Il Marconi Marzo 2010

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

informazioni dall istituto vescovile g marconi in portogruaro anno ix numero 3 marzo 2010 pubbl trimestrale poste italiane s.p.a sped in abb post d l 353/2003 conv in l 27/02/2004 n°46 art.1 comma 2 dcb venezia custodi del proprio fratello dov è abele tuo fratello questa è la domanda appassionata che dio rivolge a caino la risposta di caino è imbarazzata e imbarazzante non lo so sono forse io il custode di mio fratello la riflessione vertiginosa del libro della genesi al capitolo 4 con questo dialogo riesce a mettere a fuoco una delle sfide cruciali di ogni persona in tutti i tempi e in tutti i luoghi il rapporto con il fratello vicino e lontano la riflessione educativa oggi è chiamata a porre al centro dell attenzione proprio questa esigenza attraverso un esame di coscienza per noi adulti gustavo pietropolli charmet docente di psicologia all università di milano ha scritto recentemente È sbagliato pensare ad un emergenza educativa con riferimento solo e soltanto a bullismo droga reati di gruppo occorre invece pensare a tutta una serie di comportamenti che i ragazzi intendono normali si vive nella società non solo del consumo ma anche del narcisismo una società in cui l aspirare al successo con qualsiasi sistema è ritenuto normale quando parliamo di emergenze parliamo di bambini formati dalla sottocultura dei media che arriva attraverso la rete il gruppo le mode gli idoli in un contesto in cui i bambini stessi sviluppano una competenza sociale precoce e sono sempre più autonomi quindi meno influenzati dalla famiglia la tendenza più rilevante e problematica che si può cogliere nei ragazzi e che è specchio del mondo adulto sembra proprio essere secondo charmet lo sdoganamento del narcisismo ovvero dell individualismo tutto concentrato su se stessi i ragazzini hanno l impressione di dover sviluppare in ogni modo istinti desideri talenti sentono dentro di loro che i genitori e la società li spingono verso il culto della persona oltre le regole forzando tempi e modi come al grande fratello a scapito del mettersi al servizio dell altro dell accettare il sacrificio in vista del bene condiviso una volta la crisi adolescenziale era da riscontrare nella ribellione alle regole oggi nella vergogna «la vergogna di non essere all altezza degli ideali narcisistici basta poco perché il ragazzino abbia la sensazione di non essere considerato la sua permalosità è grande» le vie di uscita sono due «o sparire o ritornare cambiati da vendicatori senza regole» l enciclica del papa caritas in veritate ha messo il dito nella piaga individuando le cause etiche della crisi finanziaria e economica che ci ha devastato il cinismo e l avidità greed is good greed is right l avidità è buona l avidità è giusta predicava gordon gekko il protagonista del celebre film del 1987 wall street dedicato all epopea yuppie l ottobre del 2008 ha segnato la caduta di un modello di individualismo irresponsabile che non può portare al bene comune le drammatiche sequenze di evasioni e corruzioni nel nostro paese segnalano che la mentalità opportunistica e disonesta ha messo radici profonde anche il degrado del mondo dello spettacolo sta a testimoniare la stessa deriva la fraternità non è solo giusta e doverosa è ragionevole e conveniente nella società e nell economia l avaro è idiota nel senso etimologico della parola cioè ripiegato su se stesso e quindi fallimentare solo declinando in famiglia nel lavoro nelle relazioni i valori della reciprocità dell altruismo della gratuità possiamo combattere le distruttive tendenze dominanti nessuna regola altrimenti sarà sufficiente e la scuola ha un compito assolutamente importante in questa sfida don orioldo marson il signore gesù che si è fatto servo e buon samaritano donando la sua vita e che a pasqua meditiamo e contempliamo come il crocifisso risorto e vivente ci insegna che quello che si condivide si moltiplica oggi e domani u ri di ona pasq augu bu a 1

[close]

p. 2

scuola primaria una domenica in montagna cielo azzurro e terso caldo quasi primaverile e neve fresca è questo ciò che abbiamo trovato domenica 21 febbraio quando bambini genitori ed insegnanti siamo andati in val saisera bellissima giornata per una passeggiata ma perché non osare di più con una ciaspolata magari detto fatto per chi avesse strabuzzato gli occhi leggendo questo strano nome devo delle spiegazioni la ciaspolata si fa con le ciaspe delle racchette di plastica a forma di 8 che vanno agganciate agli scarponi le ciaspe ci permettono di camminare agevolmente sulla neve soprattutto laddove è fresca e piuttosto alta i bambini erano entusiasti ed anche i genitori un consiglio a quanti incuriositi da queste righe volessero ripetere l esperienza in valbruna c è una piccola casetta gialla dove una simpatica vecchina cucina e vende buonissime torte fatte in casa rinfrancante ricompensa per una giornata di movimento maestra francesca dazzan ancora tante iniziative ed eccoci già a metà anno scolastico il tempo è volato ma ci aspettano ancora tantissime nuove esperienze qui alla scuola primaria dopo una bellissima recita di natale durante la quale ogni classe ha rappresentato il natale in un continente diverso abbiamo salutato il 2009 e ci siamo affacciati al nuovo anno con una carica di energia e pronti a nuove attività come dimenticare la festa di carnevale alla quale ha partecipato un mimo divertentissimo che ha intrattenuto con allegria bambini in maschera insegnanti e perfino don orioldo tutte le classi della primaria sono andate o si stanno preparando per partecipare ad uno spettacolo teatrale al russolo la classe prima ha visto l omino del pane e l omino della mela la classe seconda il bagnetto e le classi iii iv v andranno a vedere acì babà e i 40 pedoni da quest anno portogruaro ci dà questa possibilità in più un teatro a due passi il comune poi ci ha dato la possibilità di accedere gratuitamente a dei progetti la classe i parteciperà alla lettura animata a torre sant agnese le classi ii e iv dopo un incontro con le guardie forestali andranno a villa bombarda ad ammirare il parco e la villa la classe iii ha partecipato all iniziativa biblioteca colorata e le classi iv e v alla visita guidata al municipio dove hanno fatto domande interessanti al vice-commissario e se dico coop vi viene in mente la spesa beh non è solo così perché noi abbiamo aderito a dei loro laboratori che si sono rivelati molto interessanti fabbricanti di cioccolato per la classe i e v il video gioco per la classe v e cooperare e competere per la classe iv le classi i ii iii e iv parteciperanno anche ad un laboratorio sulla fiaba con l associazione a.i.m.c la classe iii ha raccolto dei soldi destinati ai regali di compleanno per fare un regalo ancora più bello e destinato ai bambini di sirima in africa e ha visto concretamente i risultati grazie alle foto della prof emma zamburlini le classi iv e v hanno partecipato al laboratorio di arte con il prof daniele pinni dopo aver visto la sua bellissima esposizione di quadri sul tema del fuoco e ha partecipato al concorso insieme ad altre classi di altre scuole incrociamo le dita e speriamo di vincere vi aspettiamo poi al teatro russolo per vedere l operina corale delle classi ii e iii in collaborazione con la fondazione santa cecilia quante cose e non è ancora finita perché sta per arrivare la primavera e con essa le gite ma ne parleremo al prossimo appuntamento con il marconi maestra federica ferrazzo 2

[close]

p. 3

scuola secondaria di primo grado la settimana delle scienze ragazzi ed esperti insieme per conoscere l universo tra gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado del collegio marconi è emersa la necessità di stimolare la diffusione della cultura scientifica con l assimilazione dei principi e delle leggi grazie all applicazione pratica e alla sensibilizzazione nei confronti delle questioni attuali in corrispondenza dell anniversario del telescopio galileiano ci siamo quindi attivati per organizzare una settimana dedicata alle scienze in rebus gerendis nella settimana precedente a quella suddetta abbiamo proposto una proiezione del filmato telescopi magic uno sguardo sull universo che racconta che cosa sono e che cosa ci permettono di studiare i telescopi magic questi telescopi si trovano alle canarie hanno un diametro di 17 metri e sono i più grande telescopi per raggi gamma mai costruiti ci permettono di individuare un gran numero di sorgenti che emettono raggi gamma tra cui nuclei galattici attivi microquasar e resti di supernova di questi telescopi è responsabile italiano il prof alessandro de angelis che la settimana successiva sarebbe stato ospite della nostra scuola in una conferenza sui temi dell astronomia sempre nella settimana antecedente a quella in rebus gerendis tutti i ragazzi di tutte le classi hanno approfondito la vita le attività e gli studi realizzati da galileo galilei e guglielmo marconi due scienziati scelti dai docenti galileo perchè fondatore del metodo scientifico e marconi perché è lo scienziato a cui il nostro istituto è dedicato la settimana delle scienze si è articolata in diversi momenti a seconda delle classi e dei temi trattati lunedì 8 febbraio ore 8.00 nel cortile del collegio marconi inaugurazione della settimana delle scienze con esposizione delle bandiere raffiguranti alcuni degli scienziati più importanti della storia e consegna del quaderno delle scienze da usare per annotazioni e relazioni sulle attività durante la settimana gli alunni hanno seguito percorsi diversi corrispondenti alle peculiarità curricolari degli insegnamenti tecnico-scientifici delle varie classi le prime sono state coinvolte in due laboratori pratici condotti dalla dr.ssa paola cordone che li ha immersi nel meraviglioso mondo del suolo e del mare grazie alla costruzione di diorami modellini che riproducono scenari reali in scala più piccola sono state coinvolte anche in laboratori esperienziali condotti dalle esperte dell associazione pleiadi su temperatura e calore e in laboratori esperienziali presso la coop di portogruaro per studiare il percorso dell acqua partendo dalla sorgente fino alle nostre tavole con la valutazione delle proprietà organolettiche e dell impatto ambientale la seconda media è stata impegnata in laboratori teorico-pratici sull alimentazione ad iniziare dagli alimenti con l analisi delle etichette condotta dagli animatori della coop di portogruaro successivamente è stato progettato e realizzato a coppie uno snack ideale attraverso laboratori interni condotti dal prof luca nicolosi e dalla prof.ssa valentina vendrametto la classe ha partecipato poi ad un incontro con l assistente sanitaria anna bragato che ha parlato della dieta corretta successivamente ha svolto un incontro con il chirurgo dr luca lazzaro che ha condotto un laboratorio teorico e ludico sull apparato digerente trattandone l anatomia e la fisiologia ed ha reso ancora più affascinante la lezione mostrando un video su un operazione chirurgica i ragazzi hanno costruito due grandi apparati digerenti utilizzando del materiale da riciclo durante 3

[close]

p. 4

udine e responsabile italiano tramite l infn istituto nazionale di fisica nucleare dei telescopi magic ha tenuto una conferenza sulla storia dei raggi cosmici e sulle scoperte che anche grazie ai telescopi magic abbiamo potuto effettuare sulla struttura dell universo senza tralasciare le strade ancora da percorrere e le tante domande in sospeso a proposito di domande moltissime sono state quelle poste dai nostri studenti a conclusione della conferenza a riprova del fatto che nello studio il contatto diretto con le discipline tramite le esperienze e con chi svolge la ricerca in prima persona costituisce un enorme spinta alla curiosità e alla conoscenza dei laboratori interni condotti dalla prof.ssa anna macor le terze hanno partecipato a vari laboratori esperienziali un laboratorio interno sulla forza e sulla pressione con la costruzione di dinamometri e barometri condotto dal prof lorenzo marafatto quindi grazie agli esperti dell associazione le pleiadi hanno svolto laboratori con tema l elettricità e il magnetismo con la costruzione di piccoli circuiti quindi quelli a tema vulcani e terremoti con la costruzione di un modello di vulcano e infine passi verso l astronomia con la costruzione di un altimetro tutte le classi sono state coinvolte in una visita ad un planetario allestito presso la nostra scuola con percorsi diversificati a seconda delle età per i ragazzi più piccoli è stato ideato un viaggio di collegamento tra la mitologia e l astronomia per i più grandi invece è stato preparato un percorso attraverso le stelle ogni giorno sono stati costruiti oggetti raccolti appunti che sono stati rielaborati nel quaderno delle scienze verba volant scripta manent sabato 13 febbraio a conclusione di questa intensa e costruttiva settimana è stata allestita una mostra in cui si sono esposti diorami vulcani altimetri apparati digerenti casse di risonanza periscopi circuiti barometri sempre sabato alle ore 11.00 il prof de angelis ordinario di fisica sperimentale all università di questa settimana è stata entusiasmante e ricca di suggerimenti e di stimoli e ha permesso ai ragazzi di entrare in contatto col punto di vista e i metodi della scienza un ringraziamento al dipartimento di scienze che ha organizzato la settimana delle scienze ma anche ingresso nel planetario in palestra a tutti gli altri insegnanti che si sono resi disponibili alla signora anna doretto della scuola secondaria di i grado per l aiuto nell organizzazione delle attività al sig roberto girotto e a tutti gli esperti che hanno partecipato l associazione le pleiadi la dottoressa paola cordone gli animatori della coop il chirurgo luca lazzaro l assistente sanitaria anna bragato il professor alessandro de angelis speriamo di non aver dimenticato nessuno e vorremmo concludere con l auspicio di aver suscitato almeno in parte nei ragazzi il desiderio di guardare in modo straordinario e curioso ciò che ci circonda diremo con galileo le menti piccole sono preoccupate dalle cose straordinarie le menti grandi da quelle ordinarie il dipartimento di scienze anna macor lorenzo marafatto luca nicolosi valentina vendrametto 4

[close]

p. 5

liceo classico al liceo classico non si studia matematica davvero al liceo classico non si studia adeguatamente la matematica questa erronea convinzione tanto diffusa tra studenti e famiglie è oggetto già da alcuni anni di varie iniziative e proposte che il marconi sta attuando per potenziare e incentivare tra i suoi allievi lo studio e soprattutto il gusto di studiare la matematica anche quest anno la prof.ssa annalisa marchesan docente di matematica e fisica ha dato vita ad un piano articolato di proposte a sostegno dello studio di tale disciplina in particolare per il biennio ginnasiale attraverso l utilizzo di software didattici quali cabrÌ e geo-gebra si è costruito un corso di potenziamento dello studio della geometria in cui i ragazzi hanno potuto verificare attraverso lo strumento informatico alcune proprietà fondamentali delle figure geometriche il corso ha riportato un buon successo con una ventina di iscritti per il triennio liceale invece è stato avviato un corso di algebra lineare nel quale dopo una parentesi sulla teoria delle matrici e sul calcolo matriciale gli allievi sono chiamati a elaborare attraverso software problemi di analisi numerica sistemi e varie applicazioni di algebra lineare oltre a questi corsi di potenziamento sempre fonte di grande curiosità ed interesse sono state le varie gare di matematica alle quali i nostri studenti hanno partecipato matematicando una gara interna all istituto che ha visto coinvolti studenti delle classi terminali della scuola media e studenti della iv ginnasiale in un ottica di continuità e le olimpiadi della matematica dedicate al triennio liceale alle quali ha partecipato una decina di allievi queste gare strutturate sul territorio a più livelli hanno visto la partecipazione alle qualificazioni alle gare provinciali e alle gare regionali il primo livello prevedeva quesiti di vario genere dalla logica all algebra dalla geometria alla probabilità il secondo livello oltre ad una prova simile alla precedente richiedeva che i partecipanti si misurassero anche con quesiti logico-deduttivi e problemi di tipo geometrico che prevedevano come risposta una breve dimostrazione non possiamo non ricordare infine per la preziosa collaborazione il prof zamburlini insegnante al liceo xxv aprile di portogruaro esperto collega cui va il sentito ringraziamento dell istituto per le ore dedicate la pazienza dimostrata l inesauribile disponibilità federico fontanella annalisa marchesan il liceo classico a scuola per pensare alcuni forse molti di voi che leggeranno queste righe non sanno che cosa sia il premio nonino è un riconoscimento a livello internazionale oggi molto ambito che da 35 anni la famiglia nonino di percoto di cividale del friuli assegna a personalità nazionali ed internazionali della scienza della filosofia della letteratura e della cultura in genere sconosciuti al grande pubblico ma uomini e donne di grande levatura intellettuale che questo premio spesso lancia sulla ribalta internazionale e che i masmedia fanno conoscere al pubblico oltre il mondo accademico quest anno il premio a un maestro del nostro tempo verrà assegnato a serge moscovici nato in romania ebreo emigrato clandestinamente in francia nel dopoguerra psicologo sociale ma dai poliedrici interessi scientifici per tutta la sua opera in particolare il libro rappresentazioni sociali non é il mio interesse e forse neppure vostro illustrare i meriti di questo intellettuale o quelli della famiglia nonino vorrei invece richiamare la vostra attenzione alla motivazione del premio a un maestro del nostro tempo non è sufficiente invocare la presenza di maestri e di nuovi testimoni per la nostra società ma dobbiamo essere o diventare noi maestri e testimoni per l uomo d oggi senza aver il bisogno di ergerci presuntuosamente a nuovi profeti del triste tempo che ci accomuna il mondo in cui viviamo è complesso altamente problematico e segnato da eventi sempre più complicati le risposte che sentiamo con forza quasi impositiva sono rivolte alla dimensione empirica cioè materiale della vita dinnanzi a questa risposta si può e personalmente penso si debba meravigliarsi e adoperarsi perché vengano privilegiati l`analisi lo studio il ragionamento prevale invece la cultura del fare che è in sé una cosa buona fonte di progresso e di benessere ma quale benessere e quale prezzo da pagare a tanti altri risvolti della vita personale e sociale da qui nasce ­ almeno in parte ­ la crisi che avvolge il mondo non solo sotto l aspetto economico ecco sfatato l assioma dell economicismo attuale ma anche in quello esistenziale e culturale noi siamo chiamati a cercare di riprendere in mano il nostro destino come anche quello della società in cui viviamo per non essere oggetto di quanto pensato e valutato da altri riappropriarsi delle capacità di scelta per modificare il percorso di vita personale e sociale perché chi ha più potere inevitabilmente non influenzi e condizioni ma reciprocamente si sia fonte di intelligente influenza sociale 5

[close]

p. 6

dobbiamo ricordare anche alle nuove generazioni che sprovvedute non sono ma forse solo un po impigrite intellettualmente perché così le ha inviluppate il mondo che le circonda che la cultura è una forma sapienziale di affrontare l esistenza presente e futura la sapientia è un valore che ci dà la possibilità di costruire il domani con intelligenza e lungimiranza con speranza perche essa è uno specchio di luce divina e di verità da queste considerazioni scaturisce un invito a riflettere da parte di genitori e studenti sul valore del liceo classico lì c è il luogo privilegiato per entrare in un mondo ancora capace di insegnare ad essere persone e donne libere perché pone interrogativi sul senso dell esistere della storia della vita lì è depositata la sapienza degli antichi quella sapienza che apre all interesse per una storia ed una cultura che hanno posto le basi della nostra identità allora cogliendo l invito del filosofo cacciari invitiamo a studiare i classici che non danno risposte ma pongono eterne domande a cui poeti e filosofi hanno dato una forma da loro impariamo lo spirito critico il coraggio delle idee e il rifiuto dei condizionamenti ideologici nessuno come platone aristotele dante leopardi ci sa insegnare ad essere persone libere infine una risposta a chi chiede magari con problematicità perché addentraci nello studio di un mondo lontanissimo attraverso lingue morte quale finalità ed utilità rispondo con le parole del filosofo dario antiseri tradurre è lavoro scientifico il traduttore è uno scienziato votato alla ricerca del senso dei testi da ciò una semplice e rapidissima riflessione didattica se quanto qui detto è vero ne discende che nei nostri licei l unico lavoro scientifico è stata la versione di latino e greco dove tramite congetture e semplificazioni si dovevano risolvere problemi mentre in matematica fisica ecc si dovevano fare gli esercizi il problema scatena la ricerca l esercizio la blocca e tutto ciò nella consapevolezza che vivere è imparare k lorenz che tutta la vita è risolvere problemi k popper e continuo esercizio ermeneutico e nella ulteriore consapevolezza che non si conosce soltanto con la ricerca ma anche con la letteratura e più ampiamente con l arte l arte la grande arte è conoscenza la sapienza é splendida e non sfiorisce si lascia vedere da coloro che la amano e si lascia trovare da quelli che la cercano sapienza 6,12 pier aldo colussi riceviamo e volentieri pubblichiamo sogno di una notte di quasi primavera era la sera di domenica 28 febbraio avevo appena sentito le notizie riguardanti bocciature e pasticci relativi alle liste per le elezioni a roma e milano me ne andai a letto chiedendomi cosa sarebbe successo e feci un lungo sogno sognai di veder scorrere davanti a me gli avvenimenti del giorno successivo desidero raccontarvelo come me lo ricordo ore 9.00 il portavoce dl centro-destra con faccia compunta legge il comunicato stampa ufficiale chiediamo scusa a tutti gli italiani siamo stati superficiali e fors anche irresponsabili però è giusto che gli italiani vedano rispettato il loro diritto di voto ore 10.00 con voce compassata ma soddisfatta un volto nuovo si presenta ai giornalisti a nome del centro-sinistra e del centro in maniera congiunta accettiamo le scuse dei nostri competitori sono stati proprio superficiali e fors anche irresponsabili dunque cari laziali cari lombardi cari italiani tutti quando andrete a votare sì perché è giusto che comunque a votare si vada ricordatevi di quanto è successo e votate chi merita fiducia ore 10.30 il quirinale comunica la sua soddisfazione così non ci saranno forzature e colpi di testa ore 11.00 i magistrati si dichiarano contenti ribadendo la loro indipendenza e confermando l impegno a non diffondere intercettazioni telefoniche ore 12.00 a pranzo insieme emma bonino e renata polverini ed ecco come d incanto vedevo in sogno parlamentari di opposti schieramenti incontrarsi salutarsi e dirigersi verso un ristorante o l altro da rugantino o sora lella o da trilussa in uno bindi carfagna binetti in un altro bossi e vendola in un terzo i nostri parlamentari portogruaresi interessati a discutere insieme delle esigenze di portogruaro e così via di seguito tutti pagando di tasca propria alla fine molto discretamente arrivarono anche berlusconi e di pietro accompagnati da santoro e vespa minzolini e scalfari ultima sorpresa vidi in giro sgambettando a salutare tutti da un ristorante all altro il cardinal ruini che si era dimenticato di non essere più presidente dei vescovi italiani e comunque non vedendo in circolazione il suo successore pensò bene d essere presente con luciana littizzetto che non disse nemmeno una parolaccia mi svegliai riposato che bello vivere in italia un paese sempre più normale pensai così di scrivere il mio sogno chissà se si realizzerà didimo chierico 6

[close]

p. 7

festa dei bambini vii edizione festa del marconi domenica 3 ottobre 2010 collegio marconi via seminario 34 portogruaro ore 8.30 ritrovo e accoglienza giochi per i bambini ore 10.30 incontro pubblico intervento e testimonianze ore 12.00 celebrazione della s.messa presieduta dal vescovo s.e mons ovidio poletto ore 13.00 pranzo comunitario con riconoscimenti in onore degli ospiti speciali partecipazione alla processione cittadina della madonna del rosario in caso di pioggia il programma si svolgerà in ambiente al coperto vi aspettiamo numerosi 7

[close]

p. 8

siamo già al lavoro per preparare insieme a voi la prossima festa degli ex 3 ottobre 2010 la festa autunnale del marconi giunta ormai alla vii edizione migliora da anno in anno quanto a partecipazione e ad organizzazione grazie alla collaborazione di tanti amici quest anno invitati speciali saranno quelli che hanno conseguito la maturità negli anni 1950 60 70 `80 90 2010 rovistando tra i registri abbiamo scoperto che candidati agli esami di maturità classica erano nel 1949/50 baldini giovanni pietro barbarotto cesare bianchini enrico buffon giobatta capitanio antonio silvio cecchetto ennio cliselli fiorenzo collovini renzo maria coppola antonio francesco davide giannino de gotzen renato diana mario furlanis luciano gismani sandro gruarin arrigo gruarin renato milanese cesare antonio miotto armando muschietti gian daniele mizzau ulisse maurizio bruno mascarin giovanni paties don primo pavan vito salvador emilio speranzon lino veronese lamberto vizzon antonio nel 1959/60 anastasia lionello battiston bruno caineri giovanni campaner franco casasola bruno dalla pozza giuseppe daneluzzi mario de vittor giansante liut luciano modolo luciano moretto pietro manzini paolo narder pietro pascotto pietro antonio pauletto giancarlo saugo italo sera luigi tardivo giancarlo tomat luigi turchetto giuseppe zanco guido nel 1969/70 arreghini lucianno barocco giulio baù silvano bellomo giorgio beltrame silvio bergamo giancarlo bernardis fernando bertani angelo boer luigi antonio baggian giovanni bonollo renzo chiandotto alberto dal molin graziano de battisti renzo fioretti francesca furlan maurizio grillo elisa guerra paola malfatti silvino montanaro fabiano narici marzio pasianotto adriana piasentier pier angelo pieropan luigi pizzin federica querin francesco querin mario settin giancarla stella paola striuli giovanni tozzoli renato vendraminetto sergio zonta stefano nel 1979/80 artico claudia maria bigai anna brichese michele corradini morena filippi pierangelo geremia flavia geretto marilena glerean diego marchesan denis marcuzzi rosanna marin maria rosa maurizio antonella mazzon monica luisa paron emanuela piasentin corrado omar ponticelli andrea rodeano emanuele rossetti anna rossi lucilla scaramazza monica lucia scardellato susanna scarpa lucia sitta renato stringhetta raffaella trevisan gianfranco vignaduzzo luigina zadro mirco zago renata zorzetti marcello nel 1989/90 sez a aliprandi anna bertoia sonia cicuto tatiana cupitò michele de gotzen alberto galli marta lazzaro luca liut gianluca marchiò barbara michelutto manuela minato francesca miolo giulia speretta michela termini serena toffoli roberto tomat luca vegnaduzzo sabina veronese giancarlo vignandel viviana vio barbara vio renata nel 1989/90 sez b battiston anna boatto alessandra bouhssine nadir bruscia carlo confortin giorgia fabbri michele favrin davide garlatti michele geremia maria consuelo geremia sara gozzi fabiola iridio lidia miglioranza ilaria migotto isabella milan alessandro milan antonella nadali marta pezzi daniela piccolo pietro pigatto francesca pugliese ginevra simonato stefano nel 1999/2000 barbiero manuela bittolo bon davide bozzetto emanuele brugnolo gaia buoso riccardo del frè anna facchin azzurra ferrazzo federica garzon marica gazzin emanuele gianola paolo monastra agnese ortolani lucia pertot marta pesce marta pinato matteo sutto paolo turchetto luana valenti giuseppe zadro stefano zoccolan elena nell anno 2009/10 ballarin alessia maria barbisan silvia benatelli marcello bincoletto enrico boschin elisa bruno andrea buoso edoardo cerreti quara matilde dei vecchi giacomo di paola enrica flaborea irene forrner paolo giammarinaro marco leorato marta longobucco mattia milluzzo alberto nogarotto michela pignataro alessandro rebellato paolo rinaudo giusy salvador marco segato sara serio beatrice visentin elisa zanon alessandro per la maturità tecnica nell anno 1959/1960 battiston paolo bearzot giuseppe bettero franco bin giuseppe bison silvano boatto fernando bortolòussi silvano buttignol diego capitanio franco chelleris giovanni corbetta franco cuisinato costantino de bei carlo de biasia valter de palma vincenzo faccini michele farinella flavio favro gabriele le piane fausto montisano gianni ottogalli andrea pavanati renzo pellegrini gianfranco piccolo ernesto rossi giovanni stival giorgio tubaro sergio abbiamo riportato i nomi di tutti i vostri compagni di classe anche di quelli che sono passati all altra riva pensiamo così di offrirvi l occasione di ricordarli anche voi e di ritrovarne il volto e i lineamenti nella vostra memoria affettiva ben volentieri attendiamo qualche vostra idea qualche vostro suggerimento anche in merito allo svolgimento della festa 8

[close]

p. 9

arte e cultura accoglierà tra le sue manifestazioni la presentazione di un romanzo di una ex allieva del marconi laura lauzzana dal titolo il resto del giorno che ha incontrato il favore della critica letteraria sarà presentato al pubblico sabato 10 aprile 2010 alle ore 17.00 nella sala delle colonne attendiamo la presenza numerosa di pubblico in particolare dei compagni di enclasse della laura e di quanti hanno avuto il piacere di conoscerla e di frequentarla ci hanno lasciato per la casa del padre marsilio rosi in bonello mamma di francesca ed elisabetta novembre 2009 sguerzi anna maria ved moro ex allieva pioniera il 27 dicembre 2009 zappetti daniela in demo mamma di giulia e michele 27 gennaio 2010 sitta annamaria figlia di renato e di marchesin roberta e sorellina di elena francesco ed emanuele deceduta il 14 febbraio 2010 dopo pochi giorni di vita assicuriamo per tutti loro il ricordo nella preghiera a quanti hanno conseguito la laurea sandron sara laurea specialistica in chimica organica e biomolecolare il 18 dicembre 2009 rossi pietro laurea triennale in ingegneria dei materiali il 19 febbario 2010 caracò luca laurea vecchio ordinamento in giurisprudenza il 16 marzo 2010 a quanti si sono uniti in matrimonio tosolini chiara e riva claudio il 20 dicembre 2009 ultimissime questo è lo spazio riservato a tutte le comunicazioni le notizie che voi vorrete inviarci relative ad eventi lieti e tristi che segnano la vita È un modo per partecipare condividere e per creare famiglia fra tutti noi felicitazioni vivissime a quanti sono diventati papÀ o mamma fioretti alessandra e baruzzo matteo mamma e papà di alessandra l 8 settembre 2009 buoso riccardo e pesce marta papà e mamma di margherita il 25 ottobre 2009 catto fabio e belinello giovanna papà e mamma di giulia il 27 ottobre 2009 vendrame silvia e lucchetta eugenio hanno festeggiato il 23 ottobre 2009 l arrivo da san pietroburgo di tre fratellini daria di 6 anni paolo di 5 e lara di 3 anni congratulazioni vivissime per questo gesto che ha assicurato affetto famiglia e pienezza di vita a tre bambini girol marisa e marco mamma e papà di leonardo il 6 dicembre 2009 scriveteci scriveteci scriveteci scriveteci dunque attraverso una e-mail info@collegiomarconi.org oppure attraverso fax 0421 281199 indirizzando a don sergio deison come aiutare il marconi il marconi vuole essere sempre più una scuola della comunità e delle famiglie si può aiutare il marconi in tanti modi si può dare una mano concreta in occasione di iniziative attività e feste per piccoli servizi e lavori manutenzioni orto quanti hanno un attività commerciale produttiva artigianale o agricola possono contribuire secondo le loro possibilità per le diverse esigenze materiali prodotti allestimenti mensa interna ci sono anche altri modi che la fantasia e la generosità possono suggerire abbiamo sempre bisogno del vostro aiuto approffittate del bollettino allegato 9

[close]

p. 10

riceviamo e volentieri pubblichiamo sobrietÀ e stili di vita in tanti incontri organizzati in zona anche da vari organismi della diocesi di concordia-pordenone sono stati affrontati diversi temi legati all economia al lavoro e alla politica per tentare di costruire insieme una agenda di speranza per il futuro particolarmente significativo anche perché più volte chiamato in causa il binomio sobrietà/nuovi stili di vita punto nodale dell intera questione perché interessa da vicino la quotidianità le nostre azioni di tutti i giorni il primo riferimento va alla perdurante crisi economica che tanto ci spaventa e ci accompagna nel giornaliero tentativo di sopravvivere si impone l obbligo di rimanere semplici anche nella misura quindi di evitare tanti eccessi rinunciando a tutto ciò che è superfluo se così riuscissimo a fare ci troveremmo di fronte ad un vero e proprio sovvertimento di quella prassi collettiva che ha fatto dell usa e getta la sostanziale fortuna del consumismo È davvero così si sta forse reimparando la lezione del passato quando il rammendare ed il riusare erano azioni quotidiane pare proprio di sì un fenomeno che sembra rivestire giorno dopo giorno una dimensione più collettiva che individuale diversi i segnali dalle case di nonni e genitori che tornano ad ospitare figli e nipoti alle scarpe che si risuolano dalla presenza di insospettabili professionisti alle bancarelle del mercato al crescere di varie iniziative che espongono e vendono prodotti usati non ultima la scelta di un meccanico o di un idraulico africano e dell est europeo perché risolvono i problemi senza crearne al portamonete È solo questa sobrietà credo di no trattasi di semplice necessità ecco allora che bisogna introdurre l altro termine del binomio prima citato nuovi stili di vita dobbiamo partire da due precise domande quanto siamo disponibili a rivedere a riconsiderare e perfino a ritornare indietro riguardo il nostro modo di vivere siamo capaci di rimettere in discussione non solo quanto finora abbiamo acquisito ma anche comportamenti ed appunto stili di vita compiuti e consolidati non credo si debba ragionare di pancia su base meramente egoistica perché la risposta sarebbe scontata piuttosto tentare di vincere l inquietudine che ci assale ogniqualvolta siamo interpellati da certi interrogativi tanto più se questi ci obbligano a fermarci a rivedere a riconsiderare il nostro presente e perché no farci tornare indietro rimettendo in discussione tante nostre certezze momenti come la settimana sociale il marzo dell educazione o i corsi di formazione ai vari livelli che si tengono dalle nostre parti sono davvero occasioni propizie per affrontare ed approfondire questo tipo di tematiche purtroppo non sempre queste opportunità vengono colte ed accolte efficacemente dal territorio ma su questa strada bisognerà insistere pena un vuoto culturale sempre più stringente in una società caratterizzata da uno sfrenato egoismo/individualismo e dimentica del bene comune che stagione allora è la nostra non c è dubbio che il nostro modello di sviluppo basato sul consumo e sull utilizzo di beni e risorse abbia mostrato tutti i suoi limiti ed è appunto per questo che termini come sobrietà e risparmio sono tornati prepotentemente alla ribalta non è il caso di mettere in discussione la teoria economica basata sul presupposto che consumo uguale sviluppo ma la prassi ci porta a dire che quanto meno è cambiato il nostro rapporto con i beni di cui quotidianamente beneficiamo e quindi anche gesti atteggiamenti e comportamenti che fino ad un paio di anni fa ritenevamo del tutto tramontati di necessità virtù ha ripreso qualcuno perché bisognerà in un modo o nell altro uscire da questa crisi di cui non sappiamo quando finirà e quali e quante vittime lascerà sul terreno occupazionale sociale e familiare l v giornata della memoria sabato 23 gennaio 2010 giornata della memoria samuel artale von belskoj levy è nato nel 1937 a rostock germania in una famiglia ebreo-prussiana il 13 aprile 1944 è stato portato ad auschwitz insieme alla mamma al papà alla sorella e al nonno nessuno dei suoi familiari è tornato liberato nel 1945 affidato alla comunità ebraica imbarcato su una nave a marsiglia è stato ospitato in un orfanotrofio a miami usa ingegnere meccanico industriale oggi vive a padova 10

[close]

p. 11

associazione amici del collegio marconi a gennaio si è riunita l assemblea della associazione degli amici del collegio marconi deliberando importanti novità l associazione nata molti anni fa precisamente nel 1973 ha fatto nella sua storia ottime cose iniziative culturali che posero il collegio al centro della vita culturale cittadina ed iniziative di promozione in particolare borse di studio a favore di allievi meritevoli negli ultimi tempi era però in fase di riorganizzazione ora è stato approvato un nuovo statuto chiunque desideri può trovarlo nel sito www.amicidelmarconi.org per adeguare l associazione a recenti normative al fine di conseguire dalla regione il riconoscimento quale associazione di promozione sociale ma anche e soprattutto nel desiderio di un rilancio e di una crescita sempre beninteso nella piena conferma dell impostazione originaria per presupposti e finalità e sono stati rinnovati gli organi questo rilancio e questa crescita passano attraverso l auspicato coinvolgimento di tutte le persone che hanno a cuore il collegio marconi e si sentono quindi già suoi amici anzitutto gli ex allievi e anche i genitori degli attuali allievi delle scuole del collegio la quota di iscrizione per i soci ordinari è di 1 euro un costo poco più che simbolico perchè vogliamo davvero anzitutto estendere l ambito della nostra associazione per diventare soci sostenitori bastano100 euro a tutti voi chiedo dunque di aderire alla rinnovata associazione degli amici del collegio marconi il modulo di iscrizione scaricabile dal sito sopra indicato può essere trasmesso in segreteria per ogni informazione non esitate a contattarmi scrivendomi all indirizzo amicidelmarconi@gmail.com o per vie brevi per partecipare anche direttamente alle sue future attività il coordinatore avv susanna geremia cecchinato prossima attività mons marco belli a 80 anni dalla morte ricordo della figura e ricostruzione dell opera a cura di don pier aldo colussi venerdì 16 aprile ore 18.00 biblioteca antica siete tutti invitati 23 ottobre 2009 presentazione del libro l episcopato di mons francesco isola nella diocesi di concordia 1898-1919 di cristiano donato strana sorte quella che capita alla memoria di qualche persona il ricordo pubblico viene legato a doppio filo ad un episodio un aspetto una vicenda in maniera parziale o distorta o interessata con l aggravante di facili strumentalizzazioni più o meno così è capitato a mons francesco isola vescovo di concordia pordenone per circa vent anni dico vent anni e non un giorno il 3 novembre 1918 con quanto l ha preceduto o soprattutto seguito c è ancora qualcosa da dire di importante circa quei fatti non credo è assodato che non si può assolutamente parlare di un rapporto di causaeffetto fra il fattaccio e la decisione del trasferimento del seminario a pordenone che corrisponde ad una logica più generale già orientata da tempo dallo studio questo mi piace sottolineare e richiamare emerge una figura valida e dinamica di pastore una parte della verità dimenticata o rimossa viene restituita alla memoria come un sacrosanto dovere di giustizia storica e ecclesiale richiede o.m 11

[close]

p. 12

mese dell educazione a portogruaro educazione inclusione disabilitÀ È in corso il mese dell educazione 2010 un marzo speciale dedicato a iniziative e incontri sul tema educazione incusione e disabilità da alcuni anni il centro studentesco g calasanzio e la fondazione collegio marconi di portogruaro si fanno promotori di una iniziativa rivolta a mettere al centro dell attenzione il tema cruciale dell educazione la proposta avviata come settimana dell educazione dall anno scorso si è arricchita e dilatata diventando il mese dell educazione il mese di marzo fin dall inizio si è operato in collegamento con il polo universitario di portogruaro quindi si è coinvolta più direttamente la diocesi attraverso l ufficio scuola inoltre ogni anno in rapporto al filone specifico scelto ci si avvale della collaborazione di molteplici soggetti istituzionali e sociali quali il pubblico tutore dei minori della regione veneto le associazioni di categoria degli insegnanti aimc e uciim la fism del portogruarese diverse scuole l associazione libera e altre realtà dell ambito educativo e culturale per questa settima edizione in particolare abbiamo cercato e trovato nuove sinergie l università di trieste facoltà di scienze della formazione l università di padova centro interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli la regione del veneto direzione dei servizi sociali l associazione la nostra famiglia di san vito al tagliamento il tema del mese dell educazione 2010 si presenta quanto mai significativo e attuale educazione inclusione disabilità la logica dell inclusione è la linea che prevale nei documenti internazionali più recenti e nella coscienza sociale più avvertita in questo modo vengono definiti ulteriormente gli orientamenti precedenti rivolti all inserimento e all integrazione degli svantaggiati e dei disabili viene riconosciuto che la società è organizzata in maniera tale da creare ostacoli barriere e discriminazioni che vanno rimossi e trasformati la persona con disabilità entra quindi nella comunità a pieno titolo e ha il diritto di partecipare alle scelte su come la società si organizza sulle sue regole e sui principi di funzionamento la società nel suo insieme è chiamata in causa per essere sempre più società inclusiva l educazione assume in questo progetto un ruolo decisivo a partire dalla famiglia e dalla scuola come marconi crediamo nell importante di essere scuola che lavora per l inclusione di chi è sfortunato e svantaggiato ci crediamo profondamente e stiamo facendo grandi sforzi solo così possiamo essere veramente scuola cioè esperienza educativa e culturale a vantaggio anche di è fortunato e bravo e può imparare a stare insieme e a collaborare attraverso le varie iniziative in programma il mese dell educazione si propone come momento per favorire uno scambio concreto e fecondo fra soggetti della società civile associazioni enti organizzazioni istituzioni scolastiche pubbliche amministrazioni foto convegno internet www.collegiomarconi.org orario di segreteria lun ven 8.30-13.00 16.00-18.00 · sab 8.30-13.00 12 tipografia mascherin snc cusano di zoppola pn istituto vescovile g.marconi scuola paritaria via del seminario 34 · 30026 portogruaro ve c.c.p 14926307 · iban it75v0896536240003001010502 tel 0421 281111 · fax 0421 281199 e-mail info@collegiomarconi.org il marconi periodico trimestrale della fondazione collegio marconi portogruaro direttore responsabile don leo collin coordinatore di redazione federico fontanella tip mascherin via ellero 13 cusano di zoppola pn reg al tribunale di venezia n.1421 del 22-5-2002 redazione via seminario 34 portogruaro ve questo numero è stato chiuso il 26.11.2009

[close]

Comments

no comments yet