nave 2_18

 

Embed or link this publication

Description

nave 2_18

Popular Pages


p. 1

Anno XLII - n. 2 SETTEMBRE 2018 P ’A C N www.comune.nave.bs.it Stampa con carta riciclata Caserma Carabinieri di Nave

[close]

p. 2

NUMERI UTILI ANNO XLII - n. 2 SETTEMBRE 2018 COMUNITÀ DI NAVE Notiziario dell’Amministrazione Comunale Direttore Responsabile: Bertoli Tiziano Redazione: Giada Stefana Piotti Amedeo Luca Ruggeri Zucca Elisabetta Autorizzazione Tribunale di Brescia n. 33 del 21.11.1983 Impaginazione e stampa: Tipogra a Ceresoli - Nave In copertina Foto di Bruno Antonelli www.comune.nave.bs.it redazionenotiziario@comune.nave.bs Per la pubblicità su questo Notiziario COMUNE DI NAVE REDAZIONE NOTIZIARIO COMUNALE Tel. 030 2537414 redazionenotiziario@comune.nave.bs.it I Notiziari pubblicati dall’anno 2003 sono liberamente scaricabili in formato PDF sul sito www.comune.nave.bs.it alla pagina Comunichiamo>Notiziario Comunale>Anni Precedenti Centralino ................................ 030 25 37 411 Anagrafe .................................. 030 25 37 402 Asilo Nido................................. 030 25 33 583 Biblioteca ................................. 030 25 37 486 Farmacia .................................. 030 25 30 346 Dispensario .............................. 030 35 35 535 Informalavoro ........................... 030 25 37 429 Polizia Locale ........................... 030 25 37 409 U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico .......................... 800 240 631 Villa Zanardelli ......................... 331 82 73 602 Villa Zanardelli Fax ................... 030 25 35 149 Fondazione Villa Fiori ............... 030 25 30 393 Istituto Comprensivo ................ 030 25 37 492 Ufficio Postale .......................... 030 25 30 151 Guardia Medica ........................ 030 83 77 132 A.S.L. Nave............................... 030 89 15 357 A.S.L. Nave Fax ........................ 030 89 15 355 Centro prelievi Nave ................. 030 20 54 850 Spedali Civili -Ospedale di Gardone V.T prenotazioni esami e visite ....... 030 22 44 66 C.O.S.P. .................................... 030 21 16 009 Carabinieri Nave....................... 030 25 30 138 Numero Unico di Emergenza .................. 112 Servizio Antincendio .............................. 1515 Numero Verde Emergenze Protezione Civile....................... 800 013 083 EROGASMET ............................ 030 27 89 411 ASM ......................................... 800 011 639 ENEL ........................................ 800 900 800 vuoi essere informato degli eventi, novita’... del tuo comune? iscriviti alla newsletter on line!!!!! È semplice: vai sulla home page del sito www.comune.nave.bs.it nella sezione “Novità sul portale” (in fondo a sinistra della home page) e segui le semplici istruzioni riportate. Invita un amico ad iscriversi alla newsletter! In regalo per entrambi un lettore smart card o una lampadina a basso consumo energetico. Per info e ritiro (prima telefonare): Sig. Giancarlo Bruno - Tel 0302537411 urp@comune.nave.bs.it 2 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 3

Buongiorno Nave! Tiziano Bertoli L’ Sindaco di Nave immagine di copertina di questo numero rappresenta la caserma dei Carabinieri di Nave in via Fossato. A tutt’oggi i lavori sono in fase di ultimazione per quanto riguarda la serramentistica e opere minori sullo stabile vecchio, oggetto anche questo di notevoli migliorie. Nei prossimi mesi sarà inaugurata e, sentiti i vertici dell’Arma, è intenzione dell’Amministrazione Comunale intitolarla ad un giovane carabiniere della Valle del Garza, Claudio Mezzana di Bovezzo, deceduto nel mese di Luglio del 1975, quando durante il servizio militare sul litorale romano perì per salvare una giovane vita dall’annegamento. Le strutture, soprattutto se moderne e funzionali, sono importanti, ma lo sono ancor di più se sono vive e di servizio alla Comunità ed ai Cittadini. Per noi la presenza della stazione dei Carabinieri di Nave è indissolubilmente legata al nostro territorio: voluta dal Ministro Giuseppe Zanardelli, primo Sindaco di Nave, in tutti questi anni ha svolto con e cienza il compito di controllo del territorio a difesa della sicurezza dei cittadini. Da quando sono Sindaco ho percepito con mano l’importanza dell’Arma. I rapporti costanti con l’Amministrazione Comunale in tema di prevenzione e vigilanza, massima disponibilità per la realizzazione di progetti scolastici sulla devianza ed il cyberbullismo e l’ alta professionalità, sono i tratti che contraddistinguono i carabinieri di Nave, capitanati dal Maresciallo Stefano Villotta. Alta professionalità dicevo, riscontrata anche nella tragica vicenda della nostra giovane concittadina Manuela Bailo; con riservatezza e l’ausilio di nuovi strumenti informatici ed investigativi hanno trovato in tempi relativamente brevi il colpevole di questo e errato femminicidio. L’ampliamento e l’ammodernamento della locale caserma dei Carabinieri è stata la priorità in materia di opere pubbliche, interamente nanziata dall’Amministrazione Comunale con risorse proprie, ca. 770000 euro (per le opere di miglioramento e arredi abbiamo ricevuto dei contributi economici da enti e privati). Abbiamo fortemente voluto quest’opera nell’unico luogo dove la si poteva fare; altre soluzioni meno attuabili e più costose, per gli standard richiesti in nuove realizzazioni, avrebbero sicuramente vani cato l’opera e la permanenza dei Carabinieri nella Valle del Garza. Il tema della sicurezza riguarda anche il territorio per quanto concerne l’ambiente e le infrastrutture. A breve, eseguiti dalla Comunità Montana di Valle Trompia inizieranno i lavori relativi alla messa in sicurezza della frana del Vò, sotto la pizzeria Preziosilla. Questa frana, monitorata da anni, i cui distacchi di massi e materiale sono stati frequenti e hanno danneggiato la sottostante Cartiera di Nave, è un permanente pericolo per il normale scorrimento del torrente Garza. Si tratta di un’opera imponente sia strutturalmente che economicamente, i cui dettagli relativi al conto economico e progettuali li troverete nelle pagine seguenti del notiziario. Quest’importante opera non ci distoglie dall’impegno costante degli interventi sui corsi d’acqua sia del reticolo principale che del reticolo idrico minore. Sono certo che se dal 2011-2012 a fronte delle sempre più frequenti bombe d’acqua non si sono veri cati fenomeni devastanti, lo si deve all’attenzione posta su questo versante. A questo proposito ringrazio il personale del servizio Manutenzioni del Comune e la Protezione Civile di Nave per l’impegno profuso e sempre costante nella tutela e difesa del territorio. Proseguono le analisi di vulnerabilità sismica su tutti gli edifici pubblici, in primis gli edifici scolastici; risorse statali sono destinate a questi studi preliminari per poter poi eseguire la progettazione e la realizzazione di ingentissimi interventi, resi ancor più rilevanti dalla nuova classificazione sismica del nostro comune. Dopo il terremoto del Garda e dell’Emilia siamo stati inseriti nel 2° livello di vulnerabilità sismica, con l’obbligo di adempimenti maggiori rispetto alla precedente classificazione. Anche sul fronte della viabilità proseguono e proseguiranno gli interventi di messa in sicurezza di tratti stradali, segnaletica e piste ciclopedonali; un’attenzione dovuta a pedoni e ciclisti ed ai tanti ragazzi che stanno aderendo alla proposta del progetto piedibus. Questi sono gli interventi che stiamo mettendo in campo sui vari fronti. La sicurezza al primo posto! In queste semplici parole è inteso l’impegno dell’Amministrazione Comunale. Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 3

[close]

p. 4

IL TUO COMUNE Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)n data 31 gennaio 2018 è entrata in vigore la Legge 22 dicembre 2017 n. 219, recante “Norme in materia di consenso infor- Imato e di disposizioni anticipate di trattamento” che, all’art. 4, introduce speci ca regolamentazione in merito alle DAT. COSA SONO LE D.A.T.   Ogni persona maggiorenne e capace d’intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi, può esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il ri uto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e singoli trattamenti sanitari. A tale ne può indicare una persona di ducia, denominata “ duciario”, che ne faccia le veci e la rappresenti nelle relazioni con i medici e le strutture sanitarie. Il duciario deve essere una persona maggiorenne e capace d’intendere e di volere. L’accettazione della nomina, da parte dello stesso, avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT, o con atto successivo, che è allegato alla DAT medesima. L’intestatario delle D.A.T. dovrà consegnare al duciario una copia delle D.A.T. LA FORMA DELLE D.A.T. Le DAT possono essere redatte nella forma di: • atto pubblico o scrittura privata autenticata; • scrittura privata che può essere consegnata personalmente dal disponente alll’u cio di stato civile del Comune di residenza, ovvero presso le strutture sanitarie preposte all’adempimento. LA CONSEGNA DELLE DAT ALL’UFFICIALE DELLO STATO CIVILE DEL COMUNE DI RESIDENZA ANAGRAFICA L’U ciale dello Stato Civile è legittimato a ricevere esclusivamente le DAT consegnate personalmente dal disponente residente nel Comune.NON PUO’ ricevere le DAT recate da disponenti non residenti. Le DAT devono essere personalmente consegnate dal disponente : 1 originale e 2 copie. All’atto della consegna viene rilasciata idonea ricevuta da apporre sia sull’originale, sia sulle copie che verranno restituite al disponente. Il disponenete inoltre compilerà e rmerà un’istanza di consegna delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (Art. 4, comma 6, della legge 22 dicembre 2017, n.219). Le DAT ricevute vengono registrate in un ordinato elenco cronologico, appositamente predisposto nel programma informatico in dotazione, in attesa di poterle trasmettere alla banca dati del Ministero della Salute, di cui all’art. 1, comma 418 della L. n. 215/2017. A tal ne vengono accuratamente custodite e conservate, in conformità ai principi di riservatezza dei dati personali. L’U ciale di Stato Civile non autentica la rma apposta in calce alla DAT, limitandosi a veri care che la stessa sia autografa, prima che venga inserita in apposita busta con allegata copia della C.I. del disponente e del duciario oltre alla copia della tessera sanitaria in corso di validità del disponente.   L’U ciale di Stato Civile non può partecipare alla redazione della disposizione, né può fornire informazioni od avvisi in merito al contenuto, limitandosi a veri care i presupposti della consegna (cioè l’identità del disponente e la sua residenza anagra ca nel Comune) e a riceverla, come disposto dal Ministero dell’Interno, d’intesa con il Ministero della Salute, con Circolare dell’8.2.2018, n. 1. Eventuali modi che delle DAT, devono essere comunicate con le medesime modalità previste per la presentazione. II servizio di ricezione delle DAT si svolge  presso il Settore Servizi Demogra ci, negli orari di apertura al pubblico. CONTATTI Per informazioni e comunicazioni, gli interessati devono contattare l’U cio di Stato Civile di questo Comune, presso il Settore Servizi Demogra ci. Telefono 030/2537402-030/2537403030/2537408 Indirizzo di posta elettronica: demogra ci@ comune.nave.bs.it Posta elettronica certi cata: protocollo@pec. comune.nave.bs.it Normativa di riferimento Legge 22 dicembre 2017, n. 219, Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento; Art. 1, commi 418-419 Legge 27 dicembre 2017, n. 205, Bilancio di previsione dello Stato per l’anno nanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020; Circolare del Ministero dell’Interno 8.2.2018, n. 1, Legge 22 dicembre 2017, n. 219, recante “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di tratt Donazione di organi e tessuti Anche con l’emissione della CIE (carta d’identità elettronica) continua la possibilità, per i cittadini maggiorenni, di esprimere la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti; all’atto della richiesta di emissione della Carta il cittadino maggiorenne può esprimere il consenso/diniego alla donazione degli organi. Il CNT (Centro Nazionale Trapianti) assicura la gestione di tale informazione. Il rilascio della dichiarazione di volontà relativa alla donazione degli organi resta comunque facoltativo e può essere e ettuato solo sul territorio nazionale. Per maggiori informazioni consultare il sito del Ministero www.trapianti.salute.gov.it Alcuni dati: Il servizio partito, nel Comune di Nave da febbraio 2016, no a marzo 2018 ha raccolto più di 700 consensi di cui più di 500 favorevoli. 4 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 5

SCUOLA Natura a scuola: un mondo tutto da scoprire Einstein diceva: “Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata” VViisrcnhaioni L’ambiente naturale o re in nite occasioni di gioco, scoperta e apprendimento: i bambini non smettono mai di meravigliarsi per un ore sbocciato, per una lumachina Assessore che attraversa il vialetto della scuola, per un seme dal quale na- sce una nuova piantina. Questa relazione con l’ambiente natura coinvolge la sua corporeità, i suoi sensi, la sua curiosità e così deve essere perché possa dirsi vera esperienza. Le insegnanti, nel corso degli anni, hanno proposto percorsi che hanno attinto a piene mani alle risorse o erte dall’ambiente na- turale nei dintorni della scuola: attività nel bosco, nel castagne- to, esperienze di giardinaggio attraverso la costruzione dell’orto a scuola, giochi d’acqua al ume, ma anche semplicemente vi- vendo l’aula all’aperto, elemento didattico di ispirazione mon- tessoriana, per vivere quotidianamente qualcosa di speciale a contatto con la natura. La natura è ricerca di bellezza, di armonia, ma anche stimo- ra  e  fuoco, accompagnandoli nella bellezza delle loro piccole/ lo per imparare, capire e crescere. Nell’esperienza il bambino grandi scoperte, ma anche introducendoli alla metodologia sperimenta, nell’azione attiva, un processo di apprendimento. della ricerca, dell’azione, della sperimentazione, portandoli Tale esperienza, perché diventi conoscenza, ha bisogno di es- ad ipotizzare e veri care “il perché”, “il come”, “il quando” sere, elaborata, raccontata, documentata e rivissuta grazie all’a- si manifestano certi fenomeni, ad osservare i cambiamenti e le iuto dell’adulto che condivide l’esperienza del bambino. Infatti trasformazioni che si determinano nella natura. nella scuola dell’infanzia l’esperienza non è ne a sé stessa, ma Attraverso semplici esperimenti, letture di storie, attività che diventa un punto di partenza per ri ettere, capire, conoscere e coinvolgono i cinque sensi ed attività espressive e creative, i costruire competenze. bambini si avventureranno in un fantastico viaggio. Quest’anno, attraverso giochi ed esperienze, condurremo i bambini alla scoperta degli elementi naturali: acqua,  aria,  ter- le Insegnanti della scuola dell’Infanzia G. Rodari La banda a scuola Èappena ricominciato l’anno scolastico e ancora una volta la Banda Santa Cecilia torna nelle scuole di Nave e Caino con progetti dedicati alle primarie e alla secondaria I grado. Alla secondaria Galileo Galilei è dedicato il progetto “Suono anch’io” che prevede un primo approccio ai principali strumenti a ato ( auto, clarinetto, saxofono, tromba ecc.) con l’aiuto e la guida dei nostri insegnanti, unito a lezioni di musica di insieme per consentire di creare n dalle prime note un gruppo coeso e a atato e di sviluppare l’ascolto dei giovani musicisti. Ai più piccoli invece sono rivolti i progetti dedicati al auto dolce. La maestra Laura Zanetti, da diversi anni inserita nelle scuole di Nave e Caino con progetti di musica d’insieme e strumento, guiderà le classi quinte delle scuole primarie dell’istituto comprensivo nella preparazione di un concerto nale di che si svolgerà insieme ai musicisti della Banda Santa Cecilia. Vi aspettiamo sabato 1 dicembre al teatro San Costanzo di Nave per ascoltare i tanto sudati risultati di questi giovani musicisti in erba. la Banda Santa Cecilia Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 5

[close]

p. 6

SCUOLA Lo spazio studio Atlas riapre i battenti Con l’inizio della scuola ripartono una dopo l’altra tutte le attività che animano i pomeriggi di bambini e ragazzi. Tra queste anche ATLAS, lo spazio studio che la Cooperativa La Vela gestisce all’interno della scuola media “G. Galilei” di Nave, in stretta collaborazione con il Comune e con l’Istituto Comprensivo. Giusto il tempo di riprendere la routine dei compiti a casa e ATLAS tornerà ad accogliere gli studenti con la sua proposta per la settimana anche per questo nuovo anno scolastico: a partire da martedì 6 novembre, tutti i martedì e i giovedì, dalle 14.30 alle 16.30 gli operatori di ATLAS aspettano i ragazzi della scuola media per condividere e “alleggerire” il momento dei compiti e dello studio. Come? Da qualche anno ormai, anche nel periodo estivo, lo Spazio studio ATLAS fornisce il proprio supporto agli studenti nell’approfondire metodo e strategie più idonei per lo svolgimento dei compiti e per lo studio, in un dialogo costante tra gli operatori del servizio, le famiglie e la scuola. Gli educatori di ATLAS, formati sui processi di apprendimento e sulle componenti emotive- motivazionali implicate nello studio, a ancano i ragazzi, stimolando la ri essione sulle proprie modalità di studio, per individuare insieme di coltà e punti di forza. L’obiettivo - de nito insieme a pedagogisti e psicologi con competenze speci che nei metodi di apprendimento - è di rendere i ragazzi gradualmente più autonomi nella piani cazione della loro attività scolastica. Per saperne di più su di coltà scolastiche e come superarle, i genitori potranno incontrare gli operatori di ATLAS in alcuni momenti organizzati dalla scuola durante l’anno scolastico. Inoltre, nel mese di ottobre, sono in programma alcune serate a cura della Cooperativa La Vela presso la sala consiliare (prossimamente i dettagli su temi e date degli incontri). ATLAS vi aspetta quindi e nel frattempo vi saluta prendendo in prestito le parole di Sara (2^ media, G. Galilei, Nave): «Ciao a tutti, mi piace Atlas perché vedo le mie amiche e mi trovo bene anche con gli altri compagni. Atlas mi aiuta perché ho imparato a studiare e a evidenziare poco le informazioni nel testo. Alla ne mi è servito molto». Un buon anno scolastico a tutti! Per iscrizioni contattare direttamente la Cooperativa La Vela al numero 030.2530343 (dal lunedì al venerdì, ore 9.00-15.00). Per informazioni sul servizio è possibile rivolgersi alla coordinatrice dott.ssa Francesca Cardarelli 348.4304576. Progetto scolastico “A scuola con PinAC” Integrato con il progetto “Kaki tree project” In questi ultimi quattro anni, l’Istituto Comprensivo di Nave, con il nanziamento generosamente o erto dalla Banca di Credito Cooperativo di Brescia, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha proposto alle classi terze del territorio un progetto artistico denominato “A scuola con PInAC”. Si tratta di un’esperienza di ateliers condotti da Armida Gandini, artista dello sta di Fondazione PInAC. Per chi non conoscesse questa preziosa realtà della nostra provincia, PInAC è la Pinacoteca Internazionale dell’Età Evolutiva Aldo Cibaldi, museo dinamico internazionale che raccoglie, studia e promuove l’espressività infantile ed ha sede nel centro storico di Rezzato. Il progetto “A scuola con PInAC” ha preso il via con la nalità di potenziare nei bambini la creatività e il pensiero divergente, promuovere la sensibilità, favorire l’espressione personale e originale. A conclusione dei laboratori, i lavori realizzati hanno trovato una degna collocazione all’interno del bellissimo spazio della chiesetta dell’Annunciata, messa gentilmente a disposizione della Parrocchia di Nave, in momenti espositivi che sono stati molto apprezzati dai numerosi visitatori. In accordo con gli Amministratori, i temi proposti in questi quattro anni di progetto, hanno riguardato tematiche ambientali verso le quali è sempre importante tenere desta l’attenzione di tutti, grandi e piccoli, ed è stato così che i bambini coinvolti hanno realizzato opere su acqua, alberi, cielo e terra. Per il corrente anno scolastico ci aspettano alcune variazioni nei tempi di realizzazione e nella location espositiva, poiché questa esperienza si accompagnerà e fonderà con il “Kaki Tree Project”, un progetto che prevede nel nostro Comune la piantumazione di una piantina di seconda generazione di un albero di cachi sopravvissuto all’esplosione della bomba atomica di Nagasaki. Realizzato in diversi paesi del mondo negli ultimi venti anni, questo progetto ha coinvolto circa 30.000 bambini, con lo scopo di far loro apprendere, attraverso l’arte, l’importanza della vita e della pace. Nell’arte risiede la capacità di immaginare e la forza di creare; essa travalica paesi, religioni, razze e lingue, rendendo possibili sentimenti di condivisione. La messa a dimora della piantina di cachi rappresenterà la messa a dimora nei nostri cuori del seme dell’arte, della pace, della difesa della vita e i lavori realizzati dai bambini delle classi terze nei laboratori faranno da cornice a questo signi cativo evento. Maestra Gabriella Ventriglia Piedibusn un mondo in cui viene sempre chiesta maggior attenzione all’ambiente e in cui la vita delle persone si fa sempre più frenetica, ecco nascere un progetto che può aiutare a far convivere le due situazioni: il piedibus. Ormai Ipresente da diversi anni nel nostro paese, è intenzione dell’attuale Amministrazione comunale continuare Luca Ruggeri Consigliere questo importante progetto mirato a ridurre la circolazione di veicoli a motore verso le scuole, a sensibilizzare i bambini (e le famiglie) verso tematiche come quelle dell’inquinamento ambientale e perché no, a dare un’alternativa a costo zero al traspor- to dei bambini a scuola. A maggio di quest’anno si è deciso di partire con la sperimentazione di quattro nuove linee (due a Muratello e due a Nave) in modo da coprire le tre scuole elementari e buona parte del territorio (erano già attive due linee a Cortine e una a Nave). Il risultato ottenuto (oltre 60 bambini iscritti) dimostra che si è trattato di un buon trampolino di lancio per essere operativi da subito in questo nuovo anno scolastico. Speriamo, quindi, in una partecipazione numerosa di bambini, ma anche di volontari disposti ad accompagnarli. 6 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 7

Concorso per ragazzi La vita di ognuno di noi è legata a LUOGHI signi cativi: spazi sici e dimensioni sociali, relazionali, in cui si collocano le nostre esperienze di vita. L’importanza di questi LUOGHI di incontro e di aggregazione aumenta quando si parla di giovani in quanto è legata al fatto che questi LUOGHI non sono dei semplici contenitori di esperienza, ma giocano spesso un ruolo essenziale nella formazione dell’identità stessa dei ragazzi. Nella vita quotidiana dei ragazzi i LUOGHI di incontro sono diversi (scuola, casa, associazioni sportive , gruppi musicali, bar, oratori, CAG; ludoteche, etc), accanto a questi POLITICHE GIOVANILI tradizionali oggi si aggiungono i tanti LUOGHI virtuali. Visto il ruolo identi cativo che rivestono i LUOGHI è importante Sonia promuovere una ri essione nella comunità per comprendere se Treccani Consigliere oggi stiamo rispondendo ed in che modo ai bisogni relazionali e di appartenenza dei ragazzi perché questi LUOGHI possano essere non solo luoghi di incontro e svago ma anche di identi cazione, relazione e crescita. Dalla ri essione delle istituzioni sociali e del Terzo Settore sul disagio dei giovani è emersa la domanda sulla necessità dei giovani di identi care un LUOGO in cui riconoscersi, in cui riuscire ad esprimere se stessi, in cui stare bene. Da qui l’idea di chiedere ai giovani stessi di parlarci di questo LUOGO ideale, uno spazio da abitare, o una comunità cui appartenere, un ambiente in cui esprimere la propria creatività, una dimensione relazionale in cui crescere e creare legami. Il concorso proposto quest’anno dal Comune di Nave LUOGOX vuole promuovere la ri essione sul tema del LUOGO, inteso nei di erenti signi cati, letterali e metaforici. Aperto a tutti i ragazzi della fascia di età dai 10 ai 14 anni il concorso intende stimolarli a ri ettere sulla presenza di un LUOGO signi cativo nella propria vita, per cui si provi un senso di appartenenza, in cui vivere la propria crescita. I ragazzi dovranno così descrivere tali ‘spazi’ di vita, proponendo miglioramenti per quelli esistenti o progettandone di nuovi, cercando di descriverne le caratteristiche ed il valore per la propria crescita attraverso elaborati. I gruppi che intendono partecipare al concorso dovranno comunicare la propria adesione entro il 5 ottobre 2018, inviando una e-mail al seguente indirizzo servizisociali@ comune.nave.bs.it speci cando in oggetto LUOGOX. La partecipazione è gratuita. #TEMPOPER 2.0 Adotta un’Associazione Lo scorso anno scolastico grazie alla disponibilità delle associazioni di volontariato e dell’istituto comprensivo di Nave è stato possibile far conoscere ai ragazzi l’importanza e la bellezza del donare il proprio tempo agli altri attraverso gesti concreti di volontariato. Visto l’entusiasmo dimostrato dai ragazzi nonchè il riscontro positivo da parte delle associazioni il Comune di Nave, attraverso il tavolo delle politiche giovanili e la consulta sociale in collaborazione con l’istituto comprensivo, ha deciso di riproporre anche quest’anno scolastico una ri essione sul tema del volontariato. Questa volta non si tratterà di un concorso ma di un vero è proprio progetto di avvicinamento al volontariato ed alle associazioni presenti sul territorio che accompagnerà i ragazzi negli anni di frequenza della scuola secondaria di primo grado. Il progetto #TEMPOPER2.0 ADOTTA UN’ASSOCIAZIONE nasce dalla volontà di dare continuità al concorso #TEMPOPER che ha visto la collaborazione delle realtà di volontariato presenti sul territorio di Nave e riunite nella consulta sociale. Il progetto vuole promuovere una ri essione costante e continua nel tempo, da parte dei ragazzi sul tema del volontaria- to. E’ aperto a tutti i ragazzi della scuola secondaria di primo grado ed ha tra le sue nalità oltre alla conoscenza delle esperienze e realtà di volontariato presenti sul territorio anche la promozione di una maggiore consapevolezza sulle proprie risorse e qualità. Intende stimolare i ragazzi ad e ettuare durante l’anno scolastico un’esperienza concreta di volontariato partendo da una ri essione sul tempo speso per gli altri (persone, natura, cultura, cose) e sulle varie forme di volontariato presenti sul territorio di Nave. Per agevolare un primo approccio al volontariato da parte degli studenti, l’Amministrazione comunale in collaborazione con le Associazioni di volontariato e l’Istituto comprensivo di Nave ha organizzato una GIORNATA DEL VOLONTARIATO. La manifestazione si svolgerà la mattina del 6 ottobre 2018 dalle ore 10:00 presso il Parco del Garza: le associazioni di volontariato del territorio saranno presenti per testimoniare le proprie attività e proporre dei progetti da costruire e condividere con gli studenti. Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 7

[close]

p. 8

CITTADINANZA ATTIVA SPRAR Nave La Storia di Diaby Il nostro Comune ha aderito allo SPRAR ll Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati costituito dalla rete degli enti locali che, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di “accoglienza integrata” che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico. I richiedenti Asilo presenti sul territorio di Nave sono attualmente 14. In questo articolo non ho intenzione di limitarmi a snocciolare dati e numeri che riguardano l’accoglienza, né di parlarvi semplicemente di “Profughi’’, “Rifugiati’’ o “richiedenti Asilo’’. Quella che vi voglio raccontare è la storia di una persona, anche se farlo in queste poche righe sarà complesso. Diaby compirà 37 anni a Ottobre, ha tre gli: un maschio e 2 femmine; la più piccola non l’ha mai vista, perché Diaby viene dal Niger e lì c’è la guerra, per questo mentre sua moglie era incinta è stato costretto a raggiungere la Libia per poter lavorare.Ma dopo quasi un anno di lavoro senza stipendio, Diaby chiede quando verrà pagato e per questo nisce in un carcere Libico. Da qui su un gommone diretto verso l’Italia. Mentre mi parla i suoi grandi occhi scuri si illuminano e mi dice che vuole ringraziare l’Italia e gli Italiani, perché è vivo, perché è stato accolto e perché è qui che vuole costruire il suo futuro. Purtroppo però, nonostante, sia in Italia da quasi 5 anni, i primi 2 passati in Sicilia e i restanti a Brescia è ancora in attesa che il giudice decida se riconoscergli o meno lo Status di Rifugiato e con esso i documenti. “Non riesco né a mangiare, né a Dormire penso sempre e solo ai documenti’’ perché senza questi, non può trovare lavoro, Giada Stefana Consigliera né richiedere il ricongiungimento familiare e vivere la sua vita con la moglie e i gli, qui in Italia il paese che ama. “Non mi interessa in quale città, se troverò lavoro a Brescia starò qui, altrimenti mi sposterò l’importante è restare in Italia, perché le persone sono gentili e anche se c’ è di denza poi ci si conosce e diventano tutti simpatici.’’ La storia di Diaby è la storia di moltissimi altri, ragazzi e ragazze che fuggono dalla loro terra per Fame, guerra o semplicemente per cercare un futuro migliore. Lo ringrazio per avermi permesso di raccontarla a tutti i suoi ‘’compaesani’’ Navensi. Perché Credo che conoscere sia l’unico rimedio contro il razzismo e l’intolleranza! SERVIZI SOCIALI Il femminicidio di Manuela, è una ferita per l’intera Comunità di Nave. Un dolore che, ovviamente, ha riguardato familiari e amici, ma che è stato un lutto per tutti. Sentiamo la necessità di esprimere il nostro cordoglio, sincero e unitario: consapevoli che le parole e l’indizione del lutto cittadino, sono gesti simbolici, insu cienti per ricordare una giovane vita, stroncata in modo così brutale. Il nostro impegno, ra orzato in questa drammatica vicenda, è volto alla ricerca di giustizia, contro ogni forma di discriminazione nel rispetto delle donne e da quanti colpiti da atti violenti e indegni di una società civile. Ci facciamo interpreti della volontà di tutti i Cittadini di Nave, porgendo le nostre sincere condoglianze alla famiglia Bailo ed a tutte le persone coinvolte. 8 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 9

Bisogno abitativo Nel mese di Agosto è stato pubblicato un nuovo bando per l’assegnazione di mini-alloggi in locazione presso “Villa Zanardelli”. La graduatoria verrà utilizzata per l’assegnazione di alloggi che si rendessero liberi fino al 2020. Il bando, nel rispetto del lascito Zanardelli, si rivolge alla fascia di popolazione anziana. SERVIZI SOCIALI Consapevole dell’acuirsi dell’emergenza Marco abitativa, l’Amministrazione, pur auspi- Venturini cando nella possibilità di assegnazione Assessore di alloggi di edilizia residenziale pubblica in tempi rapidi, sta valutando soluzioni ulteriori, quali la stipula di convenzioni con privati per la locazione di alloggi a canone calmierato. Accordo sindacale 2018 Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di Nave ha siglato un accordo con le organizzazioni Sindacali SPI-CGIL, FNPCISL, UILP-UIL per aiutare gli anziani e le famiglie residenti e con basso reddito attraverso l’erogazione di contributi per spese sanitarie e utenze domestiche oltre a concedere l’esonero parziale o totale della TARI (tassa rifiuti). Come lo scorso anno è stata mantenuta la soglia massima di ISEE per la presentazione delle domande pari ad € 8.105,00. Si riporta, a conclusione dell’Accordo Sindacale 2018 , un breve riepilogo: *di cui una per il solo contributo economico L’importo complessivo stanziato (pari ad € 29.573,28) rappresenta un tassello che, unitamente alla complessità degli interventi sociali inseriti nel protocollo d’intesa siglato con le Organizzazioni Sindacali, permette all’Amministrazione Comunale di affrontare le complesse problematiche sociali per attenuare le condizioni di disagio socio-economico delle fasce più deboli della popolazione di Nave. Servizio Civile Nazionale 2018/2019 Il Servizio Civile o re ai giovani dai 18 ai 28, la possibilità di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico, di forte valenza educativa e formativa; una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva ed un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del proprio Paese. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel SCN, sceglie di aggiungere un’esperienza quali cante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa. Il progetto prevede un impegno di circa 30 ore settimanali per un anno. O re un contributo mensile di 433,80 euro, l’attestato di partecipazione e la certi cazione delle competenze. Per maggiori informazioni andare al seguente link: http://www. comune.nave.bs.it/cittadino/servizi-sociali/notizia/serviziocivile-2018-2019 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 9

[close]

p. 10

SERVIZI SOCIALI Festa Bambini Bielorussi Martedì 28 Agosto si è svolta presso Villa Zanardelli la festa per salutare i bambini Bielorussi che sono stati ospitati dalle famiglie della Valtrompia. Un’esperienza importante che permette di donare e ricevere tanto affetto. Il Comune di Nave ha voluto anche quest’anno sostenere questo progetto con un piccolo contributo alle famiglie dandogli l’affetto e il soste- gno che si darebbe ad un proprio figlio: migliorare il loro stato di salute ospitandoli in un am- Anna Tagliola Consigliere biente non inquinato e con cibo sano. di Nave che hanno aderito all’iniziativa. Se qualcuno fosse interessato, di seguito vi lasciamo alcune informazioni sul COMITATO DI ACCOGLIENZA BAMBINI BIELORUSSI “VALLE TROMPIA E DINTORNI”. Il Comitato è nato il 25 settembre del 1995. Obiettivi del co- Contatti COMITATO DI ACCOGLIENZA BAMBINI BIELORUSSI VALLE TROMPIA E DINTORNI Presidente: mitato sono: Sanzogni Evelina accogliere i minori provenienti dalle zone contaminate via A. Volta 45/a – 25063 Gardone V.T. dall’incidente nella centrale atomica di Chernobyl; Tel. 030 831836 cellulare 338 8027345 cercare famiglie disposte ad ospitarli per almeno un mese Email:bielorussiavaltrompia@acvbs Consulta Sociale Comune di Nave: nuovi progetti… nuovi supervolontari L’attività della Consulta Sociale del Comune di Nave prosegue a pieno ritmo. Le associazioni di volontariato del territorio, già impegnate nelle diverse attività che portano bene cio allo sviluppo sociale del nostro comune, si stanno ponendo nuovi obiettivi condivisi attraverso la Consulta Sociale. In particolare negli ultimi mesi abbiamo voluto aiutare i ragazzi disabili nell’inclusione sociale. Posto che le associazioni sono sempre in cerca di volontari, si è pensato di coinvolgere, con l’aiuto della cooperativa Futura, i ragazzi disabili nelle varie iniziative, feste che sono state svolte nel nostro Comune. Il risultato è stato molto buono. Da una parte il progetto d’inclusione ha permesso ai ragazzi con disabilità di socializzare conoscendo nuove persone, dall’altra ha permesso di superare il preconcetto che la disabilità non permetta di poter essere utili agli altri. I ragazzi sono stati dei supervolontari e per questo hanno avuto i ringraziamenti delle associazioni che hanno potuto contare sul loro aiuto. Altro obiettivo che ci si è posti è il coinvolgimento dei giovani nelle attività delle associazioni. Lo scorso anno si è organizzata la giornata del volontariato al parco del Garza, dove, grazie alla collaborazione dell’istituto comprensivo, i ragazzi della scuola secondaria hanno potuto conoscere le varie realtà di volontariato esistenti sul territorio e comprendere quanto esso sia utile a livello sociale. Visto il buon esito dell’iniziativa, verrà riproposta sabato 06 Ottobre sempre al parco del Garza. La Consulta Sociale sta studiando il metodo migliore per poter coinvolgere nelle loro attività anche i ragazzi più grandi, a nché possano usare il loro tempo bene, facendo del bene alla comunità. Ricordiamo che per realizzare questi e altri progetti, le associazioni sono sempre in cerca di nuovi collaboratori, vi aspettiamo !!! Per conoscere le Associazioni e la varie iniziative ed eventi organizzati: pagina Facebook CONSULTA SOCIALE COMUNE DI NAVE 10 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 11

CULTURA E ASSOCIAZIONISMO FuoriLuogo grazie a tutti Fuoriluogo è stata innanzitutto una scommessa duciosa, non un salto nel vuoto ma la certezza che se come sostegno e protezione si utilizzano l’Arte e la bellezza, nel vuoto non si può cadere. Abbiamo creduto, senza sbagliare, che investire in una proposta culturale di alto livello potesse essere la giusta boccata d’aria per un territorio speciale, il nostro, che troppe volte si scorda di esserlo. Abbiamo lanciato una moneta in aria certi che da qualunque faccia fosse caduta, avrebbe signi cato qual- cosa di bello. Fuoriluogo è stata un’inva- sione di musica, di personalità importanti, un’occasione di incontro e di riscontro tra cittadini, luoghi, passati e storie che hanno Roberta Paradisi Assessore fatto respirare la potenza del presente e la possibile dolcezza del futuro. L’abbiamo inventata con l’atteg- giamento di chi è un po’ FuoriDiTesta ma è proprio vero, che talvolta, per creare cose potenti, bisogna stare e pensare fuori dai sentieri già battuti. Per noi è stato un po’ di tutto questo, for- se anche di più, ma tanto è stato grazie soprattutto al supporto, all’aiuto, alla ducia di tutti voi. Grazie per aver scelto di credere nella bontà, nella bellezza, nella stranezza di questo progetto un po’ grigio, un po’ arancio, un po’ bianco, un po’ scritto strano, un po’ scritto bene. Grazie per aver reso vivi i disegni e gli schemi che avevamo in testa. Grazie per aver pensato FuoriDagliSchemi come noi e di aver donato al pubblico, ai cittadini, ai musicisti, ai luoghi importanti del nostro territorio, un’opportunità di incontro speciale. Grazie per aver permesso a tanti, in così poco tempo, di immer- gersi in terreni così ricchi di passione amore. I terreni dell’Arte, del Lavoro, della Cultura, della Musica: luoghi fecondi di viva speranza per il domani! Lo sta FuoriLuogo Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 11

[close]

p. 12

CULTURA E ASSOCIAZIONISMO La Serata Fika Una serata di ne estate, un parco illuminato da calde luci, tanto spazio verde per un grande pic nic accompagnato da musica dal vivo in sottofondo e mentre il buio è sceso si è potuto ammirare i delicati e magici fasci di luce disegnati dai ragazzi di Dreamusical! E per terminare “Shosholoza”! Spettacolo teatrale prodotto da Proteatro di Michele Senici, letture e pensieri sul mare, sull’an- dare, sul tornare perché a volte non serve viaggiare per viaggiare per davvero. Tutto ciò è stata la Serata Fika, evento promosso e organizzato dalla Consulta della Cultura, che in svedese signi ca incontrarsi con gli amici per bere e mangiare qualcosa, chiacchierare e raccontarsi storie... Abbiamo semplicemente pensato che non poteva esistere modo migliore per concludere l’estate e ripartire pieni di energia per la nuova stagione! 12 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 13

Sagra del Marrone della Valle del Garza 20° Anniversario Sagra del marrone della valle del Garza, edizione che segna il ventesimo anniversario della manifestazione. Un traguardo importante per noi e per tutti i castanicoltori della nostra valle che per anni hanno protetto la cultura e la tradizione di questo frutto che ha alimentato per anni la vita del nostro territorio. La ricerca della qualità di un frutto migliore ha portato la valle del Garza ad essere uno dei pochi siti produttori di MARRONI e conta la presenza più numerosa di piante dell’intera Lombardia. Nave è inoltre il fulcro di un progetto dedito alla protezione delle specie autoctone tramite un campo di piante madri, marroni innestati con marze provenienti dalle più datate e selezionate piante della zona. Per questa ventesima ed importante edizione tornerà anche il tanto amato “Sentiero del gusto” con un’edizione speciale! Leggi attentamente il volantino per avere tutte le info e segui la pagina Facebook della Consulta della Cultura di Nave per essere aggiornato su tutti gli appuntamenti! CULTURA E ASSOCIAZIONISMO Raccolta di documentazione della seconda guerra mondiale Le Amministrazioni Comunali di Nave e Caino hanno avviato una campagna nalizzata alla raccolta di documenti riguardanti la Seconda Guerra Mondiale. I familiari di Defunti, Dispersi e Reduci nati o vissuti nei due Comuni possono contattare i Capigruppo degli Alpini di Nave (Roberto Loda), Cortine (Fausto Minelli) e Caino (Claudio Maestri) comunicando la volontà di mettere a disposizione i vari documenti. Si ricercano prevalentemente lettere e cartoline scritte dal fronte di guerra, nonché attestati e medaglie, che verranno fotocopiati e custoditi negli archivi storici dei due Comuni per essere consultati dal pubblico e dagli appassionati di storia locale. Si con da che questa iniziativa, nata per onorare coloro che sacri carono la giovinezza e per molti anche la vita per la Patria, sia condivisa da tutti. Giornata della Gioia Sono trascorsi cinque anni dall’ultimo appuntamento ed ecco che domenica 22 luglio, abbiamo rivissuto la Giornata della Gioia. Questa ha permesso a 163 persone dai 65 anni in su di salire al Santuario della Madonna della Misericordia in Conche in elicottero, evitando mal di schiena, di ginocchia e gocce di sudore. È stata un’ottima giornata di sole ritagliata in un periodo piovoso (poi vi è chi non crede alla Provvidenza), trascorsa in compagnia di amici, autorità civili, militari e religiose. L’organizzazione è risultata ottima e la sinergia prodotta tra le parrocchie di Nave, Muratello e Cortine ed il Comune di Nave, peraltro collaudata nelle edizioni precedenti, è risultata proficua e funzionale. Un plauso particolare va alle Associazioni e Gruppi di Volontari che a vario titolo si sono resi disponibili, per prendersi cura di tutti: Carabinieri in congedo, Avis, Gr. Missionario Muratello, 3° età, Protezione Civile, Medici, Cosp, Alpini di Cortine e di Nave, Guppo. Antincendio, CAI, Federcaccia, Gruppo Oratorio Cortine, Gruppo Geo, Amici di Conche, Amici di S. Antonio, ASD Navecortine Calcio. Senza di loro il gruppo promotore formato da don Ruggero, Simone Loda, Giovanni Andreoli, Monica Ghidini (preziosa e puntuale coordinatrice), capitanato da Ivano Tognassi, poco avrebbe potuto fare. Il tutto è iniziato alle ore 7,00 ed i viaggi dei due elicotteri si sono protratti sino alle ore 10 circa, dopodiché abbiamo vissuto la Celebrazione Eucaristica presieduta da sua Ecc. Mons. Pierantonio Tremolada nostro Vescovo di Brescia che per la prima volta provava l’emozione di viaggiare in elicottero; l’esperienza seppur breve, lo ha molto soddisfatto. A conclusione della S. Messa per mani del Vescovo, sono state consegnate le targhe ricordo al sig. Cinghia Giovanni ed alla sig.ra Antonelli Felicita in quanto risultati essere i più anziani, entrambi sono del 1924; Giovanni in particolare ha palesemente espresso la propria commozione con copiose lacrime di gioia. Il Sindaco, Tiziano Bertoli, intervenuto al temine della cerimonia religiosa, ha ricordato a tutti i presenti la storia del Santuario e di S. Costanzo, soffermandosi in particolare sulla bellezza del luogo, frequentato da moltissime persone per i Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 13

[close]

p. 14

CULTURA E ASSOCIAZIONISMO più svariati motivi: l’escursione, la compagnia, la meditazione o la preghiera. L’auspicio e l’impegno del sindaco è che questo luogo rimanga sempre come è sempre stato e, soprattutto, non raggiungibile dagli automezzi. Rifacendosi poi alla vita di S. Costanzo, ha ricordato che è giunto sul Monte Conche da soldato, vi è rimasto da eremita, e attraverso la sua vita ci ha insegnato che dobbiamo essere una comunità pacifica, tollerante ed aperta, che non possiamo girarci dall’altra parte quando viene richiesto il nostro aiuto e che aiutare, accogliere, salvare la vita e difendere gli ultimi devono essere le nostre priorità. In questo contesto gioioso, non è però mancato un pensiero dedicato alla famiglia della ragazzina Iushra Gazi di 11 anni del Bangladesh scomparsa il 19 luglio sulla montagna di Serle, per lei ed i suoi famigliari sono salite al cielo le nostre preghiere. Dopo la celebrazione tutti hanno consumato il gradito pasto predisposto per l’occasione e fraternizzato sino alle tre pomeridiane; dopodiché sono iniziati i voli di ritorno aperti dal Vescovo Tremolada. Tra gli altri vi erano presenti anche 6 ospiti della Casa di riposo Villa Fiori con 4 accompagnatori ed uno di loro di nome Fernando, mi ha confessato che è stato molto contento della giornata, dell’organizzazione e della festa nel suo insieme, “bravi tutti”. L’unico momento di crisi è stato vissuto il pomeriggio quando ci si è trovati ad affrontare la marea di gente che voleva salire in elicottero; superato il primo impatto, altri 174 hanno potuto soddisfare il loro desiderio. Archiviata questa Giornata della Gioia, non rimane altro che attendere la prossima edizione del 2023. Giovanni diacono Andreoli URBANISTICA E AMBIENTE Revisione del Piano di Governo del Territorio (PGT) L’Amministrazione Comunale di Nave in riferimento al proprio programma politico-amministrativo, con deliberazione di Giunta Comunale n. 97 del 03/09/2018 ha dato l’avvio del procedimento relativo alla redazione degli atti di revisione del Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) unita- Pertanto chiunque abbia interesse, anche per la tutela di interessi di usi, può presentare suggerimenti e proposte propedeutiche alla formazione del nuovo strumento urbanistico ge- Carlo Ramazzini Assessore mente alla Valutazione Ambientale Strategica. nerale. Tale procedura è stata avviata ai sensi di quanto previsto dalla Le istanze dovranno essere redatte in duplice copia in car- Legge regionale 11 Marzo 2005 n. 12 per il Governo del Ter- ta semplice e presentate all’U cio Protocollo del Comune di ritorio ed i relativi criteri attuativi, nonché ai sensi di quanto Nave, presso la Sede Municipale, complete di eventuali docu- stabilito dagli Indirizzi generali per la valutazione ambientale menti allegati a corredo di tutte le copie. (VAS) approvati con D.C.R. 13 marzo 2007, n.VIII/351 e gli ul- L’avvio è da considerarsi quale comunicazione per le forme par- teriori adempimenti di disciplina approvati dalla Giunta Regio- tecipative al procedimento da parte di tutti gli interessati. nale con deliberazione n. VIII/6420 del 27 dicembre 2007 e suc- L’ U cio Urbanistica rimane a disposizione per eventuali de- cessive modi che e integrazioni ed in ottemperanza al decreto lucidazioni e chiarimenti durante il normale orario di apertura legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”. al pubblico. 14 Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018

[close]

p. 15

Valorizzare il nostro ambiente “La Val Listrea” La Val Listrea, situata a monte della contrada di Monteclana, è senza alcun dubbio uno dei luoghi naturali più interessanti e frequentati del nostro territorio comunale. La presenza dell’omonimo corso d’acqua, è l’elemento caratterizzante di questa stretta vallecola, incuneata con andamento Sud-Nord tra i rigogliosi versanti boscosi del Monte Pesso e del Dosso Colma Lunga. Nella zona inferiore, il torrente Listrea ha formato nel corso dei millenni graziose cascatelle, levigati toboga e pozze dall’acqua limpida e trasparente. Non tutte queste bellezze naturali però, sono accessibili agli escursionisti, in primis per la mancanza di un vero e proprio sentiero di accesso ed in seconda battuta per la presenza di una fitta vegetazione che ne ostacola il passaggio. Da qui, l’idea di proporre all’Amministrazione Comunale di Nave, un interessante progetto per la valorizzazione della Val Listrea. Dopo un primo sopralluogo, effettuato con il proprietario dell’appezzamento di terreno interessato al progetto ed alcuni amministratori comunali, si è concordato nel procedere ad un iniziale intervento di bonifica dell’area interessata. Nel mese di giugno quindi, alcuni volontari del CAI Nave, supportati dal Gruppo Comunale di Protezione Civile, hanno effettuato un primo intervento di bonifica, recuperando nell’alveo del torrente una gran quantità di rifiuti solidi. Il materiale poi, è stato trasportato in giornata presso l’isola ecologica di Muratello. Nel mese di luglio invece, l’operazione più importante, fati- cosa e laboriosa, è stata la rimozione di una lunga tubazione in ferro che da tempo immemorabile deturpava una bellissima cascata. I lavori si sono concentrati successivamente sul sentiero di accesso (Segnavia CAI n. 436), che da Piezze sale nella valle. Presso uno scolo naturale della montagna, si è provveduto a rimuovere una vecchia passerella in legno, poco stabile e oramai in disfacimento. Con l’utilizzo di legname in castagno, è stata così costruita ex-novo la passerella, con tanto di passamano e relativa pulizia del fossato. Tempo permettendo, si procederà a breve alla sostituzione della staccionata di protezione situata a monte della passerella, anche in questo caso usurata dal tempo e quindi, compromessa nella sua stabilità generale. Questo lavoro è parte dell’impegno che da anni la sottosezione del CAI di Nave profonde a vantaggio della conservazione e della fruizione del patrimonio naturale delle nostre montagne e prosegue l’opera di valorizzazione della Val Listrea che, negli scorsi anni ha avuto un momento rilevante con il recupero del sentiero che conduce alle “Scödèle dè le Strie” (situato a monte della palestra di arrampicata della Cörna). Un’ultima nota: dal momento che abbiamo parlato di “valorizzazione ambientale”, approfittiamo dell’opportunità di pubblicare questo articolo sulla rivista comunale per esortare tutti coloro che frequentano le nostre montagne a comportarsi con senso civico, evitando di abbandonare rifiuti sui sentieri o di stravolgere i sentieri stessi attraverso l’utilizzo di trial e motocross. Il Direttivo C.A.I. Nave Comunità di Nave - SETTEMBRE 2018 15

[close]

Comments

no comments yet