mondorealenumero119

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero119

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di luca morazzano anno v numero 2 13 gennaio 2012 n.119 le luminarie in giro per le strade dei comuni stanno per essere tolte o quantomeno spente e con esse se ne vanno gli ultimi segni delle festività appena passate ci sono però alcuni luoghi in cui resteranno evidenti degli strascichi che non si possono smontare a sezze il primo anno parsimoniosa nell aderire a m illumino di meno e in seguito sempre più innovativa con luci ed addobbi scintillanti il periodo natalizio è stato quello individuato dall amministrazione campoli per ritirare fuori dal cilindro la carta del centro commerciale naturale riesumato dalla cassa dei ricordi attraverso la fidelity card il ccn di via grande ma che dalla sua genesi ha riguardato praticamente tutte le attività commerciali del centro storico dopo essere partito in pompa magna con presentazioni slogan iniziative manifestazioni ed eventi che hanno caratterizzato il natale del 2010 nel corso dell anno è andato scemando di interesse fino quasi a passare in sordina per ricomparire attraverso la campagna delle fidelity card un iniziativa ammirevole quella pensata dall assessorato alle attività produttive che senza dubbio permette di soddisfare almeno in parte le esigenze di fidelizzazione dei commercianti che intanto stando a guardare gli iscritti nei manifesti e su internet sono numericamente calati e gratifica i clienti ma non soddisfa nessuno visto che i commercianti di via resistenza hanno optato per rossi manifesti d auguri fai da te e quelli del centro le fontane ancora una volta si sono organizzati in proprio e allora sto ccn a chi serve bo im l il ei d i gh fu o pr continua l emergenza per centinaia di stranieri in attesa di conoscere il proprio futuro politica sezze vitelli diventa l arma in più nella faretra del centrodestra attualita maenza proroga al servizio assistenza domiciliare per gli anziani cultura sermoneta domenica tornano in scena bontà e tradizione della polenta priverno sanna traccia l identikit del nuovo sindaco ideale pontinia l agriturismo la mia terra sulle pagine del ny times eventi domenica tributo a de andrè lunedì ecco covatta/iacchetti

[close]

p. 2

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 speciale profughi un limbo ancora lungo di luca morazzano nuovo anno nota vecchia e non potrebbe essere altrimenti non è che nel passaggio tra 2011 e 2012 l emergenza immigrazione si potesse risolvere di botto quindi i rifugiati che copiosamente si sono riversati sui paesi lepini sono ancora nel loro limbo in attesa di conoscere il proprio futuro arrivati durante i mesi di luglio e agosto provenienti dai centri di prima accoglienza come quello di lampedusa grazie all accordo stipulato tra la protezione civile e la cooperativa karibu sono ancora in attesa dell esito dell iter burocratico cui sono stati sottoposti dalla legislazione corrente senza sapere quale sarà il proprio futuro a più di sei mesi dal loro sbarco sul suolo italiano infatti il limbo dell attesa di un sì o di un no sulla loro richiesta del permesso di soggiorno ancora non è finito sono stati chiamati libici perché provenivano dalla libia squassata dalla guerra che ha portato alla destituzione di gheddafi ma non sono libici di nascita e proprio in questo dato è racchiuso un grande rebus sono maliani ivoriani arrivano dal congo dal ghana dal camerun dal burkina faso dalla guinea dal niger e dalla nigeria ma non sono libici e nemmeno nordafricani il loro stato di precarietà è dovuto proprio dal fatto che per l ottenimento di status di rifugiati politici è necessario provenire da un paese in guerra ma per paese di provenienza non si intende quello da cui è partita la carretta che li ha portati a lampedusa ma il loro paese d origine non essendo di nazionalità libica difficilmente otterranno il riconoscimento di rifugiati politici nell attesa della risposta di una commissione che chiede loro fascicoli di documenti e che li ascolterà o che li ha già ascoltati per pochi minuti l iter burocratico legislativo impedisce ai rifugiati la ricerca di un lavoro considerato che i soggiorni 2 temporanei di cui sono muniti in tale condizione sono buoni solo per sostare sul territorio italiano tale situazione a loro pesa moltissimo sia per l inattività forzata a cui sono costretti sia perché il lavoro che tutti avevano in libia abbandonato a causa della guerra costituiva il sostegno economico delle famiglie che hanno lasciato nel loro paese d origine ciò non favorisce di certo il processo di integrazione di persone che con il passare dei mesi si sentono sempre più abbandonate e delle comunità che li ospitano che continuano a vedere questi `corpi estranei ciondolare senza capirne il perché perché poi a fare il resto ci pensa la disinformazione e il contesto i soggetti cui sono affidati non si sono certo sbracciati per aiutare questo procedimento di convivenza visto che le iniziative di interscambio sono ridotte al lumicino e anche i comuni investiti dall arrivo dei profughi non hanno compiuto passi concreti per favorire l interazione tra residenti e nuovi arrivati quello che la gente conosce non sono le storie dei ragazzi arrivati dall africa ma semplicemente i costi che per lo stato sono di 42 euro al giorno per ognuno di loro il che dopo sei mesi porta a calcolare cifre che in tempi di crisi economica e di sacrifici richiesti sono difficili da mandare giù soprattutto per colpa dei ritardi di un apparato burocratico che definire pachidermico è un eufemismo perfino sul prezzo dei carburanti che continua la sua rincorsa verso nuovi record pesa un accisa una delle tante per far fronte all emergenza umanitaria dichiarata per la prima volta dall allora presidente del consiglio dei ministri silvio berlusconi lo stato di emergenza permette l affidamento diretto dei fondi anche consistenti senza bisogno di gare d appalto e passaggi burocratici che allungano i tempi un po di cifre di luca morazzano durante la lettura dei vari decreti legislativi emanati sulla questione trapela un dato sul quale è possibile cercare di dimensionare la portata logistica ed economica della vicenda profughi l allora presidente del consiglio silvio berlusconi in ottobre individua in oltre 60.000 i migranti giunti in italia nei primi nove mesi del 2011 ammesso che da allora l arrivo di sia arrestato o che comunque tra rimpatri e nuovi arrivi la cifra sia rimasta stabile calcolare i costi sostenuti dallo stato non è difficile partendo dal costo unitario per ognuno di loro 42 euro al giorno senza contare i costi in forze dell ordine trasferimenti e orari impegnati da procure questure e prefetture ogni giorno l emergenza costa 2.520.000 euro due milioni e mezzo di euro che moltiplicati per trenta giorni un mese fanno 75.600.000 euro da moltiplicare per i mesi in cui l emergenza è durata fino ad ora e quelli per i quali ancora durerà con tali cifre in gioco forse è meglio che i controlli sulla celerità e l efficienza delle pratiche burocratiche intraprese che hanno in affidamento i suddetti rifugiati così come quelli riguardanti le condizioni degli alloggi degli stessi e l attuazione delle tante clausole contenute nei protocolli sottoscritti al momento dell affidamento siano rispettati con scrupolo estremo.

[close]

p. 3

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 speciale la situazione sui lepini di luca morazzano iniziata ad handicap con tanto di scandali sulle condizioni abitative riservate loro la situazione profughi sui monti lepini è ancora in atto così come sono in atto i processi che stabiliranno responsabilità e colpe dei protagonisti degli scandali estivi intanto nei comuni di sezze maenza e roccagorga a gestire l emergenza è stata la cooperativa karibu che dove direttamente e dove con l ausilio di altri enti ha provveduto a trovare sistemazione ai profughi che gli sono stati affidati direttamente dal delegato della protezione civile per venire incontro alle esigenze dei casi affidati karibu ha sistemato alcuni profughi presso abitazioni private di cui si è caricata di pagare l affitto e provvede alla somministrazione di cibo di tutti i beni di primo bisogno e dei corsi di italianizzazione previsti dalla legge altri per i quali le abitazioni private non sono state sufficienti sono stati collocati presso strutture pubbliche a gestione privata come nel caso dell ostello san tommaso d aquino a maenza mediante la stipula di un contratto d affitto con l ati che gestisce in appalto la struttura per ogni ospite karibu paga una cifra giornaliera che fino al 31 dicembre 2011 era di circa trenta dei quarantadue euro totali ricevuti dallo stato in cambio la struttura provvedeva al vitto all alloggio alla somministrazione di beni primari per l igiene e per la salute al vestiario alle cure mediche e ai corsi di italiano degli stessi ospiti che in pratica da settembre hanno monopolizzato l utilizzo della stessa struttura che proprio da quella data non ha altri ospiti all infuori di quelli provenuti dalla libia venendo meno al suo utilizzo abituale karibu si occupa per loro dell assistenza legale e burocratica oltre che della somministrazione di un pocket money da gennaio 2012 essendo sensibilmente diminuiti gli ospiti da altre quaranta nel corso dei mesi sono scesi a neanche 30 l accordo è stato rivisto e ridimensionato con inevitabili ripercussioni e tagli nel personale impiegato nella speranza che la qualità dei servizi offerti sia comunque rimasta invariata i profughi che risiedono a maenza e quelli negli altri comuni periodicamente si prodigano in viaggi verso la questura di latina visite mediche di rito il tutto in attesa di permessi di soggiorno definitivi che tardano ad arrivare aumentando il malcontento una convenzione tipo oltre a vitto e alloggio decorosi oltre che qualitativamente e quantitativamente soddisfacenti come si evince da una convenzione tipo il soggetto gestore si impegna a garantire l accoglienza e l assistenza dei cittadini ospitati assicurando i seguenti servizi di vitto e alloggio 1 servizi di gestione amministrativa a acquisizione della registrazione dei richiedenti asilo effettuata dagli organi di polizia rilevazione dei dati anagrafici estremi dei documenti di ammissione e quant altro utile alla loro gestione secondo le modalità stabilite dalla questura competente b tenuta di un apposito registro sulla presenze giornaliera degli ospiti c controllo e verifica della piena funzionalità dell efficienza degli impianti della struttura telefonico elettrico idrico gas e climatizzazione d gestione di carattere amministrativo e finanziario in generale finalizzato al rimborso delle spese per il funzionamento della struttura da imputare sulla contabilità speciale n 5796 da quantificare unitamente alla documentazione giustificativa al soggetto attuatore con cadenza mensile e comunque non oltre il 30 di ogni mese 2 servizi di assistenza generica alla persona a orientamento generale sulle regole comportamentali all interno della struttura nonché sulla relativa organizzazione b servizio di barberia c servizio di lavanderia d assistenza ove necessario ai bambini e ai neonati componenti del nucleo familiare e altri servizi di assistenza generica alla persona 3 servizi di pulizia e igiene ambientale per servizio di pulizia e di igiene ambientale si intendono tutte quelle attività atte ad assicurare il confort igienico ambientale della struttura di accoglienza al fine di garantire lo svolgimento delle attività ivi previste a pulizia giornaliera e periodica dei locali e degli arredi b disinfezione disinfestazione derattizzazione e deblattizzazione delle superfici c raccolta e smaltimento rifiuti l.m le leggi dell emergenza e le proroghe 2012 la prima emergenza riguardante la situazione dei profughi che stavano arrivando dal nord africa sulle coste italiane è stata sancita a livello legislativo con un decreto del presidente del consiglio dei ministri silvio berlusconi in data 12 febbraio 2011 recante «dichiarazione dello stato di emergenza umanitaria nel territorio nazionale in relazione all eccezionale afflusso di cittadini appartenenti ai paesi del nord africa» un successivo decreto di contrasto del fenomeno porta invece la data del 7 aprile 2011 mentre il 3 agosto il premier emana il decreto «estensione della dichiarazione dello stato di emergenza di cui al decreto del presidente del consiglio dei ministri del 7 aprile 2011 ad altri paesi del continente africano» sei mesi dopo la prima emergenza visti i precedenti decreti considerato che i migranti giunti nel nostro paese nei primi nove mesi del 2011 sono stati oltre 60.000 e tenuto conto che la situazione di instabilità che ancora caratterizza i paesi nordafricani fa prevedere che gli effetti della situazione emergenziale si protrarranno anche per l anno 2012 arriva la proroga ulteriore fino al 31 dicembre 2012 allo stesso modo il termine di sei mesi di cui all art 1 comma 1 del d.p.c.m del 5 aprile 2011 relativo alla durata dei permessi di soggiorno rilasciati per motivi umanitari ai sensi dell art 11 comma 1 lettera c-ter del decreto del presidente della repubblica 31 agosto 1999 n 394 e successive modificazioni è prorogato di ulteriori sei mesi alle medesime condizioni di cui al predetto d.p.c.m 5 aprile 2011 il che di fatto sposta la validità in scadenza al 5 ottobre 2011 ad aprile 2012 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 latina il pd parla del rapporto tra provincia e regione serve un nuovo modello di sviluppo concreto di simone di giulio le notizie relative ai dati che certificano il tracollo dell economia pontina richiamano a un forte senso di responsabilità da parte di tutti i soggetti istituzionali non è certo il momento delle beghe politiche a cui assistiamo tra provincia di latina e regione lazio ma sarebbe opportuno iniziare a individuare e valutare concretamente le misure anticrisi applicabili e finanziabili attraverso un tavolo di concertazione che coinvolga ogni livello istituzionale e politico insieme alle rappresentanze delle forze sindacali e delle associazioni di categoria sulla spinosa situazione politico-amministrativa che sta coinvolgendo l ente di via costa e la pisana interviene enrico forte segretario provinciale del partito democratico che prosegue la tanto sbandierata filiera di governo del centrodestra si è rivelata un segno di debolezza la regione lazio appare matrigna riguardo la nostra provincia causando un indebolimento generale del territorio per l ennesima volta si parla di autostrada porto aeroporto temi di cui discutiamo da anni e che in questo momento storico appaiono ben difficilmente finanziabili i dati ci dicono che solo nello scorso novembre le ore di cassa integrazione in provincia di latina hanno superato quota un milione coinvolgendo 6 mila lavoratori che salgono a 12 mila considerando quelli in disoccupazione o mobilità nel 2011 si è registrato un crollo delle imprese attive che ha visto la nostra provincia tra le peggiori dieci a livello nazionale con tante situazioni critiche che vanno costantemente monitorate ciò significa che dobbiamo essere capaci di individuare un modello di crescita diverso forte fa alcuni esempi il piano del parco nazionale del circeo è un punto da cui partire per immaginare uno sviluppo attraverso la tutela e la valorizzazione del territorio tenendo conto di elementi economici come le produzioni agricole locali in particolare quelle legate alla bufala e ai suoi derivati considerato che l agricoltura in provincia di latina ha un peso doppio sul prodotto interno lordo rispetto a quello nazionale la tutela dell ambiente e la valorizzazione dei beni culturali sono elementi determinanti per il rilancio dell economia anche perché si tratta di fattori legati al territorio e non delocalizzabili ancora i monti lepini non hanno un parco naturale lo sviluppo risiede qui non in fattori vecchi e ormai superati servono poi misure concrete a sostegno del credito per le imprese che dovrebbero essere messe nella condizione di rivolgersi a un unico soggetto le amministrazioni comunali dovrebbero dotarsi tutte di uno sportello unico per le attività produttive per quanto riguarda l università si tratta di un elemento decisivo deve diventare un punto di ricerca legato alle eccellenze del territorio dal chimico-farmaceutico alla nautica e così via garantendo una formazione di alto rilievo inoltre la politica e le istituzioni devono ripensare il rapporto con roma dopo l istituzione di roma capitale e in vista della costituzione della città metropolitana attraverso politiche di rilancio del lazio meridionale il modello di sviluppo ponga alla regione il problema di finanziare l area vasta favorendo i rapporti tra comuni 4

[close]

p. 5

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 latina e allarme usura vittima un commerciante su tre di simone di giulio un commerciante su tre è in mano agli usurai e la nostra provincia vanta purtroppo un triste primato che impone alla politica e a tutte le altre istituzioni coinvolte di profondere maggiore impegno e la fondazione wanda vecchi a sottolineare con preoccupazione i dati emersi dall ultimo rapporto di confesercenti che riguardano i commercianti finiti nella spirale dell usura dati allarmanti che mettono la provincia di latina tra i territori maggiormente colpiti in ambito nazionale il lazio in particolare la provincia di latina sono diventati un territorio di frontiera alla stessa stregua della calabria delle puglie e della campania una spaventosa realtà ormai consolidata che oltre ad essere il ramo di azienda più remunerativo per la criminalità organizzata vede emergere anche profili di usurai non direttamente collegati alla malavita nell ultimo anno fanno sapere dalla fondazione i casi di piccoli imprenditori e commercianti che si sono rivolti agli sportelli si sono raddoppiati le loro attività sono ricoperte di debiti e mai come in questo periodo di crisi cadere in accordi con gli usurai in più di una occasione diventa l unica ancora di salvezza senza rendersi conto che in questo modo si perde per sempre la propria azienda denunciare gli usurai è un atto dovuto ma prima ancora di arrivare alla denuncia si deve evitare di cadere nella spirale di questa piaga con un aiuto concreto di tipo economico che consenta al commerciante di rimanere nella legalità e di ripartire con le proprie forze per salvare la propria attività e quello che da dieci anni a questa parte siamo riusciti a garantire a tutti gli imprenditori che si sono rivolti alla nostra fondazione grazie alla quale nessuno è stato costretto ad abbandonare la propria attività nelle mani degli usurai la situazione con la crisi economica però si è aggravata in maniera pesante le difficoltà congiunturali e il proliferare sul nostro territorio delle pratiche usuraie unite ad una carenza di risorse da mettere a disposizione di queste persone stanno rendendo difficile se non impossibile il nostro lavoro e per questo che chiediamo alle istituzioni ed a tutti gli organismi preposti dallo stato centrale alla regione lazio agli enti locali fino alle associazioni di categoria di fare quadrato e di potenziare uno strumento che ad oggi ha dato risultati per certi versi insperati l emergenza che le famiglie e gli imprenditori stanno vivendo non può non scuotere la sensibilità di tutti gli attori preposti facendo profondere loro un impegno ancora più forte rispetto a quanto già di importante si è riusciti a mettere in campo eccellente lavoro sulla questione latinambiente l intervento di fabrizio cirilli rispetto alle disavventure che il sistema perverso delle società miste sta creando sul territorio pontino nel comune capoluogo il lavoro svolto in seno alla latina ambiente dalla nuova amministrazione comunale dal momento del suo insediamento nonostante tutti i limiti e le problematiche ancora in essere ha scongiurato disagi ben più gravi di quelli che stanno interessando altri comuni parole di fabrizio cirilli che pone l accento sull impegno dell amministrazione comunale nella gestione della società anche alla luce di quanto sta succedendo a terracina l esponente della maggioranza parla della quattro mosse realizzate per ristabilire l ordine all interno della società mista la prima operazione è stata quella di levare alla latina ambiente ciò che aveva dimostrato di non saper fare la bollettazione delle tariffe agli utenti la seconda operazione è stata quella di ristabilire i ruoli all interno del consiglio di amministrazione con rappresentanti tecnici che hanno lavorato per tutelare gli interessi della parte pubblica e non del socio privato la terza operazione è stata quella del ripianamento debitorio attraverso la cessione del credito e ad un meccanismo di pagamento dei servizi legato all effettiva prestazione di servizio la quarta operazione importantissima è stata quella di circoscrivere il contenzioso che l azienda millantava nei confronti del comune che al momento dell insediamento della nuova amministrazione ammontava a circa 18 milioni di euro in voci specifiche che oggi non superano qualche centinaio di migliaia di euro e che saranno oggetto di un arbitrato o di un successivo contenzioso 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 sezze l arma in più per il centrodestra vitelli gli interventi del consigliere potrebbero dare la scossa decisiva alla minoranza di simone di giulio l arma in più per il centrodestra setino le dichiarazioni di antonio vitelli che se da una parte affossano l operato della minoranza in questi quattro anni e mezzo di governo campoli dall altro potrebbero regalare a quello che resta di un gruppo politico assolutamente sfaldato e privo di idee un appiglio per fare quadrato e mettere in piedi una coalizione capace di mettere i bastoni fra le ruote a quella che ormai appare una scontata seconda affermazione del centrosinistra alle prossime comunali a cinque mesi scarsi dal voto lo scenario per il centrodestra è assolutamente disarmante le fiammate dell autunno scorso alla ricerca del candidato giusto del nome spendibile si sono spente senza trovare nessuno in grado di sintetizzare le diverse anime dei movimenti che rappresentano la destra a sezze i nomi gettati nella mischia hanno solo fatto parlare per qualche settimana ma poi nessuno ha fatto passi avanti nella direzione auspicata e campoli tuttora si può considerare senza un avversario battezzato positivamente dai partiti suoi competitors ecco quindi che a dare linfa vitale e a togliere dall imbarazzo il popolo della libertà e tutti i gruppi che non si riconoscono nell operato di campoli e della sua squadra potrebbe essere addirittura antonio vitelli consigliere di recente approdato in maggioranza e pronto a sostenere campoli nel nuovo movimento democratico di concerto con serafino di palma la scorsa settimana la segreteria del pdl e vitelli se le sono date di santa ragione sui locali quotidiani attacchi forti e toni satirici soprattutto da parte di vitelli che ha dato un po l impressione di `sparare sulla croce rossa che hanno infiammato la situazione e messo in evidente imbarazzo l intero centrodestra setino inutile e decisamente fuoriluogo attaccare vitelli sul suo passato politico prima a sinistra poi sempre più a destra poi di nuovo a sinistra inutile e deleterio un tipo di attacco del genere anche perché l attuale segretario del pdl rinaldo ceccano ha fatto lo stesso percorso di vitelli fino alla clamorosa rottura di un anno e mezzo fa ma le parole di vitelli hanno in qualche modo così almeno sembra risvegliato l orgoglio ferito del centrodestra locale che per la prima volta in quattro anni ha fatto intendere di aver capito che per battere campoli bisogna andare uniti e compatti anche oltre le apparenze vitelli ha giudicato un autentico suicidio politico l atteggiamento del centrodestra affermando a quattro mesi dalle elezioni fanno capire chiaramente come all interno di questo partito ancora deve essere definito il candidato a sindaco la coalizione e il programma in questa ottica si riesce a leggere tra le righe l appello lanciato alle altre forze di centrodestra udc su tutte vero ago della bilancia per impedire una facile affermazione di campoli a maggio ma anche lista polverini movimento di alleanza setina nuovo polo partito socialista italiano e altre liste civiche per realizzare un accordo anti-campoli finalizzato alla costruzione di un governo attento ai problemi della città insomma quello che non è riuscito a venire fuori dai dialoghi dalle discussioni e dai confronti riesce ad uscire allo scoperto dopo che le dichiarazioni di vitelli hanno battuto dove duole il dente l incapacità di trovare un alternativa potrebbe essere un lontano ricordo proprio grazie agli interventi di uno dei nemici maggiori in questo momento basterà questo a dare il via alla campagna elettorale o sarà l ennesimo fuoco di paglia e alimenterà alcune voci che vorrebbero fare credere che alcuni esponenti del centrodestra setino stanno facendo il cosiddetto gioco a perdere direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 6 chiuso in redazione l 11 gennaio 2012

[close]

p. 7

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 sezze incontro positivo con i pensionati l assessore paolo martella non ci saranno tagli vertice in comune tra l amministrazione comunale e di marco martelletta le rappresentanze sindacali dei pensionati in rappresentanza dell ente l assessore ai servizi sociali paolo martella e il dirigente di settore francesco petrianni le parti con la sottoscrizione di un protocollo d intesa siglato lo scorso anno si sono impegnate ad un reciproco e periodico confronto al fine di attuare un sistema di concertazione relativo alle politiche sociali attuate sul territorio comunale rivolte agli anziani nella riunione convocata su richiesta dalle stesse rappresentanze sindacali quest ultime hanno chiesto notizia sullo stato dei servizi erogati dal comune verso le fasce più deboli e se i tagli operati verso enti locali e gli altri annunciati produranno una riduzione dei servizi sociali l assessore martella ha dichiarato malgrado la crisi economica i servizi in essere rimarranno invariati saranno stanziate le stesse somme anche per il 2012 in particolare per l assistenza domiciliare anziani buoni spesa contributi economici assistenza agli alunni disabili durante la frequentazione scolastica costi del trasporto scolastico e buoni mensa previsti anche fondi economici per attività ricreative presso i due centri sociali della città il contrasto alla povertà inoltre sarà implementato con l attivazione della mensa sociale il comune di sezze a tal proposito ha ricevuto finanziamenti per due annualità grazie alla presentazione di due progetti alla regione lazio il servizio sarà attivato con l erogazione di una card al cittadino conosciuto e seguito dai servizi sociali attraverso informazioni sull i.s.e.e e sulle condizioni sociali generali il cittadino con la card potrà recarsi presso un esercizio convenzionato e consumare il menu prestabilito l assessore ha reso anche noto che il comune al fine di migliorare le prestazioni sociali ha siglato un protocollo d intesa che disciplina le modalità di raccordo e collaborazione fra i distretti dell asl latina e i comuni associati nei relativi ambiti territoriali di zona tramite l ufficio di piano per la realizzazione e implementazione delle attività del punto unico unitario di accesso in collaborazione con la provincia di latina il pua si caratterizza quale modalità organizzativa per fornire risposte integrate complete e appropriate ai bisogni dei cittadini tale strumento assicura l accesso ai servizi prendondosi cura della persona evitando che la stessa debba rivolgersi a sportelli diversi per vedersi erogati i servizi sarà istituito un ufficio sul territorio di sezze e gli operatori tenderanno di volta in volta a realizzare percorsi assistenziali e informativi per ciascun utente anche attraverso l utilizzo di un sistema informativo in rete con tutti i servizi lucidi consiglia l introduzione del quoziente familiare di simone di giulio un metodo per ridurre incertezza e crisi l introduzione del quoziente familiare e questa la proposta di lidano lucidi esponente del partito socialista italiano progetto agorà che in una nota afferma fa molto discutere a livello nazionale ma può essere applicato per quanto di competenza anche a livello locale si tratta di rimodulare le tariffe e il prezzo dei servizi locali secondo la dimensione della famiglia del contribuente più figli si hanno meno si paga politiche di questo tipo sono applicate già in altri comuni per esempio a parma il quoziente familiare determinerà una riduzione della tariffa tanto maggiore quanti più saranno i componenti della famiglia e i carichi assistenziali che essa assorbe seguendo la strada di altri enti locali prosegue lidano lucidi non si andrà a modificare la struttura dell isee ma se ne vanno a migliorare gli effetti nella sostanza si tratta di far pagare di meno le tariffe locali a quelle famiglie che hanno più figli o hanno a carico persone disabili o anziane non autosufficienti noi proponiamo inoltre che una parte di questa rimodulazione sia legata alla presenza di bambini al primo anno d età le giovani coppie in un momento di forte crisi economica hanno sempre più problemi a mandare avanti una famiglia soprattutto poi quando c è la presenza di un bambino piccolo pappette pannolini visite mediche e tanto altro rappresentano un budget di spesa molto elevato pagare di meno i servizi locali quando hai un bambino piccolo spiega ancora il rappresentante di psi progetto agora è cosa doverosa per un ente che vuole essere solidale con le giovani generazioni con poche migliaia di euro poi visto il livello di natalità di sezze si potrebbe sterilizzare il probabile aumento dell iva sul latte artificiale autentico salasso per quelle mamme che non possono allattare dal seno riteniamo ingiusto un aumento delle tasse sui bebè anche per questo sarebbe importante favorire la creazione di un gruppo di acquisto solidale anche per l acquisto di latte artificiale a prezzi molto più contenuti di quelli odierni sono aspetti che possono rientrare nella competenza di un ente locale e crediamo che il tema della famiglia debba essere messo al centro della prossima amministrazione comunale 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 sermoneta via rojo è in sicurezza di domiziana tosatti per un investimento complessivo di 400mila euro compartecipati da regione lazio provincia di latina comune di latina e comune di sermoneta sono stati completati nei giorni scorsi i lavori di sistemazione e messa in sicurezza di via rojo con grande soddisfazione del sindaco giuseppina giovannoli e dell assessore ai lavori pubblici gilberto montechiarello il progetto è stato avviato diversi anni fa nato da un interesse reciproco dei comuni di sermoneta e latina volto alla messa in sicurezza della migliara 40 e del relativo incrocio con via del murillo l intervento che ha riguardato il rifacimento ex novo del manto stradale nel tratto di strada che collega via del murillo alla strada statale appia è risultato strategico per la deviazione del traffico pesante da e per frosinone che attualmente transita nel centro urbano di latina scalo creando non pochi disagi agli abitanti della zona l opera giunta finalmente a conclusione consente ora di deviare il traffico pesante sull asse attrezzato capofila del progetto è stato il comune di srmoneta che ne ha curato sia la stesura operativa che il coordinamento tra gli enti interessati e la realizzazione dei lavori nonostante la congiuntura economica negativa che ha reso non facile per gli enti coinvolti erogare i finanziamenti necessari ognuno ha fatto al meglio la sua parte soddisfatto l assessore montechiarello per l operato del presidente della provincia di latina armando cusani e dell assessore provinciale ai lavori pubblici salvatore de monaco integrando i finanziamenti regionali ha osservato hanno permesso la realizzazione di questa grande opera plauso anche al consiglio di amministrazione della biosint che attraverso un protocollo d intesa sottoscritto con il consorzio industriale roma-latina presieduto da luigi torelli ha ceduto gratuitamente una porzione di terreno per consentire l ampliamento dell incrocio tra via rojo e via del murillo permettendo così la realizzazione dell opera in tempi più veloci ed un importante risparmio economico quasi restaurate le mura ale lungo il perimetro all esterno e all interno del centro antico sono stati già restaurati diversi tratti di bastioni sistemate aree didattiche dotate di teche illustrative e attrezzature accessibili ai disabili creati percorsi giardini illuminati i punti salienti il tutto per due terzi circa dell intero perimetro il progetto generale curato da un gruppo di professionisti coordinati dall architetto anna di falco ha preso l avvio da una attenta e approfondita ricerca storica che ha confermato l unicità di sermoneta come città fortificata ancora racchiusa dentro le sue mura e unico esempio nella zona di difesa moderna del xvi secolo in grado di contrastare le armi da fuoco le mura urbane di sermoneta insieme al castello caetani e al centro anticohanno osservato il sindaco giuseppina giovannoli e l assessore ai lavori pubblici gilberto montechiarellocostituiscono un eccellenza monumentale da salvaguardare e valorizzare ed è proprio in questa direzione che va l azione della nostra amministrazione il lavoro della maggioranza guidata da giuseppina giovannoli incentrato sul recupero urbanistico e la realizzazione di nuove importantissime opere pubbliche nelle borgate non ha mai perso di vista la politica di valorizzazione del centro storico avviata da tempo al fine di rendere sermoneta ancora più affascinante ed attrattiva nell ambito di tale progettazione sono in dirittura d arrivo i lavori di restauro e valorizzazione di un simbolo della cittadina caetana quali le mura rinascimentali che circondano il perimetro urbano opera questa per cui il comune aveva ottenuto dalla regione lazio 130mila euro iniziali da destinare alla progettazione e sempre da la pisana è stato poi riconosciuto un finanziamento di 1milione e 800mila euro 8 che insieme ai 120mila euro partecipati dal comune hanno consentito l inizio dei lavori di restauro nell intervento è stato compreso non solo il restauro del tratto di mura che va dal bastione di torrenuova passando per il pomerio di porta sorda portella e fino all area esterna di porta san nicola ma è stato anche realizzato il tetto e sta per essere completato il restauro del vecchio lavatoio il recupero del giardino degli aranci un polmone verde per il centro storico che finalmente sarà aperto al pubblico ed attrezzato con parco giochi panchine un area museale ed un anfiteatro con vista sulla pianura pontina l intervento di recupero fu avviato nel 1998 con opere di restauro conservativo e con la realizzazione di un itinerario muse-

[close]

p. 9

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 sermoneta furti e poste ko scarsella occorre intervenire di domiziana tosatti dal 2 gennaio l ufficio postale del centro storico è chiuso per i lavori di restauro e sistemazione ed intanto si ripetono i furti a danno di provate abitazioni e sedi di associazioni antonio scarsella capogruppo consiliare richiama l attenzione dell amministrazione comunale sul centro storico e lo fa su due questioni che in questi giorni stanno creano disagi ai cittadini dal 2 gennaio ha ricordato l edificio dell ufficio postale è fermo per lavori il servizio è assicurato da una struttura mobile con grave disagio per i residenti tuttavia oltre l impalcatura non si vede l inizio dei lavori e non si conoscono i tempi degli stessi sia per la sistemazione dei locali sia per l annunciata installazione del servizio bancoposta nell interrogazione presentata al sindaco al responsabile dell ufficio tecnico comunale ed al responsabile della polizia municipale antonio scarsella ha chiesto di conoscere i tempi per la realizzazione e l ultimazione dei lavori di sistemazione del locale sede dell ufficio postale ed entro quanto tempo l ufficio riprenderà il normale servizio nella stessa interrogazione si è posta l attenzione sui ripetuti furti che da qualche tempo dopo il centro anziani stanno riguardando sedi di associazioni e abitazioni private si chiede ha scritto scarsella di conoscere le iniziative messe in campo dall amministrazione unitamente alle autorità competenti al fine di interrompere la serie di furti che danneggia la vita sociale e privata di residenti nel centro storico bassiano la maggioranza programma il futuro del paese 2.0 di domiziana tosatti sicurezza servizi agricoltura economia e lavoro viabilità e strutture pressione fiscale urbanistica territorio e cultura sono stati questi i temi affrontati nell incontro organizzato dal gruppo consiliare di bassiano futura `la prossima bassiano 2.0 che ha offerto l occasione per discutere di progetti che `si possono e si devono realizzare al fine di dare un nuovo stimolo alle future generazioni e di affermare la concretezza di un amministrazione in grado di essere al servizio del cittadino per farlo si è reso necessario avviare una riflessione tra noi e con noi ha spiegato il consigliere e fondatore di bassiano futura domenico guidi cui hanno partecipato i nostri giovani cui dobbiamo assicurare investimento e certezza di trovare nel proprio territorio sicurezza lavoro e servizi nell assemblea sono state evidenziate non poche esigenze come quella di dare sicurezza ai cittadini di bassiano investire in una nuova agricoltura instaurando un confronto permanente e costruttivo con il mondo agropastorale creare economia e lavoro aiutando l industria il commercio e l artigianato con iniziative per la crescita si è poi discusso anche della necessità di rendere efficienti e sicuri viabilità ed edifici completando ed ammodernando la rete viaria con la realizzazione di un piano triennale di sistemazione delle strade di campagna nonché della riduzione dei costi a carico dei cittadini sostenendo le famiglie con redditi inferiori la messa in rete e al sicuro del territorio con un occhio attento ad urbanistica ed edilizia riconoscendo maggiore spazio ai fabbisogni dei cittadini rispetto a quelli dei costruttori il dibattito è durato oltre tre ore ed ha visto l alternarsi degli interventi dei rappresentanti di partiti associazioni cooperative imprenditori artigiani e cittadini l impegno assunto dal nostro gruppo sono la presentazione nei prossimi giorni di progetti occupazionali legati al territorio con richieste di risorse immediate nei prossimi mesi elaboreremo poiha garantito guidi un calendario di incontri che avranno per tema la gestione associata dei servizi quali acqua rifiuti turismo ambiente beni immobili cooperazione ma si parlerà anche di piano casa scuola ed istruzione pubblica cultura e gestione di controllo obiettivi ha concluso il consigliere ed ex sindacoche possono e devono essere realizzati da una classe politica che non è stantia né cialtrona né vecchia 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 priverno due gocce non placano il mare in tormenta della sanità di mario giorgi abbiamo dato nel numero 118 di mondo re@le due buone ancorché piccole notizie sul desertificato terreno della sanità privernate e lepina in generale due gocce d acqua comunque utili nel niente o poco che chi può ha lasciato quanto a servizi e strutture in questo territorio l imminente ripresa dei lavori in quella che dovrebbe diventare una sorta di cittadella sanitaria in via madonna delle grazie e la donazione da parte della fondazione giorgio castelli di latina di un automedica con defibrillatore ma anche con personale medico e infermieristico a bordo che ha incrementato il parco macchine sanitario due ambulanze in servizio sul territorio lepino e ausono a sottolineare l importanza dei due eventi ­ ci si passi l eufemismo almeno per i lavori a madonna delle grazie ­ era stato l amministratore del gruppo face book per chi vuole che riapra l ospedale di priverno pierfranco grassio e sull utilità di quell automedica approdata a priverno grazie alla generosità di chi ha voluto con quel gesto ricordare una persona cara che non c è più si è espresso un cittadino di roccasecca dei volsci che ha sperimentato per fortuna del figlio proprio il giorno della befana l utilità di quel dono in questi giorni sulle vicende sanitarie nostrane torna l osservatorio comunale sulla sanità di priverno che ­ in una nota ­ sottolinea come in questo delicato settore si registri spesso purtroppo il solito passo avanti accompagnato però dall inevitabile passo indietro i lavori a madonna delle grazie forse ricominceranno tra qualche settimana per il consultorio invece le speranze di farlo ripartire sono ridotte al lumicino questo in estrema sintesi ­ affermano i responsabili del movimento è quanto emerso dall incontro che una delegazione dell osservatorio comunale sulla sanità che continua a supplire alla scandalosa latitanza dell amministrazione comunale ha avuto con la direzione generale e quella sanitaria dell azienda sanitaria locale di latina la ditta che sta effettuando i lavori lì dove dovrebbero trovare alloggiamento la tac la risonanza magnetica una decina di posti di osservazione breve e gli altri servizi sanitari ancora attivi a priverno ­ si legge in una nota dell osservatorio comunale sulla sanità è riuscita finalmente ad ottenere dalla regione la certificazione del credito maturato e cercherà adesso di ottenere dalle banche un anticipazione su quelle somme che la regione ovviamente garantisce se l operazione andrà davvero in porto i lavori potrebbero rapidamente riprendere ed essere completati nel giro di qualche mese probabilmente per la prossima estate per il consultorio invece ­ denunciano i responsabili dell osservatorio comunale sulla sanità fumata quasi nera il blocco delle assunzioni non permette la sostituzione del ginecologo che ha lasciato vacante quel posto né sono prat10 icabili operazioni creative utilizzare per un ginecologo risorse disponibili destinate ad altre figure professionali che pure l osservatorio aveva cercato di mettere sul tavolo pare che l unica strada percorribile sia al momento l utilizzo di personale già interno all azienda asl con le difficoltà facilmente immaginabili il risultato sembra già segnato una struttura di eccellenza che nel corso degli anni è riuscita ad offrire un servizio prezioso a migliaia di donne dell intero comprensorio è destinato ad essere drasticamente ridimensionato se non peggio una brutta anticipazione di quanto potrebbe succedere a buona parte della sanità e dei servizi pubblici in generale se le politiche del governo e della regione non saranno improntare a criteri di maggiore equità e giustizia sociale ma forse non rassegnarsi e continuare a lottare è l unica strada percorribile questo in sintesi il messaggio dell osservatorio ai cittadini lepini che credono ancora nella sanità pubblica non potendosi peraltro permettere lussuosi servizi gestiti dal privato.

[close]

p. 11

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 sanna delinea i contorni d arcangeli avverte del nuovo sindaco non sottovalutiamo l ordine pubblico di mario giorgi agostino sanna è un personaggio storico della destra privernate dapprima nel movimento sociale italiano e poi in alleanza nazionale da qualche anno poi si è fatto promotore di un movimento autonomo per il cambiamento denominato la svolta con l obiettivo di cominciare a delineare il futuro politico e amministrativo della città passate le feste sanna torna a riproporre la sua idea di città di politica amministrativa e meglio ancora la sua idea di sindaco in una dichiarazione al nostro giornale ha sottolineato come da qualche tempo ormai a priverno non si parli d altro politici e uomini di partito nei loro interventi si soffermano soprattutto sulle probabili candidature a sindaco per le amministrative della primavera del 2013 candidature che ­ ironizza sanna ­ spuntano come funghi e tutte riconducibili a figure professionali facilmente identificabili avvocati imprenditori commercialisti e quant altro eppure nessuno ha ancora speso una parola su almeno qualche punto programmatico o almeno su cosa fare per salvare il salvabile in questa città si indicano persone e nomi chissà forse solo per bruciarli o per costringere gli avversari ad uscire allo scoperto ma come deve essere questo candidato a sindaco ipotizzato da agostino sanna io ho sempre detto e scritto ­ afferma l esponente del movimento la svolta ­ che il primo cittadino deve essere una persona radicata nel territorio che sappia ascoltare i cittadini che conosca i problemi che assillano priverno e sappia impegnarsi per cercare di risolverli quelli di oggi come quelli di domani secondo sanna non si dovrebbero candidare nemmeno personaggi dell ultima ora tirati fuori dal cilindro dal prestigiatore di turno di questo o quel partito solo perché ritenuti bravi e intelligenti da chi magari in seguito pensa di poterli gestire nell esercizio delle loro funzioni ma questi gestori ­ afferma con forza l esponente della destra storica privernate ­ non possono assolutamente avere voce in capitolo essendo per lo più personaggi che in qualche modo hanno fallito in passato o non sono stati gratificati politicamente e che perciò intendono rifarsi esponendo qualche loro pupillo magari solo per fare un dispetto a qualcuno che invece potrebbe dare e dire qualcosa di utile per questa città poi sanna si sofferma sulla situazione politica cittadina nei vari schieramenti ­ dice ­ c è confusione non sembrano esserci certezze da mettere in campo come idee e come uomini che quelle idee dovrebbero poi concretizzare anche l attuale maggioranza ­ insiste il fondatore de la svolta ­ sembra impantanata a metà del guado e rischia di sprofondare piano piano sulle sue incapacità amministrative e poi c è il pdl ­ quello ufficiale aggiungiamo noi ­ che un candidato a sindaco pare lo abbia trovato nell assessore provinciale fabio martellucci secondo i dirigenti del pdl ­ continua sanna ­ sarebbe il candidato naturale avendo già ricoperto il ruolo di vicesindaco ma anche ideale per salvare priverno dall impasse amministrativa attuale anche se per lo stesso martellucci sanna prevede una strada in salita e piena di trabocchetti ricordato poi a tutti che la politica e i problemi della città si discutono tutti i giorni e non solo in campagna elettorale agostino sanna conclude dichiarando la sua disponibilità a mettersi dalla parte della gente a difesa dei ceti più deboli con idee libere e senza essere al guinzaglio di nessuno una critica dunque allo stallo attuale e una scudisciata sulle scelte future ma anche un atto d amore verso la sua città 11 priverno non siamo ancora all allarme ordine pubblico sicuramente ma certamente gli ultimi episodi di cronaca verificatisi in città lasciano un di marco martelletta pochino da pensare a prescindere naturalmente dal pregevole lavoro svolto dalle forze dell ordine gli uomini del maresciallo massimo di mario conseguono infatti di giorno in giorno pregevoli risultati nel loro quotidiano servizio di controllo sul territorio in ogni caso di tanto in tanto si verificano episodi che lasciano pensare soprattutto per quel che concerne il controllo che potrebbe attivare l amministrazione comunale magari con l ausilio di apparecchi di videosorveglianza sulla vicenda è intervenuto nei giorni scorsi il consigliere comunale di opposizione federico d arcangeli sel decine di pneumatici squarciati in un breve tratto di via consolare in una sola notte la farmacia ex grenga nella centralissima piazza del comune rapinata per la seconda volta in pieno giorno nel giro di pochi mesi e prima ancora tentativi di rapina a una banca e a qualche benzinaio oltre ai soliti furti in appartamenti privati sono episodi non collegabili non siamo ancora all allarme ordine pubblico naturalmente e siamo ben lontani da vicende di grossa criminalità che investono altre zone della nostra provincia ma certo sono episodi inquietanti che rischiano di rompere la tranquillità della nostra comunità si legge in una nota dell esponente sel e l aggravarsi della crisi economica non può che rendere più precaria la situazione naturalmente ­ precisa d arcangeli abbiamo piena fiducia nel lavoro delle forze dell ordine e di chi deve garantire la nostra sicurezza un pò meno in chi agitando ideologicamente ordine e sicurezza e avendone fatto una bandiera gli amministratori di centrodestra per intenderci poi non riesce nemmeno a garantire il funzionamento di quelle poche telecamere piazzate qui e lì in città e che potrebbero funzionare almeno da deterrente quelle telecamere ­ conclude d arcangeli sono desolatamente spente perché il comune non paga chi dovrebbe gestirle e la conclusione nello stesso tempo preoccupata quanto ironica è una sola ladruncoli e vandali ringraziano ma.gio

[close]

p. 12

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 maenza proroga diretta per il servizio assistenza domiciliare seconda consecutiva senza gara di luca morazzano il servizio di assistenza domiciliare ad anziani e diversamente abili resta saldo nelle mani della cooperativa san tommaso d aquino la ditta che gestisce anche il servizio delle mense scolastiche ormai da diversi anni ha infatti ottenuto la proroga senza neppure il bisogno di doversi aggiudicare la nuova gara di appalto come avvenuto nel 2009 due anni fa infatti l affidamento era avvenuto tramite gara pubblica di selezione ai fini di individuare il gestore migliore risultò essere aggiudicataria della gara come sancito nella determina di giunta comunale numero 138 del 2-11-2009 proprio la cooperativa sociale tommaso d aquino di maenza in base al risultato di tale gara il 22-03-2010 venne quindi stipulato il contratto d appalto per il servizio di assistenza con durata di quattordici mesi dalla stipula per 69 ore mensili per un importo complessivo di 12.480 euro e spicci iva inclusa le prestazioni di assistenza dedotte in contratto sono state ultimate durante lo scorso anno e già con atto deliberativo numero 126/2011 e successivo atto determinativo dell area amministrativa del secondo settore numero 381/2011 tale servizio era stato prorogato per alcuni mesi adesso da quanto si apprende nella delibera numero 151 del 17 dicembre 2011 la giunta comunale ha ritenuto per esigenze di continuità e al fine di evitare interruzioni al servizio pensare in tempo all incombenza prima dell appropinquarsi dell ulteriore data di scadenza prima della proroga non avrebbe tuttavia rappresentato uno sforzo eccessivo ndr autorizzare l affidamento diretto a agli stessi patti e condizioni per un monte ore di 642 pari ad una somma di 8.300 euro che trova disponibilità nell ex capitolo 1912 atteso anche lo stato di difficoltà in cui versano taluni utenti utilizzando lo stesso articolo preso a spunto per l affidamento della ludoteca ovvero il 125 co 11 del decreto legislativo 163/2006,modificato dalla legge numero 106 del 12 luglio 2011 che autorizza gli affidamenti diretti per servizi e forniture inferiori ai 40.000 euro la stessa giunta ha reso immediatamente eseguibile la proroga a vantaggio della cooperativa tommaso d aquino interlocutore pressoché di `monopolio dei servizi di mensa scolastiche e di assistenza domiciliare dall avvento della prima giunta mastracci sebbene sia ancora in corso una causa per la mancata conferma del personale assunto in occasione del primo appalto delle mense scolastiche che si è aggiudicato la stessa san tommaso arriva la ludoteca si chiamerà lepre marzolina e sarà affidata ad una cooperativa di frosinone di luca morazzano zato con fondi regionali e concluso nel mese di giugno 2011 del resto nella premessa dello stesso atto si evince che con una delibera del consiglio comunale la numero 8 del 2004 la ludoteca comunale è stata già istituita con lo scopo di essere centro ricreativo educativo sociale e culturale che opera per realizzare una migliore qualità della vita infantile circa otto anni dopo arriva quindi un passo successivo spronato dalla proposta avanzata dai servizi sociali di denominare la stessa ludoteca lepre marzolina per questo l orientamento è stato quello di autorizzare il responsabile del servizio sociale a procedere all affidamento diretto della realizzazione e la scelta è ricaduta sulla cooperativa sociale onlus altri colori di frosinone i cui soci hanno collaborato già in passato con gli stessi servizi sociali dell ente comunale maentino per tale intervento sul bilancio d esercizio dell anno 2011 sul capitolo 1914/40 è stata individuata una cifra pari a 6.080 euro che essendo inferiore alla cifra di 40 mila come previsto dalla legge 106 del luglio 2011 può essere affidata in procedura diretta essendo stata tale deliberazione approvata all unanimità ora non resta che da vedere solo i tempi di attuazione che porteranno la ludoteca lepre marzolina ad aprire i battenti per la gioia dei bambini maentini anche a maenza sta per nascere la ludoteca comunale e quanto si apprende dalla pubblicazione numero 1 del 3 gennaio 2012 quella inerente la deliberazione di giunta numero 150 del 17/12/2011 nella stessa si legge infatti che è intenzione dell amministrazione comunale avviare il servizio di ludoteca presso lo stabile dell ex casa del custode adiacente alla scuola elementare e media di maenza in via san sebastiano l edificio in questione è quello del gruppo appartamento che negli anni scorsi ha ospitato le attività de le chiavi di casa progetto realiz12

[close]

p. 13

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 pontinia la maggioranza tira fuori l orgoglio di roberto tartaglia l ultimo consiglio comunale è stato scarso di punti all ordine del giorno ma ricco di scontri tra maggioranza e opposizione scontri forse figli anche delle critiche degli ultimi tempi a un opposizione troppo transigente il consigliere del pdl paolo torelli ha preso la parola per chiedere alla maggioranza come mai nessuno abbia deciso di dimettersi a seguito della condanna di risarcimento per il caso tra sco emessa dalla corte dei conti la risposta del sindaco tombolillo è stata altrettanto dura e senza sottintesi il sindaco ha chiarito che la condanna non parla in alcun punto di allontanamento dalla pubblica amministrazione anche se la corte avrebbe potuto farlo qualora lo avesse ritenuto necessario e che nessuno ha intascato soldi in tutta la vicenda tombolillo anzi si è detto orgoglioso dei risultati sinora raggiunti dall apertura del museo di piazza kennedy alla nuova stagione teatrale del fellini dai lavori di abbellimento del paese alla raccolta differenziata ma il sindaco non è l unico a dichiararsi soddisfatto di quanto sinora realizzato anche l assessore ai lavori pubblici franco pedretti ne segue le orme e aggiunge alla lista anche i lavori di sicurezza stradale come la rotonda di quartaccio costruita anche grazie ai contributi della provincia di latina nonché i lavori del primo tratto di via da vinci ai quali già stanno facendo seguito quelli relativi al secondo tratto che arriva fino alla rotonda di largo buonarroti fino a menzionare l abbellimento e l ammodernamento della piazza di borgo pasubio pedretti annuncia anche l imminente avvio dei lavori per la tanto desiderata rotonda sul tavolato che sono previsti per la primavera entro il mese in corso inoltre dovrebbero ripartire i lavori per la sistemazione delle storica torre idrica di piazza roma l assessore ha parlato anche di messa in sicurezza delle cinque scuole comunali il cui termine dei lavori è previsto per fine 2012 tanto ottimismo e fiducia nel futuro per la maggioranza dunque un inizio d anno che lascia ben sperare la mia terra agriturismo campione di made in italy di roberto tartaglia i nomi di tiziana lauretti di sua madre iolanda di girolamo e quello di sua nonna di 91 anni fia maria sono arrivati da pontinia nientemeno che sulle pagine del new york times e dell herald tribune una storia incredibile quella delle tre imprenditrici agricole pontine ma anche una storia fatta di sacrifici a qualità le tre donne infatti protagoniste dell italian experience sono state scelte a rappresentazione dell agricoltura multifunzionale il loro è un esempio di impegno che ha condotto negli anni alla gestione efficiente di un attività famigliare che va avanti da generazioni sono un chiaro esempio di come differenziare l offerta adeguandosi al mercato e ai tempi conduca inevitabilmente ad un business di successo l attività è iniziata nel più modesto dei modi vendendo frutta locale una piccola idea una timida startup come verrebbe definita oggi dagli esperti una sorta di avventura che col tempo ha trasformato quell attività in un agriturismo con tanto di piscina dove alloggiare per godersi la tranquillità delle campagne pontine e mangiare sano in contatto con flora e fauna autoctone un ottimo esempio di come l agricoltura posso ancora dare molto a questo paese che invece sembra rele garla in un angoletto preferendo l utilizzo dei terreni agricoli per altri scopi pannelli solari imprenditoria edile pale eoliche si avverte sempre più il bisogno di riavvicinarsi alla natura alle radici e alla vita salutare in un mondo così frenetico e inquinato sono le stesse imprenditrici a dichiarare che durante il periodo scolastico i bambini che non hanno mai visto un uovo al di fuori di un supermercato sono felicissimi di visitare l agriturismo e sporcarsi le mani con i prodotti della terra se è vero dunque che gli ultimi dati ufficiali dichiarano un calo del 32,2 delle aziende agricole in italia è anche vero che sono più gli uomini ad abbandonare il settore che le donne e queste tre imprenditrici ne sono un chiaro esempio sono 1,3milioni le donne che ad oggi si dedicano all agricoltura in italia e dato che a causa della crisi non sussistono molte risorse da dedicare all agricoltura in rosa come ha dichiarato il ministro dell agricoltura mario catania largo alla fantasia 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 cultura c è la sagra della polenta al via domenica la festa dedicata alla secolare specialità di paola bernasconi cosa c è di più invernale che una classicissima sagra della polenta appuntamento allora a sermoneta domenica 15 gennaio per questa manifestazione organizzata dall associazione festeggiamenti centro storico di sermoneta insieme al comune e alla regione lazio un evento molto atteso dai cittadini e non solo di quello che è il più caratteristico dei borghi medievali lepini come ogni anno si celebra infatti uno dei piatti tipici sermonetani le cui origini si collocano nel lontano 1503 quando guglielmo caetani tornò dopo l esilio con il seme del mais il 17 gennaio in occasione di sant antonio abate protettore degli animali i pastori scendevano in paese per la benedizione ed in quella occasione veniva loro offerto un piatto di polenta con la carne che veniva cucinata nella piazza del paese È per ricordare tutto ciò che viene festeggiata la sagra che quest anno prenderà il via la mattina presto quando alle 6 i polentai sermonetani si recheranno in piazza del popolo per accendere i fuochi sui quali andranno i tipici paioli di rame nei quali deve essere cotta la polenta alle 8.30 presso la chiesa di san giuseppe si terrà la messa e un ora dopo la sagra si aprirà a tutti i partecipanti alle 9.30 verranno aperti gli stand del mercatino dell artigianato per le vie del paese a cura della confesercenti provinciale di latina e contemporaneamente presso il palazzo caetani verrà inaugurata la prima edizione di confine tra l oggetto artigiano e l opera d arte una mostra a cura del centro d arte e cultura di sermoneta gli appassionati di olio possono recarsi presso l ex frantoio cavallucci dove il capol centro assaggiatori produzioni olivicole latina organizza una serie di analisi sensoriali sull extravergine d oliva il palazzo comunale ospita invece un interessante mostra sugli abiti della rievocazione storica battaglia di lepanto 1371 dedicata alla manifestazione che sermoneta tiene ogni seconda domenica di ottobre gli amanti di biliardo e biliardino possono recarsi presso la loggia dei mercanti dove si terranno le gare di biliardo di categoria femminile e quelle di biliardino di categoria maschile alle 11 dalla chiesa di santa maria partirà la solenne processione con la sacra immagine di sant antonio abate si proseguirà quindi alla benedizione dei campi e degli animali ad accompagnare la processione la banda comunale f caroso di sermoneta diretta dal m° g cirilli per le 12 è previsto il rientro seguito dalla benedizione della polenta e quindi l inizio della distribuzione dei piatti di polenta con ragù e salsiccia che andrà avanti per tutto il pomeriggio durante il pranzo potrete assistere all esibizione del gruppo folkloristico a cura dell associazione folklorica arti e tradizioni popolari di norma ju borg e del gruppo musicale folk norbanus si dovranno attendere le 17 per l estrazione dei premi della lotteria della sagra la danza suona la nona al d annunzio di paola bernasconi domenica 15 gennaio questa la data con la quale si inaugurerà la nona stagione di danza al teatro g d annunzio di latina giselle di adolphe charles adam questo il primo balletto a debuttare sul palco il russian state ballet of rostov che porterà in scena uno dei più amati balletti classici da sempre apprezzati due atti per narrare l amore di giselle per albrecht lei povera contadina lui principe già promesso in sposo una storia d amore tragica che ripercorre le tradizioni scandinave delle villi giovani donne morte prima di essere andate in sposa che continuano a danzare alla ricerca della pace tanto agognata il 5 febbraio sempre allo stesso orario sherazade di nikolaij rimskiy korsakov la compagnia del balletto del sud di luciana savignano danzerà con le coreografie di fredy franzutti facendo rivivere le atmosfere orientali delle mille e una notte il 19 feb14 braio è previsto uno spettacolo fuori abbonamento alle 17.30 l ausonia ensemble compagnia di balletto di latina presenta tango nuevo sulle musiche di sergio di giacomo e le coreografie di riccardo di cosimo il 26 febbraio si passa al tango con la compagnia argentina di roberto herrera in tango sulle coreografie dello stesso herrere i ballerini si esibiranno sulle musiche di alcuni autori tra i quali spiccano piazzolla e de caro serata 900 è il titolo dell evento che invece si svolgerà il 18 marzo sul palco i solisti del teatro dell opera di roma in collaborazione con la compagnia il balletto di latina che si esibiranno sulle musiche di de falla satie e stravinsky lunedì 26 marzo alle 21 è la volta invece di dance promotion ­ gran gala di danza omaggio a simona i balletti seguiranno canzoni che vanno dal repertorio più classico a quello più contemporaneo.

[close]

p. 15

mondore@le numero 119 13 gennaio 2012 cultura confessioni teatrali a latina sul palco di via cisterna 4 giorni di monologhi di paola bernasconi da venerdì 13 a lunedì 16 gennaio i ragazzi della latitudine teatro sono in scena con io confesso presso la sala teatrale della compagnia in via cisterna 3 a latina ogni giorno in doppia replica alle 20.30 e alle 22.30 potrete assistere ad una serie di monologhi per la regia di stefano furlan è questa la degna conclusione del seminario sul monologo teatrale tenutosi proprio all interno del progetto lt teatro ­ i luoghi del fare cinquanta spettatori per volta saranno i confessori del peccatore di turno peccatore che mano a mano sceglie qualcuno a cui parlare di sè per liberarsi dal peso insopportabile di una colpa commessa un commissario un sacerdote uno psicologo il pubblico stesso la prima serata è la volta di lara lasala in la bestemmiatrice maria rangone con l urlo e ancora coprofagia con isabella giusiani invidia con lorenzo scalia peccato di santità con sara negrosini e secondo matteo con silvio biondini per sabato 14 si assisterà ai monologhi di maria rangone nel monologo del prete folle e ancora valentina d agostino con in nome del figlio eleonora pasquariello in un peccato libertà con marinella scavone voglia di pentimento con vanessa caldon e ancora una volta secondo matteo con silvio biondini domenica sarà la volta de il giardiniere con silvia ciarmatori forse mi chiamo francesca con alessandra gianolla la pescivendola con angela russo altri tempi con isabella giusiani e una svista con emiliano solferino lunedì serata finale con il monologo del prete folle della rangone il palazzo della fine con marinella scavone io pura di cuore con francesca rossetti confesso con vanessa caldon e i tacchi a spillo del destino con morris sarra il costo del biglietto d ingresso è di dieci euro per uno spettacolo ma si ha diritto a sconti assistendo ad altre serate sette euro per il secondo cinque per il terzo e biglietto omaggio per il quarto spettacolo visto vista la disponibilità limitata dei posti è consigliata la prenotazione ecco i contatti 3332854651 07731761425 o info@latitudineteatro.it post weekend ad aprilia al teatro europa il duo covatta-iacchetti con niente progetti per il futuro giobbe covatta e enzo iacchetti continuano ad unire le rispettive verve artistiche per dare vita a niente progetti per il futuro un gioco teatrale surreale una parabola contemporanea che cerca di raccontare con i toni della leggerezza e del paradosso una società in crisi dove i valori dell uomo appaiono lisi e sfilacciati sullo sfondo di un progressivo impoverimento spirituale con questo testo francesco brandi una delle più nuove e autentiche voci della drammaturgia italiana autore anche di altri interessanti testi teatrali alcuni dei quali già andati in scena ha vinto il premio flaiano 2009 ambientato su un ponte pedonale della periferia di una grande città fotografa l incontro di due aspiranti suicidi uniti dalla comune insana aspirazione ma diversissimi per tutto il resto ivan è un garagista uomo semplice e di piacevole concretezza religioso praticante di bassa estrazione sociale con una cultura non certo ricca ma nutrita da un insopprimibile curiosità che alimenta le sue velleità speculative e finanche filosofiche e proprio certe sue speculazioni vittimistiche lo hanno portato a concludere che il modo più consono di reagire al tradimento della fidanzata sia levarsi la vita tobia invece è un vip della tv psicologo di nascita ma opinionista tuttologo di adozione televisiva uomo colto e ironico ma anche molto egoista e egocentrico ultimamente è finito in disgrazia dopo aver involontariamente offeso un alto papavero della televisione un pesante ostracismo lo ha logorato lentamente facendo emergere la sua parte più cinica e nichilista una carriera distrutta e soprattutto nessuno più che lo ama e lo cerca sono i motivi del suicidio dall incontro tra queste due diverse disperazioni che provengono da mondi così lontani ma che si riconoscono in fretta nasce questo dramma sottile e coinvolgente spesso imprevedibile che riesce anche ad assumere toni comici in funzione della lettura degli avvenimenti tra le tappe in calendario per il duo covatta-iacchetti è adesso tempo di fare tappa nella provincia pontina niente progetti per il futuro è infatti in scena ad aprilia lunedì sera alle 21 sul palco del teatro europa ingresso euro 25 info e prenotazioni 3473089083 15

[close]

Comments

no comments yet