ESABAC

 

Embed or link this publication

Description

Brochure illustrativa

Popular Pages


p. 1

ESABAC ESAME DI STATO BACCALAURÉAT UN SOLO ESAME, DUE DIPLOMI 2017-2018 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ANDARE LONTANO ITALIA

[close]

p. 2

SCEGLIERE L’ESABAC, UN PERCORSO D’ECCELLENZA La politica culturale dell’Institut français Italia (IFI) mira a formare giovani generazioni italiane e francesi capaci di capirsi e studiare insieme, con strumenti quali corsi di lingua, esami e certificazioni, e formazione di qualità riconosciuta dal MIUR per professori di francese e “in” francese. La cooperazione linguistica ed educativa tra Italia e Francia si fonda sull’accordo culturale siglato tra i due paesi nel 1949 e rafforzato da un accordo intergovernativo del 2009 per l’EsaBac, certificazione a doppio rilascio: Esame di Stato italiano e Baccalauréat francese. Il 6 maggio 2016 è stato firmato dai due ministri dell’Istruzione un protocollo aggiuntivo per il rilascio del doppio diploma del Baccalauréat tecnico e dell’Esame di Stato di Istituto tecnico, con l’obiettivo condiviso di riflettere sui legami tra scuola e impresa. Il numero di Licei italiani EsaBac è in costante sviluppo da 6 anni, attualmente sono 360 e nel 2018, oltre 30000 studenti seguiranno il programma EsaBac. UN INSEGNAMENTO DI DIMENSIONE EUROPEA Il percorso EsaBac generale permette agli allievi di acquisire la lingua e la cultura del paese partner, studiando in modo approfondito, con una prospettiva europea ed internazionale, i contributi della letteratura italiana e francese. Il programma comune di storia ha l’obiettivo di contribuire a una cultura storica comune ai due paesi, fornendo agli allievi strumenti di comprensione del mondo contemporaneo e preparandoli a diventare degli autentici cittadini europei. UN VERO TRAMPOLINO PER IL FUTURO L’EsaBac non è soltanto un simbolo dell’intesa tra l’Italia e la Francia. Favorisce, per gli allievi che hanno beneficiato di questo percorso d’eccellenza, l’accesso a percorsi universitari italo-francesi (oltre 250). Gli alunni che hanno superato le prove specifiche EsaBac ottengono infatti il Baccalauréat francese che dà accesso all’università in Francia al pari degli studenti francesi. La Francia è il secondo partner economico dell’Italia. Per un giovane Italiano, conoscere la lingua e la cultura francese rappresenta quindi un’interessante prospettiva professionale sul mercato del lavoro italo-francese o francofono. UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE INTEGRATO Si tratta di un percorso di formazione integrato svolto nell’arco di un triennio che prevede quattro ore di Lingua e letteratura francese a settimana e due ore di Storia, in lingua francese. Per accedere gli allievi devono avere un livello di lingua B1 in francese, e la formazione ricevuta permette loro di raggiungere almeno il B2 al momento dell’esame. 2

[close]

p. 3

IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ANDARE LONTANO LETTERATURA E STORIA IN FRANCESE Indicazioni per l’EsaBac generale: LETTERATURA (4 ORE A SETTIMANA – TRIENNIO) Il programma verte su 3 anni con 9 “temi culturali”, dal Medioevo a oggi. • La letteratura medioevale • Il Rinascimento e la Renaissance • La Controriforma e il Barocco; il Classicismo • L’Illuminismo, la nuova razionalità • La nascita di una nuova sensibilità nel XVIII secolo; il Preromanticismo • Il Romanticismo • Il Realismo e il Naturalismo in Francia; Il Verismo in Italia • La poesia della modernità: Baudelaire e i “poètes maudits”; il Decadentismo • La ricerca di nuove forme dell’espressione letteraria e i rapporti con altre manifestazioni artistiche STORIA (2 ORE A SETTIMANA – TRIENNIO) Il programma di tre anni verte sui fondamenti del mondo contemporaneo e la storia europea. I. Dalle grandi eredità alla modernità • L’invenzione della cittadinanza a Atene nel V secolo a.c.* • La cittadinanza nell’impero romano nel I e nel II secolo d.c.* (*) Facoltativo, da studiare solo se non trattato negli anni precedenti • Il Mediterraneo nel XII e XIII secolo: un crocevia di civiltà • Umanesimo, Rinascimento e nuovi orizzonti: una diversa visione dell’uomo e del mondo • Un nuovo universo politico nato dalla Rivoluzione francese II. Il mondo contemporaneo • La politica nell’Europa del XIX secolo: rivoluzioni liberali, nazionali e sociali • La Francia e l’Italia dalla metà del XIX secolo fino alla Prima Guerra mondiale • I progressi della civiltà nell’età industriale dal XIX secolo fino al 1939 • La prima metà del XX secolo: guerre, democrazie, totalitarismi (fino al 1945) • Il mondo dal 1945 fino ai giorni nostri • L’Italia dal 1945 fino ai giorni nostri • La Francia dal 1945 fino ai giorni nostri Rif. Decreto MIUR n.95 08/02/2013 3

[close]

p. 4

INIZIATIVE PER GLI ALUNNI Per contribuire all’eccellenza di questo percorso, ogni anno l’Institut français Italia propone agli alunni un ricco programma di iniziative culturali. VO FESTIVAL DI CINEMA FRANCESE Dai grandi classici ai film più recenti, ai documentari sull’attualità, gli alunni sono invitati a scoprire la produzione cinematografica francese in lingua originale. LISTE GONCOURT, LE CHOIX DE L’ITALIE In presenza di membri illustri dell’Académie Goncourt invitati per questo premio letterario, i liceali EsaBac d’Italia scelgono la loro opera preferita. CONCOURS DE LA FICTION HISTORIQUE Intrecciando nel loro progetto letteratura e storia, gli alunni EsaBac scrivono una novella che sarà letta e valutata da una giuria nominata dall’Institut français Italia. CONCORSO “UN CLIP POUR TA RÉGION” Per gli studenti di 3a e 4a dell’EsaBac Techno, realizzazione di un video di promozione della loro regione, in lingua francese CONFERENZE DELL’ECOLE FRANÇAISE DE ROME Grazie a una collaborazione con l’EFR, i ricercatori di Storia propongono agli studenti un ricco programma di conferenze e incontri. CERTIFICAZIONI DELF DALF Una certificazione DELF DALF rappresenta un valore aggiunto indispensabile per un alunno EsaBac in grado di conseguire il livello C1 e garantisce l’eccellenza, certificata nel suo curriculum vitae: www.testecertificazioni.it STUDI IN FRANCIA Gli addetti alla cooperazione per il francese organizzano per i docenti e gli alunni di Quinta delle giornate di orientamento per proseguire gli studi in Francia. Con la collaborazione dell’agenzia CAMPUS France: www.italie.campusfrance.org Chiedere la brochure “Etudier en France après l’EsaBac” a: blrome@institutfrancais.it PROGRAMMA TRANS’ALP Soggiorni individuali di alunni italiani in Francia - grazie a scambi con alunni francesi delle regioni Piemonte, Campania, Liguria, Puglia e Lombardia. 4

[close]

p. 5

IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ANDARE LONTANO INIZIATIVE PER I DOCENTI L’Institut français Italia propone ogni anno in collaborazione con il MIUR un programma di formazione a livello nazionale e regionale per i docenti delle sezioni EsaBac, a cura di 48 docenti esperti italiani selezionati per l’insegnamento in francese della Lingua e letteratura francese e della Storia (una prima sessione in autunno, una seconda sessione a primavera). Si precisa che l’Institut français Italia dell’Ambasciata di Francia in qualità di ente culturale straniero del Governo francese è soggetto qualificato e riconosciuto per la formazione del personale della scuola ai sensi dell’art. 1 comma 5 della Direttiva n.170/2016. APPUNTAMENTI PER L’ANNO 2017-2018 • settembre 2017: riunione dei docenti esperti regionali e riunione nazionale dei referenti EsaBac degli USR • 8-11 novembre: seminario di formazione dei docenti dell’Emilia Romagna e della Lombardia, a cura del Memoriale della Shoah • 20-22 novembre: seminario nazionale dei docenti EsaBac Techno • luglio 2018: seminari di formazione in Francia FORMAZIONE LINGUISTICA, CERTIFICAZIONI E MOBILITÀ Tutto l’anno, le sedi dell’Institut français a Milano, Firenze, Roma, Napoli e Palermo propongono corsi di formazione linguistica specifici per i docenti, anche corsi online, e corsi di preparazione alle certificazioni DELF DALF per i docenti CLIL. Per la mobilità in Francia, i docenti possono usufruire di finanziamenti Erasmus +. Vedere i centri specializzati (CIEP-CLA-CAVILAM-CUEF...) nel catalogo Qualité Fle (www.qualitefle.fr). ASSISTENTI DI LINGUA FRANCESE Ogni anno un centinaio di assistenti francesi sono nominati nelle scuole medie e superiori italiane. Vedere bando pubblicato dall’USR ogni anno a febbraio. per info: MIUR - Internazionalizzazione del sistema di istruzione e formazione www.istruzione.it 5

[close]

p. 6

LE PROVE D’ESAME L’EsaBac prevede una prova scritta e orale in lingua francese di Lingua e letteratura francese e un’altra scritta di Storia. 1. La prova scritta di Lingua e letteratura francese prevede una delle seguenti modalità di svolgimento, a scelta del candidato: • analisi di un testo dalla produzione letteraria in francese dal 1850 ai giorni nostri • o saggio breve, da redigere sulla base di un corpus di testi letterari e iconografici relativi al tema proposto, avvalendosi anche delle proprie conoscenze 2. La prova scritta di Storia in francese verte sul programma dell’ultimo anno di corso e prevede una delle seguenti modalità, a scelta del candidato: • composizione sul tema proposto • o studio e analisi di un insieme di documenti, scritti e/o iconografici 3. La prova orale di Lingua e letteratura francese si svolge nell’ambito del Colloquio. NB: una eventuale valutazione negativa delle prove d’esame EsaBac non può inficiare la validità dell’Esame di Stato. UN SOLO ESAME, DUE DIPLOMI I candidati avendo superato con successo, da una parte le prove dell’Esame di Stato e, dall’altra le due prove specifiche dell’EsaBac, ottengono il diploma d’Esame di Stato ed il Baccalauréat. CORRISPONDENZA TRA INDIRIZZI • liceo classico o linguistico: baccalauréat littéraire • liceo scientifico: baccalauréat scientifique • liceo scienze umane /opzione economico-sociale: baccalauréat économique et social • istituto tecnico, indirizzo Turismo: baccalauréat Sciences et technologies de l’hôtellerie et de la restauration • istituto tecnico, indirizzo Amministrazione, finanza e marketing: baccalauréat Sciences et technologies du management et de la gestion 6

[close]

p. 7

IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ANDARE LONTANO L’ESABAC TECNICO, PERCORSO STRATEGICO PER IL LAVORO L’estensione dell’EsaBac all’insegnamento tecnico è entrato in vigore, in Italia e in Francia, dall’anno scolastico 2016/2017. Quarantatre sezioni EsaBac Techno sono state aperte da settembre 2016 in Italia, 7 in Francia. UN INSEGNAMENTO TECNOLOGICO EUROPEO L’Italia e la Francia desiderano, tramite questo progetto comune, aumentare la mobilità e dare una risposta alla sfida dell’inserimento professionale dei giovani. L’EsaBac Techno consentirà l’acquisizione di competenze linguistiche e interculturali di alto livello al fine di garantire ai giovani un orientamento adeguato al mondo del lavoro e delle conoscenze aperte al contesto internazionale: un vantaggio innegabile sul mercato del lavoro. Due indirizzi economici sono stati scelti nella fase attuale: • l’indirizzo “Amministrazione, finanza e marketing” (in Francia, série STMG «Sciences et technologies du management et de la gestion ») • l’indirizzo “Turismo” (in Francia, série STHR « Sciences et technologies de l’hôtellerie et de la restauration ») UNA FORMAZIONE ALLA REALTA’ ECONOMICA EUROPEA Sapevate che la Francia e l’Italia sono l’una per l’altra il secondo partner economico? Che la Francia è la terza destinazione preferita dagli studenti italiani? La relazione Francia-Italia nel settore dell’economia e del commercio La Francia e l’Italia sono l’una per l’altra dei partner economici fondamentali, con circa 70 miliardi di euro di scambi nel 2015, ovvero circa 200 milioni di euro di scambi quotidiani. La Francia è il secondo cliente e fornitore della penisola. L’Italia è il quarto importatore di prodotti agroalimentari francesi e costituisce uno dei mercati privilegiati per le automobili francesi (il 7,8% delle esportazioni si realizzano in Italia) e i prodotti metallurgici (9,4%). La Francia è il primo investitore in Italia: ci sono più di 1600 filiali francesi in Italia, che occupano più di 200 000 addetti. Rif. Decreto MIUR n.614 04/08/2016 7

[close]

p. 8

La relazione Italia-Francia nel settore del turismo Il turismo è un’attività fondamentale nella relazione italo-francese. Entrambe le economie si basano su vasti settori turistici molto simili, quali la cultura, il patrimonio, enogastronomia, il turismo balneare, verde e urbano. Ogni anno, quasi 7,5 milioni di Italiani si recano in Francia per 42,7 milioni di pernottamenti (destinazione Parigi, Costa azzurra, Lourdes, Corsica...); i turisti italiani rappresentano l’8,9% della clientela straniera per la Francia per circa 3,5 miliardi di euro di entrate turistiche. I Francesi rappresentano il 7,7% dei turisti che vengono in Italia. La Francia è la prima destinazione straniera degli Italiani. L’Italia è la seconda destinazione straniera dei Francesi. LE PROVE D’ESAME Il progetto “EsaBac Techno” viene attivato per il biennio 2016-2017/2017-2018 a partire dalle classi terze - già autorizzate nell’anno scolastico 2016-2017 - degli istituti tecnici nei settori economici interessati (attualmente facenti parte del dispositivo EsaBac) che adotteranno i programmi specifici dell’EsaBac Techno. L’esame EsaBac Techno si svolgerà a regime a partire dalla sessione 2019 per tutti gli istituti scolastici tecnici dei settori coinvolti, che assicurino a partire dalle terze classi dell’anno scolastico 2016-2017 lo svolgimento del percorso formativo triennale previsto dal Protocollo aggiuntivo. Oppure dalla sessione 2018 per le classi quarte che opteranno a domanda, previa delibera degli organi collegiali d’Istituto, per l’EsaBac Techno. La parte di esame specifica, denominata EsaBac Techno, è costituita da: 1. una prova scritta e orale in lingua francese, di lingua comunitaria/lingua straniera, denominata “lingua, cultura e comunicazione” 2. una prova orale di storia veicolata in francese, nell’ambito del colloquio. La prova scritta verte sul programma specifico dell’EsaBac Techno secondo una modalità di svolgimento a scelta del candidato tra: a. studio e analisi di un insieme di più documenti (non più di 4) di cui uno iconografico, relativo alla specificità dell’indirizzo di studio b. analisi di un testo relativo alla specificità dell’indirizzo di studio. Nell’ambito del colloquio si svolge, in francese, la prova orale di Lingua, cultura e comunicazione di Storia sulla base di uno o più testi di supporto, compresi nel programma di studio dell’ultimo anno. 8

[close]

p. 9

IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ANDARE LONTANO LINGUA, CULTURA E COMUNICAZIONE Il percorso di formazione integrata di lingua, cultura e comunicazione si svolge durante il triennio in ambiti diversi ma correlati: linguistico, letterario, turistico o economico. INDIRIZZO TURISTICO: INDICAZIONI TEMATICHE • Il mercato turistico: aspetti micro e macro-economici • Le infrastrutture e i trasporti in Francia e in Italia: evoluzione e nodi in Europa • La ricettività classificata e tradizionale: hotel, residenze, villaggi turistici, agriturismi e campeggi • Studio di una regione francese, la sua offerta turistica (raccordo con i progetti di alternanza Scuola-Lavoro) • L’organizzazione turistica: i tour operator, le agenzie per l’accoglienza, le nuove tendenze B&B, coach surfing, albergo “diffuso”, hotel boutique… • Il turismo come demoltiplicatore dello sviluppo economico e sociale: sostenibile, solidale, equo, la responsabilità etica dell’impresa • Il marketing turistico e il marketing d’impresa; marketing integrato • La promozione turistica del territorio grazie a Internet e strumenti “peer-to-peer” • Gli itinerari tematici incrociati, natura, arti applicate, letteratura, folklore, enogastronomia; itinerari tematici sul patrimonio artistico e monumentale di una città (raccordo con i progetti di alternanza Scuola-Lavoro) INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING: INDICAZ IONI TEMATICHE • Le infrastrutture e i trasporti in Francia e in Italia: evoluzione e nodi europei • Le forme giuridiche dell’impresa e le nuove modalità del commercio online • Le regioni francesi: studio di una regione e delle sue forme principali di economia (raccordo con i progetti di alternanza Scuola-Lavoro) • Il marketing per la ricerca di nuovi mercati o per la creazione di nuovi bisogni • L’economia locale del territorio contro la grande distribuzione e il franchising • Lo sviluppo economico sostenibile e il commercio equo e solidale • Il sistema bancario francese e la sua presenza in Italia • L’innovazione tecnologica e la ricerca di nuovi mercati: le start-up • Import/export Francia-Italia: le sfide del paese partner nelle relazioni e negli scambi europei e internazionali 9

[close]

p. 10

STORIA Il programma di Storia per l’EsaBac Techno verte sul periodo compreso dal Medioevo ad oggi, e tratta gli argomenti di studio dell’EsaBac generale (v. sopra) in relazione con i contesti socio-economici, tecnologici e culturali. LE RISORSE L’Institut français Italia mette a disposizione dei docenti delle risorse online e un accompagnamento didattico per l’insegnamento del francese e in francese: • IFProfs Italie https://it.ifprofs.org • Le français de l’histoire accessibile a tutti e dedicato ai docenti CLIL Storia per rafforzare le loro competenze linguistiche http://lefrancaisdelhistoire.institutfrancais.it • Culturethèque, la mediateca digitale dell’Institut français www.culturetheque.com I REFERENTI ESABAC ADDETTI ALLA COOPERAZIONE PER IL FRANCESE Valle d’Aosta - Piemonte - Liguria – Lombardia Ileana Guzman c/o Institut français Milano ileana.guzman@institutfrancais.it – tel +39 02 48 59 19 23 Toscana - Emilia-Romagna - Veneto - Friuli V.G – Trentino Alto Adige Florence Bonnand c/o Institut français Firenze florence.bonnand@institutfrancais.it – tel +39 055 271 88 16 Lazio - Umbria - Abruzzo - Marche – Sardegna Anne Darmouni c/o Institut français Italia a Roma anne.darmouni@institutfrancais.it – tel. + 39 06 6860 1841 Basilicata - Campania - Molise – Puglia Christophe Chillio c/o Institut français Napoli christophe.chillio@institutfrancais.it – tel +39 081 761 62 62 Sicilia – Calabria Valérie Le Galcher-Baron c/o Institut français Palermo valerie.legalcher-baron@institutfrancais.it – tel +39 091 652 72 21 10

[close]

p. 11

IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ANDARE LONTANO REFERENTI ESABAC UFFICI SCOLASTICI REGIONALI Abruzzo - usrabruzzo.mgabriellaorsini@gmail.com Basilicata - debora.infante1@gmail.com Calabria - maria.marino35@istruzione.it Campania - gennaro.salzano@istruzione.it Emilia Romagna - giovanni.desco@istruzione.it - sabina.benenati@istruzione.it Friuli Venezia Giulia - paola.floreancig@istruzione.it Lazio - anita.francini@istruzione.it - michela.corsi1@istruzione.it Liguria - benedetto.maffezzini@istruzione.it Lombardia - relazioni.lingue@gmail.com Marche - alessandra.diemidio@istruzione.it Molise - antenucci.usrmolise@gmail.com Piemonte - tecla.riverso@istruzione.it Puglia- erminiaparadiso@gmail.com Sardegna - antonello.floris1@istruzione.it Sicilia - giorgio.cavadi@istruzione.it Toscana - daniela.cecchi2@istruzione.it Trentino Alto Adige – Provincia autonoma di Trento - dip.conoscenza@provincia.tn.it Provincia autonoma di Bolzano - issovr-scol@scuola.alto-adige.it Umbria - antonella.gambacorta@istruzione.umbria.it Veneto - ordinamenti.veneto@istruzione.it Valle d’Aosta - istruzione@regione.vda.it Cerimonia del Baccalauréat - Napoli, 24 marzo 2017 11

[close]

p. 12

AMBASCIATA DI FRANCIA IN ITALIA INSTITUT FRANÇAIS ITALIA Settore cooperazione linguistica e educativa Via Giulia, 251 – 00186 ROMA tel +39 06 68 60 18 42 – blrome@institutfrancais.it Laurence Emile-Besse, Addetta alla cooperazione educativa MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DG Ordinamenti scolastici e Valutazione del Sistema nazionale di Istruzione - Ufficio III Viale Trastevere, 76 A – 00153 ROMA tel (+39) 06 5849 2221 - dgosv.ufficio3@istruzione.it Consultare le pagine dedicate all’EsaBac sul sito web del MIUR www.miur.gov.it/web/guest/esabac Le réseau social de l’éducation en français ITALIE https://it.ifprofs.org www.institutfrancais.it ITALIA

[close]

Comments

no comments yet