ITALCEMENTI sopralluogo italc. Arpa

 

Embed or link this publication

Description

ITALCEMENTI sopralluogo italc. Arpa http://isoladellefemmineitalcementieambiente.blogspot.com/

Popular Pages


p. 1

l r.a it t.iîli:i prot n verbale relativo sopralluogo al presso l italcementidi isola dellefemmine attivita produttiva italcementi s.p.a.stabilimento sito in via della cementerieno 10 isola delle femmine pa in atti rappresentata da ing giovanni la maestra,direttore della cementeria responsabile ippc nato a francavilla siciliatl 18/ot/l960 ing paoloamaro capo di servizi primari nato a palermoil l7/07/74 dott angelo monti servizio ambiente ed igiene industrialedt nato a seriate bg il 07/07/66 e sig marco messina,servizio ambienteed igieneindustriale dt nato a bergamotl24/0l/1955 verbalizzanti dott luigilibrici dott.ssaanna abita dott michele condò dott.ssarita pecoraino s i g lib o r iomammana arch gianfranco cannova dott salvoanzà dott vincenzo minagra arpa palermo dipartimento di dipartimento arpa palermo di dipartimento arpa palermo di provincia regionale palermo di regionale palermo provincia di territorio ambiente servizio2 assessorato regionale regionale territorio ambiente servizio2 assessorato consulente sindaco isola delle femmine del di in data 16 maizo 2009 alle ore 10.00 circa il personale sopra indicato,si è presentato pressolo stabilimentoitalcemential fine di effettuareun sopralluogo riferimentoalla in nota del servizio 2 dellartaprot 16196 del 2/o3l09 prot dap9977940 del 3/3/09 ed in riferimento all art 13 del drs n.693 del 18 luglio 2008 che recita che questo assessorato nella qualità di autorità competente per i aia provvederà ad effettuare una visita ispettiva presso i impianto congiuntamente con gli enti che hanno rílascíato parere in merito ai lavori in oggetto successivamente alla comunicazione di inizio attività di produzione dell impianto al fine di verificare la attuazione delle prescrizioni in fase di realizzazione dei lavori si è proceduto quindi ad effettuare un ispezione dell impianto e ad acquisire documentazione relativaalle prescrizioni contenutenel drsn.693 del 18 luglio 2008 il dott anzà si è allontanato alle ore 13.30 lîr ch c annovae il sig mammana isonoa llo ntanata lle o re 1 5 3 0 s i relativamentealle prescrizioniriportate sul decreto in m erito a rifiuti combustibilie quantosegue acquereflue si evidenzia i dipartimento a.r.p.a provinciale palermo 8 vianairo bi 4 9 0 1 2 9 pa le r m o c.f .9 7 1 6917oa 22i d i rezi one 091-7033516 i s egreteri a o91-7o335o9 a u,o suolo o91-7o335o4 fax 091-7033345 e-mai l dapchi mi copa@arpa.si ci l i a.l t h ft h &t w 0t f

[close]

p. 2

f 7 1 si è verificatoche i rifiuti 7.8 refrattari prodotti all internodello stabilimento 2 3 4 5 6 7 b ela tl c vengono trasferiti direttamente alla tramoggia di carico per una riduzione volumetrica.dopo questa.operazione materialeviene trasferitotramite nastro il dentro íl capannonedeposito,in due tramogge appositamente adibite in tale zona permane fino all utilizzazione finale i rifiuti 13.6 desolfogeòsi previsto è che venganodirettamente stoccatiall internodel capannone una specifica in zona adibita allo scopo.dal registrodi caricoe scaricoper le operazioni recuperosi di rileva che nel 2008 sono stati recuperati200 t di materialirefrattaririfiuti 7.8 cer16 11 06 da transcodifica cer10 13 0b per recuperor5 si allegacopia di della pagina del registro in accordocon quanto previstonel drs n.693 del 18 luglio 2008 nessunatipologia di rifiuti 13.6 è stata recuperatanel 2008 si evidenziache la modalità di registrazione adottata non consentedi verificare i tempi di messa in riserva stoccaggiocapannone previsti dall art 7 del dm 5/2/98 pertanto lazienda provvederàa modificaree a comunicarele nuove modalitàdi registrazione lîzienda infine forniscecopia di n 2 rapportidi prova relativialle analisidei rifiuti refrattariprodottinel 2008 la vasca di sedimentazione-disoleazione risulta ispezionabile attraverso degli apposititombini dal registromodello870m200si evidenzia un ispezione mensile della vasca di sedimentazione-disoleazionedelle relative panne assorbenti e verifica questeultime sono state sostituitenel giugno 2008 e alla data dell ultima febbraio 2009 risultano ancora efficienti l azienda produrrà una relazione tecnica che valuti i tempi di efficienzain raccordo alle portate scaricate dopo la prossima sostituzionedelle panne assorbentie sarà comunque effettuata una stima nell ambito pdmec del l azienda forniscecopia di n 3 rapportidi prova relativialle analisidelle acque di scaricoprelevatedalla vasca di sedimentazione-disoleazioneagosto e ottobre di 2008 e di febbraio2009 obbligoanalisitrimestrali lhziendaesibiscei rapportidi prova dei combustibili usati coke di petrolio,olio btzda cui si verificache sono stati eseguiti mensilmente obbligosemestrale i rapportidi prova non riportanotutti iparametri previstinellall x partev d.lgs l52/o6 per l olio denso btz si chiede quindi di determinaretutti i parametri previsti ed in particolare la concentrazionedi cr ni e v per entrambi i combustibili acquisisce si copiadei rapportidi prova di olio btz del gennaio2009 e di pet-coke del marzo 2009 l utilizzodell olio btz nelle fasi di ripartenzada freddo del forno e/o del fornello è dimostrato dalla verifica del registro su cui vengono riportate le letture dei contatori di dosaggio dei combustibilie della farina in corrispondenza una di fermataavvenutail 14 marzo2009 il depositodel pet-cokedi cava raffo rossosi presentasenza cumuli di pet-coke la superficierisulta pianeggiante costituita da argilla mista a pet-coke nella e zona antecedente la vasca di raccolta delle acque è presente un cumulo di materiale misto ricopertoda vegetazione detta della parte provenientedalle a operazioni di livellamentodel deposito la vasca di raccolta delle acque è attualmentequasi piena e stato verificatoquindi che il depositodi pet-coke di raffo rosso è stato liberato così come previsto dal piano di trasferimento comunicato dalla ditta con nota del 25.07.2oo8 lîzienda dichiarache non è stato ancora effettuato lo studio per individuarele fontí di approvvigionamento le modalitàdi gestionedei rifiuti da utilizzare coe in recuperoenergetico combustíone rifiuti r1 nel depositotemporaneodei rifiuti si evidenziauna zona adibita allo stoccaggio dei rifiuti in plasticaindividuatacon due differenti cer 15 01 02 ímballaggiin nairoba4-9ol29 palermo c.f,9716917oa22 î direzione 091-7033516 î segreteria o91-7o335o9 Î u.o suolo 091-7033508 fax o91-7o33345 e-mail dapchimicopa@arpa.sicilia.it dipartimento a.r.p.a provinciale palermo -5;p /n /l .yl tfl wn r.r i l t ll r lr {ffi r

[close]

p. 3

i i t.j i:il i :Íl i:1 t l r :ii r ti j it plastica t7 oz 03 plastica tale proposito necessario la identificare zona con a è dei rifiuti contenitori unico codicecer.inoltre si ritieneopportunoche il deposito contaminati venga realizzatocon lo stessosistema di contenimentoutilizzato per i rifiutioleosi 9 l?zienda ha adottato il criterio temporale per la gestione del deposito temporaneoart 183 d.lgs 152/o6t3 mesi dal registrodi caricoe scaricodei rifiuti prodotti si è verificatocon un controlloa campionecer 15 01 02 n 36 scarico caricon 4 26 che il limitetemporaleviene rispettato 10.si chiede infine all aziendadi presentareuna tabella riassuntivacon i rifiuti prodotti l ultima caratterizzazione analitica effettuata le quantità prodotte nel gli impiantidi smaltimento agli enti 2008 e e e/o recuperoutilizzati trasmetterla relativamente quanto contenuto nella nota arpaprot 9968419 del 19-03-08 parte a quanto segue integrante decretoautorizzativo è verificato del si a l entrata del capannone adibita allo scarico dell argilla lato monte è stato confinato ed è dotato di un sistema di ingresso che non consente l accesso durante le fasi di movimentazione del carro-ponte e/o dell ingresso del combustibile inoltre nel muro di fronte l ingressoè attualmente presente uno squarcio che deve essereriparatonel più brevetempo possibile all interno del capannonesono state evidenziatedue finestre che consentono l ingresso due tubi di scaricomaterialiinerti frantumati.si ritieneopportunoche di provvedaa diminuireil salto di caduta di tali materialie che proteggale l azienda di aperture con idonei sistemi in modo da ridurre sia la produzione polveri che l emissione all esterno delle polveriprodotte b lîzienda deve verificarese sono state effettuate le misure di rumore e vibrazioni presso recettori sensibili,che dovevanoessere eseguite entro 3 mesi dal decreto aia nel caso siano state effettuate sarannotrasmesse nei prossimigiorni in caso provvederà eseguirle contrariol azienda ad c per quanto concerne i eliminazionedel problema di rumore e vibrazione determinato dal molino 1 l aziendaha adottato una proceduraoperativa che permette di non utilizzarelo stesso tale molino verrà utilizzato solo in casi eccezionali e previa comunicazione al sindaco di isola delle femmine concordando tempi e le ore di funzionamento i d non è stato installatoil misuratoredi portata a monte dello scaricoacque reflue finale,come richiesto.l azienda impegnaad installarlo si relativamente alte prescrizioni riportatesul decretoin merito alle emissioniin atmosfera art 7 prescrizionirelative all impianto si è verificato quanto segue 1 la ditta ha provveduto a richiederealle autorità competentile autorizzazioni urbanistiche necessarie per la realizzazionedel tunnel fisso in carpenteria metallica all ingressodel capannone materie prime dedicato allo scarico del è combustibile pet-coke in attesa del rilascio delle suddette autorizzazioni stato garantisce medesimi provvisorio i installatoun tunnel in carpenteria che metallica risultati di contenimento delle emissioni diffuse le modalità di gestione dell utilizzoper l ingressodei mezzi per lo scarico del pet-coke saranno descritte nel pianodi monitoraggio controllo come concordatonella riunionedel 11 marzo e u .s il 2 la ditta ha installatoin data 23.ol.2oo9 misuratorein continuodi polverosità denominatosick rm210 per il camino e21 ed i sensori tribolettriciprescritti ai camini nell autorizzazione integrata ambientale e di cui viene fornito report allegato.i tribolettricidei punti di emissioneeb2 eb5 sono gestiti in un diverso 3 dipartimento a.r.p.a provinciale palermo evianairobi 4 9 0 1 2 9 pa le r m o c,f .9 7 1 69170922i d i rezi one 091-7033516 f s egreteri a o91-7o335o9 n u.o suolo o91-7o335o8 fax o91-7o33345 e-mai l dagchi mi copa@arpa.si ci l i a.i t t rb l d.

[close]

p. 4

rl 1 ii,a:t1 ii i r 1 i Í lli j;if rjt sistema di controllo relativo al funzionamento degli impianti di frantumazione primaria e secondaria.le modalitàdi gestionedei misuratorie degli interventi manutentivisugli elementi filtranti conseguenti saranno descritte nel piano di monitoraggio controllo e nellariunionedel 11 marzo u.s come concordato 3 nelle more dell installazione sensoriprevistial punto precedente dei sono state eseguite misurediscontinue cui si sonovisionatele relativeregistrazioni le di 4 sono stati installatii filtri passivia carboniattivi sugli sfiati dei serbatoidell olio combustibile 5 sono stati identificati i punti di emissione con la sigla prevista nel decreto autorizzativo;le sezioni di campionamento sono posizionatenel rispetto della normativa uni10169 e le piattaforme garantiscono idonee condizioni di sicurezza,una specifica identificativadel posizionamentodelle sezioni suddette dovrà essereinseríta nel pmec 6 relativamente emissionidiffusenellevarie fasi di manipolazione produzione alle trasporto,etc sono stati verificatele.condizionigeneralidi puliziae sono stati altresì visionati i registri relativi all impiegodi motospazzatrici sistemi aspiranti e che risultano compilati 24 1 0 2 0 0 5 dal 7 si evidenziache nelle zone dei palchi forni 1 2 non funzionantie 3 è stata rilevatala presenza polveriverosimilmente di che sui tetti clinker sia all interno dei fabbricati in prossimità del condotto di depolverazione del raffreddatoredel clinker del forno 3 è stato rilevato un mucchietto di polvere di cui è stato effettuatoun campionamento suddiviso due aliquoteuna per la ditta e una per in il dap al fine di effettuare determinazioni analitiche con riferimento a tale criticità ia ditta è stata invitata a trovare le soluzionipossibili quali chiusuradi aperturedel fabbricatoe/o miglioriprocedure pulizia.dellesoluzioni adottatee di di quelle ipotizzate la ditta notizierà l autorità competente e gli organi di controllo entro trenta giorni b il bilanciodello zolfo per la veríficadella fissazionee/o combinazione dei suoi compostiè stato prodottoed inoltratoagli enti con nota del 13.11.2008 9 in riferimentoal pmec,a seguito di riunioni tra gli enti preposti al controllo provincia dape la ditta è stato convenutoil 23 c.m come termine ultimo per e la presentazione documentomodificatoad integrazione quello inoltrato il del di 1 9 .08.2008 10.in riferimento all ubicazione delle due stazionidi rilevamento della qualitàdell aria particolare alla stesura del protocollo operativo relativo allo studio ed in preliminaredel posizionamento delle centraline,al fine di individuarele aree di massima ricaduta si concorda tra arpa sicilia provincia,comune di isola e italcementi di effettuare un incontro operativo in data da definirsi per precisarele modalità di effettuazione delle campagne di misura numero dei campioni parametrida determinare,ecc si ritiene indispensabile presenza del servizio la 2 e del servizio3 dellarta.il comunedi isola provvederà convocare l incontro a di cui sopra l azienda fa presente di aver predisposto lo studio diffusivo di ricaduta richiesto nell incontro del 22/09/08 e di avere altresì provveduto presso all acquisto dei campionatori sequenziali che sono attualmentedisponibili la cementeria inoltre si è verificatoche r non è stato acquisito il giudizio di compatibilitàambientale per il progetto di revamping presentatoin data 3/7l/o6 r non è stata presentata di conseguenza l istanza aia per il progetto di revamping presentatoin data 3/1l/06 obbligodi revamping entro 24 mesi 4 dipartimento a.r.p.a provinciale palermo 8 via nairob,4 9ol29 palermo c.f.97t69l7o822 t direzione 091-7033516 i segreteria o91-7o335o9 î u.o suolo 091-7033509 fax 091-7033345 e-mai l dapchi mi copa@arpa.si ci l l a.i t ihh fr i ctu

[close]

p. 5

a t rr ií,1 ttrri rf;r i1j Í i l i,t íi t.t infine dai dati riportatinella nota della italcementid.mon/1sdt/amb 9/03/o9 prot del dap 9978795 del 2/o3/a9 relativamente al monitoraggio delle materie prime intermedie prodottifiníti si evidenzia che r non sono riportatii dati per il gesso,i additivo aercem nt9 e i additivo le concentrazioni elevate di nichele vanadiosi riscontranonel coke di più petrolio le concentrazioni elevatedi cromo si riscontrano più e nell argilla nella sabbia e di conseguenza clinker nel per il cromovl è stato riportato un dato medio per il clinker prodotto nel per il 2008 pari a 7.5 mg/kg si suggerisce effettuare le determinazioni di cromovi su tutte le materieprime non essendo possibile confrontare direttamente le concentrazioni riscontrate nelle polveri prelevateprecedentemente nell abitazione sig farina con quelle presenti del prime e nei prodotti finiti in quanto sarebbenecessario nelle materie anche considerare la volatilità deí singoli costituenti e l entità delle emissioniconvogliatee/o diffuse si concludeche l unicaevidenzarisulta essereche sia il cromo sia il nichel,sia il vanadio sono presenti nelle materie prime e neí prodotti finiti dello stabilimento,pertanto si ritieneche il monitoraggio il dei metalli della qualitàdell arianel casospecifico contenuto cr crvi ni e v nelle polveri nell intornodello stabilimentopossa dare un ulteriore contributoper la valutazione dell impatto dell italcementi territoriocircostante sul quanto riportato nella nota della italcementi a tale propositol ing la maestraribadisce d.mon/1sdt/amb 9/03/o9 ed in particolareche il contenuto dei metalli riscontrato del nefle polveri prelevate nell abitazione del sig farina sono di ordine di grandezza superioredi quelle riscontratenei materiali utilizzatiin cementeriae inoltre non sono rispettati i rapporti di concentrazione È stata prodotta documentazione fotografica il presenteverbale,costituitoda no5 cinque pagine previa lettura e conferma,viene chiusoe sottoscritto data odiernaalle ore 19.00 dai verbalizzanti dalla parte a cui si e in rilascia copia verbalizzanti mru svia dipartimento a.r.p.a provinciale palermo t s egreteri a o91-7o33 5o9 nairobi4 9 0 1 2 9 pa le r m o c.f .9 7 1 69170822 i d i rezi one09l -7033516it i u o su o lo o9 1 7 o3 3 5 o8 faxo91-7o33345 e-mai l dapchi mi copa@arpa.sl cl l i a.

[close]

p. 6

,ì À ì u consu lenze ambiental i spett italcementis.p.a cementeria isola di delle femmine via delle cementerie,10 9oo4o isola delle femmine pa rapporto di prova n 5998 2008 del 28/08/08 prelievo eseguitoda data ricevimento descrizionecampione l p.on ph .s.ichiestachimicadiossigenoc.o.d idrocarburitotali grassi e oli aninrali u g tuli materiali in sospensione materiali sedinrentabili azoto ammoniacalecome nh4 azoto nitrico cornen azotonitrosocomen l iill cliente 3l/07/08 data inizio prova 3l/07109 acqua di scarico prelevata dalla fossa di desoleazione il i0.07.0g datadi prelievo 10/07108 data termine prova 08/08/08 unitiph mg}2ll mgll me/l mdl mljl mdl mdl mgll 7,73 44 <0,05 0,05 3 <0,2

[close]

p. 7

a r l a e consulenze m bientali a spett italcementis.p.a cementerta tsot_a di dellefemminb via delle cementerie 10 9oo4o isola delle femmine pa rapporto di prova n 7781 2008 del 31/10/08 prelievo eseguito da dataricevimento descrizione campione cliente 16110/08 data inizioprova 16/10/08 acquadi scaricoprelevata dalla fossadi desoleazione 08.10.08 l datadi prelievo 08/10/08 prova 30/10/08 datatermine lprova t ph i richiestachimica di ossigenoc.o.d idrocarburi totali grassi e oli animali e vegetali materiali in sospensione materiali sedimentabili azoto ammoniacalecome nh4 azoto nitrico come n azoto nitroso come n cloruri solfati comeso4 fosfbro totale um unítàph mgo2ll mc/l mdl mgll ml/l me/l mcil mgl mgl mgl mgll valore 7,41 inc [5,5;9,5 max 500 max l0 max 40 max 200 10 rpntcnn1rsa 2060 man.29 2003 l o capo 6 o 4 2 o o 6r e v.6 lo rprtcnr irsa 5t6o82man 29 2003 lo epercnn |rsa 5t6obman 292003 lo npntcnn irsa 2o9ob man 29 2003 apatcnrirsa 2090 man 29 2003 lo apet crun irsa 4oiob man 29 2043 lo apat cnr irsa 4o2oman 29 2003 lo apet cnn irsa 40-50 man.29 2003 lo apatcnrirsa 4o2o man 29 2003 lo apatcnrirsa 4o2oman.29 2003 lo rpar cnr irsa loa2man 4 29200j 67 0,05 0,05 8 0,2

[close]

p. 8

tl l7 consuenzeambienta f ti spett italcementt s.p.a cembnterta tsola di dellbfemmine via dellecementerie io 9oo4o isoladellefemminepa rapporto di provan 361 2009 det 17t02/09 prelievo cseguito da data riceyimento lcscrizionc canrpionc cliente 26/01/09 daraiúiziopr.ova 26/01/09 acquadi scarico prelevata dailafossa desoleazione r3.0r.09 di il data tli prclievo l3/01/09 data ternrine prova 10/02/09 ph richiesta chimicadi ossigeno c.o.d ìdrocarhuritotali grassie oli animalie vegetali materialein sospensione l 4areria sedinrentabil ii i .azotoanrnroniacale comeniì4 zoto nitrico rtzoto nitroso cloruri solfàii fosfìrrototale unità ph ngo2ll |mgl mc/l mgll ml l mg/l nrg t ng/l mgll ngll rngll 7,80 44 0,05 0,r2 t2 0,2

[close]

p. 9

.fa conforme modello t9 4b dr :a l vl ^t cl dì o l nl =l l èl tcl c u d c n =i d a o u o ro n d o 3 i t i u et 3lt l o al a6dr ot d t ol o i o g ci ll c o o tol o o i o tt l o 9 ill n t o i o o c o u =t l oi tcl ol c l ol l o 4 Ò 5 o o è g o o ó 2 o ot !t r d ît o d cl d c o r o g 6 Àt ef ot l ó d c !t rf ot lbÀ r ls r d 3 d g o e o oc o g rc o Él c ll o 5 d e d e 3 d g q oc ogeoooo e È n o d 0 3 3 d o 9 d t d rÈ g Àt 3 3 d d q À g e e o d o d d n s cl o 5 n gt agfce d f a i e i

[close]

p. 10

t eco-research srl-gmbh rapportodi prova no del ail1212008 80889 -02 spettabile italcementi p.a $ervizioecologia vla g.camozzl,124 bg 24121bergamo produttore prelevato da campionamento eseguito dal cliente campioneca.i kg di materiale descrizíone identificato rifiutodi refrattario fornitorerefratechnikseltembre 2008 codicecerl6f 106 accettazione 80889 data anlg ggmgione22-ott-08 provg umidità t.o.c dlta inizioprova 29 ott-08 matodo perdita 105 c data prova fine 9_6:1ov-09 un.mleura n!1ut o oa 0,5 0,1 %ss lim ex d.m 5r2l98 gle nqntaó fÀài1isi cloro antimonio arsenico cadmio crorno tdal6 cobalto ftllerqrrio manganese nichel piombo rame stagno tallio vanadio zine,o ;ossldi $ilicati come s|oz alluminioossido calcioossido magnesioossldo sodioossldo polassioossido zolfo come solfato stronzioossido fosforoossido titanioossldo feno ossido cromo esavalenle umeni&bé rool mg kgss mgikg ss mg/kg ss ms/ksss mg/kg ss mglkg ss mg/kg ss mg/kg s mg/kg ss mg/kg ss mg/kg ss mg/kg ss mgftg ss mgrlcgss mg/kg ss epa7471s2007 42 1 7 45 600 14 0,010 107 44 <3 44 4 t5 4320 97 ct sb as cd c0 co hs mn n0 pb cu sn od m zn unr en r53@2007 e/o ss 23,78 51,64 sior alror %ss %ss o/oss s,84 0,36 0,97 6,69 8 t9 cao mso nazo k,o son %ss %ss o/os eó ss %ss %ss %ss cnr irsa16q 64 1985 mg/kg ss 0,04 0,17 1,56 1,18

[close]

p. 11

eco .r 1 researc w eco-research srl-gmbh via ngrelli13 39100bolzanobz c.f 02387520212 p lva o2387520212 latet oatl-ooaozo fax:o471-068639 ll enaíl info@eco-research,it inlernet:www.e research.it reg.dítta:02387 520212 cap.soc 100.000,00 rapportodi prova n def oa12i20os 80889-01 spettabile italcementi s.p.a servizioecologia vla g camazz 124 24121bergamo bg gampionamento eseguito dal cliente descrizíone campione ca i kg di materiale ldentificato rifiuto dÍ refrattario tipo allumlnoso fornltore refratechnik settembre 2008 codice cer t6ft0 prduttore prelevatoda accettazione 80889 dataarrivo campione 22-ott 08 prgvg umidiÉ t.o.c ialqlls.l elemqlltafe cloro antìmonio fusenico cadmió cronro tolate cobalto mercurio manganese nichel piombo rame stàgno tallio vanadio zinco prova 29-ott-08 datainieio metodo data prova qq-n6y.q fine ul mflle o/o p icit ó ios risuttgto 0,5 tim ex d.tvt ryalgo %ss unr en 15309 2007 mg/kg ss ng/kg ss mg/kg ss mg/kg ss mg/kg ss rllg/kg ss mg4

[close]

p. 12

ffi ws Ìi.iÌ i:ÍÌÉi-rÈi È i taztone sperimenta per i comb,ustlbili le iw j.ì 4!ii.la;1 ldíìio.r l ì illjlìi iÌni j:i jl]ii li]iji;i il ii:i i 20097 sandonato mi milanese uffici vialealcídedegasperi 3 laboratori:ma galíleo galilei.i tef 39.2.51 fax 39.2.514286 6041 rea p c.f 00880300157 cciaa1670290 e-mail:mail@ssc.it sito web http ww.ssc.it ji i ji l i i r i 1 i i r i i n 0773 pagina di 1 n 1 rapporto prova 200901739 di n commiftente italcementi s.p.a yia camozzi 24100bergamo 124 bg dichiarato campione coke arivato il 05/03/2009 richiesta del 24|04120o7 riferimento dctii.cam/don/6 1 del condizioni campione cgntenuto baraftolo in diplastica recante etichetta indicazione con di gernenteria lsoladelle.femmine materiale carbone coke cod 130058 lofton 946364 fornitore anivovibov -preliev_o mensile data inizioprelievo 01101/09datafine prelievo 31/01/0g campione prelevato proveniente dalcommifteritè campione dallacementeria lsoladellefemmine di datainizioprove 05/03/2009 datafine prove 110312009 i dataemissione:1 110312009 risultati dell ana,lisi sulcampione comericevuto d umidita astm 5142-04 ceneriastm 5142.04 d materie volatiliastm 5!142.04 d carbon|o |so/ts 2eo2bór i fdrogeno |so/ts12s02-f061 azoto fso/ts 12902-2001 zolfo astmd 4239-05 0.64 0.76 12.25 86.92 3.73 2.13 4.64 8349 34.955 8155 34.145 0.01 0.76 12.33 87.48 3.75 2.14 4.67 8403 35.182 8211 34.378 0.01 93.24 o/o o/o o/o %o o/o o/o kcal/kg mj/kg kcal/kg mj/kg o/o o/o o/o o/o s;upertore d 586s-07 asrm ?g astmd 5865-07 c inferiore cloroastmd 2361 astmd 3180 rtferitaal secco ceneri materie volatili carbonio idrogeno azoto zolfo p c superiore p c inferiore cloro pt-030dlr2003/87 fattore sstone emt ce p yo o/o kcal/kg mj/kg kca/kg mj/kg yo kg co2|gj

[close]

p. 13

m wstazione s r imentale i combusfihil:i per lr 1 ì:iisìà1,s{issf iri 8j uffici:malealcídedegasperi 3 laboratori:via galileo galilei.1 tef 39.2.516041 +39.2.514296 fax p c.f 008803001s7 cctaa r670290 rea e-lllail:mail@ssc.it sitoweb http ww.ssc.it i 20097 san donatomilanesemi rapporto prova di n 2oo9oo547 committente italcementi s.p.a via camozzi 24100bergamo 124 bg campione dichiarato ol|ocombusttbtle densobtz arrivatoil 261q120a9 richiestadel:24l04ea0t riferimento dct|i.cam/don/6 i condlzlonl delcampione contenuto barattolo in diplasticarecante etichetta indicazione con cementbrialsoladellefemmine materiale otío combu stiuile òilìàooèé:ù?à1 s41347 pretievo mensife data inizioprelievo01t12108 datafine prelievo91l12to campióne fràieuatodal committente campioneproveniente dallacementeriadi lsoladellefemmine data inizioprove 2610112009 dataemissione:13/0212009 datafine prove:12lo2l2 og risultatidell analisi densita a c 15 acqua yso 3625 yso 3233 976.0 kg/m3 1.30 peso vtscostta vilcosita a 50 c u|l en/so 3104-00 215.9 mm?s 29.51 e po c 48.80mm?s c 1oo carcolato unl eÍvrso 10370-98 asrm d s2gt-07 astm s2g1_07 d astm d s2g1-07 astm s2g1_07 astm 1ss2_07 astm 1ss2-07 d unt en 1s1s1-01 2 0 e ,nÌ r 3.316 s.47 o/o mtm 86.1 o/o rîoss t0.s yomassa 0.3 oómassa 0.97 massa 2o.s ms/ks resf duocarbonioso carbonlo fdrogeno azoro lrlt-ltv zolfo nichel vanadlo 1 um en 13131-01 zo.2ms/kg l m i risultatidel presenterapportosi riferisconoesclusivamenteal campionesottoposto alle prove eseguite.la riproduzione parziale ai|lesto rapporto di prova è ammessa solo dopo autorizzazionescrittaiel laboratorio l m r,a /4 utf s_z tlrtl a l 1

[close]

p. 14

rstazione sperimentale per i combustibili diprovan 200900547 rapporto data 12 marzo2009 n pagina 2 di 2 #r ffi j n 0173 dell analisi risultati calorifico potere superiore poterecalorifico illlll astmd 240-07 10202 kcal/kg 42.715 mj/kg 9665 kcal/kg 40.465 mj/kg pt-030 dtr.2003/87/ce 77.96 ico2/tj inferiore potere caloriflco diemissione fattore dallariproducibilità metodo del delle la stimedell incertezza misurepuò esserecalcolata in all ultima revisione applicate conformità sinal normevengono le provenonaccreditate il responsjbile dr.a mascherpa scientifico il direttore dr p.cardillo i risultati del presente rapporto si rifeiscono esclusivamente al campione sottoposto alle prove eseguite la riproduzione pagi di questo rapporto di prova è ammessa solo dopo autorizzazione scritta del laboratorio i n i ffi t

[close]

p. 15

italcementilsoladellefemmine palermo a r l medieorariedel 16/03/2009 [cb]esi polveri secco mg/nm 01:00 02:00 03:00 04:fi 06:o 0 07:00 08:00 o9:00 0.5 0.6 0.6 0.6 0.6 0.6 0.6 f 10:0o l:00 12 î3:00 1400 15 x l6:0o 17:0o 18 0.6 0.5 0.5 0.5 0-5 0.5 0.5 0.9 n.d 19:00 20:fi 21.ú 2:ú 23:00 24:ú soolh nr supilla min î0.0 0 0.9 0.5 0-6 2m ore valide 15 oren.f n.a nonappricauitelminimorecnico nf=nomaletunzionamenîo n d nondisponibilef s fuofiscans i onet ar nt ar atue =n onv al i dof =m i ni m ot ec ni c ononr agg ufto 5s piùdi5semiorèinvaride v/l=validi,flarcrati supèramentosogranormatiw 751 c pf sistemisrt milano s/n 16:18 sìtampa effèttuata il 16rc3|2oo9 ottt

[close]

Comments

no comments yet