Systema Bollettino Economico della Camera di Commercio I.A.A. di Ravenna - n.3 dicembre 2017

 

Embed or link this publication

Description

Systema Bollettino Economico della Camera di Commercio I.A.A. di Ravenna - n.3 dicembre 2017

Popular Pages


p. 1

Anno LXXII > n. 3 > Dicembre 17 > Quadrimestrale Agricoltura, PAC accordo strategico CAattmiveirtaàle AMBIENTE&FUTURO, IL CASSETTO PREMIO PER SCUOLE DIGITALE PER E IMPRESE L'IMPRENDITORE IL NETWORK TERRITORIALE LE ATTIVITÀ 2018 DELL'ALTERNANZA SUI MERCATI SCUOLA-LAVORO ESTERI

[close]

p. 2



[close]

p. 3

puoi trovare Systema on line su www.ra.camcom.gov.it. iplNesuriAsnonrtoviLeXlXiaImI >snn.ta2cr> Auitgaousmtor1re7ie>sQnutAditrIcmiesotrALe CAAtmtiveritAàle 1D5GEªILEOLDR'EINZCAIOTOANNOEMIA ILPPEPRRAOEMGSOEETDTEIRCNAIMZZEARRAELI CLOPAMOSRPATIPEOI,R60 ANNI MAIEMREAPTVIRNEEGNNNDAITUONRIIMA PFOEMRTMAINNTIELE, sul sito puoi trovare, inoltre, tutto quello che vuoi sapere su: • spid, firma digitale, carta nazionale dei servizi (C.N.S.), • registro alternanza scuola-lavoro • arbitrato e mediazione Periodico quadrimestrale della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Ravenna  Anno LXXII numero 3/dicembre 2017 Reg.Tribunale di Ravenna Decreto n. 418 del 21/05/1960 Direttore Natalino Gigante Presidente Camera di Commercio di Ravenna Direttore responsabile Paola Morigi Gruppo redazionale Cinzia Bolognesi, Roberto Finetto, Maria Elisabetta Ghiselli, Fabiola Licastro, Laura Lizzani, Giovanni Casadei Monti, Paola Morigi, Barbara Naldini, Maria Cristina Venturelli, Danilo Zoli Segreteria di redazione Alessandra Del Sordo Tel. 0544 481489 Fax 0544 481500 alessandra.del sordo@ra.camcom.it Foto Archivio Camera di Commercio di Ravenna Coordinamento editoriale e impaginazione Mistral Comunicazione Globale sas di Venturelli M. Vittoria e C. Progetto grafico Tuttifrutti - Ravenna Pubblicità P.zza Bernini 6 - Ravenna Tel. 0544 511311 Fax 0544 511555 info@publimediaitalia.com www.publimediaitalia.com Iscrizione R.O.C. 3083 Direzione e amministrazione Viale Farini, 14 - 48121 Ravenna Tel. 0544 481311 Fax 0544 481500 c.p. 370 www.ra.camcom.gov.it.

[close]

p. 4



[close]

p. 5

Dicembre 2017 > sommario < >7< >8< > 15< > 20 < > 22 < > 24 < Editoriale Sapir, protagonista dello sviluppo di Natalino Gigante Internazionalizzazione Eurosportello, i servizi per l'accesso ai mercati esteri di Giovanni Casadei Monti Formazione Alternanza day: imparare lavorando di Barbara Naldini, Cristina Franchini, Fabiola Licastro Riconoscimenti Ambiente&Futuro progetto strategico di Barbara Naldini Assegnati i premi Teodorico e Fedeltà al lavoro di Danilo Zoli Servizi Il cassetto digitale di Roberto Finetto ti > 34 < > 35 < > 37 < > 41 < > 43 < > 45 < > 46 < 10° Congresso dell’Imprenditoria Femminile dell’Adriatico e dello Ionio (16 e 17 novembre 2017) Turismo Dopo Destinazione Romagna ecco la DMO che unisce Ravenna e Cervia di Michele de Pascale Bacino da 6 milioni di presenze e un'offerta unica in Romagna di Luca Coffari Agricoltura PAC, accordo strategico di Paolo De Castro Il Consorzio dell'invaso, progetto da 1,7 milioni di Antonella Marchini Porto Dicembre mese strategico per il porto di Ravenna Offshore Roca, da 25 anni a fianco di OMC Editoria Sessant'anni di storia portuale >5 <

[close]

p. 6



[close]

p. 7

> editoriale < S ,apir protagonista dello sviluppo diNatalinoGigante C on grande piacere ho recato il saluto della Camera di commercio di Ravenna, mercoledì 8 novembre presso la sala Cavalcoli: si celebravano, infatti, i 60 anni di una società che ha operato per la crescita e lo sviluppo del nostro scalo marittimo e, di conseguenza, anche per la crescita e lo sviluppo dell'intera comunità ravennate. Il 28 giugno 1957, presso la Camera di commercio di Ravenna, si costituì la società Sapir-Società per azioni porto industriale di Ravenna, con un capitale di un milione di lire, elevabile a venti milioni, con il compito di progettare, costruire e sviluppare il porto di Ravenna; soci fondatori furono ANIC (Gruppo ENI), Camera di Commercio e Serafino Ferruzzi, che ebbero un deciso incoraggiamento da parte del ministro del Tesoro, Giuseppe Medici. Mentre in altri territori a disegnare le strategie economiche locali sono stati grandi gruppi industriali, associazioni imprenditoriali, ceti intellettuali, enti locali, a Ravenna è stato l'ente camerale a rivestire questa funzione, con un ruolo trainante e decisivo. Il presidente camerale Luciano Cavalcoli volse la scoperta del metano a vantaggio diretto della comunità ravennate impegnandosi in un'abile operazione di lobbing politico-economico con il governo e con l'ENI di Enrico Mattei. Quando si rende necessario un allargamento della gestione agli enti locali il ruolo della Camera di commercio diventa quello di grande mediatore fra attori pubblici e privati alla ricerca, a loro volta, di ruoli decisionali. É un periodo esaltante, ma anche difficile, perché SAPIR, impegnata a reperire i fondi per la prosecuzione delle opere finanziate solo parzialmente dallo Stato, fatica a trovare sufficienti risorse. Così Cavalcoli si affida al metodo dell'utilizzazione dei plusvalori derivanti dalle aree ai lati del canale, bonificati tramite il riporto del terreno proveniente dalla escavazione dei fondali, e questa intelligente operazione di ingegneria finanziaria consente la valorizzazione della zona industriale, ai margini del porto, e il finanziamento dei lavori. Il pomeriggio del 3 luglio 1971, dopo otto anni di lavori, viene ufficialmente inaugurato il “nuovo porto” di Ravenna. 60 anni. Quando si celebrano simili date è, innanzitutto, un momento di festa e di soddisfazione per gli importanti traguardi raggiunti. Ma è, allo stesso tempo, un momento di consuntivi e di indicazioni prospettiche per il futuro. Gli orientamenti futuri emergeranno, certamente, dal quadro generale di riferimento e dalle politiche nazionale e regionale, ma moltissimo dipenderà da noi ravennati. Perché ogni città portuale è il prodotto quasi esclusivo della Natalino Gigante, presidente della Camera di commercio di Ravenna cultura della città e i risultati concreti dipendono, in definitiva, da un saper cogliere le opportunità e da un voler fare. Il porto di Ravenna, asset strategico per l'economia della città e della regione Emilia Romagna, va considerato in tutte le sue specificità: commerciale, industriale, crocieristica, diportistica e cantieristica. Anche oggi si avverte l'esigenza di una “capacità visionaria” in grado di valorizzare le eccellenze del territorio e stimolare la crescita di nuove. E anche oggi, come allora, la Camera di commercio è pronta a proporsi, attore tra gli attori, in un'unità di forze politiche economiche e sociali, nella ricerca corale di un futuro migliore. >7 <

[close]

p. 8

> editoriale < Eurosportello, i servizi per l'accesso ai mercati esteri >8 < di Giovanni Casadei Monti

[close]

p. 9

> internazionalizzazione< IL CONTESTO ECONOMICO DI RIFERIMENTO: CRESCE L’AREA EURO, TORNANO I BRICS Nel primi mesi del 2017 l’economia mondiale, dopo una fase di rallentamento che aveva caratterizzato buona parte del 2016, ha continuato a crescere, confermando una tendenza positiva che si era manifestata già negli ultimi mesi dello scorso anno. Le previsioni di crescita fornite dal Fondo Monetario Internazionale per l’intero anno 2017, elaborate nei mesi scorsi, hanno poi confermato le prospettive emerse a inizio anno. È prevista infatti una crescita dell’economia mondiale pari al 3,5 per cento nel 2017 e al 3,6% nel 2018. L’Unione Europea, e in particolare l’area Euro, riscontra segnali favorevoli per il futuro, con stime di crescita media, sempre fornite dal FMI, dell’1,9 per cento nel 2017 e dell’1,7 per cento nel 2018. Tutte le maggiori economie dell’area Euro sono previste in crescita, con stime superiori al 3% per la Spagna e tra l’1 e il 2% per la Germania, la Francia e l’Italia. Per la Gran Bretagna invece l’uscita dall’Unione Europea e l’incertezza dovuta ai tempi di negoziazione della Brexit potrebbe far registrare una flessione delle previsioni di crescita con un 1,7% in ribasso. Mentre negli Usa le previsioni di crescita sono state recentemente riviste al ribasso per l'incertezza sulle politiche di bilancio previste, anche nei Paesi emergenti il quadro rimane nel complesso positivo, in particolareperlaCinael’India,dovesonoattesi tassi di crescita intorno al 7%. Tra i rimanenti Paesi del BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) il 2017 dovrebbe chiudersi in aumento anche per la Russia e Sud Africa, stazionario invece il Brasile. La crescita dell’economia mondiale si riflette sull’andamento degli interscambi commerciali internazionali. L'incremento stimato dal FMI del commercio mondiale è infatti del 4,0 per cento per il 2017 e del 3,9 per il 2018. “Nel primo semestre export ravennate in crescita del 15,5% rispetto al 2016. Performaces migliori verso Medio Oriente, Nord e Sud America, UE ” L’EXPORT LOCALE AUMENTA Nel primo semestre del 2017 le esportazioni della provincia di Ravenna, secondo i dati Istat, hanno registrato un incremento del 15,5 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La forte crescita dei mesi scorsi mesi è confermata anche a livello regionale e nazionale, ma con percentuali inferiori. Si sono registrate esportazioni in aumento dalla provincia di Ravenna verso quasi tutte le principali areemercato mondiali, tranne l’Africa settentrionale e subsahariana. Le performance più alte si sono registrate nelle esportazioni destinate verso il Medio Oriente, Il Nord e Sudamerica e l’Unione Europea. Quest’ultima rimane lo sbocco principale delle nostre esportazioni, assorbendo oltre il 60% delle nostre vendite. A determinare la ripresa dell’export ravennate nel primo semestre del 2017 rispetto all'anno precedente, hanno contribuito prevalentemente il settore dei prodotti in metallo, quello dei prodotti chimici e delle apparecchiature elettriche. Risultano in crescita anche gli scambi di prodotti alimentari, di macchinari, di bevande, di articoli in gomma e plastica, di materiali per l’edilizia e di prodotti agricoli. L’unica voce negativa, tra le nostre >9 <

[close]

p. 10

> internazionalizzazione < principali tipologie merceologiche, è quella che riguarda i prodotti farmaceutici. I SERVIZI DI SUPPORTO ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE Il favorevole contesto economico pone le nostre imprese nelle condizioni di guardare con rinnovata fiducia alla prospettiva di iniziare un’attività con l’estero o allargare il proprio business nei confronti del mercato europeo o internazionale. L’Eurosportello della Camera di commercio di Ravenna si pone al servizio delle imprese che pensano di allargare i propri orizzonti e hanno bisogno di strumenti operativi per orientarsi, valutare, conoscere, scegliere, prepararsi a un’attività internazionale. Le attività previste vengono messe a punto nel quadro di alcune linee di indirizzo strategiche definite nel programma pluriennale della Camera di commercio in tema di internazionalizzazione e innovazione per il mandato in corso. Si inseriscono inoltre nella più generale direttrice europea di sostegno ai processi di innovazione e internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, i cui capisaldi sono costituiti, per il periodo 20142020, dalla promozione dell’economia digitale, l’accesso al credito, l’educazione all’imprenditorialità, il sostegno alle start up innovative. SERVIZI PER LA PROMOZIONE DI OPPORTUNITÀ SU SETTORI/PAESI L’obiettivo è di contribuire a rafforzare la competitività di imprese esportatrici appartenenti a filiere produttive che si caratterizzano per il loro potenziale internazionale in termini di dotazione tecnologica, specializzazione o radicamento sul territorio. La finalità è di proporre sbocchi nuovi di mercato per imprese di settori in grado di intercettare una crescente domanda estera di prodotti e servizi. Si intende inoltre concentrare l’attenzione, con un servizio multisettoriale Paese, sulle opportunità presenti in alcune aree-mercato che, in base all’evoluzione delle tendenze del commercio mondiale nei prossimi anni e ai tassi di crescita previsti, possono rappresentare nuove prospettive di business per il nostro export, sia in Paesi maturi di piccola o grande dimensione, sia in Paesi emergenti europei o extraeuropei. Azioni previste: Le attività previste prevedono l’organizzazione di incontri d’affari con buyers esteri, la realizzazione di servizi di accompagnamento al mercato finalizzati alla ricerca di partners commerciali, l’organizzazione di eventi di brokeraggio tra imprese, il supporto nella partecipazione a Fiere. > 10 < Settori interessati: edilizia-costruzioni-sistema casa, energia/sistemi per l’efficientamento energetico, beni di consumo, meccanica, agroalimentare Principali aree-obiettivo: Emirati Arabi Uniti e area del Golfo Persico, Balcani Occidentali, Usa, Russia, Unione Europea, Cina. SERVIZI DI INFORMAZIONE, FORMAZIONE E ASSISTENZA AI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE L’obiettivo è di fornire un servizio di assistenza personalizzata alle aziende non esportatrici o saltuariamente esportatrici attraverso un’ampia gamma di prodotti informativi che aiutano l’imprenditore a orientarsi per valutare a quali mercati stranieri rivolgersi per introdurre i propri prodotti o servizi. Azioni previste: informazioni su Paesi, settori e mercati esteri con guide Paese, schede settore, documentazione su normative e prassi internazionali; ricerca di partners commerciali tramite banche dati specializzate; check up aziendali per l’internazionalizzazione; servizi di accompagnamento per la redazione di un piano export e la partecipazione a bandi pubblici; assistenza con l’ausilio di esperti professionisti sulle tematiche del commercio estero: pagamenti internazionali, fiscalità, dogane/trasporti, finanziabilità di progetti di internazionalizzazione.

[close]

p. 11

SERVIZI PER IL TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE E ATTIVITÀ FORMATIVE La finalità è di contribuire ad approfondire il livello della cultura imprenditoriale, manageriale, organizzativa e tecnologica delle PMI, per rendere le imprese più competitive e capaci di inserirsi stabilmente sui mercati internazionali. Si prevede il coinvolgimento delle imprese attraverso la realizzazione di corsi, seminari, cicli di incontri e progetti per la condivisione di reti e risorse manageriali per l’internazionalizzazione. Azioni previste: seminari di base e di aggiornamento sulle tematiche dell’internazionalizzazione: contrattualistica, fiscalità, dogane e trasporti, pagamenti internazionali, analisi finanziaria; percorso di accompagnamento all’export digitale SERVIZI DI ACCESSO ALLE OPPORTUNITÀ EUROPEE L’obiettivo è di supportare le imprese a cogliere le nuove opportunità in tema di innovazione, svi- > internazionalizzazione < luppo tecnologico ed educazione all’imprenditorialità provenienti dalla nuova programmazione comunitaria per il periodo 2014-2020, mettendo a disposizione il sostegno fornito dalle reti europee di supporto alle PMI (Enterprise Europe Network), di cui l’Eurosportello di Ravenna è partner ufficiale. Azioni previste: selezione e diffusione di profili di richiesta o offerta di cooperazione commerciale, produttiva, tecnologica tra imprese europee; realizzazione di attività seminariali su tematiche relative alla legislazione europea, l’etichettatura alimentare, la brevettazione europea, i nuovi programmi europei per la ricerca e sviluppo, l’imprenditorialità e le tematiche ambientali; consultazioni delle imprese su temi specifici riguardanti l’impatto delle politiche comunitarie sulle imprese; orientamentoeassistenzasullepolitichecomunitarie e i finanziamenti comunitari: informazioni, prima assistenza e attività di animazione sui finanziamenti > 11 <

[close]

p. 12



[close]

p. 13

previsti dalla nuova programmazione dell’Unione Europea (2014-2020). SERVIZI PER L’INNOVAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE Si intende favorire l’accesso all’innovazione delle PMI come strategia per la competitività, al fine di promuovere l’evoluzione verso processi a più ampio contenuto tecnologico e immateriale. Azioni previste: ricognizione dei fabbisogni tecnologici e di innovazione delle imprese; ricerche di anteriorità in materia di marchi e brevetti; assistenza tecnica e normativa in materia brevettuale: approfondimenti con l’ausilio di professionisti tramite il servizio “L’esperto risponde”; Info Azienda Speciale Eurosportello tel. +39 0544 481443 fax +39 0544 218731 euroinfo@ra.camcom.it www.ra.camcom.gov.it/eurosportello Richiedi Info- News Eurosportello, la nostra newsletter on line mensile Consulta la banca dati on line delle aziende ravennati che commerciano con l’estero: www.expora.it > internazionalizzazione < svolgimento di seminari di sensibilizzazione e informazione per promuovere la cultura brevettuale e le più recenti opportunità fornite dal Piano Nazionale Industria 4.0. PROMOZIONE DELLA NORMATIVA TECNICA Le attività prevedono servizi di informazione, documentazione e formazione sulle normative tecniche volontarie elaborate per contribuire da un lato allo sviluppo tecnologico del settore industriale, commerciale e del terziario, dall’altro per sensibilizzare le imprese ad adottare politiche per la qualità dei prodotti, la tutela dell’ambiente, la protezione dei consumatori. *Direttore Eurosportello CCIAA Ravenna Rivista on line Eurosportello pubblica una rivista specializzata quindicinale on-line sul commercio estero, International Trade, venduta in abbonamento alle aziende interessate. Si tratta di uno strumento pratico per le aziende interessate a soluzioni ai problemi pratici che quotidianamente incontrano nell’ attività di commercio con l’estero. Per informazioni: +39 0544 481440 euroinfo@ra.camcom.it La rete europea Enterprise Europe Network (E.E.N.) è la principale rete dell’Unione Europea a supporto dell’innovazione, dell’internazionalizzazione e della competitività delle imprese. Eurosportello è membro ufficiale delle rete, tramite la partecipazione, insieme ad altri partners, al consorzio SIMPLER. Per saperne di più: simpler@ra.camcom.it Marchi e brevetti Patent Information Point. Il servizio fornisce informazioni, assistenza e formazione in materia di proprietà industriale: marchi, brevetti e modelli. Aggiorna inoltre tempestivamente sulle tecnologie brevettate in un particolare settore economico sulla base delle richieste dell’utente. Per informazioni: +39 0544 481463 > 13 <

[close]

p. 14



[close]

p. 15

> formazione < Alternanza day: imparare lavorando L'alternanza scuola-lavoro è un’innovazione di- dattica importante, offre agli studenti la possibilità di acquisire competenze trasversali e consente loro di orientarsi con più consapevolezza verso il futuro di studi e lavorativo. La recente riforma del sistema camerale, approvata in via definitiva alla fine dello scorso anno, affida alle Camere di commercio una serie di nuove funzioni in materia di orientamento scolastico e alternanza scuola-lavoro. Tra queste, anche la gestione del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro -RASL, punto d’incontro (virtuale) tra le scuole e le strutture che sono disponibili ad ospitare studenti in esperienze di alternanza e apprendistato per offrire loro un periodo di apprendimento on the job. Unioncamere nazionale, all'inizio di questo anno scolastico, ha invitato le Camere di commercio a programmare un incontro, in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Provinciale, al fine di promuovere ed incentivare le relazioni tra i soggetti pubblici e privati attivi nell'ambito dell'alternanza e dell'orientamento, puntando allo sviluppo di network territoriali nei quali le Camere possono essere soggetti animatori e facilitatori, come previsto dal D.Lgs. n. 219/2016. La Camera di commercio di Ravenna, impegnata e attiva da anni sul tema dell'orientamento scolastico, ha colto la sfida organizzando un workshop intitolato “Alternanza Day: imparare...lavorando. Il network territoriale scuola formazione lavoro”, che è stato un'occasione per dare spazio a tutti i soggetti attivi nella rete e per valorizzare i servizi e le iniziative dell'Ente ravennate in tema di alternanza e orientamento. L'incontro, svoltosi il 3 ottobre 2017, ha permesso a scuole, imprese, associazioni, mondo del non profit e pubbliche amministrazioni, come Inps, Inail, di incontrarsi per confrontarsi e trovare sinergie per di Naldini Barbara*, Cristina Franchini* e Licastro Fabiola* “ Numerose iniziative promosse dall'ente camerale ravennate sotto il titolo “Orientamento al lavoro e alle professioni”. Attivato il bando per ”l'erogazione dei voucher il lancio, a livello territoriale, del progetto “Orientamento al lavoro e alle professioni” e di una serie di iniziative e servizi messi in campo dal sistema camerale per dare ulteriore impulso all’alternanza scuola-lavoro (ASL). I lavori si sono svolti con una carrellata delle iniziative promosse dalla Camera di Commercio di Ravenna per favorire l'alternanza scuola-lavoro e l'orientamento al lavoro e con uno spazio dedicato agli interventi dei soggetti attivi sul territorio in questo ambito. I destinatari del progetto “Orientamento al lavoro e alle professioni” sono > 15 <

[close]

Comments

no comments yet