Notiziario 2 - 2018

 

Embed or link this publication

Description

Anno Lionistico 2017 - 2018 Notiziario 2

Popular Pages


p. 1

Anno lionistico 2017 - 2018 N. 2

[close]

p. 2



[close]

p. 3



[close]

p. 4

ORGANIZZARE, fondare e sovrintendere i Club di servizio noti come Lions Club. COORDINARE le attività e rendere standard l’amministrazione dei Lions Club. CREARE E STIMOLARE uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo. PROMUOVERE i principi di buon governo e di buona cittadinanza. PRENDERE ATTIVO INTERESSE al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità. UNIRE i Club in vincoli di amicizia e della reciproca comprensione. STABILIRE una sede per la libera ed aperta discussione di tutti gli argomenti di interesse pubblico, con la sola eccezione della politica di partito e del settarismo confessionale. INCORAGGIARE le persone che si dedicano al servizio a migliorare la loro Comunità senza scopo di lucro e a promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale nel commercio, nell’industria, nelle professioni, negli incarichi pubblici e nel comportamento in privato. DIMOSTRARE con l'eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro la serietà della vocazione al Servire. PERSEGUIRE il successo, domandare le giuste retribuzioni e conseguire i giusti profitti senza pregiudicare la dignità e l'onore con atti sleali e azioni meno che corrette. AFFRONTARE con spirito di altruismo ogni dubbio o pretesa nei confronti di altri e, se necessario, risolverli anche contro il proprio interesse. CONSIDERARE l'amicizia come fine e non come mezzo, nella convinzione che la vera amicizia non esiste per i vantaggi che può offrire, ma per accettare i benefici dello spirito che la anima. AVERE sempre presenti i doveri di cittadino verso la Patria, lo Stato, la Comunità nella quale ciascuno vive: prestare loro con lealtà sentimenti, opere, lavoro, tempo e denaro. ESSERE solidali con il prossimo mediante l’aiuto ai deboli, i soccorsi ai bisognosi, la simpatia ai sofferenti. ESSERE cauto nella critica, generoso nella lode, mirando a costruire e non a distruggere.

[close]

p. 5

del LIONS CLUB ISOLA D’ELBA (since 1968) www.lions-isoladelba.it Anno lionistico 2017-2018 n. 2 Contenuti 4 Scopi e Etica lionistica CRONACA PRESIDENTIAL EDITORIALE 6 Marino Sartori Saluto del Presidente uscente … (segue a pag. 7) 6 Vittorio G. Falanca “ P, 1°VP, 2°VP novità sugli incontri conviviali 7 Visita guidata alla Villa di San Martino 8 Concerto di Natale 10 Un poster per la Pace 11 Festa degli Auguri 12 Criminalità organizzata 14 Mascherando 15 Targa Lions a Luca Carboni 16 Orto in Classe 16 Viaggio dall’uomo al robot e ritorno 18 Celebrazione del cinquantennale e visita del Governatore 22 Lions Day 24 Intermeeting con il L.C. Padova Morgagni 26 Attualità in materia di oncologia pediatrica 28 L’Azalea della Ricerca 30 Open day: Happy Weekend LA VOCE DEI LIONS INTERVISTE LAST MINUTE CORDOGLIO RUBRICHE 31 Lucio Rizzo 31 Umberto Innocenti 33 Franca Zanichelli 34 Umberto Innocenti 34 Umberto Innocenti Reazioni avverse ai farmaci e correlazione con infezione e allergia Iniziamo a fotografare 10000 mani per Pianosa Poesia: La maschera Libri: Piccole cose 2 35 Umberto Innocenti Intervista a Alvaro Claudi 36 Prossimi eventi 37 Luciano Gelli Ricordo di Antonio Bracali. Lutti 39 Interventi e elargizioni 39 Spigolature 42 Organigramma a.l. 2018-2019; Il Gonfalone 43 Albo del Club 44 Albo della Targa Lions CHI PARLA DI NOI MISCELLANEA DISPONIBILITÀ DEI LIONS 45 Rassegna stampa 59 A.l. 2018 – 2019 60 Convention 2019 61 2017-2018 Film 62 Recapiti COPERTINA Lion Giancarlo Castelvecchi: tempera del 1975 È stampato in proprio dal Lions Club Isola d’Elba. Viene distribuito ai soci del Club in due edizioni nell’arco dell’anno sociale: il n. 1 a dicembre in occasione della Festa degli Auguri, il n. 2 a giugno per la celebrazione della Charter Night. Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione della pubblicazione. La composizione di questo numero comprende il periodo dal 23.11.2017 al 06.06.2018

[close]

p. 6

6 Vittorio G. Falanca Uno spunto da alcune considerazione del Governatore Fabrizio Ungaretti. lla pagina MAGAZINE del sito distrettuale www.lions108la.it, all’inizio dell’a.l. è apparso un breve ma intenso brano del nostro DG Fabrizio Ungaretti scritto al ritorno dalla centesima convention di Chicago. Una sorta di concentrato sul futuro del lionismo che invito chi non l’avesse già fatto a leggere. Dal brano ho estrapolato il seguente passaggio che mi ha indotto ad alcune personali considerazioni che voglio sottoporre alla vostra attenzione: “… Ciò non significa cancellare il passato, ma costruire il futuro. Certo non sarà facile, dovremo impegnarci e spendere le nostre capacità, le nostre energie, in programmi e progetti che travalichino la relativa lunghezza temporale dell’annualità ed impegnarci a progettare, programmare, come una vera squadra, su più annualità, dimenticando l’io ed esaltando il Noi. …” guarda tre figure importanti del Consiglio: P, 1°VP e 2°VP. Il presidente sino ad oggi ha guidato il Club con una forte impronta personale. Spesso parlando del passato gli ex presidenti pronunciano la frase “nel mio anno abbiamo fatto …”; al contrario i due vice presidenti di solito sono figure di secondo piano, che osservano, immagazzinano esperienze e pensano ai programmi da attuare nel “loro anno”. Se la mia interpretazione delle parole di Ungaretti è giusta non dovrà più essere così. Si dovranno promuovere più services di durata pluriennale, per cui sia il 1° sia il 2° VP saranno chiamati a partecipare attivamente alle attività del Consiglio e dell’Assemblea in quanto la realizzazione dei progetti di grande ampiezza temporale li vedrà negli imminenti a.l. investiti del ruolo di gestori e protagonisti. Insomma meno “io” e più “NOI” per un lavoro progettato da una piccola squadra all’interno del C.D., quella dei “P”, che continua a vivere nel tempo, rinnovandosi ad ogni a.l. con la sostituzione di un solo elemento e l’ascesa di ruolo degli altri due. Infine, cari amici, voglio trascrivere a margine di queste riflessioni una citazione fatta a Chicago da sorella BK Schivani e riportata dal DG nel suo articolo: “Se aiuti qualcuno e ti aspetti di ricevere qualcosa in cambio, stai facendo affari, non un gesto di solidarietà”. Ricordo che il Notiziario è aperto a tutti noi e sarò lieto di ospitare vostre osservazioni e critiche su questo argomento. Quello che ho percepito come una necessità di cambiamento sulle consuetudini del nostro Club, pur non dimenticando che dal 1968 ad oggi hanno portato a risultati eccellenti che sono sotto gli occhi di tutti, ri- Interventi nel corso del pranzo. on è sfuggita ai lions del nostro Club una novità sulla conduzione degli incontri conviviali a tema introdotta quest’anno dal presidente Marino Sartori. Si tratta di uno snellimento della procedura consistente nell’esecuzione di alcuni brevi interventi fatti dallo stesso presidente o da relatori ospiti dell’evento sfruttando l’intervallo fra una portata e l’altra del pranzo. Ne consegue, oltre al riempimento dei tempi d’attesa a volte un po’ troppo lunghi, un’anticipazione sulla trattazione dell’argomento in programma e un costante richiamo dell’attenzione degli intervenuti sul vero scopo della loro partecipazione alla riunione.

[close]

p. 7

7 Marino Sartori … segue da pag. 4 come quello del cinquantenario del nostro club, per me è motivo di grande orgoglio e immensa soddisfazione. Ho trovato grande disponibilità, collaborazione e amicizia da parte di tutti i soci. Aver potuto partecipare a riunioni di zona, di circoscrizione e distrettuali mi ha fatto conoscere, prima di tutto una grande famiglia e poi una grandissima organizzazione, la prima nel mondo! Attiva nell' internazionalità, con i problemi che stanno affliggendo la nostra terra, senza mai trascurare, però, il nostro territorio. Al centro di tutte le iniziative, abbiamo ritenuto giusto, porvi i nostri soci fondatori, Giorgio Barsotti, Corrado La Rosa, Elio Niccolai, non dimenticando mai l'affetto che ci lega ad Antonio Bracali sempre presente con il cuore, anche se fisicamente impedito a partecipare alle nostre attività. Come sottolineato dal nostro Governatore Avv. Fabrizio Ungaretti, durante la sua visita al club, non abbiamo voluto trascurare nessuno dei temi che il Lions International ci aveva indicato nelle sue linee guida: Fame, Ambiente, Vista, Diabete, Cancro Infantile. Non sono comunque mancati gli spazi per divertirci, come la Festa di Carnevale, la Festa di Mezza Estate, la Festa degli Auguri, gli Intermeeting con gli amici dei club di Livorno Porto Mediceo e del club di Padova Morgagni e naturalmente i festeggiamenti del nostro cinquantenario in concomitanza con la visita del Governatore. Un altro momento importante è stato l' assegnazione della Targa Lions al noto cantautore, e quasi nostro concittadino, Luca Carboni che ci ha dato la soddisfazione di cantare in coro con lui la sua famosa canzone “Mare Mare”, composta, come precisato da lui, proprio nella nostra Isola. Ma il momento clou di questa annata lionistica, è stata la consegna di ben tre onorificenze Melvin Jones ai nostri soci Giorgio Barsotti, Corrado La Rosa e Gianni Vittorio Falanca. Se si considera che in 50 anni sono stati assegnati 7 Melvin Jones Fellows di cui 3 solamente in questa annata lionistica, mi pare che questo sia motivo di grande orgoglio per tutto il club. Ebbene si...un po' di stanchezza sta arrivando, ed è per questo che è giusto che la presidenza duri soltanto un anno, bisogna rinnovare l'energia, le idee e l'entusiasmo, anche se devo dire che tutto ciò si fonde con un po' di nostalgia per quello che si è fatto e per le soddisfazioni che si raccolgono... e forse un po' di rammarico per quello che si poteva fare meglio. Sicuramente Gabriella, nuova Presidente per l'annata 2018/2019, raccoglierà tantissime soddisfazioni grazie alle sue capacità organizzative che ha già avuto modo di evidenziare in questi anni, e le auguro di raccogliere, oltre alle meritate soddisfazioni, anche nuove e proficue adesioni (soprattutto rappresentanti femminili) che possano assicurare al nostro club altri 50 anni di grandi e piccoli service per la nostra splendida Isola. Un grazie di cuore a tutto lo staff che mi ha affiancato mettendo a disposizione tutta la loro esperienza ed il loro impegno, e naturalmente a tutti i soci che con la loro amicizia mi hanno sostenuto e trasmesso l'energia necessaria per affrontare al meglio questa annata speciale. Con grande affetto ed amicizia. Concluso il “Ciclo Napoleonico” con la visita alla Villa di S. Martino i è concluso nel migliore dei modi, con la visita guidata alla villa di S. Martino la mattina di domenica 3 dicembre, il ciclo napoleonico organizzato dal Lions Club Isola d’Elba, iniziato il 21 ottobre con una conferenza alla Galleria Domidoff e proseguito il 5 novembre con visita alla Palazzina dei Mulini. La bella giornata ha favorito l’afflusso degli Un folto gruppo di appassionati accompagnati dai figuranti napoleonici

[close]

p. 8

8 Sosta sulla terrazza della Villa di S. Martino appassionati consentendo la formazione di due gruppi di una trentina di persone ciascuno che, condotti dalla guida messa a disposizione dal Club, il primo alle 10.30 ed il secondo alle 11.30, hanno potuto percorrere un itinerario che, passando prima attraverso i locali del Museo Demidoff, attraversando quindi il parco circostante, li ha introdotti alla villa dell’Imperatore il cui piano terra, di recente restaurato, è stato aperto per la prima volta per quest’occasione. Ad arricchire l’evento è stata la apprezzatissima presenza dei figuranti in divisa d’epoca che hanno accompagnato per tutto il tragitto i due gruppi di visitatori. Al termine dell’incontro il presidente del Lions Club Marino Sartori ha rivolto parole di saluto e ringraziamento a quanti hanno partecipato all’iniziativa e a chi ha collaborato alla sua buona riuscita, invitando nel contempo a informarsi sulle prossime attività pubbliche del sodalizio attraverso gli organi di stampa o sulla pagina facebook del Club. Fra i patrocinatori il Lions Club Isola d’Elba Concerto con musiche religiose di grandi autori al Duomo di Portoferraio usiche di carattere religioso di grandi autori come Schubert, Gounod, Puccini, Verdi, Mascagni, Pietri, ma anche canti natalizi della tradizione popolare hanno costituito il ricco programma del concerto natalizio andato in scena nel Duomo di Portoferraio nel pomeriggio del 9 dicembre ad opera di un complesso venuto da Lucca e composto dal pianista Flavio Fiorini, dalla flautista Sara Tomei e dal soprano Silvana Froli. Ricco programma nel Duomo di Portoferraio Dopo i rituali ringraziamenti, in primis al Parroco Don Sergio, a quanti hanno collaborato e patrocinato l’evento, fra i quali il Lions Club I. d’Elba, ed il saluto del vice sindaco Roberto Marini, lo spettacolo è entrato nel vivo, riscuotendo consensi e numerosi applausi da parte del pubblico che aveva occupato ogni ordine di posti nella navata centrale accomodandosi anche in quelle laterali, fra gli spettatori molti giovani Fra i presenti la Sig.ra Donatella Pietri alcuni dei quali appartenenti alla comunità Exodus e la Signora Donatella Pietri, figlia del celebre compositore elbano, alla quale è stata dedicata la “Ave Maria” che Giuseppe Pietri compose nel 1903 in onore al Parroco Raffaello Damiani. Molto apprezzata anche l’osservazione della presentatrice Tiziana Criscuoli riguardo alla location del concerto che, oltre a fare da

[close]

p. 9

www.arrighivigneolivi.it

[close]

p. 10

10 Un momento del concerto splendida ed intonata cornice all’evento, costituisce un’opportunità di apertura e di contatto della Chiesa con il grande pubblico. Concorso del Lions Club I. d’Elba fra gli alunni delle secondarie di 1° grado di Porto Azzurro e Portoferraio Il Club partecipa al concorso “Un poster per la Pace” indetto su scala mondiale dalla Lions International Association i è concluso nel migliore dei modi, con la canzone “So this is Christmas” di John Lennon cantata in coro dai numerosi intervenuti la mattina di venerdì 15 dicembre nella Sala della Gran Guardia, l’incontro organizzato dal Lions Club Isola d’Elba per l’esposizione e la premiazione dei disegni per il concorso mondiale “Un Poster per la Pace” che la Lions International Association indice annualmente. Mostra di 20 elaborati 3 i premiati I venti elaborati, prodotti dagli alunni delle scuole medie G. Carducci di Porto Azzurro e G. Pascoli di Portoferraio che resteranno in mostra sino a domenica 17, sono stati esaminati da un’apposita commissione presie- duta dal maestro Luciano Regoli, che ha giudicato vincitori per Porto Azzurro Luca

[close]

p. 11

11 Del Torto il cui disegno rappresenta note musicali che avvolgono il mondo indicando armonia e fiducia, per Portoferraio Federico Mibelli con un poster che esprime coraggio intellettuale per il grido di dolore tratto da immagini di Picasso e per la speranza espressa dal cerchio centrale, mentre una menzione speciale è andata Giulia Calafuri il cui disegno rappresenta il fuoco che brucia gli armamenti dominato dal sorgere del sole dell’avvenire. Presentazione dei lavori L’evento ha avuto inizio con l’introduzione del presidente del Lions Club Marino Sartori che, oltre a sottolineare l’impegno e le capacità dei nostri ragazzi, ha rivolto il ringraziamento del sodalizio agli insegnanti, al Comune, alla Cosimo de’ Medici e a quanti hanno collaborato al successo dell’iniziativa, informando che i due disegni vincitori saranno trasmessi al Distretto Lion 108LA (Toscana) per le successive selezioni distrettuali, nazionali e mondiali. L’incoraggiamento del maestro Luciano Regoli Sono seguiti gli interventi di Regoli, che ha messo a disposizione il proprio studio per gli studenti appassionati che desiderano perfezionarsi nell’arte dell’immagine, dell’assessore Laura Berti che ha evidenziato le potenzialità dei ragazzi elbani quando vengono messi alla prova invitandoli altresì a frequentare il Centro Giovani di Portoferraio, delle insegnanti Roberta Cecchini e Diletta Calonaci dichiaratesi orgogliose dei propri studenti e ringraziandoli per essersi messi in gioco. Dopo che i tre premiati sono stati chiamati al tavolo per descrivere la propria opera, il presidente Sartori ha proceduto alla premiazione consegnando a tutti i concorrenti un attestato di partecipazione ed il libro intitolato PACE, contenente brevi resoconti sull’operato di personaggi di alto livello impegnati nel contrasto alla guerra, e ai due vincitori un buono libri del valore di 100 Euro ed un altro buono da 50 Euro per il poster citato con menzione speciale. Evento ispirato alla solidarietà olidarietà e concreta vicinanza a chi non può vivere con serenità il periodo delle feste natalizie hanno costituito il filo conduttore, come già avviene da molti anni, della Festa degli Auguri, il tradizionale incontro che il Lions Club Isola d’Elba organizza a ridosso della fine dell’anno. Al tavolo della presidenza infatti, oltre al maestro Luciano Regoli, già insignito di Targa Lions e recente testimonial del concorso “Un Poster per la Pace” indetto in questi giorni fra gli alunni delle scuole medie elbane, ed il Cap. Luigi Scimeta, Comandante della locale Compagnia della Guardia di Finanza, sedevano due rappresentanti dell’Associazione Diversamente Sani alle quali il presidente del Club Marino Sartori ha devoluto un contributo destinato ad integrare le meritevoli attività svolte dal loro sodalizio. La Signora Cristina Orzati, che rappresentava l’Associazione in sostituzione del presidente Edy Papi, ha brevemente descritto il loro impegno nel seguire gli ammalati oncologici al 4° piano dell’ospedale elbano. Donazione a favore dell’Associazione Diversamente sani Osservazione, personale sperimentazione e percezione della necessità di dare sostegno materiale, morale e logistico agli ammalati ed ai loro familiari, soprattutto quando debbono recarsi per le cure fuori dall’Elba, sono i principali stimoli che hanno fornito il catalizzatore per la formazione, solo un anno fa, del primo gruppo di volontari. “Oggi - ha proseguito la Orzati - disponiamo di psicologo, alimentarista, addetti all’aiuto estetico e al superamento della fase che segue Omaggio a Cristina Orzati l’intervento; ma vogliamo proseguire, fiduciosi che, pur essendo la malattia oncologica molto pesante, si possa andare oltre”. Nel ringraziare i Lions per l’ elargizione, forse consapevole che è consuetudine del Club seguire l’iter delle donazioni sino alla loro concreta conclusione, la Orzati ha precisato che la destinazione dell’importo è già stata

[close]

p. 12

12 stabilita: servirà per l’acquisto di un set di tavoli di servizio da mettere subito in uso al 4° piano. Consegnato al lion Corrado La Rosa il Melvin Jones L’alto tenore dell’evento ha inoltre offerto l’occasione per insignire i lion Dr. Corrado La Rosa del MELVIN JONES, il più alto riconoscimento lionistico, assegnato direttamente dalla sede USA della Lions International Association. Nel consegnare l’onorificenza il Consegna del Melvin Jones a Corado La Rosa presidente Sartori ha ricordato l’impegno di La Rosa cinquant’anni orsono nella fondazione del Club, della quale è stato il primo ispiratore, e la sua costante attiva presenza nell’organizzazione e nella realizzazione dei vari programmi promossi dal sodalizio. Un altro riconoscimento, sempre giunto dalla sede USA, la Membership Key Awards è stato consegnato al socio Dr. Alberto Spinetti per l’incremento soci verificatosi nel corso dell’anno di sua presidenza. Nel corso della serata è stato distribuito ai soci l’ultimo numero del Notiziario del Club comprendente il semestre Giugno/Dicembre 2017. L’incontro è stato animato da suggestivi brani e melodie del duo musicale Cioni/Paoli e dalla bella intonazione di “Silent Night” eseguita dal Presidente del Club. fino al ruolo di Capo di Stato Maggiore dei reparti speciali, lo vede oggi ricoprire un incarico in seno al nucleo di verifica e controllo degli investimenti pubblici presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’Alto Ufficiale è stato ospite la sera di sabato 20 gennaio del Lions Club Isola d’Elba dove, alla presenza dei soci lions, dei loro ospiti e dei Comandanti delle locali Forze dell’Ordine, ha relazionato sul tema: CRIMINALITÀ ORGANIZZATA E SUE INFILTRAZIONI NELL’ECONOMIE: RELATIVE MISURE DI CONTRASTO. Il presidente lions Marino Sartori, nell’introdurre il relatore, in considerazione dell’attualità e della rilevanza dell’argomento, ha anticipato che il Club sta valutando la promozione di un’attività di educazione alla legalità da svolgersi, in collaborazione con le Forze dell’Ordine, nelle scuole del territorio. D’Alonzo, entrando subito in argomento, ha esaminato l’evoluzione e l’adeguamento ai tempi della criminalità organizzata che, espandendosi anche oltre i confini nazionali ed imponendo con atti intimidatori e violenze servizi e mano d’opera, spesso proveniente dall’estero, opera in molti settori dell’economia quali: attività imprenditoriali, ristorazione, smaltimento dei rifiuti, appalti della Pubblica Amministrazione, ecc.; è impegnata in campi quali :droga, estorsioni, contraffazioni, usura, tabacco, gioco d’azzardo e armi; ricicla investendo in attività lecite attraverso canali riconducibili a banche. Individua a tale scopo sempre nuovi strumenti quali il Money Transfer, mentre i capi, orientandosi a non figurare mai direttamente, servendosi di prestanome o di soggetti insospettabili, rendono più difficile il risalire ai responsabili. Attività di contrasto alla criminalità organizzata Il Generale ha proseguito quindi, aiutandosi E SUE INFILTRAZIONI NELLE ECONOMIE: RELATIVE MISURE DI CONTRASTO Conferenza del Generale della Guardia di Finanza Mario D’Alonzo roprio alla Scuola Allievi Ufficiali della Guardia di Finanza di Portoferraio, dove ha anche conosciuto la sua futura sposa: la Sig.ra Simonetta Di Sacco, nei primi anni settanta, il Generale Mario D’Alonzo ha iniziato una lunga e rapida carriera che, dopo vari gradi di comando in province, regioni, unità di tutela dell’economia, proseguendo Scambio di crest fra relatore e presidente con proiezione di grafici e dati statistici, descrivendo l’attività di contrasto alla criminalità organizzata attuata dallo Stato con vari

[close]

p. 13



[close]

p. 14

14 organi che fanno capo al Ministero dell’Interno, le cui strutture operative comprendono la D.I.A., i Servizi Centrali e Interprovinciali, lo S.C.O. della Polizia di Stato, il R.O.S. dell’Arma dei Carabinieri. In quest’ambito il dispositivo della Guardia di Finanza svolge investigazioni su associazioni a delinquere, indagini sul patrimonio e attività di individui segnalati, procedendo, se necessario, a confische e sequestri preventivi. Dalle tabelle statistiche proiettate durante la conferenza sono emerse le tipologie di investimenti preferiti dalla mafia che, in quest’ottica, predilige le S.r.l. e le imprese individuali, e la collocazione della Toscana, in materia di criminalità, che viene individuata in posizione media nell’insieme delle regioni con un leggero aumento della provincia di Livorno A conclusione D’Alonzo ha espresso il suo apprezzamento per il disegno d’intervento educativo in tema di criminalità da attuarsi da parte del Lions Club nelle scuole elbane, assicurando la disponibilità delle Forze dell’Ordine a collaborare al progetto. Sono seguiti numerosi interventi da parte del pubblico in sala, ultimo dei quali quello del sindaco di Portoferraio Mario Ferrari che, pur constatando come la condizione di insularità dell’Elba consenta un buon contenimento delle interferenze mafiose, raccomanda di non abbassare la guardia in quanto i segnali preoccupanti non mancano e, per contro, c’è troppo buonismo da parte del Sistema Giudiziario. L’incontro si è concluso con il rituale omaggio del guidoncino sociale al Generale D’Alonzo che ha contraccambiato consegnando al Club il Crest della Guardia di Finanza. Festa di Carnevale all’insegna della solidarietà fra Lions, Rotary e Soroptimist Presidente e Sig.ra alla guida del Minuetto restare attenzione ed esprimere solidarietà insieme a un momento di sollievo a coloro che non hanno avuto fortuna nella vita è stato il vero leitmotiv dell’incontro organizzato a Portoferraio la sera di venerdì 16 febbraio, nell’ambito del clima di carnevale, dai tre clubs di servizio che operano all’Elba: Lions, Rotary e Soroptimist. La serata, supportata dalla Scuola Alberghiera, i cui insegnanti e allievi hanno provveduto alla preparazione del pranzo a buffet, e con l’intervento delle ballerine della scuola Danzamania, ha dato vita ad una sinergia fra i tre sodalizi che, con lo svolgimento di una lotteria dotata di premi, offerti da Rossella Celebrini, Locman, Nocentini Group, Dampaì, Acqua dell’Elba, Ilva lavan-

[close]

p. 15

15 deria Industriale, Distributore Esso Portoferraio, Elettrica Paolini e Centro Ufficio Elba, Alcuni lions presenti all’evento ha consentito la raccolta della somma di Euro 1.105,00 interamente impegnata per l’acquisto di generi destinati alla Caritas delle parrocchie di Portoferraio: Duomo e S. Giuseppe, che si occupano della somministrazione giornaliera di pasti, della distribuzione di generi alimentari, vestiario e vari articoli di conforto. I tre presidenti premiano la coppia vincente Per la cronaca citiamo che, su giudizio di un apposito comitato, sono state premiate le tre maschere più originali la prima delle quali è risultata la coppia Tiziana Nocentini/Marco Regano con costume settecentesco. L’evento, apertosi con il saluto del vicesindaco Roberto Marini, e che ha anche offerto lo spunto per lo scambio di idee su programmi ed iniziative da attuare da parte di ciascun club nel prossimo futuro, si è concluso con il rituale scambio di guidoncini fra i tre presidenti Marino Sartori, Giorgio Cuneo e Laura Marcattilj. Va al cantante musicista Luca Carboni la ventesima Targa Lions Il momento della consegna

[close]

Comments

no comments yet