Zaino in Spalla n.15 - 2018

 

Embed or link this publication

Description

Programma attività 2018 della sezione CAI di Este

Popular Pages


p. 1

Zaino in Spalla Periodico della Sezione CAI di Este Via San Rocco, 1 Este (Padova) Numero 15 - Gennaio 2018 Calendario Attività 2018 Club Alpino Italiano Sezione di Este

[close]

p. 2



[close]

p. 3

Zaino in Spalla Periodico di informazione della Sezione CAI di Este via San Rocco, n.1 N. 15 - gennaio 2018 SOMMARIO In questo numero: Pag. 4 ... Saluto del presidente Pag. 6 ... Calendario delle escursioni Pag. 8 ... Notiziario Pag.10 ... Consiglio Direttivo Pag.12 ... Attività Sezionali: regolamento Pag.14 ... Equipaggiamento consigliato Pag.16 ... Norme elementari di sicurezza … e di comportamento Pag.17 ... Classificazione dei percorsi in base alle difficoltà Pag.20 ... Gruppo Colli Euganei Pag.22 ... Gruppo Cicloescursionismo Pag.23 ... Gruppo Ferrate CAI Este Pag.24 ... Gruppo Manutenzione Sentieri Pag.25 ... Gruppo Roccia Pagg.26 - 80 ... Schede attività ed escursioni Pag.82 ... 5° Corso E2 ... per dare forma al cielo Pag.83 ... 5° Corso E2 ... una piccola scintilla che si accende Pag.84 ... Insieme per i nostri sentieri sui Colli Euganei Fateci pervenire i resoconti delle vostre escursioni e/o esperienze di trekking, storie di persone, stili di vita o tutto ciò che ha a che fare con la montagna. In questo modo la rivista può continuare a vivere, come rimarranno vivi i vostri ricordi. Agli autori chiediamo di limitare gli articoli a due facciate e di inviarli in sede tramite e-mail all’indirizzo: redazione.zainoinspalla@gmail.com La Redazione: Elio Antoniazzi, Stefano Torcelli e Alessia Toso. Foto di copertina: Cima Slimber - Lagorai foto di Elisabetta Piccioni 3

[close]

p. 4

Saluto del Presidente ...e vidi il sole che percotea la montagna essere più luminoso quivi che nella bassa pianura. Leonardo Da Vinci Cari Soci tutti, ci ritroviamo anche quest’anno con nuove iniziative e nuovo impegno da portare avanti come volontari, volti a soddisfare le molte aspettative. Prima di tutto rivolgo un sincero ringraziamento a quanti hanno condiviso tutto il lavoro fin qui svolto, dando un contributo costruttivo nelle varie attività, credetemi, richiede impegno, determinazione, costanza. Sono state molte le iniziative di vario genere svolte durante l’annata e molte si proiettano nell’anno avvenire: corsi di escursionismo avanzato, in ambiente innevato, sci di fondo, uscite settimanali sui Colli Euganei, manutenzione sentieri, le consuete uscite escursionistiche sulle ns. montagne intorno, ferrate, mtb, gite turistiche...ma non troppo, roccia e ghiacciaio. Non parlo di attività solo come gite, escursioni, corsi... che pure sono molto impegnativi, ma anche del lavoro quasi quotidiano in sede, tra tesseramenti, contabilità, rapporti con i soci e con la Sede Centrale, locandine, foto da gestire, sponsor, lavori in sede, pulmino, richieste da inoltrare e serate da preparare.... E’ un impegno costante e forse noioso, la parte contabile e organizzativa non dà frutti e riscontri visibili, eppure è necessaria, anzi indispensabile. Volontariato, appunto, aperto e disponibile, ciascuno nelle proprie capacità e competenze, con la certezza....di non essere mai pagati, ma con l’obiettivo finale del buon funzionamento della ns. Sezione. La partecipazione è aperta a tutti, aspettiamo nuove adesioni, sfatando quel pensare generale che vuole una società sempre più chiusa ed egoista, ognuno può dare il proprio contributo, anche piccolo... volontariato. Buon 2018 montanaro a tutti !!! La Presidente Mirella Zancan 4

[close]

p. 5



[close]

p. 6

CALENDARIO DELLE ATTIVITA’ 2018 Il termine utile per le iscrizioni è il giovedì, precedente la gita. L’adesione va confermata in Sede, previo pagamento della relativa quota. Gennaio 13 Inizio Corso Sci di Fondo, con Marco Ruzzante 14 Monte Civillina, con Dario Dal Buono E Febbraio 18 Rifugio Chiggiato, con Zancan, Piccioni e Chiggio 23 Assemblea Generale dei Soci 19 Monte Guslon, con Davide Bizzaro (sci e ciaspe) (ciaspe) Marzo 3 Apertura Gruppo Roccia 11 Monte Finonchio, con Osvaldo Pasin (ciaspe) 18 Apertura Stagione Estiva 29 Ritrovo in sede per gli auguri Pasquali Aprile 8 Strada del Genio-Col del Gal, con Marsan, Cecchin e Rubini E 9-10 Il CAI incontra la Scuola Primaria del Pilastro 22 Monte Summano, con Michael Chiggio 28 Forra del lupo, con Osvaldo Pasin E E Maggio 6 Col dell’Orso-Salaroli, con Lorenzo Lunardi AE 12 Cima Capi, con Marsan, Cecchin e Rubini E EEA 13 Giornata Nazionale dei Sentieri 20 Monte Stivo, con Federico Zuccolin ASE 27 Campo Gallina di Galmarara, con Zancan, De Poli, Chiggio E E Giugno 10 Castello di Pietra, con C. Bellucco ed E. Piccioni 17 Monte Laste, con S. Torcelli ASE e A. Toso ASE 23 Marmolada, con Elisabetta Piccioni e Mirella Zancan 30 Monte Bivera e Clap, con Lorenzo Lunardi AE 6 E E PD EE

[close]

p. 7

Luglio 6 - 7 MBeolnlovtitsoo, con Lorenzo Lunardi, Maura Marangon e Paolo PD 15 Cadin degli Elmi, con Davide Bizzaro EE 21-22 Strada degli Alpini, con Cecchin, Marsan e Rubini EEA 29 Malga Pelsa, con Marco Ruzzante E Agosto 4 Ferrata Dino Buzzati, con M. Zancan e A. Aldrigo EEA Settembre 1 Monte Mulaz, con E. Antoniazzi, M. Chiggio 15-16 Ferrata Peralba-Chiadenis, con Lunardi AE e Aldrigo 23 Altissimo di Nago, con Federico Zuccolin ASE EEA EEA E Ottobre 6-7 Libro Aperto, con Osvaldo Pasin 13 Pizzo Arera, con Paolo Bellotto AE e Maura Marangon AE 21 Cima Tognazza, con Marco Ruzzante 28 Monte Palmar, con Mirella Zancan e Michael Chiggio E E E E Novembre 10 Cena Sociale con premiazione soci venticinque/cinquantennali 17 Sojo Vasaro, con Segato, Bellotto AE e Marangon AE E Dicembre 20 Ritrovo in sede per gli Auguri Natalizi • Il 2° corso di Escursionismo in ambiente innevato (EAI) inizierà mercoledì 10 gennaio e terminerà sabato 24 febbraio • In programma uscite per la manutenzione e segnalazione sentieri sui Colli Euganei • Serate culturali 7

[close]

p. 8

Notiziario Anno di fondazione: 1953 Sede sociale e segreteria: Via San Rocco, 1 – 35042 ESTE Orari di apertura sede: ogni martedì e giovedì dalle ore 21:00 alle ore 23:00. Sabato mattina dalle ore 10:30 alle ore 12:30 solo nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile. Telefono e fax: 0429/2576 Indirizzo Internet: www.caieste.org - e-mail: caieste@alice.it Situazione soci al 30 settembre 2017: Ordinari: 315 Familiari: 111 Giovani: 14 Totale Soci: 440 QUOTE SOCIALI Socio ordinario Socio famigliare Socio giovane Socio giovane “ridotto” Socio ordinario Juniores Tesseramento anno 2017 RINNOVO 1° ISCRIZIONE NOTE € 44,00 € 50,00 € 25,00 € 31,00 Stesso indirizzo del socio ordinario. Non riceve le riviste € 16,00 € 22,00 Fino a 18 anni. Non riceve le riviste. € 9,00 € 15,00 A partire dal secondo socio giovane per famiglia. € 25,00 € 31,00 Soci ordinari di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti L’iscrizione al CAI attiva le seguenti coperture assicurative • Infortuni: assicura i soci nell’attività sociale per infortuni (morte, invalidità permanente e rimborso spese di cura). È valida ESCLUSIVAMENTE in attività sociale organizzata dalla sezione, sottosezioni, organismi territoriali e sede centrale deliberate preventivamente dagli organi competenti. • Soccorso Alpino: prevede per i soci il rimborso di tutte le spese sostenute nell’opera di ricerca, salvataggio e/o recupero, sia tentata che compiuta. È valida sia in attività organizzata che personale • Responsabilità civile: assicura il Club Alpino Italiano, le Sezioni e i partecipanti ad attività sezionali, i Raggruppamenti Regionali, gli Organi Tecnici Centrali e Territoriali. È valida ESCLUSIVAMENTE in attività organizzata. Mantiene indenni gli assicurati da quanto siano tenuti a pagare a titolo di risarcimento per danni involontariamente causati a terzi e per danneggiamenti 8

[close]

p. 9

a cose e/o animali. • Tutela legale: assicura le Sezioni e i loro Presidenti, i componenti dei Consigli Direttivi ed i Soci iscritti. Difende gli interessi degli assicurati in sede giudiziale per atti compiuti involontariamente. Per Presidenti e Consiglieri vale anche per delitti dolosi se verrà accertata l’assenza di dolo. Coperture Assicurative per i Soci Massimali Caso di morte Invalidità permanente Rimborso spese Combinazione A € 55.000,00 € 80.000,00 € 1.600,00 Combinazione B * € 110.000,00 € 160.000,00 € 2.000,00 * per accedere alla combinazione B costo aggiuntivo annuo di € 4,00 da richiedere ESCLUSIVAMENTE al momento dell’iscrizione o rinnovo della tessera. Tutti i soci inoltre hanno diritto: • alla copertura assicurativa sia per gli interventi del Soccorso Alpino (C.N.S.A.S.) a seguito di incidenti in montagna, sia per gli infortuni nelle attività istituzionali organizzate dalle strutture centrali e periferiche del CAI, sia personali; • al trattamento preferenziale ed adeguato in tutti i rifugi del CAI e delle altre associazioni aderenti all’UIAA; • all’invio gratuito del periodico mensile CAI “Montagne 360°”; • alla consultazione e prestito di guide, riviste, manuali e opere di letteratura di montagna in dotazione alla ricca biblioteca sezionale; • alle agevolazioni particolari per l’acquisto di pubblicazioni sociali, quali guide e manuali; • agli sconti presso negozi convenzionati di articoli sportivi e librerie specializzate. Rinnovi ed iscrizioni I rinnovi annuali delle tessere vanno effettuati presso il CAI di Este. I nuovi soci devono ritirare e compilare il modulo predisposto ed allegare una fotografia formato tessera. Il mancato rinnovo della tessera entro il 31 Marzo comporta la perdita dei benefici derivanti dalle coperture assicurative e la sospensione delle pubblicazioni periodiche. È possibile rinnovare l’iscrizione, intestando al Club Alpino Italiano Sezione di Este tramite bonifico intestato alla Banca Sviluppo S.p.A. codice IBAN: IT04I0313962560000000205588 aggiungendo € 1,50 per spese di segreteria e invio bollino a domicilio, specificando la causale del versamento; è obbligatorio notificare il bonifico via e-mail (caieste@alice.it). 9

[close]

p. 10

Consiglio Direttivo Presidente Zancan Mirella Vice Presidente Pasin Osvaldo Tesoriere Zuccolin Federico Segretaria Toso Alessia Consigliere Antoniazzi Elio Consigliere Bellotto V. Paolo Consigliere Bizzaro Davide Consigliere Filon Mario Consigliere Montanaro Giancarlo Consigliere Piccioni Elisabetta Consigliere Torcelli Stefano Revisori dei conti Pavan Franco Zago Mario Zandolin Ivana tel. 333 8117189 tel. 338 2928758 tel. 340 4154128 tel. 346 8027809 tel. 334 2203016 tel. 331 3646600 tel. 328 5621894 tel. 329 6718391 tel. 339 4635018 tel. 349 8423587 tel. 349 2188652 tel. 0429 50230 tel. 0429 2891 tel. 0429 55332 Incarichi sezionali: AE Accompagnatori Escursionismo: Paolo Bellotto, Lorenzo Lunardi e Maura Marangon Accompagnatori Escursionismo in ambiente innevato: Lorenzo Lunardi ASE Accompagnatori Sezionali Escursionismo: Stefano Torcelli, Alessia Toso e Federico Zuccolin Referente Commissione Escursionismo: Mirella Zancan Referenti Gruppo Colli Euganei: Alessia Toso e Stefano Torcelli Referente Gruppo Roccia: Mirella Zancan Referente Gruppo Ferrate: Silvano Rubini Referente Gruppo Mountain Bike: Claudio Coppola Referente Gruppo Manutenzione Sentieri: Stefano Torcelli e Alessia Toso Referente Escursionismo Storico: Marco Segato Redazione “Zaino in Spalla”: Elio Antoniazzi, Stefano Torcelli e Alessia Toso Biblioteca: Pino Avanzini, Stefano Torcelli e Michael Chiggio Responsabili del sito web: Michael Chiggio, Alberto Gallo e Elio Antoniazzi 10

[close]

p. 11

11

[close]

p. 12

Attività Sezionale: regolamento • La partecipazione alle uscite organizzate dalla sezione, computa la conoscenza integrale del presente regolamento. • La partecipazione alle attività sezionali è aperta ai soci di tutte le sezioni in del C.A.I. in regola con il tesseramento, e ai non soci. • Le persone minorenni devono essere accompagnate da un familiare o da altra persona maggiorenne delegata per iscritto dai genitori o anche da soli con autorizzazione scritta di un genitore. • Per i ragazzi di età inferiore ai 14 anni, accompagnati dai genitori, la partecipazione è gratuita. • Il termine ultimo utile per le iscrizioni alle uscite di un giorno è limitato al giovedì precedente l’escursione stessa, previo versamento dell’intera quota. Per le gite di più giorni il termine ultimo verrà indicato di volta in volta con il relativo acconto da versare contestualmente all’iscrizione. • L’iscrizione è strettamente personale e non dà diritto al rimborso in caso di rinuncia; è tuttavia ammessa la cedibilità a terzi in casi di forza maggiore. • L’ordine di iscrizione è titolo preferenziale per l’attribuzione dei posti nel pulmino. • Le iscrizioni si possono accettare anche telefonicamente purché vengano successivamente confermate in sede con il pagamento della quota prevista. • Per cause di forza maggiore gli organizzatori hanno la facoltà di modificare il programma e l’orario. È altresì facoltà degli stessi escludere i partecipanti ritenuti non idonei o insufficientemente preparati o equipaggiati. • Per le escursioni che presentano difficoltà alpinistiche l’attrezzatura necessaria sarà specificata nel programma ed il partecipante dovrà esserne munito. • Durante le gite ed escursioni è fatto divieto di prendere iniziative personali se non concordate con gli organizzatori. Si eviteranno così errori di percorso e perdite di tempo. • Per il pernottamento nei rifugi è obbligatorio l’uso del sacco lenzuolo o del sacco a pelo. 12

[close]

p. 13

• Tutti i partecipanti SOCI alle escursioni usufruiscono “dell’attivazione automatica della copertura assicurativa infortuni in tutte le attività e iniziative istituzionali organizzate sia dalle strutture centrali che da quelle periferiche del CAI”. • Con il solo fatto di iscriversi alla gita, i partecipanti accettano ed osservano il presente Regolamento ed esonerano la Sezione di Este e gli organizzatori da ogni e qualunque responsabilità civile per qualsiasi genere di incidente che possa verificarsi nel corso dell’escursione. I costi delle gite verranno stabiliti di volta in volta, secondo tabelle deliberate dal Consiglio Direttivo e disponibili in sede per i capogita. • S.O.S: in tutta la regione Veneto basta comporre il numero 118, o il numero telefonico della più vicina Stazione di Soccorso Alpino. Il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico è una struttura operativa del CAI, per informazioni consultare il sito www.cnsas.it 13

[close]

p. 14

Equipaggiamento Consigliato • Escursioni a basse quote. Scarponcini leggeri o scarpe da avvicinamento, calze leggere, pantaloni adeguati, maglia leggera, pile, biancheria di ricambio, giacca a vento, berretto, borraccia ed un sacchetto per le immondizie, fischietto • Escursioni a quote medie. Scarponi, pantaloni tecnici, calzettoni, più maglie tecniche, giacca a vento, berretto e guanti di lana, borraccia, biancheria di ricambio ed un sacchetto per le immondizie, fischietto. • Escursioni ad alte quote. Come al punto 2, aggiungendo eventuali ghette da neve, piccozza, ramponi, crema solare. Attenzione: con la neve indispensabili gli occhiali da sole. Abituarsi a portare sempre con sé un coltellino, telo termico e una pila frontale per le eventuali emergenze. Eventuali attrezzature particolari relative ad un determinato itinerario verranno indicate con la descrizione del percorso di cui trattasi. Le attrezzature obbligatorie nelle vie FERRATE: • imbragatura completa o bassa - casco protettivo • set dissipatore di energia omologato UIAA – CE EN 958 - guanti da ferrata Nell’attraversamento di GHIACCIAI: • imbragatura bassa - due moschettoni con ghiera • due cordini da alpinismo (lunghi m 1,80, di diametro mm 7) - ramponi • piccozza - ghette • occhiali da ghiacciaio -manopole di lana • corda da alpinismo (lunga m 50, di diametro non inferiore a mm 9) da usare nella progressione sul ghiacciaio In caso di incidente Mantenere la calma, non agire d’impulso, cercando di valutare la situazione. Adottare misure idonee per evitare e prevenire altri rischi. Segnalare la necessità di soccorso chiamando il 118 (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico), attivo per tutto l’arco delle 24 ore. Se ciò non fosse possibile, usare i seguenti metodi di segnalazione: 1. Segnalazione acustica. Fare sei volte in un minuto un segnale ad intervalli regolari (ogni 10 secondi). Lasciare un minuto di pausa e ripetere l’operazione. Si possono lanciare grida, oppure e meglio usare un fischietto (è bene averne sempre uno nello zaino). 2. Segnalazione visiva. Gli stessi segnali di cui al punto 1 possono 14

[close]

p. 15

essere fatti anche con uno specchietto od una torcia elettrica (di notte). Chi riceve una richiesta di soccorso risponde facendo un segnale acustico 3 volte in un minuto (ogni 20 secondi). 3. Segnalazione diretta. ( in caso di avvistamento dall’elicottero) Si possono fare con le braccia le segnalazioni di uso internazionale di seguito descritte: Nel caso in cui occorra aiuto: entrambe le braccia alzate al cielo. Sì alle domande del pilota. Atterrare qui. Nel caso in cui non occorra aiuto: braccio sinistro alzato al cielo, braccio destro a terra; entrambe le braccia devono fare una diagonale. No alle domande del pilota. Non atterrare qui. Nel dare le istruzioni per l’atterraggio dell’elicottero tenere presente quanto segue: con le braccia allargate rimanere fermi ai bordi del posto di atterraggio; nel limite delle possibilità l’area circostante l’atterraggio dell’elicottero deve essere libera da ostacoli emergenti per circa metri 20X20. ATTENZIONE! Non allontanarsi prima che le pale del rotore non si siano fermate: per il pilota voi siete un importante punto di orientamento. Tutto il vestiario, eventualmente disposto a terra per agevolare il pilota, va protetto con sassi o altro dal forte spostamento d’aria provocato dalle pale! In caso di temporale Dove mettersi. • lontano da vette e creste (distanza minima 15 metri). • lontano da canaloni, corsi d’acqua, spaccature della roccia, cavità, alberi isolati. • almeno ad un metro di distanza da qualsiasi parete verticale. Che cosa fare. • allontanare da sé tutto il materiale metallico (piccozza, ramponi, ecc). • sedersi a terra con le gambe rannicchiate. Pronto soccorso nello zaino Nello zaino è bene avere sempre un piccolo set di materiale per pronto soccorso, soprattutto per escursioni di più giorni. Il set non deve trasformarsi in farmacia ambulante; le cose utili sono poche. • una confezione piccola di cerotti medicati assortiti; • un rotolo di cerotto non medicato alto 5 cm; • un flaconcino di disinfettante o qualche salvietta antisettica - cotone idrofilo; • una benda di garza - qualche compressa di aspirina - collirio 15

[close]

Comments

no comments yet