincenzo petrella ricambi ricambi e accessori auto d epoca autoricambi via s.francesco d assisi 16 antonio la gatta 338.4585972 acerra na tel 081.885.77.25 nazionali ed esteri

[close]

p. 8



[close]

p. 9



[close]

p. 10

anno ii numero 5 26 gennaio 2012 acerra 6 leoni leoni bocciati all esame atletico marcianise il pagellone di angelo milione fida clou al paradiso per la prima di ritorno si affrontano la seconda e terza della classe chiamate a svelare le loro reali ambizioni senza più nascondersi qual è l obiettivo stagionale dei leoni la salvezza come proclama ai quattro venti mister puzone oppure finire il campionato tra le squadre di vertice per conquistare i playoff il risultato negativo maturato contro l atletico mara marcianise allontana gli acerrani dalla vetta ora distante 5 punti ma nonostante gli scontri diretti persi nelle ultime apparizioni contro benevento e marcianise la classifica sorride ancora ai neri-oro per i quali nulla è ancora perduto eppure il gioco espresso durante questa partita l inesperienza mostrata e l assenza forzata almeno per altre due gare dell unico vero bomber di questa squadra,salvatore spasiano lasciano non pochi dubbi circa le difficoltà del girone di ritorno che ci si appresta a disputare proprio il capitano acerrano ha il merito di sbloccare il risultato all 8 grazie ad un gol da centravanti doc spasiano fa perno sul suo marcatore lo aggira e calcia velocemente verso lo specchio il pallone colpisce prima il palo interno e poi si infila un colpo da biliardo che lascia il portiere casertano di stucco 10 il match inizia bene per i padroni di casa che comunque appaiono poco fluidi nella manovra l atletico marcianise inizia a crederci:tavolozzi preferito a tardi è bravissimo su scialla e fortunato al 15 quando rimasto inerme sulla sventola di madonna viene salvato dal palo alla sua destra la partita è tesa iniziano le prime scintille in campo la posta in palio è davvero alta al 20 viene annullato un gol a mezzogori in quanto a parer arbitrale spasiano batte una punizione con palla in movimento due minuti più tardi gli ospiti pareggiano grazie al diagonale di enzo bruno spasiano ricade in trappola espulso perché risponde ad una provocazione di de angelis viziato da una deviazione di fiorentino che mette fuori causa tavolozzi 1-1 spasiano prova subito a riportare i suoi avanti con un acrobazia ma non trova il giusto impatto con la sfera al 25 i leoni commettono il loro sesto fallo e permettono a madonna di presentarsi sul dischetto del tiro libero inguardabile la sua conclusione che si spegne sul fondo la partita si accende nei tre minuti di recupero concessi dal giudice di gara palladino estremo difensore ospite compie un gesto prodigioso sulla girata di spasiano paratona a mano aperta sulla ripartenza lancio verticale di daniele che taglia come il burro la difesa acerrana piazzata malissimo ed imbecca russo il quale castiga con un forte rasoterra l incolpevole tavolozzi 12 prima del fischio che anticipa l intervallo spasiano reclama a gran voce un rigore per un fallo di mano commesso da un suo avversario ma l arbitro considera involontario l intervento la ripresa è avara di azioni da gol sono prima gli ospiti a rendersi pericoli cross di scialla e colpo di testa di madonna palla fuori di un soffio poi sono i leoni a mordersi le mani per un contropiede in tre contro un solo difensore non concretizzato fiorentino allarga per spasiano che ser ve al centro mezzogori il cui tiro di prima finisce alto sopra la traversa al 41 locali vicinissimi al pareggio spasiano coglie il palo direttamente da punizione i minuti passano e gli acerrani non riescono a scardinare il muro dell atletico episodio chiave al 47 madonna e spasiano vengono espulsi per essersi beccati più volte sotto gli occhi del arbitro l ariete acerrano cade per la seconda volta in stagione già era successo a capua contro il casilinum nella provocazione degli avversari l ennesima reazione costerà di nuovo cara alla sua squadra mister puzone s spasiano e flaminio dall arbitro inserisce nel finale anche bigliardo e serra per dare maggiore imprevedibilità alla sua manovra ma i cambi non sortiscono gli effetti sperati al 58 è ancora russo in contropiede a gelare il paradiso con un tiro secco e preciso che di fatto chiude le ostilità 1-3 passo falso dei leoni contro una squadra che si è rivelata più forte non tanto dal punto di vista tecnico ma tattico e mentale con l uscita di spasiano la squadra di casa è stata completamente nulla in attacco non sarà semplice reagire subito nella difficile trasferta di parete contro il tonia futsal la preoccupazione maggiore è data dalla difficoltà di quest anno dei leoni nel trovare un alternativa valida di gioco più che di uomini all assenza del capitano ma questi ragazzi sono sempre pronti a stupire ed è lecito aspettarsi una reazione da leoni calcio a 5 c2 girone a risultati 14^giornata b.casagiove­benevento futsal 3-1 futsal marcianise­ tonia futsal 2-3 f.cicciano c5­ futsal marigliano 7-2 futsal casilinum­pontelandolfo 6-2 leoni f.­a.m.marcianise 1-3 cus caserta ­ bellona five soccer 5-6 maleventum ­ r.mondragonese 10-2 prossimo turno r.mondragonese futsal casilinum bellona five soccer-b.casagiove pontelandolfo futsal marcianise atl-mara marcianise cus caserta tonia futsal leoni futsal benevento futsal-f.cicciano c5 futsal marigliano-maleventum classifica maleventum 32 atl.mara marcianise 31 friends cicciano c5 29 leoni futsal 27 benevento futsal 26 futsal casilinum 23 boys casagiove 23 tonia futsal 18 cus caserta 17 futsal marcianise 13 real mondragonese 13 futsal marigliano 12 bellona five soccer 12 real pontelandolfo 6

[close]

p. 11

acerra 11 anno ii numero 5 26 gennaio 2012 acerrana c5 il pagellone secondo il pagellone tempo e tre punti al futsal oplonti di enzo bruno di calo di solito enzo brunoconcentrazione che ha fruttato due pareggi e una sconfitta granata per poco non favoriva il gol dei corallini quando su una blanda conclusione di borzelleca è d antò a salvare sulla linea con gli ospiti smarriti è ancora borzelleca spina nel fianco acerrano per tutta la gara a far tremare marzano e compagni sull assist di migliozzi il numero 10 liberissimo in area spara alto a terracciano battuto ma al quarto d ora è l acerrana a passare calcio di punizione a ridosso dell area di rigore della futsal oplonti il missile di scaniglia si infrange sulla barriera con il tap-in vincente dello stesso pivot acerrano che evita un avversario e d esterno trafigge cirillo sul vantaggio degli ospiti la partita si incattivisce con l arbitro dell apa costretto a spezzettare il gioco per i copiosi falli sia da una parte che dall altra al 25 si registra il tiro libero per l oplonti dal dischetto si presenta l altro migliozzi a casacca numero 7 che con freddezza deposita la sfera alle spalle dell estremo acerrano leone non ci sta e manda in campo l artiglieria pesante trocchia di fiore e marzano in luogo di esposito d d anto g e scaniglia con l intento di dare la giusta scossa alla sua compagine proprio da una bella rriva l a p ri m a sc o n fi t ta stagionaleperito re l l i dell acerrana calcio a 5 per mano della futsal oplonti 3-2 il finale di una partita dai due volti buono primo tempo gara giocata svogliatamente dagli acerrani nella seconda frazione che dopo l ottimo precampionato e un inizio torneo da incorniciare stanno attraversando un momento poco felice mister leone per la trasferta di torre del greco sceglie terracciano in porta giovanni d antò affiancato dai fratelli esposito con scaniglia boa centrale nel quintetto iniziale subito in partita i locali che già al 5 impegnano severamente l estremo granata bravo a deviare in angolo sull azione seguente una disattenzione dello stesso portiere a salvatore di fiore risultati 5^giornata calcio a 5 d girone e classifica cercola millennio 13 fox s.giorgio 13 acerrana c5 11 parco città 9 lions f cercola 9 futsal oplonti 9 olimpia capri 6 casoria c5 6 f casalnuovo 7 a pomigliano 4 m keller 0 f.casalnuovo-olimpia capri 10-1 mariano keller­a.pomigliano 8-9 fox s.giorgio c5-parco città 3-2 f.oplonti­acerrana c5 3-2 lions cercola­cercola m.nio 3-5 riposa casoria c5 prossimo turno a pomigliano fox s.giorgio c5 cercola m.nio-casoria c5 acerrana c5-lions cercola olimpia capri-futsal oplonti parco città-fcs futsal casalnuovo riposa mariano keller combinazione dei due laterali neoentrati prima della fine del primo tempo al 27 nasce la rete del nuovo vantaggio granata di fiore ruba palla in mediana serve l accorrente trocchia il talentuoso esterno ex-acerrana calcio a 11 si incunea tra le maglie locali ridando palla a di fiore smarcatosi il folletto granata di prima intenzione trova la rete re a l iz za ndoil 2 1 sulleali dell entusiasmo per il vantaggio ritrovato ad un minuto dalla fine del primo tempo la ghiotta occasione per gli acerrani tiro libero per cumulo di falli capitan marzano si presenta dal dischetto ma leone decide per il cambio inserendo davide esposito che si incarica della battuta tiro lento e centrale e occasione buttata all aria con cirillo che devia in corner dopo un minuto di recupero dell apa fischia la fine del primo tempo ad inizio ripresa leone cambia ancora dentro anche selvaggio con di fiore trocchia davide esposito e terracciano tra i pali ma il ritorno dal riposo non premia il quintetto acerrano apparso stanco e svogliato passano appena tre minuti e l altro esposito quello della futsal oplonti approfitta di una dormita colossale degli ospiti parte da sinistra si accentra al limite dell area di rigore e libero ed indisturbato lascia partire un bolide che bacia il palo e finisce la sua corsa all interno della rete 2-2 frastornati dal pareggio corallino la squadra di leone accusa il colpo e solamente uno spigliato terracciano evita a più riprese il terzo gol dei locali superandosi prima su iovino poi sull altro borzelleca r entrambi in progressioni individuali simili a quelle del gol del pareggio nonostante gli sforzi però al 17 il gran tiro di mario borzelleca migliore in campo al pari di migliozzi a finisce in rete in quell angolo dove terracciano nulla può acerrana sonnolenta e con idee poco chiare dagli innumerevoli passaggi sbagliati e con in campo troppi solisti e poco gioco di squadra l ultimo baluardo/caparbio è lucio trocchia migliore dei suoi costretto però ad uscire per una botta al ginocchio al 20 fino alla fine la partita si incattivisce non regalando più emozioni così la più brutta acerrana stagionale regala tre punti ai torresi dopo la sconfitta anche la beffa da registrare l indecenza dell impianto sportivo sito all interno di un istituto superiore della città corallina oltre a porte da gioco più basse il campo corto ai limiti della praticabilità spogliatoi sporchi con docce praticamente inutilizzabili enzo bruno

[close]

p. 12



[close]

p. 13

acerra 6 13 speciale napoli anno ii numero 5 26 gennaio 2012 tifosi di tutta italia invidiosi della squadra di mazzarri da de sanctis al sogno napoletano passando per l odio amore dei tifosi azzurri caso de sanctis ci avete rotto l immagine ffare strano il calcio che tanto seguiamo che tanto amiamo un mondo in cui si tace sulla disgustosa goleada del lione a zagabria in cui si affronta l ennesimo scandalo scommesse nella massima competizione nazionale in cui il campionato di calcio diventa quasi uno scontro territoriale ed è su questo che vorrei soffermarmi e ai napoletani che hanno lanciato il proprio cuore al di sopra del garigliano che vorrei rivolgermi chiedendo loro che si accorgano che questo accanimento è anche soprattutto rivolto a loro conosciamo tutti le vicende relative alla diffusione del video di una reazione inusuale di morgan de sanctis estremo difensore azzurro in seguito ad un gol di cavani ora tra di noi non c è bisogno di indagare perché la reazione della tifoseria pensando al 3 a 3 con la juventus eadaltreoccasioni sprecate fu un corale assafà e ce vuleva tanto e possiamo anche comprendere il sospetto del tifosetto che fa il sogno napoletano vivo ambizioso lzi la mano chi ad inizio anno non ha pensato anche per un secondo quest anno facciamo il triplete non succede ma se succede l estate afosa di calciomercato ha regalato ai tifosi il miglior centrocampista in circolazione e nient altro anche se la conferma di mazzarri faceva ben sperare sei mesi dopo alla chiusura del girone d andata gli animi sono spaccati e i pensieri abbondano da una parte la storica cavalcata in champions league con una qualificazione strameritata in un girone che sembrava insuperabile dall altra lo strano cammino in campionato addolcito dalla qualificazione ai quarti di coppa italia facendo una stima della stagione da tifoso sfegatato non posso che essere contento perché il napoli non è ancora pronto per poter gestire al meglio le tre competizioni ed un girone di ferro come quello affrontato dagli azzurri avrebbe spolpato qualsiasi squadra bisogna naturalmente recuperare il gap per provare ad insidiare il terzo posto ma tutto nella vita va affrontato in maniera opportuna e lungimirante sono diversi i fattori che non permettono di poter spiccare il volo definitivamente e che limitano progressivamente il cammino di una squadra che ha tutte le caratteristiche per poter non essere solo una comprimaria in primis la società una macchina imprenditoriale che dopo aver rimpinguato le casse grazie agli introiti provenienti dalla qualificazione in champions dovrebbe a di davide bova quello che su internet riesce meglio chiacchiere da bar o se preferite il linguaggio d oltremanica trash talking ciò che infastidisce è che questo forzatissimo sospetto divenga articolo su una nota testata sportiva milanese evento che alimenterà il solito figurati se i napoletani non c entravano con le scommesse gettando fango prima su tutti noi poi su un professionista apprezzato da ogni suo collega sia chiaro ci si mette anche la visione personale della cosa magari anche la paranoia di una napoletanità orgogliosa ma sempre più onerosa ma se non ci tuteliamo noi qui non lo fa nessuno viva il napoli viva napoli a di mariano toscano smetterla di preoccuparsi di quei maledetti diritti d immagine che limitano sensibilmente la progettualità in secundis trovo impensabile dover spendere fior di quattrini per difensori stranieri come fernandez o britos quando in giro esistono giovani promettenti italiani che non sfigurerebbero minimamente alla prima occasione concessagli a cosa serve comprare a gennaio vargas per undici milioni quando nel reparto avanzato hai già quattro tenori con un lavezzi insostituibile pandev in formissima ed il duo hamsik cavani che nonostante l evidente momento di appannamento è impossibile tenere in panchina non concepisco le critiche a inler un grande giocatore che in quel di friuli era circondato da due mastini quali asamoah e pinzi ed adesso si ritrova a razzolare palloni per tutto il campo facendo un lavoro che prima guardava svolgere agli altri compagni di squadra non potendosi dedicare a compiti a lui più congeniali infine il mitico allenatore di san vincenzo l uomo dall unico modulo e dalle tre solite sostituzioni ma anche l uomo che è riuscito nell impresa di dare al napoli un anima una determinazione e una forza straordinarie guardandomi intorno vedo solo un possibile sostituto spalletti fautore di bel gioco e di grandi speranze ma mai protagonista con la sua roma in campo nazionale ed internazionale allora cari tifosi continuiamo per la nostra strada ricordandoci di tifare per i nostri beniamini nel bene o nel male nella vittoria o nella sconfitta nel dolore o nella gioia per i secoli dei secoli amen napoli odi et amo rima critica e poi esalta prima odia e poi ama questo è cio che contraddistingue il tifoso napoletano verace impulsivo ma che riesce a freddo anche ad essere razionale stagione da incorniciare o fallimentare e questa il dilemma che infiamma le discussioni tra i tifosi partenopei in questi giorni se mi venisse chiesto il voto da dare agli azzurri fino a questo punto della stagione non potrei che dargli 8 quanti di voi avrebbero immaginato di passare il girone di ferro in champions e vivere un ottavo di finale con il plurititolato chelsea e vero sono stati persi parecchi punti nelle sfide in patria soprattutto contro le cosiddette piccole ma il campionato italiano è bello soprattutto per questo perché nessuna partita è scontata e può accadere che una provinciale batta l avversaria favorita per addetti ai lavori ed appassionati sono due i motivi principali di questo interruttore che si accende e spegne frequentemente organico non all altezza per affrontare tre competizioni squadra che non è in grado di variare il suo modo di giocare improntato solo sulle ripartenze veloci e che nella zona nevralgica del campo ha p di angelo milione bisogno più di quantità che di qualità ecco spiegato come possa integrarsi e giocare meglio nel modulo di mazzarri un giocatore come pazienza piuttosto che un colosso come inler eppure questo napoli a tratti appannato continua a collezionare successi la qualificazione alla semifinale di coppa italia è solo l ultima delle imprese realizzate nell era de laurentiis e arrivato il momento di tornare finalmente a vincere un trofeo magari partendo proprio dalla snobbata coppa italia che comunque dà diritto alla qualificazione immediata in europa league la crescita deve continuare ad essere graduale ma costante ci siamo ripresi i palcoscenici importanti ed ora siamo intenzionati a rimanerci in pianta stabile o che si odi o che si ami viviamo di napoli.

[close]

p. 14

anno ii numero 5 26 gennaio 2012 acerra 14 basket agli uomini di marino i 2 punti dopo un ottimo primo tempo dei granata i padroni di casa la terza stracittadina della storia della pallacanestro acerrana in una serata in cui vince lo sport e lo sp et ta c ol o c on d u e squ a d re protagoniste di un match acceso ma estremamente corretto che ha visto fronteggiarsi due stili cestistici completamente diversi da un lato il peso sotto le plance e la precisione dall area dei granata di coach fatigati dall altro l intensità e la ripartenza degli uomini di marino parte in quarta il basket acerra puca è bravo a leggere gli spazi della difesa ospite e a guidare i suoi al primo parziale di 10-2 ma l akery non ci sta e la reazione innescata dalla tripla di puzone è poderosa si va al primo intervallo con questi ultimi in vantaggio 14 16 divario che aumenterà di due punti alla fine del secondo quarto periodo in cui a parte i punti in area pitturata degli acerrani belfiore e picardi e i piazzati del granata barretta si segna pochissimo grazie a due attente difese al rientro dall intervallo lungo però marino riesce a ottenere dai suoi uno al basket acerra il derby battuta l akery di quei terzi quarti che hanno caratterizzato tutta la sua gestione esibendo un asfissiante pressione a metà campo spesso spingendosi fino al punto di rimessa che permetterà all attacco ospite di segnare solo 5 punti alla sirena successiva equilibrio nell ultimo periodo in cui l attacco granata punge anche dalla distanza mentre il basket acerra riesce a tenere il passo a suon di penetrazioni e falli subiti ottima la prova dei fratelli cerroni mentre trova il canestro accanito che sembra aver smaltito un po di nervosismo dei primi quarti finisce 55 -46 dopo una serata che può certamente dare spunti positivi ad entrambi gli allenatori perché se marino può apprezzare una crescita mentale dei suoi fatigati si riterrà sicuramente soddisfatto da una squadra che oltre ai suoi validi lunghi può contare su esterni come guida capitano che possono portarla alla post-season a fine gara raggiunti i due coach delle formazioni acerrane che fanno il punto sia sul derby con un occhio proteso alla parte di stagione restante ho notato a basket promozione girone c risultati 11^giornata a.s amici-basket acerra 68-64 basket caiazzo-tiger saviano 44-39 c.b.mondragone-pol san vitaliano 71-44 n.b.marcianise-olympia pomigliano 66-45 pall.caivano-pol basket maddaloni 73-34 akery basket-biddy capua 55-46 classifica biddy capua 18 c.b mondragone 18 n b marcianise 16 pall.caivano 14 basket acerra 13 pol san vitaliano 10 akery basket 10 a.s amici 8 basket caiazzo 8 basket maddaloni 6 tiger saviano 6 olympia pomigliano 4 penalizzata di 1 pt prossimo turno basket caiazzo-a.s amici c.b.mondragone tiger saviano nuova basket marcianise pol san vitaliano akery basket-basket maddaloni pall.caivano-olympia pomigliano biddy capua-basket acerra un miglioramento sotto l aspetto mentale ­ esordisce mister marino ma possiamo ancora migliorare ci sono ancora situazioni di partita in cui grazie ad un miglior lavoro in settimana possiamo ottenere di più poi un giudizio su capitan puca protagonista sul campo conosciamo tutti le doti di picchio soprannome che la squadra ha dato al suo capitano e sapevamo che era destinato ad esprimerle ho dovuto farne a meno durante il secondo quarto quando avevo bisogno di esposito per mettere pressione ma sapevo che sarebbe stato decisivo mettendo in costante allarme la difesa avversaria ­ il timoniere del basket acerra chiude con un pensiero agli obiettivi stagionali facendo un resoconto del girone d andata praticamente finito non penso sia già tempo per tirare le somme dobbiamo ragionare partita per partita troppe circostanze negli scontri diretti sono state decise dalle nostre pecche mentali più che tecniche staremo a vedere morale del tutto diverso in casa granata dispiaciuti per il risultato finale del derby sicuramente non si è mai felici dopo una sconfitta ma ai miei ragazzi non posso assolutamente recriminare nulla hanno fatto un grande primo tempo e sono stati anche penalizzati dagli arbitri ­ dichiara coach fa tigati c re dochel arbitraggio sia stato buono ma che abbia penalizzato noi il fischio fa ci l e d i b ova e gi ust i no rispettivamente di acerra e casoria ndr ha premiato le penetrazioni dei nostri avversari impedendoci di effettuare la pressione necessaria a tornare in partita incontro acceso ma corretto uno spot per la pallacanestro acerrana credo che il mondo della pallacanestro ad acerra sia vergine ­ continua l allenatore dell akery un ambito in cui si può crescere a dismisura considerando le potenzialità che possiede quello che di fatto è il secondo sport nazionale davide bova man of the match francesco paolo puca il capitano sembra finalmente quello atteso ad inizio stagione coincide con la sua assenza dal campo l unico momento di superiorità avversaria alla lettura dell azione al di sopra di questa categoria aggiunge tante penetrazioni che tengono avanti i suoi durante il secondo tempo m.v.p per i profani il cestistico per il migliore in campo salvatore picardi la prova dell akery è positiva e corale scegliamo lui perché sembra dare un apporto importante ai suoi sotto l aspetto sia tecnico che personale alla mole imponente aggiunge una precisa mano dalla media fonte di preoccupazione per gli avversari isee red 730 unico calcolo ici assegno 3 figli maternita rid.canone telecom sportello del consumatore tenuta contabilita azienda consulenza mutui finanziamenti consulenza legale e fiscale gratuita sportello immigrati ¢ro raccolta patronato via g sand piazza duomo resp.sedi provinciali di acerra antonio laudando caf ricorsi equitalia ex gestline ricorsi accompagnamento invalidita ricorsi multe stradali infortunistica stradale 081.8857562 081.119660659

[close]

p. 15

acerra 15 tornei/rubriche anno ii numero 5 26 gennaio 2012 i sono momenti che non si possono raccontare che vivi intensamente sperando possano non finire più ecco cosa pensavano gli organizzatori toscano e ferrara alla vigilia delle finali della primissima edizione del saturday akery torneo che oltre a regalare sfide dal tasso tecnico interessante si è contraddistinto per un clima non eccessivamente agonistico ma particolarmente piacevole il club pochida indossa il vestito delle grandi occasioni per accogliere le finali e l attesissima premiazione dopo una cavalcata estenuante quattro squadre si sono regalati un pomeriggio da assolute protagoniste la champions vedeva a confronto due compagini che si sono date battaglia anche in campionato il granata di mister milione e i caprigioli di capitan castaldo la partita è equilibrata ed entrambe le squadre sentono il peso della posta in palio così le azioni si contano sulle dita di una mano e lo spettacolo ne risente ad accendere la luce ci pensa il solito di paola dei caprigioli autore di una prestazione sublime e fautore della vittoria finale mentre il bomber granata bruno viene bloccato dal muro invalicabile eretto da fico difensore dalle grandi doti agonistiche la prima frazione termina 2-0 per castaldo e compagni il secondo tempo vede il ritorno orgoglioso della compagine granata che sospinta dalle urla del proprio mister prova in ogni modo a recuperare lo svantaggio iniziale proprio l assalto di inizio secondo tempo porta al gol di d iorio il migliore dei suoi ed alla concessione di un calcio di rigore su atterramento di bruno l occasione è di quelle ghiotte ma uno strepitoso parmisano riesce a neutralizzare il bolide dal dischetto calciato da d iorio annichilendo il morale agli avversari che sprofondano in un vortice non riuscendo più a ritrovarsi milione si accontenta di un super campionato con le valorizzazioni del capocannoniere bruno antonio e del miglior portiere giaccio alfredo protagonista c nel saturday akery il granata di milione porge lo scettro alla caprigioli continua dalla prima cosa ci sarà un giorno da raccontare ai figli ai nipotini ai nuovi giovani che verranno diceva plinio turpe est vivere in patria et patriam ignorare significa che è brutto vivere in una città e non conoscerne la storia le tradizioni ora bisogna tornare a vivere il calcio quello povero ma bello quello dilettantistico ma vero quello che non è ipertecnico ma è originale fatto dal vicino di casa dall amico dal compagno di scuola quello dove anche tu sei protagonista sei un nome ed un cognome sei carne e sangue cuore e voce e non un abbonato sky o mediaset certo oramai tutti hanno il palato fino abituati a vedere le finezze dei vari messi cristiano ronaldo la vezzi ect ect ma il bello del calcio è anche nel vedere una punizione di izzo nel sette una parata al 90 di sannino un gol che non hai visto perchè distratto dal tuo vicino e che forse non potrai mai più rivedere il bello del calcio è anche nella telecronaca di arcangelo giacinto nell articolo di enzo bruno gente comune come me e come tantissimi di voi il bello di questo calcio è nella leggenda che nasce tra nonni figli nipoti perchè nei racconti ci si tramanda sempre un pò di noi delle nostre famiglie ed allora si sente forte l orgoglio di appartenere ad una comunità ad uno stemma a dei colori e così facendo entriamo nella storia dell acerrana e l acerrana entra indissolubilmente dentro le nostre storie torniamo allo stadio torniamo a tifare per i nostri colori sconfitta in finale esperienza da incorniciare assoluto con soli 10 reti subite in 6 gare giocate da titolare per castaldo invece una grande soddisfazione grazie ad un intesa e ad un ossatura di squadra che deve solo essere perfezionata la finale di europa league vede le due deluse del campionato amaro n e li mortacci cercare prestigio dopo la mancata qualificazione tra le grandi della kermesse a spuntarla è la compagine di capitan pannella premiato a fine gara come miglior difensore del torneo grazie ad una tattica perfetta che ha spiazzato i giovani avversari mettendoli in grossa difficoltà capitan farinaro non riesce a trovare subito le contromosse giuste e tutto ricade sulle talentuose spalle di crispo che da solo non può fare miracoli grande soddisfazione per tutto il team da prete a veloce da nolano ai fratelli ercolano per una squadra che senza grosse individualità ma con grande spirito di sacrificio è riuscita nell impresa di ritagliarsi uno spazio importante poi è esplosa la festa con la premiazione e le tante sorprese che lo staff ha regalato a giocatori e spettatori neanche il tempo di godersi l ottima conclusione che gli organizzatori sono a lavoro per preparare il prossimo evento che si svolgerà ancora una volta tra le mura amiche del club pochida e che vedrà un affluenza ancora più massiccia di partecipanti mariano toscano per gentile concessione di armando di buono

[close]

Comments

no comments yet