pM114_Nov-Dic2011

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

associazioni assemblea annuale dsi p.38 organo ufficiale d.s.i organo ufficiale collegio nazionale maestri sci italiani professione montagna anno xxiv° n° 114 novembre/dicembre 2011 conferenza stampa congiunta amsi-colnaz p.48 sicurezza sul lavoro montaggio e manutenzione degli impianti a fune p.28 comunicazione/stampa srl spedizione in abb.to postale 45 art 2 comma 20b legge 662/96 filiale di milano 6,00 euro fiere e convegni skipass modena 2011 alpitec/prowinter bolzano 2012 osservatorio legale gli esercenti degli impianti a fune e il rapporto con i viaggiatori p.36 gli speciali di pm impianti a fune e dintorni novità 2011/2012 p.8

[close]

p. 2

leader nella sua categoria il nuovo leitwolf prinoth spa i-39049 vipiteno tel +39 0472 722622 prinoth ha portato il leitwolf verso nuove frontiere maggiore larghezza operativa forza di spinta più elevata migliore arrampicabilità eco-compatibilità conforme agli standard euromot iii b cabina confortevole con comandi ergonomici risultati perfetti su tutta la larghezza della pista per saperne di più visitate www.prinoth.com

[close]

p. 3

8 28 impiantiafuneedintorni novita 2011/2012 tre grandi portate in valle d aosta via lattea sauze ottimizza novità epocale per il trentino dolomiti superski nuovi e rinnovati l leitnerropeways-prinoth-demac/lenko plan de corones rotaia fune e piste perfette alto gradimento per la tipologia gd8 l ccm dall impiantistica all architettura l doppelmayritalia otto novità con assortimento di ubicazione e tecnologie l cwa la cabina omega conferma la sua versatilità l heliswissinternational soluzioni al volo per i carichi pesanti in montagna l alpintec lo specializzato in montaggi e manutenzioni l 1°convegnobiennalesif la coppia operatore+apparecchio nei controlli magnetoinduttivi delle funi l azione del latif di fabio degasperi sicurezzasullavoro per gli addetti a montaggio e manutenzioni degli impianti a fune a cura di laura molinari l fas un partner competente per la sicurezza nei lavori in quota l sommario 20 fabio degasperi laura molinari 4 l inserto diquestonumero incopertina johnsoncontrolsneige una politica di assistenza sempre più forte e su misura 36 osservatoriolegale gli esercenti degli impianti a fune e il rapporto con i viaggiatori le normative di riferimento di marco del zotto 38 38 46 48 associazioni l assemblea annuale dsi la relazione e il convegno gliinterventi francesco bosco e andrea formento l nuova proposta reti radiomobili di fabio gloter l era santo era uomo wojtyla secondo zani l stricker sprint ricordando erwin di linda stricker l l occasione e l opportunità di francesco pontelli l l enjoy aldo del bò l opinione buone feste a tutti nonostante tutto di aldo del bò professioniinmontagna l amsi e col.naz al tavolo per tracciare il futuro l un consulente che è una meraviglia 53 50 60 62 dalleaziende innevamentoprogrammato l mattei180 compressori d aria per bächler top track l gppelizza impianti d innevamento dove trovare i pezzi di ricambio l technoalpin un cuore efficiente per un impianto affidabile allestimentiludici l neveplast i vostri sorrisi sono la nostra migliore pubblicità gestioneareasciabile l obiettivoneve infoeye entra nel mondo iphone l far reti per la sicurezza delle piste da sci l spm sicurezza senza confini motorisullaneve l alpina ulteriori novità d inizio stagione l prinoth un tappeto bianco anche per schladming 2013 l kÄssbohrergelÄndefahrzeug vendite pisten bully da müller a spindler 57 54 democrazia è suffragio popolare anche nello sport ma va di claudio baldessari fiereeconvegni2011/2012 nissan skipass modena 2011 business e spettacolo per gli operatori e gli appassionati della montagna bianca l alpitec/prowinter 2012 prima in cina con l ispo poi a bolzano con prowinter l alta quota 8a edizione la stagione delle fiere inaugurata a bergamo l sialzano sisiedono 7 claudio olivotto potenzia il team jcn 37 roberto de martin è il nuovo presidente del trentofilmfestival 47 martin leitner alla presidenza e markus pitscheider alla segreteria oitaf 54 dal 1° ottobre 2011 stefan spindler è il nuovo sales manager pistenbully al posto di hans-peter müller 62 sergio pra riconfermato alla guida di dolomiti stars professionemontagna n° 114/2011 3 snow solutions w w w t e ch noalpin c o m

[close]

p. 4

16 23 24 21 22 25 26 7 10 6 5 33 34 20 19 8 9 18 11 17 12 28 39 40 77 78 29 41 79 80 30 42 43 57 81 59 76 83 84 74 38 75 73 37 27 31 32 36 35 72 4 3 82 60 61 92 58 62 56 55 53 54 52 51 85 70 2 71 1 68 69 86 66 65 64 91 67 87 88 49 50 47 44 45 46 63 89 90 48 connecting dots www.leitner-lifts.com

[close]

p. 5

14 14 se il vostro ospite ha dato fondo a tutte le sue energie per arrivare a valle 15 15 13 13 noi lo riportiamo in vetta fresco e riposato connecting comfort sport sport e comfort da oggi sono sinonimi ce ne occupiamo noi 1 altissima qualità 2 altissima tecnologia 3 design all´avanguardia per noi è importante offrire ai vostri ospiti una qualità superiore un comfort straordinario e il migliore design senza rinunciare alla tecnologia all´avanguardia non è quindi un caso che il design dei nostri impianti sia stato affidato a pininfarina i vostri ospiti resteranno affascinati dalla straordinaria spaziosità dalle linee gradevoli delle cabine e delle stazioni dagli allestimenti speciali proposti tra cui sedili riscaldati pavimento in vetro o cupole colorate leitner coniuga progettazione design tecnologia qualità e sostenibilità con i vostri desideri e le aspettative del vostro comprensorio sciistico in questo modo i vostri ospiti si trasformeranno in clienti fedeli a noi resta il piacere di collegare le vostre vette con la valle.

[close]

p. 6

in copertina johnson controls neige vantando il ragguardevole totale di oltre 1000 sale macchine installate in una ventina di paesi nonché 400 impianti 45mila innevatori 3mila pompe e 900 compressori prodotti johnson controls neige si presenta in prima linea anche per l avvio della stagione invernale 2011/2012 con una task-force ancor più forte e agguerrita pronta a sostenere sempre meglio gli operatori delle aree sciabili sul fronte della manutenzione dei loro sistemi d innevamento perpetuare ilfunzionamento degliimpianti egli impianti d innevamento cresciuti per dimensioni e complessità sono aumentate anche le esigenze di manutenzione nei primi anni 2000 consapevole di queste sfide johnson controls neige ha deciso di sviluppare la propria attività di service su larga scala da quel momento il percorso è stato importante in quanto partendo da un attività classica di sav johnson controls neige ha sviluppato una gamma di offerte di servizi molto articolata con un obiettivo chiaramente definito essere in grado di affiancare gli operatori in tutte le questioni relative alla manutenzione e alla longevità delle loro strutture la gamma dei contratti di assistenza è stata dunque profondamente riorganizzata con l obiettivo di offrire pacchetti di servizi costruiti in funzione dei bisogni dei singoli gestori sulla base di cinque livelli di prestazione iniziale advance expert élite e integrale la modularità del contratto offerto permette agli operatori di adattare le operazioni di manutenzione in base alla continua evoluzione dei loro impianti di produzione estensioni di piste o sale macchine retrofit ottimizzazione o delle loro esigenze specifiche identificate come coordinamento in loco fornitura di un équipe integrazione di parti di ricambio outsourcing completo manutenzione enuoveformule perilservice johnson controls neige vuole fare un ulteriore passo avanti ed offrire ai propri clienti nuovi strumenti e nuove soluzioni di service in primis il software creato per seguire la manutenzione del sistema sms snow maintenance system sviluppato in collaborazione con gli addetti che operano quotidianamente nella produzione una politica di assistenza sempre più forte e su misura neve che permette di pianificare e seguire l insieme delle manutenzioni necessarie per il buon funzionamento di un impianto sms offre così al gestore dell impianto la possibilità di elaborare una vera e propria carta d identità della manutenzione delle proprie attrezzature concepito per offrire grande elasticità di utilizzo sms è accessibile tramite un semplice accesso a internet la ricerca o l operatività possono essere effettuate da un qualsiasi supporto connesso al web pc computer portatile o tablet digitale altro vantaggio relativo all utilizzo dello snow maintenance system è rappresentato dalla capacità d identificare le piste che richiedono miglioramenti alla loro dotazione questo software è infatti in grado di svolgere un monitoraggio dettagliato dello stato dei componenti e delle apparecchiature su diverse stagioni permettendo così d identificare rapidamente i problemi relativi al loro funzionamento questo consente anche di apportare tempestivamente soluzioni adeguate attualmente le stazioni attrezzate con la soluzione snow maintenance system sono una cinquantina oggi l équipe fissa del service di johnson controls neige n è composta da una quindicina di persone dedicate con il sostegno in loco di una dozzina di corrispondenti tecnici nei momenti cruciali -e in particolare all avviamento di stagionel organico viene potenziato fino a circa cento tecnici reclutati tra il personale della divisione réfrigération industrielle di johnson controls in questo modo jcneige è costantemente in grado di garantire il rispetto degli impegni presi a favore degli esercenti sia in termini di tempo che di qualità degli interventi e riparazioni degli impianti al service va attribuito il 20 del fatturato di johnson controls neige sulla base di questi successi e della crescita di questa attività negli ultimi 10 anni jcneige continuerà a rafforzare il proprio centro service e a proporre nuovi prodotti collegati alla manutenzione e alla longevità degli impianti ancheilnuovo sitointernet conl area clienti johnson controls neige e la sua equipe hanno il piacere di comunicare la realizzazione del nuovo sito internet al quale si può accedere tramite due diversi link www.johnsoncontrolsneige.com www.johnsoncontrolsneve.it vetrina istituzionale del nostro marchio e del nostro savoir-faire ­ cita la presentazione dell aziendail nuovo sito internet dispone di nuovi strumenti di comunicazione oltre alla sezione news un ampia parte dedicata alla rassegna stampa con gli articoli del settore montagna e pubblicazioni inerenti alle nostre realizzazioni ossia le vostre installazioni e inoltre presente una rubrica faq domande frequenti nella quale affronteremo tematiche legate all innevamento abbiamo inoltre voluto riservare una sezione area clienti nella quale potete trovare informazioni di carattere commerciale tecnico manuali inerenti ai nostri prodotti e sul service i clienti johnson controls riceveranno user e password necessarie per entrare in quest area 6 professionemontagna n° 114/2011

[close]

p. 7

in copertina si alzano si siedono claudio olivotto potenzia il team jcn far parte squadra claudio olivotto è entrato asettore 2nevedellaoltre diejohnson controls di erbusco dal novembre apportando un esperienza nel di seminari snowmakers johnson controls neige valuta molto positivamente l esito della 5ª edizione dei seminari snowmakers oltre 150 persone hanno infatti presenziato l evento organizzato in francia spagna italia e austria l evento italiano si è svolto nella sede jcn di erbusco con la partecipazione di 42 persone provenienti da 28 stazioni attrezzate con impianti d innevamento johnson controls le quattro giornate svoltesi nel corso del mese di settembre hanno consentito agli snowmaker -provenienti anche da andorra e svizzera di partecipare alle sezioni lavoro per condividere fra esperti varie riflessioni e proposte sono state così affrontate importati tematiche come il service la manutenzione delle installazioni d innevamento con tutte le novità sui contratti service jcn sul software di manutenzione sms ecc i prodotti le novità proposte da johnson controls neige nonché le prospettive future inerenti all innevamento programmato l edizione 2011 ha dato inoltre luogo a dibattiti particolarmente ricchi prossimo appuntamento nel 2013 johnson controls neige rinnova dunque l appuntamento agli snowmaker per il prossimo appuntamento che ­data la cadenza biennale si svolgerà nel 2013 ci anni claudio ha assunto il ruolo di tecnico destinato a seguire i cantieri e l avviamento degli impianti e avrà anche come compito di promuovere il nuovo innevatore mobilys mra6 20 m3/ora di neve con solo 4kw concorente diretto delle ventole mobili concorso fotografico jcn johnson controls neige organizza un concorso fotografico dedicato alla nuova stagione invernale dichiarato ufficialmente aperto dal 1 novembre 2011 dà agli amanti del genere l opportunità di valorizzare i loro clic migliori a soggetto innevatori johnson controls in funzionamento le immagini più belle tra quelle trasmesse alla johnson controls neige verranno selezionate per essere presentate sul sito web di jcn nonché premiate in occasione del sam 2012 grenoble aprile 2012 in un ervento ad hoc che sarà organizzato presso lo stand jcn primo premio in palio una macchina fotografica digitale corredata da varie funzioni e attrezzature il regolamento del concorso è scaricabile dal nuovo sito johnson controls neige www.johnsoncontrolsneige.com www.johnsoncontrolsneve.it professionemontagna n° 114/2011 7

[close]

p. 8

impianti a fune e dintorni novità 2011/2012 u no dei più corposi report tecnici contemplati dagli speciali di pm che comporta un vero e proprio censimento delle realizzazioni funiviarie nuove e rinnovate pronte per entrare in esercizio con la stagione invernale 2011/2012 un servizio ai nostri lettori attuato grazie alla collaborazione non solo dei costruttori ma anche di altre aziende che a vario titolo li affiancano con forniture e servizi e che di anno in anno risultano sempre più qualificate e differenziate il prologo di questo blocco di pagine è dedicato ad alcune informazioni -non esaustive in quanto a copertura territoriale arrivate da altre fonti tra cui i gestori dei comprensori a fornire altri interessanti dettagli

[close]

p. 9

impianti a fune e dintorni novita 2011/2012 tre grandi portate in valle d aosta m assimo levêque presidente e amministratore delegato della siski in occasione della conferenza stampa organizzata a milano ha presentato di persona le novità valdostane di stagione in cui spiccano tre impianti speciali l breuil-cervinia presenta la nuova funivia di plateau rosa dal design particolare panoramica ed ipertecnologica comprensorio monterosa ski inaugurazione della nuova telecabina stafal-gabiet e dell ammodernamento di quella del gabietsalati l courmayeur presenta il rinnovo della funivia della val veny e della seggiovia peindent l con panorama mozzafiato su tutta la valle l a valtournenche nuovo tracciato riservato agli scialpinisti fino al colle cime bianche inferiore l a la thuile una nuova snowkite area nella zona del piccolo san bernardo nuovi snowpark e funpark saranno aperti anche a valtournenche col di joux e pila per scoprire le nuove soluzioni di biglietteria e altri approfondimenti www.skivallee.it per quanto riguarda invece le piste l a gressoney-saint-jean la pista internazionale leonardo david sarà illuminata per un calendario di aperture serali l a pila è stata completata una nuova nera la platta de grevon grandi novità sull area sciistica di sauze d oulx nell ottica di una logica razionalizzazione del parco impianti si sta ultimando il progetto denominato riqualificazione area sciabile lago nero sportinia che prevede l il riposizionamento dell attuale seggiovia quadriposto ad ammorsamento automatico pian della rocca sul tracciato del vecchio varco della ex sciovia lago nero l via lattea sauze ottimizza altissime prestazioni sulle piste sicher sc h n e es icher s n ow fo rsure la nuova generazione di generatori di neve porta il nome peak nell innevamento programmato segna un nuovo punto di riferimento in quanto a maneggevolezza efcienza e silenziosità www.sufag.com professionemontagna n° 114/2011 9

[close]

p. 10

impianti a fune e dintorni novita 2011/2012 sestriere arrivo seggiovia lago nero e capanna molino sestriere trasporto stazione valle rocce nere ricreando così il collegamento diretto tra clotes e sportinia portata di 2.400 p/h l il riposizionamento della seggiovia quadriposto ad ammorsamento automatico triplex sul tracciato delle seggiovie biposto rocce nere 1 e 2 smantellate il nuovo rocce nere ha una portata di 2.400 p/h l la realizzazione delle piste di raccordo a monte e a valle dei nuovi impianti l la modifica della pista 30 in località pian della rocca l la realizzazione della nuova pista per principianti in località clotes la sestrieres spa autrice di queste note si è impegnata in questi lavori con la filosofia km 0 utilizzando imprese e manodopera locale nonché materiale inerte e legname proveniente dalla valle e dai tagli boschivi previsti in progetto tranne il cemento armato utilizzato per le strutture di forza degli impianti di risalita si è optato per l ingegneria naturalistica come in località capanna mollino con la risistemazione del terreno e la piantumazione di larici autoctoni per migliorare l impatto dell intervento l area sciabile di sauze d oulx può così contare nuovamente su un percorso storico che va da clotes a monte capanna mollino su una dorsale strategica per la sciabilità sia sull area di sportinia sia sul versante servito dalle piste 29 e 2000 nonché dalle piste della zona bourget percorso già utilizzato alla fine degli anni 40 come linea per l ambiziosa slittovia a quell epoca la più lunga al mondo in seguito per la sciovia lago nero e che dopo alcune decine di anni di dismissione torna ora funzionale la nuova seggiovia del lago nero dà più visibilità alla famosa capanna mollino di proprietà del comune di sauze d oulx già struttura destinata all arrivo dei precedenti impianti di risalita e le conferirà la giusta importanza tornando al servizio dell area sciabile come ristoro in quota anche la sostituzione delle due biposto fisse con la quadriposto ad ammorsamento automatico che parte da sportinia e raggiunge rocce nere migliorerà notevolmente gli spostamenti degli sciatori la pista principianti da monte clotes a prariond denominata 52 bis rende più operativa la seggiovia quadriposto sportinia decongestionando gli altri impianti l utilizzo delle piste basse di sauze d oulx nel bosco senza vento e facili da innevare sarà anche migliorato da un complesso progetto di risistemazione della gran pista dal bivio della 11 fino a jouvenceaux con realizzazione dell innevamento tutti gli interventi sono stati realizzati in collaborazione con il comune di sauze d oulx comunità montana enti regionali interessati e ministero dei trasporti l l nostro collaboratore alessandro conci focalizza l attenzione sull entrata in esercizio del tanto atteso collegamento madonna di campiglio/pinzolo che riguarda l intero comprensorio skirama dolomiti adamello brenta l novità epocale per il trentino i stema per raggiungere campiglio dal fondovalle senza più macchine rombanti sui tornati ma comodi passaggi su confortevoli seggiole e cabine lasciando l automobile a pinzolo nel nuovo parcheggio che sarà realizzato a nord dell abitato i lavori hanno preso avvio a metà degli anni 2000 dopo decenni di studi e battaglie con la costruzione dei primi due impianti sul doss del sabion la montagna a ridosso di pinzolo ottenendo un primo ampliamento della zona sciabile fino alla località denominata puza dei fò a circa metà costone del citato doss del sabion della lunghezza rispettivamente di 377 metri e di 1388 metri due impianti questi entrambi con seggiole quadriposto e il più lungo con ammorsamento automatico dei veicoli che consentivano inizialmente agli sciatori di scendere sino ai 1665 metri della puza dei fò garantendo una portata oraria in salita prossima alle 1800 persone ora a questo ha fatto seguito la costruzione e la messa in funzione della cabinovia tulot un gigante da 2,4 chilometri di lunghezza che serve una pista di ben 4 chilometri fino al fondovalle la seconda fase partita nel 2009 ha visto il collegamento fino alla località plaza in prossimità dell imbocco della val brenta e la realizzazione del collegamento fisico con l area di madonna di campiglio attraverso un impianto -plaza/colarin non servito da pista quest ultima opera ha riguardato la sola costruzione degli ulteriori impianti funiviari necessari per raggiungere campiglio attraverso un unica cabinovia in tre tronchi ad ammorsamento automatico ad 8 posti con una portata oraria di circa 1800 persone su una lunghezza complessiva di oltre 5 chilometri relativamente agli ultimi sull area sciistica di claviere il comune ha investito sul potenziamento dell impianto d innevamento e sul miglioramento di alcune piste soprattutto quelle destinate ai bambini asi zegna segnala la realizzazione di un nuovo snowpark e della nuova area attrezzata per bob e slitte fornita di tappeto mobile che vanno a rafforzare l offerta mirata al target famiglie www.oasizegna.com www.bielmonte.net a bielmonte piacciono i bambini o pinzolo-campiglio express il sogno di pinzolo e dell intera val rendena di diventare un unico complesso sciistico e turistico con le celebri località di madonna di campiglio e con quelle collegate di folgarida e marilleva è oramai diventato una realtà i tre nuovi impianti realizzati nel corso degli ultimi due anni da un associazione d imprese con a capo l altoatesina leitner con un investimento di oltre 20 milioni di euro sono in effetti ai blocchi di partenza il collegamento funiviario ha visto la realizzazione negli ultimi cinque anni di 6 nuovi impianti di risalita lunghi complessivamente quasi una decina di chilometri la costruzione di due nuove piste e la realizzazione a breve di un nuovo parcheggio di arroccamento lungo il fiume sarca ai piedi della nuova pista e del nuovo impianto tulot mentre un altro del tipo multipiano sarà presto disponibile alle porte di madonna di campiglio il tutto a completamento di un comprensorio sciistico che fa parte del consorzio skirama di circa 150 chilometri di piste in partenza dal fondovalle della rendena e da quello della val di sole la provincia di trento che ha finanziato il progetto si gioca le proprie carte sulla scommessa nell ottica di un progetto a largo respiro con finalità di mobilità alternativa ovvero un nuovo si 10 professionemontagna n° 114/2011

[close]

p. 11

impianti a fune e dintorni novita 2011/2012 cortinad ampezzo l seggiovia fissa a 2 posti alpe potor/nuvolao nella skiarea cinque torri sostituisce la seggiovia monoposto forcella averau e la manovia averau lunghezza 1110 m capacità 1000 pers/h plandecorones cabinovia ried a.a a 10 posti riscaldabili con partenza dalla stazione ferroviaria di perca lunghezza 4300 m capacità 3200 pers/h l pista ried con arrivo alla stazione a valle dell omonimo impianto lunghezza ca 7 km dislivello 1.355 m quota partenza 2.275 m quota arrivo 1.355 m l cabinovia a.a a 8 posti miara sostituisce l esistente ovovia a 12 posti lunghezza 1705 m capacità 3000 pers/h l cabinovia col toron nuove e più comode vetture da 9 posti a sedere l automazione impianti a fune la risposta la nostra specializzazione dal 1978 tre impianti sino all arrivo posto a circa 1750 metri d altezza in località patascoss nel cuore del sistema sciistico campigliese i tempi totali di percorrenza del collegamento da pinzolo a madonna di campiglio sono stati stimati nello studio preliminare in circa 23 minuti relativamente al percorso con i mezzi funiviari mentre il percorso inverso calcolato sui tempi di percorrenza di uno sciatore medio ammonterebbe a circa 25 minuti probabilmente l attuale mancanza della pista da discesa dalla località puza dei fo a plaza e di quella che scende dal colarin di campiglio peggiorerà leggermente la tempistica ma il trasporto risulta comunque concorrenziale rispetto ai tempi di percorrenza con un veicolo a motore sul percorso stradale l unico attualmente praticabile i costi stimati per la realizzazione del progetto superano i 40 milioni di euro mentre l attività gestionale di tutti sei gli impianti sempre relativamente al versante della spesa supera i 2 milioni di euro a stagione metà dei quali riservati però all ammortamento degli impianti altabadia seggiovia a.a a 6 posti bamby sostituisce seggiovia a 4 posti lunghezza 989 m capacità 2800 pers/h l seggiovia a 4 posti fissa costes dal ega sostituisce seggiovia a 3 posti lunghezza 568 m capacità 2400 pers/h l l valgardena/alpedisiusi seggiovia a.a a 6 posti sasso levante al passo sella sostituisce seggiovia a 3 posti lunghezza 1180 m capacità 2400 pers/h arabba/marmolada seggiovia a 4 posti fissa al passo campolongo sostituisce seggiovia biposto cherz 1 lunghezza 979 m · capacità 2000 pers/h l dolomiti superski nuovi e rinnovati s intetica ed esaustiva carrellata nelle valli del supercomprensorio che ci porta in tre province trentino alto adige e belluno secondo una tendenza ormai consolidata gli interventi sono di norma finalizzati ad ottenere un plusvalore dell esistente con collegamenti sci ai piedi vedi l intervento tra le skiarea di valle e maranza a ottimizzare vecchie linee a volte la nuova ne sostituisce due e a migliorare l offerta con ammodernamenti valleisarco cabinovia a.a a 8 posti schilling con stazione intermedia a valles sostituisce gli skilift schilling e schwandt lunghezza 2045 m capacità 1800 pers/h l nuova cabinovia gaisjoch di collegamento fra le zone sciistiche jochtal e gitschberg posizionata tra la stazione a monte della cabinovia schilling presso valles e la stazione a monte della cabinovia bergbahn a maranza lunghezza 1960 m capacità 800 pers/h l · seggiovie e telecabine ad ammorsamento temporaneo seilbahnanlagen mit taktgesteuerter klemme · funivie bifuni a va e vieni zweiseil-pendelbahnen · impianti diversi pulsé funicolari terrestri teleferiche blondins anlagen pulsé-anlagen strandseilbahnen schwebebahnen kabelkräne · seggiovie e telecabine ad attacchi fissi seilbahnanlagen mit fixer klemme · sciovie schilifte eei equipaggiamenti elettronici industriali s.r.l viale dell industria 37 36100 vicenza tel +39 0444 56 29 88 fax +39 0444 56 23 73 branch office viale f.lli casiraghi 39 20099 sesto s giovanni milano tel +39 02 24 02 516 fax +39 02 22 47 18 44 www.eei.it e-mail staff@eei.it civetta cabinovia piani di pezzè/col dei baldi a.a a 8 posti sostituisce la già esistente seggiovia a.a a 4 posti lunghezza 1950 m capacità 2800 pers/h l sciovia piani di pezzè/mariaz lunghezza 300 m capacità 720 pers/h pista campo scuola mariaz l viene eliminata la sciovia lander l n

[close]

p. 12

impianti a fune i nuovi impianti della stagione 2011/2012 committente comune nome impianto tipo di impianto stazione a monte m stazione a valle m gruppo argano motore valle o monte sistema di tensione valle o monte lunghezza oriz m dislivello m lunghezza inclinata m velocità massima con motore principale ms equidistanza minima veicoli di linea m intervallo minimo tra veicoli sec numero totale veicoli portata max con azionamento principale p/h potenza del motore principale kw potenza del motore di soccorso kw nr sostegni in linea intervia di linea m diametro fune portante traente mm tiro nominale dan committente comune nome impianto tipo impianto stazione a monte m stazione a valle m gruppo argano motore sistema di tensione lungh orizzontale m dislivello m lungh inclinata m velocità max ms con motore principale equidistanza minima veicoli di linea m intervallo minimo tra veicoli numero totale veicoli portata max con azionamento principale p/h potenza del motore principale kw potenza del motore di soccorso kw nr sostegni in linea intervia di linea m diametro fune portante traente mm tiro nominale dan committente comune nome impianto tipo impianto stazione a monte m stazione a valle m gruppo argano motore sistema di tensione lungh orizzontale m dislivello m lungh inclinata m velocità max ms con motore principale equidistanza minima veicoli di linea m intervallo minimo tra veicoli numero totale veicoli portata max con azionamento principale p/h potenza del motore principale kw potenza del motore di soccorso kw nr sostegni in linea intervia di linea m diametro fune portante traente mm tiro nominale dan kronplatz spa brunico bz ried gd10 1733.22 930.20 monte valle 4222.72 801.80 4337.78 6.0 54 70.13 9 11.69 144 104 3200 2310 2800 490 a 2100 rpm 24 6.10 58 55000 san domenico ski srl varzo vb ciamporino cf4 2136.60 1902.40 monte valle 1188.72 234.20 1221.67 2.50 20.07 8.03 124 1794 1250 175kw a 2200 g/m 12 4.90 40 34000 sciova santa fosca srl selva di cadore bl santa fosca buco della neve sl1 1415.60 1375.83 monte monte 297.10 38.77 299.81 2.5 12.50 5.00 49+3 scorta 720 22 4 2.50 16 4000 gitschberg jochtal spa rio di pusteria bz schilling gd8 1811.00 1372.50 monte valle 1979.00 438.50 2045.53 salita 2042.76 discesa 5.00 78.55 96.00 13.09 16.00 63 52 2200 1800 2390 a 1500 g/m 160 a 1480 g/m 16 6.10 52 49000 impianti a fune col di lana spa livinallongo bl campolongo cherz cf4 2084.30 1840.50 valle monte 928.20 243.80 964.50 2.50 20.15 8.06 98 1787 200 a 1480 rpm 169 a 2200 rpm 11 4.90 38 26000 gitschberg jochtal spa rio di pusteria bz gaisjochbahn gd8 1811.00 1633.00 monte valle 1908.50 178.00 1962.94 5.00 216.00 36.00 21 800 2205 a 1550 g/m 80 a 1450 g/m 9 6.10 52 50000 trentino sviluppo spa pinzolo tn puza dai fo plaza gd8 1664.70 1152.10 monte valle 1096.90 512.60 1220.95 6.0 96 16 33 1800 2260 145 9 5.30 50 50000 trentino sviluppo spa pinzolo tn plaza colarin gd8 1507.90 1152.10 monte valle 2302.24 355.80 2353.84 6.00 96 16 57 1800 2360 260 16 5.30 50 50000 funivia del boè spa corvara in badia bz costes da l ega cf4 1611.30 1543.70 valle monte 547.90 67.60 552.82 2.02 6.55 13.23 87 2200 132 a 1159 rpm 93 a 2200 rpm 8 4.90 36 38000 roana verena 2000 spa roana vi verenetta cf2 1862.10 1658.10 monte valle 853.90 204.00 880.41 2.80 17.05 22.40 6 8 106 80 1200 900 94 76 27 22 9 3.90 34 26000 star srl linguaglossa ct monte conca sl1 2085.80 1816.50 valle valle 1306.61 278.00 1341.29 3.50 15.75 4.50 172+9 scorta 800 90 16 2.50 20 8500 alleghe funivie spa cima larici srl alleghe bl piani di pezzé sl1 1493.00 1448.50 valle valle 294.53 44.50 299.84 3.28 13.13 4.00 47+3 scorta 900 22 3 2.50 14 3700 asiago vi laste ii sl1 1707.00 1645.00 valle valle 360.56 62.00 368.65 3.00 15.09 5.00 50+3 scorta 720 22 5 2.50 16 4100 12 professionemontagna n° 114/2011

[close]

p. 13

impianti a fune trentino sviluppo spa pinzolo tn colarin patascoss gd8 1754.10 1507.90 monte valle 1123.51 246.20 1155.76 6.00 96 16 32 1800 2210 130 10 5.30 50 54000 monterosa spa gressoney la trinité ao stafal gabiet gd8 2307.88 1821.18 valle valle 2506.62 486.70 2565.56 4.00 72.00 86.40 12.00 14.40 80 67 2400 2000 2360 a 1500 g/m 160 a 1480 g/m 17 5.30 50 59000 alleghe funivie spa alleghe bl piani di pezzé col dei baldi gd8 1914.30 1445.40 monte valle 1912.00 468.90 1985.68 6.00 61.71 10.29 75 2800 2370 a 1540 g/m 295 a 2100 g/m 15 6.10 52 50000 grandi funivie alta badia spa corvara in badia bz bamby cd6 2077.00 1787.50 valle valle 713.05 289.50 773.70 3.93 38.57 9.82 46 2200 435 kw a 1440 g/m 169 a 2300 rpm 8 6.10 46 39000 eti sas selva di val gardena bz passo sella sasso levante cd6 2373.00 2172.00 valle valle 1105.35 201.00 1128.26 4.20 41.26 9.82 60 2199 2230 175kw a 2200 g/m 12 6.10 48 45000 monte magnola impianti spa ovindoli aq fonte fredda monte freddo cd6 1948.30 1442.80 valle valle 1573.04 505.50 1677.74 5.00 38.57 7.71 93 2800 2350 250kw a 2200 rpm 17 4.90 48 32000 leitner ropeways alto gradimento per la tipologia gd8 il mercato italiano 2011 per la divisione impianti di risalita del gruppo di vipiteno ha riservato commesse per un totale di diciannove impianti la tipologia più richiesta risulta essere quella che risponde alla sigla gd8 ovvero la cabinovia ad ammorsamento automatico con veicoli da otto posti l gli higlights della nuova stagione spettano però alla nuova cabinovia gd10 ried commissionata a leitner dalla società funivie plan de corones e che rende finalmente possibile il sogno di collegare la montagna di brunico alla ferrovia della val pusteria l impianto la cui stazione di valle ha dunque la banchina d im barco in comune con la stazione ferroviaria di perca porterà i passeggeri giunti con il treno direttamente alla herzalm nel cuore del comprensorio sciistico e in questo contesto ci fermiamo qui dal momento che pm dedica a questa prestigiosa e innovativa realizzazione un corposo articolo sulle pagine che seguono setteperotto ma la val pusteria rimane protagonista nelle novità di stagione per gli investimenti dei comprensori di maranza e valles che con la partnership leitner hanno concretizzato il collegamento tre le due skiarea grazie a due cabinovie otto posti denominate geisjoch e schlling quest ultima è dotata anche di stazione intermedia sul lato salita l una cabinovia a otto posti è pronta per entrare in funzione anche in valle aosta è la stafal gabiet nel comprensorio di gressoney l così come nel comprensorio di alleghe la gd8 col dei baldi l e per chiudere il capitolo della tipologia ecco e il tanto atteso collegamento tra pinzolo e madonna di campiglio realizzato chiavi in mano con tre cabinovie sempre a 8 posti l l altretipologie tornando nel dolomiti superski sono firmate leitner anche le nuove seggiovie esaposto passo sella/sasso levante e bamby rispettivamente in val gardena e in alta val badia mentre a ovindoli in abruzzo è in costruzione la seggiovia esaposto montefreddo l a completare le novità leitner 2011 sulla montagna italiana ecco infine tre seggiovie fisse quadriposto la campolongo cherz al confine tra alta badia e arabba la costes da l ega in val badia e la ciamporino a varzo in piemonte e la biposto verenetta di roana asiago vi ancora a morsa fissa per dovere di cronaca all appello anche quattro sciovie per i cui dati rimandiamo alla tabella www.leitner-lifts.com l professionemontagna n° 114/2011 13

[close]

p. 14

plan de corones rotaia fune e piste perfette il gruppo di vipiteno protagonista con tutti i suoi marchi del progetto futuristico che porta alla ribalta l area di brunico capitale della val pusteria e porta d ingresso del comprensorio sciistico contrassegnato dal noto profilo del gallo una commessa all inclusive che ­oltre alla soddisfazione di partecipare a un progetto di pregio di condivisa paternità sudtirolese incarna la visione sinergica tra le tecnologie del gruppo all innovativo nodo intermodale che collega senza soluzione di continuità la linea ferroviaria all impianto di arroccamento al plan de corones si aggiungono infatti l intervento sull impianto d innevamento e la fornitura dei battipista per assicurare sotto la stessa regia l efficienza e il comfort dei trasporti integrati nonché la qualità delle piste prima innevate a cura di nicoletta zardini e gianandrea gei ad hoc e poi preparate a puntino via strategiaca anche per il servizio postale tra vienna e l italia settentrionale istituito dall imperatrice maria teresa d austria cui segue nel 1871 l inaugurazione della linea ferroviaria tuttora attiva addirittura nel secondo dopoguerra treni blindati percorrevano la pusteria come vantaggioso corridoio ferroviario tra vienna e innsbruck sopravvissuta al progressivo smantellamento dei rimpianti trenini alpini come quello della val gardena o la tratta dobbiaco-cortina-calalzo avvenuto attorno agli anni 60 per la val pusteria la rotaia si è invece confermata importante arteria di trasporto specie con gli interventi di ammodernamento del 2008 ed ora con la realizzazione del nuovo progetto finalizzato alla mobilità integrata del turista viene ulteriormente valorizzata la linea parte da fortezza dove si avvale dell incontro con l arteria ferroviaria del brennero arrivando a san candido quale ultima fermata italiana ma proseguendo in nome della sua storica austrungaricità fino a lienz capitale dell osttirol stazioni e fermate ad ogni paese della valle oggi possono essere dunque lette in chiave diversa come una vera e propria rete di collegamento turistico che permette di raggiungere in maniera eco-friendly la nuova stazione a valle dell impianto leitner commissionato dalla plan de corones spa che condivide la piattaforma di imbarco/sbarco con la stazione ferroviaria di perca il primo paese che s incontra dopo brunico per chi prosegue lungo la val pusteria direzione est in pratica tutti gli ospiti delle strutture ricettive dell intera valle nonché i turisti e gli abitanti delle vallate di bressanone e bolzano possono oggi raggiungere senza automobile il comprensorio turistico di plan de corones 112 km di piste e moderni impianti di risalita per una capacità complessiva di 65.000 p/h integrato nel dolomiti superski e considerato una delle mete più prestigiose dell intero panorama invernale alpino grazie ai numerosi parcheggi di scambio lungo la linea ferrata anche chi giungerà da vallate laterali potrà venire a sciare nel comprensorio di plan de corones senza ricorrere all automobile e ai parcheggi di testa dei vari impianti si tratta dunque di un operazione fondamentale non solo per la svolta nella gestione del traffico ma anche per la qualità ambientale dal momento che contribuisce a ridurre le tanto invise emissioni di gas di scarico rientamento e conformazione di questa vallata alpina hanno decretato la sua storia quella di un corridoio di attraversamento tra l ovest e l est dell europa do puschtra è il periodico di stampa locale che riprende la denominazione autoctona da cui meglio emerge l etimologia dall ungherese pusgka=prateria val pusteria da attila alla ferrovia o una storia arcaica e affascinante che riporta ad attila re degli unni i barbari di origine mongolicocinese insediatisi attorno al 400 d.c nelle praterie magiare di cui per loro il terminale ad ovest era appunto la val pusteria e secondo una delle tante leggende sull ubicazione della sua tomba il flagello di dio alla sua morte viene seppellito proprio nell estremo lembo occidentale della pusteria sotto una collina artificiale di terra denominata schönech non è dunque a caso che a partire dal 1764 la val pustria diventa 14 professionemontagna n° 114/2011

[close]

p. 15

le foto di questo servizio sono di georg untersteiner copyright funivia plan de corones spa plan de corones spa un progetto futuristico arrivato in porto quando quasi vent anni fa nel comprensorio degli impianti a fune di brunico si abbozza l idea di un sistema intermodale sembra quasi una visione da film di fantascienza o quanto meno un progetto molto futuristico andreas dorfmann amministratore delegato della plan de corones spa intervistato da pm racconta il dietro le quinte di quest avvincente e come vedremo complessa sfida imprenditoriale ma anche filosofica affrontata con entusiasmo dalla società quandoecomeènatoquesto progetto le prime idee di un possibile collegamento degli impianti di risalita alla rete ferroviaria sono state manifestate già nel 1993 però hanno iniziato a concretizzarsi solo una decina di anni dopo il primo passo del vero e proprio iter è stato compiuto con uno studio per la valutazione dell impatto ambientale del 2006 che ha ottenuto il responso positivo del via nel 2009 berg/jochtal valle di ma in tutti questi anni tures plan de corosi è anche cercato di andreas dorfmann nes brunico valdaora e coinvolgere e informare san vigilio di marebbe la popolazione per apalta pusteria con dobbiaco/san pianare alcune posizioni critiche candido e sesto fino al passo verso il progetto monte croce nonché di sillian nell inverno 2010/2011 sono stati austria ottenuti gli ultimi permessi e a fine in pratica sta nascendo la regiogiugno di quest anno sono cominne turistica val pusteria che si ciati i lavori di realizzazione propone come una vera alternativa alla sellaronda ilcollegamentoconlareteferadesso rimane da lavorare sulla roviaria rende il comprensorio promozione e l informazione per del kronplatz ancor più vicino trasferire quest idea e quest opai diversi centri ricettivi della portunità alla mente degli sciatori vallata crede che inciderà anperò siamo certi che quando il che sul numero dei passaggi progetto collegamento impiandelcomprensorio ti di sci/ferrovia sarà concluso e negli ultimi anni si è evidenziato il completamente operativo verrà trend della mobilità dello sciatore recepito e accolto molto bene di gli ospiti desiderano potersi spoconseguenza ci aspettiamo un stare dimenticando però la macincremento sul numero dei paschina una volta raggiunta la strutsaggi tura ricettiva della meta turistica questo spiega anche il grande pensate che il baricentro dei successo della sellaronda passaggi d arroccamento si così già da qualche tempo si è sposteràsullanuovacabinovia cominciato a collegare il plan de che parte dalla stazione ferrocorones con altre aree sciistiche viariadiperca via skibus ad esempio con un all inizio il centro dei passaggi breve tragitto su gomma da picud arroccamento rimarrà sicuralin-alta badia si può raggiungere mente a riscone avendo non sci ai piedi il cuore delle dolomiti solo due impianti importanti per ora con il collegamento del plan portare gli sciatori in cima al plan de corones alla rete ferroviaria le de corones ma anche un impianpossibilità di spostamento da un to a valle per i principianti noncomprensorio sciistico all altro si ché le numerose strutture accesampliano notevolmente stiamo sorie instaurate da parecchi anni parlando delle skiarea di gitsch scuola di sci noleggi e depositi sci locali apres-ski un ambulatorio medico ma come già accennato quello che noi chiamiamo progetto ried è pianificato a lungo termine porterà i suoi risultati quando raggiungerà il pieno funzionamento ovvero quando a perca saranno completate tutte le infrastrutture bar noleggio sci deposito sci che per questa stagione invernale stanno funzionando con formula provvisoria siamo sicuri che dal momento che la nuova cabinovia ried è destinata anche al funzionamento estivo diventerà un centro importante per la mobilità della val pusteria a quali zone in particolare sarà utile questo nuovo collegamentointermodale in primo luogo a tutta la val pusteria basti pensare che fino ad oggi gli sciatori raggiungevano l area sciistica del plan de corones esclusivamente con le proprie macchine così d inverno nei giorni di arrivo e di partenza si formavano lunghissime code sulla strada con forte impatto per il traffico e la popolazione della valle inoltre fino ad oggi gli ospiti hanno cercato alloggio in uno dei paesi intorno al plan de corones mentre adesso verranno invogliati ad allargare il cerchio soprattutto professionemontagna n° 114/2011 15

[close]

Comments

no comments yet