Piano Pastorale della Parrocchia Santa Maria Raccomandata

 

Embed or link this publication

Description

Piano Pastorale della Parrocchia Santa Maria Raccomandata per il trinennio 2010-2013 "Verso la tua Parola guida il mio cuore"

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

presentazione alle famiglie ai giovani ai ragazzi agli adulti agli anziani specialmente ai sofferenti nel corpo e nello spirit o alle reverende suore figlie del divino zelo al mondo del lavoro della cultura della politica al mondo della scuola alla comunità parrocchiale che vive e opera presso la chiesa madre di giardini naxos consegniamo nelle vostre mani e alla vostra intelligenza e affidiamo al vostro cuore il piano pastorale parrocchiale 2010-2013 diventi per ciascuno un invito a bene operare per la crescita della parrocchia luogo primario di evangelizzazione e di incontro con cristo un invito a riflettere sul vivere da cristiani nella nostra società questo elaborato è frutto di un ampia e attenta riflessione e di uno studio condotti intelligentemente e bene coordinati nei gruppi e nelle associazioni parrocchiali così come ogni piano pastorale parrocchiale non contiene tutto ciò che è ideale per l azione pastorale ma solo per grandi linee ciò che è utile e necessario per il contesto religioso e socio-culturale in cui è chiamato ad operare anche il presente progetto si prefigge di incontrare le esigenze del territorio e delle persone che lo abitano e vivono affidiamo il presente lavoro alla ss trinità e alla materna intercessione della tutta santa maria raccomandata patrona della nostra città don eugenio tamà

[close]

p. 3

1 pastorale della catechesi la catechesi occupa nella prassi pastorale della nostra comunità parrocchiale un posto priv ilegiato certamente la nostra prim a attenzione va alla catechesi che forma ai sacramenti dell iniziazione cristiana consapevoli che la nostra attenzione dev e anche estendersi agli adulti riteniamo che la catechesi dopo il primo annuncio è la più importante mis sione di ogni comunità ecclesiale essa è il fiore all occhiello della parrocchia soprattutto quando la catechesi si riv olge alla giov entù questa porzione la più delicata e la più preziosa dell umana società nella catechesi la nostra parrocchia dunque investe le sue migliori risorse e v aloriz za le sue migliori energie perché siamo conv inti che dalla catechesi scaturisce il nostro futuro di umanità di società di chiesa per molte famiglie della nostra parrocchia però i termini catechismo o catechesi evocano un insegnamento riv olto quasi esclusiv amente ai fanciulli senza sv iluppi delle età successiv e crescerebbe così l uomo e non crescerebbe in lui il cristiano anzi gli adulti sono in senso più pieno i destinatari del messaggio cristiano ecco perché urge la sensibilità di dare spazio anche agli uomini ed alle donne la catechesi infatti è destinata a tutti i fedeli a tutti gli uomini nel tempo e nel luogo in cui essi operano in tutti gli aspetti della loro v ita economico sociale politico psic ologico morale e religioso la catechesi è per tutte le età dell uomo i bambini il mondo interiore del bambino si presenta con fisionomia tutta sua egli assim ila più per affetto e per immaginazione che per ragionamento si identifica con la persona che stima e che ama e ne fa propri i valori gli atteggiamenti i gesti il modo di considerare la v ita in questa fase hanno un ruolo fondamentale la personalità dei genitori la loro armonia la loro fede la sic urezza del loro comportamento così come la personalità di ogni altro educatore.

[close]

p. 4

i fanciulli preadolescenti il fanciullo raggiunge gradatamente la prima capacità di ragionamento non di un ragionamento astratto ma ancora legato ad immagini ed esperienze concrete egli allarga la sfera dei suoi interessi sociali al di fuori della propria famiglia notev oli sono la curiosità l egocentrismo logic o e psic ologico la preghiera ad esempio può div entare solo richiesta di fav ori anziché comunione col padre e può apparire espressione d indiv idualis mo e di egois mo si tratta ev identemente di atteggiamenti spontanei che occorre gradualm ente educare quando al fanciullo si parla di dio conv iene farlo in forma concreta parlargli non di un dio inimmaginabile né di un dio fantastico ma di preferenza del padre di cris to dell amore di dio per noi ev itare il verbalismo ma guidare all attiv ità l esperienza intellettuale del fanciullo è ancora fortemente legata alla v ita affettiv a ed emotiv a per apprendere il fanciullo ha bis ogno di viv ere in un clima di calm a e serenità in questo senso è decisiv a la testimonianza del catechista che v iv e intensamente la sua comunione con cris to gli adolescenti durante l adolescenza va delineandosi sempre più determinante la personalità dell uomo e del credente l adolescente passa da uno stato di dipendenza dell adulto e della famiglia a uno stato autonomo si sviluppa in lui la v ita affettiv a e sessuale soffre l insic urezza e l inquietudine che accompagnano la sua età in definitiv a l adolescente cerca il segno della propria esis tenza ha bisogno di certezza realiz za se stesso nell azione e nella vita di relazione si accosta a chi sa mettersi senza pregiudizio e con v era amic izia al suo liv ello l educazione sessuale in questa età pone dei problemi i giov ani attenti ai problemi della libertà personale e religiosa al dialogo ai valori univ ersali sono sensibili alla dignità dell uomo e ambis cono partecipare alle responsabilità del mondo sociale stimano altamente i valori del corpo dell amicizia dell amore i v alori religiosi possono trov are una loro collocazione pregnante e dinamica se opportunamente presentati e motiv ati.

[close]

p. 5

i giovani cercano nel catechis ta un fratello ed un amico che sappia animare con spirito di servizio le loro aspirazioni e la loro ricerca sono aperti ad ogni forma d impegno generoso e alla novità per progredire nella fede hanno bisogno di scoprire che la nov ità è cris to gli adulti la catechesi come abbiamo detto è riv olta a tutti poiché suo precis o obbiettiv o è quello di condurre l uomo alla maturità di fede quindi anche l adulto è soggetto della catechesi la catechesi non può ignorare i problemi specifici che trav agliano l adulto del nostro tempo la preoccupazione per la casa per il lav oro per i figli il disagio di fronte ad un mondo e a una cultura v ertiginosamente in progresso l insicurezza e la tensione per il mancato raggiungimento della pace e della giustizia sociale l attuale crisi religiosa e i suoi riflessi sulla fede e sulla posizione del laico nella chiesa l uomo e l ambiente l indiv iduo non solo ric ev e l influsso dell ambiente ma essendone egli stesso parte lo costruisce ed è chiamato a trasfonderv i il suo stile di v ita e a trasformarlo l uomo concreto che il catechis ta cerca è l uomo che non v iv e soltanto e prev alentemente in famiglia e in parrocchia nella società contemporanea altri ambienti contribuiscono a formare la mentalità corrente si pensi all influsso esercitato dagli ambienti di studio e di lavoro alle suggestioni provocate dalla civ iltà delle im magini e dagli strumenti di comunicazione sociale il catechista quindi cerca e soffre v iv endo gli stessi problemi dei fratelli e cammina con loro lungo la strada che conduce a cristo il centro vivo della fede è gesù cristo solo per mezzo di lui gli uomini possono salv arsi in lui trov ano la chiav e il centro e il fine dell uomo nonché di tutta la storia umana cristiano è chi ha scelto gesù cris to e lo segue la s scrittura è l anim a e il libro della catechesi essa è il documento

[close]

p. 6

preminente della predic azione della salv ezza in forza della sua div ina ispirazione ignorare la scrittura sarebbe ignorare cristo com è stato più v olte ribadito proprio perché la catechesi è finalizzata alla maturazione della fede e non esclusiv amente alla sacramentalizzazione offriamo schematicamente una proposta di itinerario catechistic o che riteniamo sia in sintonia con gli orientamenti del magis tero ecclesiastico pertanto tra gli impegni del triennio 2010-2013 elenchiamo preparazione alla prima comunione la preparazione alla prima comunione si articola in cinque anni con itinerari ed obiettiv i specifici ed accoglie mediamente ragazzi dai 6 ai 10 anni i° anno itinerario della preghiera e riv olto ai bambini della i classe della scuola prim aria che non sanno ancora leggere e non sono abituati alla preghiera personale e comunitaria questo primo percorso dev e costituire una v era scuola di preghiera che attrav erso l operativ ità la manualità il linguaggio v is iv o e delle immagini dev e iniziare all incontro con cristo nel silenzio della preghiera a tal proposito è importante far conoscere i personaggi biblic i vetero e neotestamentari come modelli oranti questo primo anno si concluderà con una celebrazione in cui si consegnerà a ciascun bambino che frattanto ha imparato a leggere un manuale di preghiera del cris tiano ii ° anno itinerario battesimale spesso v olte si dà troppo per scontato cha i bambini abbiano già capito il senso dell essere figli di dio a motiv o di una scelta fatta dai loro genitori quando li hanno presentati al fonte battesimale dunque obbiettiv o di questo itinerario è quello di far capire il proprio battesimo per stimolare a viv ere con maggiore responsabilità i propri impegni di cris tiano facendo riv iv ere questa loro prima pasqua attrav erso la spiegazione dei segni dei riti della liturgia battesimale.

[close]

p. 7

l anno si concluderà con una festa battesimale in cui si rinnov ano le promesse del battesimo iii ° anno itinerario della parola destinatari di questo cammino sono i bambini della terza classe della scuola primaria perché avviati alla lettura della parola possano maturare la consapev olezza della sua importanza nella v ita di fede del cristiano e cominciare a considerarla quale riferimento chiaro e precis o per il proprio comportamento morale rileggere le feste cris tiane più im portanti alla luce della parola è cosa assai necessaria per preparare i bambini alla liturgia della parola domenic ale e festiv a alla fine di questa tappa nel contesto di una celebrazione della parola sarà consegnato a ciascuno il libro della parola iv° anno itinerario penitenziale il bambino v a facendo l esperienza della cattiv eria dell uomo e del peccato egli non sempre ris ponde in maniera positiv a alla grandezza dell amore paterno di dio dio però è amore e quindi aperto alla misericordia ed al perdono abilitare il fanciullo a saper chiedere perdono ed a ric onciliarsi con dio senza considerare il confessionale come il banco degli imputati ed il sacramento della riconciliazione come sacramento finalizzato esclusiv amente a ricev ere la comunione è il traguardo di questo terzo anno catechistico in cui s intesterà sulla dim ensione ecclesiale del proprio peccato e sull abbraccio di perdono del padre che attende con instancabile pazienza il figlio che da lui si è allontanato v ° anno itinerario eucaristico quest anno costituisce la tappa che nella tradizione della fede ha la sua v alenza alla luce del capitolo vi° del vangelo di giov anni e con l ausilio di minuscole biografie dei santi di ieri e di oggi si apriranno mente e cuore dei fanciulli alla comprensione del mis tero della fede per eccellenza inoltre con progressiv ità si educheranno i fanciulli alla partecipazione liturgica

[close]

p. 8

dell eucarestia attenta e dinamica avviandoli al protagonismo liturgico si concluderà questo cammino quadriennale con la festa di prima comunione preparazione alla confermazione il cammino della fede iniz iato per la prima comunione non si spezza non conosce parentesi o pause ma continua articolandosi in quattro anni successiv i abbracciando i ragazzi che v anno dai dieci/undic i ai tredici/quattordici anni vi ° anno itinerario ecclesiale poiché il preadolescente è per sua natura predisposto alla socializ zazione questa potrebbe essere l età in cui rileggere e viv ere i percorsi precedenti ev idenziandone la dim ensione ecclesiale se è importante comprendere l identità di figli di dio è altrettanto importante capire l essere famiglia dei figli di dio la dimensione ecclesiale del cris tiano dev e essere fatta percepire come la dimensione perv asiv a del nostro essere pensare ed agire a tal proposito farà da guida l icona della comunità cristiana di gerusalemme presentataci da luca nel capitolo 2 degli atti degli apostoli questo sesto anno catechis tico si concluderà con una celebrazione a cui parteciperanno i padrini del battesimo e quelli della confermazione vii ° anno itinerario vocazionale presentare le due dimensioni fondamentali della chiesa aiuta il ragazzo ad un impegno maggiore nella comunità cris tiana di appartenenza quella v ocazionale e quella mis sionaria nel cammino di quest anno si ev idenzierà la dim ensione v ocazionale si illustrerà la storia della salv ezza di dio che chiama e dell uomo che risponde si prenderanno in considerazione i personaggi biblic i di vocati con cui confrontarsi abramo mosè isaia geremia,maria gli apostoli i diaconi l anno si concluderà con una festa in cui si proporrà la testimonianza di un giov ane seminarista e o di un/a religioso/a viii ° anno itinerario della confermazione questo itinerario si configura come il percorso che fa maturare uno stile di v ita

[close]

p. 9

e d impegno e l anno della missionarietà della nella per la chiesa chiamati per essere inv iati questo non è l anno del congedo ma dell inserimento più responsabile nella v ita attiv a della chiesa com è logic o il conferimento del sacramento della confermazione è il traguardo di quest ultimo triennio catechistico nel corso dell anno verranno proposte esperienze di vita missionaria inv itando qualc he mis sionario/a o qualche genitore im pegnato in primo piano nell ambito di un settore pastorale della chiesa qualc he diacono permanente 3.costruttori del regno la v ita continua l uomo cresce ed in lui matura la sua fede v erso oriz zonti più ampi la catechesi non finisce anzi maturando si esprim e in gesti concreti d impegno e di serv izio nei v ari gruppi associazioni movimenti ecclesiali e nel tessuto quotidiano nel luogo in cui realizza la propria v ocazione e celebrare la liturgia della v ita inoltre a parte il cammino di fede per gli adulti che si preparano alla confermazione nella nostra comunità parrocchiale si avvia l esperienza della catechesi per le mamme che accompagnano presso gli ambienti parrocchiali i propri figli ai momenti formativ i della catechesi perché affianchino il lavoro del catechista e insieme ai papà creino in famiglia un clim a tale che consenta di fare un cammino unitario si estende la proposta della catechesi a tutte le donne perché avvertano il bisogno della maturazione della fede e del camminare insieme nella vita della parrocchia si allarga infine agli uomini perché crescano anch essi nella fede e si sentano parte v iv a della comunità parrocchiale prim a dell iniz io dei tempi i più forti dell anno liturgico v ogliamo puntare all esperienza di tre incontri assembleari i cui destinatari saranno entrambi i genitori uno di presentazione del cammino di fede parrocchiale e delle attiv ità programmate e gli altri di preghiera e riflessione per quanto riguarda la catechesi degli adulti si rimanda all apposito progetto che ne illustra meglio destinatari contenuti e modalità lo stesso dicasi per ciò che si riferisce ai genitori ed ai padrini di battesimo e di cresima ai quali

[close]

p. 10

chiediamo di riv is itare i propri impegni di fede in particolare ai genitori che hanno assunto degli impegni già con il rito del matrimonio per quest ultimo punto si rinv ia alla pastorale familiare sussidi anno i° itinerario della preghiera classe i della scuola primaria testo quante meraviglie in cielo ed in terra impariamo a pregare quadri biblici di guerrino pera quadri liturgici de la rocchette catechisti francesca allegra miriam longo itinerario battesimale io sono con voi il battesimo il regalo originale albo venite e vedrete 1 figli di dio catechisti caterina mancari cristina russo anno iii° itinerario della parola classe iii della scuola primaria testo io sono con voi vangelo ed atti degli apostoli traduz interconfessionale albo venite e vedrete 2 discepoli di gesù catechisti mattea boccellato mariangela lic osi anno iv° itinerario penitenziale classe iv della scuola prim aria testo venite con me venite facciamo festa perche il figlio e ritornato albo venite e vedrete 2 discepoli di gesù catechisti anno ii° testo:

[close]

p. 11

mazzullo mirella andrea gialloreto stanza piano terra prospiciente la piazzetta della chiesa anno v° itinerario eucaristico classe v scuola primaria testo venite con me preparo la mia i comunione albo venite e vedrete 3 inv itati alla cena catechisti sr arputha mary nic olas silv ia longo salone parrocchiale 3° piano anno vi° itinerario ecclesiale classe i della scuola secondaria di i ° grado testo sarete miei testimoni albo venite e vedrete 4 sulla v ia della vita catechisti adelina consoli valentina piazza saloncino i° piano anno vii° itinerario vocazionale classe ii della scuola secondaria di i ° grado testo vi ho chiamato amici albo venite e vedrete 5 sarete miei testimoni il miracolo di seguire gesu catechisti anna d amico fabiana ponturo anno viii ° testo itinerario dlla confermazione classe iii anno v della scuola secondaria di i ° grado vi ho chiamati amici il miracolo di seguire gesu catechisti franca allegra sara cannizzaro

[close]

p. 12

catechesi adulti in preparazione alla confermazione testo io ho scelto voi rito della confermazione catechesi donne testo il catechismo della chiesa cattolica catechesi uomini testo il catechismo della chiesa cattolica ci si prenderà cura della seria formazione dei catechisti in particolar modo delle nuov e leve giorno di catechesi giov edì ore 16.00 gli impegni che vogliamo assumere nel triennio 2010 -2013 sono · · · · · · · · · · realizzare il progetto catechistico e verificarlo alla luce delle esigenze delle famiglie e della parrocchia ed in sinergia con altre agenzie educativ e presenti nel territorio parrocchiale creare integrazione tra fede e v ita attrav erso la promozione di attiv ità correlate che siano il prosieguo della catechesi stessa coinv olgere le famiglie nella formazione alla fede dei più piccoli avviare la catechesi per le mamme e offrire incontri formativ i ad entrambi i genitori in prossim ità dei tempi forti dell anno liturgico creare sinergia tra la catechesi e la v ita della comunità parrocchiale pensare al ric ambio e quindi alla formazione di catechisti più giov ani curare la formazione dei catechisti ed aggiornare la pedagogia catechistica anche attrav erso l uso di sussidi e dinamic he multimediali creare la mentalità per una catechesi che permei tutta la v ita ed educhi ad impegni concreti al serv iz io della comunità parrocchiale offrire momenti di comunione e di fraternità di studio e di riflessione al gruppo dei catechis ti collaborare maggiormente col centro catechistico diocesano.

[close]

p. 13

team referente allegra franca collaboratori allegra francesca boccellato mattea cannizzaro sara consoli adelina d amico anna gialloreto andrea licosi mariangela longo miriam longo silv ia mancari caterina mazzullo mirella ponturo fabiana russo cris tina suor arputha mary nic holas riferimenti diocesani ufficio catechistico diocesano direttore mons josè costa tel 090.6684217 fax 090.6684216 addetta dott iv ana cucè

[close]

p. 14

pastorale giovanile e vocazionale e da premettere che la dimensione esistenziale della nostra parrocchia è tendenzialmente adulta ciò significa che il territorio della parrocchia è per lo più abitato da adulti ed anziani non significa però che la presenza dei giovani e dei ragazzi ris petto alla popolazione adulta sia irrilevante la presenza giovanile in parrocchia si limita ad una ris tretta fascia di adolescenti che dopo la frequentazione del cammino di iniziazione cris tiana sono im pegnati o in attiv ità liturgiche corale parrocchiale e/o serv iz io all altare e catechis tiche o in attiv ità proposte dalle circostanze parrocchiali mano a mano che si presentano e attrav erso l azione cattolica sembra dunque urgente avviare un indagine che ci consenta di conoscere con maggiore obiettiv ità il mondo giov anile parrocchiale perché poi si possa tracciare e proporre un percorso formativ o che coinv olga tutti noi siamo ben consapevoli che i giov ani sono la pupilla della pastorale parrocchiale quindi riconosciamo la loro estrema importanza poiché i giov ani v iv ono in in età in cui fanno scelte di v ita fondamentali che preparano l avvenire della società e della chiesa essi sono la società del domani la chiesa di oggi e del futuro nella nostra prassi pastorale ci im pegniamo a dare la preferenza ai giov ani più pov eri sul piano affettiv o morale e spirituale magari più pov eri culturalmente attenzioniamo i giov ani in difficoltà e disagiati socialm ente i giov ani studenti e lav oratori i giov ani facilmente esposti a ingiustizie all indifferenza all ateismo ed alla delinquenza mireremo fare dei giov ani come dic ev a don bosco dei buoni cris tiani e degli onesti cittadini cioè v ogliamo renderli idonei ad occupare con dignità il loro posto nella società e nella chiesa e a prendere coscienza del loro ruolo in v is ta della trasformazione cristiana della v ita sociale se la pastorale giov anile è la pupilla della pastorale parrocchiale la pastorale v ocazionale sbocco ovvio della pastorale dei giov ani è il cuore del ppi siamo infatti conv inti che il signore chiama continuamente e con varietà di doni a seguirlo per il servizio del regno siamo inoltre convinti che tra i giov ani molti sono ric chi di risorse spirituali e

[close]

p. 15

presentano germi di v ocazione apostolica c im pegniamo dunque ad aiutarli perché scoprano accolgano e maturino il dono della v ocazione laicale consacrata sacerdotale e mis sionaria a beneficio di tutta la chiesa e dell umanità ci occupiamo dei giov ani che si sentono chiamati ad un impegno nella chiesa qualunque esso sia il nostro serv iz io pastorale si riv olge alla gioventù di ambo i sessi ed offre loro l oratorio-centro giov anile inteso come casa che accoglie cortile che ricrea scuola che educa chiesa che ev angeliz za in esso si fav orirà il sorgere dei gruppi e associazioni secondo l età e gli interessi dei giovani proponendo loro esplic iti itinerari di educazione alla fede e offrendo ai singoli ed ai gruppi la possibilità di sviluppare i propri interessi secondo modi e metodi differenziati che li guidino ad un sano uso del tempo libero tutto dov rà effettuarsi in un clima di famiglia e priv ilegiando il dialogo educativ o personaliz zato nel nostro serv iz io pastorale terremo conto delle proposte e delle attiv ità promosse dal centro di pastorale giovanile diocesano o dal seminario da altri istituti religiosi o da altri organismi ecclesiali poic hé nella nostra parrocchia è ancora vigorosa la presenza operativ a dell azione cattolica v aloriz zeremo questa fonte di ricchezza orientando ragazzi e giov ani ad un impegno specifico all interno di questa associazione che negli anni passati ha forgiato generazioni di giov ani cris tiani educandoli al senso di appartenenza alla chiesa ed al serv iz io missionario nella chiesa e per la società tra gli impegni del triennio 2010­ 2013 elenchiamo · · · · richiamare i giov ani che hanno ricev uto il sacramento della confermazione negli ultimi dieci anni riavvicinare i giovani adulti v ale a dire quelli dopo i 24 anni di età offrire la possibilità a tutti i giov ani che volessero di esplic are i seguenti interessi chitarra teatro sport ballo anim azione liturgica educare i giovani a seguire un percorso sis tematico di fede mediante incontri di gruppo ed il dialogo personaliz zato;

[close]

Comments

no comments yet