IL GRANATA 7.3

 

Embed or link this publication

Description

Il Granata - anno VII n.3 - edizione dicembre 2017

Popular Pages


p. 1

Anno VII n.3 Periodico Sportivo - www.ilgranata.it - info@ilgranata.it Free Press - Edizione Dicembre 2017 La redazione Intervista esclusiva all’assessore allo sport Milena Petrella a pag.3 UNA CITTTA’ CHE NON 29° TROFEO DELLA VUOLE CAMBIARE di Andrea Luigi Mennitto BEFANA, IL 6 GENNAIO IL VIA a pag.7 Natale, tempo di regali, roccocò e di bilanci. Per l'anno sportivo siamo arrivati al primo “traguardo volante”, dove ci si ferma e si riflette sulla prima parte di stagione appena conclusa. Anche se la riflessione che vogliamo fare è stata interrotta da una perdita forte che ha subito la città, quella del Vescovo emerito Mons. Antonio Riboldi. In occasioni del genere, emergono tutte le difficoltà di una città che rispetto al passato, continua a non riconoscere il valore dell'associazionismo, soprattutto sportivo. Ebbene, proprio questo il pensiero che vogliamo mettere in evidenza, la mancanza di una prospettiva comune di tutte le realtà sportive. Questa non LA SPERANZA è una considerazione che vuole puntare il dito contro qualcuno in particolare, ma contro una città che non vuole cambiare. TIENE IN PIEDI Nello scorso numero vi abbiamo raccontato di alcuni episodi che fanno male allo sport, lo scontro tra le tifoserie di due squadre di calcio a 5 GLI UOMINI FORTI entrambe di Acerra. Il calcio ad 11 continua ad essere una chimera per i tanti tifosi granata. Mentre gli altri sport hanno difficoltà ad emergere, in primis per mancanza di fondi, tanto che ad oggi si autofinanziano. Le Intervista strutture sportive sono ormai qualcosa che va a disgregarsi. esclusiva a Cosimo Sibilia Questa non è una critica politica, ma sociale nei confronti di tutti, nessuno escluso. Nella nostra città c'è Vice Presidente della F.I.G.C. difficoltà ad associarsi, si predilige la disgregazione. E così è sempre più difficile avere dei risultati. a pag.5 Un forte applauso però va a tutte le realtà che nonostante le mille difficoltà incontrate, sta ottenendo dei risultati importanti. Chi ci prova non può non essere che incoraggiato. Ma sarebbe ora di iniziare a fare squadra tutti insieme, unendo tutte le realtà imprenditoriali presenti in città. Acerra ha bisogno di ritornare a sognare dal punto di vista sportivo: rivogliamo il Toro, anche senza il Comunale; vogliamo vedere gli atleti acerrani TEMPO DI BILANCI gareggiare alle Olimpiadi... PER LE ACERRANE Napoli Baseball DEL FUTSAL da pag.11 una nuova realtà a pag.15 ...continua a pag.11

[close]

p. 2



[close]

p. 3

Dicembre 2017 www.ilgranata.it 3 IL BILANCIO DELL’ASSESSORE ALLO SPORT MILENA PETRELLA Da luglio la guida istituzionale dello sport acerrano, con Lettieri di Salvatore d’Anza persone che vogliono fare sport. Per la città di Acerra e la sua amministrazione è un onere Dallo scorso luglio la guida istituzionale ed un onore.» dello sport acerrano è Milena Vi saranno novità per le infrastrutture del Petrella: nella sua prima intervista, il territorio: quale futuro per la piscina bilancio dei primi mesi di lavoro. comunale? «La massima carica amministrativa su tutti i «Per la piscina comunale c'è da dare una temi, anche sullo sport, rimane sempre il notizia molto importante alla città: dopo il Sindaco Raffaele Lettieri, io in qualità di fallimento della ditta che stava realizzando i assessore esercito la sua delega in materia, lavori per la realizzazione della struttura di via poi unisco alle competenze sullo sport anche C l a n i o , i l C o m u n e h a c h i e s t o u n quelle sulla scuola e questo ci permette di finanziamento al Coni e punta ad ottenerlo essere presenti, come amministrazione, su per completare queste opere con le risorse molti progetti. che verranno assegnate e che si uniscono a Il nostro intento è innanzitutto favorire lo sport quelle ancora rimaste dal precedente in ogni scuola e per i nostri bimbi. finanziamento. Infatti, prima dello stop era Mi consenta di precisare che ad Acerra da stato anche collaudato quanto realizzato, e qualche anno, è possibile praticare sport non è una cosa secondaria. La richiesta al anche all'aria aperta: c'è una pista ciclabile Coni di circa 2 milioni di euro si è resa che prima non c'era, il parco urbano di via necessaria perché essendo trascorso del valutazione di queste offerte e inizieranno i Sand che non esisteva fino a qualche tempo tempo dall'aggiudicazione della gara lavori. Avremo una struttura capace di fa, luoghi dove chiunque, piccoli e adulti, d'appalto allo stop attuale, è necessario ottenere tutti le autorizzazioni dagli organi possono andare nelle belle giornate di sole e riaggiornare i prezziari ed indire nuova gara s p o r t i v i n a z i o n a l i , p e r c h é b i s o g n a fare sport. E poi c'è il difficile lavoro di per finire quanto ancora non completato. considerare questo particolare: per organizzare gli spazi. Il Comune di Acerra è Sono sicura che dopo l'indizione delle nuove consentire lo sviluppo dello sport in città, gli dotato di lavoratori competenti che ogni anno procedure di gara, gli uffici sapranno dare il impianti devono essere capaci di ottenere le riescono nell'impresa di organizzare spazi e nuovo e giusto slancio per il completamento certificazioni Coni. Nel frattempo, la nostra orari per tutte le associazioni che lo della piscina.» squadra di manutenzione ha migliorato la richiedono. E l'iter è lungo, non si tratta solo di E l'Arcoleo? fruibilità della struttura. riunire i rappresentanti delle associazioni «I termini per la presentazione delle offerte Dal 2015 l'Amministrazione Lettieri ha avviato attorno ad un tavolo, ma si parte dalla per la gara d'appalto scadono nei primi giorni il procedimento per il rifacimento della definizione delle tariffe. Il fatto che sia difficile di gennaio, vuol dire che subito dopo il struttura sportiva, a luglio 2015 fu approvato il organizzare significa una sola cosa: ci sono Provveditorato alle opere pubbliche, che è primo progetto esecutivo, i cui lavori nel tanti sportivi, tante associazioni e tante stazione appaltante, procederà anche alla giugno del 2016, in seguito a regolare gara d'appalto vennero affidati ad una ditta che poi, LOCANDINE A3 (colori Fronte) 25 pcs - 23,90€* 50 pcs - 42,90€* per nostra sfortuna, a dicembre dello stesso anno rinunciò all'appalto, causandone la decadenza. MANIFESTO 70X100 (colori) 50 pcs - 39,90€* Questo ha significato indire una nuova gara e aggiornare i capitolati d'appalto. Questo purtroppo ha fatto slittare i tempi. È il prezzo necessario da pagare alla giusta regolarità VOLANTINI A5 (colori F/R) 1000 pcs - 54,90€* 5000 pcs - 89,90€* degli appalti e delle gare. Anche l'ottenimento delle certificazioni di omologazione della tendostruttura di via 10000 pcs - 134,90€* Manzoni ha comportato un lavoro non indifferente. Certamente è nostro obiettivo allargare la platea degli accessi.»

[close]

p. 4

Le offerte di Natale Panettoni Farciti Kinder 18€ Pandoro Gelato 20€ éPrenota il tuo dolce Natalizio Corso Italia, 161/163 - Acerra (NA) - 333.3867617 Consegna a domicilio Cassate Sic1il3ia€ne/kg Misto Natale 10€/kg Pastiera Napoletana 10€/kg Panettone Artigianale oal tcrioacdcizoiloantaole 13€ Per tutti i clienti Omaggio Natalizio: ad ogni acquisto Panettoncino in regalo

[close]

p. 5

Dicembre 2017 www.ilgranata.it 5 CON COSIMO SIBILIA: «LAVORARE DI SQUADRA E PROPOSTE CONCRETE» Il numero uno del mondo dilettantistico in esclusiva per Il Granata di Salvatore d’Anza Da oltre tu per tu con Cosimo Sibilia, il numero uno del calcio dilettantistico italiano nonché presidente della LND e vicepresidente vicario della FIGC, per analizzare il momento del calcio italiano e soprattutto provare a capire idee e progettualità per il rilancio del movimento calcio, soprattutto in Campania. Dopo la rielezione di Carlo Tavecchio lei è stato designato come vicepresidente vicario della Federazione Italiana Giuoco Calcio: punto di arrivo o punto di partenza? «Non sono abituato a ragionare in questi termini. Un anno e mezzo fa, mi venne chiesto di guidare da Commissario straordinario il Comitato campano. Sapete tutti in quali condizioni versava, e del resto lo raccontano gli ultimi sviluppi giudiziari, in sede sportiva e penale, perciò accettai la sfida immane di riportarlo alla normalità, nel rispetto delle leggi e delle regole. Oggi che il Comitato si avvia finalmente a nuove elezioni, posso dire che abbiamo vinto la sfida. Mentre quella alla guida della Lega Nazionale Dilettanti è solo all'inizio. Anche qui, sono stato chiamato a raddrizzare una situazione complicata, soprattutto per la tenuta economica. Siamo intervenuti immediatamente e in meno di un anno abbiamo riportato il bilancio in attivo. Il mio incarico in FIGC è stato un atto di riconoscenza al ruolo strategico che la LND deve ricoprire nel sistema calcio italiano. Appunto, cosa spera di cambiare? «Quello che spera il sottoscritto vale, ma fino ad un certo punto. Conta di più il lavoro di squadra che dovremo fare quando, finalmente, potremo sederci con delle proposte concrete al tavolo delle riforme. Credo che il taglio delle squadre professionistiche, con il conseguente riequilibrio delle risorse economiche, resti il primo punto all'ordine del giorno.» Una passione per il calcio che parte da lontano, suo padre era il presidente dell'Avellino dei miracoli: ci potranno più essere miracoli sportivi come quello? «Mi piacerebbe rispondervi di sì, ma il sistema attuale lo rende un fenomeno praticamente impossibile. Diciamo che dobbiamo lavorare perché in un futuro non troppo lontano anche in Italia si possano raccontare delle favole sul modello Leicester.» Crescita, sviluppo ed innovazione: quali novità intende apportare alla Lega Nazionale Dilettanti per agevolare la crescita e lo sviluppo dell'intero movimento? «Siamo già intervenuti, direi in modo giustamente traumatico, su iscrizioni e assicurazioni. Abbiamo garantito la gratuità delle prime in Terza Categoria, ottenendo subito una prima inversione di tendenza rispetto al calo di questi anni. E abbiamo abbassato la quota assicurativa ad ogni società, pur mantenendo le stesse garanzie. Dovendo mettere a posto il bilancio, di più non abbiamo potuto fare. Nel 2018, avremo certamente più libertà di movimento.» E soprattutto vi saranno ulteriori novità in tema di settore giovanile? «Il settore giovanile e scolastico compete alla Figc, noi continueremo a lavorare di concerto, fornendo il nostro supporto, con impegno, lealtà e rispetto dei ruoli, come abbiamo sempre fatto.» Nell'ultimo ventennio tante gloriose piazze calcistiche del Sud Italia sono scomparse: troppe poche le risorse ed ancor meno di infrastrutture. La Lega Nazionale Dilettanti proverà ad emarginare questo problema e tutelare le società? «Ma noi tuteliamo ogni giorno le nostre società, con un occhio di riguardo a quelle che con passione e fatica operano in territori dove la crisi economica non è mai passata. I provvedimenti che le ho citato poco fa vanno proprio in questa direzione. È anche per questo che guardiamo con perplessità alla proposta del ministro Luca Lotti di inserire lo "scopo di lucro" anche nel mondo dilettantistico.» Nel prossimo futuro, saranno previsti contributi economici da parte della LND in favore delle amministrazioni del Mezzogiorno, e quindi della Campania, che proveranno a regalare stadi all'avanguardia? «La Lega Nazionale Dilettanti è impegnata su questo fronte, già da tempo, in collaborazione con l'Istituto per il Credito Sportivo, il cui impegno per lo sport italiano è encomiabile.» Dall'aprile 2016 lei è anche Commissario straordinario del Comitato regionale Campania: come l'ha trovato e come lo lascia? Cosa auspica per il futuro del comitato regionale Campania? «In un anno e mezzo abbiamo riportato nella nostra terra l'amore per il calcio e il rispetto delle regole. Per il futuro, auspico che si continui a percorrere questa strada dritta. Sono ottimista, perché sono convinto che abbiamo tutti imparato la lezione»

[close]

p. 6



[close]

p. 7

Dicembre 2017 www.ilgranata.it 7 TROFEO DELLA BEFANA AL VIA LA 29a EDIZIONE Nel giorno dell’Epifania classico appuntamento con l’Atletica nostrana. Migliaia i partecipanti nel ricordo di Giovanni Zito di Salvatore d’Anza La 29^ edizione del Trofeo della Befana andrà di scena il prossimo 6 gennaio 2018 sarà inaugurata dall'intervento delle autorità civili, politiche e religiose di Acerra, prenderà il via alle 09:00 da piazza Calipari e si svilupperà lungo le strade cittadine (che il granatala passione non ha compromessi! © saranno chiuse al traffico) per una distanza precisa di 10 km, terminando nella stessa piazza Calipari ove, a acerra seguire, avranno luogo le gare dedicate ai ragazzi di ogni PERIODICO SPORTIVO LOCALE Chiuso in stampa il 17.12.2017 età, la cerimonia di premiazione ed il ricco buffet offerto edizione DICEMBRE 2017 dagli organizzatori. Registrazione Tribunale di Nola n.1/2011 del 15/02/2011 Direttore Responsabile Andrea Luigi Mennitto Direttore Editoriale Salvatore d’Anza Novità di spicco sarà la partecipazione straordinaria di Giorgio Calcaterra, il tre volte campione del mondo di ultramaratona, nonché 12 volte consecutive vincitore della “100 km del Passatore” che il presidente Antonio Zito è riuscito a portare ad Acerra grazie alla grande stima che lo stesso nutre nell'intero scenario podistico nazionale: sarà un onore per tutti gli acerrani, e per la Capo Redattore Vincenzo Tanzillo Libertas Atletica 88 Acerra in particolare, avere un tale campione di fama mondiale in gara nella nostra città. Editore Associazione R.E.S. Rete di Elaborazione Sociale Appuntamento sabato 6 gennaio 2018 in piazza Calipari per il “29° Trofeo della Befana” organizzato dalla A.S.D. Libertas Atletica 88 Acerra. Redazione: Enzo Bruno - Roberto Settembre Saverio Marra - Raffaele De Masi Angelo Milione - Danilo Ianniello Web Master: Giuseppe Alessio Nuzzo Photo, Impaginaz. e Grafica: E.Bruno Stampato presso: PressUp Viterbo Tiratura: 5000 copie Il Granata è un periodico sportivo gratuito distribuito nella città di Acerra Il Granata Via Alcide De Gasperi, 230 - Acerra (NA) info@ilgranata.it - www.ilgranata.it Per la pubblicità su questo giornale 346.021.95.54 - grafica@ilgranata.it La collaborazione a questa testata è da ritenersi completamente gratuita. Le foto e gli articoli inviati non si restituiscono. Gli articoli pubblicati riflettono il pensiero dei singoli autori, i quali se ne assumono la responsabilità civile e penale. CENNI STORICI Da circa 30 anni a questa parte, l'atletica leggera ad Acerra è stata praticata con enorme successo ed entusiasmo da uomini, donne e ragazzi di qualsiasi età riuniti sotto il nome della A.S.D. LIBERTAS ATLETICA 88 ACERRA, la storica squadra della nostra città con sede in via Marsala nr. 17 e capitanata dal suo presidente Antonio Zito. Sin dal primo anno di attività, la Libertas Atletica 88 Acerra, ha organizzato ogni 6 gennaio, in occasione della festa dell'Epifania, il “Trofeo della Befana”, una gara podistica che si snoda lungo le larghe e pianeggianti strade acerrane e che ha attirato, anno dopo anno, un numero sempre crescente di atleti provenienti da tutta Italia (e non solo) tra i quali anche alcuni di fama internazionale, tant'è che oggi, per la vasta risonanza mediatica e per l'elevato numero di partecipanti, il “Trofeo della Befana” rappresenta il fiore all'occhiello della squadra. Nata da una brillante idea del compianto Giovanni Zito, padre dell'attuale presidente, la gara, grazie anche al patrocinio del Comune che ha sempre sostenuto tale evento, è cresciuta nel tempo riscuotendo il plauso e l'apprezzamento non solo dei numerosi atleti che nel corso degli anni vi hanno preso parte, ma anche di tutti gli addetti del settore. La precedente edizione fu vinta da Gilio Iannone (International Security Service) col tempo di 30'47” mentre, in campo femminile, si affermò Hanane Janat (Podistica Il Laghetto) col tempo di 36'22”; tra i ragazzi, primeggiarono tantissimi giovani atleti (uomini e donne) frequentatori della Scuola di Atletica Leggera condotta dalla stessa Libertas Atletica 88 Acerra.

[close]

p. 8



[close]

p. 9



[close]

p. 10



[close]

p. 11

Dicembre 2017 www.ilgranata.it 11 UN ANNO CON I LEONI: PRIMA IL CAMPIONATO, POI UNA GRANDE C1 Grande cavalcata culminata con la vittoria del campionato al termine della regular season: nel campionato in corso l’obiettivo è la continuità attraverso la salvezza ...continua da pag.1 (anche se qualcuno è veramente vicino a farlo); vogliamo vedere il calcio a 5 uscire dalle categorie regionali e provare il salto in un campionato nazionale. La città merita un rinascimento sportivo, che possa far ritornare la speranza per i tanti ragazzi che sono ormai esclusi dallo sport praticato. Per richiamare una notizia che a molti ha fatto ridere, ma non è tanto comica, al Comitato olimpico internazionale è arrivata la richiesta di far inserire tra gli sport olimpici anche i videogames sportivi. Anche se fa sorridere, la verità è che i videogames sono ormai il primo sport mondiale per numero di praticanti. Bene, senza ora entrare nel merito della situazione, anche perchè sarebbe tediante, ma credo che c'è bisogno di dare un'alternativa a questi ragazzi. C'è bisogno di insegnare loro che lo sport, quello vero è fatto di tanto sangue e sudore, ma che quando poi arrivi ai risultati la gioia è così bella che nessun videogioco potrà compararsi. E l'unico modo per farlo è iniziare a fargli vedere gli esempi da seguire. È fondamentale in questo momento storico fare tutti squadra e aiutare, ma soprattutto far conoscere gli “eroi” sportivi cittadini (anche perché i più vicini territorialmente). Siamo un grande agglomerato urbano, ora dobbiamo diventare una città che mette lo sport e lo sportivo al centro della sua rinascita. Come tempo fa scrissi, nel mio primo editoriale: c'è bisogno di attuare il quarto d'ora granata. Rimboccarsi le maniche e ricostruire il tessuto sociale sportivo della città. Per farlo dobbiamo operare come un coro: tante voci che però si armonizzano tra loro per cantare la stessa canzone. Buon Natale e che sia un 2018 GRANATA! di Danilo Ianniello I Leoni sono tornati a ruggire, a mostrare la loro ferocia e fame di vittorie in tutti i campi del Futsal campano. È stato un 2017 assolutamente da incorniciare per gli oronero. Dopo aver letteralmente sbranato ed ammazzato il campionato di C2 dello scorso anno, vincendo il titolo con diversi turni d'anticipo, Michele Tufano e compagni erano chiamati alla riconferma nel massimo campionato regionale, quella serie C1 cui mancavano all'appello da due stagioni. Ebbene, dopo un'ottima campagna acquisti ed il cambio di guida tecnica, la compagine acerrana ha disputato un'ottima prima parte di campionato, attestandosi in piena zona playoff e centrando le Final Eight di coppa di categoria. Da rimarcare le grandi prestazioni contro la corazzata Real San Giuseppe, costretta al pari in quel di Acerra, esattamente come l'altra grande sorpresa del torneo, lo Junior Domitia, sodalizio di calcettisti di gran qualità che ha strappato applausi ovunque ed a cui gli oronero hanno imposto il pari. Anche per i Leoni il mercato è stato foriero di grandi novità, con acquisti di grande qualità ed esperienza come Amirante, Mascolo, Tomasone ed Esposito, ed il ritorno dal prestito annuale all'Atletico Cantera di Fergola, uno dei classe '97 più talentuosi del calcio a 5 campano che sta ritagliandosi sempre più spazio fra le fila degli oronero. L'organico è cementato dai senatori Fiorentino e dai due bomber Tufano e Spasiano, elementi imprescindibili per il sodalizio acerrano ed ai quali mister Moccia si affida costantemente per ricavare la giusta dose di grinta, esperienza, qualità e concretezza, ingredienti fondamentali per ben figurare in un campionato combattuto ed altamente competitivo come quello di C1. Una rosa che nel mercato, appena conclusosi ha visto pochissime variazioni: via Mezzogori, destinazione Atletico Cantera, e dentro Di Buono, rientrante dal prestito al Lausdomini, e, il colpo last minute, Varriale, proveniente dal Lollo Caffè Napoli. L'obiettivo dei Leoni resta verosimilmente quello della salvezza, cercando di evitare i pericolosi playout, ma le prestazioni, la tenacia e la grande foga e cattiveria agonistica di bomber Spasiano e soci potrebbero portare in dote qualcosa in più, aumentando le ambizioni. Le ambizioni e la voglia di stupire non manca di certo agli oronero; magari il 2018 potrebbe regalare ai nero-oro la possibilità di stabilirsi tra le prime otto e, quindi, di poter strappare il pass per i playoff: perché si sa, ai Leoni "l'appetito vien mangiando...." ULTIMA GARA CASALINGA, STAGIONE 2016/2017

[close]

p. 12

12 Dicembre 2017 www.ilgranata.it UN ANNO CON l’ACERRANA: C1 AI PLAYOFF POI SOLO SOGNI DA GRANDE Grande cavalcata con la vittoria sullo Sporting Limatola; in C1 quanta difficoltà di Raffaele De Masi Eccoci giunti alla fine dell'anno, non si può certo dire che quest'anno non sia stato pieno di eventi, belli o brutti che siano stati. È tempo di bilanci stagionali per l'Acerrana Futsal Club, nata dalle ceneri dell'ex Maracanà, un' annata indubbiamente da incorniciare, ma è giusto ritornare indietro e ricominciare da quell'11 febbraio. Acerrana e Leoni, tra sfide emozionanti e al cardiopalma, si contendono la vittoria del campionato. Quel giorno i nero-oro vengono sconfitti dallo Sporting Limatola, mentre i granata si fanno rimontare nel giro di 10 minuti in casa del Friends Cicciano (da 2-5 a 8-5). Il passo falso in terra ciccianese consegna di fatto la promozione in C1 ai Leoni, complice, un mese dopo, la vittoria nel derby nello scontro diretto al primato. L' Acerrana chiude il campionato al secondo posto, e in semifinale playoff del girone, affronta la sorprendente Atletico Cantera, dove gli uomini di Rescigno superano agevolmente i rossoblu. Staccato il pass per la semifinale, al Centro Sportivo Margherita arriva la Turris Octava, i granata conducono per 3-1, a sette minuti dalla fine, ma gli ospiti rimontano e agguantano il pari. All'ultimo un clamoroso ribaltone: patron Laudando e respiro la zampata vincente di Tortora manda Del Prete, insieme a V.Del Prete e Ausanio l'Acerrana in finale. 27 Maggio 2017, finale lasciare la squadra per divergenze societarie. playoff tra Acerrana e Sporting Limatola, una Nel marasma generale, con i senatori a difesa partita pazzesca e infinita che si conclude con della maglia, torna Rescigno al timone della il risultato di 4-3 per i granata e conquistano prima squadra, supportato dal DS Vincenzo l'agognata promozione in serie C1. Tanzi. Insieme infatti, proveranno a All'esordio nel massimo campionato raggiungere l’obiettivo "salvezza" ripartendo regionale, l'Acerrana non si fa trovare dal gruppo, quel gruppo che a Maggio ha impreparata, arriva patron Laudando, che travolto il blasonato Limatola in finale playoff. piazza due colpi di mercato: Offreda e Della Ragione, oltre agli under De Mata, Vicidomini e Aiese. Dopo un inizio non brillantissimo, la dirigenza decide di affidare la panchina a Claudio Cerisano. Ma tra il tecnico da anni secondo di Carmine Gatti ex Spartak e Fuorigrotta e l’ambiente non scoccherà mai la scintilla giusta nonostante la fiducia di parte della dirigenza. L’ultima gara dell’anno solare ha visto FINALE PLAY OFF ACERRANA FC VS SP.LIMATOLA, VITTORIA GRANATA APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA Vieni a scoprire le nostre offerte... SURGELATI CONGELATI GRANDI MARCHI VIA BIFERNO, 20 - ACERRA (NA)

[close]

p. 13

Dicembre 2017 www.ilgranata.it 13 UN ANNO CON L’ATLETICO CANTERA Semifinale di playoff di categoria, la vera rivelazione del girone A di C2 di Danilo Ianniello "Il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista". Così cantava nel lontano 2003 CapaRezza, spiegandoci perfettamente quanto fosse difficile riconfermarsi sugli stessi livelli dopo un debutto grandioso: questa frase rappresenta il leitmotiv perfetto per descrivere lo straordinario 2017 dell'Atletico Cantera. La squadra rossoblù infatti, nella prima parte dell'anno solare ha sorpreso tutti i critici e gli addetti ai lavori del futsal campano, arrivando a conquistare la finale playoff di categoria contro la corazzata Acerrana, poi promossa in C1; nella seconda parte invece, il richiamo ai versi sopracitati: una nuova avventura nel campionato di C2 con un nuovo mister, e tante novità sul mercato che ne hanno rivoluzionato e ringiovanito l'organico, ma non ne hanno alterato le prestazioni. Come già accennato in precedenza, l'Atletico Cantera è stata una delle protagoniste indiscusse del calcio a 5 in serie C2 in questo anno solare, anche fuori dal campo, con tante operazioni di mercato: a cominciare dall'allenatore, con Mariano Selcia che ha preso il posto di Aldo Sprone, ereditando un progetto tecnico ambizioso e di alto livello per la categoria. In merito all'organico, lo zoccolo duro formato dal capitano Miranda, D'Inverno e dai senatori D'Anza e Coletta è stato il punto di riferimento imprescindibile, il capitale tecnico ed umano a cui affidarsi per ripartire e sopperire agli addii eccellenti di Illiano, Esposito, Di Fiore, Fergola e Di Biase. Allo zoccolo duro, sono stati aggiunti giovani di grande prospettiva come Apollo, il Romano e De Luca. Certo, lo scotto dell'amalgama e dell'alchimia in campo e fuori è da mettere in conto preventivamente, ma i gli uomini del duo presidenziale Romano - Toscano hanno continuato sulla stessa falsariga di quanto avevamo visto l'anno scorso, con prestazioni esaltanti e partite sempre giocate a viso aperto e senza timori reverenziali. Riusciranno gli eroi del calcetto Maracanà ed eguagliare le imprese dello scorso torneo? Ai posteri l'ardua sentenza… UN ANNO COL CLUB EDEN: E’ C2! Grande vittoria playoff sui cugini dello Sporting Tigre; ora sotto con la C2 di Raffaele De Masi L'anno vecchio sta per finire, ormai manca poco, questo 2017 che tante emozioni ha regalato al Club Eden, lascerà spazio al nuovo anno. Un'annata memorabile per la compagine del trio Di Fiore-Del Prete-Montano, ma riavvolgiamo il nastro: il Club Eden dopo un avvio incerto si affida a Nicola Orefice e grazie alla sua esperienza e ad un gruppo compatto, il Club Eden conquista il terzo posto al termine della regular season alle spalle di Massa Vesuvio e Sporting Tigre. D'Anna e compagni battono il Real Trecase nella semifinale playoff, e conquistano la finale. Nell'altra semifinale lo Sporting Tigre si impone per 8-3 sul Progetto Futsal Terzigno. Sarà derby nella finalissima playoff per l'accesso alla serie C2! Il match, accompagnato da una cornice di pubblico straordinaria, si rivela pazzesco ed infinito, ricco di emozioni e spettacolo; non bastano i tempi regolamentari, poiché lo Sporting Tigre che riesce a rimontare al fotofinish. Non demordono gli azzurri, che agli extra time, vanno a segno con Marullo e Basile. Ore 20:36 del 13 maggio 2017, una giornata storica per tutto il futsal acerrano: il Club Eden ritorna in serie C2! Nella finestra di mercato estiva, il Club Eden dimostra di voler essere protagonista anche nel secondo massimo campionato regionale e conferma mister Orefice in panchina. Arrivano anche Iazzetta, Di Biase, Cerbone, Petrella, Cozzolino, Barbetta e Castaldo a rinforzare ulteriormente un roaster già competitivo. Il Club Eden viene inserito nell'ostico girone casertano, con la corazzata Sporting Limatola, e squadre di livello come Real Boys Maddaloni, Boca Futsal e Atletico Cantera; nonostante ciò non delude le attese, con un inizio di stagione positivo che fa ben sperare per il 2018. Il DS Schiavone sonda il mercato nella finestra invernale, e regala altri tre innesti a mister Orefice: Eterno, Liguori e Schiavone. Un 2018 che, di questo passo, regalerà altre soddisfazioni al Club Eden, con l'obiettivo playoff che diventa più realtà; sognare è lecito…

[close]

p. 14

11,50€ Distribuzione e forniture per Lounge Bar - Bar - Ristoranti Caffetterie - Pizzerie - Pub RIVENDITORE AUTORIZZATO via Giuseppe Nuzzo n°64, 80011 Acerra ufficio: 081 520 50 56 - Cell. 333 54 09 231 OFFERTE VALIDE DAL 20 DICEMBRE AL 4 GENNAIO 10,50€ 1,70€ JAGERMEISTER 70cl 21€ LARIOS DRY GIN 1lt ACQUA LETE VAR 5€ ACQUA PRATA VAR 12,80€ CARTONI PER PIZZA 33X33 CHIUSURA AMERICANA PEPSI 1,5lt X6 5,50€ ROTOLO ALLUMINIO 100mt PERONI 33cl X24 Liquori - Bevande - Acque in PET - Acque in Vetro VAR (Vuoto a Rendere) Plastica - Tessuti in TNT e non solo Carta sulSleagupiagleinaofffaecretbeook gratis VS Altobelli Cash&Carry 8.30-20.30

[close]

p. 15

Dicembre 2017 www.ilgranata.it 15 UN ANNO COL CLUB PARADISO... di Saverio Marra Un altro anno volge al termine e come di consueto è tempo di tirare le somme, considerare gli aspetti negativi e gli errori del passato e preparare il terreno per le speranze future. Tra le squadre del panorama futsalero nostrano il Club Paradiso è tra le squadre che certamente presenta un bilancio tra i più interessanti e particolari, quanto meno alla luce di quanto mostrato nell'anno solare che volge al termine che lascia in bocca, inevitabilmente, tanta amarezza. La stagione 2016/2017 era iniziata bene per i rossoblu, la società aveva messo a disposizione del mister una squadra all'altezza della categoria, infatti i risultati non tardano ad arrivare dopo le prime partite il Club Paradiso è secondo in classifica e nel gruppo inizia ad alimentarsi l'entusiasmo, ma poi arrivano i primi intoppi, tanti passi falsi e poi quella caduta libera che condanna il Club Paradiso alla disputa dei play-out; la sfortuna non abbandona gli acerrani: è retrocessione in serie D. La prima novità del nuovo campionato arriva direttamente dalla società che decide di non ricorrere al ripescaggio ripartendo, così, dalla serie D dove è inserita un girone di ferro con Real Atellana, Tonia Aversa e Sporting Tigre; da qui il grande impegno societario che porta alla corte di mister Cianniello calcettisti del calibro di Frezza e Calcaterra. La corazzata rossoblù, viene eliminata in coppa, ma si riscatta inanellando una serie di risultati positivi che le permette di gravitare tra le zone alte di classifica. Aspettando il nuovo anno, che comincerà con il derby del sei gennaio, la società ha chiuso con ulteriori tre botti di mercato regalando a mister Cianniello il pivot Battaglia, Piscopo e De Simone. Non resta che attendere il 2018 e scoprire se vi sarà il lieto fine. UN ANNO CON LO SPORTING TIGRE... di Enzo Bruno Tra pochi giorni il 2017 ci lascerà facendo posto al nuovo anno. Un 2017 che ha regalato tantissime soddisfazioni ma anche tanta amarezza allo Sporting Tigre, finalista dei playoff di serie D dopo una grande cavalcata. Riavvolgendo il nastro di questo anno oramai al capolinea, stagione agrodolce quella terminata lo scorso maggio: con mister Cofone in panchina, la neonata società acerrana formatasi dalle ceneri del Real Acerra è stata protagonista del campionato di serie D, conquistando un ottimo secondo posto alla fine della regular season alle spalle del Massa Vesuvio in una stagione nelle zone alte della classifica spesso condivisa con i cugini del Club Eden. Grazie ad un affiatato gruppo e un Eterno grande protagonista, gli arancio-neri hanno così conquistato il pass dei play-off. Finale thriller per capitan Galasso e compagni però, con beffa clamorosa alla finale play-off: al derby acerrano, “casalingo” per le tigri grazie al miglior piazzamento e agli scontri diretti, all'impianto di Via Macello Nuovo, con la cornice di centinaia di acerrani, al termine di una gara entusiasmante è stato il Club Eden, dopo supplementari, ad avere la meglio, festeggiando e conseguendo di diritto l'accesso alla serie C2. L'amarezza e lo sconforto non ha abbattuto però la società rappresentata da Francesco Cofone: ecco un nuovo presidente, Granieri, con Cofone che, dopo una breve parentesi da D.G. torna a fare l'allenatore. Ai nastri di partenza del campionato di serie D 2017/2018 si presentano, praticamente, con lo stesso roaster e con la consapevolezza di aver accumulato un grande bagaglio di esperienza. Attualmente non è esaltante l'inizio di questa stagione, ma l'occasione di rifarsi è dietro l'angolo, così come il 2018. BASEBALL: IL SOGNO BATTI E CORRI A Napoli un progetto ambizioso di Baseball, il "batti e corri" alla portata di tutti di Enzo Bruno Nel 2003 nacque una delle primissime realtà di baseball nella città di Napoli. La squadra dell'allora presidente Renato Ciampa partecipò a diversi campionati federali, tra cui due tornei di serie C, salvo poi limitare di molto le proprie attività sul territorio per tanti anni. Nel 2017, un gruppo di giocatori sta provando a far rivivere un sogno e restituire il batti e corri alla città. Da un piccolo numero di persone, negli ultimi mesi si è cresciuti sempre di più, fino a recuperare l'associazione con la guida del presidente Marco Galdiero, e la partecipazione a diverse leghe e tornei in tutto il sud Italia. La chiave della rinascita è stata un'ottima adesione in termini numerici di appassionati che hanno affiancato lo zoccolo duro della vecchia guardia, consentendo una graduale rinascita del progetto, che si è trasformato anche nel nome includendo anche il softball. Uno dei sogni è riunire tante città e squadre sparse nel meridione e creare insieme un progetto di gioco e sviluppo in seno alla LAB, lega amatoriale il cui responsabile federale è Luca Pavan, sperando un giorno, non lontano, magari di alzare il livello e partecipare a un campionato federale. Un progetto ambizioso, destinato a crescere come conferma lo stesso presidente Galdiero: “In una città così grande come Napoli, NAPOLI BASEBALL crocevia di popoli e culture, è giusto coltivare la passione del baseball che potrebbe arrivare a tante persone che hanno sempre guardato questo sport in tv senza avere la fortuna di praticarlo provando a rendere vivo e duraturo nel tempo il progetto batti e corri a Napoli”.

[close]

Comments

no comments yet