Demo Libro Passo Perduti

 

Embed or link this publication

Description

Il Manuale dei Passi Perduti di Vittorio Viscardi

Popular Pages


p. 1

i l m an u al e de i p as siper du tivitt or ioviscardi

[close]

p. 2



[close]

p. 3

vittorio viscardi il manuale dei passi perduti edizione 2011 tutti i diritti riservati 3

[close]

p. 4

4

[close]

p. 5

le descrizioni delle danze riportate in questo libro sono state ricavate da manuali d epoca pubblicati nel periodo tra il 1780 e il 1920 tra i quali citiamo la danse la tenue le maintien di eugène giraudet 1870 analysis of country dance di thomas wilson 1808 coulon s hand book di eugène coulon 1860 ball room hand book di elias howe 1858 dancing and prompting di charles a white 1884 le danze e lo stile sono state rispettate fedelmente possono risultare però differenti dagli originali per alcune sfumature di interpretazione dei vari manuali consultati questo libro vuole essere di aiuto per ricordare qualora ce ne fosse il bisogno i passi perduti premessa 5

[close]

p. 6

6

[close]

p. 7

l ottocento nei modi maniere e storia 7

[close]

p. 8

8

[close]

p. 9

lord chesterfield nelle sue lettere al figlio dice ballare è di per sé una cosa insignificante e sciocca ma è una di quelle follie stabilite a cui la gente di senso a volte è obbligata ad essere conforme ed allora si dovrebbe poterlo fare bene e benché non vi abbia fatto studiare per diventare ballerino tuttavia quando ballate mi piacerebbe che lo faceste bene come tutte le altre cose che fate 9

[close]

p. 10

10

[close]

p. 11

un secolo vorticoso anche per la moda l ottocento per ottocento si intende un periodo lungo 100 anni durante questo lungo periodo la moda è cambiata molte volte dai primi anni del secolo la vita molto alta praticamente sotto il seno si è poi gradualmente abbassata fino al punto vita vero e proprio il corpetto apparirà verso il 1816-17 e chiuderà il busto delladonna in una struttura rigida con una vita molto sottile le gonne si arricchiranno di più strati di sottogonne la crinolina in seguito sostenuta da stecche da morbido aiuto per ampliare la gonna dal 1840 si irrigidirà e si ingrandirà fino a sostenere le grandi gonne del 1860 successivamente la crinolina verrà abbandonata e le gonne si afflosceranno per gonfiarsi sul di dietro con un appendice posticcia il cuscino per l uomo l evoluzione dell abito sarà senz altro meno dirompente dai colorati frac e habit del primo ottocento si arriverà ad una semplificazione verso il 1850 composta da una giacca nera e pantaloni neri un panciotto bianco oppure color crema o nero camicia bianca con cravattino bianco o nero a seconda del tono della festa e scarpe di vernice nera i pantaloni in polpe per intenderci quelli bianchi che arrivavano sotto il ginocchio con calzini di seta e scarpe tipo ballerina saranno abbandonati dopo il periodo napoleonico per rimanere soltanto nell ambito diplomatico delle grandi occasioni 11

[close]

p. 12

12

[close]

p. 13

13

[close]

p. 14

14

[close]

p. 15

qualche regola da rispettare per danzare al meglio 15

[close]

Comments

no comments yet