mondorealenumero118

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero118

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 1 6 gennaio 2012 n.118 acqua `avvelenata anno nuovo ma vecchie abitudini mentre il paese va a rotoli e per fare un pieno di benzina si arriverà ad ipotecare l automobile mentre si guarda con un occhio lo spread e con l altro la terra che secondo i maya ci crollerà sotto i piedi tra undici mesi a sezze ci si accapiglia per comprendere a fondo quale sarà il futuro del servizio idrico dimenticata per un attimo la gaffe di luglio acqualatina sì acqualatina no il pd torna all arrembaggio dopo la sentenza del tar facendo imbufalire chi ha fatto flash mob in piazza e chi ha lottato da dietro i banchi del consiglio opposizione e maggioranza poco importa come al solito il primo partito di sezze sale sul carro del vincitore ma nessuno gli chiede interventi e loro si guardano bene dal farli quando il giudice di pace boccia l autovelox quando sorgono rotonde senza strisce pedonali quando si mettono in fila centinaia di dossi e si lasciano le strade piene di buche quando campi da tennis e anfiteatro diventano immondezzai quando si spegne la croce quando il bilancio della spl fa spaventare e quando gli agricoltori si lamentano perché stanno andando sul lastrico ah è vero in questi casi è colpa delle precendenti amministrazioni alle brutte è colpa di zarra il partito democratico si prende meriti per la rescissione del contratto con la dondi di capua casadei e reginaldi non ci stanno politica bassiano altro che bilancio record la maggioranza si blocca attualita sezze vitelli e di palma tornano sulla questione dei profughi cultura befana c è l imbarazzo della scelta per il giorno dell epifania priverno iniziano le grandi manovre dei soliti protagonisti maenza lo spostamento di cappucci riduce a due unità i vigili urbani pontinia tra 10 giorni la prima data della stagione 2012 del fellini

[close]

p. 2

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 sezze l acqua sempre al centro del dibattito di capua non ci resta che piangere di simone di giulio la sezione di latina del tribunale amministrativo del lazio non ha accolto la richiesta di sospensiva alla delibera del consiglio comunale la numero 42 del 26/09/2011 sulla rescissione contrattuale con la concessionaria del servizio idrico dondi spa ma la notizia non soddisfa il comitato acqua pubblica di sezze che per bocca del suo portavoce paolo di capua spiega i motivi sfuggiamo dall aspetto giuridico ma osserviamo però che l ente si ritrova con la concessionaria nuovamente nel vortice del contenzioso nonostante il referendum sull acqua e l exit strategy da noi suggerito e documentato non ha voluto la maggioranza ascoltare il comitato quindi rifiutiamo questa gioia esaltante da parte dei consiglieri che votarono la delibera una maggioranza extralarge voltava le spalle al referendum e agli effetti incoerente sulla ripubblicizzazione del servizio e noi anticipammo di non vedere all orizzonte nulla di buono per i cittadini utenti in tempi non sospetti prosegue la nota abbiamo suggerito un percorso più semplice in ragione dell esito del referendum in primis rispettare la volontà popolare senza essere calpestata poi l exit strategy e attendere la nuova legge regionale tutto ciò a supporto al fine di riconoscere alla concessionaria quale fine rapporto un indennizzo da corrispondere come previsto dall art 43 della costituzione italiana il tutto accadere in un ampio lasso di tempo per l amministrazione nel corrispondere il dovuto alla concessionaria ciò avrebbe permesso la ripubblicizzazione dell acqua e del servizio in tempi ragionevoli sulla decisione del tar che pare non sia entrata nel giudizio di merito o anche l avesse analizzato alla concessionaria resta pur sempre il ricorso al consiglio di stato per far valere i propri eventuali diritti e chissà lanciare i 3 o 4 missili giuridici che dispone l amministrazione quasi mai è riuscita a schierare o a costruire batterie anti missili l inerzia durata nel tempo ha soffocato e non evidenziato le inadempienze contrattuali con la delibera n°42 hanno voluto rendere inutile la volontà popolare hanno minimizzato quasi reso inutile disinteressati l azione per la mancata depurazione nonché quanto deciso in consiglio comunale l installazione delle unità depurative mobili così tutti nel coro a cantar vittoria sulla cacciata della concessionaria viceversa altrettanto tutti disinteressati a rendere inutile l azione obbedienza civile riduzione o meglio l autoriduzione delle tariffe del 7 abbiamo registrato lo stesso atteggiamento pilatesco dell amministrazione nel non accogliere la proposta la mozione per la modifica dello statuto comunale inserire acquabenecomune però tutti della maggioranza continuano a riempirsi la bozza e sentirsi degli eroi di avere scritto una pagina di storia per avere a detta di loro cacciata la concessionaria siamo di fronte prosegue di capua a un ipocrisia politica da fare invidia mentre ogni giorno nell indifferenza totale degli amministratori la concessionaria asporta i contatori ai meno abbienti agli anziani indifesi quasi fossimo nel mar dei caraibi alla mercè dei pirati che fine ha fatto l agevolazione alle utenze deboli sono trascorsi 3 anni alla faccia della tanto sbandierata politica a difesa delle fasce deboli i diffusori dei tarocchi tra cui quello di essersi l amministrazione riappropriata degli impianti di distribuzione non risponde al vero sono in mano alla concessionaria è svanito il ritorno della gestione all amministrazione così le bollette arrivano e arriveranno ancora a nome della concessionaria per come stanno le cose conclude di capua il comitato scommette una cena con l intero consiglio che alla data delle prossime elezioni amministrative la concessionaria opererà ancora in caso contrario il comitato onorerà l impegno e pagherà la cena direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione il 4 gennaio 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 sezze cacciata della dondi il pd si arroga i meriti frutto di un lavoro serio e approfondito di simone di giulio tra i primi a commentare la notizia del respingimento del tar della richiesta di sospensiva avanzata dalla concessionaria dell esecutività della delibera del consiglio comunale sulla rescissione del contratto c è la segreteria del partito democratico di sezze che in una nota elogia l operato del sindaco e della maggioranza il partito democratico non può che accogliere con grande soddisfazione tale esito sicuro che le scelte fatte siano state il frutto di un lavoro serio e approfondito e che la strada intrapresa sia la migliore possibile per la tutela degli interessi dei cittadini sezze infatti attende da anni che la gestione del servizio idrico cittadino torni ad avere un livello di efficienza in grado di soddisfare le necessità di tutta la popolazione e l esito referendario che il partito democratico ha condiviso e sostenuto pur avendo espresso chiaramente un orientamento politico nulla avrebbe prodotto senza la risoluta azione del sindaco campoli e della sua maggioranza dimostrazione prosegue la nota della segreteria del pd setino ne è che il comune di sezze è tra i pochissimi se non l unico in italia ad aver intrapreso un percorso di tale genere per risolvere la convenzione che ci lega ad un gestore privato aprendo così lo scenario a possibili e future soluzioni auspichiamoa che intorno a questa importante vicenda vi sia il riconoscimento dei risultati ottenuti e la più ampia condivisione possibile da parte delle forze politiche e civiche del paese di un progetto in cui siamo consapevoli che sia necessario il contributo di tutti quelli che si renderanno disponibili ad un dialogo che abbia al centro il servizio alla comunità casadei e reginaldi non ci stanno di simone di giulio la segreteria del partito democratico dimentica di dare a cesare quel che è di cesare non va giù al consigliere di opposizione paolo casadei la posizione del pd setino sulla questione della rescissione del contratto con la dondi secondo casadei il pd non ha diritto a prendersi meriti sulla gestione della faccenda il sindaco e la sua segreteria politica sembrano aver del tutto dimenticato con quale stato d animo e quale determinazione la sua compagine politica si è frantumata davanti al voto della delibera consiliare che avrebbe dovuto decidere la rescissione unilaterale del rapporto con la dondi campoli ed il suo partito cercano di far dimenticare ai cittadini come sono andate effettivamente le cose in quel frangente estivo cosa che invece a me in qualità di consigliere comunale di opposizione preme ricordare la prima volta che venne portata la delibera in consiglio la maggioranza campoli si spaccò in tre tronconi da una parte gli esponenti dell ex margherita giovanni bernasconi paolo rizzo e il presidente del consiglio giovanni zeppieri disertarono l aula dando in seguito le loro motivazioni con un comunicato stampa ma lasciando di fatto campoli privo della sua stessa maggioranza perché qualcuno ha già dimenticato che sulla scorta di quella defezione anche l udc abbandonò il campo ma la cosa più assurda che oggi il pd sembra aver dimenticato è che con la seconda votazione allorché campoli affermò che se ne sarebbe andato a casa se non avesse avuto la sua maggioranza politica in aula ancora una volta il consigliere bernasconi e zeppieri non si presentarono in aula qualcuno conclude casadei ci dovrebbe spiegare come mai continuano a parlare di una vittoria determinata dalla loro segreteria quando in realtà è stato grazie ad alcuni consiglieri che l atto è passato dello stesso tenore l intervento di roberto reginaldi passato di recente in maggioranza che spiega casadei ha perfettamente ragione la battaglia condotta dal sindaco campoli contro la dondi non è frutto dell intero pd ma solo di una sua parte che grazie al voto di quattro consiglieri che sedevano tra i banchi dell opposizione ha visto la sua vittoria nell interesse della città tutta il coraggio citato dalla segreteria del partito democratico conclude reginaldi esiste veramente ma esso alberga in altre sigle politiche e in altri uomini dare dunque a cesare quel che è di cesare ­ conclude reginaldi ­ calza a pennello con i fatti descritti dal consigliere casadei ed è giusto che chi ha contribuito in maniera determinante all azione di contrasto dell attività svolta dalla dondi ne rivendichi i diritti 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 sezze vitelli e di palma sul caso profughi l assessore regionale forte venga a riferire in consiglio non smette di creare scalpore l indagine legata ai profughi presenti sul territorio setino a dire la loro sulla faccenda i consiglieri antonio vitelli e serafino di palma che in una nota analizzano la questione e invitano l assessorato regionale ai servizi sociali ad intervenire con tempestività dopo quasi sei mesi dal suo inizio oltre 80 articoli di stampa decine di indagati per associazione a delinquere e truffa ai danni dello stato ordinanze di chiusura sgombero di immobili e siti destinati ad attività sociali molto delicate la situazione sembra allargarsi a macchia d olio dai monti lepini fino a latina coinvolgendo sempre lo stesso soggetto economico la cooperativa fantasie che di pubblicità negativa continua a farne a iosa alla nostra città ed ora purtroppo anche al nostro capoluogo provinciale paradossalmente spiegano i due consiglieri comunali l ente pubblico che gestiste l accoglienza ai profughi ovvero l assessorato ai servizi sociali della regione lazio è l unico soggetto istituzionale a ritenere l intera vicenda una cosa `normale ragion per cui il suo silenzio assordante potrebbe erroneamente essere ritenuto da qualcuno non dai sottoscritti come un tacito `consenso ai criteri gestionali applicati dalla cooperativa fantasia nell accoglienza dei profughi e/o dei rifugiati politici ed anche dei minori italiani per cui come appreso dalla stampa gestire 46 persone in un appartamento di 60 metri quadrati con un bagno e poche sedie sarebbe una cosa normale sempre come appreso dalla stampa nutrire i malcapitati con alimenti scarsi e poveri da un punto di vista nutrizionale sarebbe una cosa normale come pure sarebbe normale sempre da quanto riferito dalla stampa ospitare minori in appartamenti con muffe impianti elettrici fatiscenti senza cappe di aspirazioni funzionanti e con un bagno per 12 persone poiché prosegue la nota di vitelli e di palma i sottoscritti hanno un concetto di normalità e rispetto dei diritti fondamentali dell uomo differenti da quelli applicati dalla cooperativa fantasie invitiamo l assessore regionale aldo forte ad una seduta pubblica del consiglio comunale di sezze appositamente convocata sul tema della vicenda dei rifugiati politici affinchè possa spiegarci quali sono i principi a cui si ispirano i vari bandi le attività i servizi erogati e soprattutto i controlli dell assessorato regionale affinchè anche noi nella nostra piccola realtà locale possiamo mettere in campo tutte le procedure e le energie per conformarci a tali `nuovi criteri di civiltà che sembrano emergere in modo costante da tutta questa triste vicenda 4 di marco martelletta il bando per i peep scadenza fissata al 10 gennaio il comune di sezze intende completare le aree da destinare all edilizia economica e popolare per la redazione di appositi piani attuativi per una superficie complessiva pari 7,50 ettari circa nelle zone di sezze centro suso e sezze scalo tale azione è successiva al bando pubblicato lo scorso ottobre con il quale l amministrazione a seguito di quanto previsto dalla delibera di giunta n 178 del 19 ottobre 2011 ha stabilito di provvedere al reperimento delle aree necessarie al soddisfacimento del fabbisogno abitativo di e.r.p edilizia residenziale pubblica per il quinquennio 2011-2015 per una superficie pari a circa 22,00 ettari il comune di sezze ­ ha spiegato l assessore all urbanistica antonio maurizi ­ ha espletato le procedure di assegnazione delle aree dei partecipanti al bando tuttavia per le zone di suso e sezze scalo le aree ritenute idonee dalla commissione sono inferiori a quelle necessarie al soddisfacimento dell esigenze abitative così come fissate nella delibera suindicata pertanto ha proseguito maurizi in conformità con quanto previsto dalla stessa deliberazione l amministrazione ha ritenuto opportuno redigere un nuovo bando al fine di coprire il tetto di aree previste i soggetti interessati dovranno trasmettere al comune di sezze le proprie offerte redatte su apposito modello predisposto dal settore tecnico scaricabile dal sito web www.comune.sezze.it oppure ritirabile presso lo sportello unico sito in sezze via a diaz 1 ed allegato al presente avviso con la documentazione ivi indicata l offerta dovrà pervenire in plico chiuso e sigillato a mezzo raccomandata ovvero recapitato a mano riportante all esterno il nominativo la sede del mittente e la dicitura offerta aree da destinare a piani per l edilizia economica e popolare-zona entro e non oltre le ore 12 del 10/01/2012 al seguente indirizzo comune di sezzesettore tecnico via a diaz n.1 04018 sezze le aree verranno compensate esclusivamente con l istituto della perequazione riconoscendo ai soggetti proponenti la possibilità di edificare una volumetria di consistenza variabile e in funzione della destinazione edilizia richiesta contestualmente all offerta dell area.

[close]

p. 5

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 sezze agricoltura e crisi l allarme di del duca di simone di giulio il fatturato dell agricoltura di sezze registra un calo del 65 rispetto allo scorso anno quando le cose non andavano già bene esistono fondati timori dei produttori a perseverare nell attività agricola ma non hanno altri sbocchi occupazionali e in tanti stanno già facendo ricorso ai mutui per proseguire l attività e pagare i pregressi e drammatica l analisi di vittorio del duca presidente della locale sezione di coldiretti che prosegue per i consumi è stato il peggior natale degli ultimi dieci anni lo abbiamo toccato con mano nelle settimane che precedevano il natale ma anche nella primavera scorsa a causa del batterio killer quando gli ottimi ortaggi che si producono a sezze e nel resto del territorio pontino restavano in larga parte invenduti sui mercati all ingrosso da quello internazionale di fondi sino a quello di roma passando per i mercati minori di latina velletri ed albano ora è arrivata la conferma e le prime stime ci dicono che non è mai andato così male da 10 anni a questa parte quando però i costi dei mezzi di produzione erano notevolmente inferiori agli attuali l agricoltura setina per la quasi totalità ortaggi nel solo mese di dicembre ha registrato un calo di fatturato del 60 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno ciò significa che dell ottima verdura per una superficie stimata di 200 ettari ed una produzione lorda vendibile non inferiore ad 1 milione di euro è rimasta invenduta o a marcire nei campi per difetto di domanda una corretta stima delle perdite non può però prescindere anche dai minori introiti ricavati dal venduto e che prudentemente per difetto stimiamo non inferiore ad un altro milione di euro due milioni di euro lamentati in un solo mese dall agricoltura ­ conclude del duca ­ sono una cifra pesante soprattutto perché a questa si vanno ad aggiungere i cinque milioni di euro perduti in primavera a causa della contrazione dei consumi della verdura per il batterio killer del cetriolo sette milioni di euro perduti a sezze in un solo anno è una cifra che fa paura e deve far riflettere sull impatto devastante sull economia setina ma soprattutto sul destino dell agricoltura e per i produttori costretti a ricorrere ai mutui per far fronte alle spese di coltivazione che dato il consistente aumento subito dai fertilizzanti e dai carburanti sono diventate ingenti e in alcuni casi e per alcune colture superiori al limite della convenienza economica buone nuove per gli lsu la regione sblocca le procedure che si erano interrotte nel 2010 lo scorso 29 dicembre l assessore al personale paolo martella su delega del sindaco ha sottoscritto con la regione lazio il protocollo d intesa che regola la procedura di reinserimento lavorativo a tempo determinato di sette lavoratori socialmente utili con finanziamenti a totale carico della regione lazio la pisana nel 2010 nell intento di praticare politiche attive del lavoro avviò procedure tese alla soluzione occupazionale dei lsu/ex lpu in collaborazione con i comuni invitando gli stessi ad aderire all iniziativa di stabilizzazione di lavoratori impiegati presso ciascun ente sottoscrivendo un protocollo di intesa il comune di sezze aderì all iniziativa approvando il relativo protocollo d intesa ma la procedura di stabilizzazione però non ha avuto esito poiché la regione non ha potuto dare seguito al protocollo di intesa sottoscritto nel mese di dicembre 2010 tuttavia nel novembre 2011 l ente regionale ha inteso riattivare le procedure di reinserimento modificando ed integrando il già sottoscritto protocollo d intesa ed ha invitato nuovamente i comuni a confermare l adesione il nuovo procedimento prevede la trasformazione del rapporto da lsu a quello di assunzione a tempo determinato per una durata inferiore a tre anni e per 18 ore settimanali con oneri a totale carico della regione lazio che allo scopo utilizza risorse del fse fondo sociale europeo allo scadere del progetto la regione lazio ed il comune di sezze congiuntamente si riservano di praticare se possibile il ricorso all istituto della mobilità compartimentale ed intercompartimentale significando che il lavoratore acconsente al ricorso con la stipula del contratto individuale il comune ­ ha dichiarato l assessore martella ­ si è reso parte attiva per redigere l apposita convenzione ma anche per risolvere la questione degli lsu utilizzati dalla comunità montana 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 latina arriva il nuovo accorpamento scolastico di simone di giulio arriva il nuovo assetto delle scuole di latina dopo le fusioni previste dalla regione l assessore alla pubblica istruzione del comune di latina marilena sovrani ha incontrato nei giorni scorsi i dirigenti della scuole comunali per illustrare l assetto definitivo del piano di dimensionamento scolastico deciso dalla regione lazio e per fissare la sede dei nuovi 12 uffici dirigenziali corrispondenti ai 12 istituti compresivi scaturiti dall ultima formulazione superando le proposte del comune di latina che aveva previsto un accorpamento in 10 istituti e quelle della provincia che ne aveva ipotizzati 11 la regione ha recuperato solo nel capoluogo pontino circa 15 posti tra dirigenze e personale di segreteria la media volta di via botticelli aggregherà la scuola d infanzia di via degli aurunci e la primaria di piazza moro non gionchetto e pantanaccio come proposto dalla commissione tecnica la dirigenza avrà sede in via botticelli confermato l accorpamento della elementare storica di latina in piazza dante con la media cena si litiga per la sede dirigenziale accolte anche le rimostranze del vii circolo didattico che resta unito con l aggiunta della materna di via aniene e della primaria di via po mentre il circolo frezzotti di via quarto è abbinato alla corradini 6 la leonardo da vinci sarà accorpata invece con l ex 8° circolo rodari e con l elementare di via fiuggi generando il più grande istituto comprensivo della città seguito in termini numerici da quello nato dalla fusione del iv circolo goldoni con la scuola media giuliano e comprendente anche la scuola d infanzia giovanni paolo ii nei borghi podgora e sabotino restano gli istituti prampolini e fabiano mentre il 12° istituto comprensivo riunirà i borghi ad est di latina isonzo grappa s michele che ospiterà la sede dirigenziale borgo faiti e tor tre ponti a latina scalo il vi circolo caetani si fonde con la scuola media a manuzio per il dimensionamento definitivo ­ ha commenta il dirigente scolastico sergio andreatta ­ sono state operate scelte semplici e logiche in alcuni casi ma controverse e problematiche in altri l impronta politica ardendo dire per spinta clientelare in alcuni casi appare evidente basterebbe confrontare l ultimo documento con tutti gli studi precedenti la decisione che fuori termine la regione si appresta a formalizzare bypassa le precedenti delibere della giunta comunale e del consiglio provinciale

[close]

p. 7

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 sermoneta accordo per il fotovoltaico intesa firmata tra comune e sorgenia ma scarsella manifesta alcuni dubbi di domiziana tosatti `sole mio è il progetto possibile grazie alla convenzione tra l amministrazione comunale e sorgenia spa che dà l opportunità ai cittadini di far istallare gratuitamente presso le proprie abitazioni un impianto fotovoltaico diventando in questo modo auto-produttori di energia rinnovabile continua quindi dopo l istallazione di un impianto fotovoltaico sulla scuola media di doganella la politica di risparmio energetico e di attenzione all ambiente e alle energie rinnovabili intrapresa dall amministrazione comunale a seguito della perizia da parte di un installatore certificato i cittadini che aderiranno al progetto potranno avere a casa propria un impianto fotovoltaico ch sarà istallato senza alcuna spesa da parte del cittadino che potrà godere di una riduzione fino al 50 della propria bolletta elettrica per 20 anni trascorsi i quali ne diverrà proprietario responsabile dello smaltimento sarà sorgenia sermoneta hanno spiegato il sindaco giuseppina giovannoli ed il delegato all ambiente mauro battisti è il primo comune della provincia di latina ad aderire al progetto o sole mio riteniamo questa iniziativa un ottimo modo per incentivare la cittadinanza al risparmio energetico e alla salvaguardia dell ambiente grazie all utilizzo di fonti pulite e rinnovabili consentendo un taglio sulla bolletta elettrica fino al 50 in questo momento di crisi economica la possibilità di accedere alle forniture di energia elettrica a prezzi scontati è un segnale importante che vogliamo dare ai nostri concittadini e alle aziende che operano in città l intenzione con la sottoscrizione del protocollo con sorgenia spa è quella di divenire un comune a basso impatto ambientale trovato l accordo arriva subito la prima campana discordante che manco a farlo apposta risponde al nome del più agguerrito degli oppositori della maggioranza antonio scarsella e l ennesima iniziativa isolata sarebbe opportuno approfondire e valutare i termini offerti da altre aziende per le medesime convenzioni innanzitutto c è da premettere che sono più di due anni che il sottoscritto ha ricordato il consigliere in consiglio comunale propone la discussione di un `piano energetico comunale che preveda interventi omogenei e complessivi di tipo pubblico di impianti di produzione pubblici e a favore dei privati con la convenzione in oggetto peraltro adottata in altre parti d italia anche con società diverse si propone l ennesima iniziativa isolata non frutto di una programmazione complessiva e senza averla discussa né nelle commissioni né in consiglio soprattutto la vicenda richiede degli approfondimenti da parte dell amministrazione dal momento che esistono società che riconoscono garanzie e vantaggi maggiori ai provati che aderiscono ai progetti ad esempio la società enel green power offre il 40 di sconto sulla bolletta ed un ritorno economico annuo con un finanziamento di circa 130 euro al mese per 10 anni se si realizza un impianto domestico ed il contributo `conto energia va al proprietario per gli altri 10 anni l impianto produrrà utili a suo vantaggio e le società installatrici offrono le medesime garanzie c è poi da verificare anche la normativa in vigore dal 2013 ha sollecitato scarsella che regolerà il settore ed il monopolio che verrà offerto ad una sola società e ad una sola ditta di installazione questo spiega come il diritto di superficie concesso per 20 anni in cambio del 30 di sconto sulla bolletta appare molto meno conveniente di quanto sembri allo scalo la seconda farmacia comunale sermoneta avrà la sua seconda farmacia e la gestione sarà di tipo comunale la regione lazio su richiesta del consiglio comunale ha concesso l autorizzazione per l apertura di una seconda sede farmaceutica e lo stesso consiglio all unanimità nell ultima seduta ha deliberato di esercitare il diritto di prelazione per la gestione la sede è stata individuata in sermoneta scalo oggetto nei prossimi mesi come discusso in commissione urbanistica ed approvato dalla massima assise cittadina di un importante intervento urbanistico che ne garantirà i servizi ora assenti sermoneta scalo ha osservato il primo cittadino giuseppina giovannoli è una zona densamente abitata ed in continua espansione ad oggi tuttavia nonostante la fortissima presenza di famiglie sono assenti molti servizi si tratta di un territorio che vede la presenza di moltissime famiglie giovani coppie e persone in età avanzata che necessitano dell assistenza di un presidio sanitario l apertura di una nuova farmacia comunale garantirà un servizio sociale essenziale migliorando così la qualità della vita della zona duplice intenzione dell amministrazione comunale che in primo luogo ha richiesto l istituzione di una nuova farmacia per potenziare tale servizio di primario interesse pubblico e renderlo maggiormente disponibile a tutta la popolazione in secondo luogo ottenere la titolarità della farmacia al comune e non a un privato scelta questa finalizzata ad avere la garanzia di un maggior numero di benefici da una parte praticare una politica calmieratrice rispetto ai prezzi di mercato svolgere al meglio una funzione socio-sanitaria a sostegno delle fasce più deboli della popolazione avere un beneficio economico per il comune da restituire ai cittadini in servizi con la realizzazione dei servizi previsti ha spiegato ancora il sindacoche vanno da un parco pubblico ad un asilo nido passando per una nuova caserma dei carabinieri e abitazioni destinate ad housing sociale sermoneta scalo assumerà una propria identità integrandosi in maniera organica ed ordinata con il resto territorio d.t 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 bassiano il bilancio non passa da possibile record a falla nella maggioranza di domiziana tosatti sembrerebbe solo una strana coincidenza casuale di avvenimenti ma i più maliziosi potrebbero pensare che qualcosa ancora non quadri nella maggioranza del comune di bassiano e ciò ha determinato la concatenazione di cause che ha fatto saltare l approvazione del bilancio il responsabile dell ufficio di ragioneria non `ha avuto tempo per leggere il cartaceo al revisore dei conti `non è stata spedita copia del bilancio e non ha quindi potuto esprimere parere il vicesindaco ha invitato alla luce della manovra monti e dell assenza di specificità allo stato attuale sul gettito dell imu a rinviare l ordine del giorno che poneva il discussione il bilancio il legato al bilancio si è detto d accordo ed il sindaco si è visto di fatto costretto a ritirare dall ordine del giorno dell ultimo consiglio comunale la discussione del bilancio di previsione 2012 morale della favola l approvazione del bilancio di previsione che era stata inserita nell ordine del giorno dell ultimo consiglio comunale è stata sospesa in seguito alla sollecitazione del vicesindaco bruno palombo che ha suggerito di aspettare dettagli dalla manovra `salva italia del governo monti ed alla dichiarazione del responsabile di ragioneria che ha dichiarato `di voler attendere anch egli delucidazioni dal governo centrale e di non aver avuto il tempo necessario per studiare il cartaceo del bilancio dal canto suo al revisore dei conti copia del documento di programmazione economica non sarebbe mai stata recapitata impossibilitando il tecnico ad esprimere qualsivoglia parere il bilancio che si doveva approvare ha osservato il primo cittadino cacciotti era uguale a quello approvato lo scorso giugno in discussione c era solo l aliquota ici ogni mutamento si sarebbe potuto apportare nel corso del 2012 e evidente che alla luce di quanto accaduto sarà mio dovere rivedere alcune posizioni all interno degli uffici comunali quando ci siamo insediati l obiettivo di questa maggioranza era il cambiamento del nostro paese ed in parte ci stiamo riuscendo volevo essere il primo paese dei monti lepini ad approvare il bilancio 2012 prima dell uscita dell anno 2011 non ci sono riuscito poiché dopo aver ricevuto le lettere in questione non ho potuto far altro che ritirare dall ordine del giorno tutti i punti riferiti al bilancio dure le reazioni dell opposizione la posizione del pd la posizione del pdl la spaccatura della maggioranza oltre ad essere politica oggi è divenuta anche e soprattutto di natura amministrativa facendo ancor di più del male al paese forte il commento del direttivo del partito democratico coordinato da caterina corvo a seguito del ritiro dall ordine del giorno dei punti relativi all approvazione del bilancio di previsione 2012 nonostante la maggioranza abbia cercato nelle ultime settimane di risanare la propria frattura questa è divenuta ormai insanabile e a farne le spese sono bassiano ed i suoi cittadini si va avanti a governare un ente non mettendo in campo mai progetti innovativi e di 8 sviluppo perseverando in liti e discussioni del tutto personali e necessario un nuovo modo di fare politica e di fare amministrazione l europa chiede nuove sfide ed altrettanti sacrifici e non ci si può permettere di perdersi in improduttive discussioni avremmo in ogni caso espresso parere negativo sul bilancio che a nostro avviso non conteneva alcuna misura di sviluppo sociale ed economica del territorio tuttavia qual che maggiormente conta è l impossibilità per un comune di essere governato da una maggioranza evidentemente spaccata che non garantisce alcuna crescita ed alcuna progettualità condivisa d.t le motivazioni per il gravissimo incidente del ritiro dall ordine del giorno dei punti relativi al bilancio 2012 hanno convinto davvero pochi palese secondo i più la spaccatura divenuta ormai insanabile tra le due anime della maggioranza nel corso del consiglio il consigliere di bassiano futura domenico guidi aveva sollecitato l approvazione del documento di programmazione economica al fine di evitare la necessità di ricorrere all esercizio obbligatorio si è trattato di un vero e proprio tranello teso al sindaco ed alla maggioranza aderente a bassiano futura ha osservato il capogruppo del gruppo del pdl ruggero cacciotti non si può non evidenziare la gravità politica di quanto accaduto che ha dimostrato come non esista più una maggioranza né politica né amministrativa la maggioranza attuale sta mettendo in atto solo un volgare e deplorevole modo di stare insieme al sol fine di dividersi il potere in barba ai cittadini e non tenendo conto dei cittadini e del fatto che negli ultimi anni bassiano abbia toccato il fondo da più punti di vista il pdl in chiusura di seduta ha invitato il sindaco a rassegnare le proprie dimissioni `evitando il persistere dello stato comatoso dell ente e rimettendo la parola ai cittadini d.t

[close]

p. 9

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 roccagorga spaziani respinge le critiche il segretario del pd contro i trasformisti di luca morazzano gli esuli del pd bevilaqua e ciotti durante i mesi conclusivi del 2011 non hanno lesinato attacchi al segretario comunale del partito democratico erasmo spaziani che proprio in chiusura di anno ha risposto per le rime agli attacchi subiti a mezzo stampa arriva infatti la presa di posizione dello steso spaziani chi se n è andato deve fare i conti con il proprio trasformismo da una parte c è loreto bevilacqua ex segretario provinciale dello stesso partito che avrebbe preso le distanze perché quella formazione sarebbe stata troppo in odore di estremizzazione a sinistra possibile che di questa svolta a sinistra in ambito nazionale non si siano accorti i vari rosy bindi dario franceschini giuseppe fioroni luigi zanda e migliaia di altri dirigenti provenienti dal mondo cattolico altro affondo incassato era stato quello pronunciato da alfredo ciotti ex consigliere del pd l accusa al pd sarebbe stata quella di non amare troppo la famiglia anche per lui spaziani ha pronta una risposta se si riferisce alle battaglie per il divorzio l aborto e le pari opportunità si tratterebbe solo di «alibi» per giustificare la trasmigrazione verso l udc ben altra sarebbe dunque la verità la rivoluzione amministrativa operata dal sindaco carla amici e dalla maggioranza di centrosinistra avrebbe in tale ottica fortemente colpito e penalizzato gli interessi privati e personali dei trasformisti di tutto il mondo in questa prospettiva meglio si comprenderebbe ­ ma ovviamente senza giustificazione la delegittimazione personale e professionale esercitata con scientifica ossessione nei confronti del primo cittadino non ragioni di politica nazionale non l inadeguatezza nella conduzione dell amministrazione comunale sarebbero alla base del dissenso né tanto meno l incapacità del segretario del circolo sarebbero i motivi del cambio di partito dei due ex esponenti del pd agli occhi di spaziani dunque gli bevilacqua e ciotti avrebbero staccato il biglietto verso altra destinazione esclusivamente per motivi personali per aspettative evidentemente mortificate da una precisa scelta amministrativa vale a dire il rispetto delle regole a tutela dei diritti altrui l elezione a coordinatore del circolo del pd di roccagorga dello stesso spaziani ricorderebbe metaforicamente pertanto la follia di don chisciotte della mancia nonostante fosse in quel contesto l unico candidato l attuale segretario raccolse l invidiabile primato di aver collezionato 13 schede bianche tra quei tredici c erano bevilacqua e ciotti subito dopo sarebbe venuta fuori l idea di diffondere la notizia che il segretario del pd eletto all unanimità avrebbe tradito il mandato politico affidatogli la manovra del cambio di maggioranza in consiglio comunale sarebbe stata peraltro ideata e attuata proprio dall ex consigliere provinciale ed ex segretario provinciale del pd per il segretario del partito democratico la politica ­ secondo le sue stesse parole ­ è sempre stata passione e rigore morale con poche vittorie e tante sconfitte gli interessi personali dovrebbero essere ricercati nella coscienza e nella vita di tanti altri che hanno calcato e ancora calcano le scene politiche a priverno è caccia al cinghiale nel parco e alla fine la caccia al cinghiale ha avuto luogo e il luogo è stato il parco del castello di san martino questo si apprende dal comunicato stampa emanato dall ufficio staff del sindaco il 3 gennaio si è svolta con successo nonostante la giornata uggiosa l iniziativa di `alleggerire quantomeno la presenza dei cinghiali all interno del parco di san martino messa in campo dall azienda faunistico venatoria afv di cui è presidente giovanni di legge nella mattinata del 2 gennaio infatti sono stati `scacciati dal parco e indirizzati verso i boschi limitrofi ben 14 animali alcuni dei quali anche di notevoli dimensioni soprattutto nell area picnic del parco sono state trovate evidenti tracce della presenza di numerosi cinghiali che hanno scavato nel terreno tutt intorno alla zona l intervento teso ad allontanare i cinghiali è stato effettuato per scongiurare possibili pericoli derivanti dalla eccessiva presenza degli stessi e dai possibili `incontri ravvicinati con altri frequentatori del parco ed è stato fatto grazie alla collaborazione della polizia provinciale che unitamente alla polizia municipale ha assicurato la sicurezza per gli automobilisti l amministrazione provinciale infatti dopo aver riconosciuto come valide le preoccupazioni evidenziate con la lettera scritta dal sindaco macci lo scorso 22 novembre e indirizzata al corpo forestale oltre che all assessore provinciale di riferimento enrico tiero e per conoscenza anche al prefetto aveva convocato una specifica riunione nella quale sono state decise le modalità di intervento ma protagonisti assoluti sono stati i cacciatori ancora una volta disposizione della collettività parola del presidente di legge l.m 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 priverno anno nuovo polemica vecchia continua la querelle su san martino di mario giorgi il 2012 a priverno nell agone politico si apre come si era chiuso il 2011 con l opposizione ­ e in particolare il partito democratico e la sel ­ ad incalzare l amministrazione comunale guidata dal sindaco umberto macci su alcuni dei problemi che maggiormente assillano la città e così l inizio del nuovo anno è caratterizzato da un forte intervento del consigliere pd elvira picozza su due temi già oggetto di polemica lo scorso anno il castello e il parco di san martino e il degrado in cui versano alcune parti del territorio comunale san martino uno strano modo di intendere il concetto di pericolosità quello dell amministrazione macci ­ attacca picozza che mentre con ostinata determinazione si riorganizza per liberare il bosco di san martino dalla minacciosa presenza dei cinghiali mobilitando di nuovo i cacciatori contemporaneamente lascia ormai da settimane incustodito l accesso allo stesso bosco anche nelle ore notturne a tale proposito ­ continua il consigliere di opposizione ci sono pervenute in questi giorni numerose segnalazioni di cittadini preoccupati per lo stato di totale abbandono in cui versa il complesso di san martino esposto ad ogni tipo di intrusione soprattutto nelle ore notturne se la notizia di un reale pericolo per l incolumità pubblica ha un fondamento come si affanna a ripetere il sindaco da qualche tempo ­ continua picozza i cittadini si chiedono come sia possibile lasciare aperte e incustodite le vie di accesso al parco e al castello con i conseguenti rischi per quanti a diverso titolo vi si introducono perciò elvira picozza mentre resta in attesa di qualche spiegazione in merito si augura alla luce dei fatti l adozione di comportamenti più coerenti da parte del sindaco macci il quale come logica conseguenza con quanto andava affermando avrebbe dovuto vietare già da tempo l ingresso dei cittadini nel bosco ma l auspicio maggiore dell esponente del pd sulla vicenda san martino è l adozione di reali misure per la salvaguardia dell incolumità pubblica dovunque nel territorio comunale esse si rendano necessarie ma anche interventi per la salvaguardia di un bene tanto prezioso ed unico per la qualità della vita della popolazione quale è appunto il complesso di san martino ridotto oggi ad un contenitore vuoto per la cronaca la battuta per allontanare ­ non si sa fino a quando ­ i cinghiali dal parco si è svolta il 2 gennaio scorso con soddisfazione del sindaco macci e del presidente dell azienda faunistica venatoria giovanni di legge l altra vicenda toccata da picozza nel suo intervento come detto riguarda il degrado in cui versano alcune zone privernati ed anche qui non usa mezzi termini ma va al sodo della questione aumentano degrado e incuria nella città soprattutto nei quartieri a ridosso del centro urbano è il suo incipit i cittadini segnalano lo stato di abbandono dell area terminal e delle strade ad essa adiacenti uno spettacolo desolante sotto gli occhi di chi rinunciando alle quattro ruote preferisce recarsi a piedi nel centro 10 storico sporcizia non rimossa da giorni aiuole e spazi verdi incolti e ricoperti da rifiuti anziché di erba e fiori sembra quasi che la città sia ormai rassegnata al degrado con le strade del centro urbano che neanche le luminarie natalizie sono riuscite a rendere più attraenti disseminate di cassonetti vecchi e nuovi ma ugualmente sporchi e maleodoranti intorno ai quali si aggirano sempre più frequentemente ratti di ogni dimensione con un nuovo sistema di raccolta che non decollerà mai per i noti problemi legati al cattivo funzionamento delle isole ecologiche con situazioni come quella relativa a via san martino in cui il conferimento dei rifiuti è particolarmente difficoltoso e igienicamente rischioso per i cittadini tanta è la sporcizia che circonda i cassonetti certamente tutto ciò non favorisce la partecipazione spontanea dei cittadini alla cura e al rispetto dell ambiente e alla tutela degli spazi pubblici limitandone sempre più l esercizio al solo contesto privato o del proprio domicilio di qui l invito all amministrazione comunale ad intraprendere provvedimenti rapidi ed efficaci in merito a questa situazione prima che essa diventi una vera e propria emergenza sapendo bene che la popolazione contribuisce notevolmente ai costi di tali servizi pagando una tassa sui rifiuti incrementata dal 2009 del 30 senza ricevere in cambio nessun intervento migliorativo.

[close]

p. 11

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 priverno sono iniziate le grandi manovre della politica di mario giorgi al rinnovo del consiglio comunale di priverno mancano ormai una quindicina di mesi o poco più e da più parti ­ intendendo per tali esponenti partitici e schieramenti politici di diversa estrazione ­ ci si comincia a muovere anche con una certa intensità per trovare accordi unità di intenti programmatici e perché no anche candidati a sindaco condivisibili nell area di competenza a sinistra come a destra nel centrosinistra è sinistra ecologia e libertà che già da qualche tempo in verità lancia il suo appello nell ultimo numero del giornale di partito gli esponenti sel affrontano il problema in un servizio significativamente intitolato se non ora quando in cui si legge che stiamo ormai entrando nella fase finale di questa lunga brutta avventura dell amministrazione macci che lascia dietro di sé un cumulo di macerie che sarà arduo rimuovere perciò spetta alle forze del centrosinistra quelle che in questi anni in tutti i modi si sono opposte dentro e fuori il consiglio comunale ad una politica vuota inconcludente e fallimentare costruire uno schieramento ed un programma capaci di coalizzare un vasto arco di forze disposte a impegnarsi per ridare un futuro di speranza a questa comunità cominciando intanto dalle forze organizzate dentro e fuori le istituzioni che proprio in questi giorni si sono arricchite della presenza di una nuova rappresentanza per aprire subito dopo un confronto con associazioni movimenti singole personalità o cittadini organizzati e arrivare ad una grande unitaria assemblea cittadina che fissi il percorso ed i contenuti per arrivare vincenti alla scadenza della primavera 2013 se non è un perentorio invito rivolto soprattutto al pd a fare presto poco ci manca infatti ­ concludono gli esponenti sel si parta subito perché non c è un istante da perdere ma anche dalle parti del centrodestra ci si muove con contatti ripresa di dialoghi interrotti tentativi di ricostruzione di alleanze forse ormai improbabili e in ogni caso ci si muove sul territorio incontrando la gente organizzando manifestazioni insomma riprendendo un dialogo dal pdl in verità interrotto da qualche tempo molto solerte appare soprattutto l on gina cetrone consigliere regionale eletta nel listino della polverini due anni fa che ha preso l impegno di riportare le istituzioni ma anche il partito sul territorio tra la popolazione e vero che già da tempo il coordinatore provinciale del pdl il senatore claudio fazzone aveva indicato nell assessore provinciale fabio martellucci il naturale candidato alla carica di sindaco di priverno ma questo non significa che i giochi siano fatti in maniera definitiva o che il partito che fa capo a priverno ad angelo perfili voglia correre da solo ma anche dalle parti vicine al sindaco macci pur non giurando sulla possibile presentazione di una lista autonoma non si esclude che l attuale maggioranza al comune di priverno possa avere già trovato un candidato alla carica di primo cittadino tutto dunque è possibile anche che quelli che una decina di anni fa si presentarono come i nuovi cavalli di razza della politica privernate riescano a ritrovare un percorso comune insomma tutto ­ ma anche il contrario di tutto ­ è possibile in una città che per ora ha di certo solo numerosi problemi da risolvere arriva l automedica la notizia è giusto l abbia diffusa lui non per niente pierfranco grassio è il fondatore e l amministratore del gruppo facebook per chi vuole che riapra l ospedale di priverno e ormai in prima linea nelle battaglie per la sanità privernate e lepina la notizia riguarda la donazione di un automedica a servizio delle popolazioni lepine la cerimonia di donazione dell automedica destinata ad affiancarsi nelle operazioni di pronto intervento al parco delle due ambulanze già in servizio nella zona si è svolta il 29 dicembre scorso presso i locali del centro operativo del 118 di latina la macchina approntata per le evenienze particolari è dotata di una trazione apposita 4x4 di apparecchiature per la rianimazione del defibrillatore con personale medico e infermieristico a bordo e stato un grande atto di solidarietà ­ ha sottolineato grassio del dott castelli che con questa donazione ha voluto ricordare la figura del figlio giorgio deceduto su un campo di calcio anche a causa di ritardi nei soccorsi e per la mancanza in loco di un semplice defibrillatore alla cerimonia della donazione erano presenti oltre al rappresentante della fondazione giorgio castelli la dott.ssa rossella carucci direttrice dell ares 118 del lazio il direttore generale della asl renato sponsilli e gianfranco sciscione presidente dell ater latina proprio sciscione ­ ha riferito grassio ­ ha comunicato ufficialmente allo stesso grassio e al rappresentante del comune di priverno l assessore domenico graziani la ripresa immediata dei lavori del sito sanitario di via madonna delle grazie che sarà ultimato e consegnato entro giugno 2012 ma.gio 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 maenza cappucci al posto di anelli cambio in pianta organica ma restano soltanto due agenti di polizia municipale di luca morazzano dopo i due lsu stabilizzati nei mesi scorsi con annessa polemica relativa alla collocazione oraria delle due unità lavorative in questione una nuova modifica della pianta organica del personale ha interessato il comune di maenza proprio in chiusura di anno e infatti stata pubblicata in data 28 dicembre 2011 la delibera di giunta numero 154 che autorizza il trasferimento per mobilità della dottoressa cappucci giovanna dall area di vigilanza all area amministrativa i settore per effetto di tale trasferimento il profilo professionale della dottoressa cappucci risulta variato da istruttore di vigilanza in istruttore di area amministrativa i settore pur conservando in misura non prevalente le mansioni di istruttore di vigilanza limitatamente al disbrigo delle pratiche d ufficio e delle notificazioni sarà ora compito del sindaco inviare la richiesta di revoca delle qualifica di agente di pubblica sicurezza della cappucci al prefetto di latina la decisione presa all unanimità dalla giunta dalla quale era assente il solo roberto corsi viene spiegata dalla stessa delibera nell ottica della necessità di sostituire la dottoressa fermina anelli collocata a riposo con dgc 130 in data 19-10-2011 e in pensione dal 1-12012 considerata la domanda di mobilità presentata dalla stessa giovanna cappucci nella medesima data del 28-12-2012 fondamentale per rendere possibile il trasferimento e dell esperienza maturata da diversi anni con esito positivo in sostituzione della dottoressa anelli nei servizi di anagrafe elettorali e stato civile dalla stessa cappucci vincitrice dell ultimo concorso pubblico svolto presso l ente comunale maentino per l assunzione di un unità di polizia municipale e risultando disponibile un posto vacante di medesima categoria c e avendo già avvisato la parte sindacale il provvedimento ha potuto prendere corpo nel giro di poche ore peccato però che anche stavolta il provvedimento lascia degli scontenti proprio come nel caso della stabilizzazione dei due lsu adele baccari e lidia de nardis quando l ordine inviato dal locale centro impiego per anzianità anagrafica oltre che di impiego nel progetto venne capovolto nelle assegnazioni delle ore in base a criteri non specificati stavolta la polemica monta nella considerazione che all interno della stessa pianta organica comunale forse erano presenti anche altri elementi idonei alla sostituzione ma che però non avevano presentato la domanda di mobilità nello stesso giorno della deliberazione polemica a parte il problema che resta è però un altro e oggettivo se la `promozione della cappucci conserva alla stessa le funzioni di istruttore di vigilanza per quanto riguarda le pratiche d ufficio la esentata però dall indossare la sua divisa e dallo scendere in strada per garantire l ordine pubblico di fatto la dotazione degli agenti di polizia municipale già insufficiente per turnazioni a coprire l intero orario diurno scende a due sole unità di cui uno aldo polidoro in contrasto conclamato con l attuale giunta a riprova ci sono i procedimenti giudiziari in corso proprio tra l altroper questioni di orario al buon giovanni ciccateri resta tutto il peso dei compiti di strada e i nostri migliori auguri considerando anche il fatto che tranne che in determinate fasce orarie anche la locale stazione dei carabinieri è vuota tanto che al numero di telefono maentino per perfino al citofono della caserma rispondfe sovente il comando di terracina in tale situazione un nuovo concorso pare necessario ed urgente dallo scorso sono passati troppi anni per ritenere ancora valide le graduatorie servizi sociali a pieno regime ecco le novità ancora novità interessanti dai servizi sociali del comune di maenza l assessore corsi e il suo entourage dimostrano di aver ben capito come accedere e attivare le offerte proposte dai fondi regionali riuscendo sistematicamente a girare le opportunità alla cittadinanza in particolare si apprende che in questo mese di gennaio e già da dicembre sono in pagamento i contributi per borse di studio e libri di testo anno scolastico 2009/2010 in favore di aventi diritto che hanno presentato regolare istanza all ufficio servizi sociali per quanto riguarda le famiglie con bambini nati lo scorso anno invece è stato attivato il bonus bebè per il quale sono aperte fino al 31 gennaio le richieste di contributo di 450,00 in favore di famiglie che hanno partorito riconosciuto o adottato uno o più figli nel corso dell anno 2011 infine sempre durante il mese di gennaio verrà 12 inaugurato il punto baby che erogherà prodotti per l infanzia biscotti pannolini ecc a chi dimostrerà di averne bisogno l.m

[close]

p. 13

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 pontinia anno nuovo vita nuova marson lascia orme pontine e lancia pontinia domani di roberto tartaglia anno nuovo vita nuova per la politica di pontinia almeno così sembrerebbe sia da un lato che dall altro sul fronte della maggioranza comunale è il direttivo del partito democratico a pronunciarsi in una nota fa presente che sono in ballo nuove sinergie tra forze politiche associazioni e cittadini con lo scopo di migliorare i servizi alla cittadinanza quelli del pd si dicono sempre più decisi ad archiviare polemiche e strumentalizzazioni per lasciare il campo a progetti mirati a migliorare il territorio poi si rivolgono ai ragazzi e alla loro diffidenza nei confronti della politica asserendo che la politica attuale ha bisogno di loro per questo l adesione ideale a un partito deve essere vista come un occasione un esercizio importante di partecipazione e solidarietà per fare il bene della comunità in cui viviamo e ironia della sorte sono proprio i giovani dall altro lato a rispondere indirettamente a questo spirito di iniziativa ma a modo loro alessandro marson che ha appena abbandonato il progetto di orme pontine non si mette l anima in pace e continua a credere in una politica giovane per pontinia da poco infatti ha presentato il nuovo progetto pontinia domani l obiettivo di marson e dei suoi collaboratori è quello delle prossime elezioni e di tempo ne hanno per organizzarsi marson afferma che l ultimo consiglio comunale del 2011 è stato un chiaro esempio dell appiattimento politico che si vive in città in effetti sono state molte le voci che nelle scorse settimane si sono fatte sentire in merito maggioranza e opposizione vanno d amore e d accordo e nessuno controlla sulle decisioni prese ma quella della politica giovane a pontinia sembra più un utopia che una speranza per il futuro sono anni infatti che si parla di integrazioni in tal senso ma alla fine i giovani nella maggior parte dei casi si ritrovano inesorabilmente fagocitati dai big della politica locale e relegati in un angoletto dal quale l unica via per uscire sembra essere l associazionismo torelli rilegge le vicende politiche del 2011 di roberto tartaglia il 2011 credo di poterlo definire senza problemi l anno zero del comune di pontinia così esordisce il consigliere d opposizione paolo torelli nel fare un bilancio dell anno appena trascorso poi continua la situazione politica di pontinia è sempre più imbarazzante abbiamo visto il sindaco e metà giunta condannati dalla corte dei conti per danno erariale nei confronti del comune da loro stessi governato ma nessuno si dimette tantomeno ha la vaga idea di farlo la legge non li obbliga e quindi pensano bene che sia giusto rimanere incollati sulle loro poltrone come se la morale e l etica non fossero nulla evidentemente la loro arroganza è superiore al buon senso e al rispetto dei cittadini-contribuenti e non manca di menzionare l aumento degli stipendi del 2006 che gli amministratori si sono autoassegnati insieme a tutto ciò però va ricordato che anche un membro dell opposizione ai tempi parte della maggioranza è coinvolto nello scandalo della corte dei conti e anche che ci sono ancora 90mila euro che ex membri d opposizione e maggioranza devono restituire per aver percepito indebitamente il 100 dello stipendio da amministratori nonostante svolgessero al contempo altri lavori anche qui si tratterebbe di soldi utili alle casse comunali e soprattutto di un atteggiamento rispettoso nei confronti dei cittadini insomma la questione è sempre la stessa chi è senza peccato scagli la prima pietra e forse per migliorare lo stato delle cose la soluzione migliore sarebbe quella di farsi valere preventivamente all interno dell aula consigliare e nelle sedi opportune uniti in un fronte compatto anziché continuare sia da un lato che dall altro ad accusarsi a danno compiuto sarebbe meglio prendere impegni precisi anziché cambiare bandiera con troppo facilità la politica comunale e provinciale purtroppo sembra assumere sempre più con gli anni quell aspetto degradato già contraddistintivo della politica nazionale dove i rappresentanti del voto popolare sembrano più impegnati ad accusare i loro avversari politici che a far valere le proprie idee più interessati alle prossime elezioni che al difficile presente oggettivo 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 cultura al fellini apre la stagione 2012 di paola bernasconi sono otto gli spettacoli pensati per la nuova stagione teatrale e concertistica del teatro fellini di pontinia otto spettacoli strutturati in modo da offrire al pubblico un percorso che possa toccare i grandi autori dell arte teatrale quali pirandello e cechov artisti moderni come sergio endrigo e al contempo ricordare a vent anni dalla sua tragica morte uno dei più grandi eroi moderni giovanni falcone il tutto intramezzato dalla poesia recitata da paola gassman dalle musiche del buonos aires cafè quintet dalle letture dei racconti di giuseppe pederiali e il grido d amor edith piaf gli otto spettacoli che presenteremo nella stagione teatrale e concertistica 2012 ­ ha affermato la direttrice paola sangiorgi ­ sono il risultato di anni di duro lavoro fatti nel teatro fellini abbiamo cercato di andare incontro alle esigenze del pubblico e nello stesso tempo mantenere uno standard qualitativo molto alto il punto di forza della nostra stagione teatrale sarà sicuramente la varietà di spettacoli che andremo ad offrire tengo assolutamente a sottolineare il prezzo popolare dell abbonamento 13euro il singolo e 60 l abbonamento per gli 8 spettacoli e la volontà da parte dell amministrazione e della direzione di rendere la struttura del fellini sempre viva e a disposizione di tutti e non trasformarla in un luogo freddo e per pochi intimi insomma spettacoli di cechov pirandello il ricordo di falcone e le melodie di sergio endrigo rappresentano un risultato veramente importante per la struttura teatrale il lavoro svolto dall associazione arte e teatro e da paola sangiorgi è stato eccellente ­ ha affermato l assessore patrizia sperlonga pontinia è sempre più il centro culturale della provincia questa stagione teatrale e concertistica siamo sicuri che incrementerà ancor di più le presenze dai comuni limitrofi il nostro teatro oltre a garantire degli spettacoli sempre di alto livello artistico ha la caratteristica di saper accogliere nel migliore dei modi il suo pubblico lo spettatore non si sente mai `pubblico passivo ma parte integrante di una grande famiglia sarà elisa saltarelli infine che arricchirà il palcoscenico del fellini durante tutta la stagione teatrale 2012 con le sue nuove scenografie realizzate appositamente per i suggestivi spettacoli per info e prenotazioni è possibile contattare paola sangiorgi direttrice artistica ed organizzativa via mail arteeteatro@hotmail.it o al numero 380 7222231 luca telese presenta il suo libro a priverno torna a priverno luca telese penna de il fatto quotidiano e co-conduttore della trasmissione televisiva in onda questa volta presso la sede del sel presenterà il suo nuovo libro gioventù amore e rabbia dove descrive un italia come teatro di un conflitto occulto dove la generazione degli ex baby boomers ha schiavizzato quella dei figli l ha divorata colonizzata dall avamposto privilegiato della redazione e attraverso il filtro della propria esperienza personale il giovane quarantenne telese ma una volta la gioventù non finiva a 25 anni racconta un paese che se ne frega dei più giovani dove soltanto la passione per quello che si fa e ­ ogni tanto ­ la rabbia possono cambiare le cose l appuntamento per il 13 alle ore 17,30 presso la sala cerimonie del comune a sezze si recupera lo spettacolo di incontra inaugurata il 10 dicembre si concluderà lunedì 9 gennaio la mostra iconografica i santi venerati nella tradizione spirituale e popolare di sezze presso la casa natale di san carlo in piazza san lorenzo ad ingresso gratuito la rassegna è stata curata da filomena danieli e valter marchetti con il contributo dell assessorato alle politiche culturali del comune il centro studi san carlo da sezze ha proposto ancora una volta un iniziativa che sottolinea il legame tra il santo di origini locali ed i suoi concittadini e se siete a sezze in questo fine settimana potrete dedicarvi al teatro con uno spettacolo che faceva parte di sezze in.con.tra il teatro rassegna curata dal comune programmato per novembre scorso è stato annullato e adesso in programma per domenica 8 gennaio alle 21 presso l auditorium mario 14 costa in località anfiteatro il sentiero dei passi pericolosi una tragedia stradale questo il titolo della rappresentazione a cura della compagnia spazio t di alghero maurizio pulina giuseppe ligios e antonio luvinetti sono gli attori che portano in scena una storia drammatica la loro morte una dimensione fuori dal tempo nella quale si sente solo lo scorrere del fiume lì accanto una lunga confessione nella quale i tre cercano di dare un senso a ciò che è loro accaduto e alle loro vite mai vissute felicemente per la regia di chiara murru lo spettacolo sviscera la vita non-vita dei protagonisti partendo da una considerazione dello stesso autore dell opera michel marc bouchard chi è baciato dalla morte non ha più niente da perdere ma una cosa ancora da guadagnare la franchezza p.b

[close]

p. 15

mondore@le numero 118 6 gennaio 2012 cultura epifania piena di eventi alla villa del cardinale un concerto da non perdere 14° sagra delle crespelle a maenza di paola bernasconi l epifania tutte le feste porta via vediamo allora cosa offre la provincia di latina per questa giornata così speciale a sezze torna il tradizionale appuntamento con la befana scende dai tetti manifestazione caduta in disuso per qualche tempo è tornata ad essere l evento tanto atteso dai bambini setini che affollano piazza de magistris appuntamento alle 15 a latina manifestazione di tutt altro genere con la motobefana della beneficenza organizzato dall a.p.s i patitori l evento vedrà il suo inizio in piazza della libertà a latina a partire dalle 10 dopo la registrazione dei partecipanti è prevista la partenza per anzio dove si arriverà per le 12 qui verrà offerto un pranzo a cura dei polentari di doganella a base di polenta e salsicce alle 14 verranno consegnati i regali ai bambini della casa famiglia la coccinella di anzio e a seguire ci sarà l estrazione della lotteria del motociclista al teatro ponchielli di latina il cabarettista napoletano peppe sole intratterrà il pubblico con la scostumata tombola napoletana a partire dalle 17.30 presso la parrocchia della immacolata conc la corale polifonica immacolata presenta invece il concerto dell epifania con inizio alle 18.45 per la serata del 6 gennaio potrete infine scegliere tra il concerto dei senso unico al ludwig la cena spettacolo a cura degli addio kabertt con dj set di lalla hop all easy going o la performance al teatro d annunzio con dignità autonome di prostituzione uno spettacolo di lu ciano melchionna tratto dal format di betta cianchini e luciano melchionna se siete in zona aprilia potrete invece dedicarvi al musical con nightmare before christmas al teatro europa per una giornata dell epifania diversa potete infine recarvi a norma presso la chiesa del seminario qui l accademia musicale il seminario presenta uno speciale concerto della befana a partire dalle ore 18 con il coro annuntiates cantores dirige francesco belli mentre al piano c è ugo mariani con la partecipazione straordinaria del maestro cappelletti a maenza c è invece la sagra delle crespelle con distribuzione del goloso dolce casereccio tipico del periodo natalizio non può ancare però l arrivo della nonnina porta dolciumi in versione meccanica il tutto allietato dal concerto di lucianello e condito dalla degustazione guidata dell olio a cura dell aspol gli appuntamenti quindi non mancano peccato solo non poterli vivere tutti ed essere costretti a scegliere cortometraggio show ottava edizione per il festival pontino di paola bernasconi cinque giorni dal 4 all 8 gennaio cinque giorni dedicati festival pontino del cortometraggio presso il teatro moderno di via sisto v a latina è stato inaugurata l ottava edizione dell evento organizzato da la domus associazione no profit di promozione socioculturale cinquecentoventotto i corti giunti da cinquanta paesi sessantasei quelli selezionati nei cinque giorni previsti verranno tutti proiettati dopo mercoledì e giovedì oggi e sabato si inizia alle 20.30 per domenica giornata del gran finale l ora di inizio è prevista per le 18 verranno assegnati i premi al miglior film italiano un premio internazionale quello del pubblico il premio corto press come migliore sceneggiatura un premio low budget quello lazio giovani il premio corto africa il premio come miglior corto pontino la miglior regia femminile e infine il premio come miglior fotografia un evento ormai divenuto tradizionale che ogni anno guadagna successo di pubblico e non solo a pochi giorni dall inaugurazione della manifestazione però delle nuvole nere coprono l entusiasmo la regione lazio non ha stanziato infatti alcun fondo come spiega l organizzatrice meri drigo al momento possiamo contare esclusivamente sul sostegno economico del comune di latina e spariamo in un aiuto da parte della provincia per il prossimo anno però l iniziativa è a rischio intanto vengono proposte una serie di iniziative per autofinanziarsi dalla tessera del socio al prezzo di cinque euro a i corti a cena passando per aspettando di festival 15

[close]

Comments

no comments yet