il Portico 359

 

Embed or link this publication

Description

la voce dei novellaresi

Popular Pages


p. 1

ANNO XXXVIII MENSILE NOVELLARESE D'INFORMAZIONE Consulenza e stime immobiliari Gestione Affitti - Compravendite NOVELLARA (RE) V.le Montegrappa, 11/b Cell. 348-4446131 - Tel. 0522-654100 Marzo 2019 n.359 Morellini Geom. Daniele - COSTRUZIONI EDILI - RISTRUTTURAZIONI - VENDITE IMMOBILIARI - PROGETTAZIONI Viale Montegrappa, 40 - 42017 Novellara (RE) - Tel. 0522 - 652719 - Cell. 348 9000390 www.dmcostruzionisrl.it - Email: info@dmcostruzioni.it

[close]

p. 2

2 LA PAGINA POLITICA Novellara Bene Comune Rilanciamo il progetto nato nel 2014 per costruire insieme il futuro del nostro paese di Gian Luca Arcetti Segretario Circolo PD Novellara “Novellara Bene Comune” è la proposta politica locale nata nel 2014 e che si riconosce nei valori e negli ideali del centrosinistra. Tale progetto ha cambiato profondamente gli interlocutori, portando una nuova generazione di amministratori alla guida della nostra Comunità. Fin dal principio come circolo PD abbiamo sostenuto questo progetto; la Segreteria allora guidata da Milena Saccani Vezzani, insieme alla candidata Sindaco, hanno coinvolto nel progetto sia persone con esperienza amministrativa, sia “new entry”, giovani già legati ad esperienze di impegno civico (Gruppo NOI, teatro, volontariato, …) oggi attivi protagonisti dell’amministrazione locale. Dopo questi 5 anni riteniamo che il GDM con a capo Elena Carletti, abbia svolto un buon lavoro rispettando gli intenti ed i valori presenti nel programma di mandato. È per questo motivo che abbiamo voluto “rilanciare” la lista “Novellara Bene Comune”, confermando Elena Carletti quale nostra candidata Sindaco. Riteniamo tuttavia che al di là del restyling di un logo, si debba iniziare da un pensiero partecipato, condiviso con tanti cittadini e dal confronto con la Comunità stessa. Novellara è una Comunità e Novellara è il nostro “Bene Comune”. Abbiamo quindi organizzato un ciclo di incontri pubblici, per trattare diversi temi, quali: urbanistica, sostenibilità, educazione, welfare, associazionismo / volontariato, sport e cultura. In ognuno di questi primi incontri un ospite ester- no ha portato riflessioni, suggerimenti, progettualità, per permetterci di ampliare la nostra visione e farci ragionare sulla Novellara 2019 - 2024. I relatori coinvolti provengono da diverse esperienze, in primis parlamentari: la Senatrice Vanna Iori, l’ex Deputato Paolo Gandolfi; a seguire amministratori locali: Elisabetta Gualmini, Valeria Montanari, Marco Barbieri, Marco Boschini e professionisti quali: l’Architetto Andrea Oliva e l’Avvocato Marco Scarpati. Successivamente a questo primo incontro, si passerà poi a momenti di confronto, durante i quali rielaboreremo le idee e le proposte scaturite, applicandole e calandole sul territorio novellarese. Un percorso unico e laborioso, ma che permetterà tutti insieme di progettare la Novellara di domani, migliorandola. Possiamo dire con soddisfazione che questa prima parte di incontri è stata ben partecipata ed ha avuto un buon riscontro, sia da parte dei relatori sia dei cittadini presenti. Il “gioco di squadra”, condivisione e partecipazione attiva dei cittadini, sono per noi l’aspetto fondamentale di questo processo che porterà ad un programma di mandato 2019 – 2024. Questi concetti li abbiamo poi voluti rappresentare anche nel simbolo del progetto “Novellara Bene Comune”, principalmente così caratterizzato: - Colori, una scelta cromatica che richiama i colori del nostro tricolore e quelli del Partito Democratico, nonché un verde “green” / ambientale, a cui aderiamo profondamente; - I Portici, simbolo del territorio e della Comunità. Il loro proiettarsi, simboleggia un percorso ”verso”, rivolto al futuro; - La dicitura Novellara, posta in alto abbraccia l’intero logo, segno che la nostra proposta sarà caratterizzata da un forte senso di comunità e di collaborazione. Nella parte inferiore, il nome del nostro candidato, il quale si pone al servizio, per un bene superiore, Novellara. Questo il nostro progetto, a cui ti chiediamo di partecipare. Per qualsiasi informazione e per restare aggiornati sulle varie iniziative potete utilizzare i seguenti contatti: novellarabenecomune@gmail.com 347-9569853 - (Gian Luca Arcetti) Novellara bene comune • Elena Carletti sindaco novellarabenecomune Novellara è una Comunità ed è il nostro “Bene Comune” C’è vita su Marte ! Dalle macerie del 2018, all’avvistamento di una forza d’opposizione. di Daniele Panciroli 4 Marzo 2018, 3 Marzo 2019 un anno, o meglio un anno meno un giorno, tanto ha impiegato il PD per ritrovare il bandolo della matassa da quel disastroso 18,7 % ottenuto alle politiche del 2018. Un anno in cui, nonostante la figura di Segretario – traghettatore di Maurizio Martina è stato impossibile cavare un’idea politica, o una strategia utile a riconquistare il consenso perduto. Troppo forte la sberla ricevuta anche e solo per riprendersi prontamente. Un immobilismo che ha avvicinato le “parti” oltretutto, Lega e M5S si sono unite in una mera maggioranza post elettorale; la Lega era infatti nella coalizione di Centro Destra ( con FI e Fratelli d’It. ), il M5S che si era sempre dichiarato, né di destra né di sinistra, voleva raggiungere il governo autonomamente sen- za “accordi” di Palazzo. Dopo 12 mesi apatici del centrosinistra, questa maggioranza, bisogna riconoscerlo gode ancora oggi di un ampio consenso nell’opinione pubblica italiana, ma ha generato una evidente regressione culturale, e complice un totale lassismo del MS5 si sono drasticamente spostate a destra il baricentro delle politiche nazionali. A partire dalla vicenda della Nave Diciotti dell’estate 2018, all’atteggiamento nei confronti dell’Europa e ai sempre più frequenti episodi di violenza e discriminazione nei confronti dei soggetti più deboli, la narrazione e la propaganda di Matteo Salvini è stata travolgente. C’è speranza tuttavia per il centrosinistra italiano quindi per il PD ?. SI’, SI’ e ancor più convintamente SI’. Dalle due manifestazioni SI’ TAV di Torino, alla manifestazione unitaria di Cgil Cisl e Uil, a “People, prima le persone” del 2 Marzo scorso a Milano ed infine alle Primarie PD, c’è voglia di reagire, manifestare, porsi come alternativa silenziosa a questa deriva chiassosa. C’è un popolo di centrosinistra, nonostante tutto. Il PD ha allora il dovere di intercettare e dialogare, con tutti quei Movimenti, Associazioni, Enti e Sindacati che rifiutano e contestano le politiche attuali. E’ ora che il PD torni a sventolare la bandiera di un’Europa di persone e di Comunità fra loro solidali. Si parli di lavoro, diritti, legalità, cultura, scuola, distribuzione dei redditi, lotta all’evasione e all’elusione fiscale, ambiente ed ecologia. Non ci si lasci sempre distrarre da una barca di migranti qualsiasi (con tutto rispetto) che sempre e comunque vanno soccorsi, per occultare gli insuccessi di questo Governo. Dopo questo anno in cui abbiamo capito cosa non vogliamo essere e quello che non vogliamo fare, è ora di capire, adesso, chi siamo e quale alternativa vogliamo. Le paure generano individualismo. La speranza crea Comunità, è ora di ricostruirla. NOVITÀ CENTRO REVISIONE AUTOVEICOLI Assistenza - Vendita nuovo - usato Vendita ricambi originali Gommista - Installazione impianti GPL NOVELLARA (RE) Via Galois, 2/4 Tel. 0522.653650 www.nuovacantoniemonari.it - info@nuovacantoniemonari.it

[close]

p. 3

Si può ancora sperare negli Stati Uniti d’Europa? 3 La “Fondazione Ora” organizza un viaggio a Bruxelles per comprendere il percorso storico dell’integrazione europea e riflettere sull’Europa del domani. di Sara Lasagni La delegazione reggiana in visita a Bruxelles con l’europarlamentare Damiano Zoffoli. “Benvenuti a casa!” è con queste parole che l’europarlamentare Damiano Zoffoli ha accolto un nutrito gruppo di giovani reggiani in visita al Parlamento Europeo, a Bruxelles, nei primi giorni di Febbraio. Poche parole ma che fanno comprendere il motivo di questo viaggio, organizzato dalla “Fondazione Ora” di Reggio Emilia, per quei trenta ragazzi: scoprire come sono fatte le mura di casa. Per chi è nato dal 1994 in poi, infatti, sentir parlare di Europa è la normalità, tuttavia non è facile sentirsi europei fino in fondo quando le istituzioni che la compongono sono così lontane e le informazioni che arrivano sembrano sempre di più degli slogan politici che degli aggiornamenti oggettivi dell’agenda politica europea. L’occasione ha, quindi, permesso di riscoprire le radici comuni di noi cittadini europei e di riflettere sui possibili scenari futuri per l’Europa. Iniziamo rispolverando qualche nozione di storia: nel 1950 i Trattati di Roma danno vita all’Unione Europea con l’obiettivo di promuovere la pace tramite la cooperazione economica tra gli Stati. Con il passare degli anni si allarga e oltre a raccogliere la partecipazione di un numero sempre più alto di Paesi del continente (ad oggi 28 e cinque in attesa di entrare), amplia e ridefinisce gli ambiti nei quali legiferare per competenza esclusiva o concorrente (cioè condivisa con gli Stati nazionali) oppure con azioni di sostegno e coordinamento dell’attività degli Stati membri. I poteri dell’Unione sono delimitati dai Trattati Europei ratificati dalla totalità degli Stati membri. In questi settant’anni di esistenza l’Unione europea ci ha garantito pace, stabilità e prosperità, fattori che hanno permesso a milioni di europei un tenore di vita alto; grazie all’abolizione delle frontiere tra Stati, le persone possono circolare, vivere e lavorare liberamente in tutto il continente; il “mercato unico” permette la libera circolazione di beni, servizi e capitali ed è il suo principale motore economico; l’introduzione della moneta unica, l’euro, ha facilitato sia gli scambi commerciali che gli spostamenti; la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea sancisce il rispetto dei diritti umani e obbliga tutte le istituzioni europee a difenderli e rispettarli; la politica estera e di sicurezza comune consente all’Unione europea di esprimersi con un’unica voce negli affari internazionali. Tra le istituzioni che fanno muovere la macchina dell’Unione europea, i cittadini del continente, ad oggi 510 milioni di cui 87,9 milioni con un età com- presa tra i 15 e i 29 anni, eleggono direttamente solo il Parlamento europeo. Gli europarlamentari hanno potere legislativo e di bilancio e, nella loro funzione, non rappresentano il Paese nel quale sono stati votati, bensì tutti i cittadini europei, quindi devono fare la volontà dell’Europa intera. Se fosse semplicemente così, la redistribuzione dei profughi in tutti i Paesi europei sarebbe già sulla carta, invece, il Parlamento europeo deve collaborare con il Consiglio europeo, l’organo all’interno del quale siedono tutti i capi di governo dei 28 Stati membri e che delibera solo all’unanimità. L’alternativa è l’immobilismo dell’intero ramo legislativo dell’Unione. Ed è su questo punto che sorge spontanea una domanda: ma se questo rapporto Parlamento-Consiglio europeo spesso blocca l’azione delle istituzioni europee, non sarebbe meglio modificarlo? Probabilmente sì. Purtroppo, però, si è già visto negli ultimi anni che votare nuovi trattati che modifichino chiaramente l’assetto esistente dell’Unione non è sempre facile e che molti governi si mettono di traverso anche quando si tratta di cambiamenti positivi per tutta l’Europa. Alla conclusione della visita del Parlamento, è chiaro che questa macchina non è perfetta. Ci sono temi, infatti, che in questi anni sono stati spesso messi da parte per dare voce soprattutto a problematiche di tipo economico, a causa della crisi finanziaria del 2008, e che ancora ci trasciniamo. “Austerity”, “fiscal compact”, “Europa a due velocità” sono le parole che hanno definito di più l’Unione negli ultimi dieci anni e ci siamo dimenticati che per far funzionare questo sistema serve, prima di tutto, l’unità. È da questo senso di unità, oggi un po’ spezzata, che si deve ripartire per ritrovare il senso di quegli Stati Uniti d’Europa che negli ultimi anni si è perso. Se la Costituzione europea è andata a finire nel dimenticatoio per correre ai ripari di un’emergenza economica che sembra sempre spingerci verso la fine del percorso europeo, nulla ci impedisce di recuperarla partendo dalle fondamenta del futuro: i giovani e l’istruzione. In quest’ottica, dal 2009, sono sempre di più i progetti che spingono le nuove generazioni ad andare a studiare in un altro Paese europeo, a lavorare a contatto con le istituzioni europee, a fare esperienze di volontariato oppure a viaggiare per scoprire il continente e a sostenere la propria attività culturale o sportiva allacciando relazioni europee. Questo non solo permette ai giovani di accrescere il proprio bagaglio esperienziale, ma li rende sempre di più cittadini europei responsabili. È da loro che la nuova Europa deve partire e sono loro a doversi far carico del suo destino. L’Europa è una responsabilità di ciascun cittadino. Non solo nel momento delle elezioni europee, ma ogni giorno, informandosi e facendosi portavoce dei valori di libertà, democrazia e opportunità che l’Unione custodisce. L’Europa deve necessariamente ripartire dall’istruzione, proponendo un programma scolastico che includa lo studio della Storia europea e non solo nazionale e recuperando l’ora di educazione civica perché in ogni Stato le giovani generazioni possano riconoscersi da subito nei valori unitari dell’Europa e scoprire le opportunità di crescita che essa offre per i cittadini ma anche per il territorio nazionale. L’Unione è una macchina ferma in garage, pronta a partire ma senza benzina. I governanti dei diversi Stati europei dovrebbero capire che solo mettendo da parte i personalismi e gli interessi cinici delle nazioni si riuscirà a far ripartire una collaborazione che per tanto tempo ha garantito ai cittadini europei e agli enti locali numerose opportunità di sviluppo. Questo non vuol dire perdere la sovranità degli stati nazionali, ma iniziare a pensarsi all’interno di una Unione di Stati che non si fronteggiano per avere un +1% nel PIL, ma che mettono in campo ogni loro energia per far sì che il divario tra nord e sud Europa venga definitivamente colmato, che tutti gli Stati si adeguino a una legislazione fiscale univoca e che i lavoratori abbiano un salario minimo europeo, così che andare a lavorare in Europa o rimanere nel proprio territorio non sia uno svantaggio ma uno scrigno di possibilità. Tutti questi risultati però non possono concretizzarsi se insieme a una spinta dall’alto non ne arriva una dal basso, dai cittadini e dalle giovani generazioni che più di tutte le altre vivono e vivranno l’Unione Europea nei prossimi anni. A loro si chiede di alzare la voce, di pretendere di contare di più in Europa per non essere solo una “x” sulla scheda elettorale. La speranza per rispolverare il progetto degli Stati Uniti d’Europa è la generazione Erasmus che può raccontare da un gradino privilegiato che cosa è l’Europa e come la vede nei prossimi decenni. Chi più dei giovani ha il diritto di dipingere le pareti della casa europea? Stampa serigrafica - Etichette adesive Targhe e tastiere - Cartellonistica e decorazione Cartellini per abbigliamento - Studio grafico di Marco Faietti NOVELLARA (RE) Via Labriola, 36 tel.0522/756639 fax 651397

[close]

p. 4

4 25 aprile 2019: per non dimenticare mai Chi ha lottato, chi ha sacrificato la propria vita, per la libertà, la giustizia e la democrazia. di Stefania Artioli Oltre alle canoniche, ma non per questo scontate celebrazioni istituzionali del 25 Aprile, per il quarto anno consecutivo, la pro Loco di Novellara si appresta a preparare la “pastasciutta della memoria” in Piazza Unità d’Italia. Una rievocazione di quanto organizzò la famiglia Cervi il 27 Luglio 1943 in Piazza a Campegine, speranzosi che quella Festa fosse il preludio ad una ritrovata Libertà. Vi aspettiamo dalle 12.30 in Piazza Unità d’Italia per non perdere gli anticorpi all’egoismo, all’indifferenza e alla violenza. Il cantautorato indi(e)pendente torna a Novellara il 25 aprile con Roncea e il nostro ormai “figlio adottivo”, per questa manifestazione, Eugenio Rodondi. Eugenio, classe 1988, nasce a Torino, poco più che bambino scopre la canzone d’autore e se ne appassiona, con un’intensità ed un’attenzione per i dettagli che caratterizzano i suoi brani. Scrive canzoni profonde, in bilico su certa passione civile e l’attenzione alle pieghe minime del presente. Ci accompagnerà con la sua musica durante il giro dei cippi e durante il pranzo in piazza. Roncea, classe 1987, di origine franco-rumena, è cresciuto in Italia. Roncea è ancora una piccola presenza nel panorama musicale nostrano, questo è da ammettere, ma è ciononostante uno di quei casi in cui il termine piccolo non è per forza sinonimo di senza potenzialità o di mai sentito, anzi. Le sue palesi capacità compositive gli hanno permesso di creare un connubio con Carmelo Pipitone a partire dagli esordi della sua carriera, dal tour di Old Toys del 2012 sino alle 50 date, poco più, del tour del primo disco solista del chitarrista dei Marta Sui Tubi (e degli O.r.k. e dei Dunk). Con i Fuh, band di attitudine punk, ha aperto concerti ad Artic Monkeys, The Coral, The National e suonato su palchi come il Traffic Festival di Torino, e partecipato al “Requiem tour” dei Verdena nel 2007, come official opener. Il percorso solista inizia nel 2010 con “Old toys”, album folk rock intimista prodotto con la collaborazione di Carmelo Pipitone (Marta sui tubi), Luca Ferrari (Verdena), Gigi Giancursi (Perturbazione) e altri. Negli anni, altri due album in inglese, numerose collaborazioni, musiche per spot pubblicitari e in ambito cinematografico, Presente, l’ultimo disco prodotto, è la prova del fatto che la validità, quando c’è, la si può tastare con mano, ed è un “principio” da tenere a mente, non da dare per scontato. È semplice, genuino, composto senza la pretesa di arrivare chissà dove, se non nella mente e nel cuore di chi lo vorrà ascoltare. Il presente di Roncea è fatto di un sound variegato anche nella coerenza stilistica, per regalare la giusta sfumatura sonora a ognuna delle emozioni raccontate ed evocate nei brani: amore, fallimento, difficoltà di accettarsi e accettare, paure, ricordi, speranze. Con voce sensibile, una personalità pop raffinata che ti fa subito affezionare alle melodie, e un gusto ritmico non banale, il cantautore italo-francese ci fa entrare in una dimensione sospesa fra il mondo musicale anglosassone, che continua a citare come riferimento e che si avverte nei momenti più ombrosi e più “rock” del disco, e certi paesaggi mediterranei che illuminano di malinconica solarità canzoni come “Perdersi”. Una dimensione che in fin dei conti somiglia al presente di ognuno di noi, alla vita, con i suoi alti e bassi, le esplosioni di gioia e gli attimi di sconforto, le sorprese e la quotidianità, i muri che sembrano solo chiuderci dentro e fare buio, fino a quando non scopriamo come passare dall’altra parte. Per informazioni e prenotazioni: Pro Loco Novellara proloco.novellara@gmail.com 339.7708961 Foto ricordo del giorno della Liberazione davanti al caffè dei Combattenti, insieme a partigiani e americani Precisazione “Nel numero del mese scorso, a pag 4, il Portico ha pubblicato un articolo che, tra le altre cose, ricostruiva le elezioni amministrative tenutesi a Novellara dal 1995 ad oggi. In particolare in uno spazio grafico venivano citati nomi e cognomi di coloro che si erano candidati all’incarico di Sindaco per le diverse liste in competizione. Per quanto riguarda la tornata elettorale del 2004, è stata erroneamente indicata come candidato Sindaco della lista “Insieme” Cristina Fantinati. In realtà in quell’anno, “Insieme” aveva come capolista Gian Lauro Rossi. Ci scusiamo con gli interessati e con i lettori ribadendo l’assoluta buona fede del Portico incorso in un errore di distrazione e non certo desideroso di generare alcuna dietrologia o alcun raffronto sulla longevità politica dei diversi candidati.” il Direttore Mattia Mariani STUDIO DI FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE Dott. in Ft. Pietri Federico cell. 338/9702813 Dott. in Ft. Orlandi Francesco cell. 349/4776895 Valutazione funzionale fisioterapica Riabilitazione pre e post operatoria - Rieducazione sportiva Ginnastica medica / correttiva / vertebrale Terapia manuale ortopedica - Rieducazione sec. Mckenzie Rolfing - Massaggi decontratturanti - Ultrasuoni a massaggio Tecar-diatermica capacitativa-resistiva - Ionoforesi Tens ed elettroterapia antalgica - Elettrostimolazione SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO - Lo studio si trova a Novellara (RE) in Piazza Unità d’Italia 30 OTTICA il meglio per i nostri clienti Disponibili nuove collezioni vista-sole 2018 di Etnia Barcelona - Oakley Persol - Ray Ban e per la prima volta a Novellara, Moncler • Analisi visiva computerizzate • Esame delle funzioni visive • Applicazione lenti a contatto per tutte le problematiche visive • Controllo digitale della pressione oculare • Mappatura corneale • Centro specializzato montaggio lenti progressive • Laboratorio interno montaggi e riparazioni • Lenti oftalmiche Galileo - Rodenstock - Zeiss NOVELLARA (RE) via Cavour, 16 Tel. 0522/654127

[close]

p. 5

Consegnati gli assegni ai partecipanti al bando sul commercio di Francesca Amadei Segreteria del Sindaco Mercoledì 7 marzo si è svolta a Novellara la consegna degli assegni ai commercianti che hanno partecipato al bando per la riqualificazione degli esercizi commerciali. Il bando, indetto nell’aprile 2018, prevedeva un finanziamento al 50% sulle spese fino a un tetto massimo di 3.000 euro e ha raccolto in tutto 14 adesioni, di cui 11 arrivate al contributo finale. “Si tratta di un’azione concreta, fortemente voluta dagli Amministratori – afferma soddisfatta l’Assessore al commercio Milena Saccani Vezzani – arrivata dopo un percorso partecipato. Amministratori, associazioni di categoria e i commercianti riuniti nell’Associazione Novellara Viva in questi anni si sono incontrati periodicamente, portando sul tavolo proposte e problematicità e realizzando progetti a sostegno del commercio locale, da ultimo proprio il bando”. Per il Sindaco Elena Carletti si tratta di un traguardo per tutta la comunità. Positivo anche il parere delle associazioni di categoria presenti: in un momento in cui il piccolo commercio è in sofferenza, ben vengano iniziative come questa, che puntano sul miglioramento dell’attrattività dei negozi. Che si sia sulla strada giusta lo dimostrano soprattutto le cifre: in totale i lavori realizzati dalle 11 imprese valgono ben 71.101 euro, a fronte dei quali il Comune ha erogato in totale un contributo di 25.619 euro a fondo perduto, pari al 35% della spesa sostenuta. “Un senso nel tempo”: la storia dei servizi educativi 0-6 diventa un libro di Alexia Salati Ricordi, testimonianze, storie, ma anche approfondimenti sul contesto politico, sociale ed economico. Da dove arrivano i servizi per la prima infanzia? Perché in questo territorio sono così forti, vitali e creativi, tanto da essere presi a modello in tutto il mondo? Di questo e di altro tratta il libro “Un senso nel tempo. I servizi educativi nella Bassa Reggiana, identità di un progetto per l’infanzia”, che verrà presentato a Novellara mercoledì 3 aprile 2019. I nidi e le scuole dell’infanzia comunali sono espressione del diritto ad una educazione che sia pubblica, democratica e di qualità, diritto che come molti è frutto di una conquista, di decenni di rivendicazioni, di partecipazione e consapevolezza, che ha visto spesso in prima fila le donne. Una storia avvincente ed emozionante, specialmente quando raccontata dalla viva voce di chi ha vissuto quei momenti. La presentazione del libro sarà infatti un’occasione per ascoltare il personale storico, che tanto ha contribuito a costruire il servizio 0-6. Allo stesso tempo sarà in distribuzione il nuovissimo notiziario dei nidi e della scuola dell’infanzia comunali di Novellara, un giornale che racconta l’infanzia novellarese! Il libro “Un senso nel tempo. I servizi educativi nella Bassa Reggiana, identità di un progetto per l’infanzia” sarà presentato nella Sala Civica, all’interno della Rocca di Novellara, mercoledì 3 aprile alle ore 18.30. Introdurrà la Sindaca Elena Carletti. Presenteranno il libro Cristian Fabbi, Direttore di Progettinfanzia e Alexia Salati. 5

[close]

p. 6

66 Cinque anni insieme: attività e progetti Comune nella Novellara 2014 - 2019 di Novellara Elena Carletti - Sindaco di Novellara COMMERCIO E VIVACITÀ DEL CENTRO STORICO L’ORO DI NOVELLARA Il sostegno al commercio è senza dubbio una delle frontiere più importanti e allo stesso tempo sfidanti che l’Amministrazione ha dovuto sostenere nel corso di questi anni. Siamo reduci da anni di crisi economica, che inevitabilmente hanno inciso sul tessuto sociale ed economico del nostro paese. Partiamo da alcuni dati: a Novellara nel 2018 esistevano 155 negozi non alimentari, 46 esercizi alimentari e 21 misti, per un totale di 222 esercizi commerciali. Se torniamo indietro al 2014 vediamo che gli esercizi alimentari erano 49, quelli non alimentari 170 e 20 misti (totale di 239 esercizi). Un calo in parte fisiologico, in parte senz’altro prodotto da una situazione economica non ancora risolta e da una concorrenza sempre più alta del commercio online: Istat ha registrato a luglio 2018 un +13,6% sul luglio 2017 per le vendite online in italia, mentre il commercio tradizionale segna un -0,6% complessivo delle vendite in valore e un -1,8% in volume. Se non è possibile governare o invertire la rotta di cambiamenti è altresì possibile attuare nuove strategie per rendere competitivo il piccolo commercio locale. L’Amministrazione ha potenziato in questi cinque anni i rapporti con la cabina di regia, un tavolo composto dalle associazioni di categoria, dai rappresentati dell’Associazione dei commercianti Novellara Viva e dall’amministrazione stessa: un momento di ascolto in cui i commercianti possono portare le loro proposte e problematiche. Da questo tavolo sono uscite anche le tante iniziative che grazie a Novellara Viva hanno animato il centro storico (lo Sbaracco, Happy Christmas Novellara Viva, Creazione libera, le fontane danzanti, BeerEat Festival, tutti appuntamenti che ormai sono diventati consueti e molto partecipati). Sempre all’interno della cabina di regia si è realizzato il progetto “Novellara fa centro”, che ha previsto un corso di formazione per commercianti sulla promozione online (tramite i socia network Facebook, Instagram e il sito internet) e la creazione di tre video di promozione del commercio novellarese. Altri provvedimenti condivisi in cabina di regia sono stati, nel 2015, l’eliminazione della “tassa sull’ombra”, ovvero il pagamento per tende e pensiline, nel 2016, la modifica al C.O.S.A.P. (Canone occupazioni spazi e aree pubbliche) che ha introdotto l’esenzione dal canone per l’esposizione di stendini ed espositori negli orari di apertura dei negozi durante tutto l’anno. Come ulteriore sostegno al commercio è stato approvato con delibera, nell’aprile 2018, un bando per la riqualificazione di imprese commerciali e artigianali che abbiano sede nel centro urbano o nelle frazioni di Novellara. Hanno presentato domanda in tutto quattordici attività commerciali, e undici sono arrivate al contributo finale, che prevedeva un finanziamento del 50% sulle spese di ristrutturazione sostenute e fino a 3.000 euro. Il risultato è stato un investimento di ben 71.101 euro, a fronte dei quali il Comune ha erogato in totale un contributo di 25.619 euro a fondo perduto, pari al 35% della spesa sostenuta. Alla vivacità del centro storico hanno contribuito inoltre i numerosi eventi che vengono realizzati nel corso dell’anno, in una fitta collaborazione fra Comune, associazioni, Pro Loco e privati. Impossibile poi non citare il mercato contadino, che in questi cinque anni è stato al centro dell’attenzione dell’Amministrazione in quanto segno tangibile della filosofia “Cittaslow” sposata dal Comune di Novellara. Il Comune ha da un lato coinvolto il mercato contadino nelle proprie iniziative (come nella partecipazione al festival Novellara Balsamica, poi Gusterò) e dall’altro l’ha guidato in un percorso che è sfociato, nel 2019, nella costituzione di una vera e propria associazione di produttori locali. Per far fronte alle difficoltà emerse nel corso degli anni sul tema della sicurezza e degli eventi, l’Amministrazione ha collaborato in modo stretto e sempre positivo con la Protezione civile Nubilaria, con la Croce Rossa Italiana e con la Polizia Municipale. VERDE, AMBIENTE E MOBILITÀ Dal 2014 sono stati messi a dimora 769 nuovi alberi a Novellara (ciascun anno una quota è destinata ai bambini nati nel corso di quell’anno), a fronte di 154 alberi abbattuti e di quasi 800 interventi di potature. Ad oggi la superficie in metri quadri che nel paese è dedicata al verde si attesta a 375.000 mq, con un aumento di ben 15.000 mq (pari a tre campi da calcio) rispetto a quella di inizio mandato (360.000 mq). Vero e proprio polmone verde è il Parco Augusto, terminato ed inaugurato nel 2016, diventato ormai una sorta di “salotto” decentrato, luogo di incontro per tantissimi novellaresi, impreziosito dalle panchine letterarie realizzate dagli studenti di Andrea Masi Tende Interne - Esterne Tappezzeria - Tende tecniche NOVELLARA (RE) Via Andrea Costa, 26 - Tel e Fax 0522 650327 - Email: reflex@reflextende.it

[close]

p. 7

7 dell’Istituto Chierici e anche “smart”, grazie alla tabellazione con QR code realizzata da Label Plant nel 2017 che permette di conoscere nome e caratteristiche di diversi alberi. Nel maggio 2017 è stato inoltre ridenominato il parco del quartiere Falasca, che grazie ad un percorso di partecipazione realizzato in collaborazione con l’asilo di via Falasca è diventato “Parco Castello” ed è stato dotato di alcuni giochi ed attrezzature mancanti. Fondamentale poi il servizio di ritiro gratuito di piccoli quantitativi di amianto che si trovano nelle abitazioni dei privati, offerto da S.a.ba.r. dal 2016, dopo che questi sono stati messi in sicurezza con l’ausilio del kit apposito che si acquista in ferramenta. A Novellara sino ad ora sono stati effettuati 35 interventi, per un totale di 21.616 kg di materiale ritirato e avviato allo smaltimento. Ancora sul fronte dell’amianto, il Consiglio comunale ha approvato l’investimento che consentirà lo smaltimento in sicurezza della copertura in lastre di cemento-amianto (eternit) del magazzino comunale che si trova su viale della Costituzione, prevista per la primavera 2019. Si concluderà così l’iter, durato diversi anni, di bonifica dell’amianto negli edifici pubblici. Sul fronte della sensibilizzazione ambientale sono state svolte diverse iniziative, alcune delle quali in collaborazione con le scuole e con le Guardie ecologiche volontarie (progetto Mini Tutor della raccolta differenziata, giornate di pulizia dei parchi “Puliamo Novellara”), fra cui ricordiamo il noleggio dei pannolini lavabili ed Ecopunti, sistema di sconti che premia chi compie azioni virtuose. I rapporti con l’associazionismo hanno inoltre permesso di inaugurare, nell’aprile 2017, il sentiero 608 CAI che collega i Comuni di Novellara e Reggiolo passando attraverso le splendide Valli di Novellara. Per la gestione di quest’area è stata stipulata una convenzione per la manutenzione sentieristica con il CAI di Novellara. Altra convenzione di durata triennale è stata stipulata con le Guardie ecologiche volontarie, che si occupano, oltre che di manutenzione, di corsi di educazione ambientale rivolti agli studenti e agli adulti, azioni di sensibilizzazione applicazione e rispetto di specifici regolamenti e ordinanze in materia di raccolta e smaltimento rifiuti. Il Comune di Novellara è capofila del canile e gattile intercomunale che ha sede in Strada Valle e del quale il comune è capofila, a cui sono associati i Comuni di Boretto, Brescello, Campagnola, Correggio, Fabbrico, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Poviglio, Reggiolo, Rio Saliceto, Rolo e San Mar- tino in Rio. La struttura del canile è oggi gestita dalla cooperativa “Il Gufo” e ha una media di circa 160 cani dati in adozione ogni anno (per un numero di cani in ingresso di 320 cani all’anno in media). Negli anni le adozioni dei gatti hanno fatto un vero balzo in avanti, passando da 117 nel 2016 a 316 nel 2018 (a fronte di una media di 400 nuovi ingresso all’anno). La struttura è stata oggetto di un intervento nel 2015 per la realizzazione del gattile e per l’ampliamento del canile, per un totale di 236.800,00 (cifra suddivisa fra tutti i Comuni soci). I Consigli Comunali dei Comuni della Bassa Reggiana, fra cui Novellara, hanno deliberato all’unanimità l’adesione al “Patto dei Sindaci” che, con i suoi oltre 4800 enti aderenti in rappresentanza di più di 170 milioni di abitanti, costituisce il principale movimento europeo di autorità locali e regionali impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori. Nel 2015 il Comune di Novellara ha adottato il PAES, ovvero il Piano d’azione per l’energia sostenibile, con l’obiettivo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di CO2 entro il 2020 attraverso politiche e misure locali che aumentino il ricorso alle fonti di energia rinnovabile, che migliorino l’efficienza energetica e attuino programmi ad hoc sul risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia. Il PAES descrive azioni concrete che l’Amministrazione novellarese si è impegnata a realizzare, quali l’aumento della raccolta differenziata, la riduzione degli spostamenti in auto, la realizzazione di piste ciclabili, la riduzione degli sprechi energetici degli edifici e altro ancora. Al PAES si affianca poi il nuovo Piano della mobilità, un’esperienza di partecipazione della cittadinanza che ha coinvolto tecnici, Amministratori, Polizia Municipale e portatori di interesse (associazioni, genitori, cittadini): il risultato è uno studio di fattibilità che delinea le criticità della circolazione urbana e individua soluzioni come la creazione di isole pedonali, di zone a traffico limitato e di strategie per rallentare il traffico. S.A.BA.R. UNA RICONVERSIONE VIRTUOSA Guardando a questi cinque anni è sorprendente pensare a quanto si siano differenziati i servizi offerti da S.a.ba.r. In realtà “sorprendente” non è la parola giusta: la riconversione dell’azienda è frutto di un percorso strettamente condiviso da tutti gli otto Comuni soci, che tengono particolarmente a far continuare questa esperienza. Il core business di S.a.ba.r. rimane lo smaltimento dei rifiuti, ma in modalità del tutto nuove e con rami d’attività innovativi. Nominiamo, solo a titolo di esempio, le inconsuete produzioni di alga spirulina (trasformata in pasta grazie alla collaborazione con il Pastificio Barbieri di Correggio), e di ammendante, un fertilizzante derivante dalla sminuzzatura di sfalci d’erba, foglie, ramaglie e scarti di legno vergine. In questi cinque anni si è completato il passaggio in tutti gli otto Comuni al sistema di raccolta porta a porta, che a Novellara si è attivato nel maggio 2018. Come conseguenza le percentuali di differenziazione del Comune di Novellara, che si erano assestate sul 65/66 % da anni, sono balzate per l’anno 2018 al 71,5%; se si guarda solo la seconda parte dell’anno, le statistiche ci mostrano un risultato finale pari a quello degli altri Comuni, con l’89% di raccolta differenziata. Questo nuovo servizio non ha tuttavia coinciso con un aumento delle tariffe: ad oggi le tariffe in €/abitanti nel bacino di S.a.ba.r. sono le più basse della Regione Emilia Romagna, grazie agli investimenti attuati per avviare a recupero i rifiuti, valorizzando al massimo i materiali in un contesto generale di gestione rifiuti. Sul fronte della differenziata, S.a.ba.r. mette a disposizione della cittadinanza il bidoncino di raccolta per olio alimentare esausto, che può essere ritirato gratuitamente; il contenitore, della capienza di 3 litri, può essere poi svuotato presso l’isola ecologica. Veniamo ora ai rami più recenti di attività di S.a.ba.r.: nel 2017 Novellara è stato il terzo Comune socio a riqualificare completamente i propri impianti di illuminazione pubblica con moderne apparecchiature a LED che garantiscono una migliore resa visiva ed un notevole riduzione dei costi. Oltre alla sostituzione, si è contestualmente estesa l’illuminazione pubblica in diverse vie e quartieri che ne erano privi (16 zone di intervento, per un totale di 95 nuovi corpi illuminanti). L’intervento ha visto la sostituzione di 2.252 corpi

[close]

p. 8

88 illuminanti e ha permesso un risparmio energetico del 60% a fronte di un investimento di oltre 1,5 milioni di euro completamente finanziato da risorse del Comune. La spesa corrente per illuminare Novellara si è abbassata del 57%, passando da 323.059 € a 139.154 € di spesa annua. Un intervento che non ha solo benefici economici, ma anche ambientali, perché i tecnici di S.a.ba.r. hanno già calcolato un risparmio annuo pari a circa 1.000.000 kWh, che è l’equivalente del consumo domestico annuale di circa 1.000 cittadini, pari a 181 tonnellate equivalenti di petrolio e 420 tonnellate in meno di anidride carbonica dispersa nell’ambiente ogni anno. Inoltre tutti i quadri sono telecontrollati, sistema che permette di monitorare eventuali consumi anomali, guasti e malfunzionamenti. Ancora, S.aba.r. si è resa responsabile nell’estate 2018 di un importante intervento di efficientamento energetico della scuola primaria Don Milani, che ha interessato in particolare questi aspetti: • Sostituzione caldaia della scuola elementare e palestra; • Sostituzione dei serramenti; • Sostituzione luci interne con apparecchi a LED; • Cappotto della palestra; • Isolamento del sottotetto; • Suddivisione dei circuiti; • Telecontrollo. Il costo dell’intervento candidato (IVA compresa) era di 1.042.985 €; il Comune ha ottenuto 172.087 € dal contributo POR FESR (Programma operativo regionale dell’Emilia-Romagna, il documento di programmazione che definisce strategia e interventi di utilizzo delle risorse europee assegnate alla Regione dal Fondo europeo di sviluppo regionale per la crescita economica e l’attrattività del territorio) e 234.572 euro dal contributo GSE con Conto Termico 2.0 (fondi che incentivano interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni, principalmente destinati alle Pubbliche amministrazioni). S.a.ba.r. ha da poco ricevuto i contributi per la scuola materna Arcobaleno ed il nido Birillo, interventi che potranno essere effettuati nell’estate 2020. OPERE PUBBLICHE LA SICUREZZA DELLE SCUOLE È STATA LA PRIORITÀ Se si parla di opere pubbliche si parla di lavori destinati alla collettività. Per questo motivo siamo partiti dalle scuole: negli anni ci si è adeguati a standard sempre più alti e si è cercato di riqualificare gli spazi per renderli sempre più attrattivi e sicuri per i nostri ragazzi. Nel 2011 sono partiti i lavori per la ristrutturazione e l’ampliamento della scuola materna “Il Girasole” di via Falasca e del nido “Aquilone” adiacente (ristrutturazione, rifacimento del manto di copertura, posa di pannelli per l’insonorizzazione degli ambienti). Nel 2015 è stata poi rifatta l’intera centrale termica, con un intervento di efficientamento energetico. In totale, per l’intero plesso sono stati investiti 790.000 euro. All’asilo nido “Birillo”, nel 2017, sono stati realizzati dei lavori di rifacimento dell’impianto di adduzione dell’acqua sanitaria, con un impegno di spesa di 24.156 euro IVA compresa. Anche alla scuola primaria “Don Milani”, in via Campanini, sono stati eseguiti nel 2015 lavori per insonorizzare gli ambienti, per un totale di 23.000 euro, IVA compresa. Nello stesso anno è stato realizzato, nel cortile interno della scuola, un percorso di educazione stradale, per un costo di 10.727,26 euro, e installate plafoniere a led nelle classi prime (importo euro 11.000). Nel 2018 sono inoltre stati eseguiti gli interventi di efficentamento energetico complessivo per un importo di 1.030.000,00 euro che hanno visto in sintesi: la sostituzione di tutte le finestre del fronte edificio, il rifacimento di tutto l’impianto termico caldaie comprese e la coibentazione della palestra. Per quel che riguarda la scuola secondaria “Lelio Orsi”, dal 2015 al 2018 sono stati diversi gli interventi: si è cominciato con il risanamento dei prospetti esterni in calcestruzzo armato, per poi proseguire la scorsa estate con il rifacimento delle pavimentazioni esterne e la messa in sicurezza dei parapetti esterni. Nell’estate 2016 ci si è invece dedicati al rifacimento della copertura, che ha avuto un costo di 144.000 euro, compresa l’IVA, di cui è stato possibile recuperare 66.500 euro grazie alla pratica Conto Termico; nello stesso anno sono state eseguite opere di risanamento del cemento armato a vista (costo 29.000 euro). Nel 2018 sono poi stati eseguiti lavori di miglioramento sismico. Il totale speso per il plesso è stato di 426.000 euro. Passando infine alla scuola di musica di Strada Provinciale, nel 2017 sono stati eseguiti diversi interventi di messa a norma e realizzazione di un nuovo locale adibito a spazio per la web radio, per complessivi 12.000 euro. CENTRO STORICO E CURA DEL TERRITORIO Della riqualificazione dell’illuminazione pubblica con nuovo impianto a led si è già detto: nel 2014 era stata però realizzato un primo intervento di riqualificazione dell’impianto di illuminazione di via Marchi, via Cavour e via Carlo Cantoni con la sostituzione di tutti i corpi illuminanti, per una spesa totale di 24.417 euro. Sono poi recenti due interventi di riqualificazione che hanno esaltato la bellezza della Rocca e di una delle vie prospicienti al centro: nel 2018 è stato risistemato l’androne d’ingresso alla Rocca (per un costo totale di 71.000 euro) ed è terminato da poche settimane l’intervento in via Gonzaga, che ha previsto la creazione di un passaggio pedonale in lastre di luserna e di marciapiedi che permettono ai pedoni di transitare in sicurezza nella parte opposta al portico. Un intervento che aumenta la vivibilità del centro, costato in totale 140.000 euro IVA compresa. Da ricordare inoltre l’acquisto e la posa di nuovi elementi di arredo e cestini porta rifiuti. Ancora in centro, ricordiamo nel 2017 la manutenzione della caserma dei carabinieri per un investimento totale di oltre 70.000 euro che ha coinvolto sia zone interne che esterne e ha avuto lo scopo di implementare la sicurezza e l’accessibilità: all’esterno è stata risistemata la scala di accesso, alla quale è stata montata un elevatore per diversamente abili e anziani; sono inoltre stati montati vetri anti proiettile negli uffici e nell’armeria e porte blindate all’ingresso principale e nell’armeria. Si è invece concluso a dicembre 2016 l’intervento (per un costo di 45.000 euro) di riqualificazione della Farmacia Rivi, situata in frazione Santa Maria e ospitata da una sede di proprietà del Comune. Il Comune ha compartecipato alla spesa per quello che riguarda il risanamento dei muri tramite lastre di aquapanel per eliminare l’umidità di risalita; il rifacimento dell’impianto elettrico; l’inserimento di nuovi punti luce; l’impianto di recupero del calore per il ricambio dell’aria in ambienti poco areati; il tinteggio interno ed esterno. VIABILITÀ E ASFALTI Qualche cifra sui lavori stradali eseguiti: dal 2014 al 2018 sono stati spesi in totale oltre 400.000 euro per interventi puntuali, asfaltatura delle stra- di Brioni Erich TINTEGGIO INTERNI - ESTERNI CARTONGESSO MANUTENZIONI PAVIMENTI PREFINITI NOVELLARA (RE) Via Einaudi, 29 Cell. 348.5639210 dal lunedì al venerdì 09.30 - 13.00 15.30 - 19.30 sabato 10.00 - 13.00 Visite a domicilio. Visite su appuntamento negli orari di chiusura Novellara (RE) via Manzoni, 20/A tel. 0522/654710 cell. 337/584683 snc di Benevelli & C. Riscaldamento Condizionamento Solare Energia Alternativa NOVELLARA (RE) via E. Mattei, 41 Tel. 0522/661281 Fax 0522/662186 Email: info@tbs.it - www.tbs.it

[close]

p. 9

9 de che la necessitavano, segnaletica verticale e orizzontale, manutenzioni. A questo investimento si sommano i 200.000 euro conferiti annualmente da S.a.ba.r. per la manutenzione stradale. Parlando di viabilità, nel settembre 2015 è stato ultimato l’intervento di manutenzione straordinaria del ponte di via Donizetti che conduce alle valli (intervento costato 105.000 euro) e nell’estate 2016 è stato invece ultimato l’intervento che ha visto la demolizione del vecchio ponte in acciaio e muratura che permetteva l’accesso al cimitero della frazione di S.Maria, ricostruito con diverse caratteristiche e allargato fino ad ospitare due corsie di marcia da 2.50 metri ciascuna, per un investimento totale di 105.000 euro. Sulle ciclabili, è ora in gara il tratto di ciclabile che condurrà al Cartoccio ed è in progettazione la ciclabile che correrà su via Leningrado e via Valle. Impossibile poi non fare un riferimento alla tangenziale, per la quale sono stati raggiunti molti obiettivi, anche se non è ancora stato possibile completarla: come noto, i primi due stralci attuativi sono stati completati e sono in esercizio. Sull’ultimo (anch’esso suddiviso in due substralci) si è concentrata la tensione dei ricorsi che impedisce la loro realizzazione e quindi la chiusura dell’anello di cui oggi sono realizzati solo capo e coda. La realizzazione dell’ultimo stralcio, lungo complessivamente 1,8 km come si diceva è stata suddivisa in due sub stralci onde proseguirne la costruzione e si è proceduto dapprima all’adeguamento degli strumenti urbanistici precedentemente cassati dai ricorsi (ed oggetto di nuovi esposti) poi alla realizzazione ed approvazione della progettazione definitiva di un primo stralcio per il quale si sta procedendo alla acquisizione dei terreni ed alla approvazione del progetto esecutivo che darà la possibilità di procedere all’appalto ed esecuzione dei lavori. EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA Quanto si è costruito a Novellara negli ultimi cinque anni? Diamo uno sguardo ai permessi di costruire, ovvero le licenze che riguardano la costruzione di nuovi organismi edilizi; da queste sono escluse le ristrutturazioni ed il riattamento e manutenzione di edifici esistenti. Parliamo quindi di solo nuove costruzioni: Anno 2014: n. 17 Permessi di Costruire Anno 2015: n. 15 Permessi di Costruire Anno 2016: n. 16 Permessi di Costruire Anno 2017: n. 18 Permessi di Costruire Anno 2018: n. 23 Permessi di Costruire Da questi dati si evince un trend pressoché costante, con un secco aumento nel 2018, dovuto per la maggior parte ad interventi produttivi. Tali costruzioni non sono da imputare a nuove aziende che si sono insediate sul territorio, ma all’ampliamento delle grandi realtà produttive già esistenti. Dal punto di vista residenziale si è avuto un rallentamento, seppure il nuovo quartiere che affaccia sul Parco Augusto Daolio stia diventando sempre più popolato; proprio lì si concentrano la quasi totalità di nuove costruzioni residenziali (con una tipologia che preferisce le case singole o a schiera, basse e di architettura mista tra il moderno ed il classico). Per quel che riguarda gli edifici produttivi la maggiore espansione si è avuta nella zona industriale Motta (direzione Reggio Emilia) grazie all’espansione di alcune ditte, tra le quali citiamo Vimi Fasteners e Sag Tubi. Altri importanti assi di sviluppo sono rappresentati dall’azienda Tecnove sulla Strada Provinciale Nord (direzione Campagnola Emilia) e Buzzi F.lli e Cepelli (ancora su Strada Prov.le Nord ma direzione Reggio Emilia) e Simonazzi Remo e FBN (area industriale a Nord, prospiciente Via Colombo). In totale, possiamo contare circa 25.000 mq. di nuova superficie produttiva (relativa alla totalità degli interventi di cui sopra) e circa 50 alloggi in più. Nel settore agricolo segnaliamo poi la realizzazione di circa una decina di edifici a servizio delle aziende esistenti; citiamo la Cooperativa CILA che sta realizzando, nella sede aziendale di Strada Levata, una stalla di circa 10.000 mq. Un tema che sta particolarmente a cuore agli imprenditori del nostro territorio è senza dubbio quello dell’adeguamento degli edifici produtti- vi (capannoni prefabbricati) alle normative antisismiche. I lavori di messa in sicurezza, anche a seguito di svariati bandi per la concessione di contributi pubblici, sono tutt’ora in corso. Nell’arco dei 5 anni possiamo contare circa 150 certificati di agibilità sismica definitiva dei capannoni prefabbricati. Nel corso del Consiglio comunale dell’11 dicembre 2018 è stata poi approvata all’unanimità la variante specifica al PSC e al RUE. Il PSC, Piano Strutturale Comunale, definisce le strategie per il governo dell’intero territorio comunale, in coerenza con gli obiettivi e gli indirizzi urbanistici della Regione e con gli strumenti di pianificazione provinciale. Il RUE è invece il Regolamento Urbanistico ed Edilizio: si tratta di uno strumento che definisce nel dettaglio i parametri urbanistico-edilizi per gli interventi ordinari nel territorio urbanizzato e nel territorio rurale. Un lavoro lungo, che ha però permesso di affrontare meticolosamente tutte le problematiche emerse nei primi anni di vita di PSC e RUE e di dare risposta alle numerose istanze che sono state presentate dai cittadini. Altra attività fondamentale è stata quella dei controlli, iniziata a seguito dell’emanazione della nuova Legge Regionale che regola l’attività edilizia in Emilia Romagna, la n. 15/2013. Sono soggetti a controllo tutte le nuove costruzioni, le sanatorie e le ristrutturazioni rilevanti e, per tutte le altre pratiche un campione del 35% a sorteggio. L’attività è iniziata nei primi mesi del 2015, riguardante le pratiche presentate posteriormente all’ottobre 2014, ed è pian piano arrivata a regime coinvolgendo la totalità delle pratiche presentate. Dal 2015 al 2018 sono stati svolti in totale 187 sopralluoghi, che hanno avuto lo scopo di verificare la legittimità del realizzato rispetto al progetto licenziato, per prevenire la realizzazione di abusi edilizi ed assicurare la regolarità dell’intervento. I rilievi hanno quindi avuto, per buona parte, un esito positivo. Nei restanti casi è stato richiesto di legittimare quanto non conforme. Accenniamo infine brevemente ai bandi (tre in totale) che sono stati promossi dal Comune di Novellara per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (in tutto il Comune di Novellara possiede 95 alloggi). Nel 2018 sono state presentate in totale 38 domande, delle quali 28 sono risultate ammissibili; nel 2016 le domande erano in totale 76 (ammesse 60); nel 2014 le domande erano in totale 48 (ammesse 30). NOVATI PASSION FOR FOOD NUOVO SPACCIO ALL’INTERNO DELL’AZIENDA AGRICOLA NOVELLI PRODUZIONE DI LATTICINI FRESCHI E STAGIONATI “Vi aspettiamo tutti i giorni con i nostri prodotti freschi: yogurt, ricotta stracchino, panna cotta, mozzarella e creme di parmigiano d.o.p. Da noi troverete il pregiato Parmigiano Reggiano di Vacche Rosse I nostri prodotti sono a km0, no Ogm e gluten free; utilizziamo il latte delle nostre vacche rosse per produrre la migliore qualità di Parmigiano Reggiano e di prodotti freschi. Più gustosi e più salutari”. All’interno del nostro spaccio vi aspetta altresì una selezione di vini, olio e tanto altro. Ci trovate in via C.Colombo 117, sulla provinciale che unisce Reggiolo e Novellara (RE) Cell.: 328.2216780 - 320.2840778 - 350.5983718 – email: info@novatifood.com – www.novatifood.com

[close]

p. 10

10 Laboratori gratuiti GIOCHILANDIA Accento vi invita a scoprire il fantastico mondo della Ludoteca Giochilandia, rinnovata nei locali di via Togliatti, grazie ad una serie di laboratori gratuiti dedicati ai bambini dai 5 ai 12 anni. Le attività in programma sono consultabili sul sito web www.comune.novellara.re.it Home page nella sezione Notizie. L’iscrizione è obbligatoria e va effettuata almeno una settimana prima della data prevista. Sabato 6 aprile - PuliAMO Novellara: le scuole e i genitori sono invitati all’iniziativa che prevede una mattinata di pulizia dei parchi e nelle strade del nostro paese. La Rosa dei Venti – Corsi e iniziative del mese di aprile - Sono tante le iniziative in programma. Per conoscerle e rimanere aggiornato, consulta il sito www.comune.novellara.re.it Sezione Eventi oppure segui la pagina facebook del Comune di Novellara. TEATRO LAB 2019: dal 31 marzo al 13 aprile Novellara ospita la decima edizione del Festival Internazionale Teatro Lab, ormai appuntamento fondamentale per il Teatro F. Tagliavini, per le Scuole del territorio e per tutti coloro che da anni riconoscono il valore di questa iniziativa che coinvolge giovani e adulti di paesi diversi, chiamati a condividere la cultura e la cooperazione che il teatro può offrire, oltre alla valenza del “ri-scoprire” un territorio carico di arte e tradizioni. gennaio 2019, (pubblicato Gazzetta Ufficiale n. 11 del 14 gennaio 2019) - “Assegnazione ai comuni aventi popolazione fino a 20.000 abitanti dei contributi per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l’anno 2019, ai sensi dell’articolo 1, comma 107, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, legge di bilancio 2019” . L’importo dell’assegnazione è di Euro 100.000 che saranno utilizzati per due interventi di messa in sicurezza di: STRADA dei BOSCHI: Euro 45.000,00 - Manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di STRADA VALLE e VIA FRASSINARA: Euro 55.000,00. Raccolta di firme presso l’URP - Negli orari di apertura dell’ufficio URP del Comune è possibile sottoscrivere due raccolte di firme aventi come oggetto: - Progetto di legge di iniziativa popolare avente il seguente titolo: “Istituzione dell’indennità di maternità per le madri lavoratrici nell’esclusivo ambito familiare” - Sottoscrizione della lista “Il popolo della famiglia” per l’elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia in occasione delle Elezioni del 26 maggio 2019. Attenzione alla Tessera Elettorale Se risultano esauriti tutti gli spazi per i timbri occorre chiedere il rilascio di una nuova tessera elettorale presso gli sportelli dell’URP. Il rilascio è immediato, senza alcun costo, previa presentazione della tessera esaurita ed esibizione di un documento d’identità del richiedente. DALLA PROVINCIA E DALLA REGIONE Ecobonus - Dal 15 febbraio sono aperte le domande per gli Ecobonus fino a 3mila euro per chi passa a un’auto elettrica, ibrida, a metano o gpl. Le domande devono essere presentate online mediante registrazione a FedERa o SPID. Per maggiori informazioni consultare il sito www.regione. emilia-romagna.it Bonus bebè 2019 - Come, dove e quando si presenta? Tutte le informazioni per chiedere il contributo su www. guidafisco.it/inps-modulo-domanda-bonus-bebe-1195 Bando per lo smaltimento di amianto nei luoghi di lavori - Il bando che prevede il finanziamento per la rimozione e lo smaltimento di amianto nei luoghi di lavoro è consultabile sul sito della Regione Emilia-Romagna. La “prenotazione” può effettuarsi esclusivamente dalle ore 9.00 del 21/02/2019 alle ore 16.00 del 25/02/2019, mentre l’istanza potrà essere presentata dal 19/03/2019 al 15/04/2019. Per maggiori informazioni consultare il sito www.regione.emilia-romagna.it Il 14 aprile è Vaisakhi! - Sabato 14 aprile 2019 torna la tradizionale festa della comunità sikh dedicata al raccolto. Colori e profumi di una tradizione lontana e vicina renderanno questa giornata indimenticabile! Per il programma completo: www.comune.novellara.re.it Tracce di storia dall’archivio storico “Grave fatto di sangue in Villa Boschi” - Proseguono le notizie di fatti novellaresi tratte dall’opuscolo di F. Pietramaggiori “60 anni e sei mesi di storia di Novellara”, Ed. Pietramaggiori 1971. Leggi la storia completa sul sito www.comune.novellara. re.it nella sezione Archivio Storico. Assegnazione di risorse straordinarie - Con deliberazione di Consiglio comunale n. 4 del 28/02/2019 il Comune di Novellara ha recepito nel bilancio di previsione 2019-2021 anno 2019 l’assegnazione delle risorse straordinarie con decreto del Capo del Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’interno del 10 BANDI, CONTRIBUTI E CORSI DI FORMAZIONE Abilitazione all’impiego dei gas tossici - Sessione Primaverile e Sessione Autunnale anno 2019 Presso l’Azienda U.S.L. di Bologna, la Commissione di cui all’art. 32 del R. D. 9/01/1927 n. 147 “Approvazione del regolamento speciale per l’impiego dei gas tossici” terrà due sessioni di esami per il conseguimento dell’abilitazione all’impiego dei Gas Tossici, di cui il primo nel periodo Aprile/Maggio ed il secondo nel periodo Ottobre/Novembre 2019. Gli aspiranti a detti esami, residenti nel Comune di Novellara e che abbiano compiuto il 18° anno di età, dovranno presentare la domanda di ammissione a mezzo PEC al seguente indirizzo: novellara@cert.provincia.re.it, entro il 15 Marzo c.a. per la sessione primaverile ed entro il 15 settembre c.a. per la sessione autunnale. Consulta la documentazione sul sito www.comune.novellara.re.it - Home page delle notizie. COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE SOA - OG1 IV FABBRICATI CIVILI - INDUSTRIALI ZOOTECNICI NOVELLARA (RE) Via C. Colombo, 38 Cell. 335 6077886 - Cell. 335 7425298 - soip@libero.it UNI EN ISO 9001:2015

[close]

p. 11

Inaugurati i nuovi appartamenti protetti di Alessandro Baracchi Vicesindaco e Assessore ai Servizi Sociali, Politiche Abitative e Riordino Territoriale Tutelare le fragilità è uno dei compiti primari della pubblica amministrazione. Uno degli obiettivi politici che ci siamo prefissati sin dal nostro insediamento è stato quello di difendere migliorare i servizi sociali in essere ampliando, per quanto possibile, la capacità di risposta ai nuovi bisogni. Il 23 Marzo sono stati inaugurati 3 appartamenti protetti per anziani siti al primo piano del plesso ubicato in Via Costituzione 2 che già ospita la Casa Protetta, il Centro Diurno e gli uffici amministrativi dei Servizi Sociali, da qualche mese gestiti dalla nuova Azienda Speciale “I Millefiori”, ente strumentale del Comune di Novellara. Gli appartamenti sono stati realizzati grazie ad un’importante donazione da parte di un privato cittadino e costituiscono un nuovo servizio residenziale a disposizione di tutta la cittadinanza. Gli appartamenti sono stati progettati e realizzati con l’idea di creare uno spazio di vita per le persone che necessitano di presidio assistenziale ma che possono ancora godere di un’autonomia tale da non necessitare del ricovero in Casa Protetta. Essi quindi consentiranno a coppie o single di vivere in autonomia con il presidio periodico e continuativo degli attigui servizi sociali e con la facilitazione sanitaria data dalla prossimità con la Casa della Salute. Nei prossimi giorni verrà pubblicato un bando per definire una graduatoria di accesso. L’amministrazione comunale ha inoltre predisposto il budget per consentire la realizzazione di ulteriori 5 appartamenti nel prossimo quinquennio, al fine di saturare tutta l’area a disposizione al primo piano dell’edificio. L’intervento si pone in coerenza con la politiche impostate dall’Assessorato volte a incentivare la residenzialità assistita. Sul territorio, in Via Nenni e in Via Provinciale Nord, sono già infatti presenti due appartamenti protetti per anziani, l’ultimo dei quali inaugurato due anni fa. L’obiettivo infatti è quello di garantire l’autonomia e quindi la dignità della persona il più a lungo possibile. L’apparenza inganna: il grasso nascosto Rubrica a cura della dott.ssa Maria Letizi Truzzi 11 Quando si dice “l’apparenza inganna” è proprio vero soprattutto per coloro che guardandosi allo specchio o pesandosi regolarmente ritengono di essere in buona salute perché non in particolare sovrappeso. La realtà potrebbe essere diversa. Infatti, esiste un grasso meno evidente, ma non meno pericoloso, del grasso sottocutaneo ovvero il grasso viscerale. Quest’ultimo viene anche chiamato grasso “nascosto” perché si annida nella cavità addominale e all’interno dei nostri organi debilitando nel tempo le loro funzionalità. Per questo rappresenta un serio rischio per la nostra salute. Ad esempio, l’aumento di grasso nel fegato può portare alla steatosi epatica, mentre il grasso nel pancreas fa ridurre allo stesso la capacità di produrre insulina favorendo la comparsa del diabete di tipo 2. Ovviamente all’eccesso di grasso viscerale corrispondono tutti gli altri rischi connessi con chiunque sia in sovrappeso, comprese le malattie cardiovascolari. L’accumulo di grasso viscerale è strettamente connesso agli ormoni e i soggetti più a rischio sono gli uomini a qualsiasi età e le donne dopo la menopausa. Gli ormoni favoriscono l’accumulo di grasso nella parte centrale del corpo (come addome e torace), proprio dove si concentrano i nostri organi. Per la prevenzione di patologie che potrebbero insorgere è di fondamentale importanza individuare il più precocemente possibile se si è soggetti ad accumulo di grasso addominale. Un primo espediente potrebbe essere quello di misurare autonomamente la propria circonferenza vita e confrontare questo dato con le tabelle esistenti che indicano i valori ottimali. In ogni caso, se si vuole essere maggiormente tranquilli si può fare un controllo ambulatoriale, nel corso di una visita specialistica, e con l’ausilio di apposita strumentazione stimare la quantità di grasso viscerale. È un esame non invasino e ripetibile, che consente di monitorare nel tempo i cambiamenti e i miglioramenti raggiunti. Qualora si accertasse un eccesso di grasso viscerale e si decidesse di porvi rimedio è importante evitare diete “fai da te”, facilmente reperibili con i più svariati “media” come internet, riviste e televisione e non ultimo il passaparola. Ma ricorrere alla consulenza di uno specialista che elabori una dieta equilibrata ma soprattutto personalizzata. Ogni individuo si differenzia per età, sesso, metabolismo, stile di vita, abitudini alimentari, attività fisica e professionale, eventuali patologie già in essere e cure farmacologiche già in corso. Dott.ssa Maria Letizia Truzzi Dietista Diete Personanizzate Educazione nutrizionale Cell: 370 3606129 E-mail: dietistatruzzi@gmail.com Galleria dei Cooperatori 13/3 Novellara (RE)

[close]

p. 12

12 Carnevale 2019: una festa una vera e propria festa per tutti i bambini Domenica 24 Febbraio si è svolto in Piazza il Carnevale 2019. La sfilata partita alle 14.30 dalla Rocca con a capo la storica Rana è giunta in piazza, vestita a festa dal gruppo Genitori Volontari (Team Avanguardia Volontari), Ludoteca Giochilandia - Scuola Primaria di S. Giovanni – Scuola Materna Lombardini che insieme hanno preparato diversi giochi e laboratori per bambini. Rispetto le scorse edizioni, quando il carnevale veniva organizzato dall’Associazione Volontari a Scuola, il quale va il ringraziamento per tutto l’impegno profuso negli anni, l’edizione attuale ha visto il coinvolgimento di tantissimi genitori delle classi prime e soprattutto diversi genitori provenienti dalle frazioni, elemento che ha solidificato maggiormente e aggregato il gruppo. Ci sentiamo di fare un ringraziamento sincero all’Associazione Commercianti Novellara Viva, che si è assunta senza batter ciglio tutto l’onere burocratico per garantire al meglio la riuscita dell’evento, in particolare, si ringrazia per il contributo elargito Biancheria Varini – Caffè la Rocca – Novellara Immobiliare – Foto Wilder – Bar Roma – Macelleria Zanetti – Susy Parrucchiera – Benetton 012 – Supermercato Diana di Novellara - Discount di Rio Saliceto - la ditta Electric World e l’amministrazione Comunale per il patrocinio ed il contributo riconosciuto. Altro ringraziamento doveroso, perché dobbiamo ammetterlo, organizzare un evento non è affatto una cosa semplice ma ci siamo riusciti, va a tutti coloro che, con la loro disponibilità e spirito di collaborazione hanno fornito attrezzature ed assistenza necessaria, in particolare Pro Loco, Protezione Civile Nubilaria, Avis e Croce Rossa Italiana, un grazie di cuore a tutti. Un ringraziamento speciale anche a Maura Belluti e Paolino Torreggiani colonne storiche e portanti del carnevale, grazie al loro prezioso supporto, siamo riusciti ad organizzare un evento che ha coinvolto davvero tanti, tantissimi bimbi. Ecco, la nostra soddisfazione maggiore è stata vedere i nostri bimbi felici, giocare in Piazza in modo spensierato e la giornata baciata dal bel tempo, ha fatto si, che la vostra partecipazione fosse numerosa all’ insegna dei colori e del divertimento e per questo GRAZIE A TUTTI!!! Noi abbiamo tratto soddisfazione nel farlo e nel viverlo, speriamo possa essere stato lo stesso per Voi. Come tutti gli anni, il ricavato dell’evento verrà messo a disposizione della scuola. Ancora con tutta l’adrenalina addosso il team “Avanguardia Volontari” ringrazia tutti i partecipanti. Il team “Avanguardia Volontari” Foto Ivan Mantovani TINTEGGI INTERNI ED ESTERNI DECORAZIONI, OPERE MURARIE MANUTENZIONI, PAVIMENTI E PARETI IN RESINA NOVELLARA (RE) via T. Nuvolari, 29 Brioni Stefano 339/7950728 - E-mail: 9llaratinteggiatura@gmail.com FALEGNAMERIA di Bigi Ivano PORTE BLINDATE Rivenditore specializzato per RE e provincia manutenzione e restauro di vecchi serramenti in legno S.GIOVANNI DI NOVELLARA (RE) via Prov.le Sud, 119 -Email: condor.bigi@libero.it

[close]

p. 13

13 Contro i cambiamenti climatici prima del non ritorno Ora ci prova Greta Thunberg giovanissima attivista svedese con lo “sciopero della scuola per il clima”. Anche le scuole di Novellara si mobilitano su questo obiettivo. di Michele Crotti Sostenuta dagli allarmanti rapporti che interessano da vicino anche l’italia, si sta diffondendo la consapevolezza che le condizioni climatiche stiano cambiando in modo sensibile. Con frequenza si descrivono alterazioni di andamenti atmosferici, degrado di questa o quella componente ambientale, eventi più o meno catastrofici : siccità, alluvioni, venti disastrosi (i recenti in Trentino), causati soprattutto dal riscaldamento atmosferico globale. L’innalzamento delle temperature terrestri, dovuto all’aumento di anidride carbonica(CO2) nell’atmosfera, è effetto dell’acutizzarsi del co- siddetto effetto serra. Tutti temi, questi, da tempo oggetto di attenzione da parte di scienziati di tutto il mondo che in modo quasi unanime ormai concordano sulla necessità di ridurre la produzione di questo e degli altri gas serra, per scongiurare l’instaurarsi di una spirale irreversibile della tendenza. Questi fenomeni, a lungo ritenuti di difficile decifrazione, hanno trovato un denominatore comune tra le posizioni dei vari Stati in sede ONU e in altre Istituzioni Mondiali. Accordi di Rio de Janeiro( 1992), Protocollo di Kioto (1997), Conferenza di Parigi (2015) sono le principali tappe che hanno portato a stabilire misure concrete per contenere l’innalzamento delle temperature entro i due gradi rispetto ai livelli pre-industriali, mediante la riduzione della immissione di CO2 in atmosfera. Fissati a fatica, gli impegni sono ora difficili da mantenere. L’attuazione richiede la ratifica da parte dei Parlamenti degli Stati, e nel passaggio qualcuno ci ripensa. Ma se questo qualcuno sono gli Stati Uniti d’America, che con il Presidente Trump si sono chiamati fuori, l’accordo perde molto del suo significato e della sua efficacia. Contro questo stato di cose si moltiplicano le proteste e le preoccupazioni e ora risuonano le parole forti della giovane attivista Svedese Greta Thunberg, quindici anni. “Skolstreik for klimatet”, (sciopero della scuola per il clima), è lo slogan della protesta che ogni venerdì Greta attua davanti al Parlamento Svedese. I “Venerdì per il clima” sono divenuti un appuntamento per le scuole di diversi Stati. La ragazza ha portato le ragioni di questo movimento nelle massime sedi in cui si dibattono i temi ambientali ed economici : a Katowice (Polonia) al vertice ONU sul clima, a Davos (Svizzera) al Vertice Economico Mondiale, a Bruxelles alla Commissione dell’Unione Europea. In tutte queste occasioni ha esposto con determinazione e chiarezza le sue ragioni dal tavolo dei relatori. Al vertice ONU Greta ha spiegato così la gravità del problema: “Ciò che speriamo di ottenere da questa conferenza è di comprendere che siamo di fronte a una minaccia esistenziale. Questa è la crisi più grave che l’umanità abbia mai subito. Noi dobbiamo innanzi tutto prenderne coscienza e fare qualcosa il più in fretta possibile per fermare le emissioni e cercare di salvare quello che possiamo”. Il Presidente della Repubblica Mattarella in occasione dell’apertura dell’Anno Accademico della Università della Tuscia e il neo Segretario del Partito Democratico Zingaretti nel suo primo discorso, hanno elogiato l’attivista Svedese che propone con decisione l’impegno contro le alterazioni climatiche. Il quindici marzo molte scuole Italiane hanno dato vita a un “Venerdì per il clima”momento di riflessione sul tema. Le Scuole di Novellara insieme al Comune e a 9pedali hanno aderito a questo importante appuntamento con l’intento di sensibilizzare tutti i cittadini a comportamenti coerenti e virtuosi. In particolare per limitare all’indispensabile l’uso dell’auto per accedere alle aree scolastiche. SALUMIFICIO di Bartoli & C. snc MACELLAZIONE E LAVORAZIONE CARNE SUINA CENTRO CARNI vendita al minuto di carni bovine - suine - avicole NOVELLARA (RE) via C.Colombo, 84 tel.0522/654166 MalorTtaadrteullfao CARROZZERIA MULTIMARCA - VERNICIATURE SPECIALI 40 S.N.C. 1978-2018 Radrizzatura scocca - Grandine - Rinnovo fanali - Sost. vetri Riverniciatura moto auto d’epoca Gestione pratiche assicurative con indennizzo diretto SOCCORSO AUTO SERVIZIO CORTESIA NOVELLARA (RE) via E. Mattei, 8/10/12 tel. e fax 654965 cell.347/5068015 - 339/7305543 email: cocchifontanilicarrozzeria@gmail.com

[close]

p. 14

14 Il Murale di Augusto, un’opera splendida e maestosa che lo avvicina a noi Augusto Daolio, Vivaldo Poli e Franco Tagliavini: tre artisti che hanno dato lustro al paese di Novellara, sono diventati un patrimonio collettivo della comunità e la rappresentano nell’aspetto migliore. Girando per l’Italia non è difficile trovare persone che conoscono Novellara per i Nomadi e Augusto e come novellaresi siamo orgogliosi che il nostro paese sia conosciuto grazie a figure di questa levatura e non a fatti di cronaca, a politici discutibili o a delinquenti famosi. Vittorio Ariosi è stato lo storico/divulgatore che più ha cercato, con le sue pubblicazioni, di valorizzare la storia di Novellara e dei Gonzaga. I segni del governo di questa dinastia sono ancora evidenti sull’assetto urbanistico, sulle residenze, le chiese, i conventi e nelle opere esposte in Rocca. Al di fuori della corte e dei suoi sfarzi, le sue narrazioni ci parlano però anche di un paese dalla cultura soprattutto agricola, come ce n’erano tanti disseminati in tutta Italia, dove la povertà era lo stigma principale. Ciò nonostante, Novellara ha dato i natali a personaggi come l’artista Lelio Orsi nel ‘500 e lo scienziato Vittorio Marchi nell’800 di un tale livello culturale che s’impone l’interrogativo di quali debbano essere l’humus, l’ambiente, lo spirito più appropriati e stimolanti per ottenere risultati così alti. Ariosi ha ben raccontato le loro storie associate a quelle di alcuni membri della famiglia Gonzaga ma, prima di lasciarci, ha portato a termine un suo ultimo lavoro nel quale vengono valorizzati anche artisti del nostro recente passato, della metà del secolo scorso. Tra questi i più illustri sono sicuramente Vivaldi Poli nel campo della pittura, il tenore Franco Tagliavini per l’opera e Daolio Augusto, mitico cantante dei Nomadi, gruppo costituito in sodalizio con Beppe Carletti. Augusto, oltre ad avere una voce unica ed essere stato sia un ottimo interprete che autore di canzoni, è stato un pittore surrealista e naturalista, con una visione quasi panteistica della natura, dove le persone, le rocce, gli animali, le piante hanno tutte lo stesso valore, sono metamorfiche e simbiotiche, un tutt’uno difficilmente divisibile. La natura non divide animato e inanimato che si inglobano a vicenda. Anzi, ogni cosa ha un’anima e le figure umane abbracciano la luna facendo parte della spiritualità che da questa emana. Il ragazzo che abbraccia la luna, le rocce che si trasformano in cavalli, le persone inglobate nelle piante e gli animali che si trasformano in piante sono tra i suoi soggetti preferiti. Credo che l’immagine che meglio lo rappresenta è però il tronco dell’albero che si unisce al terreno attraverso due mani che si stringono. La condivisione, la solidarietà, la simbiosi con la natura sono valori che emergono con forza dalle sue opere. I suoi quadri a olio e i tanti disegni a di Marco Ruini china che produceva mentre aspettava il momento di salire sul palco dei concerti, sono in parte visibili nella sala a lui dedicata in Rocca dei Gonzaga e ci sorprendono ogni volta per la fantasia, il simbolismo, la finezza tecnica e l’amore per la natura e per l’altro, sempre benevoli, sempre fonte di meraviglia, sempre uniti, mai in conflitto. Anzi, Augusto aggiustava i conflitti, riceveva lettere dai fans che gli chiedevano consigli sui loro rapporti con i partner, sul matrimonio, sul senso della vita. E lui rispondeva a tutti. Era così ascoltato perché era capace di ascoltare, qualità oggi in disuso e che il suo esempio può aiutare a fare riemergere. Poli, Tagliavini e Augusto, oltre a dare lustro al paese di Novellara, sono diventati un patrimonio collettivo della comunità e la rappresentano nell’aspetto migliore. Girando per l’Italia non è difficile trovare persone che conoscono Novellara per i Nomadi e Augusto e come novellaresi siamo orgogliosi che il nostro paese sia conosciuto grazie a figure di questa levatura e non a fatti di cronaca, a politici discutibili o a delinquenti famosi. Augusto in particolare, fa parte dell’immaginario collettivo della nostra comunità come di tutti quelli che per anni lo hanno seguito nei concerti e vengono a Novellara per ritrovarlo e per cercare segni del suo passaggio. Penso quindi che sia giusto e lodevole l’impegno dell’amministrazione nel cercare di valorizzare la memoria di questi novellaresi illustri, come riconoscenza dovuta e sentita. È anche un’ulteriore opportunità per tutti avere nuove occasioni di parlare di loro e diffonderne la conoscenza a ospiti e amici, condividerne il ricordo. Il Foscolo, nella sua poesia “I sepolcri”, riteneva che le sepolture delle grandi persone a nulla servissero ai morti, ma fungessero da esempio per i vivi, come invito a ricordare e imitare le loro vite e capirne le opere, perché indicassero la strada giusta alle giovani generazioni. La tomba di Augusto, ancora oggi meta di pellegrinaggi a distanza di ventisei anni, è l’esempio di cosa intendesse il nostro grande poeta. Di Augusto ci rimane molto più della tomba, ci ha lasciato la sua splendida voce che continuiamo ad ascoltare nei dischi, i filmati che ce lo riportano sorridente e così in sintonia con il suo pubblico, le sue opere pittoriche. Che ci Foto Storchi Mauro sia anche una rappresentazione di Augusto che lo ritrae da vivo, come ce lo ricordiamo, in quella splendida immagine recuperata da una delle più belle fotografie che lo ritraggono trasposta nel murale da poco realizzato, ha un valore particolare, aggiuntivo, perché lo avvicina maggiormente a noi, così maestoso e contemporaneamente semplice, così ancora presente. L’Amministrazione comunale e la Rosi hanno mostrato una sensibilità particolare nel favorirne la realizzazione anche perché questo grande dipinto a muro fa parte di un progetto più ampio di valorizzazione culturale e di immagine che comprende le opere già realizzate “Il balestriere” di Lelio Orsi, il ritratto di Paltrinieri sul fronte della piscina, il prossimo affresco su Vivaldo Poli (e spero anche su Franco Tagliavini) e la splendida idea di dipingere le panchine del parco Augusto con disegni raffiguranti canzoni dei Nomadi. Queste opere, oltretutto, hanno anche il vantaggio di abbellire spazi neutri, non luoghi, valorizzando angoli di Novellara altrimenti poco significativi. Al riguardo ricordo che era già stata fatta una operazione simile al Parco Primavera dove Giacinto Sgarbi ha dipinto oltre 60 metri di muro marginale (era il retro dei garage dell’area PEEP) con vedute di Novellara che hanno trasformato un luogo dismesso in un angolo molto bello di Novellara. Spero che l’impegno degli amministratori continui a mostrare l’intenzione di valorizzare chi ha lasciato un segno positivo e indelebile nel nostro paese e che continuino a farlo con opere di valore. Il ritratto di Augusto sul fianco della casa nel retro della Rocca, oltre a essere bello e d’effetto, è stato realizzato con una tecnica particolare: la tecnica della stencil art che utilizza mascherine normografiche per creare, attraverso la sovrapposizione di macchie di colore la tridimensionalità. Complimenti all’artista padovano che si firma Alessio-b. Vendita autovetture di tutte le marche SERVIZI AUTOFFICINA: Revisione motori - Cambi automatici Iniezione Diesel e Benzina - GPL e Metano GOMMISTA: Pneumatici delle migliori marche - Assetto ruote NOVELLARA (RE) via C.Colombo, 91/93 Tel.0522/662526 www.auto3novellara.it - Email: auto3snc@virgilio.it

[close]

p. 15

Omaggio ad Augusto 15 I giorni scorsi mi è capitato di dover assolvere a problemi personali e quindi di aver bisogno di arrivare fino al “paese” cosa ormai rara per me, in quanto spesso via per lavoro. Arrivato in paese mi sono ricordato della copertina del Portico e incuriosito ho voluto vedere dal vero l’omaggio che l’Amministrazione Comunale aveva voluto dedicare ad Augusto. “Pregevole”, è stata la prima istantanea che mi ha attraversato la mente. Non conosco la tecnica usata per la realizzazione, ma questo è un’aspetto secondario. La cosa che più mi ha fatto piacere, al di là della pregevole esecuzione, è stata la volontà di “ricordare”. Noi siamo anche una parte di ciò che abbiamo ereditato. Tenere viva la memoria, il ricordo di chi ha portato, con il proprio impegno e talento, un contributo identificativo di una collettività, merita, a mio parere, la nostra riconoscenza. Bene ha fatto l’Amministrazione Comunale nell’operare questa scelta, così come per “L’Arciere” di Lelio Orsi, così come meriterebbero visibilità il Pittore Vivaldo Poli, il tenore Franco Tagliavini e tanti altri. Immaginate l’immagine di Franco che copre l’intera facciata ovest del nostro Teatro a lui dedicato: FANTASTICO. Dobbiamo spenderci per tenere viva la memoria dei grandi novellaresi e siccome viviamo nel periodo dell’”immagine”, usiamola per ricordare ai nostri giovani le persone che hanno dato lustro al nostro territorio. Mario Pavesi “Nomadi Incontro” una edizione davvero speciale “Fiumi e canali sono le sue vene e il cielo azzurro è la sua mente, sudore e fatica sono il suo corpo, è il paese dove son nato”, arrivederci al prossimo incontro. I commercianti di Novellara Viva “Buongiorno, la canzone è Mercanti e Servi giusto? Esatto avete diritto ad un premio, ci teniamo a precisare che l’intero ricavato andrà all’Associazione Augusto per la Vita, prego scegliete pure” ecco uno dei tanti siparietti verificatosi nei negozi del centro di Novellara nel week end del 16-17 Febbraio. L’associazione Commercianti Novellara Viva, in collaborazione con l’Associazione Augusto per la Vita, ha dato vita a questa simpatica iniziativa dove all’interno della vetrine dei commercianti che hanno aderito vi era una scritta di una canzone ed il popolo nomade doveva indovinare il titolo. Tantissime persone provenienti da tutte le parti di Italia, sorrisi, battute e tanti gadget offerti dai commercianti di Novellara Viva, cartoline spille e tanti altri gadget con un unico scopo, donare l’intero ricavato all’Associazione Augusto per la Vita, che nel corso degli anni si è resa protagonista in tantissime occasioni per la solidarietà dimostrata, devolvendo cifre altissime in beneficienza. Splendide le decorazioni dei commercianti che per tutta la lunghezza dei portici hanno appeso dei dischi con i vari titoli di canzoni dei vari successi dei Nomadi ottenendo un risultato davvero d’effetto. Che dire, baciati dal sole, in questo week end si è respirato un ottimo clima, disteso, sereno, di festa. Ottima la scelta di portare il concerto in “centro” dove anche i negozi hanno avuto maggior visibilità da un evento che è diventato, nel corso degli anni, un appuntamento fisso ormai e ampiamente atteso. Diverse vetrine allestite a tema, l’energia dei fans ha contagiato anche il tessuto commerciale del nostro paese, dove vi è stato un coinvolgimento totale, ecco le parole di una commerciante di Novellara Viva “vedere il popolo nomade” vivere il nostro centro storico come se fosse il più bel paese mai visto, con gli occhi al cielo per ammirare, leggere e fotografare le decorazioni dei portici, riempie il cuore a chi, come noi, si adopera per quanto possibile, per rendere ogni evento un po’ speciale. Nel nostro piccolo, ogni giorno, cerchiamo di rendere questo paese migliore, perché abbiamo a cuore Novellara, lo testimoniano le tante attività proposte e organizzate nel tempo da parte dell’Associazione. “Fiumi e canali sono le sue vene e il cielo azzurro è la sua mente, sudore e fatica sono il suo corpo, è il paese dove son nato” arrivederci al prossimo nomadi incontro, cercheremo sempre di renderli giorni speciali.

[close]

Comments

no comments yet