Il Picchio di Torresina del mese di Dicembre 2011

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 5 numero 45 dicembre 2011 e la mensa caritas a primavalle chiude di marcella speranza 16 ottobre 2011 si è celebrata la trentesima giornata mondiale dell alimentazione 31 ottobre 2011 dopo ventiquattro anni di servizio è stata chiusa la mensa caritas di primavalle l diritto all alimentazione in base al diritto internazionale è il diritto di ogni individuo ad avere accesso regolare ad una alimentazione adeguata ma quando non è così nella nostra civiltà opulenta dove gli sprechi non fanno più scandalo dove molti di noi mangiano troppo esistono persone che non r ie sco no a garantirsi un pasto caldo al giorno la povertà infatti è uno dei problemi che affligge l umanità aumenta di anno in anno e la crisi attuale è una delle cause che spinge molte persone a se r vir si de i ser vizi so ciali e a frequentare le mense della caritas mense dei poveri i chi sono i poveri di oggi persone con una propria dignità che per i motivi più diversi non riescono ad avere un reddito che li renda liberi cosa che spesso mina profondamente la propria autostima le cause sono quasi sempre do vute a situazioni comuni perdita del lavoro crisi familiari malattie stranieri non integrati soggetti con difficoltà queste persone stanno aumentando di numero e sono sempre più giovani nei nostri quartieri primavalle e dintorni c è un alta quota di questi continua a pag 4 attendere prego stiamo lavorando per voi

[close]

p. 2

sommario e la mensa caritas di primavalle chiude quattro per cominciare quando babbo natale non c è più panettone e pandoro serata nicotina bandiere come farfalle metro quadro di suolo pubblico profumo di natale equilibrio e è salute dicembre 2011 1 3 5 5 6 9 9 13 15 le dediche dei lettori l angolo della poesia rubriche 3 4 7 8 8 10 11 12 12 14 14 la letterina di babbo natale il professionista risponde news dal comitato di quartiere torresina lettere dei lettori intervista a m° raimondo sarnella letti per voi news dalla redazione del picchio le perle di zia pina cucinati per voi diventa anche tu amico del picchio di torresina su facebook dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina anno 5 numero 45 dicembre 2011 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3396531743 e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno andrea delle case pierfederico poli luigi spagnoletti antonio di siero impaginazione progetto grafico-editoriale pubblicitario gestione internet roberto delle case hanno collaborato a questo numero angelo caci giuseppina provenzano michela fabbri anna maria de calisti montini marta scout roma 122 eugenio cortonicchi pina la dogana bruno danieli stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it tuttiine go zieglistudi professionali di torresina tutti gli inserzionisti esterni le edicole via torrevecchia 87242-633 e di largo millesimo alcuni negozi di via pietro maffi alcuni negozi di via torrevecchia e largo arturo donaggio le edicole di via pietro maffi alcuni negozi di via andersen municipio 19° di via mattia battistini xix gruppo vvuu via f borromeo la biblioteca basaglia via federico borromeo 67 biblioteca casa del parco di via della pineta sacchetti 78 centro anziani torrevecchia monte mario primavalle ama di torrevecchia santa maria della pietà ·uffici municipali pad 29-30-31 ·padiglioni 13 26 e 32 ·centro antea atletica monte mario scuola di via andersen bar di via vittorio montiglio 21 bar di via piazza millesimo questo numero è stato chiuso in redazione il 26/11/2011 l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 2

[close]

p. 3

quattro per cominciare he ne dite sono volati questi quattro anni quattro sì tanti ne sono passati da quando il picchio di torresina si è presentato ai suoi lettori timido e pieno di speranze con la consapevolezza di una scommessa azzardata in un quartiere che non era quello che è diventato adesso per merito di chi lo abita soprattutto di chi lo vive ogni giorno un poco anche per merito del picchio che non vuol dire senza voler fare i modesti per forza merito nostro no intendo che il picchio è stato in questi anni una specie di specchio della comunità ne ha registrato la crescita ha raccontato le nostre storie e i nostri dubbi festeggiato le nascite di ogni cosa nuova nel quartiere bimbi o servizi ha protestato per quel che non c era e ci doveva essere ha tenuto a battesimo nuove idee e ancora senza modestia ma con umiltà ha tenuto i riflettori accesi sulla politica e sull amministrazione cittadina e municipale n o i ab b iamo ce r cato di fare in b re ve qu e l ch e do vr eb be ro far e tu tti i giorn ali raccontare quel che succede raccogliere i suggerimenti e i bisogni delle persone le risposte dei politici e poi in qualche modo andare a cercare la verità già una cosa banale che ci stiamo dimenticando avete fatto caso viviamo nell era del contraddittorio l importante è che si dia conto sempre e comunque di due opinioni contrapposte mettendosi in pace la coscienza e senza stabilire mai se una delle due parti dice la verità o mente basta dare spazio a tutti così spettatori e lettori non sanno mai comestannolecose i giornalisti che dovrebbero scoprirlo per loro si astengono tartufescamente al picchio non lo abbiamo mai fatto e non lo faremo se gli asini non volano e qualcuno vi dice che invece lo fanno cerchiamo di avvertirvi sarà poco ma serve anche questo ma questo è solo quel che abbiamo fatto noi c il resto lo avete fatto e continuate a farlo voi n on so lo le gge ndo il p icch io ma viven dolo come parte integrante del panorama di torresina usandolo come uno strumento per sapere discutere chiedere mandando mail o articoli segnalando quel che succede partecipando quando si lancia un iniziativa seguendoci anche su internet sie te vo i le tto r i ch e fate vivo il p icch io e non lo dico per lisciarvi il pelo quattro anni sono tanti e sono pochi molto c è da fare e moltissimo ci viene voglia di immaginare come del resto a voi p er ché u n gior n ale e un a comun ità muoiono quando smettono di sognare e noi non abbiamo voglia di morire tra un anno taglieremo il traguardo del primo lustro cominciamo a pensare insieme a come festeggiarlo mi resta da dire qualcosa ho ringraziato voi lettori ma devo ringraziare tanto la vostra redazione avete visto quanto il picchio sia più bello più piacevole più ricco ogni numero che passa È merito di persone meravigliose che amano questo giornale come un figlio roberto lo cito per primo per ringraziarlo del lungo e grande lavoro sulla grafica e sull impaginazione e poi stefania cinzia marcella aurelia daniela antonio ne abbiamo due antonella andrea pierfederico e luigi senza molti di loro il giornale non sarebbe mai nato senza tutti loro non potrebbe continuare io gli sono grato spero lo siate anche voi un abbraccio a tutti il direttore responsabile jean-luc giorda le dediche dei nostri lettori on queste foto vogliamo esprimere il nostro affetto nei confronti di il cane maremmano ex libero accudito ora adottato dalla sig.ra vincenza pasquali c marco giulia e marco gabriele dicembre sono quarantadue tanti auguri non servono tante parole per dirti che ti vogliamo bene 14 il 23/12/2011 è il compleanno della mia meravigliosa moglie tramite il nostro grande picchio di torresina e ringraziando i redattori io i miei figli e le mie nipotine chiara e sara le facciamo auguri i più affettuosi mamma e papà 3

[close]

p. 4

l angolo della poesia c è qualcosa che manca al mio giardino il rosso dell acero al tramonto dell estate e della vite americana il giallo della betulla e del tiglio all alba dell autunno e del larice il candore della forsizia nel meriggio dell inverno e della stella di natale bianca perché io possa godere del passare del tempo e del suo mutevole andamento del limite continua da pag.1 e del compimento della scadenza e del rinnovamento essendo parte anch io di questo infinito poliedrico eterno e splendido mai uguale ­ firmamento ilraggioverde angelo caci già avevamo segnalato sul nostro giornale che durante nuovi poveri che non possono nemmeno più avere a un affollato consiglio municipale aperto tenutosi alla disposizione la mensa di via soria un posto dove oltre biblioteca basaglia di primavalle un responsabile della al pasto caldo ricevevano solidarietà e sorrisi mensa caritas aveva lanciato una disperata richiesta di la mensa caritas di primavalle convenzionata con il aiuto al presidente del xix municipio alfredo milioni comune venne inaugurata nel 1987 da don luigi per evitare la chiusura della mensa proprio in un momento di massima emergenza di liegro 24 anni di presenza sul territorio di vicinanza ai bisogni evidentemente non è servito a dei più poveri di solidarietà ed nulla non si è tenuto conto delle impegno quotidiano punto di gravi difficoltà di tanti cittadini disagiati riferimento di primaria importanza si dirà che i servizi sociali adesso avviano i bisognosi verso la mensa per le persone più indifese e bisognose inizialmente si preparavano circa di colle oppio per chi sta a 80 pasti al giorno ma a causa della primavalle e dintorni non è proprio la stessa cosa non è facile grave situazione economica e quindi di maggiori bisogni si è ma sulla miseria si può anche sorvolare arrivati a distribuirne almeno 100 per molti sarà un natale ancora mons luigi di liegro più freddo e triste oggi più nulla dacci la tua opinione a riguardo sulla pagina de il picchio di torresina su facebook 4

[close]

p. 5

di giuseppina provenzano quando babbo natale non c e piu o gni mattina zaini libri libri zaini sul viso ancora l impronta del cuscino bisogna studiare e trovare il modo di racimolare la sufficienza all interrogazione cari ragazzi vi leggo nel pensiero perché io non ho dimenticato quel mio tempo non si dimentica le emozioni più forti che non proverete mai più nella vita i dubbi più logoranti tutto si accatasta nella vostra anima in una sola giornata tutte le giornate senza darvi il tempo di respirare di capire in qu ie tudine r abb ia b atticu or e umiliazioni gioia paura vergogna solidarietà sospironi di sollievo ansia solitudine rimproveri infiniti e sogni tanti sogni di viaggi di progetti d amore vorrei questo vorrei quello ho bisogno di quest altro ho bisogno di quell altro che fare a chi rivolgersi babbo natale non c è più i genitori spesso troppo lontani per capire hanno dimenticato gli insegnanti e gli altri adulti insensibili come elefanti e infastiditi dalla vostra presenza dal vostro chiasso ecco uno spiraglio una soluzione gli amici che grande risorsa per fortuna loro confortano rispettano e vogliono bene cari ragazzi siete meravigliosi come fuochi d artificio un esplosione di colori e rumori a dispetto di tutti e di tutto anche se babbo natale per voi non c è più ve la caverete e quando sarete più grandi questi rimarranno i ricordi più belli della vostra vita panettone e pandoro due bombe caloriche di michela fabbri natale è alle porte e di certo non si può non parlare di cibo per l occasione festosa e mangereccia eviterò di parlare troppo di valori nutrizionali e di dieta lancerò qualche curiosità iniziamo con il pandoro adorato soprattutto dai più piccoli tipico dolce veronese ma consumato in tutta italia nel periodo natalizio detiene un gran numero di ipotesi per quel che riguarda le sue origini secondo alcuni sono da ricercarsi nell impero asburgico d austria dove i pasticceri della casa reale producevano il pane di vienna un soffice dolce a sua volta derivato dalla brioche francese secondo altre fonti le origini del pandoro potrebbero derivare dal pane de oro da cui il nome dolce a forma conica servito durante il rinascimento sulle tavole dei ricchi veneziani nel periodo natalizio ma l ipotesi più accreditata è che nel 1800 il pandoro nasceva come evoluzione del nadalin un dolce tradizionale veronese questo veniva preparato durante le festività natalizie ed aveva forma e consistenza tipiche del pandoro quindi è molto probabile che i pasticceri austriaci al tempo molto presenti nella pasticceria veneta abbiano preso spunto dalla ricetta del nadalin per perfezionarla e dare vita al pandoro c è solo un dato storico certo il 14 ottobre 1894 domenico melegatti fondatore dell omonima industria depositò all ufficio brevetti la ricetta il di un dolce morbido a forma di stella opera dell artista angelo dall oca bianca facendo diventare il pandoro la colonna portante della pasticceria di verona i valori nutrizionali variano a seconda del pandoro ma come dato medio si può dire che 100 gr di pandoro hanno circa 390 kcal l equivalente di un piatto di pasta quindi una fettina per concludere il pasto può bastare il panettone è un dolce milanese intorno alla cui origine ci sono numerose leggende una di queste narra la storia del contrastato amore tra ughetto falconiere del duca e adalgisa figlia di un fornaio che lavorava e faceva i lavori più umili per aiutare la sua famiglia in difficoltà economiche ughetto per amore decise quindi di lavorare nel forno insieme alla sua amata come garzone e con l occasione modificò la ricetta del pane con zucchero burro canditi e uva e pensò di servirlo a natale come regalo per la sua amata altre fonti raccontano invece che toni un panettiere milanese nel corso di un banchetto importante bruciò il pane e per rimediare ci aggiunse uova zucchero burro e canditi da qui il nome pan di toni anche il panettone ha valori nutrizionali simili al pandoro 100 gr sono circa 360 kcal sempre a seconda del tipo e della farcitura del prodotto e dopo queste piccole curiosità buon natale a tutti 5

[close]

p. 6

di marcella speranza una volta non c era alessandra taborra lucia aleggiani giovanni carriglio embra di essere tornati un po indietro nel tempo a torresina grazie agli eventi nicotina ideati e presentati da fattino tedeschi sembrano un po strani in questo mondo distratto da tanti gravi problemi coloro che si ritagliano nel loro tempo alcune serate per incontrare gli altri e parlare d arte ascoltare l armonia della poesia sentire musica gioire della gioia che solo il bello può dare il 12 novembre scorso presso l alchimista di viale montanelli ci siamo ritrovati più numerosi ad ammirare le opere di alcuni pittori ormai amici di nicotina come alessandra taborra esponente della pop-art romana giovanni carriglio che parla con il paesaggio e ne racconta le sensazioni giuseppina gervasi che nella sua arte ricerca la serenità lucia aleggiani che con le delicate sfumature dei suoi paesaggi fa riconquistare il piacere le emozioni il giovanissimo talentuoso chitarrista damiano caprio ha eseguito con sicurezza e sensibilità alcuni brani tra cui due sue composizioni il viaggio e una dolce carezza s ospite d onore della serata è stato carlo loffredo celebre jazz-man direttore della roman new orleans jazz band gruppo storico nato nel 1952 che fu la prima band a portare il jazz nord-americano in italia carlo loffredo musicista conosciuto e apprezzato in tutto il mondo dopo aver raccontato alcuni aneddoti della sua vita in maniera spassosa ha preso la chitarra di damiano e ci ha regalato alcuni stornelli che trilussa il poeta della romanità aveva composto in giovinezza una chicca una serata speciale che la professionalità e la simpatia del presentatore ha reso unica per la poesia è stata ricordata isa miranda attrice scomparsa della quale è stata letta la poesia amor amor amor e stata letta la preghiera degli artisti e fattino tedeschi ha dedicato una sua poesia alla moglie organizzatrice dell evento maresa stramacci coccolati da lorenzo e guendalina chiacchierando e mangiando ci siamo tutti sentiti un po più felici un po più amici un po più vicini alla prossima alla prossima carlo loffredo damiano caprio giuseppina gervasi i due alchimisti hai un tema che ti sta a cuore raccontacelo sulla pagina di facebook de il picchio di torresina 6

[close]

p. 7

letterina di babbo natale cari bambini credo sia la prima volta che ricevete una lettera da babbo natale sono otto anni che vengo a trovarvi e vedo tanti sorrisi quando porto i regali nel vostro bellissimo quartiere so che anche quest anno mi scriverete in molti e così ho pensato di farvi una sorpresa una letterina di auguri anticipati per rico rd a r vi i l no stro appuntamento del 17 dicembre 2011 alle ore 16,30 sotto i portici di viale indro montanelli per natale festeggiare insieme il natale bambini preparate le vostre letterine e portatele a maurizio del primo bar o da maria de l alchimista e alla letterina più simpatica speciale darò un mio ricordo speciale vi abbraccio e vi aspetto numerosi il vostro babbo natale 7

[close]

p. 8

de calisti anna maria commercialista montini marta consulente del lavoro lo studio de calisti a.m e montini m è lieto di essere tra i primi ad augurare a tutti i lettori un natale colmo di serenità ed un proficuo 2012 con il mese di dicembre si chiude l anno in bellezza pagando le ultime imposte la prima scadenza è quella del 16 dicembre per i versamenti rateali che derivano dalla dichiarazione dei redditi unico irap per i titolari di partita iva lo studio rammenta che avendo dipendenti o collaboratori anche occasionali la scadenza del 16 dicembre prevede l irpef ritenuta d acconto e contributi inps inoltre entro il 16 dicembre per i proprietari di immobili c è il versamento del saldo ici l altra scadenza del mese è il 27 dicembre in cui alcuni titolari di partita iva verseranno mediante f24 se dovuto l acconto iva relativo all anno 2011 lo studio rinnova a tutti auguri di buon natale e felice anno nuovo studio de calisti anna maria via leonardo mellano 72 00125 roma tel 06/52352585 cell 333.3087137 e-mail amdec@libero.it news dal comitato di quartiere torresina acca torresina ogni intervento concreto e non demagogico attuato in favore del cittadino diversamente abile non soltanto riduce o elimina un problema ma migliora la qualità di vita di tutti ad esempio abbattere una barriera architettonica e/o sensoriale adattare la viabilità migliorare la comunicazione sociale se è indispensabile per le fasce fragili è utilissimo per tutti i cittadini di concerto con il sindaco e l assessore alle politiche sociali come nuovo collaboratore alle politiche sull handicap voglio dare un segnale di concretezza ai diversamente abili e alle loro famiglie tramite un piano di interventi realizzabili nei cinque anni di amministrazione a questi si aggiungeranno ulteriori azioni in corso di definizione prof antonio guidi collaboratore politiche della disabilità comune di roma bisognerà ora sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza a non usare gli scivoli dei marciapiedi e gli attraversamenti pedonali come parcheggi per le automobili confidando sulla collaborazione della polizia di roma capitale ma soprattutto sulla disapprovazione morale del resto dei residenti sab at o 1 0 d ic e m bre deco ro daya to r re s in a una mattina dedicata alla pulizia del proprio quartiere appuntamento davanti all edicola alle ore 9.30 il tuo quartiere non è una discarica torna l iniziativa giunta alla sua xii edizione domenica 11 dicembre 2011 ultimo appuntamento dell anno con la raccolta straordinaria gratuita dei rifiuti ingombranti e particolari dalle 8.00 alle 12.30 nei municipi dispari ed i quartieri del porta a porta ci vediamo a torresina nel parcheggio di via andrea con questa doverosa premessa introduciamo il progetto barbato sul lato opposto al capolinea del 46 per la rimozione delle barriere architettoniche del comitato di quartiere torresina acca torresina roma ama le mamme l azienda municipale ambiente partecipa alla campagna di solidarietà per martedì 8 novembre si sono conclusi i lavori per la mamme e bebè in difficoltà roma ama le mamme sistemazione di quattro scivoli che mancavano sui nell appuntamento di domenica 11 dicembre in tutti i marciapiedi di torresina la rimozione delle barriere municipi dispari della capitale i cittadini troveranno architettoniche è avvenuta grazie alle segnalazioni dei presso alcuni degli abituali siti di raccolta il personale residenti ed al coinvolgimento dell ufficio acca del dall associazione i diritti civili nel 2000-salvabebè comune di roma e del municipio xix il comitato di salvamamme a cui sarà possibile consegnare carrozzine quartiere ringrazia tutti coloro che hanno contribuito al fasciatoi seggiolini culle passeggini giocattoli mobili miglioramento della qualità della vita rendendo torresina libri per l infanzia oltre a vestiario 0/16 anni e prodotti un quartiere a misura di disabile questa battaglia di civiltà per l igiene pannolini creme detergenti ecc è cominciata da diverso tempo e proseguirà sia sul versante tutti i cittadini riceveranno un opuscolo con le informazioni urbanistico che di sensibilizzazione della cittadinanza sulla destinazione degli oggetti raccolti e sulle modalità sul versante urbanistico il comitato in completo accordo per verificare il corretto utilizzo del materiale donato con gli uffici tecnici del municipio xix sta lavorando il personale sarà sicuramente presente nel centro di alla sistemazione di altre barriere presenti nel pdz b32 raccolta battistini al momento di andare in stampa non torresina 1 e sensibilizzerà il consorzio che sta realiz possiamo confermare la loro presenza a torresina zando il pdz b44 torresina 2 alla completa attuazione di marciapiedi completamente accessibili ai diversamente ilcomitatodiquartieretorresina abili augura buone feste a tutti 8

[close]

p. 9

bandiere come farfalle orse non tutti sanno che l attività scout del gruppo roma 122 da qualche tempo propone oltre ai percorsi educativi tradizionali un progetto formativo innovativo quale l attività di sbandieratori l idea è nata in occasione di un torneo i ragazzi cercavano qualcosa di veramente nuovo mai sperimentato prima e così nel 1990 organizzarono un esibizione quasi per scherzo non pensando che questa sarebbe potuta diventare una tradizione e una particolarità che li avrebbe contraddistinti persino all interno della città essendo l unica compagnia all interno della capitale italiana quest anno il roma 122 ha raggiunto un grande traguardo partecipando alla xxx parata nazionale della bandiera evento che ogni anno si tiene in una diversa città italiana in occasione della trentesima edizione la lega italiana sb an dier ator i ha sce lto di or gan izzare l eve n to nella sede nazionale di città della pieve nei giorni 9-10-11 settembre come avviene tradizionalmente nella prima o seconda settimana del mese la manifestazione è molto sentita dai vari gruppi di sbandieratori italiani e grazie a questa è possibile non solo riunirli ma anche permettere confronti sulle varie tecniche dell arte della bandiera e sulle caratteristiche peculiari delle singole compagnie di cinzia pezzola f di scout roma 122 È inoltre una grande occasione per conoscere altre persone che condividono la stessa passione la sera del venerdì tr adizio n alme n te primo giorno di gare e festeggiamenti il gruppo roma 122 ha partecipato nella categoria piccola squadra dove gli sbandieratori ad esibirsi nel quadrato sono quattro il sabato mattina invece la sfilata per le str ade del paese si è conclusa con una breve esibizione nella piazza principale piazza unità d italia dove hanno anche avuto luogo le altre gare dell evento ricordiamo che il gruppo cambia parzialmente la squadra ogni anno al termine del percorso formativo individuale e che è già un grandissimo traguardo aver avuto l occasione di partecipare quindi sebbene il podio non sia stato raggiunto per i ragazzi è stata una grande vittoria per ogni partecipante è sempre una grande opportunità entrare a contatto con persone che condividono gli stessi interessi e poter mostrare la propria abilità e i notevoli miglioramenti conquistati nel corso degli anni anche e soprattutto a persone estranee a quest attività È per questo che i ragazzi già realizzano numerose esibizioni all interno della provincia e non esitano a mettersi in gioco a così da così di suolo pubblico iniziativa lanciata dal picchio nel numero di settembre un metro quadro di suolo pubblico a residente per un quartiere che fa la differenza continua ad avere successo grazie sempre ad alcuni anonimi che si dedicano al suolo pubblico pulendo ed abbellendo gli spazi verdi dopo l iniziativa pollicino verde del 22 settembre quando i bambini del quartiere hanno allestito un aiuola con tante piantine di pansè coloratissime alcuni anonimi adulti e bambini si sono occupati di zappare e mantenere ordinato e colorato questo piccolo e preziosissimo spazio verde pubblico queste persone speciali hanno compreso che ciò che è pubblico è forse più privato e più nostro che mai in una zona del nostro quartiere c è un cartello su alcune aiuole con su scritto proprieta privata lì è tutto ordinato e pulito certo zona condominiale e quindi con la rata del condominio si paga l anche questo ma poco distante c è un aiuola abbandonata e sporca quella è suolo pubblico perché dimentichiamo che per tutto ciò che è pubblico hanno già pagato i nostri genitori paghiamo noi e pagheranno poi i nostri figli non comprendere ciò giustifica le nostre continue distrazioni quando portiamo a spasso il cane quando gettiamo qualcosa per terra quando non guardiamo poco oltre il nostro giardino lì sul quel marciapiede dove proliferano le erbacce o quando i nostri figlioli muniti di bombolette spray firmano tutto quello che trovano quel pinocchietto accanto alla fermata dell autobus ha avuto vita breve sembra già vecchio grazie grazie infinite ai nostri fantastici anonimi con la speranza che un giorno il loro operato non faccia più tanto clamore perché magari quel giorno tutti avremo acquisito una solida coscienza civica a ltra iniziativa che avevamo suggerito era quella di piantare un albero quando nasceva un bambino il primo albero è stato piantato sulla rotonda di viale montanelli da elisabetta e massimiliano per la nascita di simone speriamo che tanti alberi vengano piantati 9

[close]

p. 10

le lettere dai lettori il veterinario di torresina il nuovo uomo nero diritti per i suoi figli a suo dire colpevoli solo di camminare orto a conoscenza di tutti gli abitanti di torresina che non è mia abitudine gridare od inveire contro i bambini che giocano tranquillamente sul piazzale antistante il mio ambulatorio cosa di cui sono stato accusato qualche giorno fa da un padre e vero anche che alcuni bimbi giocano in maniera poco tranquilla per cui al decimo episodio nella stessa giornata la mia educazione e in quanto anch io padre mi impongono di far presente ai genitori e sottolineo ai genitori laddove questi siano presenti perché non è così scontata la loro presenza la necessità di operare la professione in tranquillità a maggior ragione se considerata la natura dei miei pazienti che a differenza degli umani poco tollerano i rumori molesti e le vibrazioni rumori e vibrazioni che purtroppo vengono amplificati dalle grate sovrastanti i garage che quando non vengono usate dalle madri come pisciatoio per i figli è successo addirittura anche questo sono puntualmente utilizzate da alcuni bambini come pista per la corsa per pattini e monopattini biciclette tricicli ed altro o come pedana per i salti tutto ciò aggiunto al fatto che le vetrate dell ambulatorio fungono da traguardo per le corse e da porta per il calcetto la pedana di accesso all ambulatorio è oggetto di saltelli per non parlare poi di quei bambini che entrano più volte nella sala d aspetto dell ambulatorio aprono e chiudono di continuo la porta di accesso al bagno bussando ripetutamente alla porta della sala visite e già che ci siamo sottraendo anche le biglie di vetro che un tempo abbellivano il vaso dei fiori tali comportamenti sfuggiti all occhio vigile dei genitori forse perché troppo presi nelle loro chiacchiere di quartiere o o forse perché non gliene frega nulla non sono invece passati inosservati ad altri infatti in più di un occasione i proprietari dei miei pazienti alcuni residenti a torresina altri in altri quartieri hanno espresso le loro perplessità sulla maleducazione non dei bambini ma bensì dei loro genitori meravigliandosi di come si potessero effettuare delle visite in quelle condizioni al solerte paladin padre che punto sul suo ruolo di genitore nonostante non fosse presente al fatto viene a rivendicare i egregia redazione del picchio di torresina ancora ci meravigliamo del degrado dei parchi che occupano parte del nostro municipio sul giornalino roma giovani lavoro n 93 del 11 ottobre 2011 a pagina 42 vi è la procedura per accedere ad un bando per la realizzazione di punti ristoro servizi igienici e manutenzione nei parchi e giardini comunali il bando è stato emesso dal comune di roma su un elenco di aree verdi hanno risposto ben 13 municipi ma tra questi p sul piazzale e contro i quali secondo lui io avrei inveito su uno spazio pubblico che è il piazzale de quo si fa presente che l area in questione non è un parco giochi ma come da lui stesso sottolineato è un area comune del condominio quindi ad uso e consumo di tutti e soprattutto nel rispetto di tutti tale rispetto impone anche l obbligo di tenerlo pulito dopo averne usufruito solo il sottoscritto accusato dallo stesso padre di pensare solo al suo orticello si adopera per pulire tutto il piazzale fino alla sede della banca da carte di merendine contenitori vuoti di succhi di frutta e bevande varie oltre che da foglie mozziconi di sigaretta ed escrementi di animali lavando periodicamente la base dei pilastri dall urina dei cani tutto ciò anche a beneficio dei bambini stessi che non possono sostare o giocare in un ambiente sudicio l insonorizzazione dell ambulatorio veterinario suggeritami dallo stesso genitore come soluzione peraltro non fattibile in quanto le norme sanitarie obbligano la presenza di ventole per l areazione non risolverebbe la questione delle vibrazioni per le quali il genitore prodigo di consigli mi ha consigliato di coinvolgere il condominio per far togliere le grate in questione non considerando il notevole esborso economico da parte dei condomini nonchè la necessità di areazione dei sottostanti garage soluzioni queste che fanno emergere una realtà disarmante alcuni genitori preferiscono modificare l ambiente dove vivono i propri figli piuttosto che insegnare loro a vivere civilmente nell ambiente stesso rispettando poche semplici regole non ho mai impedito la vita ludica sul piazzale dei bambini molti dei quali ho visto crescere e per me sempre fonte di grande gioia ed allegria ma penso che sia giusto spiegare loro perché in grado di comprenderla la fragilità dei nostri amici a quattro zampe malati sensibilizzandoli sull importanza del lavoro del veterinario che li aiuta non inferiore a quella del nostro medico di famiglia evitando di minacciarli con lo spauracchio del guarda che adesso esce il dottore che ti strilla come se fosse il nuovo uomo nero dott giovanni grasso manca il xix ora io mi domando i l n os tropr esi dente è talmentebr av oche ri esceamantenereinor di n e tu t ti i p ar chiegiar di n i o è talmente sbadato che si è fatto sfuggire u n oc c a si onedelgen er e per me è la seconda risposta visto che tutti i parchi del xix municipio riportano delle pecche di mancata manutenzione si potrà avere una risposta dall interessato lettera firmata 10

[close]

p. 11

di marcella speranza l intervistaa m° raimondo sarnella un pizzico di cultura giapponese a torresina on l apertura del nuovo centro sportivo daily training lo sport a torresina si arricchisce con l arrivo della scuola di arti marziali toratiimu delm° raimondo sarnella gli chiediamo di guidarci in questo mondo che per molti di noi è sconosciuto c buongiorno maestro grazie di averci concesso questa breve intervista sono io che ringrazio voi per poter condividere con i vostri lettori questa mia passione per le arti marziali giapponesi a chi consiglierebbe la pratica delle arti marziali il maestro mi sorride e per me tutti possono avvicinarsi alle quali discipline praticate nella vostra scuola arti marziali senza distinzione di sesso età e peso l importante è nella mia scuola si praticano il judo che come tutti praticare uno sport divertente e in buona compagnia sanno è uno sport olimpico il ju jitsu tradizionale dove si studia l antica arte dei guerrieri samurai il ju jitsu vista la cordialità e la disponibilità incalzo ma quale è la agonistico che è una forma sportiva con un riscontro domanda che più spesso le viene rivolta internazionale tanto da portare questa disciplina a molti sono coloro che mi domandano se alla loro età possono partecipare ai world games manifestazioni sportive venire ai miei corsi ed io rispondo sempre che in italia seconde solo alle olimpiadi la difesa personale abbiamo una grande persona la maestra keiko wakabayashi dove insegnamo ai nostri praticanti a saper gestire che alla veneranda età di 80 anni vederla lavorare in palestra è veramente uno spettacolo e con questo ho detto tutto o soprattutto evitare una disputa non necessariamente violenta tra persone che per svariati motivi possono il fascino e la curiosità di accostarmi a queste discipline giungere a uno scontro fisico ed infine il corso bambini mi portano a congedarmi dal maestro sarnella con la che per me è quello più affascinante dove ho trascorso 30 promessa di una prossima visita alla sua scuola per anni al servizio delle famiglie incontrarmi anche con i suoi allievi all opera cosa curate principalmente nei corsi dei bambini la coordinazione motoria e la sincronia dei lavori destra-sinistra sono le prime cose da curare in questi corsi gli insegnamenti delle tecniche in maniera ludica per non far perdere mai l attenzione dei nostri piccoli atleti una buona ginnastica di fondo condita con una buona socializzazione dei soggetti educazione rispetto ed amicizia queste sono le basi dei nostri corsi e poi tante altre cose da far scoprire volta per volta a chi vorrà accostarsi a noi il maestro con le atlete della scuola tora tiimu ha rappresentato l italia all open di judo svoltosi nell ottobre 2011 in grecia 11

[close]

p. 12

di antonio di siero survivor dall autore di fight c lub e dannaz io ne una sudicia storia religione mass media amore e alienazione chuck palahniuk survivor mondadori 9.50 se questa domanda vi turba o hiedete a tender non sentite il bisogno branson come di porgerla evitate smacchiare una accuratamente survivor tenda come la prosa di palahniuk è puro togliere il nero dalle fughe vetriolo lanciato negli occhi de lle piastre lle co me del lettore smacchiare il divano in pelle un cinismo tutto sommato chiedetegli come togliere il consolante sangue dal lenzuolo dopo che in un epoca divisa tra rabbia avete picchiato vostra moglie fasullae sentimentalismi come coprire l occhio pesto gratuiti da prima serata della signora come riattaccare punto di forza del romanzo è il dente spezzato in attesa che uno straordinario accumulo di vi portino dal dentista tender nozioni curiose scovate negli sa tutto purtroppo non sarà ambiti più impensabili del con noi ancora per molto sapere umano economia tender è infatti sopravvissuto domestica religione al suicidio di massa della setta n o zion i ch e for n isco no creedish l unico diversivo mater iale gre zzo per lo alla noia della sua squallida sviluppo di una filosofia esistenza è l incontro con inquieta disperata in cui fertility giovane donna che l unica via d uscita sembra pratica un mestiere aberrante e essere l autodistruzione che grazie a un invadente la distanza più breve tra potere precognitivo è a la nascita e la morte di un conoscenza di tutte le tragedie essere umano passa attraverso che colpiranno il mondo nei una lista di cose da fare prossimi mesi altra svolta sarà data da un viscido agente pronto a tender non è un semplice antieroe ma una figura trasformare tender in un santone televisivo con tanto di inquieta in fuga dal proprio passato che si ritrova in un vuoto totale da cui non può far altro che invidiare chi ha miracoli e discorsi negli stadi in mondovisione da questo punto in poi il delirio diverrà follia pura una vita a sconvolgere la già complicata vita del protagonista ci gli unici che potrebbero fornire una prova della sua penserà un sicario intenzionato a uccidere tutti i esistenza sono i suoi ex fratelli creedish e una psicologa incompetente sopravvissuti al suicidio creedish ora tender ha solo 289 pagine prima che l aereo che ha la strage dei creedish e la scomparsa della psicologa dirottato si schianti sul deserto australiano 289 pagine cancella completamente il passato di tender venduta l anima a un mercato cannibale e autodistruttivo per raccontarci la sua storia seges ù nonfossemortoincroce l unica che possa raccontare la sua storia è fertility in cima a un monte ma in una squallida cella imperdibile per i palati forti specie quelli sopravvissuti lontanodagliocchiditutti saremmoa bret easton ellis american psycho e a irvine wellsh trainspotting stati salvati lo stesso hai un tema che ti sta a cuore raccontacelo sulla pagina di facebook de il picchio di torresina c bonus bebe sul bollettino ufficiale della regione lazio lezioni gratuite n.39 del 21/10/2011 sono state pubblicate le modalità tutti i mercoledi dalle 17 alle 20 verranno impartite ripetizioni di e i moduli per la concessione dell erogazione da parte inglese ­ francese ­spagnolo ­ dei comuni del bonus bebe il contributo una tantum tedesco ­matematica ­ fisica ­ dalla redazione del valore di 450 euro previsto dal piano famiglia per ogni scienze ­ italiano ­ filosofia ­ del picchio bimbo o bimba nato o adottato in via definitiva tra il 1 gennaio diritto ­ sostegno allo studio per e il 31 dicembre 2011 i requisiti richiesti ai genitori sono un isee uguale o elementari medie superiori presso il circolo pd di via valle inferiore a 20mila euro e la residenza da almeno tre anni nel lazio le domande dei fontanili potranno essere presentate ai comuni di residenza fino al 31 gennaio 2012 servizio gratuito aperto a tutti errata corrige 12 nel numero scorso l articolo di prima pagina scritto da andrea pizzuti è stato erroneamente attribuito ad altri ci scusiamo con l autore e con i nostri lettori.

[close]

p. 13

di eugenio cortonicchi le coccinelle è un associazione no profit per l integrazione di ragazzi con disabilità mentali ha sede nel box n.41 del mercato rionale di via pasquale ii e si pone l obiettivo di stimolare non solo i propri assistiti ma anche la società normale a superare quei limiti di preconcetto che ci vogliono ancora così distanti da simili realtà le coccinelle è un associazione auto fin an ziata che cer ca attr ave rso picco li lavo r i di artigianato realizzati dagli stessi ragazzi del centro di raggranellare quei pochi euro necessari per riuscire a mantenere operativa una piccola struttura di un grande valore sociale le coccinelle è un associazione che si propone come alternativa al centro diurno fornendo attraverso una gestione praticamente autonoma maggior spazio maggior coinvolgimento e d un co sto so ciale decisamente inferiore prof umodi nata l e la vita è una tale distrazione che non ti lascia neanche prender coscienza di ciò da cui ti distrae f kafka è proprio distrattamente che camminando nel nostro piccolo ed accogliente mercatino di pasquale ii presi coscienza di quello da cui la vita mi stava distraendo d un tratto luci colori suoni si spensero in totale co mun ion e e co me du e minu sco le lampadin e intermittenti un secondo e opla si spense un tutto e se ne accese un altro ma molto più reale familiare caldo vero il senso del natale era proprio lì ad un passo ed era fatto di ragazzi speciali che riuscivano a dare senso anche a qualcosa di scontato come un dono piccoli abeti nani decorati a mano con pazienza dedizione e soprattutto tante risate ma non sorrisi splendenti da pubblicità quanto splendidi sorrisi che stranamente sembravano così conosciuti personali pur essendo totalmente nuovi forse perché simili a quelli dei nostri affetti più cari al nostro ma di qualche anno fa perline colorate si seminavano sul pavimento bianco come piccoli canditi su di un velo di zucchero ed cortecce d albero accoglievano aggraziati presepi fatti rigorosamente a mano la miglior tradizione napoletana a roma incantevoli lettere in legno componevano nomi su strisce di stoffa facendo riaffiorare alla mente i vecchi giochi d infanzia il tutto con un attenzione particolare alle spese ovviamente perché certo mantenere un centro costa caro ed essendo natale il periodo migliore per vendere i propri prodotti anche le coccinelle si adoperano laboriose nel mantenere alto il ritmo di una produzione che ripone nelle feste le maggiori speranze comprare è un atto senz anima ma non se contribuisce a renderci tutti più vicini o più simili io acquisterò a natale un po della loro bellezza nella speranza che il loro sorriso diventi il mio e invito tutti a fare altrettanto ero uscito distratto sono rincasato più attento attento a quello che il mondo ha da offrire e non è un errore la maiuscola è d obbligo quando per mondo si intende la gente ragazzi splendidi che non solo lottano per l integrazione ma ce la insegnano guidati da donne di cuore e di pugno ed il pugno non è un offesa se chiuso a stringere un valore e dei diritti ora cercherò di essere davvero più attento la vita non può distrarci del tutto foto autorizzata 13

[close]

p. 14

consigli e non solo a cura di pina l carissimi lettori siamo in dicembre ed è giunto l inverno fa più freddo perché la terra riceve meno calore dal sole il giorno 25 di questo mese è natale un grande giorno di festa non solo per i cristiani ma anche per altri che danno significati diversi per questo giorno il natale è una festa ricca di simboli quello principale è il presepe dal nome latino praesepium dal significato di recinto chiuso che è la sacra rappresentazione della nascita di gesù cristo san francesco nel 1223 realizzò la prima rappresentazione vivente della natività in seguito nel xviii secolo il presepe si diffuse anche nelle case dei nobili a napoli si scatenò una forte competizione tra famiglie su chi possedesse il presepe più bello e sfarzoso utilizzando per la realizzazione intere camere dei loro appartamenti nei secoli successivi venne allestito anche dai borghesi e dal popolino e a tutt oggi si continua la tradizione dei nostri avi alcune rappresentazioni del presepio prendono spunto da tradizioni o da eventi recenti nel napoletano per esempio alla scena della natività si aggiungono elementi anacronistici come fontane castelli cuochi osti ed anche personaggi politici o artisti del presente o del passato se nel presepe il motivo della natività resta invariato diverse ed affascinanti sono le scene ed i materiali usati per costruirlo gli stili ed i colori usati dai loro piccoli o grandi autori altro simbolo di questa ricorrenza è l agrifoglio con le sue bacche rosse simbolo di abbondanza e fecondità si racconta che un piccolo orfanello che viveva fra i pastori quando apparvero gli angeli che annunciavano la nascita di cristo si avviò verso betlemme strada facendo intrecciò una corona con rametti di alloro ma quando la depose davanti a gesù bambino si vergognò del suo povero dono ed incominciò a piangere gesù bambino toccò allora la corona le foglie diventarono di un bel verde e le lacrime dell orfanello si mutarono in belle bacche rosse la tradizione dell albero sia esso grande o piccolo ma sempre illuminato da tante lampadine o addobbato con piccoli oggetti colorati con dolciumi o piccoli regali risale alla cultura tedesca fin dal xvi secolo in questi tempi dominati da internet e da jet supersonici non si può dimenticare una figura come quella di babbo natale l anziana figura vestita di rosso con una lunga barba bianca tanti bambini in questo periodo si chiedono esiste veramente ebbene si vive nel piccolo villaggio di pajakyla in lapponia buon natale e felicissimo 2012 dalla vostra affezionatissima in compagnia di mamma natale abita in una casetta di legno calda ed accogliente nel suo laboratorio è aiutato da tanti assistenti chiamati folletti che confezionano simpatici oggetti che diventano poi regali natalizi dopo questa piccola parentesi natalizia torniamo alle perle che sono la base della nostra rubrica il primo consiglio di questo mese è dedicato al principe della festa il cenone di natale cerchiamo di addobbare con un tocco di originalità la nostra tavola prendete delle mele di un bel colore rosso e spruzzatele con uno spray dorato creando un allegro contrasto di colori una volta asciugate ponetele con dei rametti di agrifoglio e di pino in un cestino di vimini che metterete al centro della vostra tavola mi sembra banale dirvelo ma le mele non dovranno essere assolutamente mangiate per questo natale il formaggio lo presenterete così tagliatelo a dadini o a fettine secondo il vostro gusto mettetelo su un piatto colorato e conditelo con olio aceto sale e pepe sarà un idea diversa ed originale stando in cucina per i preparativi se vi doveste accorgere che durante la frittura l olio ha schizzato la parete trattatela come fosse un vestito prendete uno smacchiatore per abiti spruzzatelo sopra alla macchia e dopo asciugata spazzolatela per i contorni vi consiglio cipolle e zucchine ripiene al forno che acquisteranno un colore dorato se dopo averle riempite in modo uniforme ci spargerete sopra dei tuorli d uovo sbattuti con una spolverata di pangrattato nel caso in cui doveste aver esagerato con il sale nella minestra non vi preoccupate non aggiungete acqua perché basterà mettere nella pentola un albume lasciatelo rapprendere e toglietelo con una schiumarola vi accorgerete che il forte sapore salato sarà stato eliminato quando dovete scongelare il pesce vi consiglio di non metterlo sotto l acqua ma di immergerlo nel latte che assorbirà il cattivo odore e restituirà il suo sapore originale inoltre se voleste sbrigarvi a scongelarlo avvolgetelo in uno strofinaccio inumidito con acqua ed aceto o vino bianco alla fine dei preparativi per pulire bene il forno usate acqua calda e bicarbonato o succo di limone o aceto ma la cosa più importante è che condiate il santo natale con tanta serenità amore e gioia condivisa con tutti i vostri parenti amici e conoscenti senza dimenticare il prossimo zia pina frittelle di fichi secchi per 30 frittelle 30 fichi secchi bianchi 90 gr di mandorle pelate e tostate di marcella speranza 30 gr di pinoli /40 gr di uva passa/225 gr di farina un cucchiaio di olio un pizzico di cannella un pizzico di chiodi di garofano in polvere/1 bicchierino di rum olio di semi di girasole q.b ciogliere in una terrina poco per volta precedentemente preparato comprimete la farina con qualche cucchiaio di intorno all incisione in modo di chiudere bene acqua ed unitevi un cucchiaio di olio per scaldate in una padella abbondante olio per ottenere una pastella cremosa e morbida friggere passate i fichi ad uno ad uno nella tritare grossolanamente le mandorle e i pinoli pastella e fateli dorare nell olio bollente fate ammorbidire l uvetta nel rum estraeteli con una paletta forata passateli nella mettete questi ingredienti con il rum in una carta assorbente e serviteli ben caldi scodella unite le spezie e mescolate con cura volendo si possono spolverizzare con zucchero con un coltellino affilato aprite in due i fichi a velo vanigliato ma non è necessario in lasciandoli uniti da un lato e imbottiteli quanto già sufficientemente dolci con piccole quantità del composto buon appetito s 14

[close]

p. 15

di bruno danieli equilibrio e e salute il risultato se ci si impegna sarà un benessere oltre le aspettative e talmente evidente il vantaggio che tale attività procura che varie patologie entro certi limiti e senza enfatizzare il concetto sono state in parte curate da due o tre ore di buona e produttiva posturale distribuite nella settimana per un certo periodo di tempo secondo le esigenze per questo alcuni ospedali hanno allestito all uopo sale per curare alcuni tipi di mal di testa maldischiena unanoncorretta funzionalità diaframmatica ernia iatale incontinenza senile e non deficienze di respirazione che provocano poi una insufficiente ossigenazione ai tessuti una scarsa vascolarizzazione ecc naturalmente una accurata diagnosi medica deciderà a seconda dei casi l opportunità di avvalersi o no di questa pratica sicuramente non invasiva si dovrebbe valutare questo investimento per la salute prima di dover aver bisogno dell eventuale suggerimento medico prima cioè che ci sia la necessità di correre ai ripari per i sintomi del nostro mal di schiena o per il dolore al braccio che di notte non ci fa dormire dovrà essere un investimento per la nostra salute per il nostro futuro del quale coglieremo i benefici soprattutto in età più avanzata amminare correre lavorare attività sportiva tutti i giorni più o meno siamo impegnati in questi movimenti ma il movimento del corpo ha un suo linguaggio secondo la postura assunta quotidianamente dall andatura dal modo di guard are diascoltare unbuon posturologo legge un po della nostra storia il modo di re laziona rci con gli a ltri e con l ambiente che ci circonda è indicativo un soggetto ben equilibrato fisicamente per esempio a parità di sforzo lavorativo si stanca meno rende di più riduce i tempi ne esce meno stressato dunque ecco l importanza di assumere una buona postura un buon equilibrio una corretta posizione rispetto allo spazio se questi elementi sono in simbiosi si mettono in moto delle fasce muscolari che fungono da stabilizzato ri che distribuiscono il peso equamente tra l apparato scheletrico l apparato muscolare i legamenti e le articolazioni per assumere una corretta postura però ci si deve allenare a farlo e questo non è proprio facile anzi la ginnastica posturale è un attività da svolgere con personale qualificato soprattutto all inizio quando si deve passare attraverso una smemorizzazione dei vizi posturali indotti dalla quotidianità per poi iniziare un percorso di armonizzazione tra respirazione e movimento tra equilibrio e mobilità articolare tra concentrazione e coordinazione c hai un tema che ti sta a cuore raccontacelo sulla pagina di facebook de il picchio di torresina 15

[close]

Comments

no comments yet