Praticare il futuro

 

Embed or link this publication

Description

Cooperativa sociale Onlus

Popular Pages


p. 1

Praticare il futuro: dal 2011, la cooperativa sociale Praticare il Futuro, Onlus sperimenta l’educazione alla responsabilità sociale e ambientale e all’economia sobria e solidale, presso Cascina Santa Brera, a S Giuliano Milanese. L’azienda agricola, a conduzione biologica e permaculturale, è un luogo prezioso, dove si impara a decidere insieme regole e attività, a gestire in autonomia i conflitti, a produrre ciò che si consuma, a prendersi cura di sé, degli altri e dell’ambiente. PERCORSI PER LE SCUOLE nidi - infanzia - primaria Come lavoriamo: con l’approccio metodologico della progettazione derivato dall’ottica laboratoriale, intesa sia come luogo fisico sia come un movimento di un pensiero chiamato a formulare ipotesi rispetto a uno scopo, per poi svilupparla. Un metodo che si focalizza sul come fare, lavorando così su due dimensioni: una immediata che porta alla realizzazione di un prodotto, e una a lungo termine che porta all’acquisizione di un metodo, quello scientifico di approccio alla conoscenza. Metodo che si avvale della valutazione riflessiva, dell’analisi critica e della messa in atto di strategie via via sempre più efficaci. Cosa proponiamo: il nostro lavoro parte dal dialogo con i docenti, affinchè ogni incontro e percorso sia frutto di un accordo utile a mettere a fuoco: temi e specifiche attività laboratoriali, per concretizzare i saperi disciplinari appresi in classe e mettere in atto compiti di realtà; criteri di osservazione-monitoraggio delle competenze messe in campo da ogni alunno, validi per la certificazione delle competenze, grazie a un bilancio redatto nel Curricolo Personale di ogni alunno; sovranità alimentare, cibo - territorio - clima, stili di vita, consumo critico ed economia solidale, educazione alla responsabilità sociale e ambientale (acqua, energia, rifiuti), permacultura e cittadinanza globale e democrazia partecipativa; Unità di Apprendimento quali progetti autonomi singoli o in un percorso di Integrazione scuola aperta, per orchestrare i saperi trattati in classe con le possibili rilevazioni-azioni da concretizzare presso la cascina, in almeno tre incontri nell’arco dell’anno scolastico (orto, animali, bosco, cucina, energie rinnovabili e produzione artigianale); consulenza per la stesura di progetti cofinanziati e copartecipati, quali ad esempio la dispersione scolastica, pon, competenze di cittadinanza; progettazione e realizzazione di orti scolastici secondo l’approccio permaculturale; proposte formative per insegnanti-educatori sull’ottica laboratoriale come approccio alla didattica delle competenze, sull’uso dei linguaggi disciplinari nelle pratiche di cucina, orto, fertilità della terra, sul metodo della progettazione in ambito artigianale. A chi ci rivolgiamo: - alle scuole, con percorsi personalizzabili e con la possibilità di concordare un numero variabile di incontri, sia in Cascina che in aula: attività artigianali, cura e contatto con equini, orto, approfondimenti di temi-problemi locali-globali; - a bambine/i, adolescenti, giovani, con campi vacanze, agriscuola, agriasilo; - agli adulti di varie professioni tra cui insegnanti ed educatori, con il corso annuale di permacultura e corsi di autoproduzione e di agricoltura organica rigenerativa. La nost ra v isione: attuare i principi di Cittadinanza Globale e di Costituzione (legge quadro nazionale 86/2010) e dell’Agenda 2030, supportando la Scuola nella progettazione curricolare delle Unità di Apprendimento e dei progetti in genere. Praticare il futuro - Società Cooperativa Sociale ONLUS V. Cascina Santa Brera Grande snc - 20098 segreteria@praticareilfuturo.it www.praticareilfuturo.it facebook cooppraticareilfuturo Codice Fiscale e Partita IVA: 07479220969 numero REA: MI-1961566

[close]

p. 2

PER IL NIDO VISITA ALLA FATTORIA Giro della fattoria e conoscenza degli animali; coccole e cure agli asinelli; la terra e i suoi abitanti; i semi e le piantine nell’orto didattico; collage con elementi naturali; giochi con la terra e l’acqua; nel bosco alla ricerca degli animali selvatici; attività con i colori naturali; manine in pasta: cuciniamo noi; ‘Visita alla fattoria’- 8 euro a bambino/a con un minimo garantito di 140 euro, Lab ‘Travasi’ e Lab ‘Creazione di gioielli dalla natura’-10 euro a bambina/o, con un minimo garantito di 180 euro. Lab di ‘Panificazione’ e Lab ‘Coloriamo con la natura’: 12 euro a bambino con un minimo garantito di 200 euro. Ogni incontro o ciclo dei seguenti incontri prevede un incontro preliminare con gli insegnanti (gratuito) per la progettazione condivisa. Siamo inoltre disponibili (sempre gratuitamente) a dare ogni sostegno possibile agli insegnanti per aiutarli ad approfondire le tematiche affrontate nell’ambito dei programmi scolastici e ad elaborare eventuali progetti autonomi. E’ possibile approfondire i temi proposti con percorsi didattici di un numero superiore di incontri, sia in cascina che in classe. PICCOLI ORTICOLTORI (è possibile svolgere anche una sola delle due unità) scuola INFANZIA / 1°ciclo scuola PRIMARIA Obiettivi: conoscere l’interdipendenza tra tutti gli esseri viventi (compresi gli esseri umani!) e l’importanza della fertilità della terra e del come mantenerla rispettando l’ambiente. IN CASCINA (4 ore) Visita alla Cascina e semplici spiegazioni sui principi della permacultura. Cosa serve a un seme per crescere? attività nell’orto didattico: lavorazione delle prode, semina, trapianti, diserbo ecc. La terra che scoperta: esperimenti sulla fertilità della terra e osservazioni sui piccoli esseri che permettono la fertilità della terra e aiutano le piante, con giochi sui temi proposti. IN CLASSE (4 ore) Progettare la semina - impostazione del metodo scientifico: cosa serve a un seme per crescere: osservazioni sui semi ed esperimenti di semina in diverse condizioni e rilevazione dei dati. Invenzione di una fiaba collettiva sui piccoli esseri che abitano la terra e la rendono fertile. Gioco “la rete della permacultura” in versione semplificata. Decorazione dei vasetti da usare per la semina. GIOCHIAMO CON IL MONDO (è possibile svolgere anche una sola delle due unità) Obiettivi: capire che tutti gli esseri viventi giocano, perché il gioco risponde a bisogni profondi; progettare-ideare giochi e giocattoli utilizzando elementi naturali o trasformando oggetti a cui in genere non si dà valore in strumenti di gioco; conoscere e valorizzare alcuni elementi di altre culture individuando le analogie e le differenze. IN CASCINA (4 ore) Introduzione al concetto di autocostruzione dei giocattoli mostrando giochi, foto, filmati di tipici giocattoli fabbricati da bambini e adolescenti del Sud del mondo e dai bambini occidentali del passato. Escursione nei dintorni della Cascina (eventualmente accompagnati dagli asini e/o dalla cavalla) per raccogliere materiali naturali adatti a costruire giocattoli e invenzione di giochi usando elementi naturali (terra, alberi, piante ecc.). Al ritorno, laboratorio per costruire giocattoli con i materiali raccolti. IN CLASSE (4 ore) Racconto animato della fiaba di Cenerentola nelle versioni di diverse culture. Filastrocche e conte di altri paesi e balli e/o gioco delle sedie (in versione competitiva e cooperativa) con musiche africane, asiatiche e latinoamericane. Costruzione di giocattoli con materiali riciclati. Sperimentazione di giochi simili in tutto il mondo ma con leggere variazioni da un paese all’altro. Invenzione di giochi nuovi mescolando elementi di giochi diversi (con il 2 metodo dell’ ”inventagiochi”).

[close]

p. 3

PROPOSTE 1°CICLO e 2°CICLO della PRIMARIA scuola INFANZIA - 1°e 2° ciclo PRIMARIA LA MATEMATICA IN CUCINA Obiettivi: la matematica è fondamentale nella nostra pratica quotidiana per stimare, calcolare a mente, accordare quantità e numerosità tra proporzioni, frazioni, costi, partendo da queste domande: cosa abbiamo nell'orto? Cosa si cucina oggi? Quali gli ingredienti che ci servono? Quante sono le persone che mangiano? - Breve giro della fattoria e l’eventuale raccolta di ortaggi e/o erbe spontanee; - La ricetta: i bambini vengono guidati a stimare gli ingredienti che occorrono per preparare il pane, la pizza, la pasta fresca o i biscotti, le quantità occorrenti, nel calcolare a mente le rispettive proporzioni (utilizzando unità di misura come manciate, cucchiai, cucchiaini ecc.), sulla base del numero di persone da nutrire; - Cuciniamo: realizzazione pratica della ricetta e consumo collettivo del pasto. I RICICLONI (è possibile svolgere anche una sola delle due unità) Obiettivi: stimolare il cambiamento di percezione di ciò che abitualmente si butta via da rifiuto a risorsa; riflettere sui danni ambientali e sociali creati dal concetto di “usa e getta” e dall’aumento di spazzatura, strettamente legato al consumismo; stimolare la capacità di immaginare altri usi per oggetti noti; sensibilizzare sulla riduzione, riuso, riciclo dei rifiuti per modificare concretamente gli stili di vita quotidiani. IN CASCINA (4 ore) Valutazione dei rifiuti che produciamo in una giornata e brevi riflessione sulle conseguenze della produzione di spazzatura. Giro della cascina per capire come i cosiddetti “rifiuti” vengono riutilizzati e riciclati (abbiamo dieci tipi di riciclaggio diversi, dal compost all’uso di gusci e noccioli come combustibile) riducendo al minimo il contenuto del sacco nero. Staffetta a squadre: vince quella che separa nel modo più corretto materiali mescolati. Laboratorio di costruzione di giocattoli e oggetti con materiali di riciclo e invenzione di giochi e storie sulla base degli oggetti prodotti. IN CLASSE (4 ore) Laboratorio di produzione di carta riciclata. Fabbricazione di contenitori per la raccolta differenziata in classe utilizzando materiali di riciclo. Riflessioni su come ridurre la produzione di rifiuti, riutilizzare e riciclare i materiali ed elaborazione di un decalogo da appendere in classe. LA MERENDA LA FACCIAMO pane e orto Obiettivi: stimolare la riflessione sull’impegno e le risorse necessarie per produrre cibo (terra fertile, acqua pulita, lavoro umano) e sul concetto di sostenibilità ecologica e sociale. Stimolare l’interesse per l’autoproduzione come fonte di acquisizione di competenze e di autonomia. IN CASCINA (6/7 ore) - Visita alla fattoria: orto, frutteto, campi, animali e eventuale raccolta di verdure o erbe aromatiche; - brevi spiegazioni sulla produzione alimentare biologica e in permacultura; - preparazione del pane, con l’eventuale aggiunta di verdure/erbe aromatiche; - attività nell'orto didattico; - giochi sulla sostenibilità (limiti delle risorse, impronta ecologica, rete della permacultura); - elaborazione di un breve decalogo sull'alimentazione sana e sostenibile. I bambini possono consumare in Cascina gli alimenti preparati oppure portarli a casa.

[close]

p. 4

PROPOSTE 2° CICLO della SCUOLA PICCOLI ORTICOLTORI (è possibile svolgere anche una sola delle due unità) Obiettivi: riflettere sull’impegno e le risorse necessarie per produrre cibo (terra fertile, acqua pulita, lavoro umano); sul differente impatto ambientale e sociale tra agricoltura e allevamento convenzionali e biologici/permaculturali/agroecologici; sul consumo eccessivo e diseguale di risorse naturali. Comprendere il concetto di “terra fertile” e di interconnessione tra tutti gli esseri viventi, con l’essere umano come parte della rete e non dominatore e sfruttatore. IN CASCINA (4 ore) Gioco a squadre tipo staffetta sul riconoscimento degli ortaggi. Visita all’orto grande con brevi spiegazioni sulla produzione biologica secondo il metodo della permacultura. Attività nell’orto didattico (preparazione delle prode, diserbo, semina, trapianto ecc). Gioco “La rete della permacultura”. Esperimenti e osservazioni sui diversi tipi di terreno (di orto, di pascolo, di bosco, con prelievi di campioni) e sul mantenimento della fertilità del terreno. IN CLASSE (4 ore) Osservazione di diversi tipi di semi e delle varie parti del seme. Discussione sugli elementi necessari a un seme per germinare e esperimenti di semina in diverse condizioni (senza acqua, senza luce, senza terra). Semina di vari semi in vasetti di riciclo decorati ad hoc. Quiz a squadre “Il gioco dell’orto”. Elaborazione di un breve decalogo sull’alimentazione sana e sostenibile. NB: consulenze per allestimento orti scolastici. PICCOLI RACCOGLITORI (è possibile svolgere anche una sola delle due unità) Obiettivi: comprendere il concetto di biodiversità e la sua importanza fondamentale per la vita e quindi la necessità di rispettarla con metodi di agricoltura e allevamento più ecologici; riflettere sulla ricchezza delle differenze, sui legami di “cooperazione” che si creano tra esseri viventi in un ambiente naturale; conoscere le funzioni positive che le erbe spontanee hanno nei confronti delle altre piante, degli animali e degli esseri umani; riflettere sui rischi legati alla “privatizzazione” delle conoscenze IN CASCINA (4 ore) Giro in Cascina e dintorni per raccogliere erbe spontanee commestibili e curative utilizzando il gioco “chi vede per primo”. Illustrazione delle caratteristiche (botaniche, alimentari e curative) di ogni pianta raccolta. Preparazione delle piante per l’uso e l’essiccazione. Preparazione di semplici piatti (o sale aromatico, o altro) oppure lavorazione di piante per l’uso curativo (infuso, decotto, olio per massaggi, unguento ecc.). Gioco “strega comanda pianta” nel frutteto. IN CLASSE (4 ore) Preparazione dell’erbario con le piante essiccate e di brevi schede che illustrano le caratteristiche delle varie piante. Gioco “riconosci l’erba” con il tatto e l’olfatto. Breve lezione interattiva sulle piante medicinali nella storia e sui rischi attuali (riduzione della biodiversità, privatizzazione dei principi attivi e delle conoscenze tradizionali ecc.).

[close]

p. 5

PROPOSTE per il 2° CICLO della SCUOLA PRIMARIA GIOCHIAMO CON IL MONDO (è possibile svolgere anche una sola delle due unità, scegliendo solo alcune delle attività proposte) Obiettivi: capire che tutti gli esseri viventi giocano, perché il gioco risponde a bisogni profondi; progettare-ideare giochi e giocattoli utilizzando elementi naturali o trasformando oggetti a cui in genere non si dà valore in strumenti di gioco; conoscere e valorizzare alcuni elementi di altre culture individuando le analogie e le differenze. IN CASCINA (4 ore) - Introduzione al concetto di autocostruzione dei giocattoli mostrando disegni di tipici giocattoli fabbricati da bambini e adolescenti del Sud del mondo e dai bambini occidentali del passato; - escursione nei dintorni della Cascina (eventualmente accompagnati dagli asini e/o dalla cavalla) per raccogliere materiali naturali adatti a costruire giocattoli e invenzione di giochi usando elementi naturali (terra, alberi, piante ecc.); - laboratorio per costruire giocattoli con i materiali raccolti. IN CLASSE (4 ore) - Racconto animato della fiaba di Cenerentola nelle versioni di diverse culture. Gioco delle sedie (in versione competitiva e cooperativa) con musiche di diverse aree del mondo; - costruzione di giocattoli con materiali riciclati; - sperimentazione di giochi simili in tutto il mondo ma con leggere variazioni da un paese all’altro (es. palla prigioniera, sassolino, bandiera ecc.), ed eventualmente invenzione di giochi nuovi mescolando elementi di giochi diversi (con il metodo dell’”inventagiochi”). LA MIA SCUOLA A IMPATTO LIEVE Una importante proposta rivolta alle scuole di ogni grado. Un percorso personalizzato per monitorare lo “stile di vita” della classe (o di gruppi di classi, o dell’intera scuola) per quanto riguarda: - consumo di energia, di acqua, la produzione di rifiuti... - le scelte di consumo (prodotti alimentari, detersivi, cancelleria... - oppure tutte queste cose insieme; per valutarne l’impatto sociale e ambientale e trovare insieme le soluzioni per renderlo più “leggero”, responsabile, solidale. Le educatrici della cooperativa vi seguiranno passo per passo nelle fasi di indagine, analisi, formazione (ricorrendo a giochi di simulazione, quiz, laboratori, documentari, dibattiti, ricerche ecc.), confronto collettivo, scelta dei cambiamenti e loro attuazione pratica e monitoraggio dell’efficacia delle soluzioni scelte. Si prevede di svolgere le attività interamente in classe, ma è possibile prevedere anche una uscita in Cascina Santa Brera.

[close]

p. 6

PROPOSTE per il 2° CICLO della SCUOLA PRIMARIA NOVITA’ IL FANTASTICO MONDO DELLE API Obiettivi: osservare scientificamente le comunità complesse di insetti e scoprire analogie e differenze con quella umana; sviluppare la consapevolezza del ruolo insostituibile degli insetti impollinatori per la nostra sopravvivenza e dell’interdipendenza tra tutti i viventi. A piccoli gruppi (opportunamente protetti da tute da apicultori), esplorazioni “dall’interno” di un alveare alla scoperta dell’interessantissima organizzazione della comunità delle api; l’osservazione sarà guidata e spiegata da un’educatrice esperta di apicoltura. Nel frattempo, il resto della classe si dedicherà alla modellazione della cera e/o alla manutenzione delle varie componenti di un’arnia. Prezzo: 10 euro a bambina/o con un minimo garantito di 200 euro. E’ praticabile solo con una classe per volta. Prezzo: 10 euro a bambina/o con un minimo garantito di 200 euro. Praticabile con una classe alla volta. L’ ENERGIA BUONA DEL SOLE (è possibile svolgere scegliere solo alcune delle attività proposte) Obiettivi: sviluppare la consapevolezza sulle questioni globali legate alla produzione e all’uso dell’energia e della loro responsabilità come consumatori e potenziali produttori; “far toccare con mano” le possibilità di produzione di energia pulita e “decentrata” offerte dalle fonti rinnovabili, in particolare il sole. IN CASCINA (da 4 a 8 ore) - Divisi in squadre, i ragazzini risponderanno a un quiz a risposte chiuse che, partendo dalle loro conoscenze sull’argomento energia, inquadra il contesto in cui ci troviamo: picco del petrolio, abuso di combustibili fossili, crisi climatica, possibili alternative (energie rinnovabili, efficienza e risparmio energetico) - giro della Cascina per dare la “caccia” alle fonti energetiche, accumulando punti per la propria squadra - seguiranno alcuni esperimenti utilizzando strumenti semplici e meno semplici, dalle lenti di ingrandimento al radiometro solare, da piccoli giochi a pannelli fotovoltaici da mettere in circuito, per capire come funziona la grande energia solare - un brain storming permetterà di far emergere come possiamo modificare il nostro stile di vita per usare meglio e meno l’energia. -6-

[close]

p. 7

integrazione scuola INTEGRAZIONE SCUOLA IN FATTORIA Le recenti Indicazioni Ministeriali per il Curricolo, relative agli ambienti di apprendimento, sottolineano la valorizzazione delle esperienze pratiche in quanto stimolano l’alunno a pensare, provare, realizzare e valutare le attività stesse vissute in condivisione e partecipazione con gli altri. L’attenzione è spostata sui traguardi di sviluppo delle competenze dello studente e sugli obiettivi (resi ora prescrittivi) di un apprendimento personalizzato, tramite l’attività pratica, svolta con le risorse del territorio. Dal 2013 ad oggi la cooperativa sociale Praticare il Futuro ha attivato il progetto Integrazione scuola in fattoria dedicato a bambine/i e ragazze/i dai 3 ai 13 anni. Divisi tra scuola dell’infanzia e scuola primaria e secondaria di primo grado, due venerdì al mese dalle 8 alle 16, i ragazzi sono ospitati in Fattoria, un luogo dove la matematica e le scienze vengono praticate in cucina, la geometria bi e tri dimensionale, la misura e il calcolo nella bottega del falegname; le scienze nella cura dell’orto e degli animali; l’italiano, la storia, la geografia nella ricerca sul consumo critico, sulla cittadinanza attiva, l’economia e l’ecologia. Ragazzi e ragazze imparano dunque facendo, ma non solo: lavorando in autonomia, riflettono su come la loro mente apprende, sperimenta, escogita soluzioni originali ai problemi. Inoltre, attraverso la gestione autonoma delle regole e dei conflitti e la vita quotidiana in Cascina, improntata al risparmio e riutilizzo di risorse e al rispetto della terra e degli esseri viventi, ma anche attraverso giochi, laboratori, ricerche e progetti di tipo giornalistico (per esempio realizzazione di documentari), i ragazzi e le ragazze vengono aiutati a sviluppare la responsabilità sociale eambientale, le capacità di cooperazione, l’attitudine alla cittadinanza attiva e partecipata, l’autoregolazione e la gestione dei conflitti. INTEGRAZIONE SCUOLA APERTA Una nuova proposta per il successo scolastico di ragazzi/e in momentanea difficolta’ e a rischio di dispersione scolastica Proponiamo a gruppi o classi delle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado la possibilità di concordare un percorso di Integrazione scuola aperta, creando con le/gli insegnanti progetti specifici. I percorsi prevedono almeno tre giornate in Cascina, distribuite nel corso dell’anno scolastico. Integrazione Scuola per noi significa offrire alla scuola e agli studenti una risorsa educativa e agricola del territorio per: --- Promuovere il successo scolastico di alcuni ragazzi a rischio, potenziando quanto sanno, quanto sanno fare nell’interazione con gli altri e l’ambiente, per accrescere l’autostima e l’auto-co-regolazone (contro la dispersione scolastica). --- Scoprire che alcuni saperi disciplinari sono necessari alle pratiche quotidiane (es la cucina, la falegnameria, il cucito, la cura dell’orto e degli animali), pertanto sviluppare la capacità argomentativo-critica tra i compagni e l’educatore in rapporto agli aspetti conoscitivi, operativi e socio-emotivi-civ-i7ci-, nell’ottica dell’apprendere ad apprendere; (contro la frustrazione-demotivazione). --- Sviluppare una riflessione sistemica su come si apprende e come si procede declinando alcuni processi, comprendendo il contesto dato dall’azienda agricola, dai vari partecipanti e dai compiti quotidiani, per superare alcune barriere relative alla stima di sé, all’egocentrismo, alla consapevolezza di possedere alcune abilità su come trovare soluzioni ai problemi reali, allargando tale consapevolezza al contesto globale, per capire in che modo possiamo influire positivamente sui principali problemi mondiali.

[close]

p. 8

MA CHE COS’E’ LA PERMACULTURA? La permacultura è un metodo per progettare insediamenti umani sostenibili, basandosi sull’osservazione degli ambienti naturali, sulla consapevolezza della necessità di ridurre l’impatto umano sull’ambiente e sulla sinergia tra i diversi elementi, ognuno dei quali ha più funzioni: per esempio, gli animali collaborano a mantenere i terreni fertili e a prepararli per la coltivazione. Per gli/le insegnanti e le/gli alunni/e particolarmente interessati a questo argomento, è possibile programmare un’unità didattica specifica sul tema e “personalizzata” in base alle esigenze della classe, utilizzando un gioco interattivo per introdurre i principi della permacultura e realizzando un piccolo progetto nell’ambito della cascina basato sulle tre fasi del metodo: osservazione della natura, riflessione/progettazione e esecuzione. Cascina Santa Brera è un laboratorio del futuro. Coniuga tradizioni antiche e nuove tecnologie, per raggiungere la massima sostenibilità ambientale in base ai principi della permacultura, al fine di creare sinergie tra i diversi componenti, valorizzare la diversità, la varietà e lo scambio, l’equa distribuzione delle risorse, la responsabilità personale rispetto alle conseguenze delle proprie scelte e dei gesti quotidiani, la cura delle persone, degli esseri viventi e della terra. Per sapere come si arriva in Cascina Santa Brera, e scoprirne i servizi di agriturismo, agriristoro e vendita diretta dei prodotti, consultare il sito: www.cascinasantabrera.it - I percorsi comprendono un incontro preliminare con gli insegnanti e un incontro conclusivo, gratuiti, per valutare l’esperienza fatta e come inserirla nelle normali attività scolastiche (possiamo fornire documentazione, bibliografia,videografia, sitografia ...) - Gli incontri verranno condotti da educatrici di ottima esperienza in campo educativo, in particolare sulle tematiche del consumo critico e dell’economia solidale e sostenibile, sull’educazione alla cittadinanza globale (ECG). - Siamo disponibili a ospitare le classi per una “SETTIMANA IN FATTORIA”, con formula non residenziale o eventualmente anche residenziale, con programma da definire insieme alle insegnanti e prezzi da concordare. COSTI : (salvo diverse indicazioni): 7 euro ad alunna/o per i percorsi fino a 4 ore (escluso il percorso sulle api che costa 10 euro), 10 euro per i percorsi da 4 a 6 ore, 12 euro per i percorsi oltre le 6 ore. Se si fa il laboratorio del pane il costo è sempre di 12 euro, indipendentemente dalla durata del percorso. Sono previsti SCONTI per chi arriva a piedi, in bici o con i mezzi pubblici. PER INFORMAZIONI : Sandra Cangemi, e-mail: sandra.cangemi@praticareilfuturo.it tel. 3357745510. altre info su: www.praticareilfuturo.it -8-

[close]

Comments

no comments yet