Piano Regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell'aria in Sicilia Capitolo 2 da pag 81 a pag 84

 

Embed or link this publication

Description

IL VENTO PADANO CON I SUOI PERSONAGGI SICILIANI Le fonti copiate del Piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell'aria ambiente della Regione Siciliana • Striscia al Notizia • Per il Presidente della Commissione Ambiente al Sena

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell aria ambiente obiettivo di qualità 10 mg/m3 15 mg/m3 fase 1 6 20 nr siti entro i limiti fase 2 fase 3 10 20 27 32 fase 4 18 30 tabella 2.32 fasi della campagna di monitoraggio per i restanti siti i valori si sono sempre mantenuti oltre i valori degli obiettivi di qualità in particolare durante il periodo della fase 1 caratterizzata da una situazione meteoclimatica piovosa ma stabile con venti deboli i siti nr 12 17 18 20 27 29 30 31 e 42 hanno fatto registrare concentrazioni superiori a 25 mg/m3 con valori particolarmente elevati per quanto riguarda il sito 31 fase 1 160 mg/m3 fase 2 331 mg/m3 fase 3 435 mg /m3 fase 4 216 mg /m3 in fig.2.39 è riportata una mappa colorata in funzione delle concentrazioni di benzene in mg/m3 relativa alla fase 1 le mappe relative alle altre fasi sono riportate in allegato 5 figura 2.28 distribuzione della concentrazione media di benzene fase 1 1998 biossido di azoto i valori della concentrazione media del biossido di azoto in aria ottenuti per ciascun sito nelle quattro fasi del campionamento sono riportati geograficamente in planimetria in fig 2.40 si riporta a titolo di esempio la mappa relativa alle seconda fase servizio 3 tutela dall inquinamento atmosferico ­ tel 091-7077585 ­ e-mail sanza@artasicilia.it 82

[close]

p. 3

piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell aria ambiente anche in questo caso seppur in entità meno evidente per le peculiarità del processo di formazione del biossido di azoto dall esame dei dati si è osservata in generale una riduzione dei valori rilevati nelle fasi successive alla 1 dovuta alle mutate condizioni meteo per il biossido di azoto non risulta possibile un confronto diretto dei dati ottenuti espressi come media giornaliera con il valore limite previsto dalla normativa vigente nel periodo di indagine media oraria 200 mg/m3 pertanto il codice di colori delle concentrazioni adottato in fig 2.40 è da ritenersi puramente indicativo ed ha lo scopo di evidenziare soltanto le diverse concentrazioni rilevate figura 2.29 distribuzione della concentrazione media di biossido di azoto fase 2 1998 biossido di zolfo i valori della concentrazione media del biossido di zolfo in aria ottenuti per ciascun sito nelle quattro fasi del campionamento sono stati riportati geograficamente in planimetria nella fig 2.41 si riportano a titolo di esempio i valori relativi alla prima fase del 1998 mentre in allegato 5 si riportano le mappe relative alle altre tre fasi anche in questo caso analogamente al benzene dall esame dei dati si è osservata in generale una sensibile riduzione dei valori rilevati nelle fasi successive alla 1 dovuta alle mutate condizioni meteo dall esame dei dati rilevati si è evidenziato che in nessuna fase della campagna di monitoraggio è mai stato raggiunto il valore del livello di attenzione previsto dalla vigente normativa all epoca della indagine dm 25/11/94 di 125 mg/m3 in particolare il valore più alto rilevato durante la fase 1 presso il sito 17 è di 71,4 mg/m3 servizio 3 tutela dall inquinamento atmosferico ­ tel 091-7077585 ­ e-mail sanza@artasicilia.it 83

[close]

p. 4

piano regionale di coordinamento per la tutela della qualità dell aria ambiente anche in questo caso il codice di colori delle concentrazioni adottato in fig 2.30 ed in allegato 5 è da ritenersi puramente indicativo ed ha lo scopo di evidenziare soltanto le diverse concentrazioni rilevate figura 2.30 distribuzione della concentrazione media di biossido di zolfo fase 1 1998 campagne di monitoraggio del benzene nel periodo 1999-2000 sono state eseguite quattro campagne di rilevamento del benzene nel periodo 1999-2000 25/01/1999-06/02/1999 22/09/1999 11-25/10/1999 15/05/2000-05/06/2000 rispettivamente in 50 30 55 e 69 punti di misura le determinazioni analitiche dei campionatori sono state effettuate presso il laboratorio chimico del dipartimento controllo ambientale e servizi dell amia ed eseguita secondo la metodica standard alcuni dei risultati ottenuti sono riportati nelle figg 2.31 e 2.32 la cui comparazione consente di valutare il contributo positivo dell utilizzo delle ztl zone a traffico limitato servizio 3 tutela dall inquinamento atmosferico ­ tel 091-7077585 ­ e-mail sanza@artasicilia.it 84

[close]

Comments

no comments yet