Notiziario_Nave_1_2019

 

Embed or link this publication

Description

Notiziario_Nave_1_2019

Popular Pages


p. 1

Anno XLIII - n.1 APRILE 2019 Periodico dell’Amministrazione Comunale di Nave www.comune.nave.bs.it Stampa con carta riciclata

[close]

p. 2

IL TUO COMUNE COMUNITA’ DI NAVE Notiziario dell’Amministrazione Comunale Direttore Responsabile Bertoli Tiziano Redazione Giada Stefana Luca Ruggeri Piotti Amedeo Zucca Elisabetta Autorizzazione Tribunale di Brescia n. 33 del 21.11.1983 Impaginazione e stampa Staged Srl Officine Grafiche– San Zeno Naviglio (Bs) In copertina Cartoline da Nave - Foto Fabiano Faini www.comune.nave.bs.it redazionenotiziario@comune.nave.bs Per la pubblicità su questo Notiziario COMUNE DI NAVE REDAZIONE NOTIZIARIO COMUNALE Tel. 030 2537414 redazionenotiziario@comune.nave.bs.it VUOI ESSERE INFORMATO DEGLI EVENTI, NOVITA’... DEL TUO COMUNE? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ON LINE!!!!! È semplice: vai sulla home page del sito www.comune.nave.bs.it nella sezione “Novità sul portale” (in fondo a sinistra della home page) e segui le semplici istruzioni riportate. Invita un amico ad iscriversi alla newsletter! In regalo per entrambi un lettore smart card o una lampadina a basso consumo energetico. Per info e ritiro (prima telefonare): Sig. Giancarlo Bruno - Tel 0302537411 email: urp@comune.nave.bs.it 2 Comunità di Nave - APRILE 2019 NUMERI UTILI Centralino.......................................................... 030 25 37 411 Anagrafe............................................................ 030 25 37 402 Asilo Nido.......................................................... 030 25 33 583 Biblioteca........................................................... 030 25 37 486 Farmacia............................................................ 030 25 30 346 Informalavoro................................................... 030 25 37 429 Polizia Locale................................................... 030 25 37 409 U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico.......800 240 631 Villa Zanardelli................................................. 331 82 73 602 Villa Zanardelli......................................... Fax 030 25 35 149 Fondazione Villa Fiori.................................... 030 25 30 393 Istituto Comprensivo..................................... 030 25 37 492 Ufficio Postale.................................................. 030 25 30 151 Guardia Medica............................................... 030 83 77 132 A.S.L. Nave........................................................ 030 89 15 357 A.S.L. Nave ............................................... Fax 030 89 15 355 Centro prelievi Nave...................................... 030 20 54 850 Spedali Civili-Osp. di Gardone V.T prenotazioni esami e visite............................030 22 44 66 C.O.S.P................................................................ 030 21 16 009 Carabinieri Nave............................................. 030 25 30 138 Numero Unico di Emergenza..........................................112 Servizio Antincendio....................................................... 1515 Numero Verde Emergenze Protezione Civile.................................................800 013 083 EROGASMET.................................................... 030 27 89 411 ASM..........................................................................800 011 639 ENEL...................................................................... 800 900 800 INFO E CONTATTI: Mercoledì 9.30-11.30 presso il Municipio per appuntamento: tel.030 2537434 informalavoro@comune.nave.bs.it www.comune.nave.bs.it I Notiziari pubblicati dall’anno 2003 sono liberamente scaricabili in formato PDF sul sito www.comune.nave.bs.it alla pagina Comunichiamo - Notiziario Comunale Anni Precedenti

[close]

p. 3

Buongiorno Nave! Tiziano Bertoli Sindaco di Nave Approfitto di questo numero del notiziario comunale per portare a conoscenza i Cittadini degli ultimi sviluppi dei progetti presentati da Duferco relativamente al sito di via Bologna. grado di soddisfare le esigenze di picchi produttivi e rispondenti alle più recenti e stringenti normative; si possono fare in sostituzione di quelle obsolete ed in siti più idonei. Nave ha già pagato tanto in passato a li- L’Amministrazione Comunale ha organizzato l’11 febbraio scorso, in un vello ambientale e molti problemi sono ancora presenti: aree industriali affollatissimo teatro S. Costanzo, un incontro pubblico alla presenza di dismesse e discariche; siamo obbligati a molteplici vincoli derivanti dalle rappresentanti istituzionali, di movimenti, di associazioni e dei comitati centrali elettriche e a metano e dagli innumerevoli tralicci ed elettrodot- sorti per contrastare i progetti di Duferco, preoccupati della situazione ti. Ci siamo impegnati a migliorare l’esistente ed a salvaguardare l’am- ambientale che tali interventi potrebbero pregiudicare. biente e su questa strada vogliamo proseguire. Per meglio comprendere le problematiche ed evidenziare le complessità Sugli altri due progetti di Duferco relativi al trattamento di materia- di tali temi, che in molti casi esulano le decisioni comunali, informo su li classificati come rifiuti (scorie e rottame), oggetto di Conferenza di quanto avvenuto successivamente a tale data. servizio in Provincia di Brescia dell’8 febbraio scorso, essendo scaduto Il 22 Febbraio 2019 la Commissione per il paesaggio del Comune di il termine dell’istanza, la pratica è decaduta ed archiviata non essendo Nave, che esprime su temi come questo parere consultivo non vincolan- intervenute novità dal punto di vista normativo e legislativo. L’azienda e te, per quanto di sua competenza ha espresso parere non favorevole, in l’intero comparto siderurgico aspettavano un decreto legge che modifi- quanto vi è un eccessivo impatto percettivo ed invasivo rispetto all’intor- casse la sentenza del Consiglio di Stato che vieta la possibilità di trasfor- no, ed il progetto è carente di ipotesi di mitigazione. Successivamente il mare in prodotto primario e secondario la lavorazione dei rifiuti. Dufer- verbale è stato inviato alla Soprintendenza. co, in una lettera del 21 Marzo indirizzata a Provincia, ha dichiarato di Il 27 febbraio 2019 Arpa Lombardia ha risposto negativamente in meri- voler proseguire il progetto per il trattamento dei rottami. to alla richiesta del Comune di Nave, con disponibilità a compartecipare In riferimento alle linee di lavorazione scorie e rottame (presenti nel pia- alle spese, di “installazione centralina per il rilevamento della qualità no di riconversione della ex Stefana), la nostra posizione è più articolata. dell’aria nel territorio del Comune di Nave”, ed ha motivato il diniego Siamo favorevoli alla cosiddetta “economia circolare”, il reimpiego di re- confermando la correttezza dei loro dati sulla qualità dell’aria rilevata sidui di produzione ferrosa anzichè continuare a cavare sabbia e roccia, dalle centraline limitrofe installate a Brescia ed in Val Trompia. Il Co- miste a derivati del petrolio. Le scorie, se trattate adeguatamente (maci- mune può richiedere ad Arpa, cosa che farà sicuramente, l’istallazione nate a freddo), possono essere impiegate negli asfalti e nei calcestruzzi di centraline mobili entro il mese di Novembre per analisi campione. come si fa già in tanti siti industriali ma, per assenza di normativa in Valuteremo altresì la possibilità di installarne anche autonomamente. merito, non vengono autorizzati nuovi impianti. L’8 Febbraio sembrava una data discriminante per la presentazione Abbiamo visitato, unitamente ai consiglieri comunali, ai rappresentan- di osservazioni e di raccolta firme, infatti il Comune di Nave con altri ti sindacali e del comitato, l’Alfa Acciai di Brescia, per vedere come si Comuni, Associazioni, Comitati e Cittadini l’hanno rispettata, ma la svolgono queste lavorazioni. Rispetto ai progetti Duferco queste sono Commissione Aia del Ministero dell’Ambiente ha invitato gli enti par- all’aperto e non al chiuso dei capannoni, per cui in Conferenza di ser- tecipanti al gruppo istruttore a reinviare osservazioni o integrare quelle vizio abbiamo chiesto garanzie sulle polveri, sul rumore di ogni singolo precedentemente presentate, entro il 19 Marzo. Il Comune di Nave, il 15 impianto e generale, sul recupero delle acque e la localizzazione paesag- Marzo, in una relazione del Sindaco componente del gruppo istruttore, gistica e ambientale degli impianti e dei materiali e sollevato il tema del ha ribadito la propria contrarietà alla realizzazione della centrale a tur- traffico e della viabilità. bogas e comunicato le numerose osservazioni tecniche da inserire nel Visiteremo altri siti industriali, continueremo ad informarci, program- parere istruttorio conclusivo (PIC). Ad oggi la Conferenza di Servizi meremo incontri pubblici specifici e proseguiremo il confronto con presso il Ministero dell’Ambiente non è stata ancora convocata. Duferco e le rappresentanze sindacali poiché vogliamo che questo im- Nei primi giorni di marzo la Consigliera regionale bresciana France- portante gruppo industriale rimanga a Nave, dia risposte positive ai pro- sca Ceruti in un question time ha posto il tema della centrale a turbo- blemi occupazionali dei lavoratori e del territorio e proponga lavorazio- gas Duferco con risposta da parte degli uffici dell’Assessore regionale ni e produzioni innovative, ambientalmente sostenibili. Non vogliamo all’Ambiente. che quegli enormi spazi, se non utilizzati, possano diventare negli anni Mercoledì 20 Marzo scorso si è riunita la Commissione Ambiente di un’ulteriore area dismessa. Regione Lombardia per discutere in merito all’interrogazione del 31 Ringrazio i tanti cittadini che hanno espresso posizione,le istituzioni e Gennaio scorso del consigliere bresciano Gianantonio Girelli. L’Assesso- i rappresentanti delle stesse che sono intervenuti, le associazioni, i Co- re Cattaneo è stato preciso: la normativa regionale non consente la co- mitati, i tanti che hanno manifestato perplessità, chiarimenti e timori. struzione di una centrale a turbogas a Nave ed in altri comuni ricadenti Ringrazio del clima civile riscontrato nell’incontro pubblico al teatro nella fascia 1, ex area critica lombarda. San Costanzo, poichè quando si discute su questi temi non sempre è Con questa dichiarazione vengono avvalorate le posizioni di tutte le os- così; ringrazio della vicinanza rispetto alla lettera anonima minatoria e servazioni presentate, nelle quali si sostiene che la centrale turbogas ha ingiuriosa speditami a casa, oggetto di indagine dei Carabinieri e della fini commerciali e che Brescia, allo stato attuale, non soffre di carenza Commissione ordine pubblico e sicurezza coordinata dalla Prefettura. di energia elettrica. Il nostro percorso, che ad alcuni è sembrato lento, (l’iter istruttorio si Ora, aspettiamo la discussione alla Camera dell’interrogazione dell’ono- concluderà entro giugno 2020) è sempre stato lineare e responsabile, a revole Bazoli; speriamo che la risposta non sia così vaga come quella difesa e tutela dell’ambiente e del territorio, con l’obbiettivo di trovare del ministro Fraccaro all’interrogazione al Senato del senatore bresciano la massima condivisione politica, istituzionale e sociale. Ora tocca al Maffoni e che questa volta il Ministro dell’Ambiente Costa risponda in Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, competenti per la prima persona. centrale a turbogas, prendere posizione in queste procedure lunghe e Come detto nei vari comunicati e in prese di posizioni ufficiali, non sia- complesse, contestualizzare il problema e recepire le istanze dei Cittadi- mo contrari alla costruzione di queste centrali di nuova generazione in ni e delle Istituzioni locali. Comunità di Nave - APRILE 2019 3

[close]

p. 4

IL TUO COMUNE Digitalizzazione Matteo Il punto su PagoPA e sullo streaming dei Consigli Comunali Franzoni Assessore Proseguiamo la rassegna delle principali novità nel processo di trasformazione digitale della PA, avviato con il notiziario di dicembre (in cui si era presentato l’avvio dell’ana- altri operatori), allo strumento di pagamento (es. carta di credito o di debito, bollettino postale, bonifico bancario) ed al canale (es. sportelli fisici, home banking, ATM, mobile o web), dando grafe nazionale della popolazione residente - ANPR). completa trasparenza sui costi di commissione offerti dai Pre- Presentiamo ora una nuova piattaforma digitale, che semplifi- statori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al sistema. cherà notevolmente il rapporto tra Pubblica Amministrazione e cittadini ed imprese, ovvero di PAGOPA. Tratteremo poi anche di quello che probabilmente può essere considerato, sono i Cittadini a dircelo, il fiore all’occhiello della comunicazione del Comune di Nave: lo streaming dei Consigli Comunali di Nave, per il quale, più che di digitalizzazione, è opportuno parlare di democrazia digitale. Nave e Provincia di Brescia In questo contesto, ed in linea con le linee guida definite dall’Agenzia per l’Italia Digitale, la Provincia di Brescia ha progettato e realizzato a favore degli Enti aderenti e dei suoi cittadini il Portale unico multi ente per la gestione dei pagamenti nel sistema PagoPA. Il Comune di Nave, supportato appunto dalla Provin- Cos’è Il Codice dell’Amministrazione Digitale impone alle Pubbliche Amministrazioni l’obbligo di accettare i pagamenti, a qualsiasi titolo dovuti, anche con l’uso delle tecnologie digitali, e per farlo devono avvalersi della piattaforma tecnologica nazionale deno- cia, ha aderito a Pago PA ed ha attivato, per ora il pagamento on line dei seguenti 5 servizi: • Canoni di concessione/locazione su beni, terreni, edifici comunali • Utilizzo impianti sportivi • Utilizzo sale e spazi comunali • Rette asilo nido minata “PagoPA”, • Richiesta servizi cimiteriali Cui aggiungere, gestiti dall’Unione dei Comuni della Valle del I vantaggi Garza, i seguenti 2 servizi: “PagoPA”, nasce non solo per dare la • Servizio pre/post scuola possibilità a cittadini e imprese di ef- • Violazione del codice della strada fettuare qualsiasi pagamento verso le PA in Nei prossimi mesi verrà ampliato il numero dei servizi che cit- modalità elettronica, ma anche per offrire loro la tadini ed imprese potranno pagare on line, ampliamento di cui più ampia libertà di scelta rispetto al Prestatore di servizi di verrà data tempestiva ed ampia informazione sul sito Comunale. pagamento preferito (es. banca, istituti di pagamento, poste ed Per approfondire: www.comune.nave.bs.it - banner Pagopa Lo streaming dei Consigli Comunali. Arrivano nuovi sponsor! Come detto nelle premesse, a differenza dei progetti ANPR e PagoPA (processi guidati e coordinati dalla PA centrale), lo streaming dei Consigli Comunali è un progetto di democra- I costi - gli sponsor Per non gravare sul bilancio Comunale, e quindi sulle tasche dei cittadini, fin dal 2014 abbiamo scelto di finanziare lo streaming zia digitale, finalizzato ad ampliare i contenuti di informazione e tra- grazie al contributo di sponsor, fino ad ora Aziende che operano sparenza, voluto e gestito in totale autonomia dal Comune di Nave. sul mercato nazionale ed internazionale. Ed eccoli, i sostenitori della nostra iniziativa: Descrizione dell’iniziativa. - Ristorante La Casa nel Bosco – Nave Lo streaming, avviato nel 2014, costituisce la punta di diamante - Intred Spa- EIR Telecomunicazioni - Brescia della comunicazione e della trasparenza del Comune di Nave. I - Nexive Spa - Milano numeri (Fonte: google analytics) lo dimostrano: dal suo lancio - Edenred Italia Srl – Milano nel 2014 al 28 marzo 2019, lo streaming ha avuto ben 11.530 vi- sualizzazioni, corredate da 138 interazioni (commenti etc) e 141 Se lo streaming del Comune di condivisioni. Nave è stato e continua ad es- La parte del leone l’ha fatta la diretta streaming della serata “Cen- sere un esperienza di successo, trale turbogas Duferco” l’undici febbraio dal Teatro S. Costanzo, molto lo si deve anche a questi con un picco di quasi 300 visualizzazioni durante la diretta ed un nostri sostenitori. totale complessivo, al 28 marzo, di 2.844 visualizzazioni. Molti Comuni guardano a Nave come esempio da seguire. I nu- Come vedere lo streaming meri ci dicono che quella che al momento del lancio di questa È semplice. La sera in cui si tiene il consiglio comunale vai sul sito servizio era un’idea, l’idea appunto di una di democrazia anche internet del Comune – www.comune.nave.bs.it e nella home page digitale, ora è una realtà consolidata e di successo. (a metà pagina a destra) clicca sul banner sopra riportato: verrai Un successo di cui un grande merito è senz’altro ascrivibile all’a- reindirizzato automaticamente sul canale Youtube ® del Comune. zienda che lo realizza, Uovo di Colombo, giovane e dinamica im- In questa pagina inoltre puoi vedere tutti i precedenti consigli co- presa Valtrumplina. munali in versione registrata. 4 Comunità di Nave - APRILE 2019

[close]

p. 5

IL TUO COMUNE Un modo ancora più semplice per vedere lo streaming: iscriviti alla newsletter on line del Comune di Nave. In questo modo riceverai sulla tua email la notizia con il link per accedere allo streaming. Con la newsletter, inoltre, sarai sempre aggiornato su tutti gli eventi e le novità del Comune di Nave. Iscriversi è semplice. Vai sul sito internet del Comune e nella home page a destra clicca sull’immagine che vedi a destra e segui le semplici istruzione riportate. Donazione di organi e tessuti Una scelta in Comune! PromossadalMinisterodellaSalute,insiemealleAssociazioni e al Centro Nazionale Trapianti, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il 14 aprile è stata celebrata la “Giornata Nazionale Donazione e Trapianto di Organi e Tessuti”. Al riguardo ricordiamo che, da febbraio 2016, il Comune di Nave ha aderito al progetto “Una scelta in Comune”, con il quale il cittadino maggiorenne, in fase di rinnovo/rilascio del documento d’identità, può, se vuole, manifestare la propria volontà alla donazione degli organi e tessuti dopo la morte firmando una dichiarazione di consenso o diniego in duplice copia, una consegnata al dichiarante, una conservata agli atti in archivio e inviata telematicamente al SIT (Sistema Informativo Trapianti) al fine di consentire l’immediata consultazione dei dati da parte dei Centri regionali per trapianti. A marzo 2019, le dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti hanno raggiunto, a livello nazionale, quota 5 milioni.!!!! E, come riconosciuto dal Ministero della salute “È proprio il progetto “Una scelta in Comune” a trainare la crescita esponenziale delle dichiarazioni. Dall’inizio del 2019 nel Sistema informativo trapianti del Cnt ne sono state inserite già oltre 560mila, in media più di 8mila per ogni giorno lavorativo: un aumento del 12,6% in quasi tre mesi. Complessivamente negli ultimi 15 mesi c’è stato un vero e proprio raddoppio: siamo passati dai 2,5 milioni di registrazioni del dicembre 2017 ai 5.007.024 di oggi. Sul totale dei cittadini che si sono espressi, i consensi alla donazione sono 4.003.533 (80%) mentre le opposizioni sono 1.003.491 (20%). La maggiore propensione a dire “sì” alla donazione si riscontra tra i 30-45enni, equamente divisi tra donne e uomini.” Anche dalle pagine del Notiziario, ribadiamo quindi l’invito a tutte/i le cittadine/i ad aderire all’iniziativa: sono i donatori a rendere possibili i trapianti e a permettere di salvare migliaia di vite ogni anno, all’interno di un sistema trasparente ed efficace di cui ci si può fidare. La donazione può non solo salvare molte vite minacciate o limitate da gravi malattie, ma è un gesto che permette di contribuire a dare un nuovo impulso alla vita. Ogni ulteriore informazione potrà essere acquisita collegandosi all’indirizzo: http://www.trapianti.salute.gov.it Maggio 2019: chiude il Dispensario ed apre la nuova Farmacia a Cortine Come noto, ad agosto 2016, nella frazione di Cortine di Nave, era stato avviato il Dispensario Farmaceutico, gestito dalla Nave Servizi Srl, società interamente partecipata del Comune e già gestore della Farmacia Comunale di Nave. Una scelta, quella dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Bertoli, dettata dalla necessità di offrire un’assistenza farmaceutica ad un territorio scarsamente servito ed ad una popolazione costituita in larga parte da persone anziane, maggiormente in difficoltà a muoversi con mezzi propri. Proprio per venire incontro a tali esigenze, il dispensario era stato collocato nel centro della frazione, di fronte alla chiesa parrocchiale di San Marco ed in prossimità delle principali attività commerciali del piccolo centro abitato, facilmente raggiungibile dai residenti dell’intera frazione, e con comodi parcheggi nelle immediate vicinanze. La nuova Farmacia Come da normativa, l’attivazione del dispensario era stata richiesta dal Comune ed autorizzata dalla Regione Lombardia, esclusivamente nell’attesa dell’apertura della nuova sede farmaceutica, la terza prevista dalla pianta organica. Ecco quindi che, terminata la complessa procedura del concorso indetto da Regione Lombardia, la farmacia è stata ora assegnata alla Dr.ssa Colombi Marina (già titolare dell’omonima farmacia nel Comune di Bione). Informazioni Il dispensario chiuderà la propria attività nel mese di maggio, e contestualmente verrà aperta la nuova farmacia. La sede della nuova Farmacia sarà la stessa del Dispensario, ma verranno ampliati gli orari di apertura al pubblico. Cogliamo quindi l’occasione per ringraziare lo staff di Nave Servizi per l’egregio lavoro svolto nel dispensario e per augurare un in bocca al lupo alla nuova farmacia. Comunità di Nave - APRILE 2019 5

[close]

p. 6

SCUOLA Kaki tree project La rinascita del tempo Il “Kaki Tree Project – La rinascita del tempo” prende avvio dal desiderio di piantare una pianticella di “seconda generazione dell’albero di cachi sopravvissuto al bombardamento atomico” di Nagasaki. L’albero madre sopravvisse al bombardamento atomico del 1945 nonostante fosse rimasto con metà del suo tronco bruciato. In seguito, Masayuki Ebinuma, un arboricoltore, curò l’albero e da esso fece nascere delle pianticelle di seconda generazione. Trasmettiamo ai bambini del futuro i messaggi del potere della forza della vita e della tenacia nel superare le difficoltà che queste pianticelle di seconda generazione dell’albero di cachi sopravvissuto al bombardamento atomico ci comunicano. Impariamo l’importanza della Pace e il prezioso valore della vita allevando questa pianta. Virna Vischioni Assessore “Revive time” Kaki tree project Èstata una bellissima giornata il 16 marzo! Il lavoro al Kaki Tree Project parte l’anno scorso, quando l’Amministrazione Comunale decide di aderire a questa iniziativa e si mette in contatto con Francesco Foletti, il referente per l’Italia del progetto. Inizia la corrispondenza con il Giappone, nella quale spieghiamo cosa ci piacerebbe fare per l’arrivo della pianticella e ad ottobre il Sig. Yuko Okumura ci scrive che la nostra domanda è stata accolta e ci invitano ad inviare un programma della cerimonia ben definito e le iniziative, relative alla pace, che organizzeremo per i prossimi dieci anni; la foto del luogo scelto per piantare il Kaki e la motivazione della scelta. Il luogo che abbiamo scelto è Villa Zanardelli per diversi motivi: è uno spazio aperto a tutta la cittadinanza, immerso nel verde, dove si può venire a passeggiare in tranquillità; è un lascito della famiglia di Giuseppe Zanardelli e quest’ultimo fu il primo Sindaco di Nave, oltre ad essere stato il Ministro di Grazia e Giustizia che ha abolito la pena di morte in Italia; il lascito aveva l’indicazione che la villa fosse ristrutturata per creare delle residenze per gli anziani, i nonni che rappresentano la nostra storia e la nostra memoria. E noi tutti dobbiamo fare memoria dei fatti successi nel passato, anche di quelli così tragici per lavorare tutti insieme per fare in modo che non succedano più. Cogliamo l’opportunità per ringraziare il nostro Istituto Comprensivo, la dirigente, gli alunni e gli insegnanti per la preziosa collaborazione e i bellissimi lavori svolti. Ed inoltre desideriamo ringraziare: • La Banda S. Cecilia • Il Gruppo Amici di Villa Zanardelli • La Biblioteca Comunale di Nave • Il Comitato del Kaki Tree Project • Il Circolo M.C.L. • La cooperativa Futura/l’Atelier LiberAlarte • La cooperativa La Vela • La Pinacoteca dell’età evolutiva di Rezzato. Grazie a loro e a tutti i volontari che hanno contribuito al progetto e a tutti coloro che continueranno a crederci in futuro. Importante è stato arrivare a piantumare questa pianticella ed ora come comunità aiutiamola a crescere! 6 Comunità di Nave - APRILE 2019

[close]

p. 7

SCUOLA Haiku In occasione dell’evento della piantumazione dell’albero di kaki proveniente da Nagasaki, le docenti di lettere della scuola Galileo Galilei hanno proposto a tutti gli alunni un concorso di poesie haiku. L’occasione ha permesso alle classi coinvolte sia di ragionare intorno al tema della guerra e della rinascita, visibile concretamente nell’albero piantato, che di affrontare lo studio di una tipologia testuale poco conosciuta eppure capace di creare testi di forte impatto emotivo e visivo. I testi ispirati al tema della pace pervenuti alle docenti sono stati molto numerosi, più di cinquanta, tra i quali ne sono stati selezionati sei, pregevoli per il rispetto dello schema metrico e soprattutto per la forza evocativa delle immagini. Ai vincitori è stata consegnata una targa e un premio, in ricordo dell’evento a cui hanno partecipato con grande impegno e serietà. Prof.sse Belleri e Pavia 1° Classificato: Serena Papetti classe 2^E Anche l’albero più antico Si confonde Nel rosso dell’autunno 2° Classificato: Marco Corsini classe 3^A Ultima pianta Bomba senza senso Ramo bambino 3° Classificato: Mattia Loda Classe 1^B La prima brina Sbianca gli alberi spogli Il ghiaccio trema Menzione speciale: Andrea Zanni Classe 2^E Totalmente immersi nella notte All’improvviso La luna calma Menzione speciale: Victoria Zucchini Classe 1^A Nel cielo vuoto Fiori di pesco rosa Ondeggiano Menzione speciale: Michael Scaglia Classe 3^A La stella alpina Una luce abbagliante Tra rocce grigie Riflessioni dei bambini di classe 4a della Scuola Primaria • La cerimonia cui abbiamo partecipato per il Progetto Kaki Tree è stata coinvolgente • Partecipare a questo progetto che si è sviluppato in tutto il mondo è stata un’esperienza favolosa • La piantumazione di una piantina di kaki è simbolo di pace, speranza e rinascita • Questo progetto ci ha coinvolto con passione e sensibilità • Attraverso l’albero di kaki si trasmette l’importanza della pace e la dignità della vita • Abbiamo imparato che la guerra è una cosa malvagia, la pace è una conquista • Noi siamo coloro che devono trasformare questo mondo in un posto migliore perché tutti gli uomini siano amici • Questa pianticella di kaki ispira questi ideali: il risveglio della nostra coscienza di pace e rispetto dei diritti umani sempre e ovunque, la comprensione e la solidarietà, l’amicizia tra i popoli e il rispetto per l’ambiente e la Terra che ci ospita I kaki di Nagasaki Tanti anni fa in due grandi città, come ogni mattina, bimbi a scuola, papà al lavoro e mamme in cucina. Alberi e fiori in ogni giardino, montagne, chiesette, case, era bello ogni angolino. Da lontano gli aerei che fanno la guerra, sganciano una bomba verso la terra. Esplode in alto, col suo muso lungo, fa fumo a forma di fungo. Crollano case, fa morire tutto, persone alberi e fiori... tutto distrutto. Questo veleno è radioattivo, fa ammalare tutto quello che resta vivo. ...ma si è salvato a Nagasaki un po’ ammalato, un albero di kaki. Curava gli alberi il signor Masayuchi dai kaki ammalati, altri kaki sani, son cresciuti. Tante piantine sono nate, in ogni angolo del mondo son state piantate. Così su tutta la terra, i kaki gridano “MAI PIU’ LA GUERRA” Se ognuno ascolta la voce del cuore SI’ ALLA PACE, SI’ ALL’AMORE I bambini di 5 anni e le maestre della Scuola dell’Infanzia “G. Rodari” Comunità di Nave - APRILE 2019 7

[close]

p. 8

SCUOLA “In Pace i figli seppelliscono i padri, mentre in Guerra sono i padri a seppellire i figli” (Erodoto – Le storie) Quest’anno è stato proposto all’Istituto Comprensivo di Nave di aderire al “Kaki Tree Project”. Nessun dubbio abbiamo avuto a dare manforte ai Comuni di Nave e Caino nei quali è inserito ed opera il nostro istituto per la realizzazione del progetto. Il tema della pace è molto sentito nelle due comunità ed all’interno dell’Istituto ed ogni anno varie iniziative vengono realizzate congiuntamente con le nostre Amministrazioni comunali. Educare i giovani alla cultura della pace con un significativo sguardo ad un passato di orrore e morte è compito di tutti. Ciò, infatti, che sopravvive alla distruzione ed alla morte alimenta la speranza di un futuro, perché un futuro senza speranza non è nulla. Come ha detto Papa Francesco in occasione della seconda edizione dell’Incontro Internazionale Uomini e Religiosi promosso dalla comunità di Sant’Egidio nel 2014 “Dobbiamo essere costruttori di pace e le nostre comunità devono essere scuole di rispetto e di dialogo con quelle di altri gruppi etnici o religiosi, luoghi in cui si impara a superare le tensioni, a promuovere rapporti equi e pacifici tra i popoli e i gruppi sociali ed a costruire un futuro migliore per le generazioni a venire”. La dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo dott.ssa Paola Alberti La pace non è un sogno, ma un impegno Raccontare il senso di quanto è stato proposto e si è concluso con la celebrazione del 16 marzo a Villa Zanardelli non è facile per me, perché è un insieme di emozioni che ho pravvissuto al bombardamento atomico di Nagasaki, ci comunica quanta forza e tenacia occorra per superare le difficoltà. Abbiamo accolto l’invito di allevarla e seguirla nella sua crescita… vissuto e fatico ad esporre. Vedere tanti bambini, ragazzi, adulti Mi piace concludere con la frase premiata del concorso “Una me- genitori, insegnanti e persone mature mi ha confortato e comu- tafora di pace”: nicato un segno di speranza e di ottimismo. “La pace è un albero vivo ed i bambini sono i suoi semi nel mon- È possibile educare alla pace, essere donne e uomini di pace. do”. La Scuola ha creduto da subito in questo progetto, perché ha Auguro a tutti che questo messaggio possa volare nel vento. compreso l’importanza di far risvegliare nei bambini e nei ragaz- Ecco questo ho respirato quel sabato… Tanti, insieme e… non è zi la nostalgia di un ambiente che può essere nuovo, vero, di pace. stato solo un bel sogno! GRAZIE A TUTTI!! La pianticella di seconda generazione dell’albero di kaki, so- Un’insegnante Il palloncino ritrovato Buongiorno, sono una mamma, mi chiamo Luisa. Domenica scorsa, passeggiando con i miei bimbi tra i campi e i boschi della nostra zona abbiamo trovato un palloncino arancione appeso ad un ramoscello… i miei due bambini molto curiosi son corsi a prenderlo e con loro stupore hanno trovato due fogli uniti al palloncino. 8 Comunità di Nave - APRILE 2019 Erano dei messaggi di pace scritti da due bambini della vostra scuola. Vi allego le foto dei miei bambini felici con il palloncino in mano e la foto dei Vs messaggi. Vi ringrazio….è stato un momento molto bello. Un saluto a tutti i vostri bambini dai miei figli: Tommaso e Mattia Un saluto Luisa C. Molino di Altissimo (VICENZA)

[close]

p. 9

SCUOLA A scuola con PInAC 2018/2019 Il progetto “A scuola con PInAC” ha visto come consuetudine le classi 3° dell’Istituto Comprensivo di Nave impegnate in vari percorsi di arte e immagine ma, a differenza degli anni precedenti, collegate all’obiettivo specifico dell’evento del Kaki Tree. I bambini di ogni sezione hanno lavorato pensando ad un’operazione collettiva nella quale hanno confluito gli elaborati prodotti dalle singole classi. L’idea che sottendeva al progetto, infatti, era quella di partire dalle singole individualità per realizzare un’opera partecipata, costituita da vari frammenti che insieme hanno dato vita ad un’installazione comune. Si è partiti da una forma simbolica, quella dell’infinito, che rimanda ai concetti di rinascita e rigenerazione; il segno dell’8 ribaltato è stato costruito con scarpe dismesse, vissute e quindi precedentemente indossate dai bambini stessi, e, in questo modo, sono entrati con la loro esperienza a far parte del lavoro esposto. Le scarpe rimandano ai piedi, all’andare, a non fermarsi e sono il corrispettivo della base dell’albero, orgogliosamente radicato alla terra e determinato a sopravvivere. Hanno accompagnato l’installazione una serie di disegni delle scarpe fiorite - GERMOGLI - realizzati con la tecnica della china, alla maniera della pittura giapponese come omaggio alla cultura orientale. La seconda installazione collettiva si è ispirata all’opera del grande artista Alighiero Boetti “Io che prendo il sole a Torino” divenuta IO CHE PRENDO IL SOLE A NAVE: durante l’at- tività i bambini hanno realizzato varie impronte delle loro mani, attraverso un semplice gesto, quello di impugnare un grumo di terra e imprimendo in esso la traccia della propria identità. L’insieme delle impronte ha permesso di costruire una figura gigantesca che rappresenta ciò che l’uomo può diventare in potenza, ciò che può cambiare, come può agire. Al posto della farfalla di Boetti è stata collocata una piantina che sta germogliando. Nella mostra è stato possibile ammirare una prospettiva di teli di plastica decorati con disegni rappresentanti gli elementi che compongono le piante di cachi – UN BOSCO DI CACHI – e molte immagini di disegni e collages che propongono inquadrature dei particolari dell’albero (fiori, frutti, foglie), circondati da uccelli golosi e insetti impollinatori – GUSTOSI E DOLCISSIMI – Ringraziamo i professionisti di PInAC che hanno accompagnato i nostri studenti nella realizzazione della mostra, le insegnanti che li hanno stimolati nelle riflessioni ed i genitori che si sono dati disponibili a tenere aperta la mostra allestita presso Villa Zanardelli nei fine settimana. Premi di studio agli studenti meritevoli nell’anno scolastico 2017/2018 Il 20 febbraio scorso si è svolta, presso la Sala Consiliare, la cerimonia di consegna degli assegni di studio agli studenti che si sono distinti per profitto nell’anno scolastico 2017/2018. Molto significativo il discorso che don Erino Leoni ha tenuto ai ragazzi: citando G.K. Chesterton, ha fatto riflettere sull’importanza di apprezzare le “piccole” cose quotidiane che, se viste nella giusta maniera, possono trasformarsi in “grandi cose” ed ha sottolineato che “Il mondo non languirà mai per mancanza di meraviglie, ma soltanto quando l’uomo cesserà di meravigliarsi”. Alla presenza del Sindaco Tiziano Bertoli e dell’assessore alla Pubblica Istruzione Virna Vischioni, della dirigente scolastica Paola Alberti, sono stati premiati: Bodini Lorenzo e Fracassi Camilla, per aver conseguito il diploma di licenza conclusiva della scuola secondaria di I grado con valutazione 10/10; Arrighini Teresa, Belleri Mattia, Bianchetti Emma, Bragaglio Diego, Bresciani Lorenzo, Bussacchini Martina, Ceresoli Alessandro, Ceresoli Cristina, Ceresoli Marta, Comini Alessandro, Corsini Giulia, Dassa Andrea, Dossi Martina, Faini Matteo, Faini Vittoria, Fisogni Camilla, Leali Martina, Patti Alessia, Patussi Luca, Rimolo Gabriele, Rossi Elisa, Taboni Sara, Tameni Valentina, Tomasi Martina Gaia, Venturini Matteo, Zanotti Matteo, per aver ottenuto alla scuola secondaria di II grado una valutazione media non inferiore a 8,3/10; Belardi Valentina, Bragaglio Ilaria, Fasolo Lia, Mbao Khadim, Paolitti Federico, Pasotti Cristian, Tomaselli Giulia, Vendramin Luca, Viviani Federico, per aver conseguito il diploma di maturità con valutazione non inferiore a 90/100. Complimenti agli studenti per il loro impegno e per il senso di responsabilità che dimostrano utilizzando al meglio le loro doti; alle famiglie perché parte importante nel sostenere i giovani nel loro percorso di crescita e di vita. Comunità di Nave - APRILE 2019 9

[close]

p. 10

CULTURA MONTAGNA E LETTURA Roberta Paradisi Assessore La Biblioteca Comunale e il Club Alpino Italiano di Nave per l’anno 2019 propongono delle gite/escursioni per coniugare due passioni: quella della lettura e quella della montagna. Parliamo di “Montagna e Lettura”, iniziativa pensata per chi ama i libri e le storie e, allo stesso tempo, ha voglia di camminare in compagnia. Si inizia con tre itinerari facili con cadenza mensile a partire dal mese di aprile con la visita alla Rocca D’Anfo (Lago d’Idro), a maggio sulla Strada del Ponale (Alto Garda), a giugno al Rifugio Bozzi (Alta Valle Camonica) fino all’ultimo appuntamento nel mese di ottobre con un’escursione al Bivacco Linge (Alta Valle Camonica). Ma di cosa si tratta? Sono escursioni di un giorno in cui una volta raggiunta la meta i partecipanti avranno l’occasione di avere, tramite l’ascolto di una breve lettura, accenni culturali e/o di approfondimento sul luogo visitato e nel caso del primo itinerario un’intera visita guidata alla Rocca. Ma non solo, chi lo desidera potrà anche immergersi, circondato dalla natura, nella lettura individuale del proprio libro portato appositamente da casa. Le escursioni sono alla portata di tutti quelli che han voglia di camminare e di condividere con altre persone il piacere di scoprire, senza pretese, aspetti naturalistici, paesaggistici e culturali. Si ricorda che la Biblioteca Comunale all’interno del suo patrimonio documentario possiede una particolare sezione abbastanza fornita dedicata ai libri di montagna. Note tecniche Iscrizione e assicurazione Per la partecipazione a tali escursioni è necessario iscriversi entro il giovedì antecedente la data dell’escursione presso la sede CAI o presso la Biblioteca Comunale. Sfondo vettore creata da freepik - it.freepik.com All’atto dell’iscrizione chi non è tesserato socio CAI, dovrà versare una quota di € 8,00 per ogni gita per copertura assicurativa obbligatoria perché trattasi di attività ufficiale e non a titolo personale. Per chi fosse in possesso della tessera CAI con bollino dell’anno in corso, tale copertura è già garantita. Spostamenti Per raggiungere il punto di partenza verranno utilizzati i mezzi propri dividendo le spese viaggio. I dettagli delle escursioni e ulteriori costi sono riportati sul programma gite del CAI Nave. Per ulteriori informazioni contattare il CAI e-mail: cainave@ cai-nave.it o la Biblioteca Comunale tel: 030.2537486 e-mail: biblionave@comune.nave.bs.it. 10 Comunità di Nave - APRILE 2019

[close]

p. 11

Rassegna musicCaleULTURA FOUORI LUOGOdal 18 al 25 maggiotPasLzrttvroioaloasoaptSnnipalrceseeiilrageoifiaidztflscnmnrràipzidotiaoeadriraeantrseineseltmldqeosilidvalecaoudacaiiovhirlaipleonemzeetnodrioi,oeooeaodispqznpsdnnatacriurtoditeooeeiseasrnepetechntilastmlesir’oaptripirttnnosoepiiairtisrgrdaroasposidreoicemloeenoanncntplstitoodazosoFiozeelùoUtapiosaiocopnirlèiuOunnoeldsituglatprRltuaeroiulerIeetpcarigdrLinaceitaihUeumnaeszluinsielsiO.illnteasounaomnonGo,ectrstugeOdmcuiiuchsoieaecieaiedlcpcrflmdsaieoeiucsblersapaeoeilsstdsorvotcidsoeieisioaiagrtrtddrtritrpnrosaiiiàastricolgpfopiooroinlprecunpiaeiaardnbosooaetlciiibnrssczvlheetliohnzeeinmeac,,elo’m-etmoptia-te.ieau,-!rt-i! Comunità di Nave - APRILE 2019 11

[close]

p. 12

SERVIZI SOCIALI Reddito di cittadinanzal Reddito di cittadinanza è una misura di politica attiva del lavoro a garanzia del diritto al lavoro, di contrasto alla povertà Ie all’esclusione sociale. Marco Venturini Assessore • prelevare denaro contante presso gli ATM di Poste Italiane e gli ATM bancari in Italia per un importo massimo mensile di €. 100, moltiplicato per la scala di equivalenza prevista per la determi- La Pensione di cittadinanza (pdc) è un sussidio economico rivol- nazione del beneficio, to alle famiglie di anziani in difficoltà. • pagare le bollette delle utenze, CHI : possono essere beneficiari i cittadini: • pagare mensilmente, tramite un unico bonifico da Ufficio Po- • Essere cittadini italiani, europei o lungo soggiornanti e risiedere stale, la rata dell’affitto o del mutuo, in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa; • verificare il saldo sul sito www.redditodicittadinanza.gov.it da • ISEE inferiore a 9.360 euro annui; qualsiasi ATM di Poste Italiane, presso qualsiasi ufficio postale, • Patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazio- tramite Call Center di Poste. ne, fino ai 30.000 euro annui; OBBLIGHI: l’erogazione del beneficio è subordinata all’adesione • Patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può ar- ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimen- rivare fino a 20.000 per le famiglie con persone disabili. to lavorativo e/o all’inclusione sociale con attività al servizio della Non ha diritto al RdC il componente del nucleo familiare disoc- comunità, di riqualificazione rofessionale, di completamento degli cupato a seguito di dimissioni volontarie negli ultimi 12 mesi studi ed altri impegni individuati dai servizi competenti finalizzati successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per all’inserimento nel mercato del lavoro e all’inclusione sociale. giusta causa. Sulla base del profilo professionale del beneficiario, degli interes- DOVE: la domanda si può presentare, dal giorno 6 di ogni mese si e delle propensioni emerse nel corso del colloquio sostenuto presso POSTE ITALIANE/CAF/PATRONATI oppure online presso il centro per l’impiego o presso i servizi sociali comunali, suL sito https://www.redditodicittadinanza.gov.it/, accedendo tutti i beneficiari, ad eccezione di alcune categorie di persone, tramite SPID. sono tenuti ad offrire nell’ambito del Patto per il lavoro e del Pat- QUANDO: il beneficio decorre dal mese successivo a quello del- to per l’inclusione sociale la propria disponibilità per la parteci- la domanda per 18 mesi, trascorsi i quali può essere rinnovato pazione a progetti a titolarità dei Comuni, utili alla collettività, con la pausa di 1 mese. La pausa non c’è nel caso di pensione di in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di cittadinanza. tutela dei beni comuni, da svolgere presso il medesimo Comune COME: il beneficio economico è erogato attraverso la Carta RdC di residenza, mettendo a disposizione un numero di ore compa- con cui si può: tibile con le altre attività del beneficiario e comunque non infe- • effettuare acquisti solo su canale fisico in Italia, entro i limiti riore al numero di otto ore settimanali, aumentabili fino ad un della disponibilità della Carta, per le categorie merceologiche massimo di sedici ore complessive. definite e previste per la carta acquisti ordinarie, che potranno essere ampliate con decreto, Per info: https://www.redditodicittadinanza.gov.it/ 12 Comunità di Nave - APRILE 2019

[close]

p. 13

SERVIZI SOCIALI Tenda della Pace 17-20 gennaio 2019 Per quattro giorni, dal 17 al 20 gennaio 2019, l’intera comunità si è interrogata sul significato e sull’attualità del valore della Pace, sull’importanza di un impegno per l’altro e nella promozione di gesti concreti di solidarietà. Ad accompagnare la settimana della tenda della pace è stata allestita in sala civica una mostra fotografica che metteva a confronto gli effetti della bomba atomica con gli effetti di speranza portati dalla pace. Sonia Treccani Consigliera L’accoglienza, la condivisione e l’impegno concreto per l’altro sono state la parole che hanno accompagnato i ragazzi e bambini che hanno partecipato con entusiasmo ai vari momenti. È stato significativo vedere la collaborazione tra ragazzi appartenenti a diverse realtà, questo, oltre ad insegnare a noi adulti che la collaborazione non solo è possibile ma aiuta tutti a crescere, lascia un bel ricordo e tanta speranza per il futuro. La vita di ognuno di noi è legata a LUOGHI significativi: spazi fisici e dimensioni sociali, relazionali, in cui si collocano le nostre esperienze di vita. L’importanza di questi LUOGHI di incontro e di aggregazione aumenta quando si parla di giovani perché questi LUOGHI non sono dei semplici contenitori di esperienza, ma giocano spesso un ruolo essenziale nella formazione dell’identità stessa dei ragazzi. Da queste considerazioni è nata l’idea del concorso LUOGO X proposto dal tavolo delle politiche giovanili dell’Amministrazione Comunale Martedì 9 aprile si è svolta la serata di restituzione del concorso che ha impegnato un centinaio di ragazzi con i loro insegnanti ed educatori. I ragazzi ci hanno parlato dei luoghi per loro significativi presenti e passati, ci hanno raccontato dei loro momenti di incontro ed han- no pensato e progettato dei luoghi che potrebbero essere per loro occasione di espressione, di aggregazione e di crescita. Il lavoro dei ragazzi è stato molto impegnativo in fase di analisi ed ha fornito un quadro preciso della percezione sui luoghi a loro dedicati nel nostro territorio e sui loro desideri; l’impegno progettuale ha poi tenuto conto della fattibilità e delle risorse del territorio in cui i ragazzi stessi vivono. Ringraziamo loro, gli insegnanti e gli educatori che tanto hanno lavorato per presentarci, non solo un quadro della situazione, ma proposte concrete per rispondere ai loro bisogni di incontro e crescita. Questo però deve portare ad una riflessione il mondo adulto e la nostra comunità: se vogliamo davvero rispondere agli interrogativi che i giovani ci pongono, alla loro necessità di aggregazione ma anche di formazione, dobbiamo prima di tutto ascoltarli ed accoglierli, ma anche impegnarci per far in modo di costruire, con loro, questi luoghi perché non restino solo ideali. Comunità di Nave - APRILE 2019 13

[close]

p. 14

SERVIZI SOCIALI Sportello lavoro del Comune di Nave uno spazio dedicato a chi cerca lavoro Anna Tagliola Consigliera Lo sportello informalavoro del Comune di Nave è aperto il mercoledì dalle ore 9.30 alle ore 11.30 ed è collocato all’interno del municipio stesso. Il lavoro dell’operatrice si concentra soprattutto sull’affiancamento nella stesura del curriculum, nell’orientare sulle modalità di ricerca di lavoro e sulla ricerca di proposte lavorative della zona. La tipologia degli utenti che si rivolge allo sportello è soprattutto Particolarmente importante risulta la collaborazione con le realtà di origine italiana, per la maggior parte residente a Nave e con economiche-produttive del territorio, le quali inviano al servizio caratteristiche di stato di disoccupazione anche di lunga durata. le proprie ricerche di personale. Negli ultimi cinque mesi, gli utenti che si sono rivolti allo sportel- La collaborazione diretta con il personale del Comune e i settori, lo, sono stati circa 40. Servizio Sociale e Politiche Giovanili, è fondamentale per la strut- Di questi, 25 di sesso femminile e 15 maschile, con un’età superio- turazione, la pubblicizzazione e l’efficacia del servizio stesso. re ai 35 anni e un titolo di studio medio- basso. Attualmente gli utenti si rivolgono allo sportello previo appunta- L’area in cui si concentrano le maggiori richieste degli utenti è si- mento telefonico, inviati tramite passaparola, da amici, conoscenti, curamente quella legata al lavoro; quindi la condizione prevalente colleghi e attraverso la segnalazione da parte degli uffici comunali. riguarda l’essere disoccupati. Oltre alle persone in stato di disoccupazione, si è registrata la pre- Sportello Informalavoro: per appuntamento telefonare al numero senza di alcuni giovani alla ricerca del primo impiego e lavoratori 030/2537434 o inviare mail al seguente indirizzo: in fase di ricollocazione professionale. informalavoro@comune.nave.bs.it M’illumino di meno... Villa Zanardelli protagonista M’illumino di Meno è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. Un’iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti. M’illumino di Meno 2019 è stata dedicata all’economia circolare. L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell’acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono diventa una lampada, fanghi che diventano biogas L’economia circolare è un’economia che punta a dare una seconda opportunità e vita a risorse ed oggetti. E di una terza e di altre ancora. Senza fine. Ri-uso Ri-creo Laboratori nelle scuole, inventiva per dare nuova vita agli oggetti Ri-passo in padella Ri-acchiappo: in Svezia lo chiamano “plogging”, corro o cammino e intanto raccolgo i rifiuti Ri-ciclo creativo, Ri-utilizzo, Ri-ciccio: in inglese si dice “upcycling”. Utilizzo materiali di scarto, cose da gettare, per creare nuovi oggetti con un valore maggiore del materiale originale. Ri-pesco: organizzo uno “swap party”, una festa in cui è possibile scambiarsi capi d’abbigliamento, accessori, cose Ri-vedo vecchi amici a una cena antispreco Ri-penso il mio stile di vita Ri-lamo il parquet invece di cambiarlo Ri-fiuto la plastica Ri-spetto l’ambiente e le idea degli altri. Anche se non spengono le luci per M’illumino di Meno Ri-spengo le luci. È M’Illumino di Meno Grazie al gruppo di anziani di Villa Zanardelli che anche quest’anno hanno voluto cogliere e trasmettere l’importante messaggio di quest’iniziativa. Soggiorno climatico a Senigallia dal 23/06 al 07/07/2019 Terraviglia Viaggi anche quest’anno organizza il soggiorno climatico per la terza età a Senigallia con il patrocinio comunale. Per informazioni e prenotazioni: Via Brescia 188, 25075 Nave (BS) – Tel. 0302532224 info@terravigliaviaggi.it - www.terravigliaviaggi.it 14 Comunità di Nave - APRILE 2019

[close]

p. 15

CITTADINANZA ATTIVA 25 aprile Giada Non esiste liberazione senza tutela dei diritti Stefana Consigliera Parlare oggi della Liberazione, e dell’importanza di questa giornata, non Il continuo sdoganamento di una forma di linguaggio carico d’odio, la costante ricerca di un nemico, del diverso da additare come la causa dei nostri problemi e dei nostri fallimenti. Le è un fatto retorico. Questa ce- politiche del respingimento, la propaganda contro le ONG, la lebrazione ha un profondo si- volontà di non applicare o addirittura contrastare leggi storiche, gnificato: rappresenta la  fine come la 194, che garantisce alle donne il diritto all’interruzione del Ventennio fascista e della di gravidanza, sono il metro con il quale confrontarci per capire, guerra, ma soprattutto una ri- quanto la conquista delle nostre libertà sia fragile. voluzione, un riscatto dall’op- Quindi auguriamoci un buon 25 Aprile, che ci aiuti a ritrovare pressione, che ha consentito coraggio e solidarietà. all’intera popolazione (don- È certamente un discorso politico, si potrebbe dire “partigiano”, ne incluse) di contribuire alla ma il significato del 25 aprile è proprio questo, poter rappresen- nascita della Repubblica ita- tare un punto di vista, democratico, forse non condiviso da tutti liana e alla stesura definitiva ma fortunatamente libero. della nostra Costituzione. Abbiamo per questo il dovere di continuare ad esercitare i valori costituzionali alla base della nostra democrazia, senza limitarci ad un banale esercizio di ricordo, sforzandoci di analizzare la società in cui viviamo e cercando di tutelare e ampliare i diritti che abbiamo conquistato. Esiste un filo conduttore che lega il 25 Aprile alla lotta contro le diseguaglianze, le sopraffazioni, i fenomeni di sfruttamento, la disgregazione sociale che sono drammaticamente attuali. In questo senso la tutela dei nostri diritti e della democrazia rap- presenta il fulcro di questa giornata. Protezione civile: anche il Comune di Nave presente alla fiaccolata per il decimo anniversario del terremoto dell’Aquila Durante le giornate della tragica emergenza, tecnici e volontari della protezione civile del nostro Comune sono stati chiamati ad operare presso il campo di accoglienza di Paganica con compiti di gestione del campo e assistenza alla popolazione accolta all’interno di queste strutture allestite per dare conforto alle migliaia di persone che erano rimaste senza la loro abitazione, resa inagibile dalla violenta scossa. Qui di seguito la lettera del Sindaco, portata alla Popolazione di Paganica, dai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile Carissimi, dieci anni sono trascorsi da quel tragico 6 Aprile del 2009, giorno in cui le vostre vite, quelle dei vostri familiari e di un’intera Comunità sono state travolte dai lutti e dalla distruzione. Anni carichi di dolore, rabbia e speranza. A distanza di anni, come allora, chediamo fermamente che lo Stato si faccia carico in modo compiuto della ricostruzione e dei drammi delle famiglie, vittime incolpevoli che vanno aiutate e sostenute. L’Amministrazione Comunale che rappresento vi è vicina in questo triste anniversario, lo fa in modo sincero e solidale con la presenza in forma ufficiale di alcuni volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile che nei giorni succesivi al terremoto furono presenti al campo e sul territorio. Tramite i nostri volontari, la nostra Istituzione e i Cittadini di Nave saranno presenti in Piazza Duomo all’Aquila quando, alle 3,32 di Venerdì, saranno scanditi i nomi delle 309 persone che persero la vita in quel terribile sisma, sinceramente commossi e vicini al vostro dolore. Si sono costruiti e rafforzati legami forti in questi anni tra le nostre Comunità, sentimenti veri di amicizia, uniti dalla consapevolezza che viviamo in un territorio fragile dove la prevenzione dai rischi ambientali deve essere messa al primo posto. Le bandiere del Municipio e della sede della Protezione Civile il 6 Aprile saranno abbassate e listate a lutto in questo giorno di lutto collettivo; anche con questo atto vogliamo testimoniarVi il nostro affetto e la nostra vicinanza. Un forte abbraccio a tutti Voi Il Sindaco di Nave Comunità di Nave - APRILE 2019 15

[close]

Comments

no comments yet