Il Giornale di Boves,Beinette, Peveragno, Borgo S.Dalmazzo, Chiusa e Valli DICEMBRE 2011

 

Embed or link this publication

Description

Il Giornale di Boves,Beinette, Peveragno, Borgo S.Dalmazzo, Chiusa e Valli

Popular Pages


p. 1

anno xxxv n 12 dicembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 2,30 il giornale di boves-peveragno-borgos.dalmazzo peveragno chiusa p e valli ideatore e fondatore luciano pellegrino direttore ad honorem costanzo martini primalpe edizioni direttore responsabile daniela pellegrino autorizz tribunale di cuneo non esageriamo col pessimismo dimissioni a catena la voce vero colpo di scena ha cominciato a circolare puntuale come sempre a boves già nella mattina di mercoledì 9 novembre pensiamo a pochi minuti dalla consegna da parte di david parola di foglio di dimissioni nelle mani del segretario comunale forse anche prima all ora di pranzo e arrivata ai vari organi di stampa che dedicano spazio a boves il comunicato di david parola ormai ex consigliere comunale dopo essere diventato mesi fa ex assessore che denunciava una sua azione di consigliere di minoranza frenata praticamente bloccata con dichiarazioni di alte idealità e contestazioni del modo di fare politica del sindaco e della maggioranza attuale la seduta consigliare di venerdì 18 novembre è stata strana un ordine del giorno che aveva il solo scopo di surrogare entro i dieci giorni previsti il dimissionario consigliere david parola in strana atmosfera da ultimo giorno di scuola da commiati se era già stata annunciata dall interessata stessa l intenzione di elisabeth marinacci di rinunciare a succedere al dimissionario meglio dimettersi dopo la nomina che non pare esservi altra strada colpo di scena è stato l annuncio di carlo donati del proprio abbandono del consiglio seguendo il suo capogruppo motivandolo lui storico compagno di strada dell attuale sindaco con il disagio per una amministrazione non voluta dai cittadini con la mancanza di serenità pur annunciando l intenzione di voler continuare a lavorare coi liberi nel loro gruppo sandro gastinelli portavoce dei liberi ora si pensa anche capogruppo se lui resta ch ormai ci si può liberi insieme perde i pezzi parola e donati non sono più consiglieri comunali gli subentrano ballario e pani due anni e mezzo fa le elezioni comunali a boves sancirono la vittoria di boves mia soggetto completamente nuovo nel panorama politico e amministrativo locale un progetto si disse innovativo che mario giuliano pilotò sponde già consolidate sia nelle precedenti maggioranza che nell opposizione tanto che la corsa elettorale si sviluppò su quattro liste a metà mandato quel progetto è ormai uno sbiadito ricordo condizionato da eventi che hanno sconvolto la macchina amministrativa come mai era successo le ultime dimissioni a catena di consiglieri che furono i protagonisti di quella primavera la costola di boves mia e successivamente fautori dello strappo per diventare gruppo liberi insieme passato all opposizione testimonia quanto fossero fragili e probabilmente troppo ambiziose quelle aspettative le prime contraddizioni emersero dopo meno di un anno con le dimissioni di gianmario cerato gian foto e di tiziana barbero la successiva rottura fra il sindaco ed il vicesindaco gastinelli e gli assessori parola e donati che se ne andarono formando il gruppo liberi insieme ruppe daco rimescolò le carte e chiamò il gruppo uniti per boves in maggioranza e direttamente in giunta da acerrimi ritrovati suoi fedeli alleati rinnegando i simboli politici per ridiventare lista civica salvo rivendicare l appartenenza al centrodestra quando l allora direttore della banda musicale mattia pastore si scagliò incautamente contro il presidente del consiglio berlusconi nell ambito delle manifestazioni dei 150 anni dell unito d italia una situazione inimmaginabile curiosa e paradossale quasi da barzelletta se non fosse che stiamo parlando di cose molto serie boves si ritrova con una maggioranza liberi di volare via di michelangelo pellegrino continua a pagina 2 aspettare di tutto ha parlato di enorme perdita da non far cadere nel silenzio riconoscendo il profondo impegno in questi anni dei dimissionari ha voluto negare fortemente che avessero base di verità talune voci che gli erano arrivate su scontri suoi con david parola ha ammesso che anche il suo gruppo si interroga sulle motivazioni ha concluso con domanda se l attuale maggioranza fosse turbata da questi fatti maria peano esterrefatta ha riconosciuto capacità e serietà di david parola chiedendo di approfondire maggiormente le ragioni delle dimissioni il vicesindaco che si è detto turbato dai problemi della città quello che ci ha spinto a restare ha continuato la democrazia ha le sue regole i chiarimenti li deve dare l interessato ha ringraziato david parola e carlo donati per l attività svolta ma anche chi rimane considerando di ben sapere come fare opposizione sia difficile ha ricordato di aver consigliato a parola di portare questioni personali con interpellanza in consiglio quando si sono interrotte le trattative frasi che hanno scatenato varie congetture circolate ha concluso con un tutti i cittadini sono uguali i consiglieri non devono essere favoriti o danneggiati non vi devono essere percorsi privilegiati nel successivo consiglio del 28 novembre le surroghe dei dimissionari con le nomine di danilo ballario e luigi pani di fronte era la prospettiva in caso di altre rinunce di avere componente in meno dopo che da mesi nel silenzio generale suo gruppo incluso non si ricevono notizie della consigliera di voltar pagina silvana dutto scomparsa a fine marzo la prima frase di danilo ballario ci ha fatto pensare a rinuncia ha parlato di delusione di un gruppo di boves mia sgretolato subito dopo è arrivata invece accettazione ed iscrizione con aria grintosa ai liberi insieme luigi pani accettando a sua volta si è associato al collega restano ad organico completo quindi i liberi in commissione ad un parola presente tra il pubblico che non accetta mezze misure e si dimette da tutto gli subentrano davide pellegrino statuto e regolamenti e uno dei tanti giuseppe pellegrino fontanellese montagna prossima volta dovrebbe essere venerdì sera 16 dicembre toccherà a surroga anche in commissione bilancio che l ex consigliere ci dice presentate quel giorno stesso adriano toselli di aldo baudino continua a pagina 2 ottimo lavoro della consulta giovani con cinque giorni ricchi di incontri boves letteraria concerti di natale avrebbe meritato ben altro pubblico la manifestazione culturale boves letteraria magistramente organizzata dall attivissima consulta giovani di boves ma si sà più della cultura può il cibo e non erano in programma sagre mangerecce e cibarsi di cultura non fa numeri ma regala ugualmente piacevoli sensazioni una iniziativa lodevole per dei giovani che vanno incoraggiati per quanto hanno dimostrato di saper proporre dal 1° al 5 dicembre boves è stata teatro di incontri con tematiche e personaggi interessanti una ricca manifestazione culturale itinerante iniziata nell antica osteria madonna dei boschi con l incontro con danilo paparelli e monica bruna scrittori e marito e moglie dal titolo tra moglie e marito meglio un bicchiere di vino il giorno successivo all auditorium borelli uno dei momenti più significativi con la serata che ha visto protagonista pino masciari con la sua forza di guardare avanti per come ha sapunto opporsi alla mafia e stata l occasione per presentare il suo nuovo libro scritto a quattro mani con la moglie marisa dal titolo organizzare il coraggio la rassegna è proseguita il 3 dicembre nella sala costanzo martini della biblioteca con il cuneese mario cavatore che ha presentato le sue riflessioni partendo dal dal discorso di steve jobs all emancipazione giovanile ragionamenti su un progetto letterario domenica 4 dicembre tanti i momenti proposti a partire dalle esposizioni di giovani artisti nel centro storico presenti anche le case editrici piemontesi e poi spazio ai bambini ed alle famiglie con letture animate a tema equo a cura dell associazione qui è là e dalla consulta famiglie di il 17 e 18 dicembre si chiudono le celebrazioni del ventennale del coro polifonico bovesano con un doppio appuntamento inaugurata a boves a novembre continua a pagina 2 boves kamp ­ si chiudono con un doppio concerto di natale i festeggiamenti per i venti anni del coro polifonico di boves il doppio appuntamento promosso dall associazione coro polifonico e realizzato in collaborazione con orchestra e coro del liceo musicale ego bianchi è in programma sabato 17 e domenica 18 dicembre rispettivamente presso la chiesa di santa maria a cuneo e la parrocchiale di san bartolomeo a boves l atto conclusivo del ventennale sarà affidato alla gioia e al ringraziamento e alla lode espressi nel magnificat di vivaldi e nel te deum di charpentier l opera del compositore italiano è la lode con la quale maria ringrazia dio perché ha voluto liberare il suo popolo il te deum è invece l opera più conosciuta di charpentier con il famoso attacco del preludio ancora utilizzato come sigla per l eurovisione il seguito vede l alternarsi di brani sontuosi a momenti più raccolti con la magniloquenza finale de in te domine speravi non confundar in aeternum in cui vengono affermate ancora di più la maestà la grandezza e le potenze divine i concerti di natale chiudono un anno ricco di eventi apertosi nel mese di maggio con l esecuzione della cantata alles was ihr tut di buxtehude e il requiem di faurè e proseguito con un omaggio alla musica che ha toccato tutti i generi bisogna amare per poter suonare diceva louis armstrong e l amore per le note ha portato a boves i pinerolesi turba concinens il coro armonia della parola di robilante quello della sezione ana di moncalieri e i cantus firmus celebre ottetto vocale di mondovì un intera annata volta a ricordare il 1991 anno in cui un gruppo di amici accomunati dalla passione per il canto iniziò quasi per gioco a trovarsi una volta alla settimana per vivere insieme la gioia per la musica corale un seme piantato che ha trovato in città un terreno fertile facendo nascere un associazione che ancora oggi forma cantori di tutte le età nuova sede coldiretti mercoledì 9 novembre è stato inaugurato il nuovo ufficio recapito a boves in via moschetti 8 in fondo a piazza italia con l intervento del segretario di zona secondo arneodo del vice direttore lauro pelazza dell addetta di recapito antonella bertolotti del presidente di zona piero perucca e dei presidenti di sezione i bovesani pietro marchisio e valerio ramero sono anche intervenuti il sindaco mario giuliano mario e l assessore alle attività produttive silvana dutto giordano e don mario bruno parroco di castellar e san giacomo assente per altri impegni il titolare di san bartolomeo per la benedizione l apertura del nuovo ufficio ci spiegano in coldiretti è stata realizzata per rispondere meglio rispetto che coi precedenti locali in via don cavallera dalle scuole medie alle esigenze delle aziende agricole associate a coldiretti per fornire un servizio più confortevole nel rispetto della privacy e una migliore assistenza alle oltre cinquecento famiglie associate i servizi sono rivolti a tutti i cittadini per pratiche nell ambito sociale e previdenziale fornite dal patronato epaca l ufficio sarà aperto tutti i mercoledì mattina dalle 8,30 alle 12 e in caso di scadenze particolari tipo dichiarazioni dei redditi anche il sabato mattino a.tos.

[close]

p. 2

2 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli dicembre 2011 boves letteraria liberi di complicata variazione di bilancio volare via giunta nuova e quel che fa specie una opposizione che si sta squagliando in un consiglio comunale che non ha quasi più riserve per subentrare ai dimissionari senza dimenticare l ormai cronica non presenza in consiglio di voltare pagina gruppo consiliare che ha smarrito la consigliera per strada sulla testa del gruppo liberi insieme grava la responsabilità di aver stravolto una intera legislatura e probabilmenequilibri politico-amministrativi anche in futuro mandato non è dato a sapere anche se non è questo il punto sarà invece interessante capire cosa accadrà dopo questi cinque anni di amministrazione di mario giuliano boves mia esisterà ancora oppure sarà completamente assorbita qui evidente del gruppo di uniti per boves ma soprattutto si rirtornerà al bipolarismo oppure dovremo rassegnarci al tutti contraddistinto questi ultimi anni aldo baudino dopo il terremoto dimissioni il consiglio comunale di lunedì 28 novembre l assemblea si è concentrata sugli altri punti all ordine del giorno soprattutto sulla quinta variazione di bilancio del 2011 sui verbali è arrivata la perplessità sulla loro pubblicazione sul sito comunale da parte di sandro gastinelli visto che avviene prima della approvazione la segretaria comunale ha spiegato che serve per quei decreti di cui bisogna comunicare l immediata eseguibilità sulla interpellanza di maria peano che chiedeva realizzazione di wireless municipalizzate con l intento di ridurre il digital divid elegante e complicato modo per chiedere ci sembra fibre ottiche e servizio a minor costo specie per i giovani è arrivato il plauso del sindaco che ha annunciato impegno in tal senso puntando a partire presto da piazza italia ha ricordato il parco informatico aperto due ore al giorno a cascina marquet dove nel bar funzionano computer gestito da massimo perotti su cui molto si conta anche nei progetti in studio nel primo articolo dello statuto per i nonni vigili è stata sostituita la definizione di delitti contro la persona a quella più specifica di delitti sessuali e contro minori a precludere la via dell impegno in tale gruppo degli aspiranti perplessità sono arrivate da maria peano per debito fuori bilancio per progettazioni della variante 19 fatta da personale interno il discorso è di tempi e modi sottile da punto di vista giuridico ed amministrativo la cifra di 3.990 euro dovuta ad assenza di determina di impegno sembrava puramente formale anche la definizione di ambiti territoriali ottimali per la gestione associata di servizi e funzioni ma i liberi insieme dopo riunione hanno deciso l astensione e c era chi vedeva bene anche il voto contrario nel gruppo temendo supponiamo che sia passo per spostare verso la comunità montana attività socio-sanitarie per cui oggi si è legati al consorzio cuneese ringraziamenti a tutti sono arrivati per quella che il sindaco ha definito la variazione di bilancio più complessa della storia bovesana luigi soffietti non so se sia bene o male ha fatto notare che si tratta della quinta variazione di quest anno mentre l anno scorso si era a undici parliamo di operazione da 788.072 euro ivi incluso utilizzo dell avanzo di amministrazione per 298.482 euro che porta il bilancio a pareggiare a 10.168.974 euro da 9.380.902 che erano la spesa principale sostenuta con l avanzo è quella per l invaso di tetto molettino al consorzio delle valli gesso di 145.553 euro oltre 100.000 euro per la irrigazione a pioggia 20.000 euro vanno all anfiteatro delle scuole di via alba parte della messa a norma di tutti gli edifici comunali che si sta cercando di fare lampade da sostituire urgentemente in via cuneo costeranno 2.929 euro giochi per parchi bimbi come quello di villa berrini costeranno 10.000 euro interventi in via filatoio 4.000 il completamento dei bagni del municipio 16.000 essendo arrivato il previsto importo di peggioramento del saldo programmatico come previsto dal patto regionale verticale del dicembre 2010 per 314.000 euro il saldo finanziario comunale è entro il rispetto del patto di stabilità si attesta sui 100.000 a fronte di obiettivo di ­ 113.000 all avanzo si affiancano cifre come accertamenti ici per 26.099 euro aumento della addizionale irpef per 97.000 euro complessivamente si arriva a 792.000 euro accertamenti tarsu per 100.103 euro 10.000 euro di contributo della comunità montana all ospedale di comunità 25.455 euro di concessioni cimiteriali varie 95.000 euro di oneri di urbanizzazione 16.750 euro di valorizzazioni museali si pensa al museo del fungo in cascina marquet o anche alla ex filanda favole messa a bilancio spesa per 30.250 euro sanzioni amministrative per 30.167 euro ai 78.000 euro di contributo della cassa rurale sull invaso sono stati accantonati 43.600 euro prudentemente per ricorso contro un grosso accertamento tarsu e 20.000 euro sono stati stornati dal capitolo sul trasloco della biblioteca a quello della sistemazione del tetto municipale siamo a 150.000 euro le esumazioni del campo decennale scaduto implicherà costo di 16.000 euro la sistemazione del naviglio 10.000 quella delle strade 15.000 18.000 euro andranno alle associazioni sportive 16.000 alla pro loco come negli ultimi anni ci sembra 11.000 a rimborsi tarsu ed ici l alluvione di inizio novembre ha causato stanziamento di circa 100.000 euro centododici appena i capitoletti toccati se abbiam contato bene nell agile prospettino sin ad arrivare ai 1.000 euro di intervento al mercato dei fagioli e ai 2.000 per il riscaldamento di santa cro dalla prima pagina dalla prima pagina consiglio comunale non solo dimissioni boves in collaborazione con la fabbrica del suono un tuffo nel passato ha rappresentato la raccolta di ricordi dal titolo maddalena forneris e il segno della resistenza eccellente l incontro le parole hanno potere con federico faroppa ricercatore presso il dipartimento d italiano della royal holloway che ha incontrato la vicepreside dell istituto comprensivo a vassallo cristina bersani nel negozio di piazza garibaldi il prato di mirella incontro con il prof paolo bongiovanni per il tema grande salute dalla dieta selvatica nel salone circolo pensionati la consulta giovani e alberto burzio in arte barba bertu esperto di memoria delle piccole genti hanno presentato il valore della memoria cosa lasciare ai giovani e cosa lasciano i giovani di oggi al futuro nel bar nuovo italia si è invece parlato di cucina e tradizioni con fulvio basteris e aldo rodino e ancora all osteria della luce a cena con magna giusta di bruse convivio letterario con le poesie di teresa bisotto il programma si è concluso lunedì 5 dicembre con la serata coordinata dalla scuola di pace storia di guerra e di ingiustizia per un incontro con silvio galvagno medico chirurgo ortopedico che vive per migliorare le condizioni di vita e di salute dei paesi dimenticati del terzo mondo durante la serata è stato presentato il suo libro soraya turo sharo storie di guerra e di ingiustizia al.ba non esageriamo col pessimismo michelangelo pellegrino ce nel periodo natalizio allo studio è con contributi anche pista forestale in bisalta per sfruttarne le risorse boschive mentre maria peano ha obiettato solo sullo scarso coinvolgimento delle opposizioni condividendo lo spirito delle decisioni prese e votandole all unisono con la maggioranza ben diverso l atteggiamento dei liberi insieme con sandro gastinelli che non ha risparmiato varie osservazioni anche su spese piccole contestando i 700 euro per i regali natalizi ai nonni vigili gli stanziamenti per borse di studio l addebito di bollettina energetica alla scuola di pace vecchio discorso sui costi che si attribuiscono da sempre alla emanazione comunale per eccellenza che non ha bilancio autonomo l esternalizzazione di servizi vecchia contestazione che sempre faceva giovanni tecco durante i mandati di opposizione gli è stato risposto che avveniva solo per incarichi molto particolari lui ha puntualizzato che non andava certo a dire che i dipendenti comunali non lavoravano e che nulla aveva contro i nonni vigili ha ricordato l idea stata prima che loro di boves mia di consumo zero di territorio e ha auspicato che gli oneri di urbanizzazione siano arrivati da ristrutturazioni e non da nuove edificazioni ha ironizzato su pezzo di municipio venduto quando il sindaco era in argentina e sui progetti legati allo spostamento dell ufficio di polizia municipale si è anche disquisito su chi c era e non c era in piazza lo scorso 25 aprile i lavori sono finiti alle 24 dopo appena tre orette adriano toselli inaugurato il nuovo locale già valleghiotta il 16 dicembre aperto stuzzicami giornata divulgativa al creso definito il programma di due giornate divulgative che si terranno in dicembre nelle quali verranno presentate ai tecnici di settore i risultati delle prove di confronto varietale e di tecnica colturale condotte nel 2011 dal creso dopo il primo appuntamento tenuto il giorno 5 alla sededi alessandria un secondo è stato programmato per il giorno 16 dicembre alla sede del creso di boves come già avvenuto negli anni precedenti in atre occasione si presenteranno i risultati delle prove di confronto varietale condotte nel 2011 su peperone pomodoro melanzana brassicacee lattughe autunnali fagiolo rampicante e zucchino e quelli sulla tecnica colturale avviate quest anno in tale sede e da alcune aziende di riferimento dell areale piemontese maltempo a boves nessun pericolo ma problemi per le frane in valle colla piogge si fa la conta dei danni valleghiotta ormai storico negozio di prodotti biologici a chilometri zero tipici della zona in piazza dell olmo ha ampliato la sua attività affiancando agli scaffali ricolmi di vasetti bottiglie e pacchi lo spazio luminoso e colorato stuzzicante di bar-aperitiveria pronto ad ospitare momenti per il caffè colazioni pause pranzo l inaugurazione decisa all ultimo momento giovedì 10 novembre soddisfatta e la proprietaria irma dutto che ha coinvolto il giovane figlio giacomo giraudo mantenendo intatto il suo entusiasmo l emozione e la passione che sempre abbiamo notato in lei spiega che l idea è anche di contribuire ad attirare persone a boves qualche ovvia preoccupazione vi è stata a boves nel primo fine settimana di novembre per le copiose piogge che stavano cadendo molti hanno telefonato al sindaco che si è alternato a tecnico comunale nel controllare tutta la notte tra sabato 5 e domenica 6 il livello di torrenti e bedali in realtà neppure si è ritenuto di chiudere le scuole lunedì 7 contrariamente alle prime tranquillizzanti notizie che sempre parlavano di situazione sotto controllo durante le piogge dei primi giorni di novembre ora arrivano bilanci di danni in comune di boves dalla erosione di terreni lungo il colla soprattutto a quelli lungo il gesso si son verificati frane nelle vie della valle colla in vallone francia in via del tus e in quella vecchia di san giacomo che corre sull altro lato della valle rispetto al concentrico frazionale spiega il sindaco nei giorni delle piogge mi era risultato chiaro come ci fosse situazione di panico paura di alluvione oltre ad attento monitoraggio della situazione neppure trascurato di notte anzi con costanti sopralluoghi cui ho anche personalmente partecipato mio compito principale era stato proprio tranquillizzare in effetti nella presente situazione economica difficilissima non solo per boves dobbiamo fare inventario dei danni valutabili in decine di migliaia di euro già il lunedì con il fenomeno meteorologico ancora in corso sono iniziati gli interventi per il mantenimento della viabilità per scongiurare esondazioni e rischi di incolumità dei cittadini oltre al ripristino e messa in sicurezza delle due vie montane sono stati stanziati nel recente consiglio comunale 100.000 euro di interventi d emergenza sulle strade lungo colla ed altri corsi d acqua abbiamo richiesto alla regione con dettagliato elenco gli interventi necessari per la stabilizzazione dei due torrenti e per interventi di ripristino stradale a.tos.

[close]

p. 3

dicembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 3 ringraziamento e feste dei comitati frazionali domenica 13 novembre l assessorato ad agricoltura ed attività produttive in collaborazione con la coldiretti ha invitato all annuale pranzo del ringraziamento la sessantunesima nei giorni della tradizionale fine della stagione agricola san martino preceduto da messa in regina pacis al ristorante da politano di fontanelle il ricco menù previsto è stato apprezzato da circa centoventi partecipanti l autunno e novembre segnatamente con giornate più freschette è momento ottimo per incontri e convivi di associazioni il piovosissimo fine settimana di inizio mese ha esordito anche se il circolo della vicina mellana aveva conviviato già a ottobre il comitato di sant anna guidato dal cappellano don martino pellegrino con pranzo sessantina di coperti al ristorante di madonna dei boschi di peveragno in vari lo hanno seguito già domenica 13 a partire dalla parrocchia di mellana oratorio pieno dopo messa per una polenta e spezzatino con tombola nuovo momento di preghiera castagnata e dal comitato di san mauro secondo a nessuno in quanto ad organizzazione per questi momenti la compagnia di sant omobono confraternita bovesana formata da sarte e sarti ha invitato alla sua festa lunedì 14 novembre quando una settantina di persone si son trovate per messa in parrocchiale e successivo pranzo al ristorante di madonna dei boschi di peveragno la sera di sabato 26 è toccato a rivoira riempire il salone consigliare con oltre centinaio di coperti per tutti quelli che hanno collaborato alle iniziative del 2011 festa santi incoronati la compagnia bovesana dei santi incoronati con i priori annamaria barale e luigi cavallera ed i massari elisa bonelli alberto cerato e giovanni gastaldi ha celebrato domenica 13 novembre la tradizionale festa il dedicato del sonetto quest anno è andato al gruppo cae dopo il corteo e la santa messa nella parrocchiale di san bartolomeo hanno preso parte al pranzo sociale nel padiglione riscaldato dell area mercatale nonostante la pioggia bella festa al rione banda musicale san carlo silvio pellico banda rumorosa bovesana ha offerto il suo concerto di santa cecilia la sera di sabato 26 novembre in casa don bernardi alle 21 benefico di raccolta fondi a favore del progetto primavera la struttura per giovanissimi in realizzazione della scuola materna del concentrico monsignor calandri l esibizione diretta dal nuovo maestro pietro numico ha denotato il cambiamento della banda in questi ultimi mesi con forse meno velocità ma molta cura nella qualità musicale dei pezzi soddisfatto è stato il bilancio di numico di questi primi mesi in cui vi è stato certo ricambio con arrivo anche di elementi nuovi come i fratelli fontanellesi bottasso rivolto invito ai presenti eventualemente interessati per entrarne nell organico presentandosi in sede il venerdì sera o al 331.3544020 per quanto riguarda il progetto primavera il presidente della scuola materna claudio cavallo ha esortato i bovesani a fare come i rivoiresi i lavori dovrebbero partire entro fine anno sono stati raccolti ci spiega circa 20.000 euro da offerte 50.000 sono arrivati dalla fondazione cassa di risparmio sempre vicini e disponibili restano cassa rurale ed artigiana che eroga contributo generoso annuale ed amministrazione comunale l immancabile convivio presente il sindaco con la consueta proiezione di immagini della attività annuale svolta è stato il giorno dopo a borgo san dalmazzo pranzo al ristorante navize-te dopo altro momento musicale alla fine della messa delle 9,30 in parrocchiale e sulla piazza antistante e votazioni per il rinnovo del direttivo nuovo vicepresidente ivo enrici l ultima festa patronale annuale bovesana quella del rione san carlo ha concentrato le sue iniziative mai tanto numerose intorno a domenica 6 novembre purtroppo incontrando un tempo davvero infelice di pioggia costante al confine del nubifragio il comitato rionale assistito da pro-loco comune e cassa rurale ha dovuto annullare il pomeriggio sui pattini per i giovani di venerdì 4 e la passeggiata del giorno seguente con iniziative nella cappella come le affollate funzioni religiose celebrate dal parroco don bruno mondino venerdì sera anche nel programma delle celebrazioni del 4 novembre domenica mattina con la sempre notevole corale e la videoproiezione momento davvero delizioso in ricordo degli amici del rione negli anni ottanta filmati girati alle feste dal residente giuseppe pellegrino montati da giancarlo adriano presentati dal professor luigi pellegrino durante vero diluvio sabato sera 5 ma anche affrontando le precipitazioni copiose con gazebi ed ombrelloni domenica 6 novembre il maltempo almeno con temperature meno rigide di quelle che ricordiamo in talune occasioni del passato quando era caduta anche neve ha concesso sosta per l abituale aperitivo san carlo meno per i successivi giochi per bambini e ragazzi seguiti alla distribuzione di mundaj e vin brulè dalla vendita all asta dei prodotti ortofrutticoli e relativa lotteria e stato riproposto il concorso delle torte con paio di simpatici omaggi tricolori ai centocinquanta anni di unità nazionale

[close]

p. 4

4 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli dicembre 2011 ricordi hanno abbattuto la casa di michele un altro piccolo pezzo del mio mondo che se ne va quest estate mentre passavo per via i vian ­ allora aveva un altro nome ­ al posto della vecchia casa dove per tanti giorni era stata il nostro rifugio durante i primi anni di guerra ora c era un grosso vuoto presto sarà colmato da una nuova casa più moderna e più bella ma non potrà mai essere più accogliente di quella che era la vecchia dimora dalla strada si saliva per una ripida scala fino al primo piano dove abitava la famiglia risso il papà pensionato delle ferrovie era una persona buona e di poche parole che purtroppo era stato troppo presto colpito da un ictus che lo aveva reso invalido la mamma petronilla era una civallero ed era l ostetrica del paese quasi sempre era fuori casa per il suo lavoro persona molto pia e talmente timorosa di tutto che veniva da chiedersi come facesse ad affrontare le difficoltà della sua professione bianca la figlia mia coetanea raramente si faceva vedere impegnata com era a sostituire la mamma nei lavori di casa elio il figlio maggiore aveva vissuto per molti anni a torino presso la nonna ed aveva frequentato con grande profitto il ginnasio in quella città riflessivo molto studioso aveva lasciato sempre poco spazio al divertimento così che il troppo impegno lo porto ad un esaurimento nervoso molto serio che cercava di guarire tornando a vivere presso la famiglia di tutt altra stoffa era fatto michele giovane esuberante intelligente e spiritoso giocava volentieri a calcio e aveva molti amici in paese la loro casa era diventata un luogo di ritrovo per molti di noi sfaccendati fra questi c ero io enrico quaglia berto capello ed altri ancora si entrava senza chiedere permesso e se non c era nessuno la porta era sempre aperta ci si accomodava nel tinello dove c era un sofà accogliente e si aspettava finché qualcuno si facesse vivo leggiucchiando qualche giornaletto a fumetti non so come ma michele aveva conosciuto un giornalista della sentinella il giornale di cuneo di allora si chiamava molino un tipo piuttosto corpulento e sudaticcio ma che si vantava di avere poteri ipnotici e soprattutto sapeva fare molti giochi di prestigio con le carte con questi ci divertiva per ore specie nelle giornate piovose a volte si esibiva anche in sedute di ipnosi il soggetto da addormentare veniva scelto con il vecchio sistema delle dita intrecciate sopra il capo ricordo ancora le parole che davano inizio all operazione le nocche delle nostre mani sono fatte a coda di rondine per cui sentirete una piccola resistenza quando vi chiederò di staccarle quello fra noi che rimaneva con le dita attanagliate uomini liberi di giulio papi dopo questo comando era il soggetto adatto per proseguire il gioco di solito il prescelto era sempre enrico quaglia che dopo il a me gli occhi cadeva in trance e da quel momento si trovava alla mercé della volontà del molino che gli faceva fare le cose più strane mai sconvolgenti ad una seduta era presente anche il sarto detto l americano che mi ricordo zoppicava da una gamba molino lo invitò a fare al solito enrico una domanda a piacere lui chiese cosa avrebbe dovuto fare per guarire la gamba ammalata la risposta fu riso bollito penserete che a questa risposta fosse seguita una risata generale invece no l invito fu preso molto seriamente anzi si nella foto da destra michele discusse su come doveva una villeggiante giulio essere preso il riso bollito per bocca o sotto forma di impacco da applicare all arto difettoso anni dopo enrico disse che in realtà non era mai stato ipnotizzato e ciò che lui faceva era tutta una recita ancora oggi non so a cosa credere certo che alcune sue esibizioni erano veramente convincenti avemmo in quel periodo il coraggio di mettere su uno spettacolo con numeri di prestidigitazione e di magia che offrimmo gratis ai militari che allora erano numerosi in paese l avvenimento ebbe luogo nei locali del vecchio municipio ricordo in particolare la prestazione di molino sulla trasmissione del pensiero un militare scriveva su un biglietto un azione che doveva essere compiuta per esempio p re n d e re una sigaretta dalla tasca della giacca ed accendermela michele che faceva da tramite leggeva il biglietto e poi trasmetteva il suo pensiero a molino che lo teneva per mano e che ad occhi bendati doveva eseguire l azione incredibilmente molte esibizioni andarono a buon fine michele poi mi spiegò il trucco molino faceva molti tentativi quando faceva il gesto che andava nella direzione giusta michele gli stringeva la mano con intuito e fantasia si compiva il miracolo quanta acqua è passata sotto i ponti da allora michele dopo una brillante carriera come psicologo ci ha lasciati molti anni fa anche bianca non è più fra noi di elio risuonano ancora gli echi degli elogi funebri ora anche la casa se ne è andata non rimane che il mio ricordo a boves la festa delle forze armate e della maggiore vittoria della storia nazionale quella nella prima guerra mondiale nel 1918 quest anno è stata celebrata anchecome momento finale delle celebrazioni per i centocinquanta anni della raggiunta unità patria la celebrazione alle 11 di venerdì 4 novembre al sacrario ha visto la partecipazione di autorità e scolaresche letture il sindaco ed il consigliere provinciale piermario giordano di borgo san dalmazzo presente anche alla finale serata della scuola di pace hanno abbinato concetti patriottici e di esecrazione alla guerra la messa ufficiale immancabile a boves è stata nella cappella di san carlo come di consueto serale domenica 6 mattino buona è stata la presenza di cittadinanza ed autorità per l inaugurazione di monu 4 novembre bovesano la nuova scultura di mao a cuneo mento antistante il santuario di madonna dei boschi nell area verde su iniziativa curata del gruppo alpino cittadino nella circostanza è stata consegnato incorniciato il piastrino di riconoscimento recuperato a miciurinsk il 26 gennaio 2010,alla famiglia del soldato giuseppe giordano bovesano classe 1917 scomparso durante la campagna di russia.le celebrazioni sono state completate dall iniziativa della scuola di pace che ha presentato l anniversario della fine della guerra 1915-18 e la festa delle forze non armate e stata sottolineata l importanza anche a livello di ricerca storica locale della figura dell autore dell immagine usata sulla locandina espressiva disegnata da francesco dalmasso fu domenico detto minicu siri a.tos una carezza da lontano a roma boves kamp ­ folto pubblico per la presentazione romana de una carezza da lontano ed angolo manzoni seconda fatica letteraria dello scrittore nicola pettorino romano di nascita e bovesano di adozione il romanzo è una narrazione a quattro voci dove la storia del nostro paese il ventennio fascista la guerra di mussolini e la guerra civile s interseca con le vicende dei protagonisti la presentazione nella capitale precede quella che vedrà pettorino protagonista a torino un l ex voto l angolo di liliana di liliana pellegrino giornale di boves in streaming sul nuovo sito del giornale di boves www.ilgiornalediboves.it in costruzione saranno inseriti i canali televisivi streaming tv visibili anche per pc mac i-phone i-pad che riporteranno alcuni eventi importanti in città dai consigli comunali in direttta streaming tv alle serata della scuola di pace in diretta streaming tv alle partite sportive del boves calcio e/o altri sport sia in casa che in trasferta per spaziare sui vari eventi/convegni/presentazioni che la città ospiterà oggi la nostalgia di boves mi ha raggiunto senza preavviso con l illusione del tempo fermo sui ricordi riposava la speranza che fosse cambiato di poco ma non è così il tempo ora scorre con una velocità anomala sconvolgendo quella rassicurante di allora e contribuendo a cambiamenti repentini troppo per chi come me era abituato a ritmi che lasciavano ampi spazi di adattabilità genetica il paese era circondato da frazioni sparse un po in collina un po in pianura e tre in montagna me le ricordo bene ognuna aveva la propria autonomia quasi tutte con la scuola elementare ricorrevano al paese per le cose importanti il mercato le grandi processioni del sabato santo il comune e la farmacia un po come le famiglie di allora con molti figli resi presto autonomi per necessità economiche ma che rimanevano comunque il punto fermo e solidale a cui ricorrere nei momenti di reciproca necessità e proprio come le famiglie adesso allargate scomposte disciolte così sono diventate le frazioni boves ha come fondale dominante la bisalta una montagna spropositata per un paese così piccolo la cui protezione a seconda delle stagioni diventava alternativamente rassicurante o minacciosa ma è lei che spegne la luce al giorno facendo tramontare il sole e accende la candela della notte dominando la luna una collinetta più vicina al paese ne ammorbidiva l impatto austero e lì vi era una piccola frazione sant antonio di cui è rimasto il santuario ora muto e spento allora vociante e sempre aperto con accanto una fontana chiacchierina di acqua fresca nella quale accaldati dopo la salita si immergevano le mani sudate affondando i polsi per abbassare la temperatura corporea per la sua esposizione a mezzogiorno godeva di primavere anticipate che scioglievano le nevi e permettevano alle prime viole di fiorire la strada era erta e sassosa quasi un viottolo fra le vigne di cui si conoscevano tutti i proprietari ora con loro sono morte anche le vigne e si arriva in macchina spogli di fatica e di antiche emozioni il verde di un tempo è roso dal grigio che ne cementa la base quelle di allora erano passeggiate divaganti abbinate a riti religiosi propiziatori con canti che imploravano raccolti copiosi in primavera al mattino presto serpeggiando in salita fino alla chiesa dove il santo dispensava grazie a richiesta prima collettive in seguito individuali a testimonianza della sua magnanimità vi erano le pareti ai lati della chiesa coperte di ex voto quadretti trasudanti fede e devozione dipinti alcuni su tavolette di legno e altri su tela questi ultimi a confronto sembravano di scuola raffaellita gli imploranti inginocchiati le mani giunte guardavano verso il dispensatore di grazie che appariva in alto sempre a sinistra sorridente sopra una nuvola con in braccio gesù bambino e in mano un giglio gli uomini a capo scoperto quelli sulla tavoletta di legno quelli su tela pure in segno di devozione però avevano accanto il cappello depositato su una sedia ben visibile come segno di distinguo sociale la richiesta di grazia che prevaleva era relativa alla salute si potevano immaginare le epidemie quando vi erano più persone in un solo letto a cui il pittore digiuno di prospettiva geometrica e per la totale visibilità di tutti i malati dipingeva la fiancata alzandola e creando così una precarietà di equilibrio dei componenti che lasciava immaginare l aggiunta di una grazia preventiva molte le raffigurazioni dedicate alla natività allora ad alto rischio infettivo sia per la puerpera che per il neonato se il bimbo non presentava problemi di salute il marito stava in piedi di fianco al letto e lo teneva in braccio fasciato a salame se invece ad ammalarsi erano entrambi stavano tutti e due a letto con accanto il marito implorante le camere erano disadorne un po meno nei quadretti su tela dove oltre alla sedia era ben visibile un comodino da notte e anche un tavolo il costo del dipinto credo andasse a personaggio difatti nelle camere in piedi non ve ne era mai più di uno quelli allettati venivano pagati meno in quanto mezzobusto vi erano poi le cadute dalle scale a pioli o dai tetti qualcuna dai dirupi per far capire la gravità del caso incominciavano a dipingere sanguinamenti già a metà caduta dove i personaggi erano rappresentati qualcuno addirittura con la testa o gli arti fasciati ancor prima di aver completato la rovinosa corsa c erano anche i cavalli imbizzarriti che grazie all intervento di sant antonio si fermavano a pochi passi da un uomo coraggioso e sacrificale che con le mani alzate frenava la bizzarria del galoppo qualche calesse ribaltato sembrava preludere alle prime auto uscite di strada presumibilmente per imperizia del guidatore essendo a quel tempo il traffico praticamente inesistente tutti i dipinti recavano sul fondo il monogramma vfgr ossia voto fatto grazia ricevuta poi è arrivato il tramonto anche per gli ex voto sono entrati in concorrenza i farmaci la penicillina e gli antibiotici hanno decimato le richieste di grazia a quelle per i problemi psicologici rappresentate da un solo orante ci ha pensato la psicoanalisi accantono anche questo fra i miei stipati ricordi

[close]

p. 5

dicembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 5 tornano i babbi natale noci del cuore le gite dei le iniziative dei commercianti dell associazione la sporta pensionati di fontanelle il comitato dei commercianti la sporta ridiventa per natale gruppo di elfi e torna a proporre la sua iniziativa dei babbi natale artigianali esposti davanti ai negozi cercando di aumentare il numero di partecipanti rispetto ad un anno fa pochi non hanno aderito si può dire si tratta di opera rustico lavoro di rara simpatia ideata l anno scorso da alberto martini commerciante ed artigiano quest anno adottato dall intera sporta come dodici mesi fa la cerimonia di consegna si è tenuta in piazza dell olmo la sera di sabato 3 dicembre l abbinamento tra il babbo ed il suo negozio è rigorosamente estratto a sorte novità di questo 2011 risulta essere un momento gastronomico successivo ancora arricchito a base di ula au furn pizza focaccia caldarroste vin brulè cioccolata calda tutto a chilometri zero prodotto in zona in linea con lo storico spirito bovesano e coi tempi difficili tutto è organizzato finanziandosi con offerte libere il lavoro è diventato davvero serio da catena di montaggio curato da trentaquaranta commercianti con amici e comprensivi famigliari impegnati in vari ruoli sin alle ore piccole sono nati babbi natale di ogni taglia alberi di natale per rotonde collocati alle porte della città davanti alla casa di cura stella del mattino da venerdì 18 novembre casette-stand per iniziative in piazza la castagnata con vin brulè della pro-loco è prevista per domenica 11 dicembre giorno del mercato natalizio il natale in cuntrò granda via partigina per sabato 17 fai la spesa con speesy dal mese di dicembre dopo lungo ed attento lavoro preparatorio vari negozi appartenenti all associazione la sporta metteranno a disposizione della clientela dei carrellini denominati speesy per poter trasportare comodamente i prodotti acquistati gli speesy dotati di maniglia e di ruote sono adatti al trasporto e al traino sono certificati affidabili e realizzati con materiali riciclati per poter sensibilizzare i consumatori ad utilizzare dei metodi alternativi alle buste di plastica per poter usufruire del servizio sarà possibile ritirale nei negozi muniti di apposita locandina previa una cauzione simbolica di 10 euro che verrà restituita alla riconsegna del carrellino alcuni locali dal negozio di vini la botte alle salumerie ed alimentari cavallo da piero e raucci inoltre anche in vista di distributore automatico in piazza borelli onde ridurre la produzione di rifiuti annunciano la loro adesione alla incentivazione della vendita di acqua non più in plastica ma in bottiglie di vetro a rendere a.tos le volontarie della associazione che si occupa di interventi e ricerca a favore di bambini cardiopatici dovendo rifugiarsi sotto i portici di piazza dell olmo per la pioggia son tornate domenica mattina 6 novembre ad offrire noci anche a boves oltre che a cuneo per la raccolta di fondi il circolo pensionati di fontanelle ha partecipato alla gita in romagna e marche,nei giorni 24 25 e 26 dell ottobre scorso una cinquantina i partecipanti hanno visitato ravenna urbino la rocca di gradara san leo l antica montefeltro città d arte e la repubblica di san marino apprezzata la serata alla cà del liscio circolo famoso per i momenti danzanti a ravenna raduno auto il raduno automobilistico di auto sportive è stato finalmente realizzato dopo paio di rinvii a settembre ed ottobre all area mercatale domenica 20 novembre organizzato con risultato eccellente dal giovane appassionato christopher giordanengo che ha collaborato con l assessorato a sport e manifestazioni di sergio giordano oltre che con la pro-loco l iniziativa a costo zero vissuta grazie agli sponsor ha attirato a boves complice giornata climaticamente tiepida davvero tanto pubblico vera folla si è raccolta all area mercatale nel pomeriggio ma già la mattina per il ritrovo in piazza italia vi era molta partecipazione soprattutto da parte dei giovani in tutto sono state una cinquantina le vetture iscritte una metà delle quali ha preso parte alle spettacolari prove dinamiche pomeridiane costate ad ognuna un tre cambi di ruote grande successo delle visite a villa caramelli l circolo dei pensionati bovesani ha organizzato nel pomeriggio di sabato 12 novembre la sua assemblea sociale con relazione a cura del presidente e della segretaria si è fatto bilancio delle attività 2011 le varie feste i momenti gastronomici le serate danzanti le gare a carte i vari filmati di giovanni bianco ai corsi di ballo dal liscio all occitano-provenzale al latino-americano e yoga ospitati alle serate di presentazione di prodotti l ultima sulla magnetoterapia per le gite dopo delusioni del passato ci si è affidati a quelle acli con buoni risultati il bilancio economico è positivo con entrate per 12.052 euro tessere 2.058 euro offerte dai corsi di ballo ospitati per 2.563 euro incassi bar per 2.789 euro incassi sulle feste per 2.189 euro ed uscite per 10.940,58 euro contributo associativo acli per 1.194 euro spese per le serate danzanti di 1.321 euro spese per il bar di 1.802 euro spese per giornali di 272 euro assemblea ed elezioni dei pensionati bovesani spese per le feste di 2.603 euro siae per 812 euro spese ufficio per 1.042 euro acquisto attrezzature scaffale per 120 euro spese per pulizia per 1.772 euro l utile risulta di 1.111 42 euro che fa salire il conto corrente bancario a 4.620,56 euro dovuto a lucido atteggiamento di taglio dei costi in una situazione economica difficile che gli anziani sembrano saper per cepire meglio di altri la somma accantonata servirà ad interventi dei prossimi mesi di ritinteggiatura e pulizia specchi fondamentali restano le sovvenzioni ed i contributi vari tipo quello dalla comunità montana con 1.710 euro che sistemano un risultato di attività ordinaria negativo per 598 euro nel 2010 anno di celebrazione dell anniversario di fondazione si era arrivato a disavanzo di 1.869 euro a tali cifre e dati è arrivata approvazione dei presenti neppure per alzata di mano proprio per corale applauso complimenti sono arrivati anche dal sindaco mario giuliano presente e socio del sodalizio prossimo appuntamento con rinfreschi e tombolata pomeridiana sarà la votazione per il rinnovo del direttivo domenica 11 dicembre tutti i soci sono eleggibili ma è definita lista di quindicina di candidati ai sette posti a disposizione urne aperte tra le 9 e le 12 e le 14,30 e le 16 sono andati esauriti in pochi giorni le prenotazioni in biblioteca per le visite alla ottocentesca villa caramelli tenutesi nelle domeniche di novembre 13 20 e 27 ultima data aggiunta per le tante richieste arrivate l edificio datato 1859 inizialmente fu dei moschetti la famiglia estrosaa proprietaria della attuale vicina ex filanda favole che vi lasciò traccia della sua sensibilità artistica e culturale venata di anticlericalismo l inaugurazione è stata fatta nel pomeriggio di sabato 12 novembre a inviti organizzavano gli amici dei semplici dell ex assessore franco delpiano ed i gruppi raccolti nel tab tavolo delle associazioni bovesane in collaborazione coi proprietari insieme a volontari È seguito generoso rinfresco nella tradizione bovesana hanno partecipato ed era occasione davvero da cercare di non perdere una sessantina di persone il doppio tanti parenti ed amici degli invitati come sempre succede di quanti era stato concepito vista l esiguità di taluni locali in effetti le visite su prenotazione includevano una quindicina appena di persone in effetti erano poi sempre qualcuno in più per permettere ad anna caramelli competente proprietà che fungeva da cicerone insieme agli organizzatori di descrivere con precisione i tanti aspetti interessanti artisticamente di rilievo dell edificio dipinti non affreschi i visitatori hanno potuto ammirare nel contesto la mostra di pro-natura itinerante sul cuneese curata da domenico sanino trasformazione di un territorio riproposta domenica 4 dicembre ad ingresso libero alle scuole medie già si parla di altra analoga iniziativa in primavera e qualcuno si chiede se è ipotizzabile un futuro in cui avere simili spazi a disposizione della comunità a.tos

[close]

p. 6

6 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli dicembre 2011 progetti e cambiamenti grazie scuola materna materna di fontanelle di fontanelle troppo spesso quando si decide di scrivere ad un giornale è per lamentarsi di un cattivo servizio ricevuto si tende a dimenticarsi di quanto possa essere importante un grazie a chi rende migliore quotidianamente la nostra vita ed è proprio questo che desideriamo fare noi mamme che abbiamo la fortuna di veder accolti ogni giorno nella scuola materna di fontanelle frazione di boves i nostri bimbi con un sorriso È una piccola struttura che passa probabilmente inosservata a chi non sappia che proprio lì si trova l asilo di fontanelle come ancora lo chiamano i più oltrepassandone la soglia però si scopre un mondo a misura di bambino le maestre accolgono ogni mattina ciascun pargolo con un sorriso una frase cortese due parole alla mamma che sia un semplice saluto o una rassicurazione per le piccole e gratitudine i nostri bimbi a chi sa andare incontro alle loro esigenze accompagnandoli nel cammino di crescita pittura all informatica dalnon prevaricano mai quelli che sono i tempi e i bisogni dei bambini l elemento di spicco dell organizzazione interna è che le sono sempre al primo posto prima anche delle nostre a volte i genitori amano le imponenti manifestazioni le feste in grande stile non rendendosi conto dello stress che ciò può comportare per dei bimbi dai tre ai cinque anni qui nella naturalezza e nelcreare un ambiente solare e stimolante non soltanto per i bellissimi e colorati ambienti ma forse semplicemente per lettere sentiamo gli insegnanti della scuola domenica 11 giornata di fine anno e votazioni per il rinnovo delle cariche sociali al gruppo alpini boves domenica 11 ci sarà la tradizionale giornata di fine anno al gruppo alpini boves programma a lato il gruppo avendo soci in ogni frazione cambia ogni anno luogo ove celebrare le ss messe e quest anno per rotazione tocca a fontanelle ospitare la funzione sarà officiata da don mauro capello socio bovesano e cappellano militare della taurinense al termine ci sarà come da tradizione il rinfresco nei locali del santuario offerto dal gruppo a tutti i presenti frazionisti soci ed ospiti dopo l aperitivo il gruppo si trasferirà nei locali della sede per il convivio e per proseguire la giornata che quest anno sarà particolarmente importante poiché vi sarà anche la votazione per il rinnovo del consiglio direttivo che reggerà le sorti del gruppo 253 soci per il triennio 2012-2014 i candidati sono 16 oltre agli attuali consiglieri in scadenza sergio rinero capogruppo livio vallauri vicecapogruppo bruno domenico dutto felicino dutto riccardo gastaldi marco giuliano bartolomeo meo mondino fabrizio musso piermarco quaglia giancarlo tutti si ripresentano ricandidati si sono aggiunti baudino davide botta elmo dutto mario esposito domenico mimmo falco sergio e giordano erio gli eletti saranno 13 ma come più volte detto dall attuale capogruppo ogni tre anni bisogna votare il rinnovo delle cariche sociali per precise e giuste disposizioni della sede nazionale ma è un atto che poi per il gruppo resta sulla carta tutti sono invitati alle riunioni indipendentemente dal grado e carica che ricoprono infatti i consigli sono da sempre convocati il martedì o il venerdì quando la sede è aperta e tutti possono partecipare ed hanno diritto di parola più di un socio è rimasto sorpreso dalla notizia che l attuale capogruppo anche se rieletto in consiglio non sarebbe più intenzionato a ricoprire tale carica per evitare malintesi è lo stesso rinero che spiega le motivazioni non ci sono state discussioni attriti o polemiche è una decisione che ho maturato nel corso dell ultimo anno e che ho comunicato al consiglio direttivo già durante la riunione del 4 ottobre per cui non si può neanche considerare una sorpresa come dirò nella relazione morale di domenica 11 questo è un incarico molto prestigioso e importante ma anche molto faticoso e stancante almeno per come ho voluto questa scuola così familiare visione e amore per il proprio fa sì che anche le cuoche oc lavoro cupino un posto nel cuore dei non sono i numeri a far grande la scuola materna di foncon loro sempre cortesi e af tanelle ma l impegno di chi ci fettuose calorose e compren lavora grazie di cuore grazie di sive entrare nella scuola materna tutto le mamme il natale non è solo una data amici degli ospiti sarà anche da commemorare e che ci può l occasione per scambiarci gli contagiare ma è un evento auguri di un natale di pace e per riflettere e farci rivivere lo di amore spirito semplice del presepe associazione volontari che è uno dei simboli di que c.a.s.a il nostro aiuto agli sta festa anziani della casa di riposo che il natale come un sia un occasioimpegno da rinne per scoprire novarsi sempre di più le iniziative che la pace e per abbiamo supraggiungere la gesù con la sua nascita por portato nel corgioia della conso dell anno si divisione fac di dio sono confermaciamo in modo di fronte a tanto amore te in modo posiche gesù il non si può che spalancare tivo riscuotensalvatore sia do un collettivo sempre con noi abitare apprezzamento e che il presequesti appuntape che abbiamenti sono stati mo costruito portati avanti abbracci tutti grazie anche noi sabato 17 alla collaboradicembre alle zione del volonore 15,30 sarà tariato per cui rappresentaè doveroso rinto nella nostra graziare quanti struttura lo si sono dedicati spettacolo paallo svolgimenrole e musica to delle attività lorenzo pavesi all assistenza per un natale insieme prepasti e ai vari parato dai rafesteggiamenti gazzi della parrocchia come l obiettivo finale è diffondere e appuntamento ormai inserito trasformare una sensibilità in nell annuale e tradizionale pe un concreto progetto di relariodo prenatalizio gli anziani zione con la persona anziana vi aspettano per cui rinnoviamo il nostro alla festa che anno dopo appello a chi fosse eventualanno sta riscuotendo sempre mente interessato per un vomaggior successo sarà gra lontariato di rivolgersi alla dita la presenza di parenti e nostra associazione manovra finanziaria ecco cosa cambia per le pensioni la manovra economica recentemente adottata dal governo ha apportando numerose modifiche alla normativa previdenziale che riteniamo utile riepilogare per i nostri lettori pensioni delle donne verso i 65 anni dal 2014 la prima modifica riguarda l età per la pensione di vecchiaia delle lavoratrici del settore privato dipendenti e autonome attualmente fissata a 60 anni dal 2014 infatti inizierà un percorso che gradualmente porterà l età pensionabile delle donne a 65 anni così come per gli uomini si parte dal 2014 con un mese in più oltre i 60 anni per arrivare al 2026 con l ultimo scaglione per le dipendenti pubbliche invece i 65 anni sono necessari già dal prossimo 1° gennaio per effetto della manovra finanziaria dello scorso anno occorre precisare che tale incremento dovrà anche tener conto del meccanismo di adeguamento automatico legato agli andamenti demografici che scatterà dal 2013,anziché dal 2015 anticipo al 2013 dell adeguamento dei requisiti pensionistici all aspettativa di vita viene anticipato infatti al 2013 il nuovo sistema che comporta la modifica degli attuali requisiti di età previsti per la pensione in funzione dell incremento dell aspettativa di vita rilevata dall istat saranno passibili di revisione sia per i lavoratori dipendenti che autonomi l età pensionabile di vecchiaia sia per gli uomini che per le donne i requisiti di età per il pensionamento di anzianità conseguito con il sistema delle quote date dalla somma di età anagrafica anzianità contributiva l adeguamento riguarderà anche l età di 65 anni per avere diritto all assegno sociale in sede di prima attuazione l incremento dell età non potrà comunque superare i 3 mesi nessun adeguamento quindi per le pensioni di anzianità liquidate con 40 anni di contributi indipendentemente dall età anagrafica per i quali tuttavia viene introdotto un posticipo della decorrenza mi guardo intorno del pensionamento decorrenza per le pensioni con 40 anni di contributi a seguito della riforma attuata nel 2010 dal 2011 sia per le pensioni di vecchiaia che di anzianità anche con 40 anni di contributi è stata introdotta un unica finestra di uscita di un anno per i lavoratori dipendenti e di diciotto mesi per i lavoratori autonomi ora una nuova disposizione introduce un ulteriore slittamento della finestra pensionistica per i soggetti che accedono al pensionamento con 40 anni di contributi indipendentemente dall età anagrafica con un posticipo ulteriore della decorrenza pensionistica pari a un mese per i soggetti che maturino i requisiti nel 2012 due mesi per chi li raggiunge nel 2013 e di tre mesi per chi arriva al requisito contributivo dei 40 anni nel 2014 lavoratori dipendenti 2012 tredici mesi dalla maturazione dei 40 anni 2013 quattordici mesi dalla maturazione dei 40 anni 2014 quindici mesi dalla maturazione dei 40 anni lavoratori autonomi 2012 diciannove mesi dalla maturazione dei 40 anni 2013 venti mesi dalla maturazione dei 40 anni 2014 ventuno mesi dalla maturazione dei 40 anni rivalutazione delle pensioni per il biennio 2012-2013 la riforma prevede per le pensioni di importo superiore a cinque volte il trattamento minimo inps circa 2.337 euro mensili una rivalutazione del 70 solo sul limite di fascia fino a tre volte il minimo e nessuna perequazione per la fascia di pensione restante nessuna modifica per i titolari di pensioni di importo non superiore a 3 volte il trattamento minimo circa 1.402 euro mensili che continueranno a godere come finora di una rivalutazione automatica del 100 dell indice istat il patronato epaca della coldiretti è a disposizione di tutti i cittadini per fornire ulteriori ragguagli in merito a quanto commentato pubblicato sul coltivatore il 3.10.2011 interpreptarlo io cercando di essere presente e attivo il più possibile sei anni fa fui votato per la prima mai avrei pensato di poter ricoprire tale carica essendo bovesano da solo una decina d anni poi tre anni fa venni rieletto ad ampia maggioranza ed ora credo che dopo sei anni sia ora di cambiare manico ed avere un nuovo capogruppo non sono un `politico e non sono mai stato attaccato al cadreghino ritenendomi più alpino semplice che comandante essere il massimo esponente di un gruppo importante come boves vuol dire avere un incarico che ti porta ad essere sempre in prima fila mentre io sento la voglia di ritornare nella truppa ed è per questo che credo che sia ora di lasciare anche ad altri questo privilegio ho passato sei anni molto intensi con grandi soddisfazioni anche personali dall aumento dei tesserati all ampliamento della sede alle celebrazioni del 55° e 60° alle adunate nazionali alle tante spese fatte per la struttura di via polveriera all aumento delle presenze nelle serate di apertura quest anno si è avuta una media presenze di 16,5 persone ad ogni apertura il gruppo così come è strutturato ora va molto bene c é molta armonia e voglia di continuare lo dimostra il fatto che tutti gli attuali consiglieri si ripresentano candidati credo che avere un nuovo presidente voglia dire portare al gruppo sia una ventata di novità e si potranno ancora fare tante cose inoltre essendo io sgravato dalle incombenze del capogruppo il mio apporto sarà ancora maggiore e il gruppo ne risentirà positivamente comunque ora aspettiamo l esito delle votazioni e poi come sempre fatto in questi sei anni discuteremo tranquilla mente e valuteremo il da farsi sempre per il bene del gruppo le prenotazioni al pranzo si accettano in sede o dai consiglieri sino al raggiungimento della capienza massima della sede e comunque entro martedì 6 per il rinnovo della cariche sociali il consiglio del gruppo ha stabilito che si potrà votare in sede già nelle serate di venerdì 2 martedì 6 e venerdì 9 così da evitare code affollamenti e ritardi al pranzo di domenica ogni socio potrà presentare tre deleghe nel numero in edicola venerdì 16 i risultati delle votazioni invito i soci a venire a votare nelle serate precedenti la giornata dell 11 dicembre così da evitare intasamenti e ritardi la domenica quando ci sarà già coda per il pagamento del pranzo e non vorremmo iniziare a servire il pasto troppo tardi dopo tale giornata il gruppo avrà ancora un appuntamento che è diventato un classico la serata degli auguri alle famiglie di sabato 17 dalle ore 20,30 in poi si ritroveranno in sede i soci con le rispettive famiglie per scambiarsi gli auguri e alle 22,00 arriverà babbo natale e la sua renna mellanese con i regali per tutti i bambini e le donne presenti per tutti ci sarà spumante bibite panettoni frutta secca e altro ancora per tale serata è necessaria l iscrizione dando nome ed età dei bambini che saranno presenti al fine di poter preparare i regali dopo questi due avvenimenti e durante le festività la sede pur restando sempre aperta nelle giornate di martedì e venerdì non avrà altri appuntamenti sino al 6 gennaio quando si sta pensando a una giornata all insegna delle befane domenica 11 dicembre bravi i ragazzi delle medie bovesane giornata di fine anno sociale 2011 orienteering da campioni la scuola media di boves ha partecipato alle finali provinciali di orienteering che si sono tenute alla certosa di pesio con ottimi risultati i nostri ragazzi sono stati primi nella classifica per squadre sia nella categoria open con dutto cerutti e marandola sia in quella ragazzi con cavallo kroj e mauro sia in quella cadette con chiara becchis giulia beraudo e giulia gardini sia in quella cadetti con paolo cavallo xavier scaiola e vittorio marchisio ottimi piazzamenti hanno ottenuto anche nella categoria ragazzi a coppie secondo e terzo posto i vincitori delle categorie cadetti e cadette accederanno quindi alle regionali.

[close]

p. 7

dicembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 7 ringraziamento i familiari di ringraziamento i familiari del caro 7° anniversario 23-12-2004 23-12-2011 12° anniversario 5-12-1999 5-12-2011 promozione pedona in alto pedona ­ nichelino 0-0 un pari con rimpianti per il pedona contro un avversario non irresistibile la partita non offre grandi spunti di rilievo ed il pareggio accontenta solo gli ospiti prima categoria boves/mdg sempre in vetta boves ­ sommarivese 2-1 un boves determinato soffre ma vince con merito contro la sommarivese il risultato si sblocca al 20 grazie ad un bel rasoterra di ahanotu nella ripresa i padroni di casa continuano ad attaccare e dopo alcune occasioni fallite igor pepino viene atterrato e politano dal dischetto raddoppia gli ospiti accorciano le distanze grazie ad una deviazione fortuita della difesa che beffa cerrato ma la vittoria non sfugge gno e la squadra di volcan si vede costretta a rincorrere al 35 amos pepino riapre la partita ma anche se restano ben 55 minuti per pareggiare gli ospiti non trovano la rete rischiando anche qualcosa in contropiede boves ­ genola 2-1 dimenticata la battuta d arresto a caramagna il boves mdg si rifà con il genola battuto 2 a 1 collezionando la decima vittoria stagionale che consolida il primato in classifica con 31 punti le reti bovesane siglate entrambe nel primo tempo portano da politano al suo undicesimo centro stagionale e di ahanotu nel secondo tempo il goal del genola riapre l incontro ma la difesa bovesana è attenta e la squadra non corre seri pericoli angelo baudino di anni 84 titolare ditta baudino serramenti ringraziano coloro che sono stati vicino in questo momento di dolore un grazie vada al dott paolo pellegrino ed a tutto il personale dell ospedale di comunità di boves per la grande sensibilità dimostrata ai parenti alla sig.ra elena ai soci di leva alle suore clarisse ed agli amici tutti la s messa di trigesima sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di s bartolomeo domenica 11 dicembre alle ore 18 on fun costantino cuneo ­ boves tel 0171 64500 ­ 387909 davide giubergia anni 24 commossi ringraziano affettuosamente tutti coloro che sono stati loro vicini in questo momento di grande dolore un ringraziamento di cuore al sindaco alla giunta comunale e a tutta la comunità di peveragno a don luca a don massimiliano al personale medico ed infermie ristico dell ospedale c.t.o di torino ai compagni di leva ai cari amici di davide a tutti gli amici di mamma papà e delle sorelle alla fidanzata giulia all amica daniela prato e famiglia ai parenti ed ai vicini di casa ss messa di trigesima sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di san lorenzo di peveragno domenica 11 dicembre alle ore 11 on fun brignone tel 0171 67164 cuneo boves peveragno maddalena pellegrino felice peano ringraziamento anniversario nel 22° anniversario della scomparsa di giuseppe marchisio pinu classe 1938 i familiari commossi ringraziano per l affettuosa e solidale partecipazione al loro dolore un grazie particolare lo rivolgono al medico curante dott alessandro baessato ed alle infermiere dell a.d.i che lo hanno assistito ai soci di leva don bruno vicini di casa e parenti tutti la s messa di trigesima sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di san bartolomeo boves giovedì 8 dicembre alle ore 11 16° anniversario marcello toselli i familiari lo ricordano con tanto affetto la tua famiglia la santa messa anniversaria sarà celebrata nel monastero di santa chiara in boves mercoledì 4 gennaio 2012 alle ore 7 18° anniversario michele cavallo tiziana giraudo in migliore i familiari lo ricordano con grande affetto la santa messa anniversaria sarà celebrata nella parrocchia san bartolomeo boves domenica 18 dicembre alle ore 9,30 il tuo ricordo ci accompagna ogni giorno pregheremo per te nella santa messa anniversaria che sarà celebrata nella parrocchia di s bartolomeo boves sabato 17 dicembre alle ore 18 errata corrige l editrice maria tv ci comunica che per le riprese web del consiglio comunale di bovesi il compenso percepito è di 100 euro più iva anziché 150 maria tv e i consigli comunali ciriè ­ pedona 1-1 la santa messa anniversaria sarà celebrata nella parrocchia ancora un pareggio per i ragazzi di macagno che vanno san bartolomeo boves lunedì 5 dicembre alle ore 18 in vantaggio al 20 con pellegrino nella ripresa i pa15° anniversario 6° anniversario droni di casa riagguantano il pareggio ed allo scadere tappero fallisce una grande occasione che grida ancora cameranese ­ boves 2-1 vendetta dopo nove risultati utili consecutivi il boves cade pedona ­ fossano 1-0 battuto dalla forte cameturini sorprende tutti al 90 ranese i bovesani pagae regala finalmente una vit no l approccio alla partita toria ai propri sostenitori troppo morbido i padroni di la partita è equilibrata nel casa nel giro di un quarto primo tempo meglio i bor d ora vanno due volte a segarini mentre la ripresa vede il fossano più intraprendente nel finale il goal michele macario giovanni pellegrino battistin spariglia le carte per la gioil tuo ricordo ci accompagna ia dei ragazzi di macagno bisalta ­ ceva 2-1 ogni giorno il tempo passa ma il tuo ribisalta convincente anche cordo e la tua presenza ci accontro il ceva la vittoria la santa messa anniversaria compagna ogni giorno bilancio del per 2 a 1 premia la reaziola tua famiglia sarà celebrata nella cappella ne avuta dopo la rete dei cerati boves domenica 18 dicebani la ripresa è da incembre alle ore 8,30 on fun brignone tel 0171 67164 corniciare villani pareggia cuneo boves peveragno subito e ranallo completa la festa con il goal allo scatempo di bilanci per il dere new tennis boves il villar ­ bisalta 0-0 nuovo sodalizio nato nel poche emozioni nel match 2011 per prendere il posto fra due squadre in salute il della vecchia società ten villar è più intraprendente nistica bovesana nata a ma non riesce a superare metà degli anni settanta boves ­ atleti bovesani im terzo posto di categoria durante la cena sociale pegnati a metà novembre in risultati prestigiosi anche di fine anno oltre a rinalcune competizioni in re nella mezza maratona di saldare vecchie amicizie gione alla xxv maratona di alba sull impegnativo per è stata l occasione per torino tre podisti bovesani corso collinare quinto po tirare le somme di questi al via fra i circa 3000 parte sto assoluto ii di categoria primi mesi di attività cipanti 123mo posto asso per elio pellegrino secon il nuovo direttivo ha lavoluto undicesimo di catego do posto e successo nella rato con entusiasmo faria per gianluca coniglio categoria per giuseppina cendo leva sulla passione bravo a chiudere la gara in mattone a completare il 2.52.35 primato personale bel risultato per la boves dei tennisti bovesani ed abbassato di circa dieci mi run il 22 piazzamento di inoltre è riuscito ad attinuti e 423 posto per marco stefano paoletti il 35 di rare l attenzione anche da campagna 3.11.44 61 di sergio aime e l 87 di carla parte di appassionati non bovesani categoria mentre manuela remistani agnese ha chiuso i 42,195 torna il 18 dicembre per il il primo bilancio è sicurakm in 3.25.22 ottenendo il nono anno consecutivo la mente positivo ed il nuovo manifestazione podistica sodalizio ha contato ben non competitiva natale ottanta tesserati che han boves ­ battesimo sportidi solidarietà l iniziativa no riempito i tre campi di vo per la nuova asd sporproposta da a.s.d boves parco marquet durante time boves ex ginnastica e danza impegnata nelvendesi motocolti run prevede una corsa tutta la stagione vatore con fresa e lan aperta a tutti tessera per coronare la prima le scorse settimane alla cia neve 10 cv tel 0171 ti e non di circa 6 km con stagione del nuovo corso fase regionale di serie d partenza e arrivo da piazza l associazione ha proposto della federazione ginna380635 dell olmo che sarà precevendesi alloggio in duta da gara per i bambini anche il torneo sociale al stica d italia al via quattro cuneo via mons riberi alla passeggiata ritrovo quale hanno partecipato squadre due maschili e 19 tre camere cucini alle 9 e partenza alle 10 ci quaranta tennisti due femminili con buoni no bagno e cantina tel si potrà iscrivere il giorno nel singolare l ha spun risultati soprattutto nella 3391554198 stesso della gara ad offerta tata enrico anno che in categoria open maschile vendesi casa libera su libera nel corso degli anni finale ha sconfitto filippo emanuele contini daniel tre lati suddivisa in tre sono state tante le attività chiamarello i due atle mandrile federico favalli appartamenti soggiorno benefiche che grazie alla ti sono giunti alla finale ed emanuele giorgis hantinello camera bagno generosità dei podisti la dopo avvincenti incontri no conquistato un ottimo rispettiimpianto centralizzato boves run ha sostenuto sconfiggendo fabbricato di pertinen quest anno l incasso verrà vamente in semifinale secondo posto con 161,500 za con 2700 mq di ter devoluto alla misericordia meme mondino ed enzo punti giungendo a soli 7/10 di punto dalla squadra reno rivoira boves tel di cuneo onlus affiliata politano alla confederazione del nel doppio vittoria della vincitrice il piazzamento 3470841922 vendesi radiatore au le misericordie l attività coppia enzo politano/erio sul secondo gradino del tonomo fondital gazzelle svolta ­ dicono dall asso giordanengo su guido podio ha significato per i ragazzi bovesani la quagas metano potenza ter ciazione ­ ha come scopo becchis/stefano anno mica 5 kw seminuovo tel la costante affermazione ora il tennis bovesano va lificazione per la fase nadella carità e della fraterni in letargo e da l appunta zionale immediatamente 3280283664 tà attraverso opere in socaffittasi magazzino corso ed aiuto dei singoli e mento a tutti i suoi appas a ridosso del podio l altra piazza italia tel 0171 della collettività in modo sionati in primavera compagine sportime con a.b pietro cavallo simone 380635 particolare dei più deboli il vostro ricordo vive in noi ogni giorno bisalta in zona tranquilla l attenta difesa del bisalta che si limita a provarci in contropiede senza particolare incisività ed il pareggio è la logica conseguenza bisalta ­ gem busca 0-1 dopo una serie di buone prestazioni la squadra di bindi incappa in una giornata no dopo un primo tempo incolore gli ospiti colgono al 20 il meritato vantaggio il bisalta cerca il pari ma non riesce a scalfire l attenta difesa buschese buoni risultati e natale di solidarietà boves run new tennis boves sportime boves ai nazionali giordanengo isaac ninotto e daniele pellegrino in campo femminile claudia dutto martina giuliano francesca giuliano lorenza beccaria e sara bellone nonostante qualche imprecisione in alcuni esercizi si sono qualificate alla fase nazionale con l undicesimo posto finale bene anche le più giovani mafalda collidà clara pellegrino carola bisotto federica castellino e rebecca einaudi soddisfazione viene espressa dai tre allenatori bruno dessì e ferrari considerando lo stop forzato della preparazione nel mese di ottobre a causa dei lavori di manutenzione della palestra il risultato è lusinghiero ora lavoreremo per aumentare le difficoltà negli esercizi in vista della fase nazionale marco campagna piccoli annunci

[close]

p. 8

8 auguri di buone feste il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli fiaccolata scuola di pace di adriano toselli musei aperti la prima domenica del mese presepi in santa croce natale in cuntrò granda festa delle associazioni incontri con la popolazione termina il ventennale cori vijò beuvesana il 5 gennaio corso di danza dai pensionati vari presepi nel bovesano le vigne di giovanni bianco concerto d avvento coro pacem in terris del morti bianche clarisse incontri preghiera donazione avis augura buon natale e felice anno nuovo e da dicembre anche taglio uomo

[close]

Comments

no comments yet