Il Giornale di Boves,Beinette, Peveragno, Borgo S.Dalmazzo, Chiusa e Valli NOVEMBRE 2011

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

anno xxxv n 11 novembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 2,30 il giornale di boves-peveragno-borgos.dalmazzo peveragno chiusa p e valli ideatore e fondatore luciano pellegrino direttore ad honorem costanzo martini primalpe edizioni direttore responsabile daniela pellegrino autorizz tribunale di cuneo draghi salverà l euro e l europa per mario draghi debuttare con una decisione rapida e coraggiosa ottenendo l appoggio unanime del consiglio bce tedeschi compresi è stato un bel colpo a suggerire un calo dei tassi nell area euro erano il fmi l ocse dietro le quinte anche gli usa ma se non fosse riuscito a portare dalla propria parte anche il rappresentante della bundesbank forse il neo-presidente avrebbe preferito rinviare di un mese fare presto occorreva perché l area euro come ha detto si sta avviando a una lieve recessione abbassare i tassi può attenuare la frenata della produzione occorreva però contra crisi economica il comune corre ai ripari consiglio comunale via libera alla gioielli di famiglia in vendita il comune mette in vendita i gioielli di famiglia con una delibera di giunta storica indicativa dei tempi che stiamo attraversando la numero 189 delle ore 17 dell 11 ottobre 2011 votata unanimemente di tutti i partecipanti tra cui mancava solo il sindaco in vacanza in argentina il comune mette in vendita lo stabile di via beppe lerda 2 la prima parallela a piazza borelli nello stesso isolato del bar roma e del municipio dove è la sede della polizia municipale e della protezione civile dal quale intende ricavare 400.000 euro e non solo anche parte del terreno vicino alla casa di riposo che verrà reso edificabile per il quale sono previsti 150 mila euro in effetti è praticamente dall inizio di questo mandato amministrativo che in quasi tutti i discorsi del sindaco risuonano le parole che richiamano alla gravità economica ed alla difficoltà di rispettare equilibri di bilancio ritenuti fondamentali per il futuro comunale il titolo è abbastanza anonimo tanto da farla sembrar cosa alquanto formale burocratica obiettivi patto di stabilità 2011/2013 ma le decisioni prese sono davvero pesanti pietre miliari nell amministrazione bovesana in base alle decisioni regionali di un peggioramento del saldo programmatico oltre al decreto legge statale che prevede tagli ai comuni che costeranno a boves un aumen fabbrica del suono a.tos l argomento principale del consiglio di venerdì 28 ottobre è stata la convenzione con la fabbrica del suono in una atmosfera inusualmente tranquilla l assemblea è iniziata col sindaco che ha relazionato,sul suo viaggio in argentina alle celebrazioni del centenario della amica cittadina di balnearia iniziativa portata avanti come tutte le missioni di rappresentanza da mesi senza pesare sui contribuenti a spese completamenti degli amministratori per il resto entusiasta si è confermato il bilancio dell esperienza sono molto legati all italia ho parlato quasi sempre piemontese e mi hanno capito ha poi letto lettera di ernesto zanella che chiede di ricordare silvio brignone bovesano sessantenne con una vita lavorativa all estero tra brasile e cina segnalatosi per le capacità professionali e lo spessore umano tanto da meritarsi la nomina a commendatore dell ordine della stella portando lustro ed onore quindi anche alla città di origine maurizio paoletti ha esordito ricordando la cerimonia di inaugurazione del cippo con lapide dei caduti frazionali posto degli alpini a madonna dei boschi domenica mattina 6 novembre ha fatto paragone tra il riconoscimento dei meriti di silvio brignone e la consegna ai famigliari della piastrina del giovane bovesano giuseppe giordano soldato scomparso durante la campagna di russia della scorsa guerra mondiale sulla ex filanda favole il vicesindaco parlando di tristemente nota cittadella della letteratura ha ricordato un percorso non condiviso dal suo gruppo allora all opposizione ha fatto notare che la scelta di vendere pezzo del municipio e non il grande stabile nasce da vincoli che vengono dai vari contributi ricevuti restituire i quali sarebbe estremamente antieconomico la convenzione ha anche ora garanzia fidejussoria sentiti consulenti regionali pare soddisfare tutti l associazione di venasca ambisce a locali di simili dimensioni per ampliare le sue iniziative david parola ha chiesto esaudito che lo sconto previsto per i ragazzi bovesani che visiteranno la struttura sia allargato a quelli di tutta la comunità montana maria peano ha lamentato solo che il tono del vicesindaco sia stato da omelia funebre anche se poi il voto favorevole è stato unanime per una volta tanto il primo cittadino ha annunciato di portare lui note di ottimismo riconoscendo i meriti della passata amministrazione nel recuperare la struttura ricordando l entusiasmo che aveva suscitato in lui la visita fatta durante la campagna elettorale a venasca insieme continua a pagina 2 dal vertice di cannes giunge voce che la cancelliera angela merkel non sarebbe entusiasta della decisione bce può zione sconcerto rafforzamento di pregiudizi però nel vasto mondo i commenti sono tutti positivi compresi quelli di diche il neo-presidente si troverà davanti d ora in poi nel suo si che minaccia l euro la strada da percorrere va inventata senza poter appoggiarsi su precedenti poiché una parte grossa dei rischi viene in questo momento dal suo paese l ibce seguirà i trattati europei sull acquisto di titoli pubblici dei paesi sotto attacco dei mercati ­ il soccorso che in queste ore trattiene l italia dall essere trascinata in un vortice grebce se non addirittura un pochino meno draghi qui è ben cosciente di essere tirato per la giacca da due parti opposte all apparenza si scorge una battaglia di idee economisti anglosassoni lo incitano a rivoluzionare il ruolo della bce schierandola a difesa dell euro con tutti i suoi mezzi anche spendaccioni economisti tedeschi al contrario vedono la bce già destabilizzata da ciò che ha già fatto incapace di mantenere stabile la moneta se le cose dovessero volgere al peggio nia dall altra riguarda quali pericoli si possono correre e quali no per salvare l euro draghi da buon pragmatico no azioni politiche da parte dei governi ma la bce è sempre più sola se l efsf il fondo per soccorrere i paesi euro in ta senza tentare di dare lui la risposta alla domanda che ha preferito ritorcere sul giornalista inglese che gliela poneva michelangelo pellegrino to di circa 100.000 euro su quanto prima stabilito con conseguenza definite devastanti sulla spesa corrente di fronte a questa situazione la giunta ha deliberato la possibilità di un aumento dell addizionale comunale irpef uno 0,2 sin al massimo dello 0,8 con introiti stimati in 222.000 euro una lotta all evasione fiscale in collaborazione col ministero da cui ricavare 15-20.000 euro in più dallo stato e 3035.000 dai propri controlli non bastando questo si è andati a toccare il patrimonio ci ha spiegato il sindaco abbiamo dovuto farlo si poteva evitare solo non procedendo a suo tempo un annetto or sono a quegli interventi che abbiamo deciso di portare avanti anche non prevedendo l evoluzione della situazione così si è scelto di monetizzare con beni immobili ci continua a spiegare il primo cittadino non serviva pensare a limitarsi ad altri stabili come le ex scuole elementari di sant anna e castellar che avrebbero creato problemi di sistemazione di associazioni i comitati frazionali e l ambac facendoci ricavare solo alcune decine di migliaia di euro oltre all edificio in piazza in vendita con ricavo ipotizzato in 150.000 euro è anche parte del terreno vicino alla casa di riposo che verrà reso edificabile parte minoritaria senza compromettere le possibilità di sviluppo strutturale della monsignor calandri al momento classificato ancora come verde verranno aumentate le tariffe dei servizi a domanda le ultime righe parlano della tassa rifiuti tarsu che dovrà coprire i costi di smaltimento al 100 era stata ridotta pochi mesi fa sei-otto con l amministrazione che molto aveva voluto sottolinearlo ora se non ci sono quindi riduzioni del costo del servizio o della produzione di rifiuti la differenziata ora è ben al 47 potrebbe crescere di nuovo adriano toselli the show must go on cannes è una gran bella città della costa azzurra la città dei divi del cinema forse per questo hanno voluto farci il g20 e noi italiani seppur inconsapevoli siamo diventati attori ed mister b ancora una volta ha dimostrato di essere un un attore consumato uno showman in piena regola peccato che come probabilmente accade dal 1994 ad oggi si sia dimenticato che è anche il presidente del consiglio del ed invece cosa ti inventa che in giro c è troppo pessimismo che la colpa è dei giornalisti di sinistra degli speculatori del governo prodi per il cambio lira/euro ma che in fondo gli italiani sono felici i ristoranti sono pieni i viaggi si sprecano non è bastata la letterina a babbo morto per diventare credibile quella l ha persa da tempo con i bunga bunga gli aiuti ai tarantini gli incubi ricorrenti nei quali vede giornalisti magistrati bambini preti comunisti ma sarebbe riduttivo addossargli ogni responsabilità perché sono in molti a doverla condividere a partire da coloro che gli hanno creduto e chi continuamente lo sostiene sino ai suoi oppositori e mentre il paese viene sottoposto a sorveglianza dal fondo monetario ed i mercati si stanno fumando i risparmi della gente e le banche chiudono i cordoni della borsa mettendo in continua come se niente fosse il teatro della contrapposizione perché in fondo the show must go on lo spettacolo deve continuare il governo collassa con provvedimenti che non convincono nessuno la maggioranza perde i pezzi e sull altro fronte non esistono maggioranze alternative non sui numeri ma quel che è peggio sui progetti spuntano gli indignati che diventano strumento di una parte politica mentre dovrebbero indignarsi contro oltre quarant anni di sprechi scandalizzandosi della politica a 360 gradi sindacati compresi a proposito qualcuno vuol ricordare loro dove erano quando negli anni settanta quando furono introdotte le baby pensioni tanto per fare un esempio sinistra questo paese non uscirà da nessuna crisi non sarà mai credibile e non basteranno dieci cento mille draghi per salvarci dal disastro e dopo il tramonto della grande illusione che ha cercato di regalarci mister b sulle macerie di un paese il rischio è l ascesa di un potere forte che richiama ad epoche non proprio felici vogliamo veramente che questo accada aldo baudino viaggio in argentina con il primo cittadino bovesani a balnearia comunità in festa con don andrea il sindaco di boves ha scritto entusiasta della stupenda accoglienza ricevuta alle celebrazioni per i cento anni di fondazione della città argentina di balnearia oltre che dell ottimo trattamento che è stato riservato a lui ed alla delegazione che lo accompagna tutti in buona salute e contenti quella nella città amica dai tempi dei viaggi dello scomparso ex-consigliere comunale remo marinacci marchigiano di nascita cresciuto in argentina dove sempre superbamente si è stato ospitati è solo la prima tappa di un itinerario che è arrivato in due settimane sin al profondo sud del continente in quella parte del globo si era in primavera con tempo buono di ritorno non ha nascosto la sua soddisfazione per l accoglienza definita semplicemente trionfale tale soddisfazione è diventata quasi commozione quando i visitatori si son trovati davanti a vero e proprio monumento in una piazza dedicato al gemellaggio col centro ai piedi della bisalta che da quelle parti è dato come qualcosa di fatto mario giuliano però accenna a taluni dubbi e stato stupendo viaggio nel quale abbiamo girato tutta la grande nazione oltre-oceano sin alla patagonia certo i costi non sono stati irrilevanti e proprio questo che fa sopravvivere riserve in me su questo legame la enorme distanza che porta il solo costo del viaggio senza contare il soggiorno sui mille euro pur ottenendo ogni sconto possibile delle tariffe aeree il certo è che di questi tempi simili cifre non possono venir addebitate a spese di rappresentanza e se si vorranno avere altri scambi di visite bisognerà come stavolta puntare solo su iniziative di privati che a loro volta non paiono proprio attraversare anche essi il momento di massima disponibilità finanziaria a.t boves kamp la festa della comunità in programma domenica 30 ottobre ha rappresentato l occasione per la parrocchia di san bartolomeo per portare il saluto a don andrea adamo dal mese di settembre a roma per proseguire gli studi teologici il programma della giornata vissuta in compagnia dell ex vice parroco si è aperto con la s messa delle 11 officiata proprio dal giovane sacerdote alle 12.30 il pranzo a base di polenta cui sono seguiti i giochi per grandi e bambini nel pomeriggio la festa si è spostata in teatro con proiezioni di foto e filmati di don andrea nelle tante attività portate avanti con impegno e gioia in questi anni bovesani alle 16 la chiusura della giornata con la preghiera comunitaria.

[close]

p. 2

2 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli novembre 2011 dalla prima pagina dalla prima pagina consiglio comunale via libera alla fabbrica del suono agli altri candidati sindaco intravedendo la possibilità di sviluppo turistico e stato confermato l uso promiscuo del grande salone al primo piano a disposizione del comune per dodici settimane l anno formula che ricalca l accordo di gestione del palazzetto nel scegliere il periodo si valuteranno le spese di riscaldamento capienza di centocinquanta-duecento persone da sandro gastinelli l appello a chiamare l iniziativa che si dovrebbe ospitare per identificarla come atlante dei suoni per l utilizzo di altri locali bisognerà valutare la destinazione di quelli della parte nuova fra le ipotesi la collocazione della biblioteca per trasformare le due stanze sottostanti da magazzini in luogo giovani ed artisti serviranno alcuni lavori e nuovo contributo inoltre si sta cercando di recuperare quello della fondazione cassa di risparmio di torino per gli arredi della biblioteca al regolamento edilizio comunale sono state aggiunte le linee guida di supporto alla progettazione per il recupero dei fabbricati rurali ossia il manuale sulle caratteristiche architettoniche degli insediamenti rurali creazione del gruppo di azione locale che sarà disponibile all ufficio urbanistica perplessità in comunità montana per il timore che vi siano aspetti non coerenti con le tradizioni architettoniche della zona oltre boves è stata approvata con riserva solo da peveragno il motivo dell assenso bovesano è legato al desiderio di trovare fondi per progetto di adeguamento alla cascina marquet che si è deciso di far diventare polo museale comunale come ha ammesso lo stesso paoletti se ne sono assorbite solo le linee giuda lo spirito e non il dettaglio lasciando spazio alle deroghe questo ha sollevato le perplessità di sandro gastinelli cui si è associata maria peano in un settore sempre fondamentale per l economia locale come l urbanistica dove girano i soldi importante è stabilire bene quali siano queste deroghe e che siano uguali per tutti l assessore matteo ravera ha cercato di tranquillizzare spiegando che la questione riguarda l ufficio tecnico che si tratta solo di formalizzare linee guida che già si seguivano la vicenda dovrebbe riguardare comunque un numero limitato di interventi sandro gastinelli ha chiesto sconti sugli oneri di urbanizzazione e sull ici a chi ristruttura i rustici facendo notare i minori costi per il comune dalle fognature ai trasporti scolastici il sindaco ha replicato ricordando le difficoltà finanziarie che non lo rendono possibile più possibilista per il futuro maurizio paoletti alla fine del discorso è arrivata altra incredibile unanimità approvati prelevamenti dal fondo di riserva 600 euro per restituzione di multa pagata indebitamente 500 euro per la festa del ringraziamento 100 euro per le corone delle celebrazioni del iv novembre 300 euro per le riprese di maria tv in consiglio 1.682 euro per il progetto del bando proposto dal gal 150 euro di rimborso per doppio pagamento trasporto scolastico ricapitolando con l assessore alle finanze luigi soffietti la questione lavori pare questa i lavori al tetto del municipio sono sospesi si valutano taluni rattoppi al più quelli all ascensore sui 200.000 euro 180.000 20.000 procedono sfruttando utilizzo dell avanzo amministrativo tutto questo per rispettare il patto di stabilità nel 2011 e 2012 alla cascina marquet si spera per gli interventi alla struttura museale nel contributo del bando g.a.l i 130.000 euro concessi nei mesi scorsi dalla regione per l ascensore verranno stornati alla ristrutturazione dei locali dell attuale museo del fungo da trasformare in ufficio della polizia locale pare che le idee dell amministrazione per l utilizzo dei locali a disposizione siano abbastanza definite la loro realizzazione sta procedendo invece a tratti come si può dipendendo dalle poche risorse utilizzabili adriano toselli acconto irpef entro il 30 novembre nuovi calcoli per la cedolare secca sugli affitti la data è vicina scade mercoledì 30 novembre il termine ultimo per versare l acconto irpef per l anno 2011 perche si deve versare l acconto il fisco pretende che il contribuente che ha presentato il modello uni.co cioè il vecchio 740 o il modello 730 versi entro novembre la quasi totalità attualmente il 99 delle imposte relative al reddito che si sta conseguendo nell anno corrente tenuto conto naturalmente di eventuali oneri detraibili o deducibili o di quindi il contribuente entro novembre 2011 deve versare il 99 delle imposte relative al reddito 2011 al netto per esempio delle detrazioni concesse per oneri detraibili sostenuti nel 2011 quali spese per visite mediche specialistiche o interessi su mutui prima casa etc l amministrazione finanziaria vuole cioè incassare le imposte man mano che il reddito relativo si sta formando e il meccanismo che ben conoscono i dipendenti ed i pensionati i quali ogni mese percepiscono in busta paga lo stipendio o la pensione già al netto delle imposte sotto forma re di lavoro o dall ente erogante la pensione il problema è che a novembre il reddito dell anno e gli oneri detraibili o deducibili le detrazioni solamente l anno successivo con la presentazione del modello uni co di dichiarazione dei redditi riprendendo i dati dell esempio a novembre 2011 non si conosce ancora con certezza l importo esatto del reddito di tutto l anno 2011 lo si può solamente presumere nato l anno successivo quando a giugno/luglio del 2012 verrà predisposto il modello uni.co per i redditi conseguiti ed oramai certi nel 2011 per garantirsi in ogni caso un buon incasso il fisco ha risolto la questione in modo matematico per il calcolo dell acconto si devono considerare i più recenti dati reddituali disponibili cioè quelli dell uni.co presentato alcuni mesi prima continuando nell esempio l acconto per l anno 2011 da versare nel corso del 2011 dovrà essere calcolato sulle imposte relative al reddito 2010 dichiarate con il modello uni co presentato per i contribuenti non imprenditori o professionisti postale oppure in via telematica vedremo meglio più avanti che è comunque fatta salva la possibilità di versare l acconto non determinandolo in modo matematico bensì calcolandolo sulle minori imposte che si presume di pagare rispetto all anno precedente se presumo che le imposte del 2011 siano più basse esempio euro 1.500 rispetto a quelle pagate per il 2010 esempio euro 2.000 posso calcolare e versare in acconto per il 2011 il 99 delle minori imposte presunte del 2011 cioè il 99 di euro 1.500 chi deve versare l acconto se l acconto debba essere versato oppure no se l importo del rigo rn33 differenza di uni.co 2011 persone fisiche non supera euro 51,65 non è dovuto acconto va invece versato l acconto quando rn33 f come fisco a cura del dott commercialista giuseppe pellegrino nel 2012 con la presentazione di uni.co 2012 errata per difetto 3 il versamento non rateizzabile va effettuato utilizzando il modello 4 i lavoratori dipendenti ed i pensionati che hanno dichiarato i propri redditi tramite il modello 730 sono esclusi dall adempimento in tal caso infatti il versamento degli acconti viene effettuato direttamente dal datore di lavoro o dall ente previdenziale trattenendo il relativo importo dallo stipendio o dalla rata di pensione del contribuente 5 i soggetti che per la prima volta nel 2011 percepiscono redditi assoggettati ad irpef e che pertanto non hanno presentato né uni co 2011 né il modello 730/2011 sono esclusi dall obbligo di versamento dell acconto differimento per il versamento degli acconti lo scorso anno l art 55 della l 122/2010 aveva previsto che con decreti del presidente del consiglio dei ministri venisse disposto il differimento del versamento degli acconti irpef relativi al 2011 e al 2012 nei limiti stabiliti con gli stessi decreti con l obiettivo di immettere liquidità nel sistema delle famiglie in sostanza si intendeva far versare minori acconti esempio entro novembre 2011 per versare di più a saldo l anno successivo con la presentazione della dichiarazione dei redditi continuando con l esempio con la presentazione di unico 2012 ora però che alla crisi economica si è aggiunto il problema del debito pubblico tale legge pare essere lettera morta in quanto dei decreti di attuazione non c è tracse al momento del versamento i decreti siano stati pubblicati le prospettive non fanno però ben sperare novita cedolare secca gli acconti di imposta possono cambiare per chi ha optato per il versamento della c.d cedolare pagando l acconto 2011 sulla cedolare l acconto irpef 2011 potrebbe ridursi o addirittura annullarsi per l agenzia delle entrate l acconto irpef si ritiene infatti correttamente determinato se l imponibile su cui si calcola è pari a quello che emerge dalla dichiarazione per l anno precedente con l esclusione del canone ora soggetto a cedolare ogni caso va per quanto riguarda la cedolare secca l acconto 2011 è pari all 85 dell imposta sostitutiva dovuta da versare entro il 30 novembre se l importo complessivo non supera ¤ 257,52 in due rate con gli stessi termini e modalità previste per l irpef ossia il 40 dell 85 a luglio e il restante 60 dell 85 al 30 novembre con possibilità di rateazione della prima rata se il contratto da assoggettare a cedolare secca ha decorrenza successiva al 31 maggio 2011 l acconto dell 85 sarà versato in unica soluzione entro il 30 novembre 2011 se il contratto ha una decorrenza successiva al 31 ottobre 2011 il versamento in acconto 2011 non è invece dovuto si ribadisce che va posta particolare attenzione nell effettuazione dei calcoli di questo nuovo adempimento soprattutto quando si vogliano contestualmente ridurre gli acconti irpef da versare è di importo superiore ad euro 51,65 dato che tutti gli importi della dichiarazione sono espressi in unità di euro in pratica l acconto risulta dovuto qualora l importo del rigo rn33 sia pari o superiore a 52,00 euro attenzione al rigo rn33 differenza del modello uni.co se e pari o supera euro 52,00 l acconto e dovuto se e inferiore ad euro 52,00 l acconto non e dovuto come calcolare l acconto i contribuenti per i quali il rigo rn33 differenza di uni.co 2011 è di importo pari o superiore ad euro 52,00 devono l acconto nella misura del 99 dello stesso rn33 l acconto totale così liquidato va versato in due rate ipotesi a o in unica soluzione ipotesi b ipotesi a se l acconto totale ottenuto è pari o superiore a 257,52 euro a giugno/luglio di quest anno è già stato versato il 40 di quanto complessivamente dovuto così che entro il prossimo 30 novembre va versato il saldo pari al 60 del 99 cioè il 59,4 di rn33 è un po complicato più semplicemente si può calcolare il 99 del rigo rn33 e dal risultato sottrarre quanto già versato a giugno se il versamento è stato effettuato con la proroga dal versamento complessivo va esclusa la maggiorazione dello 0,40 esempio rigo rn33 di uni.co.2011 euro 1.000 euro 1.000 rn33 x 99 euro 990,00 acconto totale euro 990 acconto totale x 40 euro 396,00 primo acconto di giugno euro 990 acconto totale x 60 euro 594,00 ottenibile anche da euro 990 acconto totale meno euro 396 acconto di giugno acconto da versare entro il 30 novembre ipotesi b se l acconto totale è inferiore a 257,52 euro l importo va versato in unica soluzione entro il prossimo 30 novembre esempio rigo rn33 di uni.co.2011 euro 200 euro 200 rn33 x 99 euro 198,00 acconto totale da versare in rata unica entro il 30 novembre in generale 1 e bene ricordare che il contribuente può dedurre dall acconto da versare il proprio credito verso il fisco indicato nel quadro rx colonna 4 credito da utilizzare in compensazione e/o in detrazione esempio rigo rn33 di uni.co.2011 euro 200 rigo rx1 col 4 di uni.co.2011 euro 48 euro 200 rn33 x 99 euro 198,00 acconto totale euro 198 48 rx1 col 4 euro 150,00 acconto da versare in unica soluzione entro il 30 novembre 2 se il contribuente prevede invece una minore irpef per il 2011 per esempio perchè si presume di conseguire nel 2011 un reddito minore rispetto al 2010 oppure perchè si ritiene verranno sostenute più spese detraibili o oneri deducibili quali spese mediche specialistiche interessi su mutui prima casa etc può calcolare l acconto da versare sulla base di tale minore imposta attenzione però sono dovute pesanti sanzioni ed interessi nel caso in cui tale previsione risulti poi a consuntivo su internet il dramma del 19 settembre 43 boves kamp ­ potere della tecnologia e dei nuovi mezzi di comunicazione ha permesso di rispolverare un video documentario realizzato dalla rai e riguardante l eccidio del 19 settembre 1943 oltre undici minuti in cui grazie a testimonianze e documenti del processo contro i responsabili della strage viene ricostruito anche con filmato quanto successo in quel terribile giorno che ha segnato la storia della città e dell italia il tam tam scatenatosi su facebook ha permesso a molti di vedere il video accessibile sul sito di raiscuola all indirizzo http www.raiscuola.rai.it/video/3572/bovesleccidio-la-resistenza/default.aspx immagini che emozionano permettono di ricordare e bene si inseriscono in quella ricerca storica che grazie alla parrocchia di san bartolomeo e in particolare a piergiorgio peano e luigi pellegrino ha permesso di fare conoscere meglio quanto successo quel giorno di 68 anni fa vandali dei cassonetti boves kamp ­ nuovo atto vandalico a boves nella notte fra sabato 22 e domenica 23 ottobre i cassonetti della raccolta differenziata di via peveragno sono stati nuovamente presi di mira da vandali quattro contenitori su sei sono stati rovesciati a terra la popolazione bovesana si è quindi risvegliata con la sorpresa di rifiuti sparsi sul selciato proprio davanti al parco giochi vicino alla chiesa di san rocco già lo scorso anno gli stessi contenitori erano stati presi di mira segno di mancanza di rispetto e di amore per ciò che è pubblico le gru delle scuole san carlo tutti gli anni le scuole tecniche san carlo con in prima fila la giovane professoressa elena giraudo cercano per rendere migliore più sentita e completa la preparazione culturale degli allievi di sviluppare discorso realizzare progetto nel passato è toccato alla memoria storica che li ha portati a sentire i racconti dei sopravvissuti dei tremendi anni della seconda guerra mondiale stavolta si affronterà il discorso della pace con una iniziativa curiosa i mille origami di gru e antica tradizione giapponese che tali animali e le relative rappresentazioni portino bene tanto da portare alla realizzazione di un desiderio per crearne mille fu la sfida a metà degli anni cinquanta di una giovane dodicenne nipponica sadako sasaki ammalatasi di leucemia per effetto delle radiazioni atomiche della bomba su hiroshima di dieci anni prima per eviragazzi dell istituto tecnico `velso mucci di bra una classe quarta coordinata da monica lerda si occuperà di ideare degli elementi grafici da introdurre nella carta che useremo quadretti 15x15 per una parte delle gru per le altre useremo carta da origami giapponese di vari colori e decori e realizzeranno una locandina-manifesto per promuovere l iniziativa gli origami saranno appesi a struttura realizzata dagli allievi della seconda ci stiamo organizzando per condire il tutto con qualche lettura `costruttiva per ora posso dirti che in seconda leggeremo sicuramente il libro di franca formento `quanti sono i pedro ad inizio ottobre abbiamo piegato le nostre prime trenta gru con i ragazzi di terza e seconda adesso ce ne mancano solo più 970 siamo all inizio di questo viaggio il completamento delle gru è previsto per il prossimo maggio tare vanamente la morte quando ormai ne mancavano poche al fatidico migliaio era a quota seicentosessantaquattro gli amici piegarono le restanti le fu dedicato monumento al parco della pace della sua città ci spiega la professoressa giraudo abbiamo collaborazione della scuola di pace e della associazione santos-milani da cui ci è arrivata piena adesione sicuramente organizzeremo una `giornata aperta di piegatura delle gru in un momento dell anno che potrebbe essere ad esempio il 25 aprile o altra data da verificare coinvolgendo i bambini delle scuole medie o gli studenti delle altre scuole e chissà magari anche un pubblico adulto mi hanno inoltre parlato della possibilità di esporre l installazione in occasione del campo acmos con i giovani previsto per la prossima estate magari al palazzetto o il borelli saranno nostri partners i

[close]

p. 3

novembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 3 il comitato dei santi coronati di fontanelle in collaborazione con la pro loco il comune e la cassa rurale ha organizzato la sua festa nel mese di ottobre resta per la sua ricchezza e varietà una di quelle da non perdere di certo nonostante la frazione si senta mondo a sé un vero esempio della cura per queste manifestazioni che si ha nel bovesano sabato sera 8 ottobre erano oltre in centotrenta a partecipare alla introduttiva cena fra amici al ristorante da politano musica dal vivo con la music love dual band domenica 9 ottobre nel pomeriggio vi è stato uno dei momenti più suggestivo dal sapore quasi occitanoprovenzale la processione accompagnata dalla banda musicale bovesana silvio pellico e cambio di consegne simboleggiate dalle bandiere tra i massari raro vedere tante esposizione diverse dalla ricca mostra ortofrutticola autunnale alla esposizione di vari artisti locali fontanellesi soprattutto ma non solo da adriano pellegrino griota con i suoi ritratti naif dei padri della patria alle fotografie di cristiano cerato e ivan dutto del circolo cittadino l otturatore ai lavori nei più svariati stili e materiali di beppe bosio ida dutto delicatissime composizioni in stoffa pasqualino dutto federico cavallo giovanni viale ai babbi natale della associazione la sporta dei commercianti bovesani che annunciano il loro ritorno per inizio dicembre ad immagini e riflessioni dall india e nepal agli festa coronati a fontanelle anniversari matrimoni ecologici motori stirling alla mostra fotografica i leve et la pro curatissima nata da attenta ricerca per avere tutte le fotografie che era possibile reperire alla l aia in piazza esposizione animali rurali in cornice che è parsa più adatta della piazza bovesana di mestieri e città ma a fontanelle come nell altra grande frazione bovesana rivoira non basta un fine settimana di festa ne sono organizzate due infatti sette giorni dopo ha ripetu to il successo iniziale frutto del lavoro di comitato numeroso ed affiatato giovedì sera 13 erano in oltre centocinquanta alla grande polentata frazione ancora di più e questo fa notizia per la serata à culturale dedicata alla memoria della comunità con la proiezione del filmato la prò e i praciulin dagli anni sessanta in poi vera integrazione della esposizione fotografica del fine settimana precedente venerdì sera 14 grande partecipazione per la terza edizione del karaoke et la prò condotto ancora da incontenibile mauro racca sabato sera 16 la gran bagna cauda suta u tendun ha visto duecento commensali il tutto esaurito domenica 16 ottobre sono tornate le esposizioni se la domenica prima il taglio era stato più artistico stavolta si è scelta la chiave artigianale di antichi mestieri con la esposizione in curata ambientazione degli attrezzi di una volta recuperati da luigi varrone con l iniziativa dal chicco di grano al pane fatto a mano percorso dimostrativo sulla preparazione del pane come ai tempi dei nostri nonni con i cesti intrecciati da adriano griota pellegrino anche lui reduce da dimostrazioni cuneesi con le sedie impagliate di maresa barbero il tutto è stato concluso con le musiche dei pure magic folk e castagnata accompagnata da vin brulè come tutti gli anni la prima domenica di ottobre quest anno il 2 la parrocchiale di boves san bartolomeo ha celebrato gli anniversari di matrimonio coppie che si sono coniugate dai cinque a cinquanta anni prima negli anni scorsi vi erano stati anche dei coniugi da sessanta anni dedicandovi la funzione delle 11 messa grande prima della foto e del pranzo alcuni a casa altri in locali cittadini e non solo le copie presenti erano cinquantanove di cui due fontanellesi in passate occasioni sono state anche di più sin verso l ottantina in una chiesa addobbata dalle spose con rose bianche ed arancioni quattro erano le coppie alle nozze d oro ben dodici a festeggiare i quarantacinque anni insieme nove ed otto i trentacinque e trenta con il parroco ha celebrato don dario bottero di san benigno diacono che dovrebbe essere ordinato sacerdote entro fine anno festa dei nonni festa di s bruno festa delle castagne a san giacomo a parco marquet l 2 ottobre abbiamo celebrato la festa dei nonni la nostra festa il calendario della chiesa lo stesso giorno ricordava gli angeli custodi penso non ci possa essere accostamento più appropriato queste feste hanno per lo più un risveglio commerciale ma noi da questa casa di riposo vogliamo darle una valenza diversa il ruolo dei nonni in cui ci ritroviamo io come voi,deve rivestire una grande importanza per le nuove generazioni nella bibbia dio promette ad abramo quale dono per la sua fedeltà una numerosa discendenza anche a noi ha dato una ragione di vita assicurandoci una discendenza preghiamo il signore perché sappia darci la saggezza e la pazienza per trasmettere ai giovani i principi ed i valori che sono la nostra ricchezza il ruolo di noi nonni in una società che fa luccicare ideali frivoli e caduchi è di ricordare i valori evangelici che soli ci possano dare una vera felicità che nessuno ci può togliere chiediamo aiuto a dio padre per esserne capaci ed affidiamo a lui noi nonni ed i nostri giovani e stata vissuta in termini minimi la festa di san bruno secondo patrono frazionale a san giacomo concentrata sulla funzione religiosa di domenica mattina 9 celebrata da un parroco don mario bruno che ci è parso ritornato in perfetta forma dopo recenti problemi di salute questo per una precisa decisione della comunità piccola unita che si sente come una famiglia che ha scelto una forma sentita sincera spontanea di lutto per la recente ed improvvisa morte di dovilio dalmasso un suo componente non ancora cinquantenne quasi tutti venuti da fuori frazione sono stati gli spettatori alla bella proiezione in parrocchiale curata da luca giraudo in collaborazione con il parco alpi marittime organizzata dal comitato locale e dalla associazione bovesana il bucaneve sulla fauna delle nostre montagne sabato sera 8 domenica 9 il pranzo è stato affollato solo perché scelto da circolo di mellana per ringraziare tutti quanti hanno collaborato alle iniziative estive della frazione di pianura a.t sabato 15 ottobre al museo della castagna di parco marquet vi è stata la festa bovesana della castagna l associazione sulle tracce della natura in collaborazione con l assessorato all agricoltura del comune di boves vi è stata una passeggiata naturalistica nei boschi di castagno del parco marquet con raccolta del prezioso frutto ha seguito momento di festa con danze occitane e distribuzione di caldarroste torte salate e dolci tipici a base di castagne vin brulè sul raccolto di quest anno in generale l insoddisfazione ci sembra generale la produzione pare essere di certo livello solo in alcune zone con frutti che marciscono facilmente causa nuovo fungo una delle zone migliori con produzione più sana e copiosa pare castellar ben meno il fontanellese di positivo i tecnici confermano sembra vi sia il fenomeno cinipide galligeno in regresso quindi con certo successo della lotta biologica anche se i pessimisti temono si tratti di contingenza legata a fattori climatici che hanno favorito più l antagonista che il parassita con la possibilità che già l anno prossimo il risultato possa cambiare a.t come gli anni precedenti davanti alla parrocchia domenica 4 dicembre sarà allestita la bancarella dove saranno esposti il meglio dei lavoretti che i nostri anziani sono riusciti ad eseguire con l aiuto di alcuni volontari unitamente all animatrice e ai ragazzi del servizio civile le offerte saranno utilizzate a favore dei nostri ospiti mercatino un dono per natale un dono per tutti

[close]

p. 4

4 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli novembre 2011 l ultima battaglia di giulio papi l angolo di liliana di liliana pellegrino nella batteria del tenente sacchi il tempo passava rapido fra una esercitazione e l altra ormai il capitano si fidava completamente di lui e più di una volta gli lasciò la responsabilità di tutti gli uomini mentre si recava in un paese delle marche dove aveva la fidanzata verso la fine di gennaio ricevettero la visita di umberto di savoia luogotenente del regno e fu una buona occasione per dimostrare la loro preparazione e per fare un pranzo speciale fu in quel periodo che ricevette una lettera da lidia che fuori di metafora gli faceva sapere che si era innamorata di lui cosa che gli fece piacere ma che lo mise in imbarazzo il fantasma di bianca maria gli stringeva ancora il cuore e non gli permetteva di battere per un altra donna alla fine di febbraio venne l ordine di muoversi la lunga colonna di mezzi si snodò per le strade dissestate di quelle regioni martoriate dalla guerra risalendo al nord lungo la costiera adriatica il viaggio durò due giorni e l unico incidente che ebbero fu la ruota di un cannone che cedette e il pezzo dovette essere recuperato in un secondo momento presso l officina di riparazione nella notte nevicò al mattino la tenda dove aveva dormito era bianca di neve il 3 marzo arrivarono a destinazione nella valle del senio fra gaggio e tossignano a pochi chilometri da imola il folgore sostituiva la 6a divisione britannica che fino ad allora aveva tenuto questo settore alla sinistra aveva il gruppo friuli e un po più in là verso bologna si era attestato il gruppo legnano questi ultimi appartenevano alla 5a armata usa e fra questa e l 8a armata britannica stazionava una divisone indiana burka l avvicinamento alle linee di combattimento causò al tenente sacchi un ansia che non aveva mai provato prima di fronte si sarebbero trovati reparti di paracadutisti tedeschi veterani di mille battaglie e fanatici nazisti le sue paure passarono presto quando si accorse che il nemico che avevano di fronte non disponeva di tutti quei mezzi che avrebbero potuto veramente renderlo pericoloso il gruppo poté prendere posizione sulla linea stabilita senza grosse difficoltà per il momento l ordine era di non muoversi in attesa dell attacco generale che avrebbe dovuto aver luogo su tutto il fronte a cominciare da quei settori di pianura già in mano alleata piazzati i cannoni precisati alcuni obbiettivi non rimaneva che attendere intanto per quanto incredibile pos sa apparire attorno a loro aveva fatto la comparsa un numero incredibile di prostitute e curiosi un giorno venne a visitare la sua batteria un certo numero di giornalisti e nell occasione fu chiesto al tenente sacchi di far sparare i suoi cannoni su un bersaglio qualsiasi cosa che stupì moltissimo il nostro ragazzo al quale avevano insegnato ad utilizzare i proiettili con grande parsimonia e non certo solo per accontentare dei reporter si domandò ancora una volta come avremmo mai potuto vincere una guerra contro eserciti con così tanti mezzi da permettersi di sciupare proiettili di cannone al solo scopo di propaganda un altra cosa lo stupì moltissimo i gabinetti multipli invece di scavare le solite fosse igieniche le truppe inglesi avevano al seguito delle piccole baracche in legno con varie porte dove all interno erano allineati numerosi water senza che fra loro ci fossero divisioni di sorta dovendo fare i suoi bisogni apri la porta di uno di questi gabinetti e si trovò a faccia a faccia con un baffuto ed anziano ufficiale alleato scusi disse tutto mortificato il nostro tenente that s all right come in boy va tutto bene si accomodi giovanotto l offensiva di primavera iniziò il 10 aprile 45 il primo a muoversi fu il cremona che operando tra campi minati e corsi d acqua da attraversare riuscì non di meno a far retrocedere le truppe tedesche a nord verso alfonsine più a sud sul senio si mosse anche il friuli contribuendo all occupazione di imola da parte delle truppe polacche il folgore si trovava in territorio montuoso tra le valli del senio e santerno dove le truppe tedesche erano attestate su posizioni imprendibili per cui si limitò ad azioni di pattuglia in attesa che l avanzata alleata nella pianura sottostante costringesse i tedeschi ad abbandonare le proprie posizioni di forza per non esser tagliate fuori il 19 aprile il folgore entrò decisamente in azione nella battaglia per la conquista di casalecchio dei conti dove le truppe dovettero combattere casa per casa contro i paracadutisti tedeschi che si difesero con estremo accanimento il paese era stato semi-distrutto dall artiglieria i nostri paracadutisti lasciarono sul terreno 33 morti e 51 feriti ma ormai la porta era aperta verso bologna il folgore si attestò nelle nuove posizioni mentre i gruppi legnano e friuli con azione congiunta il mattino del 21 entravano in bologna la resistenza tedesca era praticamente cessata il 20 aprile un gruppo di paracadutisti della folgore era stato lanciato nei pressi di ferrara per tagliar loro la ritirata poi tutto finisce i tedeschi si arrendono alle nostre truppe il compito di presidiare il territorio in attesa di ricevere nuovi ordini i comandi ne approfittano per mandare a turno i soldati in licenza a vedere le loro famiglie frely ne approfitta per recarsi a cremona dove è rifugiata la mamma e la sorellina si dà da fare per liberare suo padre che era stato catturato dai partigiani i fratelli finiti al campo di concentramento di coltano verrano liberati solo alcuni mesi dopo più tardi il gruppo folgore verrà spostato a riva del garda poi a vipiteno il referendum monarchiarepubblica lo sorprende in toscana a pisa dove comanda un officina dell esercito richiesto di giurare alla repubblica preferisce rinunciare alla carriera militare e si trasferisce a torino dove si iscrive all università e fa qualche tentativo nel giornalismo un conoscente della zia presso la quale si era provvisoriamente accasato gli propone un lavoro alla philips di alpignano ed è proprio in quella cittadina che nasce la nostra amicizia finirà di sposare lidia dalla quale avrà ben sei figli maschi dopo il primo figlio si trasferisce a torino e di lì a poco si licenzia dalla philips per dirigere una piccola azienda di trattamenti galvanici di proprietà del suo amico randone che però deve chiudere i battenti dopo pochi mesi di attività risponde ad un annuncio dell istituto donegani della montecatini di novara dove viene assunto come ricercatore nel campo dei trattamenti superficiali dell alluminio ossidazione anodica mentre lavora riesce a laurearsi in matematica e fisica pubblica molti articoli relativi alle sue ricerche sulla rivista dell istituto alluminio ed in poco tempo diventa l uomo più specializzato d italia in questa materia fa molti viaggi all estero guidando delegazioni di operatori italiani che trattano questo materiale di cui l italia era ricca arrivato all età della pensione ottiene la gestione della rivista alluminio diventando così un piccolo editore a quella rivista seguirà un altra creata esplicitamente per i serramentisti di alluminio che si chiamerà finestra organo della loro associazione uncsaal di cui è segretario questa nuova attività lo porterà in giro per il mondo a seguire fiere e mostre e a girare per l italia alla ricerca di clienti per la pubblicità che poi è quasi sempre la linfa vitale di ogni rotocalco fu in uno di questi viaggi che passando per pisa gli venne in mente di cercare il suo amore giovanile non fu difficile trovarla nell elenco telefonico era appena rimasta vedova del conte gatteschi e viveva in un modesto alloggio tutto quello che rimaneva della fortuna di famiglia speculazioni sbagliate avevano portato il conte sull orlo delle rovina frely si commosse quando rivide quegli occhi azzurri che ormai avevano perso parte della loro luminosità i capelli bianchi incorniciavano ancora il suo viso esotico ma devastato dalle rughe che lui aveva baciato con tanta passione da quel giorno cercherà di aiutarla finanziariamente come potrà e con un gran rimorso per quello che sottrae alla propria famiglia le fu vicino quando perse l unico figlio maschio probabilmente a causa di un overdose delle due figlie una era morta prematuramente di cancro le fu vicino anche nelle ultime ore della sua vita un tumore al cervello la stava spegnendo poco alla volta attraverso un amico comune aveva fatto sapere a frely che avrebbe desiderato vederlo ancora una volta senza pensarci troppo si precipitò a pisa quando ormai era sopraggiunto il coma passò tutta la notte tenendole la mano e citando i versi dell ariosto che li avevano uniti in gioventù nei giorni del liceo chissà che qualche verso non abbia raggiunto la sua mente ormai ottenebrata dal male implacabile frely oggi ha compiuto 90 anni da qualche tempo un ictus lo tiene inchiodato ad una sedia a rotelle lidia se ne è andata anni fa per insufficienza cardiaca quello che avete letto su queste pagine viene dalla mente ancora molto lucida del mio caro amico dai suoi scritti e dai suoi racconti a voce la sua storia è la storia di una guerra e della volontà di rivivere dopo di essa i funerali di una volta ai miei tempi si moriva in casa raramente negli ospedali anche perché gli ammalati è in casa che si curavano ed erano a volte malattie lunghe dolorose e spossanti per chi li accudiva nottate estenuanti specie quando il congiunto era prossimo alla fine quando questa sopraggiungeva la stanchezza fisica era tale da attutirne il dolore e trasformarsi in anticipata rassegnazione era usanza non lasciare sola la salma neanche di notte si doveva vegliare pregando veniva allora in soccorso una donna che prezzolata suppliva i famigliari sgranando e bisbigliando all infinito il rosario a volte all alba la si trovava addormentata con il capo appoggiato sul letto del defunto in un silenzio di tomba questa donna delegata ai dolori altrui la ricordo bene piccolina capelli grigi gonna lunga alle caviglie si chiamava la caporala ignoro l origine del soprannome non sorrideva mai sul viso l espressione della perenne tristezza per non sfiduciare i clienti morituri non so forse in casa si toglieva la maschera e per equilibrare la postura dell emotività dolorosa si faceva grandi risate gli attrezzi del suo lavoro erano il rosario e la voce che doveva modulare a nenia dolorante quando seguiva i funerali segnandone il tempo e il passo con le dovute pause quando si scomponeva il seguito i funerali erano di tre categorie come i treni prima seconda e terza classe in segno di distinguo sociale i benestanti i ricchi che erano la minoranza della popolazione sceglievano la prima classe il carro tirato da quattro cavalli con i pennacchi il cocchiere con in testa il cilindro di mestiere faceva il carrettiere e si chiamava `ché du frà michele del frate aveva in mano una frusta con la canna dipinta d oro sotto la minaccia di questa e grazie anche alla sua maestria riusciva a rendere lenta e composta l andatura dei cavalli si giustificava il seguito del lungo corteo che seguiva numeroso il carro ­ e che nulla aveva mai avuto a che fare con la salma ­ col fatto che a cerimonia terminata sul sagrato della chiesa in virtù dell anima santa veniva donata una pagnotta la cerimonia veniva chiamata la duna la donazione quelli della seconda classe avevano al traino due cavalli senza pennacchi e il cocchiere non portava più il cilindro ma un cappello ordinario la salma apparteneva alla media borghesia artigiani commercianti noti proprio per i contatti quotidiani con la gente e di loro si parlava durante il tragitto con benevolenza una media andatura e una buona partecipazione il chiacchiericcio copriva la litania del rosario l ultima la terza categoria era quella dei poveri ed era a carico del comune la bara di legno grezzo e con le maniglie di ferro un solo cavallo tirava il carro che il solito cocchiere ma con l abito da lavoro faceva andare quasi al trotto per sbrigarsi prima con il seguito scarsissimo che lo seguiva quasi correndo era strano come i poveri che erano tanti seguissero in pochi il feretro forse rassegnati e coscienti che la miseria non si seppellisce mai il poster dell artista bovesano visibile a giaglione in val susa il quarto stato secondo gec boves ­ il genio creativo del bovesano gec al secolo giacomo bisotto continua a manifestarsi e ad ottenere un sempre più vasto consenso di critica e pubblico il giovane artista continua a far parlare di sé anche grazie all ultimo lavoro installato lo scorso 14 ottobre a giaglione in val susa una rivisitazione in chiave moderna dell opera il quarto stato realizzata nel 1901 da giuseppe pellizza da volpedo della celebre opera viene mantenuto il forte risvolto sociale e simbolico a maggior ragione visto il sito la scelta dell installazione a in cui il poster 4 metri per 2 pochi giorni dalla manifestaè stato installato quella valle susa sconvolta dalle que che ha portato i no tav da ha infatti lanciato un appello inviassero le foto dei loro volti con maschere occhialini cappelli di paglia pronta la risposta del popolo di internet che ha reso possibile la realizzazione di questo omaggio storico con una forte e sorprendente partecipazione dal centro e dal sud italia proprio l interazione con le persone uno dei principali obiettivi di gec ancora una volta un opera che ha attirato l attenzione di pubblico e critica come testimoniato dalla visibilità che al lavoro è stata data sui mezzi di informazione marco campagna giaglione a chiomonte un a idea concretizzatasi in estate dopo le manifestazioni del 3 luglio e sviluppatasi grazie al social network facebook gec dedicata al maestro giovanni mosca vi era il pubblico delle grandi occasioni alcuni bovesani e molti dei cuneesi appassionati di musica nella serata di giovedì 20 ottobre scorso al borelli per il concerto di apertura dell anno accademico dell istituto musicale bovesano nella circostanza presente il vicesindaco maurizio paoletti a rappresentare il comune è stato intitolato al maestro giovanni mosca scomparso nel 2008 fondatore dell orchestra cuneese bartolomeo bruni uno dei personaggi di massimo spicco nel panorama musicale provinciale del novecento suggestivo è stato breve filmato su questa figura e sulle sue performances musicali la figlia del defunto maestro silvia mosca ha ricordato il profondo legame tra il genitore e boves vissuto nella collaborazione con i istituto civico musicale concerto ed intitolazione corsi ad indirizzo bandistico tenuti dall istituto nei tanti concerti natalizi della cassa rurale al palazzetto di madonna dei boschi in un arrangiamento del nate `d boves l inno cittadino prodigo di ringraziamenti per tutti a cominciare dalla segretaria comunale laura baudino attualmente anche dirigente del settore culturale sin agli insegnanti è stato pacatissimo al solito il direttore dell istituto giovanni selvaggi protagonisti del concerto sono stati proprio due insegnanti entrambi diplomati al conservatorio di cuneo il chitarrista repertorio classico maurizio baudino sin ad un paio di anni or sono per un decennio predecessore del professor selvaggi protagonista di complessa esecuzione di capriccio di regondi ed il pianista andrea vigna taglianti musiche di liszt prima di finale insieme di castelnuovo-tedesco fantasia opera 145 alla bovesana anche in momenti di crisi non ha potuto mancare finale con rinfresco in ogni momento il supporto pratico-tecnico è stato offerto dal volontario del servizio civile fabio dutto presidente della consulta giovani soddisfazione ci arriva dal comune per bocca del vicesindaco ed assessore alla cultura maurizio paoletti vista una autonomia finanziaria dell istituto arrivata all 87,5 dal 78 dell anno scorso e non pare ancora obiettivo finale visto che si vuole arrivare alla copertura totale nell ottica della politica di questa amministrazione che predilige iniziative culturali a costo zero

[close]

p. 5

novembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 5 nuova iniziativa del centro d ascolto caritas prodotti alimentari freschi per i bisognosi una nuova iniziativa dei volontari del centro di ascolto della caritas parrocchiale di boves che dal mese di ottobre ritirano nel supermercato maxisconto gruppo dimar prodotti freschi prossimi alla scadenza e li distribuiscono ai loro assistiti l iniziativa si è resa possibile grazie all accordo stipulato dalla caritas diocesana con i gestori del supermercato e soprattutto alla disponibilità dei volontari già impegnati dal 1991 nell ascolto nella distribuzione viveri ed indumenti ai quali si sono aggiunti per l occasione nuovi bovesani in questo difficile momento che mele contro la sclerosi a mellana vede un notevole aumento di bisognosi è consolante constatare che con uno sforzo comune si possono sfruttare risorse che altrimenti andrebbero sprecate di fronte al problema della fame che affligge buona parte della terra ed allo spreco che si consuma altrove a volte inconsciamente la riuscita di simili iniziative offrirà speranza per il futuro i volontari dell aism l associazione che lotta contro la sclerosi multipla sono tornati in piazza a boves davanti a municipio e parrocchia e fontanelle davanti al santuario sabato 8 e domenica 9 ad offrire borse di mele per raccogliere fondi a favore della ricerca medica giornate di sole e vento freschetto li hanno accolti ed accompagnato sin alla fine tramonto di domenica grande paella per raccogliere fondi a mellana domenica 23 ottobre in periodo di tante iniziative ed incontri di preghiera nella frazione nel salone parrocchiale di mellana è stata servita una paella a centoventi persone raccolta fondi per suor roberta zia della cuoca giovanna uzteri foto di michele siciliano il 13 novembre ritorna a boves la da boves all europa festa dei pastur a tavola nel risorgimento instancabile giovanni bianco che ci raccontano di aver visto filmare scene di vendemmie bovesane dei pochi vigneti rimasti sulle colline locali è ritornato con video-amatoriale di novanta minuti ormai di qualità impeccabile venerdì sera 28 ottobre in un circolo pensionati renato giraudo di piazza borelli 9 gremito come non mai la nuova opera è intitolata pastur e raccoglie immagini e testimonianze di pastori nelle vallate della zona tra cui due bovesani l autore-regista ha ripresentato l opera come già fatto in passato curatissima come sempre l introduzione di bianco analisi piena di energia delle immagini girate e loro traduzione in concetti per spiegare fenomeni situazioni evoluzioni ha focalizzato alcune problematiche della vita dei pastori dalla nuova presenza di lupi alle difficoltà di trasporto ai pochi giovani nelle loro file scarsamente attratti da vita per lunghi periodi davvero dura e frugale sottolineando l importanza del loro ruolo a favore dell ambiente della cura del territorio utile anche a prevenire alluvioni citata la recente nel levante ligure ed in toscana settentrionale a proteggere la pianura i pascoli brucati trattengono più acqua delle distese di erba alta senza trascurare il discorso di mesi all anno in cui il bestiame vive a costo zero senza consumare energia producendo carne e latte migliori caloroso è arrivato il suo appello ad aiutarli nella stessa sede mercoledì 26 ottobre alle ore 15 vi è stato incontro con la mag 204 professional hi-tech sulla magnetoterapia la terapia del dolore l esposizione organizzata dalla associazione culturale marcovaldo al castello del roccolo di busca a cura dei gastronomi bovesani elma schena ed adriano ravera a tavola nel risorgimento inaugurata a fine giugno ricca di oggetti aneddoti e curiosità sull unità italiana vista davanti alle tavole imbandite aperta nei fine settimana è continuata sin a fine ottobre con davvero tanti visitatori nell ultima giornata vi è stata conferenza dello storico aldo alessandro mola impressionante è stata la quantità di materiale distribuito sui tre piani nelle sale della struttura ottocentesca perfettamente ristrutturata per adeguarla alle finalità espositive ai documenti si alternavano le lettere le ricette il tratteggio estroso con eleganti ironie di personaggi e situazioni a focalizzare quel momento di convivio tanto importante nella storia dell umanità per smussare angoli favorire il dialogo avvicinare ed unire le persone gli scenari esplorati vanno da quelli nazionali a quelli europei a quella parigi capitale francese tanto importante nelle vicende europee degli ultimi secoli ivi incluse quelle che portarono alla formazione nel 1861 del regno d italia non sono mancate un paio di belle citazioni degli autori della loro città boves con grande quadro di una rappresentazione messa in scena dal cinquecento di madonna lesina in piazza dell olmo olio su tela di romano vittori datato 1859 e con l insegna sagomata in ferro storica della trattoria secolo nella casa ora ereditata dai due appassionati di gastronomia che ancora ne usano la cucina dando sfogo alla loro passione cui adesso in congedo dalla professione scolastica possono dedicare ancora più tempo l iniziativa ha prodotto dettagliato catalogo che si avvale di fotografie del bovesano beppe andreis realizzate riutilizzando la tradizionale tecnica la quale garantisce chiari risultati qualitativi dell analogico delle pellicole sviluppate infatti ancora in auge per le riproduzioni di opere artistiche santi incoronati la compagnia bovesana dei santi incoronati priori annamaria barale e luigi cavallera massari la rivoirese elisa bonelli alberto cerato e giovanni gastaldi dedicato del sonetto il gruppo cae quella dei protettori degli edili muratori ed affini da sempre una delle principali attività cittadine organizza la sua tradizionale festa domenica 13 novembre si tratta di quattro scalpellini cristiani severo severiano carpoforo e vittoriano martirizzati per non aver reso omaggio al dio esculapio tradizione con molti punti comuni e divergenze a partire dai nomi con i santi coronati scalpellini greci festeggiati a fontanelle ad ottobre per taluni racconti i santi erano sinforiano claudio nicostrato e castorio martirizzati in pannonia nel 304 da funzionario dell imperatore diocleziano con loro venne ucciso anche simplicio per aver tentato di seppellirne le spoglie per altre memorie erano secondo carpoforo vittorino e seriano soldati martirizzati ad albano sui colli romani vicino alla appia il programma è quello collaudato aperitivo alle 9,30 dal bar portico messa solenne nella parrocchiale di san bartolomeo alle 11 dopo sfilata accompagnata dalla banda musicale pranzo sociale alle 13 in padiglione riscaldato dall area mercatale menù tipico piemontese dalla albese al vitello tonnato allo sformatino di cardi con bagna caoda ai tagliolini salsiccia e porri al risotto ai funghi allo stracotto all arneis il tutto a 30 euro 15 per bambini sino a 10 anni con prenotazione entro domenica 6 informazioni al 333.6712608 al 347.2905609 al 338.4546650

[close]

p. 6

6 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli novembre 2011 festa a luzzara reggio emilia per l ex sindaco da più di cinquant anni cittadino bovesano desiderio fornasari e sono 99 bella giornata quella di venerdì 23 settembre a luzzara comune di circa 10.000 abitanti all incirca come boves in provincia di reggio emilia qui desiderio fornasari è nato il lontano 18 agosto del 1912 qui è vissuto per mezzo secolo sino al suo trasferimento per motivi di lavoro a boves nel 1962 la moglie aralda e il figlio diego sarebbero arrivati due anni dopo a luzzara desiderio è stato sindaco dal 1946 al 1951 nei difficili anni della ricostruzione dopo la guerra fronte greco albanese la nascita dei primi due figli una chiara scelta politica per il partito comunista maturata già negli anni 30 nella famiglia della moglie figlia di un anarco comunista panettiere nel comune confinante suzzara già in provincia di mantova sempre segnato dal po che lambisce i due paesi l attività di sindaco eletto con il 70 dei voti è difficile lo stipendio di 18.000 lire al mese non permette di vivere alla famiglia se non con enormi sacrifici il paese è povero e la disoccupazione enorme in un area agricola con piccolissime industrie e una fitta rete di modeste attività artigiane eppure ci viene raccontata con gioia e soddisfazione la tassa di famiglia imposta nonostante le proteste delle famiglie più ricche permette di costruire le scuole nelle frazioni i bagni pubblici i giardini le prime case popolari di sistemare il cimitero di asfaltare le strade in particolare lo spurgo dei go di incontro e discussione come nei vecchi film saluta parla si commuove rievoca un ex giornalista di rai 3 con il registratore in mano forse pensa ad una intervista un ex parlamentare mi propone uno scambio di iniziativa tra luzzara e boves arrivano i parenti tanti di tante generazioni anche con loro l incontro è bello e mi fa piacere conoscerli deio come autore di una in siderio è fiero dei figli e dei tervista all ex sindaco e alla nipoti moglie poi pubblicata in un la sera la sala del consiglio quaderno del cipec dedi è stracolma intervengono cato a boves una sola so oltre a me il sindaco il sta durante il viaggio prima presidente dell anpi alcuni delle 11 siamo a luzzara consiglieri comunali percampagna emiliana grandi sone dal pubblico ricordi cascine spesso circondate di avere sposato in municida capannoni il po nuovi pio i miei genitori ricordi svincoli e rotonde che die la protesta contro il comigo non conosce e contro cui zio del msi nel 1953 un bell omaggio del comune impreca i primi saluti incontri ab una statuetta regalata dagli bracci tante persone si alpini che fanno addirittura avvicinano il presidente l alzabandiera dopo l uffidell anpi che ci ha invita cialità il nostro giovanotto ti ma soprattutto amici e racconta aneddoti dei tempi conoscenti figli e figlie di lontani sin quasi a mezzaamici di vecchi collabora notte tori nell impegno comuna il mattino successivo anle di compagni di partito diamo alla ricerca spesdesiderio ha difficoltà nel so vana di vecchi amici e riconoscerli ma sono le dell unica sorella ancora in prime parole sono il figlio vita della moglie ci lasciadi la moglie di la vedova mo quindi desiderio e diedi a ricreare il rapporto go per incontrare la famiglia a sciogliere i ricordi a ri molto larga e numerosa io creare un dialogo interrotto verso perugia per partecida tanti anni chiaramente pare alla marcia della pace molti amici non ci sono più cinquant anni dopo la prischerzosamente gli viene ma di aldo capitini detto vi saranno pochi tuoi l appuntamento anche con coetanei questa sera alla i luzzaresi è per il prossimo anno ad agosto o in data cerimonia al pomeriggio la scena si da scegliere per festeggiaripete seduto nella piaz re insieme il primo secolo di za principale davanti alla vita di desiderio sergio dalmasso bottega del barbiere luo sabato 19 novembre bagna cauda e proiezione di fotografie su maxischermo 11 dicembre giornata di fine anno sociale e votazioni per il rinnovo delle cariche sociali invariato il costo del bollino per il 2012 il consiglio direttivo del 25 ottobre ha messo a punto il programma per domenica 11 dicembre la classica giorche quest anno sarà particolarmente importante perché in tale giornata vi saranno le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo per il triennio 2012-2014 vorremmo avere qualche forza nuova in consiglio giovane e/o meno giovane per cui chi è interessato a proporsi come candidato si faccia avanti le candidature si ricevono sino al 25 novembre dicono in sede ana dopodiché saranno stampati i fogli per le votazioni inoltre sia per dare a quanti più soci possibile di esprimere il loro voto sia per non avere troppo affollamento e ritardo nel pranzo la domenica il consiglio ha deciso che si potrà votare già nelle tre serate di apertura della sede prima dell 11 dicembre e cioè venerdì 2 martedì 6 e venerdì 9 così come le prenotazioni al pranzo si accetteranno dal 21 novembre in poi per quanto riguarda la estate o addirittura in autunno ciò porta ad un lavoro di registrazione non indifferente da parte del gruppo della sede di cuneo e della sede nazionale un conto è mandare avanti 10-20-100 tesseramenti un altro è mandare avanti un solo nominativo il lavoro è lo stesso ed è una giusta disposizione della sede nazionale anche per ridurre i costi di spedizione del giornale l alpino che sono notevolmente aumentati per cui da maggio si continuerà a spedirli a chi è socio ma si vuole evitare anche di `sprecarli spedendoli a persone che non hanno rinnovato il tesseramento pensando già al 2012 lo scorso 28 una delegazione del gruppo si è e l inaugurazione è stata organizzata con il comune di boves nell ambito delle celebrazioni per il 4 novembre per il corrente mese è in programma una serata con due momenti prima a grande richiesta ci sarà la bagna cauda e poi si vedranno sul maxischermo le immagini più salienti del corrente anno la serata degli auguri 2010 la gita a torino del 1° marzo l adunata nazionale il 60° di fondazione le celebrazioni del 19 settembre e 4 novembre e il raduno di imperia a settembre abbiamo asseml anno hanno scattato quattro nostri soci con anche le musiche più adatte in sottofondo ed i commenti il risultato è una visione che dura un ora e quindici minuti simpatica con i momenti più importanti del gruppo oltretutto per molti sarà una novità perché due dei quattro soci che hanno fornito il materiale non avevano ancora scaricato le foto per cui si vedranno per la prima volta invitiamo tutti i soci a venire con le famiglie sarà una bella serata le prenotazioni per la bagna cauda si ricevono in sede sino a martedì 15 il prossimo e ultimo consinovembre in tale serata vi sarà la lettura dei nomi dei candidati ed il capogruppo illustrerà ai consiglieri i punti salienti della relazione morale e finanziaria che sarà poi letta domenica 11 dicembre col proprietario del cortile e formalizzare il posto dove si accamperà il gruppo durante la prossima adunata tutto è andato come previsto ed il posto è stato bloccato soddisfatti i soci che hanno raggiunto l accordo avevamo già visto il posto a marzo e durante l estate avevamo tenuto i contatti con la proprieil programma è quello classi tà ma volevamo essere sicuri che ce lo confermasse per cui con orari nel consiglio di abbiamo deciso di recarci anrettivo si è anche deciso viste cora una volta a bolzano ed le richieste di far confezionare altre dieci maglie inver cortile di un azienda privata nali verdi a manica lunga asfaltato grande proprio diesaranno pronte e consegnate tro la stazione ferroviaria in a chi ne sta facendo richiesta posizione tranquilla e vicino al centro città il responsabile riunione è stato anche deciso dello stabilimento è stato moldi lasciare invariato il costo to disponibile e crediamo che del bollino per il prossimo sarà un altra bella adunata anno 20 euro per il tessera intanto sono proseguiti e termento normale e 30 euro minati i lavori alla pietra poper chi desidera continuare sizionata a madonna dei boa ricevere il presente gior schi le due lapidi sia quella nale per quanto riguarda il vecchia che era sulla parete tesseramento l unica novità è della chiesa sia quella nuova che terminerà inesorabilmen a ricordo dei caduti della 2° te il 30 aprile in tutti i grup guerra mondiale fatta prepapi ci sono soci che rinnovano rare del locale comitato fra`con comodo il tesseramento zionale sono state murate pagando il bollino anche in unitamente alla targa ricordo fossi dà lavoro e cancella la disoccupazione alle successive elezioni nel 1951 il partito sceglie un altro candidato e un dolore che ancora oggi permane a 39 anni con due figli il terzo nascerà poco dopo svolge piccoli lavori poi diviene fornitore di prodotti agricoli per una piccola industria locale questo lavoro lo porterà in provincia di cuneo e a boves dove vive da mezzo secolo e dove ogni giorno lo vediamo passare in bicicletta andare al bar e a giocare a carte maestro nello scopone al circolo pensionati a distanza di tanti anni l amministrazione comunale del suo comune e l anpi hanno deciso di dedicargli una serata e stata l occasione commovente per incontri con tante persone che lo hanno conosciuto e stimato per ricordi per lunghi racconti su come il paese era e su quanto sia cambiato nei decenni oggi ad esempio vive non solamente il ridimensionamento delle piccole aziende ma una forte migrazione indiano pakistana andiamo con ordine partiamo il primissimo mattino desiderio il figlio diego ed dopo ottima annata convegno e pranzo fagiolo bovesano festa del consorzio cittadino del consorzio pietro marchisio succeduto l anno scorso al tecnico michele baudino che ha parlato di una associazione in salute con centoventun soci solo in parte presenti di una stagione andata bene di un mercato tra i pochi rimasti con centallo uno dei più significativi del cuneese che ha funzionato vivendo ben ottantasei giornate l ultima non a caso il giorno precedente vedendo passare settanta-ottanta produttori al giorno si parla di un giro di affari complessivo sopra i 2.000.000 di euro sui 2.076.000 per una quantità di prodotto stimabile in oltre 14.000 quintali divisi in 197.730 cassette di peso tra i sette chili ed i sette chili e mezzo 31.639 a luglio 75.206 ad agosto 77.946 a settembre 12.939 ad ottobre con un prezzo medio davvero notevole di 1,40 euro al chilo piena disponibilità a collaborazione è arrivata dal presidente del miac di cuneo alberto anello che ha fatto notare come la diffusione del fagiolo peculiarità del lavoro e dell agricoltura cuneese vissuto senza orari sia tale da mettere in difficoltà persino la filiera della carne michelangelo pellegrino reduce da convegno a cernobbio ha fatto notare in perfetta sintonia col sin il consorzio produttori agricoli bovesani in collaborazione con l assessorato all agricoltura ha organizzato l iniziativa fagiolo in festa nella mattinata di domenica 23 ottobre all auditorium borelli momento di assemblea sociale e presentazione del domenica 11 nuovo sito internet curato dicembre per il consorzio da mara chiardola della coldiretti giornata completo in ogni parte da di fine anno sociale pagina storica a galleria di foto e video sin alle previprogramma sioni meteorologiche molto presente evidenore 10,45 ziando il profondo legame ritrovo sul sagrato che da sempre ha con l adella chiesa a fontanelle gricoltura locale non solo bovesana cuneese nel suo ore 11,00 complesso tale sindacato ss messa agricolo ha coordinato i lavori il ore 11,45 giornalista michelangelo pellegrino le riprese fatrinfresco offerto dal te di ogni fase sono state gruppo a tutti i presenti mandate in onda nel pronei locali parrocchiali gramma obiettivo agricoltura la domenica sucore 12,30 cessiva su telecupole alle trasferimento alla sede 12,30 ed alle 19,30 sociale di via polveriera buono era il pubblico formato da produttori tecnici ore 13,00 commercianti e politici a pranzo sociale partire dal sindaco mario giuliano dall assessore redurante il pranzo gionale lo spinettese claulettura relazione morale dio sacchetto da quello comunale silvana dutto conteggio schede votazioni giordano proclamazione nuovo molta è stata l attenzioconsiglio direttivo ne alle relazioni a partire anni 2012/2014 da quella del presidente daco di boves che ha rievocato la crisi del suo passato professionale quando si son diffuse le tapparelle di plastica mentre lui era concentrato sulla produzione di quelle di legno l esigenza di essere sempre attenti ed aggiornati paventando i rischi che si intravedono da nuovo protezionismo che si fa strada in taluni paesi come dalla potenzialità che anno produzioni di altre aree come quella sudamericana claudio sacchetto ha promesso il massimo sostegno regionale per i costi delle pratiche di validità europea sulla igp indicazione geografica protetta le denominazioni di origine controllata doc e le indicazioni geografiche tipiche hanno valore solo nazionale in nulla sottovalutando produzione che nel cuneese occupa qualcosa come 1.200 ettari altre relazioni sono arrivate su commercializzazione e produzione dai giovani tecnici coldiretti luca giubergia e corrado bertello oltre che dal tecnico bovesano del creso michele baudino che ha illustrato i suoi esperimenti sulla produttività delle varie specie visto una adesione non enorme al pranzo varie iniziative gastronomiche si tengono in queste domeniche autunnali in luogo del catering all area mercatale con perfetta soddisfazione dei cinquanta partecipanti si è preferito convivio al ristorante da marisa di via peveragno atos

[close]

p. 7

novembre 2011 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli 7 7° anniversario 15° anniversario la boves run alla maratona di carpi grande giusy mattone seconda promozione pedona avanti bene pedona tre valli 1-1 inizia con il piglio giusto il pedona che al 4° colpisce un palo con turini e lo stesso attaccante a sbloccare il risultato al 26° con una bella conclusione nella ripresa gli ospiti restano in dieci uomini e sembra fatta per il pedona che abbassa il ritmo ed al 33° subisce il pari su calcio di punizione di magnino volcan potrebbero dilagare ma falliscono alcune opportunità e nel finale il villar accorcia le distanze su calcio di rigore giordanengo firma il pareggio e nel finale sfiorano anche il colpaccio bisalta ­ tarantasca 2-1 una vittoria che ridà smalto alla classifica per la bisalta che sconfigge il tarantasca É sempre alberto giordanengo l uomo decisivo della squadra di bindi il bomber sblocca il risultato al 3° ma il tarantasca reagisce e pareggia dopo 3 minuti su punizione di bosio nel secondo tempo gli ospiti partono forte ma è sempre giordanengo a firmare la rete che vale i tre punti margherita bertaina in bisotto silvia bisotto vi abbiamo sempre nel cuore siete il nostro primo pensiero del mattino e l ultimo della sera ci mancate la santa messa anniversaria sarà celebrata nella parrocchia s bartolomeo boves sabato 12 novembre ore 18 22° anniversario consulta giovani di boves il verdetto del concorso fotografico la consulta giovani di boves comunica che il concorso di con maggior numero di suffragi settantasette è la vita è bella anche se breve di mattia pellegrino esposta da casciola gioielli per il premio informazioni e per la restituzione delle opere telefonare 347.1802095 hanno votato trecentotrenta persone che la consulta ringrabovesano l otturatore per la gentilezza e disponibilità ed agli sponsor che hanno reso possibile l iniziativa oltre che a tutti i partecipanti 15 novembre 2011 teatro borelli ore 21,00 incontro con davide mattiello la consulta giovani di boves incontra davide mattiello una questa occasione verrà presentato il suo nuovo libro la mossa del riccio al potere con tenerezza e disciplina edizione add a colloquio con lui la consulta giovani e il presidio di libera di cuneo daniele polimeni walter tecco nel nostro cuore parole e ricordi ti ricorderemo nelle s.s messe domenica 4 dicembre ore 11 nella parrocchia di castellar e domenica 11 dicembre ore 10 nella chiesa di s anna boves appuntamenti di adriano toselli antica osteria prorogata esposizione prosegue sino al 30 novembre l esposizione dedicata all artist nino daniele alla straconi con boves run boves run invita a partecipare alla straconi domenica 13 novembre iscrizione a 4 euro partecipazione al concorso gratta la fortuna info e iscrizioni pasticceria beccaria tel 0171.380958 i sabati di musica&musica l associazione musica dei sylphes propone ciclo di concerti i sabati di musica musica 2011-2012 a boves all auditorium borelli prima edizione musica classica cameristica sabato 5 novembre ore 21,15 oh fanciulla all imbrunir sabato 12 novembre ore 21,15 eleganza virtuosismi magie di suoni fantasie e rondò info biblioteca civica 0171.391834 e 0171.391850 aleramo conclude il corso autunnale di cucina piemontese tradizionale con cena di gala preparata dagli allievi sabato 12 novembre info 0171.387387 o al 348.7628962 festa del ringraziamento domenica 13 l assessorato ad agricoltura ed attività produttive in collaborazione con la coldiretti invita al tradizionale pranzo del ringraziamento alle ore 11 s messa e alle 12,30 al ristorante da politano di fontanelle per il pranzo prenotazioni all ottica bovesana di piazza italia info biblioteca civica 0171.391834 ­ 0171.391850 zione dei trentacinque anni di vita viaggi in immagini con il totem e tabù il 24 novembre all auditorium borelli serata con totem e tabù il codice rolloni venerdì 25 novembre in sala costanzo martini della biblioteca civica alle 18,30 presentazione del libro il codice rolloni di barbara cobianchi ad ingresso libero info biblioteca civica 0171.391834 e 0171.391850 incontro dell a.c.a.t sabato 26 novembre all auditorium borelli ore 15 annuale incontro dell a.c.a.t associazione del club alcolisti in trattamento in collaborazione con la scuola di pace di boves tornano i babbi natale il comitato dei commercianti la sporta ripropone la sua iniziativa dei babbi natale artigianali esposti davanti ai negozi saranno consegnati in piazza dell olmo la sera di sabato 3 dicembre alberto martini ed una decina di collaboratori stanno preparando babbi natale di ogni taglia alberi di natale per rotonde casette-stand per iniziative in piazza la castagnata della pro-loco è prevista per domenica 11 dicembre con mercato boves ­ risultato di prestigio per gli atleti bovesani impegnati nella xxiv edizione della maratona d italia memorial enzo ferrari svoltasi a carpi domenica 9 ottobre nella prova femminile nono posto assoluto seconda fra le italiane per giuseppina mattone che è scesa sotto le tre ore portando a termine la prova in 2h59 36 con una intelligente condotta di gara che nel finale le ha permesso di recuperare alcune posizioni fra gli uomini conferma per elio pellegrino che chiude la sua fatica con un ottimo 2h46 ottenuto nonostante un infortunio che durante l estate ha limitato la preparazione primato personale con risultato che poteva essere ancora migliore per entrambi senza un appannamento nel finale per stefano paoletti che ha portato a termine il percorso di oltre 42 km in 3h08 e marco campagna al traguardo in 3h21 un problema ai tendini non ha scalfito la tenacia di mauro peano che è giunto a carpi in 3h48 soddisfazione quindi per gli atleti della boves run in una delle maratone più conosciute in italia e che si conclude a carpi dopo essere partita da maranello saviglianese ­ pedona 0-3 vittoria rotonda per i ragazzi di macagno a savigliano contro i maghi il pedona sciorina una prestazione superlativa ed approfitta della difesa saviglianese per andare a segno con quaranta doppietta e ricca pedona ­ bene narzole 1-2 il pedona esce male da una gara iniziata in salita per i borgarini in svantaggio al 16° gli ospiti controllano senza grossi problemi la partita sino allo scadere del tempo quando l arbitro concede un rigore al pedona che quaranta realizza nella ripresa il bene narzole va in rete alla mezz ora e turini sfiora il pari scheggiando la traversa ma nei minuti finali sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi legittimando i tre punti rivoligiaveno-pedona 1-2 il pedona espugna il campo del cvr rivoligiaveno con una bella prestazione gli ospiti vanno in vantaggio con una bella punizione di ricca e raddoppiano con un colpo di testa di lingua nel finale del primo tempo i padroni di casa accorciano le distanze ma la quadra di macagno controlla la partita senza troppe difficoltà prima categoria boves/mdg­gem busca 2-1 vittoria sofferta per i bovesani che non brillano ma superano il gem busca inanellando la settima vittoria consecutiva sono gli ospiti ad andare in vantaggio con alliu ma i bovesani reagiscono con carattere e pareggiano al 38° con amos pepino nella ripresa la gara resta equilibrata e decide un rigore di politano per atterravalle stura ­ bisalta 0-3 mento di pepino tre punti pesanti contro cameranese­boves/mdg 2-2 una diretta concorrente in il boves esce indenne dalla classifica per la squadra delicata trasferta di came di bindi che dopo un inizio rana in vantaggio con poli equilibrato rompe gli indutano la squadra di volcan si gi e sblocca il risultato con fa raggiungere e superare villani al 28° sul finire del la reazione non manca da primo tempo gli ospiti radsquadra matura e raimondi doppiano con stivala che rirealizza una splendida rete batte in rete un tiro di giore fallisce anche il colpo del danengo respinto da palo k.o ma va bene così ed i la partita si potrebbe già bovesani mantengono la te chiudere al 45° ma stivala si fa parare il calcio di rigosta della classifica re nella ripresa è medugno a chiudere i conti alla mezz ora il bisalta risale villanovetta ­ bisalta 1-1 il bisalta conquista un pari prezioso contro il villanovetta l inizio è difficile per la squadra di bindi che non regge l urto dei padroni di casa che passano al 17° la reazione è timida e servetti sul finale del tempo tiene a galla le speranze con una grande parata nella ripresa ospiti più intraprendenti e dopo un paio di occasioni s sebastiano ­ bisalta 0-2 prosegue il buon momento del bisalta che approfitta dello scontro con il fanalino di coda san sebastiano nessun punto conquistato per vincere una gara che lo fa uscire dalla zona calda della classifica i ragazzi di bindi sbloccano il risultato con giordanengo al 12 e nel secondo tempo frascari chiude la partita dopo una grande parata dell ottimo servetti gara di pesca boves/mdg piccoli annunci in vetta vendo honda x r 650 r 2001 con kit ­ enduro seminuovo doppia omologazione anche motard euro 4.500 trattabile cell 3805032623 vendesi motocoltivatore con fresa e lancia neve 10 cv tel 0171 380635 vendesi alloggio in cuneo via mons riberi 19 tre camere cucinino bagno e cantina tel 3391554198 vendesi casa libera su tre lati suddivisa in tre appartamenti soggiorno tinello camera bagno impianto centralizzato fabbricato di pertinenza con 2700 mq di terreno rivoira boves tel 3470841922 affittasi magazzino piazza italia tel 0171 380635 ventennale dei cori in occasione di santa cecilia nella serata di sabato 19 novembre al borelli concerto di musica profana con il coro voci bianche e dell ottetto vocale cantus firmus diretto dal maestro roberto beccaria.info biblioteca civica al 0171.391834 o al banda musicale bovesana 0171.391850 aspettando santa cecilia la silvio pellico banda primalpe costanzo rumorosa bovesana sarà martini a borgo presente alla festa dei santi domenica 20 novembre a incoronati bovesani il 13 no borgo s dalmazzo nei locali vembre ed alla festa di san bertello si terrà l assemblea ta cecilia il 26 novembre e pranzo sociale dell ass.ne primalpe costanzo martini convivio il giorno dopo dalle 9,45 premiazione dei cena di gala corso di cucina vincitori della edizione 2011 e silvano osella responsa la presentazione 2012 de l bile dei locali cavalieri di tò almanach con celebra boves/mdg ceva 2-1 il boves/mdg ottiene una vitoria meritata ben oltre il punteggio finale il primo tempo termina a reti inviolate nonostante alcune buone opportunità non sfruttate e ci vuole un colpo di testa del difensore cavallera a sbloccare il risultato dopo 2 della ripresa i bovesani fanno la partita e falliscono in almeno tre occasioni il raddoppio che arriva all 85° grazie ad una bella azione conclusa da barale la rete degli ospiti giunge ormai in pieno recupero villar ­ boves/mdg 1-2 altri tre punti in trasferta sull insidioso campo del villar i bovesani fanno la partita ma il primo tempo si conclude a reti inviolate nella ripresa le due squadre sono più intraprendenti ed il boves dimostra più qualità e passa in vantaggio con igor pepino e raddoppia con raimondi i ragazzi di al lago giurdan la associazione sportiva pescatori bovesani in collaborazione con massi sport ha organizzato nel pomeriggio di sabato 22 ottobre la tradizionale gara di pesca a fondo al lago dij giurdàn dei giordano sua sede con ricchi premi per tutti altri sponsor sono la cassa rurale ed artigiana il caseificio valle josina formaggio e mozzarelle tricolore per tutti migliore bruno idraulica termosanitaria ottima è stata la partecipazione oltre una quarantina in una giornata di stupendo sole pur con vento gelido vincitori sono risultati tra i pierini luca ribero nipote d arte il nonno si è classificato decimo nell altra categoria e per gli adulti mario schinteianu numeroso e valido come ormai ad ogni gara è stato il gruppo di pescatori rumeni partecipanti alla fine al solito il sobrio e verace rinfresco è stato letteralmente sbranato la stagione del lago se non arriveranno precoci nevicate chiuderà domenica 27 novembre.

[close]

p. 8

8 il giornale di boves borgo s dalmazzo peveragno chiusa p e valli novembre 2011 442 fiera fredda a borgo s dalmazzo a e prativamente tutto pronto per la 442.a edizione della fiera fredda che sarà inaugurata venerdì 2 dicembre e si concluderà lunedì 5 dicembre giorno della festa patronale in cui ci saranno le bancarelle in tutta la città e il mercato della lumaca negli stessi giorni si terranno iniziative culturali e manifestazioni di intratteferenza stampa dell 11 novembre che si terrà alle ore 21 presso la sala conferenze del museo dell abbazia l ente fiera fredda torna in tv È ormai un appuntamento sotto il segno della lumaca e le iniziative gastronomiche i ristoratori locali sono in prima linea quando si tratta di mettersi in gioco per lavorare con l ente fiera fredda e l amministrazione comunale e offrire la loro disponibilità e preziosa esperienza in vista dell appuntamento più importante dell anno per borgo san dalmazzo il prossimo 19 novembre prenderà il via sotto il segno della lumaca presso i 13 ristoranti convenzionati che bre menù a base di lumache i ristoranti coinvolti e l elenco delle prelibatezze che propongono sono disponibili nello speciale fiera fredda 2011 nei prossimi giorni sarà pubblicato anche il depliant informativo cartaceo la novità del 2011 è che si è creato un gruppo di lavoro che vede coinvolti ristoratori con anni di esperienza come i gestori dell antica trattoria gabri di madonna bruna della locanda del falco di valdieri dell osteria da santino di san defendente di cervasca con giovani e volenterosi ristoratori come manuel odestri del fungo reale di valloriate ed i nuovi gestori della locanda occitana della reino jano di demonte fredda ha con telecupole in vista dell evento più importante dell anno per tutti coloro che lo desiderano sarà possibile partecipare alla trasmissione ballando le cupreziosi tesori culturali e ga pole nella serata di martedì 22 novembre con cena musidel progetto e delle sue val ca e giochi sarà l occasione per promuovere la 442a fiera li l assessore a turismo e ma fredda e per mettere alla pronifestazioni mauro bernardi ha commentato il gruppo proporranno piero montanaro sta crescendo ed è motivato È e sonia decastelli molto importante che in mo l ente fiera fredda mette a disposizione un pullman che possa contare su una preziosa partirà dal piazzale di palazrisorsa come sono i ristora zo bertello tra le 18.30 e le tori che si mettono in gioco 18.45 i posti a disposiziooffrono la loro arte e le loro ne sono soltanto 80 occorre capacità al servizio della pro quindi prenotarsi al più presto mozione del territorio con questo progetto si offre una sciando un recapito telefonico un momento dell inaugurazione dell edizione del 2010 vetrina non solo per borgo per essere contattati in caso san dalmazzo ma anche per di variazioni nel programma l obiettivo è di arrivare a pro menù turistico a prezzo con tutte le vallate dì a sabato dalle 9 alle 12 è muovere un menù di territo venzionato che varia dai 10 a possibile prenotare anche via rio articolato sulle due macrostagioni autunno ­ inverno yahoo.it o telefonicamente e primavera ­ estate che lasci primavera ­ estate si cercherà chiamando lo 0171 266080 piena autonomia ai professio di proporne uno diverso e di costo della serata comprenisti sui loro piatti ma che promuoverlo allo stesso modo so il trasporto sarà di euro abbia come vincolo quello di quello invernale 30,00 l invito della presiche siano usati prodotti del sono soddisfatta di come a dente emanuela bertone mi territorio tipicamente locali piccoli passi si stia procedenraccomando non mancate ad e di stagione che provengano do nella giusta direzione per un appuntamento che è un da borgo e dalle vallate come creare un buon gruppo di laportafortuna della fiera e che patate e frutta di montagna voro ­ ha commentato la preda la possibilità di avere una polenta crouzèt gnocchi sidente dell ente fiera fredpromozione della città che funghi e tutto ciò che di buo da emanuela bertone con no e sano offre il circondario grande spirito collaborativo regione l emittente di cavalper iniziare già dall autunno con la coscienza dell imporlermaggiore è infatti visibile inverno 2011/2012 oltre al emanuela bertone anche in liguria e lombardia classico menù di lumache i di fronte quella di riuscire a la presidente dell ente affrettatevi ristoratori propongono il loro valorizzare sempre di più i fiera fredda

[close]

Comments

no comments yet