Il Picchio di Torresina - mese di Gennaio 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 5 numero 46 gennaio 2012 sembra che l inverno faccia capolino arr ivato l in ve rn o con fr eddo e pio ggia e finalmente i bambini di torresina potranno entrare nel parco giochi il 17 dicembre dopo annunci disattesi rinvii ripensamenti il presidente del municipio alfredo milioni contornato dai consiglieri di maggioranza in ordine alfabetico accorinti di giamberardino gallucci peri pirandola e d opposizione barletta girelli e l assessore all ambiente del comune di roma marco visconti hanno deciso di aprire provvisoriamente il parco solo la parte dei giochi perché il resto dell area sarà impegnato dai di marcella speranza e lavori da fare per permettere ai bambini che da un anno li vedono attraverso le reti e i cancelli di poter usare i giochi istallati il comitato si è impegnato a provvedere all apertura e alla chiusura del cancello da lunedì 19 dovrebbero il condizionale è d obbligo in questi casi iniziare i lavori per la realizzazione del gazebo e per la sistemazione del campo polivalente termine previsto per questi lavori la prossima primavera al termine dei lavori il parco sarà inaugurato se son rose fioriranno foto autorizzata

[close]

p. 2

di stefania giannetto altro anno è iniziato e secondo i calcoli dei maya sarà l anno del termine di ogni cosa qui ndi s ul l o nda di ques t a pr o f ezia s ta r emmo vi vendo l inizio della fine bontà loro dei maya intendo ma con tutto il rispetto per le loro e lu cu b r az io n i ma te mati ch e cari amici e lettori noi andiamo avanti e non rinunciamo a fare progetti e a pensare al futuro prossimo venturo sui prossimi numeri del nostro giornale infatti oltre le consuete rubriche oramai colonna portante del nostro giornale saranno ideate altre due sezioni dedicate solo ed esclusivamente a voi in un contesto storico e politico in cui siamo chiamati solo ad ascoltare e a subire noi del picchio vogliamo dare ancora più spazio a chi affettuosamente ci segue con la rubrica torre-si-no infatti chiederemo il vostro parere sulle questioni più diverse e mese per mese pubblicheremo le vostre opinioni in modo del tutto acritico e neutrale come sempre abbiamo fatto un buon 2k12 ed anche con la rubrica l e v o st re se gn a l az io n i continuerete ad essere voi i protagonisti con foto o indicazioni varie sui buoni o cattivi servizi che avete riscontrato nel nostro municipio strade dissestate personale scortese o inefficace negli uffici la realizzazione di qualcosa di bello o di utile e via dicendo potrete interagire con noi tramite facebook visitando la pagina del giornale o indirizzando le vostre opinioni come avete sempre fatto alla nostra posta elettronica oppure per chi non fosse avvezzo all uso del computer lasciando per iscritto le vostre idee nei punti di raccolta abbiamo aspettato il nuovo anno per lanciarvi queste due novità per farvi un regalo diverso e augurarvi in modo insolito un buon 2012 sperando ch e sia di b uo n au spicio ma so pr attu tto per ché crediamo nel fatto che non bisogna mai smettere di guardare al futuro con fiducia e ottimismo e lo vogliamo fare insieme a voi auguri il diritto di esistere l angolo della poesia a maresa averti qui per sentire la tua voce per capire i tuoi sensi i tuoi pensieri amarti in un giorno senza sole un po di più sempre di più sognarti è come uno spazio libero d infinito nel sorriso del tempo q uesto messaggio l ho affidato al vento perché nei luoghi dove è destinato non esistono saggi ambasciatori lì c è solo dolore e carestia corri pensiero vola raggiungi i desolati accampamenti là dove tante genti passivamente attendono la morte e con amore dai loro coraggio fa che ai potenti tutti al fine giunga quel sentimento disperato e pio che estirpi l odio che rinnega vita tutto s avvera purchè la giustizia sappia donare ancora la speranza a chi non ha diritto all esistenza fattino tedeschi ottavio di stefano 2

[close]

p. 3

sommario 17 dicembre buon 2k12 un quartiere che cresce al suono di una campanella il salotto bello di primavalle laboratorio dei diritti umani la riforma dei servizi assistenziali gennaio 2012 1 2 4 7 9 9 l angolo della poesia il professionista risponde rubriche 2 5 5 6 8 15 news dal comitato di quartiere torresina lettere dei lettori le dediche dei lettori intervista a catia e tommaso loggia del comune di roma 10 il giardino delle farfalle 11 riciclare gli avanzi delle feste 12 ricordo di rosa e adelaide 12 il carbone dolce della befana 13 shingo araki 14 diventa anche amico del picchio d i to r re sina su facebook dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina anno 5 numero 46 gennaio 2012 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3396531743 e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno andrea delle case pierfederico poli luigi spagnoletti antonio di siero,antonella aulicino giuseppina provenzano impaginazione progetto grafico-editoriale pubblicitario gestione internet roberto delle case hanno collaborato a questo numero fattino tedeschi ottavio di stefano silvano meconi michela fabbri anna maria de calisti montini marta aldo coccia riccardo noury diego d angeli antonio giustiniani stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it tuttiine go zieglistudi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni le edicole via torrevecchia 87242-633 e di largo millesimo alcuni negozi di via pietro maffi alcuni negozi di via torrevecchia e largo arturo donaggio le edicole di via pietro maffi alcuni negozi di via andersen municipio 19° di via mattia battistini xix gruppo vvuu via f borromeo la biblioteca basaglia via federico borromeo 67 biblioteca casa del parco di via della pineta sacchetti 78 centro anziani torrevecchia monte mario primavalle ama di torrevecchia santa maria della pietà ·uffici municipali pad 29-30-31 ·padiglioni 13 26 e 32 ·centro antea atletica monte mario scuola di via andersen bar di via vittorio montiglio 21 bar di via piazza millesimo questo numero è stato chiuso in redazione il 30/01/2012 l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 3

[close]

p. 4

di cinzia pezzola un quartier e ch e cresc e d icembre per torresina è un mese di ricorrenze importanti il primo evento dicembrino fu il babbo natale a torresina organizzato quando ancora il quartiere era quasi un cantiere e i pochi abitanti sentivano il bisogno di socializzare nel 2011 abbiamo festeggiato la nona edizione il 5 dicembre 2006 apriva i battenti il centro commerciale un enorme novità in un quartiere sino ad allora troppo lontano da ogni tipo di comodità la redazione del picchio di torresina che festeggia il 4° anno di vita il 9 dicembre 2007 nasceva il mensile del quartiere il picchio di torresina festeggiando i suoi quattro anni abbiamo brindato ad un giornale che è cresciuto in argomenti e contenuti e che si è consolidato nel nostro municipio questi anni hanno segnato il passo a tantissime iniziative e progetti l impegno di alcuni tra i residenti ha permesso di raggiungere traguardi importanti creare il comitato di quartiere e l associazione che edita questo giornale è servito ad essere maggiormente rappresentativi nel perseguire quelli che sono gli scopi comuni in questo è stata determinante la collaborazione di tutti dai commercianti del quartiere il comitato di quartiere all opera se mpr e in line a con le nostre aspettative alla direzione ed alla pro pr ie tà de l centro commerciale che hanno più volte mostrato una estrema sensibilità alle nostre istanze alla nostra parrocchia alla banca insomma un gioco di squadra consapevoli che anche gli errori commessi costituiscono esperienza l augurio è comunque da sin istra ve r so de str a an to n io p icciau diaveresempre presidente comitato di quartiere giovanna più o ccasio n i per bencivenni per la proprietà cinzia pezzola ideatrice de il picchio di torresina giuseppe festeggiare giampà direttore del centro commerciale torresina il natale 2003 a torresina 4

[close]

p. 5

de calisti anna maria commercialista montini marta consulente del lavoro reti amiche tabaccherie b online sul sito int ernet www.inps.it nella sezione servizi on line ­ elenco di tutti i servizi pagamento contributi lavoratori domestici gennaio 2012 c telefonando al contact center 803.164 tramite la befana invece utilizzo di carta di credito dei doni ci d utilizzando il bollettino mav porterà una serie lostudiorammentacheavendodipendentio di cambiamenti fiscali collaboratoriancheoccasionalilascadenza del 16 gennaio prevede l irpef ritenuta molto onerosi atti ad alleggerire le nostre tasche la prima scadenza è il pagamento dei contributi per d acconto e contributi inps lo studio comunque augura a tutti una buona befana i datori di lavoro domestico studio de calisti anna maria il pagamento che va dal 1° gennaio al 10 gennaio via leonardo mellano 72 secondo la nuova circolare inps potrà essere versato 00125 roma esclusivamente secondo le seguenti modalità t e l 06/52352585 ­ 333/9626220 a rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito e-mail martamontini@libero.it a news dal comitato di quartiere torresina illuminazione natalizia il comitato di quartiere si scusa con tutti per la mancata realizzazione dell illuminazione natalizia delle strade dovuta a cause prima burocratiche poi tecniche indipendenti dalla della struttura sarà possibile solo dopo che termineranno nostra volontà è dal 4 ottobre che ci siamo attivati per i lavori per la realizzazione della struttura in legno le autorizzazioni necessarie le somme raccolte ove coperta ed il campo sportivo polivalente i cancelli non restituibili verranno congelate fino al natale 2012 saranno aperti alle 9 del mattino per essere chiusi al tramonto ad occuparsene sarà il comitato di quartiere torresina che vigilerà anche sul rispetto delle regole e pressione idrica si ringraziano tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta di firme per un aumento della l integrità dell area l ingresso è vietato ai cani pressione idrica della zona torresina-quartaccio le numerose firme raccolte saranno consegnate agli cerro sughera nel corso dell apertura dell area giochi organi competenti durante il mese in corso del parco di torresina è stata consegnata all assessore all ambiente del comune di roma marco visconti i pollicini verdi hanno abbellito un nuovo piccolo spazio la proposta di sistemazione per l area verde limitrofa al verde un aiuola in via paolo rosi hanno piantato cerro sughera albero raro e secolare scoperto nel con l aiuto degli adulti un bellissimo abete e lo hanno nostro quartiere il progetto è stato realizzato dal decorato per il natale il modo migliore per abituare i botanico diego d angeli in collaborazione col comitato futuri cittadini a rispettare la cosa pubblica è di farli di quartiere sentire parte attiva sabato 17 dicembre è stata aperta ai bambini l area giochi del parco di torresina l accesso al resto foto autorizzate foto autorizzate 5

[close]

p. 6

le lettere dai lettori spett le redazione de il picchio con riferimento alla lettera pubblicata sul numero di ottobre avrei qualcosa da dire al signor x premesso che gradirei vedere sempre pubblicate le lettere con nome e cognome poiché non si comprende il motivo di celarsi sotto la dicitura lettera firmata salvo che non si temano ritorsioni ma ciò spero che sia lungi dal solo ipotizzarsi in quanto chi esprime delle libere opinioni non fa altro che un esercizio di democrazia le opinioni si rispettano ma possono essere anche non condivise soprattutto quando sono espresse in forme anonime giacché mancano di quei requisiti essenziali di chiarezza e trasparenza da cui traggono forza gradirei quindi rispondere al signore x autodenunciandomi non sono un cinofilo ma un amante degli animali e quando vedo o incontro un animale che se la passa male cerco di fare qualcosa per lui ebbene sì sono uno di quelle persone che ogni tanto porta un po di cibo al maremmano che fa la guardia al cancello di via paolo rosi anch io risiedo in via paolo rosi e la mia abitazione con vista sul rettilineo si affaccia sulla vallata conosco bene quindi i latrati che ogni estate mi svegliano durante la notte a causa di tutti quei cani che lì dimorano di quelli poi dei giardini prospicienti la valle ed anche di quelli che risiedono nel mio stesso condominio quando un cane di notte abbaia tutti gli altri si uniscono al coro e quindi non c è soluzione storicamente ho visto nascere questo splendido quartiere essendo anche uno dei primi a esserci venuto ad abitare e nel 2000 quando venivamo a vedere lo stato d avanzamento dei lavori e si arrivava a una specie di bivio dove ora ci sono quei fabbricati in mattoni rossi eravamo assaliti da un branco di cani caro picchio ti scrivo dopo aver sperimentato quanto sia difficile fare un c.c nel nostro ufficio postale in tempi decenti il 12 e il 13 dicembre sono entrato ho preso il ticket e mi sono accorto di avere una media di 120 persone prima di me ho rinunciato tutte e due le volte il 14 dovevo fare assolutamente il versamento e alle 8,55 ho preso il bigliettino 97 persone mi precedevano tre gli impiegati che sbrigavano il lavoro di sportello dietro mia richiesta la direttrice verso le 11,00 ha spostato un operatore addetto ad altra attività al servizio del pubblico perlopiù maremmani questi non avevano paura di nulla neanche dello zigzagare delle nostre autovetture di quel branco a oggi ne sono rimasti quattro o cinque alcuni sono morti altri sono stati adottati altri sono scomparsi oggi quelli rimasti più anziani e meno audaci di un tempo memori però degli assalti che facevano una volta ogni tanto ci riprovano ma non con la stessa baldanza e aggressività di un tempo ora sono lì stesi a terra ogni giorno sotto le intemperie e si accontentano solo di una carezza e di una ciotola d avanzi egregio sig x la volevo quindi rendere edotto sul fatto che i cani lì non l hanno portati e che nessuno l ha adottati erano preesistenti alla nostra venuta ovvero quando erano liberi di scorazzare per le vallate al seguito del gregge senza che gli allogeni arrivassero a rompergli le scatole spostargli le ciotole non è la soluzione non sono le ciotole che li fanno stare lì anche perché tranne il maremmano sentinella tutti gli altri mangiano alla sbarra di via di torresina tutti i giardini delle proprietà hanno il loro cane e quindi non credo che possano trovare ospitalità allora cosa si può fare chiamare il canile municipale che già oggi sopravvive a malapena grazie all opera dei volontari l unica soluzione credo che sia quella di portare pazienza pensando alla nostra vecchiaia e augurandoci che sia migliore della loro ah quando si dice vita da cane un cittadino massimo paolini alle 11,50 la mia attesa è finita ma rimango amareggiato che succede c è penuria di impiegati i clienti sono più del previsto in molti raccontavano che è così tutti i giorni eravamo tutti contenti che a torresina avesse aperto la posta speravamo tutti che l ufficio aprisse anche il pomeriggio e che fosse istituito l ufficio per ritirare raccomandate e pacchi purtroppo ciò non è ancora avvenuto e oggi utilizzare l ufficio postale è diventato complicato speriamo si prendano presto i provvedimenti necessari per offrire un servizio migliore p.a 6

[close]

p. 7

foto autorizzate al suono di una campanella di antonella aulicino suono di una campanella e accompagnato dalla sua assistente anche quest anno è arrivato a torresina direttamente dal polo nord babbo natale per trascorrere un divertente pomeriggio insieme ai bambini e agli abitanti del quartiere sotto gli occhi stupiti e anche un po intimoriti dei più piccoli il babbo più famoso del mondo si è complimentato per le bellissime letterine che i bimbi avevano già consegnato a maurizio del primo bar e a maria de l alchimista sono tutte talmente belle da non riuscire a sceglierne una in particolare da premiare ha detto babbo così ho deciso di premiare tutti voi con buonissimi dolcetti durante la nona edizione di babbo natale torna a torresina sono stati inoltre premiati grazie al contributo di doc superstore pistorio giampaolo e grilli gianco per le migliori luminarie mentre dall associazione noi di torresina sono stati premiati per i migliori allestimenti di vetrine valentina di pizza 105 e marco di voglia di pizza È poi arrivato il momento dei doni babbo natale e la sua assistente hanno consegnato ad ogni bambino il regalo atteso mostrandosi felici di fare tantissime foto al 7

[close]

p. 8

di silvano meconi l e pa lmeals mariadellapieta che tristezza passeggiare nel parco del santa maria della pietà e vedere lo stato delle vecchie palme ono diversi anni che le palme presenti in tutto il territorio nazionale sono attaccate dal punteruolo rosso un piccolo insetto infestante che si nutre delle palme che attacca e arrivato in italia in tempi recenti dopo che sono state importate piante infestate dall egitto anche le palme presenti nel parco del santa maria della pietà non sono rimaste incolumi all attacco del piccolo infestante alcuni solerti cittadini hanno applicato quanto previsto dalla normativa vigente chiunque sospetti o accerti la presenza del punteruolo rosso è obbligato a darne immediata comunicazione al servizio fitosanitario regionale dlgs 214/2005 i tecnici della regione sollecitati dalla segnalazione hanno effettuato un sopralluogo ed hanno confermato la presenza dell insetto infestante segnalando il fatto agli uffici competenti a distanza di un anno dalla segnalazione solo poche palme sono sopravvissute mentre tantissime sono ormai morte una volta che la pianta è attaccata dall insetto le lunghe foglie marciscono alla base e si staccano dall albero diventando una pericolo per color che usufruiscono del parco da pochi giorni su mandato della direzione dell asl roma e è stata recintata l area intorno al laghetto per metterla in sicurezza ma le palme ormai morte che sono s diffuse in tutte il parco e con le foglie ancora presenti sul tronco presentano un pericolo costante ricapitoliamo più di un anno fa fu segnalata la presenza del punteruolo rosso solo su alcune piante del parco nessuno è intervenuto lasciando così che l infestazione si allargasse alla gran parte delle palme presenti nel parco ora è stata recintata un parte del parco per delimitare la zona pericolosa mentre altre palme sono ancora pericolanti domandiamoci · chi doveva intervenire nell abbattere le palme malate evitando di innescare situazioni pericolose per la caduta delle foglie e il propagarsi dell infestazione · a quanto ammonta il danno economico · se si fosse intervenuti prima quanto si sarebbe risparmiato · quanto resterà recintata la zona del lago · le altre piante malate e morte saranno messe in sicurezza · quanto ci costerà riportare il parco alla sua bellezza originale · questo disastro ambientale a chi è imputabile in un paese diverso più democratico e civile più responsabile e attento ai beni pubblici i responsabili si dovrebbero dimettere per non saper tutelare il bene di tutti palme abbattute e abbandonate dopo il taglio ostruiscono un viale di collegamento interno tra il padiglione 32 e il padiglione16 uffici del censimento ierisopra e oggisotto le foglie morte delle palme cadute nell area centrale della fontana di fronte al padiglione 32 uffici tecnici-xix municipio il degrado della fontana al centro dell area di diffusione del parass it a e de vono esse re immediatamente segnalate al servizio fitosanitario regionale a mezzo telefax al n 06.51686828 successivamente le palme devono essere abbattute e smaltite per evitate il diffondersi delle larve che possono infestare nuove piante n.d.r con tutto il materiale di risulta a spese del proprietario secondo le prescrizioni dello stesso servizio chiunque sospetti o accerti la presenza del punteruolo rosso è obbligato ai sensi del decreto del ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del 9.11.2007 e del decreto legislativo 214/2005 a darne immediata comunicazione al servizio fitosanitario regionale per non incorrere nelle sanzioni pecuniarie previste dall art 54 del d.lgs 214/2005 e nelle conseguenze penali previste dall art 500 del codice penale fonte:http www.romanotizie.it/al-iv-e-emergenza-punteruolo-rosso-delle-palme-cosa-fare.html la normativa vigente le piante colpite sono un pericoloso veicolo le dediche dei nostri lettori 21 dicembre 2011 nasce benvenuta giorgia tantissimi auguri e le più vive e cordiali felicitazioni a mamma eleonora papà massimo ed al piccolo gabriele a gli anni passano ma il mio amore per te è sempre lo stesso anche se qualche volta ti faccio arrabbiare buon compleanno amore mio cinzia 27 gennaio per toni sei la luce dei nostri occhi sei la gioia dei nostri cuori sei l amore della nostra vita sei il nostro scrigno di felicità tanti auguri tesoro per il tuo primo compleanno con infinito affetto mamma stefania e papà fabrizio 8

[close]

p. 9

il salotto bello di primavalle di aldo coccia una realtà molto nota nel quartiere ma gli abitanti dei quartieri limitrofi stentano ad apprezzarne i servizi posta al centro del quartiere storico di primavalle la biblioteca occupa una delle palazzine dell ex dormitorio alcuni numeri 1.500 mq con accesso ai disabili totale 42.000 libri di cui circa 7.000 per i ragazzi circa 70 periodici e 8 quotidiani 4.500 film 2.000 cd musicali 10 postazioni internet 4 postazioni video un servizio per disabili visivi attività per bambini con interprete lis biblioteca adulti biblioteca ragazzi biblioteca multimediale sale di lettura sala conferenze sala esposizione servizi di iscrizione prestito e consultazione dal 2005 ospita il cedur centro di documentazione sui diritti umani delle biblioteche di roma con più di 4.000 documenti sul tema dei diritti promotore di attività di educazione e di informazione sui diritti umani un iniziativa che continua a riscuotere grande successo è l album fotografico del quartiere la biblioteca ha raccolto e circa 350 fotografie storiche del quartiere c è altro ancora in biblioteca oltre ad essere una delle più grandi e frequentate biblioteche di tutto il sistema delle biblioteche di roma è diventata negli ultimi dieci anni una delle maggiori agenzie culturali del territorio con eventi settimanali adatti per un pubblico vario e di molteplici interessi uno spazio pubblico che le associazioni e gli enti locali possono utilizzare per attività ed eventi un vero fiore all occhiello per tutto il quartiere per adulti e ragazzi nonni e bambini una conferma e una testimonianza della vivacità e della sensibilità culturale di un intero quartiere quello appunto di primavalle per ulteriori informazioni www.bibliotechediroma.it alla pagina della biblioteca franco basaglia via federico borromeo 67 00168 roma tel 0645460371 fax 0698012115 biblioteca.francobasaglia@bibliotechediroma.it come arrivarci metro a battistini 46 o 997 o 998 o 49 laboratorio dei diritti umani a cura di riccardo noury portavoce di amnesty international ­ sezione italiana 1 sviluppare la conoscenza e la consapevolezza dell importanza della difesa e del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali nel mondo di oggi 2 promuovere le attività i contenuti e i documenti del centro di documentazione sui diritti umani delle biblioteche di roma presso la biblioteca f basaglia cedur 3 promuovere l attivismo in difesa dei diritti e delle libertà fondamentali presso la biblioteca f basaglia ogni ultimo martedì del mese a partire da gennaio 2012 verrà organizzato un incontro mensile con uno o più esperti su aspetti e problematiche legati al tema dei diritti umani nel mondo e la proiezione mensile di un film sull argomento per programma martedì 31 gennaio ore 19.30 martedì 24 aprile ore 19.30 origini storico-filosofiche dei diritti umani la pena di morte nel mondo oggi a cura di stefano pratesi a cura di giuseppe lodoli attivista del comitato paul docente presso università di roma studioso di rougeau e del coordinamento non uccidere e marco cinque scrittore poeta musicista e attivista dei filosofia del diritto attivista di amnesty international diritti umani martedì 28 febbraio ore 19.30 martedì 29 maggio ore 19.30 diritti umani e crimini internazionali la corte penale internazionale i diritti umani nel mondo secondo il rapporto a cura di antonio marchesi annuale 2011 di amnesty international docente presso università di teramo e di roma attivista di amnesty international martedì 27 marzo ore 19.30 martedì 26 giugno ore 19.30 le `nuove povertà a roma economia ambiente e diritti umani zingari e carceri la sfida della sostenibilità a cura di sandro luciani della comunità di sant egidio e a cura di andrea masullo fabio de grossi responsabile del servizio bibliotecario docente presso università di camerino responsabile del sistema bibliotecario romano scientifico di greenaccord 9

[close]

p. 10

di pierfederico poli la rifor ma dei ser vizi assistenziali del comune di roma circa un anno fa la giunta alemanno ha messo in cantiere la riforma dei servizi assistenziali s.a.i.s.a e s.a.i.s.a del comune di roma ma cosa sono il s.a.i.s.h e il s.a.i.s.a primo è un servizio di assistenza rivolto alle persone disabili che si configura con una serie di interventi che hanno come obiettivo l autonomia e l integrazione sociale dei portatori d handicap il secondo è un servizio d assistenza rivolto alle persone anziane parzialmente autosufficienti o non autosufficienti che si configura come per il saish con una serie di interventi per l autonomia ebbene questi servizi hanno liste d attesa molto lunghe che come afferma il comune dal suo sito internet ufficiale sono legate alla disponibilità di fondi e questi fondi vanno trovati il nostro diventa perciò il paese delle nozze con i fichi secchi ma sempre nozze sono non vi pare durata media della lista di attesa anche anni ciò ci lascia immaginare le difficoltà delle famiglie e le relative speranze deluse la riforma elaborata dal comune di roma vuole coniugare la spesa che non deve aumentare con la risposta ad un numero di cittadini maggiore abbattendo le liste di attesa di entrambi i servizi come si può a parità di spesa garantire un aumento retributivo alle cooperative e quindi agli operatori e contemporaneamente aumentare il numero delle persone assistite semplicemente riducendo la qualità del servizio e la copertura dei bisogni degli assistiti decurtando dioltreil 3 0 il monte ore pr estato fin o ad oggi agli utenti già seguiti il voi direte beh che male c è se in tempo di crisi ci si aiuta come si può meglio poco ma per tutti a questo punto vi chiedo di calarvi nella situazione di una famiglia co n un por tato re d h an dicap cosa assai difficile se non impossibile infatti anche se ognuno avrà avuto situazioni difficili nella vita la realtà di un portatore di handicap è diversa non è legata ad un periodo ma dura per sempre non ci sono cure risolutive i problemi e le difficoltà durano 365 giorni all anno per un periodo imprecisato ma torniamo al problema assistenza domiciliare e immaginiamo che un nostro caro sia portatore di handicap e fino ad oggi abbia avuto un assistente domiciliare per un massimo di 20 ore a settimana con la riforma a parità di condizioni di gravità ne avrà 14 ore perché tutto questo perché in 3 anni il fondo per le politiche sociali è passato da 718 milioni di euro del 2009 a 218 milioni di euro nel 2010 e a 44 milioni nell ultima finanziaria non c è bisogno di aggiungere altro la regione lazio chiude i centri diurni o chiede alle famiglie di compartecipare alla spesa per importi che vanno dai 700 ai 1.800 euro al mese e il comune riduce le ore se ttiman ali di assiste n za domiciliare se vi siete calati nel ruolo adesso sarete amareggiati e anche molto arrabbiati per non dire altro perchè lo stato dovrebbe difendere i più deboli no ma forse in una società dove conta la capacità di produrre chi non è abbastanza produttivo va eliminato dacci la tua opinione a riguardo sulla pagina de il picchio di torresina su facebook 10

[close]

p. 11

di diego d angeli un contributo per la biodiversità el quartiere a causa dell inquinamento ci sono molti impollinatori stanno diversi spazi verdi diminuendo o addirittura più o meno estesi scomparendo da interi all interno di territori aiutare questi aiuole e soprattutto in se tti a r ipo po lare intorno al parco i prati è un atto importante giochi appena per la difesa della biodiversità delle piante aperto questi lembi di e degli animali stessi bruco di sfinge dell euforbia farfalla macaone verde possono il giardino delle farfalle è un piccolo contributo che essere abbelliti con poco sforzo ed una spesa contenuta oltre ad avere un riflesso positivo introduce un elemento attraverso l impianto di uno o più giardini delle farfalle di grande bellezza e ci permette di osservare da vicino sappiamo tutti che le farfalle sono insetti molto particolari la vita di numerosi organismi grazie alla foggia ed alla colorazione delle ali inoltre nella realizzazione di un giardino del genere occorre cambiando completamente forma e funzioni nel corso selezionare specie gradite alle farfalle che preferiscono i della vita hanno sempre colpito l immaginario umano profumi intensi a quelli delicati e visitano soprattutto i tutto ciò ha portato questi singolari organismi ad essere fiori ricchi di nettare ovviamente specie spontanee del tra i pochissimi insetti amati o qu an to men o no n nostro territorio molte delle quali sono di uso comune ma non disdegnano anche specie esotiche purché sgr aditi alla maggior parte delle persone sappiamo anche che sono legate come molti altri insetti profumate e ricche di nettare la scelta di piante spontanee ai fiori e viceversa i fiori sono delle strutture riproduttive semplifica la manutenzione perché richiedono pochissima per questo producono il polline che rappresenta i gameti cura l area destinata al giardino deve godere di una maschili la parte femminile del fiore è costituita dall ovario buona esposizione al sole e disporre di acqua o quantomeno di è la parte che da origine ai frutti il polline ha bisogno di umidità e necessario tenere conto dei bruchi veri e propri un vettore per raggiungere i fiori i mezzi più usati a tale mangioni ma sarà sufficiente lasciar crescere l ortica il finocchio selvatico di richiamo per il macaone ed scopo sono il vento e gli insetti e tra questi le farfalle per attirare le farfalle e compiere l impollinazione la altre erbe spontanee di cui si cibano e per questo strategia adottata dalle piante è produrre i petali colorati i chiamate piante nutrici molto graditi alle farfalle caratteristici profumi ed il nettare sostanza zuccherina anche siepi ed alberelli che fungono da riparo dal vento altamente nutritiva che ben si adatta all elevato metabolismo e dai predatori e le pietre su cui si posano volentieri per degli insetti in quest ottica il colore ed il profumo scaldarsi alla luce del sole dei fiori sono mezzi di comunicazione tra il regno vegetale e ecco un elenco di piante che si possono utilizzare allo scopo quello animale il messaggio che viene inviato è qui si rosmarino lavanda salvia timo origano santoreggia mangia gli insetti prelevando il nettare si sporcano di issopo varie specie di menta fiordaliso elicriso caprifoglio polline e lo depositano involontariamente su tutti i fiori saponaria buddleia zinnia ottima per le farfalle senecio irsuto valeriana gelsomino vedovella dei che visitano compiendo l impollinazione in questa pratica il vantaggio è reciproco ed il meccanismo prati non ti scordar di me margherite tarassaco viole funziona così bene che va avanti da centinaia di milioni di carota selvatica cavolo belle di notte tra gli arbusti anni determinando la comparsa di un numero incalcolabile biancospino pero melo lantana corbezzolo pyracantha di fiori e di insetti che si evolvono per adattarsi ed ligustro lillà prugnolo nella progettazione del giardino e nella disposizione avvantaggiarsi reciprocamente se possiamo gustare un frutto o abbandonarci alla delle piante è utile ricreare un ambiente naturale vario e bellezza di un prato fiorito lo dobbiamo per il 50 agli ricco di piante diverse un pizzico di fantasia un po di pazienza e le farfalle arriveranno insetti impollinatori il giardino delle farfalle n 11

[close]

p. 12

rici clar e gli ava nzi d ell e fest e di marcella speranza bontà e risparmio senza sprechi stampo lasciamo cuocere a bagnomaria per mezz ora gnuno di noi alla fine delle festività facendo bollire l acqua molto dolcemente si renderà conto di aver acquistato o quando il composto sarà ben rassodato cucinato più del necessario sformiamolo su un tagliere tagliamolo a naturalmente non sprecheremo quello che è rimasto ma con un po di fantasia fette si può servire con una salsina verde prepareremo dei manicaretti che non o insalatine di stagione e buono tiepido lasceranno trapelare di essere avanzi o freddo e si può surgelare e alcuni piatti potranno essere congelati se la carne rimasta è pollo o tacchino basta tagliarla a listerelle aggiungere un po di maionese per poterne disporre al bisogno un pizzico di sale qualche goccia di aceto balsamico e con le verdure sott olio o sott aceto i salumi alcuni formaggi qualche fetta di cotechino guarnire con verdure sott olio o sott aceto olive insalata rimasti prepareremo con pasta di pane lievitata carote insomma tutto quello che avete in casa e sarà acquistata dal fornaio o preparata in casa con farina un ottima insalata di pollo acqua lievito e sale una ricchissima pizza capricciosa se è rimasto il pesce qualunque tipo e non sappiamo che farci togliamo le lische e l eventuale pelle da cuocere in forno sempre in forno potremo preparare un pasticcio con lo sminuzziamo uniamo prezzemolo tritato scorza di la pasta rimasta anche con i tortellini la metteremo limone grattugiata sale se è necessario pepe alcune in una teglia imburrata cospargendola con dadini di patate bollite e passate allo schiacciapatate e se serve mozzarella o formaggio quello avanzato e qualche poca farina per legare mescoliamo tutto e facciamo delle cucchiaio di bechamel quando avrà fatto una crosticina palline che passeremo nell uovo battuto quindi nel dorata sarà pronta ma con la pasta potremo anche fare pangrattato dopo averle fritte facciamo scolare l olio di una ricca e gustosa frittata mescolandola ad uova battute frittura su carta da cucina un po di pepe scorza di limone parmigiano grattugiato le verdure rimaste possono diventare un ottimo passato e facendola dorare in una padella unta d olio prima da da servire con dei dadini di pane raffermo abbrustoliti oppure possono ben sposarsi con delle patate bollite una parte e poi dall altra se è rimasta la carne del bollito manzo o vitello per preparare un insolito purè spolveriamo una vecchia ricetta della cucina romana popolare il pane naturalmente può essere seccato e ridotto a l allesso alla picchiapò metteremo in una casseruola pangrattato oppure se ancora si può affettare ci si possono un po di olio e faremo imbiondire un paio di cipolle fare dei crostini se tagliato a listerelle si può mettere in affettate sottilmente taglieremo a fette o in piccoli pezzi forno con un po di olio sale peperoncino e origano e la carne eliminando le parti troppo grasse e la faremo diventerà uno sfizioso stuzzichino soffriggere dolcemente per 15 minuti per usare il panettone o il pandoro oltre a farlo a fette e faremo sfumare con mezzo bicchiere di vino aggiungeremo farlo dorare nel forno per mangiarlo a colazione del pomodoro sale pepe lasciamo insaporire e quasi a lo potremo adoperare per preparare un dolce che potremo mettere in freezer ed usare quando vorremo per un fine cottura aggiungeremo il prezzemolo tritato se invece la carne rimasta è bollito e arrosto misto mezzo panettone occorrono 200 gr di mascarpone dopo averla disossata e tagliata in pezzi la tritiamo 2 uova 4 cucchiai di zucchero 2 cucchiai di uvetta finemente con il mixer per poi metterla in una terrina 1 bicchiere di rum cacao amaro far rinvenire l uvetta per 600/700 gr di carne prepariamo una besciamella densa dopo averla sciacquata con acqua calda nel rum battere facendo sciogliere 40 gr di burro con due cucchiai colmi le uova con lo zucchero finché diventino chiare e montate di farina e aggiungendo 250 gr di latte incorporare il mascarpone delicatamente unire l uvetta cuocere su fuoco dolce mescolando per evitare grumi sgocciolata tagliare il panettone a fette spesse 1cm quando la besciamella è pronta mescoliamola alla carne circa foderare uno stampo da plumcake con la pellicola con 3 rossi d uovo 50 gr di parmigiano grattugiato trasparente rivestire le pareti dello stampo con le fette sale pepe unagrattugiatadinocemoscata di panettone spruzzate con un po di rum quello dell ammollo dell uvetta versare la crema preparata e la buccia di mezzo limone grattugiata prepariamo uno stampo imburrato ricoprire con altro panettone spruzzare altro rum e e infarinato versiamo il sigillare bene con la pellicola mettere il contenitore in composto e battiamolo freezer e lasciarlo fino ad un ora prima di servire leggermente per evitare sformare il dolce cospargere la superficie con cacao amaro che si formino vuoti tagliare a fette quando è ancora congelato una volta in un recipiente con acqua sistemato sui piatti impiegherà poco tempo a raggiungere caldissima immergiamo lo la temperatura ideale buon lavoro e buon risparmio o ricordo di rosa ed adelaide a 12 vevano appena fatto la spesa al supermercato carrefour di balduina un camion guidato da nessuno le ha portate via il paradiso poteva attendere ma così non è stato rosa era ospitata da alcuni anni nella comunità alloggio piccola stella adelaide era la coordinatrice della struttura lavorava da più di trent anni con la cooperativa sociale s.onofrio un lavoro al servizio degli handicappati di antonio giustiniani che va fatto con professionalità ma anche col cuore adelaide contagiava tutti col suo buon umore lascia due fi gli merav igli osi e ta nte la cri me nei nostri occhi la piccola stella continuerà ad essere senza cielo proprio come nella canzone di ligabue il nome lo scelsero i primi ospiti della comunità perchè rosa e adelaide brilleranno nei cuori di chi gli ha voluto bene.

[close]

p. 13

di michela fabbri il carbone dolce della befana ggi girando un pochino su internet per trovare un buono spunto per scrivere il mio articolo mi sono imbattuta in questa splendida filastrocca zitti zitti presto a letto zitti la befana è qui sul tetto sta guardando dal camino se già dormono i bambini se la calza è già appesa se la luce è ancora accesa quando scende è sola sola svelti svelti sotto le lenzuola li chiudete o no quegli occhi se non fate i buoni niente dolci nè balocchi solo cenere e carbone il carbone perché no la mia infanzia è stata segnata dalla speranza che la befana mi portasse più carbone quello dolce ovviamente che caramelle durissimo ma buono adoravo anzi adoro il carbone ma come si prepara un dolce fondamentalmente semplice è solo un o impasto di zuccheroinparte caramellato con l aggiunta di albume montato e liquore a piacer e la sce lta dell aroma anice fragola o senza niente e del colorante nero o anche di diversi colori magari a seconda del gusto il colorante forse e la parte più difficile della ricetta semplicemente perché difficile da reperire ma nelle grandi pasticcerie difficilmente manca ora però parliamo del tasto dolente quantificare le calorie di un dolce simile è un pochino difficile perché bisogna tener conto di quanti albumi ci so no ne ll impasto solitamen te u no o du e o gn i 500 gr di zucchero della sua consistenza più o meno acqua della caramellizzazione dello zucchero con conseguente aumento delle quantità necessarie ma l ingrediente principale quasi unico è lo zucchero e posso dirvi che 100 gr di zucchero equivalgono a circa 390 calorie fate voi 13

[close]

p. 14

manga giap fumetto termine usato originariamente ai primi del 900 per definire delle strisce satiriche a fumetti solo in seguito grazie all opera di osamu tezuka una categoria di prodotti più ampia narrativa illustrata che spazia dal sh ingo arak i p storia di un delinquente di antonio di siero prodotto per l infanzia a quello per adulti dall evasivo alla forma d arte alternativa anime contr animation cartone animato giapponese sovente tratto da un manga di successo character design termine usato nell ambito dell animazione per indicare il disegno dei personaggi di un cartone animato shingo araki il miglior character design a cui un anime abbia mai potuto ambire arlare dell opera di trentacinque anni shingo araki significa nel 76 il grande leiji addentrarsi in una delle capitan harlock menti più oscure del mat su mot o ha la giappone uscito con pessima idea di affidare numerosi traumi da un ad araki il suo unico college femminile in cui robot manga tentò senza successo di wakusei robot danguard trovare una compagna ace robot planetario tenete a mente questo dangu ard ac e in a destra:maria antonietta bambina it danguard tre anni dato nel 65 araki collabora primi episodi disegnati da michi himeno come intercalatore alla dopo mentre il nostro cutey honey a sinistra maria antonietta adulta trasposizione del manga comincia ad accusare con l intervento di shingo araki di osamu tezuka deliri di onnipotenza osservate il cambio della forma degli occhi jungle taitei anni dopo avrebbe il re della giungla in it kimba il leone bianco fondato la sua araki production il nostro incontra di nuovo la sua con la complicità degli americani ogni episodio diventa insegnante di francese al college mdm ryoko ikeda la quale autoconclusivo modificando così l opera di tezuka che è circuita forse dalla mente perversa di nagai affida ad araki gli ultimi considerato il più importante autore di manga mai esistito episodi della trasposizione del suo manga versailles no bara nd.antonio araki lavora anche al fallimentare seguito di jt le rose di versailles in it lady oscar susumei leo avanti leo 1966 l esito è tragico d improvviso i personaggi sono colti da evidenti esiti tragici in giappone ma gli americani lo ameranno al stati di depressione guardate le immagini in questo articolo punto da plagiarlo negli anni novanta chiaramente quando ti l ipotesi è che araki abbia raccontato loro come va a finire la storia plagia la disney presente il re leone c è poco da fare iiiiikeeees nel 67 araki se la prende ancora con tezuka ribon no kishi l anno successivo 1980 la fama di araki arriva oltre-oceano e il cavaliere col fiocco in it la principessa zaffiro anche oltralpe una casa francese dic intenta a massacrare solo nel 68 mentre il mondo è occupato a contestare la guerra l odissea di omero commissiona ad araki il design di araki contesta la mushi con cui aveva lavorato fino a quel momento yurishizu 31 ulisse 31 in it id passato a lavorare con la tokyo movie shinsha collabora a il 1983 è l anno di gagetto gaibu l ispettore gadget sempre in kyojin no hoshi la stella dei jiants in it tommy la stella collaborazione con i francesi della dic dei jiants che oltre ad essere il primo anime a sfondo sportivo e sempre del 1983 lupin sansei iii lupin iii iii in it lupin della storia ora i nemici di mimì sanno con chi prendersela l incorreggibile lupin in cui araki sfoggia la sua capacità di presenta anche un tratto più realistico tocca dire che araki massacrare i design delle serie di culto cat s eye in it occhi di gatto in cui araki si fa perdonare per il suo aveva un idea dell anatomia umana davvero strana il successo arriva però nel 1970 con ashita no jo jo verso il lupin con tongariboshi no memole memole dal berrettone domani in it rocky joe anime a sfondo pugilistico tratto da in it memole dolce memole i fan si riprendono il perdono uno splendido manga di ikki kajiwara e tetsuya chiba n el 1984 g lass no kamen l a masc hera di vet ro in la serie è prodotta dalla mushi araki è tornato da loro con la it il grande sogno di maya coda tra le gambe e si sviluppa più velocemente del manga nel 1986 maple town monotagari storie di maple town in it maple town nido di simpatia che belli i titoli fininvest questo fa si che la serie si interrompa con la morte di rikishi nel 71 araki passa definitivamente con la toei e poco dopo aver mediaset g.i joe in it id di cui araki dichiarerà fino realizzato genshi shonen ryu il ragazzo primitivo ryu all ultimo di non aver mai sentito parlare possiamo anche in it ryu il ragazzo delle caverne trasposizione del manga di capirlo visto il prodotto veramente ridicolo shotaro ishinomori inizia il sodalizio con un oscuro kohai go nagai É nell 86 che avviene il terzo colpo grosso di araki nagai fornisce alla mente disturbata di araki il soggetto di da un manga del noto tossicomane masami kurumada cutey honey una ragazzina androide si nasconde in un saint seya in it i cavalieri de llo zodiaco in cui collegio femminile con lo scopo di combattere gli invasori in un esplosione di capelli color arcobaleno araki arricchisce il dell organizzazione artiglio di pantera un sindacato di donne già st erminat o c ast del m anga c on 12 nu ovi person aggi intenzionate a impossessarsi della popolazione maschile del i sette cavalieri di asgard e i cinque cavalieri di acciaio a pianeta terra honey usa numerosi travestimenti per combattere le cui seguiranno i personaggi creati su misura per i quattro film nemiche ogni cambio d abito è preceduto da un breve nudo integrale poiché a differenza di paganini araki ripete volentieri nel 1989 la nostra deve inoltre vedersela con insegnanti lesbiche che la arriva fuma no kojiro kojiro dei fuma in it kojiro lo spirito del vento ancora da un manga di kurumada e molestano continuamente con proposte oscene la mente malata di araki si butta a pesce su questo progetto che personaggi identici a quelli di saint seya al termine del 25° episodio viene censurato da un orda di censori tanto per rimanere in tema è il 1992 è l ora di rifare babil incarogniti ora sapete di chi è la colpa degli anime erotici e dei nisei capelli variopinti esteticamente il risultato è di tutto rispetto ebbene si honey è il primo personaggio della storia dell animazione nel 1993 rilascia un intervista a federico colpi del perduto mensile giapponese a sfoderare un inquietante chioma rosa shocking mangazine della sepolta granata press araki perde il pelo ma il vizio mai nel 72 lavora a nel 2011 ebbro del suo stesso successo shingo araki devilman in it id ancora con il cervello malato di nagai gioca il suo ultimo scherzo di cattivo gusto si spegne come un nel 73 è l ora di babil nisei babil ii in it babil junior televisore dopo un bell episodio di un anime e koya no shonen isamu isamu il ragazzo delle praterie se ne va lasc iando u n vuot o inc olmab ile nei c u ori di tre in it sam il ragazzo del west nel 75 sempre con nagai generazioni di appassionati dio li fa poi lo accoppia lavora a una sconosciuta serie nota in patria con il titolo ufo robot grendzinger arrivata in italia addio signor araki un artista se ne è andato un kami è giunto come atlas ufo robot goldrake per i cerebrolesi di 14

[close]

p. 15

di marcella speranza l inter vista a catia e tommaso loggia azienda agricola dal campo alla tavola un orto di periferia si è trasformato in un azienda agricola a km 0 dal campo alla tavola non è un modo di dire è realtà per chi conosce catia e tommaso due giovani agricoltori ai quali ho posto alcune domande come vi è nata la voglia di diventare imprenditori agricoli catia tommaso ed io siamo stati contagiati dalla voglia di coltivare cose buone al momento giusto seguendo i ritmi della natura volevamo qualcosa di nostro per noi e i nostri figli poi abbiamo pensato che sarebbe stato bello poter produrre anche per gli altri quanta fatica comporta questa scelta e quali soddisfazioni tommaso la fatica è tanta l orto richiede lavoro continuo sotto il sole e sotto l acqua non utilizzando diserbanti l erba va tolta con la zappa non usando antiparassitari chimici ma solo prodotti vegetali naturali dobbiamo avere molta più costanza nella lotta contro i parassiti catia la cosa bella è che con i nostri clienti si è instaurato un rapporto di fiducia tornano soddisfatti perciò tanti sacrifici tante rinunce a volte non abbiamo neanche la certezza di un onesto guadagno non ci pesano ci piace accontentare tutti con verdure sane fresche e di stagione le nostre coltivazioni seguono un calendario naturale dettato dalla natura sono quindi più naturali più ricche di sostanze e perché no più economiche quali sono le vostre speranze e i vostri progetti tommaso noi non facciamo coltura intensiva ci auguriamo di poter servire una buona fascia di clientela con prodotti freschi raccolti la mattina e se ne servono altri si va sul campo catia speriamo di ripetere il baby-orto che l anno scorso ha soddisfatto bambini i genitori abbiamo fatto un esperienza di quel genere con un gruppo di bambini diversamente abili molto interessati hanno raccolto le verdure e fatto una bella merenda progettiamo per l estate di ampliare questa esperienza vorremmo fare un centro estivo in campagna interessandoli ai lavori della terra aiutati da un terapista occupazionale che ci seguirà per permettere loro di uscire dai laboratori al chiuso ceramica pittura ecc e avvicinarli alla natura 15

[close]

Comments

no comments yet