Curricolo Verticale Italiano

 

Embed or link this publication

Description

I.C. Vernole e Castri

Popular Pages


p. 1

I.C. di Vernole e Castri Curricolo Verticale Italiano Scuola dell’Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado

[close]

p. 2

Progettazione del percorso curriculare Disciplina:I discorsi e le parole Competenze di riferimento, specifiche e trasversali (chiave di cittadinanza) - Comunicazione nella madrelingua - Comunicazione nelle lingue straniere - Competenza matematica e competenza di base in scienza e tecnologia - Competenza digitale - Imparare a imparare - Competenze sociali e civiche - Spirito di iniziativa e imprenditorialità - Consapevolezza ed espressione culturale Obiettivi (coerenti con traguardi e obiettivi nazionali e col Profilo d’Istituto) Risultati attesi 1° anno Risultati attesi 2° anno Risultati attesi 3° anno Conoscenze Le principali strutture Ascolto e parlato della lingua italiana Elementi di base delle funzioni della lingua Lessico Lettura e scrittura Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali Le immagini, i messaggi presenti Conosce parole e semplici frasi di uso quotidiano Esprime verbalmente i propri bisogni Memorizza brevi filastrocche e rime. Racconta vissuti Analizza e commenta le immagini Conosce parole e discorsi semplici, relativi al suo contesto o alle sue esperienze di vita in lingua italiana Esprime verbalmente le proprie emozioni, comunica agli altri le proprie esperienze significative. Memorizza brevi filastrocche e rime. Riassume con parole proprie una vicenda rappresentata Analizza e commenta le immagini Conosce parole e discorsi anche complessi. Esprime e comunica agli altri emozioni e sentimenti; chiede spiegazioni. Sperimenta e memorizza rime e filastrocche, cerca somiglianze e analogie fra suoni e significati. Ricostruisce verbalmente le fasi di un’esperienza realizzata Effettua correttamente le corrispondenze tra

[close]

p. 3

nell’ambiente circostante, i segni grafici. Abilità Risultati attesi 1° anno Risultati attesi 2° anno immagini e parole. Riconosce, denomina e scrive lettere e numeri. Risultati attesi 3° anno Ascolto e parlato Ascoltare e comprendere i discorsi altrui. Intervenire autonomamente nei discorsi di gruppo. Formula frasi di senso compiuto. Descrivere sentimenti e stati d'animo. eventi personali, storie, racconti e situazioni. Ascolta e ripete una semplice fiaba Usa la voce in modo espressivo. Si esprime utilizzando frasi semplici. Denomina i personaggi principali di una storia. Inventa storie e racconti Ascolta e ripete fiabe e racconti. Gioca con il proprio nome. Rispetta il proprio turno in una conversazione. Formula semplici domande. Riordina e riproduce una serie di sequenze illustrate partendo da un testo raccontato. Gioca con le parole e costruisce rime. Utilizza la voce in modo espressivo durante una drammatizzazione. Denomina i personaggi e le azioni principali di una storia. Rispetta il proprio turno e chiede la parola. Pone domande inerenti al contesto. Inventa una storia. Lessico Lettura e scrittura Usare un repertorio linguistico appropriato con corretto utilizzo di nomi, articolo, verbi, aggettivi, avverbi. Formulare ipotesi sulla lingua scritta e Pronuncia in modo Utilizza frasi strutturate. Usa in modo corretto corretto la maggior parte nomi articolo, verbi, dei fonemi. aggettivi, avverbi. Gioca con i suoni e le parole. Comunica le proprie Coglie la differenza tra esperienze con il disegno. immagini e segno scritto.

[close]

p. 4

sperimentare le prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, anche utilizzando le tecnologie. Utilizza la lettura di immagini per comprendere una storia semplice. Eventuali connessioni con altri campi di esperienza Il corpo e il movimento Immagini, suoni e colori Il sé e l’altro Si esprime con il linguaggio mimico gestuale Descrive immagini Esprime le proprie emozioni e sentimenti La conoscenza del mondo Racconta esperienze vissute Utilizza la lettura di immagini per comprendere una storia semplice. Si esprime con il linguaggio mimico gestuale Descrive e racconta attraverso le immagini Esprime e riconosce le proprie emozioni e sentimenti Racconta esperienze vissute in maniera dettagliata. Scrive autonomamente il proprio nome. Mantiene la prensione a pinza dello strumento grafico durante le attività di prescrittura. Riconosce, denomina e scrive lettere e numeri. Effettua tentativi di lettura. Si esprime con il linguaggio mimico gestuale Usa la voce per imitare e inventare suoni . Esprime le proprie emozioni e sentimenti e le confronta con quelle dei compagni. Interagisce cin i compagni utilizzando espressioni e frasi adatti alla situazione. Descrive fasi, oggetti, e materiali di una esperienza vissuta.

[close]

p. 5

Competenze: prestazioni complesse attese (disciplinari e/o integrate) Ascolto e parlato Lessico Lettura e scrittura Anni 5 E’ in grado di 1. Partecipare alle conversazioni formulando semplici domande rispettando il turno 2. Ascoltare fiabe, racconti e filastrocche e di esporli oralmente in maniera appropriata. 3. Esprimere e comunicare verbalmente le proprie emozioni e sentimenti. E’ in grado di 1. Usare un repertorio linguistico appropriato con corretto utilizzo di nomi, articoli, aggettivi, verbi, avverbi 2. Pronunciare in modo corretto la maggior parte dei fonemi. 3. Ricostruire le varie fasi di un’esperienza vissuta con l’aiuto di domande guida. E’ in grado di 1. Leggere e commentare immagini presenti nell’ambiente circostante. 2. Formulare ipotesi sulla lingua scritta e di sperimentare le prime forme di comunicazione attraverso la scrittura. 3. Utilizzare correttamente gli strumenti grafici. 4. Riconoscere, denominare e scrivere lettere e numeri.

[close]

p. 6

Progettazione del percorso curriculare Disciplina: ITALIANO Competenze di riferimento, specifiche e trasversali (chiave di cittadinanza) - Comunicazione nella madrelingua - Comunicazione nelle lingue straniere - Competenza matematica e competenza di base in scienza e tecnologia - Competenza digitale - Imparare a imparare - Competenze sociali e civiche - Spirito di iniziativa e imprenditorialità - Consapevolezza ed espressione culturale Nuclei fondanti CONOSCENZE ASCOLTO E PARLATO Elementi di base delle funzioni della lingua. Elementi fondamentali della comunicazione orale, verbale e non verbale. Interazione tra gli elementi della comunicazione: codice, registro linguistico, contesto. Linguaggi verbali, non verbali, misti. Le forme di Risultati attesi (in termini di obiettivi conseguiti) CLASSE I 1.Conosce le regole dell’ascolto partecipato. 2.Espone oralmente argomenti appresi da esperienze personali. 3.Individua l’argomento principale di semplici testi narrativi raccontati o letti Risultati attesi (in termini di obiettivi conseguiti) CLASSE II 1.Conosce gli elementi funzionali alla comunicazione: emittente, destinatario, messaggio. 2.Espone oralmente argomenti appresi da esperienze personali, semplici testi ascoltati in modo comprensibile. 3.Individua le informazioni esplicite in un testo ascoltato. Risultati attesi (in termini di obiettivi conseguiti) CLASSE III 1.Conosce gli elementi della comunicazione interpersonale: emittente, destinatario, messaggio, codice 2.Espone oralmente argomenti appresi da esperienze e dallo studio, con l’aiuto di domande-stimolo. 3.Individua le informazioni principali e lo scopo in un testo ascoltato. Risultati attesi (in termini di obiettivi conseguiti) CLASSE IV 1.Conosce le regole dell’ascolto attivo e le strategie per l’esposizione (rispetto dei turni di parola, tono di voce controllato). 2.Espone oralmente argomenti appresi da esperienze e dallo studio in modo coerente. 3.Individua le informazioni principali, secondarie e lo scopo in un testo ascoltato. Risultati attesi (in termini di obiettivi conseguiti) CLASSE V 1.Conosce le regole per intervenire in una conversazione. 2.Conosce le principali funzioni linguistiche per esprimersi oralmente. 3.Individua le informazioni principali, secondarie e lo scopo in un testo ascoltato. 1

[close]

p. 7

comunicazione: interattiva e/o monodirezionale diretta e/o mediata. Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali in contesti formali e informali Strategie essenziali dell’ascolto, con particolare riguardo alla differenza tra sentire e ascoltare. Principali fattori di disturbo della comunicazione. Principali funzioni linguistiche (narrativa, descrittiva, informativa, poetica…) Informazioni principali e secondarie di un testo orale. Lessico di uso quotidiano e relativo ad argomenti trattati in classe. Regole di conversazione e di discussione. dall’insegnante. 5.Interviene nella conversazione con un semplice contributo pertinente 6.Riferisce in modo comprensibile un’esperienza o un semplice testo, anche con domande-guida. 7.Comprende ed usa nuovi vocaboli. 5.Interviene nella conversazione con un semplice contributo pertinente 6.Riferisce in modo comprensibile un’esperienza o un semplice testo, anche con domande-guida. 7.Comprende ed usa nuovi vocaboli. 4.Interviene nella conversazione con un contributo pertinente 5.Interviene nella conversazione con un contributo pertinente.. 6.Riferisce le informazioni principali di esperienze personali o di un argomento di studio. 7.Utilizza il dizionario per ampliare il patrimonio lessicale. 4.Conosce i registri linguistici da utilizzare nelle diverse situazioni linguistiche. 4.Conosce i registri linguistici da utilizzare nelle diverse situazioni linguistiche. 5.Interviene in modo 5.Interviene in modo coerente e coerente in diverse significativo in diverse comunicazioni linguistiche. comunicazioni linguistiche. 6.Riferisce oralmente su un argomento di studio, un’esperienza o un’attività scolastica/extrascolastica. 6.Riferisce oralmente in modo coerente ed esauriente su un argomento di studio, un’esperienza o un’attività scolastica / extrascolastica. 7.Comprende ed usa il lessico di base specifico delle discipline di studio. 7.Conosce il lessico di base per esercitare le diverse funzioni comunicative. 2

[close]

p. 8

Elementi fondamentali della struttura della frase, con particolare riferimento agli scambi comunicativi verbali. LETTURA Lettura silenziosa e ad alta voce. Tecniche di lettura espressiva. Punteggiatura: elementi e funzioni principali. Tecniche di lettura analitica e sintetica. Tipologie testuali: narrativo, descrittivo, poetico, teatrale, espostivo/ informativo, regolativo, argomentativo, espressivo/personale La struttura e la funzione dei testi. Gli scopi, i generi e le caratteristiche testuali. I generi letterari. Significato contestuale delle parole, uso figurato 1.Acquisisce la tecnica strumentale della lettura 2. Legge ad alta voce semplici brani. 3.Coglie il senso globale di un testo letto. 4.Legge per scoprire di quale argomento tratta il testo. 1.Legge ad alta voce rispettando le pause scandite dai segni di punteggiatura. 2.Utilizza strategie di lettura (globale, analitica, silenziosa) adeguate ai diversi scopi 3.Individua introduzione, sviluppo e conclusione nei testi narrativi. 4.Legge per ricercare informazioni e dati specifici 1.Legge ad alta voce in modo corretto ed espressivo brani noti 1.Legge scorrevolmente ad alta voce brani noti e non, rispettando pause ed intonazione. 2.Utilizza diverse strategie di lettura (globale, analitica, silenziosa, espressiva) adeguata ai diversi scopi 2.Utilizza strategie di lettura ((globale, analitica, silenziosa, espressiva, selettiva cursoria) adeguate ai diversi scopi 3.Riconosce introduzione, sviluppo, conclusione e sequenze nei testi narrativi. Individua i dati sensoriali nei testi descrittivi. Individua strofe, versi e rime nel testo poetico. 3.Riconosce la struttura e gli elementi caratterizzanti i testi narrativi, descrittivi, regolativi informativi e poetici, argomentativi 4.Legge per capire in maniera approfondita il contenuto. 4.Legge per capire in maniera approfondita e valutare gli aspetti formali 1.Legge a prima vista e ad alta voce in modo scorrevole, rispettando le pause e variando opportunamente il tono della voce. 2.Utilizza strategie di lettura adeguate ai diversi scopi, 3.Riconosce la struttura e la funzione delle varie tipologie testuali 4.Riconosce gli scopi e i generi testuali. 3

[close]

p. 9

del lessico. 5.Coglie la sequenzialità dei fatti nei testi narrativi e semplici descrizioni di persone, luoghi e oggetti. 5.Riconosce le caratteristiche compositive, le tecniche narrative ed il linguaggio specifico dei testi narrativi, descrittivi, regolativi, espositivi, e poetici 5.Riconosce le caratteristiche compositive, le tecniche narrative il linguaggio specifico dei testi narrativi, descrittivi, regolativi, informativi, e poetici. 5.Riconosce le caratteristiche compositive, le tecniche narrative ed il linguaggio specifico dei diversi generi letterari. 6.Distingue il racconto realistico dal fantastico 6.Distingue il racconto realistico e il racconto fantastico: fiaba, favola, mito, leggenda; filastrocche e poesie 6.Distingue il racconto realistico: autobiografia, diario, lettera; i diversi generi del fantastico: mito, leggenda, racconto di avventura, fantasy; il testo teatrale, il testo poetico 6.Distingue i generi letterari. 7.Utilizza altri elementi (titolo, illustrazioni) per comprendere meglio un testo. 7.Utilizza altri elementi (titolo, illustrazioni, fonte, …) per comprendere meglio un testo 7.Utilizza altri elementi (titolo, illustrazioni, fonte, …) per comprendere meglio un testo. 7.Utilizza altri elementi (titolo, illustrazioni, fonte, …) per comprendere meglio un testo. 8.Comprende il lessico e il contenuto di un testo attraverso questionari a scelta multipla o a risposta aperta e tabelle. 8.Comprende il lessico e il contenuto di un testo attraverso questionari a scelta multipla o a risposta aperta, schemi, mappe e tabelle. 8.Comprende il lessico e il contenuto di un testo attraverso questionari a scelta multipla o a risposta aperta, schemi, mappe e tabelle. 8.Comprende il lessico e il contenuto di un testo attraverso questionari a scelta multipla o a risposta aperta, schemi e tabelle. 9.Si avvia all’uso di semplici tecniche di supporto alla comprensione: sottolinea, numera 9.Usa semplici tecniche di supporto alla comprensione: sottolineare, numerare sequenze, costruire 9.Usa tecniche di supporto alla comprensione: sottolineare, annotare informazioni, evidenziare parole chiave, costruire 9.Adopera semplici tecniche di supporto alla comprensione: sottolineare, annotare informazioni, costruire mappe e schemi, … 4

[close]

p. 10

sequenze, costruisce tabelle, mappe. schemi. mappe e schemi ... 10. Seleziona, a partire dal contesto immediato, il significato di un vocabolo. 10.Formula ipotesi sul significato dei vocaboli non noti ricavandoli dall’insieme delle informazioni del testo. 10. Individua i legami semantici (sinonimia, contrasto) e morfologici (derivazioni e alterazioni) tra vocaboli nel testo e usa il dizionario per fugare i dubbi. 10.Individua i campi semantici del testo e le relazioni tra di essi e usa il vocabolario per trovare conferma. 10.Formula ipotesi sul significato dei termini non noti ed usa il dizionario per fugare i dubbi linguistici. 11.Individua informazioni esplicite ed implicite in un semplice testo letto. 11.Individua informazioni esplicite ed implicite in un semplice testo letto 11.Individua informazioni esplicite ed implicite in un testo letto 11.Individua informazioni esplicite ed implicite in un testo letto 12.Evidenzia in un testo le informazioni utili per rispondere a domande per giungere ad una sintesi. 12.Ricava informazioni provenienti da testi diversi in base a criteri dati 12.Ricava informazioni provenienti da testi diversi in base a criteri dati 12.Ricava informazioni provenienti da testi diversi. 13.Utilizza le principali informazioni in testi di diversa natura e provenienza per scopi pratici. 13.Utilizza le principali informazioni in testi di diversa natura e provenienza per scopi pratici e per l’apprendimento di un argomento dato. 13.Utilizza le principali informazioni in testi di diversa natura e provenienza per scopi pratici e/o conoscitivi. 14.Individua parole chiave, sottolinea le informazioni essenziali di un testo in funzione 14.Ricava informazioni generali per costruire uno schema di sintesi. 14.Ricava informazioni generali in funzione di una sintesi. 5

[close]

p. 11

di una sintesi. SCRITTURA Strutture essenziali delle tipologie testuali: narrativo, descrittivo, poetico, teatrale, espositivo/ informativo, regolativo, argomentativo, espressivo/personale Argomento generale e scopo nei vari tipi di testo Strumenti, tecniche e modelli di testo Descrizione oggettiva e soggettiva. Denotazione e connotazione Coerenza e coesione testuale. Elementi per la sintesi di un testo: informazioni principali e secondarie, parolechiave, sequenze. Principali connettivi logici Tecniche di revisione del testo. 1.Scrive semplici frasi sotto dettatura e in maniera autonoma. 2.Pianifica semplici frasi in relazione all’argomento avvalendosi di stimoli iconici e verbali. 3.Raccoglie idee e le organizza opportunamente guidato dall’insegnante. 4.Scrive frasi coerenti e coese. 5.Usa i connettivi temporali per 1.Scrive semplici testi sotto dettatura e in maniera autonoma con l’utilizzo di schemi-modelli per narrazioni e descrizioni. 2.Pianifica un semplice testo in relazione all’argomento e allo scopo con l’ausilio di scalette e domande guida 3.Raccoglie idee e le organizza opportunamente guidato dall’insegnante. 4.Scrive frasi aderenti alle caratteristiche di coerenza e coesione. 5.Usa correttamente i tempi presente, 1.Scrive testi utilizzando le diverse strutture testuali: narrativo (fiaba – favola – mito – leggenda), descrittivo (persone, cose, animali), regolativo e poetico. 2.Pianifica un testo in relazione all’argomento e allo scopo con il supporto di scalette e domande guida. 3.Raccoglie idee e le organizza secondo un criterio. 4.Scrive testi aderenti alle caratteristiche di coerenza e coesione. 5.Usa correttamente i tempi del modo 1.Scrive testi utilizzando le diverse strutture testuali (narrativo, descrittivo, poetico, regolativo) 1.Scrive testi completi ed articolati utilizzando le diverse strutture testuali. 2.Pianifica un testo in relazione all’argomento e allo scopo. 2.Pianifica un testo in relazione all’argomento e allo scopo. 3.Raccoglie idee e le organizza secondo un criterio 3.Raccoglie idee e le organizza secondo un criterio 4.Scrive testi aderenti alle caratteristiche di coerenza e coesione. 4.Scrive testi aderenti alle caratteristiche di coerenza e coesione. 5.Usa correttamente i tempi e i modi verbali 5.Usa correttamente i tempi e i modi verbali. 6

[close]

p. 12

Segni di punteggiatura. Regole ortografiche della lingua italiana. Fondamentali strutture morfosintattiche della lingua italiana: forma delle parole, concordanza soggetto-verbo, articolo-nome, nome-aggettivo, legami funzionali, principali congiunzioni. Principali modi e tempi verbali. esprimere azioni al tempo presente, passato e futuro. passato, futuro in relazione ai connettivi temporali (prima, ora, dopo). indicativo. 6.Utilizza un lessico elementare legato alle proprie esperienze. 6.Utilizza un lessico 6.Utilizza un lessico elementare legato alle adeguato. proprie esperienze. 7.Arricchisce frasi con aggettivi qualificativi. 7.Arricchisce testi con aggettivi qualificativi. 7.Arricchisce testi con similitudini e aggettivi. 8.Scrive sotto dettatura e produce frasi rispettando le principali convenzioni ortografiche studiate. 8.Scrive sotto dettatura e produce testi rispettando le convenzioni ortografiche e morfosintattiche studiate. 8.Scrive sotto dettatura e produce testi rispettando le convenzioni ortografiche e morfosintattiche studiate. (indicativo e congiuntivo) 6.Utilizza un lessico adeguato. 7.Arricchisce testi con similitudini, metafore, aggettivi. 8.Produce testi applicando le principali regole ortografiche e morfosintattiche. 6.Utilizza un lessico adeguato. 7.Arricchisce testi con similitudini, metafore, aggettivi. 8.Produce testi corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico, lessicale. 9.Usa correttamente i segni di punteggiatura forte. 9.Usa correttamente i segni interpuntivi per tradurre i tratti prosodici. 9.Rispetta le funzioni sintattiche e semantiche dei principali segni interpuntivi. 9.Rispetta le funzioni sintattiche e semantiche dei principali segni interpuntivi. 9. Rispetta le funzioni sintattiche e semantiche dei principali segni interpuntivi. 10.Sintetizza un brano ascoltato attraverso un disegno e la scrittura 10.Sintetizza il contenuto di un testo narrativo individuandone le 10.Sintetizza il contenuto 10.Sintetizza il contenuto di un testo narrativo di un testo narrativo applicando le tecniche applicando le tecniche conosciute (divisioni in conosciute 10.Sintetizza il contenuto di un testo narrativo applicando le tecniche conosciute 7

[close]

p. 13

di semplici frasi. informazioni essenziali all’interno della struttura (inizio, sviluppo e conclusione) e applicando le tecniche conosciute con l’aiuto di domande –guida. sequenze, domande – guida) 11.Si avvia all’utilizzo dei nessi logici e temporali. 11.Si avvia all’utilizzo dei nessi logici e temporali. 11.Si avvia all’utilizzo dei nessi logici e temporali 12.Rilegge le frasi scritte per individuarne gli errori. 12.Effettua la revisione del proprio testo scritto attraverso la lettura. 12.Effettua la revisione del proprio testo scritto attraverso la lettura. 11.Utilizza nessi logici e temporali. 11.Utilizza nessi logici e temporali 12.Applica le tecniche di revisione del proprio testo scritto. 12.Applica le tecniche di revisione del proprio testo scritto. ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO Lessico di base. Uso delle parole. La parola: significante/significat o. Relazioni di significato tra le parole. Le accezioni. Uso e significato figurato delle parole. 1.Utilizza un lessico adeguato all’età. 2.Riconosce le differenze linguistiche tra forme dialettali e non. 3.Attribuisce un significato corretto alle parole conosciute 1.Utilizza in modo significativo il lessico appreso. 2.Attribuisce un significato corretto alle parole conosciute e a quelle nuove. 3.Utilizza nell’uso orale e scritto termini adeguati alla situazione. 1.Utilizza in modo più consapevole e significativo il lessico appreso 1.Utilizza in modo 1.Utilizza in modo appropriato adeguato il lessico di base il lessico di base. 2.Scopre vocaboli nuovi 2.Conosce alcuni vocaboli entrati nell’uso comune. nuovi entrati nell’uso comune 2.Riconosce vocaboli nuovi entrati nell’uso comune. 3.Usa in modo adeguato le parole man mano apprese, inserendole nel contesto 3.Utilizza un lessico adeguato nelle situazioni comunicative orali e scritte. 3.Utilizza il lessico appropriato attraverso attività comunicative orali, di lettura, di scrittura 8

[close]

p. 14

Lessico specifico. Il dizionario. Struttura di un dizionario di base di italiano, principali tipi di informazioni contenute e simbologia usata. attraverso attività comunicative. 4.Comprende il significato di parole non note attraverso l’utilizzo di diversi linguaggi (immagini, gesti…). 4.Comprende in brevi testi il significato di parole non note basandosi sul contesto. appropriato. 4.Attiva la conoscenza delle principali relazioni di significato tra le parole (sinonimi ...) 4.Conosce alcuni aspetti delle principali relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze, appartenenza ad un campo semantico). 4.Conosce le principali relazioni di significato tra le parole. 5.Acquisisce nuovi termini lessicali attraverso attività di ascolto e di interazione orale. 5.Espande il patrimonio lessicale attraverso attività di interazione orale e di lettura. 5.Utilizza in modo consapevole e significativo il lessico appreso. 5.Utilizza in modo sempre più consapevole e significativo il lessico appreso. 5.Utilizza un lessico gradualmente più ampio 6.Comprende (nei casi più semplici e frequenti) l’uso e il significato figurato delle parole 6.Comprende che le parole hanno diverse accezioni. 6.Acquisisce alcune accezioni delle parole. 7.Comprende il significato specifico di una parola in un testo. 7.Individua l’accezione specifica di una parola in un testo. 7.Conosce l’accezione specifica di una parola in un testo. 8.Capisce e utilizza nell’uso orale e scritto i termini specifici proposti, legati alle discipline di studio. 8.Comprende il significato di parole e termini specifici legati alle discipline di studio. 8.Comprende il significato di parole e termini specifici legati alle discipline di studio. 9.Utilizza i più frequenti 9.Utilizza parole e termini termini specifici legati specifici legati ai linguaggi alle discipline di studio. disciplinari. 9.Utilizza termini specifici e linguaggi disciplinari. 9

[close]

p. 15

10.Si avvia all’uso del vocabolario 10.Effettua semplici ricerche di parole sul dizionario. 10.Utilizza il dizionario come strumento di consultazione per trovare una risposta ai propri dubbi linguistici. 10.Utilizza il dizionario come strumento di consultazione. ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONE SULL’USO DELLA LINGUA Le origini della lingua italiana. L’evoluzione della lingua. La lingua e i dialetti. Le parole straniere. I prefissi e i suffissi. Relazioni di significato tra le parole. Parole semplici, derivate, alterate, composte. Sinonimi e contrari. Polisemia e omonimia. Principali categorie lessicali e loro uso: nomi, articoli, aggettivi qualificativi e determinativi, pronomi personali e determinativi, modi 6.Riconosce semplici convenzioni ortografiche. 3.Comprende che le parole possono avere significati diversi. 5.Conosce alcune delle parti del discorso (nome, articolo verbo aggettivo) 6.Riconosce alcune convenzioni ortografiche 1.Coglie alcune caratteristiche specifiche relative alla variabilità della lingua. 2.Conosce alcuni meccanismi di formazione delle parole. 3.Conosce le principali relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze) 4.Conosce la struttura della frase minima. 5.Conosce le parti variabili del discorso 6.Conosce alcune convenzioni ortografiche. 1.Conosce alcune caratteristiche specifiche relative alla variabilità della lingua. 2.Conosce i principali meccanismi di formazione delle parole. 3.Conosce le principali relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze, appartenenza a un campo semantico) 4.Conosce la struttura della frase semplice. 5.Riconosce in una frase o in un testo le parti del discorso 6.Conosce le fondamentali convenzioni ortografiche 1.Riconosce la variabilità della lingua nel tempo e nello spazio geografico, sociale e comunicativo. 2.Conosce i principali meccanismi di formazione delle parole. 3.Conosce i diversi significati delle parole. 4.Conosce la struttura del nucleo della frase semplice (la cosiddetta frase minima): predicato, soggetto, altri elementi richiesti dal verbo. 5.Conosce le parti variabili ed invariabili del discorso 6.Conosce le fondamentali convenzioni ortografiche. 10

[close]

Comments

no comments yet