il Portico 348

 

Embed or link this publication

Description

la voce dei novellaresi

Popular Pages


p. 1

ANNO XXXVII MENSILE NOVELLARESE D'INFORMAZIONE Consulenza e stime immobiliari Gestione Affitti - Compravendite NOVELLARA (RE) V.le Montegrappa, 11/b Cell. 348-4446131 - Tel. 0522-654100 Febbraio 2018 n.348 Anno 1957/58 - Carnevale in Piazza a Novellara. Morellini Geom. Daniele - COSTRUZIONI EDILI - RISTRUTTURAZIONI - VENDITE IMMOBILIARI - PROGETTAZIONI Viale Montegrappa, 40 - 42017 Novellara (RE) - Tel. 0522 - 652719 - Cell. 348 9000390 www.dmcostruzionisrl.it - Email: info@dmcostruzioni.it

[close]

p. 2

2 Elezioni: Scegli la concretezza. Vota PD Il 4 Marzo, giorno delle elezioni politiche nazionali, si avvicina ed occorre farsi un’idea della classe dirigente che si vuole alla guida del paese per la prossima legislatura. di Gian Luca Arcetti Per quanto riguarda il Partito Democratico, possiamo osservare la strada intrapresa in questi ultimi anni di governo. Anni durante i quali sono stati fatti enormi passi avanti sul tema dei Diritti e del Sociale. Sono state approvate riforme nel campo dei Diritti che aspettavamo da decenni, e che non ci permettevano di essere allineati agli altri paesi europei: Legge sulle “Unioni Civili” e l’istituzione del biotestamento per citarne alcune. Molti di questi provvedimenti sono stati proclamati per decine di anni dai partiti di Sinistra e non sono mai stati raggiunti. Ritengo quindi che sia stato fatto un ottimo lavoro su queste tematiche. L’immagine del governo non era quella di una Sinistra che “sventola Bandiera rossa”, è vero, ma sono state fatte battaglie che hanno portato alla conquista di importanti Diritti di Sinistra. Diritti che sarebbero messi in serio pericolo se dovesse vincere la coalizione di centrodestra, che al suo interno ha componenti estremamente xenofobe ed omofobe. Un centrodestra che ha già annunciato di voler abolire le unioni civili. Al contrario: il PD ha come obiettivo quello di continuare questa “stagione dei diritti”. Ad esempio, siamo l’unica forza ad avere la possibilità di riaprire seriamente un discorso sullo “Ius soli”. Anche sul fronte sociale il Partito Democratico ha dimostrato una grande sensibilità e competenza. Rispetto all’ultimo governo Berlusconi (2008 - 2011) il totale dei principali fondi stanziati per il sociale è aumentato da 659 a 4.626 milioni di euro (Fonte: Elaborazione rivista “Welfare Oggi”). Tra i provvedimenti che hanno portato a questo innalzamento troviamo ad esempio la legge sul “Dopo di noi”, l’anticipo pensionistico, il Reddito di Inclusione ed il programma di contrasto alle povertà educative, oltre ad un sostanziale rafforzamento delle misure già previste. Questo dimostra quanto siano rilevanti le politiche sociali per il Partito Democratico, e che non si riducono al semplice assistenzialismo proposto dal Movimento 5 stelle con il cosiddetto “Reddito di Cittadinanza”. Un altro aspetto concreto di distinzione col Movi- mento 5 stelle si è rivelato durante la discussione del “decreto vaccini”. I membri del movimento si sono espressi contro l’obbligatorietà, in favore della semplice raccomandazione, o dell’obbligatorietà in caso di epidemia. Al contrario, il PD ha sostenuto una forte campagna in favore dell’obbligatorietà e gratuità di 10 vaccini, invece dei 4 precedenti, per evitare il pericolo di epidemie di malattie conosciute e per garantire l’immunità di gregge: l’immunità anche per coloro che non sono vaccinati. In questi anni il centrosinistra ha puntato sulla concretezza, sulla sostenibilità ed ha dimostrato di avere un’idea chiara di “dove vuole portare l’Italia”, contrariamente a quanto fatto dagli altri schieramenti, i quali hanno messo in campo alcune proposte difficilmente attuabili e sostenibili: promesse elettorali impossibili da realizzare come la Flat Tax del centrodestra o il reddito di cittadinanza del Movimento 5 stelle. Inoltre, le componenti di maggioranza del centrodestra si contraddicono a vicenda su ogni tematica mostrando la fragilità di quella alleanza, ed il movimento 5 stelle ha invertito la rotta su diverse tematiche più volte nel corso degli ultimi mesi, un esempio tra tutti: l’Unione Europea e l’Euro. Questo, al contrario, è uno dei temi centrali per il Partito Democratico. In questi anni si stanno sviluppando sempre più movimenti nazionalisti e di estrema destra in tutta Europa. Partiti e movimenti che hanno l’obiettivo di indebolire e sfaldare l’UE, che vedono nei muri e nei confini la soluzione ai problemi. Questo atteggiamento nazionalista, del “pensare per se”, porterebbe solo a litigi, spaccature e conflitti tra i paesi membri. Al contrario, il PD crede che ci sia bisogno di più Europa (non a caso è il nome di uno dei componenti della nostra coalizione), di un’Europa democratica, che permetta di affrontare al meglio le sfide del nostro tempo: l’accoglienza e l’immigrazione, la sicurezza, la valorizzazione del nostro patrimonio storico, artistico ed ambientale, la salvaguardia dell’ambiente, la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica. Se continueremo a ragionare separatamente, nessun paese europeo, e nemmeno l’Italia, avrà i requisiti per sedersi al tavolo con gli altri paesi ed influenzare le scelte per la società futura. Solo uniti, come Europa, potremo avere questa possibilità e responsabilità di prendere delle decisioni e non solo di subirle passivamente. Allo stesso modo, ti invito ad esercitare il tuo diritto di voto, per non dover subire passivamente decisioni altrui. Partecipa alla scelta della squadra di governo che guiderà l’Italia per i prossimi anni. Nelson Mandela diceva: “Nelle vostre scelte non fatevi ispirare dalle paure, ma dai vostri sogni”. Ecco, il 4 marzo vota pensando a quale Partito custodisce meglio la tua idea di società e la tua visione del futuro. Puoi recuperare il programma politico del Partito Democratico al seguente indirizzo: https://pdnovellara. wordpress.com/politiche-2018/ DIANA snc Giulio - Serena - Morena - Angela - Giacomo LA NUOVA SQUADRA DEL DIANA Supermarket NOVELLARA (RE) P.zza Mazzini, 15 - Tel.0522.654343 Discount RIO SALICETO (RE) Via Marzabotto 4/A - Tel.0522.648206

[close]

p. 3

3 VERSO LE ELEZIONI Il “progetto politico” di Liberi e Uguali Dopo nemmeno un anno è stato raggiunto un primo importante risultato con la nascita della lista Liberi e Uguali, guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso, che riunisce appunto MDP, Sinistra Italiana e Possibile di Pippo Civati. Carlo Veneroni Comitato Liberi e Uguali di Novellara Nel mese di gennaio i quotidiani nazionali si sono occupati dei dati sulla distribuzione della ricchezza nel mondo che Oxfam presenta ogni anno in occasione del forum economico mondiale di Davos. Al netto di tutti i distinguo sui numeri che poi vengono fatti da numerosi commentatori, emerge con chiarezza quanto enorme sia il divario tra le ricchezze di pochissimi miliardari e i redditi del resto della popolazione mondiale. Divario in continua e costante crescita. Anche in Italia. Alcune classifiche ci dicono addirittura, soprattutto in Italia. Il nostro paese ha ormai dimenticato la fase di costante crescita che dal boom economico degli anni Sessanta ha permesso a milioni di famiglie di emanciparsi economicamente e che ha permesso ad ogni generazione di raggiungere livelli di benessere superiori a quelli della generazione precedente. Almeno a partire dagli anni Duemila questo ciclo si è prima arrestato e poi invertito. E ora le nuove generazioni, nei casi più fortunati, hanno bisogno del sostegno che deriva dai risparmi di genitori e nonni per non scivolare sotto la soglia della povertà. Tante famiglie sono obbligate a fare rinunce su spese diagnostiche e mediche, sul numero dei figli, sul loro percorso di studio. Tanti giovani sono condannati ad una vita lavorativa da precari senza aver chiara nessuna prospettiva pensionistica. Tanti pensionati vivono con pensioni che a stento raggiungono la decenza. Anche nella nostra provincia il cosiddetto ceto medio è stato fortemente ridimensionato. Lavoro e casa che parevano conquiste acquisite per sempre nel nostro territorio, sono diventati un miraggio per migliaia di persone. Politicamente questo quadro ha spinto molti elettori verso l’astensionismo, verso il voto a forze antisistema e ha dato nuova linfa a fascismi e a razzismi di ogni tipo. I partiti politici tradizionali, a volte effettivamente portati fuori rotta da sirene che ne hanno confuso i gruppi dirigenti, hanno dato l’impressione di non preoccuparsi più dei problemi reali del paese, indaffarati come erano, e come purtroppo ancora sono, a litigare e a sbraitare in talk show spesso trasformatisi in vere e proprie arene moderne. È assolutamente necessario che i problemi sopra esposti tornino in cima all’agenda della politica. Qualunque forza si richiami alla sinistra si deve interrogare su come invertire questo trend. Per fare questo è necessario rimettere in discussione le politiche fiscali e del lavoro che in questi anni sono state incapaci di proteggere le fasce più deboli della popolazione e che in alcuni casi le hanno danneggiate. Occorre fare meno proclami ed occuparsi più della realtà. Perché la precarietà lavorativa esiste concretamente, perché 110 miliardi annui di evasione fiscale in Italia sono una piaga reale, perchè sfratti e pignoramenti immobiliari non avvengono solo in realtà lontane da noi, perché sanità e welfare subiscono le conseguenze di politiche fiscali che non distinguono tra chi sta molto bene e chi non ce la fa. Nel febbraio del 2017 la condivisione dell’esigenza di rimettere in discussione le politiche degli ultimi anni ha portato persone con percorsi a volte simili e a volte differenti, ma con sensibilità e valori comuni, a convergere in un unico progetto politico dando vita alla nascita di Art. 1 Movimento Democratico e Progressista, formazione che fin dall’inizio si è posta l’obbiettivo di una riunificazione di tutte le forze della sinistra italiana. Questa formazione ha visto da subito l’adesione, oltre che del sottoscritto, anche di due consiglieri del gruppo di maggioranza nel consiglio comunale di Novellara Daniel Furlan e Daniele Gareri. Nei mesi seguenti l’interesse destato dall’avvento di una nuova compagine ha portato ad avvicinarsi tante donne e uomini interessati a dare un contributo anche a livello locale e che ci ha portati ad organizzarci in un coordinamento della Bassa Reggiana. Dopo nemmeno un anno è stato raggiunto un primo importante risultato con la nascita della lista Liberi e Uguali, guidata dal Presidente del Senato Pietro Grasso, che riunisce appunto MDP, Sinistra Italiana e Possibile di Pippo Civati e che si presenterà alle elezioni politiche del 4 marzo prossimo. La volontà che ci muove è quella di riportare in parlamento le proposte che più ci stanno a cuore: cancellazione della cosiddetta “buona scuola”, profonda riforma dell’alternanza scuola-lavoro; fondi per la ricerca; un piano per l’edilizia scolastica; abolizione del jobs act a favore di leggi che tornino a rendere prevalente il lavoro a tempo indeterminato; messa in sicurezza del territorio e riduzione del consumo di suolo; politiche per la casa che rilancino il mercato dell’affitto abbassandone i costi; forte attenzione al trasporto pubblico; investimenti nello sviluppo di energie alternative; piano per il verde; contrarietà a qualsiasi proposta di flat tax; riforme a favore di una riduzione della pressione fiscale a carico dei redditi bassi e medi, recuperando risorse dalla lotta all’evasione fiscale; rilancio del welfare universalistico; una riforma della giustizia che renda più snelli i tempi delle sentenze; attenzione alle periferie sotto tutti i profili, da quello urbanistico a quello culturale; affermazione dei diritti civili a partire da ius soli e testamento biologico. Per quanto riguarda Novellara i nomi dei candidati che troveremo sulle schede elettorali saranno, tra gli altri, quelli di Donatella Prati e Mirko Tutino per la Camera e di Cesare Galantini per il Senato. IL GAZZETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE Notiziario periodico a cura di Federico Bartoli e Laura Malaguti DIVENTA VOLONTARIO DI PROTEZIONE CIVILE! Ogni tanto hai la sensazione di voler fare qualcosa per gli altri e per la tua comunità, mettendoti a disposizione anche in prima persona? Questa sensazione si chiama altruismo! Se anche tu sei un altruista, ecco alcuni motivi validi per entrare a far parte di un´associazione di volontariato di Protezione Civile. Entrando a far parte della Protezione Civile si ha la possibilitá di: • mettere alla prova se stessi; • fare nuove esperienze; • frequentare corsi di formazione specifica; • tutelare in prima persona chi vive accanto a te e l’ambiente in cui vivi. Chiunque abbia compiuto i diciotto anni di etá puó iscriversi come volontario di Protezione Civile, senza bisogno di possedere doti particolari. PERCHE’ ENTRARE IN PROTEZIONE CIVILE La persona che intende diventare “un Volontario di Protezione Civile” deve essere quindi caratterizzata da un forte senso di altruismo e generosità nei confronti del prossimo. Questo è l’elemento fondamentale per poter iscriversi ad un gruppo che sarà accomunato dagli stessi ideali e che per il raggiungimento di questi dovrà operare con correttezza e tenacia. Il Volontario di Protezione Civile devolve il suo tempo libero, in maniera gratuita, ad un valore in cui profondamente crede, traendo da questo una grande soddisfazione personale. Non vediamo l’ora di accogliere nuovi volontari...TI ASPETTIAMO! L’Associazione Nubilaria ringrazia: Novellara Sportiva per aver donato 500 euro, con i quali abbiamo acquistato una motopompa e una motopompa sommersa. Novellara Viva per aver donato 200 euro, con i quali abbiamo acquistato 6 pale, 6 tira acqua e 6 tira fango. ASSOCIAZIONE DI VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE “NUBILARIA” CODICE IBAN IT52 C 05034 66400 000000002459 www.protezionecivilenubilaria.it Protezione Civile Nubilaria NOVITÀ CENTRO REVISIONE AUTOVEICOLI Assistenza - Vendita nuovo - usato Vendita ricambi originali Gommista - Installazione impianti GPL NOVELLARA (RE) Via Galois, 2/4 Tel. 0522.653650 www.nuovacantoniemonari.it - info@nuovacantoniemonari.it

[close]

p. 4

44 Dal 7 maggio la raccolta porta a porta verrà attivata Comune di Novellara su tutto il territorio di Francesca Amadei Segreteria del Sindaco Nelle riunioni che si sono tenute nel mese di Febbraio, gli incaricati di S.a.ba.r. Servizi Srl hanno spiegato il funzionamento della raccolta. Di seguito riassumiamo quanto emerso, invitandovi a contattare S.a.ba.r. (0522 657569 – servizi@sabar.it) o l’URP del Comune (0522 655454) per avere maggiori informazioni. È innanzitutto necessario distinguere fra il centro storico (la zona che già in precedenza era interessata alla raccolta di porta a porta) e il resto del paese. La zona del centro storico (delimitata da via Gramsci, via della Costituzione e strada provinciale nord) continuerà ad essere servita per quel che riguarda il rifiuto secco, la plastica, la carta, il vetro, le lattine e l’organico. Ai residenti di questa zona, qualora non ne fossero ancora in possesso, verranno forniti gli appositi contenitori di colore diverso e di diversa grandezza, oltre che al contenitore per l’olio alimentare, i sacchi per il rifiuto indifferenziato e la plastica ed i sacchi biodegradabili e compostabili per l’umido. Questi ultimi sacchi possono essere ritirati presso i centri di raccolta, in Comune e nei punti di distribuzione nelle frazioni. Nelle restanti zone (capoluogo e frazioni) il servizio sarà attivato solamente per il rifiuto secco ed organico. Anche in questo caso, ai nuovi utenti verranno forniti i sacchi e i contenitori appositi. Il calendario della raccolta, che verrà consegnato ad ogni famiglia, è disponibile sul sito di S.a.ba.r., su quello del Comune di Novellara e sull’APP Municipium, che permette di selezionare la propria zona di raccolta. Il servizio sarà sospeso per le festività dell’1 e del 6 gennaio, lunedì di Pasqua, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto, 1 novembre, 8 dicembre, 25 e 26 dicembre e verrà recuperato il primo giorno feriale seguente. Insieme al calendario sarà consegnata anche la guida al riciclo, un pratico elenco che indica quali rifiuti gettare nei diversi contenitori. Un’ulteriore facilitazione è fornita dall’APP RiCicla, che permette di cercare i materiali che non sappiamo come differenziare. Tutto ciò che non può essere gettato in uno dei bidoni della raccolta differenziata deve essere portato al centro di raccolta in Strada Provinciale Nord. S.a.ba.r. mette infine a disposizione, tutti i venerdì, un servizio di ritiro gratuito e domiciliare dei rifiuti ingombranti come mobili, divani, materassi, lavatrici, frigoriferi… (per prenotazioni 0522 657569).

[close]

p. 5

Un murale per Lelio Orsi 55 Da qualche settimana Novellara è più colorata: lo street artist Lucamaleonte ha infatti realizzato un murale che ritrae il celebre Balestriere di Lelio Orsi su un condominio che si trova all’incrocio fra via della Libertà e via da Capua. di Francesca Amadei - Segreteria del Sindaco L’affresco, pensato dall’Orsi per sovrastare l’ingresso della propria dimora, che si trovava proprio in quella zona, è stato reinterpretato dall’artista romano, classe 1983. L’opera rientra all’interno del progetto di Arte urbana voluto dall’Amministrazione comunale, di cui fanno già parte il murale che raffigura Gregorio Paltrinieri, le panchine letterarie al Parco Augusto e il murale dell’Istituzione I Millefiori. Abbiamo fatto qualche domanda a Lucamaleonte per entrare nel suo universo di colori e forme: Come è cominciata la tua passione per la street art? Ti sei approcciato direttamente a lei o hai cominciato prima a disegnare o a usare altri strumenti? «Disegno da quando ho memoria, non ho mai smesso, ma da ragazzo non pensavo che avrei avuto la fortuna di lavorare nel mondo dell’arte. Ho iniziato a lavorare in strada con i graffiti nella seconda metà degli anni ‘90, ma non riuscendo ad ottenere risultati ho cambiato modalità di espressione e ho iniziato a dipingere figure più riconoscibili ad un pubblico più ampio, nei primi anni 2000. All’epoca non sapevo si chiamasse street art e a farlo eravamo in pochi a Roma». Dove hai lavorato? «In molte capitali europee e città più piccole, negli Stati Uniti, ed ho esposto anche in Australia». Quali sono le difficoltà del tuo lavoro? Quali sono invece gli aspetti che te lo fanno amare? «Le difficoltà che incontro sono quelle di ogni lavoro, al momento fatico molto a non far invadere la mia vita privata dal mio lavoro, la fatica più grande però è far capire al pubblico che questo è un lavoro e che come tale va pagato». Hai mai incontrato pregiudizi nei confronti della tua categoria di artisti? «Non molti, ormai l’arte urbana è piuttosto sdoganata e la gente si informa su quello che succede, quindi capita sem- pre meno di dover discutere mentre lavoro, per fortuna!» Due Donzelli per Camillo III Gonzaga Lo scorso 21 gennaio, in sala del consiglio, è stato presentato il libro di Maria Gabriella Barilli “Due Donzelli per Camillo III Gonzaga”, pubblicato dal Comune di Novellara in occasione dei dieci anni dalla scomparsa di Gian Paolo Barilli, ricercatore storico locale che ha contribuito con le sue ricerche e pubblicazioni a rendere nota e a divulgare la storia di Novellara. di Elena Ghidini Il volume, il terzo della serie “Ricerche per la Storia di Novellara”, è il frutto della scoperta fortuita fatta nell’archivio storico dalla sorella di Gian Paolo; una lettera di Marc Antonio Donzelli che si metteva a disposizione, insieme al fratello Pietro, per dipingere un camerone al conte Camillo. Come scrive nell’introduzione l’autrice: “Iniziato come un gioco, è diventata pian piano una caccia al tesoro; ogni lettera trovata forniva indizi da seguire, elementi da approfondire, nomi da verificare, e, via via, tracce sempre più chiare. Con la preziosa collaborazione della dottoressa Alessia Crestale, archivista del nostro archivio storico e della dottoressa Elena Ghidini, responsabile del museo Gonzaga di Novellara, Marc Antonio si è fatto trovare, si è lasciato scoprire e questo ci ha permesso di portare alla luce lui e Pietro come pittori importanti e di tutto rispetto”. La caccia al tesoro ha fatto scoprire ben 103 lettere inedite: 72 scritte da Marc Antonio e 31 scritte da Pietro ai conti Alfonso II e Camillo III Gonzaga tra il 1644 e il 1715. Tale corrispondenza, di grande interesse soprattutto dal pun- to di vista artistico, ci parla di dipinti, di famosi artisti emiliani e lombardi, di mediatori d’arte, di committenze pittoriche. Da essa si comprende la grande passione per l’arte che nutrivano sia Alfonso II che suo figlio Camillo, i quali arricchirono Novellara di preziose opere d’arte, ma vi si legge anche il rapporto di affettuosa sudditanza dei due pittori Donzelli nei confronti dei conti novellaresi. I due artisti, che scrivono da Mantova e da Bologna, sono infatti nativi di Novellara, come testimoniano i registri parrocchiali della chiesa Collegiata di S. Stefano consultati dalla Barilli. In mezzo alla corrispondenza sono state trovate alcune lettere che hanno permesso di attribuire a Marc Antonio il ritratto di Camillo III esposto in Museo Gonzaga (e fino ad ora considerato di artista sconosciuto) e a tutti e due i fratelli Donzelli la decorazione dei sottarchi della Chiesa dell’Inviolata di Riva del Garda. A tal proposito, durante la presentazione del libro, è intervenuto l’Arch. Antonello Adamoli di Trento che si era occupato dei restauri di tale edificio. Da una lettera di Pietro, sulla quale ha effettuato una ricerca Elena Ghidini, si è invece potuto svelare un episodio della committenza pittorica del ramo bolognese della famiglia Spada. La passione per la ricerca storica, trasmessa da Gian Paolo alla sorella Maria Gabriella, ha permesso di aggiungere un tassello mancante alla storia di Novellara, di “resuscitare” due pittori dimenticati e, come hanno sottolineato l’Assessore alla Cultura Marco Battini ed Alessia Crestale dell’Archivio storico, di aiutare la comunità a conoscere le proprie radici. di Andrea Masi Tende Interne - Esterne Tappezzeria - Tende tecniche NOVELLARA (RE) Via Andrea Costa, 26 - Tel e Fax 0522 650327 - Email: reflex@reflextende.it Consulenze nutrizionali: Dr.ssa Bigliardi TORNARE IN FORMA IN MODO SANO! LE NOSTRE DIETE: SNELL BALANCE: programma alimentare 2 settimane DIMA BIO DIET: metodo dimagrante - drenante - tonificante REMISE EN FORME: in 2 step depurazione e metabolismo dr.ssa Bigliardi & dr.ssa Barilli NOVELLARA (RE) via V. Veneto, 18 e via Cavour, 30/b tel.0522/662989 www.erboristeriasanfrancesco.com

[close]

p. 6

6 È tempo di isee… consulta il sito del comune alla voce CAF per conoscere quali sono i Centri di Assistenza Fiscale convenzionati con il Comune di Novellara per le prestazioni correlate. Variazione orari di apertura: l’Istituzione Millefiori rimarrà chiusa al pubblico il martedì. Gli uffici pertanto saranno aperti al pubblico lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle 9 alle 13. Luoghi sensibili: la Giunta Comunale ha deliberato con delibera di giunta 192/2017 la mappatura dei luoghi sensibili nel territorio del Comune di Novellara ai fini dell’applicazione della L.R. 5/2013 in materia di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico. I dati sono pubblicati sul sito del comune. Bilancio demografico 2017: residenti, famiglie, cittadini stranieri… sono pubblicati sul sito tutti i dati relativi alla popolazione di Novellara, nella sezione Territorio – Popolazione. Family card: il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che consentirà alle famiglie numerose di godere di sconti dagli esercizi convenzionati. Tutte le informazioni su www.lentepubblica.it nella sezione cittadini e imprese ELEZIONI 2018- Ecco gli orari di apertura straordinari del l’Ufficio Elettorale: Venerdì 2 marzo dalle 9 alle 18 Sabato 3 marzo dalle 8.30 alle 18 Domenica 4 marzo (giorno delle elezioni) dalle 7 alle 23 Tutte le informazioni per gli elettori sul sito www.comunedinovellara.gov.it alla notizia Elezioni 2018. Informati per tempo per il votare da ospedali, case di cura, per esercitare il voto assistito, per usufruire del servizio di accompagnamento ai seggi. ATTENZIONE ALLA TESSERA ELETTORALE (TEP): se risulta esaurito lo spazio per nuovi timbri occorre riconsegnarla all’URP e contestualmente chiedere il rilascio di una nuova tessera. Comunicazioni ai cittadini: si invitano i cittadini a comunicare al Comune il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata, per facilitare la trasmissione di comunica- zioni e notifiche. Per farlo, basta compilare l’apposito modulo, scaricabile sul sito del comune al procedimento “Comunicazione del domicilio digitale” Tracce di storia dall’archivio Storico – Il Carnevale di una volta: per approfondire sul Carnevale del 1927, consulta il sito del comune alla sezione Archivio Storico. Banca dati DAT: nascerà presto la banca dati delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). È in vigore la Legge n. 219/2017 sulle “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento. Per maggiori in formazioni, rivolgiti all’URP Biotestamento - glossario essenziale: all’indomani dell’approvazione in Senato che trasforma la proposta sul testamento biologico in legge dello Stato, vi proponiamo un glossario per comprendere meglio i termini della norma. Consultalo sul sito www.wired.it alla voce biotestamento-glossario DAT, vademecum per i notai: sul nostro sito è pubblicato il vademecum che fornisce linee guida ai notai nella gestione delle DAT. Per consultarlo, vai al pro- cedimento “Dichiarazione anticipata di trattamento”. Iscrizioni Asili nido: il 12 febbraio apriranno le iscrizioni agli Asili nido comunali dell’Infanzia “Aquilone” e “Birillo”. Per i bambini e le bambine nati negli anni 2016, 2017 e per i nati dal 1 gennaio al 30 aprile 2018. Per informazioni sulle modalità d’iscrizione, consulta il sito www.asbr.it BANDI, CONTRIBUTI E CORSI DI FORMAZIONE Bonus nonni: il bonus prevede una detrazione per i nonni che supportano economicamente i nipoti nelle spese sportive, scolastiche e universitarie. Tutte le informazioni su www.guidafisco.it alla voce Bonus nonni. Bonus verde 2018: nuova detrazione 36% che spetta a chi effettua spese sistemazione giardini terrazzi balconi anche condominiali. Scopri come ottenerla su www.guidafisco.it Corsi di formazione DarVoce: sono tanti i corsi di DarVoce in partenza nei prossimi mesi. Consulta l’elenco completo sul sito www.darvoce.org Bonus bebè 2018: come, dove e quando si presenta? Tutte le informazioni per chiedere il contributo su www.guidafisco.it Borse di studio – Inps mette a disposizione delle borse di studio per i figli dei dipendenti pubblici, per vacanze di studio all’Italia o all’Estero. Per maggiori informazioni, www.inps.it alla notizia “Estate INPS insieme” DALLA PROVINCIA E DALLA REGIONE Raccolta fondi per Lentigione: la Provincia di Reggio Emilia sta raccogliendo fondi per le popolazioni alluvionate di Lentigione e Brescello, per aiutarli nella lunga opera di ricostruzione e restauro. Per saperne di più www.darvoce.org alla sezione news Istituzione URP Questura – si comunica che il 21 dicembre è stato istituito l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura di Reggio Emilia. Per contattarlo: urp. quest.re@pecps.poliziadistato.it Fascicolo sanitario elettronico: una “carta d’identità della salute” che racchiude tutta la storia clinica e sanitaria di una persona, che permette di accedere online a tanti documenti e a tanti servizi. Per saperne di più, vai al sito http://salute. regione.emilia-romagna.it o chiedi all’urp del tuo distretto sanitario. Il fascicolo sarà indispensabile anche per la registrazione delle DAT Capitale italiana della cultura 2020: Parma, Reggio Emilia e Piacenza sono entrate tra le dieci finaliste selezionate dal ministero dei Beni e delle attività culturali. Per maggiori dettagli, vai sul sito www.gazzettadellemilia.it alla voce Cultura. Riforma terzo settore: il 21 dicembre scorso a Bologna si è tenuto un momento informativo sulle tante novità portate dalla Riforma del Terzo Settore approvata nel 2017. Il riassunto su www.darvoce.org

[close]

p. 7

Roberta “Robby” Reverberi 40 anni vissuti tutti d’un fiato Sempre col sorriso addosso, una vita serena che vale come esempio per tutti. di Alessandro Cagossi Roberta Reverberi, “Robby” per gli amici, è nata l’8 marzo, festa della donna. Nel 2018 compie 40 anni. Tempo di bilanci per tutti, e per Roberta si tratta di bilanci importanti, frutto di una vita vissuta sempre al massimo. Giusto per iniziare, Roberta ha avuto una carriera sportiva di tutto rispetto. Se qualcuno non lo sapesse, Gregorio Paltrinieri non è l’unico campione di nuoto formatosi alla piscina di Novellara. Infatti, quindici anni fa (come spesso riportato dagli articoli del Portico), Roberta è stata campionessa nazionale paraolimpica di nuoto, pioniera di un modo di intendere lo sport che adesso è molto popolare; basti pensare alla schermitrice Bebe Vio, diventata una vera e propria celebrità. Se ciò non fosse abbastanza, assieme a suo cugino Lorenzo Reverberi (storico ultras della Reggiana), Roberta ha recitato in commedie dialettali con la compagnia teatrale “ Falco bianco”. Ha recitato anche con un gruppo di ragazzi mentre frequentava un corso di musicoterapia a Novellara. Nella vita di tutti i giorni, dopo aver frequentato l’Istituto Motti di Correggio, da qualche anno Roberta è una tirocinante della cooperativa sociale “Il Bettolino”. Può capitare di vederla passeggiare col suo cagnolino bianco Pongo. Ama molto la montagna, tutte le estati trascorre una parte delle sue vacanze in Appennino reggiano a Febbio. Ma le piace molto anche vedere posti nuovi. Quindici anni fa Roberta è diventata zia di Federica, ruolo che interpreta in maniera molto responsabile. Nell’aprile del 2016 è stata la testimone di nozze di sua cugina Simona Reverberi, cui è legatissima, che le dedica un pensiero speciale: “L’8 marzo spegnerai 40 candeline, ma accenderai l’anima di tutti noi con la tua simpatia e il tuo sorriso gioioso. Robby, non smettere mai di essere come sei. Auguri!”. La famiglia di Roberta coglie l’occasione per ringraziare pubblicamente educatori, volontari, professionisti e tutti i novellaresi che con impegno hanno contribuito a rendere la vita di Roberta serena e integrata: gli insegnanti di scuola, i maestri di Coopernuoto, l’azienda USL di Guastalla, l’istituzione dei servizi sociali “Millefiori”, l’amministrazione comunale di Novellara, il Servizio di Aiuto alla Persona (SAP) di Novellara, l’AUSER, il Circolo Ricreativo Novellarese, e la cooperativa sociale “Il Bettolino”. Ma indubbiamente il ringraziamento più grande va proprio alla famiglia di Roberta, che ci ha sempre creduto, e alla Robby stessa, che non ha mai smesso di essere se’ stessa. In attesa dei prossimi traguardi. 7 COLTIVIAMO IL FUTURO Intelligenza alimentare Rubrica a cura di Paolo Santachiara Il cibo che arriva sulla nostra tavola è il frutto di un lungo processo che coinvolge tanti soggetti e tante discipline. Non è solo l’opera del cuoco, ma innanzi tutto della terra dove i prodotti sono stati coltivati, del luogo dove la terra risiede, della cultura del contadino, del ruolo del commerciante che l’ha comprato, dell’ambiente dove viene custodito, del trasportatore che lo ha consegnato, del negoziante che l’ha venduto, e infine del cuoco che lo ha cucinato e servito. Il cibo è quindi non solo frutto di materie prime e dell’abilità del cuoco, ma è un elemento culturale attorno al quale ruotano, contadini, vignaioli, pescatori, aziende di trasformazione, un insieme di discipline quali, la storia naturale, la fisica, l’economia, l’antropologia, la sociologia la genetica, la zootecnica, l’agronomia, la medicina, l’ecologia. Quanto è importante fare domande sulla provenienza, sul percorso, sulle soste che ogni prodotto ha fatto prima di arrivare sulla nostra tavola. La nuova Gastronomia non è semplicemente l’arte della buona cucina, ma una scienza dove interagiscono tutte le discipline sopra menzionate al fine di ottenere la preparazione di un cibo che deve essere alimento salutare per tutti gli uomini in poche parole Buono, Pulito, Giusto e Sano per tutti. Cibo Buono per garantire un piacere alimentare e organolettico; Cibo Pulito per garantire la sostenibilità ecologica in tutti i processi della filiera; Cibo Giusto, per garantire al contadino una giusta remunerazione e per far si che nessun attore della filiera possa sentirsi sfruttato, ingannato, espropriato di qualcosa. Cibo Sano perché non deve contenere sostanze dannose per la salute dell’uomo. Il cibo allora non è un elemento accessorio della nostra esistenza ma possiede una sua forza vitale, una sua filosofia intrinseca della quale non si può fare a meno, pena la decomposizione della nostra umana natura... Oggi tanto cibo è stato snaturato, svuotato dei suoi valori fino a farlo diventare pura merce, subendo lo stesso trattamento di ciò che è senza valore, divenendo spesso uno scarto. Deve allarmare che Italia ogni anno vengono sprecati 145 kg di cibo pro-capite. Ma il cibo Buono, Pulito ,Giusto e Sano per tutti, bene prezioso da custodire, perde di significato e di incisività se non ha alla base la “Diversità”. Diversità intesa non solo dal punto di vista scientifico/genetico, ma anche sul piano delle culture, degli assetti e delle organizzazioni sociali, dei linguaggi, del rapporto delle comunità e degli individui con il sacro e la sfera spirituale. Non ci può essere qualità alimentare senza diversità, perché la diversità stessa rappresenta il cuore pulsante, la materia vivente attorno alla quale tutti noi traiamo linfa vitale per esprimere la nostra peculiarità e la nostra identità. NOVELLARA (RE) Via Labriola, 23 Tel. e Fax 0522/652519 email: speed-gomma@libero.it - www.speedgomma.it

[close]

p. 8

8 Terremoto del Belice: i novellaresi di Gibellina raccontano È stato ricordato con grande rilievo istituzionale, il cinquantesimo del terremoto della valle del Belice, 14-15 gennaio 1968, tragedia Nazionale che ha colpito un’area già estremamente povera e sfavorita della Sicilia. Il Presidente Mattarella ha aperto, con la commemorazione, un programma di iniziative che si protrarranno per tutto il 2018. di Michele Crotti L’evento ebbe a suo tempo eco emotiva particolare a Novellara poiché vennero colpite famiglie originarie di Gibellina immigrate da qualche tempo sul nostro territorio. I Bonanno erano stati i primi a trasferirsi alla fine degli anni cinquanta , erano seguiti i Ferrara, loro conoscenti e compaesani .Entrambe le famiglie conducevano piccoli poderi a mezzadria in zona Villa Valle. L’agricoltura allora costituiva l’occasione di lavoro più naturale per chi veniva da fuori. Era in corso l’esodo dalle campagne e i vuoti nei poderi più piccoli e marginali erano colmati da ”immigrati” da aree depresse d’Italia. L’integrazione nel tessuto sociale locale, pur presentando qualche problematica dovuta a tradizioni e culture diverse, era facilitata dal lavorare insieme, da luoghi di socializzazione accoglienti per tutti. Nella Valle dove queste famiglie abitavano, il “Bottegone”, negozio e osteria cooperativa , ritrovo nei momenti di riposo, facilitava la convivenza.. Francesco Ferrara ricorda che in seguito aveva trovato lavoro a Reggiolo come verniciatore-mobiliere prima di entrare insieme al fratello Biagio nella Cooperativa Edile di Novellara. Ma la nostalgia degli anziani per i luoghi e i ricordi di origine doveva arrecare un tragico destino. Sistemati a Novellara i figli maggiori, gli anziani Ferrara si erano risolti a tornare nel 1966 nei luoghi di nascita con i figli più piccoli, Vincenzo e Giacomina. Sistemata con i risparmi dell’emigrazione la casa di famiglia, a Gibellina avevano ripresa la vita di paese. Il terremoto della valle del Belice, dopo l’emigrazione, arrivò a sconvolgere di nuovo la loro vita. La casa di recente ristrutturata resisteva alle scosse, ma durante la fuga lungo le vie del paese i Ferrara vennero colpiti dai crolli e la figlia Giacomina ne rimase vittima a 16 anni. Altri parenti dei Belicesi di Novellara hanno patito lutti in quel tragico evento. Colpì la vicenda della famiglia di Nunzio Gallo coniugato con Ferrara Pina. Emigrati in Venezuela alla ricerca di una vita migliore erano tornati a Gibellina a seguito di un grave terremoto che aveva colpito Caracas dove risiedevano. Ristrutturata a loro volta la casa di famiglia, seguendo l’istinto di attaccamento alla terra di origine, dopo qualche teempo furono travolti anch’essi dal terremoto del Belice: l’intera famiglia Gallo sepolta sotto le macerie, una figlia di 6 anni, Giuseppina, morta, l’altra sorella Dorina, salva, protetta dalla mamma. Di nuovo emigrazione, richiamati dai parenti a Novellara, dove l’assegnazione di un alloggio da parte del Comune e l’inserimento al lavoro assicurò l’accoglienza. L’attività edilizia in particolare assorbiva molta manodopera nel momento in cui le famiglie si costruivano o acquisivano la casa, in quegli anni meta agognata. Con la professionalità edile accumulata Francesco e Biagio hanno creato in seguito una loro piccola ma apprezzata impresa che hanno gestito sino al pensionamento. Nunzio Gallo ha lavorato a lungo con la locale impresa edile “Fratelli Ferretti”, per poi entrare in società con i cognati. Ora le loro case sono qui, figli e famiglie vivono e lavorano qui, anche i defunti del Belice sono stati riuniti nel cimitero locale, Novellara è ormai loro terra dì elezione. Con Gibellina e la nuova Gibellina resiste ancora un sottile sentimento tenuto in vita da visite sempre più saltuarie e lo stato di turista ormai prevale su quello di nativo. Qualche recriminazione ancora per come sono state condotte le ricostruzioni laggiù, le solite cose…., ma cambieranno!? (Speranza, dubbio?). “Siamo quello che mangiamo”: i benefici di una sana alimentazione L. Feuerbach L’alimentazione sana ed equilibrata è alla base di un stile di vita corretto e svolge un’azione protettiva sulla nostra salute. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha elencato i dieci fattori negativi che possono portare alla morte prematura di milioni di persone; sette di questi sono strettamente legati allo stile di vita e all’alimentazione: un’elevata pressione arteriosa, elevati livelli di glicemia, l’inattività fisica, il sovrappeso e l’obesità, elevati livelli di colesterolo e l’abuso di alcool. Secondo un’indagine Istat del 2015, in Italia circa il 45% della popolazione adulta è in eccesso di peso, in particolare il 35,3% è in sovrappeso mentre una persona su 10 soffre di obesità. L’eccesso di peso e un elevata circonferenza della vita sono correlate all’aumento del rischio di malattie croniche, come il diabete, le malattie cardiovascolari e i tumori. Queste patologie rappresentano il principale fattore di rischio sulla salute delle persone e ogni anno sono responsabili di circa il 60% dei decessi a livello globale. Diversi studi scientifici hanno dimostrato largamente come una dieta di tipo mediterraneo favorisca il raggiungimento di un peso corporeo corretto e riduca l’insorgenza delle malattie cardiovascolari, del diabete, dei tumori, dell’Alzheimer e del Parkinson. Stampa serigrafica - Etichette adesive Targhe e tastiere - Cartellonistica e decorazione Cartellini per abbigliamento - Studio grafico di Marco Faietti NOVELLARA (RE) Via Labriola, 36 tel.0522/756639 fax 651397

[close]

p. 9

XIX° Progetto Jaima Tenda accoglienza bimbi Sahrawi estate 2018 
L’Associazione JAIMA SAHRAWI organizza il XIX° progetto che prevede l’accoglienza in famiglia durante le prime tre settimane di luglio di bimbi profughi provenienti dal SudOvest dell’Algeria. 9 sionato dalle famiglie italiane ai bimbi che sono stati ospitati, così, con l’aiuto del nostro accompagnatore Mohamed Salem siamo riusciti a riabbracciarli tutti e spesso a pranzare nella loro casa invitati dai genitori che ancora una volta ci hanno dimostrato tutta la loro ospitalità, quante emozioni meravigliose, questo posto così dimenticato da tutti, nella sua imperfezione é cosi perfetto, sui loro volti c’é sempre un sorriso, quanta dignità, questo viaggio ci ha arricchiti e ci ha insegnato che spesso ci rendiamo necessarie mille cose superflue 
dimenticando ciò di cui abbiamo realmente bisogno per essere felici.” 

Cecilia e Roberto 

A chi si rendesse disponibile ad ospitare nella propria famiglia un bambino o una bambina sahrawi si richiede di offrire vitto e alloggio nelle prime 3 settimane di luglio.

“Ribelliamoci ad un mondo dove sono più numerosi gli uomini che costruiscono muri di quelli che costruiscono ponti” Per informazioni Rossella 333/6165604 Federica 333/4450028 – Associazione Millefiori di Cecilia e Roberto I bambini che ogni anno vengono accolti hanno un’età compresa tra gli 8 e 10 anni e vengono accompagnati da un adulto che sarà punto di riferimento per loro e che farà da tramite con le famiglie ospitanti, il soggiorno non è una semplice vacanza ma consente loro di vivere esperienze e opportunità importanti altrimenti precluse dalla difficile vita nei campi dei rifugiati: una migliore alimentazione, la possibilità di sottoporsi a controlli medici e di conoscere un diverso ambiente, sfuggire al clima torrido dei campi che nel periodo di luglio raggiunge anche i 50°c. Durante la loro permanenza in famiglia frequenteranno il campo giochi comunale per favorire l’incontro e la conoscenza con i coetanei locali. Il progetto prevede che durante il loro soggiorno vengano sottoposti ad esami di routine, e, se si rendesse necessario, a visite specialistiche in questi casi a supportare tali percorsi interviene la fitta rete di solidarietà del volontariato presente sul territorio
Io e mio marito ospitiamo bimbi Saharawi dal 2014, ci siamo avvicinati a questa realtà grazie alla proposta di amici; inizialmente le incognite erano tante: “saremo in grado di gestire contemporaneamente gli impegni lavorativi e questa esperienza?, la lingua sarà un ostacolo?, andrà d’accordo con i nostri cuccioli a 4 zampe?......poi abbiamo deciso di non farci più bloccare dalle nostre paure e paranoie e cosi abbiamo detto:” Perché no ?” 
Così è iniziata questa avventura del cuore che innanzitutto ci ha reso persone più aperte e ci ha dato la consapevolezza di quanto spesso le nostre paure ci privino di esperienze meravigliose . 
 Questi bimbi arrivano da una realtà molto diversa dalla nostra ma hanno valori di condivisione e fratellanza che spesso ci disorientano. 
 Possiamo solo ribadire che per noi ogni anno è una nuova avventura, arriva sempre un nuovo bimbo e ognuno è diverso dall’altro ma tutti ci hanno offerto esperienze bellissime un mondo colorato da scoprire, tanti sono gli aneddoti che si potrebbero raccontare ....ricordiamo quando il piccolo Gauz si alzò da tavola improvvisamente esclamando:” aspetta” prese il piatto con la pasta e andò davanti al ventilatore ..... doveva essere davvero bollente !!! finì con una gran risata di tutti e 3. 
 Per tutto quello che ci hanno lasciato questi bimbi per noi si é reso necessario chiudere il cerchio entrando nel loro mondo per conoscere e capire.... 
cosi a fine dicembre del 2017 siamo partiti per il campi profughi dove abitano i nostri bimbi e questa é una nostra breve testimonianza: 
“Dopo un viaggio di quasi 24 ore siamo finalmente arrivati a destinazione, l’emozione di rivedere l’indomani i nostri bimbi e di conoscere il loro mondo ci ha fatto riposare giusto quel poco per recuperare le forze. La famiglia che ci ospita ha così poco ma non ci fa mancare nulla....questo popolo ha ancora valori coì’ genuini e sinceri di fratellanza e condivisione che ci spiazzano.
 Il nostro compito qui ai campi é consegnare qualche piccolo regalino commis- di Brioni Erich TINTEGGIO INTERNI - ESTERNI - CARTONGESSO MANUTENZIONI - PAVIMENTI PREFINITI NOVELLARA (RE) Via Einaudi, 29 Cell. 348.5639210 Orari di Apertura mattina 8.30 - 13.00 - pomeriggio 15.00 - 19.30. Il primo venerdì mattina di ogni mese si effettua il controllo gratuito dell’udito NOVELLARA (RE) Via della Costituzione, 8 Tel.0522/1700756 farmaciadellacostituzione@gmail.com

[close]

p. 10

10 Gli spettacoli in programma nel mese di marzo Sabato 3 marzo 2018 ore 10.00 e ore 21.00 Tommorow – International project Teatro lab- anteprima ufficiale DIREZIONE ARTISTICA Daniele Franci A CURA DI Etoile C.T.E. CON gli allievi dell’Istituto Galvani - Iodi, Silvio d’Arzo, Creative College e Etoile International Vendita biglietti e prenotazioni a cura di Etoile - Centro Teatrale Europeo Tel 342.8633632 - www.centroetoile.eu Saranno più di 60 i ragazzi e le ragazze provenienti da Italia, Olanda e Svizzera coinvolti nello spettacolo di anteprima del Festival Internazionale Teatro Lab. Tomorrow è il titolo dello spettacolo che debutterà a Novellara per essere replicato in seguito a Utrecht in Olanda nel mese di maggio. Una performance dai tanti linguaggi e dai tanti colori capaci di essere il significato di cosa, oggi, per un adolescente, significa chiedersi cosa sarà il proprio futuro e il proprio ruolo. Mercoledì 7 marzo 2018 ore 21.00 Calendar girls di Tim Firth REGIA Cristina Pezzoli CON Angela Finocchiaro e Laura Curino E CON Ariella Reggio e Carlina Torta, Matilde Facheris, Corinna Lo Castro, Elsa Bossi, Stefano Annoni, Noemi Parroni E CON Titino Carrara PRODUZIONE Agidi e Enfi Teatro Biglietto intero 18,00 euro La storia, ispirata ad un fatto realmente accaduto, è quella di un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni, membre del Women’s Institute, che si impegna in una raccolta fondi destinati a un ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una di loro. Chris, stanca di vecchie e fallimentari iniziative di beneficenza, ha l’idea di fare un calendario diverso da tutti gli altri, in cui convince le amiche del gruppo a posare nude. Con l’aiuto di un fotografo amatoriale realizzano così un calendario che le vede ritratte in normali attività domestiche, come preparare dolci e composizioni floreali, ma con un particolare non convenzionale: posano senza vestiti. L’iniziativa riscuote un successo tale da portarle alla ribalta non solo in Inghilterra, facendo volare le vendite del calendario alle stelle! L’improvvisa e inaspettata fama, tuttavia, metterà a dura prova le protagoniste. “Abbiamo scelto di dare il nostro sostegno ad AIL racconta la protagonista, Angela Finocchiaro – perché è un’Associazione che stimiamo da sempre per i suoi valori, obiettivi e progetti. La possibilità che il nostro lavoro possa affiancare esperienze così importanti ci regala una grande motivazione.” Sabato 10 marzo 2018 Domenica 11 marzo 2018 Festival del ritmo – concorso per batteristi ORGANIZZAZIONE La banda dei tamburi e Drum professional school - DIREZIONE ARTISTICA M° Adriano Lasagni - Ingresso gratuito Per informazioni: www.drumsprofessionalschool. it - www.facebook.com/festivaldelritmo.re lasagniadriano@gmail.com Il Festival è un concorso internazionale per batteristi giunto ormai alla IX edizione, che ha visto crescere vistosamente negli anni il numero di partecipanti ed il loro livello tecnico e musicale. Il concorso è da sempre una due giorni di condivisione, scambio, conoscenza, amicizia, motivazione, crescita, ritmo e divertimento, dove allievi, insegnanti, scuole, giurati, famiglie e appassionati, si ritrovano insieme per una bella festa all’insegna della batteria e della musica in genere. Un modo che permette a tutti, al di là della competizione, di mettere in mostra il proprio talento, bravura, creatività, musicalità, originalità e gusto. Partner della manifestazione sono il Comune di Novellara e importanti marchi del settore musicale come: UFIP, LANTEC, VARUS, DEFINITIVE DRUMBAGS, FOUR STICKS e DRUMSET-MAG. Tra i professionisti ospiti e giurati delle varie edizioni figurano: Maxx Furian, Gianni Dall’Aglio, Iarin Munari, Bruno Farinelli, Max Govoni, Alfredo Romeo, Antonio Gentile, Alberto Paderni, Sandro Ravasini, Lele Barbieri, Luciano Bosi, Stefano Bertolotti, Max Pieri, Marco Serra, Lucio Caliendo, Lele Shaddy, Beppe Leoncini. Sabato 24 marzo 2018 ore 21.00 Cigni di Allegra Bergonzi CON LA PARTECIPAZIONE DEGLI allievi di Atelier Scuola di Danza e di Lab Academy PRELUDIO Valerio Longo PRODUZIONE Atelier Scuola di Danza Biglietto intero 12,00 euro Sulle rive di un lago arido e desolato, come il mondo che lo circonda e come l’anima delle persone che lo abitano, vivono Odette e Odile, in un tempo in cui l’amore non esiste più ma esistono solo individui vuoti: sterili involucri vittime della routine, incapaci di affrontare il proprio futuro. Odette e Odile diventano vittime di un incantesimo lanciato dalla malvagia Arpia, in cui saranno trasformate in cigni, uno bianco e uno nero. Il Cigno bianco, simbolo della bellezza, delle glorie del passato e incarnazione stessa dell’arte, dovrà lottare contro il Cigno nero, messaggero del male, che infligge sofferenza ed influenza pericolosamente il futuro. Cosa sarà del futuro? Apertura biglietteria: il giorno prima di qualsiasi spettacolo in cartellone dalle 17.00 alle 19.00 Il giorno di qualsiasi spettacolo in cartellone dalle 18.30 alle 21.00 Teatro della Rocca Franco Tagliavini Piazzale Marconi, 1 - interno Rocca - 42017 Novellara Tel 0522-655407 teatro.novellara@gmail.com - www.teatronovellara. it - www.facebook.com/teatronovellara/ STUDIO DI FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE Dott. in Ft. Pietri Federico cell. 338/9702813 Dott. in Ft. Orlandi Francesco cell. 349/4776895 Valutazione funzionale fisioterapica Riabilitazione pre e post operatoria - Rieducazione sportiva Ginnastica medica / correttiva / vertebrale Terapia manuale ortopedica - Rieducazione sec. Mckenzie Rolfing - Massaggi decontratturanti - Ultrasuoni a massaggio Tecar-diatermica capacitativa-resistiva - Ionoforesi Tens ed elettroterapia antalgica - Elettrostimolazione SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO Lo studio si trova a Novellara (RE) in Piazza Unità d’Italia 30 (nella galleria a fianco bar Roma).

[close]

p. 11

Letture gruppo La Spezieria 2017/2018 Carissimi, ci mancava un po’ di avventurosa follia nelle nostre narrazioni, e abbiamo subito rimediato. La prossima lettura di Miguel de Cervantes Saavedra DON CHISCIOTTE DELLA MANCIA, ci dimostrerà come sarà facile trasformare un gregge di pecore in un esercito di soldati, che Don Chisciotte combatterà per difendere la dignità, la giustizia e l’onore degli umili contro il male e il potere che dominano il mondo. Mali non debellati che continuano ancora oggi ad affliggere l’umanità. Ma quanti Don Chisciotte esistono oggi pronti a lottare per salvare il mondo? Venite ad ascoltarci e ve lo faremo scoprire. A giovedì 1 marzo 2018 A seguire: Giovedì 5 aprile “Come pietre nel fiume “ di U. Hegi Giovedì 10 maggio “Cheri” di Colette Il gruppo di lettura - La Spezieria 11 BIBLIOTECA La Spezieria. Sul filo del racconto:: Giovedì 1 marzo, ore 17.30_Sala del Fico Libro in lettura: DON CHISCIOTTE DELLA MANCIA di Miguel de Cervantes. La Piccola Odissea:: Sabato 3 marzo, ore 16.30 e 17.30_Biblioteca La storia più avventurosa di tutti i tempi raccontata con giocattoli, pupazzi e materiali di recupero. Una produzione Ars Ventuno. Ideazione e animazione a cura di Matteo Carnevali. Oggetti di scena realizzati da Rita Casarini. Voce narrante di Filippo Beltrami. - Su prenotazione 0522-655419. Dai 5 anni. Giochiamo intelligente…di sabato:: Sabato 17 e 31 marzo, 14 e 28 aprile, 12 e 26 maggio, ore 16.00-19.00_Biblioteca Ubo e Sara vi aspettano in biblioteca con i giochi da tavolo. In collaborazione con la Banca del Tempo di Novellara. Dagli 8 anni. Ingresso libero. Gruppo di lettura Facce da libro:: Mercoledì 21 marzo, ore 21.00_Biblioteca Libro in lettura: IL GIORNO PERFETTO di Melania Mazzucco. Letture dei lettori volontari di Nati per Leggere:: Sabato 24 marzo, ore 16.00_Biblioteca E LA STORIA COMINCIÒ - Per bambini 4/8 anni. MOSTRA MUSEO Domenica 4 marzo e 11 marzo, ore 10.00–12.30 | 15.00–18.30_Sala espositiva, Museo Gonzaga Mostra dell’artista Cristiana Pivetti “Volti. Ogni animale vuole essere libero”. ALTRE INIZIATIVE Università dell’Età libera: Sabato 3 marzo, ore 16.30_Sala Civica Conferenza: 2008-2018 cosa ci hanno insegnato 10 anni di crisi Lunedì 5 e 12 marzo, ore 15.30_ Sala del Fico Conferenze: La permanenza dell’antico, prof. Ferruccio Crotti (contributo 10 euro). Lunedì 19 e 26 marzo, ore 15.30_ Sala del Fico Conferenze: Il giardiniere felice, dr. Alfonso Paltrinieri (contributo 10) Mercoledì 21 marzo, ore 15.00_Sala del Fico Proiezione FIORE (costo 5 euro) Armonie dal mondo:: Domenica 11 marzo, ore 17.00_Sala civica (Piazzale Marconi, 1) LE TRE DAME: musiciste e compositrici dal medioevo a oggi. Concerto-conferenza a cura di Silvia Perrucchetti ed Elisa Copellini. Galleria dei Cooperatori 13/2 (Centro Commerciale Coop) Novellara tel./fax 0522/652058 email: ruspa.s@libero.it dal lunedì al venerdì 09.30 - 13.00 15.30 - 19.30 sabato 10.00 - 13.00 Visite a domicilio. Visite su appuntamento negli orari di chiusura Novellara (RE) via Manzoni, 20/A tel. 0522/654710 cell. 337/584683 Studio Medico Dentistico dott. Soprani Niccolò odontoiatra Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 09.00 - 12.00 NOVELLARA (RE) Viale Roma, 44/G (piazzetta interna ex Convento) tel. 0522/653811

[close]

p. 12

12 Rubrica a cura di Simone Oliva La Topazia è qui! Chi di voi legge Geronimo Stilton (successo editoriale per ragazzi tradotto in tutto il mondo) conosce Topazia: è la sua città. Una città di topi, simpatici topolini di campagna, mica ratti. Girovagando per le frazioni ho scoperto che Topazia si trova a San Bernardino. A questo punto all’amministrazione comunale, ai privati, ai residenti tocca, SNIFF SNIFF, fiutare l’affare e procedere: A) Erigere un monumento a Geronimo; B) Realizzare un piccolo grande parco giochi a tema; C) Bandire i gatti dalla frazione, i felini potrebbero mangiarsi il mitico Geronimo Stilton. Ce n’è per lanciare la prossima campagna elettorale. Notizie in breve a cura di Paolo Paterlini L’educazione morale e civile non è un “optional” Da queste colonne, più volte mi sono permesso di segnalare l’assoluta importanza delle regole che attengono al rispetto dell’ambiente in cui viviamo,lavoriamo, passeggiamo, da soli o in compagnia di un nipote o di un animale. Il nostro comportamento e quello degli altri dovrebbe essere sempre ispirato a criteri di educazione morale e civile, così come ci hanno insegnato a casa e a scuola. Ciò purtroppo molto spesso non accade e gettare a terra, piuttosto che negli appositi cestini portarifiuti, carte, cartoni, mozziconi, pacchetti di sigarette esauriti, fazzolettini, ecc. sembra essere diventata una regola. Da un po’ di tempo, più esattamente da quando è stato pressoché ultimato il quartiere “ARMONIA”e le aree ad esso adiacenti, passeggiare dovrebbe rappresentare un piacere ed un momento di relax. Se non fosse che capita ormai frequentemente di imbattersi, ad esempio nelle vicinanze di via Ilaria Alpi, di fazzolettini e preservativi gettati a terra senza alcun ritegno, di contenitori per la pizza, di bicchieri di plastica e di molte altre schifezze. lo non voglio puntare il dito contro nessuno e indicare responsabilità per quanto attiene al decoro e alla pulizia di questa vasta area.- lo il dito lo punto, senza se e senza ma, contro tutti coloro che non hanno alcun rispetto dell’ambiente che li circonda e del vivere civile. Appartarsi è lecito e amoreggiare pure, ci mancherebbe; così come mangiarsi una pizza e bere una coca o una birra. Alla fine di tutto però, se nelle vicinanze non c’è un cestino portarifiuti abbiate la bontà e l’intelligenza di tenervi il tutto sulla vostra auto e di disfarvene al primo cassonetto che incontrate. Avrete compiuto una azione corretta facendo di tutti voi dei cittadini civili. Ciclopedonale Novellara - Campagnola E’ un’opera che s’ha da fare. Per tutti coloro che abitualmente percorrono il tratto della ex Provinciale che da Novellara arriva alla maxi rotonda sul cavo Fossamana che divide i due comuni. Campagnola ha già provveduto alla realizzazione sul proprio territorio di una pista ciclopedonale che arriva sino all’ingresso del paese. Di grande importanza per la sicurezza di pedoni e ciclisti che quotidianamente si trovano a transitare su questa arteria strtadale. So bene che le opere pubbliche da realizzare sono tante ed i mezzi finanziari a disposizione pochi. Spero che l’Amministrazione Comunale, con l’aiuto di soggetti terzi, concretizzi al più presto la realizzazione del percorso in questione che misura all’incirca un chilometro. E’ di vitale importanza. TIRO CON L’ARCO Corsi Base per tutti dai 7 anni ai ........ TECNICA DI TIRO CON TUTTI I TIPI DI ARCO: Arco Olimpionico - Arco Nudo - Arco Compound - Long Bow - Arco Storico Nei mesi di Gennaio - Febbraio - Marzo - Palestra di San Giovanni Lunedi e Mercoledi dalle ore 21,00 alle 22,00 Per informazioni: Il Cutter - William Cell. 335-319350 Email: arcieridellortica@gmail.com

[close]

p. 13

13 Da sx in piedi: Pasquali Franco, Tondelli Lello, Corsi Carlo, Pedrazzoli Andrea, Verzellesi Mario, Cortesi Sergio, Gianni Benevelli, Lombardini Achille, Lombardini Tobia, Fraccaroli Luigi, Franzoni Giovanni, Lusetti Gastone, Lombardini Virgilio, Gaddi Alberto, Montanari Aimone, Serafini Angelo, Lombardini Fabio, Ciroldi Sergio, Ferrari Mirco. Da sx in ginocchio: Lombardini Giulio, Colli Remo, Soliani Giovanni, Tondelli Vittorio, Learco Pizzetti, Lusetti Graziano, Lombardini Carlo Gli amici veri non si dimenticano Nel rovistare tra i tanti ricordi del passato mi sono trovato con gioia una fotografia che mi ha fatto tornare indietro nel tempo. di Giovanni Franzoni Nel rivedere il viso di numerosi amici, alcuni dei quali ormai passati a miglior vita, non è stato possibile trattenere due lacrimucce. Coraggio Giovanni. .Ogni tre o quattro anni organizzavo un pranzo e non mancava nessuno all’appello, anche se qualcuno doveva fare “miracoli” per i vari impegni: il lavoro, la famiglia, la salute, la distanza da Novellara etc ... Tanti amici nati tra il 1930 e il 1935 e gli anni cominciavano a pesare. Pensare di rivederci ed abbracciarci nella cara natia Novellara e rievocare “le birichinate” fatte negli anni subito dopo la guerra era veramente bello. La foto è stata scattata nel cortile dell’oratorio, che a quei tempi non esisteva ancora, perché la vecchia costruzione era un immobile adibito ad asilo con le suore; queste ultime, nelle prime ore del pomeriggio, non davano il permesso per giocare a pallone; la rabbia era tanta e alcuni di quei “baldi giovani” della foto ne combinarono una grossa: pensarono di entrare nel cortile dall’unica porta di accesso rom- pendo la serratura per fare sparire “le mutandone” delle suore stese al sole. In quegli anni si giocava sul sagrato della Chiesa parrocchiale, scalzi e con una palla fatta di stracci legati. Si aspettava l’inverno per poter giocare con le palle di neve e colpire chi usciva da “mesultima”. Potrei raccontarne ancora, ma pensando che oggi spesso i ragazzini si divertono a giocare da soli col cellulare, mi confonde. Vedere la foto e pensare che quei bambini cresciuti nel tempo hanno studiato, raggiungendo diplomi e lauree, posti di lavoro, creato famiglie spesso con il sacrificio dei genitori, senza passare dai tribunali, credo che sia un ricordo di tempi difficili che féel-tempo hanno dato molte soddisfazioni. Non vado oltre altrimenti Paolo non trova più spazio nel nostro mensile. Paolo, pur essendo più giovane, potrebbe anche lui essere aggiunto nella foto assieme a quei ragazzi di una volta. Gruppi di Reggio Emilia e provincia tel.3347469749 CHE VUOI FARE? Ho cominciato ad andare al Gruppo di Alcolisti Anonimi pur continuando a bere. Io negavo ma tutti se ne accorgevano anche se nessuno mi ha mai colpevolizzato. Mi vergognavo molto, perché mi rendevo conto di tradire tutte quelle persone che non mi chiedevano nulla in cambio dell’amicizia che cercavo. E’ successo allora che una mattina mi sono guardato allo specchio e mi son detto: <>. In quel momento è scattata la molla: ho pensato al Gruppo, alle testimonianze e come sarebbe potuta cambiare la mia vita. E ho messo il tappo alla bottiglia. Quel giorno è cominciato il mio cammino in A.A. Mi sono reso conto che avevo trovato qualcosa di positivo, che potevo uscire dalla mia solitu- dine. Finalmente mi sono riconosciuto alcolista cioè di essere impotente di fronte al richiamo dell’alcol. E soprattutto che da solo, senza avere l’umiltà di chiedere aiuto, non ce l’avrei mai fatta ad uscirne fuori. Riconoscere ed accettare questa mia im- potenza sono stati il primo esame di coscienza. Ero io e non gli altri a dover cambiare! All’inizio il mio rapporto con A.A. non è stato sereno. Io non solo non mi sentivo alcolista ma con- testavo anche il fatto che l’alcolismo fosse una malattia. E poi mi dava fastidio quel buonismo che si respirava durante le riunioni: le caramelle, le pacche sulle spalle, i sorrisi. <> mi chiedevo. <>. Poi ho capito. La strada della sobrietà passa pure per queste cose. Anche per quelle caramelle, perché nella vita c’è tanto dolore ma si può trovare ancora qualcosa di dolce. Marco A.A. di Gloria Grassi IL CHIOSCO OFFRE: Pulizia e cura di lapidi e cappelle Copricassa - Cesti Mazzi funebri Composizioni fiori freschi Fiori artificiali 3R Costruzioni s.n.c. di Rossi Fabio & Dino Civili Zootecniche Industriali NOVELLARA (RE) via della Libertà, 1 tel. e fax 0522/651089 cell.331/2697050 Email: 3rcostruzionisnc@gmail.com

[close]

p. 14

14 Dopo 62 anni di attività Romano va in pensione In un’epoca, la nostra, dove si parla di flessibilità, contratti a termine, tutele crescenti e voucher è forse difficile far capire ai giovani cosa voglia dire lavorare per oltre 60 anni nello stesso posto, il DI.A.N.A. Ci sono storie che sono così, apparentemente stabili, come quella di Oliva Romano, classe 1943, che è andato in pensione dopo 62 anni e che ora può dedicarsi ai nipoti e ai suoi interessi: lanterne a olio e “roba vecchia”. Alla domanda sul come abbia fatto a trovare sempre nuovi stimoli, in tanti anni di attività, lui risponde che ha sempre cercato di creare cose nuove, aprire nuovi negozi, cercando di rimanere ancorato a quello che conosceva, ma sperimentando anche nuove direzioni. La prima bottega di alimentari era stata aperta dalla madre, Anna Cavaletti, nel 1955 per poi diventare negli anni ’70 il DI.A.N.A. (dettaglianti alimentaristi novellaresi associati) con la fusione delle botteghe di Zecchi Wirtus, delle sorelle Ida e Iolanda Parmigiani e della famiglia Foroni Giovanni. Era la nascita di uno dei primi supermarket quando ancora i giganti della spesa cominciavano solo a muovere i primi passi. Negli anni ’90 , con le nuove società, sono stati aperti il DIANA 2 a Campagnola e il DI.AL a Guastalla, fino alla divisione societaria per poi riaprire un nuovo discount a Rio Saliceto. “In 62 anni di attività ho conosciuto tante persone che sono passate dal negozio e che hanno riconosciuto nel DI.A.N.A. un luogo di relazioni e fiducia, dove si acquistava il mangiare per la famiglia, ma anche dove si potevano scambiare due chiacchiere e qualche sorriso. Volevo ringraziare tutti i soci e dipendenti che, nell’arco delle varie gestioni, hanno contribuito al buon andamento dell’azienda e mandare un sentito saluto a tutti i clienti che in tanti anni hanno dimostrato la loro fiducia.” Anno 1955 - Romano agli inizi della sua attività di commerciante. KARATE NOVELLARA Nuova stagione vecchie abitudini Inizia bene la nuova stagione agonistica per gli atleti dell’Asd Shito Sporting Club. Al termine delle due tappe dei campionati provinciali che si sono svolte a Marmirolo (MN) e al Palabam di Mantova i ragazzi di Novellara hanno collezionato 11 ori - 10 argenti - 9 bronzi per un totale di 30 medaglie. Kristina Aliberti - 2 Ori - 1 Argento - 1 Bronzo Arianna Menozzi - 1 Oro - 1 Bronzo. Aurora Menozzi - 2 Argenti Aliberti K. – Menozzi Arianna - Menozzi Aurora (Kata a Squadre) - 1 Oro - 1 Argento Alessandro Battini - 2 Ori Barani Daniele - 1 Oro Gilocchi Giulia - 2 Ori Curatolo Antonietta - 1 Oro - 1 Argeto - 1 Bronzo Curatolo Mafalda - 1 Oro - 1 Argento - 1 Bronzo Sara Pellegrini - 2 Argenti Trematerra Simona - 2 Argenti Di Lorenzo Michele - 1 Bronzo Samuele Bizzarri - 1 Bronzo Amici Julia - 1 Bronzo Saccani Vezzani Marlene - 1 Bronzo Pozzati Samuel - 1 Bronzo Bacigalupi Amedeo 1 bronzo I prossimi appuntamenti vedranno impegnati i nostri atleti ai campionati regionali e nazionali CSI ed ai campionati di federazione FIJLKAM, per chi riuscirà a raggiungere, attraverso il lavoro ed i risultati un livello di altissimo profilo. Battini Fabrizio

[close]

p. 15

15 COMUNE NOVELLARA Circolo tennis “La Rocca” via C.Malagoli n°4 Novellara www.ct-larocca.it info@ct-larocca.it circolo tennis la rocca Assegnati i titoli del torneo sociale Anche quest’anno il Circolo Tennis Novellara ha organizzato un torneo per tutti gli associati. Un appuntamento che ci ha tenuto compagnia per oltre un mese ed è stato un vero successo in ragione dell’elevato numero di atleti partecipanti e della qualità del gioco espresso. Torneo che ancora una volta è riuscito a richiamare molto pubblico grazie al lavoro svolto dagli organizzatori. L’occasione di aggregazione è importante e nello stesso tempo è motivo per confrontarsi e divertirsi. Anche la scuola tennis ne trae giovamento, poiché gli allievi, grazie al torneo sociale, hanno la possibilità di disputare alcune partite con giocatori al di fuori del loro gruppo di allenamento. Tre i tabelloni per suddividere i tanti iscritti: principianti, non agonisti e agonisti. Al termine delle finali disputate lo scorso 28 gennaio sono scaturiti i seguenti vincitori: CAT. PRINCIPIANTI Al terzo posto a pari merito Matteo Lusuardi e Federico Taschini. Ora aspettiamo di vederli nuovamente all’opera e siamo sicuri che saranno ancora più bravi e pronti a diventare degli ottimi tennisti. Molti di loro, nel corso del torneo, hanno mostrato sensibili miglioramenti. CAT.NON AGONISTI Guerra Matteo vs Franchi Claudio 6/1 6/4 Nella finale dei non agonisti bella vittoria di Matteo Guerra che si è imposto su Claudio Franchi al termine di un incontro molto equilibrato, mentre per Cristian Franzini e Simone Razzini, classificatisi al terzo posto, l’appuntamento con la finale è rimandato al prossimo torneo. CAT. AGONISTI Zanetti Daniele vs Pivetti Andrea 6/3 6/3 Nella prima finale vince Daniele Zanetti, che supera non senza difficoltà un combattivo Pivetti. Daniele è un giocatore che durante tutto il torneo ha messo in mostra un ottimo livello di gioco, meritando questo risultato. Dignatici Cristian vs Tagliavini Leonardo 6/3 6/2 Nella finale più importante sono giunti, secondo pronostico Dignatici e il giovane Tagliavini. Davanti a un pubblico delle grandi occasioni hanno regalato colpi e scambi prolungati che hanno strappato ripetuti applausi. Alla fine l’esperienza di Cristian ha avuto la meglio sul promettente “Leo, ” ancora una volta protagonista di uno splendido torneo. Ottime anche le prestazioni di Federico Davoli e Fabio Bidinelli che si sono dovuti accontentare del terzo posto. Al termine si è svolta la cerimonia di premiazione. Dopo i calorosi ringraziamenti da parte degli organizzatori ai numerosi atleti per la correttezza e la grande disponibilità, tutti i presenti sono stati invitati al goloso rinfresco-buffet offerto dal C.T. Novellara. Complimenti anche per Oswald Pavan (a sx.) che si è aggiudicato il torneo TPRA, svoltosi al CT. Beriv di Reggio Emilia lo scorso 20 e 21 gennaio. Con questa vittoria Oswald acquisisce il diritto di partecipazione ai Campionati Provinciali indoor in programma dal 2 al 20 febbraio presso il C.T.Albinea. Per Oswald (lontano da qualche tempo dalle competizioni) un successo importante che gli dà lo stimolo e la fiducia necessaria per ben figurare nelle prossime competizioni sperando in un futuro ricco di soddisfazioni. Giorgio Pagliani Si ricorda che per informazioni su corsi, lezioni individuali e prenotazione campi si può telefonare al n°0522-653026 (ufficio) o al n°3470744239 (istruttore P. Tagliavini). Meloni Auto - Vendita Auto nuove ed usate di tutte le marche Fratelli Meloni - Centro Revisioni Revisione vetture ed autocarri in sede fino a 35 q Revisione ciclomotori - Prova sospensioni gratuita Autorizzazione Ministeriale n° 51 del 22/09/2005 Via A. Negri, 2 Novellara (RE) Tel. 0522 654254 Fax 0522 756377 Via A. Negri, 4 Novellara (RE) Tel. 0522 756662 0522 651237 Autofficina Autodiagnosi Climatizzatori Elettrauto di Andrea Masi TINTEGGI INTERNI ED ESTERNI DECORAZIONI, OPERE MURARIE MANUTENZIONI, PAVIMENTI E PARETI IN RESINA NOVELLARA (RE) via T. Nuvolari, 29 Brioni Stefano 339/7950728 - E-mail: 9llaratinteggiatura@gmail.com

[close]

Comments

no comments yet