Vademecum per la tua sicurezza

 

Embed or link this publication

Description

Il vademecum “Vivere Sicuri si può” è uno strumento importante per tutte le donne che ci spinge a riflettere sui comportamenti più sicuri da adottare in situazioni di rischio, ad essere sempre informate su cosa fare o chi contattare in caso di pericolo

Popular Pages


p. 1

vademecum per la tua sicurezza sicurezza un lusso che oggi noi donne vogliamo permetterci

[close]

p. 2

il vademecum vivere sicuri si può è uno strumento importante per tutte le donne che ci spinge a riflettere sui comportamenti più sicuri da adottare in situazioni di rischio ad essere sempre informate su cosa fare o chi contattare in caso di pericolo a chi rivolgersi per aiuto o assistenza ci suggerisce atteggiamenti per affrontare situazioni di rischio se abitiamo da sole se siamo vittime di stalking o se viviamo in famiglia situazioni insostenibili e a rischio per la nostra incolumità se viaggiamo da sole se rientriamo tardi la sera o viviamo in quartieri isolati i consigli derivano da suggerimenti di altre donne che hanno vissuto e superato le stesse situazioni di pericolo dalle forze dell ordine quotidianamente impegnate sul territorio da un team esperto di psicologi ed avvocati coinvolti nel progetto a sostegno del vademecum è stato realizzato il video vivere sicuri si può a cura di ada guglielmucci si ringraziano il sindaco gianni alemanno l on.le fabrizio santori presidente della commissione sicurezza di roma capitale che sin dagli esordi ha appoggiato il progetto vivere sicuri si può l on.le giorgio ciardi l on lavinia mennuni delegato del sindaco alle pari opportunità per il loro personale impegno dimostrato sul tema della sicurezza delle donne rendendone possibile la realizzazione si ringrazia la regione lazio per il patrocinio concesso si ringrazia la synaps technology per aver fornito uno strumento dimostratosi utile per la sicurezza petra e l italpol per essersi dimostrati validi partner nella realizzazione di un progetto di sicurezza integrata per la città di roma così come la security line un sincero ringraziamento va anche alle testate metro e dnews per aver facilitato la divulgazione del presente vademecum realizzazione del vademecum a cura di omniares communication www.omniarescommunication.it i testi sono stati realizzati da anna di lallo e ambra d asaro il vademecum per la sicurezza delle donne è stato oggetto di interviste e verifiche fatte sul campo con chi ogni giorno vive i problemi di una grande città e per questo rappresenta una guida preziosa oltre a ciò stiamo sperimentando nuove soluzioni di sicurezza integrata per tutelare maggiormente i cittadini anche attraverso nuovi strumenti l impegno è costante nonostante i problemi siano tanti in una metropoli costituita da quartieri grandi come città di provincia la sicurezza ad ogni modo rappresenta una priorità per la vita di tutti noi innanzitutto per le donne,gli anziani i bambini le persone con handicap e per questo va tutelata offrendo soluzioni mirate on giorgio ciardi delegato del sindaco alla sicurezza alcune semplici regole e suggerimenti per sentirsi più libere e più forti per poter vivere la straordinarietà del quotidiano a volte dimentichiamo per le tante paure e timori che affollano la nostra mente che le città in cui viviamo sono fatte anche di luci colori profumi angoli di storia incredibili paesaggi e laboratori culturali unici al mondo riscopriamole con naturalezza e gioia di vivere sentendoci più sicure di noi stesse anna di lallo 2 3

[close]

p. 3

sicurezza un lusso che oggi noi donne vogliamo permetterci professioniste manager imprenditrici avvocati giornaliste donne dello spettacolo politici scrittrici impiegate operaie casalinghe mamme pensionate studentesse insieme per un unico obiettivo insieme per un unico obiettivo vivere più sicure roma capitale una metropoli dai mille volti quartieri grandi come città moltitudini di persone e di auto che si spostano ogni giorno manifestazioni e cortei che raccolgono persone da tutta italia milioni di turisti che affollano il centro della città immigrati di razze diverse in cerca di una casa o di un lavoro che si riversano nelle periferie tutto a prima vista sembra incredibilmente difficile in particolare sentirsi sicuri roma però è soprattutto una moltitudine di uomini e donne con le proprie identità la propria forza ed i propri sentimenti non possiamo impedire che le cose avvengano ma prevenirle e contrastarle sì se siamo più forti più informate più consapevoli dei nostri diritti rendiamo la vita difficile a chi tenta di mettere a rischio la nostra incolumità maria grazia masella avvocato anna di lallo communication manager loredana petrone professoressa universitaria paola saluzzi giornalista sky tg24 monica di lallo project training manager ambra d asaro psicologa beatrice lorenzin deputato della repubblica cristina guerra giornalista rai vittoria carli confindustria roma emanuela falcetti giornalista rai silvia gonfloni direttore nuovo giornale di ostia giovannella lubicz insegnante 4 5

[close]

p. 4

camilla nata giornalista rai sabrina zanetti formatrice stefania brugnaletti architetto tiziana marchionni formazione e ricerca rossana graziano pubblicitaria antonella salvucci attrice paola zanoni presentatrice tv maria di meo psicologa felicia bogdan operaia stefania corradetti imprenditrice valentina orsi operatrice ecologica simonetta bartolini scrittrice e critico letterario cinzia loffredo event manager iolanda gurreri opinionista rai 6 7

[close]

p. 5

consigli da donna a donna on lavinia mennuni delegato per il sindaco alle pari opportunità la violenza sulle donne è un fenomeno sempre più frequente un reato che non conosce frontiere geografiche limiti di età o stratificazioni sociali e che per questo merita una sempre crescente attenzione la prevenzione oltre all inasprimento e alla certezza della pena è l arma più potente di cui disponiamo per proteggerci da questo odioso crimine questa guida di semplice consultazione è parte di una campagna di informazione volta a fornire una maggiore consapevolezza dei rischi cui si potrebbe incorrere in una grande città come la nostra una iniziativa in linea con la promozione di valori di una reale politica di pari opportunità che rivolga particolare attenzione alla tutela delle donne contro la violenza vi invito dunque a seguire questi pratici consigli da utilizzare nella vita di tutti i giorni nell auspicio che possano contribuire a sentirvi più sicure il vademecum vuole essere un piccolo ma prezioso contributo alle molteplici azioni che sono state intraprese quali il sostegno ai centri antiviolenza l attivazione del servizio sos donna h24 la costituzione di parte civile del comune nei reati di violenza sessuale la moratoria sulla pubblicità lesiva contro la dignità della donna la rete interistituzionale antiviolenza l intendimento dell amministrazione di roma capitale è quello di sostenere e proteggere le donne senza lasciarle mai sole come sempre siamo e saremo dalla vostra parte in prima linea per difendere i diritti fondamentali ho sempre considerato la sicurezza come una delle priorità del mio mandato nella convinzione che il diritto alla sicurezza sia una precondizione fondamentale per garantire qualità della vita relazioni sociali esercizio dei diritti di libertà per questa ragione uno dei miei primi atti da sindaco è stato quello di promuovere e sottoscrivere il ii patto per roma sicura nel quale abbiamo rilanciato fortemente l azione congiunta di tutti i livelli di governo competenti sul territorio cittadino il patto mira a prevenire e contrastare il disagio sociale il degrado dei comportamenti civili e i fenomeni di maggiore pericolosità e allarme che ledono il diritto alla sicurezza soprattutto nelle fasce deboli della popolazione anziani donne e minori questo vademecum è una guida preziosa che desideriamo consegnarvi perché potrà aiutarvi a sentirvi più sicure sapendo che non siete sole gianni alemanno lavinia mennuni 8 9

[close]

p. 6

la parola all on.le fabrizio santori presidente della commissione consiliare speciale politiche per la sicurezza urbana roma capitale vivere sicure è un diritto cara amica ti invito a dedicare qualche minuto alla lettura di questo vademecum poche pagine che dettano consigli e piccole attenzioni da porre nella vita di tutti i giorni istruzioni semplici e facili da eseguire alcuni suggerimenti ben contestualizzati cosa fare in strada cosa fare a casa in auto o alla stazione quali numeri avere sempre pronti da comporre al volo sul proprio telefono cellulare per chiedere aiuto per risolvere semplicemente con un gesto una situazione che altrimenti rischierebbe di complicarsi pure fino alla tragedia vivere sicure si può ma aggiungerei si deve è un diritto di ciascun cittadino uomo o donna che sia anche se purtroppo i fattori di rischio per una donna sono maggiori poter condurre la propria esistenza quotidiana al riparo di molestie e violenze è un diritto che l amministrazione capitolina rivendica con forza e si adopera per difendere ed affermare a vantaggio di tutti siamo impegnati attraverso un azione capillare di controllo da parte delle forze dell ordine che sarà ulteriormente intensificata con il miglioramento dell illuminazione stradale e l installazione di telecamere di sorveglianza alle donne chiediamo attenzione chiediamo però anche con un termine che forse può sembrare abusato di prendere maggiore coscienza di sé dei propri diritti e delle proprie grandi possibilità nel partecipare e nel migliorare il tessuto culturale economico e sociale di roma e di tutta l italia ecco perché il vademecum dell associazione omniares communication appare a conclusione e a corollario di un iniziativa vivere sicure si può voluta fortemente dal campidoglio che ha chiamato le donne a corsi di autodifesa ha promosso incontri con psicologi ed avvocati ha permesso anche di sperimentare soluzioni tecnologiche di avanguardia per consentire a chi è in pericolo di essere immediatamente localizzata e soccorsa ma prima di tutto deve venire dalle donne la capacità di ribellarsi e dire basta ad atteggiamenti scorretti violenti ed arroganti che fanno ancora parte del miserabile bagaglio sottoculturale di troppi uomini ed è anche sul fronte della cultura dunque per promuovere con forza l affermazione dei valori del rispetto e della sicurezza delle donne delle pari opportunità che ci batteremo e porteremo avanti le nostre campagne con l aiuto valido delle associazioni del settore non basta infatti sapersi difendere da un aggressione o da un tentativo di abuso questo è necessario ma è un primo passo dobbiamo lavorare tutti insieme uomini e donne ognuno per la sua parte per promuovere una società in cui certi falsi valori e certe concezioni che producono violenza e disuguaglianza vengano estirpati il percorso è lungo articolato e complesso ancor di più se pensiamo che in una società multietnica quale quella in cui oggi viviamo molto spesso ci accostiamo a modi di pensare e di agire nei confronti delle donne arretrati e addirittura crudeli indegni di un paese civile questo manuale vuole essere un amico fidato ricordando le sue semplici indicazioni collaborerai già attivamente a promuovere la tua e l`altrui sicurezza attraverso comportamenti che una volta acquisiti potranno diffondere essi stessi un senso di sicurezza intorno a coloro che li adottano chi è sicuro di sé trasmette questo messaggio anche agli altri e già questa è una prima difesa ti chiedo però anche di avere fiducia nelle istituzioni e di denunciare gli abusi di rivolgerti alle forze dell ordine perché gli atteggiamenti violenti siano fermati in tempo e puniti le leggi ci sono per essere applicate ma per poterlo fare è necessaria la tua collaborazione fabrizio santori 10 11

[close]

p. 7

cos è lo stalking diventare vittima di stalking purtroppo può capitare a tutti indipendentemente dal genere dall età dagli ambienti che si frequentano dall aspetto fisico e dalle proprie abitudini suggerimento 1 evitiamo di commettere l errore di non riconoscerlo o sottovalutarlo non rendendoci conto dei possibili pericoli a cui si potrebbe andare incontro che cosa è lo stalking il termine stalking indica il perpetuarsi di comportamenti persecutori dall inglese appostarsi indica l atteggiamento di chi perpetua molestie assillanti e che viene definito per questo motivo stalker quando i tratta realmente di stalking quando viene meno la propria libertà personale l inseguimento la molestia e la persecuzione possono essere eventi sporadici oppure essere manifestazioni ripetute di ciò che viene chiamato stalking o sindrome del molestatore assillante l 80 delle vittime di stalking è di sesso femminile ma negli ultimi anni è in aumento la percentuale di stalking subito dagli uomini nel 90 dei casi esiste un rapporto di conoscenza suggerimento 2 se hai un amica che si trova in difficoltà comprendi prima se si tratta di stalking così la potrai aiutare come puoi capire se sei vittima di stalking si differenziano due tipologie di comportamenti attraverso cui lo stalker agisce e attraverso cui puoi capire se ne sei vittima la prima caratterizzata dai contatti che possono essere attuati attraverso il controllo pedinamento o attraverso il confronto diretto visite a casa minacce sul posto di lavoro la seconda tipologia di comportamenti è costituita dalle cosiddette comunicazioni intrusive ovvero da tutte quelle azioni compiute con il fine di trasmettere messaggi sui propri vissuti emotivi sui propri desideri risentimenti di solito vengono inviati sms lettere vengono scritti murales o graffiti sotto casa solitamente i due tipi di comportamenti si intrecciano suggerimento 3 È importante capire quando si tratta di stalking o piuttosto di una singola e sporadica molestia tre sono le caratteristiche che ci fanno capire se la persona è vittima di stalking 1 lo stalker ha una situazione relazionale reale o immaginaria con la vittima 2 lo stalking è caratterizzato da una serie di comportamenti comunicativi o di contatto caratterizzati da ripetitività insistenza e intrusività 3 la vittima dello stalking vive in una condizione di paura legata sia ai comportamenti dello stalker sia alla propria incolumità fisica che la porta a cambiare il proprio stile di vita suggerimento 4 cerca di avere nella tua agenda il numero di un avvocato un consultorio del tuo quartiere uno psicologo un associazione contro la violenza sulle donne questo è utile sempre anche se non ne avessi mai bisogno personalmente 12 13

[close]

p. 8

aspetti normativi da conoscere in italia il reato di stalking è stato introdotto nel 2009 con l art 612 bis del codice penale salvo che il fatto costituisca più grave reato chiunque ripetutamente con qualunque mezzo minaccia o molesta taluno in modo tale da infliggergli un grave disagio psichico ovvero da determinare un giustificato timore per la sicurezza personale propria o di una persona vicina o comunque da pregiudicare in maniera rilevante il suo modo di vivere è punito a querela della persona offesa con la reclusione da sei mesi a quattro anni il nuovo reato è stato concepito come un crimine contro la libertà morale la legislazione è diretta a tutelare la vittima da tutti quegli episodi molesti e intrusivi che reiterandosi nel corso del tempo danno origine ad uno stato di angoscia e paura quando rivolgersi ad un avvocato quando consultare uno psicologo quando sporgere denuncia puoi parlarne a qualcuno i dubbi sono tanti suggerimento 5 È fondamentale informarsi sulla stampa o su internet che cosa fare per difendersi dallo stalking non sei sola non si può impedire che le cose avvegano ma si può sapere come comportarsi o evitarle · se ti accorgi di essere spiata o controllata o se ti rendi conto che un corteggiatore sta esagerando nelle attenzioni che ti riserva allora la prima cosa da fare è ridurre o eliminare i contatti con la persona · È indispensabile non dare informazioni sulla tua privacy né al possibile stalker né alle persone a lui vicine · se le molestie dovessero insistere sappi che grazie alla nuova normativa puoi esporre i fatti all autorità della polizia di stato e chiedere che il questore ammonisca lo stalker nell ipotesi in cui dopo l ammonimento lo stalker insista con i comportamenti persecutori allora si procederà d ufficio nei suoi confronti tra l altro · · · · · · è prevista l applicazione di misure cautelari le forze dell ordine sono con te in caso di necessità è opportuno rivolgersi alle forze dell ordine È stata creata una sezione antistalking dell arma dei carabinieri per studiare e prevenire il fenomeno puoi rivolgerti alle associazioni attive nella tua città per la difesa delle donne ti potranno fornire consigli utili per difenderti suggerimenti su come agire e potranno darti contatti utili di avvocati e psicologi esperti in caso di necessità ti consigliamo di cambiare il numero di telefono e non utilizzare per un periodo i social network in modo da dissuadere lo stalker nel perpetuare le minacce evita possibili situazioni di pericolo ad es evita di tornare a casa tardi la sera da sola in luoghi bui se lo stalker ha tentato di pedinarti visita il sito del ministero delle pari opportunità www.pariopportunita.gov.it rivolgiti alle più importanti associazioni per la difesa della donna es doppia difesa telefono rosa suggerimento 6 sii forte e abbi fiducia in te più sei informata più sei forte molteplici sono i casi di donne seguite e molestate in modo ripetuto per strada mentre vanno a lavoro o quando rientrano la sera a casa ecco perché abbiamo stilato un vademecum sulla sicurezza personale per aiutare le donne a capire quali comportamenti o situazioni potrebbero essere rischiosi e imparare a riconoscerli prevenirli o gestirli i comportamenti persecutori sono riferiti a molestie ripetute nel tempo sia sessuali sia psicologiche tali da causare uno stato di sconforto che porta a cambiare lo stile di vita in particolare la legge amplia le condanne da sei mesi a quattro anni e le pene aumentano se il fatto è commesso dal coniuge legalmente separato o divorziato o da una persona affettivamente legata alla vittima se succede a danno di un minore di una donna incinta di una persona disabile 14 15

[close]

p. 9

10 regole d oro per la tua sicurezza 1 cerca di tenere sempre molto alto il tuo livello di attenzione riguardo tutto ciò che ti è intorno in particolare se rientri a casa da sola o abiti in luoghi isolati 2 adotta un atteggiamento sicuro anche se avverti una situazione di pericolo 3 evita strade buie o deserte anche se ti trovi nel centro della città e non pensare mai tanto a me non succede 4 se la strada è illuminata cerca di camminare a ridosso del marciapiede in senso opposto a quello di marcia 5 non lasciare documenti personali nel posto di lavoro o a casa di amici 6 non fare operazioni di prelievo dallo sportello bancomat in zone isolate o buie quando sei da sola 7 mantieni la riservatezza dei tuoi dati indirizzo cellulare mail carte e servizi frequentazioni lavoro in base al livello di conoscenza che hai con le persone 8 dotati di una rubrica con alcuni numeri di telefono fondamentali da chiamare in caso di emergenza 9 memorizza sul cellulare alcuni numeri di telefono fidati sottoforma di chiamate rapide 10 non inserire informazioni personali sui social network a piedi in un quartiere isolato se percepisci una situazione di pericolo attiva tutte le possibili armi in tuo possesso · tieni il telefonino in tasca o in mano · tieni il cellulare impostato sul 112/113 assolutamente sconsigliato usare per svago mp3 o cellulare perché ci rende meno attente e più vulnerabili essendo distratte dalla conversazione/messaggio ascolto di un brano musicale · cerca con lo sguardo altre persone/locali o case nelle vicinanze dove potenzialmente chiedere aiuto · se hai già previsto di rientrare la sera da sola non indossare abiti vistosi o gioielli tieni il cellulare e i documenti in tasca invece che in borsa · controlla sempre che la borsa sia chiusa o nascondila in buste della spesa · evita i parchi di sera anche se dovessi fare strada in più o i giri in bici da sola in posti isolati · nota se vi sono telecamere o colonnine sos vi è un cartello bianco che indica quando ti trovi in un area videosorvegliata · ricorda che attivare l intervento di un singolo è più efficace che rivolgersi genericamente a un gruppo il fenomeno della deresponsabilizzazione potrebbe impedire a ciascuno di loro di prendere l iniziativa se non lo fa prima qualcun altro 16 17

[close]

p. 10

in stazione in metropolitana in autobus o treno · se sei sola e costretta a viaggiare di notte avvisa il controllore o il capotreno chiedi se possono effettuare costanti controlli o di sederti vicino alla loro carrozza evita gli scompartimenti vuoti se scorgi una situazione di pericolo rivolgiti immediatamente al capotreno o chiama il 112 in stazione o nelle metro c è sempre un comando della polizia o di vigilanza non esitare a rivolgerti agli organi di sicurezza se ti senti in pericolo informati su quali sono le fermate metro più rischiose della città ed adotta comportamenti più sicuri se scendi a quelle fermate non indossare vestiti particolarmente appariscenti se prendi la metro di sera da sola e se puoi evita di portare con te la borsa se avverti il pericolo cerca di avvicinarti ad un gruppo di persone o ad un altra persona che può offrirti aiuto se scorgi il pericolo e sei seduta vicino a qualcuno di cui senti di non poterti fidare con semplicità cambia subito posto se scorgi il pericolo cerca di avere il cellulare a portata di mano se individui un potenziale pericolo scorgi sempre eventuali punti di ancoraggio vie d uscita punti dove chiedere aiuto · · · · · · · in auto di notte affidati al buon senso · viaggia sempre con la sicura abbassata · non dare mai passaggi a persone sconosciute o che conosci poco · quando viaggi su tragitti abituali cerca di memorizzare dove si trovano stazione di polizia carabinieri e ospedale · se sei seguita da qualcuno quando stai per raggiungere la tua auto attiva l antifurto in modo tale che la gente dei palazzi vicina si affacci e l eventuale malintenzionato sia costretto a scappare · se noti un veicolo sospetto annota il numero di targa · se vedi situazioni pericolose non accostare e chiama il 112/113 dicendo dove sei · guida tenendo la destra ma non accostarti troppo al marciapiede di strade isolate · · 18 19

[close]

p. 11

numeri utili da chiamare in caso di necessità a casa · · · · · tieni sempre la porta chiusa a chiave e stai sempre attenta a balconi o finestre lasciati aperti se vivi a piano terra o primo piano se qualcuno di inaspettato bussa alla porta non aprire anche se la persona è munita di cartellino di riconoscimento se qualcuno suona al citofono senza identificarsi non aprire mai il portone o se non sei sicura di chi sia realmente non ricevere persone sconosciute quando sei da sola a casa guarda sempre dallo spioncino chi suona alla porta e accertati che sia qualcuno che conosci bene · · · · · · · · · · servizio 112 numero unico europeo di emergenza 113 numero di pronto intervento della polizia di stato 112 numero di pronto intervento dei carabinieri 118 emergenza sanitaria 1522 numero verde nazionale antiviolenza donna attivo 24 ore su 24 0637518261-2 telefono rosa contro la violenza sulle donne 06 23269049 centro antiviolenza roma 06 71077015 servizio sos donna attivo 24 ore su 24 salva sul cellulare uno o più numeri da chiamare in caso di emergenze salvalo sulla rubrica come ice ­ in case of emergency ­ entra in contatto con le più importanti associazioni impegnate per la sicurezza della donna e consulta il loro sito puoi rivolgerti a loro per consigli suggerimenti per consultare un avvocato o uno psicologo per avere un supporto concreto in caso di necessità 20 21

[close]

p. 12

libere di sentirvi sicure un dispositivo innovativo per la sicurezza personale sperimentato a roma capitale come funziona 1 premi il tasto rosso del keyfob per segnalare il pericolo all interno del keyfob il microfono ad elevata sensibilità registra suoni e voci ed il sensore cinetico rileva i tuoi movimenti trasmettendoli al petra 2 petra riceve il segnale di soccorso al suo interno il sofisticato ricevitore satellitare rileva immediatamente la tua posizione 3 petra invia la richiesta di soccorso alla centrale operativa attiva 24 ore su 24 l operatore professionista del centro di soccorso visualizza la tua posizione sulla mappa che appare sul suo schermo riceve le informazioni audio e di movimento e ti invia immediatamente i soccorsi più adeguati per sentirsi sicuri in ogni momento della giornata per essere liberi di muoversi tranquillamente per avere la possibilità di chiedere aiuto con un semplice gesto che cos è petra è una soluzione completa per la sicurezza personale un dispositivo tecnologico all avanguardia dotato di un localizzatore gps e di un tasto di allarme il keyfob in grado di inviare una richiesta di soccorso ad una centrale operativa attiva 24 ore su 24 fornendo le coordinate gps per un accurata ed immediata localizzazione dell emergenza per maggiori informazioni visita il sito web www.sentirsisicuri.it 22 23

[close]

p. 13

omniares communication via bertolotto 29 roma comunicazione eventi relazioni istituzionali www.omniarescommunication.it e-mail omniarescommunication@gmail.com

[close]

Comments

no comments yet