mondorealenumero122

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero122

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 5 3 febbraio 2012 n.122 di recente ho avuto un déjà vu e lo voglio condividere con voi lettori me ne stavo tranquillo a sentire l ultimo consiglio comunale un po distratto dal chiacchiericcio sulle ultime vicende setine e con un po di mal di testa quando ad un tratto prende la parola antonio maurizi e si mette a parlare di piano parcheggi ascolto distrattamente poi un lampo il parcheggio interrato sotto al monumento salto dalla seggiola e mi guardo intorno chiedendomi ma in che anno siamo io questa storia del parcheggio del monumento l ho sentita per la prima volta quando non ero ancora maggiorenne era il 1991 e sindaco di sezze ma guarda un po era proprio antonio maurizi io non getto la croce addosso all attuale assessore all urbanistica ci mancherebbe altro e capisco anche che in situazioni del genere si chiede 100 per ottenere 10 magari solo che mi ha fatto un po un effetto strano sapere che dopo 21 anni ammazza quanto sono vecchio si parla ancora di parcheggio sotto il parco della rimembranza o ancora peggio sotto s.andrea quando i problemi del paese sembrano altri e forse è il caso di iniziare a programmare 10 per ottenere 10 c eravamo tanto amati guerra fredda tra regione e provincia ma anche in alcuni comuni lepini politica priverno palluzzi entra in consiglio in surroga a francesco aversa attualita sezze maurizi presenta la nuova modifica al piano parcheggi cultura latina elio e le storie tese il clou degli eventi nel weekend maenza rosalba napoleoni nella squadra della giunta mastracci pontinia servizi sociali boschetto elogia quanto fatto finora pontinia al teatro fellini seconda data per il cinedocuforum

[close]

p. 2

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 speciale vecchi amori e clamorose rotture l ultimo strappo è tra cusani e la polverini di simone di giulio berlusoni e bossi evidentemente insegnano quello che sta succedendo tra popolo della libertà e lega a livello nazionale dopo anni in cui si andava d amore e d accordo sta succedendo con le dovute proporzioni tra regione lazio e provincia di latina i due rappresentanti degli enti renata polverini e armando cusani dopo una prima fase in cui sembravano sulla stessa lunghezza d onda ora non perdono occasione per mandarsi frecciate l ultima è quella legata agli stati generali del turismo nel lazio manifestazione organizzata dalla pisana che ha invitato gli esponenti dell amministrazione provinciale di latina ma secondo gli stessi rappresentanti di via costa non gli avrebbe permesso di parlare al pubblico da qui la dura presa di posizione di armando cusani che ha preferito disertare l evento ed ha convocato una conferenza stampa il giorno prima per spiegare la sua posizione in merito e per confermare ancora una volta lo stato di `guerra fredda tra la sua amministrazione e quella regionale durante la conferenza cusani ha spiegato la credibilità in politica vuol dire mantenere fede agli impegni avere il coraggio di cambiare di rivoluzionare l esistente quando non rema a favore della comunità a costo di assumere posizioni scomode ma determinanti per il bene comune galleggiare è facile cambiare è coraggioso parto da queste considerazioni perché in occasione dell evento denominato stati generali del turismo del lazio ed organizzato dall assessorato regionale al turismo siamo stati invitati ma non saremo ascoltati la provincia di latina è stata chiamata a partecipare ma non ad intervenire sia chiaro ha proseguito cusani che l atteggiamento mio e dell intera provincia di latina non è contro la regione lazio non abbiamo intenzione di fare un altro partito non vogliamo essere contro e mi guarderei bene dal minare il cammino del presidente della regione lazio renata polverini che è stata eletta grazie al determinante contributo delle province ma abbiamo il coraggio delle nostre idee e le portiamo avanti nel suo attacco cusani si concentra sulla chiusura dell atp hanno svolto negli anni un ruolo peculiare per il turismo rappresentano le cellule di prossimità per il turista a servizio del territorio con un tratto di penna sono state cancellate per `esigenze di risparmio finanziario e presunte inadempienze delle province e sostituite con l agenzia regionale per il turismo che ha sede a roma il provvedimento è stato adottato proprio nel momento in cui si stava perfezionando un lungo e faticoso percorso di decentramento amministrativo che prevedeva tra l altro il trasferimento delle funzioni delle apt in capo alle province all agenzia regionale per il turismo che sarà costituita da circa 90 persone sono state già assegnati oltre 2,5 milioni di euro per le annualità 2011 e 2012 dove sta il risparmio la vicinanza al cittadino le soluzioni in tempi rapidi direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione l 1 febbraio 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 speciale a priverno diatribe a destra e a sinistra macci/martellucci ma anche pd ai ferri corti di luca morazzano i malumori suscitati dalla politica adottata da macci durante il suo secondo mandato potrebbero offrire al centrosinistra un opportunità importante in vista della prossima tornata elettorale tra l altro la rottura del binomio macci-martellucci consumatasi in occasione delle scorse provinciali e il fatto che macci dopo due mandati consecutivi si ritroverà ineleggibile fornisce all arco delle opposizioni delle frecce quanto mai efficaci a ciò si aggiunga che nel panorama dell attuale minoranza sono maturate parecchie circostanze che hanno fatto fiorire possibili outsider quanto mai combattivi e la strutturazione progressiva di cui si è dotata sel ne rappresenta l esempio più lampante se però da una parte il connubio che aveva fatto le fortune del centrodestra privernate dell ultimo decennio aprendo la questione successione che pende adesso in direzione di giordani e lo spostamento dello stesso sindaco verso l udc apre a scenari ancora da definire a sinistra la situazione pare ingarbugliarsi all interno del partito democratico che tra il capogruppo consiliare mauro petrole e il duo in rosa composto da anna maria bilancia e elvira picozza non corresse buon sangue lo si era intuito a più riprese ora a confermarlo arriva una precisazione firmata da silvia magnanti componente di area democratica che in risposta all intervento di anna maria bilancia segretaria comunale del partito sulla questione satline va giù pesante mostra ancora un volta come la sua gestione del partito abbia assunto ormai connotati personalistici che sfociano nell autoritarismo infatti dopo le sollecitazioni alla pubblicazione di una lettera che doveva essere girata a tutti gli iscritti del partito con la quale chiedeva in qualità di coordinatrice del forum turismo e cultura di mettere in luce le modalità con le quali veniva gestito il forum dalla segretaria bilancia e organizzata senza alcun coinvolgimento della coordinatrice e stabilendo iniziative pubbliche su tematiche inerenti il forum in assoluta autonomia la lettera dopo varie sollecitazioni e dietro autorizzazione della segretaria è stata girata agli iscritti con una premessa degna delle peggiori tradizioni censorie più volte abbiamo insistito sulla natura plurale del pd e sulle necessità di un confronto politico che tenesse conto delle opinioni e delle culture che hanno consentito la nascita del partito `il nuovismo della bilancia ha cancellato storie e culture dando vita ad un partito conformato a sua immagine e somiglianza ha cancellato ogni possibile confronto politico celandosi dietro un moralismo che ha prodotto divisioni e lacerazioni voilà la spaccatura è servita ma se tra macci e martellucci una volta il connubio funzionava eccome qui la scintilla pare davvero non essere mai scattata a sezze funziona più il litigio che il confronto di simone di giulio negli ultimi cinque anni anche sezze si è caratterizzata per clamorose rotture all interno delle varie forze politiche la più importante proprio in appendice alle elezioni del 2007 con l allontanamento dall allora casa delle libertà del candidato sindaco serafino di palma e dell unico eletto in forza italia roberto reginaldi ai due in un secondo momento si è aggiunto anche antonio vitelli che ha lasciato il gruppo del pdl capeggiato da rinaldo ceccano e insieme agli altri due consiglieri ha formato il gruppo dei responsabili che nelle prossime elezioni li vedrà schierati al fianco di campoli di rottura clamorosa non si può parlare ma certo ha lasciato strascichi pesanti l abboccamento dell udc nella maggioranza campoli che poi non ha accettato alcune posizioni di polidoro e casalini e ha preferito fare a meno del gruppo del partito di casini e cesa che da quel momento si è ritrovato in una sorta di limbo che ancora non gli fa decidere da che parte stare alle elezioni del prossimo 6 maggio non c è stata una rottura ufficiale ma anche gli ex componenti de la margherita sono stati molto vicini all abbandono della maggioranza allarme poi rientrato anche se qualche mal di pancia resta più problematico per campoli e il partito democratico in generale ricucire gli strappi con la sinistra radicale che mai ha digerito le azioni di governo messe in atto negli ultimi cinque anni chi invece ha perdonato tutto all amministrazione campoli è l italia dei valori che dopo cinque anni di battaglie contro il partito democratico ha deciso di sotterrare l ascia di guerra e di tornare nei ranghi dicendosi pronta a schierarsi con il confermato primo cittadino insomma la tendenza lascia presagire che a sezze sia più facile litigare ed accusarsi vicendevolmente piuttosto che mettersi a tavolino e discutere di problemi e criticità 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 sezze ecco il nuovo piano parcheggi maurizi tra gli obiettivi una più estesa fruizione collettiva della città di simone di giulio liberare le strade dai veicoli in sosta dare maggiore disponibilità di spazio per le attività che sono indipendenti da un uso più intensivo dei mezzi pubblici rispristinare le bellezze architettoniche e culturali rimodellare marciapiedi piazze isole pedonali consentendo una più estesa fruizione collettiva della città questi i principali obiettivi che saranno raggiunti attraverso il piano urbano dei parcheggi approvato dal consiglio comunale nella seduta dello scorso 20 gennaio viabilità e sosta dei veicoli ­ ha dichiarato l assessore all urbanistica antonio maurizi ­ sono problematiche che da sempre attanagliano i cittadini di sezze attraverso il piano urbano dei parcheggi funzionale anche alla redazione del nuovo prg sarà possibile migliorare l organizzazione e la progettazione delle zone destinate ai posteggi rendendo di conseguenza più fluida la circolazione dopo alcuni tentativi andati a vuoto con determinazione del dirigente dell ufficio tecnico è stato assegnato l incarico per la redazione del nuovo pup approvato in ultima istanza dal consiglio il nuovo piano recepisce in massima parte quelli già approvati apporta modifiche non sostanziali per alcuni ne elimina due ma ne prevede in sostituzione dei nuovi due in località sezze scalo e tre nel centro abitato di sezze centro a ridosso del nucleo storico sono stati riproposti senza alcuna modifica i parcheggi di s.andrea monumento piagge marine sono stati riproposti con parziali modifiche i posteggi di porta pascibella con ampliamento di quello esistente sino ad arrivare a 250 posti auto complessivi sezze scalo che da 280 posti auto sarà portato ad una capacità complessiva di 480 via fanfara per 7 posti si prevede inoltre la realizzazione a sezze scalo di un parcheggio per 50 posti del tipo a raso su un area di circa 1.500 mq di proprietà della rete ferroviaria e un altro in località s.isidoro su di un area di 900 mq di proprietà della provincia di latina per 16 posti di tipo raso per la zona di sezze centro infine è stato previsto un parcheggio interrato al di sotto dell attuale piazza di porta romana per 60 posti su di un area di 1.500 mq la realizzazione di un parcheggio all incrocio tra via cappuccini e via variante per 25 posti su di un area di 900 mq da vitelli arriva un elogio al mondo delle associazioni ottimi risultati grazie al sostegno convinto del sindaco e di tutta la sua squadra amministrativa traccia un bilancio positivo il consigliere del movimento democratico antonio vitelli sulle politiche culturali e il mondo dell associazionismo no profit se si prendono in considerazione le presenze registrate all auditorium costa possiamo dire che circa 12 mila persone ogni anno hanno partecipato a tali eventi per lo più gratuiti a ciò si devono aggiungere gli eventi che si realizzano presso l anfiteatro del centro sociale calabresi grazie ai quali possiamo dare come realistica la cifra totale di 20.000 presenze che certificano il gradimento di un lavoro complessivo programmato e realizzato dall amministrazione comunale il tutto è stato fatto in tempi di drastici tagli alle risorse finanziarie da parte dei governi centrali a cui si è aggiunta la forte crisi economica che certo non ha agevolato la partecipazione di sponsor privati nel sostentamento delle diverse iniziative tutto ciò è stato possibile grazie al sostegno convinto del sindaco e di tutta la sua squadra amministrativa che ha 4 messo i vari responsabili politici investiti dei ruoli competenti quali marcello ciocca gianni orlandi e remo grenga nella condizione di poter realizzare un offerta qualitativa e quantitativa adeguata alla tradizione culturale e sociale della nostra città come mai era accaduto prima negli ultimi 20 anni almeno per il futuro dovremmo essere in grado di strutturare e rendere stabile questo sistema misto di iniziative pubbliche e private cercando di creare le condizioni affinché alcuni soggetti del mondo dell associazionismo possano svolgere un ruolo più operativo all interno di progetti comunali finalizzati al recupero ed alla valorizzazione dei siti storici abbandonati che insistono sul nostro territorio così in un operazione esclusivamente civica da nessun ritorno turistico e/o economico recupereremo al patrimonio collettivo luoghi e radici del nostro passato ricco di eventi e personaggi che hanno determinato il nostro spirito sezzese.

[close]

p. 5

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 sezze c era l anfiteatro una vergona a 360 gradi di luca morazzano in questi giorni il sito de il fatto quotidiano attraverso il blog di jacopo fo sta dando spazio ad una nuova iniziativa targata incompiuto siciliano che sul sito www.incomdi marco martelletta piutosiciliano.org con un lavoro certosino ha redatto una triste lista delle opera incompiute sparpagliate sull italia per uno sperpero di denaro pubblico di svariati milioni di euro vedendole tutte in fila usando le parole utilizzate dal fatto ha vita un elenco che fa paura non esiste una stima globale di questo spreco ma parliamo di miliardi di euro buttati al cesso questa lista la si dovrebbe far imparare a memoria nelle scuole così magari poi la gente ci pensa quando vota incompiuto siciliano non si è limitato a redarre una lista ha anche organizzato un tour turistico all incompiuto come corrente artistica e si sono perfino portati una colonna di cemento armato alla biennale di venezia la provincia pontina era già presente con la segnalazione dell intermodale noi abbiamo voluto aggiungere lo scempio dell anfiteatro di sezze convinti che il servizio di striscia nei mesi scorsi non ha reso giustizia abbiamo attinto per la nostra segnalazione dal materiale disponibile sul sito lavocelibera.it del mlis che da anni combattono questa battaglia sicuri di fare cosa gradita anche a loro e abbiamo inviato questo testo e finito in tv in un servizio di striscia la notizia che ha alterato la situazione e in consiglio regionale del lazio presentato all attenzione della presidente renata polverini dal gruppo dei radicali su sollecitazione della lista civica setina mlis movimento libero iniziativa sociale questo però non è bastato a sbloccare la situazione di quello che oramai viene definito ecomostro all anfiteatro di sezze un progetto iniziato nel 2005 dalla giunta del sindaco zarra poi passato attraverso il commissariamento di leopoldo falco e continuato nella legislatura in dirittura d arrivo targata andrea campoli ma i lavori non sono mai finiti e quanto stato fatto è oggi rovinato dall incuria e dagli atti vandalici il tutto condito da costi lievitati all inverosimile prima che iniziassero i lavori c era un progetto di restauro della struttura originale presentato dall apt che prevedeva il totale recupero tramite una ristrutturazione della monumentale opera con soli 350.000 euro ma questa opzione che avrebbe tutelato il bene architettonico non è stata presa in considerazione riferendoci all interrogazione presentata alla regione lazio essa chiede chiarimenti sull importo finanziato attraverso il docup se risulta vero che il primo lotto è costato 1.291.142 euro mentre il secondo circa 800.000 euro quanto fino ad oggi è stato effettivamente speso per la struttura incompiuta gli enti erogatori dei finanziamenti i contratti stipulati con le società che hanno avuto in appalto i lavori sono state necessarie varianti al progetto con aggravio dei costi rispetto al progetto originale la nuova opera avrebbe dovuto vedere la luce nel giugno 2006 mentre ad oggi l opera non è stata terminata i lavori sono fermi e quello che doveva essere un anfiteatro è diventato un ecomostro 5 come era e come è

[close]

p. 6

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 sezze ciocca bacchetta zappalà il consigliere nell ambito del turismo siamo soli e abbandonati di simone di giulio duro attacco di marcello ciocca nei confronti di stefano zappalà l ex assessore al turismo del comune di sezze marcello ciocca oggi presidente della commissione tematiche sociali cultura e sport spiega il suo dissenso le politiche pubbliche ed i relativi interventi sul turismo le cui competenze prioritarie afferiscono all assessorato regionale ricoperto da zappalà oggettivamente non sembrano idonee alla situazione dei tempi molto difficili figli della crisi economica dando una spiacevole sensazione di solitudine agli amministratori pubblici competenti e soprattutto agli operatori privati che sono i terminali ultimi di non scelte e di ritardi accumulati negli ultimi 30 anni gli investimenti in infrastrutture sono scarsi e l assenza di un aeroporto commerciale nella nostra provincia ci danneggia in modo grave relativamente ai flusso di redditi che potrebbero arrivare sul nostro territorio ma che continuano invece ad arricchire roma ed i suoi operatori economici così le realtà della linea collinare della provincia come pure quelle della linea costiera sono costretti difendersi per incrementare di qualche punto percentuale i numeri di un fatturato che invece potrebbe raddoppiarsi e triplicarsi se la gestione delle politiche regionali turistiche pubbliche fosse fatta in maniera più coraggiosa e moderna queste considerazioni ­ prosegue ciocca ­ sono sostanziate anche da eventi come la sacra rappresentazione della passione di cristo che ha potuto contare sulla sensibilità della consigliera regionale gina cetrone ma tuttavia rappresenta una goccia nel mare delle necessità e bisogni come per il taglio di risorse pubbliche registrato dal settore turistico a livello di infrastrutture e strutture costiere anche per ciò che riguarda i siti e gli eventi dei comuni collinari la bilancia segna rosso sia in termini numerici che prospettici zappalà non ha invertito la tendenza e lo strapotere dei politici di roma per cui ci troviamo di nuovo a doverci accontentare delle briciole che piovono qua e là in un deserto di ritardi infrastrutturali e di mancata promozione territoriale a livello europeo speriamo ­ conclude ciocca ­ che l assessore abbia dimenticato gli anni in cui dal parlamento europeo avrebbe potuto fare molto per il territorio provinciale ma che i ritardi attuali dimostrano invece come anche allora sia stato poco incisivo in termini di investimenti e sviluppo per il territorio per i suoi operatori economici e i suoi cittadini debora agostini serve una politica sana l intervento della coordinatrice giovani dell api come si può sperare ad una ripresa del mercato italiano o meglio del made in italy e questa la domanda che si pone debora agostini coordinatrice dei giovani di api sezze la 20enne opera nel settore alberghiero percependo un stipendio di circa 500 euro con il mio stipendio non posso permettermi di acquistare un capo di abbigliamento made in italy in quanto il suo costo è per me inaccessibile sono obbligata a ripiegare in uno dei tanti negozi gestiti da cinesi che vendono prodotti di importazione dal costo nettamente inferiore penso che fin quando non ci sarà una sana politica che guarda verso una riforma e riqualificazione salariale del lavoratore non ci sarà neanche possibilità di una ripresa economica un analisi che lascia intendere che a beneficiarne sarà solo l importazione e del tutto normale quindi che i negozi come la produzione straniera soprattutto cinese è sempre più in espansione e 6 crescita con conseguenze disastrose per la nostra economia e impiego nella produzione la coordinatrice dei giovani di alleanza per l italia punta il dito contro l euro quando è stata introdotta la nuova moneta uno stipendio di 1.800.000lire è stato tramutato in circa 900 euro mentre un prodotto da 1.000lire è stato portato a 1 euro cioè il doppio secondo me è proprio da qui che è iniziato l impoverimento della famiglia italiana anche la globalizzazione ha giocato a nostro sfavore merce prodotta a costi molto bassi a nostro confronto ha trovato spazio facendo leva su una entrata minore dettata proprio con l avvento dell euro debora mostra anche ottimismo alla mia età non posso vedere solo nero e penso che bisogna partire proprio dalla base quindi da una sana politica locale ed è per questo il mio impegno al fianco di roberto reginaldi che si mostra schietto e vicino alle tante problematiche del paese

[close]

p. 7

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 pontinia servizi sociali primi successi questo il bilancio di stefano boschetto di roberto tartaglia il giovane consigliere di maggioranza con delega ai servizi sociali stefano boschetto inizia a emergere con risultati concreti le prime settimane di carica non erano state rosee per lui dal problema dei venditori accampati ovunque durante il periodo della festa di sant anna e alle tanto tribolate convenzioni con gli asili nido ma ora i progetti iniziano a dare i loro frutti primo fra tutti il rinnovo con la convenzione del consorzio parsifal per il mantenimento del centro diurno per disabili boschetto si ritiene molto soddisfatto dei risultati raggiunti in tale ambito e per le somme che si è riusciti a racimolare al fine di offrire il servizio mensa e mantenere aperto il centro anche il martedì e giovedì pomeriggio a questo successo si affianca l apertura di uno sportello unico per l immigrazione un passo importante per un paese che come pontinia vanta ormai un gran numero di lavoratori stranieri per lo più indiani il consigliere afferma che era necessario offrire a queste persone un punto di riferimento istituzionale il servizio ad ogni modo è in fase di lancio e si sta studiando la formula migliore per offrire servizi quanto più adatti alle esigenze di queste persone un lavoro che potrebbe coordinarsi con quello già da anni offerto dalla caritas volto a offrire pasti abbigliamento e corsi di lingua italiana la destra sulla scia degli indignados a pontinia c è chi passa e sosta per una sola notte prima di riprendere il proprio viaggio verso atene ribellandosi a un sistema che ormai non funziona più e sognando la democrazia come hanno fatto gli indignados e chi si prepara a partire alla volta di roma per manifestare contro un governo tecnico chiamato in causa per porre rimedio ai danni causati dal precedente governo che aveva ereditato i problemi da quello che l aveva preceduto che a sua volta si faceva carico di quello precedente che ancora risentiva degli errori della prima repubblica che picchiò il cane che morse il gatto che mangiò il topo insomma sempre la stessa solfa stavolta a manifestare è la destra che da giorni cerca di sensibilizzare l opinione pubblica per organizzare un azione massiccia che il prossimo 4 febbraio porterà esponenti e simpatizzanti del partito a ribellarsi a ciò che definiscono il governo dei non eletti e delle banche il segretario cittadino di pontinia davide del bono asserisce che i cittadini di pontinia sanno bene che la destra con giuseppe belli e luigi subiaco in comune nonché francesco storace teodoro buontempo e roberto buonasorte in regione lazio troveranno sempre una comunità disposta ad ascoltare le problematiche del territorio e a dare voce a chi non ce l ha la destra partirà da piazza della repubblica e arriverà a piazza della bocca della verità ma in un momento delicato come questo ci si chiede se fare il bene della nazione voglia dire davvero tentare di creare scompiglio negli organi costituzionali forse sarebbe più sensato collaborare con essi e proporre soluzioni alternative anziché anteporre al dialogo i pregiudizi e le ragioni aprioristiche delle proprie convinzioni politiche r.t i problemi delle associazioni di roberto tartaglia non hanno termine i problemi legati alle associazioni di pontinia prima il taglio dei fondi poi le dimenticanze della provincia ora l assenza di un luogo di riunione il 4 febbraio nel teatro della parrocchia si terrà un incontro proprio su quest ultimo tema indetto dalla pro loco ma gli spazi ci sono sembra di sì ce n è uno già pronto quello che una volta ospitava il museo della malaria gli esponenti del cantiere creativo una delle realtà associative più attive di pontinia fa sapere che c è totale silenzio da parte dell amministrazione comunale in merito alla lettera da loro inviata lo scorso agosto e nella quale chiedevamo cosa sarebbe diventato lo spazio dell ex museo della malaria situato nello stesso palazzo della biblioteca ­ dicono dal cantiere avanzando l idea che potesse essere momentaneamente utile alle associazioni presenti attivamente sul territorio e ribadiscono continuiamo a precisare ancora una volta l importanza di uno spazio pubblico ad uso delle associazioni e a fruizione del comune cittadino uno spazio che permetta quindi la comunicazione tra le realtà associative e l integrazione delle varie attività culturali vive sul territorio per uno sviluppo culturale della città così descritto nel programma elettorale della maggioranza c è bisogno sì di finanziamenti che permetterebbero di investire sul fondo bibliotecario su una programmazione culturale intensa visibile anche agli occhi dei turisti ma ancor più sussiste la necessità di riaccordare le associazioni esistenti dunque non aspettiamo un unica risposta ma un dialogo ampio per consentire la realizzazione di uno sviluppo culturale 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 maenza la prima volta della napoleoni primi impegni dopo la carica assessorile di luca morazzano appena entrata nell ultimo anno pre-elettorale la giunta mastracci registra ufficialmente degli aggiustamenti che presumibilmente l accompagneranno fino alla conclusione del mandato dopo l uscita di scena di mario iagnocco che ha presentato le sue dimissioni rimettendo la delega allo sport il rimpasto operato dal sindaco ha visto una new entry nella squadra di governo del paese che risponde al nome di rosalba napoleoni la vera sorpresa delle scorse elezioni seconda in voti nella lista del sindaco solo a mostri sacri della politica maentina quali l ex primo cittadino antonio cimini dopo tre anni di apprendistato è stata infatti nominata assessore un bel passo paventato tra l altro nei mesi scorsi proprio su queste stesse pagine che testimonia l ascesa di un profilo che in punta di piedi potrebbe rappresentare un nuovo punto di riferimento della vita politica del paese la stessa rosalba napoleoni infatti dopo aver assunto la carica di responsabile locale dell api alleanza per l italia che a livello fa capo a rutelli con tanto di `incoronazione da parte del responsabile provinciale alessandro aielli e dell esponente nazionale onorevole lanzillotta entra ufficialmente nella squadra di governo con le deleghe la delega allo sport rimessa nelle mani del sindaco da iagnocco passa invece a giuseppe olivieri già assessore alle attività produttive all agricoltura e all ambiente ma che di sport si stava occupando per quanto concerne la controversa e ancora irrisolta questione tribune del campo cacciotti più che confermati ai loro posti il vicesindaco cimini l assessore alla cultura cardone e i rampanti loreto polidoro e roberto corsi una curiosità infine sul primo atto deliberato dalla napoleoni nella veste di assessore nella giunta del 20 gennaio 2012 presenti tutti i componenti e con voto all unanimità è stata data autorizzazione funzionario responsabile area economico finanziaria giovanna valle a prestare attività lavorativa presso il comune di prossedi al di fuori dell orario di lavoro svolto presso il comune di appartenenza per un periodo di mesi 3 gennaio-marzo 2012 per un numero settimanale di ore pari a 6 fuori dell orario di servizio altresì può coesistere la precedente autorizzazione per prestazioni lavorative presso il consorzio delle biblioteche che si limitava ad una prestazione mensile pari a 1 o 2 giornate lavorative stando sempre nel limitedelle 12 ore consentite dalla legge e nato il punto baby accordo comune-valentina onlus di luca morazzano tente sociale verranno messi a disposizione beni alimentari e non ma comunque di prima necessità destinati a bambini in età prescolare dietro presentazione di una specifica richiesta gli alimenti a disposizione potranno essere di volta in volta biscotti omogeneizzati pastina latte gli altri beni che potranno essere distribuiti in favore dei bambini sono vestiti carrozzine passeggini giocatoli ecc in più continua a spiegare corsi ci saranno dei servizi per le mamme i servizi di cui possono usufruire le mamme a prezzi modici grazie alla disponibilità di medici in convenzione con l associazione valentina sono prevenzione dermatologica visita per i nei mammografie ed ecografie mammarie visite audiometriche gratuite insomma un punto di riferimento per i genitori maentini che ne hanno bisogno con la garanzia dell esperienza dell associazione valentina onlus che a latina gestisce un appartamento particolare come spiega la presidentessa nella magnani carboni si tratta di un appartamento arredato a disposizione dei malati oncologici e dei loro familiari che devono raggiungere quotidianamente il capoluogo per motivi di cura l appartamento sarà a disposizione anche di mamme che devono allattare bambini per i quali è prevista una lunga degenza nel nosocomio di latina maenza capofila dei punto baby con l inaugurazione dello scorso 27 gennaio maenza è infatti il primo paese della provincia di latina ad essere dotato di uno sportello dedicato ai bebè ed usufruibile ovviamente dai genitori alla cerimonia tenutasi nell aula consiliare sono intervenuti il sindaco francesco mastracci l assessore ai servizi sociali roberto corsi e l associazione valentina onlus di latina rappresentata dalla presidente nella magnani carboni erano presenti altresì fiorentini tommaso e zampini sandro del direttivo dell associazione i membri della giunta comunale e gli operatori dell ufficio servizi sociali alla presenza di mamme e papà intervenuti è stato fatto il punto degli interventi a cui possono far riferimento famiglie in difficoltà economica a spiegare cosa sarà lo sportello e i servizi che potrà erogare è l assessore roberto corsi presso l ufficio dell assis8

[close]

p. 9

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 priverno a scuola di legalità di mario giorgi le classi quinte della scuola don andrea santoro di priverno hanno aderito per il settimo anno consecutivo al concorso educazione alla legalità organizzato dall associazione nazionale carabinieri ­ sezione di priverno coordinata dal capitano cataldo botticelli dalla stazione dei carabinieri di priverno e dal comune del centro collinare lepino questa esperienza è finalizzata a sensibilizzare gli alunni alla cultura della cittadinanza e della legalità e a formare la loro coscienza ad alti valori morali e civili in modo che quando saranno adulti potranno dare il loro contributo cosciente e consapevole allo sviluppo della società in cui saranno inseriti da protagonisti i primi incontri di formazione ai quali nei mesi successivi ne seguiranno altri tra cui la visita alla locale caserma dei carabinieri saranno tenuti presso i plessi di scuola primaria di via giacomo matteotti e san lorenzo il 2 e 3 febbraio prossimi dal maresciallo massimo di mario comandante della stazione cc di priverno che approfondirà tematiche di attualità quali l alcolismo il fumo e l uso di sostanze stupefacenti per verificare quanto gli alunni avranno appreso e criticamente rielaborato il concorso si concluderà con la stesura di un elaborato dal titolo piuttosto impegnativo le devianze droga fumo e alcool quali danni procurano a coloro che ne fanno uso cosa possiamo e dobbiamo fare noi ragazzi e l arma dei carabinieri per prevenire il consumo delle predette sostanze nocive per la salute il progetto ­ ha spiegato il dirigente scolastico prof ernesto fiorini ­ non solo si pone come attività preventiva di fenomeni devianti ma mette al centro della vita degli alunni i valori fondamentali del vivere civile anche attraverso la loro conoscenza diretta dell organizzazione dell arma nell offerta formativa della nostra scuola ­ ha sottolineato fiorini non poteva mancare questo importante appuntamento che ormai ogni anno si ripete e vede come protagonisti proprio gli alunni delle ultime classi coloro cioè che si apprestano ad effettuare scelte importanti per il loro futuro di questa opportunità a nome di tutto il personale docente e di tutti i genitori esprimo un particolare e convinto ringraziamento all associazione nazionale carabinieri all arma dei carabinieri ed al comune di priverno 9 le quinte della don andrea santoro a lezione dai carabinieri

[close]

p. 10

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 priverno sanità la denuncia dell osservatorio le istituzioni si sono progressivamente defilate di mario giorgi priverno e i servizi sanitari un binomio ormai irricomponibile da quando quello che fino a qualche anno fa fu un apprezzato ospedale è stato chiuso i servizi ad uno ad uno hanno cominciato a perdere colpi sono stati smantellati o quanto meno rischiano di esserlo in maniera definitiva la denuncia è dell osservatorio sulla sanità locale costituito dal partito democratico da sinistra ecologia e libertà dall italia dei valori e da privati cittadini che nella sua attività di individuazione dei problemi e di azioni di protesta ­ si legge in una nota ­ si è ormai sostituito all amministrazione comunale l osservatorio sulla sanità locale ­ hanno scritto i responsabili nella nota suddetta ha più volte denunciato il grave stato in cui versa il sistema socio-sanitario del nostro comprensorio sollecitando l azienda sanitaria locale e la regione ad intervenire per colmare le carenze che ormai impediscono ai cittadini di priverno e dei paesi limitrofi di fruire dei servizi essenziali cui avrebbero diritto e di cui hanno estremo bisogno questo stato di cose è reso ancor più grave perché ricompreso nella più generale e disastrata situazione della sanità laziale per niente efficiente e sempre più sguarnita di strutture e servizi tanto che è divenuto difficile e frustrante anche rivolgersi presso altre strutture come l ospedale di latina ad esempio dove l insufficienza del personale dovuta al fatto che non si assumono operatori e il superaffollamento dovuto alla chiusura degli ospedali minori come il nostro causano code ritardi ed inefficienze pericolose per la stessa salute di chi vi si rivolge morale della favola è che priverno e il suo comprensorio si ritrovano senza l ospedale con una riduzione drastica dei servizi poli-ambulatoriali che questo erogava con il consultorio familiare privo del ginecologo dal primo di giugno e con i lavori di ristrutturazione del centro di via madonna delle grazie dove dovrebbero essere spostati e potenziati i servizi ambulatoriali di nuovo sospesi ad una rilevazione dello stato operativo degli ambulatori e dei servizi che si svolgono presso l ex ospedale ­ affermano i responsabili dell osservatorio il quadro che ci appare è quello di un sistema avviato al completo smantellamento sempre più sguarnito e desolante ciò è dovuto all estrema esiguità del personale che dalla chiusura dell ospedale ha subito una vera diaspora in questi ultimi due anni infatti sono stati letteralmente prelevati e spostati per coprire i bisogni di altre strutture medici infermieri e operatori vari e come se ciò non bastasse in organico al personale rimasto ci sono dipendenti che fruiscono dalla legge 104 o di quella del diritto allo studio che pur garantendo dei diritti determinano però all interno di un organico già sottodimensionato un ulteriore carenza di personale con i disservizi all utenza che tutti conoscono la situazione insomma appare davvero drammatica e rischia di peggiorare con il pensionamento inevitabile di alcuni operatori e il caso ad esempio del servizio di nefrologia e dialisi che 10 cura il trattamento di ben venti pazienti e che rischia di essere chiuso se non verrà sostituito l infermiere che andrà in pensione a marzo e giù un quadro dettagliato circa la condizione dei vari servizi ancora attivi punto di primo intervento servizio di nefrologia e dialisi punto prelievi radiologia cardiologia ambulatori di ecografia internistica diabetologia ecografia pediatrica ed ostetricia e infine la portineria la grave carenza di personale evidenziata è resa ancor più grave dal fatto che numerosi operatori sono assenti per malattie anche lunghe e non vengono sostituiti per questo e per evitare il peggio in presenza del silenzio assordante dell amministrazione comunale che sembra non rendersi conto delle gravi difficoltà dei suoi cittadini l osservatorio in continuità con le doverose azioni di lotta realizzate negli ultimi mesi organizzerà a breve una grande assemblea aperta alla quale cittadini forze politiche e istituzioni saranno chiamati a partecipare nel tentativo di rivendicare per questa comunità un sistema sanitario che soddisfi il diritto fondamentale per tutti alla cura e alla salute l auspicio è che la risposta sia massiccia e soprattutto che qualcuno ascolti le lagnanze di un intero comprensorio.

[close]

p. 11

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 priverno il debutto di palluzzi in consiglio subito una proposta rinunciare al gettone e darlo in beneficenza di mario giorgi rinunciamo al gettone di presenza e devolviamolo in beneficenza la proposta è di pierantonio palluzzi consigliere comunale appena entrato nella massima assise cittadina di priverno come primo dei non eletti nella lista civica uniti per priverno a seguito delle dimissioni di francesco aversa nominato nel consiglio di amministrazione dell ater latina nell ultimo consiglio comunale palluzzi ha comunicato ufficialmente la volontà di devolvere in beneficenza il gettone che per legge si percepisce ad ogni seduta i motivi che hanno spinto il giovane esponente politico privernate a prendere una decisione del genere sono sostanzialmente due il primo ­ spiega perché la politica soprattutto locale deve essere intesa come momento di volontariato e non come fonte di reddito o di riscossa civile insomma si fa politica per passione e non per interesse il secondo motivo ­ sottolinea pierantonio palluzzi perché i destinatari dell obolo saranno i bambini della casa famiglia dell istituto baratta gestita dall ipab del presidente marco anaclerio il neoconsigliere fa poi due conti estremamente semplici ma significativi il gettone di presenza ­ afferma è di 20 euro a seduta consiliare considerato che ogni anno si tengono in media dieci consigli comunali il contributo ha di per sé più un carattere simbolico che di arricchimento delle casse dell istituto ma se tutti gli altri consiglieri sia di maggioranza che di opposizione accogliessero l appello che palluzzi ha lanciato cioè di condividere questa iniziativa benefica l importo complessivo a fine anno potrebbe essere ben diverso e chiaro che per quella parte di società più sfortunata e indifesa disporre ogni anno di 4.000 euro magari da spendere in giocattoli potrebbe rappresentare quel pizzico di speranza e fiducia verso il prossimo che con un piccolo gesto i consiglieri comunali possono donare loro indubbiamente una simpatica iniziativa vedremo quanti altri consiglieri raccoglieranno l invito di pierantonio palluzzi dopo questa premessa palluzzi ha illustrato anche il suo modus agendi in questo anno che ci separa dal rinnovo del consiglio comunale privernate il mese scorso in qualità di candidato primo dei non eletti della lista civica uniti per priverno ha dichiarato ho avuto l onore di diventare consigliere comunale in surroga del dimissionario francesco aversa al momento dell insediamento ho dichiarato che in quest ultimo anno che ci divide dal rinnovo del consiglio sarà mio compito contribuire ad un più alto grado di trasparenza degli organismi e pubblicizzazione degli atti amministrativi nonché proporre soluzioni di innovazione amministrativa e tecnologica di risparmio economico e di semplificazione della macchina burocratica per favorire cittadini e imprese così come ­ ha aggiunto sarà mio scopo prevalente contribuire ad individuare il percorso migliore per la crescita complessiva del sistema città non essendo intriso di ideologismo ­ è sempre palluzzi a parlare non mi porrò pregiudizialmente contro l attuale amministrazione comunale pur avendo condiviso ben poco di quanto fatto fino ad oggi ma avrò un atteggiamento asettico e attento ai provvedimenti proposti più che ai nomi dei proponenti priverno è una città in declino economico demografico e culturale ma tale scempio non può e non deve essere addossato esclusivamente all attuale maggioranza le responsabilità sono diffuse e sistemiche e non esistono soluzioni facili magari a colpi di delibere il percorso per la rinascita è lungo e la politica oggi in ritardo di decenni ha il dovere della lungimiranza non basta ­ ha concluso gestire l esistente occorre avere ed offrire una visione d insieme proiettata nel futuro dopo una dichiarazione così impegnativa è naturale che palluzzi sarà atteso alla prova dei fatti 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 sermoneta gli over 75 non pagano il canone rai di domiziana tosatti gli anziani con un reddito basso possono avere l esenzione dal pagamento del canone rai a renderlo noto è l assessorato ai servizi sociali del comune di sermoneta guidato da alberto battisti ad avere diritto all agevolazione ha spiegato l assessore sono gli ultra75enni che percepiscono un reddito proprio e del coniuge che complessivamente non superi 6mila e 713,98 euro annui ossia 516,46 euro per tredici mensilità i soggetti in questione non devono convivere con persone diverse dal coniuge stesso al fine di ottenere l esenzione è necessario recarsi presso l agenzia delle entrate con il documento di identità e compilare una dichiarazione sostitutiva che prova il possesso dei requisiti richiesti dalla legge i moduli tuttavia sono reperibili anche online sul sito dell agenzia la dichiarazioneha spiegato ancora alberto battisti deve essere consegnata o spedita via raccomandata entro il 30 aprile di ogni anno da parte di coloro che per la prima volta fruiscono del beneficio oppure entro il 31 luglio per chi vuole ottenere l esonero per il secondo semestre nel caso in cui il compimento dei 75 anni avviene entro tale data gli anni successivi invece i contribuenti che hanno fatto domanda di esenzione continuano a beneficiare dell agevolazione senza dover presentare nuova richiesta coloro che hanno diritto all esenzione ma hanno già pagato il canone possono chiedere il rimborso anche per gli anni precedenti presentando il modello disponibile presso gli uffici dell agenzia delle entrate o presso gli uffici dei servizi sociali del comune di sermoneta il canone scade il 31 gennaio ed ammonta ad un totale di 112 euro pagabili però anche in due rate da 57,16 euro una al 31 gennaio l altra al 31 luglio o anche in quattro rate trimestrali da pagare entro il 31 gennaio 30 aprile 31 luglio e 3 ottobre un nuovo punto acqua un anno dopo norma arriva a monticchio di domiziana tosatti che sta a distanza di circa un anno espandendosi sempre più nell intera provincia avvicinando gli uffici ed i servizi di acqualatina all utente anche il comune di sermoneta guidato dal sindaco giuseppina giovannoli ha avviato da ieri il rapporto di collaborazione con il gestore del servizio idrico integrato si tratta di un iniziativa promossa da acqualatina spa in collaborazione con l amministrazione comunale e le associazioni dei consumatori che `ha l obiettivo di costituire un nuovo ed importante punto di riferimento per tutti gli utenti finalità del punto acqua hanno spiegato da acqualatina è quella di fornire assistenza ed informazioni agli utenti all interno del proprio comune di residenza grazie al supporto dell amministrazione comunale e delle associazioni dei consumatori il progetto rientra nel percorso di qualità e trasparenza intrapreso dal gestore a partire dalla fine del 2009 `che comprende hanno evidenziato ancora anche il servizio di foto-lettura il nuovo call center una veste grafica rinnovata per la bolletta il servizio di pagamento tramite sisal ed un sito web aziendale costantemente aggiornato con il punto acqua quindi ognuno potrà risolvere le proprie questioni ed avere informazioni in merito al servizio idrico direttamente nel proprio comune il personale che sarà comunale sarà adeguatamente formato ed aggiornato dai tecnici di acqualatina e grazie alla modulistica sempre disponibile non sarà più necessario recarsi fisicamente presso gli sportelli di acqualatina spa e stato inaugurato il 31 gennaio il punto acqua del comune di sermoneta che avrà sede in via dei tigli presso il centro civico di monticchio e una realtà quella del punto acqua avviata in via sperimentale con il comune di norma 12

[close]

p. 13

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 sermoneta acli per il fotovoltaico iniziativa per un servizio alle famiglie di domiziana tosatti affermando il principio per il quale `la produzione di energia domestica deve essere un opportunità per gli utenti e non per gli operatori commerciali di settore i circoli acli tra cui anche quello del comune di sermoneta con sede a sermoneta scalo hanno deciso di promuovere azioni concrete per affiancare le famiglie nell iter di accesso alle agevolazioni ed ai finanziamenti il `conto energia varato dal governo nel luglio 2010 è spiegato in una nota fissa in 3mila mw il tetto massimo finanziabile con gli incentivi statali le famiglie ed i piccoli esercenti e produttori che intendono accedervi devono affrettarsi per evitare il rischio che i grandi produttori di energia speculativa anch essi inseriti tra i fruitori esauriscano il fondo a disposizione beffando proprio i destinatari principali dello stesso due sono i principali incentivi cui hanno diritto i proprietari di abitazioni e locali che intendono istallare un impianto di produzione di energia da una parte c è il conto energia è spiegato ancora nella nota per realizzare l impianto garantito per 20 anni dall altro c è la possibilità di scambiare direttamente l energia prodotta con quella consumata opportunità possibili attraverso impianti realizzati o direttamente dai proprietari avvalendosi di ditte specializzate e sfruttando le superfici di proprietà ammortizzando i costi con il contributo statale e ricavandone degli utili oppure realizzati da società che acquisiscono superfici in comodato per 15 o 20 anni e realizzano direttamente gli impianti lasciando all utente uno sconti dal 30 al 50 sul consumo energetico e proprio qui che si inserisce l iniziativa del circolo acli che `allo scopo di dare un servizio complessivo e trasparente alle famiglie e agli utenti ha avviato contatti diretti con le maggiori società del settore di livello nazionale e con primarie imprese del territorio per offrire una gamma di possibilità di scelta migliore e rispondere alle singole esigenze l obiettivo si legge nella nota a firma acli è offrire le migliori condizioni possibili per valorizzare e tutelare il patrimonio domestico venire incontro alle esigenze economiche degli utenti ed abbattere il più possibile la bolletta norma pacchetti integrati al museo di domiziana tosatti nuovi pacchetti attendono i turisti che vogliono visitare il museo civico archeologico ed il sito dell antica città di norba il 2012 infatti apre con nuovi pacchetti pensati per tutti coloro che sono interessati alla conoscenza e alla fruizione della storia e dell archeologia dell antica città di norba per tutto il nuovo anno su prenotazione sarà possibile visitare con un unico biglietto sia il museo intitolato a padre annibale gabriele saggi e che si trova in via della liberazione sia il parco archeologico l organizzazione delle visite guidate curate direttamente da personale specializzato prevede l incontro presso il museo civico con visita guidata di circa 45 minuti qui i visitatori saranno avviati alla conoscenza del suggestivo sito archeologico di norba tra plastici ricostruttivi e realtà virtuali successivamente raggiungendo il parco archeologico si potranno ammirare le vestigia dell antica città attraversando e rivivendo i luoghi dove più di duemila anni fa roma fondò una colonia tanto importante per il territorio lepino per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare lo 0773 353806 oppure inviare una mail a cultura@comunedinorma.it o consultare il sito internet www.comunedinorma.it 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 cultura un festival in crescendo di paola bernasconi È iniziata domenica scorsa la seconda edizione del cinedocuforum organizzato dall associazione culturale cantiere creativo di pontinia patrocinata dal comune la rassegna si tiene presso il teatro fellini di pontinia sempre con inizio alle 17 occupandosi di tutte quelle tematiche ormai care all associazione tra ambiente arte e sviluppo sociale dopo il film documentario del 2008 domani torno a casa sulle attività di emergency attraverso gli occhi di due pazienti si torna a riflettere il 5 febbraio con così mangiavamo diretto da stefania barzini all incontro su l evoluzione delle abitudini gastronomiche parteciperà anche tommaso iacoacci responsabile della condotta slow food di priverno il 26 febbraio sarà la volta di nostra signora dei turchi film diretto ed interpretato da carmelo bene a seguire un dibattito su la parola come medium immaginifico a cui parteciperà il fantasiologo massimo gerardo carrese domenica 11 marzo si passa a pier paolo pasolini con comizi d amore e al reading scritti corsari pasolini mentre il 24 si torna alla contemporaneità con paolo sorrentino e l amico di famiglia che affronta il delicato tema dell usura in programma anche un incontro con la fondaziona antiusura wanda vecchi per il 15 aprile è previsto invece il film documentario di jaques perrin dal titolo il popolo migratore quattro anni di lavoro per girare questa opera naturaslistica candidata al premio césar per la migliore opera prima nel 2002 a seguire si terrà un dibattito con i rappresentanti della lipu di latina una settimana dopo il 22 aprile verrà invece proiettato un docufilm sulla situazione sociale e culturale in tibet a cui farà da contorno un incontro con i rappresentanti del monastero tibetano di cisterna di latina domenica 6 maggio si torna a parlare della storia italiana con piazza delle cinque lune film di renzo martinelli del 2003 protagonista in questo caso il rapimento e l uccisione di aldo moro in una eventuale ricostruzione della vicenda a fine proiezione si potrà assistere ad un dibattito tenuto da mario sirimarco professore di etica delle autonomie locali all univeristà la sapienza di roma nonché esperto del caso moro l ultimo incontro con il cinedocuforum si terrà il 13 maggio con l acclamato film di marco tullio giordana i cento passi la vita e la morte di peppino impastato giovane ucciso dalla mafia il 9 maggio del 1978 ci sarà un incontro dibattito con l associazione peppino impastato di cassino per ulteriori informazioni potete visitare il sito cantiere-creativ.blogspot.com faccio cose vedo gente weekend ricco ci siamo un altro fine settimana è arrivato e noi siamo come sempre qui a segnalarvi una carrellata di eventi ai quali prendere parte perché è sempre molto interessante fare cose e vedere gente no partiamo da stasera il nostro capoluogo di provincia ci offre musica live al circolo hemingway e all easy going risto pub nel primo si esibisce la band lia fail mentre nel secondo frasketta night stornelli la vera serata è però quella di sabato quando i mitici elio e le storie tese saranno on stage al teatro d annunzio a partire dalle 21 con il loro enlarge your penis tour scaletta ancora segreta ma si promettono sorprese per questa nuova tournée teatrale del gruppo di culto milanese l evento è organizzato dalla ventidieci 14 con il patrocinio del comune di latina se volete ascoltare una band meno conosciuta andate invece all hemingway dove si esibiranno i gronge se in questi due giorni di venerdì e sabato volete al contrario dedicarvi al teatro allora il mat di via san carlo a sezze vi offre l opportunità di assistere a femmmes di christian rullier per la regia di mamadou dioume non è un errore si tratta proprio di femmmes con tre emme tre donne gravide delle parole del mondo delle parole degli uomini tre donne che devono parlare della vita dell amore delle illusioni così nelle parole del regista le donne di questa pièce portano incise nella carne piaghe di cui vogliono liberarsi non discutono non dubitano parlano soltanto,

[close]

p. 15

mondore@le numero 122 3 febbraio 2012 cultura un bel film come quelli di una volta di paola bernasconi un film dall eleganza d altri tempi questo è la talpa pellicola diretta da tomas alfredson tratta dall omonimo romanzo del 1974 di john le carré pseudonimo dello scrittore inglese david john moore cornwell un film come non se ne vedevano da molto tempo curato nei minimi dettagli minuzioso nella ricostruzione scenografica e con una scelta di costumi eccellente sembra di respirarla quell aria da guerra fredda intrighi internazionali dialoghi ai minimi termini dove il non detto sembra più importante del resto sguardi carichi di significato È il 1973 e l agente george smiley un gary oldman perfettamente in parte viene incaricato di trovare una spia russa che fa il doppio gioco all interno del circus i servizi segreti britannici questo è quanto ma il resto è molto di più una trama complessa da seguire con attenzione per non perdere la sfumatura che spiega il tutto una trama degna dei migliori film di spionaggio che in questa pellicola dà il meglio di sè grazie ad un intreccio ben congeniato e ad una regia delicata e attenta si muore in questo film ma anche la morte è lieve appena accennata ogni momento ogni scena sembra essere solo sfiorata ma è proprio in quell essere aparentemente effimeri che questi attimi dimostrano il loro peso specifico della moglie del protagonista non vedrete mai il volto solo un fiore rosso tra i capelli lunghi un vestito una mano eppure è in questi piccoli particolari che l intera storia del loro matrimonio si dipana in tutta la sua veridicità quattro gli uomini sospettati di essere la talpa lo stagnaio il sarto il soldato il povero interpretati rispettivamente da percy alleline colin firth roy bland etoby esterhase quattro uomini sui quali l agente smiley indagherà alla base di tutto la morte di jim prideaux agente mandato in missione in ungheria per scovare proprio quella talpa che si scoprirà solo ovviamente alla fine ritmi lenti scene senza dialoghi parole dette con profondità senza mai esagerare non c è un dialogo che non abbia una sua importanza godetevelo con attenzione io l ho fatto e adesso ho voglia di leggere il libro da cui è tratto non accade spesso solitamente il film è sempre peggiore del romanzo un film leggero e romantico nonostante questi due aggettivi non vengano solitamente usati per una spy-story un film da assaporare sul grande schermo per la sua pura bellezza visiva un film girato con mano vellutata che ricopre di sentimento ogni singola scena ci sono gli elio e le storie tese e non solo parlano liberamente e nella loro libertà sfrenata toccano corde proibite i nervi scoperti della nostra civiltà christian rullier fa parte dei grandi autori contemporanei francesi mi ha colpito come senza tradire il suo sesso faccia parlare l altra metà dell essere intero christian ha sondato l anima femminile dandogli la possibilità di esprimersi sul palco appuntamento alle 21 in entrambi i giorni per domenica ecco un programma di tutto rispetto gli amanti della natura possono mettere lo zaino in spalla e partecipare all escursione sui monti ernici organizzata dal cai di latina l appuntamento è alle 6.50 a piazza celli si visiterà collepardo le sue grotte e ancora il ponte dei santi fino alla certosa di trisulti tempo permettendo arriverete in pullman al pozzo di antullo sul fronte della musica live dalle 16 in poi the rockin organizza il garden winter festival del quale potrete leggere più dettagliatamente in queste pagine mentre gli appassionati di balletto potranno assistere allo spettacolo sherazade al teatro d annunzio lo spettacolo che rientra nella stagione di danza 2012 avrà inizio alle 18 p.b 15

[close]

Comments

no comments yet