L'Angelo della Parrocchia Santa Maria Raccomandata - Numero Speciale Mariano

 

Embed or link this publication

Description

Numero Speciale del periodico parrocchiale L'Angelo della Parrocchia Santa Maria Raccomandata di Giardini Naxos, dedicato alla Vergine Maria al culto alla Madonna, alla devozione mariana.

Popular Pages


p. 1

santa maria raccomandata giardini naxos numero speciale settembre 2011 il nostro riferimento spirituale la vergine raccomandata fondamento della vita di fede di ogni giardinese l editoriale sommario il nostro r ifer imento spir ituale mar ia e l eucar istia il 25 congresso eucari stico immagini di mar ia mar ia nella musica vita parrocchiale totus tuus i sacer doti giardinesi mar ia raccomandata patr ona di giardini naxos i por tator i della var a i nostr i film i nostr i libr i pag 1 1 3 4 5 6 8 9 10 10 11 11 maria e l eucaristia un silenzio eloquente s di don eugenio tamà criv ere sul rapporto che lega maria e l eucarestia non è facile per nessuno sia dotti che orecchianti e come v oler risolv ere la problematica del rapporto tra l im manenza e la trascendenza di dio tempo ed eternità finito e infinito e allora ci faremo guidare da alc uni scritti del beato giovanni paolo ii lo scopo nostro è descrittiv o e parenetico l eucarestia in sé è il più grande mis tero di fede il più grande atto d amore di dio e il sacramento istituito da gesù nell ultima cena quando nel convito pasquale offrì ai suoi discepoli il pane e il vino come suo corpo e suo sangue quale memoriale della nuova ed eterna alleanza l eucarestia è lode e rendimento di grazie al dio della storia che grazie al memoriale di cristo opera e continua ad operare nella storia dell umanità e del singolo credente l eucarestia grande mistero di fede è resa possibile grazie a quel sì di maria avvenuto duemila anni fa descritto in quella pagina memorabile dell annunciazione nessuno più di maria può guidarci alla comprensione di questo sacramento perché ha con esso una relazione profonda segue a pag .3 edith stein donna di mar ia 12 lapa ro l a d el pa rroco approssimarsi della festa dedic ata alla vergine raccomandata patrona della città di giardini naxos pone al cuore e alla mente di quanti si professano cristiani specie in questo tempo di diffuso relativ ismo culturale alcune questioni nodali circa la dimensione della v ita spirituale questioni che potrei riassumere nella domanda su quale fondamento è costruita la dimensione spirituale la v ita di fede dei giardinesi che si riconoscono credenti in gesù cris to la domanda è certamente im pegnativ a in certo senso è anche provocatoria o meglio graffiante perché questo è il suo scopo si prefigge di graffiare la profondità della coscienza di ogni fedele al fine di porre in maniera div ersa la domanda di senso che sempre emerge dall ordinario agire pastorale promosso dai sacerdoti parroci impegnati a fare ris coprire cristo nel cuore delle persone a partire da questa considerazione e facendo eco alle parole ev angelic he ma il figlio dell uomo quando v errà trov erà la fede sulla terra lc 18 8b potrei anche riproporre la domanda in maniera ancora più precisa quando la vergine raccomandata lascerà la sua nicchia regale e scenderà tra il suo popolo tra la sua gente trov erà ancora la fede non me ne v oglia nessuno ma sentendomi interpellato anche dalla questione posta dalla cosiddetta emergenza educativ a che trov a sponda significativ a pure nella nostra città non desidero far altro che mutatis mutandis riproporre un tema caro a p giammaria da casalv ecchio il quale già nell aprile 1927 nel nr 1 de l angelo della parrocchia in occasione dei festeggiamenti del martedì di pasqua scriv eva purtroppo il materialismo l affarismo il massonismo degli ultimi tempi son passati come uragano infausto sui cuori dei parrocchiani devastando ogni principio religioso atterrando quel senso di pietà entusiasta per l amata patrona patrimonio v is tosissimo degli antenati e gloria segue a pag 2 l

[close]

p. 2

pagina 2 il nostro riferimento spirituale stesso im mutato sguardo con il quale la vergine raccomandata scruta i suoi figli quando l 8 settembre attrav ersa le v ie della città e sembra dire alla folla che guarda ancora una v olta meravigliata di così tanta bellezza tornate a me figli miei prediletti per maria ad jesum questo è il cuore della vera fede mariana professata da ogni giardinese autenticamente dev oto della vergine raccomandata una fede che oggi necessita d essere sostenuta e purificata da tutte quelle incrostazioni emotiv e che sono parte di un cristianesim o che accoglie il sensazionale quale cifra di interpretazione di ciò che è la v ita di fede guardiamo a maria raccomandata alla storia della sua presenza a giardini al retaggio di fede lasciatoci dalle generazioni di giardinesi che ci hanno preceduti alla sapiente presenza di sacerdoti e parroci che nel tempo hanno saputo forgiare e formare le coscienze di innumerevoli schiere di giardinesi scopriremo che maria è ancor oggi il cuore della v ita di fede di giardini anzi maria raccomandata è il cuore pulsante della v ita di tutta intera la città di giardini a lei patrona e gran signora di giardini nax os ogni giardinese deve una ris posta mi vuoi ancora come madre e patrona della ris posta positiv a a questa domanda è custode gelosa l intera comunità parrocchiale della chiesa madre di giardini naxos una comunità che prega e si inchina di fronte a maria raccomandata che opera e agisce come presenza dis creta e gna amare la vergine raccomandata e prendersi cura della crescita di giardini v erace della chiesa di giardini nel suo tutte le iniziativ e finalizzate ad educare dire di pastore di parroco innamorato il popolo perché sia il cris tiano che il della vergine raccomandata e dei fede cittadino si emancipassero nella v ita di li a lui affidati dal vescovo p giamma fede e in quella civ ile passarono per quella tensione a porre la vergine raccomandata al centro della v ita del popolo giardinese questo impegno legò intimamente la storia recente con quella antica di giardini davvero maria raccomandata conquistò i cuori di molti e la v ita di fede prese nuov o slancio la spiritualità mariana div enne occasione motiv o e fondamento di un impegno sociale che proprio in quegli anni caratterizzò l agire di santo vinci accompagna la discesa del simulacro con tanti giov ani ed uomini cattolici che nel secondo la tipica esclamazione evviva maria dopo guerra offrirono il loro impegno e le loro capacità nel serv iz io ria non trascurav a certo di fare riferimento alla moltitudine di don politico e amministrativ o del paese torne uomini ragazzi e bambini realmente na utile a questo punto riportare un testimoni di una dev ozione mariana pensiero del pastore luterano d bonhoesemplare ma diceva anche nella effer il quale a proposito della spiritualilogica del buon pastore della urgenza tà del cristiano ebbe modo di scriv ere di incontrare quanti per v arie ragioni chi cerca di sfuggire alla terra non troav evano smarrito la fede nella fede dei v a dio trov a solo un altro mondo il suo padri fondatori di giardini p giammaria mondo più buono più bello più transcorgev a il cuore della vita del paese il quillo un mondo ai margini ma non il nucleo il centro di una identità religiosa regno di dio che comincia in questo e culturale che bis ognav a sostenere e mondo chi fugge la terra per trov are rinv igorire ogni giorno con cura e con dio trov a solo se stesso parole che amore con passione e dediz ione una esprimono in altro modo il contenuto fede che si esternav a soprattutto nella insuperato sia dal punto di v is ta espedimensione mariana e attrav erso que rienziale che teologico della sta in quella eucaris tica a partire da grande preghiera di lode del questi presupposti l azione pastorale di magnificat maria ci insegna a p giammaria guardando al passato non fuggire il tempo e la terra alla storia av ita di giardini ha ripreso e ma ad im mergerci in essi con edificato un sentire diffuso che ha strut fiducia sconfinata nel dio che turato e caratterizzato la fisionomia del salv a che abbatte i prepotenti paese e più ancora della parrocchia e innalza gli umili queste dedicata alla vergine raccomandata parole sono il medesimo conuna fisonomia che attrav erso l ininter tenuto di fede che il popolo di rotto passaggio di generazione in gene giardini ha professato guarrazione traev a origine nel processo di dando alla vergine raccocrescita e di sviluppo del borgo delli mandata sono il contenuto di giardini e si consolidav a nella sempre un ordinario sentire spirituale più consapev ole scelta mariana del che ha forgiato il sentire di popolo giardinese a sostenere tale molte delle generazioni di impegno formativ o l intera comunità giardinesi che sin dalla fine del xvii parrocchiale e quelle realtà che per secolo si sono avvic endate su quel lemusare una espressione di pio xi ­ erano bo di terra chiamato borgo delli giardile pupille degli occhi di p giammaria la ni sul quale la vergine maria dal cielo giac giov entù di azione cattolica ita ha v olto il suo sguardo materno di prediliana la g f la gioventù femminile di lezione lo stesso im mutato sguardo azione cattolica e le terziarie france con il quale la vergine guarda i suoi figli scane nei 4 rami dell azione cattolica quando il 7 di settembre scende dalla i giov ani e le giovani le donne e gli nicchia per accogliere del popolo giardiuomini si sono formate generazioni e nese non solo l abbraccio festante ma generazioni di giardinesi alle quali p anche ogni sua pena ogni sua fatica giammaria ha sempre dato una conse ogni sua lacrima ogni sua attesa lo continua da pag.1 l editoriale riserv ata ­ come il liev ito nella pasta di ev angelic a memoria ­ nella vita di giardini che proclama però a gran voce le merav iglie che il signore dio attrav erso maria raccomandata compie in fav ore della città di giardini maria raccomandata è il nostro riferimento spirituale è il sostegno alla nostra debole fede è il cuore di ogni nostra attesa di ogni nostra speranza sergio visconti

[close]

p. 3

maria e l eucaristia continua da pag 1 maria donna eucaristica prima ancora che l eucarestia fosse istituita maria ha esercitato la sua fede eucaristica per il fatto stesso di av er offerto il suo grembo v erginale per l incarnazione del v erbo di dio maria porta in grembo il v erbo fatto carne ella si fa in questo modo tabernacolo il primo della storia attrav erso gli occhi la v oce di maria il verbo incarnato si concede all adorazione di elisabetta lei fìsicamente l ha partorito il suo sguardo consapevole il primo in assoluto di una creatura nel contemplare il v olto del bambino-dio appena nato a betlemme l av erlo stretto tra le braccia l av erlo nutrito lav ato v estito curato educato rimprov erato accompagnato nella crescita l av er contemplato nella fede nel corso degli anni lo sv elamento del mistero di gesù uomo v ero e v erbo di dio maria a cana fate quello che v i dirà gli occhi lucidi di maria sotto la croce e il dono di amore la univ ersale maternità di maria nella fede dono di amore accettato e testimoniato nel corso dei secoli basta pensare alle molte appariz ioni se l eucarestia è lode e rendimento di grazie tutti questi epis odi esplic itano di maria l atteggiamento eucaristico della sua vita il credente persona eucaristica l eucarestia è mistero di fede gesù dice fate questo in memoria di me maria dice fate quello che vi dirà alla scuola di maria per imparare l obbedienza senza esitazione il credente non dev e avere tentennamenti dev e fidarsi della parola del figlio di maria tutte le v olte che si ric ev e il corpo e il sangue di gesù il sì di maria v iene ripetuto dal credente maria è segno di unità tra il cristo dell eucarestia e il cristo della storia lei è testimone della continuità tra il mistero dell incarnazione e del mis tero pasquale il credente come maria dev e essere pagina 3 completamente proiettato v erso il rendimento di grazie a dio aprirsi al mistero di dio e non tenere questo dono per sé l eucarestia non si può v iv erla da soli chiama sempre alla comunione fraterna gesù entra in noi come riposò nel seno di maria quando maria riceve gesù nel suo seno è immediatamente perv asa dalla sua carità più si è uniti a gesù e più si è pieni di carità e di amore per i fratelli maria ci aiuti a dire il nostro si all eucarestia alla parola fatta carne alla carne di cristo l eucarestia div enti v ita per la quotidianità don eug enio tamà la pietà del popolo cristiano ha sempre ravvisato un profondo legame tra la devozione alla vergine santa e il culto dell eucarestia giovanni paolo ii,redemptoris mater signore da chi andremo il xxv congresso eucaristico nazionale ancona 3 11 settembre 2011 3 settembre p.v nella città di ancona verrà ufficialmente aperto il xxv congresso eucaristico nazionale si tratta di un avv enim ento ecclesiale attrav erso il quale la comunità cristiana si raccoglie per adorare e rinnov are la fede nel mis tero della eucarestia e per trov arv i quell energia missionaria che ne dev e caratterizzare lo stile fin dal loro apparire nell ultimo quarto dell ottocento i congressi eucaristici assunsero lo scopo di «far sempre più conoscere amare e servire nostro signor gesù cris to nel santissimo sacramento dell altare e di lav orare in tal modo ad estendere il suo regno sociale nel mondo» regolamento generale del 1887 art 1 la radice storica dei congressi sta dunque in questa duplice dim ensione rappresentata dalla pietà eucaris tica e dalla dimensione sociale dell eucaris tia il programma del congresso è davvero significativ o ed intenso non trascura infatti di contemplare il mis tero eucaristico sia con gli occhi della fede che con quelli dell arte sia con gli sabato occhi degli adulti che con quelli dei ragazzi sia v olgendo un sguardo a partire dalla storia che dal presente della v ita rappresentata dal riferimento ai 5 ambiti del conv egno ecclesiale di verona vita affettiv a fragilità lav oro e festa tradizione cittadinanza di particolare interesse 3 appuntamenti l incontro-festa di domenic a 4 settembre riv olto ai ragazzi e anim ato dall azione cattolica dei ragazzi l incontro di sabato 10 settembre riv olto alle famiglie l incontro di domenica 11 settembre con il santo padre papa benedetto xvi l italia è stata la prima nazione del mondo a celebrare un congresso eucaristico nazionale nella articolata storia dei congressi eucaris tici italiani si possono indiv iduare quattro fasi la prima si sv ols e nel contesto del rinnov amento sociale dal 1° al 5° la seconda nella cornice storica della riconciliazione tra stato e chiesa dal 6° al 12° la terza nell ambito del rinnov amento conciliare dal 13° al 17° l ultima quella post-conciliare nel quadro del rinnov amento ecclesiale e della sfida della nuov a evangelizzazione dal 18° al 24° il logo del xxv congresso eucaristico nazionale rappresenta un importante e immediata comunic azione visiv a grazie all integrazione di v ari fattori caratterizzanti la cultura e l identità cristiana-cattolica all interno del logo sono presenti i simboli cris tiani in grado di sintetizzare in maniera suggestiv a il messaggio signore da chi andremo tema guida dell intero congresso di ancona chiesa in italia

[close]

p. 4

pagina 4 maria nell arte numero speciale mariano le immagini di maria l iconografia mariana nella pittura occidentale di maria teresa di b lasi maria la mad re di dio è il sogg etto più rap pre se ntat o nella sto ria dell art e o ccident ale n on esi ste pitto re colto o po polare che n on a bbia almen o per u na volta raffigu rato la bion da signo ra con il ba mbino in bra ccio p er se guire un perco rso logi co che p o ssa an che in sinte si racconta re la st oria delle im magini di m aria partire mo dall inizio e cioè dalla st oria della sua infan zia e adole scen za motivo i con ografico ch e h a ri sco sso nei se coli un g ran de su cce sso la n atività di ma ria miria m second o la dizione e brai ca a vvie ne sem pre in un luog o no rmale una ca sa dignito sa mai lussuo sa così com e ci na rra la le gge nda a urea di ja co po d a va ra zze che a sua volta s ispi ra al prot ovang elo di gia co mo ma ria è a ccolta tra le bra ccia della mad re an na e delle b alie che la accu disco no com e un do no pre zioso tra le immagini più belle di qu est o m om ento miracolo so rico rdia mo le o pe re la nascita di ma ria di gau den zio ferra ri e l affre sco d el pittore ace se piet ro paolo v asta cu st odito all intern o d ella chiesa di santa ma ria delle gra zie in a cire ale alla nati vità se gue l ed uca zione della ve rgine un tem a molto ca ro ai pittori che ha nno t ratt o ispira zio ne dal libro dell infan zia d ella be ata ma ria e d el sal vato re d al van gelo d ello p seu do matt eo ripre so nella leggen da au rea tra i pittori che h ann o riprodot to que sto m om ento imp ort ante d ella vita di ma ria beato angelico l annunciazione più o me no co rri spo nde nte ai primi t re anni di vita t ro viam o mu rillo e tiepolo s ucce ssi va men te è l episodio della pre sent a zione di ma ria al tem pio ra cco ntata con grande vive zza dal ca rpa ccio pittore ven e ziano più coin volge nte d al punto di vist a i con ografico il mo me nto dello sp o salizio della vergin e ra ffigurato d al perugino e dal suo migliore allievo raffaello s an zio qu esta scen a è stat a imm ortalat a da giott o all interno d ella cap pella degli s cro veg ni a pad ova l a nnu ncia zio ne che d ovre bbe pre cede re il mat rimonio o fidan za ment o con giu sep pe è il momen to più imp ortante d ella vita di maria dal punt o di vist a arti stico esso si definisce in du e modi l an nun cia zione e l annun ziat a al prim o termine f ann o riferim ento tutt e quelle op ere pitture affre schi mo sai ci ch e mo strano il mo men to in cui se co ndo il vang elo di luca l a ngelo gabriele f u man dato da dio in u na città della galilea chia mata na za ret a un a ve rgine p ro me ssa spo sa di un uo mo della ca sa di da vid e chia mat o giu se ppe la ve rgine si chia ma va ma ria entra ndo d a lei disse « ti saluto o pie na di gra zia il signore è con te » a que ste p arole ella rimase turbata e si dom and a va che sen so avesse un tale saluto ricordia mo le ann un cia zioni del beato a ngelico di lore n zo lott o e quella tutt a siciliana di anto nello da m essin a realizza ta per un a chie sa di p alazzolo o ggi cu sto dita pre sso il m useo bellom o di sira cu sa l annun ciat a invece è quella che de scrive maria d a sola colta nel mo ment o del turba ment o capola vo ro a ssolut o è quella di anto nello da me ssina con servat a a pale rmo l ico nografia su cce ssiva rig ua rda la visita zion e quan do già n el g re mbo di ma ria si na scond e ge sù l e ope re più cele bri so no qu elle di giot to di dom eni co ghirlan daio e del po nto rmo pochissim e le rapp re se nta zioni della mad onn a del pa rto stig mati zzat a in u n ope ra e ccel sa da piero d ella fra n ce sca ma ria nelle scen e della nati vità di ge sù e d ell adora zione dei magi è a ssolut a protag onista insiem e al figliolo divino e co sì l han no rapp re sentat a giotto botti celli leon ard o albre cht durer piete r bru egel il v e cchio andrea ma nteg na fe deri co ba ro cci e ca ra vag gio maria è an co ra pre sente nelle scen e pitt ori che rigu ard anti la present azio ne di ge sù al te mpio a mbrogio loren zet ti han s me mling rem bra ndt gio vanni bellini la fug a in egitt o giott o lu do vi co ca rra cci cara vag gio e ora zio gentile schi e la sa cra fa miglia te ma di g ran de intimità ch e è stat o inte rp ret ato di volta in volta co n rara deli cate zza mich elang elo e re mbrand t la presen za di m aria n elle opere pittori ch e co ntinua con l episo dio evang elico delle no zze di can a qu and o co n sen sibilità tutta f em minile è la p rima ad accorg ersi ch e il vino sta fine ndo la sce na è st ata ma gist ralm ente inte rpretat a dal pitto re a ce se paolo va st a all interno del duo mo di aci reale seg uen do il ciclo della pa ssio ne di cri sto s in co ntra spe sso la ma dre ch e d oloro same nte gli si affia n ca nei m om enti più difficili un episodio che e sula dai va ngeli l annunciata di antonello da messina ma è ch e spe sso ra ppre sent ato d agli arti sti defen dent e fe rra ri l oren zo lott o è quello del con ged o di crist o da ma ria tant o ca ro alla pietà popola re ritro via mo la ma don na ai pie di della cro ce spe sso sve nuta so rret ta da gio vanni o dalla ma ddalen a in alcune ope re cro cefi ssione di antonello da m e ssin a è chiu sa in un d olore ch e la pietrifica la soff ere n za di ma ria si rinno va nel mo ment o della dep o sizion e del co rpo di cristo dalla cro ce co sì co me nella t ela di ro sso fiorentino o di ro gier van de r we yde n molto trattat o dai pittori il tema del co mpian to su cristo mort o ch e tro va la ma ssima e sp re ssione nell opera di and rea mant egn a custodita a b re ra la mad onn a se gue il corpo st ra ziat o di crist o an che nelle fa si del tra sporto e della depo si zione nel se polcro celebe rrim e le o pe re di raff aello il tra spo rto di cristo e del cara vaggio depo si zione nel se polcro ma ria riap pare nelle op ere d art e al mom ent o dell asce nsio ne gio tto della pent e coste el gre co e nel mom ent o con o sciuto come mort e della v ergin e qua ndo a cca nto al letto si riunisco no gli apo stoli mant egn a joo s va n cleve la gloria di maria si manife st a in du e momenti l a ssun zion e ti zian o nicolas po u ssin fran ce sco gra na cci e l in co ron a zione della vergin e rap pre sentat a nel ta berna colo gioiello realizza to d al beat o an gelico qu e sta rapida ca rrellata di sogg etti rigua rda nti l immagine di m aria nell arte pu ò se rvire a co mpren de re q uant a influen za ha avuto n ella cultura cri stian a e qu anto la sua figu ra abbia in ciso nell immaginario collettivo colto e p opola re maria teresa di blasi maria teresa di blasi docente di storia maria dell arte e archeologa vive e lavora a catania da parecchi anni collabora con la soprintendenza bb.cc.aa di siracusa.

[close]

p. 5

pagina 5 maria nell arte ave maria il culto alla madre di dio nella storia della musica le sue possibili declinazioni occupa certamente un posto importante nella sto ria occidentale della musica quantomeno a partire dal ix secolo d c fino ai nostri giorni i maggiori compositori di ogni epoca infatti si sono cim entati nella composizioni di music a destinata alla liturgia articolata nei suoi due momenti principali ossia la celebrazione eucaristica e l ufficio delle ore e nel solco di questa tradizione che si inserisce la notev ole composizione di antifone inni laudi preghiere ispirate dal culto alla vergine maria tra le più im portanti possiamo senz altro citare il magnificat tratto dal vangelo di luca eseguito durante i vespri la salv e regina preghiera tra le più popolari inserita nella recita del rosario segnando il passaggio dai mis teri alle litanie riv olte alla madonna lo stabat mater canto che appartiene alla messa dell addolorata 15 settembre e accompagna il rito della via crucis l ave stella maris inno dei vespri della festiv ità della madonna e poi ancora l alma redemptoris mater eseguita solitamente nel periodo d avvento l ave regina coelorum antifona del periodo quaresimale il regina coeli antifona di pasqua infine la preghiera più popolare in assoluto presso i cristiani ossia l ave maria la cui prima attestazione nella redazione che oggi recitiamo pare ris alga al 1300 la produzione di musica sacra in tutte copertina di un album di musica sacra tanti sono i compositori che ne hanno musicato il testo e tra i più noti possiamo certamente ric ordare caccini pierluigi da palestrina mozart schubert gounod lis zt mendelssohn frank bruckner etc il culto per maria però non ha lasciato indifferenti nemmeno i compositori di musica profana e anche all interno delle più popolari opere liriche è possibile scorgere esempi di preghiere riv olte alla madonna da parte dei personaggi nel momento in cui si prospetta per loro nell avv ic endarsi della trama un momento di grav e difficoltà nella forza del destino di giuseppe verdi la protagonista leonora si affida alla vergine pregando perché i propri peccati v engano perdonati madre pietosa vergine ­ atto ii e sempre nella suddetta opera il coro riv olge una celebre preghiera a maria perché protegga leonora la vergine degli angeli finale atto ii nell otello di verdi desdemona nel momento in cui intuisce che otello sta per ucciderla nel segreto della sua stanza intona una struggente ave maria anche puccini in suor angelica affida il canto dell ave maria al coro e ancora la protagonista tosca nell omonima opera di puccini riv olge una preghiera disperata a dio ricordando la sua dev ozione alla madonna nel momento in cui il suo amato mario viene condannato a morte vissi d arte vis si s amor diedi gioielli della madonna al manto come non ricordare infine il canto del regina coeli in cav alleria rusticana di mascagni questi gli esempi più noti nell ambito della cosiddetta musica colta ma mi sembra dov eroso non dimenticare uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi fabrizio de andrè il quale nel famoso concept-album dal titolo la buona nov ella 1970 album notoriamente ispirato ai vangeli apocrifi dedica ben quattro canzoni alla beata vergine l infanzia di maria il sogno di maria ave maria e maria nella bottega del falegname per lui le etichette si sono la copertina dell album di f de andré olga limina la musica è una delle vie per le quali l anima ritorna al cielo torquato tasso chi canta prega due volte sant agostino numero speciale mariano sprecate ateo agnostico animis ta ma basterebbe ric ordare quello che de andrè scrisse e cantò per far cadere molti luoghi comuni c è chi è toccato dalla fede e chi si limita a toccare la v irtù della speranza il dio in cui nonostante tutto continuo a sperare è un entità al di sopra delle parti delle fazioni

[close]

p. 6

pagina 6 vit a p ar rocchiale sacra m enti for ma zi on e attività gio rn o di atti vità ai ra g a zzi è stat o off e rto un g u st o so pran zett o cu cin ato dalle pre mu ro se cuo che fra nca me o lina di b erna rdo pina a rami s cate rin a ma ncari e fra n ca alleg ra ch e è grest 2011 visita al santuario della madonna della vena st at a an che la re spo n sabile cia scu no o g ni m arte dì e gio ved ì d alle o re dell inte ro prog ett o e deli zio se m eren d e 18 alle 19 3 0 pert utt o il m e se di lu glio l a prep a rat e dalle sig no re fran ca pi ccol o e pri ma sfid a è st at a t ra l a squ ad re d ella na tin a d an gel o le e scu rsio ni d el gio ved ì xo s b ab y co ntra ddi stin ta d alle ma glie ve rdi co mple ta no il prog ram m a ch e in u n capit an at a da s al vat o re lemu ra e g uid at e cre sce nd o di e mo zi oni e di vertim ent o h an n o dai re spo n sabili p u ccio e di pi et ro e co n vi st o i ra ga zzi i mp e gn ati n elle visit e ai pa e si m aglia bi an ca la sq ua dra s pe e d y su mmer di v en a fran ca villa e gole d ell alcan ta ra del ca pita n o ore ste brun ett o g uid ati d al ran da zzo e l a gio rn ata all a cpa dre m a ssi mo quella d ei g enit ori -alle na to ri qu ap a rk p a ra dise di melilli è stat a u na d elle e spe rie n ze più p o siti ve e pa rallel a me nte alle alt re ini zia si mp ati ch e dell inte ro t orne o è st ato m olt o tive il gre st 2 0 11 ha prop o st o dive rte nt e ve de re qu e sti a pp a ssio n ati pa p à un to rn e o di cal ce tto m a schile e a n ch e qu al ch e m am m a i mp ro vvi sa rsi rivolt o ai rag a zzi d ai 6 a gli 1 1 no velli c t e g uid are co n g rint a e te na ci a le an ni a n che n on iscritti alle squ ad re d ei p ro pri fi gli alla co n qui st a d el altre atti vità s ott o la g uid a tro fe o il cale nd a rio della p rim a gio rn at a è att ent a e co m pet e nte del st at o co mpl eta to d all in co nt ro t ra i gi alli mi st er s a ro me o si son o della fiu m ef re d de se ca pita no fran ce sco aff ro nt ate 4 sq ua d re di cal cia calan d ra re spo n sabile il pa p à sa nto e i bl u tori in erb a tra le qu ali un a dell ove ry la sq u ad ra d e gli iscritti al gre st ra pp re se nt ati va di fi u mef red guid at a da un o dei su oi ani m ato ri giu sep p e do di si cilia e alt ri pro ve nie nti sp ad aro e ca pita na ta d a da mian o p an dolfi da di versi p arti d italia gi unti a gia rdini in no nelle su cce ssi ve gio rn at e le sq ua d re si va ca n za d an do co sì al torn eo un t o cco di son o a ffro ntat e in un giron e all italiana di int erna zi on alità an dat a e rit orno che h a defi nito il ta bello n e nelle inte n zio ni de gli orga ni zzat o ri qu e st o delle se mifin ali e d elle fin ali do p o qu e st a torn eo co m e re cit a l a rti col o 1 del re g ola lung a seri e di pa rtit e a vvi n centi e gi o ca te al m ent o ha a vut o co me fin alità pri n cipal e il coin volgi me nto nonag oni sti co d ei rag a zzi sott ouno spirit o ed u cati vo ed a g gre gati vo p er fo rma re allo spiri to di g ru pp o al gio co di squ ad ra alla co rrett e zza spo rti va e al ri spet to d elle re gol e il cal cio d inizi o è st at o b att ut o il 30 giu g no al ca mp ett o co m un ale in erb a sin teti ca di cal caro ne t eat ro di tutt e le g are p artit e di du e te m pi d a 1 5 minu ti premiazione torneo calcetto grest 2011 vita p arro cc hiale d e st at e te m po di va ca n za m a no nper la no stra pa rro cchia ch e co n l o slo g an la fe de n on va i n va ca n za h a an che qu e st an no pro po st o un a se rie di atti vità pe r i rag a zzi d ai 6 ai 1 3 a nni dal 2 7 gi ug no al 29 l uglio n on solo i rag a zzi m a tutt a la co m unit à è st ata coi n volt a a vari o titolo nell a nim a zio ne e n ello svolgi m ent o di dive rse ini zia tive l itin era rio scelt o p er il gre st 2 01 1 è stat o ove ry scelt e a colo ri un p rog ett o ed u cati vo sulle orm e d ell inse gn a me nt o di s gio va nni b o sco che off re un a va sta g am m a di atti vit à e sp eri en ze e m om e nti di fo rma zi on e ch e cont rib ui sco n o alla cre scita no n solo dei b a mbini ma an ch e de gli ani mat ori p rop rio co m e su gg e rito d al titolo dell itine ra rio ove ry ch e vuol dire olt re ani ma to ri e rag a zzi so n o riu sciti a sup era re i limiti e ba rrie re di et à pro ve nie n za ge og rafi ca e d e sp e rien zi ale p erco rren d o un ca m min o di cre scita i ndi vid u ale e co m u nita rio a tal p rop o sito è o pp ortu no seg n ala re la p re se n za a ccant o ai rag a zzi d ella t e mp o il corso di taglio e cucito pa rro cchia e ai va can zi eri de gli o spiti d ella ca sa fa miglia d elle su ore figlie d el di vin o zelo p ro ve nie nti d a mo nt ep ul cia no d alla pu glia e da m e ssin a la gio rn ata tip o of fe rt a ai g re stini co mp re n de va du e m o me nti ap e rti e co n clu si se m pre dalla p re g hiera a nim a zio neet an to di ve rti me nt o al ma re tut te l e m attin e d al lun e dì al ven erdì e la bo ra to ri arti sti ci al po m eri ggio tre volt e a setti ma n a oltre a nu m ero si gio chi di g ru pp o a con cl u sio n e di o gni gio rn at a tra i lab o rat o ri pi ù pa rt e cip ati e coin volge nti m erit a no u na me n zio n e q uello di cu cito te n uto d alla si g pin a m obilia q uello di ce ra mi ca te nut o d alla sig ra la ura talio e q uelli di can to e b allo curati d a a nd rea gi allo ret o miri a m l on go silvia lo n go m a rian g ela li co si fabia n a po ntu ro ke tt y bib bo m ari a fa zio e gi u se p pe sp ad a ro i gio va ni ch e son o st ati la ve ra ani ma e m oto re di qu e st o gre st i nolt re og ni

[close]

p. 7

vita parrocchiale pagina 7 m a ssim o delle pro pri e p o ssibili ove ry co n la t e cni ca del d e co up a tà si giun g e all atto con cl u sivo ge e re alizzat a d ai ra ga zzi st e ssi festa del perdono d assisi o porziuncola ven erdì 29 l uglio p rim a d elle con l a sup ervi si on e della sig ra nelly talio s on o sta te in oltre du e fin ali alla p re sen za di u n nu m ero so p ub blico di tifo si t utt e pre miat e le d ue sq u ad re in cui secondo la tradizione una notte del 1216 san le 4 squ ad re pa rt e cip anti si son o eran o di vi si i gre stini si è a ggi udi francesco mentre pregav a alla porziuncola fu visitato schie rat e al cent ro del ca mp o cata il p rim o p re mi o la sq ua d ra b dal cristo e dalla pe r a scolta re e cant a re in sie m e un ulti m o re galo è sta to fat to ai madre ad essi il pol inno na zi on ale in un mo m ent o pre se nti e agli o spiti d elle altre v erello chiese che ad m olto int en so edemo zio na nt e re gio ni co n l e se cu zion e del ca nt o ogni persona pentita su bito do p o è sta to da to sp a zio in di alett o si cilian o gi ardin a ba n e confessata che al cam p o pe r gli ultimi ve rd etti nired da di l u m ari vero e p ro pri o av esse v is itato quella che h a visto p re vale re sp ee d y inno fol klo ri sti co d ella no st ra citt à chiesa fossero risu m m er su na xo sbaby ai cal ci prep a rat o co n l aiut o d el m ae st ro messe completamendi rig ore pe r il te rzo po sto e la nin o bu da co n qu e st o cant o è te tutte le colpe da fiu m ef re dd e se ag giu dica rsi la st at o d at o l a rri ved erci a tutti al quell anno dopo aver finali ssim a e il to rn e o b att en d o 3 pro ssi mo a n no spe ra nd o di cre ricev uto il permesso 0 ove ry l ulti mo a tto è st ata la scere e ren de re se mp re pi ù da papa onorio iii il 2 agosto si celebra a santa maria pre mia zio n e in cui olt re alle pre zio sa q ue sta in dim e nti ca bile degli angeli la festa del perdono cop pe ge ntilm en te d on at e dal e sp eri en za dario allegra sig sa nto calt abi an o co n se il terz ordine francescano secolare della nostra gn ate alle p ri me 3 sq ua dre cla sparrocchia insieme a tutta la comunità ha celebrato la sifi ca te in sie m e alle me da glie la re d a zion e rin gra zia miri a m festa nella tradizionale data del 2 agosto guidato da pe r og ni cal ciat ore è st ato a sse lo ng o p er la colla bo ra zion e n ella p liborio biundo ofmc della fraternità di linguaglosgn ato il titol o di sq ua d ra sim p atia st e sura del pre se nt e arti colo sa che ha presieduto la celebrazione eucaris tica e alla na xo s recitato le preghiere prev iste come condizione per ba b y in poter lucrare l indulgenza plenaria qu ant o squ aper facilitare la comprensione del significato della dra con l età porziuncola e illustrare i precetti canonici legati a m edia più questa festa la fraternità parrocchiale dell ofs ha ba ssa che ha offerto ai presenti un utilissim a guida aff ro nt ato og ni d.a pa rtita con imp eg n o e det e rmi na zi one se n za l esibizione dei bambini del grest foto galigani lasci arsi scora ggi are d alla diffe re n za d et à pe r q ua nt o rig ua rda i p re mi in divid u ali si son o a ggiu di ca ti il titolo abat o 16 luglio fe sta d ella madonnad el ca rm e l o l a di miglio re po rtie re ga bri ele co m u n ità p a rro cchi al e si è stre tta in to rn oadonen zo balla rin o e di ca p o ca nn oni ere gra s so p e r cel e b ra re e fe ste g gi a re il su o 2 9 ° a n ni ve rsa ri o le o p at an è con 1 0 go al e nt ra m bi d ella fiu m ef re dd e se sa bat o di ord i n a zi onesa ce rd otal e 30 alla p re sen za di do n en zo l a se rata è stata ca ratte ri zza ta d alla cel e b ra zi o n e nella pi a zzet ta a nti st ant e la chie e u ca ri sti ca se g ui ta daunmomen to di frate rnità n el sa i ra ga zzi h an no volut o chiu sal onepa rro cch i al e du ra n te l o m eli adonen zo h a ri co rde re l e spe rie n za del gre st of d ato co n co m m o zi onequ el gio rn o di 2 9 a n ni fa i n cui è fre n do alla co mu nità un mo m en stato o rdi n ato sa ce rd o te n ell a ca tte d ral e di a ci re al e d a to di gioia e di sp ett a col o p ro po s.e mons gi u se ppem al a n d ri n o all o ra ve sco vo d ell a ne nd o alcu ni ca nti d ani ma zi on e di o ce si ri p e rco rre n d o p oi gli a n ni d el su o m i ni religi o sa a cco mp a gn ati d alla ste ro sa ce rd o tal e h a ri co rd ato e p re g a to p e r don enzo riceve il dono della comunità chita rra di nell y talio e gui dati q u a nti gli so n o stati vi ci ni e a va ri o titol o hanno fatto p a rte d ella su a e sp e ri e n za sa ce rd o da gli a nim at ori e i b alli con cui si son o di vertiti d u ra nte l e stat e l a tal e tra q u e sti ulti maino rdin e cro n ol o gi co m a si cu ra m e n te nonper affe tto lano stra serat a si è con clu sa co n la p re co m u n ità p a rro cchi al e ch e daduean ni aque sta p a rte haindonen zo unpu nto di ri fe rimia zi on e d ei pa rt e cip anti a cui è m e n to sta bil e q u al e co lla b o ra to re d el p a rro co adonen zo augu ri amolung hi ssi mi a n ni di st at a con seg n ata u na me da glia a p o stol ato fe co n d o all a scu o l a di cri sto buonpa store affi dand ol o all a m a te rn a p rote zi oun a p erga m e na e un a pi etra di n e d ell amadonna ra c co manda ta a cu inonman ca d i di m o stra re d e vo zi oneede di zi o n e m are de co rat a co n il si mb olo di d.a anniversario del sacerdozio di don enzo s vita p arro cc hiale

[close]

p. 8

pagina 8 maria madre della chiesa to t us t u us giovanni paolo ii e la vergine maria paolo ii si se nte è tutt o di maria e p er maria e la su a vita il su o p ontificato non po sso no e sse re co mpre si che alla lu ce di qu esto rapp orto intim o co me tra mad re e figlio co me tra scu rare allora il fatto de cisi vo della vita di karol wojtyla l attenta nto in piazza s piet ro d el 13 mag gio 19 81 a gua rd are be ne le co se papa giovanni paolo ii a czestochowa quel gio rno a vvien e il vero e gra nde mira colo che seg na la lo st e sso d r ca cciola se mp re vita del p apa pola cco m aria de pre mu ro so e atte nto n ei conf ronti via la pallottola che dive rsa men della ve rgin e ra cco ma ndat a te trapa sse reb be il cuo re st ron temp o fa mi ra cco ntò u n ane ddo ca ndo la vita del pa pa totu s to da vve ro st rao rdina rio il pa pa tuu s tutto di m aria tutto pe r era in visita al s antu ario della maria mad onn a del tind ari e su propo il rendim ento di grazie è straordi sta avan zat a dallo ste sso d r nario inte nso coin volgen te e tale ca cciola alla st rutt ura o rg anizzatisi pre sent a og ni qual volta va del viag gio p ontificio si cre aro gio va nni pa olo ii sp e cialment e in no le co ndi zioni pe rch é in eli cotte occa sio ne dei su oi n um ero si ro ka rol wojtyla ve nisse a giardiviaggi apo stoli ci ha l opp ort unità ni na xo s a f ar vi sita alla v ergine di visita re un sa ntua rio m arian o ra cco man data purt ro ppo va rie si rafforza co sì una delle pro pen circo sta n ze im pedi ron o la realizsioni più belle più sq uisita men te za zion e di qu e sto progett o re filiali di karol wojt yla nei conf ronti sta pe rò un dato incont ro ve rtibidella ve rgine ma ria fa r vi sita n on le tra le immagini ma rian e ama te appe na se ne presenti la p o ssibili da gio vanni paolo ii c è pu re tà a quelle chiese do ve è raffigu quella cu st odita presso la chie sa rata ed on orata l immagine di mad re di gia rdini na xo s al bea maria co sì e ra già a vvenu to to gio van ni paolo ii co sì atten to an che a giardini naxo s q uand o ai biso gni d egli uo mini e della an cora ca rdinale wojtyla in cont rò chie sa inte ra già nel co rso della il volto della vergine ra cco man vita t erren a sta cert am ente a data a ve ndo a n che l opp ort unità cu ore la pie ne zza di vit a cristia na di celeb ra re la s me ssa ai suoi della co munit à pa rrocchiale e piedi ovvia me nte no n sa ppia mo della parro cchia la cui regin a e co sa quell inco ntro su scitò nel mad re è la vergine ra ccoma nda cu ore e n ella ment e d el futu ro ta sta ce rta ment e a cuore la città papa ma sappia mo che quel di gia rdini na xo s la cui p atrona è volto è ri ma sto i mpre sso n ella sua la vergine ra cco man data a lui mem oria ne è p ro va il fatto che ch e già go de della visio ne bea ta un n o stro cittadino illust re il d r del volto di cri sto affidiam o at tra ro sa rio ca cciola a ccolto in ve rso la me diazio ne di ma ria udien za con l a sso cia zione dei ra cco man data le n ostre preghie 1971 karol wojtyla allora vescovo,sul sagrato della chiesa raccomandata lions m o strò al p apa la foto della re di fed eli inna mo rati di ma ria vergin e ra cco man data ri ce ven perch é inte rceda pre sso la glo ria l aiuto di ma ria n ulla è p o ssibile co mp ren dere di un g ran dio so done u no sgu ard o com mo sso di cele ste e copio se siano le g ra zie all uomo è lei la me diatri ce di impianto di elab ora zio ne mariolo asse n so sì il papa ri co rda va il ch e il signore vo rrà con cede re ai ogni salve zza u ma na pur se in gica sulla linea indicata dal volto della ve rgine ra ccoma nda giardine si sergio visconti una chia ra dime nsio ne di relati vità con cilio va tica no ii gio vanni ta tot us tu u s tutto tuo tut to per t e nella logi ca di un affidam ento t otale d ella prop ria perso na a m aria la tutt a sant a ch e è mad re di dio e della chie sa con que st e cred en ziali gio va nni pa olo ii il pap a venu to dall est d ell europ a d alla cattolicissim a p olonia si present a al mon do calca il pro scenio del gran te atro del mon do occid enta le le parole ch e pron un cia nel co rso della celeb ra zion e eu cari stica di in sedia me nto pap ale ­ n on abbiate pau ra spalan cate le porte del cu ore a cri sto ­ sono pa role ch e rie che ggian o l atto di incon diziona to affid am ento di ma ria al su o sig no re pron un ciat o al co spett o d ell angelo gab riele fiat si co mpia in me la sua volon tà da vve ro pa rticola re se non u nico il rapp orto mistico che lega il papa pola cco a m aria la mad re d el red ento re un rap porto ch e na sce e si con solida già in terra di p olonia pre sso il sa ntua rio maria no di cze sto ch owa do ve il volto n ero della ve rgine san ta attira milioni di fedeli e di pellegrini polacchi da quel rap porto tut to intimo e perso nale sgo rga la prof ond a con vin zione che se n za risp etto a crist o che è il ve ro ed unico me diatore della salve zza donat a da dio all uo mo È qu esta co nvin zio ne che spinge ka rol wojtyla a scri ve re una volta diven uto pa pa la en ci cli ca red em ptori s mate r pub blicata il 25 m arzo 19 87 in q ue sta lette ra si tro va no indi cati tutti qu elli che sa ran no gli inse gna men ti e le riflessioni di gio va nni pa olo ii sulla m edia zione di ma ria la fun zione mate rna di maria ve rso gli uomini è media zion e in cri sto la m edia zion e di ma ria è st rett am ente legat a alla sua mate rnità la mat ernità spi rituale di ma ria a su a volta si fo nda nella mate rnità divin a n ella coop era zi on e d ella v ergin e q u ale «gen ero sa so cia» all op era della re d en zi on e di cri st o n ella «piene zza di g ra zia» di ma ria nelle parole di cri sto morente a su a ma dre nell o ra d ella cro ce la media zion e di m aria è sostenu ta dallo spirito sa nto la v ergine maria co me ha a vut o un ruolo di media zion e nella p rima venu ta di cri sto co sì avrà a n che il «ruolo prop rio della m adre di me diatri ce di clem en za nella su a venu ta definitiva si t ratta co me è fa cile numero speciale mariano

[close]

p. 9

maria madre della chiesa ai piedi della ra ccom and ata son o sort e tant e vo ca zio ni alla vita di spe ciale co n sa cra zione sia ma schili che fe mminili ce rtam ent e l interce ssione di maria ha p ropi ziato e prot etto l itinera rio pe rson ale con l inten sità dello sg uardo m ate rno attiran do alla seq uela chri sti maria p rima e p erf etta di scepola d el cri sto e man a il fascino della bellezza alla vita con sa crat a al servi zio d ella chiesa l a co n suet udine e cclesiale di focalizzare sull esem plarità fed ele di ma ria l orizzon te pe rson ale di og ni voca zione co stitui sce un impo rtante risorsa nella defini zione del ministe ro pre sbite rale chia mat o a condi vide re la vo ca zione co mun e alla sa ntità con tutt o il pop olo di dio e pari menti a sp erim enta re la sin golarità filiale sta bilita sul golgo ta dall affido so rp ren dent e di ge sù all apo stolo gio va nni figlio e cco tu a m ad re il disce polo ch e l accoglie non p otrà più elude re l intensità di un t ale rapp ort o collo can do ma ria t ra le co se più intim e e perso nali e st abilend o la fe con dità di una rela zion e fiduciale che più volte inca rn ata nella sto ria della spiritu alità ma rian a di re cent e è st ata conte mplat a nel bea to gio va nni p aolo ii che sull ispira zione di s luigi grigno n de mo ntfo rt n el tot u s tuu s h a ra cchiu so il se greto d el su o dina mismo um ano e cri stian o ai piedi d ella ra ccom and ata nell ininterrotto se rvizio pa st orale della più antica pa rro cchia giardine se l asso cia zionismo e ccle siale ha fo rgiato co me scu ola di vita i gio vani ch e son o p oi app rod ati alle scelte di sp eciale co nsa crazio ne non è u n ca so ch e le vo cazio ni al sa ce rdo zio di giardini si siano manife st ate p er lo più in età a dulta alla scuola della ra ccom and ata oggi co me ie ri si im pa ra la fe deltà e la ge nero sità della risp o sta al pro gett o di dio mons pancrazio limina pagina 9 mariaraccoma nda taeisacer do tigiar di ne siai pi e di de llaraccoma nda t a 1954 don nicola la fauci novello sacerdote accolto dai fedeli e da p giammaria fa il suo ingresso nella chiesa madre di giardini padre agostino lo cascio ordinato sacerdote il 10 settembre 1950 ai piedi della raccomandata 1986 padre terenzio todaro don ezio nel giorno della sua ordinazione sacerdotale 25 aprile 1981 settembre 1961 padre terenzio viene accolto dai suoi concittadini e parrocchiani in occasione della celebrazione della sua prima messa numero speciale mariano

[close]

p. 10

pagina 10 la devozione alla raccomandata numero speciale mariano maria raccomandata patrona di giardini naxos la devozione il legame speciale il rapporto dei giardinesi con la raccomandata dei giardin e si verso la madonn a ra ccom and ata h a o rigini anti che già i m arinai del borgo delli giardini si rivolg evano a m aria com me ndatio nis animarum p rima di aff ront are i tre men di pe rico li del mare qu and o giardini ottiene l auto no mia da tao rmina nel lonta no 1 847 ma ria ra cco man data è eletta pat ron a della città dive nend o oltre che un grande rife rime nto di fede e de vo zion e an che un forte sim bolo identitario d el no stro cent ro pe r i ve cchi giardine si la ve rgine ra ccoma ndat a è la prot ettri ce di tutta giardini na xo s sop ratt utto della ge nte di mare ch e si è ri volta e si ri volge a lei se mp re con a mo re e fidu cia filiali i giardine si lont ani in siem e al ricord o n ostalgico della bellezza d el no st ro ma re dei no stri luo ghi della d olcezza del no stro clima non po sso no no n inclu dere nei loro p en sieri il ricord o di maria ra cco ma ndat a il cui bellissim o simula cro ad orn a la no st ra chie sa mad re fin d al 185 3 qu and o giun se a gia rdini t ra spo rtat o via ma re dal b a stime nto dei fratelli ca cop ardo m olti di essi rito rna no nella no st ra città pro prio pe r pa rte cipa re con viva fe de e de vozio ne ai fe steg giam enti di sette mbre l a de vo zione uno dei mo me nti culmina nti d ella fe sta è qu e st ann o la no ve na sa rà a rri cchita dalle rapp re sentat o cert ame nte dalla di sce sa del co nsid erazio ni e dalle pre ghiere di pad re simula cro il sette s ette mb re di o gni an no te ren zio ca ppu ccino affe zion ato ca nto re in que st o cca sione la chie sa e la piazzetta della vergin e che ha volut o fest eggia re il antist ante sono g re mite di ta nti giardin esi di su o cinqu ante sim o di ordin a zione ai piedi origine e a cq uisiti ch e atte ndo no con fe de e della ra cco ma ndat a gran de co mm o zione la visita della mad re con lui sarann o presenti certa me nte al cuni di dio colei ch e aiuta t utti i biso gno si nel ra ga zzi del te mpo in cui lui mat urava la mom ent o del p eri colo la p ro ce ssio ne della v ergin e dell otto sette mb re si snod a attra verso le vie della città dal rione saia a s chisò tra due fitte ali di popolo che ca ntan o l inno o giardini giardino di fiori e re citano il sant o ro sario me ditato lun go tut to il percorso maria è la regina di tutti i giardine si ch e an nual ment e si pon gono sulla strada pe r a ccoglierla in maniera deg na e per la processione dell 8 settembre ca ntare le sue belle zze e la sua regalità che vo ca zio ne al sa ce rd ozio in co rag giato dai l accom pag na se mp re com e stella lu ce nte co nsigli e d alle fe rvid e pre ghie re di pad re quan do il m are si mut a in te mp e sta e lei gia mm aria grand e d e voto della ra cco man data e figura im po rtant e della vita religio sa so pra i flutti sie de com e regin a ch e porge se mp re la sua de st ra re gale al no cchie ro di gia rdini na xo s che sa rà ce rta me nte ch e prega e s inchina pre se nte in spi rito ai fe st eggia menti nino pala con maria raccomandata come figli devoti innamorati del suo volto di madre l itinerario formativo rivolto ai devoti e ai portatori della vara arte da lontano il cammino proposto dalla pastorale degli adulti ai portatori della v ara e ai dev oti della vergine raccomandata parte dal bis ogno di prepararsi degnamente e con fede alla grande festa dalla esigenza di tornare ancora una v olta ai piedi della patrona per rendere con gioia il rendimento di grazie per quanto da lei ottenuto in benev olenza materna nel corso dell anno così già nello scorso mese di ottobre e poi in maggio si sono tenuti 3 incontri di formazione mariana ai quali hanno partecipato quanti esprimono la loro devozione verso maria con il gesto semplic e umile ma efficace dello sforzo fisico quale dono e v oto per sollevare e portare fuori dalla chiesa il fercolo su cui troneggia maria domenica 28 e lunedì 29 agosto presente don enzo grasso si è tenuta una due giorni di spiritualità mariana conclusasi con una liturgia penitenziale questo è stato così come ev idenziato dal sacerdote un dono v eramente gradito a maria i cuori erano riv olti a lei al suo sguardo di madre le anime ferv ev ano all ascolto della parola di dio lo zelo per maria ardev a in attesa di poter iniziare il cammino della novena ecco rinnov ato il mistero di una pietà popolare che è segno autentico di una fede spesa nella quotidianità di una v ita che v uole essere come a giardini naxos illuminata da maria s.v p

[close]

p. 11

leggere vedere ascoltare pagina 11 io sono con te un film che sgomita del film di guido chiesa libera rilettura della storia di maria di nazareth e del suo apprendistato di donna prima e di madre poi si è detto di tutto opera laic a pedagogica femminista politica etichette con cui si può convenire ma che non esauriscono la portata dell operazione la sua provocazione la prima qualità che bisogna riconoscere a lo sono con te è la volontà di offrirsi come prospettiva obliqua fuori dagli schemi anticonformista di dario e viganò tratto da segno n.4/5 2011 mensile dell azione cattolica italiana disancoraggio di uno sguardo che deve imparare a guardare di nuovo oltre i consueti orizzonti senza più paraocchi un secondo sguardo che irrompa ex abrupto nella rappresentazione di un mondo cesellato secondo tradizioni culture leggi inalterabili come avvenne del resto nella palestina guardata da cristo e se nei vangeli gli occhi del figlio guardano con gli occhi del padre nel film di chiesa ed è la prima decisiva novità che il regista introduce rispetto al vecchio corpus filmografico neotestamentario sono quelli della madre a pre-vedere gesù preparandone la storia anticipandone le vedute come se lo sguardo di maria e quello del figlio ripresi spesso da chiesa in campo/controcampo si sovrapponessero fino a fondersi in un unico sguardo al punto che il titolo si potrebbe benissimo immaginare con una parentesi lo sono con te maria di nazareth prende posizioni nel film come quando si oppone al cruento rituale della circoncisione o quando rifiuta la somministrazione del colostro che nel testamento sarebbero state possibili solo solamente in gesù o imm aginabili solo suc cess ivamente la battaglia contro la circoncisione sarà una prerogativa di paolo ma ancor più della corrispondenza o di prospettive colpisce la totale sintonia del cuore l intreccio di tonalità affettive che legano la madre al figlio fondamentale in questa ricerca di simmetrie la scelta degli attori e l uso del primo piano sia le due maria la adolescente nadia khlifi e la adulta rabeb srairi che il bambino-attore nei panni di gesù mohamed idoudi hanno volti radiosi senza ombre sorridenti pacificati trafit ti si direbbe da un amore ultraterreno che è l amore del padre e verso il padre come ricorda a più riprese maria il padre è la prima persona delle tre che e pongono la struttura attanziale del film e che si rivela nella luce che emana sui volti della madre e figlio questo è il secondo forse il più rimarchevole aspetto di lo sono con te il suo essere pieno di colori caldo fondamentale la scelta delle location in tunisia morbido rasserenante lontano dalla cupezza di tante troppe opere a tematica religiosa lucido nel sapere proporre al pubblico angosciato di oggi un esperienza spirituale vissuta nella misericordia e nella gioia che è in fondo il carattere primigenio di una vera relazione d amore dario e viganò pre siden te fondazione en te dello spettacolo sgomita il film di guido chiesa perché poco propenso a lasciarsi inquadrare da categorie precostituite e ottiche fossiliz zate la proposta è il ed calabria 2010 da vve ro ap prezzabile l ultima fatica letteraria del prof do n giu sepp e triglia v olti di maria il volto della madre iconolo gia di s maria della le ttera la velo ce a scoltatri ce qu e sto pre zio so libro offre u n cont enut o che è una aut entica o cca sio ne di cre scita spiritu ale e culturale di ap profon diment o delle ragio ni ch e sta nno a fon da ment o di u n pe rco rso ch e è in siem e religioso e so ciale oltre ch e civile l antologia dei volti della mad onn a della lette ra la velo ce ascoltatri ce è u na so rta di inno alla atte nzio ne mat ern a di maria la tutta santa la m adre di dio e mad re no stra att enta ai bisogni so pra ttutto qu elli spirituali della inte ra uma nità cert ame nte di q uella che la ri co no sce e in vo ca quale celest e p rotett rice m olte ra gioni du nqu e ci spin gon o a leggere que st o libro corred ato di una bellissima a ntologia di imm agini maria ne m a an che di pun tuali e scientifiche nota zioni di ca ratte re arti stico lette ra rio sto rico e te ologico s.v i nostri libri giuseppe triglia volti di maria iconologia di s.maria della lettera,la veloce ascoltatrice i nostri film

[close]

p. 12

l angelo della parrocchia via umberto 97 98035 giar dini naxos tel 0942 51582 e-mail info@s ant amariaracco mandata.it www sant amariaracc omandat a.it pagina 12 giornale della parrocchia s maria raccomandata redazione a cura del gruppo di pastorale della cultura dario allegra roberto bottari car la buda pippo limina giancar lo moschella nino pala sergio visconti coordinatore di redazione sergio visconti santita misuraaltadeldiscepolato edith stein donna innamorata di maria un lu ogo in i sra ele nell alta galilea do ve a nche il più di stratto dei vianda nti no n può non rima ne re colpito dalla d olce zza e della bellezza che vi si re spira siamo sul m ont e ca rmelo lu ogo ma riano p er e ccellenza luog o di silen zio luog o che in vita alla co nte mpla zion e e alla ri ce rca d ella dime n sione spirituale qui pre sso la ca verna del p rofet a elia sorg e il santu ario stella ma ris d edi cato alla mad onn a del carmelo al su o int ern o un altare dedi cat o ad u na santa fiorita nell ordine carmelitano santa te re sa benedett a della cro ce al se colo edith st ein se la vita di ogni perso na com e quella di ogni popolo e dell u ma nità in sen so lato è u n ca mmin o quello di edith st ein è se nza dub bio un ca mmin o di santità m olto o riginale un perco rso e sisten ziale che l ha po rtat a a co nvertirsi d all ebrai smo al cattolicesi mo tran sitan do pe r l ateismo e a pa ssa re dalla rice rca filo sofi ca alla vita m ona sti ca ultimog enita di se tte figli edith stein na sce a bre sla via città oggi p olacca ma all epoca appa rte nent e alla slesia pru ssiana d a siegfried e au gu ste co ura nt e il 12 otto bre 1891 gio rno d ella fest a ebraica del kippur fest a del p erdon o pe r i suoi g enito ri eb rei di stretta o sserva n za q ue sto è u n segn o u n buon au spi cio pe r il suo fut uro edith ba mbina d al so rri so p en so so e l aria mite ma dal ca ratt ere a rde nte e app a ssio nato dimo stra da subit o le su e not evoli cap a cità intellettuali prime ggian do in tutti i gradi di scuola d alle element ari sin o all università l a su a sete di con oscen za la su a ricerca della ve rità la p orta no a d intrap ren dere gli st udi filosofici appli cati alla p sich e uma na con un a pa ssio ne ch e la co ndu rrà in se guito ad abb ra cciare gli st udi fe no men ologici guid ata dal prof edmu nd husserl m a la sua ri ce rca pu r esse ndo pe rm eata da una profon da spirit ualità in que sto pe riodo rim ane solo sul pia no dell imman en za stretta men te correlat a e sclu si va ment e a ciò ch e rigu ard a l e ssere una indiffe ren za religiosa ch e la farà allonta nare dagli inseg na menti religiosi rice vuti e ad a bba ndo na c è re la fe de n el dio d israele più ta rdi conf e sserà ad u n a mico in q uel te mp o l unica mia preg hiera e ra la set e di verità m a dio ha altri prog etti p er lei e con pa sso lento co min cia a d intre cciare i fili che si dipan erann o lung o tutt a la su a e spe rien za um ana ed esi ste n ziale molti sarann o gli inco ntri che pian pian o co min cerann o ad in quieta re il su o anim oead insinua re in lei il dubbio dell esisten za di un a ve rità altra ma ciò che co stituirà l eve nto chia ve nel suo pro ce sso di con version e è la lettura d ella vita di sant a te re sa d a vila in una notte d e stat e d el 192 1 ra cco nta p re si ca su alme nte un libro dalla bibliote ca p ort a va il titolo vita di sant a tere sa na rrata d a lei ste ssa co minciai a leg ge re e non potei più la sciarlo fin ché n on eb bi finito qu ando lo ri chiu si mi di ssi que sta è la verità la sua ri cerca quindi era arrivata a com pime nto il suo ca m mino a ve va raggiu nto la meta a ve va cono sciu to una verità ultima una verit à in cui tutte le altre ve rità si fond ano ave va in co ntra to dio co sì la brillante ri ce rcatri ce la gio va ne filo sof a ebre a n el gen naio d el 192 2 ri ce ve il batt esi mo nella chie sa catt olica l e sue rice rche però non ce ssan o poi ché a de sso è dio l og getto d elle sue spe culazio ni co min cia allora una pote nte o pe ra di apo st olato n el mo ndo girand o di città in citt à per co n veg ni con feren ze e incont ri il suo cuo re pe rò no n si acquie ta sente ch e il ca mmino non è finito il su o cu ore è attratto d al ca rm elo dal qu el giardin o tutto o rienta to ve rso maria edith sente che m aria le è vicin a si se nte d a lei guidata se nte ch e solo att ra ve rso di lei man o nella ma no con l ei mod ello perfett o di amo re e don a zione di sé pot rà rag giung ere dio s ent e ch e il su o d e stino è quello di vivere nella co nte mpla zione nella preghie ra nel de sert o de side ra a bitare il silen zio prop rio co me m aria pe r e ssere ri cetti va alla verità ch e a mm ae st ra dal di de ntro e co sì il 2 1 aprile 1 938 suo r te re sa ben ede tta della cro ce emett e la p rof essio ne p erpetu a ed ent ra nel ca rmelo di colonia m a sia mo n egli anni della perse cuzio ne de gli ebrei ed il suo nom e è nei libri ne ri della p olizia hitle riana sotto la vo ce non a riana e co st rett a q uindi a d e spat riare in olan da nel co nvento carmelitano di e cht qui co ntinua i suoi scritti di spiritu alità e si im merge total ment e nel me ssa ggio della cro ce fino a d a rri va re ad off rirsi nella preghie ra qu ale vittima pe r la ripa ra zion e d ell odio e d ella ingiu stizia e ad in vo ca re misti ca ment e su di sé il dolore della sua famiglia e del suo pop olo il 2 ago sto 19 42 d ue gu ardie della ge stap o la prele va no dal con ve nto pe r condu rla al ca mp o di st erminio di au sch witz fin o all ultim o ist ant e della sua vita edith re st erà fe dele al su o cred o e al de siderio di se rvire la vita qu ella vita ch e sta va no p er t oglierle nel ca mp o di co ncent ra ment o si p rodigh erà in mille modi pe r dare co nfo rto alle donn e e ai loro ba mbini co nsoland o aiuta ndo tranq uillizzan do il 9 ag o sto edith va rca la soglia della ca me ra a ga s ratifican do col ma rtirio un a vita spe sa nella ricerca della ve rità un ca m mino ch e attra verso la prof ondità di vita e di pe nsie ro il silen zio e la p reg hiera le ha ott enut o la gra zia divina che le ha re so e vide nte la ve rità di dio e dell uomo di lei pap a gio va nni p aolo ii ch e l ha dichiarata sant a nel 199 8 ha detto un a perso nalità che po rta nella sua int en sa vita un a sinte si d ra mma tica del no st ro secolo carla buda

[close]

Comments

no comments yet