Libretto escursioni 2019

 

Embed or link this publication

Description

Escursioni CAI sezione di Desenzano del Garda

Popular Pages


p. 1

2019

[close]

p. 2

naturasi.it la tua scelta bio oltre 4000 prodotti bio e naturali il tuo supermercato biologico NaturaSì ti garantisce bontà e qualità in oltre 4000 prodotti biologici certificati: dagli alimentari freschi, confezionati e ortofrutta, ai prodotti privi di glutine, vegani, per la prima infanzia, all’erboristeria ed ai cosmetici. Tutti provenienti da produttori selezionati, che hanno scelto di dire “sì” alla Natura e che lavorano con passione, nel rispetto della terra, delle persone e della biodiversità. Club Alpino Italiano Lettera del Presidente Carissimi soci e gentilissime socie “Quando confermiamo l’iscrizione al Club Alpino Italiano operiamo una precisa scelta di appartenenza, convinti che la nostra individualità possa arricchirsi ed esprimersi ancor più compiutamente all’interno della nostra associazione” così scrive il Presidente Generale Vincenzo Torti sulla rivista Montagne360, agosto 2018. Appartenenza al CAI, non solo per godere delle agevolazioni che la tessera ci offre (assicurazioni, scontistica nei rifugi, soccorso alpino, ecc.), non solo per condividere con altri le nostre passioni, ma anche per avere l’opportunità di dire la nostra, di esprimere la nostra individualità in ruoli organizzativi, di metterci a confronto ed in gioco con altre persone che hanno le nostre medesime passioni. Questo concretamente trova riscontro ogni anno nel programma che andiamo a proporre a tutti, soci e non soci, convinti di dare un servizio non solo agli associati, ma a tutta la comunità nella quale la nostra associazione è inserita e partecipe. Le nostre proposte, pur rispettando e cercando di soddisfare le molteplici esigenze ed aspettative dei nostri soci, sono state arricchite con percorsi tematici che hanno come obiettivo quello di approfondire aspetti ambientali e naturalistici (Sentieri/TAM) e storico/culturali (arte) che da sempre accompagnano l’andare per il territorio. Vi aspettiamo numerosi, da soli, con la famiglia, con gruppi di amici. A tutti buona mntagna. Il Presidente Celestino Marcoli Si ringraziano gli Sponsor ed i Soci che hanno contribuito, con le loro fotografie, a realizzare questo libretto. Prima di copertina: Rifugio Rè Alberto e Torri del Vaiolet (Liuti Giorgio) Per le icone delle iniziative si ringrazia Annalisa Tagliani Impaginazione e stampa: Grafiche Ricciarelli srl Monsano 1

[close]

p. 3

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano Sezione C.A.I. Desenzano del Garda SEDE E CONTATTI Via Tobruch, 11 – Tel e Fax 030 9140153 – C.F. 93006650175 – P.I. 03446810982 Sito web www.cai-desenzano.it – e-mail: segreteria@cai-desenzano.it – www.facebook.com/caidesenzano APERTURA Martedì e Venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.30 CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente: Marcoli Celestino Vice Presidente: Terzi Guido Segretario: Bonisoli Carlo Consiglieri: Bertolotti Sandro – Bompieri Paolo – Rodella Carlo – Vernocchi Daniele Tesoriere: Francesca Spagna (non componente del Consiglio Direttivo) REVISORI DEI CONTI Pluda Anna Presidente – Bonacini Simona – Magoni Giancarlo COMMISSIONI TECNICHE Alpinismo Giovanile: coordinatore Tira Ermanno tel. 335.324044 Referente per CD Rodella Carlo – Forlani Cesare – Marcoli Celestino – Vinco Laura Sci Alpinismo: coordinatore Benini Stefano tel. 347 8744952 Girardi Pietro – Referente per CD Vernocchi Daniele Escursionismo: coordinatore e referente per il CD Terzi Guido tel. 335.7619277 Bonisoli Carlo – Menegato Paola – Tebaldini Mauro Escursionismo Seniores: coordinatore e referente per il CD Bonisoli Carlo – tel. 339.3438255 Liuti Giorgio – Mogno Giovanni – Morabito Marina – Rocco Valentina Sentieristica: coordinatore e referente per il CD Bertolotti Sandro tel. 335.6237267 Bonetti Renato – Bonomini Giovanni –Bazzoli Sergio – Canuti Mario – Filippini Lorenzo – Scanzi Simeone Gruppo over 18 Garda Rock: coordinatore e referente per il CD Bompieri Paolo tel. 338.9650423 Bonacini Simona – Botticini Mattia - Granata Alfredo – Mazza Emanuele – Orio Matilde TOTALE ISCRITTI 2018 512 Soci (326 ordinari – 101 famigliari – 85 giovani) INDICE Organigramma della sezione Tesseramento - Iscrizione escursioni Regolamento - Scala difficoltà Corsi di Alpinismo Giovanile Garda Rock Non solo montagna Programma Scialpinistico/Escursionistico 2 pag. 2 pag. 3 pag. 4 pag. 8 pag. 14 pag. 17 pag. 21 Tesseramento anno 2019 QUOTE RINNOVO Socio ordinario Socio famigliare Socio ordinario età 18-25 anni Socio giovane € 45,00 € 23,00 € 23,00 € 16,00 (2° e 3° figlio = 10,00 €) QUOTA AMMISSIONE NUOVO SOCIO Socio ordinario e famigliare Socio giovane € 5,00 € 4,00 Sono soci “giovani” le persone di età inferiore ai 18 anni. Sono soci “famigliari” i conviventi con un socio ordinario. Per la prima iscrizione presentarsi con codice fiscale, 1 fototessera, indirizzo di posta elettronica e telefono cellulare. I soci in regola con il pagamento annuale del bollino, da rinnovare entro il 31 marzo, 2019, godono di copertura assicurativa per le operazioni di soccorso alpino e per gli infortuni che si verifichino durante le attività sociali. Ai soci ordinari inoltre è riservato l’abbonamento annuale gratuito alla rivista “Montagne 360”, mensile di informazione, cultura della montagna e attività alpinistiche. Cambi indirizzo: Si raccomanda di comunicare ogni cambio di indirizzo e e-mail per consentire la regolare spedizione di avvisi, corrispondenza e riviste. COPERTURE ASSICURATIVE per I SOCI POLIZZA INFORTUNI SOCI IN ATTIVITÀ SOCIALE Massimali Combinazione A: Caso morte € 55.000,00 Caso invalidità permanente € 80.000,00 Rimborso spese di cura € 2.000,00 (franchigia € 200,00) Premio compreso nella quota associativa Massimali combinazione B: Caso morte € 110.000,00 Caso invalidità permanente € 160.000,00 Rimborso spese di cura € 2.400,00 (franchigia € 200,00) Premio: aggiuntivo annuo per accedere alla combinazione B € 3,50, da farsi solo al momento del rinnovo Per i soci in regola con il tesseramento 2019, la copertura assicurativa si estende sino al 31/03/2020 COPERTURE ASSICURATIVE SOCI IN ATTIVITÀ INDIVIDUALE (FACOLTATIVE) Massimali Combinazione A: Caso morte € 55.000,00 Caso invalidità permanente € 80.000,00 Rimborso spese di cura € 2.000,00 (franchigia € 200,00) Diaria da ricovero giornaliera € 30,00 Premio annuale € 90,00 Massimali combinazione B: Caso morte € 110.000,00 Caso invalidità permanente € 160.000,00 Rimborso spese di cura € 2.400,00 (franchigia € 200,00) Diaria da ricovero giornaliera € 30,00 Premio annuale € 180,00 La polizza che coprirà tutti gli ambiti di attività tipiche del sodalizio (alpinismo, escursionismo, speleologia, sci-alpinismo, etc.) senza limiti di difficoltà e di territorio, avrà durata annuale dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019. 3

[close]

p. 4

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano Regolamento attività Art. 1 - Il capo-gita è un socio che si presta gratuitamente ad accompagnare altri soci su percorsi a lui ben conosciuti. Art. 2 - Il Capo-gita ha la direzione tecnica ed organizzativa dell’escursione. Ha altresì l’incarico di distribuire il materiale tecnico e di pronto soccorso fra i partecipanti: gli assegnatari dovranno restituirlo al Capo gita al termine dell’escursione. Art. 3 - La scelta del percorso, le sue eventuali variazioni e l’annullamento eventuale dell’escursione sono insindacabilmente decise dal Capogita. Durante l’escursione è vietato allontanarsi dalla comitiva senza il permesso del Capo-gita ed esercitare qualsiasi attività di tipo individuale. Con la propria adesione il partecipante accetta di attenersi alle disposizioni del Capo-gita, dell’aiuto Capo-gita e degli eventuali altri coadiuvatori da lui nominati ed è tenuto a informarsi preventivamente sull’attrezzatura obbligatoria per l’escursione in programma. Art. 4 - Per le escursioni più impegnative il numero dei partecipanti sarà necessariamente limitato. Sarà facoltà del Capo-gita fissare il numero massimo dei partecipanti. Art. 5 - All’inizio delle escursioni indicate nel programma, ogni partecipante è tenuto a presentarsi con l’equipaggiamento e l’attrezzatura individuale prevista dalla locandina specifica, pena l’esclusione dall’escursione a giudizio insindacabile del Capo-gita o del suo aiuto. Il ritrovo per la partenza avviene con qualsiasi condizione climatica. Non sono ammessi ritardi all’appuntamento di partenza. Art. 6 - I partecipanti minorenni, all’atto dell’iscrizione, dovranno presentare l’autorizzazione scritta dei genitori o di chi ne fa le veci. Art. 7 - Le escursioni saranno generalmente effettuate con mezzi propri. Le relative spese di trasporto saranno equamente suddivise fra gli occupanti del veicolo. Qualora il numero dei partecipanti (iscritti più i due capo gita) non sia superiore a 7 la decisione di annullare o meno la gita è completamente di competenza dei due capo gita. Art. 8 - L’iscrizione e la partecipazione alle escursioni è aperta anche ai non soci, tranne in quelle espressamente riservate ai tesserati C.A.I. Nel caso sia richiesta una quota di partecipazione, l’iscrizione è ritenuta valida solo se accompagnata da caparra, che non sarà restituita in caso di mancata partecipazione dell’iscritto. Solo in occasione di annullamento da parte dell’organizzazione, la caparra sarà resa dopo la copertura delle spese vive. All’atto dell’iscrizione è altresì obbligatorio versare la quota riguardante la polizza assicurativa infortuni e soccorso alpino, solo per i non soci. Il termine ultimo per le iscrizioni è il giorno di apertura della sede antecedente la data della gita, salvo quanto diversamente indicato nel programma dettagliato; tale sera è altresì da considerarsi l’ultima per informarsi sulla disponibilità dei mezzi di trasporto e sulle eventuali variazioni apportate al programma. Art. 9 - Le Commissioni del C.A.I. di Desenzano organizzano, sovrintendono e coordinano l’attuazione dell’intero programma annuale delle escursioni sociali. Hanno la facoltà di variare il programma e/o la meta dell’escursione, secondo le circostanze, premurandosi di comunicarlo in tempo utile. Hanno altresì, sentito il parere del Consiglio Direttivo, facoltà di escludere dall’escursione l’iscritto che, in precedenza, non si sia attenuto alle norme del presente regolamento o alle disposizioni del Capo-gita e dei suoi aiuti. Art. 10 - Con l’iscrizione alla escursione si accettano incondizionatamente il presente regolamento e tutte le condizioni eventualmente adottate dagli organizzatori; nel contempo si sollevano gli stessi, il C.A.I. e la Sezione di Desenzano da qualsiasi responsabilità per fatti accaduti dovuti a negligenza personale da parte degli iscritti o da dichiarazioni false o parziali circa il grado di preparazione e le attitudini psicofisiche da essi rilasciate al momento dell’iscrizione e della partenza per l’escursione. Art. 11 - I cani al seguito dei partecipanti devono essere tenuti al guinzaglio e non devono costituire pericolo per gli altri iscritti. È obbligo avere con sé la museruola. I padroni sono gli unici responsabili per danni a cose o persone. I proprietari dovranno autonomamente provvedere al trasporto del proprio cane, utilizzando la propria automobile o di altro socio che liberamente acconsenta. I cani non sono ammessi sul pullman impiegati per il trasporto dei partecipanti alle gite sezionali. Il responsabile della gita valuterà di volta in volta la possibilità di partecipazione di cani all’escursione tenendo anche conto delle caratteristiche del percorso. 4 Iscrizioni escursioni Il termine ultimo per le adesioni è il giorno di apertura della sede antecedente la data dell’escursione, salvo quanto diversamente specificato nel programma. Per i minorenni è necessario un nulla osta sottoscritto dai genitori. Si ricorda che dal 2009 tutti i soci in regola con il tesseramento usufruiscono automaticamente della copertura assicurativa infortuni e soccorso alpino. Copertura assicurativa per i non soci: la Sezione ha reso obbligatorio l’iscrizione ed il versamento della quota per la copertura assicurativa infortuni e soccorso alpino, da effettuare tassativamente entro il giorno di apertura della sede antecedente l’escursione. (pari a 10,00 € per un giorno), POLIZZA INFORTUNI IN ATTIVITÀ SOCIALE PER I NON SOCI Massimali Combinazione A: Caso morte € 55.000,00 Caso invalidità permanente € 80.000,00 Rimborso spese di cura € 2.000,00 (franchigia € 200,00) Dove è richiesta una quota di partecipazione, le iscrizioni si ritengono valide solo se accompagnate da suddetta quota, o da caparra se prevista In caso di mancata partecipazione, la somma versata o caparra non sarà restituita. In sede sono disponibili per il noleggio i seguenti materiali: GPS, piccozze, ramponi, caschi, imbragature, set da ferrata, ciaspole, pala, sonda e A.R.T.V.A. Escursionismo scala delle difficoltà T = TURISTICA: richiede una buona conoscenza dell’ambiente montano e una certa preparazione alla camminata. N = NATURALISTICA: itinerari guidati di particolare interesse naturalistico geografico con difficoltà simili alle turistiche. ST = STORICA: escursione a carattere storico didattico con difficoltà simili a quelle escursionistiche. E = ESCURSIONISTICA: richiede un certo senso dell’orientamento, esperienza di montagna, allenamento alla camminata, oltre che calzature ed equipaggiamento adeguati. EE = ESCURSIONISTI ESPERTI: richiede esperienza di montagna, passo sicuro ed assenza di vertigini, equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate. EEA = ESCURSIONISTI ESPERTI CON ATTREZZATURA: percorsi su roccia attrezzati artificialmente, che richiedono una buona preparazione alpinistica e un’attrezzatura adeguata. A = ALPINISTICA: richiede conoscenza delle manovre di cordata, l’uso corretto di piccozza e ramponi, buon allenamento e buona esperienza di alta montagna. EAI = Escursionismo in ambiente innevato, con o senza ciaspole (racchette da neve ai piedi). Segnali internazionali di soccorso alpino In caso di necessità, per eventuali infortuni, è bene ricordare i segnali convenzionali per le richieste di aiuto e soccorso. La chiamata o risposta è effettuabile attraverso dei segnali acustici o luminosi (fischio, luce torcia elettrica, riflesso prodotto da uno specchietto, ecc.) secondo precise modalità. CHIAMATA: effettuare un segnale ogni 10 secondi (sei al minuto), intervallo di un minuto, quindi riprendere con l’alternanza dei segnali fino alla certezza di essere stati localizzati. RISPOSTA: effettuare un segnale ogni 20 secondi (tre il minuto), intervallo di un minuto, quindi riprendere con l’alternanza dei segnali. Se interviene un elicottero è bene ricordare che “due braccia alzate” significano “abbiamo bisogno di aiuto” atterrate, “un braccio alzato” sta a significare “va tutto bene” non atterrate. Chi dispone di radio ricetrasmittente può chiamare il più vicino rifugio, soccorso alpino, radioamatore. In caso di telefono cellulare comporre il 112. 5

[close]

p. 5

Club Alpino Italiano Si ricorda che Le uscite di scialpinismo sono riservate ai soli soci C.A.I. in regola con il tesseramento annuale. Con l’iscrizione alla prima uscita, i partecipanti dovranno compilare la scheda annua di partecipazione, che servirà al capogita per valutare il grado di preparazione tecnica dei partecipanti. Per tutte le uscite di scialpinismo è necessaria l’attrezzatura normale da scialpinismo + l’A.R.T.V.A, pala da neve e sonda. Ulteriore attrezzatura obbligatoria sarà valutata di volta in volta dalla Direzione della gita. Durante le prime uscite potranno essere effettuate prove di ricerca con A.R.T.V.A. (possibilità di noleggio in sede). Scala delle difficoltà scialpinistiche MS = MEDIO SCIATORE: l’itinerario si svolge su terreno aperto con pendenza moderata. Le difficoltà sono elementari, è in ogni modo necessaria una minima esperienza della montagna. BS = BUON SCIATORE: itinerario con pendenza sostenuta (30°-35°) e a volte esposto. Sciata controllata, buona conoscenza della montagna. MSA = MEDIO SCIATORE ALPINISTA: l’itinerario si svolge su terreno aperto con pendenza moderata. Le difficoltà alpinistiche sono elementari, è necessaria in ogni modo una minima esperienza della montagna. BSA = BUON SCIATORE ALPINISTA: itinerario con pendenza sostenuta (30°-35°) e a volte esposto. Sciata controllata, buona conoscenza della montagna e dell’uso di attrezzature specifiche (corda, piccozza, ramponi), buon allenamento. ALIMENTARI e BAR di RIGHETTI EMANUELA & C. SAS Prodotti tipici della valle Formaggio Tombea varie stagionature Salame nostrano di produzione propria Piazza Madonna Pellegrina Turano di Valvestino (BS) Tel. 0365-74063 www.visitvalvestino.it e-mail: bar.manupa@libero.it P.IVA: 02276990989 Alcuni Accompagnatori di Alpinismo Giovanile 67

[close]

p. 6

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano ALPINISMO GIOVANILE XXIX CORSO BASE 2019 Il corso è rivolto ai ragazzi nati dal 2007 al 2011 (8-12 anni). Con un susseguirsi graduale di esperienze teoriche e pratiche i ragazzi vengono avviati alla conoscenza dell’ambiente montano in tutte le sue forme e manifestazioni, fornendo loro le prime nozioni di base per un corretta e sicura frequentazione della montagna. Domenica 17 marzo 2019 Eremo dei Camaldolesi – Rocca di Garda Partenza ore 8.00 Partendo dal centro della ridente cittadina di Garda, centro balneare della sponda veronese del lago, si sale lungo un percorso acciottolato fino all’eremo dei Camaldolesi da cui si gode un panorama unico sul lago da Garda a Salò fino a Sirmione e Lazise. L’Eremo di San Giorgio fu fondato nel 1663. I lavori di costruzione continuarono per tutto il secolo XVII e furono completati con l’edificazione della chiesa nel 1704. In seguito alla soppressione napoleonica del 1810 l’Eremo venne abbandonato e il complesso fu abitato da contadini fino al 1885, quando ritornò a risiedervi una comunità camaldolese. Domenica 31 marzo 2019 Corna Trentapassi – Lago di Iseo Partenza ore 7.30 Escursione che faremo insieme con i ragazzi del corso di perfezionamento e come meta dobbiamo raggiungere la cima Corna Trentapassi che sovrasta il lago di Iseo. Noi saliremo partendo da Zone per un facile sentiero che percorre il versante est del monte, i ragazzi del perfezionamento saliranno la cresta ovest. Raggiunta la cima da cui si gode uno stupendo panorama sul lago proprio sotto di noi e verso nord la cima del Guglielmo e dell’Adamello, scenderemo tutti insieme a Pisogne ove ci aspetta il pullman per il rientro a Desenzano. Domenica 14 aprile 2019 Burrone Giovanelli – Val d’Adige Partenza ore 7.00 Il sentiero attrezzato Giovanelli risale la forra scavata dal torrente nelle pareti a picco che sovrastano il paese di Mezzocorona in Val d’Adige. Percorso lungo, con difficoltà contenute, che alterna tratti verticali superati con lunghe scale a tratti che risalgono il torrente fin sotto una bellissima cascata. ll sole penetra in questa forra soltanto per pochi minuti al giorno rischiarando questo fantastico scenario di natura selvaggia. Non vi è altra alternativa che rimontare il greto nella semioscurità guadando più volte il corso d’acqua e osservando sulla nostra testa la strettissima striscia di cielo lasciata dalle due pareti strapiombanti ai nostri lati. Il sentiero termina in una stupenda faggeta presso la Baita dei Manzi (876mt - 2.30h dalla partenza), bellissimo rifugio non gestito dove troviamo panche per ritemprarci e una fresca fonte d’acqua. Da qui su larga strada forestale traversiamo nel bosco sino al piccolo abitato di Monte di Mezzocorona per poi ridiscendere in Val d’Adige lungo un ripido sentiero. 8 Sabato e Domenica 4-5 maggio 2019 Partenza ore 8.00 Week end a Finale Ligure – Liguria Escursione di due giorni a Finale Ligure e dintorni, in uno splendido territorio, dal mare all’entroterra. Saliremo sull’altopiano delle Manie, un’area di grande rilevanza naturalistica, archeologica e geologica per scendere a Varigotti, borgo medievale famoso per le sue spiagge e il mare cristallino, con le tipiche case mediterranee costruite sulla spiaggia e dipinte a colori pastello, dove, tempo permettendo, faremo un veloce bagno. Nel pomeriggio arriveremo a Noli percorrendo il sentiero del Pellegrino, una vera e propria passeggiata a mare in altura, da cui godere di spettacolari panorami sulla riviera di ponente. Domenica 26 maggio 2019 Giro del lago di Tovel – Val di Non (TN) Partenza ore 7.00 Bellissima passeggiata nel sentiero delle Glare, in due ore si arriva al Lago di Tovel, partendo dalla Località Capriolo, quindi il sentiero passa in mezzo al bosco, tra i canali fatti per vecchi mulini... per poi arrivare alle Glare! Paesaggio lunare dove tra sassi bianchissimi e laghetti color smeraldo, si cammina sempre in salita verso il Lago di Tovel. Altri boschi, qualche cascatella... e tanta acqua! Avremo poi il piacere di visitare La Casa del lago rosso che è dedicata al lago e allo straordinario fenomeno dell’arrossamento che lo ha caratterizzato fino al 1964. Posta sulla riva del lago, circondata da un bosco di abeti, propone un’area espositiva e alcuni spazi destinati all’attività didattica e alla ricerca scientifica. Sabato e domenica 22-23 giugno 2019 Partenza ore 7.00 Giro del Pelmo – Rifugio Venezia (Dolomiti cadorine) Si parte dal Passo Staulanza (m. 1783), seguendo il sentiero n.472  si costeggia lo spigolo occidentale del Pelmetto (da dove parte un sentierino che sale al masso con le orme dei dinosauri),  e si raggiunge una zona di pascolo, Campi di Rutorto, dove si apre la vista  sul Cadore e i suoi colossi, Antelao e Sorapiss. Qui si trova il rifugio Venezia, dove pernotteremo. Il giorno successivo si prosegue in direzione Forcella Val D’Arcia (m.2476) lungo il sentiero Flaibani, parzialmente attrezzato, e, una volta raggiunta la forcella si digrada verso i ghiaioni del Pelmo fino al Rifugio Città di Fiume, da dove si può ammirare la maestosa parete nord del Pelmo. Da qui in breve si torna al passo Staulanza. Mezzo di trasporto per tutte le uscite: autobus 52 posti. La partenza è fissata in Piazza Aldo Moro negli orari sopra indicati Città di L’attività di alpinismo giovanile gode del Patrocinio del Desenzano del Garda Comune di Desenzano del Garda - Assessorato allo Sport. 9

[close]

p. 7

L’alpinismo giovanile a Bezzecca Club Alpino Italiano ALPINISMO GIOVANILE XXIX CORSO DI PERFEZIONAMENTO 2019 Il corso è rivolto ai ragazzi nati dal 2002 al 2006 (13-17 anni). E’ il naturale proseguimento per i giovani che hanno partecipato con profitto e continuità ai corsi base o per quelli che, pur non avendo frequentato le nostre precedenti attività, dimostrino di possedere le opportune conoscenze teoriche e pratiche basilari necessarie per affrontare percorsi alpinistici di media difficoltà. Sabato e Domenica 9-10 marzo 2019 Partenza ore 14.30 Caserma Tonolini al passo del Tonale – Parco Adamello/Brenta Inusuale due giorni sulla neve al Passo del Tonale ospiti della Caserma Tonolini, un’importante base logistica addestrativa del Comando Truppe Alpine dell’Esercito. Condivideremo gli spazi comuni con i militari che prestano servizio in caserma e in particolare con i giovani atleti che partecipano ai Campionati Sciistici delle Truppe Alpine (Ca.STA). Oltre a ciaspolare sui sentieri del comprensorio ci eserciteremo nelle principali manovre di autosoccorso in ambiente innevato. Domenica 31 marzo 2019 Sentiero attrezzato Trentapassi – Lago di Iseo Partenza ore 7.30 Escursione che faremo insieme con i ragazzi del corso base e come meta dobbiamo raggiungere la cima Corna Trentapassi che sovrasta il lago di Iseo. Partiremo da Toline, frazione di Pisogne, per risalire la cresta ovest lungo un ripido ed ardito sentiero che in circa 2 ore ci porta all’inizio del tratto attrezzato. La ferrata, breve e di dislivello contenuto, risale la cresta nord con alcuni passaggi impegnativi e verticali mentre il resto è di media difficoltà ma sempre con discreta esposizione. Raggiunta la cima da cui si gode un sorprendente panorama sulle vette Orobiche, Adamello, Prealpi Bresciane, fino alla Pianura Padana ed agli Appennini e riuniti con i ragazzi del base scenderemo tutti insieme a Pisogne ove ci aspetta il pullman per il rientro a Desenzano. Domenica 7 aprile 2019 Falesia di San Martino (Arco – TN) Partenza ore 7.30 Una giornata a Massone nell’Alto Garda dedicata all’arrampicata sportiva presso la falesia San Martino, inaugurata nel 2015 e dedicata alle famiglie. La falesia è divisa in due settori: il settore Kids, una placca inclinata con 9 linee di grado 3/4 dedicate ai personaggi di ICE AGE, e il settore Junior, un muro con 8 linee di grado 5/6 Continua ➞ 11

[close]

p. 8

Club Alpino Italiano dedicata alle avventure di Harry Potter. Alla sommità della falesia, raggiungibile con facile sentiero, è stata ricavata una terrazza belvedere, da qui parte il sentiero che in qualche decina di minuti porta alle Trincee di Vastrè della prima Guerra Mondiale ed alle Cave di Oolite del Bosco Caproni. Domenica 28 aprile 2019 Partenza ore 7.00 Ferrata Rio Secco – Val d’Adige La via ferrata, completamente riattrezzata nel giugno del 2013, rima- ne una delle vie più impegnative e suggestive della Val d’Adige. Dal punto di vista tecnico è stato fatto un ottimo lavoro di assicurazione dove spicca il cavo ottimamente teso. Sono state inserite staffe me- talliche ovunque e facilitati i passaggi più impegnativi. La salita impe- gna per 1h e 15m. di salita ed il rientro dura circa 40’. Domenica 19 maggio 2019 Partenza ore 6.00 Concarena (Cima della Bacchetta 2.549 m) – Val Camonica Con questa ascesa completeremo il ciclo dei monti sacri della Valle Ca- monica, iniziatolo scorso anno con la salita al Pizzo Badile. Queste due montagne formano un maestoso portale di ingresso dalle Prealpi alle Alpi. La loro conformazione e il fatto che sono poste l’una (Concarena) di fronte all’altro (Pizzo Badile) sembra che per gli antichi Camuni rap- presentasse l’unione dei due principi, la sposa e il suo sposo.Si è an- che scoperto che la proiezione dei raggi del sole al tramonto, passanti attraverso determinate conformazioni rocciose sul profilo della Conca- rena e del confinante Monte Elto e incidenti su una lastra rocciosa chia- mata  “Roccia del Sole”,  incisa dagli antichi Camuni e scoperta a Paspardo, costituiva una meridiana stagionale di particolare importan- za per l’agricoltura e la celebrazione di riti e feste (Brunod, Veneziano). Sabato e Domenica 6-7 luglio 2019 Partenza ore 8.00 Val Travenanzes – Dolomiti di Cortina Pernottamento al rifugio Giussani e traversata della Val Travenanzes. Fra tutte le valli dolomitiche la Val Travenanzes è sicuramente una delle più incantevoli da visitare. La valle è lunga circa 10 km, disposta da nord a sud e compresa fra il gruppo delle Tofane ad est, le alte cime sopra Cortina, e i gruppi delle Cime di Lagazuoi, Fanes, Cavallo e Furcia Rossa ad ovest. L’intera valle è percorsa dal torrente Rio Travenanzes che nasce da una sorgente e da ruscelli nella testata della valle e va a formare, insieme al Rio Fanes, il torrente Boite che attraversa Cortina e tutta la valle d’Ampezzo. Arrivati alla confluenza con il Rio Fanes percorreremo il sentiero attrezzato che passa dietro alla cascata di Fanes di sotto e raggiungeremo l’aeroporto di Cortina dove ci aspetterà il Pullman. 12 Sabato e Domenica 7-8 settembre 2019 Partenza ore 8.00 Attendamento Parteciperemo ad una attività intersezionale organizzata dalla commissione regionale di alpinismo giovanile in una località ancora da definire con pernottamento in tenda e autogestione. L’attività di alpinismo giovanile gode del Patrocinio del Comune di Desenzano del Garda - Assessorato allo Sport. Città di Desenzano del Garda 13 L’alpinismo giovanile in Val Fiscalina Club Alpino Italiano

[close]

p. 9

Club Alpino Italiano I nostri giovani in parete Club Alpino Italiano GRUPPO OVER 18 “GARDA ROCK” CORSO DI ARRAMPICATA SPORTIVA GRUPPO OVER 18 “GARDA ROCK” Il gruppo “Garda Rock”, nato alla fine del 2016, promuove l’arrampicata sportiva per un pubblico di ragazzi e ragazze compreso fra i 18 e i 30 anni. L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani alla montagna e al CAI con un’attività smart ma di grande soddisfazione quale la scalata in falesia. Fino ad ora abbiamo portato più di 20 fra allievi e allieve in falesia e per molti di loro è stato il primo approccio con la verticalità.  Molti di loro ci hanno seguito anche nelle attività escursionistiche ed alpinistiche. Per questo motivo abbiamo steso un programma di escursioni che promuove l’approccio alla montagna da diverse prospettive. CORSO DI ARRAMPICATA SPORTIVA Nella primavera 2019 verrà organizzato un corso base di arrampicata sportiva, giunto già alla IV edizione. Durante le giornate su roccia, in palarock e le serate teoriche gli allievi e le allieve apprenderanno i fondamenti dell’arrampicata, le corrette manovre di corda per affrontare in autonomia e sicurezza salite in falesia e cenni di cultura alpina. Il corso sarà diretto e condotto da una Guida Alpina.  Il programma, le date e i costi saranno disponibili da febbraio 2019. 14 PROGRAMMA ATTIVITA’ “GARDA ROCK” Parallelamente al corso di arrampicata sportiva, la commissione "Garda Rock" organizza un programma di attività, anche in collaborazione con la Commissione Escursionismo, rivolto sia a ragazzi e ragazze che hanno già frequentato i nostri corsi ma soprattutto a tutti quei neofiti che vogliono avvicinarsi alla montagna attraverso le svariate discipline che la caratterizzano (nello specifico trekking e vie ferrate). 28 aprile 2019 Cima SAT, via ferrata dell’Amicizia 1246 m. Panoramica via ferrata a picco sul lago di Garda adatta anche a chi si approccia per le prime volte ai sentieri attrezzati. info a pag. 37 4 maggio 2019 Rocca di Manerba e discesa nel Buco della Palude Un pomeriggio nell’affascinante Riserva della Rocca di Manerba fra trekking sul filo di falesie a picco sul lago e calate in corda doppia nel cuore del parco, fino alla spiaggia sorvegliata da decine di nidi di gabbiani. per info Paolo Bompieri: 3389650423 20-21 luglio 2019 Tre cime di Lavaredo - Monte Paterno e Torre di Toblin Le Tre Cime di Lavaredo non hanno bisogno di ampie descrizioni; durante questo week end godremo del favoloso panorama durante le 2 vie ferrate che percorreremo nelle splendide Dolomiti Patrimonio UNESCO. info a pag. 50 8 settembre 2019 Bivacco Festa - Val Paghera 2320 m. L’estate sta finendo ma noi vi proponiamo un’escursione in una valle tanto misteriosa quanto affascinante, dove le numerose cascate terranno il ritmo dei nostri passi. info a pag: 54 22 settembre 2019 Monte Frerone 2673 m. I colori giallo e arancio delle foglie oramai indicano che quest’ultime stanno per cadere mentre le rocce saranno il segnale che la cima è vicina. L’autunno nel Gruppo dell’Adamello non è mai stato così bello! info a pag. 57 27 ottobre 2019 Ottobrata Pranzo sociale sezionale Dopo tanto camminare è giunto il momento di mettere le gambe a riposo... “sotto al tavolo”! info a pag. 63 15

[close]

p. 10

Un nostro socio sulla ferrata di Mori Club Alpino Italiano NON SOLO MONTAGNA MOSTRA “PRESENZE SILENZIOSE” Sabato 19 gennaio – domenica 10 febbraio 2019 Galleria Civica Bosio – Palazzo Todeschini Mostra antologica sulla presenza ed il ritorno dei grandi carnivori nelle Alpi con il contributo del Gruppo Grandi Carnivori CAI Centrale, del Parco Naturale Regionale della Lessinia e dell’Assessorato Parchi e Aree Protette di Regione Lombardia CONVEGNO SUI GRANDI CARNIVORI Sabato 26 gennaio 2019 Sala Pelèr - Palazzo Todeschini dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Argomenti e relatori Lupo, orso e lince perché si sono estinti, perché stanno tornando – (Gruppo Grandi Carnivori CAI Centrale/Alberto Moro) Il monitoraggio del lupo in Lessinia dal 2012 al 2018 – (Parco Naturale Regionale della Lessinia/Paolo Parricelli) Le conclusioni del progetto LIFE wolfalps e il progetto Gestire 2020 di Regione Lombardia – (UO Parchi e Aree Protette/Eugenio Carlini) IL CAI SCENDE IN PIAZZA Domenica 10 febbraio 2019 Chiusura della mostra “Presenze silenziose” con attività per i ragazzi intorno al Porto Vecchio e sotto il porticato di Palazzo Todeschini, i ragazzi si potranno cimentare con Il gioco della ferrata, il ponte tibetano e la spettacolare e ricca di adrenalina discesa con la carrucola sospesi sul canale che passa sotto il ponte alla Veneziana. UN NUOVO FILONE ARTE E MONTAGNA Una serie di escursioni con una connotazione marcata rivolta alla cultura e all’arte di luoghi montani, talvolta poco conosciuti. 7 aprile: Il Tiepolo a Rovetta – la chiesa di Ognissanti Info a pagina: 34 12 maggio: La Presolana – Bivacco città di Clusone Info a pagina: 40 13 ottobre: Chiesa di San Pietro di Cembra – Lago Santo Info a pagina: 60 10 novembre: Il Romanino a Pisogne – Santa Maria della Neve Info a pagina: 64 17

[close]

p. 11

Club Alpino Italiano 2019 “CAMMINARE È SCOPRIRE” Proposte di interesse naturalistico-ambientale per scoprire flora, fauna e geomorfologia del nostro territorio. Conoscere per amare, conoscere per tutelare e frequentare l’ambiente in pieno rispetto e consapevolezza. 27 marzo Alla scoperta dei sentieri di Padenghe Info a pagina : 33 15 maggio Polpenazze Salò nuovo sentiero CAI Info a pagina: 41 26 maggio Gli alberi maestosi del Denervo Info a pagina: 42 12 giugno Nuovo sentiero CAI da Lonato a Esenta Info a pagina: 44 5 ottobre Terre Alte – attività umana e osservazione dei cervi Info a pagina: 58 Le escursioni avranno momenti di spiegazione ed osservazione ambientale supportati da esperti di tutela ambiente montano (TAM). Cima Tosa Chiesetta di San Vigilio in Droane 18 Gruppo di Cervi ALPINISMO GIOVANILE • GARDA ROCK • SCIALPINISMO • ESCURSIONISMO • ALPINISMO

[close]

p. 12

Club Alpino Italiano LO SCIALPINISMO «La tecnica del fuori pista è in essenza una sublime tecnica di liberazione, un’investitura di signoria su luoghi stupendi altrimenti preclusi. Scendere quasi volando per valli intatte in un silenzio solo incrinato dal fruscio degli sci sulla neve soffice e leggera, creare a volontà il proprio tragitto è spesso un’esperienza che sconfina con l’ebrezza». (Fosco Maraini) Domenica 16 Dicembre 2018 Sci Alpinismo Cima dei Lasteati m. 2414 (Lagorai – Cima d’Asta) La Cima di Lasteati è una tra le più belle scialpinistiche del Lagorai centrale. La salita, adatta anche alle ciaspole, è varia e divertente: la prima parte è boscosa, quindi il paesaggio si apre sugli ampi pendii aperti del piccolo altopiano dei Lasteati. Un ultimo strappo, non troppo ripido, conduce facilmente alla vetta. Superbo il colpo d’occhio sulla Cima D’Asta e sul Monte Cengello, eventualmente raggiungibile con un’avvincente variante. Si scende per il percorso di salita scegliendosi la linea migliore in base alle condizioni. Partenza: ore 6.00 dalla sede CAI Inizio escursione: ponte Conseria 1468 m. Trasporto: auto private Dislivello: 954 m. Difficoltà: MS Tempo di percorrenza: ore 3 salita Esposizione prevalente: nord- ovest Direzione: commissione scialpinismo Domenica 13 Gennaio 2019 Escursione invernale con le ciaspole Cima Vezzena m. 1908 (Prealpi Vicentine) Facile e meravigliosa escursione, indicatissima da fare con le ciaspole. Passeremo dapprima dai ruderi del forte austro-ungarico di Busa Verle, per raggiungere poi la stupenda radura della malga Marcai di Sopra posta a quota 1.657 m.. Dalla Cima Vezzena (anche chiamata Pizzo Levico), occupata dai ruderi del forte, il panorama è grandioso; l’occhio è soprattutto attratto dalla sottostante Val Sugana con i laghi di Caldonazzo e Levico e le Dolomiti di Brenta sullo sfondo. Oltre queste cime, la vista spazia verso l’Adamello, i gruppi Ortles e Cevedale e la Marmolada. La discesa avviene sul più facile versante sud-ovest, prendendo la ex Strada militare che, poco sotto la cima, cala dolcemente con diversi tornanti fino a Ricongiungersi con la via dell’andata per passo Vezzena. Partenza: ore 7.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Passo Vezzena Trasporto: auto private Dislivello: 504 m. salita Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 5 + soste Direzione: Menegato Paola - Danesi Nicola - (Comm. Escursionismo) 20 21

[close]

p. 13

Club Alpino Italiano Ciaspolata in Val di Rabbi Domenica 20 Gennaio 2019 Scialpinismo Piz Tri m. 2305 (Alpi Orobie) La salita al Piz Tri è una classicissima dello scialpinismo bresciano, priva di pericoli e molto panoramica. Il tracciato si snoda nel silenzio della natura tra abetaie e scorci paesaggistici di rara bellezza. Dalla vetta si gode un panorama che spazia sul gruppo dell’Adamello, Baitone e alla cima Aviolo da un lato e dall’altro su Bernina e conca dell’Aviolo. La discesa inizia direttamente verso Est sfruttando i pendii che conducono alla piana sottostante. La rimanente parte, interamente nel bosco, si effettua invece lungo il percorso dell’andata. Partenza: ore 6.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Frazione Loritto 1150 m. Trasporto: auto private Dislivello: 1150 m. Difficoltà: MS Tempo di percorrenza: ore 3-4 salita Esposizione prevalente: sud –est Direzione: commissione scialpinismo Domenica 27 Gennaio 2019 Escursione invernale con le ciaspole Monte Novegno m. 1552 (Prealpi Vicentine) Il monte Novegno è un contrafforte del più famoso Pasubio. Per la sua particolare posizione protesa verso la pianura vicentina, dalla cima si gode di un orizzonte sconfinato sui vicino profili del Sengio Alto, del Pasubio, del gruppo del Carega fino alle vette dell’Appennino tosco-emiliano e al mare adriatico. Come altre vette delle Prealpi Vicentine anche questa è stata interessata da importanti eventi bellici durante la prima guerra mondiale. Si tratta di una facile escursione ad anello che passa dapprima dalla Malga Pianeti, dove è possibile un ristoro, fino a raggiungere la cosiddetta “busa” di monte Novegno Infatti la cima assomiglia ad un cratere di un vulcano, pur non essendo di origine vulcanica. Sulla sommità sono ancora presenti i resti del forte italiano Rivon, uno dei pochi rimasti sempre in mani italiane. L’anello si chiude utilizzando la vecchia strada carrabile in fondo al bosco. Partenza: ore 7.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Contrada Rossi, S. Caterina (Schio) Trasporto: auto private Dislivello: 650 m. Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 6 + soste Direzione: Danesi Nicola - Menegato Paola (Commissione Escursionismo) 22

[close]

p. 14

Club Alpino Italiano Sci alpinismo a Cima Marmolada Da lunedì 4 a Giovedì 7 Febbraio 2019 Escursioni invernali con le ciaspole Trekking in Val di Fassa m. 2200 Quattro giorni di escursioni con le ciaspole immersi nella imbiancata e splendida Val di Fassa. Escursioni giornaliere per ammirare i bianchi riflessi in un ambiente fiabesco per raggiungere vari luoghi, il rifugio Gardeccia, Baita Segantini, il rifugio Fuciade, la Baita Ciampiè. Entro dicembre 2018, sarà esposto in sede e sul sito il programma dettagliato e i relativi costi. Le iscrizioni si chiuderanno inderogabilmente il 22 gennaio 2019 e saranno ritenute valide al versamento della caparra di € 50,00. Partenza: ore 7.30 dalla sede CAI Inizio escursione: Soraga Trasporto: auto private Dislivello: 500 m. al giorno Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 5 circa ogni giorno Direzione: Rocco Valentina tel. 340.5359779 – Mogno Giovanni (Com. Seniores) 24 Domenica 10 Febbraio 2019 Escursione invernale con ciaspole Malga Culvegla m. 1830 (Valle di Campovecchio – Valle Camonica) Dalla Chiesa del piccolo borgo di S. Antonio si sale per la Val Brandet fino ad un bivio dove si imbocca la valle di Campovecchio, magnifica e solitaria Valle che percorreremo attraverso un bosco di abeti e larici fino a raggiungere un caratteristico ponte in legno coperto collocato sopra il torrente Campovecchio. Il paesaggio, caratteristico della zona, è costellato di graziose casette e malghe nei pressi delle quali sorge il Rifugio Campovecchio (1311 m). Si prosegue attraverso una valle larga e pianeggiante fino ai ruderi di Malga Venet per poi sbucare al bellissimo pianoro ove è collocata la Malga Culvegla. Splendida vista sul monte Torsolazzo, Telenek, Sellero, Culvegla e Borga. Partenza: ore 6.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Sant’Antonio (Corteno Golgi) Trasporto: Auto private Dislivello: 600 m. Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 6 + soste Direzione: Danesi Nicola - Menegato Paola (Com. Escursionismo) pag 24 25

[close]

p. 15

Club Alpino Italiano Sci alpinismo a Cima Agosta Domenica 17 Febbraio 2019 Scialpinismo Cima Bocche m. 2305 (Alpi Orobie) Meta scialpinistica molto frequentata che, percorsa da nord, regala nuove emozioni. Il percorso diretto e logico conduce alla panoramica vetta seguendo l’ampio avvallamento fino alla Forcella di Bocche (2543 m). L’itinerario presenta qualche breve tratto ripido e sulla dorsale finale talvolta sono utili i rampanti. Dalla cima tornare lungo la dorsale ovest per alcune centinaia di metri. Una variante di discesa sfrutta un ripido ma largo canale che conduce direttamente nel vallone percorso in salita. Partenza: ore 6.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Frazione Loritto 1150 m. Trasporto: auto private Dislivello: 1500 m. Difficoltà: MS Tempo di percorrenza: ore 3-4 salita Esposizione prevalente: sud - est Direzione: Commissione Scialpinismo 26 Club Alpino Italiano Mercoledì 20 Febbraio 2019 Escursione invernale con le ciaspole Giro del Monte Maggio m. 1900 (Alpe Cimbra –Prealpi Venete) Monte Maggio vetta d’Italia. Qui, a 1853 metri di quota, fino al 1918 passava il confine nazionale austro-italiano. E’ una vetta che si affaccia sulle vallate veneto-vicentine e sull’ampia pianura che si estende fino a Venezia. Una grande croce, sulla sommità, ricorda i moltissimi caduti italiani e austriaci della grande guerra. Ci sono molteplici motivi che possono spingerci a salire fin sulla sommità del monte Maggio. Il primo luogo la bellezza dei luoghi, la vastità dei panorami, i segni della storia. E’ una delle più belle e facili escursioni alpestri dell’Alpe Cimbra, capace di offrire vedute emozionanti sull’alta Val di Terragnolo è il massiccio montuoso del Pasubio. Nelle giornate particolarmente terse, dalla sommità si scorge il riflesso del sole sulla laguna di Venezia. Partenza: ore 8.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Bivio – Crocicchio dei Camini Trasporto: auto private Dislivello: 250 m. Difficoltà: EAI escursione con ciaspole Tempo di percorrenza: ore 4,30 circa Direzione: Mogno Giovanni Tel. 331.4056742 – Ferrari Donata (Comm.Seniores) Domenica 24 Febbraio 2019 Escursione invernale con le ciaspole Giro delle Malghe in Val di Rabbi m. 2054 (Parco Nazionale dello Stelvio) Dal piccolo borgo di Cavallar, il percorso sale a tornanti nello splendido lariceto sino agli ampi spazi prativi delle malghe. Lungo il percorso sono visibili numerose tracce di animali impresse nella neve e, se si è fortunati, è possibile osservarli nelle macchie sgombre di neve sotto gli abeti. Si transita poi da Malga Artisé, Malga Cespedè e, dopo l’ampio vallone del Lago Corvo, si giunge alla Malga Paludè Alta (2.054 m), luogo da cui si gode un’ampia veduta sulla Val di Rabbi e sulle lontane Dolomiti e dove si può avvistare l’aquila reale che sfrutta le correnti ascensionali che si creano lungo questi versanti solatii. In discesa, lungo la traccia di una vecchia mulattiera, si giunge fino alla Malga Paludè Bassa (1.835 m) e da qui, lungo boschi e spazi aperti, fino al parcheggio di Cavallar. Partenza: ore 6.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Località Cavalar m. 1480 Trasporto: auto private Dislivello: 600 m. Difficoltà: EAI escursione con ciaspole Tempo di percorrenza: 500 m. + soste Direzione: Menegato Paola – Tosini Gianluigi (Commissione Escursionismo) 27

[close]

Comments

no comments yet