mondorealenumero121

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero121

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 4 27 gennaio 2012 n.121 in queste settimane si parla tanto di ordini professionali da cancellare di liberalizzazioni e dell efficacia delle manovre del governo presieduto da mario monti mi voglio concentrare sull ipotizzata abolizione dell ordine dei giornalisti cui appartengo dal gennaio 2006 reduce dal mio primo e speriamo ultimo rinvio a giudizio mi fermo a pensare a quali vantaggi abbia un giornalista che si trova nella mia stessa situazione la risposta nessun vantaggio anzi oltre al danno c è anche la beffa perché se invece di firmare quel famoso editoriale del numero 17 sul giornale che dirigo avessi scritto le stesse cose su un blog su un sito internet in generale non c è il disclaimer o magari su un social network meglio ancora se in anonimo oggi non sarei nella situazione in cui mi trovo e in cui si trova il mio editore quindi sarò il primo a riconsegnare la mia tessera di giornalista qualora mi venisse richiesto poi attuerò la fase2 quella di aprire un profilo farlocco già su facebook esistono angelo agatino rossi e paolino paperino sono i miei preferiti dal quale lanciare i miei deliranti anatemi e non correre il rischio di stare due anni e mezzo sotto indagine e di ricevere un rinvio a giudizio a attualita sezze variante prg alle battute finali iuti o ffari attualita latina costa concordia i racconti di due sopravvissute cultura 27 gennaio priverno giornata della memoria al teatro comunale priverno la bilancia prende le difese della sat line maenza l anagrafe torna al manoscritto latina cioccolato in piazza del popolo

[close]

p. 2

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 speciale arrestati i vertici della fantasie onlus per la vicenda profughi scoppiata a luglio di simone di giulio clamorosa svolta nell indagine sull accoglienza ai profughi provenienti dalla libia dopo mesi di analisi e deduzioni atte a ricostruire la vicenda il sostituto procuratore olimpia monaco ha formulato pesanti accuse che hanno reso necessari cinque arresti in manette la responsabile della cooperativa fantasie onlus franca spirito il consigliere comunale e direttore generale della cooperativa rinaldo ceccano e altre tre persone collaboratori di fantasie giancarlo liberatori 61 anni barbara modugno e gianni modugno 39 e 64 anni per i primi due sono scattati gli arresti effettuati all alba del 18 gennaio scorso ceccano nel carcere di via aspromonte a latina franca spirito in quello romano di rebibbia mentre per i tre collaboratori la magistratura ha disposto la misura degli arresti domiciliari i reati sono gravissimi truffa aggravata ai danni dello stato falso e abbandono di minore e incapace con lo scoppio della rivolta in libia un forte afflusso di stranieri aveva assunto in tutto il paese carattere d emergenza la gestione dell accoglienza era stata affidata alla protezione civile che aveva emanato un ordinanza nel mese di aprile con la quale delegava alle regioni l organizzazione territoriale e l assistenza dei profughi che a sua volta aveva iniziato ad elargire somme per gli stranieri a ognuno di questi sarebbero stati destinati circa 42 euro al giorno parte dei quali sarebbero stati trattenuti dagli indagati secondo gli inquirenti in realtà avrebbero consumato cibo e generi di prima necessità per neanche cinque euro in relazione ai 70 stranieri gestiti dalla coop secondo i carabinieri la truffa ammonterebbe a circa 400mila euro l indagine aveva preso il via da una segnalazione che informava delle condizioni precarie in cui erano costretti a vivere tutti stipati in un appartamento di roccagorga troppo piccolo rispetto alle esigenze di un numero così consistente di persone uomini donne e bambini non avrebbero ricevuto neanche lo stretto necessario per vivere dignitosamente un pasto spesso composto solo da un piatto di riso neanche uno spazzolino a testa come avevano denunciato nel corso della protesa di qualche mese fa scoppiata nella struttura di latina un fulmine a ciel sereno che potrebbe avere anche strascichi maggiori altre tre persone fanno sapere gli inquirenti sarebbero coinvolte nella faccenda che riguarda la cooperativa fantasie e un altro filone di indagini sarebbe stato aperto per chiarire alcune vicende poco chiare che riguardano la presenza di profughi provenienti dalla libia e collocati sui monti lepini nelle prossime settimane se ne saprà di più ma di certo questi provvedimenti e quanto emerge dalle indagini danno la misura della gravità di quanto commesso direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 25 gennaio 2012 2

[close]

p. 3

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 speciale gli interrogatori ceccano e franca spirito tentano di sminuire il loro coinvolgimento i due responsabili della cooperativa fantasie sono stati ascoltati dal giudice per le indagini preliminari l interrogatorio di garanzia di rinaldo ceccano e franca spirito si è svolto davanti al giudice costantino de robbio che il 17 gennaio scorso aveva emesso le due ordinanze di custodia cautelare che avevano portato in carcere il direttore generale della coop e la sua rappresentante legale ceccano assistito dal suo legale di fiducia orlando mariani nel corso dell interrogatorio avrebbe riferito di avere svolto il proprio ruolo di direttore generale circoscritto alla verifica della contabilità alla disponibilità degli alloggi e alle problematiche inerenti il reperimento degli spazi alloggiativi avendo delegato ad altri il compito che materialmente non sarebbe rientrato nelle sue competenze dirette e nelle sue funzioni il consigliere avrebbe respinto ogni addebito derivato da un comportamento delittuso teso a screditare l opera di accoglienza che la onlus con fatica stava mettendo in piedi in una fase delicata quale quella dell emergenza nazionale diversa la situazione di franca spirito legale rappresentante della fantasie per la donna detenuta nel carcere di rebibbia l avv giulio mastrobattista avrebbe richiesto anche al tribunale del riesame la revoca della misura cautelare la donna al giudice avrebbe riferito che superate le fasi iniziali ai profughi nord africani sarebbe stato dato il supporto richiesto e che la cooperativa è in possesso di fatture attestanti i corsi di italiano svolti l avvocato della donna inoltre avrebbe anche fornito foto scattate nel mese di settembre 2011 ad ogni singolo cittadino africano al fine di poter suffragare l avvenuta consegna dei kit che la convenzione siglata con la protezione civile attraverso gli uffici della regione lazio avrebbe previsto le reazioni del mondo politico campoli si dichiara fiducioso sull operato degli inquirenti il pdl solidarizza con il suo segretario e reginaldi attacca di simone di giulio si affida ad una nota scritta il sindaco campoli in apertura del consiglio comunale dello scorso 18 gennaio appena qualche ora dopo la notizia dell arresto di rinaldo ceccano e di franca spirito per la gestione dell emergenza profughi il primo cittadino di sezze si dichiara totalmente estraneo alla vicenda e afferma di aver fiducia nell operato della magistratura su questa delicata questione poca voglia di parlare dell accaduto da parte dei consiglieri ma prese di posizione che scatenano polemiche arrivano dal direttivo del popolo della libertà di cui ceccano è commissario locale in una nota firmata dal portavoce carlo enrico magagnoli si rinnova fiducia e pieno sostegno a ceccano alla luce degli ultimi fatti di cronaca che vedono coinvolto il segretario politico rinaldo ceccano il direttivo del pdl di sezze nelle figure del gruppo consiliare toni piccolo e lidano zarra e da emiliano d arpino gino persi pino zaccheo sandro petrianni giovanni moraldo peppe spagnoletto federico bernola mario sagnelli salvatore calabresi pio perciballe giovanni del duca pino ciarlo carlo enrico magagnoli rinnova la fiducia al segretario e al suo lavoro politico svolto fino ad oggi e che continuerà a svolgere non appena possibile esprime solidarietà sia alla persona umana che alla sua famiglia ed a tutte le persone e famiglie coinvolte dalla stessa vicenda giudiziaria il direttivo conclude la nota rinnova le stesse garanzie espresse dal segretario agli alleati e futuri tali esprime di non accettare condizioni da alcuna forza partitica e politica e di restare sulla linea della pari dignità immediata la reazione di roberto reginaldi il consigliere comunale chiede che il comune si dichiari parte civile il direttivo api esprime massima solidarietà e sostegno ai rifugiati politici che hanno patito e denunciato condizioni disumane e di essere stati usati come fonte di lucro alle forze dell ordine che hanno operato riscattando la dignità sia dei profughi che delle città coinvolte o meglio trascinate nello scandalo alla magistratura che sta svolgendo le indagini e che ha messo la parola fine alle condizioni disumane cui erano sottomessi esseri umani provenienti da paesi sconvolti da guerre e fame ai cittadini di sezze che si sono visti in televisione e sulla stampa nazionale come paese lager reginaldi non accetta la posizione del direttivo del pdl in particolar modo quella del consigliere piccolo del tutto fuori luogo la solidarietà fiducia e sostegno espressa da piccolo non per altro nella sua veste anche di maresciallo della guardia di finanza che dovrebbe invece solidarizzare sostenere e soprattutto avere fiducia nei confronti dei suoi colleghi dell arma per i mesi di indagini svolti con la magistratura garante della civiltà e con il popolo setino 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 sezze iniziativa sociale chiede una nuova fase politica il movimento traccia un quadro disarmante della situazione all interno dei partiti di simone di giulio nel momento in cui a sezze nell ambito delle `grandi manovre preelettorali si attraversa la fase del reciproco rinfacciarsi i diversi cambi di casacca è giusto ricordare che il candidato sindaco del centrodestra nelle amministrative del 2007 recentemente tornato all ovile del centrosinistra ebbe il beneplacito della lista di alessandra mussolini e l appoggio incondizionato del ministro di alleanza nazionale giorgia meloni entrambe accorse nel centro lepino per manifestazioni di sostegno a quella candidatura una scelta così oculata e talmente di destra che oggi quel candidato insieme ad eletti in forza italia è parte integrante della maggioranza dell attuale sindaco pd e ne sosterrà la prossima ricandidatura con qualche altro eletto in un centrodestra `parallelo dopo avere ricoperto incarichi di rilievo nelle giunte rosse naturalmente in compagnia di quel candidato sindaco del centrodestra ufficiale inizia così una nota del movimento libero di iniziativa sociale che entra nel merito della situazione politica setina evidenziandone le contraddizioni sotto la lente del gruppo politico finisce anche il popolo della libertà continua ad essere guidato da qualcuno proveniente da rifondazione comunista indagato ed ora arrestato per truffa ai danni dello stato una situazione che potrebbe apparire altrove ingarbugliata a sezze rappresenta la normalità se lo sforzo dei partiti per chi ancora ci crede dovrebbe essere quello di rendere meno artificioso il panorama politico in questa città quale è invece il problema dando fede alle liti nel pollaio è rappresentato dal posizionamento dell udc che tutti tirano per la giacca ma stando alle linee di politica nazionale il partito di casini non dovrebbe essere posizionato in un terzo polo con api e fli teoricamente alternativo a pdl e pd e poi se sta al governo della regione lazio con la polverini ed in provincia di latina con cusani non sarebbe più logico nella sua logica per un partito così attento agli `equilibri ed alle poltrone allearsi a sezze con il pd giusto per `bilanciare ed andare anche qui in soccorso dell annunciato vincitore mentre l udc gioca al rialzo tentando di far passare nel dimenticatoio lo scandalo rifugiati politici che lo vede protagonista chi rappresenta rutelli si è posizionato precedendolo nel sostenere campoli dopo avere abbandonato forza italia e nuova area critiche feroci anche nei confronti dell italia dei valori dopo aver chiesto in diverse occasioni le dimissioni dell attuale sindaco molto coerentemente lo sta sostenendo e lo sosterrà mandando a farsi benedire i propositi di antonio di pietro da tutto questo si evince chiaramente che appaiono tutt altro che politiche le motivazioni alla base delle scelte dei diversi partiti locali spiegabili soltanto 4 con un coacervo di interessi che li lega indissolubilmente nella difesa di uno status quo che si ripropone nel tempo immodificabile partiti non solo portatori e difensori di interessi che non sono del popolo ma ormai vecchi se non stantii superati dai tempi e da una situazione drammatica a livello sociale ed economico che loro stessi hanno provocato saranno i tempi nuovi a spazzarli via come stanno chiaramente dimostrando i movimenti che nascono spontaneamente sul territorio in funzione antipartitocratica dalla sicilia alla sardegna dal movimento dei forconi e di forza d urto a quello dei pastori sardi movimenti spontanei sinceramente antipartitocratici non come certi poli che nascono a sezze fatti da aggregazioni artificiali che rappresentano solo la brutta copia di quei partiti di cui hanno le stesse finalità movimento libero iniziativa sociale guarda al futuro ai tempi nuovi ed ai nuovi impegni che si prospettano

[close]

p. 5

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 sezze il pd conferma campoli tutto pronto per la campagna elettorale di simone di giulio il coordinamento del partito democratico ha riconfermato per acclamazione andrea campoli come candidato sindaco alle prossime elezioni nell assemblea del suo organo più rappresentativo tenutasi martedì 17 gennaio il pd in maniera chiara ha confermato la sua fiducia a campoli alla luce di un consolidato e leale rapporto pur nell autonomia dei ruoli e delle funzioni il partito non ha fatto mai mancare il proprio sostegno e la propria capacità di proposta nei confronti di scelte importanti e strategiche per il futuro di sezze sono proprio queste scelte da ultima la rescissione del contratto con la concessionaria dondi che il pd ­ si legge nella nota della segreteria ­ ha fortemente sostenuto insieme ad altre forze politiche un discorso particolare merita la presentazione del nuovo piano regolatore che avviato verso la fase terminale della sua adozione rappresenta un punto di forza dell attuale e prossima attività amministrativa tale strumento tecnico sarà il motore propulsore del nuovo sviluppo della città su cui tutto il partito democratico oltre ad esprimere la ferma volontà di perseguirlo sta creando tutte le condizioni politiche di condivisione attraverso il rafforzamento di un progetto politico-amministrativo che coinvolge tutte le forze progressiste della città nel corso del dibattito infatti è emersa la necessità di guardare al futuro con determinazione e chiarezza costruendo una coalizione politicamente coesa che negli obiettivi raggiunti sappia trovare il riscontro degli impegni mantenuti ma che nella progettualità sappia cogliere le sfide degli anni a venire la volontà del partito confermano i vertici locali è quella di investire sulle migliori forze del paese rendendole protagoniste attive di un processo che sappia andare oltre quella che è sicuramente stata una nuova e feconda stagione per la vita culturale e sociale della nostra comunità sezze in questi ultimi cinque anni ha saputo lasciarsi alle spalle un periodo di aspra e forte frantumazione della vita sociale e politica troppo spesso dimenticata sia da chi ne è stato la causa che da chi puntualmente ricompare solo in prossimità delle elezioni amministrative per il partito democratico di sezze ­ conclude la nota della segreteria ­ andrea campoli rappresenta non solamente la migliore scelta possibile ma un investimento su una classe dirigente preparata in grado di operare nell esclusivo interesse della comunità prg alle strette finali maurizi la consegna al tecnico incaricato è prevista per febbraio la redazione della variante al piano regolatore generale iniziata nel 1997 dalla giunta siddera con l incarico conferito all architetto massimiliano fuksas è ormai in dirittura d arrivo tanto è che la consegna all amministrazione da parte del tecnico incaricato è prevista per l inizio del prossimo mese di febbraio questo il commento dell assessore all urbanistica antonio maurizi all indomani del consiglio comunale dello scorso 18 gennaio avente come unico punto all ordine del giorno comunicazioni inerenti la redazione al prg alla presenza dei progettisti arch di gregorio e arch barkas in tale occasione è stata presentata una bozza definitiva dei contenuti di quello che sarà il futuro prg tale lavoro è il risultato della delibera di indirizzo votata dal consiglio comunale circa un anno fa dei vari studi eseguiti sul territorio per verificare la compatibilità delle scelte effettuate con i vincoli esistenti e delle numerosissime proposte pervenute da parte dei cittadini aspetto innovativo nella stesura del prg una volta consegnato il nuovo strumento urbanistico sarà disponibile sul sito web istituzionale ed entro la prima metà del mese di marzo verrà presentato in consiglio comunale per la sua adozione da questa data decorreranno i 60 giorni di pubblicazione presso l albo pretorio per permettere ai cittadini di presentare le loro osservazioni successivamente il consiglio comunale sarà chiamato a valutare le osservazioni e a deliberare in merito infine il prg sarà trasmesso alla regione lazio per l approvazione definitiva la redazione della variante al prg ­ ha dichiarato il sindaco andrea campoli ­ è l occasione per la riqualificazione del territorio e delle sue componenti urbanistiche ed ambientali ponendo le basi per uno sviluppo economico e sociale attento alla qualità del vivere l iter procedurale che ci porterà all adozione del nuovo prg si è svolto sempre nella massima trasparenza e partecipazione l amministrazione in diverse occasioni ha promosso incontri con i cittadini finalizzati a recepire più osservazioni possibili utili all elaborazione definitiva di questo importante documento sarà quindi un prg partecipato frutto di un processo aperto e condiviso 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 latina arsenico 100 per ogni cittadino come rimborso storica sentenza del tar del lazio ha del clamoroso la sentenza del tribunale amministrativo del lazio che condanna i ministeri a risarcire gli utenti dell acqua di varie regioni lazio toscana trentino alto adige lombardia umbria con almeno 100 euro a cittadino la sentenza ­ spiega il codacons in una nota ­ apre una strada di incredibile valore affermando che fornire servizi insufficienti o difettosi o inquinati determina la responsabilità della pubblica amministrazione per danno alla vita di relazione stress rischio di danno alla salute ora questa strada sarà percorsa anche per chiedere i danni da inquinamento dell aria e da degrado sia a napoli che a roma e nelle altre grandi città in cui la vivibilità è fortemente pregiudicata dal degrado ambientale soddisfazione è stata espressa anche dal presidente carlo rienzi si tratta di una vittoria importantissima perché pone termine alla impunità di regioni e ministeri che per non spendere i soldi stanziati o non sapendoli spendere hanno tenuto la popolazione in condizioni di degrado e di rischio di avvelenamento da arsenico ora i singoli presidenti delle regioni e i singoli ministri dell ambiente e della salute succedutisi negli ultimi anni quando promettevano all europa bonifiche delle falde in cambio di aumento dei limiti di presenza del metallo velenoso nelle acque dovranno essere perseguiti dalla corte dei conti per rimborsare l erario dei soldi che dovranno risarcire agli utenti saranno oltre 2.000 i cittadini che avranno diritto al rimborso del danno di 100 euro a testa ma saranno decine di migliaia quelli che nel prossimo ricorso che partirà tra poche settimane chiederanno almeno 1.500 euro a testa nel prossimo ricorso al quale si può già aderire seguendo le istruzioni sul sito www.codacons.it si agirà anche contro gli ato di appartenenza per chiedere un ribasso immediato delle tariffe a la restituzione di quelle versate per avere in cambio acqua avvelenata il tribunale ha riaffermato che l acqua fornita ai cittadini deve essere salubre e la tariffa legata proprio alla qualità di essa da cui l indicazione di agire contro le ato che non potevano non tenere conto di questo dato nel determinare la tariffa ma c è anche un altro principio affermato dalla sentenza che sussiste un preciso fatto illecito costituito dall esposizione degli utenti del servizio idrico ricorrenti ad un fattore di rischio almeno in parte riconducibile per entità e tempi di esposizione alla violazione delle regole di buona amministrazione determina un danno non patrimoniale complessivamente risarcibile a titolo di danno biologico morale ed esistenziale per l aumento di probabilità di contrarre gravi infermità in futuro e per lo stress psicofisico e l alterazione delle abitudini di vita personali e familiari conseguenti alla ritardata ed incompleta informazione del rischio sanitario fioravante-fanti botta e risposta sul dormitorio il consigliere attacca l operato del comune l assessore lo difende torna d attualità l emergenza dei senza tetto presenti sul territorio comunale di latina per tamponare questa emergenza l amministrazione è stata costretta con il fondamentale aiuto delle associazioni ad aprire nuovamente il dormitorio provvisorio presente nei locali dell ex consorzio del capoluogo pontino il comune ­ afferma il consigliere d opposizione marco fioravante ­ avrà presto a disposizione una struttura nuova per ospitare definitivamente i senza tetto della città una struttura attrezzata per essere aperta 365 giorni l anno anche durante il giorno e con un servizio utile a tutte quelle persone che vivono in condizioni di difficoltà si parla ormai da anni di questo nuovo ambiente posizionato vicino lo stadio francioni utile ad ospitare 25 senza tetto ma anche quest anno siamo costretti a vederlo inesorabilmente chiuso l unica struttura funzionante e pronta ad accogliere massimo 30 persone a notte è quella presente nei capannoni vicino il teatro comunale ogni sera tutti i 30 lettini a disposizione sono occupati e i servizi igienici come emerso anche negli anni passati non 6 sono sufficienti per poter dare una giusta assistenza a tutte le persone bisognose con l esperienza accumulata negli anni passati ­ conclude fioravante ­ ci saremmo aspettati un accelerazione dell iter per l apertura del nuovo dormitorio quando sarà aperto il dormitorio ufficiale chiuderà o continuerà a funzionare quello presente nei capannoni dell ex consorzio l amministrazione comunale il prossimo anno intende porre rimedio all emergenza dei senza tetto mettendo a disposizione solamente i 25 posti dei nuovi locali immediata la replica dell assessore ai servizi sociali patrizia fanti l emergenza è stata affrontata con responsabilità dall amministrazione comunale che grazie al prezioso aiuto delle associazioni è riuscita a dare una risposta immediata ai senzatetto della città in attesa dell apertura del centro di accoglienza notturna permanente per quanto riguarda proprio la nuova struttura al momento non è stata ancora consegnata all assessorato a causa di alcuni ritardi negli allacci noi stiamo comunque provvedendo alla scelta dei materiali

[close]

p. 7

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 latina racconti pontini dalla sciagura della concordia di roberto tartaglia 114.500 tonnellate 1.500 cabine in grado di accogliere 3.780 passeggeri 290,2 metri di lunghezza 35,5 metri di larghezza centrali elettriche in grado di fornire energia per alimentare una città di 50mila abitanti cavi elettrici in grado di coprire 5 volte e mezzo la distanza tra roma e milano 58 suite con balcone 5 ristoranti 13 bar 5 vasche idromassaggio e 4 piscine questi alcuni dei numeri impressionanti che caratterizzavano la nave concordia il gigante dei mari che lo scorso 13 gennaio poco dopo essere partita da civitavecchia per otto giorni di crociera nel mediterraneo si è incagliata nei pressi dell isola del giglio riportando sinora il tragico risultato di 13 morti e 20 dispersi ma come sempre accade in questi casi sono le storie personali quelle dei singoli individui che hanno vissuto sulla loro pelle il dramma di quelle ore a dare nuova luce ai fatti veronica cutonilli in arte nikasoul era a bordo della concordia nelle vesti di cantautrice e vocalist nata a terracina ma residente a latina veronica si trovava nel ristorante al momento della sciagura sapevamo ­ racconta veronica ­ che stavamo morendo lo sapevamo ma non abbiamo visto nessun uomo in divisa correre in nostro aiuto avevamo bisogno di aiuto e di conforto come quando sei malato e la sola vista di un medico ti fa sperare in una guarigione l s.o.s è partito solo un ora dopo ma sapevamo bene di essere in pericolo ci guardavamo tra di noi senza capire cosa stesse succedendo a un certo punto abbiamo sentito la voce di un uomo che parlava a nome del comandante che ci ordinava di tornare in cabina e prendere il giubbotto di salvataggio la voce ha detto che si trattava solamente di un avaria elettrica poco dopo però ci è stato riferito che l avaria era al motore ma quando abbiamo sentito i sette fischi che indicavano l abbandono immediato della nave è scattato il vero panico io per evitare di cadere preda della paura ho iniziato a filmare quello che accadeva guardando ciò che avevo intorno attraverso lo schermo del telefonino questo mi ha aiutato ad estraniarmi quasi guardassi un film in tv la nave si inabissava a vista d occhio e noi ci sentivamo trascinare in mare con mobili e oggetti vari che ci cadevano addosso gli unici che sono corsi in nostro aiuto sono stati gli inservienti che lavoravano sulla nave filippini se non erro ma la situazione era davvero difficile dovevi cercare di non svenire o sentirti male nessuno sarebbe venuto ad aiutarti e saresti stato calpestato dalla folla gli inservienti si sono adoperati nel creare una catena umana che ci aiutasse a raggiungere le scialuppe di salvataggio e a non cadere in mare io ricordo di aver raggiunto la mia scialuppa rotolando poco dopo è arrivata anche la guardia costiera a soccorrerci perché le scialuppe avevano dei problemi comunque quegli inservienti sono stati i nostri angeli ma anche gli abitanti dell isola sono stati davvero gentili e accoglienti ci hanno offerto le loro case coperte e cibo È gente fantastica io sono arrivata sull isola all una e sono ripartita con il traghetto la mattina all alba anche ylenia massarenti di pontinia con sua madre elena e sua figlia si trovavano sulla nave al momento del naufragio facevamo parte di un gruppo di parrucchieri professionisti al momento dell impatto eravamo a cena nella sala ristorante e per l appunto commentavamo proprio la strana vibrazione della nave che mia madre non aveva mai avvertito nelle precedenti crociere avevamo la sensazione ­ racconta ylenia ­ che andasse troppo veloce neanche il tempo di finire la discussione e la nave ha virato subito dopo lo scontro il buio e il panico generale noi siamo rimaste sedute e fredde per quanto possibile non volevamo far spaventare la bambina solo quando tutti erano ormai fuori dal ristorante ci siamo avviate anche noi e siamo andate sul ponte abbiamo indossato il giubbino di salvataggio e siamo rimaste lì ad aspettare che ci dicessero cosa fare solo dopo molti minuti abbiamo sentito una voce che diceva di non preoccuparsi che si trattava solo di un guasto elettrico e che sarebbe stato ripristinato il prima possibile era già passata mezz ora per essere precisi il freddo cominciava a farsi sentire sempre più soprattutto per la bambina così abbiamo deciso di rientrare e abbiamo chiesto a un sottoufficiale se potevamo andare in cabina a prendere il giubbotto per la piccola È andato lui al posto nostro e una volta tornato senza aver trovato il giubbotto ha tolto il suo maglione e lo ha dato a mia figlia dicendoci di non muoverci di lì dopo un po abbiamo sentito i 7 fischi della sirena siamo tornate di nuovo sul ponte e abbiamo visto che alcuni inservienti erano pronti per farci salire sulla scialuppa non ci siamo più mosse di lì quella è stata la nostra salvezza la cosa strana è che sono stati cuochi e camerieri a decidere di far scendere le scialuppe perché l ordine ufficiale non è mai arrivato documentazioni concordanti dunque che sembrano testimoniare un inevitabile corresponsabilità di gran parte degli uomini in divisa della nave ad ogni modo saranno le indagini ufficiali a mostrare le reali colpevolezze e i relativi oneri al di là di ciò ora sull isola oltre al problema dei dispersi si fa sempre più pressante la paura di un disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di liquidi di ogni genere carburante acque grigie cambusa docce rifiuti pericolosi come quelli provenienti dai laboratori fotografici dalle vernici dai prodotti di manutenzione e tutti i rifiuti solidi potrebbero adagiarsi sul fondo marino e mescolarsi nelle acque provocando ingenti danni all ecosistema per questo gli occhi di tutti sono puntati sugli interventi delle prossime ore che risulteranno decisivi in tal senso 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 maenza si torna al manoscritto disguidi all anagrafe l opposizione attacca di luca morazzano vederci lungo e averci uno sguardo d insieme due caratteristiche che ad ogni politico che va ad amministrare non dovrebbero fare difetto eppure quanto accaduto a maenza in questo primo scorcio di gennaio parla esattamente del contrario dopo le proroghe pressoché costanti ai servizi di assistenza domiciliare per non interrompere lo stesso servizio con un procedimento di gara d appalto evidentemente programmarsi prima della scadenza del precedente contratto richiede una proiezione ideale troppo forzata a stupire ora sono le modalità del cambio di ditta che gestisce il software del comune qualcosa avevamo intuito quando sul sito poco aggiornato dell ente nel mese di dicembre avevamo visto comparire un secondo servizio di albo pretorio era quello fornito dalla società halley che ha affiancato per qualche settimana quello fornito da morelleschi se sul web il disguido se tale si può chiamare è stato solo un doppio servizio non è andata altrettanto bene all ufficio anagrafe dove dal sistema informatizzato ormai adottato da anni incredibile ma vero si è tornati a scrivere i certificati a mano ciò serve un assist d oro all opposizione consiliare che se spesso è costretta dai numeri a tenere la testa bassa adesso alza la voce ridicolizzando l accaduto a parlare è un comunicato del gruppo consigliare di opposizione maentina e notizia di questi giorni che a causa di una risoluzione del contratto pare addirittura eseguito in maniera unilaterale direttamente dall attuale maggioranza amministrativa con l azienda che forniva assistenza hardware e software al comune di maenza gli uffici comunali siano tornati a redigere i certificati atti amministrativi e altre funzioni informatizzate alla vecchia maniera ovvero con carta penna e calamaio l ufficio che ne sta risentendo di più pare che sia l ufficio anagrafe si proprio quell ufficio anagrafe che in questi giorni è investito da un altra bufera non ci sono state ancora chiarite da nessuno le cause che abbiano portato l attuale maggioranza a disdire detto contratto e di questo a breve dopo aver ricevuto tutte le informazioni e aver fatto le valutazioni del caso daremo la giusta informazione al cittadino al quale comunque sembra non importare poi tanto di ciò che succede nella casa comunale già precedentemente sia in consiglio comunale che con comunicati stampa avevamo fatto notare delle anomalie nella gestione informatizzata dei dati del comune e qualcuno si ricorderà della strana situazione che si era venuta a creare quando per cause ancora sconosciute nonostante le continue richieste di notizie il consiglio comunale con all ordine del giorno il bilancio venne rimandato perché ci sono stati problemi con i computer problemi di cui non si conosce la natura di 8 cui non si sa il danno che hanno provocato e soprattutto ci ha fatto capire la totale impreparazione nel gestire situazioni di emergenza informatica provate solo a capire cosa succederebbe se tutti i dati di tutti i cittadini di maenza andassero persi o peggio ancora in mani sbagliate o cosa succederebbe se tutti i dati di un bilancio comunale con i sui allegati andassero persi fatture non più riconducibili a centri di costo impegni di spesa svaniti nel nulla senza aver più la certezza che i fondi siano stati gestiti in modo corretto ma l opposizione torna anche sulla bufera personale dell ufficio anagrafe l ufficio ora sembra essere stato consegnato nella mani dei vigili urbani che vogliano accorpare gli uffici così magari invece di carta e inchiostro per verbalizzare multe il corpo dei vigili inizierà una nuova carriera a scrivere a mano tutti i certificati anagrafici ai cittadini richiedenti c è odore di bruciato e anche questa sarà una situazione di cui a giorni chiederemo spiegazioni rettifica dell articolo un anno in consiglio dobbiamo fare una rettifica inerente lo scorso numero in riferimento all articolo sulle cifre del consiglio comunale nell anno 2011 in particolare la rettifica si riferisce alle presenze di mario iagnocco nella tabella allegata nella delibera comunale presa in considerazione effettivamente a iagnocco consigliere vengono attribuite solo due presenze ma ciò che non viene chiarito è che nelle sedute precedenti lo stesso era presente ancora nelle vesti di assessore la tabella che riporta le presenze solo dei consiglieri e non degli assessori non tiene conto di questo dato non riportandolo nemmeno in legenda a riconoscimento dell impegno profuso da iagnocco nel consiglio va dunque rettificato il suo score che parla di una sola assenza nel corso dei sette consigli tenuti durante l anno.

[close]

p. 9

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 maenza fauttilli vs cardone il consigliere risponde all assessore di luca morazzano la vicenda è quella iniziata con un comunicato sullo stato della palestra delle scuole in via san sebastiano e delle stanze ad essa attigue un comunicato dell opposizione consiliare denunciò nei mesi scorsi lo stato d abbandono e di poca pulizia in cui versavano quei locali di contro l assessore alla cultura del di maenza rispose per le rime alle accuse subite attaccando in maniera diretta e a dire il vero con non troppo gusto ndr un esponente in particolare dell opposizione ovvero il consigliere sergio fauttilli il quale durante la prima giunta mastracci non solo era in maggioranza ma ricoprì anche il ruolo di assessore ora la questione si arricchisce di un ulteriore capitolo in quanto lo stesso sergio fauttilli non avendo ricevuto la parola durante il consiglio comunale dello scorso 30 novembre affida la sua risposta ad un comunicato affisso nelle bacheche dei bar del piccolo comune lepino usanza molto diffusa negli ultimi periodi in particolare fauttilli utilizza termini altrettanto espliciti verso cardone di cui parafrasa anche dei passaggi l assessore cardone ha perso l occasione di dare di se un volto diverso da quello che fino ad ora ha mostrato prepotente presuntuoso e soprattutto povero di fantasia nel comunicato che ha fatto l articolo cui fa riferimento era frutto di tutti i consiglieri della minoranza cardone nella sua risposta se la prende solamente con il sottoscritto definisce il mio vissuto di consigliere e di assessore come una grigia presenza non è vero in quanto il sottoscritto si è adoperato nel coinvolgimento degli operatori del settore caseario della ciliegiocultura dell inserimento dell albo nazionale dei prodotti tipici di un prodotto come le crespelle di cui ora l assessore al turismo si fa vanto anche nelle apparizioni televisive il riferimento è all apparizione su ricette in famiglia di rete 4 queste cose grigie fanno turismo e non sono assolutamente farina del suo sacco ma di quello di un personaggio grigio convinto che il turismo non sia solo eventi letterari e museali rinchiusi nel castello ma l insieme di attività ambientali ricettive culinarie e soprattutto di tipicità come avviene in tutti i luoghi italiani di grande interesse turistico tra le accuse di cardone c era quella che nessuno si ricorderà dell operato di fauttilli che però precisa se anche fosse meglio non essere ricordato che rimanere nella memoria in modo negativo come sarà per lui se poi come afferma lavora otto/dieci ore al giorno e questi sono i risultati allora è meglio lavorare meno come fanno altri assessori che però producono di più per maenza priverno firmato l accordo con anteas passo avanti di graziani per i servizi sociali di mario giorgi qualità della vita degli anziani il servizio ­ ha precisato l assessore ai servizi sociali domenico graziani ­ è quello tipico dell assistenza domiciliare leggera nel caso specifico si tratta di dare aiuto all anziano di accompagnarlo nelle piccole cose e per il disbrigo di pratiche di tenergli compagnia durante una passeggiata o molto più semplicemente per la lettura dei giornali si tratta insomma di un servizio che intende in qualche modo ridimensionare alcuni disagi che l anziano solo ­ in quanto tale ­ inevitabilmente potrebbe vivere cadendo in una rete di emarginazione sociale dalla quale difficilmente riuscirebbe poi ad uscire il progetto che è partito sul territorio comunale da martedì 24 gennaio e durerà un anno sarà portato avanti da un gruppo di operatori volontari opportunamente formati che inizieranno con alcune visite domiciliari a volte ­ ha concluso graziani ­ basta davvero poco per evitare situazioni di disagio e solitudine basta anche solo qualche ora in compagnia chiacchierando leggendo insieme un articolo di giornale a questo servirà l assistenza domiciliare leggera che ci auguriamo possa rappresentare un ulteriore punto di riferimento per i nostri anziani purtroppo le problematiche legate ad una fascia debole come quella rappresentata dalla popolazione non più giovane e spesso neanche autosufficiente sono molteplici anteas si rivolge a loro e il protocollo d intesa firmato è uno strumento per intervenire e seguire da vicino le problematiche legate al caso nella speranza che il progetto possa prendere piede ed essere riattivato anche per il prossimo anno 9 nonostante i tagli al sociale il comune di priverno ha stipulato un protocollo d intesa con l associazione a.n.t.e.a.s associazione nazionale terza età attiva per la solidarietà di latina convinto di quanto sia importante garantire alcuni servizi legati all assistenza delle persone più deboli e/o disagiate il protocollo vuole essere un atto finalizzato a soddisfare le richieste di sostegno e recupero delle persone in stato di precarietà e di bisogno per contribuire al miglioramento della

[close]

p. 10

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 priverno ordine pubblico è allarme dopo l incendio del 20 gennaio di mario giorgi ore 04.35 di venerdì 20 gennaio 2012 in via della stazione a priverno scoppia l inferno all improvviso un auto sistemata in un parcheggio privato proprio davanti alla farmacia del dott rocco mollicone viene avvolta dalle fiamme subito dopo un boato che sveglia i residenti della zona tra cui il proprietario dell automobile un noto avvocato del luogo ben presto l incendio si espande viene coinvolta una seconda macchina e probabilmente tutte le altre parcheggiate l una a fianco dell altra sarebbero state quanto meno interessate dalle fiamme se non fossero passate due ragazze che a bordo della loro automobile hanno visto quell inferno che rischiava di diventare sempre più brutto sempre più pericoloso ed hanno dato l allarme sul posto sono arrivati in poco tempo i carabinieri coordinati dal maresciallo massimo di mario i vigili del fuoco il proprietario della prima automobile interessata dalle fiamme ­ una mercedes ­ il titolare della farmacia e praticamente tutti coloro che abitano negli appartamenti siti lungo quel tratto di via della stazione il bilancio è pesante due auto distrutte così come il dispensatore di profilattici la vetrina della farmacia da ridisegnare l ingresso al magazzino farmaceutico fortemente compromesso tutta la facciata dello stabile annerita la farmacia e alcune stanze al piano superiore invase dal fumo non è compito di questo giornale fare la cronaca dettagliata dell episodio violento che ha scosso le persone coinvolte ma anche le coscienze di molti privernati lo hanno fatto i quotidiani le emittenti radiotelevisive ci limitiamo a riportare l episodio perché compito di questo giornale è di capire e se possibile far capire cosa è successo ma soprattutto cosa sta succedendo in una città che tutto sommato si può definire tranquilla ma che pure di tanto in tanto diventa protagonista di episodi di cronaca di cui farebbe volentieri a meno visti i gravi problemi quotidiani che l assillano negli ultimi anni malgrado il grande impegno dei carabinieri della locale stazione che pure già tanti casi hanno risolto si sono registrati diversi episodi di nera negli ultimi mesi poi i soliti ignoti ­ ma poi sarà davvero così ­ hanno rapinato per due volte la farmacia di piazza giovanni xxiii si sono divertiti a tagliare le gomme di diverse macchine parcheggiate lungo il lato destro di via consolare ora hanno appiccato il fuoco ad una macchina ­ distruggendone due ­ danneggiando un intero stabile dopo aver tagliato i copertoni alla mercedes poco importa sapere se sia stato il gesto di uno squilibrato una ragazzata di chi si realizza in questo modo o forse un avvertimento a qualcuno ma a chi al farmacista che sicuro si chiama fuori da qualsiasi ipotesi di vendetta all avvocato primo rossi proprietario della mercedes e già assessore al comune di priverno che dice di non aver ricevuto minacce ad una giovane imprenditrice casearia che in quella zona abita o a qualche altro inquilino dello stabile o forse a nessuno di tutti questi poco importa importa invece che chi ha responsabilità ­ a tutti i livelli ­ in questa città cominci a valutare la questione dell ordine pubblico con una attenzione particolare perché priverno purtroppo non può essere un isola felice in provincia di latina o meglio rischia di non esserlo più né ci si può accontentare pensando ai guai più gravi che affliggono altre città qualche tempo fa il comune ha organizzato una riunione con carabinieri vigili urbani e polizia di stato ma forse è opportuno che quel tavolo sull ordine pubblico e la sicurezza rimanga aperto nel senso che periodicamente chi di dovere analizzi la questione alla luce di non augurabili episodi criminosi e di resoconto dell azione svolta dalle forze dell ordine perché la gente per ora si indigna per quel che accade ma ­ verificandosi altri episodi ­ potrebbe cominciare ad avere paura 10

[close]

p. 11

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 priverno trasporti pubblici rebus pulizia urbana bilancia pende dalla isole ecologiche e mercato parte della satline di mario giorgi dura presa di posizione del coordinatore del pd privernate anna maria bilancia sulla gara d appalto per il servizio di trasporto urbano nel centro collinare lepino bilancia interviene sulla questione senza peli sulla lingua e non risparmia accuse all amministrazione macci per la decisione di sdoppiare il servizio e non solo lo scorso dicembre il comune di priverno ha pubblicato due diversi bandi per l appalto del servizio di scuolabus e di quello del trasporto pubblico locale che da anni sono affidati alla satline di olga frasca la ragione di questa frammentazione ­ afferma bilancia non è comprensibile perché dividere l appalto comporterà inevitabili inefficienze e disservizi con ricadute negative sull utenza l organizzazione separata di uno stesso servizio priva la gestione dello stesso di un elemento fondamentale per la qualità della sua logistica la flessibilità la diversa gestione del trasporto locale scolastico e non pregiudica infatti la possibilità di ottimizzare i costi i tempi le percorrenze e soprattutto l impiego delle risorse umane con la probabile riduzione delle ore di lavoro per gli autisti che dovranno guidare o gli scuolabus o le circolari tra le righe dei bandi inoltre emergono ripetuti elementi e condizioni che ­ a detta di bilancia ostacolerebbero la partecipazione alla gara della ditta attualmente affidataria dei servizi di trasporto pubblico sfavorendola rispetto ad altri eventuali concorrenti su questo aspetto del bando di gara si dovrà pronunciare il giudice amministrativo al quale si è rivolta la satline che convinta dell irregolarità e della illegittimità dell operazione aveva pur se inutilmente già diffidato l ente dal procedere alla gara il tar si pronuncerà tra pochissimi giorni inoltre sottolinea il coordinatore del pd privernate appare evidente che i capitolati dei bandi non riconoscono il valore della professionalità e delle esperienze acquisite dall azienda nel corso di questi anni mentre valorizzano notevolmente requisiti di cui la stessa non dispone insomma secondo anna maria bilancia ci sarebbero degli elementi che potrebbero essere di ostacolo alla ditta che ha finora gestito il servizio in forma unitaria e che solo il tar potrà chiarire nel frattempo il coordinatore pd ritiene doveroso esprimere a nome di tutto il mio partito che si batte ogni giorno contro le ingiustizie e a favore di azioni amministrative utili per la comunità l assoluta contrarietà nel vedere come un azienda del nostro paese che ha dato lavoro per anni a tante persone assicurando un servizio di grande utilità sociale con serietà e affidabilità corra ora il rischio di fallire di mario giorgi la raccolta dei rifiuti solidi urbani a priverno non è che abbia mai avuto di che essere apprezzata in ogni caso in passato non ha mai destato eccessive preoccupazioni e di conseguenza non ha scatenato eccessive polemiche da alcuni anni invece la vicenda rifiuti è all ordine del giorno delle lamentele dei cittadini e dei conseguenti polemici interventi dei partiti di opposizione sel e partito democratico in testa sarà per la morte traumatica del consorzio gea sarà per il mancato decollo della raccolta differenziata che vede priverno all ultimo posto tra i comuni della provincia sarà per le dichiarazioni di qualcuno che non ha esitato ad affermare che tanto poi tutto finisce in discarica sarà per le cosiddette isole ecologiche a scomparsa che da quasi tre anni aspettano di essere utilizzate sarà per quel che si vuole ma fatto sta che la raccolta dei rifiuti nel centro collinare lepino è sempre all ordine del giorno ultimamente a riproporla è il consigliere comunale del pd elvira picozza che in una nota afferma di aver raccolto la protesta di molti cittadini in particolare di quelli residenti nell area urbana interessata ogni mercoledì dal mercato settimanale ai quali fino a pomeriggio inoltrato viene impedito di transitare con i propri autoveicoli per assolvere alle proprie esigenze ed emergenze dietro a tale disagio secondo l esponente pd si nasconde una realtà riconducibile allo stato di grave carenza in cui versa il servizio di raccolta dei rifiuti e di pulizia degli spazi urbani da parte del comune di priverno anche in occasione del mercato la ricerca della causa che è all origine del problema ha portato a constatare ­ è sempre picozza a parlare che oggi tale servizio dopo il licenziamento dei lavoratori socialmente utili risulta affidato a due sole unità lavorative che devono farsi carico della pulizia dell intero centro urbano e di tutte le frazioni periferiche comprese fossanova ceriara e s martino ci sembra un pò poco ­ sottolinea picozza anche perché tali unità risultano prive di qualsiasi mezzo meccanico che potrebbe facilitare il loro compito soprattutto il mercoledì infatti la spazzatrice che fino a qualche tempo fa veniva utilizzata dopo il mercato settimanale risulta bloccata a causa di un guasto da luglio 2010 picozza dopo le critiche passa ad una fase propositiva del suo intervento ancorché sotto forma di domanda due i quesiti posti che potrebbero trasformarsi in altrettante proposte utili uno non sarebbe il caso di facilitare il compito agli operatori ecologici ridotti a due unità provvedendo alla riparazione della spazzatrice due visto lo stato in cui versano le strade interessate dopo il mercato settimanale non sarebbe opportuno prevedere che ogni commerciante raccolga i propri rifiuti in contenitori in questo modo si ridurrebbero sensibilmente i tempi delle operazioni di pulizia che riporterebbero in tempi accettabili il transito dei veicoli nelle strade interessate 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 pontinia condoni e sviluppo urbano creano dissapori in consiglio di roberto tartaglia la diffida inviata dall assessore al bilancio alfonso donnarumma ai responsabili dell ufficio condono del comune sulla questione degli abusi edilizi continua a far parlare di sé la lettera invita i soggetti a regolarizzare le pratiche che giacciono sulle scrivanie da oltre vent anni entro 90 giorni dal ricevimento della stessa in caso contrario si procederà ad applicare le sanzioni di legge previste demolizione o acquisizione dell immobile stavolta il plauso per l iniziativa è arrivato dall ex assessore all urbanistica il piddiellino sandro novelli l ex assessore in una nota si dice in attesa dei risultati di tale iniziativa e sollecita donnarumma ad adeguare gli oneri relativi al rilascio delle concessioni edilizie ancora invariati dal 2004 novelli ricorda che tale adeguamento andava fatto ogni biennio su base istat e non disdegna la vena polemica in merito a tali ritardi ovviamente negli ultimi 8 anni gli oneri concessori sono rimasti invariati e ciò secondo novelli ha determinato un consistente danno erariale per il comune di pontinia poi l ex assessore torna sull argomento del piano commerciale più volte affrontato e rimarca la difficoltà di programmare uno sviluppo edilizio in mancanza di tale documento novelli non rifiuta l occasione di alzare polemica in mer ito all operato della maggioranza comunale una maggioranza che a suo avviso ha dato più importanza al megastore di mesa che ad altre iniziative di settore e tra l altro chiede in tono quasi retorico come mai l udc ha avallato la vendita dell edificio ex enel di viale italia a un privato quando il tar del lazio aveva ordinato il reintegro dello stesso al patrimonio comunale nella nota non manca neppure l argomento custer e un sollecito diretto a donnarumma per il recupero delle somme versate a favore della società che si ricorda nel 2000 fu incaricata di censire gli immobili per l imposizione di ici tarsu e tosap un affidamento dichiarato illegittimo poiché basato su un contratto che il tribunale di latina dichiarò nullo nel 2008 braccio di ferro con agas battaglia per la proprietà di 15.000 mq di roberto tartaglia promosso dall agas ma la questione è una spina nel fianco di entrambe le parti da ormai circa sessant anni il sindaco tombolillo afferma che il terreno è di proprietà del comune mentre la società il contrario secondo l agas infatti già a partire dalle prime rivendicazioni che risalgono agli anni sessanta e settanta il comune s è visto rispondere in sede legale che la proprietà è dell agas s.r.l il tutto confermato poi in cassazione sentenze del 1975 e del 1976 il comune di pontinia però ribadisce che un atto notarile attesta la proprietà dell ente su 15mila metri quadri di terreno l agas giudica l atto un errore e assume a propria difesa l assenza di qualsiasi ulteriore documento amministrativo che attesti la proprietà comunale del terreno ma non è finita qui c è infatti un secondo atto notarile risalente al 1983 tramite il quale il comune stipulò un patto preliminare con l agas per l acquisto anche delle particelle di riconosciuta proprietà agas ma anche nel 2006 il tar decise che il comune non aveva diritto di occupare il terreno ma qui si trattava di un problema di competenze da giudicare non in sede amministrativa ma civile un ulteriore esempio se mai ce ne fosse stato bisogno di quanto sia farraginosa e articolata la macchina della legge in italia avremo modo di valutare presto ad ogni modo se le prossime azioni porteranno davvero a qualcosa di concreto riprende il mai terminato scontro tra il comune e la società immobiliare agas s.r.l per l effettiva proprietà di 15mila metri quadri di terreno stavolta il tutto si discute al tar a causa di un affidamento per la pulizia e l allontanamento delle erbacce dal suddetto terreno il ricorso è stato 12

[close]

p. 13

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 norma al via gli incontri sulla democrazia di domiziana tosatti una serie di otto incontri per confrontarsi sul significato vero e l essenza politica e sociale della `democrazia a promuovere l iniziativa sono il comune di norma ed il movimento socio-culturale `scuola sociale e politica che perseguono l obiettivo dell istituzione di `attività di studio e di ricerca formativa sul tema costruiamo insieme la democrazia:il mito che diventa realtà l iniziativa che prende spunto dall esperienza pilota di `biennale democrazia patrocinata ed inaugurata nell aprile del 2009 a genova da una lezione del presidente della repubblica giorgio napolitano e replicata a torino con un manifestazione internazionale nell aprile del 2011 è aperta a cittadini amministratori partiti ed associazioni socio-culturali del basso lazio al momento è stato individuato un percorso tematico approfondito nella dimensione teorica `che sarà prezioso filo conduttore nel corso della ricerca che verrà proposta col metodo del dialogo socratico atto a favorire l espressione di esperienze concrete dei partecipanti ma anche finalizzato alla riflessione comune sui significati ed i valori della democrazia che chiama gli individui e la società intera ad aprire un serio percorso di assunzione di responsabilità e di conquista della propria autonomia l assemblea d apertura è prevista per martedì 31 gennaio alle ore 18.30 presso la sala dipinta del museo civico archeologico `padre annibale gabriele saggi in via della liberazione e sarà sempre nello stesso posto che si terranno i successivi otto incontri relatori dell assemblea di apertura saranno pierluigi toldo che parlerà de `la ricerca formativa ed il metodo le dimensioni sociale e politica sotto l aspetto spirituale giuseppe ribellino che invece interverrà su `l importanza di tenere unite la riflessione e l azione la ricerca ed i progetti concreti alla base dell esperienza proposta ad illustrare iniziativa sarà il sindaco sergio mancini mentre a termine ci sarà un confronto trai partecipanti i prossimi incontri invece inizieranno il 7 febbraio e si svolgeranno fino al prossimo 22 maggio ogni due martedì sermoneta gli indignados nel feudo che fu dei caetani di domiziana tosatti da nizza verso atene gli indignados un gruppo i circa 50 ragazzi che protestano pacificamente contro la politica economica globale ed europea hanno raggiunto sermoneta qui hanno pernottato e ieri mattina sono ripartiti alla volta prima di napoli e poi di brindisi da dove si dirigeranno ad atene simbolo oggi della gravissimi crisi economica europea che sta travolgendo gli stati membri una visita inaspettata ma accolta con positività dai non molti cittadini che hanno avuto modo di incontrarli il gruppo di indignados che comprende ragazzi di tutta europa è salito prima al centro storico per poi trascorrere la notte in piazza caracupa a sermoneta scalo il movimento parte dall esperienza degli indignados spagnoli ed ha organizzato una marcia dal sud della francia a nizza dove si è svolto l ultimo g8 ha raggiunto roma nella settimana tra il 10 ed il 20 gennaio scorso ed intende giungere entro il prossimo mese ad atene la grecia hanno spiegatoè il paese simbolo dell attuale crisi finanziaria ed economica mondiale i giovani in marcia contestano proprio la `ricetta che la finanza globale e l europa stanno somministrando alla grecia e non solo una ricetta hanno detto nel corso del dialogo avuto con i cittadini di sermoneta fatta di sacrifici di aumento della povertà e di tutela dei poteri forti a sermoneta scalo i ragazzi sono stati accolti ed aiutati dalla popolazione locale ed hanno facilmente familiarizzato confrontandosi su molteplici temi sereno e disteso anche il rapporto con la locale caserma dei carabinieri l associazione dei carabinieri in congedo e la protezione civile le acli ed esponenti della sinistra locale che hanno offerto la loro collaborazione tra gli indignados c era anche francesco di roma disabile sono indignato e disabile ha detto e quindi ancora più indignato manifestare la necessità di una scelta economica e sociale `diversa è un dovere civile per blanche di nizza `la marcia ha due valori uno interiore e l atro esteriore interiore per il viaggio in se e la crescita personale in questa esperienza esteriore perché vuole essere lo stimolo rivolto alla gente comune a non delegare ma a riappropriarsi della politica e delle scelte per il proprio futuro nikki invece è di atene il mio paese vive in una situazione drammatica e la stessa condizione rischia di essere vissuta da altre nazioni e popoli quando guardavamo la situazione di povertà nel 3° e 4° mondo ha osservato pensavamo che fosse una condizione lontana invece oggi ci rendiamo conto che è vicinissima 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 cultura 27 gennaio giornata della memoria con anna frank un estratto del diario per non dimenticare lunedì sera 8 novembre 1943 cara kitty se tu leggessi tutte le mie lettere una dopo l altra certamente ti stupiresti di vederle scritte in stati d animo tanto differenti mi spiace molto di essere così schiava del mio umore non sono la sola qui lo sono tutti se leggo un libro che mi fa impressione prima di riprendere il contatto con gli altri debbo riassettarmi mentalmente se no potrei apparire piuttosto stramba attualmente come avrai notato sto attraversando un periodo di depressione non ti saprei dire il perché ma credo che quella contro cui continuo a cozzare sia la mia viltà stasera quando bep era da noi udimmo una forte e lunga scampanellata immediatamente dalla paura impallidii e fui colta dai dolori di ventre e dal batticuore la sera a letto mi sembrava di essere sola in carcere senza padre né madre a volte vado errando per strada oppure il nostro ricovero segreto è in fiamme o vengono di notte per portarci via vedo tutte queste cose come se le vivessi realmente col mio corpo e ho l impressione che mi debbano presto accadere miep dice sovente di invidiarci perché qui siamo tranquilli sarà verissimo ma non pensa certamente alla nostra paura non so nemmeno immaginare che un giorno il mondo torni normale per noi ho un bel parlare del dopoguerra ma è come se parlassi di castelli in aria che non diverranno mai realtà penso alla nostra casa di prima alle amiche alle feste scolastiche come penserei a cose di cui un altro ha fatto esperienza non io l alloggio segreto col nostro gruppo di rifugiati mi sembra uno squarcio di cielo azzurro attorniato da nubi nere cariche di pioggia l area rotonda e circoscritta su cui stiamo è ancora sicura ma le nubi si avvicinano sempre di più e sempre più stretto diventa il cerchio che ci separa dal cerchio incombente siamo immersi nelle tenebre e nel pericolo e urtiamo gli uni contro gli altri cercando disperatamente una via di salvezza guardiamo tutti in basso dove gli uomini combattono guardiamo in alto dove regnano la quiete e la bellezza e intanto siamo tagliati fuori da quella tetra massa che non ci lascia salire in alto ma sta dinanzi a noi che come un muro impenetrabile che ci vuol schiacciare ma ancora non può ancora non posso far altro che gridare e implorare «o cerchio o cerchio allargati apriti lasciaci uscire!» la tua anna a priverno la memoria è a teatro di luca morazzano tra gli appuntamenti in programma per la giornata della memoria un po pochini a dire il vero ne segnaliamo uno che si tiene a priverno proprio il 27 gennaio alle ore 21 presso il cinema teatro comunale reali alle ore 21.00 va in scena lo spettacolo anna frank per non dimenticare uno spettacolo teatrale a cura dell associazione culturale broadwings in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti apprezzabile l impegno profuso dal centro zag che ospita l associazione broadwings nell organizzazione dell evento a proposito della broadwings è un associazione culturale compagnia di musical che nasce il 29/04/2009 con sede a priverno lt per iniziativa di quattro giovani artisti locali linda brusca domenico palladini mariassunta di giorgio e francesco altilio alla base della sua fondazione c è l esigenza di promuovere e diffondere la conoscenza 14 di un genere spettacolare oggi ancora troppo poco conosciuto nel territorio nazionale il musical come associazione culturale broadwings mette a disposizione le competenze e conoscenze dei suoi soci per aiutare chiunque sia interessato ad avvicinarsi a questo meraviglioso mondo sia a livello teorico-conoscitivo con distribuzione di materiale informativo incontri periodici conferenze proiezioni e corsi teorici sia a livello praticoperformativo con corsi di formazione completi o specifici di recitazione canto danza musica a altro come compagnia di musical si propone invece di mettere in scena numerosi spettacoli sia editi che originali offrendo un vario e valido programma all interno della stagione teatrale e realizzando inoltre matinée per le scuole astavolta il soggetto affrontato dalla sezione teatrale della compagnia privernate è di quelli pesanti e acculturati per un appuntamento di riflessione da non perdere.

[close]

p. 15

mondore@le numero 121 27 gennaio 2012 cultura libri all ora del tè di paola bernasconi un tè e un libro questo il titolo della rassegna ideata ed organizzata dalla diamond editrice di simone di matteo la casa editrice del capoluogo pontino propone sei appuntamenti di letteratura da godersi sorseggiando un tè presso il centro di documentazione angiolo mazzoni ex palazzo delle poste in corso vittorio emanuele 3 a sabaudia ogni incontro avrà inizio alle 17.30 per concludersi un ora dopo sei conversazioni ad ingresso gratuito dove gli autori ed il pubblico si confronteranno tra critica letteraria riflessioni sulla scittura e letteratura l evento è stato organizzato con il patrocinio e la collaborazione del comune di sabaudia nella persona del sindaco maurizio lucci dell assessore alla cultura giovanni secci e del caposettore cultura dott.ssa daniela carfagna durante ogni appuntamento saranno presenti l autore del libro in questione un critico letterario un esponente della cultura ed un professionista del settore il pubblico potrà piacevolmente discutere di cultura con i presenti sorseggiando un tè e mangiando pasticcini offerti dalla caffetteria al corso di fabrizio pagliaroni un atmosfera rilassante e piacevole è quello che si vuole ottenere per poter parlare di letteratura e non solo affrontendo temi quali la pedofilia il mito la psicanalisi la presenza della donna nella civilità moderna a dare il via oggi pomeriggio la fucina delle nebbie un opera di guido marcelli interverranno l avvocato michele saveriano la psicologa ivana zidaric e la professoressa maria stella calligaris il secondo appuntamento è previsto per il 10 febbraio con d amore e di libertà di antonio veneziani per proseguire poi il 24 con ornella ferrari pavesi ed il suo un burattinaio tra i mille venerdì 2 marzo sarà la volta di lupi e agnelli di ignazio gori mentre il 23 verrà presentata un antologia di autori vari dal titolo del vizio e della virtù il finale sarà assegnato ad un opera dello stesso di matteo appuntamento venerdì 13 aprile con la venere rea ca feltrinelli un talk show in libreria di paola bernasconi ca feltrinelli questa l iniziativa organizzata dalla rivista ego radioluna e comunicare il territorio in collaborazione col caffè degli artisti che si svolgerà per cinque pomeriggi presso la libreria feltrinelli in via diaz a latina chiamati a far parte di questo evento sono la radio la carta stampata la tv ed il web in un mix di media tutti concentrati su questa sorta di talk show letterario nel quale cinque autori pontini racconteranno le loro storie le loro opere ad inaugurare la rassegna ritratto di una primadonna in giallo del collettivo seven inizio alle 18.30 i sette più un collaboratore esterno gruppo conosciutosi in occasione di un corso di scrittura creativa sono maria de paolis dirigente pubblica michele de luca assicuratore elettra ortu la barbera ematologa rinalda antonetti funzionaria pubblica michela iazzetta avvocato roberto tartaglia giornalista e scrittore alessio papacchioli ingegnere topografo più gian luca campagna giornalista e scrittore dalle 15 alle 16 il gruppo dei seven sarà però già in diretta radiofonica con il direttore artistico di radioluna gabriele brocani che passerà poi le redini della presentazione a gian luca campagna e roberta colazingari che condurranno lo show in libreria spettacolo che sarà poi mandato in onda in tv con la regia di amilcare milani un progetto a trecentosessanta gradi che permetterà ad autori locali di pubblicizzare i propri libri ma anche di mostrarsi oltre al pubblico si proseguirà il 10 febbraio con la tredicesima camera dello stesso gian luca campagna ed il 24 con daniele lembo ed il suo nato sotto il segno della zoccola il quarto appuntamento è previsto per il 9 marzo con lucia viglianti ed il suo libro senza fine mentre l ultimo talk show sarà affidato a filomena cecere il 23 marzo con la presentazione de il pugnale di ghiaccio fino a domenica c è latina chocolate di paola bernasconi inaugurata giovedì si concluderà domenica è latina chocolate ­ la festa del cioccolato artigianale che può essere tutta gustata in piazza del popolo dopo perugia e roma l evento più zuccheroso dell anno arriva nel capoluogo pontino con il patrocinio del comune tante le aziende leader italiane provenienti da ogni angolo dello stivale che proporranno i loro prodotti e la loro sapienza i maestri cioccolatai italiani approfitteranno di questa occasione per pubblicizzare il cioccolato nostrano giudicato come uno tra i migliori in tutta europa nuove ricette e storia del cioccolato questo sarò il fulcro della manifestazione più dolce dell anno si potranno degustare diversi tipi del cibo degli dei o seguire corsi a tema all interno di un evento che coniuga cucina cultura e divertimento tra gli stand che saranno allestiti nella piazza centrale di latina ci saranno infatti anche tanti spettacoli con artisti di strada un opportunità unica per conoscere le origini di questo alimento derivante dai semi della pianta del cacao a disposizione del pubblico anche tante ricette mai assaggiate e preparate in loco dai maestri artigiani che sapientemente mixeranno cioccolato purissimo ad altre varianti di uno dei cibi più amati da grandi e bambini per avere ulteriori informazioni potete contattare l associazione culturale promevent 15

[close]

Comments

no comments yet